Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

venerdì 5 dicembre 2014

Andrea Rossi e Brian Ahern, da colleghi a competitors?

Una delle rare foto di Brian Ahern scaricabile dal web.
Ieri sul JONP è apparso pressoché in sordina - cioè su un vecchio post del 12 agosto 2011 - uno scambio molto interessante tra andreino, un lettore di 22 passi, e Andrea Rossi. Ringrazio andreino di averci tempestivamente informato.

andreino
December 4th, 2014 at 7:12 AM
Dear Dr. Rossi,
recently you said that one of your competitor has replicated a lenr device.
Is that one much more similar to the e-cat or the hot cat or something else? Are the COP similar ?
Thank you 
Andrea Rossi 
December 4th, 2014 at 7:26 AM
Andreino:
I am referring to the work of Brian Ahern.
Warm Regards,
A.R.

Che Brian Ahern fosse da tenere d'occhio, era noto da un pezzo tra chi segue la "corsa alle LENR" con attenzione. Vediamo per esempio cosa si è scritto in passato di Brian Ahern qui su 22 passi.

Cominciamo dal 23 luglio 2011, allorché pubblicai in diretta sul blog (Diretta convegno da Viareggio) gli interventi del convegno sulla Fusione Fredda organizzato a Viareggio da Vessy Nikolova (autrice tre anni dopo della biografia di Andrea Rossi). Ecco quello che riportai di quanto Francesco Celani disse a proposito di interessi militari sulla fusione fredda:
18.12 - L'interesse militare sembra giustificato soprattutto dalla possibilità di produrre trizio a costi molto bassi tramite la fusione (il trizio viene utilizzato per mantenere operative le testate termonucleari). 
18.08 - Celani prende atto che i migliori ricercatori del settore finiscono col lavorare in laboratori militari (Los Alamos, Naval Research). Per questo viene naturale pensare che le campagne di denigrazione contro la fusione fredda da una parte, e gli investimenti militari sulla fusione fredda dall'altra siano due facce della stessa medaglia. 
18.01 - Anche Arata dal 2005 ha iniziato a utilizzare insieme a Pd e Zr anche il Ni. Queste ricerche sono state riprese negli USA da Brian Ahern che ha ottenuto 8W attorno a 500°C.
Il 10 ottobre 2011, nel post Sfida al vertice italico dei negazionisti dell'E-Cat esordivo così:
Basta leggere gli ultimi commenti pervenuti a uno dei precedenti post per constatare come si stia aprendo una acerrima battaglia di brevetti e annunci, senza esclusione di colpi, tra Andrea Rossi, Defkalion, Francesco Piantelli (e aggiungerei Brian Ahern in USA), per il possesso della tecnologia del reattore Ni-H.
Il giorno dopo portavo l'attenzione su come proprio Brian Ahern - avvalendosi dei pronti megafoni di S. Krivit - si dimostrava solertissimo (ma altrettanto poco efficace) nel contestare il test pubblico fatto da Rossi pochi giorni prima... The Battery of the E-Cat!

Ma attenzione, cinque settimane dopo, il 17 novembre, in un'intervista fatta da Maurizio Melis, Brian Ahern non sembrava più tanto scettico su Rossi, sembrava piuttosto un competitor impegnato a inseguirlo (Mr Kilowatt e Brian Ahern):
Mr Kilowatt: Tra coloro che stanno cercando di replicare l'esperimento di Rossi c'è Brian Ahern, un ricercatore indipendente ma molto considerato dalla comunità di coloro che si dedicano allo studio di queste reazioni nucleari a bassa energia, che alcune settimane fa ha affermato di essere riuscito ad ottenere una produzione di energia autosostenuta, cioè senza un input esterno, a partire da delle polveri che contengono al loro interno più o meno gli stessi "ingredienti" che utilizzerebbe Rossi. Ascoltate: 
Brian Ahern: Avevo a disposizione delle nanopolveri nel laboratorio nazionale dell'Iowa. C'è un solo posto in questo Paese in cui si può disporre di queste polveri. Le abbiamo messe in un contenitore e le abbiamo trattate riscaldandole fino a una temperatura di 400 gradi. La potenza media delle polveri era più alta di quanto mi aspettassi, fino a 90-95 watt. Ma questo non ha nulla a che vedere con i risultati di Rossi. Stiamo lavorando sugli stessi materiali, ma i suoi risultati sono molto migliori. 
Mr Kilowatt: Come sono costituite queste polveri? 
Brian Ahern: Il materiale è costituito da Zirconio, Nickel e Rame. Riscaldando lo Zirconio con l'aria, questo diventa una specie di ceramica creando delle piccole isole, e circondando la parte di nickel creando una struttura che può essere paragonata ad un "panino farcito". C'è un elemento speciale che non conosciamo, perché loro non ce l'hanno spiegato. Io sto provando diversi elementi per vedere se riesco ad aumentare l'effetto. I risultati di Rossi erano molto migliori. Io spero di riuscire a trovare il materiale giusto.
Sempre il 17 novembre 2011 su E pur si muove, la fusione fredda! riportavo le seguenti frasi di Francesco Celani:
È notizia recente, Ottobre 2010, che anche il Gruppo del Prof. Brian Ahern, in collaborazione con i Laboratori AMES (USA), è riuscito non solo a riprodurre i risultati di Arata (e successivi della Toyota) ma addirittura a migliorarli con un materiale basato su un composto ternario (ZrO2_65%-Ni_30%-Pd_5%) originariamente sviluppato (nel 2005) proprio da Arata.


È stato quindi risolto, una volta per tutte, il “dramma/tabù” della “Fusione Fredda” riguardo la cosi-detta riproducibilità, o meglio dire, irriproducibilità trasferita.
E sempre lo stesso giorno usciva su e-catsite.com un post intitolato Un rivale di Rossi renderà pubblici i suoi risultati sulla fusione fredda/ LENR che il 23 novembre 2011 riportavo su 22 passi ( (Un articolo da e-catsite.com):
Lo scienziato Brian Ahern, dell’Ames National Laboratory parlerà dei risultati e della sua teoria sulla fusione fredda/LENR* il 7 dicembre a New York. Ahern ha lavorato di recente con il gruppo del Dr. George Miley all’Università dell’Illinois con esiti — come riportato sulle pagine di questo sito — in continuo miglioramento. Ahern ha procurato i nanomateriali adoperati negli esperimenti di Miley.
Secondo Ahern, “nel 1995 abbiamo fatto una scoperta di prim’ordine e fondamentale nel campo delle proprietà dei nanomateriali. La cosa è quasi del tutto ignota alla maggior parte dei tecnologi. Tutti i materiali elaborati entro particolari tolleranze mostrano modalità di vibrazione molto diverse da quelle di ogni altra aggregazione della materia. QUESTO FORNISCE UNA SPIEGAZIONE CONCISA ALLE DINAMICHE BIOENERGETICHE CHE SI OSSERVANO IN TUTTI GLI ASPETTI DELLA NATURA”.

“Nelle scorse otto settimane, sono rimasto folgorato da una nanotecnologia di ordine superiore, che avvincerà anche gli avversari più accaniti della LENR. Credo che tutta le LENR non siano altro che una nuova e inaspettata forma di nanomagnetismo”.

Per fonti delle citazioni e approfondimenti, si veda questo link.

È interessante notare come Ahern sia stato negli ultimi tempi uno dei massimi critici di Andrea Rossi, da lui accusato di frode in più di una occasione sulle pagine del New Energy Times. Sono accuse singolari, se si pensa che provengono da un individuo che ha lavorato a una tecnologia simile e si prepara ad annunciarla al mondo. Molte ipotesi sono state fatte sul perché Steven Krivit di New Energy Times abbia dato spazio alle accuse e abbia permesso che venissero riportate sulla pagine del suo blog. [...] 

Tuttavia, trovo che i recenti tentativi da parte di Krivit e Ahern di gettare discredito su Rossi siano riprovevoli e inopportuni, indipendentemente dal contesto e forse proprio in virtù del medesimo. Mi ricordano i tentativi di Edison di screditare Nikola Tesla nella "guerra delle correnti elettriche" tra l'Ottocento e il Novecento. Si spera che in questo processo non verranno folgorati né elefanti né cani, cosa per la quale Edison ottenne una notevole notorietà nel corso della "guerra delle correnti elettriche". Rossi ha dato del "serpente" a Krivit, riferendosi ai tentativi di quest'ultimo di denigrarlo da luglio in poi, e queste sue affermazioni devono essere valutate in tale contesto.
Arriviamo al 30 gennaio 2012. Nel post Il carteggio AG-DP scrivevo:
A dispetto della loro apoditticità e come avevo preannunciato mesi fa, scienziati della NASA hanno dato prova dell'interesse per le LENR del loro ente, che è entrato nella competizione dei brevetti accanto a Rossi, Piantelli, Ahern, Defkalion e chissà quanti altri. La stessa National Instruments è sempre più coinvolta nello sviluppo dell'E-Cat, ben più che da fornitrice di apparecchiature di raccolta dati e controllo.
Il 2 aprile 2013 portavo nel blog un nuovo articolo scientifico di Celani fresco di pubblicazione, Experimental Results on Sub-Micro Structured Cu-Ni Alloys..., il cui abstract iniziava così:
In the framework of those studies aimed to analyze anomalous effects (thermal and/or nuclear) due to the interaction among some specific materials (pure and/or alloys) and H2 (or D2), we focused, since 2011, on a specific alloy called Constantan (Cu55-Ni44-Mn1). We selected such material using our own considerations and intuitions and because, according to a scientific paper [1], it has the largest energy value for dissociation of H2 to 2H, i.e. about 3eV. Among others B. Ahern suggested that Ni-Cu-H can be used for heat generation.
Successivamente il 15 agosto 2013 pubblicavo un ulteriore sviluppo arrivato da Francesco Celani: Further progress/developments, on surface/bulk treated Constantan wires, for anomalous heat generation by H2/D2 interaction.
Cari Colleghi,
Vi trasmetto copia della versione COMPLETA della mia presentazione a ICCF18.
La versione precedentemente spedita era stata "depurata" della parte iniziale riguardo le complesse considerazioni "teoriche" sulla "energy localitation", a partire da E. Fermi (LANL-USA) nel 1954.
Al Fermi avevano fatto seguito i modelli di Brian Ahern (DARPA-USA) ed, in maniera completamente indipendente, Yoshiaki Arata (Univ. Osaka, Giappone).
Il tutto è stato integrato con gli esperimenti originali del Nobel Irving Langmuir sulla dissociazione e ricombinazione dell'Idrogeno (dal 1908).
Il nostro è stato, molto più modestamente, un lavoro di "unificazione" di quanto era già in" nuce", suffragato da prove sperimentali (da potenziare ulteriormente).
Ovviamente, il fatto di aver lavorato per circa 24 anni, senza pregiudizi e con estrema onestà intellettuale, nel campo "storico" della "Fusione Fredda", ci ha agevolato in tale complesso compito.
Il 23 settembre 2013, in S.P.Q.F.F dopo avere citato vari endorsement e brevetti sulla fusione fredda scrivevo:
Tutto questo per citare solo grandi enti/aziende scesi in campo nella "corsa all'oro" della fusione fredda, perché naturalmente sono in lizza anche i vari brevetti di Rossi, Piantelli, Celani, Ahern, quello finlandese della Etiam e tanti altri che navigano sotto il pelo dell'acqua.
Infine il 14 ottobre 2014, concludevo così la mia presentazione all'articolo Strategic Impacts of Breakthrough Energy Technologies di Daniele Poponi:
Detto in parole mie, la partita resta aperta non - come vorrebbero fare credere i patoscettici - sull'opzione che le LENR esistano o meno, ma solo su questa domanda: è giunta l'ora del possibile utilizzo delle LENR (dagli usi militari fino alla commercializzazione diffusa) per ottenere energia a bassissimo costo? 
È da gennaio 2011 che bramiamo una risposta. Tanti altri se lo chiedono sin dal 1989!
Rossi, Celani, Piantelli, Mills, Hagelstein, McKubre, Ahern ecc. (e aggiungo pure Darden e Olofsson): accelerate il passo per favore, l'umanità aspetta! :-)
A questo punto ho un regalo per chi ha avuto la pazienza di leggermi fin qui, una indiscrazione che ho raccolto sin dal 2011 - da una fonte appartenente al mondo della ricerca LERN - e che ho tenuto per me (e pochissimi amici) fino a questo momento.

Secondo il mio informatore, prima di tornare in Italia e cercare Focardi, Andrea Rossi aveva lavorato per un certo periodo proprio insieme a Brian Ahern nel medesimo laboratorio USA. Aggiungo (ma questa è solo una mia supposizione) di sospettare che potesse trattarsi di un laboratorio militare/governativo. 
Come sappiamo Rossi presentò a Focardi qualcosa di così strabiliante da convincerlo a mollare definitivamente Piantelli e imbarcarsi in una nuova strada con un personaggio discusso quale Rossi già allora era. 
Lo stesso Ahern deve avere avuto una parziale idea del know how portato da Rossi in Italia e, dopo anni di tentativi, sembrerebbe essersi molto avvicinato al traguardo se lo stesso Rossi ora lo considera il suo principale competitor.

Per correttezza vi informo che a suo tempo chiesi a Rossi se fosse vero che negli USA avesse lavorato fianco a fianco con Brian Aher nella ricerca sulla fusione fredda: beh, me lo smentì categoricamente definendola una sciocchezza. Ma chissà... 
Arriverà a questo punto una analoga smentita da parte di Brian Ahern?

172 : commenti:

Paul ha detto...

Rossi conosce certamente molto bene i suoi competitori.
Ai tempi della Defkalion, quando sembrava che l'Hyperion fosse un prodotto reale e funzionante, Rossi disse, stranamente, che invece era una scatola vuota. Aveva le sue buone fonti.
Oggi che definisce Ahern un competitor vuol dire certamente che costui ha fatto passi molto importanti nella realizzazione di un generatore di calore con COP>1 paragonabile a quello di Rossi.
Non sappiamo tuttavia se il reattore di Ahern abbia già superato la fase di laboratorio e sia già pronto per essere industrializzato.
Conosciamo invece ciò che dice Rossi del proprio impianto da 1MW.
Le informazioni che fornisce su JoNP sono molto scarne, ma sufficienti per darci un'idea di ciò che sta succedendo.
Peccato che i tempi debbano essere così' lunghi; lui parla di circa un anno.
I problemi tecnici che stanno affrontando devono essere certamente moltissimi, ma pare che stiano andando avanti bene.
Il suo impianto è stato paragonato alla "Ford T". Alla fine l'America fu invasa dalle auto Ford T, tutte uguali, tutte nere, e tutte correndo qua e là. E da tale esperienza si sviluppò l'industria automobilistica di massa.
L'impianto da 1MW servirà come "generatore" di esperienze scientifiche e tecnologiche, che saranno utilizzate per lo sviluppo di massa in una fantastica, incredibile e non prevedibile varietà di forme, potenze e applicazioni. Ne vedremo delle belle!

carloluna ha detto...



http://www.slideshare.net/ecatreport/ahern-lenr-theories

Dove Ahern spiega come la natura riesca ad eludere il secondo principio della termodinamica passando dall'entropia alla Sintropia

triziocaioedeuterio ha detto...

Nanomagnetismo..eheheh...non c'è fusione dei nuclei se non a latere della reazione principale!!!

carloluna ha detto...

sul concetto di sintropia

http://www.sintropia.it/italiano/sintropia-introduzione.pdf

nemo ha detto...

Ecco, vi metto questo sulla gravità quantistica...
Prima o poi si trovaranno pure le spiegazioni teoriche
https://www.dropbox.com/s/l844kzvpx6fkalt/QuantumGravity.pdf?dl=0

nemo ha detto...

Una foto di Einstein ed Oppenheimer tratta dalla pagina di Face Book dell'Institute for Advanced Study, Princeton, NJ, USA.

"Throwback Thursday: December 1947

Albert Einstein tells J. Robert Oppenheimer about his newest attempts to explain matter in terms of space."

https://www.facebook.com/InstituteforAdvancedStudy/photos/a.389124151107504.95000.347067291979857/922794804407100/?type=1

gio ha detto...

@daniele

Complimenti........post molto molto interessante

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Daniele
"....Per correttezza vi informo che a suo tempo chiesi a Rossi se fosse vero che negli USA avesse lavorato fianco a fianco con Brian Aher nella ricerca sulla fusione fredda: beh, me lo smentì categoricamente definendola una sciocchezza. Ma chissà..."

Secondo me formalmente potrebbe avere ragione Rossi. Può darsi che non stessero lavorando in tandem sulla FF. Se Rossi avesse lavorato in un laboratorio non suo, ottenendo in quello determinati risultati per i quali era 'assunto/incaricato', credo ne vincolerebbe di molto anche la proprietà degli stessi. E' probabile che Rossi si sia imbattuto in qualcosa che poteva non essere l'oggetto primario della sua ricerca, o almeno non era quello che diceva di star facendo in quel momento. Non credo che Rossi fosse stato ingaggiato per creare un dispositivo a FF o per ricerche sulla stessa e probabilmente neppure Ahern. Mi viene da supporre che Rossi avesse già in testa (fin dai tempi del carcere, dice) di scandagliare quel filone, ma che la cosa se la sia tenuta piuttosto segreta, cercando di arrivarci seppur nell'ambito di un diverso impegno lavorativo, nel corso del quale, magari, potrebbe aver avuto forme di contatto/collaborazione con Ahern, il quale a sua volta potrebbe quindi essersi fatto un'idea su che cosa Rossi avesse in testa e sul suo banco di lavoro, in quel periodo.

Andreino75 ha detto...

Sono rimasto stupito dalla volontà di Rossi di essere molto preciso nel mettere in evidenza Ahern. Sinceramente mi aspettavo una risposta molto piu' generica, anzi sinceramente non mi aspettavo nemmeno una risposta ! Se l'ha fatto ci sarà un motivo.
Vedremo, intanto ringrazio Daniele per l' articolo.

Alessio da Pisa ha detto...

.......speriamo...con tutto il cuore.....e comunque sembrerebbe che il dilemma sia se sfruttarla militarmente e/o poi industrialmente e non sul fatto che esista o meno !!!! Belle cose.....mi servirebbe un generatore portatile per i cantieri che non mi ciucci taniche di benzina o gasolio al giorno !!!! Mamma mia......

LUCA B ha detto...

Il resoconto non fa una piega. Mi è sembrato come costruire un puzzle.
Quindi Rossi, secondo Daniele, fece la mossa di avvicinare e conquistare Focardi, per poter avere dalla sua parte un nome spendibile di rilevanza internazionale per quanto riguardava la fisica teorica, ma di fatto aveva già in mano la "materia prima"?

SPAXIO ha detto...

@LUCA B

Sergio Focardi non è stato un Fisico teorico ma sperimentale

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Daniele
@ Andreino
Ma quello scambio è avvenuto sul Jonp? Non riesco a trovarlo....

LUCA B ha detto...

Ops...ero convinto di aver scritto....sperimentale.
Spaxi0.....grazie della correnzione.

Gio2 ha detto...

Molto interessante!!

http://www.journal-of-nuclear-physics.com/?p=866
Ciao

triziocaioedeuterio ha detto...

Credo che entro questo secolo se va tutto bene si getteranno le basi teoriche di un nuovo tipo di fisica che non conosciamo e che "permetterebbe" a ET ,come sostiene la Royal Astronomical Society,di bypassare le distanze interstellari ed arrivare sono a qui.nel 22simo secolo si ingegnerizzera' un propulsore all'uopo.
Nel 23 esimo secolo avremo già visitato molti mondi extra solari.
A noi c'ha detto male...per un paio di secoli siamo ancora ancorati quaggiù:(

MISTERO ha detto...

Così tanto per ricordare...
Un bel post di Hermano Tobia "nanomagnetismo" 30 Settembre 2012:
https://fusionefredda.wordpress.com/2012/09/30/nanomagnetismo/

Un interessante commento di Rossi:
Yes, we are working on that too. At the moment we are oriented toward a classic Carnot Cycle assembly, even if we are looking with curiosity to all the alternatives. The production of electric power with the Carnot Cycle goes together with the R&D we are making with the gas as a fuel, for obvious reasons.

Come mai ora parla di Ciclo di Carnot??
Daniele, non è che per caso Rossi scrive anche qui?

p.s. ottimo post Daniele complimenti..:-)

MISTERO ha detto...

Ho trovato questo curioso commento su Ahern, non conoscevo questa storia, ma se fosse vera...
Avete mai letto o sentito l'aneddoto di Ahern in cui un certo tizio chiamato Manelas, nello New Hampshire (eh sì), avrebbe al tempo ideato un dispositivo LENR-like che aveva retrofittato alla sua automobile e da cui Ahern non è mai riuscito a capire il funzionamento esatto? E che questo Manelas ad un certo punto avrebbe sofferto di un aneurisma celebrale, è rimasto debilitato per un lungo periodo da cui solo in tempi recenti si sarebbe iniziato a recuperare? Mi sono sempre chiesto se questa inverosimile storia, se non fosse per chi la racconta, non sia in realtà una metafora per definire Rossi con il suo prototipo di E-Cat ed i vani tentativi di Ahern di capirne il funzionamento.

Scrivevo:
http://22passi.blogspot.com/2014/11/la-macchina-del-fango-contro-le-cat-non.html?showComment=1416842277196#c7480125745320962331



MISTERO ha detto...

Che sia questo il retrofit di cui Ahern non capiva il funzionamento?

http://www.nexusedizioni.it/it/CT/pantone-questo-sconosciuto-di-armando-de-para-533b2be6b359c

@Daniele che ne pensi?

Franco Sarbia ha detto...

A proposito di flashback. Vi ricordate la lettera con la quale Luciano Saporito nel maggio 3013 chiedeva a Rossi di accontentarsi del Nobel e di farsi da parte affinché della realizzazione della sua invenzione in tempi rapidi si potessero occupare altri per il bene dell'umanità?
http://alessandrosicurocomunication.com/2013/05/25/la-fusione-fredda-italiana-funziona-ci-credono-tutti-tranne-gli-italiani-che-devono-deciderne-lutilizzo-e-lo-sfruttamento-lo-dichiarano-sempre-piu-fonti-autorevoli/
Questa fu la mia risposta.
MAGGIO 28, 2013 ALLE 1:00 PM RISPONDI
Caro Luciano Saporito, trovo la sua richiesta ad Andrea Rossi fondata e sviluppata sulla base di due menzogne che non fanno onore alla sua intelligenza ed a quella dei suoi lettori. In primo luogo lei esplicitamente attribuisce ad Andrea Rossi la colpa dei ritardi nella diffusione della tecnologia, come se questi non fossero invece esclusiva responsabilità degli organismi preposti alla tutela della proprietà intelettuale delle invenzioni: ostinati, per ignoranza e cattiva coscienza, a non riconoscere l’urgenza di liberalizzare, attraverso il brevetto, la diffusione di una innovazione determinante per lo sviluppo sostenibile della vita umana sul pianeta Terra. La seconda mistificazione riguarda l’ipotesi che l’Ing Rossi si faccia da parte, si accontenti del Nobel, perché qualcun’altro assicuri meglio di lui il processo di sviluppo, industrializzazione e diffusione della nuova tecnologia.
Chi sarebbero questi disinteressati benefattori dell’umanità? Il mondo accademico che ha sistematicamente cercato di coprire di ridicilo gli sforzi di Rossi, come già fece nei confronti di Fleischmann e Pons? La grande industria del settore energetico che potrebbe ben dare un impulso decisivo alle capacità d’investimento di Rossi, semplicemente acquistando e diffondendo i suoi prototipi a livello globale, oppure offrendogli un accordo di collaborazione al quale non possa sottrarsi?
Gli uni se ne guardano berne dal legittimare Rossi, anzi fanno e faranno di tutto per massacrarlo, perché perderebbero miliardi di euro dedicati alla ricerca sul nucleare convenzionale e alla fusione “Calda”, gli altri perché verrebbe meno la ragion d’essere degi interessi finanziari speculativi e di dominio politico associati al mercato dei combustibili fossili. I soggetti che sono i veri responsabili dei ritardi nella tutela dell’invenzione di Rossi hanno una concezione dello sviluppo del mondo basato su tecnologie che solo gli stati o i grandi gruppi finanziari possono dominare. Non s’è accorto che Rossi ha scelto di sviluppare, invece, sistemi che potrebbero essere acquistati e utilizzati con profitto da un singolo condominio, o scuola o ospedale, di qualunque paese del mondo, con una concezione intrinsecamente “democratica”, partecipativa ed egualitaria dello sviluppo economico sostenibile, associata ad un programma di riqualificazione ambientale di terra, acqua e suolo e di contrasto all’effetto serra?
Se davvero lei fosse interessato a sostenere lo sforzo di Rossi, non dovrebbe andare in giro a pubblicare appelli dei quali beneficerebbero solo i suoi competitori o detrattori e che hanno il solo effetto di farlo apparire, addirittura, meschino resposabile del protrarsi della crisi mondiale.
Cordiali saluti.
Franco Sarbia

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Franco
"...Gli uni se ne guardano berne dal legittimare Rossi, anzi fanno e faranno di tutto per massacrarlo, perché perderebbero miliardi di euro dedicati alla ricerca sul nucleare convenzionale e alla fusione “Calda”, gli altri perché verrebbe meno la ragion d’essere degi interessi finanziari speculativi e di dominio politico associati al mercato dei combustibili fossili. I soggetti che sono i veri responsabili dei ritardi nella tutela dell’invenzione di Rossi hanno una concezione dello sviluppo del mondo basato su tecnologie che solo gli stati o i grandi gruppi finanziari possono dominare. Non s’è accorto che Rossi ha scelto di sviluppare, invece, sistemi che potrebbero essere acquistati e utilizzati con profitto da un singolo condominio, o scuola o ospedale, di qualunque paese del mondo, con una concezione intrinsecamente “democratica”, partecipativa ed egualitaria dello sviluppo economico sostenibile, associata ad un programma di riqualificazione ambientale di terra, acqua e suolo e di contrasto all’effetto serra?.."

Da Rossi non mi aspetto moti di disinteressata umanità, nè mi interessa qualificarlo come un filantropo. Tuttavia trovo Rossi estremamente utile, magari pure suo malgrado e quanto ho riportato del tuo intervento, lo condivido assolutamente. Che lo facciano per un motivo o per un altro, l'importante è che a IH risolvano i problemi che ancora paiono affliggere la stabilità del sistema, che non vengano troppo frenati (temo siano inevitabili certe 'tutele') e che non si frenino da soli per puri calcoli economici. Una bella terna di desideri da mettere nella lettera di Babbo Natale, nel quale, come avrebbe sottolineato Cimpy, noi tutti ovviamente crediamo ciecamente ;-)

AleD ha detto...

@Alessandro Pagnini
"
l'importante è che a IH risolvano i problemi che ancora paiono affliggere la stabilità del sistema
"
rossi enne volte ha lodato il suo tema in ih, ha mai accennato quante gente c'è? Io non so perché vedo: lui, il fabiani come informatico/elettronico, e un idraulico del posto per il montaggio, totale 3 persone.
Oh, stanno a ravanare anocora con roba del 2011! Devono prendere gente più in gamba altrimenti non ne escono, ammesso che ne possano uscire ovvio.

Gio2 ha detto...

Voi che siete esperti, cosa ne pensate di Blacklight?
Ciao

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Robbins ha detto...

>>> altrimenti non ne escono,

Ovvio. Perché non ne escono? Perché Rossi per interessi e vanità (problemi con la storia Petroldragon) vuole poter dire al mondo che ha fatto tutto da solo.

Sempre che non si tratti di un complesso ed elaboratissimo bidone.

sono solo un misero test ha detto...

@gio2

- nessuno qui è esperto; impossibile essere esperti di qualcosa che non hanno ancora inventato
- per capire se una caldaia scalda, non serve un esperto. basta che sai leggere un contatore dell'enel e al massimo, per stare, nel sicuro, ci metti un giorno di più del tuo elettricista
- nessuno è esperto, ma sappiamo leggere
- abbiamo letto 2 TPR a favore di Rossi. Nulla di paragonabile per BLP
- c'e' un sacco di gente che a questo punto vorrebbe imbucarsi alla festa.
- c'e' un sacco di gente che vorrebbe alzare polverone intorno alla festa, mostrando invenzioni che non hanno TPR
- BLP allo stato è una di quelle

gio ha detto...

L'Ing. Elettrico "Er Ventola" è tornato:

http://www.ecat-thenewfire.com/blog/hot-cat-reactor-type-ii-design/

AleD ha detto...

@gio
Bene, saliamo a 4.

gio ha detto...

..abbiate pazienza:):):) sono convinto che l'Ill.mo Ing. "ER VENTOLA " vi darà enormi soddisfazioni:):):)

AleD ha detto...

@gio
Tipo sotto carnevale?
Quasi quasi mi organizzo e mando le iene li dove corre rossi...

gio ha detto...

However the fuel was, more precisely, a mixture of nickel, hydrogen and a catalyst consisting, according to the TPR-1, of some “additives” pressurized with the hydrogen gas and not disclosed being an industrial trade secret (I hope to discuss this topic in a future article).

gio ha detto...

Per me anche l' Ing."ER VENTOLA" top dei top.........
The resistor coils within the reactor were fed by a Triac power regulator device (302, see Fig. 7) which interrupted each phase periodically, in order to modulate the power input with a controlled waveform, which is an industrial trade secret waveform. This procedure, needed to properly activate the powder reaction charge, had no bearing on the power consumption of the device, which remained constant throughout the experiment.

Robbins ha detto...

@sono solo un misero test

FORSE Rossi ha l'e-Cat. Sull'hot-Cat non scommetterei un soldo. I due report sono più sottili della carta velina. E' da vedere se questo dipende da incapacità, da inganno o da NDA.

Sono passati anni - una singola misura pubblica con i contatori dell'acqua e dell'ENEL (mezz'ora di lavoro) non esiste.

Evidentemente a Rossi a) non interessa il pubblico, b) non è in grado di passare il test dei due contatori. a) e b) non si escludono a vicenda. Unico risultato acquisito della storia è la vendita a IH e l'acquisto degli appartamenti a Miami.

Stante l'incertezza della situazione e la credulità della gente è possibile impilare commenti pro e contro Rossi per i prossimi cinque anni.
I commenti contro sono quelli più sensati - BLP è riuscita ad andare avanti quattro lustri con annunci di miracoli, ma solo il giorno dopo.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ AleD
Una volta Rossi ha parlato del numero degli addetti. Non ricordo quale fosse. Non decine, ma neppure tre o quattro. Verosimilmente 10 o 12, più o meno. Poi, se succede come coi professori, rimangono in sei! :-D

@ Robbins
"...I due report sono più sottili della carta velina. E' da vedere se questo dipende da incapacità, da inganno o da NDA...."
Vedo che non sono l'unico, tra i non patoscettici, ad avere comunque questa impressione.
Io aggiungo però una nota di folle ottimismo. Secondo me la parte buona del report è quella che non c'è, quella nei 5 mesi mancanti.

"...Evidentemente a Rossi a) non interessa il pubblico, b) non è in grado di passare il test dei due contatori. a) e b) non si escludono a vicenda...."
Lo E-CAT penso che forse per qualche ora potrebbe anche funzionare, ma per 32 giorni non saprei dire. Il TPR dice di sì, quindi dovremmo supporre di sì.....al netto delle suddette fragilità, però. Il test del contatore forse lo passerebbe per un certo periodo, piuttosto corto (qualche ora, appunto). Per i periodi più lunghi, penso si staino attrezzando e credo che la realtà sia quella di un dispositivo molto più instabile e embrionale di quanto dichiarava Rossi un paio di anni fa.

"...è possibile impilare commenti pro e contro Rossi per i prossimi cinque anni...."
Non credo. Ormai l'esposizione è altissima. I tempi del redde rationem saranno ben più stretti. Anche magheggiando forte, un biennio è il massimo a cui potrebbe aspirare



sono solo un misero test ha detto...

@Robbins

premessa: rossi è un essere umano; cio' basta per bollarlo per sempre come egoista, bugiardo e traditore. cioè come me e lei. poi ci sono gli esseri umani cattivi, che oltre questo sono anche assassini.

ciò premesso, non maneggiamo acrobaticamente frittate: non è colpa di rossi se i giornali non riportano in prima pagina la notizia. io e passerini ci siamo conosciuti il 28 ottobre 2011 mentre rossi cercava di fare vedere a tutti cosa stava facendo. e l'abbiamo visto.

di carta velina sono le "impressioni" che i tpr siano di carta velina. sono macigni che nessun mantra ripetuto milioni di volte può sminuire.

Robbins ha detto...

@sono solo un misero test.

No, sono proprio di carta velina, niente macigni. Ma questo è del tutto irrilevante rispetto alla sostanza della cosa: i primi e-Cat (quelli delle foto con Stremmenos e Focardi) erano alimentati a variac, sembra che non se lo ricordi più nessuno.

Rossi è stato convinto a convertirsi all'elettrotecnica d'abord da chi diceva di capirne - un "professionista" che si è fatto spazio ed è diventato indispensabile, con la consequenza che a due anni dalla sua incoronazione lo stesso Rossi non capisce più se il reattore parte o meno - risultato straordinario e irreversibile sia sotto il profilo gnoseologico che commerciale - gli amici americani tacciono.

Da qui i famigerati report elettrici e le consequenti, non infondate, contestazioni. Bubbole - che gli elettrotecnici in andropausa mi contestino le accensioni a fiaccola, se gli riesce.

Il punto è tutto qui.

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
sono solo un misero test ha detto...

@Robbins

sono certo che sopravviverà al mio totale disaccordo. i soldi, i prodotti, il mercato, i variac, le case in florida, i minuti di ssm e lo spegnimento interruptus improvvisus, l'inventore stesso, i presidenti e i papi: sono dettagli. assoluti dettagli. se gli esperti sono capaci solo di guardare cosi poco lontano dal proprio naso... non ne abbiamo bisogno.

buona notte.

Robbins ha detto...

@sono solo un misero test

Sopravviverò e, mi creda, non sembra che Lei, fuori dalle filosofie, abbia capito il punto che, nonostante i papi e i presidenti, è a suo favore.

Ritiene Lei che Rossi abbia o non abbia in mano l'invenzione del millennio?

Buona serata.

Mario Massa ha detto...

@Mistero
"Che sia questo il retrofit di cui Ahern non capiva il funzionamento?"

Caro Andrea, possibile che tu verifichi sempre tecnologie che funzionano ma non riesci mai a farmele vedere?(in realtà la caldaietta russa me l'hai data, ma non funzionava). Se con questo reattore riducevi il consumo delle auto del 40% perchè non ti ci sei buttato a pesce? Ci conosciamo bene e sai che io dico semplicemente "non ci credo, ma se me lo fai misurare cambio idea": rifacciamo le misure? Se bastano 4 ore per montare il reattore Pantone facciamolo. Se vuoi e se mi dici come deve essere, a procurare il motore e il banco dinamometrico ci penso io (a proposito hai documentazione che attesti questa riduzione del 40%?). Ovviamente i risultati li pubblichiamo su GSVIT.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Robbins
"... i primi e-Cat (quelli delle foto con Stremmenos e Focardi) erano alimentati a variac, sembra che non se lo ricordi più nessuno...."
Ben mi ricordo che pria di partire...no scusate mi confondevo con Carlo Martello di De Andrè... :-D
Scherzi a parte, che spero servano a stemperare un po' il clima 'surriscaldato', io mi ricordo dei variac. A dire il vero mi ricordo che furono sicuramente usati (forse ri-usati?), per un certo periodo, dopo la famosa incursione dello svedesino con il wattmetro RMS.

"...Da qui i famigerati report elettrici e le consequenti, non infondate, contestazioni. Bubbole - che gli elettrotecnici in andropausa mi contestino le accensioni a fiaccola, se gli riesce..."
Antonio ha ben sintetizzato, con una serie di 'antiintuitivo', la situazione delle ultime scelte progettuali di Rossi. Di certo si sono complicati la vita. Io, benevolmente, teorizzo che ci siano esigenze di 'stimolazione' elettromagnetica, sia per l'innesco che per il controllo/soppressione della reazione ed esigenze di puro riscaldamento e che il 'mago dell'elettrotecnica' abbia cercato di ottenere entrambe dalla medesima fonte, ovviamente gettando nello sconforto chiunque cerchi una logica più lineare a monte di queste scelte. La conseguenza, è stata quella di complicarsi la vita e di rendere le misure un po' dubbie. Le contestazioni, in effetti, non sono campate in aria, ma neppure scritte sulla pietra. Ad ogni modo il TPR non è il mio mito di riferimento, almeno non quello pubblicato. Ho l'audacia di supporre che i restanti 5 mesi, già annunciati da Rossi, siano stati quelli in cui, alla presenza di altri 'esperti' (ricordatevi che dovevano esserci anche degli asiatici) si siano eseguite prove di ben altra caratura, ma destinate a rimanere riservate, almeno per adesso. E suppongo anche che quei cinque mesi siano quelli che hanno fatto gettare il cuore oltre l'ostacolo, a Elforsk

"... che gli elettrotecnici in andropausa mi contestino le accensioni a fiaccola, se gli riesce..."
Appunto. O spieghino il reattore in fuga che si fonde. Sì lo so che un certo effetto scenografico lo si può ottenere con un SSM fatto ad arte con delle inerzie termiche ben calibrate, ma magari lo sanno anche quei poveri cristi che pare si siano divertiti a far sciogliere il giocattolo per racimolare dati. Mica dormono proprio tutti.

Certo che 'sti TPR se li potevano anche risparmiare e secondo me ci facevano e si facevano un gran favore. Però gli americani, usi lavorar tacendo, hanno anche fornito un E-CAT ad un cliente. Qui si vedrà davvero l'uomo in viso. In mercatu veritas!

Non superiamo il biennio, secondo me. Ormai la direzione è presa e la faccia ce l'hanno messa. Se non gli funziona bene, avranno a disposizione qualche mese, forse un altro anno per un esame di riparazione, altrimenti di qui a 12 mesi qualche risultato conclusivo dovranno presentarlo.
La bottiglia buona è sempre in frigo. Dopo i TPR sono andato solo a controllare che non me lavessero bevuta. Invecchierà ancora un po'.....

AleD ha detto...

@Alessandro Pagnini
"
Ho l'audacia di supporre che i restanti 5 mesi, già annunciati da Rossi, siano stati quelli in cui, alla presenza di altri 'esperti' (ricordatevi che dovevano esserci anche degli asiatici) si siano eseguite prove di ben altra caratura, ma destinate a rimanere riservate, almeno per adesso
"
Siamo quindi alle prove pubbliche deludenti e a quelle private solide.
Capisco essere audaci e sentirsi fortunati, ma proprio così tanto?

CLaudio Rossi ha detto...

@ Andreino75

"Sono rimasto stupito dalla volontà di Rossi di essere molto preciso nel mettere in evidenza Ahern. Sinceramente mi aspettavo una risposta molto piu' generica, anzi sinceramente non mi aspettavo nemmeno una risposta ! Se l'ha fatto ci sarà un motivo."

In effetti, strapuzza di bruciato. Rossi, che non fa mai nomi ne' nel bene nè nel male, improvvisamente spara questo riconoscimento proprio nel momento in cui la paternità dell'overunity dovrebbe accendere le più acerrime rivalità.
La butto lì come provocazione, anche per Bertoldo:
Non è che gli USA per accoglierlo nelle loro "amorevoli" braccia e per evitare la solita querelle (Meucci-Bell, Tesla-Edison, Teller-Oppenheimer) avranno anche preteso un endorsement preliminare ?
Cosicchè nei libri di storia (o anche nell'eventuale istruttoria per il premio Nobel) ci sarà ancora una volta un nome americano.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Claudio
"...In effetti, strapuzza di bruciato..."
Quoto!

@ AleD
"...Siamo quindi alle prove pubbliche deludenti e a quelle private solide.
Capisco essere audaci e sentirsi fortunati, ma proprio così tanto?..."
Come direbbe Rosi commentando un incontro di pugilato, "così è sul mio personalissimo cartellino" ;-)
Per qualcuno le prove pubbliche possono anche, legittimamente, apparire solide. La mia è una opinabilissima posizione che vale in ugual misura (praticamente poco ;-) ) sia nell'attribuire efficacia alle testimonianze e ai riconoscimenti pubblici tempestivi e prestigiosi, che una qualche origine si presume che ce l'abbiano, sia nell'essere poco incline a ritenere sufficiente il TPR. Si prendano o si buttino entrambe le mie 'visioni', ma almeno lo si faccia contemporaneamente, non accettandone una e rifiutando l'altra, altrimenti è il pensiero di qualcun'altro e non il mio :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

Altrove, qualcuno si spinge a dire che l'hot cat è l'ennesima mutazione camaleontico-truffaldina dell'E-CAT, che sarerbbe solo un vecchio magheggio, dato ormai per morto e sepolto e sostituito dalla nuova ondata di fumo negli occhi. Altrove evidentemente si ignora, o si finge di ignorare, che l'impianto da 1MW è proprio costituito dal buon vecchio E-CAT e che lo Hot-CAT è, per adesso, oggetto di R&D. Stavolta c'è un'azienda che ha venduto un apparato. Lo stesso Rossi scrive che questo è il primo E-CAT venduto per uso CIVILE, confermando anche le parole di Proia, pur non entrando (direi che non gli conviene) nel merito dei motivi per i quali non ci sono state altre vendite, almeno finora. Se ci sbatteranno il naso è presto per dirlo. Il mio tifo, peraltro irrilevante per l'andamento delle cose, è ovviamente per IH, Rossi e l'emergente 'nuovo fuoco', ma a dispetto delle mie simpatie, ancora niente è scontato. Quello che mi lascia perplesso è che, di fronte ad avvenimenti che si stanno dipanando e annunci che con maggiore lentezza dell'auspicabile, purtuttavia si vanno concretizzando, avviandosi quindi verso una rivelazione (positive or negative ;-) ) che ormai non potrà più essere lasciata a mezz'aria (troppi annunci, troppe persone e istituzioni coinvolte), ci si compiaccia, anzichè di osservare, si pure con l'opinione che si preferisce, ciò che sta accadendo e che appare veramente come una strada tracciata, ci si compiaccia, dicevo, di stroncare, anche con evidente ignoranza dei fatti, ogni qualsivoglia possibilità di esito positivo, dimostrando ancora una volta che gli 'ultras' ci sono in entrambe le tifoserie e forse sono più numerosi e caciaroni proprio dove vorrebbero sentirsi più equlibrati e realisti.

Paul ha detto...

Da parte di Rossi ritengo che continueremo per lungo tempo a non ricevere notizie certe e definitive.
Tutto il resto che viene scritto al di fuori di Rossi sono solo opinioni ed elucubrazioni (nel bene e nel male), con valenza tendente a zero. Perché scriverle? Perché leggerle?
Beh, è tutto sommato un bel passatempo, e c'è sempre la speranza che magari in mezzo a tutti i messaggi ci possa essere qualcosa di realmente nuovo ed oggettivo.
Siamo comunque tutti consapevoli di essere in attesa della messa in funzione dell'impianto da 1MW i cui risultati azzereranno tutte le chiacchiere.

Paul ha detto...

Scusate se sono fortemente OT, ma l'occasione me l'ha data un trafiletto che ho appena scoperto. E' troppo forte l'indignazione e la rabbia che provo per questi ladri di amministratori.
Rifacciamo le elezioni? Bene, ma come facciamo ad essere certi che i neoeletti saranno differenti? In America hanno visto come fare:
https://plus.google.com/u/0/118053410877517362458/posts/gazaRpUjPtR?pid=6089889201733566338&oid=118053410877517362458

Robbins ha detto...

@Paul

Ovvio, le elezioni vanno rifatte perché gli eletti attuali non sono in grado di "produrre" ulteriormente. Quelli nuovi avranno lo stesso compito, ma saranno addestrati con tecniche diverse e più perfezionate.

Quindi nell'eventuale iterazione non solo c'è il ripristino ma addirittura il guadagno - non per nulla viene invocata da chi di affari del genere se ne intende -. una mente lucidissima.

Paul ha detto...

@Robbins: io non ho fiducia in nessun eletto, da qualsiasi parte politica provenga o sia indottrinato all'uopo. Anche la persona di più sani principi morali è corruttibile, è solo questione di prezzo o di "spinte" abbastanza forti.

Il metodo americano mi sembra valido. Al neoeletto si presenta un falso corruttore che propone lauti affari: se questi ci casca finisce subito in galera.
Con questo deterrente la spinta a restare onesti è molto forte.
Ma in Italia probabilmente non potrebbe funzionare....

tia_ ha detto...

>Altrove evidentemente si ignora, o si finge di ignorare, che l'impianto da 1MW è proprio costituito dal buon vecchio E-CAT e che lo Hot-CAT è, per adesso, oggetto di R&D. Stavolta c'è un'azienda che ha venduto un apparato.

Forse altrove si ricordano che l'impianto da 1MW era in vendita da ottobre 2011 ma nessuno, nemmeno i licenziatari, ne hanno mai avuto uno.
E che rossi, per scampare da una azione legale, s'è ricomprato le licenze, magari sacrificando un paio di casette a miami (vabè, gliene rimangano sempre tante no?).
Sarà poi interessante sapere il parere della NRC se ha venduto in america. Del resto non pensate veramente, come Vettore diceca in questo blog nel 2011, che l'e-cat sia normativamente parlando solo una caldaia, vero?

Robbins ha detto...

In America il pensiero dominante è infantile, dalla culla al Campidoglio.
E, comunque, meglio eletti dai cittadini e corrotti che nominati da autocrati e corrotti. L'origine dell'incarico e l'onestà dell'incaricato sono cose distinte.

Sembra che al presente in Italia stia venendo meno anche la capacità di svolgere le considerazioni più semplici.

domenico canino ha detto...

@Tia
se è una truffa e lui si è ricomprato le licenze con alcune case di proprietà, allora ha truffato IH cioè quelli che gli hanno dato i soldi per le case medesime (17 e stanno tutte lì mi dispiace per te). E IH finora ( e dopo più di un anno dall'acquisto) non si è mai lamentata di Rossi, e non sono sconosciuti sono imprenditori che gestiscono un fondo da 2 miliardi di dollari. Il tuo ragionamento fa acqua da tutte le parti.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ tia_
"...Forse altrove si ricordano che l'impianto da 1MW era in vendita da ottobre 2011 ma nessuno, nemmeno i licenziatari, ne hanno mai avuto uno..."

E si ricordano bene e su questo non mi pare di aver mosso alcun rilievo, anzi ho fatto una precisazione proprio in tal senso:

"...Lo stesso Rossi scrive che questo è il primo E-CAT venduto per uso CIVILE, confermando anche le parole di Proia..."

A quanto afferma Rossi, l'unico E-CAT venduto è andato a un acquirente NON CIVILE.
Non mi risulta che Rossi abbia mai detto di averne venduti altri.
Fin qui, io tu e 'altrove', siamo in perfetto accordo.

Ora, però, IH ne ha venduto uno ad un cliente che lo usa per la sua produzione, un E-CAT termico non HOT, a quanto precisa il chief scientist di IH.
Nonostante ciò, si vuol fare intendere che il gioco di IH sia quello di far scomparire vecchi prodotti e sventolarne di nuovi, senza che mai nessuno prenda veramente corpo, cambiando semplicemente le carte in tavola, per uno scopo a me non molto chiaro, ma che a prima vista porta solo a perdita di soldi e di reputazione.
Resta ovviamente in piedi l'ipotesi che Rossi abbia infinocchiato IH, o che qualcuno stia infinocchiando Rossi e IH (non limitiamo troppo il potere dell'immaginazione ;-) ), ma infatti neppure questa possibilità la ritengo esclusa in assoluto. La mia è una critica verso l'atteggiamento stile "la verità la so io per evidente rivelazione divina e voi non capite un tubo" che non mi piace nè in chi, come me, ha speranze nell'E-CAT, nè in chi non si concede di averne.

Franco Morici ha detto...

Alessandro Pagnini wrote:
"A quanto afferma Rossi, l'unico E-CAT venduto è andato a un acquirente NON CIVILE.
Non mi risulta che Rossi abbia mai detto di averne venduti altri."

Mi sa che ti sei perso un'altro dei tanti "Rossi says" su JoNP:

Luca Salvarani
October 31st, 2011 at 7:59 AM
Dear Andrea Rossi
1- Can you confirm the second sale of the 1 mw plant to another customer?
2- So far have you sold 2 plants, or even more?
3- Could you reveal the identity of this second customer or it’s confidential (if so I can undestand)?

http://www.journal-of-nuclear-physics.com/?p=516&cpage=6#comment-107275


Andrea Rossi
October 31st, 2011 at 9:23 AM
Dear Luca Salvarani:
1- yes
2- more
3- I want not our Customers assailed by the puppetts moved by their puppetteers. Let the plant go to work, then they will reveal themselves automatically. Probably you did not understand that there is a war against us.
Warm Regards,
A.R.

http://www.journal-of-nuclear-physics.com/?p=516&cpage=7#comment-107310

domenico canino ha detto...

@alessandro
O è truffa o funziona. Tertium non datur. Per me ci sono forti indizi che funziona, Per altri è truffa. Se era solo per Rossi avrebbero potuto avere qualche ragione, ma i truffati nell'ordine sarebbero, Focardi, Stremmenos, Levi, Uppsala and Company,non ultimo il colonnello Fioravanti che ha fatto il check per i militari, e tante persone che come Daniele hanno toccato con mano il gatto che scalda. Chi afferma che è una truffa dice implicitamente che tutti questi sono dei polli che si sono fatti fregare dai trucchi di Rossi. Io invece stimo profondamente queste persone, perchè hanno toccato con mano e ci hanno messo la faccia. Per me il punto tutto qui.

Daniele Passerini ha detto...

@Domenico Canino
...e tante persone che come Daniele hanno toccato con mano il gatto che scalda
Ho sempre spiegato che le mie valutazioni non nascono da considerazioni di carattere tecnico, in cui mi dichiaro incompetente. Ho sempre ribadito che ho preso atto che persone di cui ho massima fiducia, che so oneste e tecnicamente e scientificamente competenti, si sono giocati la faccia, la reputazione, la carriera per l'E-Cat. E lo hanno fatto avendo verificato fuor di ogni dubbio che non c'è imbroglio, ma che l'e-Cat funziona punto e basta.

Robbins ha detto...

Tertium non datur.

E invece è dato, il terzo. Non semplifichiamo troppo.

Magari potrebbe essere così: l'effetto esiste (da cui segue competenza e onestà dei testatori), l'evoluzione industriale affermata da Rossi, no.

La realtà è sempre piena di sfumature. Perché volerla semplificare? E' questo il bello della realtà.

AleD ha detto...

@Daniele
Ma i proff sono spariti? Tutto tace? Già defilati?

eugenio nichelini ha detto...


> l'evoluzione industriale affermata da Rossi, no.
Allora le migliaia di Rossy says sul JoNP? E gli amici di Daniele che ci han messo la faccia, la carriera e qualcuno pure i risparmi?
>Il tuo ragionamento fa acqua da tutte le parti.
I Rossi says invece no. Un fulgido esempio di coerenza e consistenza interna.
>Per me il punto tutto qui.
Punto, punto e virgola, un punto e un punto e virgola
Troppa roba!
Lascia fare! Che dicono che noi siamo provinciali, che siamo tirati.

Mario Massa ha detto...

@Domenico Canino
@Daniele
"Io invece stimo profondamente queste persone, perchè hanno toccato con mano e ci hanno messo la faccia. Per me il punto tutto qui."
"Ho sempre ribadito che ho preso atto che persone di cui ho massima fiducia, che so oneste e tecnicamente e scientificamente competenti, si sono giocati la faccia, la reputazione, la carriera per l'E-Cat."

Sono posizioni comprensibilissime. La stima per le persone però non c'entra: stimavo moltissimo Sergio Focardi prima di tutto come uomo, ma, pur non avendo io la competenza sufficiente per giudicarlo come fisico, penso fosse anche un fisico capace che, tra l'altro, ha scritto libri di testo che molti mi dicono essere chiari e ben fatti. Eppure, l'ho detto tante volte, sulla evidenza sperimentale di questo fenomeno (parlo delle FF in generale) siamo sempre stati in disaccordo. Ciò non ci impediva di collaborare da amici. Lo stesso discorso potrei farlo per Christos Stremmenos, William Collis e altri. Ciò che è accaduto a Luca Gamberale, fisico che non penso Daniele classifichi di "rango inferiore" a Levi, dovrebbe fare riflettere: l'errore sperimentale è sempre dietro l'angolo, specialmente se qualcuno mette le cose in modo da indurtici.

Daniele Passerini ha detto...

@Aled
Ma i proff sono spariti? Tutto tace? Già defilati?
Ma a quale sistema di riferimento si riferiscono queste tue affermazioni? Al tuo? A quello di Mario Massa? A quello delle oche e dei franchi tiratori?
Nel sistema di riferimento in cui poggio i piedi, non risulta quello che dici tu. Se poi ti riferisci al fatto che i prof se ne infischiano del fango dei blog e vanno avanti per la loro strada, allora aggiungo che fanno benissimo a fare così e a non confondersi coi bar/blog delle dello sport pieni di... espertissimi analisti scientifici!!! :)

Daniele Passerini ha detto...

@Mario Massa
Ciò che è accaduto a Luca Gamberale, fisico che non penso Daniele classifichi di "rango inferiore" a Levi, dovrebbe fare riflettere...
Hai proprio ragione, dovrebbe fare riflettere assai che Levi, pure quando Defkalion vantava endorsement anche di un certo rilievo, mi abbiano sempre messo in guardia che quelli di Defkalion erano solo dei truffatori.
In effetti mi rimprovero molto di aver dato più credito per alcune settimane, prima dei test milanesi dell'estate del 2013, a quanto riferivano Gamberale, Cappiello, MISTERO, Melis ecc. piuttosto che a quello che mi diceva Levi... in effetti ad oggi, nulla di quello che lui mi ha anticipato si è mai rivelato sbagliato. E di lui sì che si può dire che - come Focardi - è uno che ha toccato centinaia di volte con mano l'E-Cat.

Daniele Passerini ha detto...

@Mario Massa
P.S. Per quelli di Defkalion intendevo ovviamente la società greca, non certo la licenziataria italiana (Cappiello e Gamberale) che ne è stata vittima.

Mauro elia ha detto...

Oggi avendo un po' di tempo libero, ho curiosato su internet, mi sono imbattuto sulla "giunzione josephson" che sfrutta l'effetto tunnel.. Magari conoscevate già brian d. Josephson, volevo semplicemente farlo notare..

Daniele Passerini ha detto...

@Mauro Elia
Magari conoscevate già brian d. Josephson...
L'endoserment del Nobel Brian Joesephson è uno dei più autorevoli di cui gode sin dal 2011 L'E-Cat di Rossi. Non a caso i patoscettici ogni volta che la cosa viene tirata in ballo, lo dipingono come un eccentrico che si dedica alla parapsicologia. Il fatto che B.J. si interessi ANCHE di parapsicologia è al contrario conferma di quanto sia un vero scienziato, ovvero con la mente aperta e senza pregiudizi.
Brian Josephson su Wikipedia Notate bene a che età Josephson ha scoperto l'effetto tunnel! ;)
Brian Josephson su 22 passi

Daniele Passerini ha detto...

ERRATA CORRIGE ET MEA CULPA
Volevo scrivevere ENDORSEMENT ovviamente. Sono stato giustamente punito dal fato: mai usare una parola inglese se ce ne sono tante altre italiane (APPOGGIO/SOSTEGNO/FAVORE ACCORDATO ecc.) che si può benissimo continuare ad usare sempre.

robi ha detto...

Daniele
com è l olio in umbria quest anno?
Da noi si è raccolto il 20% e come olio fresco non ha gusto.
Per esperienza so che a marzo- aprile si matura e allora vedremo

ciao

Daniele Passerini ha detto...

@robi
com è l olio in umbria quest anno?
Non mi sono interessato direttamente, ma so per sentito dire che è stato una pessima annata. Cercando su internet ho trovato questo:
http://www.umbriadomani.it/politica-umbria/umbria-raccolta-olive-stagione-disastrosa-olio-prezzi-alle-stelle-18254/
A leggere sembrerebbe che è andata meno peggio che da voi, ma solo meno peggio, appunto.

AleD ha detto...

@Daniele
"
Se poi ti riferisci al fatto che i prof se ne infischiano del fango dei blog e vanno avanti per la loro strada, allora aggiungo che fanno benissimo a fare così e a non confondersi coi bar/blog delle dello sport pieni di... espertissimi analisti scientifici!!! :)
"
Ok, allora: su che strada vanno avanti?
rossi ha chiuso con i test pubblici, quindi è tutto finito qui?

Franco Morici ha detto...

Il Nobel Brian Joesephson, quello "con la mente aperta e senza pregiudizi..."
Mah, per me ha una mente anche un po' troppo aperta, talmente aperta che (insieme ad un folto gruppo di fisici FF) non è stato in grado nemmeno di riconoscere il vero dal fasullo a seguito della messainscena dei Traci.

"Here are Josephson’s own introductory comments about the video:
Will this be the event that finally leads to acceptance of Low Energy Nuclear Reactions (cold fusion)? Defkalion show the startup process for their Hyperion device before a critical audience in a live webcast. There was much more to the event than you see in this video — the whole day was taken up with tests and checks, including a control using argon in place of of hydrogen that showed no excess heat, while with hydrogen the output power got up to 2.5 times the input.
The first part of the video shows the stage of heating up the reactor, the power output to the cooling water being less than the input power. At 21:45 the plasma generator is turned on, and the output power starts to increase rapidly as a result of the new process induced by the plasma."

http://www.e-catworld.com/2013/07/25/videos-of-defkalion-demo-available/

Mi dovrei fidare del parere autorevole di questa gente?

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alessandro Pagnini ha detto...

@ Franco
"...Mi sa che ti sei perso un'altro dei tanti "Rossi says" su JoNP:..."

Sì, me l'ero perso. Mi fa piacere, comunque. Quindi quello su cui si discute in genere, che probabilmente è il primo (speriamo che per ora non sia anche l'unico, ma dati i precedenti sarei prudente ;-) ) ad essere stato consegnato (venduto e consegnato non è detto coincidano), pare sia destinato ad essere seguito da altri.
Comunque, quello che intendevo dire è che Rossi non ha mai detto di averne venduti altri prima di questo, ovvero attraverso i suoi licenziatari e prima dell'avvento di IH e che questo è il PRIMO (non l'ultimo) per uso civile.

@ Domenico
"... Per me ci sono forti indizi che funziona..."
Anche per me, ma occhio a quello che dice Robbins, con cui mi scopro spesso in sintonia, come quando scrive:

"E invece è dato, il terzo. Non semplifichiamo troppo.
Magari potrebbe essere così: l'effetto esiste (da cui segue competenza e onestà dei testatori), l'evoluzione industriale affermata da Rossi, no.
La realtà è sempre piena di sfumature. Perché volerla semplificare? ..."

Prendiamo in considerazione anche le sfumature di grigio. Se ne mettiamo insieme almeno un cinquantina, male che vada 'erotizziamo' un po' il blog, che male non fa :-D
Comunque a questo punto la mia sfumatura prevede che una sia pur appena decorosa evoluzione industriale ci sia e stia attualmente dando filo da torcere allo staff di IH, Rossi in primis. Un parto difficile, magari! Servirà il forcipe, o il cesareo? ;-)

@ robi
@ Daniele
Non parliamo di corda in casa dell'impiccato, please! Qui dalle mie parti la maggior parte degli olivicoltori non ha neppure raccolto le olive. Le non molte che c'erano erano state rovinate dalla 'mosca olearia'. Un disastro! :-(

Franco Morici ha detto...

Alessandro Pagnini wrote:
"Sì, me l'ero perso. Mi fa piacere, comunque."

Cioè ti fa piacere sapere che secondo il "Rossi says" di JoNP di Ottobre 2011, lui affermava di aver già "venduto" almeno tre 1MW Plant?

Quando e a chi li avrebbe venduti questi 3 o più 1MW Plant?


Silvio Caggia ha detto...

Prossimamente su JoNP:
Dear Andrea Rossi,
You suggested, more than a time, to read a book written by Norman D. Cook to understand the phisics behind e-cat.
I red it.
Are you sure to agree with the author's ideas about LENR?
It seems to me that Cook interprets C.F. not as Cold Fusion but as Clean Fission...
Am I wrong?

Paul ha detto...

>Am I wrong?

Yes, you are. :-)

Silvio Caggia ha detto...

@Paul
Yes, yes... :-D
"11.7 Low-Energy Nuclear Reactions
In principle, any nucleus can undergo fission (or, more generally, fragmentation) when bombarded with particles of sufficient energy. As discussed in Chap. 4, the lattice models have proven useful in explaining the pattern of fragment masses that are obtained in heavy-ion experiments, typically entailing energies of several GeV. At much lower energies of excitation (several tens of MeV), there is the theoretical possibility of fission of many nuclear species – and such phenomena have been studied experimentally within the field originally known as “cold fusion” research, and subsequently renamed “low-energy nuclear reactions” (LENR).
From the perspective of theory, the greatest problem in this field has been the diversity of experimental data, with a general absence of precise replications of previous findings. For that reason, only one set of unambiguous, well-documented data will be discussed below: data suggestive of the fission of Palladium (Z= 46), and the production of a variety of fission fragments (Z = 20~28). The lattice simulation of those data is hardly a vindication of the entire field of LENR, but does indicate how the lattice model may prove useful in a highly-contentious area where unanticipated experimental findings have not yet succumbed to coherent theoretical analysis."

Daniele Passerini ha detto...

@Franco Morici
Hai scritto ad Alessandro: "...secondo il "Rossi says" di JoNP di Ottobre 2011, lui affermava di aver già "venduto" almeno tre 1MW Plant?

Quando e a chi li avrebbe venduti questi 3 o più 1MW Plant?"
Aggiungo alle risposte che ti darà Alessandro anche le mie.
1) sul SE è QUANDO, come soleva fare l'oca (e penso faccia ancora): CITAZIONE PLEASE! :)
2) sul A CHI suppongo ai militari USA, tu invece?

Daniele Passerini ha detto...

@robi
Daniele a questo punto parliamo dei cachi...
Caro Roberto, ho proprio voglia di una bella chiacchierata (non sui cachi però!), a presto. :)

Silvio Caggia ha detto...

@Franco Morici
Ameno 3? Io ricordo 13. Ai militari.

Franco Morici ha detto...

@ D22
"Aggiungo alle risposte che ti darà Alessandro anche le mie.
1) sul SE è QUANDO, come soleva fare l'oca (e penso faccia ancora): CITAZIONE PLEASE! :)"

Ho chiesto a Pagnini in base alla citazione da me riportata. La hai letta?
Quella citazione è di una vendita che sarebbe stata effettuata da Rossi ad Ottobre 2011.

"2) sul A CHI suppongo ai militari USA, tu invece?"
Quei tre o più impianti a nessuno. Come accaduto per i famosi impianti che anche secondo te erano in vendita da Proia/Prometeon.

gio ha detto...

http://tsdr.uspto.gov/documentviewer?caseId=sn85791265&docId=AER20141202084541#docIndex=1&page=1

approvata l'extension time sui marchi!!!


la partita vera è sul brevetto ; li ci saranno le grandi novità ...per i tecnici:):) non per me:):)

gio ha detto...

http://portal.uspto.gov/pair/DisplayReferencesIfwImage?objectId=I2WAR1Z2PXXIFW3&docPages=9&docDesc=Foreign%20Reference&lang=DINO


e infatti nel brevetto di Rossi è stata depositata una Information Disclosure Statement si citano ( mi pare nuova ) due brevetti :

-uno è russo

-l'altra dell?università dello UtaH


buon divertimento:):):)

gio ha detto...

quella dello Utah è il brevetto di Fleischmann e Pons:):):)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Franco
Ottobre 2011? Mi sa che non seguivo il Jonp, ancora, quindi mi fido della tua memoria.
O li ha venduti ai militari, o non li ha venduti. Magari aveva delle trattative ben avviate e da buon venditore di sé stesso le ha presentate come cosa fatta e poi il tutto è rimasto nel cassetto dei desideri. Forse anche perchè già dal primo venduto, quello su cui fu eseguito il famoso test, emerse qualche problema. Se non ricordo male, fu fatto lavorare a metà potenza e in seguito Rossi disse di aver capito che avrebbe dovuto apportare delle modifiche. Dovrei poter immergermi nei commenti del periodo per poter avere una idea più precisa, ma penso che alla fine le possibilità siano comunque queste due.
Invece sugli E-CAT in vendita nel periodo Proia, ho sempre espresso un certo scetticismo (manca poco che Silvio mi toglieva il saluto per questo ;-) ). Li avevano a listino, ma da qui ad averli davvero in vendita ce ne passava. Ora sembra che qualche problema a venderli ci fosse. I motivi non li conosco e possono essere i più vari, inclusi quelli tecnici appena citati. Inutile fare elenchi sui quali non si sa quale voce scegliere, direi.

MISTERO ha detto...

@Mario
Caro Andrea, possibile che tu verifichi sempre tecnologie che funzionano ma non riesci mai a farmele vedere?

Caro Mario, rileggiti il post che ho scritto all'epoca, nel 2007 se non ricordo male. Non c'è nulla di miracoloso e siamo "under unit", solo un miglioramento di efficienza del motore in generale e un recupero termico per produrre "carburante/additivo".
Tieni presente che utilizzando motori vecchi e spompati, il grado di miglioramento che puoi ottenere è elevatissimo, nessun miracolo, L'HO SCRITTO LEGGI!!!!
Se vuoi fare la replica puoi trovare in rete tutto quello che ti serve, eventualmente se hai difficoltà ti invio una selezione di schemi e progetti GRATUITI. Erano gratuiti quando l'ho replicato e lo sono ancora oggi, questo dovrebbe farti riflettere sulla domanda che ti sei posto e mi hai riportato:
Se con questo reattore riducevi il consumo delle auto del 40% perchè non ti ci sei buttato a pesce?

Ero interessato a vendere impianti per la produzione di energia elettrica verde con oli vegetali. Le modifiche da apportare ad impianti del valore di almeno un milione di euro erano sostanziali e facevano decadere immediatamente la garanzia della casa costruttrice. Le case costruttrici interpellate erano disponibile a fare sperimentazione, non si capiva però per quanti anni e l'ammontare dell'investimento..Della serie non si può fare e con i decreti attuativi che ogni sei mesi cambiavano capisci bene che a fronte di un investimento privato le garanzie di funzionamento, etc...Devo spiegarti anche questo?
Quindi sei vuoi divertirti come ho fatto io in passato libero di farlo, in rete trovi tutto, magari riesci anche a capire perché questi dispositivi funzionano.

In merito al gsvit, non ho nessuna intenzione di collaborare con voi fino a che ci sarà una certa persona nella vs squadra.
Non ha ancora chiesto scusa a Celani.
So da fonti sicure che già da questa estate stava preparando la merda da tirare addosso a Rossi, chiedendo a più di qualcuno di non intromettersi perché la merda avrebbe colpito anche loro.
Quindi a prescindere dai risultati, da chi li avrebbe ottenuti e dal report pubblicato, la parole d'ordine era "tirare merda". Questo la dice lunga sul vostro operato e le modalità di verifica che state adottando.

E ti prego, non rifare il giochetto che hai fatto con Laureti per dimostrare che Giancarlo è ben voluto in seno al gsvit e da chi vi propone di fare delle verifiche indipendenti, è stato nauseante e mi fai venire una gran voglia di perderci una settimana per dimostrarti quanto siete ben voluti, ovviamente con un bel post sondaggio.
Che dici raccolgo le firme?
Peccato, un vero peccato...

MISTERO ha detto...

p.s. Mario, te lo segnalo di nuovo:
http://www.h2o-impianti-idrogeno.it/gallery/montaggi.html

Fai una verifica di questi, magari scopri perché un po' di HHO migliora le prestazioni e le emissioni dei motori endotermici, dagli aggiornamenti che ricevo si stanno espandendo a macchia d'olio in Italia, chi utilizza questi dispositivi ne parla bene, magari è solo un effetto placebo, il cambio di stile di guida, allucinazione collettiva, non so... Potresti scoprire con l'aiuto dello psicanalista Cimpy che si tratta di follia collettiva o con l'aiuto di Oca che si tratta di una truffa ai danni dello stato per miliardi di euro o con l'aiuto di Giancarlo che si tratta di merda a prescindere...Poi magari ci metti del tuo e capisci da solo..
Buon lavoro.

Daniele Passerini ha detto...

@MISTERO
Azz che lisciabusso che hai dato a Mario! O.o
Tempi duri per i Gran Sapientoni Vs Inarrestabili Tecnologie, vuoi vedere che vincono le inarrestabili nuove tecnologie? ;)
Comunque mi associo: finché il polimorfo indefesso cacciator nonché creator di bufale Giancarlo Raman Gdmster De Marchis non si scuserá almeno con Celani, anche per me il GSVIT è abbondantemente screditato.

MISTERO ha detto...

Azz che lisciabusso che hai dato a Mario
Non era mia intenzione Daniele e mi scuso se ho dato questa impressione.
Ho una grandissima stima per Mario (che purtroppo sta peggiorando di giorno in giorno), ma non accetto illazioni e insinuazioni che alimentano poi i soliti blog cacciatori di bufale a cottimo. Non lo accetto.

Gdmster ha detto...

@Mistero
@Daniele Passerini

Non capisco di che cosa mi dovrei scusare con Celani. C'è qualcosa di suo che funziona? Sono riusciti al MFMP dopo due anni a tirare fuori energia in eccesso dai suoi fili o stanno cambiando argomento? Mi sono distratto e voi sapete cose che a me sono sfuggite?

la merda da tirare addosso a Rossi
Quanto all'hot-cat, a me è chiarissimo che il TPR2 viola il secondo principio della termodinamica; così come lo violava il TPR1, anche se lì gli autori avevano reso impossibile l'affermazione netta solo perché si erano sbagliati a riportare le fasi dell'ingresso/uscita nel plot 8.
Chiunque pensi di riuscire a pilotare 1500 W nel reattore centrale con 700 W nelle resistenze, se il reattore è quello descritto nel TPR2 e nel brevetto [altrimenti sono tutti dei gran bugiardi che non meritano rispetto alcuno], non sta bene dal punto di vista fisico.
Peggio ancora se pensa di riuscirci col gas. Stasera prima di andare a letto guardate accuratamente il Plot 5 del TPR2. Lì c'è disegnato un hot-cat che non sta funzionando.

@Daniele Passerini
Bellissima la tua foto in cui stai dalla parte di Proia. Ne hai per caso un'altra in cui stai dalla parte di Rossi? Così le sostituiamo nei vari siti.

@Mistero
Tutto quello che fai non funziona. Hai una certa età, quando pensi di metterti a fare cose serie? Tempus fugit. Per me il blog è un gioco, il mio lavoro è altrove.




Daniele Passerini ha detto...

@Gdmster
Per me il blog è un gioco, il mio lavoro è altrove.
La tua è una precisazione superflua: è sotto gli occhi di tutti che tu vieni qui solo per gioco (ognuno si diverte come può!) e per prenderti gioco di altre persone.
Anche il mio lavoro è altrove, e su questo siamo uguali, ma per me il blog è una passione non un gioco. E anche questa differenza è sotto gli occhi di tutti.
P.S. Ritieni di non avere nulla di cui chiedere scusa a Celani? Ok, coscienza tua! Ma il tassametro del Karma non è sotto il tuo controllo (ti piacerebbe eh!), perciò prima o poi, come tutti, dovrai saldare i conti della tua corsa/vita e a nulla varranno i sofismi con cui tenterai di convincere il Tassista di non aver contratto debiti con Celani o chichessia! :)

MISTERO ha detto...

@Gdmster
Non capisco di che cosa mi dovrei scusare con Celani.

Non solo ti devi scusare con lui in verità, procediamo per punti, il giorno 15 agosto 2013 alle 11:28 pm scrivevi:
A Celani continuerei a chiedere che fine abbia fatto il suo batterio miracoloso, quello che doveva digerire i rifiuti radioattivi. Sparito da 7 anni (Daniele, perché non ci fai un post?). Gira voce che tutti i campioni esaminati ne erano privi. Sarebbe un imbroglio colossale.

Ripreso poi da un certo Terzilio (immagino amico di Pennetta) il giorno 30 Agosto 2013:
Sono intervenuto solo perché tra le tantissime cose interessanti che leggo da circa un anno in questo blog ho trovato scritto dal sig. Giancarlo (immagino ingegnere dal modo pomposo di scrivere) che “batterio frascatano radiodurans” non esiste.
Anch’io sono un fan di questo batterio per motivi che non sto qui a spiegare, questa affermazione mi è sembrata una sparata senza senso. Lei giustamente da biologa ha corretto il mio intervento e indirettamente quello del sig. Giancarlo specificando che il nome del batterio è “tusculanense”. Mai sentito. Ho fatto una breve ricerca e mi riprometto di approfondire interrogando le banche dati centralizzate e anche quelle non centralizzate. Ho trovato solo una parziale codifica del DNA, per il momento risulta classificato in Giappone e Spagna, anche in Russia ma sul biologico non li ritengo molto attendibili.


Il quale aggiunge poi in un ulteriore commento a seguito:
Il batterio esiste “ralstonia detusculanense”, anche la biologa [Ocasapiens] ha riportato il nome in modo errato. Il genoma è stato decodificato completamente in un centro avanzato, non ci sono documenti in internet. Ora cerco “tenotrophomonas detusculanense”, per lunedì verso sera avrò tutte le risposte.
Signora Ocasapiens, ha scritto che il batterio radioduran detesta il sale, ne è sicura? Una biologa non scriverebbe mai una cosa del genere.


Sai leggere in grassetto vero?

Ocasapiens risponde il 31 Agosto 2013:
http://ocasapiens-dweb.blogautore.repubblica.it/2013/08/31/os-digest-del-venerdi/

Ma tu non contento scrivevi nel solito fanghificio il 4 Settembre 2013:
Citazioni solo per Ralstonia tradizionale, quella esistente da prima e regolarmente classificata.
Nessuna traccia della Ralstonia Detusculanense. E tu neutrino, a questi bugiardi, glielo toglieresti o no il laboratorio?

https://fusionefredda.wordpress.com/2013/08/31/bockris/#comment-26914

Il post che chiedevi a Daniele è stato fatto il 20 Ottobre 2013 in parziale risposta anche ad Ocasapiens:
http://22passi.blogspot.it/2013/10/la-riscossa-della-ralstonia.html

Da cui contro risposta di Ocasapiens sempre il 20 Ottobre 2013:
http://ocasapiens-dweb.blogautore.repubblica.it/2013/10/20/il-tonfo-della-r-detusculanense/

Il 4 Novembre 2013 dopo 3 mesi di studio e approfondimento rispondo anch'io con un post diviso in tre parti:
- http://22passi.blogspot.it/2013/11/il-tonfotanfo-di-sylvie-coyaud-aka.html
- http://22passi.blogspot.it/2013/11/il-tonfotanfo-di-sylvie-coyaud-aka_8.html
- http://22passi.blogspot.it/2013/11/il-tonfotanfo-di-silvye-coyaud-terza.html

Nella seconda parte rispondo alla tua pubblica accusa a Celani e Co. di essere bugiardi. Sostenevi che dopo un controllo delle affermazioni di Celani su questo paper http://scielo.isciii.es/pdf/im/v8n3/10%20Sarro.pdf la Ralstonia non era citata o scoperta e quindi di conseguenza non esisteva ed erano tutti bugiardi.

Ti ho dimostrato che ti sei sbagliato (seconda parte) e mi rispondi:
http://22passi.blogspot.it/2013/11/il-tonfotanfo-di-sylvie-coyaud-aka_8.html

(continua)

MISTERO ha detto...

Nel lavorò di Sarrò non viene menzionata la Detusculanense (un paio di occhiali no eh?), quindi Celani e Co. sono dei bugiardi correggendo il tiro in "inaccurati".

Ti rispondo nuovamente che nel paper di Sarrò è menzionata in un albero filogenetico la Detusculanense e tu mi rispondi, si è vero ma non è stata trovata è solo correlata come molti altri batteri presenti in un albero filogenetico.
Ti rispondo con la pubblicazione COMPLETA su Springher:
ma come ti ho evidenziato nel secondo albero filogenetico (fig.7 pagina 439) pubblicato nel 2007 da Springher (clicca sul link punto 9), vengono indicati solo i batteri trovati e non correlati tra cui appunto la Ralstonia Detusculanense

Per questo motivo devi chiedere scusa o sei un omuncolo piccolo piccolo con una donna grande grande..:-)))

Tutto quello che fai non funziona.

Questa poi spiegamela, se per anni ho fatto le stesse cose che "pretendete" di fare voi con il gsvit, ti meravigli che ho trovato cose che non funzionano?
A no scusa ho letto male, le cose che faccio io non funzionano, mentre quando le provate voi funzionano..Il Nobel quando lo prendete?

Di ai tuoi amici dei servizi segreti, che hanno rotto le palle da un bel po' e che la smettano di prenderti per il culo facendoti fare figure barbine in giro per il mondo.

Per me il blog è un gioco, il mio lavoro è altrove.

Ti piace così tanto giocare che ti incazzi per gioco come quando hai scritto pubblicamente a Silvio che ti ha "rotto i coglioni" vero?
Eh si il tuo lavoro è altrove, su Marte forse dopo che ti sei sputtanato con il "gioco nei forum"..

Daniele Passerini ha detto...

@MISTERO
Azz, oggi devi aver mangiato cicoria! :D :D :D
Ma Giancarlo meritava la risposta puntuale e documentata che gli hai dato, con un link-rate da far impallidire persino le oche!
Avevi ragione, se quello che avevi scritto a Mario fosse stato davvero un lisciabusso, a Giancarlo allora avresti fatto minimo minimo tintura, messa in piega e permanente! Di quelle tali da trasformare un Danny De Vito in un Caparezza!!! :D

Shine ha detto...

"Ma il tassametro del Karma non è sotto il tuo controllo (ti piacerebbe eh!), perciò prima o poi, come tutti, dovrai saldare i conti della tua corsa/vita e a nulla varranno i sofismi con cui tenterai di convincere il Tassista di non aver contratto debiti con Celani o chichessia!"

meno male che ci sei tu a ricordarglielo, il Karma.

MISTERO ha detto...

@Daniele
In questo caso lo ammetto, sono incazzato nero con Giancarlo dall'anno scorso.
Ma quello che ho scritto se lo merita, per maggior chiarezza riporto il riassunto finale di questa stupida vicenda:

Giancarlo ha detto:
4 settembre 2013 alle 2:10 pm

@Silvì Quaiò
Il batterio in questione è descritto ampiamente qui:

http://old.enea.it/produzione_scientifica/pdf_EAI/2009/6/Ralstonia.pdf

un estratto significativo:
Un esempio di applicazione in campo nucleare viene dalla Società spagnola
Endesa, che ha comunicato nel 2005 di aver trovato un batterio tipo Ralstonia detusculanense anche nelle piscine di raffreddamento delle barre di combustibile esausto e ha applicato tale batterio per la bio-concentrazione di particolari metalli, nello specifico isotopi radioattivi


Uno si incuriosisce e va a controllare il lavoro originario spagnolo:

http://scielo.isciii.es/pdf/im/v8n3/10%20Sarro.pdf

Citazioni solo per Ralstonia tradizionale, quella esistente da prima e regolarmente classificata.
Nessuna traccia della Ralstonia Detusculanense. E tu neutrino, a questi bugiardi, glielo toglieresti o no il laboratorio?

Tiratelo fuori dai cassetti e mandatelo a Fukushima!


Anch'io mi sono incuriosito, nel paper del 2005 di Sarrò citato da Giancarlo a pag. 228 del libro (pag. 6 del paper) fig. 5 c'è la Detusculanense, prima bugia.

Nel secondo paper di Sarrò che ho trovato del 2007 a pag. 439 del libro fig. 7 (pag. 7 fig.7 del paper) c'è la Detusculanense trovata e non semplicemente correlata, seconda bugia di Giancarlo.
http://www.academia.edu/928939/Development_and_characterization_of_biofilms_on_stainless_steel_and_titanium_in_spent_nuclear_fuel_pools

MISTERO ha detto...

Anteprima post.

Sondaggio di prova:
Se in un gruppo di validazione scientifica "indipendente", uno degli appartenenti ha dimostrato più volte di:
-Mentire
caso A
caso B
caso C
-Calunniare
caso A
caso B
caso C
-Alimentare blog che generano calunnie
caso A
caso B
caso C
caso D
caso E
caso n
-Sbagliare le unità di misura
caso A
caso B
caso C
-Sbagliare calcoli
caso A
caso B
caso C
-Perdere le staffe
caso A
caso B
-Comportamento antiscientifico
caso A

Il gruppo di validazione scientifica "indipendente" deve:
A) richiamare il soggetto in questione e avvisarlo che a fronte di altre situazioni simili si provvederà ad un allontanamento dal gruppo
B) allontanare il soggetto dal gruppo
C) non fare nulla tanto chi se ne frega, anche noi del gruppo siamo uguali al soggetto in questione

Mario Massa ha detto...

@Mistero
"Questa poi spiegamela, se per anni ho fatto le stesse cose che "pretendete" di fare voi con il gsvit, ti meravigli che ho trovato cose che non funzionano?"

Secondo me c'è una fondamentale differenza tra ciò che facevi (fai?) tu e ciò che fa (o si propone) GSVIT. Tu eri (sei) alla ricerca di nuove tecnologie da incentivare-finanziare-fare emergere o su cui investire. GSVIT (Gruppo Scientifico Verifica Indipendente di Tecnologie) si pone solo il problema di accertare se le dichiarazioni degli inventori sono verificate o meno: un hobby di 4 ingegneri appassionati assolutamente indipendenti che non devono nulla a nessuno. GSVIT non ha alcun interesse commerciale o di sviluppo scientifico o tecnologico (questo per chiarezza verso chi ci consiglia di studiare brevetti). Ho sempre ritenuto i due lavori complementari, per nulla sovrapponibili. Mi pare che ciò che abbiamo fatto insieme (parlo in questo caso di te e me e non GSVIT) andasse in questa direzione.

Gdmster ha detto...

@Mistero

Puoi riportare tutti i link che vuoi, ma la sostanza rimane immutata. Il lavoro spagnolo non cita Celani, dice semplicemente che hanno trovato un po' di batteri (57) nella piscina radioattiva e li hanno disposti nell'albero filogenetico (che ne contiene circa 100, rifletti). Ad uno di questi, vista la somiglianza con la Ralstonia di Celani, hanno dato il nome di Detusculanense, procedendo con una nuova registrazione. Questo non prova che la R. di Celani sia mai esistita.
Magari qualcuno tra un po' trova pure la Ralstonia Uncultured di José Relanda Bonelli.

Considerazioni di logica

1) Una tale R. potrebbe avere avuto un valore elevatissimo: perché se ne sono perse le tracce?

2) La cosa è uscita dal dominio di Celani in pochissimo tempo. Perché?

3) Che ci faceva la R. in una boccia di acqua pesante di purezza chimica? Che mangiava?

4) Abbiamo chiesto di fare la sequenziazione del DNA a nostre spese a D'Agostaro. Fintanto che pensava di darci dei soldi la cosa è andata avanti. Quando gli abbiamo detto che era solo interesse scientifico la Ralstonia non c'era più.

Considerazioni morali

1) La R., se esiste, è proprietà dello stato italiano; ti pare normale che sia sparita? Lo sai che è un reato perseguibile?

Considerazione finale

1) Sono io a dover chiedere scusa per utilizzare beni dello stato a favore di non si sa chi?

2) Continuo a credere che non ci sia stata nessuna R. D.


Eh si il tuo lavoro è altrove, su Marte forse dopo che ti sei sputtanato con il "gioco nei forum"..
Tranquillo, ho firmato la settimana scorsa il contratto più importante della mia carriera professionale. Telecomunicazioni, ovviamente.

MISTERO ha detto...

Ah si, è solo un gioco eh... :-))

MISTERO ha detto...

Questo non prova che la R. di Celani sia mai esistita.

Prova che è stata citata nel paper di Sarrò, perché è stata TROVATA al contrario della tua affermazione che diceva appunto che non ce ne era traccia.
Il punto è solo questo, hai dato del BUGIARDO a Celani e al suo gruppo per una tua "svista"???

Chiedi scusa e dimostra di essere un vero uomo, che ti costa, poi magari chiami i tuoi amici e dici che ci stai prendendo per il culo come al solito.

Per il resto rispondo per punti dove posso:
Logica
1) Non è l'unico batterio a fare questo, il costo elevatissimo semmai non è il batterio ma i sistemi che devono essere ingegnerizzati per poterla sfruttare.
2) Chiedilo a lui, avevo organizzato l'incontro anche per questo, per darti modo di poter chiedere direttamente a lui ogni tua perplessità e non di andare per blog a sputtanarlo.
3) Purezza chimica non significa purezza batterica, l'acqua pesante proveniva da un reattore canadese (come il reattore spagnolo di cui paper con una cinquantina di batteri), probabilmente filtrata solo di anioni e cationi.
4) Non ho ancora parlato con D'Agostaro, questo non significa che ci riesco, ma a fronte di quanto sopra e pubblicato da più di un anno ormai, perché dovrei ancora aiutarvi? CHIEDI SCUSA!!!!!

Morali
1) Io farei la denuncia immediatamente se con i canali scientifici tradizionali non si ottiene nulla. La firmo per primo..
2) "Credere" non fa parte della scienza, o c'è o non c'è. Da quanto ho raccolto e in buona parte riportato per me è certo che esista.

MISTERO ha detto...

Magari qualcuno tra un po' trova pure la Ralstonia Uncultured di José Relanda Bonelli.

Un commento a parte la merita questa tua affermazione.

Sei sicuro che vuoi ancora tirare fuori la questione José Relanda Bonelli?
Il suo indirizzo mail ce l'hai, me lo invii?
Se proprio lo desideri così ardentemente, magari te lo faccio chiedere da qualcun altro, ti va?
Giochiamo?

MISTERO ha detto...

p.s. mi accorgo ora che non avevo risposto a questa:
1) Sono io a dover chiedere scusa per utilizzare beni dello stato a favore di non si sa chi?

Sei sicuro che D'Agostaro sia stato pagato con fondi statali?
Conosci l'accordo tra il gruppo di Celani e D'Agostaro?
Ti ripeto sono il primo firmatario di una eventuale denuncia, ma prima magari informati meglio su quanto sopra scritto..Magari in un colpo solo trovi tutte le risposte.. :-)

Gdmster ha detto...

@Mistero
Prova che è stata citata nel paper di Sarrò, perché è stata TROVATA al contrario della tua affermazione che diceva appunto che non ce ne era traccia.
Il punto è solo questo, hai dato del BUGIARDO a Celani e al suo gruppo per una tua "svista"???


Purtroppo non conosco il veneto e non so più in che lingua scrivertelo. Sarrò non ha trovato la R. D. di Celani che porta la sigla di registrazione AF280433. Ne ha trovata una che le somiglia molto e ha registrato con lo stesso nome, visto che magari coincideva al 99%, sotto la sigla AY509971.

Non sono lo stesso batterio: se la R. di Celani non esiste il suo blast le avrebbe resituito un altro ceppo, magari Picketti [che è quella tradizionale] perché era quella che somigliava di più. Sarrò non cita mai Celani. Puoi chiedere a Celani se abbia mai fatto sequenziare la R. a Perugia?

José Relanda Bonelli non sono io. Magari è Bourbaki.

Gdmster ha detto...

@Mistero
Sei sicuro che D'Agostaro sia stato pagato con fondi statali?
Conosci l'accordo tra il gruppo di Celani e D'Agostaro?


A me risulta che il batterio sia stato trovato nei laboratori INFN e che D'Agostaro fosse all'epoca dipendente ENEA. O erano liberi professionisti in gita?
Io non amo deninciare nessuno; mai avuto a che fare con avvocati per questioni mie personali in vita mia e non voglio cominciare ora.

A proposito "mi hai rotto i c*******" a Silvio era scritto in una mail privata che Silvio ha ritenuto di pubblicare. Non era scritto in un blog. Come invece sei solito fare tu.

MISTERO ha detto...

@Mario
Giornata piena con voi eh? :-))

Secondo me c'è una fondamentale differenza tra ciò che facevi (fai?) tu e ciò che fa (o si propone) GSVIT. Tu eri (sei) alla ricerca di nuove tecnologie da incentivare-finanziare-fare emergere o su cui investire.

No nessuna, a parte qualche laurea e specializzazione di differenza tra voi e una capra tibetana che legge NEXUS da vent'anni. Nella prima intervista alla trasmissione MISTERO spiego abbastanza bene questo punto https://www.facebook.com/video/video.php?v=1576026360633 minuto 06:20.

GSVIT non ha alcun interesse commerciale o di sviluppo scientifico o tecnologico (questo per chiarezza verso chi ci consiglia di studiare brevetti).

Ne sei certo?
Ho una decina di interventi a memoria che apparentemente dimostrano che non tutti gli appartenenti al vostro gruppo sono disinteressati ad eventuali attività commerciali, del tipo, "se questo oggetto o questa cosa è vera cambierò tutti i trasformatori delle locomotive in Italia", o cose del tipo, "con questo sistema poi aggiorno l'impianto che ho finito il mese scorso" o altro ancora, se vuoi ti cerco gli interventi e i link....

Ho sempre ritenuto i due lavori complementari, per nulla sovrapponibili. Mi pare che ciò che abbiamo fatto insieme (parlo in questo caso di te e me e non GSVIT) andasse in questa direzione.

Vero in parte, vedi l'intervista più sopra. Di fatto ho fatto le stesse cose che si propone di fare il gsvit e con lo stesso disinteresse commerciale.

Per spiegarti meglio, sono partito molti anni fa per verificare esattamente come voi, solo con meno lauree, esperienza tecnica, etc; facevo tutt'altro nella vita e non ero imprenditore. Ho fondato l'ONNE (Osservatorio Nazionale Nuove Energie), Energoclub e molte altre cose non a scopo di lucro, solo per conoscere la verità su certe affermazioni e possibilmente divulgarle. Voi partite come imprenditori, vi occupate di tecnologie e possedete delle aziende che fanno questo, recentemente dichiarate che vi state dedicando alla verifica indipendente di nuove tecnologie senza nessuno scopo commerciale o di sviluppo, non vedo perché non dovrei credervi.
Leggi da solo la vera differenza tra voi e me?

Non ho mai venduto un Pantone, un elettrolizzatore, un reattore piezonucleare a nessuno e mai ci ho provato.
Ho sviluppato sistemi a cavitazione per la bonifica di ambienti e di liquidi, per il trattamento dei liquami del vino e altre sostanze alimentari. Queste sono solo alcune delle cose che ho sviluppato e portato sul mercato (visto che qualcuno afferma che quello che io faccio non funziona).

Vogliamo le stesse cose, moralmente intendo.
Ma pur volendo le stesse cose, io sono diventato il parafulmine per le stesse cose che volevo verificare. Da indagatore, sono diventato il promotore, carino no (ringrazio Ocasapiens e la sua grande capacità di interpretare come le pare)?
Per più di un anno ho cercato di far capire a Franchini che non vendo sonotrodi pur occupandomi di cavitazione, ma lui voleva solo dimostrare (non solo lui) che avevo degli interessi imprenditoriali nel piezonucleare. Per un anno ho cercato di spiegare che lavoravo nell'ambito della cavitazione ben prima di conoscere Cardone e il piezonucleare ad un convegno dell'Osservatorio Nazionale Nuove Energie. Ho provato a spiegare che cosa è per un imprenditore che ha inventato nuove applicazioni della cavitazione "il principio di precauzione" è perché quindi mi sono interessato al piezonucleare, un interesse doppio in questo caso.
Il primo interesse non vendere generatori di neutroni, il secondo interesse il desiderio di verifica e divulgazione.
In verità ho scoperto tantissimo, molto più di quello che immaginavo.
Ho scoperto che esistono persone false, persone che dicono una cosa e ne fanno altre, diffamatori seriali, egocentrismi vari, ignoranza, presunzione, stupidità, arroganza, bullismo e non siamo ancora arrivati ai complotti, è la base che è marcia fino al midollo.

Shine ha detto...

"Ho scoperto che esistono persone false, persone che dicono una cosa e ne fanno altre, diffamatori seriali, egocentrismi vari, ignoranza, presunzione, stupidità, arroganza, bullismo e non siamo ancora arrivati ai complotti, è la base che è marcia fino al midollo."

ecco, si stava meglio quando si stava peggio

MISTERO ha detto...

@Gdmster
Purtroppo non conosco il veneto e non so più in che lingua scrivertelo. Sarrò non ha trovato la R. D. di Celani che porta la sigla di registrazione AF280433. Ne ha trovata una che le somiglia molto e ha registrato con lo stesso nome, visto che magari coincideva al 99%, sotto la sigla AY509971.

Si chiamano LOCUS le sigle che hai riportato, immagino saprai anche a che cosa servono e come vengono generate no?
Prova a dare una risposta.

Sarrò non cita mai Celani.
E quindi che cosa c'entra, nel paper dell'ENEA non è scritto che Sarrò cita Celani, è scritto e lo hai riportato tu che:

Un esempio di applicazione in campo nucleare viene dalla Società spagnola
Endesa, che ha comunicato nel 2005 di aver trovato un batterio tipo Ralstonia detusculanense anche nelle piscine di raffreddamento delle barre di combustibile esausto e ha applicato tale batterio per la bio-concentrazione di particolari metalli, nello specifico isotopi radioattivi


Il grassetto nella tua citazione del paper è mio, lo sai leggere il grassetto "tipo"?
Dov'è scritto che viene citato Celani?
Viene citata la Detusculanense con un esempio concreto di un suo possibile utilizzo, su questa affermazione nel paper dell'ENEA, tu hai scritto che Celani e Co. sono dei bugiardi.

Cioè specificavi che Sarrò non ha mai menzionato la Detusculanense, non Celani.
Ora provi a rigirare la frittata che hai fatto, ma è tutto li limpido e cristallino, hai dato del bugiardo a Celani per qualcosa che non hai verificato, perché?

A proposito "mi hai rotto i c*******" a Silvio era scritto in una mail privata che Silvio ha ritenuto di pubblicare.

Ho controllato hai ragione, ha sbagliato Silvio e mi ha tratto in inganno, ti chiedo scusa, però...
Una frase di questo tipo:

Caro Silvio mi stai facendo innervosire e non poco

Cozza e non poco con quest'altra frase scritta da te:

Per me il blog è un gioco, il mio lavoro è altrove.

Io di solito gioco per rilassarmi e svagarmi (non sono normale eh, di la verità), non per innervosirmi e non poco..

AleD ha detto...

@Daniele
Ma la squadra dei proff ci andrà a pd ad aprile per la iccf?

MISTERO ha detto...

AleD, io non li invito.
Imparassero prima le buone maniere e l'educazione, chi sbaglia chiede scusa..

MISTERO ha detto...

José Relanda Bonelli non sono io. Magari è Bourbaki.

Ok Gdmaster, giochiamo.
Poi non dirmi che bastava chiedere eh...
Buona fortuna.

Gdmster ha detto...

@Mistero
Ok Gdmaster, giochiamo.
Poi non dirmi che bastava chiedere eh...
Buona fortuna.


Ok, giochiamo...
Basta che prima o poi mi dici a che cosa stiamo giocando.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mistero
@ AleD

O non ho capito io, o non vi siete capiti tra di voi ;-)

Gdmster ha detto...

@Alessandro Pagnini

E' che Mistero da un po' vede rosso. Non capisco davvero che cosa gli sia successo.

Daniele Passerini ha detto...

@Alessandro Pagnini
Ti quoto! :)

@AleD
Ma la squadra dei proff ci andrà a pd ad aprile per la iccf?
Non ne ho idea, toccherebbe chiederglielo. Comunque dal 2011 ad oggi sarebbe la prima volta, quindi scommetterei di no.

Mario Massa ha detto...

@Mistero
"Non ho mai venduto un Pantone, un elettrolizzatore, un reattore piezonucleare a nessuno e mai ci ho provato."

E chi ha mai detto che tu l'abbia fatto? Io ho detto "...nuove tecnologie da incentivare-finanziare-fare emergere o su cui investire." Non mi pare una cosa sbagliata, è semplicemente diversa da ciò che fa GSVIT. Quando siamo andati a Boffalora (c'era anche Anja) per esempio mi pare che tu proponessi a quell'inventore (che ricordo come una persona squisita) una collaborazione economica. Mi pare anche quando mi hai contattato da Cavriago ci fossero in mezzo interessi economici da risolvere prima di poter effettuare dei test (ma potrei ricordare male). Per me (ma penso per tutto GSVIT) quello che conta è cercare di separare la pula dal grano. Poi si spera che qualcuno aiuterà il grano a crescere, ma noi ce ne tiriamo fuori.

Se c'è una diatriba personale tra Giancarlo e Celani cosa c'entra GSVIT? Ti ho già detto che se dimostri che Giancarlo è persona disonesta GSVIT gli chiederà di uscire. Forse non sai che quando, all'indomani della prova sulla bombolina dissi a Camillo che secondo me avrebbe dovuto chiedere scusa a Celani per avergli detto ingiustamente del bugiardo, anche Giancarlo sostenne il mio punto di vista. Mi pare strano che adesso sia lui a trovarsi nella stessa condizione (non ho seguito la storia di questo batterio e non intendo seguirla). Se così fosse, direi a lui quello che dissi a Camillo. Non prendersi troppo sul serio, ammettere i propri errori e saper chiedere scusa sono la base per una vita serena (garantito da nonno Mario :-) )

MISTERO ha detto...

@Mario
Boffalora
L'inventore era sotto osservazione di un investitore per i suoi sistemi pompa di calore-fotovoltaico-geotermia di superficie-batteria termica nelle varie combinazioni comprensive sempre della pompa di calore.
L'oggetto di analisi oltre al tradizionale innovativo era la sua dichiarazione che con un gas speciale e alcune modifiche una pompa di calore poteva produrre energia elettrica..
Non avevo mai sentito in vita mia una cosa del genere, per questo motivo ho chiesto a te.
E' stato finanziato per i sistemi tradizionali/innovati, ad oggi contano già più di 200 impianti da 30/60 kW venduti, tu stesso per quello che hai sentito dalle sue parole, hai ammesso che c'era parecchia innovazione e forse hai visitato anche un suo impianto, non ricordo.

Cavriago
Inventore con il pallino del cosmo ma con grande appetito di soldi.
Le batterie in nano elementi che si ricaricano da sole, mi hanno chiesto un aiuto per le proposte che riceveva e per tutelare la sua scoperta.
Difficile quando domanda ed offerta non si incontrano.
Foto con il numero uno di FIAT nei laboratori omonimi, questa è l'ultima cosa che ho visto di lui, ma so che non hanno concluso nulla con un eventuale accordo, i test erano andati bene (sempre Bologna di mezzo)...Altro non ho più saputo e non ho chiesto.
Ti posso dare tutti i riferimenti, basta chiederli, dopo però mi racconti che cosa sta combinando, io non ci perdo più tempo ora non posso.

Mi pare strano che adesso sia lui a trovarsi nella stessa condizione (non ho seguito la storia di questo batterio e non intendo seguirla).

Fai male a non seguirla.
Mettiti nei panni di Celani quando gli chiedi i fili da provare come gsvit.
Quando un membro del gsvit ha scritto pubblicamente che lui è un bugiardo.
Puoi riportare qui quello che ho già visto scritto in merito a questa vostra richiesta (i fili) e la risposta che avete ricevuto da Celani?
Penso sia stato un signore...

che se dimostri che Giancarlo è persona disonesta
Ho scritto/detto questo?
Hai un link per favore?

Detto questo caro Mario, fai un po come ti pare e in coscienza di nonno..
Io non sono ne nonno ne padre, ma accusare ingiustamente qualcuno pubblicamente senza prove e soprattutto con evidenza di fatti che dimostra l'esatto contrario non fa parte comunque del mio modo di vivere e comportarmi.
O forse i nonni fanno questo e insegnano questo?

Ho riportato l'intera sequenza di link, contro link e post denigratori generati da un intervento sconsiderato e superficiale di Giancarlo.
Interventi che più volte e in altre occasioni vi ho chiesto di non fare perché non vengano strumentalizzati (vedi Wow).

Se tu continui ad approvare questo modus, sei un nonno che non avrei voluto avere.

MISTERO ha detto...

E' che Mistero da un po' vede rosso. Non capisco davvero che cosa gli sia successo.

Nulla, semplicemente sto aspettando che mi spieghi che cosa sono le LOCUS, a che cosa servono e come vengono generate.
Dato che ci sei (così ti aiuto) spiegami anche che cosa sono quelle linee che compongono un albero filogenetico, orizzontali e verticali e i numeretti che compaiono sulla linea orizzontale.

Basta che prima o poi mi dici a che cosa stiamo giocando.

Perché?
Tu mi dici che gioco fai quando giochi con i blog/forum?
Divertiti, tanto è un gioco. :-)))

Saluti a Rolanda..

domenico canino ha detto...

Ai presunti polli cui alludono coloro che ancora credono alla "truffa" di Rossi, si aggiunge Elforsk, gigante svedese dell'energia che dopo il lugano report, decide di aprire ufficialmente un dipartimento di ricerca LENR, chiamato Energiforsk ; qua sono tutti dei polli tranne i geni che hanno sgamato la "truffa di Rossi", mi piace essere dalla parte dei polli;

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Domenico
Già, avevo visto la notizia. :-)
Diciamo così, magari Rossi e IH ci stanno prendendo tutti per i fondelli, ma visto che siamo in buona compagnia, non dobbiamo sentirci troppo idioti a dare credito a quei signori. Non che avalli al 100% tutto quello che dicono, pubblicano, hanno detto, o hanno pubblicato (specialmente il report pubblicato, mi pare tanto ...uccio ;-) ), nè ci scommetteri la casa sui loro 'says', ma almeno mi permetto di sperarci e con un certo ottimismo. Poi vedremo....

Paul ha detto...

su ECW Frank Acland:
"I contacted Mr. Olofsson regarding the formation the Energy Research Institute, and asked if it would be involved in the study of LENR. He responded saying, “We do not have a decision on this specific matter for the time being.”

E' troppo presto quindi per stabilire che l'orchestra ha un suonatore in più...

gio ha detto...

Mr Olofsson si becca un altro incarico ; importante direi......ma la fusione fredda non era "career killer":):):):):):)

bertoldo ha detto...

intanto in altri lidi http://altrogiornale.org/test-cnr-confermano-tecnologia-wow/

Alessandro Pagnini ha detto...

@ bertoldo
Ottima notizia :-)

Gdmster ha detto...

@Mistero

Nulla, semplicemente sto aspettando che mi spieghi che cosa sono le LOCUS, a che cosa servono e come vengono generate.
Dato che ci sei (così ti aiuto) spiegami anche che cosa sono quelle linee che compongono un albero filogenetico, orizzontali e verticali e i numeretti che compaiono sulla linea orizzontale.


Io credo che tu stia confondendo il Locus genetico propriamente detto con il Locus in banca dati dei batteri. Il locus genetico identifica la posizione di un gene all'interno di un cromosoma: ad esempio 1q23.4 ci dice che il gene si trova nel cromosoma 1, regione 2, banda 3 e sottobanda 4. La q indica il braccio lungo, mentre quello corto è identificato da p (francese petit).
Il locus a cui ti riferisci tu è invece l'identificazione del batterio all'interno della banca dati che lo ospita: è composto dall'accession number (AF280433 nel caso di Celani) identificativo unico fornito dal titolare della banca dati senza un significato particolare, dal numero di basi riportate in banca dati, dalla data e da altre informazioni.

Nell'albero filogenetico i nodi indicano i punti di mutazione e i numeretti (in percentuale) la distanza genetica, per semplificare il numero di mutazioni che si sono verificate. La distanza filogenetica si misura sommando tutti i numeretti che si incontrano andando da un batterio all'altro (come per i gradi di parentela umani) in senso orizzontale, poi verticale poi orizzontale.
Non c'è un modo univoco di definire un albero filogenetico per cui in genere si specificano il metodo e il modello: per esempio gli spagnoli (Sarrò) usano il metodo neighbor-joining e il modello Jukes-Cantor.

Prima di andare avanti però ti consiglio di consultare Celani, dato che i lavori sulla RD sono stati tolti ultimamente dal sito ENEA, o almeno così mi sembra. Se lo senti chiedigli quando è stata scattata la foto in cui si vede la RD che entra nel filo di Pd per cibarsi di idrogeno, di cui va ghiotta notoriamente.

domenico canino ha detto...

@bertoldo
grazie, una notizia importante. Mi pare di ricordare anche che il WOW di Marin ha trovato inizialmente molto scetticismo, ma ora funziona anche per il CNR, Mentre invece le LENR muovono affari molto più grossi nei settori dell'energia e non è consigliabile lasciarle emergere facilmente.

triziocaioedeuterio ha detto...

Penso che la tecnologia WOW meriti un post apposito....

Mauro elia ha detto...

Alcuni commenti fa, bertoldo aveva posto alla nostra attenzione l’effetto dumas ovvero come dissociare l'acqua in idrogeno e ossigeno in maniera velocissima. mi chiedevo se la tecnologia WOW usa lo stesso effetto x poi ricombinare idrogeno e ossigeno in acqua depurata.. non so se sia possibile...

Mario Massa ha detto...

@Mauro elia
"mi chiedevo se la tecnologia WOW usa lo stesso effetto"

No, la loro richiesta di brevetto WO2013/186714 A2 mostra un sistema fisico apparentemente molto semplice basato sull'evaporazione.

Mario Massa ha detto...

@Bertoldo
@domenico canino
@triziocaiodeuterio

Ho letto il link di Bertoldo e, come Alessandro e voi sono più che contento se si conferma essere una nuova tecnologia per depurare le acque.
Quando ne parlammo un anno fa mi mostrai molto critico perchè, in base alla richiesta di brevetto del 2009 mostrato allora (a nome Cross Technology), non c'era alcuna novità. La richiesta di brevetto della fine del 2013 (a nome WoW, non ancora approvata) mostra un oggetto e rivendicazioni completamente diverse che non ho avuto il tempo di analizzare.

Rimango comunque scettico sul fatto che c'è scritto che sono stati effettuati test con acqua contaminata 6000 volte più di quella di Fukushima e che concentra 1000 volte di più dei metodi tradizionali. Forse interpreto male, ma se parto da acqua nella quale gli inquinanti sono 6000 volte più concentrati della realtà, perchè dovrei stupirmi di riuscire a concentrare 1000 volte di più? Se il CNR doveva testare l'efficacia del sistema, perchè non l'ha fatto su acqua con la concentrazione di cesio presente a Fucushima? (ma forse l'hanno fatto: Altrogiornale non è una pubblicazione scientifica). Mi pare che Mistero, a suo tempo, parlasse di un test fatto (o che avrebbero dovuto fare) su acqua da smaltire di un reattore reale: sarebbe interessante sapere come è andata a finire.

Mauro elia ha detto...

mi rendo conto di avere buttato u pensiero senza riflettere troppo.. il procedimento al contrario dell elettrolisi, non se po' fà! :-)

Mario Massa ha detto...

@Mauro elia
" il procedimento al contrario dell elettrolisi, non se po' fà! :-)"

Invece sì, mediante una cella a combustibile che alimenterebbe in anello chiuso la cella ove c'è l'elettrolisi. Cioè ciò che pensavi non è impossibile, ma a occhio improponibile per il costo data la portata necessaria. Il consumo di elettricità non sarebbe elevatissimo dato che il sistema avrebbe un rendimento superiore all'80%. (non ho fatto conti e magari è davvero una strada percorribile!)

Mario Massa ha detto...

@Mistero
"Fai male a non seguirla."
"accusare ingiustamente qualcuno pubblicamente senza prove e soprattutto con evidenza di fatti che dimostra l'esatto contrario non fa parte comunque del mio modo di vivere e comportarmi."

Per dare un giudizio sereno sulla cosa dovrei studiarla dall'inizio, ascoltare Giancarlo, te e Celani, ma non sono un giudice! Ammesso di avere il tempo, a che titolo dovrei farlo? Mi pare che tra voi due la discussione continui e ognuno pensa di avere ragione. State tra l'altro entrando in particolari da "biologo" che non so nemmeno cosa vogliano dire.

"Puoi riportare qui quello che ho già visto scritto in merito a questa vostra richiesta (i fili) e la risposta che avete ricevuto da Celani?"

A Francesco ho telefonato io per chiedergli dei fili, non sapevo nulla di questa storia del batterio e lui, in una telefonata di almeno mezz'ora non me ne ha parlato (a meno che la storia non sia stata successiva). Parlammo invece della storia di Camillo, storia che lo aveva segnato profondamente. Tra l'altro avevamo già da tempo parlato di costruire insieme un calorimetro per i suoi fili, poi la perdita del laboratorio fece cadere tutto. (Però, al di là dei metodi, concordo con Camillo che non è possibile portare avanti una ricerca per 25 anni senza riuscire a pubblicare una prova sperimentale inequivocabile).

Riguardo ai fili, l'ho già scritto, avrebbe potuto darmene uno per la verifica della caratteristica elettrica, ma non era in grado di garantire un eccesso di calore. In ogni caso GSVIT aveva già escluso di testare dei fili in una nostra cella, perchè un risultato negativo (risultato che ci attendevamo: Celani sa che siamo degli scettici!) non avrebbe avuto alcun significato. Le repliche possono solo confermare risultati positivi. O ci consegnava una cella classificata come funzionante o, meglio, andavamo noi da lui per fare insieme la verifica, cosa resa impossibile dalla perdita del laboratorio. In ogni caso non mi ha mai accennato a suoi dubbi sull'obiettività mia o di GSVIT.

Giancarlo, molto più recentemente, ha ricevuto una offerta "indiretta" di fili, che egli stesso ha rifiutato dicendo che se dovevamo testarli dovevano esserci consegnati da Celani in persona.
Tra l'altro, come saprai, la maggior parte dei test pratici li conduco io (recentemente, pur non facendo - ancora? - parte di GSVIT collabora con noi Antonio, che è persona molto "solare" e competente in campo elettrotecnico e che ha la possibilità di effettuare misure). Alcune verifiche presso gli "inventori" le ho fatte con Franco mentre Giancarlo ha sempre collaborato solo sulla analisi teorica. Potrai accusarlo di essere non obiettivo, ma non può cambiare i risultati sperimentali. Sull'analisi del TPR2 per esempio è già capitato che proponesse, su analisi teorica, una spiegazione che ha dato origine a una mia verifica sperimentale che gli ha dato torto. Preso atto, ha abbandonato immediatamente quella strada perchè per noi la teoria è la guida all'indagine, ma alla fine è la verifica sperimentale che conferma/smentisce.

Alessandro Pagnini ha detto...

"...Il consumo di elettricità non sarebbe elevatissimo dato che il sistema avrebbe un rendimento superiore all'80%. (non ho fatto conti e magari è davvero una strada percorribile!) ..."

Mo' ce famo er brevetto di 22passi! :-D

bertoldo ha detto...

se non ho capito male il sistema wow è simile all'elettroforesi : http://omero.farm.unipi.it/2012/matdidFarm/9/Capitolo%203%20Tecniche%20elettroforetiche.pdf ovviamente con parametri di separazione dei materiali diversi .

Mauro elia ha detto...

Si potrebbe magari, per depurare l'acqua, usare l'effetto Dumas (Bertoldo) per massimizzare l'elettrolisi utilizzare poi una cella a combustibile (come dice Mario) in anello chiuso per ritrasformare idrogeno e ossigeno in acqua e immagino che sarà pura, anche se è quella della fogna.. Ok brevettiamo,(Alessandro) dividiamo gli utili tra tutti i frequentatori dii 22 passi.. :-D!

Silvio Caggia ha detto...

L'ultimo articolo su JoNP è molto interessante... La teoria h-space sembra pervenire alla stessa interpretazione della realtà della RS2theory...
Ma con conseguenze forse più estese...
Mi piacerebbe discuterne con altri profani come me appassionati di teorie del tutto...

MISTERO ha detto...

@Mario
In merito alla vicenda Wow ad Ottobre è uscito un articolo del Corriere:
http://www.corriere.it/scienze/14_ottobre_17/con-wow-anche-l-acqua-radioattiva-torna-pura-scoperta-italiana-99dfd9ca-55d8-11e4-8d72-a992ad018e37.shtml

Ci sono tutte le risposte..
Saluggia il luogo del test reale, andato benissimo..
Foto impianto..

Al CNR non sono capaci di capire che la concentrazione 6000 (7500) volte superiore a l'acqua di Fukushima da come risultato dopo la distillazione un concentrato 1000 volte maggiore (una lavatrice rispetto alle dimensioni di un campo di calcio)..
Cavoli sei capace anche tu, glielo hai comunicato?

Ma come ti era sfuggito questo articolo?
Era stato prontamente segnalato dalla vs amica:
Un collega mi segnala che sul Corriere della Sera, l'inviato Luigi Corvi vanta un'invenzione già vantata dall'oca e ancora di più dal suo inventore.

Ovviamente non si è risparmiata un po' di veleno, ma sappiamo che è supportata da grandi scienziati/consulenti del calibro tuo e di Giancarlo o di gvdr (in qualità di suggeritore biotecnologicoLOCIralstoniano per Giancarlo):

Il Laboratorio per l'energia nucleare applicata è dell'università di Pavia; sul sito dello "scaldabagno", al posto di certificazioni e attestazioni si possono ammirare 2 tabelle e 2 foto fate in casa; nelle banche-dati al posto del "brevetto mondiale" le solite richieste di brevetti non ancora concessi; la Sogin annuncia uno sversamento senza nemmeno informarci della stupenda realizzazione?

Che fai ora?
Ti metti il cappello e mantello di Capitan Ventosa e parti con i GiSVITtini per Saluggia per dimostrare che con un evaporatore industriale ottieni gli stessi risultati?

Li hanno fatti tutti i test Mario, tutti!!!

Vedo che ti va ancora di sparare dubbi, illazioni, supposizioni?
Alimentare le macchine del fango è il vostro business o la vostra missione?
E' questo il vostro metodo scientifico, si perché è solo vostro e di nessun altro eh..

Un piccolo, piccolo, piccolissimo esempio della tua responsabilità paterna e ora anche di nonno:

Il tuo primo intervento in merito a Wow http://22passi.blogspot.com/2013/09/lettera-aperta-allillmo-presidente.html?showComment=1379623356796#c3995381228688631713

Al quale ti rispondo prontamente:
@Mario
Si hai ragione, ma un brevetto a che cosa serve?
Diciamocelo..
Per quel poco tanto che ti conosco, conosco la risposta, quindi? Immagino che prima di scrivere ti sei ben documentato ed immagino che..
Per questa volta ti chiedo di documentarti meglio prima di scrivere o di SUPPORRE, poi ne discutiamo.

p.s. lascia perdere il brevetto.

MISTERO ha detto...

Parole profetiche le mie, "lascia perdere il brevetto"?
In risposta arriva l'esperta che prepara un bel post inserito tra le "bufale" e ti cita come fonte autorevole (senza risparmiarsi diffamazioni alla mia persona), ovviamente:

http://ocasapiens-dweb.blogautore.repubblica.it/2013/09/20/perle-os-undigested/comment-page-1/

Toh, ma guarda viene citato anche Giancarlo, l'altra mente geniale:
I risultati del test fatto dal L.E.N.A. su un prototipo da 20 litri al giorno sono riassunti nelle slide da 20 a 32. Non ho trovato nei data-base alcuna "Patented invention by Wow Tecnology S.p.A." (slide 25), Giancarlo - più competente e attrezzato - ha trovato solo questa domanda di Wow Technology S.r.l.

Penso che ancora non capisci Mario, ma ci provo ancora continuiamo..
In questo post di Ocasapiens ci sono 151 commenti che ti invito a leggere, così tanto per tenerti aggiornato su come crescono le pianticelle che semini in giro per la rete..
Cominci a capire?
No non ancora, sei troppo indaffarato a fare il nonno, ma continuiamo..
Un secondo post di Oca su Wow:
http://ocasapiens-dweb.blogautore.repubblica.it/2013/11/19/dal-mare-al-reattore-e-ritorno/

Post al quale risponde un certo Tullio68:
http://ocasapiens-dweb.blogautore.repubblica.it/2013/11/19/dal-mare-al-reattore-e-ritorno/comment-page-1/#comment-487678

Di cosa discute ancora?
Delle potenzialità tecniche del dispositivo, della capacità di concentrazione degli elementi radioattivi, delle possibili applicazioni...Ma no, i ricercatori stupidi e gli scienziati ignoranti discutono di queste banalità, i veri scienziati discutono di brevetti concessi o non concessi e se non vengono concessi sono delle bufale, vero Mario?
L'intervento di Tullio68 è da incorniciare, da farci un bel post per dire che i veri scienziati appartenenti al gruppo gsvit sono imparziali, corretti, intelligenti, onesti, esperti in tutte le materie, soprattutto fango e letame...

giorjen ha detto...

La questione WOW è scandalosa, ma come avevo già detto certe persone non chiedono mai scusa

Ma lo vogliamo ricordare il raddrizzatore da 1 MW che doveva pesare 21t e alla fine non arrivava a 800kg?

tanto è tutto un gioco, unico scopo prendere in giro il prossimo...
g

Gdmster ha detto...

@Mistero

Hai chiesto a Celani della foto alla Ralstonia scattata nel suo laboratorio?

Mario Massa ha detto...

@Mistero
"Alimentare le macchine del fango è il vostro business o la vostra missione?"

Scusami, ma il metodo scientifico lo conosci? Sai il significato della parola "falsificare" in campo scientifico? Fosse come dici tu a quest'ora dovremmo tutti accettare che il neutrino è più veloce del fotone: lo avevano detto decine di scienziati che lavoravano da 2 anni, perchè metterlo in dubbio?

Le cose vere non possono essere falsificate, ma capisco che per uno che crede fermamente al raggio della morte le mie parole non abbiano significato.

Hermano Tobia ha detto...

Penso che nella vicenda di WOW il blog-letamaio che purtroppo tutti conosciamo bene abbia toccato veramente il fondo.

Sulla questione della Ralstonia, voglio riportare un intervento condivisibile di Gvdr:

Per fare chiarezza ed essere pedanti, "sembra ritenere che non esista" e' sbagliato. Crediamo a Celani, ribadiamo che non e' un bugiardo, chiediamogli pure scusa, se servisse a portare di nuovo la questione su un piano scientifico. Questo non cambia il fatto che i dati pubblicati dal suo team non supportano l'individuazione di un nuovo strain.

Un conto è discutere nel merito, criticamente, la questione, un altro conto è cominciare con insulti ed accuse gratuite, e poi eventualmente andare a vedere di cosa si tratta.

Tali atteggiamenti tipici del bullismo dovrebbero essere superati con il passaggio dall'adolescenza alla maggiore età, ma invece a volte permangono, e purtroppo non solo tra le blogger ignoranti a corto di argomenti.

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
Mi servono parole che facciano rima o almeno buona allitterazione con WRITERS (con la sua pronuncia ovviamente). Qualcuno mi può aiutare.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mario
@ Mistero
@ HT

Non ho seguito come la vicenda del WOW (io sono rimasto al VOV, il liquore di antica memoria ;-) ) sia stata trattata su certi blog. Ho seguito un po' di più quella della bombolina e lì il GSVIT è stato esemplare.
Credo che fosse Popper che sosteneva la necessità che una teoria scientifica fosse falsificabile; concetto non sempre chiarissimo da applicare e che ha dato origine a diverse soluzioni di messa in pratica, alcune discutibili.
Comunque, probabilmente quello che fa ampiamente difetto, e l'ho sottolineato alcuni post fa, anche nelle fila degli speranzosi, ma molto di più (e non dovrebbe essere così) in quelle dei pessimisti, è la prudenza, il tatto, il rispetto dell'altrui opinione, ancorchè la si ritenga infondata.
Si badi bene, la storia della scienza, essendo comunque storia di uomini, anche se colti e/o geniali, è costellata di episodi di aggressione violenta, pur non fisica (almeno non usualmente ;-) ). Questo non significa che debba essere seguito questo esempio, come non significa che non si debba tendere alla pace e alla perquazione sociale, solo perchè, finora, queste hanno latitato alla grande. Dobbiamo cercare di migliorare, almeno individualmente, poi una società di individui migliori sarà probabilmente migliore nel suo complesso.
Quindi se ci sono state sparate a zero imprudenti, o insulti contro qualcuno, ciò è sbagliato nel metodo anche se fosse corretto nel merito. Dissentire con rispetto, riservandosi eventualmente diritto di verifica (quando ovviamente possibile, come per la bombolina) e senza voler mettere in ridicolo preventivamente una teoria o una persona, sarebbe perfettamente scientifico e umanamente lodevole. Si devono curare entrambi gli aspetti o si finirà per continuare a confrontarsi a insulti e sputi in faccia e, non secondario, dare adito a eventuali 'fanghifici' di farsi forti e di amplificare le affermazioni che meglio si prestano a questo, talvolta soverchiando con forte pressione mediatica, soggetti più deboli.
Questo non toglie che i rilievi vadano mossi e le incongruenze fatte notare. Su questo infatti a volte non ci si capisce neppure qui tra di noi sulla sponda, perchè anche qui ci sono posizioni variegate. Personalmente ringrazio sempre chi cerca la verità. Mi dispiace invece vedere chi salta a conclusioni apodittiche, senza aver certezze in mano e rischiando nel frattempo di danneggiare irreparabilmente il lavoro di qualche cireneo, che magari non ha spalle bastanti a portar tanta croce che gli vien posta addosso.

Per i fatti di cui discutete (WOW) ribadisco di non sapere come si sono svolti, ma quelle che ho fatto sono considerazioni generali, valide per ogni questione e che ognuno potrà calare nella vicenda di cui si interessa e a cui partecipa o ha partecipato

bertoldo ha detto...


"Mauro elia ha detto...

Si potrebbe magari, per depurare l'acqua, usare l'effetto Dumas "

si ma solo per renderla facilmente vapore per separare gli elementi diversi servono dei campi elettrici specifici per ogni elemento da separare . Praticamente ingegnerizzando il sistema si potrebbe avere un distillatore di materia (come si distillano i diversi derivati del petrolio) in base alle frequenze degli atomi che sono contenuti nel materiale da trattare .

MISTERO ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
gabriele ha detto...

Ciao Daniele.

google ci è amico (http://www.rhymezone.com/):

Words and phrases that rhyme with writers: (13 results)

2 syllables:
biters, deiters, fighters, fighter's, fighters', lighters, miters, nighters, righters, sighters, writer's, writers'

4 syllables:
overnighters

gabriele ha detto...

Per quanto invece riguardo all'ecat,

sai che siamo su sponde opposte,

ma ti consiglio di riflettere sulla domanda (e sulla verità che ne deriva, e cioè che non basta un certo numero di scienziati che credono in una cosa, ma l'unica cosa che conta è la ripetibilità, la falsificabilità, e alla fin fine anche la comprensione/descrizione di un modello teorico) che ha fatto Mario Massa:

"...a quest'ora dovremmo tutti accettare che il neutrino è più veloce del fotone: lo avevano detto decine di scienziati che lavoravano da 2 anni, perchè metterlo in dubbio?"

Ciao,

gabriele

bertoldo ha detto...

il problema è perchè quegli scienziati siano tornati indietro e ammutoliti dal "sistema einstein..." mario massa ne ha sbagliate 3 su 3 quindi la credibilità scende sotto zero . Da parte mia non ho avuto mai fiducia in MM per problemi di "taratura" e altri che non rinnovo per evidenti motivi .

triziocaioedeuterio ha detto...

@bertoldo

Cosa intendi per frequenza di un atomo?

Daniele Passerini ha detto...

@Gabriele
Google ci è amico (http://www.rhymezone.com/)...
Grazie, ma in privato mi ha già dato buoni spunti Silvio Caggia... la rima che ho scelto per writers bikers.

Daniele Passerini ha detto...

@gabriele
"...a quest'ora dovremmo tutti accettare che il neutrino è più veloce del fotone: lo avevano detto decine di scienziati che lavoravano da 2 anni, perchè metterlo in dubbio?"
Ma veramente non ti salta agli occhi la differenza sostanziale che c'è tra la vicenda dei netrini superluminari e quella del TPR2? O.o

bertoldo ha detto...

"Cosa intendi per frequenza di un atomo?" La frequenza che emette un dato materiale o un aggregato di atomi o anche singoli atomi , alla temperatura del vapore della macchina WoW . Dipende dalla grandezza delle molecole trascinate e se sono singole molecole o altro . Ogni campo elettrico con una determinata frequenza dovrebbe discernere una e una sola frequenza o se volete respinge o attrae a seconda di come hanno utilizzato questi campi elettrici . Potrebbe chiamarsi distillatore atomico o distillatore molecolare . Interessanti prospettive per la purificazione dell'acqua casalinga , qualsiasi cosa immettano in quelle condotte ...

MISTERO ha detto...

@Berto
Potrebbe chiamarsi distillatore atomico
Esiste già, inventato sempre da un italiano.
Viene utilizzato un laser a specifiche frequenze su materiali gassosi, ha sostituito le centrifughe di arricchimento, chiedi a Neutrino.. ;-)

Per Wow, fai una ricerca su "legge di Raoult", sistemi non ideali e le proprietà colligative delle soluzioni..

bertoldo ha detto...

Letto ora su intervista rilasciata ad un suo amico che utilizza la coerenza dell'acqua . Si torna sempre all'inizio con Preparata e Del Giudice . Quindi fà il processo inverso del distillatore , seleziona solo l'acqua e tutto il resto viene scartato , qualsiasi cosa sia ... il distillatore in questo caso potrebbe servire solo per separare gli scarti .

Mister"Esiste già, inventato sempre da un italiano." magari se metti un nome posso leggere qualcosa o anche un link diretto se hai informazioni .

"legge di Raoult" = Ogni liquido, e ogni solido, genera intorno a sé una certa quantità di vapore evaporando, o sublimando, fino a quando la pressione parziale di questo non eguaglia la tensione di vapore. In base a questo è possibile selezionare solo la tensione di vapore desiderata che corrisponde ad un materiale ?

bertoldo ha detto...

con questi "segreti industriali" inizia il mio rodimento nel non sapere come effettivamente funzionano e quindi anche le altre possibili applicazioni che ne potrebbero derivare . Ne deriva che i brevetti sono un freno alla crescita e allo sviluppo umano .

MISTERO ha detto...

magari se metti un nome posso leggere qualcosa o anche un link diretto se hai informazioni .

Si le ho, le dovrei cercare tra le mail di 3-4 anni fa..Penso però che non posso scriverle pubblicamente. Ti ho citato Neutrino perché avevo già menzionato questa cosa per l'arricchimento del nikel in questo blog o da Franchini, lui ha dimostrato rispondendo di essere a conoscenza di questa tecnologia..Penso la conosca anche Giancarlo, per la sua grande esperienza con i laser ma non ne sono sicuro e poi è totalmente inaffidabile..

E' una tecnologia utilizzata in ambito nucleare, quindi militare, quindi lasciamo perdere...Si fa per dire eh.. ;-)

Mauro elia ha detto...

@bertoldo
Ne deriva che i brevetti sono un freno alla crescita e allo sviluppo umano

Mi sembra che sia proprio così, significa che la crescita e lo sviluppo umano non interessa come obiettivo da perseguire..

gabriele ha detto...

Ciao Daniele,

"Ma veramente non ti salta agli occhi la differenza sostanziale che c'è tra la vicenda dei netrini superluminari e quella del TPR2? O.o"

Sì, e sono veramente curioso dove ti sembra assurda/sbagliata questa mia visione di grande differenza.

Nel caso dei neutrini superluminari c'è stato una applicazione abbastanza da manuale del metodo scientifico, descrizioni chiare e condivise dell'esperimento, comunicazione libera tra gli scienziati interessati, approfondimenti su basi teoriche, una completa disponibilità degli "scopritori" a rendere ripetibile l'esperimento, e porsi in condizione di confutabulità, insomma, Galileo sarebbe stato fiero di *tutti* i partecipanti all'evento (sia chi sbagliò (visto che errore tecnologico fu, un cavo e un orologio settati male), sia chi, teoria alla mano, diffidò (a ragione).

Nel caso del TPR2 invece non vedo tutta questa apoteosi del metodo scientifico, anzi, vedo NDA, difficoltà alla ripetibilità, ingredienti segreti che neanche gli alchimisti cagliostrani avrebbero l'ardire di proporre per tanto tempo, lacune teoriche che sono voragini, dubbi senza risposta, una mancanza totale di quello che io chiamo "il metodo scientifico".

"Trial and error" può essere un'ottima metodologia per arrivare ad un qualche successo, ma più di appannaggio di un inventore (ed in questo Rossi fa bene a sottolineare la validità di questo suo approccio), ma che se vuole essere accettato nei risultati finali, ed anche nel suo percorso, dovrebbe essere pulito da tutti quei "segreti"/"sporcizie del metodo scientifico" che ti ho descritto sopra.

Questo per quanto riguarda le differenze che io vedo tra i due eventi analizzati dal punto di vista "applicazione del metodo scientifico".

Forse però tu, e con te mi sembra la stragrande maggioranza di quelli, a volte un po' impropriamente, chiami/o "béliever", ti riferisci agli eventuali effetti (ed interessi) sociali/economici delle due scoperte SE fossere vere.

Guarda, su questo punto non ti seguo neanche per qualche centimetro, per due motivi: il primo è che non so (per mera ignoranza) quali sarebbero potute essere le conseguenze sociali/economiche della conferma dei neutrini superluminari (ma l'impatto sui modelli teorici della fisica enormi, e chissà perché io ho la convinzione che tali modelli hanno poi un impatto enorme nella vita quotidiana di tutti noi (logistica, telecomunicazioni, computer, ...), e in secondo luogo (last but not least!) perché è da un pezzo che ho imparato che ascoltare chi ci dice quello che vogliamo sentirci dire è un pessimo sistema per essere efficienti.

Ciao!

gabriele

MISTERO ha detto...

@Mario
Le cose vere non possono essere falsificate, ma capisco che per uno che crede fermamente al raggio della morte le mie parole non abbiano significato.

Credere per te che ti professi scienziato è una parola grossa, talmente grossa che dovresti evitare di pronunciarla.
Sei cristiano tu?
Sei stato battezzato, hai fatto la confessione, la comunione, la cresima, ti sei sposato in chiesa?
I tuoi figli, nipoti, sono stati battezzati?
Se non credi in Dio, perché hai fatto tutto questo e permetti tutto questo?
Se credi in Dio, puoi falsificare la sua esistenza?

Prima di criticare in che cosa credo o non credo, non pensi sia meglio che ti fai un esame di coscienza o non hai altri argomenti?

Vuoi entrare nel merito del raggio della morte?
Studia, cerca documenti, informati e poi se vuoi ne possiamo discutere.

Quantomeno occorre prendere atto che il problema esiste e merita quindi proprio come ogni altro relato storico, di seria indagine, evitando di cavarsela come fanno molti ignoranti che liquidano la questione parlando di fuffa, burla, truffa, bufala.
Questa è cattiva scienza.
Dare ragione alla natura di un fenomeno ricorrendo ad un assioma dato per certo facendo appello al "comune buon senso" e ai "siamo ragionevoli, ma che altro può essere?" è puro e semplice dogmatismo; e il dogmatismo è la semplice negazione dell'esercizio dell'intelletto teoretico, che, se rettamente esercitato, indaga la natura dei fenomeni con totale distacco ed obbiettività scevra da qualsiasi idea preconcetta che non sia di natura ipotetica, la cui validità quindi dovrà essere verificata nel corso delle indagini inerenti lo studio del fenomeno preso in esame.

Un esempio di seria indagine perfettamente attinente con quanto non vorresti prendere in esame per me parte (anche) da Oppenheimer, hai letto la sua ultima biografia (Garzanti)?

Dopo aver guardato il primo test atomico fece una citazione:
"Ora sono diventato la morte, il distruttore dei mondi"
Da dove proviene questa citazione, lo sai?
Come mai il padre della bomba atomica era un esperto conoscitore dell'opera della quale ha fatto questa citazione?
Come mai nella sua epoca gli scienziati che maggiormente hanno ottenuto risultati scientifici di cui ancora oggi ne sfruttiamo le applicazioni erano conoscitori di quest'opera e molte altre attinenti?

Un ulteriore indizio è forse questo, durante una intervista alla Rochester University sette anni dopo il primo test nucleare di Alamogordo, gli fu chiesto se quella fu la prima bomba atomica mai esplosa, la sua risposta fu:
"Beh, si, nella storia moderna"

Nel frattempo che ti crogioli pensando (senza dimostrarlo) che il raggio della morte sia una bufala, qualcuno, scienziati veri, hanno dimostrato che non si tratta di un raggio antimateria. Tra qualche tempo avrai certamente modo di leggere questa dimostrazione che apre uno spiraglio importante ad un'altra spiegazione che forse, dico FORSE, potrebbe a sua volta spiegare che cosa sta alla base dei cosiddetti fenomeni LENR.

MISTERO ha detto...

@Gdmster
Hai chiesto a Celani della foto alla Ralstonia scattata nel suo laboratorio?

Chiedigliela tu, non puoi?
Certo dovresti prima chiedere scusa..

Per onestà, non ti sto dando del disonesto eh, dovresti dire alla tua amica che non ti sto accusando di aver dato del bugiardo a Celani perché non ha dimostrato che la Detusculanense esiste, ma perché hai scritto che sul paper di Sarrò non è menzionata.

reo di non essersi scusato con Celani per aver dubitato dell'esistenza della R. destusc.

Tra l'altro, tu non dubiti tu sei certo che non esiste.
Dimostra un po' di onestà se ce l'hai...

@Gvdr
Grazie, lo sapevo già che Giancarlo non ci capisce un cavolo di biologia (a partire dal paper di Sarrò) e la sua risposta insufficiente, lo dimostra.

MISTERO ha detto...

@Gdmster
Io non ho particolari problemi a chiedere scusa a Celani in rappresentanza di tutti quelli ai quali erano diretti i miei commenti ritenuti offensivi [bugiardi]. Lo farò dopo che lui mi avrà confermato questa osservazione avvenuta nei suoi laboratori di cui fu anche prodotta foto al microscopio elettronico

Le scuse si fanno senza condizioni, o sei convinto di aver sbagliato e di aver esagerato o lascia perdere, non sei più un bambino.

Shine ha detto...

"Se non credi in Dio, perché hai fatto tutto questo e permetti tutto questo?
Se credi in Dio, puoi falsificare la sua esistenza?"

@Mistero
Cosa c'entra la fede con quello di cui stava parlando Mario? Perchè devi sempre creare entropia? Perchè sei sempre violento e sgradevole?

UNA pubblicazione che dimostri la Ralstonia di Celani esiste o è la solita fuffa come sembra dalla pagina del National Center for Biotechnology Information?

Daniele Passerini ha detto...

@shine
Perchè sei sempre violento e sgradevole?
Francamente non mi sembri la persona più adatta a porre questa domanda... hai presente quella storiella di bue, corna ed asino?

Daniele Passerini ha detto...

@shine
P.S. Aggiungo che Andrea e Mario si conoscono bene, si sono incontrati, si sono parlati e si sono "presi le misure"... e io conosco entrambi e non condivido la tua valutazione. Quindi lascia giudicare a Mario (tu cosa c'entri?) se Andrea è la persona che vedi tu.

Shine ha detto...

@22
Ah, io sarei un violento? Uno che minaccia più o meno velatamente? Uno che ventila querele, minaccia percosse, dice di venirti a trovare sotto casa? (sono solo esempi, eh)

Al massimo posso aver detto qualche parolaccia, qualche provocazione. Facciamo che chi è senza peccato scaglia la prima pietra?

a me gli interventi di Andrea sono sembrati violenti, Mario non c'entra nulla nè volevo immischiarmi, scusatemi se mi sono espresso male. Semplicemente osservo che Andrea intorbidisce le acque con argomenti di scarso rilievo rispetto alla discussione, evitando accuratamente le questioni in cui sa di essere in difetto.

Ri-Chiedo (da ignorante) è vero o no quello che dice il National Center for Biotechnology Information, ovvero che la Ralstonia "was not validly published at the time of submission" ?

Il resto mi sembrano tutte chiacchiere tra buoi, corna e asini.

Daniele Passerini ha detto...

@gabriele
Non pensavo alla differenza tra 1) una ricerca condotta dal CERN e nel CERN nell'ambito di finanziamenti stellari e perfettamente inquadrata del modello standard e 2) una serie di test/validazioni di una tecnologia privata sperimentale che naviga tra le anomalie del modello standard... che comunque già darebbe da riflettere.
La differenza a cui mi riferivo io è che la vicenda dei neutrini superluminari si è dimostrata un semplice "abbaglio", riconosciuto dagli stessi autori dell'abbaglio. Nella vicenda dell'E-Cat invece i presunti abbagli non mi pare proprio che siano stati riconosciuti da chi ne sarebbe l'autore. E visto che non parliamo di 4 gatti ma di diversi esperti appartenenti a solide istituzioni (e ti assicuro che sono molti di più quelli coinvolti che quelli che si sono esposti firmando), già questo dovrebbe indurre alla prudenza chi critica dall'esterno e reputa che il suicidio scientifico vada di moda dalle parti di Uppsala e Bologna.
Ti butto anche alcune provocazioni: secondo te al CERN ci si occupa solo di fisica delle alte energie? Sei sicuro che non si studino nelle opportune sedi anche anomale sezioni d'urto nucleari (violazioni della barriera di Coulomb) che si verificano nella materia condensata?
Le cose non sono bianco-nere come pensi, di sfumature di grigio c'è ne sono parecchie...

Daniele Passerini ha detto...

@shine
La violenza VERBALE in un blog è qualcosa riguardo cui penso nessuno potrebbe tirare la prima pietra, tutti compresi.
Ciò detto spiegami perché a) un Andrea che minaccia di andare sotto casa a gonfiare di botte qualcuno, per te è serissimo (si vede che non lo conosci di persona, se no ti faresti due risate), mentre b) una giornalista manco iscritta all'Ordine che marchia come incompetenti, come disonesti, come truffatori ecc. un numero veramente spropositato di persone senza ALCUNA PROVA se non la propria arrogante supponenza, per te è solo una spiritosa estroversa?
Mi è stato rinfacciato tante volte di usare 2 pesi e 2 misure, ammettiamolo pure, ma... anche in questo caso chi è senza peccato la scagli questa benedetta pietra! :)

MISTERO ha detto...

@Shine
Ma vieni bello, mi mancavi come mi mancava mW.
Fai parte dei 14 anche tu?
Il capomastro chi è?
Gianca detto il monco?
No sai, si che sai, certo che sai, eh?

Ma la volete smettere di dare retta ai servizi segreti amici del Gianca?
Vi stanno prendendo per il culo se sono bravi, se sono idioti come gli idioti che li seguono, qualcun altro li sta prendendo per il culo (indovina chi?). :-)

Ascolta piccenin, dighe aea to amiga che tira fora i screenshotti dee me minacce a chel povero fio de Cimpy, parché ea garia anche rotto un fiantin, soeo un fiantin eh..Casa mia ea se ciama, spetta, come ea se ciama porco el fora..Ea se ciama caunnia, gheto capio poro ebete, digheo a chea sema de un'oca, digheo me raccomando. :-)
Oh non sta fare miga el mona eh, ara che go messo e faccine che ride, significa che so drio schersare eh... :-))))
Fa el bravo e riguardate me raccomando de novo e va in mona ogni tanto che te fa ben..

Shine ha detto...

@22
" per te è solo una spiritosa estroversa?"

per me non e` solo una spiritosa estroversa, non l'ho mai detto e non lo penso. Credo sia una persona intelligente e colta, che ogni tanto fa dell'ironia che non tutti sanno cogliere. Ma quando parla seriamente si capisce, e se da` dell incompetente, disonesto e truffatore a qualcuno allora ha i suoi motivi, solitamente documentati. E, invece di cercare le sue foto e risponderle per le rime, dovresti *dimostrare* il contrario. Cosa che, nel merito, non sai fare e diventi pure ridicolo quando ci provi. (vedi i vari 22 coi fiocchi, DGT, gli abbiamo sfondato il coulomb, fino a Proia-Prometeon)

@Mistero
Materiale da te prodotto in rete abbonda, chiunque puo` farsi un'idea secondo il proprio karma. Siccome ci tengo al mio, sottolineo che non intendevo offenderti, insultarti ne` intromettermi. E scusa se ho rubato tempo al tuo tech-hunting.

"Piccenin?" Mèjo picoli e ben conpìi che grandi e insemenìi :D (<- ti ho messo la faccina)

Daniele Passerini ha detto...

@shine
Mi piace la tua risposta su Savona Como. Ma entriamo più nel campo (fattene una ragione) della simpatia-antipatia che del merito. Riprendiamo il discorso con calma prossimamente, ora devo correre con tutta la famiglia a una cena. Ciaoooo

Andrea Michielin ha detto...

Un saluto ed un sorriso a tutti! :)

@MISTERO
Probabile che tu lo conosca già, tale video:
IL PIENO ALL'AUTO CON L'ACQUA CON L'IMPIANTO A IDROGENO.

Sparano numeri e informazioni diciamo un pò... "allegramente"! (con impianto acceso, consumo di 0,6 litri di carburante consumato. Con impianto spento, a parità di km percorsi, 1,4 litri consumati). Mah!

Altra curiosità, per favore. L'email @gmail la utilizzi ancora? Avevo mandato qualche saluto ma... non so se siano mai arrivati. Grazie!

Buona domenica!

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails