Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

lunedì 17 marzo 2014

Per chi ama interrogarsi sui misteri, c'è senz'altro quello del volo MH370

È emblematico come i mass media abbiano trattato la scomparsa del Boeing 777 della Malaysia Airlines, avvenuta lo scorso 8 marzo tra Malesia e Vietnam. Da allora strabuzzo gli occhi di fronte a tante imprecisioni lette, riportate con disinvolta mancanza di competenza e approssimazione da tanti giornalisti patentati. Adesso finalmente le versioni ufficiali hanno finito per convergere su ciò che per circa una settimana è stato tenuto in sordina:
  • un aereo di linea - spegnendo il radar secondario - può scomparire dai radar civili, ma sicuramente non dai radar militari, che hanno coperture ben più estese dei primi;
  • l'aereo potrebbe avere adottato deliberatamente una serie di manovre e piani di volo per fuggire alla tracciatura radar; 
  • una siffatta scomparsa e fuga evocherebbe anche il supporto di sofisticate misure di "guerra elettronica" (per esempio ad opera di aerei militari AWACS ) e dunque l'intervento di una superpotenza. 
Dunque incidente o... complotto?

Sin da subito è stato riportato (poi stranamente la notizia non è stata più né smentita né confermata, ma semplicemente obliata) che molti telefoni dei passeggeri e dell'equipaggio, chiamati da parenti e amici, sqillavano dopo che il veicolo era stato dato per disperso. È stato poi rivelato che i satelliti avevano continuato a ricevere i segnali automatici (ping) trasmessi dai due motori del jet fino a 7 ore dopo la scomparsa. Dunque dopo ben 7 ore, l'aereo potrebbe essere precipitato o atterrato, non si sa esattamente dove (le tracce si perdono su due possibili corridoi aerei, uno verso il Pakistan e l'Afghanistan, l'altro verso l'Oceano indiano), comunque sia molto fuori dalla rotta originaria per Pechino. 

Ora i mass media puntano il dito sul pilota Zagarie Ahmad Shah:
  • con molte ore di volo alle spalle, quindi esperto e in grado di architettare un piano di volo per fare sparire un aereo dai cieli (con qualche aiuto "dall'alto" stile AWACS magari) 
  • con un "simulatore di volo a casa" (ma a meno che non si tratti di un simulatore particolare, simile a quelli usati dai militari, sarebbe un fatto abbastanza normale);
  • sconvolto (così si riporta) da una sentenza che ha condannato a molti anni di carcere il leader dell'opposizione malese per cui lui parteggiava; per la precisione Zagarie Ahmad Shah avrebbe preso la cloche del volo MH370 subito dopo avere assistito in tribunale alla pronuncia della sentenza (altri giornali scrivono che forse avrebbe assistito).
Si sta costruendo un capro espiatorio? 

C'è poi da restare basiti su come è stata tradotta in Italia la frase "pilots never asked to fly together": certi giornali hanno scritto - correttamente - che pilota e copilota non avevano chiesto di volare insieme (il che escluderebbero fossero d'accordo per dirottare l'aereo), altri hanno scritto - sbagliando - che avevano chiesto di non volare insieme... forse chi ha tradotto così sospetta che siano venuti alle mani in volo!

Le fonti di informazioni ufficiali hanno cominciato a parlare di dirottamento orchestrato dai Talebani, come se un Boeing 777 potesse essere fatto atterrare di nascosto in una delle zone (Pakistan e Afghanistan) con più "occhi elettronici" all'erta del mondo! Difficile immaginare un Boeing 777 che vola a bassa quota per fuggire ai radar, migliaia e migliaia di chilometri, senza che nessuno lo noti. E se davvero il pilota ai comandi fosse riuscito ad atterrare di nascosto, a maggior ragione sarebbero servite misure di guerra elettronica non alla portata di gruppi terroristici. E se davvero fosse stato dirottato per essere usato in un'azione simile a quella dell'11 settembre, più che essere scomparso l'ereo potrebbe allora essere stato abbattuto... reazione quasi inevitabile se un aereo viola uno spazio aereo (il destino del volo KAL007 nel 1983 docet). Ma se l'aereo ricomparisse tra qualche giorno, decollato dal suo eventuale rifugio segreto per schiantarsi contro qualche obiettivo sensibile, sarebbe più lecito pensare che dietro ci siano i servizi segreti USA piuttosto che i Talebani.

E qquando ancora si cercava l'aereo nei fondali tra la Malesia e il Vietnam, non mi pare che sia stato sottolineato che il Boeing 777 è considerato uno degli aerei più sicuri del mondo.

Allo stesso modo non mi pare che nessun giornale abbia riportato che un jet identico a quello scomparso, un Boeing 777-200ER (Extended Range) e pure del medesimo vettore, la Malesya Airlines detenga tra gli aerei civili il primato della maggiore distanza coperta senza scalo:
Dopo il modello iniziale la Boeing sviluppò la versione 777-200ER, caratterizzata da un peso massimo al decollo incrementato e da un aumento della capacità di carico. La versione 200ER volò per la prima volta il 7 ottobre 1996, ricevette le certificazioni FAA e JAA il 17 gennaio 1997 e entrò in servizio con la British Airways il 9 febbraio 1997. Garantendo migliori performance sul lungo raggio, questa variante nel corso dei primi anni duemila divenne la versione del Boeing 777 che ricevette gli ordini più consistenti. Il 2 aprile 1997 un 200ER della Malaysia Airlines (chiamato "Super Ranger") infranse il record della maggiore distanza percorsa senza scalo da un aeroplano di linea volando in direzione est dall'Aeroporto Internazionale della Contea di King, vicino a Seattle, fino all'Aeroporto Internazionale di Kuala Lumpur, in Malesia, coprendo una distanza di 20 044 chilometri (10 823 miglia nautiche) in 21 ore e 23 minuti. (fonte wikipedia)
Veramente una curiosa coincidenza che l'aereo scomparso sia dello stesso modello di quello che detiene un tale record. Se il pilota avesse voluto deliberatamente far perdere le tracce dell'aereo (per conto di chi e a quale fine?) avrebbe potuto fare rifornire al massimo i serbatoi nonostante il piano di volo ufficiale previsto fino a Pechino? In questo caso l'aereo potrebbe essere quasi ovunque adesso, con i sfortunati passeggeri. Qualunque cosa sia successa, mi aggrappo alla speranza che le 239 persone che erano a bordo possano essere ancora vive.

45 : commenti:

CLaudio Rossi ha detto...

Con quello che ci costano, se i militari non hanno "visto" tutto di quello che è successo al volo MH370 sarebbe da tagliargli i finanziamenti del 90%.
E se hanno visto tutto e non lo dicono, o sono complici, ci sarebbe da tagliargli i finanziamenti del 100%.

Silvio Caggia ha detto...

@claudio rossi
Con questo approccio noi, dopo ustica, avremmo dovuto risolvere il problema delle spese militari... :-D

A proposito di spese... Ricollegandomi al tuo post sull'economia... Chi sa dirmi quali sono in assoluto i 3 capitoli di spesa maggiori dei nostri enti pubblici (stato+regioni+provinvie+comuni)? Sapete quanto incidono in percentuale su tutta la spesa? Insomma, sapete per cosa lavorate realmente oggi?

Daniele Passerini ha detto...

@Silvio
proposito di spese... Ricollegandomi al tuo post sull'economia... Chi sa dirmi quali...
Nota metodologica: ma se questa domanda tu la copi-incollassi sul post di Claudio sull'economia e continuassimo lì la discussione sull'economia e qui parlassimo solo dell'aereo scomparso, non sarebbe meglio? ;)

Daniele Passerini ha detto...

P.S. Per gli off topic poi adesso c'è persino di nuovo il post "sassotto", quello settimanale sulle sciarade.

Daniele Passerini ha detto...

@CLaudio
Con quello che ci costano, se i militari non hanno "visto" tutto di quello che è successo al volo MH370 sarebbe da tagliargli i finanziamenti del 90%.
E se hanno visto tutto e non lo dicono, o sono complici, ci sarebbe da tagliargli i finanziamenti del 100%.

Proprio il fatto che sia impossibile che i militari non sappiano apre gli scenari più preoccupanti su questa vicenda... speriamo di potere presto scoprire la verità e, con essa, la sorte di 239 vite.

Franco Morici ha detto...

...sapete per cosa lavorate realmente oggi?

Per saperlo si può consultare il Bilancio semplificato dello Stato [http://www.rgs.mef.gov.it/_Documenti/VERSIONE-I/Attivit--i/Bilancio_di_previsione/Bilancio_semplificato/Dicembre-2012/BilancioSemplificato-DLB-2013-2015.pdf]

ad esempio, in sintesi, le maggiori per l'anno 2011:
- FUNZIONAMENTO 12,04%
- TRASF. AD AMM. PUBBLICHE 28,47%
(di cui Regioni 11,61% e Previdenza sociale (INPS) 12,59%)
- INTERESSI 11,34%
- RIMBORSO PASSIVITA' FINANZIARIE 28,28%
[http://www.enterpriselab.it/blog/analisi-bilancio-stato-italiano.php]

Hermano Tobia ha detto...

Una delle ipotesi è che l'aereo sia stato hackerato con una tecnica simile a quella descritta qui:

http://conference.hitb.org/hitbsecconf2013ams/materials/D1T1%20-%20Hugo%20Teso%20-%20Aircraft%20Hacking%20-%20Practical%20Aero%20Series.pdf

Oltre ad approfondite conoscenze tecniche, l'attrezzatura necessaria è molto modesta e passerebbe inosservata ai controlli:
- un trasmettitore RF
- un software di gestione delle sw-radio (es: gnuradio)
- uno smartphone di controllo

Dal momento che i messaggi che l'aereo scambia con le stazioni a terra e con i satelliti GPS non prevedono alcuna forma di autenticazione, in teoria è possibile, stando a bordo dell'aereo, "fabbricare" dei messaggi artefatti e trasmetterli sulle frequenze giuste in modo da "sostituirli" a quelli reali e portare l'aereo completamente fuori rotta. In passato questa tecnica è stata utilizzata a scopo dimostrativo su uno yacht (1).

Fino a questo punto però si tratterebbe di "message injection" che potrebbe portare l'aereomobile fuori rotta ma non consentirebbe di prenderne il controllo completo. Similmente lo stesso dispositivo RF potrebbe essere usato per "jammare" i messaggi in uscita dall'aeromobile impedendo quindi la comunicazione con le stazioni a terra.

Diversa, tecnicamente molto più complessa ed inquietante (ma teoricamente possibile) sarebbe l'ipotesi di sfruttare una vulnerabilità del sistema di controllo di volo dell'aeromobile e modificarne over-the-air il firmware (qualcosa di simile a quanto descritto qui (2) ) con un messaggio opportunamente artefatto. In questo modo l'hacker potrebbe di fatto entrare nel sistema di controllo dell'aeromobile e far eseguire ad esso i comandi che desidera.


(1) http://www.itnews.com.au/News/351659,students-hijack-luxury-yacht-with-gps-spoofing.aspx
(2) http://ids.cs.columbia.edu/sites/default/files/ndss-2013.pdf

gio ha detto...

Al nostro povero paese è già accaduto ……..ad Ustica con ITigi ......i paralleli ci sono tutti!

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
Per aggiornamenti sulla vicenda tenete d'occhio questo forum:
http://www.aviazionecivile.org/vb/showthread.php/132083-Malaysia-Airlines-volo-MH370-disperso/page29

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
Lo hanno visto volare, bassissimo, sopra le Maldive. A dieci giorni dalla scomparsa, arriva la prima testimonianza di un "contatto" visivo col volo MH 370 della Malaysia Airlines. A fornirla sono gli abitanti dell’isola maldiviana di Kudahuvadhoo, nell’Atollo Dhaal, che hanno raccontato di avere avvistato un "jet volare basso" la mattina della scomparsa del Boeing 777. Lo riporta il sito di informazione maldiviano Haveeru online. L’avvistamento è avvenuto intorno alle 6.15 del mattino dell’8 marzo. L’aereo, secondo le testimonianze raccolte, era di colore bianco con strisce rosse trasversali. Si tratta della tipica livrea degli aerei della Malaysia Airlines. Le testimonianze, inoltre, concordano nel riferire che il l'aereo volava proveniente da nord in direzione sud est, verso l'estremità meridionale dell’arcipelago delle Maldive. Gli abitanti di Kudahuvadhoo hanno anche raccontato di avere udito un rumore assordante mentre l’aereo sorvolava l’isola. "Non ho mai visto un jet volare così basso sopra la nostra isola -ha riferito un testimone- potevo perfino distinguere chiaramente i portelloni dell’aereo". Secondo un esperto di aviazione interpellato dal sito maldiviano, è "probabile" che il volo MH370 abbia sorvolato le Maldive, mentre la possibilità che un altro aereo abbia sorvolato l'isola in quel determinato momento è "estremamente bassa". (fonte)

Franco Morici ha detto...

@ HT
Secondo me le cose sono più complesse di come le esponi.
Non si tratta di alterare solo un segnale GPS (come per lo yatch portato ad esempio), in un aereo (anche in quelli civili) vi sono altri sistemi di navigazione (facenti parte del Flight management system).
Segnali RF tipo quello DME (con Aircraft Identification Code) e dei Trasponders o del TCAS come li avrebbero "stando a bordo dell'aereo, fabbricati e trasmessi sulle frequenze giuste in modo da sostituirli a quelli reali e portare l'aereo completamente fuori rotta"?

Secondo me vi è stata un'azione (dei piloti o chi alla guida) volta a disabilitare alcuni fondamentali sistemi avionici e/o nel cambiare la rotta.

Hermano Tobia ha detto...

@Franco Morici
Premesso che l'ipotesi più semplice, ovvero quella del dirottamento "classico" è a mio avviso quella più probabile, il proof-of-concept dell'hack è descritto nei particolari nelle slide che ho linkato nel post precedente.

tia_ ha detto...

>Dal momento che i messaggi che l'aereo scambia con le stazioni a terra e con i satelliti GPS non prevedono alcuna forma di autenticazione, in teoria è possibile, stando a bordo dell'aereo, "fabbricare" dei messaggi artefatti

La navigazione non viene fatta col GPS, che è solo un supplemento. Inoltre il GPS hijacking non ti permette di scegliere arbitariamente una posizione. Inoltre per condurre l'attacco ti serve il segnale GPS dal satellite, e dentro la cellula il segnale GPS è estremamnete basso (ci vuole l'antenna esterna)

> Similmente lo stesso dispositivo RF potrebbe essere usato per "jammare" i messaggi in uscita dall'aeromobile impedendo quindi la comunicazione con le stazioni a terra.

Si buonanotte, hai idea della potenza trasmessa dalle antenne dell'aeromobile? Che per giunta stanno *fuori* dalla cellula.

Franco Morici ha detto...

@ HT
Talvolta la realtà supera la fantasia però non mi pare questo il caso.
Quelle slides "proof-of-concept dell'hack" mi paiono una collezione un po' per punti di informazioni, si basano sostanzialmente sull'ipotesi di essere in grado di hackerare e sostituire, istante per istante (ed in toto) durante tutte le complesse fasi di un volo, il FMS senza che nessuno se ne accorga, cosa tutta da verificare tenendo conto delle peculiarità dei parametri nel momento del volo effettivo.
Non dimostrano inoltre che è possibile (e come) con un semplice PC Portatile, e poco altro, attrezzarsi e fabbricare secondo necessità i segnali RF trasmessi in sostituzione dei segnali RF normalmente ricevuti e trasmessi dai sistemi di volo e navigazione.
Conviene rimanere alle ipotesi più concrete.

Hermano Tobia ha detto...

@Franco Morici

Beh per la verità la proof-of-concept è andata un po' oltre (1):

Using a Samsung Galaxy handset, he demonstrated how to use ACARS to redirect an aircraft's navigation systems to different map coordinates.

Ed inoltre:
Teso was also able to use flaws in ACARS to insert code into a virtual aircraft's Flight Management System. By running the code between the aircraft's computer unit and the pilot's display he was able to take control of what the aircrew would be seeing in the cockpit and change the direction, altitude, and speed of the compromised craft.

Teniamo presente che alle conferenze di hacking si fanno vedere le cose che ormai sanno tutti ...

Conviene rimanere alle ipotesi più concrete.

Già ma è difficile formulare anche quelle ... alcuni hanno pensato anche all'ipotesi più "banale", ovvero che il comandante si è venduto l'aereo al mercato dell'usato ...


@tia_
Inoltre il GPS hijacking non ti permette di scegliere arbitariamente una posizione.

Su questo non sarei così sicuro: pare che il drone USA RQ-170 catturato dagli iraniani sia stato catturato integro proprio grazie al GPS spoofing (2).


(1) http://www.theregister.co.uk/2013/04/11/hacking_aircraft_with_android_handset/

(2) http://en.wikipedia.org/wiki/Iran%E2%80%93U.S._RQ-170_incident

CLaudio Rossi ha detto...

Butto li' un'ipotesi: Il comandante, d'accordo col suo secondo, voleva portare l'aereo in qualche posto strano (Somalia?!); forse a scopo politico/dimostrativo, forse per una nuova forma di pirateria. Qualche difesa aerea (India?!), temendo il peggio lo ha abbattuto e ora tace secondo i collaudati standard dei militari (vedi Ustica).
Questo spiegherebbe il passaggio a bassa quota sulle Maldive.
Resta da verificare se l'autonomia del velivolo avrebbe consentito di raggiungere l'Africa orientale volando a bassa quota.

tia_ ha detto...

> drone USA RQ-170 catturato dagli iraniani sia stato catturato integro proprio grazie al GPS spoofing

I GPS militari sono a prova di spoofing a differenza di quelli civili

Hermano Tobia ha detto...

@tia_

I GPS militari sono a prova di spoofing a differenza di quelli civili

Si però ... allora come hanno fatto gli iraniani a catturarlo ? Sul fatto che l'hanno catturato dubbi non ce ne sono, visto che Obama lo ha gentilmente chiesto indietro (1) ...

(1) http://abcnews.go.com/Blotter/obama-asks-iran-rq-170-sentinel-drone-back/story?id=15140133

tia_ ha detto...

Non chiedermi cose che nessuno sa. I droni usano un sistema inerziale per navigare, il GPS serve a correggere gli errori integrali quando si vola a lungo. Per dirottarlo avrebbero dovuto tenere conto di molti fattori, oltre ad avere la chiave crittografica del GPS militare, che è ben custodita e cambia frequentemente.

Per posizione arbitratia intendo qualunque parte del mondo. se si tratta di deviarlo di 10-100km è ancora fattibile, poi inizia a cambiare la costellazione e le cose son piu complesse.

carloluna ha detto...

Anch'io voglio cimentarmi nella ultra-fanta-politica:

strane vicinanze

Malaysian Airlines MH370: live
Maldives 'witnesses' report seeing 'low flying jet' on morning that MH370 disappeared

La base militare di Diego Garcia sorge sull'atollo della capitale del Territorio Britannico dell'Oceano Indiano. Fu costruita dagli Stati Uniti ma nel 1966 la Gran Bretagna ha firmato un accordo per gestirla sino al 2016. Negli anni settanta ed ancora oggi è un punto essenziale per i bombardieri diretti verso l'Asia o Medio Oriente. Nel 1976 fu edificata la base aeronavale e per questa ragione molta gente fu portata nelle vicinanze come le Maurizio o Seicelle.

dopo aver appiccato l'incendio ucraino che lor signori vogliano accenderlo anche
qualche chilometro più a sud?

ipotesi alternativa:deviazione per l'entro-terra indocinese,sorvolo del Tibet e
atterraggio in zona monti Altai sotto il controllo delle forze di Shambala.
Scopo:nascosto nella mente di Rudra Chakrin

piero41 ha detto...

Anch’io come Claudio R. sono per l’ipotesi più semplice e banale (il rasoio): uno o più dirottatori minacciando i passeggeri si sono fatti aprire la cabina dove hanno costretto i piloti a volare a bassa quota per evitare i radar terrestri verso qualche obiettivo dimostrativo. Il radar dal satellite lo ha trovato, ha allertato l’aeronautica del luogo che l’ha intercettato e probabilmente dopo infruttuosa trattativa lo ha abbattuto sull’oceano per evitare rischi , stragi e testimoni.. Non penso che i dirottatori siano riusciti a catturare l’aereo per farlo atterrare ... dove? Ormai i servizi conoscono tutti i possibili aereoporti per un 777 con possibilità di rifornire l’aereo e i 239 psseggeri per 10 gg. Poi fino a lì l’avrebbe seguito il sat.
Certo voglio vedere chi confesserà l’uccisione di 239 passeggeri internazionali... Anche i dirottatori visto che il colpo è andato a vuoto si guarderanno bene dal rivendicarlo..
Mi è sembrato di ricordare che anche in USA.... Certo Ustica ha fatto scuola .. Naturalmente spero di sbagliare e che i passeggeri siano ancora vivi però ormai....

bertoldo ha detto...

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=13087 a bordo 20 ingegneri esperti di guerra elettronica ...

Hermano Tobia ha detto...

@bertoldo
a bordo 20 ingegneri esperti di guerra elettronica

Beh ... diciamo che la Freescale ha oltre 20000 dipendenti e che le attività principali sono la produzione di microcontrollori e processori per l'elettronica industriale e di consumo (ho lavorato un po' con i loro i.MX6, non male) ... il fatto che proprio quei 20 fossero gli esperti del settore militare mi sembra un'ipotesi un po' improbabile ...

gio ha detto...

spunta un tracciato radar con aereo non identificato.......come dicevo, questa storia l'abbiamo già vista!

http://www.corriere.it/esteri/14_marzo_18/boeing-scomparso-mistero-secondo-aereo-non-identificato-786a04d2-aeda-11e3-a415-108350ae7b5e.shtml

....Dopo ben 12 giorni arriva un tracciato di un radar militare thailandese tenuto segreto fino a martedì: segnala un aereo non identificato che volava verso Kuala Lumpur all’1.28 di sabato 8 marzo.......

bertoldo ha detto...

beh ...diciamo che un motivo ci deve pur essere e il messaggio per la cina è forte e chiaro ...

ravecarl ha detto...

@Bertoldo
"beh ...diciamo che un motivo ci deve pur essere e il messaggio per la cina è forte e chiaro ... "
Se il messaggio è per i cinesi speriamo che la reazione non sia troppo violenta.

carloluna ha detto...

ultimamente le imbrocco a catena.Trovato nel simulatore di volo del pilota piano di volo per Diego Garcia.
The airport runway of Diego Garcia is among the top five locations the investigative team discovered on the simulator programme in Captain Zaharie Ahmad Shah’s residence.

piero41 ha detto...

La notizia:”Il primo ministro australiano ha annunciato giovedì 20 che sono stati rilevati dai satelliti due oggetti "forse legati" all'aereo malese MH370,.... Si trovano a 2.500 chilometri a sud ovest di Perth, e il più grande misura 24 metri. Alcuni aerei di ricerca si stanno dirigendo verso l'area ..”
Propio dalla parte opposta di Pechino... dove era diretto? bohh!! vediamo se è quello... dopo12 gg potrebbero esserci anche sopravvissuti ...speriamo..

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
Avrete saputo che il governo australiano ha comunicato l'avvistamento di grossi pezzi galleggianti, forse parti del Boeing 777 scomparso, più o meno a metà strada tra Maldive e Australia. Presto ne sapremo di più. Ma sapremo la verità o quello che vorranno farci credere?
Vi riporto una intervista a un pilota che spiega chiaramente come stanno le cose e perchè quello che i governi stanno raccontando non può essere vero:
Aereo malese scomparso: il pilota italiano di Boeing 777 Danilo Recine: "Impossibile che i radar non l'abbiano visto"

Daniele Passerini ha detto...

P.S. Grazie Piero

CLaudio Rossi ha detto...

@ carloluna

Diego Garcia. Complimenti!
Quindi potrebbero averlo buttato giù anche gli americani o gli inglesi!

carloluna ha detto...

Con tutte le cautele del caso tento una ipotesi.
Pilota sconvolto da sentenza tribunale decide gesto politico dimostrativo
dirottando l'aereo su Diego Garcia :pista di "mondo libero" già testata in simulatore casalingo.
Gentilmente dissuaso da aviazione americana vira verso Australia e finisce carburante
in mezzo oceano indiano.Imbarazzato silenzio dissuasori.

indopama ha detto...

se gli stati su cui ha volato sopra l'aereo dicono che non lo hanno visto sui radar (falso) e' perche' una potenza militare gli ha ordinato cosa dire.
le potenze militari sono 2, la russia o il blocco inglese+israele.

CLaudio Rossi ha detto...

Lancio un concorso.
Tra quanto tempo si verrà a sapere la verita sul volo MH370 ?
Offro il prossimo pranzo di 22 Passi a chi ci si avvicina di piu';
(come mettersi al sicuro dal rischio di pagare una scommessa :-)

piero41 ha detto...

rimango sempre dell’opinione dell’intercettazione e abbattimento, rafforzata anche dalle parole del pilota D.Racine: “Negli Stati Uniti, oggi ti buttano giù. Lo dico chiaramente. E non dopo sette ore”. Figurarsi se il 777 fosse arrivato vicino alla base D. Garcia per eventuale, possibile azione dimostrativa del pilota o di altri dirottatori..
Poi hanno atteso 12gg per lasciar che le correnti spostassero i rottami magari 1000-o più miglia verso sud (magari con eventuali naufraghi in agonia) per non collegarlo troppo direttamente alla base.. Ora daranno la colpa al pilora o all’esplosine interna di qualche dirottatore, i rottami lo indicheranno... ma niente intercettori ehh.. Vi sono anche varie ipotesi di guasti tecnici & similaria : lo sai come gireranno alla Boeing che magari sa la verità e si trova discreditato il suo più affidabile modello sul mercato.....ehh ehh
La verità... per Ustica com’è andata??

indopama ha detto...

ALLE ORE 18 DEL 20 MARZO OLTRE UN MILIONE E SETTECENTOMILA I VOTI, PARI AL 46,34% DEL CORPO ELETTORALE. DOMANI SARÀ DICHIARAZIONE DI INDIPENDENZA DEL VENETO?

Silvio Caggia ha detto...

@carloluna
Nell'articolo de il tempo che hai linkato non so perche' in un altro post, ci sono un insieme di parole che mi inquietano... Militari usa, cina, carolina, carico... Speriamo siano solo coincidenze come quella del cargo container smontato dopo l'uso sempre nella zona... :-D

carloluna ha detto...

@Silvio Caggia.Si in effetti dovevo scriverlo di qua.La vicenda sta diventando un guazzabuglio di misteri mentre i media principali si concentrano sui rottami
che oramai hanno raggiunto la banchisa polare tacendo tutti i retroscena.
L'unica ipotesi che lasciano passare è:Il pilota impazzito ha virato verso il polosud allora diciamo tanto per ridere e restare in tema fanta che voleva raggiungere la famosa base di thule(quella dei nazisti)
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=12920&mode=thread&order=0&thold=0

CLaudio Rossi ha detto...

Scusate la mia ignoranza: ma se decine di paesi hanno decine di propri satelliti in orbita, possibile che non trapelino mai notizie - almeno in questi casi cosi' clamorosi - su quello che si vede da lassu'?

Silvio Caggia ha detto...

Cominciamo a tirare le somme sulla vicenda:
http://www.informarexresistere.fr/2014/03/24/volo-mh370-unaltra-cospirazione-degli-stati-uniti/

giorjen ha detto...

http://www.radio24.ilsole24ore.com/programma/melog/2014-03-24/mistero-aereo-scomparso-continua-131631.php?idpuntata=gSLAVPSDe&date=2014-03-24

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
http://qn.quotidiano.net/esteri/2014/03/26/1044523-disastro-aereo-malaysia-satelliti-ricerche-cina-australia.shtml#1
La vicenda è drammatica per le 239 vite perdute, ma è surreale per quel che riguarda le ricerche tutt'ora in corso: da quasi 20 giorni è un susseguirsi di avvistamenti satellitari di (presunti) rottami del Boeing, ma ad oggi nessun frammento è stato recuperato. Vediamo se l'ultima segnalazione francese (122 rottami con uno di notevoli dimensioni, oltre 22 metri) sarà quella buona... di sicuro questa tragedia con tutti suoi misteri è già nella storia dell'aviazione.

Daniele Passerini ha detto...

P.S. Fatto sta che ad oggi, a 19 giorni dalla scomparsa del volo MH370, dei "centinaia" di avvistamenti satellitari nell'oceano indiano meridionale nessuno è stato riscontrato in mare, da nessuna nave e nessun aereo in perlustrazione. Mentre l'unico frammento che FORSE potrebbe essere finalmente ricondotto al Boeing 777 della Malaysia Airlines (ma possibile che nemmeno una voce a conferma o smentita arriva dalla Boeing???) riaprirebbe lo scenario dell'avvistamento a bassa quota alle Maldive e del possibile coinvolgimento della basa militare di Diego Garcia:
http://www.haveeru.com.mv/news/54178

Daniele Passerini ha detto...

@giorjen
http://www.radio24.ilsole24ore.com/programma/melog/2014-03-24/mistero-aereo-scomparso-continua-131631.php?idpuntata=gSLAVPSDe&date=2014-03-24
Radio24 è sempre un passo avanti, la migliore sintesi che ad oggi ho sentito della vicenda, del poco che si sa sa è del tanto che non si sa.

giorjen ha detto...

@daniele
vero, Nicoletti poi è uno dei miei preferiti.
se a qualcuno interessa moebius questa settimana si è occupato anche di cradle to cradle.
g

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails