Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

lunedì 27 aprile 2015

Rivoluzione M5S:
torna di moda l'onesta e lo sdegno!

Non c'è niente da fare, più ascolto i cinquestelle, più mi rispecchio e riconosco...

Memorabile questo intervento dell'ingegner Girgis Giorgio Sorial, che auspica il passaggio dall'ormai anacronistico PIL (che contabilizza anche i proventi di attività illecite) alla "economia della felicità". Occhio al momento (verso il quinto minuto) in cui strappa il discorso che si era preparato e inizia a parlare a braccio: di transizione, di biodiversità e ogm, di produzione basata sulla comunità locale, di cambiamento dal basso, di reddito di cittadinanza... tutta roba pressoché incomprensibile alle teste di legno che ci governano.


E non perdetevi l'ineguagliabile Alessandro di Battista dire in faccia a Renzi quello che ogni cittadino italiano consapevole e onesto dovrebbe dire. Ho partecipato a un suo comizio pochi giorni fa e dal vivo è ancora meglio... questi sono gli amministratori della res publica che vorrei vedere guidare Comuni, Regioni e Italia.


A proposito, come già sapete, in Umbria la sfida al vertice della Regione è tra la presidente uscente Catiuscia Marini (PD) e lo sfidante Cludio Ricci (centro-destra), Sindaco della Città di Assisi. E nei corridoi del municipio di Assisi - dove lavoro - capita ovviamente spesso di incrociare supporter e promotori che fanno campagna per Ricci. Stamattina, alla macchinetta del caffè, sentendone uno dare Ricci per vincente non ho potuto fare a meno di dirgli:

"Guarda, pur di non rivotare la Marini, stavolta sarei stato dalla parte di Ricci anche io, ma alleandosi con Salvini è diventato veramente invotabile e ha regalato la vittoria alla Marini."

"Ne sei sicuro? - mi ha risposto - Tu lavori ai Servizi Sociali, no? Dovresti dare ragione a Salvini allora..."

"Non credo proprio!"

"Ma non li senti i discorsi della gente? È proprio alleandosi con Salvini che Ricci si è messo in tasca la vittoria."

"Tu dici? Per me è il contrario: per 10 voti che gli porta gliene toglie 20.

"Va be', vedremo chi ha ragione."

"Si, vedremo!" ho preso il mio caffè e ho salutato.

Tutto condito da sorrisi ovviamente. :-)

Sì, vedremo. Se il popolo Umbro fosse sul serio in maggioranza per Salvini, allora sarebbe la cartina di tornasole che l'intera Italia è diventata una nazione razzista. Non vedo differenze sostanziali tra l'uso politico che Hitler fece dell'odio contro gli Ebrei e quello che Salvini fa con gli immigrati.

Vi ho già detto che sogno che al ballottaggio con la Marini non ci vada Claudio Ricci ma Andrea Liberati, seguito da tanti cinquestelle in Consiglio Regionale. L'Umbria di S. Francesco e S. Chiara d'Assisi, S.  Rita da Cascia e S. Benedetto da Norcia, del verde e della biodiversità (cicerchia, lenticchie di Castelluccio, fagiolina del Trasimeno, tartufo di Norcia e Spoleto, patata di Colfiorito, cipolla di Cannara ecc.), delle acque minerali svendute al mercato (la Rocchetta per esempio), necessariamente prima o poi seguirà la sua vocazione mistica, idealistica, naturalistica e sarà governata dal Movimento 5 Stelle, se non sarà quest'anno sarà nel 2020.

120 : commenti:

Franco Sarbia ha detto...

Mi spiace proprio che il blog si stia trasformando in uno dei tanti "influencer" di Roberto Casaleggio, proprietario assieme a Beppe Grillo del logo 5 Stelle, di una casa editrice e di una società di promozione multimediale, in pieno conflitto d'interessi con la rappresentanza democratica del movimento: sorta di Mediaset con ambizioni di controllo della rete. Grillo, pregiudicato non eleggibile, secondo le sue stesse regole, dall'inizio della legislatura ha espulso 36 "cittadini" eletti per volontà del popolo accusandoli di essere dei venduti. Il 22% di disonesti tra gli eletti a 5 stelle, per sua stessa ammissione, non sono esattamente un esempio di onestà e sdegno. E se non fossero disonesti? Se fosse la loro espulsione conferma dell'incapacità di rispettare il dissenso e le idee degli altri? Se quelli rimasti fedeli fossero opportunisti, impediti a manifestare liberamente le loro convinzioni? Non è forse il rispetto della diversità di opinione il fondamento della democrazia? Si può definire "sdegno" la presunzione di essere portatori di una superiore moralità, peraltro non ancora messa alla prova dall'esercizio del potere? O non è piuttosto, l'accusa indiscriminata contro forze politiche che hanno prodotto disonesti ma anche martiri della democrazia e della libertà, una produzione della macchina del fango inaugurata dal Berlusconi con Marrazzo? Marco Travaglio per conto del suo editore Casaleggio, è esperto nel gettare sterco nel ventilatore, con allusioni che mettono sullo stesso piano Napolitano e Berlusconi, mafiosi e politici che li avversano. Io non ho parte politica nella quale identificarmi, ma non sono affatto convinto che destra e sinistra si equivalgano. Non sono forse le politiche liberiste di destra, perseguite in perfetta continuità anche da Renzi, ad aver generato le disuguaglianze che sono alla base della crisi delle famiglie? Non è forse lo sdoganamento del razzismo fascista ad alimentare l'attacco ai disperati, ritenuti responsabili di tutti i mali, in vece del mondo della finanza sostenuto dalle coalizioni di destra che sui disperati hanno speculato e speculano? Non sarà un nuovo partito padrone a salvarci, Daniele. No.

triziocaioedeuterio ha detto...

A me non dispiace per nulla invece...sempre meglio il "pregiudicato" Grillo che i pregiudicati mafiosi del PD&Co.

Daniele Passerini ha detto...

@Franco Sarbia
Un anno scrivevo commenti pressoché uguali al tuo. Sono tutt'ora convinto che per storia, tradizioni e ideali la sinistra abbia una marcia in più della destra... ma purtroppo è più storia che presente. Non ho fiducia né in Casaleggio né in Grillo, su questo siamo perfettamente d'accordo, ho fiducia nel Movimento che hanno messo in moto e che saprà emanciparsi da loro, anche a dispetto loro. Ho fiducia nelle persone che sperano, hanno forti ideali, non si vendono, che non avrebbero acquistato gli F-35 e non avrebbero criminalizzato i no TAV.
La mia scelta di dire no alla sinistra che HO VOTATO PER 31 ANNI è pragmatica: ascolto e confronto e non mi riconosco più nelle parole e nelle facce del PD, in quelle della base e dei deputati del M5S invece sì.
Gli autori del blog non devono pensarla come me. Se vuoi puoi scrivere un post in cui esprimere le idee politiche in cui ti rispecchi, così come ho fatto io, avendo in mente in primis la realtà della Regione in cui vivo che penso avrebbe tutto da guadagnare da una vittoria del M5S.
Per inciso in questo momento mi sembra fare molto più l'occhiolino al fascismo il PD di Renzi che il M5S dei MeetUp.
Un abbraccio

Daniele Passerini ha detto...

Errata corrige: l'incipit era UN ANNO FA.

Vincenzo Bonomo ha detto...

@Franco Sarbia
Ho apprezzato molto il tuo post su Leonardo dove si intuiva immediatamente l'amore e la competenza per l'arte del Genio toscano. Allo stesso modo, leggendo l'ultimo tuo commento, si intuisce subito una certa prevenzione nei confronti del M5S e di Grillo&Casaleggio. Non entro nel merito delle tue convinzioni ma ci tengo a fare alcune precisazioni e a correggere delle inesattezze che hai scritto sul Movimento al solo scopo di fare corretta informazione. I portavoce che sono stati espulsi (alcuni se ne sono andati spontaneamente) non avevano rispettato il codice di comportamento del Movimento che avevano accettato liberamente prima delle elezioni, era un atto dovuto in un certo senso. La tua accusa "il 22% di disonesti tra gli eletti a 5 stelle,.........,non sono esattamente un esempio di onestà e sdegno." mi sembra francamente azzardata, infatti non stiamo parlando di mazzette ma di comportamenti non conseguenti agli impegni presi (non mi sembrano la stessa cosa!!!). Nel Movimento vi è una assoluta libertà di pensiero e il dissenso (se questo non significa voler licenza di farsi i fatti propri) è rispettato e incentivato, ma allo stesso tempo i furbi (ce ne sono anche da noi) non sono graditi e cerchiamo in ogni modo di farli sloggiare prima possibile. Casaleggio non è l'editore di Travaglio e quest'ultimo, ma è un parere personale, è la personificazione del rigore che un buon giornalista dovrebbe avere durante il suo lavoro ed è uno dei pochi che stimo e che leggo sempre volentieri. L'ultima tua affermazione riguardo al "partito padrone" proprio non la capisco perché il M5S è uno spaccato, nel bene e nel male, della società italiana ed i suoi esponenti sono persone comuni con i loro pregi e difetti e di cui avresti contezza se per caso ti capitasse di incontrarci.

Alessandro Pagnini ha detto...

Io, come per Rossi, i 5 stelle penso che si potrebbero giudicare solo dopo aver fornito prova di quel che sanno fare. Dall'opposizione si capisce poco, è tutto facile, quindi se avranno la ventura di raccogliere abbastanza voti, potremo dare un giudizio meglio ponderato. Se non sbaglio c'è un sindaco di Parma o Piacenza(?) grillino, che aveva un programma aggressivo, che poi mi pare sia rientrato in altri binari (c'era di mezzo anche un inceneritore?), una volta preso atto delle reali situazioni. Anche Tsipras e Varoufakis sono stati salutati da squillar di trombe e applausi, sulla scorta delle loro promesse, ma adesso stanno abbassando la testa e prendendo sonore mazzate. Insomma, a far proposte magari belle e che gli altri, meno sognatori, non votano, si fa bella figura e si fanno passare gli altri per cattivi e collusi coi poteri forti. Difficile è, quando si sarebbe nella posizione di poter mantenere il promesso e non poterlo fare, perchè magari ci si accorge che si tratta di una strada impercorribile. Il vantaggio di immagine a rimanere fuori dai giochi, è immenso, perchè chi non fa, per certi versi, non sbaglia. Una volta che i politici vengono messi alla prova dei fatti, purtroppo, quasi sempre ci si accorge che gli americani non hanno torto quando ripetono la famosa barzelletta:

"Lo sai come ci si accorge quando un politico sta dicendo una bugia?"
"No, come si fa?"
"Basta osservarlo, quando muove le labbra sta dicendo una bugia"

Saggezza yankee! ;-)

triziocaioedeuterio ha detto...

>Per inciso in questo momento mi sembra fare molto più l'occhiolino al fascismo il PD di Renzi che il M5S dei MeetUp

No Daniele questa cosa è sbagliata.
Il fascismo nn avrebbe venduto pezzo pezzo la nazione al migliore offerente,avrebbe debellato(come già fece) la mafia,n avrebbe tradito le migliaia di scienziati partoriti dalla nazione costringendoli ad emigrare all'estero,(ROSSI SU TUTTI ma tanti altri ancora),nn vrebbe permesso di fare del sud italia una discarica a cielo aperto...avrà avuto i sui difetti il fascismo ma a me renzi il pd ed il modo di governare mi sembra molto piu' simile al comunismo...ch faceva dei suoi cittadini carne da macello...perchè questo siamo per loro.
Se pensi che siamo in democrazia ti sbagli di grosso...a questo punto se dittatura deve essere preferisco scegliermela io...

Vincenzo Bonomo ha detto...

@Alessandro Pagnini
Caro Alessandro il buongiorno si vede dal mattino e noi appena entrati in Parlamento abbiamo restituito il finanziamento pubblico e abbiamo tagliato gli stipendi ai portavoce per costituire un fondo per le piccole e medie imprese. Lo avevamo promesso e lo abbiamo fatto, queste cose non mi sembrano chiacchiere e siamo stati gli unici a farlo.
A Parma Pizzarotti ha dato una raddrizzata al bilancio di una città di fatto ormai fallita per gli sprechi (per non dire di peggio) delle precedenti amministrazioni, ma ovunque siano presenti sindaci del Movimento le cose cambiano drasticamente in meglio (hai visto il video del sindaco di Pomezia?) Caro Alessandro non esistono "strade impercorribili" bisogna solo volerle davvero percorrere e questa volontà io non la vedo. Tu dici che è facile stare all'opposizione e fare belle proposte irrealizzabili, allora spiegami perché hanno fatto carte false per non farci governare e non hanno approfittato della nostra inesperienza per farci "bruciare" politicamente dandoci questa incombenza!! Te lo spiego io il perché Alessandro. Prova a pensare se una manica di sprovveduti incompetenti (così ci hanno descritto) fosse riuscita a far ripartire l'economia del Paese senza spremere i soliti noti (impiegati e pensionati) senza schiavizzare i lavoratori come ha fatto Renzi con il Job Act, senza regalare miliardi alle banche, senza buttare miliardi negli F35, nella TAV e altre porcherie consimili dove le tangenti e i favori ai politici e ai dirigenti statali fioccano allegramente. Cosa avrebbero pensato gli italiani??? avrebbero pensato di essere stati governati per decenni da uno stuolo di ladri ed inetti e questa evenienza doveva essere evitata a qualunque prezzo ed infatti è nato il patto del Nazareno!!!

Vincenzo Bonomo ha detto...

Alessandro intanto assaggia una pizza a 5 stelle!!! http://tv.ilfattoquotidiano.it/2015/04/28/regionali-campania-big-m5s-pizzaioli-per-notte-no-a-42-milioni-di-rimborsi-e-ci/365539/

vincenzo da torino ha detto...

se riesco ad entrare con questo post potrò intervenire su questo argomento che mi appassiona.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Vincenzo Bonomo

Io penso che forse non abbiano 'voluto' farvi governare perchè:

A) Non avete voluto coalizzarvi con nessuno
B) Non avete preso abbastanza voti per governare da soli

L'unico modo per governare, dato quanto sopra era un colpo di stato. Non penso intendessi questo. :-D


"Caro Alessandro il buongiorno si vede dal mattino e noi appena entrati in Parlamento abbiamo restituito il finanziamento pubblico e abbiamo tagliato gli stipendi ai portavoce per costituire un fondo per le piccole e medie imprese"

Apprezzabilissimo. Un partito già strutturato diversamente, diciamo di 'vecchio stampo' ha alatre necessità e sicuramente ha maggiori difficoltà a fare queste mosse. Bisognerà vedere se e per quanto il M5S potrà reggersi sull'entusiasmo dei suoi e su una struttura in cui ci si appoggia alla rete per ogni decisione.


"... Lo avevamo promesso e lo abbiamo fatto, queste cose non mi sembrano chiacchiere e siamo stati gli unici a farlo..."

Anche l'ICI e la tassa di successione il Berlusca le aveva tolte, magari con qualche problemino di bilancio. Purtroppo delle altre promesse di 'stato liberale' si è visto poco o niente. E anche il ponte sullo stretto è un filino in ritardo ;-)

Il sindaco di Pomezia, invece non lo conosco. Non so cosa abbia fatto, ma mi auguro cose egregie.

Che devo dire? Dato che il M5S sostiene il proporzionale (mi pare) e non si vuole imparentare con nessuno, non gli resta che prendere il 51% e governare.

Magari si riveleranno ragazzi in gamba. :-)

Daniele Passerini ha detto...

@Alessandro Pagmini
Io, come per Rossi, i 5 stelle penso che si potrebbero giudicare solo dopo aver fornito prova di quel che sanno fare.
Esattamente, mica li giudico, nel mio piccolo voglio aiutare a fornire prova di quel che sanno fare! :))

@triziocaioedeuterio
Che gli ...ismi tendano ad assomigliarsi tutti e che gli estremi si tocchino non ci piove. E come dicono i nonni, quando c'era il duce i treni arrivavo in orario ecc... ma il fascismo ha trascinato l'Italia in una guerra terribile e in un'alleanza mostruosa e ogni giudizio nei suoi confronti deve partire da questo, non dalle paludi bonificate, dalla ginnastica insegnata a scuola e dalle prime autostrade costruite.
In Italia abbiamo vissuto un fascismo che ha portato rovina all'Italia, ma non abbiamo assolutamente vissuto un comunismo tale. Il PCI non aveva niente da spartire con i comunismi totalitaristi e dittatoriali di altre parti del mondo, era diventato un partito occidentale in grado di assumere responsabilità di governo. Poi gira e rigira -strani scherzi della storia, oggi è diventato la Democrazia Cristiana! Nemmeno Berlusconi con Forza Italia era riuscito a tanto, c'è riuscito Renzi a far reincarnare la DC d'un tempo nel PD (che del PCI non ha più manco un gene)!

@vincenzo bonomo
se riesco ad entrare con questo post potrò intervenire su questo argomento che mi appassiona.
Cosa intendi? Non ho capito :)

Alessandro Pagnini ha detto...

"...se riesco ad entrare con questo post potrò intervenire su questo argomento che mi appassiona.
Cosa intendi? Non ho capito :) ..."

Quoto. Non ho capito neppure io cosa intendevi dire.

triziocaioedeuterio ha detto...

Suvvia Daniele vuoi paragonare Renzi a...che so...Andreotti?
Non scherziamo....i politici della prima repubblica erano farabutti si...ma sapevano anche fare politica a cominciare da quella estera.
Non credo che un Craxi o un Andreotti si sarebbero calati le brache davanti agli oligarchi di Bruxelles o avrebbero leccato il culo alla Merkel come Monti e co.
La cosa paradossale è che questi qui ci stanno facendo rimpiangere la prima repubblica...e questa forse è la cosa piu' assurda che potesse accadere.
Sul fascismo...che dire...magari ci fosse un attenzione alla cosa pubblica come c'era in quell'epoca,dove gli ideali di patria e di lavoro erano sicuramente piu' presenti di oggi.
Di ogni cosa dovremmo prendere il meglio,e di cose positive il fascismo ne aveva sicuramente...poi sicuramente la tragedia in cui ci ha trascinato è stata immane...ma parimenti sti qua ci stanno trascinando in una tragedia forse ancor piu' grande.
Non so chi avrà piu' morti sulla coscienza.
Ai posteri...

Daniele Passerini ha detto...

@triziocaioedeuterio
A me pare che io e te pensiamo entrambi che Renzi non stia facendo il bene d'Italia, ma la stia ulteriormente sfasciando... in questo senso hai ragione, non è un fascista... è uno sfascista!!! :D
E a scanso di equivoci, guarda che a me la DC non piaceva per nulla: per me è tutt'ora l'emblema del trasformismo nella politica italiana, per questo Renzi, trasformista com'è, me la rievoca. Solo per questo! :)

Franco Sarbia ha detto...

@Vincenzo Bonomo
La mia analisi sulla natura del movimento 5 stelle non è frutto di prevenzione come non lo è l'esperienza deludente della incongrua prova delle altre forze politiche parlamentari nel far fronte all'attuale devastante situazione per milioni di giovani e di povera gente. Ho condiviso e condivido molte delle ragioni del movimento 5 stelle e dei suoi elettori. Non condivido, invece: il perenne dileggio delle idee altrui da parte di Grillo; l'accusa di venduti rivolta agli espulsi da parte di Grillo e della maggior parte dei frequentatori del suo Blog senza alcuna scusa da parte sua. Circa il "partito padrone" non credo tu possa contestare il fatto che Grillo e Casaleggio siano "padroni" del logo e ne neghino l'uso ai dissidenti intentando cause legali ogni volta che lo ritengano opportuno a loro insindacabile giudizio, come i fatti dimostrano. Sono pronto a mutare opinione non appena la titolarità del movimento e dei suoi simboli legali sarà conferita ad organismi democraticamente eletti secondo uno statuto deliberato con regole democratiche dal movimento stesso. Accoglierò con immensa soddisfazione la decisione degli amministratori del Blog di Grillo e della Casaleggio Associati di rendere pubblici e trasparenti i benefici economici tratti dalla pubblicità acquisita grazie agli elettori ed alla visibilità degli eletti pagati con soldi pubblici, ancorché parzialmente restituiti dagli stessi. Altrettanto incontestabile è il fatto che la privata casa editrice Chiarelettere di Casaleggio sia socio di riferimento de "Il Fatto quotidiano" e produttrice dei libri di Marco Travaglio, in aperto conflitto d'interessi con le finalità pubbliche del movimento. Come vedi non si tratta di prevenzione, semmai di post-venzione. Definire pregiudiziale una semplice divergenza di idee significa ancora una volta attribuire motivazioni infami ad una legittima manifestazioni della diversità di opinioni, che è la ragion d'essere e la ricchezza della democrazia stessa.

andrea.s ha detto...

Alla lettura di questo post o meglio del suo titolo la prima reazione è la fuga. Non per i 5 stelle ma per la proposizione di inani cliché , e per l'inevitabile inutile dibattito a seguire nel quale non entro.

Vorrei invece dire cosa penso dell'economia della felicità i cui parametri dovrebbero soppiantare l'obsoleto PIL. Il relatore M5S fa sue idee che sono state perorate da statisti di varia estrazione politica (a esempio Sarkozy che non mi pare contiguo a Beppe Grillo). Ma invariabilmente erano appartenenti al mondo culturalmente egemone, USA e Europa Occidentale. Ora non ti viene Daniele il sospetto di un tentativo disperato di rifare il regolamento del campionato in previsione dell'arrivo in testa alla classifica di Cina, India, o dalle nostre parti anche la Turchia? Chi fissa i criteri di una valutazione così soggettiva? Naturalmente essi sono fissati dalla cultura egemone. Sicuramente un asceta indiano che ha raggiunto il Nirvana avrà uno score molto basso, magari perché ha pochi amici su facebook e non ha la connessione 4G. Non innamoriamoci delle parole e stiamo in guardia dagli imbonitori.

A questo proposito, compivo 47 anni ed ero in vacanza all'estero quando ho visto in edicola l'Economist sulla cui copertina campeggiava la dichiarazione: "la felicità comincia a 47 anni". La coincidenza era tale che non ho potuto fare a meno di comprarlo. La spiegazione idiota del titolo veniva dalla statistica delle rilevazioni di "felicità" percepita dal campione di cittadini europei oggetto di uno studio, legato appunto a questo progetto di revisione dei parametri di ricchezza di un paese. Ebbene era palese che la "felicità" , in discesa a partire dai 20-25 anni per gli stress, per la graduale rinuncia a sogni e ambizioni, cominciava a risalire dopo i 47 per il semplice effetto della rassegnazione, e conseguente calo di stress. Insomma, una emerita boiata.

La statistica on mano ai politici è già taroccata dal cherrypicking quando si lavora su numeri più o meno misurabili. Figuriamoci quando è costruita sulle interviste e i test a crocette.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Andrea S.
"...Alla lettura di questo post o meglio del suo titolo la prima reazione è la fuga...."

Eheheheh...devo dire che ho esitato parecchio anche io a gettarmi nell'agone (ma ora ne esco subito) :-)
In genere preferisco non buttarla in politica, se non con persone con cui ho modo di spiegare beneissimo il mio punto di vista e che mi conoscono talmente a fondo che fraintendimenti non sono possibili. E' comunque un terreno scivoloso, sul quale si rischia di 'incrinare' un rapporto di fiducia, magari perchè, pur avendo finalità e sensibilità simili, si valutano diversamente le modalità per giungere a soluzioni che poi sarebbero anche piuttosto vicine, almeno nelle intenzioni.

Aridatece er megagattone! :-D

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
La politica è un argomento delicato, una volta si diceva che il voto era segreto e che l'urna elettorale doveva essere come il confessionale del prete. Una volta.
Sono stato un fedele elettore della sinistra per 31 anni e credo tutt'ora in certi valori fondanti (i cittadini di fronte allo stato e alla legge dovrebbero essere tutti uguali per esempio). Lavoro in un Comune storicamente di centro destra da 20 anni con la tessera della CGIL in tasca da 15, un comune guidato (al secondo mandato) dal Sindaco candidato del centro-destra al vertice della Regione Umbra. Vivo in una regione rossa da sempre dove se vuoi chiedere un favore alla politica devi bussare al partito.
Ma il lavoro che ho l'ho avuto tramite concorso (arrivai quarto su tre posti, primo dei NON RACCOMANDATI, e ringrazio solo Dio se poi hanno riaperto la graduatoria e continuato ad assumere) non per altro.
Ecco il punto è questo: NON DEVO A NESSUNO (se non a Dio e a me stesso) il lavoro che ho.
Vi prego di riflettere, dato il contesto che vi ho riassunto, che se mi sbilancio così per il M5S è PERCHÉ CREDO VERAMENTE CHE SAREBBE UNA BUONA SVELTA PER LA MIA REGIONE. E ci metto la faccia. Tutto il resto, perdonatemi, sono dietrologie e razionalizzazioni.

Daniele Passerini ha detto...

P.S. SVELTA è un lapsus che sta per SCELTA + SVOLTA :)

Alessandro Pagnini ha detto...

"...Vi prego di riflettere, dato il contesto che vi ho riassunto, che se mi sbilancio così per il M5S è PERCHÉ CREDO VERAMENTE CHE SAREBBE UNA BUONA SVELTA PER LA MIA REGIONE...."

Non avevo il minimo dubbio su questo :-)

Franco Sarbia ha detto...

@Daniele Passerini
Vai avanti così. Sono convinto che tu abbia scelto a ragion veduta il sostegno al movimento 5 stelle ritenendolo l'unica via d'uscita dalla palude per la tua Regione. Ti auguro vivamente che le tue speranze si avverino. Il fatto che io non condivida l'ideologia e la struttura privatistica del movimento 5 stelle significa che ritengo non si dia modello di rifondazione della partecipazione democratica senza trasparenza e regole di democrazia uguali per tutti i suoi membri. Ma ciò non m'impedisce di vedere quanto possa essere benefica la rottura dell'asfissiante statu quo, da parte di questo nuovo soggetto politico anche nelle cosiddette "Regioni rosse".

Vincenzo Bonomo ha detto...

@Daniele Passerini
@Alessandro Pagnini

La frase"se riesco ad entrare con questo post potrò intervenire su questo argomento che mi appassiona." l'ha scritta Vincenzo da torino non il sottoscritto!!!

Vincenzo Bonomo ha detto...

@ Alessandro Pagnini
Alessandro, tecnicamente sarebbe bastato affidare l'incarico per la formazione del nuovo governo a noi dopo l'infruttuoso tentativo di Bersani, per cui non c'èra bisogno di nessun colpo di Stato. Dopo sarebbe bastato raccogliere i voti di fiducia in Parlamento sul programma che avremmo presentato (quello che ritieni impercorribile) e a quel punto volevo vedere con che faccia quelli del PD e di SEL avrebbero votato contro e soprattutto come si sarebbero giustificati davanti i loro elettori!!!
Per quanto riguarda il parallelismo con il Berlusca e le sue azioni di governo non capisco cosa c'entri con i nostri comportamenti in materia di restituzioni, ma forse è un limite mio.
Il video del nostro Sindaco di Pomezia lo avevo già postato ma per farti cosa gradita (spero) lo ripropongo qui: https://www.youtube.com/watch?v=Fm_0xxr4V0g

Vincenzo Bonomo ha detto...

@Franco Sarbia
La tesi di una tua prevenzione nei confronti del Movimento è fondata sull'esordio che hai avuto nel primo commento riguardo un fantomatico, per la Casaleggio Associati, "conflitto di interessi con la rappresentanza democratica del movimento" (????) e "Grillo, pregiudicato ineleggibile". Evidentemente confondi l'attività personale di Gianroberto Casaleggio (preesistente il Movimento) e il M5S, cose ben distinte e di cui non riesco a vedere questo benedetto conflitto e che dovrebbe esistere allora anche con L'Italia dei Valori visto che ne ha gestito per anni il sito web, per quanto riguarda Grillo hai omesso di specificare che si tratta di una condanna per omicidio colposo (incidente stradale) in cui sono morti dei suoi amici (il dolore lo puoi immaginare) e non certo una questione di malaffare.
Nel secondo commento supponi erroneamente che il logo del M5S sia di proprietà anche di Casaleggio (padroni, come li definisci tu) cosa non vera in quanto titolare del logo è esclusivamente Beppe Grillo, che si è visto costretto a depositarlo per evitare usi indebiti da parte di terzi estranei al Movimento.
Per quanto riguarda i bilanci della "Casaleggio Associati" sono pubblici e ti basta fare una visura alla Camera di Commercio per vedere soddisfatta la tua curiosità, inoltre la casa editrice "Chiarelettere" pubblica diversi autori fra cui Travaglio (come la Mondadori pubblica Saviano e molti altri) e anche qui ritiri fuori questa storia di "un aperto conflitto di interessi con le finalità pubbliche del movimento"(????) conflitto che vedi solo tu, infatti "Chiarelettere" non è di proprietà del M5S. Fra l'altro Travaglio non è affatto organico al Movimento ma è un simpatizzante critico (molto) infatti alle ultime politiche ha dichiarato pubblicamente il voto disgiunto.

Alessandro Pagnini ha detto...

Preferisco lasciare la discussione politica ad altri.

Su alcune cose mi piace esprimermi, anche troppo, ma sulla politica, o la NMG ;-), passo la mano! :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

Signore e signori, ecco la risposta di Parkhomov all'accusa di copia/incolla:

https://drive.google.com/file/d/0Bz7lTfqkED9WWEtKZHVvczhsakk/view

Gli volete credere? Non gli volete credere? La scelta è vostra. :-)

Franco Sarbia ha detto...

@Vincenzo Bonomo
sicché non ti riesce proprio di rispettare le opinioni diverse dalle tue ritenendole fondate su una onesta ed esplicita valutazione dei fatti. Il pensiero di chi non osanna il movimento cinque stelle secondo te deve necessariamente essere viziato da pregiudizio? Ti ringrazio comunque per il tono garbato. Il conflitto d'interessi non l'ho visto solo io: lo ha constatato anche Milena Gabanelli, la quale non è riuscita ad ottenere le informazioni sui proventi derivanti dall'attività politica, giacche nel bilancio della Casaleggio & associati non sono specificati, e la società s'è rifiutata di fornirli in modo trasparente. Naturalmente anche Fininvest preesisteva "la discesa in campo" di Berlusconi, ma ciò nulla toglie al conflitto d'interessi manifesto nel caso di Forza Italia come in quello del Movimento 5 Stelle. Non sarà certo il fatto che il volume d'affari di Forza Italia sia maggiore a fare la differenza. Raccontare bugie per difendere pregiudizialmente le proprie posizioni non è un buon segno di trasparenza e rigore quali di solito gli integralisti del movimento pretendono da tutti gli altri.
Che Grillo sia ineleggibile in quanto pregiudicato, indipendentemente dalle motivazioni della condanna, lo ha detto lui, non io. Il tuo distinguo sulla proprietà privata del logo mi pare infine che confermi la natura "proprietaria" e sostanzialmente non democratica del movimento, in ciò accomunabile a quello di Berlusconi. Se hai norme statutarie che mi smentiscano, stabilendo le modalità di elezione democratica dei dirigenti, di assunzione dei collaboratori e di deliberazione delle scelte, indipendentemente dai legami di parentela con Casaleggio, ti prego di procurarmele. Sarò felice di ricredermi.

domenico canino ha detto...

OT
intervista a celani
http://www.radioradicale.it/scheda/440199/19-conferenza-internazionale-di-fisica-della-materia-condensata-intervista-a-francesco-celani

Franco Sarbia ha detto...

Errata corrige: "il volume d'affari di Fininvest"

Vincenzo Bonomo ha detto...

@ Franco Sarbia
"Raccontare bugie per difendere pregiudizialmente le proprie posizioni non è un buon segno di trasparenza e rigore quali di solito gli integralisti del movimento pretendono da tutti gli altri."......"Se hai norme statutarie che mi smentiscano, stabilendo le modalità di elezione democratica dei dirigenti, di assunzione dei collaboratori e di deliberazione delle scelte, indipendentemente dai legami di parentela con Casaleggio". Mi bastano queste due illazioni gratuite che confermano (purtroppo) la mia ipotesi per terminare la discussione con te. Cordialità

Alessandro Pagnini ha detto...

Bravo Domenico, aiutami a mandare OT questa discussione, prima che scorra il sangue! :-D

Daniele non bannarmi se puoi, lo faccio a fin di bene ;-)

Gio2 ha detto...

@Alessandro

"aiutami a mandare OT questa discussione, prima che scorra il sangue! :-D"

Ti sostengo...!!! :-)

Ciao
Gio

Franco Sarbia ha detto...

@Vincenzo Bonomo
accetto di buon grado la tua proposta di interrompere qui la discussione. Rimane in me il rammarico di non riuscire ad ottenere da te quello statuto democratico la cui inesistenza costituirebbe una mia illazione, così come lo sarebbe il rifiuto di Casaleggio di fornire informazioni trasparenti a Report sui proventi direttamente e indirettamente derivanti dall'attività politica del movimento, al contrario di quanto tu hai affermato. Anche in questo caso si trattò di una "illazione" gratuita ascoltata da alcuni milioni di persone e mai smentita. Ritengo comunque salutare la libera manifestazione del dissenso, ma forse non è questa la sede più appropriata per giungere ad un chiarimento. Facciamocene una ragione.

andrea.s ha detto...

Urge un post su Parkhomov a firma Caggia !

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Gio2
"...Ti sostengo...!!! :-)..."

Grazie!

Ragazzi, non so se avete capito quello che ho scritto, ma la tanto attesa spiegazione di Parkhomov sul copia in colla, è arrivata. Gustatevela e fatevi la vostra opinione :-)

domenico canino ha detto...

@franco e vincenzo
proprio sicuri che la democrazia sia un valore? Non ha già dimostrato abbastanza di non funzionare bene? Non è che per cacciare le tirannie ci siamo affidati all'insipienza delle masse? Auspico un utopico mondo la cui guida ( e non comando) sia affidata ai più capaci nei vari campi, non a quelli eletti. Io non ho mai visto eletto l'uomo migliore, quasi sempre il più abile ad imbrogliare.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ andrea.s

"...Urge un post su Parkhomov a firma Caggia ! ..."

Andrea, ma che sei un guastatore? :-D

Già ci ha pensato Daniele a farsi male da solo con questo thread, ora tu invochi persino un post di Silvio, che di sicuro spiegherebbe le trasmutazioni con la NMG ;-)

Fammi andare a prendere l'aglio e anche l'acqua santa, va', che qui si mette male! :-D

domenico canino ha detto...

@alessandro
io sto già con l'aglio in mano!

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Andrea s.
"...Dr. Parkhomov, rivogliamo la pentola !..."

Ti leggo su Cobraf e con piacere ti quoto. Saremmo tutti più tranquilli! :-)

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
Incollo un commento scritto stamattina da Guglielmo Pepe (ancora non è riuscito a pubblicare commenti anche se risulta iscritto al blog).

Rispondo al post di Daniele e alle critiche di Franco Sarbia. Mi sembra che Sarbia faccia una gran confusione tra i dirigenti di un movimento o di un partito e la rispettiva base elettorale. Renzi è sostanzialmente identico a Berlusconi, perché sta facendo ciò che neppure Berlusconi è riuscito a fare e questo evidente dato politico, se qualcuno avesse un minimo di onestà intellettuale, è confortato dal sostanziale caloroso sostegno dato da quelle stesse forze che prima erano in apparente totale antitesi. Il governo Renzi, nella contrapposizione tra Confindustria e Sindacati, ha indiscutibilmente privilegiato una parte. Ora, in qualunque civile contrapposizione, ogni parte ha le sue ragioni e i suoi torti e un governo democratico dovrebbe essere un mediatore al di sopra delle parti. C'è un semplice modo per comprendere se questa funzione è stata rispettata: la mediazione deve scontentare tutti. Si tratta di una condizione necessaria, ma non sufficiente. La domanda alla quale occorre rispondere è questa: le parti in conflitto sono rimaste entrambe scontente, oppure una sola ha gioito?
Coloro che condannavano Berlusconi non possono non condannare anche Renzi. Tuttavia c'è una differenza che va segnalata: l'elettorato di Renzi è profondamente diverso da quello di Berlusconi; è un elettorato sostanzialmente solidale e antirazzista, anche se questi valori si sono stemperati nel tempo. Con Renzi si è resa più evidente la compromissione della precedente classe dirigente del PD con le forze di opposizione, altrimenti non gli sarebbe riuscita la conquista di questo straordinario, mi auguro e vi auguro, momentaneo potere. Molti elettori del PD non si riconoscono più nei loro dirigenti e stanno progressivamente e con maggior evidenza abbandonando le urne. Penso che questo sia un crimine gravissimo, perché permette ai peggiori di conquistare sempre più potere.
Potrei condividere le critiche di Franco Sarbia verso Casaleggio e Grillo e da parte mia ne aggiungerei anche altre forse più importanti, tuttavia la classe politica del movimento 5 stelle, quella che è in parlamento, dice e fa cose che sono un passo avanti e in linea con il proprio elettorato e all'elettorato del PD che ha abbandonato le urne. Così facendo realizza il vero compito di una classe dirigente: guidare e far crescere la coscienza civile della propria base. Certo, gli uomini e le situazioni possono cambiare; oggi avviene con maggior velocità che in passato. Sta proprio in noi, attraverso il voto, dare o togliere, depurandoci da ogni forma di tifoseria, l'appoggio a chi dovesse abbandonare la via intrapresa.
Nessuna forza politica potrà soddisfare pienamente le nostre individuali aspettative e ciò inevitabilmente ci porta a dover scegliere quelle che più si avvicinano a noi e, nella peggiore delle ipotesi, quelle che ci sono meno lontane, ma in nessun caso dovremmo abbandonare le urne perché questo sarebbe un ignobile insulto verso chi ha dato e a chi in altre parti del mondo sta rischiando la propria vita per ottenere il diritto di voto.
Se poi ci riteniamo così abili e siamo eccessivamente critici verso coloro che si dedicano alla politica e che dimostrano in modo concreto di farlo con passione e disinteresse economico, allora o prestiamo loro il nostro aiuto, oppure fondiamo noi un movimento che soddisfi i nostri ideali. Parafrasando una formula di rito presente in alcuni matrimoni, direi: se qualcuno ha qualcosa da fare lo faccia, oppure abbandoni le critiche per sempre.
Pensare che la politica sia una cosa sporca, è vuota propaganda che serve solo a chi intende fare politica in modo sporco.

Guglielmo Pepe

triziocaioedeuterio ha detto...

Ci vuole gente onesta...punto!!!
Il resto è noia...ideologie e noia...tanta noia

Silvio Caggia ha detto...

@Andrea.s
"Urge un post su Parkhomov a firma Caggia !"
Certo, un post che riepiloghi tutte le cose dette SU Pakhomov dai soliti, e sul fatto che nessuno di loro le abbia dette A Parkhomov, memmeno quando ha parlato alla conferenza di Padova.
Quando qualcuno finalmente glielo ha chiesto subito ha avuto il foglio excel originale con i dati grezzi e la spiegazione del perché ha tappato i buchi del grafico comunque per definizione "orizzontale".
Un post in cui finalmente si smetta di guardare al dito (la temperatura costante) e si guardi alla luna (la potenza elettrica che diminuisce).
Ce ne sarebbe davvero bisogno...

domenico canino ha detto...

Se arrivasse la NASA, ufficialmente...
Bernie Koppenhofer
April 29th, 2015 at 9:51 AM
Dr. Rossi: NASA could be very near to announcing, for publicity reasons, a huge “breakthrough” in LENR.

Daniele Passerini ha detto...

@Domenico Canino
Auspico un utopico mondo la cui guida ( e non comando) sia affidata ai più capaci nei vari campi, non a quelli eletti. Io non ho mai visto eletto l'uomo migliore, quasi sempre il più abile ad imbrogliare.
Ho l'amaro sospetto che Renzi sottoscriverebbe in pieno questo tuo pensiero: di sicuro non è stato eletto, di sicuro non è il migliore, di sicuro è il... :D

@Vincenzo Bonomo
@Franco Sarbia
Se è buona cosa che tra gli iscritti al blog ci siano bé e unbé, è buona cosa che anche differenti visioni politiche dialoghino... e come possiamo sperare di raddrizzare tutti insieme l'Italia se non troviamo una sintesi di posizioni diverse all'interno di un blog?
Vi do un consiglio spassionato, scrivetevi via email, magari scambiatevi i telefoni e parlatevi... adoro la scrittura, ma ormai mi sono straconvinto che usare solo quella spesso può favorire incomprensioni apparentemente insanabili.

@Franco Sarbia
Se guardi indietro nel blog vedi che ero molto critico uno due anni fa sul M5S, quello che mi ha fatto riflettere e ricredere è il contatto diretto: certe cose non si fingono. La base del M5S è sana come nessuna altra base in Italia a questo momento... e siccome non mi piaccino le soluzioni dell'uomo forte che arriva e salva tutto, ma sono per puntare sulle "base sane" di una nazione, non posso che guardare con simpatia e speranza al M5S...
QUESTO NON SIGNIFICA CHE TU LA DEBBA PENSARE ALLO STESSO MODO ovviamente. Da parte mia c'è il pieno rispetto delle critiche che sollevi, ma le soppeso con le risposte di Vincenzo.
Come mi pare hai capito bene, da Umbro mi piacerebbe metterli alla prova e vederli governare una Regione: c'è bisogno di fatti non di parole. Il PD di Renzi lo considero ormai bruciato e invotabile. Anche se, dovendo scegliere tra un Renzi e un Salvini, voterei Renzi... ma la mia alternativa l'ho trovata per fortuna! :)
Un abbraccio

CLaudio Rossi ha detto...

@ andrea.s

"...un tentativo disperato di rifare il regolamento del campionato in previsione dell'arrivo in testa alla classifica di Cina, India... "

Vorrei farti notare che la "misura" di una grandezza non c'entra con i meccanismi economici sottostanti. Si sostiene (anche da parte mia) la falsità dell'indicatore PIL per rappresentare la ricchezza di una nazione, ma questo non inficia in nulla i criteri con cui i paesi emergenti organizzano la loro produzione e le loro misurazioni di quello che vogliono. Chi ha il PIL più alto non vince nulla! Teoricamente è uno strumento (sbagliato anche matematicamente) ma generalmente accettato e quindi con una sua validità comparativa, per stabilire se c'è o non c'e' una crescita. E' sul concetto di crescita che stanno emergendo le più serie critiche in tutto il mondo pensante, non solo in quello occidentale. Se poi continuando a misurare tutto col metro del PIL la Cina vincerà il "campionato" buon per loro (se lo ritengono un risultato).
Sarebbe come dire che le strade inglesi si sono accorciate o allungate da quando in Inghilterra è stato adottato il sistema metrico decimale.

Daniele Passerini ha detto...

@Silvio Caggia
Certo, un post che riepiloghi tutte le cose dette SU Pakhomov dai soliti, e sul fatto che nessuno di loro le abbia dette A Parkhomov, memmeno quando ha parlato alla conferenza di Padova.
Quando qualcuno finalmente glielo ha chiesto subito ha avuto il foglio excel originale con i dati grezzi e la spiegazione del perché ha tappato i buchi del grafico comunque per definizione "orizzontale".
Un post in cui finalmente si smetta di guardare al dito (la temperatura costante) e si guardi alla luna (la potenza elettrica che diminuisce).
Ce ne sarebbe davvero bisogno...

Ci riesci a farlo?
Io ancora non ho nemmeno aperto il link... :(
prima di andare a letto dovrei trovare un attimo.

CLaudio Rossi ha detto...

@ Alessandro Pagnini

"Anche l'ICI e la tassa di successione il Berlusca le aveva tolte.."

Allora, se è per questo, anche Renzi ha dato 80 euro ad (alcuni) italiani.
C'è pero' una bella differenza tra fare i munifici (o i riduttori di tasse) coi soldi degli altri - noi contribuenti in tutti e due i casi - o rinunciare ai soldi propri (42 milioni di euro destinati per legge al M5S).
A te sembra la stessa cosa ?

Daniele Passerini ha detto...

@Silvio Caggia
@tutti
Ok, aperto e letto!
Che dire. A due tre persone che hanno incontrato Parkhomov ho chiesto che impressione ne avevano avuto e sono state positive.
Perché non dovremmo credere alla sua spiegazione?

@andrea s.
Purtroppo sia Giancarlo che Franco hanno declinato l'invito a iscriversi al blog. Anche Mario non si decide. E mi dispiace. Se vuoi provare a convincerli tu...

Alessandro Pagnini ha detto...

"...Allora, se è per questo, anche Renzi ha dato 80 euro ad (alcuni) italiani.
C'è pero' una bella differenza tra fare i munifici (o i riduttori di tasse) coi soldi degli altri - noi contribuenti in tutti e due i casi - o rinunciare ai soldi propri (42 milioni di euro destinati per legge al M5S)...."

No, certo!

Ma contrariamente a Daniele, penso che parlare di politica qui non serva affatto a trovare sintesi. Come già feci per la storia dei forconi, preferisco non intervenire su questioni politiche. C'è troppa soggettività, troppa storia personale e troppa 'tifoseria' esattamente come tra be' e unbe', perchè il dialogo possa essere davvero costruttivo. Ogni ulteriore replica e precisazione sarebbe inutile, come la resistenza contro i Borg ( Star Trek) ;-)
Anzi.....sarebbe deleteria.
In certi ambiti, dove, almeno teoricamente, alti ideali tengono unite talune persone, mi si raccontava si 'raccomandasse vivamente' di non entrare in discussioni a tema politico, per non guastare l'armonia dell'assemblea. Comprendo e condivido la saggezza di tale regola e conto di attenermici anch'io.
Se davverovolete cercare una visione politica condivisa, vi faccio i migliori auguri, ma temo si genereranno soltanto frizioni e malintesi! :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Daniele

Parkhomov ha sbagliato a fare copia-incolla senza chiarirlo subito. Parkhomov però ha anche risposto e chiarito la cosa con un candore tale che non escludo affatto possa essere la verità.
Peccato per aver toppato sulla prima parte, ma con la sua ammissione risale nella percentuale di credibilità.
Mi rimane da capire se davvero Rossi/IH abbiano diffuso dati atti a ricostruire un Hot-Cat, sia pure funzionante a intermittenza e solo quando il giovedì casca di domenica. ;-)
Verrebbe da pensare di sì, se si volesse dare credito a Parkhomov, e la cosa si spiega solo con pressanti esigenze brevettuali. Comunque mi riservo di ripensare con calma alla faccenda. Intanto mi piacerebbe che oltre a Parkhomov qualche altro credibile sperimentatore ottenesse eccessi di calore, o trasmutazioni. Allora si potrebbe cominciare a pensare non più a SE, ma piuttosto a COME avvengono certi fenomeni

triziocaioedeuterio ha detto...

>Allora si potrebbe cominciare a pensare non più a SE, ma piuttosto a COME avvengono certi fenomeni.

:-0

Gio2 ha detto...

@Domenico

Qual'è la fonte?

Ciao

domenico canino ha detto...

@gio2
è una voce che bernie, americano, ha raccolto e riportato su JONP. Altre volte le sue anticipazioni sono state buone. Da parte mia so che la NASA, a detta di mie fonti all' ENEA, è in crisi finanziaria e cerca fondi, e così deve tirare fuori qualcosa di grosso e GAME CHANGING come dicono loro, per riaprire i rubinetti dei fondi pubblici. Ma mi hanno parlato di altre tecnologie e non di LENR.

CLaudio Rossi ha detto...

...torna di moda ...lo sdegno?

Bene, chiedendo scusa a Pagnini che di argomenti politici non vuol sentirne (malgrado dal titolo di questo post direi che sono gli unici "in topic") con la questione di fiducia posta da un governo costituzionalmente illegittimo per manomettere la Costituzione, mi sento di affermare che questo paese è retrocesso al rango di repubblichetta sudamericana dei tempi andati. E se il furbissimo presidente del Consiglio è convinto che con i poteri straordinari che si è dato, da domani lui fara' il bene dell'Italia, dimostra di essere abbastanza stupido da non capire che con queste sue regole chiunque lo seguisse potrà tranquillamente fare il dittatore senza pericolo di nulla. Complimenti!
Mia unica soddisfazione è pensare che ho due figli che lavorano in Europa; non in Italia.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Claudio
"...Bene, chiedendo scusa a Pagnini che di argomenti politici non vuol sentirne (malgrado dal titolo di questo post direi che sono gli unici "in topic") ..."

Hai ragione, in effetti la discussione è centrata su quelli, quindi casomai dovrei scusarmi io dei miei OT. Comunque, più che non voler sentirne, direi non voler parlarne. Se dovesse continuare la discussione sulla politica, la seguirò, ma non vi parteciperò. Continuo a sconsigliarla, ma, in attesa che Renzi mi nomini suo vice-dittatore, non potrei fermarvi neppure volendolo, quindi fate pure ;-).
Sarebbe già un po' diverso dibattere su un preciso argomento, molto definito, e sulle sue possibili soluzioni, anche se questo discutere potesse avere connotazioni politiche ( è così per moltissime cose).
Partire da un avallo ad un preciso schieramento, ha effetti diversi.

Franco Sarbia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Franco Sarbia ha detto...

@ Guglielmo Pepe

"Mi sembra che Sarbia faccia una gran confusione tra i dirigenti di un movimento o di un partito e la rispettiva base elettorale"

In premessa ho riconosciuto a Daniele le buone ragioni, sue e di molti elettori Umbri esasperati , nel sostenere il Movimento 5 Stelle come unica via d'uscita credibile dalla palude dell'establishment, anche di sinistra, nella sua regione. E tuttavia tu hai ragione, una confusione c'è: nella realtà prima ancora che nella mia mente. Non sono affatto convinto della verità mistificatoria della quale sono propugnatrici le opposizioni quali SEL, 5 Stelle e Lega nel distinguere un mondo politico corrotto e controllato dai poteri forti da una società di cittadini puri ed onesti. Ritengo invece che, in Italia, questi politici siano stati e siano espressione autentica di una base sociale profondamente corrotta che per decenni li ha sostenuti con l'appoggio convinto di buona parte della stampa. Né reputo migliori coloro che oggi si affacciano "vergini" alla politica perché, pur senza delinquere, si sono curati esclusivamente dei fatti loro nello stesso periodo nel quale si consumava lo sfascio dalle fondamenta della nostra società e della nostra economia. Così oggi non sono disponibile a dare credito ai vertici di nuovi soggetti politici che fanno leva su sacrosante aspettative di onestà e di giustizia per acquisire il consenso, ma poi ammiccano, in Italia e in Europa, alla destra xenofoba che dell'ingiustizia è l'estrema espressione razzista. Né penso che ci possa salvare una base democratica di onesti cittadini diretti da capi inamovibili che scelgono i loro collaboratori esclusivamente sulla base della fedeltà ai loro interessi: leciti o meno. Perché quando otterranno il consenso saranno i dirigenti a dettare le regole, non la base. E se questi sono già oggi predisposti a gratificare le idee degli altri di soli insulti, figuriamoci come sapranno rispettare le minoranze quando avranno conquistato il potere.

@Daniele Passerini

Nel merito sono solo molto più pessimista di te. Non so se Renzi stia attuando il piano Gelli, ma di certo sta proseguendo le politiche che hanno causato l'attuale stato di crisi e d'ingiustizia, in continuità con le precedenti amministrazioni pseudo liberiste. La Lega, per anni fedele compagna d'armi di Berlusconi, ha sdoganato il peggiore razzismo proprio nel momento in cui l'unica via d'uscita è aprirsi al mondo e fare i conti con la diversità. Ho una mia personale idea di "ecologia sociale, economica e ambientale" molto vicina alle idee originarie di Grillo ed a quelle di Vendola. Recentemente sono stato coinvolto il alcune riunioni di SEL finalizzate a creare un movimento vicino a Landini. Ho scoperto che anche in quel piccolo partito, qui da me privo di qualsiasi rappresentanza in assemblee elettive, si manifestano conflitti d'interesse analoghi a quelli di Berlusconi, Poletti, Passera o Grillo e Casaleggio. In questo infimo gruppetto di sinistra un esperto ambientalista pretendeva di porre come priorità del negoziato con le amministrazioni locali la certificazione di Agenda 21 Locale per acquisire "commesse" che costituiscono il "core business" della sua azienda.
Chi sta fori dal branco o ne diventa capo o finisce sbranato. Ed io non ho nessuna possibilità di diventare capo. Non ho tuttavia intenzione di rinunciare ad analizzare lucidamente i mali della nostra società e di lasciarmi andare a facili illusioni evocate da imbonitori privi di qualsiasi progetto per il futuro: perché intanto non c'è alternativa migliore. Anche se stare all'opposizione, dell'opposizione oltre che del governo, non è comodo né vantaggioso.

domenico canino ha detto...

simpatici e bravi
http://www.alternativasostenibile.it/articolo/la-fondazione-h2u-the-hydrogen-university-con-h2m-il-primo-veicolo-speciale-terrestre-a-roma-per-l-earth-day-.html

CLaudio Rossi ha detto...

@ Franco Sarbia

Condivido che la nostra classe politica, e dirigente in senso lato, sia l'espressione autentica di buona parte (forse la maggioranza) dei cittadini italiani: furbi, familisti, ipocriti e disonesti. Basta guardarsi in giro.
Però i meccanismi di cooptazione e di potere messi in piedi da questa "casta" hanno fatto sì che neanche vi potesse essere una possibilità di opposizione democratica. Il rapidissimo crollo dell'elettorato attivo vorrà pur dire qualcosa!
Come il fatto che ogni qualvolta si affaccia un personaggio nuovo (Grillo, Renzi....) le percentuali di voto aumentano.
Quando parli però di quelli che si presentano "vergini" alla politica dopo essersi fatti i cavoli propri, dovresti riconoscere che un movimento che presenta i candidati più giovani, incensurati, senza nepotismi e sia pur con un minimo di legittimazione territoriale, potrebbe (..ebbe) rappresentare una cosa diversa. Che poi per motivi organizzativi e di "start up" il movimento abbia preso il via da personaggi che non hanno questi requisiti di giovinezza e verginità, non significa che una vera novità non ci possa essere.
Io, almeno, spero in questo: il tempo ce lo dirà. Sono un illuso? Forse, ma sarebbe la mia ultima illusione che in questo paese si possa modificare il criterio selettivo della classe dirigente.

Silvio Caggia ha detto...

@Andrea S.
@Patrol
@GdMster
@Endymion
@Shine
@Barney
@Mahler
@Gabriele
@Sal
@Tia
@Aled
@Indopama
Chiedo scusa se ho dimenticato qualcuno di coloro che erano assolutamente certi che Parkhomov avesse taroccato i grafici...
http://test.webappls.com/tabella_commenti.php?watbl_rr%5Bwatabella%5D=parkhomov&watbl_pgwatabella=0&watbl_orwatabella=&watbl_ormwatabella=&watbl_fcwatabella0=autore_commento&watbl_fmwatabella0=eq&watbl_fvwatabella0=Silvio%20Caggia&watbl_pg%5Bwatabella%5D=0&watbl_or%5Bwatabella%5D=&watbl_orm%5Bwatabella%5D=&watbl_fc%5Bwatabella%5D%5B0%5D=autore_commento&watbl_fm%5Bwatabella%5D%5B0%5D=eq&watbl_fv%5Bwatabella%5D%5B0%5D=Silvio%20Caggia
Bravi, avevate visto bene...
Patrol ora può darmi dell'imbecille... :-)

Ora che avete i dati grezzi misurati da Parkhomov... Che avete visto che la campionatura avveniva ogni 5 secondi e che dietro ogni singola ora del grafico ci sono 720 valori di temperatura... Che deducete da questi dati?
Riuscite finalmente a vedere la luna?
O vedete sempre solo il dito come la gatta morta?

domenico canino ha detto...

@silvio
Sfiatelle, corrente continua nascosta, prese taroccate, grafici taroccati; a qualcuno piace indagare sul dito e non sulla luna; il sistema è sempre lo stesso, se io individuo un errore in un passaggio dell'esperimento, allora potrò dire che tutto l'esperimento è fasullo. E si fa anche con le persone con la macchina del fango, tu hai imbrogliato su petroldragon, ergo qualunque cosa farai nella vita sarà un imbroglio! Semplicistico e sbagliato. Ricordo che si può essere un genio in un campo del sapere ed un fesso in tutti gli altri. Non c'è coerenza continua in tutte le nostre azioni. Possiamo fare cose bellissime e minchiate contemporaneamente. E' così per tutti. Quindi possono scoprire tutti i taroccamenti che vogliono, ma magari non c'entra nulla con il fatto centrale della faccenda, cioè se il gatto funziona o no.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio

Scusa Silvio, ma da quello che ho capito, Parkhomov ha effettivamente taroccato col copia-incolla. Che poi lo abbia fatto per necessità tecniche di rappresentazione grafica, peraltro non mentendo nella sostanza, non esclude che nella forma quella sia una taroccatura. Se lo avesse premesso da subito, avrebbe fatto una gran bella cosa. Così si è giocato una parte, magari piccola, di credibilità, perchè un domani qualcuno, alla vista di qualche risultato eclatante pubblicato, potrà sempre chiedersi se i documenti presentati sono stati 'aggiustati' o meno, sia pure con le migliori intenzioni. A me ha fatto molto piacere che Parkhomov abbia chiarito. Proprio ultimamente c'era chi diceva che a Padova la cosa non era stata chiarita. Mi espressi dicendo che se avessi potuto incontrare Parkhomov, io una spiegazione gliela averi ben chiesta. Ora la spiegazione è arrivata. Era un grafico taroccato? Sì! Tuttavia rappresentava, a volergli credere, una situazione reale e direi che questa è la cosa più importante. Però rimane il fatto che se avesse dichiarato subito il copia/incolla, piuttosto ingenuamente evidente direi e forse proprio per questo ancor più 'scusabile', avrebbe dato meno adito al sorgere di tante illazioni anche molto tranchant, come è uso di molti, che comunque avrebbero avuto da ridire in ogni caso..... ;-)
Stabilito che Parkhomov forse è anche un buon diavolo che non si è preoccupato troppo di certe forme, rimane da attendere qualche conferma. Ho letto qua e là di indizi di eccessi di calore, ma molto labili e sempre episodici e mai riproducibili con continuità(riportai anche un link), ma per adesso nessuna evidenza, anzi quasi tutti i tentativi di replica hanno ottenuto piuttosto un eccesso di tubi rotti. La vera partita si giocherà lì, nelle repliche o nelle verifiche. Mentre nel caso, ad esempio, di Rossi, ormai è difficile pensare ad un abbaglio collettivo (su questo quoto Mario, anche per me o c'è l'effetto, o c'è l'imbroglio, almeno al 99%) e io a questo punto, sarò anche ingenuo e non mainstream, ma ritengo che l'effetto ci sia e il megagattone esista e stia davvero facendo risparmiare il committente (vedremo poi la teoria su cui si basa, se trasmuta, se scappella a destra, ecc...), su Parkhomov, anche se a me ispira simpatia, più di Rossi, c'è necessità di più occhi a verificare e soprattutto a riprodurre positivamente. L'endorsement pesante di Rossi, per chi a Rossi dà un certo credito, come il sottoscritto, vale qualcosa, ma Rossi è comunque anche un furbo di tre cotte e potrebbe avallare il lavoro di Parkhomov solo per accreditare il suo presso lo USPTO.
Possibile che con tutti i dati alla luce del sole non ci sia modo di avere delle repliche ben fatte da parte di laboratori credibili? Cosa NON è stato mostrato nel TPR2 pubblicato?

gio ha detto...

http://www.theverge.com/2015/5/1/8525309/tesla-energy-elon-musk-battery-announcement

Tesla Energy is Elon Musk's battery system that can power homes, businesses, and the world

giorjen ha detto...

Non è solo questione di scetticismo.
Si presentano come super esperti di tutto, ti dicono che loro sono amministratori di qualche azienda leader nella produzione di raddrizzatori e che è impossibile produrre auto elettriche che si ricaricano in 10 minuti, che è impossibile farlo con i supercondensatori, che è impossibile avere un raddrizzatore da 1MW, che peserebbe troppo, che avrebbe un'efficienza dello 0,85, che è impossibile che l'autonomia di un mezzo elettrico sia 800km e non so quante altre cose che poi puntualmente succedono. Mi è venuto in mente oggi leggendo
http://english.cri.cn/12394/2015/04/17/4082s874721.htm

Basterebbe lasciarli sproloquiare, andare avanti senza curarsi di loro come stan facendo tanti nel settore. Non sarà certo il lavoro di persone di aziende leader nei blog ad impedire l'affermarsi di altre aziende leader, un bel po' più moderne. Certo se queste persone sono anche in ruoli istituzionali, a livello italiano o europeo, bisogna sperare che emerga la loro incapacità se vogliamo che il nostro paese non rimanga irrimediabilmente indietro.
g

Alessandro Pagnini ha detto...

Probabilmente, come ipotizzo da tempo, si andrà verso un progressivo decentramento produttivo e verso un business basato sulla gestione dei flussi energetici, bilanciandoli intempo reale o accumulandoli in caso di surplus importanti e duraturi, sia a livello di singola abitazione, sia a livello zonale, con centrali di quartiere ad esempio, in grado si di avere una minima produzione di emergenza, ma principalmente di fornire immagazzinamento e redistribuzione. Troppo presto per capire i dettagli, anche perchè una nuova tecnologia può cambiare gli scenari, ma a grandi linee mi sembra che la direzione sia quella. Non resta che aspettare una buona efficenza dal solare e buona parte dei problemi energetici potrebbero essere risolti, soprattutto abbinando, a livello architettonico, le migliori tecniche per il risparmio. E tutto questo anche senza E-CAT, che pure forse sta iniziando a miagolare un po' più convintamente pure lui :-)
Stamani sono ottimista! :-D

Silvio Caggia ha detto...

O.T.
Grande BroKeeper su JoNP:
BroKeeper
April 30th, 2015 at 7:38 PM
Dear Andrea Rossi,
You responded to Curiosone: “I can say that the 1 MW E-Cat ( ” She” ) is stable and in ssm mode.”
This seems to imply the 1MW plant, as a single unit, ran in self-sustain mode, not just an individual reactor.
If this is the case then one of two scenarios could
be explained. Either you have now been able to synchronize control of all the reactors as one, or the SSM of each reactor is long enough for all 100 reactors to be more often than not in SSM at once. In this case a major breakthrough has been
achieved with a significant ratio of output to input far beyond COP 20. Could you enlighten us to which case this may be if not another?
With much respect, BroKeeper

Non resta che attendere la cancellazione del commento... :-D

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio

Bro Keeper mi ha letto nel pensiero :-)
E' esattamente lo stesso ragionamento che mi sono fatto ache io, visto che ho sempre ben presente la struttura modulare del megagattone e la necessità, a mio avviso, di una certa ridondanza di unità per poter mantenere almeno il valore nominale. Mi ero chiesto come potesse affermare lo stato ssm per l'intero gatto e mi ero dato le stesse riposte di Bro, più quella che Rossi potrebbe considerare globalmente ssm il gattone, se lo è almeno una certa percentuale (ad esempio >= 80%) di reattori da 10KW, così da consentire comunque un notevole COP istantaneo.
Sono curiosissimo di vedere la risposta....if any ;-)

Daniele Passerini ha detto...

Buon 1 Maggio a tutti!
Ormai più che come una festa per i diritti dei lavoratori suona più come una preghiera in ricordo dei diritti ed il lavoro che furono e l'auspicio che possano tornare... tipo le danze della pioggia delle tribù per far piovere dopo una lunga siccità!

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Daniele
Grazie per gli auguri :-)
In effetti, abbiamo il nuovo record di disoccupazione. :-(

Vogliamo parlare un po' di politica, senza fare questione di partiti?
Ecco, per esempio, dato che ultimamente sono molto a contatto con imprese e mediatori edili, visto che sto cercando di vendere un immobile, ho scoperto alcune perle che mortificheranno ancor più il settore. Si badi bene che, in astratto, queste cose potrebbero avere anche una loro ragion d'essere. In astratto! Nel concreto si tratta di un'ulteriore paletto buttato tra i raggi di una ruota che già fatica enormemente a girare ed è una ruota tra quelle più importanti per la nostra economia.

1) Esiste una documentazione standard che è stata adottata da varie amministrazioni (tra cui di sicuro il Comune di San Casciano Val di Pesa, ahimè) per la quale si devono produrre tali e tante carte da far lievitare i costi e i tempi di una progettazione a livelli assurdi. Ma sicuramente saranno tutte cose utili, mica la solita burocrazia, starete riflettendo. Che ne pensate del dover consegnare uno studio riguardante la posizione della Luna a intervalli di un'ora e le conseguenti possibili riflessioni su eventuali superfici riflettenti dell'immobile che si va a costruire, allo scopo di evitare inquinamento luminoso fastidioso? In un perido in cui si cerca di togliere lacci burocratici inutili ad un'economia ingessata, i nostri legislatori hanno partorito questa genialata. In momenti di vacche grasse, potrei FORSE anche capirlo, ma ora? Questo vuol dire essere scollati dalla realtà.
Un altro esempio di una cosa che potenzialmente potrebbero anche aver votato tutti (io non so chi abbia avuto queste folgorazioni, nè chi si sia espresso a favore, magari è solo roba fatta nei sottoscala di qualche ministero per ingrassare sè stesso) è...

2) .... l'obbligo di sminamento. Hai un terreno fabbricativo e vuoi costruirci? Benissimo, ma prima devi fare una ricerca storica per valutare il grado di pericolo, poi far passare con il metal detector una azienda autorizzata e piantare delle bandierine ad ogni segnalazione (scatolame o tappi di bottiglia sepolti, tipicamente) e poi fare intervenire gli artificeri per la rimozione dei 'potenziali ordigni'. Costi e tempi che si dilatano ancora.


Difficile dire che siano precauzioni sbagliate in assoluto. Facile dire che sono eccessive, in particolare in un momento di depressione.
Ovviamente questi sono esempi di come la burocrazia continua a crescere, nonostante le promesse di snellimento e riduzione.

Anche le cervellotiche regole imposte ai frantoi, in realtà agricole dove gran parte dell'olio prodotto è per autoconsumo, spingono i clienti a chiedere di fare tutto 'in nero', non solo per risparmiare qualcosa, ma anche costretti da tutta una serie di adempimenti che diventano insostenibili per realtà di produzione familiari e spesso praticamente hobbystiche.

Ecco, così ho fatto un discorso politico anch'io, ma senza tirare in ballo partito alcuno. Se vogliamo continuare così, ad avere regole su regole e legiferare tantissimo, inutilmente e anzi dannosamente, facciamolo pure. Il bello è che credo non dipenda troppo dai partiti, ma da una macchina perversa che ormai vive di vita propria e che nessuno pare avere la forza di affrontare in maniera decisa e l'ardire di inimicarsela.

Alessandro Pagnini ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alessandro Pagnini ha detto...

Errata corrige: ;-)
un'ulteriore paletto ---> un ulteriore paletto

Alessandro Pagnini ha detto...

Et voilà, le risposton! ;-)

"...Andrea Rossi
May 1st, 2015 at 7:48 AM

BroKeeper:
The ssm is enhanced by the fact that with the control system directing multiple reactors we can obtain a synergy between them using some of the reactors to drive others, where the driving ones ( mouse operation) are less than the cat ones. This way the ssm phases are substantially more that the driving ones. This synergy, obviously, is possible only with big plants ( so far).
I cannot give the numbers, as correctly Steven N Karels anticipated and, also, after consulting Orsobubu, I have to add that what we have now is not the final result, things can worsen substantially in time and the final results could be either positive or negative ( this last phrase could be substituted by F-Something).
Warm Regards,
A.R...."

Franco Sarbia ha detto...

@Alessandro Pagnini
ho cercato inutilmente l'incredibile norma che impone di rilevare la luce riflessa della luna per contenere l'inquinamento luminoso. Sembra uno sceneggiato "ai confini della realtà" degli anni 50. Mi puoi dare qualche riferimento?

Franco Sarbia ha detto...

@Alessandro Pagnini

Ho rilanciato la notizia su Facebook. Questa la reazione di un'amica architetto:
Franco Sarbia: Fabio, ne sai qualcosa? Mi puoi dare i riferimenti normativi?
Ileana Gobbo: Ma ti prego.....non ne ho mai sentito parlare...sicuro non sia una bufala? E dell' inquinamento luminoso dovuto a lampioni, insegne, auto, illuminazione caseggiati, luci del porto ecc? Misuri anche quelli?
Franco Sarbia: Ileana, lo ha scritto un mio amico affidabile su un blog. Gli ho chiesto di darmi i riferimenti normativi. L'assurdità starebbe proprio in quanto hai osservato tu sull'inquinamento luminoso artificiale e sul conseguente spreco di energia. Le superfici riflettenti andrebbero aumentate, invece, per migliorare l'albedo della città e ridurre l'uso dei condizionatori dovuto all'eccessivo assorbimento di energia solare d'estate.
Ileana Gobbo: Ma lo so, e non solo questo, tutto il discorso su isola di calore ecc....ma una normativa simile non mi è mai capitato di applicarla e lavoro da parecchi anni...
Franco Sarbia: Non appena avrò riferimenti certi (se ci sono) ti dirò.
Ileana Gobbo: Grazie ma spero tu non ne abbia ...saremmo nel delirio più totale.

Franco Sarbia ha detto...

@Alessandro Pagnini

Se riesci ad avere dati certi riferiscine anche per quanto riguarda lo sminamento. Credo che neanche in Bosnia esista una simile norma.

Daniele Passerini ha detto...

@Franco Sarbia
Sulla normativa vigente in materia di sminamento ho trovato questo:
http://www.ordinearchitetticomo.it/wp-content/uploads/2013/08/23-04-2013%20SLIDE%20CORSO%20177_12.pdf

Daniele Passerini ha detto...

@Franco Sarbia
Quanto allo "studio riguardante la posizione della Luna a intervalli di un'ora e le conseguenti possibili riflessioni su eventuali superfici riflettenti dell'immobile che si va a costruire, allo scopo di evitare inquinamento luminoso fastidioso", non sono riuscito a trovare nulla.
Ho provato a cercare direttamente nel regolamento urbanistico del Comune di San Casciano in Val Pesa... ma è un vero labirinto, prova a consultarlo e vedrai!
http://www.sancascianovp.net/ambiente-e-territorio/item/2315-regolamento-urbanistico-comunale

@Alessandro Pagnini
Trovaci quella norma, che merita un post quanto il bando della Regione Umbra che ho pubblicato qualche post fa! ;)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Daniele
@ Franco

Allora, quella della Luna è contenuta negli obblighi relativi ad una specie di pacchetto globale di regole che ha un sigla di tre lettere nelle quali dovrebbe comparire, minacciosa, anche una 'E', che temo stia acronimamente per Europeo/a, ma potrei sbagliarmi.
E' un pacchetto di regole che è appena stato adottato a San Casciano e costringerà a presentare vagonate di documentazione, certificazioni e studi vari, alcuni probabilmente sacrosanti, mentre altri al limite della follia.
Ne abbiamo parlato più volte con le persone che mi stanno 'gestendo' (infatti la ditta si chiama 'Gestioni Immobiliari' ;-) ) la vendita dell'immobile con una formula un po' fantasiosa ma che dovrebbe essere efficace. Dubito di poterli reperire fino a Lunedì. Giovedì prossimo è probabile che ci si trovi tutti in Comune a San Casciano, ma comunque guardo se riesco a farmi dare qualche riferimento Lunedì. A me ha sconvolto questa cosa e anche loro erano allucinati. Tra l'altro anche in Comune, quando hanno deciso di adottare quella normativa, non è detto che fossero del tutto consapevoli del casino in cui si stavano infilando, perchè è chiaro che così rallentano anche il PIL (vituperato ;-) ) nella loro zona e fanno anche diventare infelici e parecchio inc@@@@ti, coloro che devono operare nel settore. Insomma un disastro da tutti i punti di vista, sia classici che innovativi :-D

Per lo sminamento, ho dato un'occhiata al tuo link ed è probabile che sia esattamente quello a cui si riferivano e sul quale a quanto pare stanno stringendo le maglie.
Valuatvano che una lottizzazione su un terreno di un paio di ettari, fosse gravata di ben oltre 200.000 euro, per assolvere a quegli obblighi
Ma in effetti, se ci pensi bene, il tutto non è campato in aria (anzi è sottoterra :-D ), il problema è di valutazione 'politica', esattamente come per decidere se finanziare o no le ricerche sulle LENR.

Anche i riflessi della Luna possono dare fastidio, non dico di no.

Certo anche fare una capatina ad Arcetri per farsi rendere edotti sul rischio meteoriti, casomai ci fossero zone a più alta incidenza di cadute.... ;-)

Insomma, la politica intesa non nel senso di bassa manovra o di sterile polemica, ma in quello più nobile di assunzione di indirizzi di governo e valutazione delle opportunità ad essi connesse, deve tenere conto di varie cose. Non mi scandalizzo più di tanto se qualcuno mi dice che la luce della Luna va tenuta presente in progettazione, però il mio voto non lo prende, perchè secondo me sulla Luna ci vive lui e io le redini del governo non gliele do.
Resto del parere che queste cose potrebbero anche nascere 'quasi all'insaputa' del Parlamento o di altri organi legislativi, magari prendendo corpo in fase di stesura del regolamento attuativo. Però solo 'quasi', perchè una base di riferimento deve pur esserci.

Alessandro Pagnini ha detto...

Ho appena spedita questa mail:

"Volevo chiedervi due cose, una pertinente a quello che stiamo facendo e un’altra per soddisfare la mia curiosità.

1) Giovedì a che ora è l’appuntamento in Comune? Ci troviamo lì? Io penso di venire e mi sa che mi toccherà quasi certamente il passare a prendere l’architetto, che con la sua automobile pare abbia un pessimo rapporto.

2) Quella faccenda del dover presentare lo studio dell’illuminazione lunare ora per ora, in che normativa è contenuto? Ne ho fatto cenno con degli amici che sono saltati sulla seggiola, forse anche pensando si trattasse di uno scherzo. Dal momento che purtroppo mi pare di capire non sia così, mi dite dove posso reperire qualche notizia. Stiamo valutando se parlarne su un blog piuttosto seguito, per dimostrare come a volte la realtà della burocrazia superi i limiti delle più sfrenate fantasie, masochistiche nella fattispecie. Chissà che non serva a qualcosa....ma temo di no :-(

Attendo le vostre risposte.

Saluti

Alessandro Pagnini "

Alessandro Pagnini ha detto...

Ah...preciso che per fortuna la mia situazione non è interessata da queste norme. Casomai si pensasse ad un mio 'conflitto di interessi' ;-)
Io devo solo vendere una colonica con qualche modifica interna.

Alessandro Pagnini ha detto...

La prima risposta avuta alla mail è:

" Ciao Alessandro,
Mi sa che ci sentiamo lunedì x i quesiti, per il primo bisogna sentire *******, per il secondo ******
Cmq in tema di burocrazia non disdegnerei neppure la verifica per lo "sminamento" obbligatoria sui cantieri per nuove costruzioni e sue modalità di esecuzione, magari giusta (+/-) ma a 60 anni dalla fine della guerra inserire nel 2013 una legge del genere è quantomeno intempestivo e in linea con lo "snellimento burocratico" per far ripartire l'economia
Buon fine settimana "

Ho già risposto che per lo sminamento ci eravamo già procurati alcuni link.

Come vedete, la posizione di alcuni operatori del settore è equilibrata ed esattamente in linea con le mie considerazioni, ovvero che di per sè si può giustificare quasi tutto e la sicurezza non è da trascurare, ma ci sono delle esagerazioni che paiono inopportune, quando non maniacali.
Lo spesso qui citato e ammirato (giustamente) Tesla, mi risulta avesse manie sull'igiene che gli impedivano di stringere la mano a chiunque. Inoltre al ristorante faceva vedere i sorci verdi ai camerieri, chiedendo un notevole numero di tovaglioli, per usarli una volta sola ciascuno. Insomma, se si esagera con le precauzioni, anche la qualità della vita si deteriora.
Tipicamente, la burocrazia ottiene l'effetto di cercare di regolare tutto e facendolo in maniera a volte confusa e/o inapplicabile, guasta l'esistenza della gente due volte:
Per cercare di capire cosa è richiesto (primo mal di testa)
E per cercare di ottemperare alla richiesta (spesso fuor di misura) una volta che sia stata compresa (cosa non semplice)

La deregolamentazione la ritengo una piccola barbarie, ma i regolamenti devono essere chiari, commisurati alla necessità e al momento. Non si deve vcercare di mettere sempre il 'sedere al muro' per pararselo, inventando obblighi e modalità esecutive inapplicabili, o così indecifrabili che spesso la risposta di un funzionario interpellato su un chiarimento normativo risponde:
"Ah....io che come dice lei si possa fare, non glielo garantisco. Lei lo faccia e poi vediamo, tanto i controlli sono pochissimi. Casomai, potrebbe dire che..... (e qui se il funzionario è in buona ti suggerisce l'escamotage all'italiana per rimediare alla stupidità della norma)"

Silvio Caggia ha detto...

OT
Rossi:
[...] 2- assume that the COP today becomes less than one and we are not able to repristinate it [...]
:-D :-D :-D

Silvio Caggia ha detto...

Lo Pseudo-Igino ci tramanda che Petulantia (Hybris) è figlia della Notte (Nyx) e delle Tenebre (Erebos).

domenico canino ha detto...

@silvio
Rossi non abbocca mai alle provocazioni. Gli sfugge solo quello che vuole. Tentativo nobile, ma inefficace. Rimane solo da dire che passati i 400 giorni senza cataclismi, o incendi o altro, o furti da parte di complotti petroliferi, dovremmo avere la presentazione ufficiale del megaplant. A me non sembra male, saranno quasi 5 anni dal 14 gennaio 2011, quando mi sono appassionato alla vicenda, E si potrà fare un bilancio. Il mio è molto positivo, leggendo voi amici del blog ho imparato moltissimo e mi sono appassionato a sole altre tre tecnologie oltre al Gatto, nel gran mare delle notizie che ci giungono ogni giorno. La pirolisi per riscaldamento edi rifiuti, grazie a Bertoldo e Mistero, la Solar Idrogen degli armeni caliiforniani, grazie a Sterling Allan e la tecnologia di polverizzazione con i tre compressori tangenziali che producono un vortice grazie alle segnalazioni di Mistero. Un tempo frank polifka, oggi altre aziende americane. Pirolisi e vortice sono già sul mercato, ed il pirolizzatore l'ho sperimentato e funziona bene.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
@ Domenico

Rossi sgattatiola...beh...in effetti 'sgattaiolare' mi sembra appropriato :-D
A parte i risultati commerciali, che potrebbero effettivamente ancora essere compromessi, a questo punto quelli scientifici DOVREBBERO essere comunque garantiti e già quelli meriterebbero ampia menzione, ma in azienda devono avergli imposto un certo tipo di profilo, per cui, che egli sia d'accordo o meno, deve mantenere quella linea. Dietro a tutto ciò possono esserci vari motivi, alcuni cari ai negazionisti e altri no (i giochi sono ancora aperrti). Uno tra i tanti potrebbe essere che non vogliono attirare clamore più del necessario finchè non hanno sistemato alcune questioni tecniche e legali (brevetto) e francamente mi sembra tra i più coerenti con quanto ho visto succedere finora. Non puntano al Nobel, questo l'abbiamo capito.

domenico canino ha detto...

puntano solo alla grana; razzi/crozza docet;

Franco Sarbia ha detto...

@Alessandro
recentemente a Genova è stato trovato un ordigno inesploso la cui bonifica richiederà lo sfollamento di un quartiere. Il rischio esiste, ma a settant'anni dalla fine del conflitto dovrebbero essere i comuni a fornire la mappatura delle zone a rischio dopo una indagine accurata e sistematica, senza scaricare su privati l'onere e la responsabilità della sicurezza pubblica attraverso controlli indiscriminati che non competono loro.

Silvio Caggia ha detto...

@Alessandro Pagnini
Zitto che stavolta l'ho fatto sbragare: "The 1MW E-Cat does not have the power to
supply 1 MWh/h of energy without the Rossi Effect. The total power of the resistances is about 250 kW, therefore by Joule effect we can give max 250 kWh/h of energy."
Quindi il COP deve essere stabilmente maggiore di 4 o il customer avrebbe piantato la sua produzione per insufficiente potenza termica...
Ad essere pistinamente precisi visto che IH deve garantire almeno 350 giorni su 400 di buon funzionamento, i primi 50 giorni potrebbe anche non aver funzionato per niente, ma dal 51esimo deve aver funzionato con COP > 4 o lo avrebbero cacciato a pedate. Ed ecco perché Rossi non sa dirti la data esatta in cui finirà il test (da dicembre a febbraio) perché non può prevedere quando saranno passati i 350 giorni di buon funzionamento. Se funziona tutti i giorni bene finisce a dicembre. Volendo fare il cieco dei cappelli: se Rossi avesse cambiato nel tempo il range di fine test dichiarato pubblicamente sapremmo quanti giorni il plant non ha funzionato correttamente... :-)
Ma Rossi sa che sono il cieco dei cappelli ecco perché fa finta di aver perso il conto dei giorni neri: per non farmi calcolare il numero esatto di giorni neri. :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Franco
"...@Alessandro
recentemente a Genova è stato trovato un ordigno inesploso la cui bonifica richiederà lo sfollamento di un quartiere. Il rischio esiste, ma a settant'anni dalla fine del conflitto dovrebbero essere i comuni a fornire la mappatura delle zone a rischio dopo una indagine accurata e sistematica, senza scaricare su privati l'onere e la responsabilità della sicurezza pubblica attraverso controlli indiscriminati che non competono loro. ..."

Infatti, come ho sottolineato anch'io, la cosa non è in assoluto campata per aria, solo che demandare all'edilizia, già in crisi nerissima per vari motivi non ultime le via via crescenti imposte sulla casa, anche questo adempimento, significa 'tirar grucciate allo zoppo'. E come la fai ripartire l'economia se continui a caricare imprese col fiato cortissimo di costi, complicazioni e impedimenti? Si è fatta una battaglia campale sull'art. 18 che certo non era il problema principale per cui le imprese non assumevano e si è lasciata in piedi la mentalità burocratica e cervellotica che da sempre invischia e rallenta ogni italica iniziativa.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
"...Zitto che stavolta l'ho fatto sbragare..."

Ora vado a vedere sul jonp :-)
Comunque, chi vorrà contestare, dirà che il valore RMS ottenuto dalle resistenze, se misurato correttamente e non con un PCE 830 col firmware taroccato (curiosa ma non impossibile ipotesi ogni tanto rispolverata da Nevanlinna) è per l'appunto 1MW.
Il contatore del fornitore di energia è taroccato anche lui, ovviamente dal fido Fabiani, che nottetempo ha divelto e ricostruito i sifgilli, grazie alla collaborazione di un ex falsario napoletano abilissimo incisore. Infine l'arbitro (il referee), per ulteriore sicurezza, è comprato, e qui potrebbe rientrare in gioco la teoria di gio che vede FIAT (e quindi Juventus ;-) ) dietro a Rossi :-D
Dall'ultima ipotesi, da sia pur tiepidissimo tifoso juventino, mi dissocio con sdegno! :-D

I giorni in più, comunque, credo siano tenuti di riserva per guasti e manutenzione. In particolare la sostituzione della carica non sanno ancora se e quando dovranno farla, quindi anche se tutto avesse funzionato perfettamente dal primo momento, potrebbero esserci ancora motivi validi per usare i giorni di riserva.

domenico canino ha detto...

Comincio a preoccuparmi, sono quasi sempre d'accordo con Pagnini; devo andare dallo psicanalista, da feroce attaccante mi sto trasformando in mammoletta...

Alessandro Pagnini ha detto...

"...Comincio a preoccuparmi, sono quasi sempre d'accordo con Pagnini; devo andare dallo psicanalista, da feroce attaccante mi sto trasformando in mammoletta... ..."

Prrrrrrrr ! :-D

domenico canino ha detto...

@silvio
Grande, stavolta sei stato efficace, se ha davvero max resistenze per 250kw e da 1 megawatt termico, allora il cop minimo è quattro; elementare watson; ma io invece penso come Pagnini che il giorno dopo l'uscita ufficiale dei dati del test, annuncio mondiale di Darden, rivelazione del customer, bolletta energia elettrica americana, ci sarà sempre qualcuno che dirà che da qualche parte c'è un tarocco. Perchè si fa tifoseria di pancia, non analisi dei dati, ovviamente da tutte e due le parti.

andrea.s ha detto...

Qualcuno sa chi è 22troll su Cobraf?

P.S. faccio peccato a citare il forum rivale ?

Alessandro Pagnini ha detto...

"... eernie1
May 2nd, 2015 at 9:45 AM

Dear Andrea,
If a customer today orders 100 of the Mw devices, how long would it take IH to ship them complete with technical backup?
Regards. ..."


"... Andrea Rossi
May 2nd, 2015 at 10:29 AM

Eernie1:
Provided the test on course ends up positively, an outsouring system and a manufacturing system has already been organized to be able to sustain the amount of plants that will be ordered. We will manufacture only the confidential parts, outsourcing all the rest.
The development of the manufacturing capacity will be developed proportionally to the actual amount of orders.
Warm Regards,
A.R. ..."

In verità, in verità vi dico, che finalmente Rossi sta cominciando a parlare di una politica industriale credibile. Non c'è più la fabbrica robotizzata da milioni di pezzi, cui mancava solo un po' di software aggiornato alle ultime modifiche per partire in quarta.

Ora c'è un impianto produttivo pronto (va be'...diciamo quasi pronto) per sostenere qualche ordine iniziale, tenendo conto che il grosso del lavoro sarà fornito da terzisti, e ancora non si sa in che tempio, comunque.

Che il nostro giovinotto di belle speranze sia stato fatto rinsavire, non dal gatto Hot, ma dal gatto Tom (Darden)? ;-)

Del resto la barzelletta di quello che donava con disinvoltura al partito ogni cosa che in realtà non aveva, l'ha raccontatat lui, sul jonp! :-)
Anche Rossi, quando ancora aveva in mano solo un progetto traballante e doveva stupire il mondo, era pronto a fornire E-CAT a milioni. Ora che forse gli toccherà fare sul serio, le sparate sono diminuite e di parecchio.

Buon segno, secondo me! :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Andrea S.

"...Qualcuno sa chi è 22troll su Cobraf?

P.S. faccio peccato a citare il forum rivale ? ..."

Mi sono chiesto anch'io chi possa essere quel poverello. Certo che ce ne sono di fissati. Ora che Daniele ha chiuso l'uscio, pur di illudersi di poter trollare qui, vanno a farlo in trasferta, ma con 22passi nel cuore.
Quasi commovente! ;-)

Sarà quello dai mille nick?
Booooh????

Cobraf non lo vedo come forum rivale. Non credo nessuno qui sia geloso. Ci seguiamo a vicenda.

Comunque, tre 'pateravegloria' di penitenza e non se ne parli più! ;-) :-D

Alessandro Pagnini ha detto...

A proposito di Cobraf, vi si legge:

"...Che noia il blog di passerini
Lo ha chiuso alla critica per farci scrivere solo i quattro invasati pro ..."

Di primo acchito si sarebbe quasi portati a condividere una questione posta in quei termini: dove non c'è contraddittorio, non c'è democrazia!

In realtà non è così. Ovviamente qua c'è una concentrazione di 'ottimisti' rispetto a Rossi, ma non è un blog chiuso ai soli pro Rossi. Di certo adesso è interdetto a chi vuole buttare in vacca ogni discussione, o con argomentazioni provocatorie, o riempiendo il blog di interventi con i nick più disparati (anche divertenti, lo riconosco). Quell'atteggiamento conflittuale, non serve al confronto, ma solo allo scontro, a radicalizzare le proprie opinioni, anzichè moderarle e rimetterle in discussione. Il modo in cui si cerca di portare all'attenzione di qualcuno un diverso punto di vista, è importantissimo per avere una speranza che questo possa davvero essere preso in considerazione. Quindi il tipico dileggio, con attacco personale, da qualunque parte venga praticato, non sorte alcun effetto positivo. Far entrare nel blog scettici educati e competenti, come Mario ed altri, che spero si decidano, o ai quali spero che Daniele conceda una licenza speciale per scrivere sotto moderazione (è possibile?), è un arricchimento. Possono farci dubitare, ragionare e, se caso, anche cambiare opinione rispetto a Rossi (e non solo). Confido che anche loro siano parimenti disponibili, almeno in via ipotetica, a fare altrettanto...se caso! :-)

Invece far entrare casinisti della peggior specie, è come mettere i black bloc in un corteo. Non si ragiona più sulle idee e sui dati, o sulle proprie estrapolazioni, ma solo sulla rabbia, sull'orgoglio, sull'indignazione. Una presenza del genere non apre gli occhi, ma li chiude ancor di più.

domenico canino ha detto...

Pagnini for president!

domenico canino ha detto...

Scusami Alessandro se scherzo un pò, ma non avendo più i Troll da sbeffeggiare, scherziamo in famiglia...

Silvio Caggia ha detto...

400 days trial
Goal: at least 350 (Mats says 365) good working days, max 50 (35?) not well working days.

09-Jan-2015 Rossi says: "best scenario could be November 2015/January 2016"

12-feb-2015 Rossi says: "As I said, the tests of the 1 MW plant delivered to our Customer will end between November 2015 and February 2016."

03-may-2015 Rossi says: "Lost the accounting. The test will end between December 2015 February 2016."

Solve the equation calculating:
- when the 400 days test started
- how many not well working days occurred to the plant till 02-aug-2015
- keeping the same good/not well working days ratio in future, will IH succeed or fail the goal contractualized with the customer?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Domenico
"...Scusami Alessandro se scherzo un pò, ma non avendo più i Troll da sbeffeggiare, scherziamo in famiglia... ..."

Ma scusa di che, ci mancherebbe che non scherzassimo un po'! :-)

@ Silvio

Dunque, se all'inizio intendeva il 29 Novembre 2015 e il 31 Gennaio 2016, e ora si riferisce al 1 Dicembre 2015 e 2 Febbraio 2016, direi che ce la dovrebbe fare ;-)

Silvio Caggia ha detto...

Supponiamo che a gennaio 2015 il plant non avesse ancora avuto problemi e Rossi prevedesse la fine ottimistica del test (350 giorni senza problemi) a inizio novembre 2015 e la pubblicazione dei risultati a fine gennaio 2016 (2.5 mesi dopo).
Supponiamo che a febbraio il plant abbia accumulato un paio di settimane di giorni neri così da spostare a fine novembre la fine del test ed inizio febbraio la pubblicazione dei risultati.
Supponiamo che a maggio il plant abbia accumulato in tutto quasi un mese di giorni neri, tali da spostare a inizio dicembre la fine ed a fine febbraio la pubblicazione.
Se Rossi non avesse "perso il conto" e le date indicate a maggio fossero corrette dovrebbe essere messo un tantino male ad aver già utilizzato più della metà dei 50 "giorni cattivi" ed aver prodotto meno della metà dei "giorni buoni". Continuando con questo ratio potrebbe fallire l'obiettivo contrattuale.
La scelta di non sostituire il fuel a 6 mesi potrebbe essere coerente con questa criticità con i "giorni cattivi" che può ancora permettersi.
Le mie risposte sono quindi:
- L'inizio del test sarebbe avvenuto 350 (365?) giorni prima dei primi di novembre 2015 ovvero a novembre 2014.
- Al 2 maggio 2015 avrebbe consumato 30 dei 50 "giorni cattivi" disponibili.
- Fail

La chiave del ragionamento è la costanza del tempo che intercorre dalla fine del test alla sua pubblicazione (2 mesi e mezzo) e la variabilità della data di fine POSITIVA del test (dai 350 ai 400 giorni da fine novembre 2014). Se finisse prima o dopo è perché avrebbe superato i 50 "giorni cattivi" disponibili e quindi fallirebbe gli obiettivi contrattuali.

E' chiaro che in questo test non è in discussione il fatto che l'e-cat funzioni o meno, ma quanto sia affidabile il suo funzionamento, è questo che ne determina la commerciabilità o meno. Poche aziende si potrebbero permettere di usare una tecnologia che farebbe loro risparmiare magari il 95% dell'energia elettrica (con un COP 20) ma che potrebbe bloccare il loro business per più del 12,5% del tempo (50 giorni su 400).

La competizione si giocherà quindi proprio sull'affidabilità, dove IH è avanti anni rispetto ai competitor, non sul COP che ormai (con valori 20-80) ha quasi azzerato i costi diretti dell'energia termica (ridotti del 95%-98%).

CLaudio Rossi ha detto...

@ Silvio Caggia

"Poche aziende si potrebbero permettere di usare una tecnologia che farebbe loro risparmiare magari il 95% dell'energia elettrica (con un COP 20) ma che potrebbe bloccare il loro business per più del 12,5% del tempo"

Secondo me non è la percentuale di inaffidabilità del sistema che può preoccupare la produzione ma l'imprevedibilità delle interruzioni. Deve infatti esistere un sistema alternativo tampone per la produzione di calore che non esponga al rischio di improvvisa mancanza di calore. E questo sistema dovrebbe poter intervenire per il 12% o per il 50% del tempo indifferentemente. Si torna quindi al valore del COP perchè il problema è quello del COSTO medio del calore prodotto dal gatto e dal suo sostituto tradizionale nel periodo in esame.

Silvio Caggia ha detto...

@Claudio Rossi
Dear Andrea Rossi,
Now it's clear to me the meaning of your motto: "positive or negative".
You are not talking about the Rossi effect, that you consider obviously "verified", you are talking about the fulfillment of contractual Service Level Agreements between IH and the Customer.
The Plant needs to produce at least 1MW of thermal power for h24/24 350/400 days using at most 250kW of electric input power!
In other words the plant can't have more than 50 "negative days" over 400 trial test days, right?
The numbers that I extrapolated (I omit the math) from your historical assertions about the customer trial test are that, till now, the plant has produced a bit less that the half of the requested "positive days", but has also produced a bit more that the half of the tolerated "negative days".
In other words, if the ratio negative days/positive days will remain the same, the global result of the test will be negative!
Am I wrong?
Obviously I hope that the second half of the test will have a better ratio, and that all big problems were solved in the first half of the trial test.
Do you have the same hope?
Now it's clear to me that the game is not about COP (with COP 20 you have already dropped the energy cost by 95%) but about reliability of the plant (50 "negative days" over 400 is still not acceptable for many industrial processes!).
In other words, it's no more time of creative thinkers but it's time of engineers...
Reliable Regards

Silvio Caggia ha detto...

@Claudio Rossi
Tu dici che un sistema ibrido sarebbe fattibile ed accettabile?
Pensi che il customer sia attrezzato così?
A che serve allora un test come quello in corso?
Perché preoccuparsi che l'esito possa essere negative?

Alessandro Pagnini ha detto...

"...Tu dici che un sistema ibrido sarebbe fattibile ed accettabile?
Pensi che il customer sia attrezzato così?
A che serve allora un test come quello in corso?
Perché preoccuparsi che l'esito possa essere negative? ..."

Forse sì, ma un minimo di garanzie di affidabilità servono, anche per poter 'credere' nell'usabilità della tecnologia. Mettersi in casa, pagandolo, il prototipo di qualcosa che è poco più di un laboratorio, non è il massimo per un azienda di produzione. Il contratto è quello che hanno sottoscritto, punto e basta!

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
"...
Andrea Rossi
May 3rd, 2015 at 5:35 PM

Silvio Caggia:
Thank you for your assumptions. I cannot disclose contractual clauses that are covered by NDA.
Warm Regards,
A.R. ..."

E ora i 'picciotti' stanno pulendo le lupare! ;-)
Non glieli devi scoprire così, gli altarini. Rossi si accorge di aver parlato troppo, Darden anche e lo punisce picchiandogli col righello sulle mani e alla fine la testa di cavallo nel letto, tocca a te. ;-)

CLaudio Rossi ha detto...

@ Silvio
@ Alessandro

Non conosco ovviamente il tipo di lavorazioni interessate dalla produzione di calore del gattone di Rossi. Ma anche se fosse semplicemente collegato ai termosifoni degli uffici, credo che un sistema tampone affidabile sia assolutamente indispensabile, soprattutto per una nuova tecnologia sperimentale. Di processi produttivi, poi, che possano fare a meno di molta energia sia pure per "soli" 45 giorni l'anno ma senza sapere quando, non ne ho mai incontrati.

triziocaioedeuterio ha detto...

@Caggia

Pura caso che lo megawatt PLANT per 50 gironi all'anno sia in stand by per i più svariati motivi e l'azienda in questione sia costretta a produrre il calore per i suoi processi produttivi con il metodo tradizionale,credo che il vantaggio economico sia cmq rilevante....

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Claudio
@ trizio

Ipotiziamo anche che, oltre a quello in prova, ci sia la opportunità di venderne altri a stretto giro di posta, ma solo se il primo fa bella mostra di sè. Non sarebbero tanto i 50 giorni l'anno, quanto il non aver potuto dimostrare che c'è controllo e conoscenza della tecnologia a interdirne l'adozione. Se pochi mesi dopo aver concluso l'acquisto e magari aver installato un sistema ausiliario in grado di intervenire in caso di guasto temporaneo (ma magari non in modo permanente e/o in modo non economicamente conveniente per un uso continuativo), il megagattone cominciasse a sbarellare e si arrivasse a dire che alla fine si era scherzato? Brutta prospettiva per l'acquirente che poi deve anche farsi restituire i soldi e non è mai facilissimo. Ma certo uno si potrebbe cautelare x contratto. Infatti, mi sa che è esattamente quello che sta accadendo, ovvero il cliente ha detto: "Ok, tu portami l'apparecchio delle meraviglie, diciamo in visione, poi se per i primi 400 giorni funziona almeno per 350, te lo pago, altrimenti o te lo riprendi o si ricomincia per altri 400 giorni, sempre col megagatto in visione e tutto a spese tue (sistema di emergenza, assistenza, riparazioni, ricarica, ecc...) e comunque non do il via ad altri acquisti"
Opzioni di contratto ce ne potrebbero essere anche altre, ovviamente.
Darden, credo che a Padova stesse cercando di capire se c'erano anche altre opzioni tecniche, per stabilizzare, o affiancare, o sostituire la tecnologia di Rossi.
Se Rossi vuol vedere i suoi gatti in produzione, almeno a breve, non deve
fallire questo test.

triziocaioedeuterio ha detto...

Si si d'accordo ma nn si capisce perchè ad un certo punto il megagattone miao debba smettere di funzionare.Io ipotizzo un qualche tipo di guasto che verosimilmente si possa riparare in breve tempo un po' come il motore di una automobile...se si rompe si ripara mica ci vuole una anno...nn so se mi sono capito....e se funziona per 6 mesi funziona poi anche per gli altri 6...magari si dovràintervenire sul fuel ma anche li nn credo ci voglia chissà quanto tempo.

triziocaioedeuterio ha detto...

Quindi per me il positive o il negative è la solita barzelletta alla Rossi.
Piu' che altro secondo me potrebbe dare del filo da torcere l'apparato software che deve regolare il funzionamento sinergico dei vari moduli...ma anche li il problema sarebbe risolvibile...forse i tempi di intervento in questo caso pero' si allungherebbero...

Alessandro Pagnini ha detto...

@ trizio

Ma verrebbe voglia di darti ragione, ma da tecnico prudente preferisco sempre tener presente la legge di Murphy con tutti i suoi numerosi e spesso esilaranti 'corollari'.
Probabilmente, se le cose stanno come dal jonp si riesce a capire e il sistema ha trovato una sua stabilità ed un buon rendimento, dovrebbe andare tutto bene.
Comunque, anni fa, quando fornivamo un sistema di controllo per macchine per la lavorazione dell'oro ad una azienda aretina, mi ricordo che veniva fuori un errore ogni qualche ora, o anche qualche giorno, in conseguenza del quale si disallineava una parte della macchina e dovevano resettarla facendole ritrovare gli zeri. Errori bastardissimi da trovare nel firmware, che avevo fatto io. Per fortuna ebbi l'intuizione giusta, ma con le macchine nuove, non si sa mai cosa si può presentare all'improvviso. Qualche volta neppure con le macchine vecchie, a dire il vero.... ;-)
Io, almeno per scaramanzia, continuerei a dire come Rossi. Devo dire che qui lo capisco in pieno!

pegupe@gmail.com ha detto...

@ Sarbia
Condivido pienamente quanto scritto sia da Franco Sarbia sia da Daniele, tuttavia è imperativo uscire dalla torre d'avorio delle nostre sacrosante convinzioni e affrontare la realtà cercando di modificarla al meglio con i nostri pensieri e le nostre azioni. Il potere corrompe, lo ha sempre fatto, ma senza potere nessuna azione è possibile, questa è la realtà con la quale dobbiamo fare i conti. Alle ultime elezioni ho votato M5S e, come molti, sono rimasto profondamente deluso sulla capacità politica sia della dirigenza padronale (Grillo Casaleggio) sia dalla sudditanza degli eletti in parlamento. Costoro avevano un vastissimo campo di ascolto ancora più vasto del loro elettorato e forse ubriacati dal successo pensavano di essere ad un passo dal prendere il controllo della politica per cambiare la rotta verso quella rovina così tanto auspicata dagli economisti della scuola di Chicago (i famigerati chicago boys). Non si tratta di complottismo planetario. Il mondo va male, non a causa di un disegno strategico di pochi, ma solo a causa di una loro sfrenata avidità che non ha bisogno di alcun piano strategico per divorare tutto ciò che trova sul suo cammino.
Non credo che oggi sia possibile una svolta autoritaria di tipo tradizionale, almeno nei paesi ad economia avanzata. Le svolte autoritarie nei sistemi democratici, se non ci sono interferenze di grandi potenze straniere, non si ottengono con la forza, ma manipolando il consenso, anche se è sempre vero che forza e manipolazione del consenso sono gli strumenti del potere, ma più una società matura nella democrazia, più la forza diretta cede alla manipolazione del consenso. In sostanza voglio dire che, finché avremo la possibilità di esprimere il nostro voto, sta a noi il compito di mandare a casa chi ci governa e non possiamo certamente farlo, abbandonando le urne.
Sono in disaccordo con Sarbia, quando mette in un solo contenitore la Lega, Sel, il M5S, ecc. Ognuna di queste forze, pur avendo i medesimi difetti ed i medesimi pregi, questi, non sono mescolati nella stessa misura. Infatti la Lega nelle forme espressive, ma soprattutto nei comportamenti incarna un elettorato che è forse più autoritario dei suoi stessi dirigenti. Sel invece soffre di un autoritarismo di comodo perché da troppo tempo occupa gli strapuntini del potere e, oltretutto, è seguito da una irrilevante base elettorale. M5S è invece un forte movimento adolescente e come tutti gli adolescenti è spinto da un entusiasmo che non gli permette di distinguere i toni grigi e vede un mondo tutto in bianco e nero. Osservo tuttavia che questo movimento sta maturando verso una direzione più democratica di quella iniziale e questa è una cosa che suscita in me un grande interesse. Certo, potrebbe essere una scelta tattica e furbesca, solo i prossimi sviluppi potranno chiarirlo.

pegupe@gmail.com ha detto...

Caro Sarbia tu sei certo che degenererà perché così è sempre è accaduto a forze di questo tipo e probabilmente hai ragione: probabilmente, non certamente! Se tutti, come te si convinceranno che sarà così, con il nostro pensiero daremo una contributo non irrilevante affinché questo accada per, poi, dire “ ve l'avevo detto”
Io vedo, al di là di tutte le critiche più che corrette che si possono muovere al M5S, che costoro hanno compreso due punti fondamentali che sono alla radice del potere autoritario usando i seguenti anticorpi: limitare la permanenza in parlamento e un fare un controllo costante sull'onestà dei singoli nel rispetto, anche maniacale, delle leggi. Questo secondo punto, nei paesi civili, è un dato assolutamente scontato.
L'aver limitato il mandato a solo due legislature è ciò che vedo di veramente nuovo in questo movimento: tutto il resto, come direbbe Franco Califano, è noia. Se poi, come è possibile, questo semplice principio sarà contraddetto dai fatti, non avrò alcun problema a togliere il mio sostegno per dirigermi altrove. Sempre, in ogni caso, sceglierò ciò che riterrò meno pericoloso.

Franco Sarbia ha detto...

@pegupe@gmail
hai ragione non si possono mettere sullo stesso piano SEL, M5S e Lega. Dovessi esprimere un giudizio sulla loro "natura democratica" esprimerei le mie preferenze nell'ordine della frase precedenze. Tuttavia non sono in grado di giudicare il loro effettivo stato attuale e ancor meno le loro potenzialità. Mi auguro di cuore che la fiducia tua e di Daniele sul processo di maturazione in atto nel Movimento Cinque Stelle trovi positiva conferma e alimento nelle forze sane che sta animando. A dispetto delle premesse.

Franco Sarbia ha detto...

@Alessandro Pagnini,

ricordati il riflesso della luna: è giusto piena in questi giorni.

pegupe@gmail.com ha detto...













Inoltro alcune considerazioni che ritengo importanti espresse da un valente e caro amico che al momento, per ragioni personali, preferisce non ufficializzarsi nel blog. Ovviamente ho avuto il suo permesso ad inserire il suo pensiero.



Olivetti, Cucinelli, per una società più umana e quindi giusta, siamo Uomini, non bestie.










Da anni , il giornale di Como, "La Provincia", organizza , con l'arrivo della  Primavera, un ciclo di incontri, rappresentazioni teatrali ed artistiche in generale, su un tema particolare .

Tutti gli eventi sono ad ingresso libero, e di solito sono estremamente interessanti in un panorama grigio come quello della mia adorata città, che come per il resto d'Italia , ha dimenticato la sua grandezza ....
Tra i protagonisti di quest'anno c'è stata la storia di Adriano Olivetti e l'incontro pubblico con Brunello Cucinelli, l'imprenditore del cashmere, tanto simile a quello  di Ivrea .

Tra l'altro, neri mesi passati, il canale RaiStoria se ne era occupato ripercorrendo la parabola di Olivetti sull'onda della fiction interpretata da Zingaretti .

Olivetti e Cucinelli hanno in comune questo : mettere l'Uomo al centro, l'Uomo come fine non come mezzo.

L' Uomo, posto al centro , inevitabilmente trasforma i lavoratori da macchine-bestie, a soggetti pensanti ed intelligenti , quindi i lavoratori sono valorizzati nel loro essere persone, con ricadute sicuramente positive sulla società .

Per creare lavoro dobbiamo partire da questa idea : mettere l'Uomo, con il suo bagaglio di vissuto, di conoscenze, al centro dello sviluppo, come una chiave di volta . Abbandonare una volta per tutte, la superata concezione Fordista dell'uomo- ingranaggio e la concezione materialista che c'è alla base .

Simone Veile l'aveva capito con grande anticipo, come la Scuola di Francoforte, come Hannah Arendt, ed anche da visionario profeta quale era, diversi decenni prima, Giuseppe Mazzini . E' la concezione materialista dell'Uomo che deve essere abbandonata .

Occorre conoscenza, innovazione generatività (mi piace molto di più del termine creatività), tornare ad amare la complessità, valorizzare il nostro patrimonio culturale, ma non come un qualcosa collocato nel passato, bensì in un non-tempo, perché tutto ciò che l'Uomo realizza esprimendo il meglio di se stesso è eterno .
Ed invece si sente una retorica vuota sulla bellezza ("la bellezza salverà il mondo", ma provocatoriamente mi chiedo, continuando a comportarci da bestie fordiste, se il mondo salverà la bellezza.....), senza uno straccio di idea .
Vorrei tanto che di questo tema si parlasse in televisione o in rete . Ed invece non se ne discute mai , mai, mai.
Occorre guardare la realtà con occhi diversi per poterla decodificare e comprendere .
Abbiamo bisogno di questo atteggiamento , mettendo non più la ricerca del massimo profitto come base di partenza, bensì la consapevolezza della nostra Umanità.

Sbaglio ? In tal caso , correggetemi per favore .

Mi viene in mente Munch e il suo quadro : "L' Urlo", anche lui da artista, quindi persona molto, molto sensibile, aveva preconizzato che la perdita della nostra Umanità per la rincorsa al denaro come fine, non come mezzo, e il relativo consumismo ci avrebbe provocato enormi sofferenze.....

Tutto è diventato commerciabile, negoziabile , anche il lavoro , e questo , è , ad esempio, per me , l'aspetto più negativo del jobs-act (ti do i soldini e tu te ne vai, licenziato e contento...)

Spero di essere stato chiaro e perdonatemi se vi ho annoiato .

Daniele Passerini ha detto...

@pegupe
Caro Guglielmo, sfondi la proverbiale porta aperta. L'azienda di Cucinelli è a Solomeo (PG), nel limitrofo Comune di Corciano, a pochi km da dove abito. Se tutti gli imprenditori fossero sensibili e illuminati come lui il mondo sarebbe molto molto molto migliore.

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails