Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

venerdì 13 settembre 2013

Progressi sulle frontiere della Scienza
il 15 ottobre a COHERENCE 2013/3

di Vincenzo Valenzi

Cari Colleghi

COHERENCE,  dopo la prima conferenza con Giuliano Preparata al Dipartimento di Farmacologia della Sapienza nel dicembre del 1999, è stato un appuntamento che ci ha sorpreso e arricchito come si può vedere dalla raccolta dei REPORT di VILLAGGIO GLOBALE.

Un lungo viaggio sulle frontiere della scienza dove era sconveniente andare, ma dove gli uomini di scienza debbono andare e vanno in omaggio alla mission dell'esplorazione dell'ignoto che si può e si deve fare, anche se mortifica un certo narcisismo accademico sempre meno avvezzo allo stato di debolezza che colpisce quando ci si confronta con l'ignoto e il nostro non sapere (per luminari, cattedratici, esperti ecc. è evidente che è uno stato irritante).

Il viaggio, nonostante le molte turbolenze, continua e da più parti è prossimo alle applicazioni per realizzare quello sviluppo sostenibile che oggi più che mai è necessario per difendere i progressi consolidati quanto minacciati da oscure e avverse interazioni tra i prodotti della rivoluzione industriale (dalle macchine ai farmaci ecc.) e la salute e il benessere umano. 

Per questo un ringraziamento speciale va al direttore del CIRPS, prof. Vincenzo Naso, che ospita questa nuova edizione di COHERENCE e al presidente dell'ANUA, Generale Mario Maiorani, che in questi ultimi anni ha patrocinato e ospitato alla Casa dell'Aviatore le attività scientifiche di COHERENCE.

Siamo, a quanto pare, come ci racconterà Christos Stremmenos, vicini ad applicazioni mature per la Fusione Fredda/LENR (che vede la NASA impegnata in un programma 2030/35 di un motore spaziale a LENR), grazie in particolare al vecchio Preside della Facoltà di Scienze di Bologna Sergio Focardi, che ci ha lasciati a giugno. 

Dal Politecnico di Torino Alberto Carpinteri, presenterà i dati sperimentali che hanno trovato una forte base teorica nei lavori di Widom e di Srivastava che presenterà gli ultimi sviluppi con cui è bene che i molti critici di Carpinteri si confrontino oltre posizioni pregiudiziali e manifesti firmati a migliaia alla stregua di una lotta politica elettorale che poco si addice alla dialettica scientifica.

Paradossale la situazione di Francesco Celani che dai successi internazionali passa alla minacciata chiusura del suo laboratorio di Frascati; non siamo più abituati a vincere ed ad avere successi come ai vecchi tempi di Via Panisperna?

Altri interventi dalla grande industria (STM) e dal Pirelli di Roma (ci mancano talmente i Pirelli Labs che è venuto in soccorso l'Istituto Pirelli di Roma).

Nel pomeriggio sessione dedicata alla biologia con un ricordo doloroso della recentissima scomparsa di uno dei protagonisti di COHERENCE l'ing. Mauro Botarelli che tra un apparato di sicurezza e l'altro ha sviluppato una tecnologia elettroquantistica che promette molto sia per la ricerca di base che per la diagnostica e la terapia.

Il tutto nel grande scenario della interazioni bioelettromagnetiche e biometeorologiche che stanno trovando, grazie agli sviluppi delle tecnologie elettroquantistiche, un inquadramento clinico strumentale e logico che mancava, spingendo tecnologie (EAV, MORA, Oberon ecc.) e patologie importanti come le meteoropatie, in una zona d'ombra da cui possiamo dire che sul piano logico e teorico sono uscite, necessitando oggi di essere studiate in rigorosi trial da grandi università come già avviene ad EST dove si discute senza "paté d'animo", come disse Quaranta nella sua opera politica satirica degli anni Ottanta.

Un grazie infine a Massimo Scalia che continua la sua opera di ricerca e di supporto alle attività nel settore della fisica dell'atmosfera e del bioelettromagnetismo alla ricerca di nuovi equilibri che garantiscano sviluppo e protezione dell'ambiente e della salute umana, impresa difficile ma a cui non possiamo sottrarci se vogliamo godere dei frutti maturi e buoni della grande progresso scientifico tecnologico e sociale degli ultimi due secoli.

Cari saluti

13 : commenti:

Fabio Crestani ha detto...

Non si riesce a scaricare il documento del programma spaziale, neanche da altri siti.
solo qua sono riuscito a leggerne un estratto (in fondo all'articolo):
http://sovrappopolazione.blogspot.it/2012/08/novita-da-boeing-e-nasa-sulla-fusione.html

Fabio Crestani ha detto...

... come non detto, il pdf dovrebbe essere questo:
http://ntrs.nasa.gov/archive/nasa/casi.ntrs.nasa.gov/20120009038_2012008934.pdf

Daniele Passerini ha detto...

@Fabio Crestani
Ma Valenzi parla di un motore spaziale, mentre il documento da te linkato (ben noto) parla di un aereo subsonico a propulsione LENR... ehm, o Valenzi aveva in mente altro o gli è scappato uno "spaziale" di troppo! ;)

robi ha detto...

Daniele
scusa il fuori tema ,ma penso che sia interessante.
Su Cobraf leggi l intervento di Go Katto del 16 settembre ore 01,24.
Da del prestigiatore a Rossi e del poro ingenuo a Cures
Passiamo al 18 settembre ore14.39
marcia indietro. Si ricomincia.Ha sbagliato tattica
Adesso attende di sentir con devota attenzione qualcuno che ha avuto l esperienza di assistere.

strano personaggio

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
robi ha detto...

Go Katto
Le rispondo qua perchè giustamente ognuno sta meglio al suo posto (come suo consiglio)
Dal mio modo di veder i suoi interventi mi son sembrati alquanto in contraddizione
Certo un pidocchio può aver certe idee ,ma non penso di averla offesa e la sua risposta è stata più che civile.
Rimango con i miei dubbi,nel tempo son sicuro che le cose si chiariranno

saluti

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Daniele Passerini ha detto...

@robi
@go katto
Da quel che capisco vi siete scritti anche su cobraf, andrò a vedere nei prossimi giorni, ora proprio non ce la faccio.

@robi
strano personaggio
Personaggio mi sembra il termine appropriato. Chi sia a recitare Go Katto non lo sappiamo, vedo solo che ci tiene tantissimo a che la sua vera identità non venga scoperta... in generale penso che sia un gran sparaballe: ogni volta che ho colto in pieno le contraddizioni in cui era caduto si è eclissato.

Daniele Passerini ha detto...

@Go Katto
Se ha qualcosa da dire in pubblico (qui) sa cosa deve fare.
Se ha qualcosa da dirmi in privato sa come può fare (la mia email la trova facilmente) senza perdere tempo con la funzione commenti del blog.
Quello che è incomprensibile per me è la Sua ostinazione a non volermi dire chi è. Capisco che Le manca il suo antagonista per eccellenza, ma mentre quest'ultimo non ha avuto remore a riverlarmi la sua identità (sa di potersi ben fidare) Lei dimostra di non avere un minimo di fiducia in me. È una scelta Sua. Come mia è la scelta di agire di conseguenza. Questi sono fatti, mentre tutte le scuse che mi scrive (in commenti che lei stesso mi impedisce di pubblicare) sono puerilità.
Cordialità.

Daniele Passerini ha detto...

@Go Katto
Prendo atto del Suo addio (arrivato anche questo tramite commento) e ricambio gli auguri di "buon proseguimento", ognuno per la sua strada. Giusto per rispondere alla Sua ultima frecciatina, francamente non mi disturba non avere la fiducia di chi dimostra di avere molto da nascondere, come Lei si è ingeniato in tutti i modi di dimostrarmi.

@tutti
Scusate se vi tedio con questi messaggi ad personam, ma l'unico canale con cui Go Katto ha scelto di comunicare con me sono i commenti, solo che non potete vederli perché io mi sono irrigidito a non pubblicarglieli più se non mi si presentava in privato, lui a non volerne sapere di scrivermi in privato.

Salvatore Boi ha detto...

Go Katto, go... Like smoke in the air, as we say here.

"S'andara de su fumu, chi andara e no torrada"

"l'andata del fumo, che va e non torna"

Salvatore Boi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Salvatore Boi ha detto...

In effetti, a pensarci bene, anche il fumo in realtà può tornare. Lo fa talvolta quando si raffredda (aumenta così la sua densità) e se supera il peso specifico dell'aria circostante, allora può ricadere verso il basso magari proprio da dove partì.
Ergo nemmeno il fumo gode di certa andata definitiva.

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails