BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

lunedì 4 novembre 2013

Il tonfo/tanfo di Sylvie Coyaud a.k.a. Ocasapiens

di Andrea Rampado
2013/11/1 Valjavec-Gratian, Majda (NIH/NLM/NCBI) 
[E] xxxxxx@ncbi.nlm.nih.gov

Dear Colleague,

1) Does Ralstonia Detusculanense really exist?
1a) If it doesn't, why other studies in different fields prove it exists?

The bacterium certainly exists.
2) What does it mean "temporary ID"?
Where, exactly, is the term "temporary ID" located? I cannot find it in any NCBI records for this organism.
3) What does it mean partial sequence?
This means that only a portion of the nucleotide sequence of the gene was determined, not the complete sequence. 
Best regards, 
Majda Valjavec-Gratian, Ph.D.
NCBI User Services
La Ralstonia Detusculanense certamente esiste.
Non lo dice Andrea Rampado, Sylvie Coyaud o l'Ing. Giancarlo De Marchis, lo dice una fonte autorevole del National Center for Biotechnology Information.

Tanto per appuntarmi una medaglia, perfino io, capra tibetana doc, sostenevo che esistesse dopo aver consultato le banche dati (1). Avevo segnalato che la sequenza pubblicata (2), anche se in modo non conforme nel rispetto delle regole internazionali imposte per questo tipo di pubblicazioni (3), era comunque corretta dal punto di vista tecnico scientifico. Infatti, come prevede la Tassonomia, per classificare una nuova specie è sufficiente determinare una sequenza parziale di 500 bp del gene 16SrRNA (4). La Tassonomia (5) fino a qualche settimana fa era un oggetto totalmente sconosciuto alla tuttologa Sylvie Coyaud (6), come lei stessa indirettamente ammette pur contestando a gran voce l'esistenza della Tusculanense, per il semplice motivo che voci autorevoli non meglio identificate dell'INFN hanno riferito all'Ing. Giancarlo De Marchis che la storia in cui è coinvolto il dr. Francesco Celani e la presunta scoperta di un nuovo ceppo batterico in grado di assimilare radionuclidi come l'Uranio, era tutta una bufala o peggio una frode (7):
"A Celani continuerei a chiedere che fine abbia fatto il suo batterio miracoloso, quello che doveva digerire i rifiuti radioattivi. Sparito da 7 anni (Daniele, perché non ci fai un post?). Gira voce che tutti i campioni esaminati ne erano privi. Sarebbe un imbroglio colossale."
Ecco, Giancarlo De Marchis, il post completo ora è stato fatto nella speranza che altre tue "curiosità" su voci non meglio identificate (ma autorevoli, visto che le riporti) non diventino ulteriore oggetto di diffamazione e denigrazione nei confronti di chi ha speso una vita intera per la ricerca o ulteriore oggetto aggiuntivo di giustificazione per il blocco di fondi o peggio per giustificare la chiusura di laboratori.

Il "non esiste" lo ha deciso Sylvie Coyaud e l'"ID provvisorio" se lo è totalmente inventato, come si evince dalla risposta dell'esperto del NCBI. Coyaud scriveva infatti (15):
"Di mio, dicevo che (bis) la tuscolana non esiste nelle banche dati; ha solo un ID provvisorio e il motivo è spiegato qui."
Il classico esempio di una voce autorevole sconosciuta che, avvalorata da una voce autorevole conosciuta, diventa vera quando riportata da una voce autorevolissima come la non-giornalista, non-laureata tuttologa Sylvie Coyaud.

Nel caso della Ralstonia Detusculanense, sono state sequenziate 1537 bp del gene 16SrRNA (2), quindi ben al di sopra del sequenziamento minimo richiesto (4) per determinare la specie di appartenenza del ceppo oggetto di studio. Ma tutto questo non basta, visto che qualche voce sconosciuta ma autorevole ha ipotizzato la frode con il fine di ottenere finanziamenti pubblici. In effetti Francesco Celani e suoi collaboratori potrebbero avere inventato tutta la sequenza di 1537 bp del gene 16SrRNA. Infatti più volte la Sylvie Coyaud ha sostenuto, e continua a sostenere, che non esiste (7), grazie soprattutto ai mille e più scienziati autorevoli che la consigliano e la sostengono (17). Se così fosse, se fosse stata inventata, com'è possibile che la sequenza di 1537 bp del gene 16srRNA è stata individuata e pubblicata in diverse analisi di campioni biologici provenienti sia da ricerche su ceppi patogeni umani sia da ricerche su ceppi presenti nell'acqua della Stazione Spaziale (8)? Non è possibile. Quindi esiste, come giustamente mi ha risposto l'esperto del National Center for Biotechnology Information, anche se la prima pubblicazione, quella del dr. Celani, non risulta essere una pubblicazione valida per problemi di forma e non di contenuti. Quindi le voci anonime ma autorevoli dell'INFN sono infondate. Chi ha dato autorevolezza a queste voci ha sbagliato e chi utilizza mezzi d'informazione autorevoli per dare spazio a queste voci riportate come veritiere, alludendo di fatto ad una possibile frode scientifica (le chiamano bufale per non compromettersi troppo), è totalmente in malafede. Lo dimostra il fatto che una stupida capra tibetana come il sottoscritto, con poca fatica e con una grande volontà di conoscere la verità, è riuscito a smentire e scoprire che gli innumerevoli post/articoli scritti da Sylvie Coyaud a questo proposito sono tutti falsi (9,10,11,12,13,14,15,16).

Aggiornamento del 04-11-2013 ore 14:45:
Quiz dell'InSapiens (18):
Volgarità a parte, a quale specie di batterio – dal nome “non registrato”  dal 2002 – appartiene (CI 99,99%) la sequenza parziale del gene 16S rRNA depositata da Francesco Celani et al. ?
Con un corso accelerato di utilizzo dei database dell'NCBI il programma BLASTN 2.2.28+ confronta le sequenze nucleotide. La sequenza che più si avvicina alla sequenza del gene 16srRNA della Ralstonia Detusculnanense è la sequenza della Ralstonia pickettii strain ATCC 27511. Differisce di uno 0,01% con 1491 bp sequenziate contro le 1539 bp sequenziate della Ralstonia Detusculanense.
La Ralstonia pickettii strain ATCC 27511 è stata registrata nel 2004 (19):
Submitted (02-SEP-2004) Science Information Systems,
American Type Culture Collection, 10801 University 
Boulevard Manassas, VA 20110,USA 
La Ralstonia Detusculanense è stata sequenziata nel 2000 (2)
Submitted (20-JUN-2000) Laboratori Nazionali di 
Frascati,INFN - ENEA, Via Enrico Fermi 44, Frascati, 
Roma 00044, Italy
Quindi ringraziamo l'Insapiens Sylvie Coyaud per aver confermato ulteriormente che la Ralstonia Detusculanense  esiste come confermato dall'esperto della NCBI e  probabilmente confermato anche da un'ulteriore sequenziamento 4 anni più tardi. Una voce autorevole in più non fa mai male.
Trucco e barbatrucco, ma guarda un po!!
(1) http://www.ncbi.nlm.nih.gov/nuccore/?term=ralstonia%20detusculanense
(17) https://docs.google.com/spreadsheet/viewform?formkey=dHZ4X1gzVHFOVGlQU0JmSHdCLXo3M1E6MQ
(18) http://ocasapiens-dweb.blogautore.repubblica.it/2013/11/04/r-detusculanense-quiz/
(19)http://www.ncbi.nlm.nih.gov/nucleotide/343202726?report=genbank&log$=nucltop&blast_rank=1&RID=7F7BZSWN015

Aggiornamento
5 revisioni e due post in meno di 18 ore,  ha fatto male questa botta eh?
 Dopo 2 giorni come avevo previsto:
7 revisioni e tre post in meno di 48 ore e una trentina di spam in almeno 8 blog, il record nel fanghificio con 3 pingback in 3 minuti:
Che cosa non si fa pur di avere ragione...

Nell'attesa delle repliche della replica di Celani del brevetto di Arata del caricamento di idrogeno nel palladio, inserisco LA PROVA del raggiungimento e superamento dei 40 bar a CELLA APERTA.
Replica di Celani brevetto Arata, 43 bar...
 22passi.blogspot.com: post n. 2207 (-15) 

172 : commenti:

Il Santo ha detto...

@Daniele
Fino a quando questo blog sarà lo strumento per il rampado di condurre battaglie tutte sue?

Daniele Passerini ha detto...

@Il Santo
Fino a quando Sylvye Coyaud continuerà a vendere cazzate per perle, mi sembra ovvio. E ti ricordo che questo è un blog privato, non un blog di repubblica o una rivista scientifica, quindi...

Silvio Caggia ha detto...

@il santo
Hai ragione, e' quasi piu' noiso di te... :-D

@andrea rampado
Ma povera donna, lasciatela un po' in pace, deve avere un diavolo per link in questo periodo... :-)

MISTERO ha detto...

@Il Santo
Sempre il primo, mi ricordi qualcuno...Colleghi?
Forse ti è sfuggito l'unico vero significato di questo post:

Ocasapiens.Blogd'autore.repubblica.it=Merde d'Artiste

Speravo di far ridere, ma chissà perché mi prendete sempre sul serio.

Silvio :-)))))

Alessandro Pagnini ha detto...

Confesso che su 1000 link proposti, ne ho 'bigiati' 1001 ;-) , quindi non posso dire di avere molto approfondita la faccenda, ma mi pare che stavolta la Coyaud abbia sonoramente sbattuto il becco :-D

Hermano Tobia ha detto...

@Mistero

Complimenti per l'analisi e la tenacia. Aggiungo che la facilità con cui la bufalara seriale ocasapiens spara scemenze su vari argomenti a lei del tutto sconosciuti (LENR, WOW, ecc ecc) dovrebbe fare riflettere, e molto, chi continua ancora a darle credito.

MISTERO ha detto...

Grazie Tobia
dovrebbe fare riflettere, e molto, chi continua ancora a darle credito.

Avrebbero dovuto riflettere già da tempo, inutile dare credito a chi le da credito.

giorjen ha detto...

ma l'immagine come capperi hai fatto a trovarla???
è un vero tocco d'artista, ne sai sempre una più del diavolo...
g

robi ha detto...

http://it.wikipedia.org/wiki/Merda_d'artista

gio ha detto...

forse è già stato postato , non so, un bel salto nel passato ma ci sono proprio tutti.....:

http://www.infinite-energy.com/images/pdfs/astiworkshop.pdf

belle le foto e occhio agli sponsor:)

morbido zampino ha detto...

chi parla di merda caro Rampado a volte purtroppo...però ormai le concedo la grazia d'esser privo di malizia o non scriverebbe cose che la qualificano non solo come incompetente ma anche incapace di comprendere concetti basilari di tassonomia...

MISTERO ha detto...

chi parla di merda caro Rampado a volte purtroppo

Infatti, attendevo proprio il suo arrivo, ci sono animali che sono irresistibilmente attratti dalla merda. Se mi spiega che cosa non ho capito dei concetti basilari della Tassonomia mi fa un immenso piacere, come capra tibetana (incompetente di natura, grazie lo sapevo già) ho solo da imparare, per il momento mi basta la conferma dell'esperto del NBCI che magari potrebbe insegnare anche a lei qualcosa in Tassonomia e perché no, dopo l'ultimo regalo dell'Insapiens, potrebbe anche lei imparare ad utilizzare il BLASTN.

MISTERO ha detto...

Ahi ahi Giancarlo, un'altra occasione persa per stare zitto e non togliere ogni dubbio..
Studia partendo da qui http://users.unimi.it/~dmora/materiali/PCRmethods.pdf.

morbido zampino ha detto...

come già commentai al suol delirio da superpolizzziotto ip...non ne vale la pena. Nemmeno di fronte all'evidenza deponete le armi. Mi saluti la Siemens va (uno a caso fra i miti)

MISTERO ha detto...

Nemmeno di fronte all'evidenza
Quali evidenze?
Ah si la risposta dell'NCBI che la Ralstonia Detusculanense esiste ed è registrata nella banca dati..
Dura da mandare giù vero?
Bella figura di cacca hanno fatto i tuoi amici, ma è cacca d'autore..

Barney ha detto...

Mistero: Ok, la detuscolanensis esiste.

Adesso, cortesemente, potremmo spostare la discussione su COME questo batterio risolverebbe (o mitigherebbe) il problema del trattamento delle scorie radioattive? Perche' il punto cruciale non e' a mio avviso il fatto che R. detuscolanensis esista o meno (non sono OcaSapiens e ho gia' dato per assodato che esista): e' se "funziona" o meno secondo quanto dichiarato da te e da Celani, ovvero se puo' essere un buon sistema (ma basterebbe anche "un sistema") per trattare la radioattivita'.

C'e' un qualche meccanismo ipotizzato per il processamento biologico del rifiuto nucleare?

Grazie in anticipo della risposta

Il Santo ha detto...

@Barney

Piacerebbe saperlo anche a me, visto che il Mistero ha già escluso in una sua replica sul forum dell'oca che il batterio possa "distruggere" le scorie.

Daniele Passerini ha detto...

@Morbido Zampino
Perché non si incontra al bar a giocare a tressette con Go Katto... almeno coi vostri talenti combinereste qualcosa di utile a voi due.

@MISTERO
Hai capito bene cosa ti dicono Barney e Il Santone tra le riga? Che l'Oca ha sempre saputo che OVVIAMENTE la R.D. esiste, figuriamoci se la più famosa tuttologa d'Italia poteva ignorarlo! Fingere di credere che non esiste era solo una di quelle boutade che l'Oca e i suoi compagnucci di merende inscenano per farsi quattro risate tra loro, visto che non hanno un cappero da fare... e tu ci sei cascato! Hai perfino scritto all'NCBI per chiedere una cosa ovvia, che l'Oca FINGEVA di non sapere, ma sapeva benissimo! E l'NCBI ti ha pure risposto! Che giocherellona che è l'Oca!!! :)))

MISTERO ha detto...

@Barney, avevo già risposto alla tua domanda, ma forse ti è sfuggita la risposta o non hai collegato le due cose:
http://22passi.blogspot.com/2013/10/la-riscossa-della-ralstonia.html?showComment=1382443403620#c1187638471888307791

XTutti
Questo post è uscito prima che completassi la mia ricerca per le soluzioni a Fukushima, anticipando un paio di questioni che avevo già inserito, poco importa meglio così.

In Giappone, hanno già le soluzioni alternative come ho già scritto e lasciato intendere nel mio primo intervento. Ma non solo Ralstonia.
Evidenzio questo filmato:
http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=mjR_kNgnJ5U

Il prof. Ken Sasaki dell'università di Hiroshima con un gruppo di ricercatori ha messo a punto una miscela di "commensali" (più specie batteriche, lieviti e muffe che convivono) in grado di assorbire fino al 90% il cesio radioattivo rilasciato sui terreni circostanti Fukushima dopo il fallout.
http://www.nukeclear.sekaifood.com/en/component/content/article/263-new-bioremediation
Hanno raccolto 50 litri di fanghi depositati in una piscina pubblica della prefettura di Fukushima e li hanno mescolati con 90 grammi di batteri con acido alginico e altre sostanze chimiche per produrre dei granuli porosi come si vede nel filmato.
I livelli di radiazione misurati in microsievert sono diminuiti del 89,4% in 3 giorni tenendo conto anche del fondo innaturale dato dal fallout.
Ken Sasaki ritiene probabile che l'assorbimento del cesio sia dovuto alla somiglianza con il potassio, ma è tutto da dimostrare con ulteriori analisi e test.
Per ora hanno dimostrato che è possibile ridurre la contaminazione dei fanghi e il loro volume di 75 volte attraverso la disidratazione e l'incenerimento dei batteri, non superando i 500 C visto che il Cesio a 640 C diventa volatile.

Qui invece ve lo potete tradurre da soli visto che è in inglese:
http://dndi.jp/19-higa/e-higa_48.php
Il blog in inglese:
http://grnba.com/?lang=en
In giapponese che sostanzialmente corrisponde alle informazioni in inglese:
http://grnba.com/iiyama/#top

Terreni altamente contaminati trattati con EM (efective microorganism) producono colture assenti da radiazioni.
We file these reports to the Ministry of Agriculture, Forestry and Fisheries and hope that they will give serious consideration for EM application.


Le tecniche di bioremediation sono note e consolidate, la Ralstonia Detusculanense è solo uno dei tanti micro organismi utili per questa funzione.
Mi sembra fosse Paracelso a dire che se vuoi un antidoto ad un veleno, lo devi cercare nello stesso posto da cui proviene. In Giappone hanno già isolato moltissime specie batteriche, ma anche funghi e muffe adatti alla decontaminazione di acque, fanghi e terreni. Non penso abbiano bisogno della Detusculanense, ma anche in Italia abbiamo un po di problemini e portare avanti una ricerca di questo tipo potrebbe avere un sacco di vantaggi.
La diatriba in atto è nata per il semplice motivo che non sono d'accordo con chi vuol far passare Celani come un millantatore o un fuffaro o peggio un truffatore, sono passati 13 anni dalla sua scoperta e all'epoca era un pioniere, oggi è uno dei tanti purtroppo.

Quello che non mi è chiaro e l'ho volutamente lasciato in sospeso, tornando ai rimedi giapponesi, è che loro scrivono e documentano riduzioni significative dei livelli di radioattività, quella che viene misurata con i rivelatori, non quella che viene quantificata con analisi chimiche.
Queste affermazioni mi lasciano alquanto perplesso, perché un conto è il bio-accumulo con i batteri, un altro conto è ridurre le radiazioni con i batteri.
E' certamente da approfondire, infatti sto aspettando da un paio di settimane delle risposte precise, ma ancora non arrivano e fino alla prox. primavera non ho in programma viaggi in Giappone.

MISTERO ha detto...

@Il Santo
Piacerebbe saperlo anche a me, visto che il Mistero ha già escluso in una sua replica sul forum dell'oca che il batterio possa "distruggere" le scorie.

Ho escluso scorie come quelle presenti nel reattore in Ucraina, chiamato "zampa di elefante", i batteri per assimilare una cosa simile impiegherebbero probabilmente più anni di un decadimento naturale, altra cosa invece sono i terreni contaminati o le acqua contaminate dove i batteri con molta più facilità possono assimilare i radionuclidi essere filtrati e ulteriormente concentrati eliminando carbonio azoto ossigeno e idrogeno tramite una pirolisi, ovviamente in ambiente controllato.

MISTERO ha detto...

@Daniele
I soliti burloni che prendo sul serio come se fossero fonti autorevoli..
Ci sono caduto come un pero, come al solito.. :-(
Questa volta tolgo il saluto a Giancarlo.

Il Santo ha detto...

@Mistero
>I livelli di radiazione misurati in microsievert sono diminuiti del 89,4% in 3 giorni tenendo conto anche del fondo innaturale dato dal fallout.

Questo risultato è ottenuto spostando i batteri altrove dopo aver assimilato i radionuclidi (che continuano ad essere radioattivi anche all'interno di un batterio) ?

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
MISTERO ha detto...

@Il Santo
Ho già risposto, se vuoi provare a scrivere anche tu e chiedere maggiori dettagli nei link c'è tutto, compreso il ministero dell'agricoltura giapponese che conferma i risultati.
Il bioaccumulo deve esserci per forza da qualche parte, non penso siano trasmutazioni.
Con il sistema Sasaki è chiaro il meccanismo, con l'EM invece non lo è. I batteri vengono sparsi/spruzzati nei terreni contaminati e poi la frutta e la verdura non risulta contaminata, penso che i batteri rimangano li ma impediscano ai radionuclidi di essere assimilati dalle piante.

Barney ha detto...

@D22: mi spiace ma la tua interpretazione è sbagliata. Non me ne può fregare di meno delle querelles tra Mistero e OcaSapiens, che reputo da bimbi piccini. Mi piacerebbe che una affermazione forte (e lo dico fuori dalle righe:NON che la R. Detuscolanensis esista, MA che FUNZIONI è l'affermazione forte) fosse supportata da idee un po' più profonde che la citazione di Piero Manzoni.

bertoldo ha detto...

questo tipo di batteri possono essere impiegati anche in coltivazioni bio che volessero controllare anche l'inquinamento da "metalli pesanti" ?

MISTERO ha detto...

Il Barbatrucco:

Il batterio di Celani non esiste è forse una frode, fonte Giancarlo De Marchis
Il batterio non esiste, conferma Sylvie Coyaud
Il batterio non è presente nelle banche dati fonte Giancarlo/Sylvie
Il batterio è presente nelle banche dati, ma non ha ID fonte Sylvie
Il batterio esiste ed è classificato fonte NCBI
Il batterio è identico ad un altro batterio fonte Sylvie
Il batterio è quasi identico e scoperto 4 anni dopo il primo fonte Andrea
Il batterio ha una sequenza parziale, quindi non è classificabile fonte Sylvie
Il batterio esiste, lo abbiamo detto tutti da Agosto fonte Sylvie...Cita come fonte Neutrino che per primo lo ha scritto...

Ha cambiato il suo ultimo post 4 volte in un giorno, che sia un po in difficoltà?

LoL

MISTERO ha detto...

@Bertoldo
Penso proprio di si, cerca:
"Bioaccumulation of Heavy Metals"

@Shyne
E' un classico modo di girare la frittata, non te ne frega nulla della diatriba, ma intervieni nella diatriba. Il punto non era che cosa sa fare la dutusulanense ma se esiste o non esiste.
Appurato che esiste passiamo al secondo punto, che cosa fa?
Non perché l'ho dichiarato io, come non troppo sottilmente vuoi e hai lasciato intendere, ma chi lo ha dichiarato e a seguito di quali prove.

Se vuoi discutere e approfondire questo, fai meno il coglione con me e ne discutiamo pacificamente altrimenti vai pure dai tuoi amici con i quali non ho nulla a che spartire e soprattutto nulla da riconoscergli sia come affidabilità, sia come professionalità.
Ma ti pare serio che un Giancarlo De Marchis sostituisca l'ultima riga della sequenza della Ralstonia D. inventandosela per dimostrare che chiunque può fare questo e che quindi la sua tesi iniziale è fondata??
E una falsificazione questa?

Ma non vi vergognate?
Giancarlo, prova a pubblicarla, dai dimostra quanto bravo sei a pubblicare una sequenza fasulla, ma non nel blog di Oca Insapiens che li qualsiasi cacca può essere pubblicata, prova a farlo in una banca dati mondiale qualsiasi.

Barney ha detto...

Insultare è l'arma dei poveracci. Per me puoi continuare a fare il tuttologo Do Nascimento, magari alla centesima cazzata ci indovini. Stasera andrò a vederei ririferimenti giapponesi, tu continua a fare il galletto qua da Daniele, che i troll pagati che guadagnano un tanto a cazzata sono gli altri. Bravo.

MISTERO ha detto...

p.s. dopo che sei riuscito (forse) a pubblicarla, fai anche risultare che la sequenza da te inventata viene ritrovata anche nella stazione spaziale, nell'intestino di alcuni bambini, nell'uretra di alcuni malati e in alcuni pepperoncini piccanti, così sai, solo per confermare che esiste una tua invenzione...Ovviamente in varie parti del mondo.

Barney ha detto...

La sequenza... Oggi è importante la sequenza. Ieri era per tutti il COP 100 (o 20), ier l'altro l'auto sostentamento, ancora prima per te la cavitazione, per altri spaccare pietre e per altri ancora bastava dir male della scienza ufficiale kattiva e in mano alle multinazionali del farmaco.
Aspetto che escasno le scie chimiche, poi permutando i vari elementi avrete un numero illimitato di vie di fuga per sgusciar via dal problema principale, che resta la mancanza di prove. No, Donasci: YouTube NON è una prova.
Buona sbroccata di replica, Donasci.

MISTERO ha detto...

Insultare è l'arma dei poveracci.
Prendere per il culo è l'arma dei poveracci ignoranti, ma ti ho detto solo "coglione", accontentati.

Barney ha detto...

Io invece solo "Donasci".
Ma Piero Manzoni me lo lasci passare cosi', in cavalleria? Conosci solo lamMerda, te? Non mi stupirei, sia chiaro, eh?

Chiudo, che con i bimbi gioco tutti i giorni.
Ciao, Donasci: salva il mondo con la cavitazione brematurata che scappella a destra.
Grazie in anticipo anche per le generazioni future, son certo che tra te e Brunetta collezionerete almeno un Nobel, nel prossimo futuro.

MISTERO ha detto...

n numero illimitato di vie di fuga per sgusciar via dal problema principale, che resta la mancanza di prove.

Mah stai facendo un autocritica o stai criticando i tuoi amici?
Le prove sono: NCBI hai risposto che la R.Detusculanense esiste, a che altro vuoi appellarti?
Sti debunker e li pagano pure...
Ma qualcuno di più bravo non lo potete mandare?
Crisi eh..zzzi vostri.. :-)

robi ha detto...

Barney
sei riuscito a far un passo avanti chiedendo come funziona questo batterio

mi hai stupito quando hai affermato che dal tuo modo di vedere qualcosa non ti è chiaro, ma dovrai controllare certi link giapponesi

mi hai rassicurato quando affermi che sei stufo di cop100,di cavitazione e della ricetta "pasta e fasoi tra la signora sapiens e mistero

e con questa ultima boutade ti esimi dalll approfondire qualsiasi ricerca non già pubblicata dal famoso e unica fonte universale del deja vu

Barney ha detto...

Robi: in genere se non capisco, chiedo. M'e' difficile credere cosi' all'impronta, vorrei capire.

Sono perplesso che tu ti stupisca se voglio controllare i link giapponesi. Tu credi per partito preso a quello che dice Mistero? Io no, e non perche' e' Mistero. Lo faccio con tutti, pure con l'Oca.

E li ho davvero letti, i link di Mistero, e il risultato e' il seguente:
1) http://www.nukeclear.sekaifood.com/en/component/content/article/263-new-bioremediation dice esattamente quel che traduce Mistero. Il sito a me pare fuffa, dicono di essere sviluppato primariamente da Big Medicine, una organizzazione no-profit USA che ha questo sito: http://www.bigmed.org/ (vuoto).
L'articolo dice robe non esattamente comprensibili su come questi mix di batteri possano ridurre le radiazioni del 90%. Il meccanismo di funzionamento e' assai naif: le cariche negative della membrana del batterio attirerebbero gli ioni positivi e radioattivi del cesio e... Boh? Il cesio attratto dalla membrana resta radioattivo, non e' che se e' intrappolato nel batterio smette di emettere radiazioni.
Da notare anche come Ken Sasaki, il professore citato all'inizio, appaia su Google solo in repliche di quel pezzo, o come pianista, o mangaka, o imprenditore di San Francisco. Se si cerca "Ken Sasaki" su Google Scholar si trovano articoli medici che secondo me non c'entrano nulla con l'argomento.
E' -mi si permetta la cinica ironia- un altro evidente caso di insabbiamento da parte di troll prezzolati (ah, lo dico all'OrGaNiZzAzIoNe: i miei pagamenti sono in arretrato di un paio di mesi. Provvedere!).

2)http://dndi.jp/19-higa/e-higa_48.php rimanda ad un "report" (NON di terze parti) sul trattamento di campi di mirtillo nella prefettura di Fukushima, sperimentazione fatta anche se il governo non aveva dato l'ok grazie ad accordi con vari agricoltori. Ci sono i numeri ma nessun mezzo per verificarli.
Valore scientifico del brano a mio modestissimo avviso: ZERO. Non c'e' manco il nome dello sperimentatore, ne' un accenno a cosa sia l'EM (effective microorganism e' un po' pochino...) in termini di composizione. "Formula segreta", as usual...

3)http://grnba.com/?lang=en il blog in inglese di un tizio che ammetto di non aver capito cosa caspita promuova. Lactobacilli in grado di fermentare qualsiasi cosa, immagino dalla lettura difficilissima delle pagine scritte in un pessimo inglese. Pero' se scorri il sito t'accorgi del tenore dei discorsi del tizio. Non mi pare roba acclarata e sicura, anzi... Have a look, robi.

Il link a youtube all'inizio l'ho scansato come la peste, per motivi religiosi miei.

Tutto qua, tanto che anche DoNascimento conclude -onestamente- cosi':

Quello che non mi è chiaro e l'ho volutamente lasciato in sospeso, tornando ai rimedi giapponesi, è che loro scrivono e documentano riduzioni significative dei livelli di radioattività, quella che viene misurata con i rivelatori, non quella che viene quantificata con analisi chimiche.
Queste affermazioni mi lasciano alquanto perplesso, perché un conto è il bio-accumulo con i batteri, un altro conto è ridurre le radiazioni con i batteri.


Io direi che ridurre le radiazioni con i batteri e' una cazzata sesquipedale, del bio-accumulo se ne puo' tranquillamente parlare. Anche se dopo hai comunque il problema delle scorie (che NON vengono magicamente trasmutate in oro zecchino, sia chiaro).

[Continua]

Barney ha detto...

Sono felice che Mistero pensi che le due cose son diverse, pero' a questo punto dovreste avvertire Quartieri, Quercia ed Avino dell'ENEA, estensori del paper "Utilizzo della Ralstonia detuscolanense", i quali dicono a pagina tre del loro lavoro citato da D22 in uno dei pezzi sulla Ralstonia:

"...Tale batterio, oltreché come biosensore, potrebbe essere utilizzato anche come concentratore o biodepuratore di metalli o sostanze pericolose, alcune delle quali potrebbero essere direttamente metabolizzate e rese inoffensive in loco e altre potrebbero essere raccolte e concentrate, come nel caso dei biofilms per i ponds nucleari. In questo caso, parlare di trasmutazioni è sicuramente eccessivo, perché non si vedono reazioni biologico/nucleari evidenti; però, in un certo qual modo, le sostanze vengono sicuramente elaborate."

Non e' trasmutazione, ma sicuramente il batterio metabolizza il cesio 137, lo stronzio 90 e pure il cesio 135 (oltre che individuarne anche tracce infinitesimali).


Come vedi, robi, non mi esento dall'approfondimento.
Tu, invece: li hai letti i riferimenti di Mistero? Adesso tocca pure a te, mica te la cavi cosi' in cavalleria, sai?


B.

MISTERO ha detto...

Bravo Barney, c'ero arrivato anch'io a leggere quanto ho riportato in risposta alla tua domanda. Ho posto il dubbio.

Il punto è, e rimane, la Ralstonia Detusculanense esiste.

Il resto è solo un inutile tentativo di mettere sotto il tappetto la figura di cacca che hanno fatto i tuoi amici (puzza lo stesso, come ho anticipato nel titolo)..Ad ora 4 revisioni del post di questa mattina della Insapiens e un post nuovo, 5 correzioni aggiornamenti sono troppi anche per lei...

MISTERO ha detto...

p.s. ora sono 5 revisioni su due articoli in un giorno, un po nervosa eh?
Ma la notte insonne è lunga ochetta...
Prevedo che cambierà Celani et al con Carpinteri et al...

MISTERO ha detto...

p.p.s. ha tolto bufala dalla ricerca di Ken Sasaki e ha aggiunto "costosi nutrienti quali il glucosio", è in panico...LoL
E diventano 6 revisioni..
Ho finito gli screenshot per questa sera, domani le mazze tamburo mi aspettano..

Silvio Caggia ha detto...

Non c'e' altra spiegazione: sono innamorati... :-D

triziocaioedeuterio ha detto...

Ma c'è ancora chi gli paga lo stipendio a questa ignorante patentata?a già...siamo in itaglia:-(

giorjen ha detto...

Non c'e' altra spiegazione: sono innamorati... :-D
quoto!
g

bertoldo ha detto...

Questo video mi sembra attinente

bertoldo ha detto...

http://www.report.rai.it/dl/Report/puntata/ContentItem-dd11783e-a01b-4204-bf69-203a584275b0.html ennesima puntata che rimanda hai padroni della trasmissione con la disinformazione più elevata di tutte le reti Rai .Questa trasmissione andrebbe chiusa e chiesti i danni per spudorata propaganda sionista . Ieri sera è andato in onda un scempio all'intelligenza e in un guazzabuglio di castronerie mai sentite prima , si fà uno spot alla unione di fatto , come unica soluzione per integrare popoli che mai starebbero insieme .Insomma uno spot per i 6 mesi Italioti di presidenza europea , probabilmente di questo governicchio di sionisti e che come al solito sono andati a prendere ordini e ad inginocchiarsi al loro padrone nazisionista Usa e getta .Niente scandali intercettazioni nulla di nulla assenza totale di idee se non ripetere pedissequamente quanto detto loro di dire .Inoltre la conduttrice sembrava leggermente alterata , segno di un conflitto "interno" o dell'assunzione di troppa caffeina , fà fatica a respirare ed ha un velocità di parola mai visto prima che solo nell'ultimo servizio si placa .Fà credere agli italioti che il futuro del lavoro sia una macchinetta di stampa in 3d (per attirare l'attenzione dei ciovani italioti...) senza pensare che il lavoro , quello vero è ben altro cosa , che sedersi dietro un computer e progettare in 3d uno spoon ...

SteP ha detto...

Mi mancava proprio un pò di delirio Bertoldiano oggi...

Barney ha detto...

Ma qualcosa sui grigi e sulle scie chimiche, bertoldo non riesce a scriverlo? Aspetto con trepidazione, magari e' li' la spiegazione di come fa la Ralstonia detuscolanensis a digerire la polenta col cinghiale al Cesio 137...

carloluna ha detto...

Questo mi ha stupito molto:le piante trattate con EM non assorbono rdioattività e rendono di più.Se è cosi il futuro è rigoglioso vista tutta la radioattività sversata sulla superfice del pianeta.Forse il grande sogno di Fukuoka di un mondo contadino senza arature si realizzerà.Faccio notare che Fukuoka era della cerchia di Kervran,Oshawa,Kushi,Ahirara.

No. 48: EM Effects on Radiation- Interim Report of the Experiments Conducted in Fukushima Prefecture

"Vorrei introdurre un caso in cui la radiazione ha qualche vantaggio quando EM viene applicato. A completamento degli esperimenti in Bielorussia nel 2000, ho tratto una considerazione, "Le piante NON assorbono le sostanze radioattive quando EM viene applicato estesamente nel settore esposto a radiazioni. Ma crescono acquisendo la capacità di utilizzare le radiazioni come fonte di energia come l'energia solare e di aumentare la produttività. Tale considerazione è basata sul fatto che il grano coltivato nelle zone altamente contaminate della Bielorussia produsse maggiore resa.
Questa tendenza è stata rilevata anche nella vicina Russia, nonché nella prefettura di Fukushima. Ha piovuto molto e non ha fornito abbastanza ore di sole nella prefettura di Fukushima quest'anno. E 'la condizione peggiore per crescere frutta. Ma, EM frutticoltori hanno subito meno danni dagli insetti e fatto molto buon raccolto. Tutto quello di cui hanno bisogno sono clienti disposti. Lo stesso vale per i cetrioli e pomodori raccolti."

Silvio Caggia ha detto...

@carloluna
Grazie dell'informazione! Casualmente mi sto interessando di orti sinergici e scoprire che Fukuoka (il nonno di questi se non e' un omonimia!) abbia a che fare anche con Kervran e la fusione fredda mi da brividi di gioia... :-) e' bello scoprire che le varie cose che ti appassionano sono alla fine collegate tra loro... :-)

MISTERO ha detto...

Sarò anche testone, certamente ignorante come scrive GDVR, ma come fa la Detusculanense essere una Picketii strain ATCC 27511 scoperta e classificata 4 anni dopo?

Ma che culo ha Celani, si è inventato una sequenza e questa viene trovata nella stazione spaziale e in molte altre analisi, poi ecco che ne esce una con lo 0,01% di basi identiche e gli danno un nuovo nome..strain ATCC 27511...
Ma che bravi, applausi!!

Il problema non è la nostra ignoranza alla quale quotidianamente cerchiamo di rimediare, il problema sono persone come voi che non si reputano ignoranti.

@GDVR
Per me l'argomento è chiuso, non siamo più noi a dover dimostrare l'esistenza della Detusculnense, siete voi a dover dimostrare la frode.

carloluna ha detto...

@Silvio Caggia
Mi congratulo per il tuo nobile interesse.Hai anche un orto?
Dice Luca Chiesi nel suo libro che una delle applicazioni della nuova concezione del mondo aperta da Ohsawa e Kervran è applicabile al settore primario attraverso un innovativo metodo di agricoltura naturale, proposto e adottato dal microbiologo giapponese Masanobu Fukuoka da oltre 50 anni: esso è praticato in ogni tipo di clima, con eccellenti risultati anche nel rimboschimento di zone desertiche. I principi su cui si basa sono pensati in modo da assecondare al massimo la capacità dei microrganismi, dei vegetali e degli animali presenti nel suolo di provvedere autonomamente alla fertilizzazione, e ad un agricoltore tradizionale potrebbero sembrare assurdi: non arare, non fertilizzare, non sarchiare, non usare pesticidi.

scusa l'attacco di linkite:
http://ilpiccolofocolare.blogspot.it/
http://casaignoramus.blogspot.it/2012/10/masanobu-f.html
http://it.wikipedia.org/wiki/Masanobu_Fukuoka

Silvio Caggia ha detto...

@carloluna
Ti ringrazio per i link.
Da un paio di anni, nel periodo estivo, mi trasferisco in montagna, a casa di una amica, dove c'e' un piccolo orto che coltiviamo con l'aiuto di suo padre. Non avendo una cultura contadina ho fatto come sempre il mio mestiere di rompiscatole: ma perche' bisogna fare cosi'? Ma perche' bisogna fare questo? Ma non sarebbe meglio fare cosa'? :-)
Insomma le tecniche agricole che mi spiegavano cozzavano con le mie conoscenze biologiche e soprattutto con la mia pigrizia... :-)
Un paio di mesi fa, per puro caso, ho partecipato ad un corso di agricoltura sinergica ed ho scoperto che sposa gran parte delle mie fantasie, le mie vanno anche un pochino oltre a dire il vero... :-)
Non sono riuscito a convincere la mia amica ed il padre a convertire l'orto in sinergico, pero' sono forse riuscito a convincere una associazione di cui faccio parte a mettere su un orto sinergico, con forte componente di land-art... :-) proprio l'altro giorno ho disegnato a cad la mia proposta: tre spirali dal diametro di circa 7 metri che formano un triskell... Chi vivra' vedra'... :-)

robi ha detto...

non arare, non fertilizzare, non sarchiare, non usare pesticidi.

una volta s ifacevano delle arature fonde , ora è sufficiente fresarla
per non fertilizzare bisogna lasciare il terreno a "riposo" ogni tot di anni.(lo si capisce dall andamento della produzione di ciò che abbiamo seminato)
Però si preferisce seminare erba medica o altre colture per 2-3 anni.
Quando la coltura diventa di una certa età (viti ,peschi etc)si preferisce lasciare prato e tenerlo livellato
Una volta non si usavano pesticidi.C era un equilibrio naturale tra insetti ,farfalle ragni dannosi e predatori dei dannosi.
Bisogna ringraziare l industria chimica se siamo arrivati a forme dannose sempre più resistenti.
Si potrebbe fare a meno dei pesticidi purchè in tutta la zona qualcuno non li adotti.













robi ha detto...

Barney
la mia critica verso di te era che
siccome tu hai lo studio e pertanto le capacità di approfondire quegli argomenti ,
mi stupiva vederti criticare a priori.













Purtroppo certe cose io posso solo leggerle ,apprenderle ,ma non giudicarle.
Pertanto ti invidio per la tua conoscenza di certi argomenti,ma mi fai rabbia quando (per tua volontà di non approfondire) fai un calderone unico con vanna marchi che dirige.

ciao







robi ha detto...

Scusate gli spazi in bianco
adesso ho sistemato

robi ha detto...

Barney
mi stupivo positivamente
sai di là la discussione è stata indirizzata nella ricerca di confermare che è solo una bufala
potrebbe esser che abbia ravvisato così anche nei tuoi interventi
almeno sin prima di averti scritto

carloluna ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
carloluna ha detto...

@ silvio caggia
Ti interessi di argomenti interessantissimi!
Io ad esempio avrei desiderio di trasformare il labirinto di Chartres in orto:
orticoltura fukuokiana più una bella passeggiata fino al centro per bere alla fontana della quercia....
per spiegarmi eccoti un link:
http://www.pinterest.com/paxcece/spirit-labyrinth/

E poi sono interessato alle yurte come sistema abitativo a impatto zero.
conosci quelle moderne?
http://www.yurts.com/

me ne sto costruendo una nuova grande e abitabile.
questa è quella vecchia distrutta da un temporale.
https://www.youtube.com/watch?v=4LCM3IzztL0


http://www.pinterest.com/paxcece/spirit-labyrinth/

Barney ha detto...

@robi: non ti curare di me: secondo il maestro di chiavi del blog sono solo un prezzolato troll al servizio dei poteri forti. Non ho capito il mio prezzo, e probabilmente chi mi paga ha equivocato sul mio IBAN, perche' sono vent'anni che non vedo un centesimo dall'OrGaNiZzAzIoNe...

:-)

robi ha detto...

Barney
non far la vittima (cavoli il tuo nome è proprio appropiato al personaggio)
è che ci aspetta un interessamento da parte di chi potrebbe dire la sua
e ripeto a volte sembra che tu ti senta come sminuito intellettualmente (difronte ai professoroni) a considerare certe teorie

impressioni di novembre
casi

robi ha detto...

-casi - non c entra è un errore di battitura precedente

Silvio Caggia ha detto...

@carloluna
Bello il labirinto di chartres ma e' troppo lungo per farci un orto! Sara' piu' di 200 metri di camminamento vincolato... Da fare le maratone per manutenerlo! :-D
Io gia' ho dei dubbi per delle spirali che fanno 2 giri... :-)
Poi c'e' il drenaggio dell'acqua se c'e' pendenza...

Sei la terza persona che mi parla di yurte in 2 mesi... E tutti presissimi... E' una nuova moda? :-)

Barney ha detto...

Robi, se nemmeno le faccine fanno capire l'ironia, siamo a posto. Noto però che quando si parla di gente pagata per postare teorie in linea con la scienza, le faccine mancano...

MISTERO ha detto...

E' una nuova moda?
Vecchia di almeno 50 anni.

le faccine mancano...
Come la falena che viene attirata dalla luce...

MISTERO ha detto...

quel “pallino” dovrebbe essere alla radice dell’albero
Darwinismo?
No grazie.

carloluna ha detto...

@silvio e robi
pensavo ad un orto-labirinto di chartres con scorciatoie a raggiera.
posso mostrare un 3d. uso skethcup per progettare velocemente.
il metodo Fukuoka è semplice:si sfalcia,si lascia lo sfalcio sul terreno,si seminano palline d'argilla contenenti i semi di piante varie in consociazioni sinergiche,non si irriga,non si irrorano pesticidi,non si concima,infine si raccolgono gli ortaggi e si ricomincia il ciclo.lo sfalcio fa da concime e pacciamatura idratante."la rivoluzione del filo di paglia" è il libro più importante di Fukuoka.

le yurte non sono una moda.sono il futuro.
come le centrali atomiche verranno sostituite dai dispositivi ff così
le case di cemento e mattoni saranno sostituite da calde comode economiche ecologiche yurte.
disponibili miei 3d.

ps:sono sicuro che i contadini di Fukushima che usano EM
conoscono e utilizzano i metodi di Fukuoka

Silvio Caggia ha detto...

@carloluna
"Non si irriga"... Pero' con l'orto sinergico si torna ad irrigare, anche se a goccia... Uhm... Tu che ne pensi di questo punto specifico? Ideologicamente sarei per la prima... Tu hai esperienza diretta?

Riguardo le yurte hai qualche link che ne riassuma i pregi e vantaggi per cui dovrebbero sostiruire i mattoni?
Grazie

carloluna ha detto...

@silvio
Fukuoka riusciva a coltivare il riso senza acqua e con rese maggiori!
Io per esempio l'anno scorso avevo aiuole di ortaggi a dicembre
che per gli esperti vicini non rientravano nelle banche dati (quindi non esistevano).quest'anno ho messo a dimora piantine in vaso pacciamandole con erba lungo una siepe in semiombra e ho irrigato pochissimo(ogni 2 settimane):verdure rigogliose.L'acqua non è un problema,basta la pioggia come in natura.il"problema" sono le cosidette infestanti che basta recidere per farle diventare humus idratante e copertura del suolo.poi ho delle calle in vaso che da anni bevono solo pioggia:stanno benissimo.le foglie che cadono le rimetto nel vaso:un tipico esempio di piante trasmutatorie che non rientrano nelle banche dati di cf.
sei di torino?eccoti un bel articolo.

http://www.aamterranuova.it/Agricoltura-bio/Fukuoka-nell-39-Oltrepo-pavese

dopo cerco materiale sulle yurte

carloluna ha detto...

@silvio caggia

FORUM
http://www.yurtforum.com/forums/
AUTOCOSTRUZIONE
http://simplydifferently.org/yurt
VENDITA
http://www.yurts.com/
http://www.coloradoyurt.com/yurts/
http://yurtzbydesign.com/whats-a-yurt/

guarda anche le yurte su youtube

la yurta moderna è:
antisismica,calda(ci vivono in mongolia e in alaska!),componibile(più yurte collegate per i vari ambienti),economica,ecologica,sicura(porte in legno e telaio resistente,bella,costituita da materiali all'avanguardia,ignifuga,aerabile
facilmente,mettiamoci anche trend....

MISTERO ha detto...

http://www.blogosocial.com/orto-sinergico-sardegna/

http://www.liberamente.co/cms/articles/2013/10/28/l%E2%80%99uomo-che-parla-alle-piante-%E2%80%93-un-nuovo-paradigma-agricolo

MISTERO ha detto...

Vedo con piacere che questo post ha generato un bel po di sconforto.
Ocasapiens è diventata anche una spammer pur di trovare consensi o qualche troll che la sostenga.
Un bel corso di biologia molecolare le eviterebbe ulteriori figure di cacca (Merda d'Artiste in blog D'Autore, ndr), ma continua a sostenere l'insostenibile, una anticipazione:

i caratteri fenotipici hanno ancora un loro ruolo
all’interno della stessa specie l’omologia del DNA deve essere almeno del 70%
è possibile che in regioni altamente conservate, come il 16S rDNA, specie diverse differiscano per un solo nucleotide o non differiscano affatto


Quiz: da dove arriva questa affermazione evidenziata in neretto??

Daniele Passerini ha detto...

@Carloluna
@Silvio Caggia
Anche se non sto intervenendo sto seguendo con tantissimo interesse le (ri)scoperte di Masanoba Fukuoka e il modello dell'agricoltura sinergica: è meraviglioso! Come mi pare ha detto Silvio, le analogie con i diversi modelli di medicina esistenti sono impressionanti.
E ignoravo soprattutto che "secondo le affermazioni dello stesso Fukuoka, il suo metodo di coltivazione ha prodotto in Giappone rendite per ettaro simili a quelle medie ottenute con tecniche che si avvalgono della chimica" (wikipedia).

@MISTERO
Ocasapiens è diventata anche una spammer pur di trovare consensi o qualche troll che la sostenga.
Beh, questo ha ormai ampiamente dimostrato di avercelo nel DNA! ;)

Daniele Passerini ha detto...

@MISTERO
"Nell'attesa delle repliche della replica di Celani del brevetto di Arata del caricamento di idrogeno nel palladio, inserisco LA PROVA del raggiungimento e superamento dei 40 bar a CELLA APERTA.
Ho notato ora l'aggiornamento al post, finalmente quella famosa foto... ma la fai passare così in sordina? ;)

robi ha detto...

Daniele
vorrei farti notare che i terreni concimati con la chimica ad un certo punto perdono inesorabilmente la loro la loro produttività.
il terreno diventa come sterile
infatti per renderlo attivo bisognerà concimarlo con letame di mucca
un terreno senza l humus i batteri e i funghi adeguati è come morto
usare i concimi chimici è come tenere in vita uno a forza di flebo.

ciao

sandro75k ha detto...

Grazie della foto Mistero. Non credevo fosse un groviglio di tubi così complesso... cosa misura il manometro (?) sulla sinistra?

comRED ha detto...

Non centra con l'argomento ma come intermezzo ci potrebbe stare, sopratutto gli ultimi 10 minuti del video.
https://www.youtube.com/watch?v=i7L6UtG8IzY&feature=share

MISTERO ha detto...

Ho notato ora l'aggiornamento al post, finalmente quella famosa foto... ma la fai passare così in sordina? ;)

Sordina??
In meno di un'ora è stata scaricata 40 volte...
Ora partono i moviolisti, ma ci son altre foto quindi aspettiamo le prime bordate.

@Sandro
Non lo so, vai a leggere la descrizione della demo, li certamente è scritto.

MISTERO ha detto...

comRED, come non c'entra nulla, è un caso che ochetta e suoi amici sono contrari al metodo stamina?

Silvio Caggia ha detto...

@robi
La quarta delle cinque leggi biologiche vale anche per le piante, oltre che per gli animali e per l'uomo... Peccato che sia totalmente ignorata come le altre... :-)

@daniele
Ma di che foto parlate? Mi sono perso qualcosa dal cellulare?

Silvio Caggia ha detto...

@robi
Senza contare, che se passi su un terreno con mezzi meccanici sempre piu' pesanti, anche se dietro di te sollevi poi la terra per x centimetri, cosa pensi che capiti al di sotto quegli x centimetri col passare del tempo? Hai creato un bello strato compatto, impermeabile e difficilmente penetrabile dalle radici piu' lunghe di x centimetri... Ma sai chi lo ha scoperto? Gli ingegneri edili quando si sono trovati a scavare per costruire su ex terreni agricoli... Tutte le tabelle dei tempi di scavo erano diventate sballate! :-)

robi ha detto...

Silvio
il problema del compattare il terreno è molto relativo
Ti faccio un esempio.Noi dove abbiamo i filari a vite con il minimo di larghezza sono quelli a guyot .Sono larghi 3metri e la superficie compattata dalle gomme si riduce a neanche mezzo metro.
Per i seminativi poi si parla di mezzo metro ogni7-.8 metri.
il problema non esiste

Silvio Caggia ha detto...

@robi
Tu parli di filari di vite, che sono fissi, insomma le ruote schiacciano sempre gli stessi punti e non schiacciano mai dove cresce la pianta... Ma immagina i campi dove passano in lungo ed in largo, anche dove dopo si cerchera' di fare crescere delle radici di piante, dei mezzi pesanti di ultima generazione come quelli dei video che postavamo per scherzo con gio... Quei super trattoroni automatizzati che si trascinano dietro anche un container tipo quello di rossi...

mario massa ha detto...

@Sandro75
"cosa misura il manometro (?) sulla sinistra?"
E' un vuotometro. Celani prima di iniziare la produzione di idrogeno fa il vuoto nella "bombolina". E' un protocollo che nè io ne Gabrichan possiamo seguire perchè abbiamo una superficie di catodo troppo piccola per poter riempire in tempi ragionevoli il volume dei tubi e valvole necessarie e il rischio di microperdite diventerebbe troppo elevato. Non pensiamo però che la cosa sia effettivamente necessaria, altrimenti il generatore della Parker (che non ha pompa del vuoto) non funzionerebbe.

@Mistero
Grazie della foto: chissà se farà venire qualche dubbio a Camillo.

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
robi ha detto...

Silvio
sicuramente avrai visto una foto dei crop circles.
Quelle linee parallele che si vedono solcare l appezzamento non son altro che la traccia del trattore per la concimazione primaverile (sicuramente usano il laser per la direzione ,troppo paralleli).
Fino alla raccolta non si entrerà più
ti ripeto il problema compattamento non esiste e per dirtela fino in fondo potrebbe esister qualora un terreno non permeabile e a prato forma una crosta da cui le radici non traspirano.

stiamo parlando di cose viventi ed ognuna ha il suo standard di vita

sandro75k ha detto...

@Mario Massa

Scusa la domanda stupida... e da cosa si capirebbe che la cella è aperta? Così a occhio nudo io non riesco a capire...

Shine ha detto...

i crop circles mi mancavano

MISTERO ha detto...

@Mario
Prego..
Ho visto che non ha ricevuto le foto di tutto il setup, mi è tornata indietro 2 volte la mail. Provo in altro modo.

MISTERO ha detto...

@Shine
i crop circles mi mancavano
Concordo, infatti non capisco che cosa c'entrano con i mezzi pesanti citati da Silvio, robi forse non sa che sono prodotti dai ricci/cervi/daini in amore che in quanto a peso..Garlaschelli docet:
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=2402&com_mode=thread&com_order=1&com_id=102317&com_rootid=101777

MISTERO ha detto...

@Shine
Ma i neuroni a Pisa ve li clonano o sono il risultato di una mutazione genetica? Avete provato a fare un sequenziamento del vostro gene 16SrRNA?
Ah, la Piiketi lo ha trasmutato e siete senza neuroni, un po di staminali e tornate a posto.

mario massa ha detto...

@Mistero
"Ho visto che non ha ricevuto le foto di tutto il setup, mi è tornata indietro 2 volte la mail."

Che fa, mi da del lei? Andrea, la casella che uso normalmente è quasi piena. Prova qui:
mariomassa@outlook.it
(per favore non usarla normalmente perchè è quella che uso per lavoro)

mario massa ha detto...

@Sandro75
"e da cosa si capirebbe che la cella è aperta? Così a occhio nudo io non riesco a capire..."

Infatti Sandro da quella foto non si capisce. Però 40 e passa bar in un barattolo di marmellata ci vorrebbe un pazzo! (penso che scoppierebbe sotto i 20)

sandro75k ha detto...

bene...allora ti sei risparmiato una fatica... :) ))

Silvio Caggia ha detto...

@robi
Riguardo i trak... Ma secondo te, ogni anno i contadini sono cosi' bravi che riescono a fare passare le ruote sempre nel medesimo punto, o anno dopo anno finiscono per schiacciare tutto il terreno? :-)

Comunque a me hanno detto che gia' il solo fatto di lavorare il terreno sempre alla stessa profondita' crei nel tempo una specie di "soletta" dura che crea poi dei problemi quando cambi prodotto...

Ma non insisto, relata refero, non sono certo un contadino esperto... :-)

Tieni comunque presente che uno dei principi degli orti sinergici e' proprio quello di separare, per sempre, i camminamenti (o dove farai passare le ruote dei mezzi) dalla zona coltivata che non verra' mai piu' nemmeno calpestata...
L'agricoltura classica segue invece il concetto di fare letteralmente "tabula rasa" ogni anno del campo, come se potesse dimenticare quello che e' accaduto prima... :-)

Franco Morici ha detto...

mario massa wrote:
Però 40 e passa bar in un barattolo di marmellata...

Mario probabilmente non capisco la fotografia, ma la pressione di 40 bar non sarebbe solo la pressione del gas H2 contenuto all'interno del "tubetto" di Palladio (a sua volta contenuto all'interno del barattolo)?

Non potrei chiudere il barattolo di vetro con un coperchio e limitare la pressione dei gas, esterna al tubetto di Pd, attraverso il tubetto di gomma azzurra (od altra apertura) senza far salire troppo la pressione del barattolo di vetro?

MISTERO ha detto...

No Mario, mi è scappata una "i", nel senso che non è uscita dalla tastiera e si sta ancora intorcolando tra la Ralstonia e la Stenotrophomonas... :-)

@OcaInsapiens
Te la sei dimenticata Ochetta eh?
Lo sapevo che sottovaluti tutti perché ti sopravaluti, eh tu ciai i mille + Giancarlo..
Ok mi sa che devo dare il colpo di grazia (ancora un pochino però)...Per grazia ricevuta.
Amen

MISTERO ha detto...

@Franco
Io parto da qui http://it.wikipedia.org/wiki/Legge_di_Henry
Il resto del perché è impossibile fare quello che hai scritto lo hanno spiegato benissimo nel fanghificio.

sandro75k ha detto...

Mistero...se parti dai lì dai ragione a Camillo.... partiamo che non sappiamo ....

Silvio Caggia ha detto...

@mistero
Foto, legge di henry... Devo sicuramente essermi perso qualche puntata per colpa del cellulare... :-( o state continuando qui dei discorsi iniziati altrove?
Ma e' collegato ai discorsi che facevamo quando si parlava di legge dalton?
Se si' ti butto li' questa riflessione da subacqueo emerito: i gas non vanno in equilibrio nei tessuti (liquidi e solidi) istantaneamente, ci vuole del tempo, e si formano dei gradienti... Motivo per cui se stai pochi secondi ad alta profondita' non hai necessita' di fare decompressione, se stai parecchi minuti poi devi fare le soste di decompressione per permettere ai gas di uscire dai tuoi tessuti senza fare le bolle (embolia da decompressione)... :-)
State mica cercando di far venire l'embolia al catodo? :-D

sandro75k ha detto...

@Silvio Caggia

perchè si farebbe chiamare Mistero???? :D Hai presente cosa dice Balotelli nella pubblicità di SKY????

Silvio Caggia ha detto...

@sandro75k
Purtroppo (o per furtuna) non ho idea di cosa dicano in televisione perche' non la guardo... A malapena so che balotelli e' un calciatore... :-)
Mistero pero' dovrebbe cambiare nome in Enigma. I misteri sono una cosa diversa dagli enigmi... :-)

MISTERO ha detto...

Mistero...se parti dai lì dai ragione a Camillo

Infatti, ho scritto che parto da li.. :-)
Con quei tubicini oltre 5 bar la vedo molto dura imbrogliare.

Daniele Passerini ha detto...

@Silvio Caggia
Foto, legge di henry... Devo sicuramente essermi perso qualche puntata per colpa del cellulare... :-( o state continuando qui dei discorsi iniziati altrove?
MISTERO ha aggiunto in fondo al post la foto della cella in cui Celani replicò l'esperimento di Arata, ai LNF-INFN 7 anni fa, esperimento di cui furono testimoni oculari centinaia e centinaia di scienziati, ma di cui Franchini e fanghificatori al seguito si sono sempre premurati di negare l'esistenza. Tutto qua. La foto fa parte di una serie di foto che dimostrano che Celani ha sempre detto la verità. Buona giornata vecchio mio ;)

Daniele Passerini ha detto...

@Shine
i crop circles mi mancavano
Pensa che a me invece stamattina mancano i corn flakes! :)))

Daniele Passerini ha detto...

@carloluna
@Silvio Caggia
Nella casa nuova avrò un piccolo giardino, una sessantina di metri quadri. Dite che (in corrispondenza della portafinestra della cucina) sarà fattibile coltivare un orticello sinergico di una decina di metri quadri?
Un dubbio, come difenderlo dalle lumache visto che c'è ne sono tantissime? Ho letto che consigliano di mettere papere o volatili simili (ora non ricordo...) che sono ghiotte di lumache... ora, già ho previsto la casetta per i pipistrelli contro le zanzare, ma avere papere che scorrazzano in giardino (insieme magari a un gatto e a un cane) non ci entusiasma molto...altri sistemi?

A parte questo... potete riassumere per favore una bibliografia minima di riferimento sull'agricoltura sinergica?
Meglio ancora, perché uno di voi due (o entrambi a 4 mani) non scrive un articoletto da pubblicare in un post dedicato sul blog. Solo se ne avete tempo e voglia naturalmente.
Un abbraccio

giorjen ha detto...

secondo me metter su casa e traslocarci è già abbastanza stressante: fai un lastricato che è meglio! :-)))
g

Paul ha detto...

Nel condominio nuovo dove mi sono trasferito da poco (al 1° piano), vedo ciò che hanno fatto gli altri del loro spazio-giardino sul retro (circa 40 m2).
Uno ha fatto mettere ghiaia grossa e basta. Uno ha fatto mettere un prato di erba sintetica di plastica. Un altro l'ha lasciato incolto, regno di erbacce..
Un altro ha fatto mettere il prato a zolle che sta crescendo bello verde e rigoglioso, e un altro ancora lo ha ricoperto con un pavimento di legno per appoggiarci il barbeque e fare i picnic.

Tutto dipende dalla cultura della coltura e dalla voglia e tempo da dedicarci...

Silvio Caggia ha detto...

@mistero
Sempre nell'ottica del nomen omen: ralstonia e' real astonishing! :-D

Comunque se ne parlava gia' piu' di 2000 anni fa... Cicerone scrisse infatti cinque libri DeTusculanae disputationes... :-)

Marco Tullio Cicerone, li scrisse durante la dittatura di Giulio Cesare, in un'epoca che aveva già conosciuto il suicidio di Catone Uticense, e vedeva la Repubblica romana volgere al tramonto.
Il dittatore romano si era dimostrato clemente, ma aveva dato a intendere agli intellettuali che non avrebbe tollerato una loro "insubordinazione": a Cicerone, che aveva scritto un libro in memoria di Catone, Cesare aveva risposto con l' Anticato (Anticatone), in cui criticava l'illustre scomparso, mostrando quale sarebbe stato il suo atteggiamento verso gli oppositori.

cos'è la morte?
Cos'è il
dolore?
C'è un modo per alleviare le afflizioni
dell'animo?
Cosa sono le passioni?
Come si deve
confrontare il saggio nei confronti di questi elementi
turbatori della propria imperturbabilità?
Infine: cos'è
la virtù?
Basta a rendere felice una vita?

Cicerone tratta questi temi con lo stile eloquente
che gli è consueto, che lascia però trasparire un
forte senso d'impotenza: è evidente che il suo
pensiero è sempre rivolto, nonostante tutto, a Roma
e alla politica, e all'ochetta del campidoglio che tanto amava.

Fonte: wikipedia
:-D

sandro75k ha detto...

@Daniele 22

Il cane già ce l'hai o lo devi ancora prendere? Io mi occupo di questi...
https://www.youtube.com/watch?v=a5Bg2ChYz4w

sandro75k ha detto...

Agricoltura sinergica? Interessante. Corro a raccogliere le olive : 130 alberi..un lavoraccio!
Interessante la storia della bombolina, non vedo l'ora di leggere anche le repliche di Mario ... Se tutto venisse confermato, credo di poter dire che Giancarlo De Marchis sia quello che per primo (fra i non credenti) abbia capito il meccanismo... E' sempre molto bello quando qualcosa che si pensava assodato viene smentito dai dalla realtà, uno ne dovrebbe essere felice a costo di avere preso una cantonata..
Mi manca di capire bene l'osservazione di Franco Morici, che paventi una ipotesi di cella "semiaperta" già suffragata da ascoli65?
A stasera, il campo, quello vero, mi attende...

carloluna ha detto...

un vecchio sistema ecologico anti-lumaca era quello di semi-interrare una scodella con della birra.ci resteno secche ma magari ti ritrovi anche il gatto ubriaco.
vorrei che discutessimo l'argomento permacultura che comprende anche
l'agricoltura sinergica.dopo mi attivo.
una considerazione:le lern e i dispositivi ff non devono servire al mantenimento del folle sistema industriale attuale ma all'introduzione
di un modo di vivere e pensare basato sulla permacoltura.

indopama ha detto...

ci si perde dietro ai fondi dati alla ff quando per esempio qui ne scappano molti di piu'.
http://www.wallstreetitalia.com/article/1640926/lobby/roma-e-i-biglietti-clonati-dell-atac-fondi-neri-per-finanziare-politica.aspx

MISTERO ha detto...

Per le lumache il rimedio migliore secondo me è un riccio, sono ghiottissimi. Qui da me non sono ancora in letargo e si fanno fuori cavallette e grilli in questo momento, se le contendono con Jinny (Sfigatta il suo primo nome, era praticamente morta quando l'hanno trovata, poi si è ripresa, rimarrà toy per tutta la vita ma è diventata un genio e le abbiamo cambiato il nome), Fuffa e Muffa. Ti avevo mandato una foto di un piccolo riccio che ho curato e allevato, l'anno prossimo con la prossima cucciolata te ne posso portare uno..

Tigi Giuseppe ha detto...

Mi permetto di consigliare anche l'acquaponica, pesce e verdure bio
tutto l'anno!
http://theaquaponicsource.com/
http://www.aquaponicshowto.com/what-is-aquaponics/page/20/

carloluna ha detto...

@daniele
cerca agricoltura sinergica pdf e trovi tutto:
https://www.google.it/#q=agricoltura+sinergica+pdf

Permacultura:
http://it.wikipedia.org/wiki/Permacultura

Bibliografia

Bell, Graham. The Permaculture Way. 1st edition, Thorsons, (1992), ISBN 0-7225-2568-0, 2nd edition Permanent Publications (UK) (2004), ISBN 1-85623-028-7.
Bell, Graham The Permaculture Garden (1995)
---------------------------------------------------------------------------------------------------------
Fukuoka, Masanobu. La rivoluzione del filo di paglia, Libreria Editrice Fiorentina, 1980. ISBN 8889264020
---------------------------------------------------------------------------------------------------------
Holmgren, David. Permaculture: Principles and Pathways Beyond Sustainability. Holmgren Design (Australia).
Holmgren, David. Essenza della Permacultura. free download (Australia).
Holmgren, David. Update 49: Retrofitting the suburbs for sustainability. CSIRO Sustainability Network
Holmgren, David Permacultura. come progettare e realizzare modi di vivere sostenibili e integrat [1](2005)
Hemenway, Toby. Gaia's Garden. Chelsea Green Books (US) (2001). ISBN 1-890132-52-7.
Hart, Robert. Forest Gardening. Green Books (UK) ISBN 1-900322-02-1.
Jacke, Dave & Toensmeier, Eric : Edible Forest Gardens. Chelsea Green Pub., Vermont 2005
Volume I: Ecological Vision and Theory for Temperate-Climate Permaculture. ISBN 1-931498-79-2
Volume II: Ecological Design and Practice for Temperate-Climate Permaculture. ISBN 1-931498-80-6
Mollison, Bill & David Holmgren Permaculture One. Transworld Publishers (Australia) (1978), ISBN 0-552-98060-9.
Mollison, Bill Permaculture: A Designer's Manual. Tagari Press (Australia).
Mollison, Bill Permaculture Two. Tagari Press (Australia) (1979), ISBN 0-908228-00-7.
Mollison, Bill Introduzione alla Permacultura, Terra Nuova Edizioni, 2007, ISBN 978-88-88819-08-2
Morrow, Rosemary Earth User’s Guide to Permaculture (1993)
Mars, Ross Basics of Permaculture Design (1996)
Paull, John Permanent Agriculture: Precursor to Organic Farming. In: Elementals. Journal of Bio-Dynamics Tasmania. 83, 2006, S. 19-21 (PDF; 331 KB)
Whitefield, Patrick Permaculture in a Nutshell Permanent Publications (UK) (1993), ISBN 1-85623-003-1.
Whitefield, Patrick How to Make a Forest Garden (1996)
Whitefield, Patrick. The Earth Care Manual. Permanent Publications (UK) (2004), ISBN 1-85623-021-X.


per la permaculturo questo è il sito italiano di riferimento:
http://www.permacultura.it

avevo scaricato un buon manuale ma non lotrovo.poi lo cerco meglio

robi ha detto...

cavoli..
ma da dove comincio
mi son già perso...

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Merlian ha detto...

The smoking gun of LENR?

Ho capito bene che in questi esperimenti si sono misurati livelli significativi di raggi gamma?

http://www.quantumheat.org/index.php/en/follow/follow-2/347-gamma

Hermano Tobia ha detto...

@Merlian
Ho capito bene che in questi esperimenti si sono misurati livelli significativi di raggi gamma?

Misurati si, ma è troppo presto per dire se sono significativi. Hanno usato un geiger ed in alcune fasi del caricamento, con buona riproducibilità hanno osservato dei burst che hanno fatto salire il CPM al doppio del fondo naturale.

Lo stesso risultato è stato replicato in maniera completamente indipendente, nel giro di 24h, da JP Biberian in Francia.

Tuttavia per avere informazioni più precise ed eliminare la possibilità di errori / artefatti (il rapporto segnale/rumore è ancora alto), è necessario un rilevatore più preciso (scintillatore allo ioduro di sodio (NaI) dopato con Ta), che sono riusciti a procurarsi ed è adesso in arrivo.

Inutile dire che se i gamma venissero confermati sarebbe senza ombra di dubbio lo smoking gun.

Silvio Caggia ha detto...

@hermano tobia
Mannaggia hermano... Ste lenr producono troppi pochi gamma... :-D

@mistero
Bella l'idea del riccio... Ma tu me ne potresti dare uno istruito per stare nel mio orto? Perche' da me preferiscono stare nel bosco invece che nell'orto... :-)

Hermano Tobia ha detto...

il rapporto segnale/rumore è ancora alto

Oops intendevo basso, ovvero che il rumore è ancora troppo alto.

MISTERO ha detto...

Ho capito bene che in questi esperimenti si sono misurati livelli significativi di raggi gamma?

Se hanno fatto la "prova del Phon" ed ha dato esiti negativi allora potrebbero essere gamma.
Altrimenti qualcuno suggerisca di fare la "prova del Phon", basta accenderlo vicino ai rilevatori e si capisce subito se sono adeguatamente schermati.

MISTERO ha detto...

@Silvio
sono facilissimi da addestrare, sono dei coccoli quando gli dai dei pezzettini di carne macinata, dopo 4-5 giorni ti seguono come dei gattini, non come dei cagnolini, perché come i gattini mantengono la loro indipendenza (fino a che hanno di nuovo fame) ..:-)

mario massa ha detto...

@Franco
"Non potrei chiudere il barattolo di vetro con un coperchio e limitare la pressione dei gas, esterna al tubetto di Pd, attraverso il tubetto di gomma azzurra"

Certo che potresti Franco, ma se all'interno del palladio misuri 40 bar secondo Camillo all'esterno devi avere circa 40 bar. Se ne ho 10 gli altri 30 per lui sarebbero comunque inspiegabili. O non ho capito la domanda?

Shine ha detto...

@Mistero
non ho capito perche` mi hai dato del cerebroleso. Gli insulti sono davvero la tua specialita`, anche quando uno non si rivolge a te. Dev'essere deformazione professionale

robi ha detto...

Shine
ti spiego io come ai bambini(visto che non ci arrivi)
Ho parlato di crop circles solo per la comodità di vedere i solchi paralleli dovuti a concimazione.
Tu prendi la palla al balzo per imbastire un dialogo in cui ti vedrebbe altamente critico
Esser critico vuol dire parlare da uno scalino più in alto
Cercar di capire vuol dire accettare e comparare opinioni differenti stando uno scalino più in basso

Tu sei solo capace di stare in cattedra
pertanto sai già tutto e hai solo da pontificare

problemi tuoi.

Shine ha detto...

@robi ok grazie almeno tu non mi hai insultato :)

robi ha detto...

shine
ok
ciao

Franco Morici ha detto...

mario massa wrote:
O non ho capito la domanda?

La domanda presupponeva un gradiente di pressione altrimenti cade.
Quello che intendevo dire è che in quel caso la pressione esterna (dovuta ai gas O2 e H2 che continuamente si liberano durante l'elettrolisi) potrebbe essere anche maggiore di quella atmosferica ma mantenuta entro dei valori di sicurezza per il contenitore visibile nella foto quando coperto dal tappo di Teflon.

Mistero wrote:
Io parto da qui http://it.wikipedia.org/wiki/Legge_di_Henry

Sinceramente non ho capito.

MISTERO ha detto...

non ho capito perche` mi hai dato del cerebroleso.

Scusa Shine, non capisco io negli ultimi interventi ho scritto di cervello clonato e di lumache mangiate da ricci, a quale dei due ti riferisci?

@Franco
Sinceramente non ho capito.

Anch'io non ho capito, mi sono dimenticato perché parto da Henry... Forse perché coltivando alghe mi sono rincoglionito, utilizzavo un sale che rilascia anidride carbonica per alimentare le alghette, ma non potevo scioglierlo nel media di cultura, dovevo mantenere il ph corretto, certo si può calibrare facendo un po di calcoli molari, ma poi devi stare li ogni due secondi con la sonda ph a ricalibrare ciò che viene consumato dalle alghette e ciò che inevitabilmente finisce in atmosfera. Con i turbidostat da 100 litri si automatizzava con sonde e bombole di CO2, un programmino e via. Ma con una beuta da 100 ml nella nursery con circa 40 colture la cosa si complica e diventa costosa assai. Una praticante (Ucraina) biologa molecolare prese una beuta da 1 litro ci mise 500 ml di acqua e una "paccata a occio" di carbonato chiuse con il parafilm e inserì 5 tubicini collegati con altrettante beute da 100 ml fin sotto il livello del media contenuto e chiuse anch'esse con il parafilm.
Ogni tanto usciva una bollicina di CO2 in ogni beuta.
Io e 4 ingegneri a bocca aperta, aveva fatto risparmiare almeno 70 mila euro di attrezzature, lei con due occhini azzurro mare ben spalancati e ingenui disse "legge di Henry".
Ripeto, parto da qui e mi fermo, se ricordo perché l'ho citata in questo contesto.
Chiedi a Sandro è lui l'esperto..

carloluna ha detto...

non mi sembra il momento din parlare di orti sinergici e permacultura.
è giusto ora battagliare sulla bombolina.
comunque quando le lenr saranno confermate nascerà una nuova visione
del mondo e un nuovo modo di vivere.

MISTERO ha detto...

Ho saltato gli ultimi 4 caduti dal cielo ma se volete ve li recupero tutti, questo è l'ultimo:
http://www.segnidalcielo.it/2013/11/07/fuoco-dal-cielo-un-enorme-meteorite-avvistato-a-tijuana-san-diego-e-los-angeles/

MISTERO ha detto...

Ritornano a Caronia i fuochi misteriosi...Chiamate di nuovo Carlbruno Vedruccio?
http://www.youtube.com/watch?v=zWueIoa2pdo

Silvio Caggia ha detto...

Un interessante commento su jonp, che ha affascinato anche rossi:

Peter Forsberg
November 4th, 2013 at 3:42 AM
Dr Andrea Rossi,
In mainstream physics the universe is said to be
electro magnetically neutral on cosmological
scales. The reason being that the field from a bar
magnet bends back on itself and so the field that
is produced only has very local effects. Gravity on
the other hand is extremely much weaker than
magnetic forces but the effect of gravity is not
local. So physics tried to explain cosmological
events by gravity alone. But galaxies do not
behave well. They do not follow the law of gravity,
so some inventions were needed: Ultra massive
black holes at their center and dark matter
sprinkled around where needed. The problem
with these is that they are purely theoretical
constructs, and have not been verified with
empirical evidence.
The empirical evidence of redshift implies that
there is a doppler shift of light waves and that
this in turn implies a Big Bang. But the Big Bang
was also not well behaved. The universe did not
look like it was supposed to, so a period of
“inflation” had to be invented to explain that the
universe is homogenous and isotropic. So, the
doppler shift interpretation of redshift is in my
mind not a settled issue. But there is more, the
expansion of the universe was also not well
behaved. It has been found that the expansion
accelerates. Now yet an invention is needed: dark
energy to push matter appart. Where will these
dark inventions end (black hole, dark matter, dark
energy, inflation way back when)? Notice that
they are all dark, i.e. invisible. That is very
convenient is it not? It means that it will not be
possible to falsify these inventions easily. Notice
that this is the behavior of pseudoscience.
What is missing then? Well, the universe is
clearly not electro magnetically neutral. In the
universe there exists free plasma, and this
plasma flows like rivers, if you like, in many
directions. And when you have a flowing plasma,
then you have a current. And when you have a
current, then you have electro magnetism. And
plasmas are not well behaved like bar magnets.
This is something that the researchers at ITER are
bitterly aware of. They cannot control the plasma.
So this dynamic electro magnetism at
cosmological level will then clearly influence
matter (including the plasma flows). We will have
attractive forces, and repulsive forces. Big Bang,
dark energy, dark matter, ultra massive black
holes and inflation are theoretical constructs that
maybe are not needed at all if we start taking the
electro magnetic force into account.
And on the sub atomic level very interesting
things also happens when you study electro
magnetism. I am certain that very important
lessons are to be learned in the study of super
conductors and bose einstein condensates. These
entities are not well understood by science. In
general the scientific field of electricity has yet
secrets to give I think. Lightning and ball
lightning are also very interesting phenomena
not well understood by science and have to be
studied more (as was done by Tesla).
Best Regards
Peter

sandro75k ha detto...

@Mistero

Da quello che descrivi, dovevate mantenere semplicemente la soluzione in condizioni di saturazione a temperatura costante e pressione atmosferica... Forse la biologa dicendo "legge di Henry" voleva dire che la concentrazione di anidride carbonica sarebbe rimasta costante a quelle condizioni di P e T indipendentemente dalla fonte purchè "sufficiente"..... era inutile dosare l'emissione se dovevate saturare...

sandro75k ha detto...

Perchè ho scritto che con quella legge davi ragione a Camillo?
Perchè con quella legge si dà ragione a chi sostiene che la pressione in un sistema "comunicante" non possa essere diseguale... Il problema della "bomobolina" è capire esattamente quali siano i sistemi "comunicanti"....

Gio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Gio ha detto...

Ciao seguo il blog ma non ho praticamente mai scritto ;) riguardo orto ecc... Volevo segnalarvi questo bel manuale ed in particolare la tecnica dell'aiuola a cumulo che ho potuto sperimentare personalmente con buoni risultati!! http://books.google.it/books?id=OUultGS6Z1MC&pg=PA89&lpg=PA89&dq=aiuola+a+cumolo&source=bl&ots=cTfuIbS-yg&sig=DYluA-KSyxgMa05HCu6evWKwPeQ&hl=it&sa=X&ei=OzV8UrKvEpSshQefwoDwBA&ved=0CDgQ6AEwAQ#v=onepage&q=aiuola%20a%20cumolo&f=false

bertoldo ha detto...

@ Caggia Alla luce del tuo post ripreso da jonp come rivaluti questo video ?
la forma dell'universo . Prova a mettere i sottotitoli e la traduzione istantanea in italiano .Qualcuno sà come fare un'acquisizione del video su desktop che comprenda i sottotitoli ?

Alessandro Pagnini ha detto...

"Qualcuno sà come fare un'acquisizione del video su desktop che comprenda i sottotitoli ? "

Forse con un software che mi pare si chiami 'Camtasia', qui un tutorial che ho trovato al volo sull'argomento (non l'ho nemmeno visonato, ma spero sia utile, altrimenti basta usare San Google):
http://www.youtube.com/watch?v=eQWjS94yVNE

Un giorno o l'altro devo installarlo, perché mi farebbe assai comodo, ma come dice l'amico nero del generale Massimo ne 'Il Gladiatore':
"...non ancora!" ;-)
Non ho tempo. Basta vedere come latito anche qui sul blog. Se qualcuno lo usa o lo userà e mi farà sapere come funziona, gliene sarò grato.

Silvio Caggia ha detto...

@bertoldo
Purtroppo dal cell non vedo i sottotitoli, e col russo ho poca dimestichezza... :-)
Se trovi il modo di trascrivere il testo o qualche frase significativa fallo...
Pero' tieni presente che l'autore del video e' molto contrariato dell'uso che ne stai facendo... E la sua stessa traduzione dal russo e' dichiaratamente storpiata perche' non crede ad alcune cose che vengono dette, quindi conviene far tradurre direttamente il russo in italiano da un traduttore indipendente se vuoi informazioni affidabili... :-)

Silvio Caggia ha detto...

@sandro75k
Dopo una immersione profonda i subacquei non possono prendere l'aereo per almeno 24 ore... La legge di henry va bene, ma ci sono dei tempi per la saturazione/desaturazione in funzione dei tessuti... Il sangue desatura l'azoto molto in fretta perche' e' liquido ed a contatto con gli alveoli polmonari, i muscoli hanno tempi diversi, le ossa, che sono dure, molto piu' lunghi!
Immagina quindi il nichel che tempi avra' per saturare/desaturare l'idrogeno... Come dicevo ci sono dei gradienti e nulla e' istantaneo, anche se a tendere avrai il bilanciamento della pressione... :-)

MISTERO ha detto...

@Silvio
Quel russo è molto contrariato ed ha ragione.
Quegli esperimenti sono stati fatti per capire quello che sulla terra alcuni scienziati russi hanno messo a punto da molto tempo, sono stati osteggiati e derisi dal mainstream per molti, moltissimi anni. Recentemente negli ultimi 10 anni sono riusciti a realizzare delle demo industriali e a fronte delle evidenze non avendo chiara la spiegazione scientifica, troppe teorie e troppo in contrasto, si è pensato bene di verificare in assenza di gravità che cosa accade e perché, per formulare meglio e correggere alcune delle loro teorie.
Keys: campi morfogentici, campi torsionali, dekstructor electrobean, vento ionico.

MISTERO ha detto...

Perchè con quella legge si dà ragione a chi sostiene che la pressione in un sistema "comunicante" non possa essere diseguale

Lo so, per questo l'ho citata, lo ripeto.
La bombolina di Celani non è l'unico dispositivo che "viola" quella legge.
Ad esempio la creazione di nanobolle per mezzo della cavitazione in un liquido a pressione atmosferica cambia totalmente l'equilibrio dei un gas disciolti (ad esempio l'ossigeno arriva al 350% su limite di Henry), per questo motivo i pesci di acqua salata riescono a vivere in acqua dolce senza subire "l'implosione" osmotica delle cellule, al contrario nell'acqua salata i pesci di acqua dolce subirebbero "l'esplosione" osmotica delle cellule.

sandro75k ha detto...

@Silvio

sono d'accordo con te...

sandro75k ha detto...

@Mistero

anche con te..
avevo scritto pure io da Camillo che potesse esserci qualche meccanismo di bilanciamento "tipo" pressione osmotica.... bo....

Silvio Caggia ha detto...

@sandro75k
Concetto chiave: TEMPO di EMI-saturazione :-)

Silvio Caggia ha detto...

@sandro75k
Siate buoni... Portate camillo sott'acqua... :-)

Silvio Caggia ha detto...

@sandro75k
...poi magari andatelo anche a riprendere! :-D

sandro75k ha detto...

@Silvio

Io ho una paura folle dell'acqua...

Silvio Caggia ha detto...

@sandro75k
Anche io da bambino avevo una paura folle dell'acqua! Fu per questo che in gioventu' mi buttai in un corso di subacqua e poi di apnea... :-)
Mi ricordo ancora quando parlando a tavola con due colleghi che facevano subacquea questi mi raccontavano che erano stati a 30 metri, ed io dissi loro:
-ma fatemi capire, trenta metri e' come un palazzo di dieci piani di acqua... Voi siete scesi come dire in cantina e qualunque cosa fosse andata storto, per prendere una boccata d'aria avreste dovuto salire dieci piani...
-beh, si'...
-voi siete dei pazzi! [Lunga pausa] come ci si iscrive?

:-)
Lo consiglio a tutti, ho studiato piu' fisica li' che a scuola... :-)

sandro75k ha detto...

@Silvio

Pere la paura del commercialista a cosa dovrei iscrivermi? :D

Silvio Caggia ha detto...

@sandro75k
Al collocamento... :-D

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Sandro75k
"Pere la paura del commercialista a cosa dovrei iscrivermi? :D "
Alla GdiF, o a Equitalia, direi :-D

@Silvio
"...poi magari andatelo anche a riprendere! :-D "
Non essere perfido. Dopo quanto dovrebbero andare a riprenderlo? ;-)

Anche a me piace molto andar per fondali, ma solo in un blando snorkeling, con un limite pressoché invalicabile intorno ai 10 metri.

Silvio Caggia ha detto...

@alessandro pagnini
Appena fa segno, col braccio, di aver capito... :-D
Se insiste gli portate via la bombola e lo lasciate a respirare l'ossigeno in soluzione nell'acqua... Che tanto e' alla stessa pressione dell'atmosfera, no? :-) La legge di henry non perdona! :-D

robi ha detto...

se avete paura del commercialista
di controlli fiscali
di controlli in ogni genere
bisogna fondare una cooperativa ,potrete sfruttare gli operai all inverosimile (mi hanno chiesto 24euro l ora e l operaio prendeva 4 euro)
non hanno problemi di nero
non hanno problemi di controllo
la gente è trattata come o peggio del bestiame -non ti va ,lo cambiamo.-
e continuiamo a cambiare....

naturalmente le cooperative son nate per la salvaguardia dell operaio

mamma mia

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
sandro75k ha detto...

@robi

hai tutta la mia solidarietà... la cosa che più mi fa incacchiare è la difficoltà di poter fare impresa... L'impresa e la creatività erano il nostro "petrolio"... Avete visto per caso l'ultima puntata della Gabanelli??? Avete visto quale rivoluzione epocale ci aspetta grazie alle stampanti in 3D? Esite già un laboratorio a Reggio Emila ma nè l'Europa e ancora meno l'Italia sembrano sostenere la cosa.
@ Mario Massa
guarda (se vuoi) i primi 25 minuti della puntata...forse a te interessa la cosa anche dal punto di vista "tecnico"...

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-63c80c9c-254a-4481-805d-138f6d2eb490.html#p=

robi ha detto...

mi sopportate ancora..?
però devo raccontarvela...
Robertino è un bimbo autistico con orecchie a sventola e due lenti per occhiali che nascondono il viso.
Non parla .Non ha espressioni nel viso che ti possano chiarire se è contento o se qualcosa gli piace.
Per mangiare ha un tubicino nella gola. Mangia da li.

Mia figlia è riuscita a farlo sorridere ,a farlo mangiare dalla bocca e ad esprimere qualche parola.
Mi dice ewa,non ci vuole compassione ,ma amore e decisione.


Alessandro Pagnini ha detto...

@ Sandro75k
"hai tutta la mia solidarietà... la cosa che più mi fa incacchiare è la difficoltà di poter fare impresa... "
Purtroppo in Italia ci sono dei retaggi che sono frutto di un malinteso progressismo e del pauperismo cattolico. Non so se avete presente la gustosa scena di Don Camillo in cui il famoso prete di Brescello spalleggia un ex colono, che avendo riscattato un pezzo di terra cerca inutilmente di entrarne in possesso, osteggiato da un suo ex collega che non vuol sgomberare. Peppone, che prende le parti dell'occupante illegale (soprattutto perché nella cascina è nascosto un carro armato) dice che alla fin fine ha torto il nuovo proprietario, che è pur vero che è stato uno del 'popolo', ma adesso ha il torto di essere diventato un 'proprietario' e quindi un 'nemico'. Ci si ride e si pensa siano esagerazioni, ma io ho sentito dire personalmente che gli 'imprenditori andrebbero tutti ammazzati', però da persona intelligente e istruita, ma non in politica (dipendente della ASL di Prato). Purtroppo persone che hanno ricoperto ruoli di notevole responsabilità politica a livello cittadino hanno avuto uscite meno cruente, ma altrettanto sbalorditive, del tipo (parlando dei problemi fiscali e burocratici del popolo delle partite iva):"Tanto a quegli, qualunque cosa gli fai, è sempre meno di quel che meritano" intendendo che qualunque vessazione era più che meritata. Quando il Silvio nazionale (non Caggia, quell'altro, sì quello lì, proprio lui ;-) ) urla certi slogan, fa presa anche perché certi apparenti luoghi comuni, sono abbastanza reali e bruciano sulla pelle di chi si vede ingiustamente messo all'indice. Per fortuna mi pare che le cose stiano cambiando e non ci sia più questa ottusa visione politica, tanto in uno schieramento, quanto nell'altro, dove, per contro, si riteneva che il 'mercato' fosse la panacea per tutti i mali, mettendo in ombra quei valori di solidarietà e di umanità e forse anche di sobrietà, che dovrebbero invece guidare ogni aspetto della nostra vita. Speriamo che l'Italia diventi presto un paese 'normale', o non ne rimarrà che l'immagine fornita da Metternich :-(

sandro75k ha detto...

@Alessandro

Condivido ogni virgola...

MISTERO ha detto...

@Alessandro
l'immagine fornita da Metternich

Guarda caso questa sera è stato il principe della discussione a cena, tra complottari..:-)
Tutti per uno e ognuno per se, questa è l'Italia di oggi, ieri e l'altro ieri.
Domani chissà.

mario massa ha detto...

@Sandro
Ciao Sandro, ho visto volentieri il filmato della Gabanelli.
La sensazione è che si esageri nel considerare una rivoluzione certe cose che sono già presenti nell'industria da molti anni e che hanno certamente il loro valore e il loro campo di impiego ma, a mio avviso, sono sopravvalutate.

Già parecchi anni fa avevo fatto una consulenza a una ditta che utilizzò alla fine la stampante 3D per realizzare il prototipo (si trattava di un distributore di succhi da sacco asettico raffreddato a celle Peltier).
Certo il sistema 3D aveva permesso la realizzazione della "carrozzeria" in modo indistinguibile dal futuro prodotto di serie, ma non è che il resto del prototipo fosse costruito in modo diverso dal solito.
Il poter presentare il prototipo identico nell'aspetto al prodotto da mettere in produzione ha certamente la sua importanza commerciale, ma dal punto di vista tecnico non serve a nulla . Mi verrebbe da dire che questa tecnologia di prototipizzazione si adatta bene a un mondo ove l'apparire conta più dell'essere.

E' come sostenere che il disegno 3D (solidworks, solid-edge, ecc.) siano stati una rivoluzione fondamentale nella progettazione: forse in qualche campo è vero, ma non è che dal loro avvento per noi progettisti la cosa sia cambiata moltissimo: noi utilizziamo ancora 3D e 2D e in certi casi fai prima e meglio col 2D. Credo che il salto dal tecnigrafo al 2D sia stato molto più rivoluzionario (per esempio in campo elettronico abbiamo potuto generare direttamente i files gerber per i fotoplotter), eppure anche allora (parlo ormai di 20 anni fa) chi in campo meccanico era capace di disegnare al tecnigrafo teneva perfettamente testa a chi disegnava al computer.
Direi che le nuove tecniche permettono via via a persone meno portate per il disegno di ottenere risultati che un tempo poteva raggiungere solo il disegnatore esperto. Il rischio che vedo nei giovani che utilizzano le nuove tecniche (io ho provato il 3D ma non mi piace e preferisco continuare in 2D, ma ammetto che potrebbe essere colpa dell'età) è che diventino degli ottimi utilizzatori del programma ma non dei buoni progettisti.
Il 3D ti aiuta moltissimo in campo meccanico per esempio a evitare interferenze tra organi in una macchina complessa, ma se sei un buon progettista la macchina ce l'hai tutta in testa e ti bastano le tavole 2D. Il passare prima da una rappresentazione 3D (alla fine il programma 3D genera comunque le tavole 2D) è solo un aiuto al disegnatore. Anche sul tempo di progetto totale l'esperienza ci ha mostrato che i due sistemi si equivalgono

Il passaggio alla stampante 3D mi pare una logica prosecuzione della tendenza in atto.
Che sia una rivoluzione però mi pare proprio una esagerazione: alla fine l'oggetto è in materiale plastico (o carta incollata), mica ci puoi fare la meccanica (fanno eccezione piccolissime realizzazioni nelle quali anche la meccanica è in plastica, come piccoli giocattoli e cose simili), nè tanto meno l'elettronica.

Una volta quando compravi un appartamento non ancora costruito ti dovevi accontentare della piantina e della prospettiva della casa esterna fatta dal disegnatore spesso a matita e pastelli. Oggi la rappresentazione 3D sembra una foto e puoi cambiare la visuale permettendoti di avere meglio l'idea di ciò che stai comprando. Idem per una cucina comprata all'Ikea. Ma alla fine quel disegno non serve a chi realizza veramente e l'appartamento o la cucina saranno gli stessi: è cambiata la sostanza o la forma?

Per quanto riguarda la Tesla mi sembra strano sentire parlare di economia e risparmio di costi quando vende macchine da 100.000 euro in su. Utilizzare robots general-purpose anzichè dedicati è normale quando le produzioni sono piccole o di breve periodo, ma nella realtà spesso è più conveniente utilizzare automazioni più dedicate sapendo di doverle ammortizzare su quella specifica produzione: sono banali regole note da sempre che certamente non ha scoperto la Tesla.

bertoldo ha detto...

"guarda (se vuoi) i primi 25 minuti della puntata...forse a te interessa la cosa anche dal punto di vista "tecnico"...

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-63c80c9c-254a-4481-805d-138f6d2eb490.html#p= "

Che le stampanti 3d possano rivoluzionare mi sembra un pò troppo , al massimo accelereranno i prototipi , la produzione di massa servono sempre le fabbriche .Per quanto riguarda la creatività troverà molti benefici dalle stampanti 3d , ma il tutto usato come panacea è assolutamente fuori luogo ed è stato solo uno spot al nazisionismo Usa e getta .Quante volte è stato ripetuto che serve una unione di fatto europea ? quante volte vi è stato ripetuto che persone non elette sono al comando dell'europa e che per liberarcene dovremmo unire gli Stati in modo che funzioni tutto meglio ? Le stesse identiche balle che propagandarono negli anni 90 e già stanno preparando il superstato transatlantico proponendo un mercato di "libero scambio" tra l'europa e gli Usa e getta ...(secodno l'articolo siamo noi che conquistiamo l'america e non il contrario con la cancellazione dell'italia e dell'europa ...)tra un pò verremo invasi dà una tale quantità di merda proveniente dagli Usa e getta che mangiare in stile mediterraneo sarà solo un ricordo e già stanno ammazzando lo stile introducendo illegalmente batteri che distruggono le piante aiutandosi con la solita merda delle scie chimiche .Il nobel per l'agricoltura ai nazisti delle OGM è l'ennesima propaganda di questi nazisti , che non si può che sperare che vengano eliminati dalla faccia della terra , perchè questà è l'unica soluzione possibile .Quindi in definitiva nessuna rivoluzione epocale ma solo un nuovo metodo per crearsi le "cucchiarelle" senza usare il legno ma plastica cancerogena e il tutto viene usato come "amo da pesca per le trote"= "ciovani" invertebrati che non sanno nulla della storia dell'occupazione militare degli Usa e getta , ancora vigente in italiotilandia ...Sembra quasi Silvio che promette 1 milione di posti di lavoro , mentre qui siamo almeno ad una potenza in più ( più la si spara grossa e più la massa beelante applaude ...) del numero di schiavi che diventeranno .Sono stato pesante è vero ma questi nazisti e chi li aiuta meritano questo e altro perchè se ancora che gente che di fronte alla distruzione economica fatta dalla finanza Usa e getta ,si continua a rilanciare il "Sogno Americano" non solo penso che abbiano dei seri problemi psichiatrici ma che davvero uscire da questo incubo sarà difficilissimo con una propaganda del regime nazisionista come quella di report .

bertoldo ha detto...

"Ci si ride e si pensa siano esagerazioni, ma io ho sentito dire personalmente che gli 'imprenditori andrebbero tutti ammazzati', però da persona intelligente e istruita, ma non in politica (dipendente della ASL di Prato)."

Altra citazione :"bisogna fondare una cooperativa ,potrete sfruttare gli operai all inverosimile (mi hanno chiesto 24euro l ora e l operaio prendeva 4 euro)
non hanno problemi di nero
non hanno problemi di controllo
la gente è trattata come o peggio del bestiame -non ti va ,lo cambiamo.-
e continuiamo a cambiare...."

se questa è la cooperativa e l'imprenditorialità e poi hanno il coraggio anche di nascondere quello che hanno estorto illegalmente all'estero e pagare solo il 5% per riaverli puliti e leciti per poi riesportarli di nuovo in altri luoghi e inoltre si lamentano della corrente pagata a caro prezzo per mantenere i politici che li hanno favoriti con quel 5% ( e con una serie di leggi "scappatoia"...) .Mi raccomando alle prossime elezioni europee votate renzieeee che vi favorirà alla grande e con i suoi contatti transatlantici affonderà definitivamente italiotilandia .Di soloito usare dei cialtroni per camerieri rende la vita più facile e bastano piccole differenze per creare folle di invasati applaudenti al nuovo (vecchio zio sam ) che avanza ...deve essere dura non avere dei punti di riferimento sufficentemente intelligenti e che parlano un politichese rinnovato ma pur sempre democrazia cristiana vecchio tipo ...a solo cambiato la giacca con un giubbotto di pelle , ma rimane la stessa mediocrità e forse anche peggio di prima ...

R3ppa ha detto...

Nell' articolo c'è da correggere un errore: " Celani at all" .

Daniele Passerini ha detto...

@robi
Conosco bene la situazione delle cooperative sociali... ci ho lavorato io dal 1992 al 1995... ci collaboro tutti i giorni come ente appaltatore dei loro servizi... ne è fuggita via Elisa un anno...
Si tratta di un lavoro fortemente sottopagato: all'operatore (anche specializzato come tua figlia) arriva meno della metà di quello che viene pagato alla coop. Questo almeno nelle grandi coop. (anche con migliaia di soci) che ormai hanno un apparato amministrativo-gestionale che assorbo un sacco di risorse... la situazione sarebbe un po' meglio nelle piccole coop., ma difficilmente sono in grado di vincere gli appalti rispetto alle grandi.
In questo contesto, il turn over frequente, la fuga degli operatori (spesso proprio quelli più competenti) appena trovano migliori opportunità è quasi la norma. :(
Un abbraccio a te e a tua figlia

Daniele Passerini ha detto...

@Sandro75k
Il cane già ce l'hai o lo devi ancora prendere? Io mi occupo di questi...
https://www.youtube.com/watch?v=a5Bg2ChYz4w

No, non ce l'ho ancora, visto che siamo ancora nell'appartamentino di 63mq! :)
E anche quando ci saremo trasferiti aspetteremo di assestarci e ambientarci un po' prima di "allargare il nucleo familiare".
Conosco abbastanza i pastori maremmani o abruzzesi che dir si voglia. Ne aveva una coppia la famiglia del mio compagno di banco al liceo (che frequentavo molto anche dopo scuola e che abitava praticamente in campagna): mi pare che si chiamassero Rusco e Tuscia.
Però se ricordo bene è un cane abbastanza impegnativo, sia per il suo carattere fiero sia per il mantenimento (sono una buona forchetta giusto?)... di certo sono ottimi cani da guardia. Non dico che non mi piacerebbe, anzi, ma penso che probabilmente prenderemo un cane un po' più piccolo.

@carloluna
un vecchio sistema ecologico anti-lumaca era quello di semi-interrare una scodella con della birra.ci resteno secche ma magari ti ritrovi anche il gatto ubriaco.
vorrei che discutessimo l'argomento permacultura che comprende anche
l'agricoltura sinergica.dopo mi attivo.
una considerazione:le lern e i dispositivi ff non devono servire al mantenimento del folle sistema industriale attuale ma all'introduzione
di un modo di vivere e pensare basato sulla permacoltura.

1) Conosco! Ora che mi ci fai pensare la birra per le lumache la usavano anche mia nonna e mia madre :)
2) Vedo che cercando informazioni sull'agricoltura sinergica è inevitabile imbattersi anche nella permacultura... concetto molto interessante.
3) Assolutamente d'accordo.

@MISTERO
Ti avevo mandato una foto di un piccolo riccio che ho curato e allevato, l'anno prossimo con la prossima cucciolata te ne posso portare uno..
Mi piace l'idea del riccio, grazie! :)

sandro75k ha detto...

@Daniele 22p

L'Abruzzese ed il Maremmano un tempo erano cani diversi... In realtà il Maremmano era un "derivato" dell'Abruzzese nel senso che qui da noi essendo diffusa la pastorizia e la transumanza il cane aveva una funzione insostituibile per la difesa delle greggi ed era diffusissimo...
Le testimonianze del "canis pastoralis" in Abruzzo si perdono nella notte dei tempi, viene citato in vari trattati latini inerenti alle pratiche agrarie (“De re rustica”), sia da Marco Terenzio Varrone (II°-I° secolo A.C) che da Lucio Giunio Moderato Columella (I° secolo D.C.) Tecnicamente è più un cane mastino da difesa che pastore nel senso di "conduttore". Il nostro cane non conduce, difende perimetralmente greggi e territori. Dal punto di vista dell'alimentazione, è un cane che mangia pochissimo rispetto alla sua mole (un bel maschio pesa sui 55 kg ma ci sono esemplari anche più grandi) e soprattutto si accontenta di pane e latte, pasta e poco altro.
Il cane è impegnativo se desideri un cane che esegua ordini ma assolutamente uno spasso se cerchi un cane indipendente. Se le intenzioni sono quelle di farlo vivere in giardino, in una cuccia, io lo preferirei a tutti. Non è un cane "appiccicaticcio", è forte, resistente sotto ogni intemperia e non rompe le balle... certo, non farà mai quello che dici tu... ha la testa testa dura come il popolo che l'ha forgiato perchè il suo ruolo presupponeva capacità decisionale nell'affrontare lupi orsi e linci...
Se l'intenzione è quella di avere il cane a casa ti consiglio pure io un'altra razza, forse un border colli ma assolutamente un cane di piccolissima taglia, sono i peggiori..............
PS: con l'abruzzese, Volpi, randagi, e intrusi di ogni tipo saranno assolutamente alla larga!!!
PS': qui si trovano ancora i ceppi autoctoni di un tempo...spettacolari.... chi volesse vederne uno dal vivo, mi contattasse! ;)



https://www.youtube.com/watch?v=uNgf3qJY40E

sandro75k ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=MXEXpnhWis8

sandro75k ha detto...

http://www.abruzzese.org/

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails