BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

lunedì 4 maggio 2015

Nuovo brevetto a supporto delle LENR
dal Prof. Leif Holmlid - Università di Gothenburg

Ieri Francesco Celani ha diffuso alla sua mailing-list un brevetto risalente al 2012 richiesto dal Professor Leif Holmlid (Università di Gothenburg, Svezia):

EP2680271 - Method and apparatus for generating energy through inertial confinement fusion

Da quanto spiegatomi a voce dal suddetto ricercatore dei Labroatori Nazionali di Frascati, del brevetto, più che il metodo in sè (che permetterebbe solo piccoli surplus di energia), è interessante la documentazione scientifica che lo supporta.

Vi riporto il commento scritto via email da Celani.
Risulta che la presenza del cosiddetto picno-deuterio* sia fondamentale per ottenere i risultati di "fusione", ottenuti con un laser di piccolissima potenza.
Il picnodeuterio è ottenuto utilizzando un catalizzatore al Fe-O con attivatore il K (ed altri elementi non meglio specificati). 
  • Mi sembra che i risultati siano difficilmente contestabili: utilizzate metodologie "standard", anche se molto raffinate e costose. 
  • Come piccolo commento finale, mi sembra che la similitudine con i nostri recenti esperimenti (ad esito positivo e stabile riguardo lo Anomalous Heat Effect), utilizzanti Fe a livello nanometrico (presentati anche a ICCF19), sia non marginale. 
  • Picno-sassolino dalle mie scarpe: il Nostro lavoro a ICCF19 NON è stato accettato (dagli organizzatori?) della Conferenza per una presentazione orale, ma soltanto come Poster. Comunque è stato, per oltre 5 giorni, il Poster più visitato e fotografato... A parte la fatica, ho avuto il piacere, di illustrarlo per oltre 10 ore agli oltre 400 (quattrocento) partecipanti alla Conferenza. Il poster (4.6M)  è attualmente reperibile in rete digitando "ICCF19 Celani Poster". 
  • Risulta evidente il ruolo chiave svolto da opportuni catalizzatori per la dissociazione del Deuterio (e/o Idrogeno) dallo stato molecolare a quello atomico (D2-->2D)  ed il successivo "confinamento". 
Buona lettura.
Francesco CELANI
* Dal greco πυκνός, "denso": per picno-deuterio si intende dunque una condizione in cui gli atomi di D sono estremamente vicini, se o capito bene a grandezze picometriche (senza confondere pico con picno ovviamente).

26 : commenti:

Alessandro Pagnini ha detto...

Ci risiamo con gli additivi/catalizzatori misteriosi?
Chi ci ricorda? ;-)

Continuando nella mia crociata pro distensione e a favore della rimozione delle posizioni estremizzate e sclerotiche, che, come ho già detto, sono spesso frutto di proditorie provocazioni, rilevo con soddisfazione una affermazione di assoluto buon senso, letta su Cobraf:

"...Anche per me esiste la possibilità che Rossi un giorno estragga l'e-cat funzionante e ci dica che tutto ciò che non funzionava era uno scherzo/depistaggio. In linea di principio ammetto questa possibilità, perchè non posso logicamente escluderla. Ma la reputo davvero improbabile...."

Questo è parlare ragionando col cervello ben connesso e non per partito preso. Nè i pessimisti, nè gli ottimisti, hanno in mano prove, solo valutazioni personali delle probabilità che certi eventi siano reali. Se teniamo presente questo e iniziamo a rispettarci, anzichè aggredirci, facciamo di sicuro un lavoro migliore. :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

A proposito di Celani, ricordo male o si vagheggiava di misure su eccessi di calore eseguite positivamente da terzi, che mi pare fossero svizzeri? C'è qualche conferma?

Daniele Passerini ha detto...

@Alessandro Pagnini
Celani mi ha scritto per consigliare di leggere TUTTO il brevetto.
NB. Dice che il catalizzatore specifico a cui fa riferimento Holmlid è della Shell: normalmente viene usato per la produzione dello stirene.

Barney ha detto...

Non vorrei subito rompere le uova nel paniere, ma gia' l'ultra dense deuterium e' una roba che viene "osservata" solo dal brevettante e dal suo gruppo. Nessuno ha replicato la cosa, nessuno ha osservato questo nuovo stato della materia. MAI.

Siamo di nuovo al "Rossi says", qua sostituito dall "Holmlid says". Io preferisco il "Lisa says" di Lou Reed, ad esser sincero: https://www.youtube.com/watch?v=ZGiGQYSQjwg.

Un po' di letteratura pro e contro:
http://physics.stackexchange.com/questions/36064/is-ultradense-deuterium-real
http://arxiv.org/abs/1302.2781
http://arxiv.org/abs/0912.5414
https://www.physicsforums.com/threads/ultra-dense-deuterium.313656/

E l'approccio "ma e' stato BREVETTATO!!!" non conta una cippa: https://barneypanofsky.wordpress.com/2014/11/07/la-fuffa-brevettata-non-e-meno-fuffa-della-fuffa-liscia/

domenico canino ha detto...

@barney
Sui brevetti hai ragione; non contano nulla per dire che funziona o meno; ci sono migliaia di brevetti che sono stati accettati e non hanno mai funzionato; Celani mi sta simpatico come tutti quelli che sperimentano davvero in laboratorio; e sulla replicabilità straquoto barney; aspettiamo repliche;
@daniele
Io per esempio mi aspetto che Daniele ci riveli qualcosa di più della replica sperimentale che sta preaparando Levi per maggio insieme ad Uppsala. Quella mi sta molto a cuore, perchè la fanno persone veramente serie che si sono scottate le manine col gatto vero e provano a replicarlo. O, se ci riescono loro, e dicono come fare galileianamente, nessuno, nemmeno barney potrà parlare di Rossi says...

Alessandro Pagnini ha detto...

"...Sui brevetti hai ragione; non contano nulla per dire che funziona o meno; ci sono migliaia di brevetti che sono stati accettati e non hanno mai funzionato; Celani mi sta simpatico come tutti quelli che sperimentano davvero in laboratorio; e sulla replicabilità straquoto barney; aspettiamo repliche; ..."

Quoto!
Infatti mi piacerebbe sapere se ci sono le repliche svizzere per Celani. Sarebbe una grande soddisfazione per lui e per noi.

@ Barney
"...Siamo di nuovo al "Rossi says", qua sostituito dall "Holmlid says"..."

Sì, anche se ormai Rossi non è più solo 'lui e la giubba', come si dice in Toscana, ma ha una certa organizzazione intorno. Sono d'accordo che sono ancora 'says' tutti da dimostrare, ma pensare di poterli regolare con una alzata di spalle è forse troppo semplice. Comunque, per adesso non possiamo dar niente per certo. Magari è davvero tutto un complicato gioco in cui ci stanno prendendo per i fondelli e qualcuno ci si 'autoprende' sbagliando clamorosamente le proprie misure. Io resto fiducioso, però è vero che ogni tanto sbaglio! ;-)

Alessandro Pagnini ha detto...

Vedo che mi si associa ad un nick non mio

"...Perdonatemi, ma sono nuovo da queste parti e devo ancora ambientarmi… :)

Ricapitolando. Sfogo alla dieTROLLogia. I troll provenienti da 22passi sarebbero:

Zorro72 -> MISTERO
Ptorr -> Pagnini..."

Non ho mai scritto lì, non so neppure che procedure si fanno per iscriversi al forum. Se lo facessi, arriverei col mio nome e cognome, come sono uso fare, o se avessi deciso per pigrizia di usare un nick più breve, non avrei difficoltà ad ammettere di esserne il possessore. Non c'è niente di male ad avere un nick, ma quello non è mio. Se poi si vuol pensare diversamente, io non posso farci niente. Riposerò sereno comunque! :-)

Sospetto che anche l'associazione con Mistero non sia corretta, ma se vuole sarà Andrea a confermarlo.

Hermano Tobia ha detto...

@Barney
nessuno ha osservato questo nuovo stato della materia

Questo è vero però sono in tanti che l'hanno ipotizzato, dando ad esso nomi diversi: hydrino (Mills), miniatomo (Stremmenos), Deep Dirac Level ...

Senza contare che questa ipotesi (o meglio l'elettrodinamica stocastica in generale) metterebbe a posto parecchie cose: origine non nucleare del calore in eccesso, deboli fenomeni non nucleari, ruolo delle cavità nanometriche, epicatalisi (e si si vuole esagerare ed allargare il campo: propulsione non newtoniana, materia oscura ....)

Comunque concordo che è meglio attendere repliche e conferme ...

Daniele Passerini ha detto...

@Barney
Non vorrei subito rompere le uova nel paniere...
Figurati, lo faccio io stesso...
"application deemed to be withdrawn/application refused"

Daniele Passerini ha detto...

@Barney
P.S. Su suggerimento di un amico sono andato a curiosare sul sito dell'EPO solo poco fa... e ti ho scritto appena ho letto e aperto un paio di link relativi al brevetto di cui ha scritto Celani. Prima non avevo avuto modo: ho passato tutto il pomeriggio a scavare una buca e a metterci in fondo sassi per il drenaggio, per preparare la dimora a un ulivo che ci portano dopodomani... una faticaccia, ma dovrebbe valerne la pena.

MISTERO ha detto...

Zorro72 -> MISTERO
Eh??
Alessandro chi ha scritto questo, dove?
Chiedo scusa ragazzi, portate pazienza, purtroppo ho dovuto prendere le distanze da blog e forum a causa di situazioni (reati) gravi lesivi della mia persona, quindi per cortesia non tiratemi per la giacchetta.
Grazie di aver segnalato questo ulteriore scambio/sostituzione di persona Alessandro, se mi dai indicazioni più precise farò le "segnalazioni" aggiuntive del caso, mandami una mail per cortesia.
Andrea Rampado

MISTERO ha detto...

Ok Alessandro, ho trovato su Cobraf ora, non lo leggevo da almeno 3 mesi.
22troll è sempre lo stesso "brain" o meglio gli stessi a servizio.
Tic tac, tic tac..

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Andrea
"...22troll è sempre lo stesso "brain" ..."

Non gli riesce proprio di dimenticarci! E' un grande amore, dopotutto, sono quasi commosso! :-D

Alessandro Pagnini ha detto...

@ HT
"...Questo è vero però sono in tanti che l'hanno ipotizzato, dando ad esso nomi diversi: hydrino (Mills), miniatomo (Stremmenos), Deep Dirac Level ......"

E infatti continuo a pensare che la pervicace ostinazione di Rossi a negare quella possibilità sia, quantomeno, frutto di testardaggine. Diciamo che ho l'impressione che Rossi non sappia perchè gli funziona (ammesso che...ovviamente), ma solo che abbia trovato alcune procedure che gli consentono di generare energia per vie non convenzionali, tutte da capire.
Certo il problema delle trasmutazioni indicherebbe fenomeni nucleari e qui si riparte con le speculazioni. Capiremo qualcosa di più se e quando il fenomeno sarà generalmente accettato e quindi ci si butteranno in parecchi a scoprirne i retroscena.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Daniele
Certo che a qualcuno non è andata proprio giù di essere stato escluso dal blog. Se leggi Cobraf ti renderari conto che c'è qualcuno che sta sbarellando di brutto, ossessionato da noi. Boh....dispiace come caso umano, però è una bella sensazione non dover avere tra i piedi gente così fastidiosa. Fortunatamente sei rinsavito e hai ripristinato la moderazione. :-)
Ora non fare altri esperimenti strani, però, mi raccomando! :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

Mi trastullavo con un pensiero ingenuo che farà scompisciare gli addetti ai lavori. Siccome una risata allunga la vita, ve lo propongo e vivremo in eterno :-)

Pensiamo ad un atomo non ionizzato, visto da lontano e immaginiamo che un protone ci viaggi contro.
Nessun problema. L'atomo è elettricamente neutro.
Ora però, ricorrendo al banale modello a palline, immaginiamo che il protone superi l'orbita dell'elettrone. Immediatamente non avrebbe più una visione neutra ma si troverebbe davanti, ad una certa distanza, una barriera repulsiva, appena mitigata dai passaggi dell'elettrone quando si trova dalla parte opposta del nucleo e invece rafforzata dall'attrazione dell'elettrone quando se lo trova alle spalle. Non ce la può fare, se non per effetto tunnel o con grande energia cinetica. Ma se l'elettrone avesse un'orbita più vicina al nucleo e qundi questo scenario si presentasse quando il protone è molto più vicino al nucleo stesso, questo cambierebbe le possibilità di avere un impatto tra il protone in arrivo e il nucleo bersaglio?

In pratica, possono la teoria del miniatomo e la FF, andare a braccetto?

gio ha detto...

similitudini:

http://www.teslamotors.com/powerwall

Hermano Tobia ha detto...

@Alessandro
E infatti continuo a pensare che la pervicace ostinazione di Rossi a negare quella possibilità sia, quantomeno, frutto di testardaggine.

Sbaglierò, ma io penso che sia frutto di strizza, e di quella grossa: se l'eccesso termico del gatto è il risultato della transizione degli atomi di H in miniatomi/DDL ecc allora il Nostro può dire tranquillamente addio al suo brevetto e magari cominciare a contattare la Jovion Corporation (Hairsh e Moddel in particolare) per mettersi d'accordo sulle royalty ...

http://www.google.com/patents/US7379286

Alessandro Pagnini ha detto...

@ HT
"...Sbaglierò, ma io penso che sia frutto di strizza, e di quella grossa: se l'eccesso termico del gatto è il risultato della transizione degli atomi di H in miniatomi/DDL ecc allora il Nostro può dire tranquillamente addio al suo brevetto..."

Sì, la voglia di credere in ciò che più piace (e/o fa comodo), a noi 'ottimisti' spesso rinfacciata, è una eventualità tutt'altro che da scartare.

Potrebbe fare un brevetto 'migliorativo' per una tecnologia atta a controllare la sfruttabilità della transizione, forse?
Magari bypasserebbe Piantelli, però, che invece mi pareva orientato su questioni simili alle sue.
Mah.....intanto vediamo se scalda bene :-)

gio ha detto...

FOTO DEL GATTONE DEPOSITATA ALL'USPTO( sez.trademark:)

http://tsdr.uspto.gov/documentviewer?caseId=sn85804314&docId=IPC20150505114510#docIndex=0&page=4

con tanto di letterina del customer!!!:):)

buon divertimento!!!!:):)

gio ha detto...

customer:

J.m. products inc

president:

henry w. johnson


fUoco alle polveri:)

gio ha detto...

manuale e istruzioni:

http://tsdr.uspto.gov/documentviewer?caseId=sn85791265&docId=IPC20150505114334#docIndex=0&page=21

gio ha detto...

ma il customer sembra essere l'agent di Rossi ..........vediamo se salta fuori altro a più tardi molto tardi:):)

Alessandro Pagnini ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mauro elia ha detto...

@Mario Massa
OT
Discutevamo qualche tempo fa di elettrolisi inversa..

http://news.emergeilfuturo.it/scienza-e-tecnologia/1733-acqua-potabile-dal-mare-ideato-un-dissalatore-ad-energia-solare.html

RED TURTLE ha detto...

Il deuterio ultradenso non soltanto esisterebbe, ma c'e un articolo sulla sua produzione in maniera efficiente, elencato da NIH cercate su google:

Efficiente source for the production of ultradense deuterium forma laser induction fusion...

(Altrimenti come si fara a far arrivare Rosy Bindi su Alfa Centauri?)

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails