Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

martedì 9 giugno 2015

Campagna No TTIP:
domani giornata chiave al parlamento UE.



212 : commenti:

«Meno recenti   ‹Vecchi   1 – 200 di 212   Nuovi›   Più recenti»
Mauro elia ha detto...

Sicuramente non è come sto per dire ma... ipotizzando che la democrazia sia "pro-forma" e che il popolo sia sovrano solo perchè "suona bene", Il Mitico Marchese del Grillo direbbe: Io so io e voi non siete un ca**o !! Quindi i potenti della terra ai quali non frega una emerita minch*a della nostra salute, del nostro benessere (ci considerano secondo me alla stregua di insetti) faranno come al solito finta di ascoltare il popolo per poi fare quiello che vogliono.. naturalmente sto esagerando...

CLaudio Rossi ha detto...

@ Mauro elia

Comunque domani (cioè oggi: è già il 10/6) a Strasburgo la relazione Lange non si vota. Tutto rimandato. E' una prima crepa in un meccanismo che tra trattative segrete e giudici privati, ci stava preparando un bel servizietto a 90° che, almeno per il momento è rinviato. Non c'è da sperare molto coi governanti che abbiamo, ma intanto già del Ttip se ne parla, cosa che i promotori del servizietto avrebbero voluto assolutamente evitare.....

Mauro elia ha detto...

il TTIP non doveva neanche arrivare in aula, sono robe (come per esempio la privatizzazione dell'acqua) che neanche dovrebbero pensare di proporre.. adesso hanno annusato che non tira aria buona, ma non si fermeranno..
Se il popolo fosse sovrano dovrebbero proporre (e attuare) solo robe migliorative la vita di tutti i cittadini no il contrario...
Comunqe gli insetti quando si mettono sanno farsi valere..

http://video.ilmessaggero.it/animali/tutte_per_uno_le_formiche_uccidono_un_pitone-16819.shtml

Mauro elia ha detto...

Bisogna parlare ai potenti della terra come se si parlasse ad un bambino di 8 anni..

Mauro elia ha detto...

Pagnini, Caggia, Canino e tutti dove sieteee! :-)

Se ho scritto stupidaggini ditemelo pure, non mi offendo, cambio pure idea se mi fate notare cose alle quali non avevo pensato..

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mauro
Sono in full-immersion a cercare di scoprire come mai i saldi di clienti e fornitori non tornano tra la nostra contabilità e quella del commercialista.
Ho lasciato l'onere di gestire queste cose ad altri e devo dire che il casino fatto è inenarrabile.
Mi vien da piangere! :-(((

domenico canino ha detto...

@mauro
ti straquoto
Ma il vento dei soldi mi sa che gira da quella parte ormai!

Mauro elia ha detto...

Putin ha dichiarato:
L'Italia ha perso 1 miliardo di euro con le sanzioni alla Russia.
L'Europa intera? Quanto ci ha perso?
E' nell'interesse del popolo sovrano italiano, francese, tedesco, spagnolo....
Che facciamo le sanzioni alla Russia? Bbravi !

Mauro elia ha detto...

http://news.google.com/news/url?sr=1&sa=t&ct2=it%2F0_0_s_2_0_t&usg=AFQjCNG9NP_AFolts4R61KqHlWnt5PccoA&did=8dec938b2d6c3489&cid=52779436839093&ei=3mR5VYigLKKEaZLAg4gI&rt=STORY&vm=STANDARD&url=http%3A%2F%2Fvideo.corriere.it%2Fputin-via-sanzioni-noi-italiani-amici-tutti-festa-expo-il-presidente-russo%2Fa2f0f214-1014-11e5-9af2-c0e873d99e21

L'interesse dei popoli? : Pace, Prosperità, Servizi Super Efficienti.. il resto non è roba che fa per noi....

Mauro elia ha detto...

Cosa ci danno i potenti della terra? Guerra, Povertà, Servizi di super merda

Parlare ai potenti come se fossero banbini di 5 anni

http://video.ilmessaggero.it/animali/tutte_per_uno_le_formiche_uccidono_un_pitone-16819.shtml

Mauro elia ha detto...

Me la sto suonando e cantando da solo..:-D
La simbologia del video è chiara a tutti, ma voglio lo stesso sottolinearne un paio:
Il Boa è un serpente costrittore, stritola e uccide soffocando..
Rappresenta i potenti del mondo che ci stanno soffocando tra tasse, precarietà, etc.etc
Le formiche siamo noi, senza litigare tra di loro, unite, su un unico obbiettivo, per la loro sopravvivenza

Mauro elia ha detto...

Il popolo sovrano italiano (immagino anche i francesi, spagnoli etc.) il TI non lo vogliono, e neanche per esempio le sanzioni alla Russia..
Renzi, puoi per favore andare alla UE a dire che il popolo sovrano non vuole queste cose? Puoi chiedere ad Hollande e compagnia bella di fare lo stesso?
Bravo!

Mauro elia ha detto...

TTIP

Mauro elia ha detto...

msg per i dirimpettai..
Bravo Melchior!

Mauro elia ha detto...

Tsipras: Alla Merkel.."Finché il popolo ci appoggia, lotteremo" - "Finché il popolo greco sosterrà gli sforzi del governo, il governo continuerà a sostenere le giuste richieste del popolo greco". E' quanto ha dichiarato il premier greco Alexis Tsipras parlando con i giornalisti dell'emittente statale Ert durante una visita compiuta nell'edificio che ospita la stazione radio-televisiva chiusa due anni fa dal governo Samaras e di recente riaperta per volere dell'attuale governo.

Grandi!! nostre formiche sorelle!

Mauro elia ha detto...

Continuo a cantar mela e a suonare la da solo...
Problema immigrazione... una volta arrivati qua, a cosa sono funzionali?
Risposta (secondo me, quindi cavolata galattica):
Farci litigare, litighiamo tra chi li accetta e chi non li vuole
Litighiamo con gli altri paesi... voi ne avete presi di meno etc...

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mauro
Un certo tipo di immigrazione, diciamo di 'forza lavoro di bocca buona', è utile per svolgere mansioni non più gradite a chi ha la pancia piena. Purtroppo, noi la pancia piena non ce l'abbiamo più e oggi, pur se in taluni casi resiste la schizzinosità di alcuni, ormai conosco personalmente casi (svariati) di italiani, prima serenamente sistemati, disposti a lavori una volta invisi, pur di sbarcare il lunario e che si litigano fra loro un vecchio da badare, che prima sarebbe stato preda sicura di qualche filippina/o.
Anche a prescindere dalla crisi che morde, il tipo di arrivi attuali, non è certo funzionale a rimpolpare la forza lavoro dei paesi europei, che, guarda caso, si sfilano tutti, lasciandoci il cerino in mano.
Quello che a noi tocca, più per forza che per convinzione, è di mostrare un lato umano, di cui forse faremmo volentieri a meno, se fossimo noi a nord delle Alpi, come la Francia che chiude le frontiere, invece che essere la propaggine più appetibile dell'Europa nel Mediterraneo.
Noi non possiamo girare la testa dall'altra parte, come fanno i nostri 'civilissimi' amici europei. Forse vorremmo, ma ci affoga la gente davanti agli occhi e proprio non ci riusciamo. Questa europa dell'egoismo e del tecnicismo a volte fa vomitare. Tutti bravi a chiedere rigore ai PIGS, in nome delle sacre regole comunitarie, ma quando c'è da fare sul serio, nessuno si ricorda che dovremmo essere un fronte coeso.
Che vergogna!
Facendo così e scaricando tutto addosso a noi e alla Grecia (da cui poi si pretende serietà e mi vien da dire: con quale faccia di tolla), provocheranno reazioni scomposte. E' chiaro che il disagio sta montando. Qualcuno ci fa campagna politica, come Salvini, ma il fenomeno è reale a prescindere e a peggiorare le cose, l'italica propensione al malaffare sta dando spettacolo con tutto quello che emerge di interessi economici nostrani (oltre a quelli noti degli scafisti), per la gestione, se così si puol chiamare, del fenomeno.
Un po' l'educazione cattolica, che ha tanti difetti ma pure qualche pregio, un po' una certa indole, sicuramente meno seria ma anche più accomodante, sostengono gli italiani in uno sforzo notevole, nonostante tutto il resto d'Europa gli stia facendo 'marameo', ma se le dimensioni dei flussi saranno quelle ipotizzate ultimamente (centinaia di migliaia nei prossimi mesi), finiranno per saltare i nervi e/o la macchina organizzativa preposta all'accoglienza. Se l'ONU o l'Europa, non intervengono 'pesantemente' e velocemente in nostro aiuto, non oso pensare a quello che potrebbe succedere. Ma com'è che ci siamo infilati nel casino della moneta unica senza aver fatto prima una decente unione politica, come sosteneva invece un inascoltato quanto elementare pensiero di scuola liberale? Che imbecilli! E come rideva il Mortadella, quando pontificava a favore della moneta comune, riempiendosi la bocca di Europa e le tasche di euro, che a gente come lui non sono mai mancati e mai mancheranno.

Mauro elia ha detto...

@ Alessandro
Perfetta (secondo me) la tua analisi..

Voglio estremizzare il problema immigrazione con un esempio:
Nel mondo esiste casa tua e della tua famiglia e un'altra casa di un'altra famiglia... io metto una bomba nella casa della seconda famiglia e la distruggo. La seconda famiglia viene tutta a casa tua... tu ti in cavoli perché non sai dove metterli, perché hanno il raffreddore etc.. non sarebbe più logico prendersela con me?

Vincenzo Bonomo ha detto...

OT
Guardate come sono obiettivi e spontanei alcuni commentatori.
http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/06/12/expo2015-ottimista-a-cottimo-su-twitter-a-250mila-euro-per-due-anni-e-mezzo/1773282/

CLaudio Rossi ha detto...

...scusate l'IT (in topic)

Seconda frenata per i globalizzatori dei propri guadagni a spese degli altri:
Dopo il rinvio della discussione a Strasburgo sul TTIP, Obama si è girato dall'altra parte (area Pacifico) e ha preso un altro schiaffone, questa volta dal Congresso americano che, dopo le rivelazioni di Wikileaks (sempre siano lodati Assange e Snowden) vuole vederci più chiaro negli accordi TPP (protocollo gemello al TTIP con l'Europa) su cui si voleva evitare qualsiasi discussione pubblica.
https://wikileaks.org/tpp/healthcare/
Là dove ancora funzionano, le istituzioni democratiche riescono a frenare le smanie di potenza dei potenti e le concentrazioni di potere. Altro che Italicum e riforma del Senato.
Ancora una volta non c'è da illudersi troppo, ma due sberle in una settimana, ridimensioneranno certamente le pretese dei legislatori e dei negoziatori segreti....

gio ha detto...

@ tutti

ciao amici tutto bene?

io abbastanza, ma ho poco tempo,,,,,,,come promesso ad alessandro:)

novità per il brevetto presentata ; "Request for Continued Examination (RCE)"

quello del nostro Sean

buona serata:)



http://portal.uspto.gov/pair/view/BrowsePdfServlet?objectId=IAU7DR74PXXIFW3&lang=DINO

gio ha detto...

Request for continued examination[edit]
A request for continued examination (RCE) is a request by an applicant for continued prosecution after the patent office has issued a "final" rejection or after prosecution "on the merits" has been closed (for example by a Notice of Allowance (NOA)). An RCE is not considered a continuing patent application - rather, prosecution of the pending application is reopened.[3] The inventor pays an additional filing fee and continues to argue his case with the patent examiner. No RCE was allowed prior to June 8, 1995. See 37 CFR 1.114.


Roberto Bletzo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Roberto Bletzo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
gio ha detto...

ah dimenticavo:

"enclosed amendment" che al momento non sono pubblicati

gio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
gio ha detto...

http://portal.uspto.gov/pair/view/BrowsePdfServlet?objectId=IAU7DR85PXXIFW3&lang=DINO


ecco qua, l'amendment......51 pagg, nuove nuove

tecnici, buon divertimento!!!!!!!!!!!!!!

ECCOLO!!!!!!

ci siamo stavolta??!!!

:):):)

CVD!!!!!!

domenico canino ha detto...

grazie gio
leggerò con attenzione; quando il fico è in fiore l'estate si avvicina...

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Vincenzo
Visto. Sai mica se cercano altri? Io mi vendo anche per meno! ;-) :-D

@ Mauro
Il problema è che, ammesso di poter identificare con certezza chi è il responsabile della bomba, si potrebbe scoprire che se si alza la voce, quello poi mette la bomba anche in casa nostra! Mutismo e rassegnazione! ;-)

@ gio
Bravo! (citazione da "Per qualche dollaro in più")
Per chi volesse controllare e godersi un momento memorabile di un capolavoro: https://www.youtube.com/watch?v=M8XVIan6VmE (minuto 4:30) :-)

Mauro elia ha detto...

@ Alessandro
... quello poi mette la bomba anche in casa nostra! Mutismo e rassegnazione! 
Quindi il bullo di turno deve avere la meglio su chi non è violento?
Quindi con la paura del bullo "tutta la classe della scuola" deve subire le angherie? Io proporrei di fare il contrario.. "Tutte le classi di tutta la scuola unite, intimato con le buone al bullo di smetterla" non facciamo così? Si andrà (sempre secondo me) di male in peggio...

Mauro elia ha detto...

Non è più (secondo me) una questione di essere di destra di centro o di sinistra.. mi risulta che le persone abbiano tutti gli stessi bisogni...

gio ha detto...

@alessandro

Bellissima citazione:)

@ daniele

L'amendment di Rossi meriterebbe un post ma non ce la faccio. ..è impossibile

Però già sarebbe interessante offrire in lettura final rejection di sean Burke e amendment su due colonne contrapposte ......

Mauro elia ha detto...

Nevalinna dice...

Quei grandi che possono sempre dire di essere stati votati da una larga maggioranza e che quindi per loro non vale il codice penale. 
O quelli che, in dispregio alla regola fondamentale della sovranità nazionale, eseguono gli ordini dei capi di altre nazioni. 
O quelli che, non essendo neppure passati da regolari elezioni [e non credendo loro stessi al salto dallo stradone di Pontassive alla Presidenza del Consiglio [analogamente al Papero e signora [rigorosamente laziale], che stupivano di essere in carrozza a fianco della Regina di Inghilterra [i miei cojoni, però ...]], o quelli che, dicevo, imitano JFK e Tony Blair, e si fanno ridere addosso dagli stessi che ci comandano via istituzioni finanziarie. Il tacco dodici fucsia della Boschi davanti al presidente della repubblica austriaca vale, nell'immaginario corrente, la questione dei missili a Cuba, o Marianna Madia quanto Robert Mcnamara.

Ha torto?

Daniele Passerini ha detto...

@gio
Carissimo, dal telefonino non riesco ad aprire il link dell'UPSTO: e già questo non mi consente di capire esattamente in cosa consistano i nuovi contenuti presentati da Rossi.
Da ieri tutta la mia zona è isolata, le line telefoniche sono fuori uso, sia voce sia internet e il malfunzionamento non sarà riparato prima di domani: dunque anche se capissi bene di cosa si parla non potrei comunque pubblicare un post.
Oggi infatti mi sto dedicando alle pulizie in grande della casa. :)

gio ha detto...

@daniele
buone pulizie. ....non ti invidio:):)

Non c'è fretta......:)

Sinceramente ho letto al volo.....e ti proponevo la rappresentazione su due colonne anche:)per un mio più agevole confronto......siamo ad un gioco poco scientifico e molto legale a meno che le pubblicazioni scientifiche allegate (parkhomov etc)siano nuove e innovanti

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mauro
"...Quindi con la paura del bullo "tutta la classe della scuola" deve subire le angherie?..."

Non dovrebbe, ma capita che purtroppo lo faccia.
Nel caso specifico della Libia però, ci siamo pure accodati anche noi, una volta che i francesi erano partiti a spron battuto, pro domo loro. Dovremmo prenderci a schiaffi anche noi, per aver scelto quella strada. E adesso i nostri 'cugini' (parenti serpenti ;-) ) ci chiudono pure le frontiere, così che il risultato delle loro 'ca@@ate', lo paghiamo noi, che comunque un po' di responsabilità ce l'abbiamo. I francesi hanno un troppo sottovalutato istinto a crear problemi e dalle vessazioni alla Germania (che gli USA sconsigliavano vivamente e con ragione), dopo la I guerra mondiale e che innescarono la seconda, fino ad arrivare ad oggi, passando per l'Algeria, si sono spesso distinti per seminar zizzania. Il problema dell'Africa in senso generale, che si innesta sulla fragilità dell'assetto libico, è colpa di tanti, di nuovo noi compresi, a titolo di usufruenti dei benefici di un capitalismo che abbiamo tutti apprezzato, ma che ha avuto gioco facile anche grazie al favorevole humus laggiù trovato: tribù in guerra tra loro, arretratezza tecnologica, ecc...
Visto che abbiamo citato un capolavoro, volando un po' più basso, ma rimanendo nella cinefilia, vorrei ricordare il grande Alberto Sordi in "Finchè c'è guerra c'è spereanza", che la dice lunga su quanto siamo tutti ipocriti e quanto la mano che mette la bomba potrebbe risultare assai scomoda da identificare. La tua assunzione che la bomba la metta un terzo, purtroppo non è del tutto applicabile in questo caso. Chi è senza peccato, scagli la prima bomba...pardon...pietra!
Dobbiamo tutti fare ammenda, anche gli stessi africani forse, anche se a noi ha fatto comodo (anche a livello di inquinamento e consumo di risorse) che abbiano mantenuto un livello di organizzazione sociale praticamente primitivo e quindi facilmente manipolabile e che soprattutto non ha prodotto stati in grado di autogovernarsi e difendersi, in maniera accettabile.
Paghamo dazio per gli errori ANCHE nostri, non solo di altri.

Mauro elia ha detto...

@ Alessandro
Anche stavolta penso tu abbia ragione...
Quindi? È colpa di tutti, non è colpa di nessuno, continuiamo a non prendere posizione mai su nulla? Va bene, voglio essere ottimista, non è vero che andremo di male in peggio, ma di bene in meglio.

Briel ha detto...

@ gio

Il copia-incolla dei links che hai messo non aprono nessuna pagina

CLaudio Rossi ha detto...

@ Alessandro e Mauro

Proprio perchè i paesi da cui oggi provengono i migranti erano caratterizzati da arretratezza tecnologica povertà e disagio sociale noi, del mondo "evoluto" non possiamo tirarci fuori dalle responsabilità. Certo l'Italia non ha le colpe dei francesi o degli inglesi in Africa o quelle americane nel medioriente, però abbiamo assistito conniventi all'uso della tecnologia "superiore" non per stabilizzare le situazioni politiche locali, ma per vendere armi a chiunque con profitti spaventosi e rapinare le ricchezze di quelle aree (petrolio in primis) grazie a regimi farlocchi sostenuti (magari sottobanco) perchè soffocassero qualsiasi possibilità di sviluppo e acuendo i conflitti locali. Oggi il terzo mondo ci ripaga con la moneta che ha: moltitudini di uomini disperati in fuga dai conflitti, dalla povertà e dalla mancanza di prospettive. Il "capitalismo che abbiamo tutti apprezzato" non sapeva fare i conti. Credeva che il petrolio e le materie prime fossero gratis; oppure li sapeva fare così bene da sapere che il conto lo avrebbe pagato qualcun altro.

gio ha detto...

@ briel
Hai ragione. ....non lo apre più......devi prima entrare nell uspto pair qui sotto

http://portal.uspto.gov/pair/PublicPair

entrato metti il n. dell'application di rossi:12736193 e guarda gli ultimi documenti depositati ieri

gio ha detto...

@ briel
Hai ragione. ....non lo apre più......devi prima entrare nell uspto pair qui sotto

http://portal.uspto.gov/pair/PublicPair

entrato metti il n. dell'application di rossi:12736193 e guarda gli ultimi documenti depositati ieri

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Claudio
"...Il "capitalismo che abbiamo tutti apprezzato" non sapeva fare i conti. Credeva che il petrolio e le materie prime fossero gratis; oppure li sapeva fare così bene da sapere che il conto lo avrebbe pagato qualcun altro...."

E alla fine i conti invece li stiamo pagando. Sempre che ci riusciamo, o ci toccherà un default come alla Grecia, anche se di natura diversa.
Lungi da me, fare l'apologia del socialismo reale, in cui non ho MAI creduto, neppure quando andava di moda (negli anni 70 se non eri almeno del Manifesto, ti bollavano come fascista e quando ti iscrivevi a parlare ad una assemblea a scuola ti davano la parola così: '...il microfono al compagno tal dei tali...'), ma questo capitalismo miope, egoista e cattivo, dovrà correggersi.

Briel ha detto...

@ gio

Grazie, fatto :)

Briel ha detto...

@ gio

Grazie, fatto :)

bertoldo ha detto...

il capitalismo che avete apprezzato e pensate che le correzzioni bastino ... illusi a vita e ancora sperano nel capitalismo che ha distrutto tuto il possibile a favore di pochissimi ... più che illusi sembrate veramente sciocchi , per non dire di peggio ...

Alessandro Pagnini ha detto...

@ bertoldo
Non saprei a cosa appellarmi.
Tu come la vedi?

Mauro elia ha detto...

Nel film/cartone animato Alla ricerca di Nemo c'è una scena che chi lo ha visto ricorderà: i pesci erano finiti nella rete del pescatore e mentre venivano tirati su dalla barca verso la superficie, il pesciolino Nemo li esortava: nuotate in giù! Nuotate in giù ! I pesci che prima erano terrorizzati e nuotavano disordinatamente ascoltando il consiglio di Nemo si misero tutti a nuotare in giù riuscendo a liberarsi dalla rete..
Secondo me i popoli europei sono finiti in una grande rete, adesso i pescatori stanno tirando la corda e bisognerebbe puntare i piedi e magari anche cambiare direzione..

Mauro elia ha detto...

Sarebbe bello che la Merkel andasse incontro alle richieste della Grecia!!
Non credo che i plopli Europei vogliano che la Grecia esca dall'Euro..
Chi sa se la Merkel conosce l' effetto Boomerang?
e l'effetto domino? penso di si.. è troppo intelligente!

Mauro elia ha detto...

plopli = popoli

Mauro elia ha detto...

The final quatrain sealed

This one reveals my fate

And so my friends farewell

I can no longer wait

My prophecies remain

They live when I am gone

The wisdom of the wise

Eternally endure

My legacy survives

So you can rest assured

The secret treasures here

Make the what you will

I see you

I feel you

I hear you

As my life evolves

[Chorus]

These visions of the world

Created in my mind

I made them all begin

The future of mankind

Reveals what must be done

To manifest through time

I'll cross the Rubicon

Into infinity

My quest has now been won

I've found my destiny

The darkness brings me home

Rewarding me with peace

I see you

I feel you

I hear you

As my life evolves

[Chorus]

Now everything shall pass

We all know that it must

For nothing ever last

We all return to dust

I beg you not to mourn

As I will never die

I see you

I feel you

I hear you

As my life dissolves

[Chorus]

Je suis au bout de ma viw

Ma tâche est finie

Je passe de ce monde á un autre

Mes prémonitions survivront

Prenez garde á mes paroles

Par ce qu'elles adviendront

Le patrimoine que j'ai laissé

L'avenir de 'lhumanité

gio ha detto...

ehmmm.......letto veloce e male l' amendment ........alcune considerazioni:

1- il lugano test è stracitato

2."curiosa" la dichiarazione allegata di Rossi

3 il lavoro di Butler citato come prior art , è stato smontato velocemente!

Mauro elia ha detto...

Sto abusando di questo post? :-) Vabbè dai.. :-)
Estate del 2004... Io, Maria e nostro figlio di 4 anni andammo in Grecia a trascorrere un paio di settimane di vacanza in una struttura "All inclusive".... il mio figliolo aveva preso in simpatia una famiglia del luogo che lavorava dentro il "Club Vacanze"... eravamo in armonia..  La mattina della nostra partenza per il ritorno in Italia, bussa alla nostra porta la mamma del bimbo Greco, la quale ci donava come ricordo del bel periodo trascorso, il completo di calcio (per mio figlio) della nazionale Greca campione di Europa, pantaloncini e maglietta di Charisteas. ..

Non potendo nulla per aiutare il popolo Greco, mi limiterò a sottolineare che è da criminali mettere la Grecia in quelle condizioni, è un crimine contro l'umanità. I creditori vogliono mettere alla fame un popolo che sicuramente non ha colpe... Lo strozzinaggio non ė un reato? I Greci sono miei fratelli.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ mauro

A rischio di ripetermi, vorrei sottolineare che le 'colpe' sono in genere proprio del popolo. Magari non del popolo presente in quel momento, ma della sua storia e della sua cultura. Anche noi italiani inveiamo contro i politici, ma siamo i primi, nel nostro piccolo individuale, a comportarci male. Un mio caro amico, uso a trascorrere le ferie in Corsica, dove a suon di bevute di pastisse si era ingraziato gli altrimenti non apertissimi 'indigeni', mi raccontava che dove andava lui era un covo di indipendentisti (mi sa che lo sono tutti i corsi ;-) ) e quando chiedeva loro come avrebbero potuto mantenere un livello di vita accettabile una volta mollata la Francia, si sentiva rispondere che la gente avrebbe potuto trovare impiego nella pubblica amministrazione. Anche in Grecia l'idea mi sa che è stata quella. In Italia ci siamo andati vicino, ma abbiamo, per fortuna, anche una forte capacità produttiva e innovativa.
I corsi, come i greci e una buona parte degli italiani, pensano che a loro debba provvedere lo Stato, dandogli o un 'posto', o una bella pensioncina. E allo Stato i soldi chi li dà? Boh....da qualche parte li prenderà!
La mancanza di consapevolezza e di impegno civile, a livello di cultura di un popolo (a livello individuale si trova di tutto dovunque, per questo le persone vanno valutate una per una) fanno la differenza. Smettiamo di vedere il problema sempre fuori da noi, perchè non è così. Alcune delle critiche che ci vengono rivolte dagli antipaticissimi nord europei, le dobbiamo tenere ben presenti, perchè sono corrette. E' che messo di fronte ad una scelta, tra diventare un 'tetesco di Cermania' ;-) e rimanere un italiano, ancora sceglierei la seconda, ma preferisco la terza via, ovvero vorrei diventare un italiano migliore. Non ci nascondiamo dietro ad un dito, noi, come i greci, abbiamo le nostre belle colpe, però la situazione la sapevano tutti e adesso non possono ammazzare la Grecia come se scoprissero adesso che è quella che è sempre stata: un paese levantino più dell'Italia, che già non scherza. Oltretutto, come si diceva, guarda che popò di bella gente ti viene fuori quando si tratta di risolvere un problema europeo e umanitario, come quello dei migranti. Ma se dobbiamo fare da soli, allora si può anche battere moneta nostra, o siamo ancora una comunità? Son misteri......

Mauro elia ha detto...

@ Alessandro
ok, le tue considerazioni mi stanno bene..

La Grecia per finanzarsi ha emesso titoli di debito e per attrarre investimenti sicuramente ha promesso interessi un po' "altini"...chi ha comprato i titoli Greci lo ha fatto di sua spontanea volontà non era obbligato.. quando compro dei titoli in borsa e voglio avere un guadagno maggiore devo rischiare un po' di più.. se il mio investimento dovesse andare male nessuno mi rimborsa un bel cavolo di niente è colpa mia che ho sbagliato l'investimento.. .Adesso facciamo tutti così.. se compro per es.telecom e poi va male, mi devono ridare indietro lo stesso tutti i soldi che ho messo

Mi aspetterei come minimo che concordino con la Grecia un piano di rientro graduale che non sia strozzinaggio..

gio ha detto...

@ Mauro
>è da criminali mettere la Grecia in quelle condizioni

questo è da scolpire nel marmo, a prescindere dalle responsabilità che ha la stessa Grecia per la situazione in cui si trova!!!!!!!

Cmq i ragazzi hanno le idee chiare e coraggio a differenza dei germanodonti:

http://www.ilsole24ore.com/art/mondo/2015-06-15/perche-grecia-non-ha-niente-perdere-se-dice-no-creditori-165928.shtml?uuid=ACA1t0

gio ha detto...

1 9,058,908
Method for producing actinium-225 and isotopes of radium and target for implementing same

2 9,058,904
Method for injecting electrons into a fusion-fuel derived plasma

3 9,053,826
Protective grid attachment

4 9,047,995
Method and system for designing a nuclear reactor core for uprated power operations

5 9,025,719
Transverse in-core probe monitoring and calibration device for nuclear power plants, and method thereof

6 9,025,717
Method and apparatus for compressing plasma to a high energy state

7 9,008,131
System for producing electromagnetic radiation

8 8,989,334
Aneutronic magnetron energy generator

9 8,983,017
Accelerator driven sub-critical core

10 8,971,477
Integral helical coil pressurized water nuclear reactor

11 8,971,473
Plasma driven neutron/gamma generator

12 8,958,520
Top nozzle for nuclear fuel assembly having spring insert hole improved in fastening stability and method of manufacturing the same

13 8,953,735
Steam generator dual system sludge and loose parts collector

14 8,948,334
System and method for testing the steam system of a boiling water reactor

15 8,929,503
Method for producing radiostrontium

16 8,917,810
Devices and methods for managing noncombustible gasses in nuclear power plants

17 8,908,822
Nuclear reactor

18 8,908,820
Stirling radioisotope generator and thermal management system

19 8,891,719
Systems and methods for plasma compression with recycling of projectiles

20 8,879,684
Truss-reinforced spacer grid and method of manufacturing the same

21 8,867,687
Non-intrusive method to identify presence of nuclear materials using energetic prompt neutrons from neutron-induced fission

22 8,867,686
High current solid target for radioisotope production at cyclotron using metal foam

23 8,848,855
Seismically isolated containment vessel

24 8,837,662
High energy proton or neutron source

25 8,837,661
Radionuclide production using a Z-pinch neutron source


gio ha detto...

26 8,817,940
Nuclear plant with a pebble bed nuclear reactor

27 8,811,566
Guide thimble plug for nuclear fuel assembly

28 8,787,517
Absorber tube for BWR control rods

29 8,781,055
Method and system for radioisotope generation

30 8,755,481
Computer implemented method for modelizing a nuclear reactor core and a corresponding computer program product

31 8,744,034
Boiling water reactor

32 8,731,134
Method and apparatus for a BWR jet pump inlet mixer support

33 8,731,132
Nuclear power plant, method of forming corrosion-resistant coating therefor, and method of operating nuclear power plant

34 8,731,131
Method of reducing corrosion of nuclear reactor structural material

35 8,731,127
Method and apparatus for a BWR inlet mixer clamp assembly

36 8,724,766
Compression sleeves usable in nuclear reactors

37 8,712,000
Tranverse in-core probe monitoring and calibration device for nuclear power plants, and method thereof

38 8,699,651
Method and system for simultaneous irradiation and elution capsule

39 8,687,759
Internal dry containment vessel for a nuclear reactor

40 8,687,758
Method for managing internal equipment in reactor pressure vessel and apparatus thereof

41 8,675,807
Basket and pH adjusting device

42 8,675,802
Method and apparatus of deactivating explosives and chemical warfare with high-energy neutrons generated from deuterium tritium fusion reaction

43 8,660,230
System and method for the ventilated storage of high level radioactive waste in a clustered arrangement

44 8,625,731
Compact neutron generator for medical and commercial isotope production, fission product purification and controlled gamma reactions for direct electric power generation

45 8,599,995
Tiered tie plates and fuel bundles using the same

46 8,588,361
Device for supporting nuclear fuel plate for a fissile bundle of a nuclear reactor of GFR type with high-temperature heat transfer gas

47 8,582,713
Method for improving energy output of a nuclear reactor, method for determining natural uranium blanket layer for a fuel bundle, and a fuel bundle having a variable blanket layer

48 8,582,712
Methods of detection and identification of carbon- and nitrogen-containing materials

49 8,576,975
Protection of reactor cores from unstable density wave oscillators

50 8,576,974
Apparatus for ultrasonic inspection of reactor pressure vessel

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mauro

"...Mi aspetterei come minimo che concordino con la Grecia un piano di rientro graduale che non sia strozzinaggio.. ..."

Direi!
Finora le alternative proposte alla Grecia, ma anche a noi, sono state tutte più dettate dalla stizza, dalla voglia di punire le 'spensierate cicale', che non da una scelta ragionevole. Va da sè che cicale lo siamo state e ancora lo siamo, ma l'approccio duro senza se e senza ma, adottato dai 'falchi', ha portato solo a recessione e apprezzamento dell'euro. Sarebbe ora che iniziassimo a ragionare, anzichè a farci del male da soli.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ gio

Donde proviene tutto codesto ben di Dio?

gio ha detto...

@ alessandro

sono tutti(forse:))i procedimenti presso l'uspto di cui il nostro Sean Burke è examiner

Mauro elia ha detto...

@ Alessandro
.... l'approccio duro senza se e senza ma, adottato dai 'falchi'...

Secondo me, se interessa loro mantenere lo Status Quo (penso di si), dovrebbero urgentemente porre rimedio andando incontro alla Grecia facendo almeno la figura di essere buoni (salvando le apparenze..)
Se schiacciano troppo i popoli come stanno facendo, ne conseguirà una reazione uguale e contraria..

Daniele Passerini ha detto...

@gio
sono tutti(forse:))i procedimenti presso l'uspto di cui il nostro Sean Burke è examiner
E quindi? :)

gio ha detto...

@ daniele

era solo per avere un'idea della prassi( sempre da neofita beninteso:)) presso uspto......beh quelli sono tutti brevetti concessi .....non ce n'è uno che non sia passato da non final e final rejection( non li hog uardati tutti..anzi:) :):) ma se ne trovate uno che è arrivato dritto in buca senza passare dalla rejection ...caffè pagato:))

Alessandro Pagnini ha detto...

@ mauro
"...Se schiacciano troppo i popoli come stanno facendo, ne conseguirà una reazione uguale e contraria.. .."

Quoto assolutamente

domenico canino ha detto...

ottimo giò; sarebbe a dire, che ciò che conta è arrivarci alla fine al brevetto, non le traversie durante il percorso; speriamo almeno.

gio ha detto...

@ domenico

non so:):)......ma sicuramente chi ha detto che Sean Burke ha fatto benissimo e che il brevetto è a fine corsa , non verrà concesso etc etc., pontificando.....

sicuramente ha scritto e scrive un mondo di min***te e di procedure brevettuale non ne capisce una beatissima m**ia ....come me :):):)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ gio

Non è che si è persa qualche parola del tuo post?

gio ha detto...

@alessandro

...non so:)....può darsi,sono un po stanchino.....il linguaggio lo rivela:):).....ma penso di aver reso il concetto. .....

Daniele Passerini ha detto...

@gio
penso di aver reso il concetto. .....
Assolutamente si! :)
Grazie e buonanotte

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
L'amico Ulixes ci ricorda che "Qualcuno dovrà presto allargare a dismisura intere banche dati"! :)

http://www.repubblica.it/scienze/2015/06/16/news/scoperti_i_neutrini_che_cambiano_identita_-116968422/

Povero Modello Standard, dal Bosone di Higgs ai neutrini trasformisti... un colpo al cerchio e uno alla botte! ;)

Come lo chiameremo il prossimo modello?

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
E dalla fisica alla politica, buon governo ai nuovi sindaci M5S!!!
Che sappiano dimostrare a tutti che un'altra Italia è possibile, o meglio che altri Italiani, più onesti e virtuosi (e preoccupati di ciò che lasciamo alle prossime generazioni) sono non solo possibili, ma già tanti!
In bocca a lupo, forza e coraggio!

Alessandro Pagnini ha detto...

Faccio i miei auguri a tutti i nuovi amministratori, sperando che non facciano rimpiangere i vecchi, il che sarebbe gravissimo. Un augurio particolare alle matricole del M5S; sarò curioso di vedere se riusciranno a distinguersi.

Riguardo al modello standard, povero Rossi, anche, visto che non fa che sostenere la sua validità dalle righe del Jonp
Va a finire che gli toccherà ammettere di aver nascosto la vera natura dell'effetto Rossi, o, più probabilmente, di non averla neppure capita :-)

Daniele Passerini ha detto...

@Alessandro
Visto che si parla di fisica e di politica, è il caso di dire che le dichiarazioni di Rossi rispetto al Modello Standard sembrano essere molto molto "politiche"!!! ;)

Mauro elia ha detto...

Renzi ha dichiarato: sto fino al 2018. Si? lo decide lui quanto tempo sta?
Io che pensavo che a decidere queste cose fosse il popolo sovrano... che ingenuo!!

Mauro elia ha detto...

The winds of change are everywhere
And all the world must be aware
There's nowhere left for man to go
The sands of time are running low

These visions fall before my face
I see the end of humans race
These feelings rise inside my soul
And everything's out of control

dieri che con un po' di buon senso da tutte le parti, si può evitare di perdere il controllo..

Alessandro Pagnini ha detto...

@ mauro
"...Io che pensavo che a decidere queste cose fosse il popolo sovrano..."

Casomai lo decide una bella sfiducia, da parte di almeno una delle camere, credo. Il popolo sta alla finestra, per adesso.

Mauro elia ha detto...

@ Alessandro
Casomai lo decide una bella sfiducia, da parte di almeno una delle camere, credo...

Giusto! allora può stare sereno

Piano A: Convincere la UE a ripartire tra i paesi gli immigrati
Piano B: Li accogliamo solo noi
Piano C: Stasera vado a bere una birra con amici

gio ha detto...

per ricordare che cosa rappresenta la Grecia , chi sono i Greci e da dove veniamo:

« Dei morti alle Termopili
gloriosa la sorte, bella la fine,
la tomba un'ara, invece di pianti, il ricordo, il compianto è lode.
Un tal sudario né ruggine
né il tempo mangiatutto oscurerà.
Questo sacello d'eroi valorosi come abitatrice la gloria
d'Ellade si prese. Ne fa fede anche Leonida,
il re di Sparta, che ha lasciato di virtù grande
ornamento e imperitura gloria. »

ulixes ha detto...

A proposito di immigrazione .....

Sto cercando di trovare una spiegazione al picco del 2014 che si vede nel grafico alla voce "Sbarchi" in questa pagina:

https://it.wikipedia.org/wiki/Immigrazione_in_Italia

Una brusca impennata di 4 volte superiore alla media degli ultimi 15 anni. Ci deve essere una spiegazione, ma non riesco a trovarla.
Cosa può essere successo, al di là del mare, di così grave ed eccezionale, che non sia successo negli anni precedenti?

domenico canino ha detto...

@daniele
ottima osservazione; Rossi fa mooolto il politico sul modello standard; in realtà sa che se il gatto funziona bene ed è con un COP stabile, e sopratutto non emette neutroni, il modello standard va a farsi benedire. E non è che sarebbe un gran male. Ricordo che l'anno riscritto molte volte e molte altre lo faranno ancora.

domenico canino ha detto...

mamma mia scrivo anno senza h...., devo riscrivere il codice di trasmissione dal cervello alle dita!

domenico canino ha detto...

Io scommettereri anche su Solar Idrogen Trends, loro il brevetto l'hanno appena ottenuto. Questo anziano signore armeno, la sa lunga.
https://patentscope.wipo.int/search/en/detail.jsf?docId=WO2015005921

Mauro elia ha detto...

Hanno deciso di estendere le sanzioni alla Russia per altri 6 mesi... Bbravi! Gnam!

Mauro elia ha detto...

Come essere su una macchina guidata da un ceco..

Mauro elia ha detto...

Cieco

vincenzo da torino ha detto...

Mi è venuta un'idea credo luminosa da attuare subito. Fare in Sardegna un campo profughi con soldi nostri e dell'Europa, dove si selezionano gli aventi diritto per guerre e rimandare indietro gli altri. Si sa che vengono in Italia quasi solo per andare poi in altri stati. Se vengono a sapere che sbarcando in Italia vengono portati in Sardegna, dove non possono più fuggire in breve tempo con il tam-tam rapido che sanno fare di sbarchi non ne vedremmo più.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Vincenzo
Non farti sentire dai sardi, però! :-D

Mauro elia ha detto...


Sì è passati da: Roma caput mundi, a: Roma non viene presa in considerazione dalla UE.. ma come abbiamo fatto? Forse non abbiamo avuto guide lungimiranti..

Mauro elia ha detto...

Grande popolo greco

Alcidamante
Apollonio Crono
Aristotele
Carneisco
Cebete
Cratete di Tebe
Critone (filosofo)
Demetrio Falereo
Democrito
Arete di Cirene
Diogene di Sinope
Eubulide di Mileto
Filolao
Ipparchia
Licone (pitagorico)
Liside
Metrodoro di Chio
Nicomaco (filosofo)
Platone
Senocrate
Socrate
Speusippo
Teetèto (matematico)
Teodoro l'Ateo
Zopiro di Taranto

Mauro elia ha detto...

Ippocrate.......................

Alessandro Pagnini ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alessandro Pagnini ha detto...

Si sono un po' persi, come minimo, negli ultimi mille anni :-)

vincenzo da torino ha detto...

@Mauro Elia. La Francia nel 2014 ha accettato 250.000 emigranti , noi 70.000! Tutti i paesi europei hanno un gran numero di emigranti molto superiori ai nostri. Qui sta il problema ed il rifiuto.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Vincenzo
Vero ed è anche vero che pure in Germania, via terra, ne arrivano a decine di migliaia.
La differenza è che questi non intendono stare in Italia, per vari motivi (forse hanno capito che l'economia qui è più debole) e non si fermano per cercare lavoro, nè hanno effettuato normali procedure di ingresso, magari in seguito a permessi di lavoro o comunque con documenti regolari, ma si sono fatti 'salvare' da noi per andare altrove. Quindi, una miriade di persone di cui molte senza identità e senza intenzione di integrarsi da noi, ma solo di passaggio (irregolare), magari dopo una facile fuga da un centro di accoglienza, stanno a bivaccare come tanti clochard, o in strutture che vanno dalle più impresentabili, fino agli alberghi, a seconda delle fortune individuali di ognuno di loro. Comunque tutti sono come schegge impazzite che vogliono solo lasciare il nostro paese. Questi sono immigrati clandestini di passaggio, non un regolare flusso migratorio e neppure immigrati in cerca di lavoro e regolarizzazione in Italia. Essi arrivano in Italia per arrivare in Europa, non per stare nel bel paese. E l'Europa e Schengen si sono dissolti come neve al sole, appena capita l'antifona. Quasi quasi converrebbe davvero rifare i muri, però prima quelli dalle parti delle Alpi, per lasciare fuori quegli antipatici degli europei ;-)

gio ha detto...

NOVITA' per il marchio: :):):)


OFFICE ACTION

STRICT DEADLINE TO RESPOND TO THIS LETTER
TO AVOID ABANDONMENT OF APPLICANT’S TRADEMARK APPLICATION, THE USPTO MUST RECEIVE APPLICANT’S COMPLETE RESPONSE TO THIS LETTER WITHIN 6 MONTHS OF THE ISSUE/MAILING DATE BELOW.

ISSUE/MAILING DATE:


The statement of use has been reviewed by the assigned trademark examining attorney. Applicant must respond timely and completely to the issue below. 15 U.S.C. §1062(b); 37 C.F.R. §§2.62(a), 2.65(a); TMEP §§711, 718.03.


I. SPECIMEN REFUSALS—SUBSTITUTE SPECIMENS REQUIRED


Registration is refused because the specimen does not show the applied-for mark in use in commerce in International Classes 7 or 11. Trademark Act Sections 1 and 45, 15 U.S.C. §§1051, 1127; 37 C.F.R. §§2.34(a)(1)(iv), 2.56(a); TMEP §§904, 904.07(a). Specifically, the specimen of record does not show use of the mark in commerce on the International Class 7 and 11 goods identified in the application papers.

http://tsdr.uspto.gov/documentviewer?caseId=sn85804314&docId=OOA20150615133525#docIndex=1&page=1

Alessandro Pagnini ha detto...

@gio

Per chi, come me, viene di campagna, una noticina esplicativa sarebbe tanto utile, in tutti quei tecnicismi :-)

gio ha detto...

@ alessandro

io non vengo dalla campagna e nemmeno dalla città......zona bastarda la mia:):)

:):) vediamo che succede per l'altro marchio......avevano depositato materiale differente....sono curioso:):)

gio ha detto...

@ alessandro

allora ......la cosa dovrebbe funzionare grosso modo così:

per le classi 11 e 40 come dicono: Registration is refused because the specimen does not show the applied-for mark in use in commerce in International Classes 7 or 11!!!!!

ma come fanno a sapere che la foto postata non si riferisce a quelle classi?

perchè l'hanno chiesto a Rossi , infatti in fondo a questo puoi leggere :

http://tsdr.uspto.gov/documentviewer?caseId=sn85804314&docId=NTS20150615132652#docIndex=2&page=1

Called applicant to discuss nature of the specimen submitted. The specimen relates to the plant where the energy is produced.

quindi Rossi dice che la foto riguarda un impianto che produce energia, quindi la classe 40, ma l'ufficio risponde così sulla classe 40:

Registration is additionally refused because the specimen does not show the applied-for mark in use in commerce in International Class 40. Trademark Act Sections 1 and 45, 15 U.S.C. §§1051, 1127; 37 C.F.R. §§2.34(a)(1)(iv), 2.56(a); TMEP §§904, 904.07(a), 1301.04(g)(i). Specifically, it does not show use of the mark in commerce in connection with the International Class 40 services identified in the application papers.


Alessandro Pagnini ha detto...

Che vor di'? ;-)
Che non ritengono che sia dimostrato che si tratta di un apparato della natura dichiarata e che sia in commercio?

gio ha detto...

sembrerebbe così!

:):) interessante ..no??!!:)

Paul ha detto...

>vincenzo da torino ha detto...
Mi è venuta un'idea credo luminosa da attuare subito. Fare in Sardegna un campo profughi...

Per tenerli prigionieri qui? Scapperebbero lo stesso, sequestrerebbero navi e aerei, alimenteremmo il terrorismo da parte di gente disperata.

O c'è l'integrazione nel territorio (ed é mooolto difficile) o bisogna permettere loro di transitare.

Campi profughi di tale genere? Not In My Back Yard, please

vincenzo da torino ha detto...

@Paul. Non sarei così catastrofico sul caso Sardegna. Qualche problema ci possono essere, tuttavia credo sia il modo migliore per fare cessare immediatamente l'emigrazione, perché gli stessi non hanno interesse a venire in Italia. Purtroppo l'Europa ha ragione a non volere altri immigrati. Però l'Europa deve con l'Italia trovare soluzioni al problema. Anzi occorre che sia l'Onu che proponga una soluzione globale. Abbiamo molte guerre in Africa e una immigrazione di disperati che cercano di invaderci. Non è possibile continuare così. Or vi è una situazione di emergenza che va risolta in Italia con l'aiuto dell'Europa in qualche modo, ma siamo solo all'inizio. Occorre bloccare l'immigrazione dall'Africa sul posto, creare campi profughi per le guerre di Siria ed Etiopia ecc. Poi occorre con urgenza trovare una intesa con la Libia per il blocco. Qui non è facile, perché il governo di Tripoli vuole un riconoscimento internazionale che non si può dare. Un blocco navale o un intervento in Libia per i barconi equivale a una dichiarazione di guerra. Salvo che intervenga l'Onu, ora bloccato dai veti. Anche qui purtroppo saranno solo gli Usa che potranno decidere ed operare se l'Europa non trova unità e decisione.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ gio
"..sembrerebbe così!

:):) interessante ..no??!!:)..."

Birbanti! Non si fidano della parola di Rossi! ;-)

gio ha detto...

@ alessandro

con Rossi non ci si annoia mai:):)

la cosa interessante è che il responsabile della pratica per i marchi è lo stesso!!!!!

sono curiosissimo di leggere cosa scriverà per l'altro................

gabriele ha detto...

ciao gio,

scusa una domanda, ma i segni di interpunzione a casa tua oltre a regalarteli te li anche pagano?

Fuori c'è sole, tra poco si andrà al mare, si celia :-)

ciao,

gabriele, sempre più granitico nella sua visione rossiana, e sempre più appassionato della storia, a volte meglio di un film!! (due è il mio massimo)

gio ha detto...

@ alessandro

>Che vor di'? ;-)
>Che non ritengono che sia dimostrato che si tratta di un apparato della >natura dichiarata e che sia in commercio?


:):) rettifico un pò.....allora da quello che posso capire , la classe 40 include servizi( Class 40 includes mainly services not included in other classes.....) e quindi la documentazione allegata con lo specimen, non sarebbe il modo corretto di rappresentare l'uso in commercio per un servizio , infatti :"A service mark specimen must show the mark as actually used in the sale or advertising of the services recited in the application. 37 C.F.R. §2.56(b)(2). Acceptable specimens may include newspaper and magazine advertisements, brochures, billboards, handbills, direct-mail leaflets, menus (for restaurants), and the like. "



@ gabriele

se sei antico:):)..........

Alessandro Pagnini ha detto...

@ gio

Mi pare quasi che rimproverino che il marchio non è stato usato per 'pubblicizzare' in qualche modo il servizio. Boooooh....vedremo, forse capiremo meglio in seguito.


@ gabriele

Beato te che vai al mare. Io sto fisso a Prato :-(

gio ha detto...

@ Alessandro

è esattamente così infatti quello che ha depositato rossi per questo marchio non corrisponde a quanto richiesto, come specimen per i marchi di servizi:

Acceptable specimens may include newspaper and magazine advertisements, brochures, billboards, handbills, direct-mail leaflets, menus (for restaurants), and the like

domenico canino ha detto...

Intanto Rossi sonnecchia dentro il container; i gattastri sono stabili, lui si legge l'enciclica del papa, cazzeggia su JONP, ogni tanto butta un pezzo di carne alle belve per riaccendere la fame di news, e poi torna a sopire; e noi con lui.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Domenico

Almeno ci si riposa un po' :-)

Per adesso pare che la gatta faccia le fusa. Sì, lo so bene, ovviamente sono solo Rossi says ;-)

Silvio Caggia ha detto...

OT
@Mario massa
Ti ricordi quando ti dicevo che il mio cellulare a volte scaldava in modo eccessivo e repentino?
Qualcuno ha studiato un po la cosa... Che ne pensi dei loro calcoli?
www.e-catworld.com/2015/06/19/is-thermal-runaway-in-lithium-batteries-lenr-alain-samoun/

Roberto Bletzo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Silvio Caggia ha detto...

Andrea Rossi
June 19th, 2015 at 6:03 PM
James Rovnak:
Thank you for the interesting link. Say hello to my friend Dr Stoyan Sarg: I read his very interesting books; he is a Bulgarian nuclear physicist who comes from the Russian traditional school, that eventually approached with positive interest the LENR.
Warm Regards,
A.R.

Cavoli, 3 anni e mezzo fa, a gennaio 2012 esordivo in questo blog chiedendo proprio cosa ne pensavate delle teorie di Stoyan Sarg... Mo scopro che è amico di Rossi!

domenico canino ha detto...

Ma Sarg è quello della propulsione per navi spaziali?

Mauro elia ha detto...

@ Silvio
Riguardo le batterie al litio che vanno in thermal runaway, non so se abbiano già fatto esperimenti con l'osso di cane con dentro solo litio per vedere che succede (sia caricato elettricamente che no (se possibile).. boh

domenico canino ha detto...

Sul giornale norvegese Aftenposten, a dimostrazione concreta di come è ancora difficilissimo fare un endorsement ufficiale ad Andrea Rossi.
Renowned physicists deny that it is possible. But the inventor Andrea Rossi claims he now produces one million watts using cold fusion for a commercial customer – in an ordinary shipping container. An independent source confirmed to Aftenposten that the power plant already is in operation in a secret US customer . . . This source has heavy scientific background in relevant subjects, has even been present and able to inspect the container. The reason that he does not want to be named, is that it is considered very dangerous for his career to embrace the highly controversial phenomenon of cold fusion.

domenico canino ha detto...

@daniele
Bo Hostadt conferma di avere un test in corso ad Upsala ma di non aver ancora finito e pubblicato nulla. Qualche chicca da Levi?
Bo Hoistadt wrote:
Dear Peter,
I sent the message to you yesterday evening. I don’t know from where the information comes that we have confirmed the Lugano results. It must be a misunderstanding. We are working on a test experiment in Uppsala as you know, but no results are available yet. The confirmations of the Lugano results I know of are the two Russians and one Chinese. Maybe these are the ones the article refers to?

Best regards

Bo

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Domenico

Beh....Rossi è una telenovela ormai pluriennale, seconda solo a Beautiful e pochi altri ;-)
Per avere chiarezza dovremo aspettare ancora un bel po', almeno un semestre o più, direi. Alla fine questa suspence ci mancherà! :-D

gio ha detto...

Andrea Rossi
June 22nd, 2015 at 5:46 PM
Raphael Teller:
1- I am aware of the fact that in the University of Uppsala and in the University of Bologna are on course experiments to replicate the effect measured in Lugano. I am not aware of their results, because I am not in contact with them, but I assume if they will get results they will publish them in the proper channels.
2- In Lugano they had access to all the information that they published in the report in October 2014; I did not give information on what we deem confidential intellectual property. As I always said, the E-Cat is a much more complex thing than it appears to be. Nevertheless, as Dr Parkhomov, Prof. Jiang et Al. have given evidence of, using the information contained in the Lugano Report and in my patent applications a replication of the Effect appears to be not impossible.
Warm Regards,
A.R.


........chissà quando scatta l'opzione "liberi tutti":):):)

gio ha detto...

http://www.aftenposten.no/fakta/innsikt/-Produserer-allerede-energi-fra-umulig-kilde-8065631.html

domenico canino ha detto...

grazie gio sempre sul pezzo;

Alessandro Pagnini ha detto...

E' vero, gio è un segugio di prim'ordine! :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

Il chief scientist di IH ci informa, sul jonp, che un certo ottimismo, seppur cauto, è giustificabile anche per la versione home dell'E-CAT, il cui 'cuore' dovrebbe essere, se ho ben capito, un gatto 'bollente'. Sempre salvo incomprensioni, mi pare Rossi abbia detto che l'Hot-CAT può funzionare anche a temperature tipo quelle del fratellino più fresco, ma che il COP in quel caso è meno favorevole. Non so se abbiano in testa di usare lo Hot-CAT casalingo per la produzione diretta di elettricità, ma a occhio avrei detto di no, per via di ingombri e costi dell'apparato di conversione, però potrebbero sorprenderci in positivo :-)

domenico canino ha detto...

@alessandro e gio
unici sopravvisuti vigili del blog; Nevanlinna intanto ha scovato nuovi movimenti di IH in florida, delaware, north carolina, etc. Oltre la filiale nel regno unito. Si muovono dal punto di vista societario e finanziario. Ma si muovono, segno che il gatto scalda ed è stabile, sennò non continuavano a tirare fuori soldi. Follow the money.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Domenico
Più o meno il discorso è quello che dici tu. Scientificamente parlando, lo E-CAT non ha prove solide a sostegno, nonostante i TPR con una calorimetria mai definitivamente promossa (ma nemmeno certamente bocciata). Sono altri indizi che rendono 'credibile', almeno per qualcuno, me compreso, la consistenza dell'E-CAT. Nonostante per alcuni, che posso anche capire, più il tempo passa e più la cosa puzza, personalmente quello che sto seguendo, anche se trattasi soltanto di un mucchio di IH/Rossi says, continua a mantenermi ottimista.
Non escludo di prendere una cantonata, ma il mio parere è che le cose stiano andando bene e che stavolta l'incendio non distruggerà il TEG :-)

domenico canino ha detto...

@Alessandro
Da semplice analista non tecnico, ma logico, la prova sono i soldi. Non è se non lo danno in mano a me non funziona, dei tanti pseudoscienziati, ma funziona perchè sono 4 anni che produce esperimenti, investimenti, case a Miami, fabbrica in North Carolina, scoietà nel delaware, e florida etc. Se non avesse funzionato stabilmente, Darden e soci, non avrebbero avuto nessuna difficoltà a dire, ci abbiamo messo su un gettone, ma la tecnologia si è rivelata instabile o non sfruttabile comemrcialmente, come è successo tante altre volte. Avete idea di quante start-up ricevono gettoni iniziali e poi non reggono perchè non riescono a quagliare bene il prodotto? In America non hanno nessuna difficoltà a dire, questo affare è andato male, per un motivo o per l'altro, ora ivestiamo su altro. E' la normalità. Su Rossi nessuno ha detto questo dopo 2 anni dall'acquisizione. E' un fatto.

bertoldo ha detto...

" Scientificamente parlando, lo E-CAT non ha prove solide a sostegno ." che tradotto vuol dire : la scienza attuale , basata su una teoria ignobile come quella di Einstein e solo per motivi politici di affermazione di una razza sulle altre e di controllo energetico , esclude totalmente l'etere , mentre l'ecat e Tesla prima usavano e usano proprio l'etere come fonte energetica . più che warm regards direi oscuri saluti o invisibili saluti ...

bertoldo ha detto...

oltre il 4% di materia visibile ci dovrà pur essere qualcosa ...

Mauro elia ha detto...

Leggevo che in Grecia faranno un referendum per accettare o no le richieste fatte dalla ue fmi bce... se il Popolo Greco dovesse rifiutare, sarebbe un bel problemino da risolvere.... la troika ha tirato (secondo me) troppo la corda e adesso la situazione potrebbe sfuggiti di mano, con un semplice effetto boomerang.. naturalmente il Popolo Greco sarà sottoposto a bombardamento mediatico riguardo le disgrazie che si abbatteranno su di essi se oseranno sfidare il gigante Golia.

gio ha detto...

chapeau!

http://www.ilsole24ore.com/art/mondo/2015-06-27/tsipras-spiazza-l-ue-referendum-piano-creditori-5-luglio--092133.shtml?uuid=AC9HayH

un vero capolavoro !!!

Alessandro Pagnini ha detto...

@ berrtoldo

Sull'etere (intendo quello luminifero) so che per alcuni il dibattito è sempre aperto e che qualcuno contesta l'esperimento di Morley(...mi pare), ma non pensavo affatto a quello, io intendevo dire che secondo le modalità in uso nella comunità scientifica, non sull'E-CAT nessuno ha fornito prove che siano convincenti. Le uniche date sono i TPR, che però hanno effettivamente lasciato diversi dubbi irrisolti. Ad esempio, le critiche di Mario sulla termorilevazione non hanno, che io sappia, ricevuto risposta soddisfacente. Idem a quelle di Franco sul calcolo delle correnti. Il fatto di non chiarire certi punti, non aiuta a prendere per buoni certi dati, per cui si attende una serie di repliche positive abbastanza ben documentate. C'è stato Parkhomov che ha subito 'orinato fuor del pitale' con un copia incolla tanto ingenuo da essere quasi perdonabile, ma intanto si è giocato una fetta di credibilità. Inoltre, pur cercando di ricalcare il suo esperimento e persino interagendo con lui a Padova, non si sono riprodotti i risultati che dice di aver ottenuto.
Insomma per convincere dal punto di vista scientifico, anche senza tirare in ballo l'etere, che Rossi mi pare non citi mai a sostegno delle sue interpretazioni del fenomeno, la strada è lunga.
Io, da ignorante, cerco la scorciatoia di seguire altri indizi. Sono questi che mi danno fiducia, perchè altrimenti ci sarebbe ben poco da stare allegri. Continuo a pensare che il gatto scaldi davvero per vie attualmente impensabili dalla scienza attuale, qualunque esse siano. Continuo anche a ripetere che so di non poter avere sicurezze su questo. Vorrei che anche altri cercassero di capire se le hanno, o se semplicemnete hanno appiccicato una etichetta di truffaldineria addosso a Rossi e hanno deciso che quella è l'unica incontrovertibile verità, rivelata da Dio per mezzo dei suoi profeti! :-)


OT

Rossi ha vinto ad Assen :-)

Mauro elia ha detto...

@ gio
leggevo anche che la ue ha detto no... vediamo...

Roberto Bletzo ha detto...

Grazie Pagnini
a buon rendere la prossima volta che ci sarà un differita di formula 1 vi terrò informati in tempo reale sul risultato

Paul ha detto...

>Rossi ha vinto ad Assen :-)

ma come, ha avuto il tempo di lasciare il container e mettersi a correre? Un grande, l'ho sempre detto...

Mauro elia ha detto...

Mi spiace che la ue e i creditori della Grecia abbiano fatto una proposta da cravattari..peccato... avessero lasciato alla Grecia dei margini per la ripresa sarebbe stato meglio per tutti.. invece insistono sulla linea dura... mi sembra l'atteggiamento del "professore tedesco" nel film con Bud Spencer : altrimenti ci arrabbiamo.. adesso fingono che se la Grecia uscisse dall'Europa hanno tutto sotto controllo, mentre in realtà non sanno per niente cosa accadrà... bbravi

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Paul

Eheheheh....e pensare che sapevamo solo della sua passione per le 4 ruote :-D


@ Roberto

La corsa di ieri sono riuscito a seguirla in spagnolo, via streaming. Quelle di formula 1 me le seguo, come minimo, via twitter dal sito di autosprint, se non trovo uno streaming decente.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mauro

La Grecia creerà qualche bello scompenso, temo.
La visione dei creditori sembra miope anche a me. Ma se è per questo lo è stata tutta la gestione della crisi, con l'austerità imposta dai 'virtuosi' dell'euro, ai PIGS in primis, ma anche a sè stessi, in un momento in cui si doveva dare sfogo alla liquidità, come tardivamente sta facendo Draghi e anche di più.
I PIGS, Grecia in testa, ci hanno messo del loro, perchè se hanno/abbiamo questi problemi un motivo c'è. Abbiamo purtroppo dimostrato di non saper prendere provvedimenti seri gradualmente e quando non abbiamo il fuoco al sedrere, ma che per ottenere una certa attenzione ai conti pubblici, allo snellimento della burocrazia, alla lotta alla corruzione, ecc... abbiamo bisogno del fucile puntato alla tempia e di questo ci accusano i tedeschi, che ottennero anche una deroga a suo tempo, ma che poi i compiti a casa li fecero benino. Paesi come la Grecia, ma anche l'Italia, semplicemente nell'euro non dovevano entrare. Solo che adesso l'uscita non è indolore per nessuno e visto che la moneta-pastrocchio è stata fatta, bisognerebbe cercare di riportare sulla retta via i paesi più 'cicale', senza ammazzarli con politiche recessive che sembrano più una specie di punizione piuttosto che una cura. Una certa pressione evidentemente ci vuole (e la consapevolezza della situazione in cui siamo è forse il più grosso vantaggio avuto che riconosco all'euro), altrimenti si continuerebbe col vecchio andazzo, ma la crescita di una pianta la si reindirizza con pazienza, altrimenti la si spezza. L'Italia forse può reggere la trazione che le viene imposta, la Grecia temo di no e non c'è da escludere che alla fine il grexit ci sia davvero.
Bravi, complimenti!

Mauro elia ha detto...

@ Alessandro
Riguardo il fatto che sarebbe stato meglio non entrarci nell'euro..
ieri ho preso a mio figlio una coppetta gelato da asporto presso una fammosa catena di gelaterie in un centro commerciale, 3 gusti con panna montata 4 euro (sono persona fortunata e non ho problemi economici, però ho pensato..) una coppetta da asporto 8.000 lire! Eeeehh ! Ti ricordi più o meno quanto costava prima dell'euro?
Altra considerazione... c'è ( in passato chi mi diceva..) si ok.. con l'euro però chi per esempio aveva una casa che valeva 200.000.000 di lire e la venduta con l'euro a 200.000 ci ha guadagnato il doppio... peccato però che per riacquistare una casa uguale a quella che hai appena venduto a 200.000 euro, ci vogliono 200.000 euro e secondo me non ci hai guadagnato nulla...
Ultima cosa che mi viene in mente.. vivo in città, ogni mezz'ora circa (se non più frequentemente) c'è qualcuno che fuga dentro i cassonetti della immondizia, non mi sembra di ricordare lo stesso succedesse prima dell'euro..

Mauro elia ha detto...

Scusate gli errori, non ho voglia di cancellare il commento è correggerlo.. grazie

Mauro elia ha detto...

Cavolo, ho la tastiera che scrive come decide lei

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mauro

Non parlare di prezzi delle case che tocchi un nervo scoperto! ;-)
E' vero il valore delle case, come di molti beni, è praticamente raddoppiato con l'ingresso nell'euro. Non si sa come e per quale miracolo, l'Istat ha continuato a certificare che l'inflazione era bassissima!!!
Sette anni di crisi, hanno praticamente riportato i valori immobiliari a quelli pre euro, con un calo di quasi il 50% rispetto ai massimi, anche se i soliti numeri statistici contengono al 30% questo dato. Quindi abbiamo avuto una bolla inflazionistica, taciuta dalle istituzioni preposte a rilevarla (Istat), di dimensioni esagerate. Credo che se fossero state rivelate le vere conseguenze dell'introduzione dell'euro, molti altri referendum, oltre a quello greco, sarebbero stati richiesti. Però ci hanno addormentato con una ninna nanna rassicurante.

Mauro elia ha detto...

Escono i primi sondaggi in Grecia... I sondaggi volendo si possono manipolare sia in un verso che in un'altro, per influenzare l'elettore...

Alessandro Pagnini ha detto...

Rossi (Andrea non Valentino ;-) ) insiste a dire che il Lugano report ha dato molte indicazioni. Non so se riferisca a quanto è di pubblico dominio o a quello che è stato probabilmente sperimentato nei mesi di 'buio'. Sto quasi cominciando a credergli. Insomma, vedo come sempre più probabile l'ipotesi che, se non l'E-CAT, almeno lo Hot-CAT, fosse stato poco più che acceso per poche ore. Insomma, la possibilità di entrare davvero sul mercato o di sostenere un test serio, senza un'alta percentuale di fallimento, era molto bassa fino a poco tempo fa (mi ricordo che ebbe problemi anche con quello che pare sia stato il primo E-CAT venduto, non a civili). L'ingresso di Darden sulla scena ha probabilmente salvato Rossi e i suoi licenziatari, che almeno hanno ripreso i soldi indietro. Mi direte: E Bondeno? Bohhh....!!!
O era una configurazione improponibile per la vendita e che necessitava di essere completamente ristrutturata, insomma qualcosa che non sarebbe mai potuta uscire da un laboratorio, oppure ci sono altre spiegazioni, inclusa l'esagerazione, o la mossa pubblicitaria. Forse un giorno la storia ce lo dirà. Per adesso il Jonp ci informa, per bocca del capo scienziato di IH, che la carica del megagattone non è stata sostituita e che pensano possa addirittura bastare per 365 giorni. Sappiamo anche, sempre dalla medesima fonte, che per adesso lo Hot-CAT che è collaudato in parallelo sta dando ottima prova di sè. Sappiamo anche che Rossi sta dimagrendo. Forse se ne mangiano un pezzettino al giorno i suoi collaboratori, che invece evidenziano una stazza di tutto rispetto (uso la 'stazza' che è un riferimento volumetrico confortato da prova fotografica, ma presumo che anche il peso di lor signori sia congruo all'aspetto ;-) ) e che presto lo costringeranno a comprare un container più grande. Chissà se la famiglia Orfei potrebbe avere un tendone usato da vendergli? :-D
Ovviamente tutte chiacchiere. Un semplice gioco estivo in cui si stanno deliziando decine di persone che pare riscuotano pure uno stipendio. Un giochetto che a Tom Darden è costato svariate milionate di dollari e che continua pure a finanziare. Valli a capire, 'sti americani! :-)

domenico canino ha detto...

@Alessandro
Se permetti io continuo il tuo ragionaento, aggiungendovi miei elementi di analisi, che sono di tipo logico e di scenario, non certo tecnici, perchè non sarei in grado. Tutto il mondo oggi funziona appresso al denaro, piaccia o no le cose vanno così e nelle analisi bisogna tenerne conto. L'E-cat e l'Hot-cat saranno sul mercato quando saranno maturi per produrre denaro. Non c'entra niente la parte tecnologica, se fosse stato un problema di sviluppo o test, come ci racconta Rossi, io al posto di IH ci avrei messo su un team di 200 fisici ed ingegneri a sviluppare e sperimentare in più laboratori in competisione tra loro e i risultati sarebbero venuti (se la tecnologia di base è buona) presto. Si è invece fatta una scelta LOW PROFILE, con solo Rossi e pochi altri nei due container fare un test di LUNGA durata. Per me è un modo di prendere tempo, per studiare la strategia giusta per arrivare sul mercato al momento giusto e non farsi amazzare dalle multinazionali del petrolio. Che state sicuri, sanno tutto da tempo. Darden sa che se faceva conferenze stampa eclatanti ed altre cose del genere alla Tesla, sarebbe stato bombardato dalla disinformazione e non parlo dei nostri squallidi trolls, ma roba molto più pesante, proporzionale alla enorme posta economica in gioco. Insomma stanno dicendo al mercato energetico, noi abbiamo questa potenziale carta che cambia il gioco, non vogliamo attaccarvi subito, vi diamo il tempo di riposizionarvi su altre fonti di guadagno, di dismettere investimenti, di "sistemare il business", di disinvestire in nuovi pozzi e shale gas research, di spostare gradualmente i vostri soldi al sicuro e possibilmente sul nostro business del gatto scaldante e poi quando tutti d'accordo ( anche i militari ed il governo USA) che è il momento che il danno è stato minimizzato per tutti, tiriamo fuori il gatto, e quelli che non hanno partecipato al business con soldi ed investimenti, sono fuori dai giochi. Non mi stupirei se dietro Darden ci fossero multinazionali del petrolio, che ritardano l'ingresso del gatto nel salotto buono, La domanda degli analisti sarebbe a questo punto:Per quanto tempo ancora?

gio ha detto...

@ mauro

qualunque sia l'esito Tsipras ha già vinto ............ha condotto la trattativa sui principi....i principi e valori fondanti di una democrazia a qualsiasi latitudine : giustizia , libertà, equità , il lavoro , il primo emendamento etc.

e l'europa ha perso , qualunque sia l'esito.....lo hanno capito i leader(???!!!!:):)) europei, infatti non hanno nemmeno il coraggio di parlare parlano i loro ragionieri( non me ne voglia la categoria:);)).....:Padoan Dijeeslboem...vattelaspesca:):)......

Roberto Bletzo ha detto...

Ale
grazie
volevo solo farti capire di aver un pò di comprensione per chi si vuol "gustare" una differita.

Mauro elia ha detto...

@ gio

GRANDIS SPIRITUS GREEK

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Roberto

L'avevo sospettato :-)
Dai, la prossima volta streaming anche tu, comunque!

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Domenico

Il tuo ragionamento può filare e lo tengo presente anche io. Mi sto però convincendo che Rossi ha realmente problemi tecnici da mettere a punto. Darden ha acquistato tecnologia da lui e da altre due startup, per sua ammissione a Padova, e su ciascuna investe un tot, per poi vedere i risultati. Non fa ricerca di base, ma sostiene aziende che già dovrebbero avere delle soluzioni da ingegnerizzare con un investimento limitato. Non è neppure certo di avere il meglio del meglio, tanto che a Padova è andato a offrirsi come finanziatore a chi pensava di poter avere le caratteristiche giuste. Insomma, Rossi è una delle pedine in gioco, ma non l'unica. Se il test sarà positivo, probabilmente la sua importanza aumenterà, ma per adesso è solo una bella promessa, che per adesso pare stia funzionando.
Che poi la strategia di marketing debba tenere conto anche degli interessi enormi che ci sono in gioco, ne sono convinto.

Silvio Caggia ha detto...

@Domenico Canino
"Non mi stupirei se dietro Darden ci fossero multinazionali del petrolio"
I Darden sono (erano?) una multinazionale del petrolio... :-)

Inutile dire che condivido le tue analisi economiche, anzi, non mi esprimo più dal momento che ci sono già altri che esprimono perfettamente il mio pensiero... Potrei quasi definirmi un "Silvio qualunque" :-)

gio ha detto...

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/06/28/crisi-grecia-vaciago-se-atene-fa-default-sara-il-fallimento-delleuropa/1822998/

CLaudio Rossi ha detto...

@Alessandro

"Credo che se fossero state rivelate le vere conseguenze dell'introduzione dell'euro, molti altri referendum, oltre a quello greco, sarebbero stati richiesti"

A dire il vero, sia pure in forma molto involuta, ricordo che Ciampi queste conseguenze le illustrò; infatti disse:
Con l'euro piantiamo un chiodo nella roccia, che può servirci per tirarci su, se cammineremo al passo degli altri, oppure a impiccarci, se resteremo indietro. (Buona la seconda).
Quello che non disse è che le possibilità di camminare al passo di Germania e nordeuropa, era praticamente impossibile nel paese della corruzione, delle mafie, delle caste, dei servizi pubblici scadenti, clientelari e farraginosi. E non disse nemmeno che l'Italia da circa cento anni, malgrado avesse una moneta unica non era riuscita a livellare (per gli stessi motivi) il sud al nord, malgrado massicci trasferimenti di risorse (vedi Cassa per il Mezzogiorno) trasferimenti che l'Europa non prevedeva se non in misura molto limitata e con criteri di accesso che la nostra lentezza o inerzia ci ha spesso precluso.
Realisticamente dell'Europa non possiamo assolutamente fare a meno in un mondo di macroregioni giganti. Sarebbe però stata preferibile una forte intesa politica, anche con monete diverse, anzichè il contrario. Ma mettere d'accordo i banchieri è stato più semplice che mettere d'accordo i politici.

domenico canino ha detto...

@silvio
Per me sarebbe un onore essere un silvio qualunque. Ma la cosa simpatica degli scettici è che si guardano solo la punta della sfiatella, e non vedono il mondo si soldi che ci gira intorno, e che decide tutto, quando e come una nuova tecnologia può entrare in campo oppure no; altro che funziona non funziona, gli analisti seri sono ormai su arriva sul mercato o se lo compra qualcuno che lo butta in un cassetto? Oppure allungano i tempi facendo giocare Rossi al piccolo ingegnere nucleare nel suo lab dei giocattoli, riempito di dollari da far schifo? (Copyright del grande colonnello fioravanti/cures, non mio; e lui è uno serio). E mentre lui gioca, gli altri continuano a far soldi con petrolio e gas. Ogni giorno perso è un danno alle nostre tasche ( e passi) ma sopratutto all'ambiente, che non è risorsa inesauribile... Spero che non sia necessaria una catastrofe ambientale per tirare fuori dal cassetto il gatto che scalda.

gio ha detto...

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/06/27/grecia-al-referendum-tsipras-chiama-i-greci-a-una-responsabilita-storica/1821840/


Un vero leader si presenta e parla così ......e fa sembrare la signora Merkel .....an un*******ble loader a**

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Claudio Rossi

"...Realisticamente dell'Europa non possiamo assolutamente fare a meno in un mondo di macroregioni giganti. Sarebbe però stata preferibile una forte intesa politica, anche con monete diverse, anzichè il contrario. Ma mettere d'accordo i banchieri è stato più semplice che mettere d'accordo i politici. ..."

Applaudo! :-)

Mauro elia ha detto...

L'europa ci impone di permettere di utilizzare il latte in polvere per produrre il formaggio...bbravi!!!!

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mauro

Questa Europa ci poteva venire decisamente meglio. Non è poi quel gran capolavoro che si sperava, direi.

Mauro elia ha detto...

Riguardo il debito pubblico greco, che è illegale:

http://cadtm.org/IMG/pdf/Report.pdf

Mauro elia ha detto...

Dicevano che in caso di Grexit è quasi tutto sotto controllo... a me non sembra tanto.. è bastato l'annuncio di un referendum per fare scendere le borse di tutto il mondo figuriamoci il default..
Se i "falchi" mollassero un pochino la presa con una proposta accettabile per la Grecia forse potrebbero evitare il peggio..
Tanto poi col tempo possono sempre riprendere le redini e ricominciare d'accapo.. i creditori sono impazienti e l'imprevisto li innervosisce un pochino..

Franco Sarbia ha detto...

I falliti siete voi, irresponsabili finanzieri Europei ed Americani, non il popolo Greco.
I rappresentanti della Troika, del Fondo Monetario Internazionale e della Banca Europea degli Investimenti, non si sono limitati a prestare soldi alla Grecia, si sono sostituiti ai governi democraticamente eletti ed hanno prescritto la cura che avrebbe dovuto garantire la restituzione del debito, a tutela del potere finanziario. Ora, constatato che lo smantellamento dello stato sociale, i licenziamenti dei pubblici dipendenti, l'aumento delle disuguaglianze, la precarietà del lavoro hanno messo in ginocchio l'economia greca e l'hanno resa incapace di onorare gli impegni con i creditori, questi ineffabili cialtroni non si assumono la responsabilità del fallimento. Ma pretendono comunque di subordinare i loro aiuti all'aumento delle vessazioni contro la povera gente, riducendo le pensioni e rendendo ancor più precario il lavoro, aumentando la tassazione sul turismo, e compromettendo l'unica residua sicura fonte di reddito. Cosìcché la cura che ha mandato in coma il malato si accanisca contro di lui fino ad ucciderlo definitivamente e i suoi eredi siano costretti donare tutti i loro beni e a lavorare gratis per i prossimi cent'anni per salvare le banche. Attenzione, le condizioni di "austerità" per restituire i fondi non le hanno decise i Greci ma gli aguzzini che li hanno forniti. Se io ti do dei soldi e t'impongo di usarli come dico io, il mio non è un prestito ma è capitale di rischio e se lo perdo non sei tu il responsabile. Perché se loro hanno fallito dovrebbero essere i Greci a pagare? Non ritenete che anche l'Italia non accenni ad uscire dalla crisi proprio per la zelante accondiscendenza di Renzi alle prescrizioni di questi "democraticidi" seriali? Non vi sorge il dubbio che responsabile del languire dell'intera economia europea sia proprio questa irresponsabile cura?

gio ha detto...

http://www.nytimes.com/2015/06/29/world/europe/greece-will-shut-banks-in-fallout-from-debt-crisis.html?&moduleDetail=section-news-1&action=click&contentCollection=International%20Business&region=Footer&module=MoreInSection&version=WhatsNext&contentID=WhatsNext&configSection=article&isLoggedIn=false&pgtype=article

un punto di vista un pò più obbiettivo e una notizia (la dichiarazione della Merkel attesa per lunedì -oggi)che non ha luogo nella stampa europea:

President Obama and Chancellor Angela Merkel of Germany spoke by phone on Sunday and “agreed that it was critically important to make every effort to return to a path that will allow Greece to resume reforms and growth within the eurozone,” said the White House. Ms. Merkel is expected to make a public statement on Monday in Berlin.

Mauro elia ha detto...

JE SUIS CHARLIE
JE SUIS GREC
YOU ARE I

gio ha detto...

http://www.nytimes.com/2015/06/29/opinion/paul-krugman-greece-over-the-brink.html?rref=collection%2Fcolumn%2Fpaul-krugman

Franco Sarbia ha detto...

@ gio
per definizione non esistono punti di vista "obbiettivi". Tanto meno obbiettivi possono esserlo i punti di vista di una sola delle parti in causa, come la stampa americana finanziata dalle stesse banche che hanno speculato e speculano sulla crisi greca. Figuriamoci quanto può esserlo quello della Merkel che ha ispirato l'intera politica economica europea: fallimentare per tutti meno che per la Germania .

gio ha detto...

@ franco

vero! diciamo meno di pancia e più razionale, visto che io faccio fatica a non essere tifoso in questa faccenda e pertanto sono consapevole che potrei sbagliarmi!!!!

'obbiettività non riguardava la Merkel; per quanto riguarda Merkel mi riferivo al fatto che nell'articolo si riportava che la Merkel oggi avrebbe rilasciato una dichiarazione; cosa che poi ha fatto e non mi pare fosse riportata da alcun giornale "de noantri"

Franco Sarbia ha detto...

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/06/29/grexit-i-governi-tedeschi-non-hanno-mai-pagato-i-loro-debiti/1824300/

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Franco

"... Non ritenete che anche l'Italia non accenni ad uscire dalla crisi proprio per la zelante accondiscendenza di Renzi alle prescrizioni di questi "democraticidi" seriali? Non vi sorge il dubbio che responsabile del languire dell'intera economia europea sia proprio questa irresponsabile cura? ..."

Eccome se mi sorge! :-)

gio ha detto...

ecco che cos'hanno applicato in maniera perfetta i greci:

https://en.wikipedia.org/wiki/Best_alternative_to_a_negotiated_agreement

Mauro elia ha detto...

Comunicazioni fatte pubblicamente: Quando prevalgono le istanze e gli interessi popolari si dice che ha vinto il populismo, ha vinto l'insofferenza...
Quando prevalgono le istanze dei banchieri, dei tecnocrati, ha vinto la ragionevolezza, ha vinto il buon senso...

Mauro elia ha detto...

Borsa: Bruciati 287 miliardi di euro..
Non saprei dire di che entità sono stati gli acquisti da parte di bce ma (secondo me) gli costava dimeno dare i finanziamenti alla Grecia con delle condizioni accettabili...

triziocaioedeuterio ha detto...

Purtroppo la situazione della Grecia passa inevitabilmente per la pesantissima corruzione della classe dirigente da parte dei banchieri europei.
Stessa identica cosa sta accadendo in Italia...

Franco Sarbia ha detto...

@ Mauro Elia

"Borsa: Bruciati 287 miliardi di euro..
Non saprei dire di che entità sono stati gli acquisti da parte di bce ma (secondo me) gli costava dimeno dare i finanziamenti alla Grecia con delle condizioni accettabili..."
Di sicuro è così Mauro e molto di più del debito gli costerà umiliare la Grecia. Ma temo che sia il prezzo che hanno deciso di farci pagare per darci un lezione "di principio" affinché nessuno abbia dubbi su chi vincerà questa guerra di classe.

gio ha detto...

http://www.repubblica.it/economia/2015/06/29/news/tsipras_affronteremo_con_calma_minacce_e_ricatti_-117966587/?ref=HREA-1

.... Il premier ha raccontato di aver anticipato alla cancelliera Angela Merkel e al presidente francese François Hollande la decisione del Gabinetto di Atene di convocare un referendum sulla proposta dei creditori e di "non aver ricevuto" da parte loro "una risposta negativa". "Ho chiesto una proroga e nessuno quella sera mi ha detto che non ci sarebbe stata alcuna",,,,,,,


direi.... da manuale!!!!

Mauro elia ha detto...

@ Franco Sarbia
dico una roba da bar, cioė dettata solo dal mio istinto...
Se fanno fare default alla Grecia, non è per niente vero che non provocherà grossi danni alle economie "forti" secondo me crolla tutto, come quando un piccolissimo sassolino che colpisce un punto preciso del vetro del parabrezza e te lo crepa tutto... ovviamente spero di sbagliare

Mauro elia ha detto...

PS
per chiarezza: io sono un idiota che esprime le proprie opinioni su un blog, niente di piū.. qualora ci fossero invece persone molto intelligenti che abbiano voglia di umiliarmi a me va bene...

domenico canino ha detto...

@mauro elia
Mio personale punto sulla Grecia, in totale disaccordo con quanto leggo nel blog. Ma il mondo è bello perchè le opinioni sono diverse. Primo punto i greci sono 5 anni che campano di prestiti da fonti esterne. Stipendi, pensioni e spese statali sono state pagate con prestiti, perchè la Grecia produce poco o nulla, e per mantenere spese welfare, ricorre ai prestiti. Ricordo a tutti che non esiste una motocicletta greca, un auto greca, un abito greco, un mobile greco di design, che noi possiamo acquistare in negozio. Fanno un pò di agricoltura per uso interno e un pò di turismo, ma non basta per mantenere lo stato ed il welfare.Non si può pensare che questo processo possa continuare all'infinito. Si sa che non possono ripagare il debito con altro debito, perchè gli interessi sono troppo alti e strozzano la Grecia. E quindi è giusto dichiarare l'insolvenza e ripartire da capo se si è capaci. Come in qualunque azienda o famiglia dove capita di non poter pagare i propri debiti. La tragedia è negli occhi di chi guarda. La parola chiave della faccenda non è l'economia, ma la psicologia, tutto viene drammatizzato dai media. Io avevo previsto il fallimento dell'Argentina nel 2001 e così fu. Dal giorno dopo l'Argentina si è riposizionata con un modo di vivere diverso e più sobrio. Ma dopo 14 anni non c'è più nessun prodotto italiano nei supermercati, perchè non se lo possono permettere.Mangiano solo quello che producono internamente. Non hanno valuta per comprare bene all'estero. In Grecia sono 3 anni che le multinazionali del farmaco non forniscono il sistema sanitario,perchè non paga, la Grecia ha uno spread di 10.000! E noi di 150! Sono già falliti 3 anni fa, e tutto il resto è politica e chiacchiere.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Domenico

Quando ho scritto:

"...I PIGS, Grecia in testa, ci hanno messo del loro, perchè se hanno/abbiamo questi problemi un motivo c'è. Abbiamo purtroppo dimostrato di non saper prendere provvedimenti seri gradualmente e quando non abbiamo il fuoco al sedrere, ma che per ottenere una certa attenzione ai conti pubblici, allo snellimento della burocrazia, alla lotta alla corruzione, ecc... abbiamo bisogno del fucile puntato alla tempia e di questo ci accusano i tedeschi, che ottennero anche una deroga a suo tempo, ma che poi i compiti a casa li fecero benino. Paesi come la Grecia, ma anche l'Italia, semplicemente nell'euro non dovevano entrare..."

Non intendevo cose tanto diverse dalle tue. Solo che nell'euro ci hanno voluti, anche per evitare che l'export italiano, con una lira svalutata, fosse concorrenziale. L'euro è funzionale, o avrebbe dovuto esserlo, soprattutto per la Germania, ma anche la Francia (ricordate le risatine di Merkel e Sarkozy alle spalle di un tanto impresentabile quanto scomodo Berlusconi) pensava di averne buon profitto, soprattutto da quando Trichet balbettava, a differenza di Draghi (appunto voluto da Berlusconi), in difesa del debito pubblico dei vari stati, lasciando che lo spread decollasse per molti paesi area euro e venissero inondati di liquidità a basso costo quelli ritenuti più solidi. E' un classico, i ricchi e i poveri diventano sempre più ricchi o sempre più poveri. Una buona gestione, avvicina le due estremità, quella cattiva, invece, apre la forbice.
La Grecia (e l'Italia e anche altri) ha le sue belle colpe, ma perchè allora farla entrare. Erano gli economisti europei così idioti da non capire quello che in molti gridavano (anzi gridavamo) inascoltati? Era davvero così ottuso il 'Mortadella' nazionale Romano Prodi, da credere alla sua favoletta del giorno in meno di lavoro con un giorno in più di guadagno? Beh, nel caso di Prodi, sono anche disposto ad ipotizzare che abbastanza tonto lo sia, diciamo un moderno Pinocchio sovrappeso, ingannato dal Gatto e dalla Volpe, ma i gatti e le volpi c'erano eccome, a raccontarci del paese dei balocchi e a farci seminare le monete per veder crescere l'albero dei soldi. L'euro sarebbe sacrosanto, in un area europea politicamente coesa. Così, invece, rischiamo di massacracrci a colpi di economia e finanza, piuttosto che con i carri armati, come facemmo una settantina di anni fa.

Mauro elia ha detto...

@ Domenico
Ciò che dici è corretto per quel che so..
Se non ho capito male il pensiero di Alessandro, bisogna andare alla fonte dei problemi, alle cause..
Ipotizzando a titolo di esempio che esista un popolo che passa tutto il giorno in spiaggia a non fare niente e vive di frutti, ananas etc e tu hai potere... se ti chiedessero di entrare nell'euro, tu li faresti entrare? Ancora peggio se fossi stato tu a manovrare perchè ci entrassero.. daresti loro dei finanziamenti per anni? Tu spesso parli giustamente del fatto che piaccia o no, il mondo gira (volontariato a parte) sui soldi... se uno che non ha voglia di lavorare e non ha beni va in banca a chiedere un prestito pensi che glielo diano? E se glielo dessero e poi il disoccupato non restituisce il debito alla scadenza pensi sia colpa dello sfaccendato o dei responsabili della banca... quando ti danno dei soldi ė perchè si pensa di riaverli indietro con un guadagno.. c'è secondo me dietro un disegno criminale ė per questo che (nell'esempio di prima) mi metto dalla parte del disoccupato e chiedo la testa del direttore della mia banca, e di tutta la compagnia bella..

Mauro elia ha detto...

Il punto è secondo me che i Greci dei beni li avevano prima de entrare in europa e adesso quasi quasi non ne hanno più...

domenico canino ha detto...

@Mauro Elia
I greci avevano truccato i conti per entrare nell'Euro. E tutti gli altri hanno fatto finta di crederci. Ma non per sfruttare i poveri o prestargli soldi che non avrebbero riavuto, ma solo perchè speravano che la valuta EURO da sola fosse un spinta trascinante e che poi nel tempo i paesi un pò sonnecchianti diciamo, si sarebbero svegliati e messi sulla buona strada. Ma non è stato così. L'Economia insegna che non è la valuta che fa ricchezza! Non è euro, o dollaro o dracma. E' la produzione che fa la ricchezza, in industria, manifattura, turismo, beni culturali, agricoltura, energia, trasporti, etc. L'Euro è ancora forte perchè Germania, Italia, Francia, ed i paesi nordici producono oggetti che si vendono sul mercato. La Grecia non produce abbastanza oggetti che ci vanno. Tutto qui. Non hanno una economia competitiva, Non ci sono segreti e complotti. Ora ci sono due scuole di pensiero che si confrontano sulla soluzione al problema. La prima, salviamoli, e cancelliamo il debito, e campiamoli a vita a forza di regali e sussidi. E vi garantisco che questi non vogliono il bene della Grecia, La seconda scuola, cui appartengo, dice, lasciamoli andare, non teniamoli artificialmente nell'Euro ed in una economia competitiva, non sono ancora in grado di competere. Lasciamoli fallire e rinascere con un loro spirito diverso, con una nuova imprenditoria non assistita, con qualche fabbrica, con turismo più ricco, lasciamoli usare e sfruttare il loro enorme patrimonio culturale ed archeologico. Competere gli farà solo del bene. Non umiliamoli con una continua elemosina, perchè ogni cinque mesi saremmo punto e a capo.

Hermano Tobia ha detto...

Ma guarda un po' cosa combinano questi chimici (non fusionisti): studiando i catalizzatori a base di Pd e allumina hanno riscontrato (per caso) e pubblicato su una importante rivista dell'ACS "anomalous heat evolution in recombination of H2 and O2 on Pd-based catalysts", indicando esplicitamente le LENR come possibile causa.

Chi avverte Franchini del sacrilegio in atto, perpetrato per di più da suoi colleghi chimici ?!?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Domenico

Per diversi aspetti concordo con te. Anche noi pare si siano truccati i conti, almeno così dicono (e secondo me ci sta eccome) alcune malelingue. Un'economia debole, senza una leva monetaria che consenta, ad esempio, una svalutazione competitiva come faceva l'Italia quando ero un ragazzo, o la capacità di disporre del proprio debito (come gli USA o il Giappone), va al massacro. Però su una cosa sono d'accordo e lo ribadisco ancora: l'euro mette in luce i difetti e le differenze fra le economie e questo può essere utile. Peccato che questa accurata diagnosi la si sia dovuta avere con un esame talmente pesante e invasivo, che forse ci ucciderà, anzichè salvarci. Un po' come decapitare qualcuno per vedere bene nel suo cervello quali metastasi di tumori ci sono da curare. Peccato che poi il paziente sia morto. Proprio ora che sapevamo cosa fare! ;-)

@ Hermano

Grande notizia! Terremoto a Tirrenia?
Hai notizie di Celani, cui auguro sempre di riuscire finalmente a poter disporre di dati interessanti sul suo lavoro? Forse questa notizia gli darà nuovo vigore e nuova credibilità. Glielo auguro di cuore.

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
Germano Tobia si riferisce a questo:

Oscillatory behavior and anomalous heat evolution in recombination of H2 and O2 on Pd-based catalysts
- Industrial & Engineering Chemistry Research - American Chemical Society - June 29, 2015

Short Extract

"There is currently no satisfactory explanation for the abnormally high thermal effects in the H2
+ O2 recombination reported here, but it may be suggested that the hydrogen-related anomalous
heat evolutions may be falling into the same category with the low energy nuclear reaction
phenomena (LENR). In view of the fact, that the PARs are intended to be used in nuclear
reactors as crucial safety devises, a possibility of uncontrollable heat evolutions caused by these
very devices themselves calls for a special consideration.
4.3. A danger of LENR occurrence. It is usual to view the low energy nuclear reactions..."

http://www.lenr-forum.com/forum/index.php/Thread/1810-Possible-LENR-observation-reported-in-ACS-journal/?postID=5801#post5801

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Daniele

"...Germano Tobia si riferisce a questo: ..."

E' un tributo alla supremazia tedesca (sai...di questi tempi....), o è colpa della vicinanza sulla tastiera della G con la H ? ;-) :-D

Grazie per il link, Daniele :-)

Mauro elia ha detto...

@ Domenico
Bene, ognuno esprime la sua opinione rispettabilissima, come sempre non ho critiche da fare alla tua, posso cercare di semplificare al massimo la mia e non ho intenzione di imporla, si tratta quasi sicuramente di una idea sbagliata che mi sono fatto..
secondo me le cose funzionano più o meno così:
Ci sono le arnie (stati) all'interno ci sono le api oeraie (popoli) c'è l'apicultore che ciclicamente butta il fumo alle api, le stordisce e poi gli prende tutto il miele (fmi e enti sovranazionali) fin qui tutto bene, l'apicultore approfitta della sua superiorità di specie per avere un vantaggio (miele, ricchezza nazionale) chissenefrega (giustamente) se le api lavorano per qualcun altro.. se sono stupide..
tre possibilità
Le api (i popoli) possono continuare tranquillamente a farsi fottere tutte le ricchezze ciclicamente dall'apicultore per l'eternità

Oppure smettere di essere operose, tanto che cazzo lavoro a fare se tutto o quasi quello che guadagno mi serve per le varie spese tanto vale che sto tutto il giorno al bar

Le api evolvono di specie diventando "api bastarde" sono immuni al fumo negli occhi, attaccano l'apicultore e il miele se lo tengono per il benessere della comunitå..

Senza esprimere altre opinioni su cosa ( si capisce) preferisco io, vediamo come evolveranno gli eventi.. la natura di solito distrugge per costruire una cosa migliore, personalmente mi sono rotto dell Isis, della disoccupazione, e di tutti i problemi che ogni giorno leggendo le notizie si manifestano

@ Hermano bella new !,,

Daniele Passerini ha detto...

@Alessandro Pagnini
E' un tributo alla supremazia tedesca (sai...di questi tempi....), o è colpa della vicinanza sulla tastiera della G con la H ? ;-) :-D
È un esempio di quale e quanta creatività abbia l'inconscio nel sintetizzare, con un solo scambio di lettera, una schiera sterminata di pensieri, interrogativi e preoccupazioni che chiunque stia seguendo la vicenda Grecia non può non avere.
Un abbraccio ;)

CLaudio Rossi ha detto...

@ Mauro Elia

"Borsa: Bruciati 287 miliardi di euro.."

Attenzione ai titoli dei giornali! Quello riportato è una solenne michiata. Sarebbe come a dire che se un giorno la borsa sale di 5 punti si sarebbe creata dal nulla ricchezza per 287 milioni di euro.
In realtà non si brucia nè si crea nulla: capita che in un periodo perturbato qualcuno (che presumibilmente ci ha perso se ha comprato a prezzi piu' alti - ma non è detto) ha preferito vendere a qualcun altro (che presumibilmente prima o poi ci guadagnerà se rivenderà a prezzi piu' alti) dei pezzi di carta rappresentativi di una valutazione assolutamente discrezionale delle potenzialità di alcune aziende. La ricchezza reale (comunque di difficile definizione) non cambia certo se la gente scappa dalla borsa, ma per altri motivi ben più complessi, ad onta dei titoli strillati dai giornalisti.

Mauro elia ha detto...

@ Claudio Rossi
Si, è una solenne minchiata, mi sembra che le tv e i giornali ne dicano molte (Anche io) La borsa è un tantino complessa ci sono vari tipi di contratti, se compri delle azioni e le tieni per esempio due anni, tutte le fluttuazioni del valore di mercato, sono virtuali.. se invece giochi al rialzo nel breve ti può andare male o bene però guadagni o perdi soldi reali, come anche giocando al ribasso.. Se vuoi fare delle precisazioni, puntualizzazioni va benissimo, ho fatto un riassuntissimo

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Claudio

"...Attenzione ai titoli dei giornali! Quello riportato è una solenne michiata. Sarebbe come a dire che se un giorno la borsa sale di 5 punti si sarebbe creata dal nulla ricchezza per 287 milioni di euro...."

Esatto. Ma bisogna pur fare del sensazionalismo!

Mauro elia ha detto...

Faccio anch'io del sensazionalismo, tanto è chiarissimo cosa vorrei vedere domenica...
Referendum Greco = Battaglia al passo delle Termopili
Tsipras = Leonida
This is Spartaa !!

Mi spiace per chi non la pensa come me tanto non sono io a decidere l'esito del referendum

Mauro elia ha detto...

Il mio sogno è vedere la merkel, e tutta quella compagnia di #@$! In ginocchio!

Alessandro Pagnini ha detto...

Uscire dall'euro non è una passeggiata e parlo anche per l'Italia. Non entrarci era ben diverso. Ora hai contratto debiti in euro, che devi onorare. Secondo me abbiamo fatto una stro@@@ta. Ora, però, può essere più conveniente rimanerci lottando per cambiare l'ottusa e ragionieristica rigidità del sistema europeo, perchè prevalga la gestione politica, rispetto a quella bancaria. Per la Grecia è diverso. Hanno meno da perdere, li stanno già ammazzando. C'è da dire che, come fa notare anche Domenico, non è che i problemi greci siano solo quelli dell'euro e non è che se la Grecia fosse rimasta con la dracma, ora navigherebbe nell'oro. Ci vorrebbe un Europa solidale, perchè la Grecia è anche strategica come confine medioorientale e perchè è un peso che possiamo permetterci di sopportare per periodi abbastanza lunghi da consentire un ricambio generazionale o due, perchè inizi a prevalere una mentalità più consona a quella europea. Anche in Italia non siamo ancora riusciti a fa decollare il mezzogiorno, che su di noi pesa molto di più della Grecia in Europa, nè a riportare la corruzione a livelli 'normali'. Ci vuole una guida ferma, una cura continua, ma non troppo dura da risultare indigeribile.

domenico canino ha detto...

Grexit
Per me è bene che lo stillicidio finisca. Il referendum è una buona cosa. I Greci decideranno del loro futuro da soli. Dentro o fuori. Per me è meglio che vadano fuori, perchè così quelli che parlano di aria fritta si renderanno conto di cosa significa. Io cito dei fatti. L'Argentina è fallita nel 2001, sono passati 14 anni e non stanno affatto meglio. Io ho almeno 40 cugini a Buenos Aires e dopo la crisi non c'è più nessun prodotto straniero nei supermercati, perchè costa troppo importarli. Anche sui farmaci è lo stesso, el multinazionali non fanno credito. E così via. Il punto è che se non paghi i debiti, nessuno ti fa più credito. Ma i fondamentali dell'economia no? Vi chiedo, avete prestato a vostro fratello 10.000 euro, poi altri 10.000 e poi altri 30.000. Non vi ha restituito nulla e quei soldi invece di usarli per riprendersi e lavorare li ha scialacquati male. Torna alla carica e vi chiede un altro prestito di 10.000 euro, voi che fate glieli date?

Daniele Passerini ha detto...

@Domenico Canino
Vi chiedo, avete prestato a vostro fratello 10.000 euro, poi altri 10.000 e poi altri 30.000. Non vi ha restituito nulla e quei soldi invece di usarli per riprendersi e lavorare li ha scialacquati male. Torna alla carica e vi chiede un altro prestito di 10.000 euro, voi che fate glieli date?
Ma se tu avessi fatto un tempo una fideiussione a garanzia di altri prestiti (mica solo i tuoi) che lui ha ricevuto? Smettendola di aiutarlo prima o poi ti ritroveresti comunque i suoi altri creditori anche alla tua porta...
Francamente non saprei quale tra le nostre due "semplificazioni esemplificative" sia la più vicina alla realtà del caso greco.

domenico canino ha detto...

@daniele
La fideiussione fatta a garazia per un altro non è il caso della Grecia. Loro i soldi li hanno scialacquati in proprio, non conto terzi. Sono almeno 5 anni che pagano stipendi pubblici e pensioni in deficit spending, dunque non con i loro soldi, ma con quelli in prestito. Purtroppo prima o poi si arriva al redde rationem. E il banco salta. Non penso che si possa continuare a chiedere soldi in prestito in eterno per vivere. Prima o poi bisogna tornare alla realtà, e produrre reddito in proprio e vivere con quello, magari peggio, magari male, ma con le proprie forze. Ma io sono un residuo di un tempo in cui il debito era una questione di onore dell'uomo, i tempi sono cambiati, io non appartengo più a questo tempo, riconosco di essere in minoranza.

bertoldo ha detto...

xdomenico , vuol dire che invece di importare limoni dalla tunisia o da altri paesi si utilizzeranno i prodotti siciliani che sono meglio ma non fanno guadagnare gli intermediari e quindi sono ora buttati via . A gli intermediari sono tutti dei sionisti di merda e sono loro che hanno guadagnato di più dall'euro ...il mondo di mezzo ...

bertoldo ha detto...

inoltre si possono cancellare quelle regole europee che intendono abbattare gli ulivi , il formaggio senza latte e tutte le altre immense stronzate europee legate alla pesca e tanto altro . basterebbe sviluppare un pò i lfotovoltaico e l'italia sarebbe quasi autosufficente e quindi senza dover importare merda petrolifera ... ci vorrebbe un Mattei odierno invece di un Matteo sionista messo la per distruggere L'Italia ...

Mauro elia ha detto...

Quando Tsipras e Varoufakis andavano a Bruxelles, venivano accolti, come gli scemi del villaggio, questo atteggiamento di superiorità da parte dei "grandi" mi ha dato fastidio, fossi in loro, minaccerei anche l'uscita dalla nato, e non accetterei una uscita controllata dall'euro, ma una uscita immediata dal giorno dopo il referendum se vincono i NO, gli faccio crollare tutta l'economia mondiale addosso in tre secondi, li faccio venire in ginocchio a chiedermi di trattare alle mie condizioni
Tsipras è l'unico in europa che pensa al popolo, che usa strumenti di democrazia.. This is Sparta!

Mauro elia ha detto...

In natura persino i batteri si evolvono dopo essere stati schiacciati dagli antibiotici diventano più forti ed agressivi, così i popoli dopo anni di vessazioni

domenico canino ha detto...

@mauro elia
Infatti Sparta alla fine ha perso ed è sparita; non ne è stato mai individuato nemmeno il sito archeologico. Mi dispiace, ma in questo mondo, con queste regole, contano solo i soldi. Se non piace bisogna cambiare le regole, ma per tutti, non fare eccezione solo per i greci. Pensa se abboni il debito ai greci, il giorno dopo tutti quelli che devono dei soldi, diranno a loro li hai abbonati ed a me no, pensa ai debiti di Italia, Spagna, Portogallo, Spagna. Sarebbe una reazione a catena. Allora sì che crollerebbe il sistema. Se invece fallisce solo la Grecia, è salvo il principio che i debiti si pagano e le regole si rispettano. Le regole si cambiano insieme, non unilateralmente. Io sto giocando a carte con te, sto perdendo ed allora butto all'aria il tavolo. Dopo un minuto ti chiedo di rigiocare un'altra partita, tu ti siedi di nuovo a giocare con me?

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 212   Nuovi› Più recenti»

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails