IL BLOG DI QUEI 2+2 GATTI APPASSIONATI D'AMORE, POESIA, SPIRITUALITÀ, LIBRI, MUSICA, POLITICA, DEMOCRAZIA, TECNO-ECO-SOSTENIBILITA', ENERGIE PULITE, COLD FUSION, LENR "E TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE" (E PURE L'E-CAT COMMUNITY MENO 'MODERATA' CHE CI SIA!)

CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO? OPPURE...

sabato 9 novembre 2013

In ricordo di Giuseppe Occhialini e Felice Ippolito

Grazie a una dritta di un fisico dell'ISMN-CNR (le cui iniziali - a mo' di Nemesi - sono inverse a quelle del chimico nucleare retired più scettico d'Italia), segnalo a tutti i lettori di 22 passi un paio di articoli estremamente interessanti ospitati da un sito "miniera" - tutto da esplorare, ve lo consiglio - intitolato Leo Rugens:
  • Lo strano caso del fisico precario Giuseppe "Beppo" Occhialini
  • 1964: arrestato Felice Ippolito, una cappa di piombo scese sulla ricerca scientifica italiana. Gli scienziati si "presero una paura" che ancora non passa.
Sono articoli utili a capire come spesso, in nome della scienza - che dovrebbe essere rigorosamente super partes - si conducano e giustifichino manovre assai "sporche", dettate in primis da interessi economici, interessi ancora oggi pesantemente incardinati agli equilibri geopolitici instaurati alla fine della seconda guerra mondiale (a partire dalla conferenza di Jalta).

Partiamo dall'emblematico caso di Giuseppe Occhialini (1907-1993). Wikipedia elenca i tanti contributi che questo bravo fisico ha dato alla scienza, ma non dice - lo spiega invece molto bene Oreste Grani su Leo Rugens - che Occhialini avrebbe meritato il Nobel quanto Marconi, Fermi, Montalcini, Rubbia. Al riguardo riporto il brano di Emilio Del Giudice (da "Il segreto delle tre pallottole") citato da Grani: 
Da destra: Occhialini e i premi Nobel Blackett Powell
“Vi posso citare un esempio di un italiano, Giuseppe Occhialini che era professore a Milano che è morto alcuni anni fa, il quale è stato un grande fisico sperimentale, coinvolto in due lavori che hanno avuto il Nobel: la scoperta del Positrone e la scoperta del Mesone Pi, del Pione. Fatti. Secondo lui siccome era antifascista, era esule in Inghilterra, e però esule in modo precario, quindi non poteva essere assunto, lavorava in modo precario in questi laboratori, non poteva pubblicare solo a suo nome, e quindi gli articoli che faceva erano firmati anche dal direttore che è stato Blackett nel ’32 quando ci fu il lavoro del Positrone e Powell nel ’47 quando ci fu il lavoro del Pione.

Entrambi questi lavori vennero premiati con il Nobel che però vennero dati a Blackett e a Powell. Blackett fu abbastanza onesto da dire che lui non c’entrava niente e che il lavoro l’aveva fatto Occhialini. Dopodiché, che cosa si scopre? Si scopre dai documenti della Fondazione Nobel che sul nome Occhialini c’era stato un esplicito veto. Occhialini siccome durante la guerra non ha collaborato all’impresa atomica, perché lui ha detto che il fatto che lui era antifascista non significava che doveva collaborare con i militari anglo-americani, e quindi se ne è andato in Brasile, non ha collaborato con i militari, non può avere il Nobel.

Capite che dopo tutte queste cose se le autorità militari, questo argomento è un argomento di cui non si deve sapere niente in giro, quindi, perché non si sappia niente in giro, voi dovete dire che è tutta una bufala, dovete dire che quelli che se ne occupano sono dei truffatori, sono degli imbecilli, anzi peggio, imbecille uno può anche tenerselo, sono dei truffatori, che meriterebbero di andare in galera, dovrebbero essere licenziati, e così via.

Nessuno oserà, soprattutto in periodi come adesso, in cui è difficile trovare un posto, immaginate un poco un giovane che voglia fare la tesi sulla Fusione Fredda, si candida immediatamente a non trovare lavoro (…) e allora è tutto chiaro”.
Ma c'è di più... dovete sapere che da più mesi c'è un fisico dei LNF-INFN (ohibò, anche le sue iniziali - doppia Nemesi! - sono inverse a quelle del chimico nucleare retired di cui sopra) che mi segnala alcuni lavori del Premio Nobel Percy Bridgman (1882-1961) come fondamentali per comprendere certi meccanismi alla base delle LENR. Ed ecco che Grani, sempre citando Del Giudice, tira fuori proprio questa informazione:
“Nel 1935 apparve sulla Fisical Review un articolo scritto da un grande scienziato americano Percy Bridgman – continua Emilio Del Giudice – che poi 10 anni dopo ebbe il Premio Nobel, non per questo articolo (“Effects of High Shearing Stress Combined with High Hydrostatic Pressure”, ndr) ma per lo studio sulle alte pressioni.

Questo articolo era sconvolgente. Diceva che lui aveva provato che tutti i corpi solidi purché sottoposti a una pressione longitudinale, cioè da schiacciamento sufficiente e dopo che si era raggiunto uno sforzo di taglio, cioè il maglio… (Del Giudice imita il rumore del maglio onomatopeicamente, ndr) premeva… e poi… superata una soglia dello sforzo di taglio, il materiale si polverizzava emettendo raggi X, elettroni, in una esplosione che sembrava quasi nucleare. Ecco, e questo era universale per tutti i corpi solidi, senza eccezioni. Capirete che questo a mio parere è un articolo interessante, che meritava commenti, anche per dire ‘è sbagliato’. Sorpresa, questo articolo pubblicato nel dicembre del ’35 negli anni successivi nessuno lo cita, neanche per dire che era sbagliato, silenzio totale”. 
“Neanche lo stesso Bridgman riprese più l’argomento, riprodusse questo risultato in un libro che scrisse poi nel dopoguerra, lo riportò, ma nient’altro. Passano molti anni e si scopre che l’argomento era studiato nei laboratori militari. Quindi i laboratori militari avevano stabilito: ‘siccome noi pensiamo che da questa scoperta si possa eventualmente fare un’arma, non vogliamo che questo argomento venga ulteriormente approfondito al di fuori di noi’."
Veniamo al secondo articolo. Ci racconta come, dopo l'eliminazione fisica di Enrico Mattei (1906-1962), presidente dell'ENI, nel 1963-1964 venne il momento della neutralizzazione di Felice Ippolito, presidente del CNEN. Come Mattei era stato sul punto di introdurre l'Italia nell'esclusivo circolo delle potenze petrolifere, Ippolito stava introducendola in quello ancora più esclusivo delle potenze nucleari, exploit che i vincitori della seconda guerra mondiale non potevano certo consentire a una nazione sconfitta.
"Era il Marzo del 1964 - ricorda Grani - e i professionisti della disinformazione a base di “…è tutta una bufala, è un truffatore, non è neanche professore”, non potendo, questa volta, liquidare la questione nello stesso modo, dissero che Felice Ippolito era un “peculatore per distrazione” cioè, un “ladro di Stato”. Felice Ippolito era il segretario generale del CNEN, il Comitato per l’energia nucleare. Dal 1953 aveva guidato, in Italia, le ricerche sull’uranio e fatto costruire, con i soldi della Banca Mondiale, la prima centrale atomica al Garigliano. Non entriamo nel merito del dibattito in essere (nucleare si, nucleare no!), che non ci compete. Evochiamo, banalmente, un caso di “intelligence culturale”, d’epoca e d’autore, che “qualcuno” portò a termine e che, ancora, lascia l’Italia, “canna al vento”."
Felice Ippolito agli arresti durante il processo (1963)
Dice wikipedia che CNEN "è stato un ente per la promozione dello sviluppo dell'energia nucleare per usi civili in Italia"che "non aveva una istituzione formale e essendo privo di potere giuridico non era in grado di gestire risorse economiche. Nonostante si trovasse a svolgere i propri compiti in condizioni assolutamente non indipendenti, riuscì a portare l'Italia ad un ottimo livello di competenza nucleare su scala mondiale. Fu in questo clima che nel 1963 Felice Ippolito fu accusato di avere commesso illeciti nella gestione e condannato penalmente. La vicenda fu ed è ancora molto controversa, ma comunque segnò un duro colpo per il comitato e lo sviluppo energetico italiano."

Oreste Grani su Leo Rugens definisce lo scandalo che bruciò Ippolito un caso di “intelligence culturale”, d’epoca e d’autore, che “qualcuno” portò a termine e che, ancora, lascia l’Italia, “canna al vento”. E per meglio inquadrare il contesto della vicenda così scrive: 
...i cretini organizzati, burattini in mano a chi non voleva che l’Italia post-fascista divenisse una nazione sovrana, erano riusciti nel loro intento che era quello di affondare, in un groviglio bituminoso (come direbbero a Siena), la ricerca scientifica italiana. Tutto qui. Dopo il processo Ippolito, una cappa di piombo scese sui laboratori italiani. Gli scienziati italiani si “presero paura”. Il presidente dell’epoca del CNR, Vincenzo Caglioti, non firmò più una carta, “manco morto”. I meccanismi burocratici si incepparono del tutto. E il legittimo desiderio di una via italiana alla ricerca avanzata, si spense. Per sempre.
Questa fu una tipica azione di quella che chiamiamo “intelligence culturale”, devastante quasi come le bombe di piazza Fontana, sui treni nelle gallerie, alla stazione di Bologna, o i missili francesi nel cielo di Ustica.
Felice Ippolito (1915-1997) fu insomma usato come capro espiatorio di "giochi" che volano molto alti sulle nostre teste. Lieto fine: wikipedia ci ricorda come dopo due anni di prigione, graziato dal Presidente della Repubblica Saragat e totalmente riabilitato, Ippolito "si dedica alla promozione della cultura scientifica e tecnologica contro le manipolazioni demagogiche di poteri politici ed economici. Nel 1968 fonda e dirige la rivista Le Scienze", la versione italiana di Scientific American.
Le operazioni di "intelligence culturale" si fanno oggi come allora, beh insomma, forse un tempo si facevano con più "stile". Oggi si affidano a compiacenti penne mercenarie transalpine che - per pura grazia ricevuta - hanno un Dblog su Repubblica.it o a chimici nucleari retired con le iniziali invertite rispetto agli scienziati che infanga (C.F. vs F.C. e F.C. per esempio) e con un filo diretto con gli USA sin dai tempi del CAMEN.

A questo punto non posso che rimandarvi alla lettura integrale dei due articoli da cui ho tratto questo post:
22passi.blogspot.com: post n. 2209 (-13) 

66 : commenti:

domenico canino ha detto...

l'arma più potente non è più la censura, ma il bombardamento di disinformazione; e purtroppo ,con la massa, funziona benissimo. Grazie per queste amare storie, ti assicuro che ce ne sono di simili in ogni campo della conoscenza umana,
ciao

bertoldo ha detto...

E comunque di Occhialini hanno riconosciuti i meriti postumi dedicandogli un satellite : http://it.wikipedia.org/wiki/Beppo-SAX

bertoldo ha detto...

http://www.asdc.asi.it/bepposax/italver.html

Alessandro Pagnini ha detto...

Non conosco i fatti e prendo per buona la ricostruzione proposta. Che dire....da mettersi a piangere! :-(
Se poi ci siano state 'distrazioni' di fondi, chi sa? Il problema in Italia è che questa è la regola. Se volessimo davvero mettere a nudo le magagne nostrane (ma non penso che anche all'estero siano tutti gigli, solo un po' meno esagerati nel rubare), non rimarrebbe in piedi che qualche sparuto consiglio comunale, magari di microrealtà dove si conoscono tutti e il sindaco fa anche lo sceriffo e il medico condotto ;-)
Troppo facile, da noi, invocare lo scandalo, basta semplicemente aprire gli occhi e guardare nella direzione voluta e magari colpire chi ha messo le firme, ma non ha il controllo diretto dell'operato di vice, aggiunti e collaboratori vari.
La vicenda di Rossi, ad esempio, è controversa. C'è chi lo considera un truffatore e chi un perseguitato. Fatto sta che la sua tecnologia ha dovuto portarla all'estero, guarda caso, e se vi prendete la briga di seguire i suoi commenti sul Jonp, verificherete anche come non perda occasione di fare professione di americanismo convinto e di appoggio incondizionato al suo paese adottivo. Penso che anche a lui abbiano fatto capire come si porta il cappello.

triziocaioedeuterio ha detto...

Fa male leggere certe cose,con la consapevolezza per giunta che per ogni storia che esca allo scoperto una miriade di altre simili rimane sepolta nell'oblio.Sempre piu' convinto che potevamo già avere meraviglie tecnologiche che avrebbero salvato vite umane già da diversi decenni:-(

Barney ha detto...

Siamo di nuovo ai komplottissimi, dopo la doppia razione di "merde de chevre".
Incredibile come solo bertoldo sappia chi e' Beppo Occhialini, ma certamente e piu' competente Leo rugens...

robi ha detto...

Barney
tu sei un bravo scolaretto
non hai bisogno di indagare certe strane situazioni
tu hai chi pensa e dirige per te

Franco Morici ha detto...

Alessandro Pagnini wrote:
La vicenda di Rossi, ad esempio, è controversa. C'è chi lo considera un truffatore e chi un perseguitato. Fatto sta che la sua tecnologia ha dovuto portarla all'estero

Se affermi che ha dovuto portare la sua tecnologia all'estero allora ritieni che in Italia abbia trovato tutte le porte sbarrate, cioè nessuno gli abbia offerto collaborazione, e lo ritieni un perseguitato?

MISTERO ha detto...

-Prof. Ezio Clementel (raggio ad antimateria) presidente del CNEN arrestato per peculato, morto prematuramente nel 79.
A Clementel è dedicato il Centro Ricerche Energia dell’ENEA a Bologna.


-E comunque di Occhialini hanno riconosciuti i meriti postumi dedicandogli un satellite

-Felice Ippolito (ex CNEN) nel 1968 fonda e dirige la rivista Le Scienze", la versione italiana di Scientific American.

MISTERO ha detto...

e lo ritieni un perseguitato?

Diciamo costretto?

la versione italiana di Scientific American.

Franco Morici ha detto...

Diciamo costretto?

Diciamo che (come imprenditore) ha scelto/preferito?

barnumxp ha detto...

"La vicenda di Rossi, ad esempio,...la sua tecnologia ha dovuto portarla all'estero"

Di sicuro all'estero si è comprato le ville, il resto è fuffa. Pardon, tutto da dimostrare: "Still, the results could be positive or negative."

Barney ha detto...

@robi: non e' questione di essere un tuttologo.
Io non lo sono, ci mancherebbe. Lavoro pero' (come si e' premurato di segnalare l'ineffabile Mistero per motivi di idrofobia, credo...) in una azienda che opera nel settore aerospaziale, per cui BeppoSAX e' abbastanza famoso per me, ed e' famoso Occhialini, e mi e' notissima la storia di GOCE, che ci cadra' in testa tra domenica e lunedi' prossimi (GOCE e' uno dei satelliti piu' incredibili mai operati sino ad oggi, cerca le info sul sito di ESA e stupisciti :-)).

Poi, come ti ho gia' detto, non c'e' nessuno che pensa e dirige il mio cervello. Quando NON so qualcosa, cerco di informarmi; quello che NON faccio e' prendere per oro colato le affermazioni di qualcuno.
Ti ho gia' chiesto una volta per cortesia di dire tu, con parole tue (tu non hai nessuno che pensa e ti dirige, no?) perche' dovrebbe essere buona la visione di Passerini qua sopra -che tra l'altro non fa altro che sposare in toto l'idea di tale Oreste Grani- e non la mia che l'e tutto un complotto.

BTW, hai mica per caso controllato chi e', Oreste Grani?

Te lo spiega lui stesso: http://truffa.forumcommunity.net/?t=49917952 (per favore, almeno osserva lo strabordare di parole. Se leggi ti accorgi di chi hai di fronte).

Chiudo tra poco, che e' sabato (sono sicuramente un sionista, come direbbe bertoldo!!!); prima pero' racconto un episodio di qualche giorno fa. Su Usenet un utente riporta la notizia degli esperimenti di Cardone e Carpinteri sul piezo. La riporta citando questo link:
http://www.mednat.org/new_scienza/fusione_fredda0.htm
Il sito e' quello di Gian Paolo Vanoli, noto TRUFFATORE medico che imperversa sul web da almeno 15 anni se non 20. Il suo cavallo di battaglia e' l'urinoterapia, se vuoi favorire accomodati. Un suo sodale e' Tullio Simoncini, medico RADIATO dall'albo per motivi che ti invito a ricercare.

Faccio notare la cosa all'interlocutore, e quello si scusa sinceramente di non avere controllato DA DOVE veniva la segnalazione. In cinque messaggi si convince (lui ottimo ingegnere elettronico) che la teoria di Cardone, anche se pubblicata da Springer Verlag, e' solida come la gelatina.

Cosa voglio dire? Semplice: che le fonti contano parecchio, soprattutto in ambito scientifico. Conta la credibilita' di chi segnala qualcosa, quello che pensa in generale, quello che scrive e quello che conosce.

Leo rugens mi pare tutto fuorche' credibile, e non perche' la pensa diversamente da me.

Ciao,

B.

Alessandro Pagnini ha detto...

"Se affermi che ha dovuto portare la sua tecnologia all'estero allora ritieni che in Italia abbia trovato tutte le porte sbarrate"
Non ho certezze in merito alle sue motivazioni, ma ti faccio notare che, per pura ipotesi, per quante porte di commissariati puoi trovare aperte per denunciare un boss della mafia, questo non esclude che poi la lupara faccia il proprio corso. Non dico che questo sia certamente il caso di Rossi, è solo un appunto 'logico'. Rossi POTREBBE aver pensato che anche se qui qualcuno avrebbe potuto fargli i ponti d'oro (non ho notizie in tal senso, né in senso contrario), la cosa avrebbe potuto finire come per la Petroldragon (o come per Ippolito), per la vicenda della quale si dichiara una vittima della politica corrotta, se ho capito bene quello che scrive. Potrebbe essere solo sfiducia nel sistema Italia in quanto corrotto, come potrebbe essere sfiducia nell'indipendenza dell'Italia nelle sue ricerche in campi strategici (vedi Mattei, appunto) dovuta a cause di forza maggiore (mamma USA che sorveglia). Oppure potrebbe essere che in Italia nessuno se lo è filato e che invece di là lo hanno accolto meglio, permettendogli di ristabilirsi economicamente, come fa notare barnumxp, il che però, a mio modestissimo avviso, non depone a sfavore del fatto che il lavoro di Rossi sia buono, anzi. E' vero che ogni mattina un furbo e un idiota si alzano da letto e che se si incontrano l'affare è fatto, ma questo non significa che Rossi sia il furbo della situazione e il Big Partner un idiota sprovveduto, specialmente con i trascorsi ben noti di Rossi, sui quali solo chi ha i mezzi per avere una visione chiara di quello che c'era dietro le quinte, può decidere di soprassedere, secondo me.

", cioè nessuno gli abbia offerto collaborazione"
Non saprei, probabilmente non come gli poteva essere offerta oltreoceano, direi quasi lapalissianamente, sia tecnicamente, che commercialmente, che, forse, come 'ombrello politico' (vedi il tema della discussione)

", e lo ritieni un perseguitato? "
Non escludo che lo sia stato, ma quello che conta è come egli si sente. Se la sua percezione, giusta o meno, è di essere stato perseguitato, certamente agirà di conseguenza.

Il dato di fatto è che per trovare una situazione accogliente (economicamente? Tecnicamente? Politicamente? Legalmente? Burocraticamente? Più di una di queste motivazioni, o altre ancora?) ha dovuto emigrare.

Se Rossi è quello che pensano certi negazionisti, c'è da accendere un cero alla Madonna del Pilar (tanto cara a Yanez de Gomera ;-) ), perché abbiamo rifilato il pacco agli USA a parzialissima attenuazione di tanti smacchi subiti, tipo Cermis, tanto per ricordare. Altrimenti avranno dimostrato ancora una volta di essere più bravi, o più fortunati di noi e continueranno a guardarci come simpatiche macchiette, geniali e anche stimati come singoli, ma non in grado di camminare con le nostre gambe come popolo (e purtroppo non avrebbero tutti i torti :-( )

Daniele Passerini ha detto...

@Franco Morici
Diciamo che (come imprenditore) ha scelto/preferito?
Diciamo che come imprenditore ha rifiutato un'offerta dell'Ansaldo ridicola e ha accettato quella molto migliore by USA.
Poi, personalmente, da Italiano, avrei preferito che l'Ansaldo avesse fatto un'offerta congrua... comunque sia, spero che Rossi abbia scelto più che altro il soggetto giusto per portare sul mercato l'E-Cat... è una persona orgogliosa, penso proprio che anche per lui poter chiudere la bocca a tutti i buffoni che lo hanno preso in giro per così tanto tempo NON ABBIA PREZZO.

@barnumxp
Venghino siori e siore, venghino, il circo Barnum e i suoi clown sono arrivati! :D

@Barney
...perche' dovrebbe essere buona la visione di Passerini qua sopra -che tra l'altro non fa altro che sposare in toto l'idea di tale Oreste Grani- e non la mia che l'e tutto un complotto.
Cavolo, che logica! :D

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Daniele
"è una persona orgogliosa, penso proprio che anche per lui poter chiudere la bocca a tutti i buffoni che lo hanno preso in giro per così tanto tempo NON ABBIA PREZZO "

Lo spero anche io e ho la stessa sensazione tua.

domenico canino ha detto...

grande daniele
e speriamo che GE (con il permesso dei militari) porti l'ecat sul mercato; cosa (allo stato) non del tutto sicura;

Franco Morici ha detto...

@ Alessandro Pagnini
la cosa avrebbe potuto finire come per la Petroldragon
Non capisco il tuo discorso, la vicenda Petroldragon mi pare sia precedente all'E-Cat e Rossi sapeva già prima in che situazione si sarebbe mosso in Italia.

Potrebbe essere solo sfiducia nel sistema Italia in quanto corrotto, come potrebbe essere sfiducia nell'indipendenza dell'Italia nelle sue ricerche in campi strategici
Se un imprenditore che operava in Italia nel campo energetico ne ha avuto abbastanza delle precedenti esperienze, forse non ricomincia neanche.

La mia domanda era sul sentirsi perseguitato in riferimento alla vicenda E-Cat, non per il passato, ma non ho capito la tua posizione in merito.

Il dato di fatto è che per trovare una situazione accogliente (economicamente? Tecnicamente? Politicamente? Legalmente? Burocraticamente?
Questa è una valutazione che fanno tantissimi imprenditori che decidono di lasciare l'Italia, non per questo sono martiri o perseguitati.

@ Daniele Passerini
Per quanto ti risulta In Italia, Rossi ha avuto solo una "ridicola" offerta fatta dall'Ansaldo?
In quest'ipotesi, mettendo da parte una matrice complottistica a livello nazionale ed europeo (dato che pare che neanche in europa abbia trovato offerenti soddisfacenti), credi che la responsabilità sia unicamente delle aziende che non hanno creduto alle sue dichiarazioni e alle sue prove?

roberto rampado ha detto...

TASSE:
65% in Italia
40% in USA

barnumxp ha detto...

"...questo non significa che Rossi sia il furbo della situazione e il Big Partner un idiota sprovveduto"

Ma QUALE Big Partner?? a 3 anni di distanza ci ritroviamo ancora (e solo) con le parole di Rossi e il fiume, l'oceano di kazzeggiamenti su questo e su quello, se magari finge o fa sul serio, perchè secondo me è così e secondo me è cosà, perché io so delle cose che voi non sapete...
SONO 3 ANNI CHE ROSSI DICE DI AVERE LE CHIAVI DEL PARADISO ma - ahimè! - di sicuro a tutt'oggi ha solo quelle delle ville che si è comprato con i soldi...beh, decidi tu con i soldi di chi.

"il circo Barnum e i suoi clown sono arrivati!"

Mmm...'nzomma, potevi fare meglio. Se vuoi che ti tolga dagli incroci a regalare bliglietti devi sforzarti di più.
Daniè, preso atto che avete tolto le tende dal fiume alla chetichella, quand'è che ci dirai qualcosa sulle cose meravigliose che sapevi e ti facevano ostentare tanta sicurezza? Sprizzavi così tante certezze che sembravi un arbre magique.. Orsù dunque! raccontaci qualcuna di quelle storie! l'inverno sta arrivando e sarà lungo, abbiamo bisogno di favole.

Daniele Passerini ha detto...

@Alessandro Pagnini
Hai visto cosa ha scritto il Circo "déjà-vu" Barnum?
Daniè, preso atto che avete tolto le tende dal fiume alla chetichella, quand'è che ci dirai qualcosa sulle cose meravigliose che sapevi e ti facevano ostentare tanta sicurezza? Sprizzavi così tante certezze che sembravi un arbre magique.. Orsù dunque! raccontaci qualcuna di quelle storie! l'inverno sta arrivando e sarà lungo, abbiamo bisogno di favole.
Poteva fare di meglio no?! :D
Anche per me NON AVREBBE PREZZO vederli finalmente zitti, muti e con la coda tra le gambe! :D
Ops, dimenticavo... i clown-troll sono rigorosamente anonimi, sai cosa gliene importa: possono dire tutte le bugie che vogliono, tanto chi li becca poi! Che ignobili vigliacchi senza dignità e senza onore! :D :D :D

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Franco Morici
"@ Alessandro Pagnini
la cosa avrebbe potuto finire come per la Petroldragon
Non capisco il tuo discorso, la vicenda Petroldragon mi pare sia precedente all'E-Cat e Rossi sapeva già prima in che situazione si sarebbe mosso in Italia."

Onestamente non avevo capito che ti riferivi all'E-CAT soltanto. Io quando ho pensato all'esperienza di Rossi ci ho messo dentro tutto anche la 'precedente' (appunto) vicenda Petroldragon


"Se un imprenditore che operava in Italia nel campo energetico ne ha avuto abbastanza delle precedenti esperienze, forse non ricomincia neanche "

Già, perlomeno in Italia. Su questo non vedo contrasti obbligati tra quello che ipotizzo io e quello che dici tu. Comunque nessuno ha detto che Rossi ne 'ha avuto abbastanza' nel senso che gli è passata la voglia di intraprendere nel settore, e chi lo sostenesse sarebbe clamorosamente smentito dagli stessi fatti di cui si discute. Certamente avrà imparato qualcosa. Magari a muoversi diversamente.

"TASSE:
65% in Italia
40% in USA "
Eh...tutto fa, come disse quello che faceva la pipì in Arno nel periodo di secca :-D
Anche questo è un motivo da non sottovalutare :-)
Vedi quello che si diceva con Sandro75K un paio di post fa. In Italia è veramente dura fare impresa, anche se Rossi, nella fattispecie, ci aveva pure provato, poi, o gli hanno scoperto la truffa come dice qualcuno, o l'hanno fatto fuori per interessi non chiarissimi, come sostiene lo stesso Rossi, ma comunque la sua attività l'ha portato nelle patrie galere.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Daniele
"@Alessandro Pagnini
Hai visto cosa ha scritto il Circo "déjà-vu" Barnum?
Daniè, preso atto che avete tolto le tende dal fiume alla chetichella, quand'è che ci dirai qualcosa sulle cose meravigliose che sapevi e ti facevano ostentare tanta sicurezza? Sprizzavi così tante certezze che sembravi un arbre magique.. Orsù dunque! raccontaci qualcuna di quelle storie! l'inverno sta arrivando e sarà lungo, abbiamo bisogno di favole.
Poteva fare di meglio no?! :D
Anche per me NON AVREBBE PREZZO vederli finalmente zitti, muti e con la coda tra le gambe! :D
Ops, dimenticavo... i clown-troll sono rigorosamente anonimi, sai cosa gliene importa: possono dire tutte le bugie che vogliono, tanto chi li becca poi! Che ignobili vigliacchi senza dignità e senza onore! :D :D :D "

Beh...son ragazzi che si divertono! :-D
Comunque sai come la penso sull'anonimato. Se avessi io un mio blog, non farei scrivere nessuno che non sia almeno da me identificato. Sia che esprima idee affini alle mie, sia che ne esprima di contrastanti.

gio ha detto...

brevetto fresco fresco di fiat power train:

SYSTEM FOR CHECKING A COMBUSTION ENGINE COUPLED WITH AN ELECTRIC GENERATOR OF A HYBRID TERRESTRIAL VEHICLE HAVING A DRIVE LINE DRIVEN BY AT LEAST ONE ELECTRIC MOTOR.

DESCRIPTION

Field of the invention

The present invention relates to a system for checking a combustion engine coupled with an electric generator of a hybrid terrestrial vehicle, the kind of hybrid vehicles driven by electric motor, wherein the combustion engine has only the aim to produce electrical energy. Let us call such systems: Combustion Engine Electrical Combinations (CEEC) .

Description of the prior art

Hybrid schemes, where a combustion engine is coupled with an electric generator and where the motion of the vehicle is caused only by at least one electric motor, are already known for example in the field of the naval application.

Such schemes find hard resistances in the field of the terrestrial vehicles due to the regulations on the emissions contained in the exhaust gases.

Such regulations concerning the emission are written and oriented towards the traditional vehicle or the hybrid vehicles having the combustion engine connected with drive line. In conventional vehicles, the combustion engine is coupled to the drive line (wheels, gears, chains, etc.) via one ore more transmissions. If the operator wishes to change the speed of the vehicle speed, he causes a variation of the engine revolution rate. Therefore, any change of the vehicle speed involves/necessitates/determines a change of the engine revolution rate. So the operator may influence/define directly and continuously the operation conditions of the combustion engine.

http://patentscope.wipo.int/search/en/detail.jsf?docId=WO2013160084&recNum=1&maxRec=&office=&prevFilter=&sortOption=&queryString=&tab=PCTDescription

tia_ ha detto...

>SONO 3 ANNI CHE ROSSI DICE DI AVERE LE CHIAVI DEL PARADISO

Piccola correzione: quattro anni. E' dall'inizio del 2010 che questa vicenda è pubblica, ma visto lo scarso audience del 2010, ha fatto un reboot ad inizio 2011 tirando dentro il nome di UniBO al famoso test di gennaio 2011.

>Anche per me NON AVREBBE PREZZO vederli finalmente zitti, muti e con la coda tra le gambe! :D

Io invece temo che arrivati al post 2222 (ne mancano giusto una decina) chiudi il blog e finita lì, visto anche come hai trattato la vicenda Defkalion, che sai benissimo esser stata un bidone tirato dai greci. Hai chiuso il blog invece di fare un post dicendo cosa stava succedendo, forse anche perchè avrebbe messo in discussione tutte le tue certezze a riguardo dell'e-cat.

Franco Morici ha detto...

@ Alessandro Pagnini
Lo svantaggio fiscale che un imprenditore ha operando in Italia non è una scoperta recente, è cosi da molti anni per cui se il motivo della decisione fosse stato realmente questo, sarebbe stato sufficiente "spostarsi" (come fanno in molti) in altri paesi europei dove la tassazione è più favorevole che in Italia, senza per forza dover andare in US.

Onestamente non avevo capito che ti riferivi all'E-CAT soltanto. Io quando ho pensato all'esperienza di Rossi ci ho messo dentro tutto anche la 'precedente' (appunto) vicenda Petroldragon
Intendi dire allora che, in riferimento alla vicenda E-Cat, non ritieni che Rossi sia stato perseguitato?

@ Daniele Passerini
Leggendo su Cobraf, in un recente commento, (da quel che capisco) mi sembra che Cures abbia riferito che Rossi prima di andarsene in US è stato in trattativa con una azienda/industria, trattativa che poi non è andata in porto perchè (nonostante gli accordi verbali) non è stata finalizzata dall'azienda entro i termini pattuiti, ma non perchè fosse considerata all'epoca tanto "ridicola" da Rossi, altrimenti credo non l'avrebbe neanche presa in considerazione.
Pensi che sia ridicola per confronto con quelle di altri?

roberto rampado ha detto...

...sarebbe stato sufficiente "spostarsi" (come fanno in molti) in altri paesi europei dove la tassazione è più favorevole che in Italia, senza per forza dover andare in US.... e rischiare poi la denuncia per evasione fiscale...

Franco Morici ha detto...

@ roberto rampado
...e rischiare poi la denuncia per evasione fiscale...

Le risulta (per fare un esempio) che la FIAT o IVECO abbiano pendenti denunce per evasione fiscale per i loro siti impiantati in Europa, per esempio in Polonia, in Spagna?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Franco Morici
"Lo svantaggio fiscale che un imprenditore ha operando in Italia non è una scoperta recente, è cosi da molti anni per cui se il motivo della decisione fosse stato realmente questo, sarebbe stato sufficiente "spostarsi" (come fanno in molti) in altri paesi europei dove la tassazione è più favorevole che in Italia, senza per forza dover andare in US. "

Sì, appunto. Tutto fa, ma non è detto che basti! Le ragioni dirimenti probabilmente sono altre, sono d'accordo anch'io.


"Intendi dire allora che, in riferimento alla vicenda E-Cat, non ritieni che Rossi sia stato perseguitato? "
Per quanto riguarda lo E-CAT è mia opinione, senza pretesa di proferir Vangelo, ovviamente, che sia stato più che 'perseguitato', 'snobbato'. Egli come tanti altri che lavorano e ricercano nel settore delle LENR, ma anche in altri campi. Ogni tanto a questo proposito cito l'esempio di Montagner e delle sue ricerche sulla memoria dell'acqua. Mentre per la Petroldragon, a suo dire Rossi è stato una vittima, per l'E-CAT, Rossi come tanti, essendo in contrasto con un paradigma scientifico affermato, è stato ostacolato dai normali mezzi difensivi, oserei dire quasi automatici, che si innescano in questi casi. Se poi Rossi avesse sviluppato il suo E-CAT al di fuori di quello che sembra essere un rapporto preferenziale con ambienti militari ( soprattutto USA), non so cosa sarebbe potuto accadere e forse nemmeno lui ha voluto scoprirlo. Il dubbio è che abbia fatto l'unica scelta possibile, perché a voler fare i Messia si finisce in croce e visto che la flagellazione già l'aveva subita (meritata o meno ognuno lo giudichi pe proprio conto), come dicevo qualche post addietro, abbia deciso che, per i suoi scopi e la sua salvaguardia, doveva portare il cappello in un certo modo.
No per l'E-CAT si è mosso meglio che per la Petroldragon (avrà imparato qualcosa, come dicevo) e una vera persecuzione non credo si possa dire che l'abbia subita, almeno non più di molti innovatori osteggiati e non creduti, quando non spernacchiati.
Se avesse tentato di ripetere lo stesso tipo di percorso, magari l'avrebbero davvero stroncato, ma si è mosso diversamente e soprattutto altrove, 'dove si puote ciò che si vuole' :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ gio
Eppure secondo me sei parente di Marchionne...oppure, sarai mica Lapo Elkann in incognito? :-D
Ricorda la cena, eh! Io sto già a dieta per poterne usufruire degnamente. Silvio corre voce abbia già perso 10 Kg.
Ti conviene vincere la scommessa :-D

MISTERO ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
MISTERO ha detto...

Eh la rete, la rete...
:-)

MISTERO ha detto...

La caccia agli ochi non è ancora finita.

MISTERO ha detto...

Alla faccia delle cattive notizie dal M5S Giancarlo...LOL
Mi ha contattato un Onorevole tramite il portale del Movimento nella zona riservata agli iscritti CERTIFICATI per chiedermi se il Giancarlo che è stato in audizione da loro per parlar bene della ricerca avanzata in Italia (piezonucleare, della WLT, dell’ENEA, dell’INFN, dell’ecat e dell’Hyperion.) è lo stesso che ho "smarronato" nei giorni scorsi nel blog di franchini e nel blog 22passi, giuro ha utilizzato queste parole..Ho le lacrime agli occhi.
Ho chiesto di quale audizione e di che cosa si trattava.
Siamo passati nella chat di FB, i primi 100 attivisti d'Italia, siamo tutti collegati con tutti i parlamentari italiani e regionali.
G.R. che accompagnava nella missione Giancarlo lo hanno definito un pomposo politicante della prima Repubblica, altro che mascara che mi scendeva...
Il resto, forse in un post...se mi vien voglia di sparare sulla croce rossa, in fin dei conti ci ha perso solo 4 ore per un'ora e mezza di audizione..

Ciao Mamma :-)
da 00:32:
http://www.beppegrillo.it/video_gallery.php?video=cena_beppe_facebook&image=http%3A%2F%2Fwww.beppegrillo.it%2Fimmagini%2Fimmagini%2Fbeppe_cena_vid.jpg&title=Beppe+mantiene+la+promessa%3A+a+cena+con+gli+attivisti+5+Stelle

Franco Morici ha detto...

@ Alessandro Pagnini
...sia stato più che 'perseguitato', 'snobbato'.

tanto "snobbato" (almeno inizialmente ed anche successivamente per un certo periodo) proprio non direi che sia stato.
Al test del 28 Ottobre 2011 secondo il resoconto dell'evento di Daniele Passerini, c'erano tra gli altri:

Andrea De Vita – fisico Ansaldo Energia
italiano, consulente scientifico Oto Melara

italiano, consulente scientifico di un gruppo industriale X (ha chiesto l'anonimato)

italiano, consulente scientifico di gruppo industriale Y (ha chiesto l'anonimato)

italiano, consulente scientifico di gruppo industriale Z (ha chiesto l'anonimato)


Non credi?

P.S.
"Gli "anonimi" non erano da meno dei conosciuti, per rilevanza industriale.

Daniele Passerini ha detto...

@tia
Io invece temo che arrivati al post 2222 (ne mancano giusto una decina) chiudi il blog e finita lì, visto anche come hai trattato la vicenda Defkalion, che sai benissimo esser stata un bidone tirato dai greci. Hai chiuso il blog invece di fare un post dicendo cosa stava succedendo, forse anche perchè avrebbe messo in discussione tutte le tue certezze a riguardo dell'e-cat.
1) che il blog lo chiudo al 2222 post l'ho detto da un pezzo... qual è la novità?
2) su Defkalion le cose stanno molto diversamente... ho dato loro fiducia per circa 7 giorni a luglio, per i restanti due anni da luglio 2011 a oggi ho sempre sposato le posizioni di Stremmenos e Rossi, come chi segue questo blog sa benissimo. Ho chiuso il blog semplicemente perchè non volevo diventasse il teatro di un conflitto CHE NON RIGUARDAVA QUESTO BLOG.
Dunque, ricapitoliamo, a Defkalion ho creduto per 7 giorni... a Rossi credo da quasi 4 anni, immagino che per te non significhi nulla. Ma per lo meno finiscitela di venire qua a pontificare sull'acqua calda. Grazie.

Alessandro Pagnini ha detto...

"tanto "snobbato" (almeno inizialmente ed anche successivamente per un certo periodo) proprio non direi che sia stato.
Al test del 28 Ottobre 2011 secondo il resoconto dell'evento di Daniele Passerini, c'erano tra gli altri:

Andrea De Vita – fisico Ansaldo Energia
italiano, consulente scientifico Oto Melara

italiano, consulente scientifico di un gruppo industriale X (ha chiesto l'anonimato)

italiano, consulente scientifico di gruppo industriale Y (ha chiesto l'anonimato)

italiano, consulente scientifico di gruppo industriale Z (ha chiesto l'anonimato)

Non credi?

P.S.
"Gli "anonimi" non erano da meno dei conosciuti, per rilevanza industriale "

Se è per questo anche durante la presentazione a Pordenone era stato blandito da...non mi ricordo il nome, ma comunque un autorevole rappresentante dell'imprenditoria locale. E se non ricordo male, anche un celeberrimo fisico svedese (un premio Nobel, forse?) che era intervenuto ad una dimostrazione dell'E-CAT aveva parlato favorevolmente dell'ambiente e delle persone dell'entourage di Rossi, che gli erano sembrate serie. Questo prima che si alzasse il fuoco di fila che pare lo abbia consigliato a rimanere un po' più in stand-by riguardo i suoi giudizi sull'E-CAT. E se non equivoco qualcuno di quei consulenti gli deve comunque aver procurato la sua prima vendita (almeno così la racconta Rossi), ma oltreoceano (o comunque a enti militari NATO ?), dove lo sberleffo dei nostri non ha attecchito molto. Gli altri a quanto pare non hanno comprato, né sembra abbiano deciso di investire nel supportare Rossi. Lo hanno snobbato, appunto. Avranno avuto buoni motivi? O hanno solo prestato orecchio a tutti i sibili (fuffa, truffa, finzione, raggiro, scienza patologica, ecc...) dei 'serpenti', come dice Rossi? Fatto sta che, come lo svedese è diventato più 'prudente', anche i potenziali interessati hanno preferito vagare per altri lidi e 'snobbare' questo parvenue della scienza, che è solo laureato in filosofia. Quanti in ambiente scientifico danno credito a ricerche del tipo di quella di Rossi? Per fortuna non ha chiesto fondi pubblici, come Carpinteri, altrimenti anziché solo essere additati come millantatori, Rossi, Focardi e Stremmenos, avrebbero dovuto subire l'attacco frontale diretto, dei mille. Tra l'altro, nella 'letterina del migliaio', non ci si fa mancare l'occasione per equiparare le ricerche di Carpinteri a quelle genericamente orientate alla FF, giusto per colpirne uno ed avvertirne 100. Rossi non è stato perseguitato per l'E-CAT, perché ha dribblato il problema, però in mille si sono scagliati ANCHE contro di lui, facendo passare ogni fusionista freddo come una specie di Do Nascimento. Questo è il clima che circonda l'ambiente delle LENR, di ostracismo e diffidenza e non credo che faccia una buona impressione a chi deve assumersi la responsabilità di intavolare un discorso serio con lui. Meglio lasciarlo perdere, appunto.

Franco Morici ha detto...

Se veramente si snobba una persona, per quale motivo si andrebbe a vedere cosa fà, oppure perchè si organizzerebbe un convegno in un Polo Tecnologico come a Pordenone?
Solo per curiosità morbosa? Non credo.

Inoltre pensare che la responsabilità unica di quella situazione delineata come dire in una sorta di snobbaggio collettivo, sarebbe da imputare esclusivamentea agli altri (lo "svedese" per esempio o i mille), a me pare una semplificazione un po' di parte che non tiene molto conto di tutti gli eventi via, via succedutesi.

Se posso esprimere un parere tecnico (obiettivo spero, seppur sò non gradito), fino alla comparsa del Big Partner, nessuna demo/prova pubblica mostrata è stata condotta in modo sufficiente a dimostrare il funzionamento.
La fiducia si basava più sulla stima delle persone coinvolte che sui risultati dei test disponibili, passando sopra ai fondati dubbi e ai problemi evidenziati.
Parlo ovviamente di ciò che è stato eseguito e mostrato in pubblico (per quanto riguarda eventuali test privati non ho elementi per valutare), questo secondo me ha contribuito significativamente a rendere poco propensi (più che snob) eventuali potenziali interessati.
Queste circostanze andrebbero ricordate e tenute ben presente.

Comunque oramai le cose sono andate oltre ed è inutile ripercorrere quegli eventi, in attesa che fatti nuovi si manifestino (o meno) da oltre oceano.

barnumxp ha detto...

"Anche per me NON AVREBBE PREZZO vederli finalmente zitti, muti e con la coda tra le gambe! :D"

'spetta e spera...

"Ops, dimenticavo... i clown-troll sono rigorosamente anonimi, sai cosa gliene importa: possono dire tutte le bugie che vogliono, tanto chi li becca poi! Che ignobili vigliacchi senza dignità e senza onore! :D :D :D"

A Daniè! e quando non c'hai gli argomenti riattacchi co 'sta solfa dell'anonimato...e che du' palle....
Che poi: quali buscie avrei detto?? Chè, non se l'è comprate le ville? E coi sordi di chi? Che poi ha c'ha pure cambiato le carte in tavola: che prima era tutto un effetto Rossi de qua, effetto Rossi de la..e mò me stai a dì che bisogna vède, che nun se sa, che hai visto mai me sò sbajato...
Ahoo a Daniè!! e a me me pare che te sta a pijà pèr culo! si si, proprio a te, mica a me, chè sò impunito, vigliacco e senza onore..
Vabbè, che te devo dì..se non dici niente vorrà dìre che te piace...e come se dice: dove c'è gusto non c'è perdenza...contento te...

MISTERO ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
indopama ha detto...

e alla fine cosa si vince, un cotechino?

Alessandro Pagnini ha detto...

@Franco Morici
Stiamo facendo una questione di quello che sembra sempre più essere un misunderstanding semantico. Io attribuisco alla parola snobbare il significato di: Hanno visto, non gli è piaciuto, o non si sono fidati, o gli sono state fatte arrivare voci o consigli a non fidarsi e quindi poi hanno detto "Ciao, ciao Rossi!". Può darsi che tu abbia ragione e allora sostituisci al termine 'snobbare' quanto ho appena scritto. Il 'presunto' big partner, invece, sembra che abbia voluto intavolare un discorso più approfondito e abbia deciso di andare a vedere le carte di Rossi, cioè di dargli il minimo di credito necessario per intavolare un confronto serio. Lo so che mi si obietterà che nemmeno si sa se davvero esista un big partner, ma ovviamente il mio è un ragionamento 'what if', dando per buono lo scenario che dipinge Rossi. Che poi io tenda a ritenerlo probabile e verosimile è una mia posizione che non pretendo certo sia condivisa.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Indopama
"e alla fine cosa si vince, un cotechino?"

Ohhhh, finalmente Indopama che ragiona di cose tangibili :-D
Ma dove sarebbe il concorso per vincere il cotechino? Mi sa che mi sono perso qualcosa.....

indopama ha detto...

hahaha se non vedi il concorso e' un problema... :-)

Silvio Caggia ha detto...

@alessandro pagnini
Tranquillo, se non vedi concorso e cotechino sei in buona compagnia! :-)
Ps. Senti, paragnosta, come fai a sapere che ho perso cinque chili (non dieci)? :-)

MISTERO ha detto...

I troll di partito:
http://www.youtube.com/watch?v=FbXpBPK8IHQ

Vincenzo Bonomo ha detto...

Andrea, non si può escludere un interessamento (ipotizzo) della nostra portavoce Carla Ruocco per far ottenere un'audizione agli "scienziati" in Parlamento.

gio ha detto...

@alessandro pagnini

>Eppure secondo me sei parente di Marchionne...oppure, sarai mica Lapo Elkann in incognito? :-D
Ricorda la cena, eh! Io sto già a dieta per poterne usufruire degnamente. Silvio corre voce abbia già perso 10 Kg.
Ti conviene vincere la scommessa :-D

quando scrivi " silvio corre voce abbia perso 10 kg" mi fai venire in mente un altro corre voce ......." correva la voce incontrollata che l'Italia vinceva per 20-0 e che aveva segnato anche Zoff :):):):):)

....al momento preferirei essere lapo in incognito :):).....

....tornando a quanto postato , al di là delle mie , ormai ovvie conclusioni,:):).....non mi sembra una notizia da poco sapere che fiat starebbe lavorando su un veicolo ibrido................un veicolo ibrido per quel poco che posso capire non prevede alcuna batteria elettrica

nemo ha detto...

Una bella rivista disponibile gratuitamente on line: http://www.asimmetrie.it/images/pdf/asimmetrie-15.pdf

AC/DC ha detto...

@gio
pero' i brevetti, anche se non e' il proprio campo, bisogerebbe almeno provare a leggerli eh... si tratta di un sistema ibrido in cui un motore a combustione genera energia elettrica per alimentare un motore elettrico. La novita' , oltre al fatto che rispetto ad altri ibridi il motore a combustione non partecipa alla trazione (che non e' esattamente una novita' pero'), se non ho capito male starebbe nel sistema di controllo per limitare consumi ed emissioni del motore termico. Niente di fantascientifico direi.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
"Tranquillo, se non vedi concorso e cotechino sei in buona compagnia! :-)
Ps. Senti, paragnosta, come fai a sapere che ho perso cinque chili (non dieci)? :-) "

Eheheheh....vedo, prevedo e stravedo! :-D


@ gio
"pero' i brevetti, anche se non e' il proprio campo, bisogerebbe almeno provare a leggerli eh... si tratta di un sistema ibrido in cui un motore a combustione genera energia elettrica per alimentare un motore elettrico "

Ecco, AC/DC ci ha appena fatto capire che non sei né Lapo, né Sergio, o avresti saputo cosa era quel brevetto (Oddio...Sergio sì, ma Lapo mica son certo che capisca quello che fa l'azienda di famiglia) ;-)

Go Katto ha detto...

"Ho chiuso il blog semplicemente perchè non volevo diventasse il teatro di un conflitto CHE NON RIGUARDAVA QUESTO BLOG"

Non lo aveva dunque chiuso per impegni familiari? Lei pensi che io le avevo creduto.

Daniele Passerini ha detto...

@Go Katto
Lei pensi che io le avevo creduto.
E io fingerò di credere che lo dice in buona fede e che non può proprio fare a meno di prendere fischi per fiaschi. Cerchi pure tra i commenti (sono in giro e non ho tempo di farlo io) e vedrà che verso la fine di luglio SPIEGAI i motivi per cui chiusi il blog negli stessi termini in cui li ho ribaditi ieri. Lei si confonde - ribadisco che è il Suo forte - coi motivi per cui sto molto poco sul blog negli ultimi periodi.
Capisco che la tentazione di mettere il dubbio in chi legge e far perdere tempo a me è troppo forte, ma da Lei ci aspetteremmo un repertorio migliore di quello standard degno di un qualunque troll alle prime armi. ;)
P.S. Ho perso il conto delle volte che ha preso commiato per poi regolarmente rimaterializzarsi di lì a poco.

Go Katto ha detto...

Lei, signor Daniele, ha ragione, e io mi scuso per la mia disattenzione.

Daniele Passerini ha detto...

@Go Katto
Lei, signor Go Katto almeno sa riconoscere quando è il momento di fare marcia indietro: le Sue scuse Le fanno onore. Buona serata

gio ha detto...

@ alessandro pagnini
>Ecco, AC/DC ci ha appena fatto capire che non sei né Lapo, né Sergio, o avresti saputo cosa era quel brevetto (Oddio...Sergio sì, ma Lapo mica son certo che capisca quello che fa l'azienda di famiglia) ;-)

:):)ma è meglio così .....tutti non possono capire tutto!.............altrimenti non ci sarebbe spazio per il divertimento!
..non trovi?
10 100 1000 Lapo :):):)

@ ac\ dc
>pero' i brevetti, anche se non e' il proprio campo, bisogerebbe almeno provare a leggerli eh... si tratta di un sistema ibrido in cui un motore a combustione genera energia elettrica per alimentare un motore elettrico. La novita' , oltre al fatto che rispetto ad altri ibridi il motore a combustione non partecipa alla trazione (che non e' esattamente una novita' pero'), se non ho capito male starebbe nel sistema di controllo per limitare consumi ed emissioni del motore termico. Niente di fantascientifico direi.

come l'hai spiegato così l'avevo capito , traducendo semplicemente la parte che ho postato in inglese.....cmq ti ringrazio per la precisazione.............................................

al di là del mio mantra( fiat è il big partner ......fiat è il big partner....), con cui martello simpaticamente e con divertimento alessandro e silvio, da cui sono affettuosamente ricambiato :):)

il fatto è che fiat sta lavorando ad un veicolo ibrido........questa è la notizia!!!!!

notizia che non ha , al momento , nessun riscontro nella stampa e nelle dichiarazioni ufficiali del gruppo......anzi semmai è tutto il contrario!

curioso poi che vengano a brevettare il "SYSTEM FOR CHECKING A COMBUSTION ENGINE COUPLED WITH AN ELECTRIC GENERATOR OF A HYBRID TERRESTRIAL VEHICLE HAVING A DRIVE LINE DRIVEN BY AT LEAST ONE ELECTRIC MOTOR" prima del motore e del generatore elettrico

non trovi ??!!




..

gio ha detto...

@ ac\dc

dimenticavo ; a me sembra una novità che in un ibrido elettrico, non ci sia la batteria

ci sono altri casi simili?

AC/DC ha detto...

@gio
Una batteria in qualche modo deve esserci, se non altro per l'avviamento... in ogni caso si tratta di un sistema simile a quello della Chevy Volt, dove pero' il motore termico puo' partecipare anche alla trazione. Se non ricordo male anche Jaguar sta lavorando a qualcosa di simile. Io personalmente non sono affatto sorpreso del fatto che Fiat stia lavorando a sistemi ibridi, il fatto che non abbia ibridi a listino non significa che non stia sviluppando qualcosa.

Ribadisco che, ammettendo l'ecat funzioni, l'utilizzo automobilistico non sarebbe certo imminente, per tante ragioni, a partire dalla sicurezza.

bertoldo ha detto...

"Un suo sodale e' Tullio Simoncini, medico RADIATO dall'albo per motivi che ti invito a ricercare."

Si certo ... e subito dopo hano iniziato a sperimentare gli antiacidi come antitumorali e non solo il bicarbonato di sodio . Gli altri antiacidi contengono però alluminio , in prevalenza, che può ridurre l'acidità ma aumenta l'avvelenamento da metallo pesante , che distrugge le connessioni nervose e molto altro .

"Cosa voglio dire? Semplice: che le fonti contano parecchio, soprattutto in ambito scientifico. Conta la credibilita' di chi segnala qualcosa, quello che pensa in generale, quello che scrive e quello che conosce.

Leo rugens mi pare tutto fuorche' credibile, e non perche' la pensa diversamente da me."

Se conta la credibilità e non le idee che propone è come dire che conta la religione e non quello che dice su Dio ...hai fotografato esattamente la condizione odierna e non tene sei reso conto e d'altronde nessuno te lo ha fatto notare ..."scienza" = religione dogmatica basata sulla credibilità e non su presunte verità . Per tua informazione quando ho letto di Occhialini ancora leggevo le scienze ...e comunque d'ora in poi ,visto che ti piace tanto ,peserò quello che dici in base all'immagine del profilo del tuo nick name e guardandola bene si può pensare che tui sia una persona triste ed incline alla disperazione .Cordiali saluti circo

Alessandro Pagnini ha detto...

"Ribadisco che, ammettendo l'ecat funzioni, l'utilizzo automobilistico non sarebbe certo imminente, per tante ragioni, a partire dalla sicurezza."

Per la verità anche Rossi lo sostiene da tempo. Ma potrebbe essere un depistamento, vero gio? :-D

gio ha detto...

@ ac\dc
>Una batteria in qualche modo deve esserci, se non altro per l'avviamento......

..esclusa quella ,manca la batteria!.....oltre a questo non so che dire , esula dalle mie competenze ............ ma ammetto che mi piacerebbe sentire qualche altro parere competente , contrario a quanto affermo.......
...nel settore ibrido aggiungi anche Volvo ,ma anche qui la batteria , mi pare proprio ci sia!

@ alessandro
>"Ribadisco che, ammettendo l'ecat funzioni, l'utilizzo automobilistico non sarebbe certo imminente, per tante ragioni, a partire dalla sicurezza."

Per la verità anche Rossi lo sostiene da tempo. Ma potrebbe essere un depistamento, vero gio? :-D

...se il big partner è fiat , è più probabile che tenti di farci un motore che una caldaia.......

Silvio Caggia ha detto...

@gio
Scusa ma non ho capito...
Se non c'e' un sistema di accumulo dell'energia elettrica hai solo sostituito la trasmissione meccanica con una trasmissione elettrica... Non ci vedo vantaggi energetici, solo economici... Sostituisci solo costosi pezzi hardware con tecnologia elettronica piu' economica (ma forse anche meno ecologica).
Devi sempre bruciare piu' o meno carburante a seconda delle accelerazioni che vuoi... E anche in frenata sprechi l'energia cinetica del veicolo.
Invece un sistema ibrido "serio" dovrebbe avere un generatore di energia elettrica semplice, ottimizzato per una potenza fissa ed emissioni minime, un sistema di accumulo dell'energia elettrica cosi' da bilanciare quando ti serve piu' o meno potenza di quella prodotta dal generatore, come anche muoversi in zone vietate spegnendo il generatore o recuperando l'energia cinetica in frenata...
A meno che... (Detta col tono di homer simpson) il motore non sia a combustione ma celle a combustibile che trasformano direttamente l'energia chimica in energia elettrica senza passare dall'energia termica/pressione, concettualmente si potrebbero fare anche ad idrocarburi, allora sarebbe una figata... :-)

P.s.: un "motore" non e' una fonte di energia... :-)

gio ha detto...

@ silvio caggia
>Se non c'e' un sistema di accumulo dell'energia elettrica hai solo sostituito la trasmissione meccanica con una trasmissione elettrica

.. è esattamente così:
The present invention relates to a system for checking a combustion engine coupled with an electric generator of a hybrid terrestrial vehicle, the kind of hybrid vehicles driven by electric motor, "wherein the combustion engine has only the aim to produce electrical energy."

infatti poco dopo si fa esplicito riferimento alle applicazioni navali!


..................................................

bertoldo ha detto...

e se il motore venisse alimentato con il gas generato da una stufetta pirolitica tipo stove ? ne deriverebbe che l'auto potrebbe andare a foglie secche ...

gio ha detto...

vado di fretta......... la batteria c'è ....è un ibrido tradizionale


..che però resta una notizia per fiat

ciao a tuc :)

piero41 ha detto...


Probabilmente Fiat potrebbe personalizzare il motore per ridurre al minimo consumi ed inquinamento rispetto ai consumi diretti nel ciclo urbano o al ciclo autostrada alta velocità.
Poca cosa e molto in ritardo, mi sembra , rispetto a Toyota che ha Presentata al salone auto tokio 2013 la fcv-r fuel cell ibrida alimentata ad idrogeno, equipaggiata con celle a combustibile e motore elettrico, .., autonomia di almeno 500 km e tempi di rifornimento di appena 3 minuti. ....col processo di trasformazione aria/acqua alla base della tecnologia utilizzata. “Il pacco celle, sviluppato da Toyota, ha una densità di potenza pari a 3 kW/L, più del doppio rispetto a quello presente sull’attuale “Toyota FCHV-adv”, e una potenza di oltre 100 kW. Il convertitore di potenza ad alta efficienza, ha consentito un aumento di voltaggio sufficiente a ridurre sia le dimensioni del motore elettrico, che il numero di celle necessarie. Il risultato è un sistema più performante, con ingombri ridotti e costi di produzione contenuti... con un rifornimento completo, questa vettura è in grado di fornire elettricità sufficiente al fabbisogno di un’abitazione media giapponese (10 kWh) per oltre una settimana”, sottolineano dalla casa. in:
http://www.repubblica.it/motori/sezioni/prodotto/2013/11/12/news/il_futuro_secondo_toyota-70729379/?ref=HRLV-12
Ho letto che anche BMW userà il sistema; a questo punto, visto i precedenti studi ci si potrebbe attendere dai laboratori Toyota anche notizie di FF o Lenr in propio??

Posta un commento

N.B. La responsabilità di quanto contenuto nei commenti è sempre esclusivamente di chi li scrive. È particolarmente benvenuto chi si esprime e argomenta in modo educato, chiaro, non polemico. Le opinioni espresse da chi usa la sua vera identità (e non si "nasconde" dietro a un nick) sono molto apprezzate.

Related Posts with Thumbnails