BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

martedì 30 luglio 2013

Una verità 'assoluta'
(autore: Silvio Caggia)


Tempo fa ho partecipato a degli incontri di filosofia, un paio di orette settimanali in cui con una ventina di persone si chiacchierava in cerchio di filosofia.
Ogni incontro verteva su un tema o un filosofo dell'antichità, e ci davamo anche dei "compiti a casa" per l'incontro successivo.
Una volta si era parlato di verità assolute e il compito a casa era di riflettere su quali fossero le verità assolute in cui noi credevamo.
Io ci pensai un po' su e all'incontro successivo, quando toccò a me, dissi:

"La maggior parte delle cose in cui credo non sono verità assolute, anzi, molte di queste l'ottanta percento di voi, ma forse anche il novantanove percento, probabilmente non le condividerebbe... :-)
Mi sono chiesto se c'è qualcosa, in cui credo, che potreste credere anche tutti voi, se c'è almeno una verità che possiamo considerare assoluta...
Ci ho pensato sopra e penso di averla trovata...
Vi invito a seguire il mio stesso ragionamento...
A volte ci capita di essere in disaccordo con qualcuno... è capitato a tutti vero? :-)
E magari ci capita di pensare che se quella persona la pensasse come noi sarebbe meglio... giusto?
Ma fate ora una prova... provate a immaginare di avere una bacchetta magica, e che possiate d'incanto fare in modo che tutte le persone del mondo, ma proprio tutte, diventino esattamente identiche a voi stessi...
Provate a immaginare questo nuovo mondo... in tutta onestà... sarebbe un mondo migliore o peggiore?
Io ci ho provato... e penso che come me nessuno, fosse anche la persona migliore di questa terra, lo potrebbe trovare migliore... io penso addirittura che, nel mio caso, sarebbe un disastro di mondo... non potrebbe resistere nemmeno cinque minuti! :-)
Un mondo di tutti identici a me sarebbe forse il peggior mondo possibile... ma questo cosa vuol dire? Che la varietà è la cosa migliore!
Se tutti siamo d'accordo su questo, vuol dire che abbiamo almeno una verità assoluta: la nostra varietà è un bene.
È un bene quindi che abbiamo ciascuno qui idee ed opinioni varie. È un bene la nostra varietà.
Questa è la mia verità ’assoluta'."

Socrate non potrebbe esistere senza la terribile Santippe... Cristo non potrebbe esistere in un mondo di Cristi... ma non mi fermerei qui. Senza voler ripetere l'apologo di Menenio Agrippa, pensate alle nostre capacità: io non riuscirei a costruire la maggior parte delle cose che mi stanno intorno. E non mi fermerei nemmeno alla varietà all'interno della specie umana... 
Credo proprio che questa necessità della varietà sia un universale, la base stessa dell'evoluzione: senza non ci saremmo.

22passi.blogspot.com: post n. 2166 (-56) 

136 : commenti:

indopama ha detto...

d'accordissimo,
tutta la creazione e' fatta per Differenza, senza differenze esisterebbe un unico niente tutto uguale per cui le differenze sono Necessarie affiche' ci sia Vita.
se capiamo questo allora ci viene facile Accettare nell'altro la differenza tra di lui e noi, Deve esserci perche' ci sia Vita!

indopama ha detto...

diobono e' scappato un "di" in piu'...

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
paolo lolli ha detto...

non potevi drogarti come tutti gli altri?

Daniele Passerini ha detto...

@indopama
Grazie dell'intervento costruttivo

@paolo lolli
Come tutti gli altri chi? Vuoi dire come te?

Daniele Passerini ha detto...

@robi
Che è successo?

Silvio Caggia ha detto...

@paolo lolli
Eh no, se facevo come tutti gli altri dove stava la varieta'? :-D

sandro75k ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Daniele Passerini ha detto...

( @Go Katto - Inter nos, non permetto di riaccendere quel flame nel blog, pensavo di essere stato chiaro. Ogni volta che qualcuno ci proverà dirotterò il suo commento - come ho appena fatto col tuo - direttamente nello spam di Google e occhio: Google conserva memoria e poi finisce che tutti i commenti dell'autore ripetutamente segnalato finiscono direttamente nello spam, a prescindere. )

Daniele Passerini ha detto...

@sandro75k
Per favore, basta con quel flame.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
Un mondo con tutti uguali a me? Però....pensandoci bene, ma lo sai che sarebbe proprio un gran bel mondo! ;-)
Certo, per la riproduzione ci sarebbe qualche problemino tecnico da risolvere ;-)
Però anche io condivido la tua verità: un mondo pieno di cloni tuoi sarebbe orrendo :-D

Silvio Caggia ha detto...

@go katto
Altrove avevi scritto: "Il fastidio che lei prova è lo stesso che prova un bruto a rimirare un Klimt: non è visione per tutti, e ben le posso dir che me ne intendo io, che per anni fui messo di guardia alle porte (sempre aperte, sì, ma invisibili ai più) di tali opere."

Klimt e' il mio pittore preferito... La danae il mio quadro preferito... Ma tu che hai avuto a che fare con lui? Guardiano al museo?

"Stia attento"

Si', mo me lo segno... :-D
Hai contato quante volte me lo hai ripetuto? Un paranoico potrebbe ravisarci una velata minaccia... Ma... "I will not be subjected to criminal abuse." [Yoona-939]

indopama ha detto...

Go Katto,
anche io ho riflettutto e cercato di analizzare quel fatto, il vapore sarebbe dovuto essere (se non ricordo male) secondo i calcoli in volume pari a 14 litri/secondo e uscendo da un tubo di circa 1/2 pollice di diametro (circa 12mm) avrebbe dovuto avere una velocita' tale da fischiare parecchio.
c'e' pero' un fatto, che non si vedeva l'uscita del tubo, magari era immerso in acqua? chi lo sa...
questa cmq e' una parte della dimostrazione che anche a me pare ancora poco chiara.

ma ipotizziamo che avessero barato, un po' di vapore cmq c'era per cui l'acqua era almeno a 100 C, quindi Delta T = 75 C.
m = 0,5 l/min
Q = 0,5*75 = 37,5 Kcal
Q = 37,5*4186 = 157.000 J
P = 157.000/60 = 2.616 W

purtroppo non ricordo piu' bene la potenza in ingresso, qualcuno la ricorda?

Daniele Passerini ha detto...

@Silvio Caggia
"I will not be subjected to criminal abuse." [Yoona-939]
Mi sono rivisto ieri per la terza volta Cloud Atlas: di quel film e di quel libro sono drogato come paolo lolli.
Ma lo scambio tra te e Go Katto a cui ti riferisci dove diavolo sta?

Silvio Caggia ha detto...

@alessandro pagnini
Sarebbe un Bel Mondo' se ti chiamavi Jean Paul... :-D

Daniele Passerini ha detto...

@Indopama
Grazie eh! ;)
Ok, si può naturalmente parlare dello streaming del 23 luglio scorso (anche se in questo post è decisamente OT)... ma niente divagazioni da quello al flame che qualcuno ha cercato nei giorni scorsi di accendere tramite questo blog.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
"@alessandro pagnini
Sarebbe un Bel Mondo' se ti chiamavi Jean Paul... :-D "

Eh eh eh, vero vero, sarebbe anche più appropriato, in quel caso! :-)

Silvio Caggia ha detto...

@daniele
Di klimt go katto ne parlava a qualcun altro, non a me, "stia attento" o similari invece ce ne sono un tot... in queste 24 ore di pausa mi sono riletto tutti i commenti di due post fa e queste sono le due cose che mi avevano colpito di piu'...
La terza sono i continui riferimenti di robbins alla montagna... Ma che montagna mi sono chiesto tutto il tempo? Forse la montagna sacra di jodorowsky... Gran film quello... Sarebbe un bel finale... :-D

Daniele Passerini ha detto...

@Go Katto
Visto che l'ammirazione per Klimt ci accomuna, le linko questo video sperando di farle cosa gradita:
http://22passi.blogspot.it/2008/11/tutte-le-donne-con-amore.html

sandro75k ha detto...

scusa Daniele, nn volevo creare casino, volevo solo capire a cosa si riferisse Ko Gatto...

Daniele Passerini ha detto...

@Silvio Caggia
Non gettare esche per troll... non smuovere la brace del flame... please!!! 8/
Se non riesci nemmeno tu a restare nel topic del tuo stesso post, non c'è speranza... O.o

sandro75k ha detto...

...siete tutti tesi...torno quando le acque si saranno placate....

Go Katto ha detto...

Daniele, prendo atto. Non so se vuole anche le mie scuse - glielo dico chiaramente, a me sembrerebbero un tanto fuori luogo. Non aggiungo altro ma, se ha letto prima di cestinarmi, ci pensi.

Daniele Passerini ha detto...

@sandro75k
...siete tutti tesi...torno quando le acque si saranno placate...
Nessuna tensione. Solo determinazione da parte mia a che le acque non si riagitino di nuovo, ma perché questo avvenga e resista serve la collaborazione di tutti i lettori più affezionati al blog, te compreso. Grazie.

@Go Katto
Non deve scusarsi, anzi la ringrazio di prendere atto e accettare la mia richiesta, in segno di rispetto di questo blog e dei suoi lettori non certo di me. Quello che penso l'ho scritto nel commento in cui annunciavo la sospensione dei commenti per 24 ore e non ho altro da aggiungere.

gio ha detto...

>Eh no, se facevo come tutti gli altri dove stava la varieta'? :-D


:):):):):)

indopama ha detto...

sempre facendo riferimento al test di Defkalion
ho trovato lo streaming qui:

http://www.e-catworld.com/2013/07/videos-of-defkalion-demo-available/

allora l'imput sul monitor si aggira sui 1.950 W

c'e' pero' un dubbio, Lewan misura un imput su HV pari a 1.000 W mentre sul monitor segna circa 250 W. se il valore misurato da Lewan fosse corretto avremmo come input totale circa 2.700 W che sono in linea col calcolo fatto in precedenza, quindi devo dire che il test non mi ha soddisfatto a sufficienza ma mi rimane il dubbio poiche' io non sono esperto di misure elettriche, mi ci vuole un aiuto.

inoltre per chiarezza avrei stabilizzato il sistema su di una temperatura in uscita pari a 90/95 C cosi' da togliere i dubbi sul vapore.
poi verso la fine avrei tirato fuori il tubo di uscita dell'acqua, avrei diminuito leggermente la portata fino a far uscire un po' di vapore e allo stesso tempo inquadravo il monitor dove ci doveva essere una temperatura leggermente superiore ai 100 C.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Sandro75k
"...siete tutti tesi...torno quando le acque si saranno placate.... "
Dai Sandro, non sparire. E' vero è un momento un po' teso, per le ragioni che ha spiegato Daniele, ma dobbiamo allentare la tensione. Io ci avevo provato con il dilemma Alonso-Ferrari e contavo sull'aiuto di Daniele, pure finendo in OT spregiudicato ;-), ma non ha attecchito. Visto che il post tratta della verità e che in 'vino veritas' (in aqua bacillibus ;-) ), che ne diresti di suggerirci, dall'alto della tua esperienza, quale vino potrebbe meglio aprirci alle estatiche visioni della verità e magari con qualche abbinamento adeguato (escludendo il peyote però che di visioni comunque ne procura)? Vedrai che al quinto o sesto levar di calici, avremo un sacco di verità assolute e un discreto numero di persone allegre.

Silvio Caggia ha detto...

@daniele
E che ho fatto?
Sono diventato un attizzatore inconsapevole?
Boh...

sandro75k ha detto...

@Alessandro Pagnini

Mica sparivo per sempre... per l'occasione e dato che è caldo, consiglierei un bel calice di Pecorino fresco nella speranza che non ci sia trasmutazione sessuale... potrebbe essere pericoloso.
Salute!!!!!

Daniele Passerini ha detto...

@Alessandro Pagnini
...ci avevo provato con il dilemma Alonso-Ferrari e contavo sull'aiuto di Daniele
Ma quello è mettere un dito nella piaga! :)

@Silvio Caggia
Voltiamo pagina? :)

sandro75k ha detto...

Daniele 22

capisco la tua posizione ma io e forse altri non riusciamo a capire la situazione... bho..
dai stacchiamo qualche ora o ci dileguiamo su altri post a "sfidare" Archimede... dove sono Nemo e Sal???

indopama ha detto...

dai rimaniamo sul video del test Defkalion e proviamo a fargli le pulci...

Paul ha detto...

A proposito di test Defkalion.
La *famosa* Mary Yugo è stata invitata dalla DFK ad assistere/partecipare ad un nuovo test.
Lei ha rifiutato.

indopama ha detto...

peccato,
avrebbe potuto portarsi dietro un po' di materiale per verificare anche se in maniera grezza le misure elettriche e quelle di temperatura.
anche Lewan avrebbe potuto portarsi dietro un sensore di temperatura a contatto e verificare, anche se non in maniera precisa, dall'esterno le temperature di ingresso ed uscita dell'acqua.

io lo avrei fatto e se non me lo lasciavano fare allora sarebbe stato un punto a sfavore della dimostrazione.

Marco Ferro ha detto...

@Silvio

interessantissimo post. Mi è capitato spesso di riflettere sulla possibilità dell'esistenza di una verità assoluta. In realtà sin'ora non mi pare di essere riuscito a trovarne alcuna, ma forse proprio per questo devo ammettere che forse preferirei non esistesse.

Poi vorrei aggiungere un'altra riflessione. Nel post parli di una "verità assoluta" nel caso tutti fossimo d'accordo che il mondo è migliore grazie alle differenze. Tuttavia penso che se anche tutti, ma proprio tutti, credessimo che qualcosa è vero, ciò non garantirebbe questo trattarsi davvero di una verità assoluta... Non sono un esperto di storia, ma credo sia esistito un tempo in cui tutti, ma proprio tutti credevano che la terra fosse piatta.

Detto ciò, voglio raccontarvi un esperienza capitatami moooolti anni fa. Avevo credo 8 o 9 anni. All'epoca mi stavo preparando per la prima comunione, e a questo scopo, oltre a frequentare il catechismo preserale (ricordate quelle domande-risposte da imparare a memoria?), per me e i miei compagni di scuola, un paio di mattine alla settimana, nella mia classe per un'oretta veniva un sacerdote, a fare lezioni di religione. Le lezioni vertevano su argomenti semplici, e tuttavia, come sanno fare solo i bambini, spesso venivano fuori domande... difficili. Ricordo che un giorno il dubbio verteva su che cosa sarebbe potuto capitare ad un bambino che fosse morto senza avere avuto la prima comunione, o addirittura il battesimo. Sarebbe finito all'inferno, senza colpa? O magari nel comunque poco piacevole limbo?

Il sacerdote ci rassicurò dicendo che comunque, non importava poi troppo. La cosa importante era non avere commesso peccato mortale, e per me era molto chiaro che ciò significava rispettare i dieci comandamenti cattolici.

Ma la cosa finì per turbarmi ancora di più, in fondo, perché non riuscii a fare a meno di domandarmi che cosa sarebbe successo ad un bambino che avesse seguito altri comandamenti, diversi, per via di un suo diverso credo. E sebbene mi sentissi contento per essere tra coloro che conoscevano "la giusta" religione (sich!), non potei fare a meno di pensare che anche gli altri dovevano essere sicuri di essere nel giusto... E allora? Credo che quello fu il preciso momento in cui iniziai a pensare che è sempre necessario provare a comprendere in quale modo gli altri pensano, sentono, in cosa credono, e lasciare sempre uno spazio al dubbio. Da quel momento, credo, non fui più lo stesso bambino...

Paul ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Paul ha detto...

OT: anomalia di funzionamento del blog.
Mi capita spesso che pubblicando un mio commento la pagina si congeli. Se attendo (a volte anche a lungo), il commento viene talvolta finalmente pubblicato, mentre a volte semplicemente scompare.
Se insisto e ricarico la pagina nella speranza di sbloccarla, trovo che alla fine il messaggio risulta pubblicato più volte e mi tocca di cancellare i doppioni. Credo che ciò accada anche ad altri, visti i numerosi messaggi doppi e cancellati.

indopama ha detto...

ritorno in tema.
poiche' la realta' e' sempre percepita da me (soggetto) allora non ho mai la possibilita' di stabilire l'assoluto. dovrei essere esterno alla realta' per valutare se dentro la realta' c'e' un qualcosa di assoluto valido per tutti quelli che ci sono dentro.
per esempio, come io vedo un colore. non posso essere sicuro che anche un altro lo veda dello stesso colore, tanto per rimanere nel semplice.
se poi vado su cose come la bellezza allora si capisce meglio che siamo in un ambito prettamente personale, ci deve essere un "sensore" di bellezza tarato per ognuno su valori diversi. :-)

Paul ha detto...

>se c'è almeno una verità che possiamo considerare assoluta...

Una realtà assoluta...
La temperatura di 0°K
E' uno stato della materia non soggettivo.


Silvio Caggia ha detto...

@marco ferro
Grazie della testimonianza.
Hai ripetuto nel tuo piccolo quello che fecero gli scettici della antica atene... Viaggiando ed avendo conosciuto altre societa' e religioni cominciarono ad avere il dubbio che le loro verita' fossero cosi' solide... :-)
Riguardo la critica: e' vero, anche se fossimo d'accordo tutti potrebbe sempre arrivare un alieno a dirci che non e' daccordo... :-) pero' la condivisione dell'idea e' solo un punto di partenza, diventa universale quando riconosco in tutte le cose della Natura questo schema... Mi piace la sintesi di indopama... se nel nulla non ci fosse stata varieta' non saremmo qui a discuterne... :-)

Silvio Caggia ha detto...

@paul
Dgt anni fa aveva invitato mariyugo a dargli le semplici generalita' per spedirgli tutta la documentazione su hyperion e lui si era rifiutato... Figurati andare di persona! E' un tiro mancino di dgt l'invito... :-)

Shine ha detto...

scusate il pessimismo ma secondo me l'unica verita` assoluta e` che prima o poi muoriamo tutti.

Ah, forse anche che Daniele ha fatto una figura meschina con VoA, ma questo lo penso io e certo non potrei dire che e` 'assoluto'

Shine ha detto...

by the way

"@Go Katto - Inter nos, non permetto di riaccendere quel flame nel blog, pensavo di essere stato chiaro."

Se e` inter vos scriviglielo per mail. E poi, se tu parli del flame, il flame parla di te. Non e` con il blocco dei commenti, la censura o le esortazioni che puoi evitare quello che e` gia` scritto e avvenuto.


"Ogni volta che qualcuno ci proverà dirotterò il suo commento - come ho appena fatto col tuo - direttamente nello spam di Google e occhio: Google conserva memoria e poi finisce che tutti i commenti dell'autore ripetutamente segnalato finiscono direttamente nello spam, a prescindere."

Ecco, questa e` la classica argomentazione ,vagamente minacciosa, di chi non ha altri appigli. Ma secondo te, visto che G. e` cosi` furba, cosiderera` spuri i commenti delle X persone che TU segnali o le segnalazioni di UN blogger verso X persone? Nel dominio sta scritto blogspot.it, non passerini.com


Personalmente non sapevo nulla del 'flame' e mi sono informato solo vista la cagnara che hai fatto; ora non ti lamentare se la gente vuole commentare...Se non lo fa qui lo fara` altrove (e per te sarebbe peggio) non c'e` polemica nelle mie parole ciao

Daniele Passerini ha detto...

@Shine
forse anche che Daniele ha fatto una figura meschina con VoA...
Surreale, persino Go Katto (coautore del flame con VoA) si scusa e arrivi tu, Ghedini dei poveri, a difendere VoA?! Ma chi ti ha inventato a te? :)))

Se e` inter vos scriviglielo per mail
Bravo genio. In effetti avessi avuto la sua email lo avrei fatto.

Ma secondo te, visto che G. e` cosi` furba...
Quanto a google, facciamo così. Apriti un blog su Blogger, aspetta di avere un manipolo di troll che ti punzecchia, poi comincia a dirottare nella funzione spam della piattaforma i loro commenti più trolleschi e scopri quel che succede... io stesso me ne son (positivamente) sorpreso). Buon divertimento.

Personalmente non sapevo nulla del 'flame' e mi sono informato
Dove, su un blog-autore di "fantascienza" di un noto quotidiano? Se uno dovesse contestare tutte le bugie confezionate in quel blog vivrebbe solo per fare quello e comunque 24 ore al giorno non gli basterebbero.

Grazie per il sorriso che ogni volta porti sul blog!

Silvio Caggia ha detto...

@psicanalista
Mentre ti leggevo sentivo fabri fibra alla radio... Hai mai pensato di proporgli i tuoi testi? :-D

Daniele Passerini ha detto...

@Paul
Mi pare che da qualche parte sia uscita la vera identità del disinformatore di professione che si firma Mary Yugo, o me lo son sognato?

@Silvio Caggia
Ovviamente la persona di cui parli è un esempio lampante di chi merita solo il cestino dello spam... è anche un esempio lampante del fatto che chi trolla in quel modo assume sostanze parecchio forti! Un vero trolling psichedelico! :)

Silvio Caggia ha detto...

@daniele
Pero' era divertente psicanalista, e' un peccato che sia finito nello spam... Mi sono rotolato dalle risate a leggerlo... E poi finalmente dava una spiegazione logica del perche' sei sempre in giro in vespa... Hai gli sceicchi del petrolio che ti passano la miscela! :-D :-D :-D
Ti prego, se fanno morir dal ridere non cancellarli, e' un peccato...

Daniele Passerini ha detto...

@Silvio Caggia
Ti prego, se fanno morir dal ridere non cancellarli, e' un peccato...
Anche questo è vero! :))
Comunque lo stile era familiare: "morto" un nick ne rispunta fuori sempre un altro.

Silvio Caggia ha detto...

@daniele
Si diceva che Maryyugo fosse George Hody.
In ogni caso e' uno di quei cavalieri mascarati che dedica il suo tempo a debunkare presunte frodi...
Non lo considero un disinformatore, al massimo un rompiscatole... Insomma uno che fa tante domande...
E dei rompiscatole c'e' sempre bisogno... :-)

Daniele Passerini ha detto...

@Silvio Caggia
Allora chiedo venia a George Hoddy, ritiro il DISINFORMATORE e correggo in SCETTICO ESTREMO. Così va bene?

BeraFox ha detto...

Eppure una verità assoluta e comune c'è sempre stata e:

Lo disse Socrate, lo confermò Santippe, che è meglio una sc..ata che centomila pi..e

;-)

Silvio Caggia ha detto...

@daniele
Mica sono amico di maryyugo... :-) ci ho solo dialogato un po' in privato quando scrivevamo sul forum di dgt, e forse eravamo le sole voci critiche li' dentro... Mi incuriosiva il perche' dedicasse tanta energia a contrastare qualunque cosa non fosse "ufficiale" e mi ha raccontato che nel tempo libero fa parte di un gruppo di smascheratori di truffe, mi ha raccontato come ne avessero appena sventata una internazionale riuscendone anche a far mettere in galera il capo... Quantomeno una persona coerente... Pero' molto rigida, molto scientista e cicappina... Per curiosita' mi ero documentato sulla truffa internazionale che si vantava aver sventato, e secondo me era una di quelle cose molto border-line, a meta' tra la truffa e la verita', che a seconda di come la guardi la giudichi... Ma per tipi come lui o e' bianco o e' nero, non esistono sfumature...
Non ci ho provato neanche a fargli capire che forse un fondo di verita' sotto la truffa c'era... Mi avrebbe fatto come minimo incriminare... :-D

Silvio Caggia ha detto...

@berafox
Dal punto di vista evoluzionistico hai perfettamente ragione... :-)

gio ha detto...

.........beh questa dgt è una gran bella operazione di depistaggio.....quanto meno.:):)....è più di due settimane che si parla solo di loro:):):)

Shine ha detto...

Lieto di aver detto la mia. "Ghedini dei poveri" dillo a tuo fratello, ché io non ho insultato te né i tuoi lettori. L'oca non c'entra niente, ha solo riportato pari pari un tuo commento dal contenuto veramente imbarazzante. Per me questa è auto-sfiga, poi immagino che ognuno si sia fatto la sua idea.

Go Katto ha detto...

"credo sia esistito un tempo in cui tutti, ma proprio tutti credevano che la terra fosse piatta".

Era un tempo di parecchio anteriore a Galileo, ché ci son prove, provate davvero, che pure gli antichi, ben prima, sapessero della sfera.

In tempi più recenti tornò di moda il mondo piatto, ma fu imposizione di verità dall'alto; non fu chi pensi tu il primo a dire che gli astri stessi non eran gemme incastonate in una volta.

vincenzo da torino ha detto...

Avviso per tutti i tecnici, ingegneri ecc. Rossi non trova un motore stirling per il suo e-cat. Deve essere funzionante, non prototipo. Qui abbiamo dei piccoli mostri....ergo, datevi da fare per la...scienza e le nostre tasche.

gio ha detto...

A.A.A.A.A.A..A. cercasi motore stirling funzionante,istruito, di bella presenza, pulito , educato e che sporchi poco; possibilmente automunito:)

Marco Ferro ha detto...

@Go Katto

"non fu chi pensi tu il primo a dire che gli astri stessi non eran gemme incastonate in una volta"

Rispondevi a me? Non mi è chiaro.

Se rispondevi a me:
ci fu o non ci fu un tempo in cui tutti credevano che la Terra fosse piatta? Io immagino di sì, e ciò non la rendeva meno tonda, su questo si basa la mia argomentazione. Perché pensi che io intendessi Galileo?

Comunque grazie, perché questa tua supposizione testimonia come spesso percepiamo gli altri sulla base delle nostre convinzioni, allontanando così la verità assoluta, ammesso che esista, dalle nostre possibilità. :-D

ravecarl ha detto...

Trovo questo post molto interessante.
Penso che la nozione di verità è un po' complessa da definire.
Ci sono alcune considerazioni da fare prima.
Abbiamo delle sensazioni e dei presentimenti
Le sensazioni sono determinate dai nostri 5 sensi.
I presentimenti sono di ordine extrasensoriale.

Quando le sensazioni e i presentimenti sono in accordo (allineati) si ha la nozione di verità. Con la nozione di verità si ha la propria realtà. Che è legata alla percezione del mondo che ci è intorno.
Come possiamo vedere le sensazioni e i presentimenti sono legati a una persona. Sono dunque propri a ciascuno di noi.

Percezione e presentimenti fanno parte delle Emozioni.
Più la gestione delle nostre emozioni è difficile, più abbiamo una verità distorta.
Siccome la gestione delle emozioni è differente in ciascuno di noi ecco che la "verità" è differente.
Troppe emozioni ci impediscono di vivere e distorcono (si dice cosi ?) la verità. Una buona gestione delle emozioni ci da la giusta forza di vita.
Una persona innamorata è piena di vita, di energia (in tutti i casi durante un certo periodo). Vede la vita in modo positivo. La sua realtà è differente. Una persona innamorata è pronta a fare qualunque sacrificio pur di soddisfare la persona che ama. E in più non vede i difetti che le persona attorno a lei cercano in tutti i modo di fargli vedere.

Non entro qui in materia di religione perché il discorso sarebbe troppo lungo. Ma mi chiedo quante persone sono abbastanza lucide e sanno gestire le proprie emozioni (sopratutto le paure) in questo campo, per saper vedere la realtà appunto in materia di religione.

Giovanni Costantini ha detto...

Verità come percezione condivisa... interessante @Ravecarl.

AC/DC ha detto...

@vdt
io invece cerco un reattore LENR funzionante, non prototipo.

Giovanni Costantini ha detto...

@AC/DC LOL =)

Proxima ha detto...

Motore stirling, che ci vuole? Basta smontarne uno da questo http://goo.gl/PQx5zP :)

tia_ ha detto...

Torno dopo un mese e vedo che non è cambiato nulla

tia_ ha detto...

>Avviso per tutti i tecnici, ingegneri ecc. Rossi non trova un motore stirling per il suo e-cat. Deve essere funzionante, non prototipo. Qui abbiamo dei piccoli mostri....ergo, datevi da fare per la...scienza e le nostre tasche.

Decidetevi, è un imprenditore che ha venduto ai militari e alle big corporations (...) o è un cantinaro? Perchè se date spazio a queste sparate è la seconda.

Pietro ha detto...

Caro Silvio io ti dico che se anche l'intero mondo fosse popolato interamente da soli Silvio Caggia non accadrebbe mai che due Silvio Caggia avessero lo stesso punto di vista e le stesse verita'...noi viviamo nello spazio e nel tempo e la verita' e' un qualcosa di dinamico e mobile che richiede incredibile flessibilita' per essere colta persino in noi stessi. E quando la si scorge non la si puo' trattenere perche' essa non puo' essere statica, se lo fosse non sarebbe piu' verita' :)

gio ha detto...

e sul ritorno di tia .......scatta la "standing ovation".....:)

mancavi!



gio ha detto...

curiosità estive:)

http://it.wikipedia.org/wiki/TOTEM_(cogeneratore)

http://www.isengali.com/dblog/articolo.asp?articolo=87

Marco Ferro ha detto...

@ravecarl

Leggendo il tuo commento mi pare di riconoscere un concetto più o meno di questo tipo:
"Le emozioni sono quella parte di noi che va tenuta a bada per evitare che offuschino la nostra ragione".
Non so se ho intuito bene il tuo pensiero di fondo. Comunque questo argomento è molto diffuso, e spesso rappresentato come il nostro principale conflitto interiore. Un esempio noto a tutti di questa rappresentazione è il personaggio di Spock, in Star Trek, che doveva le sue straordinarie doti proprio alle tecniche di controllo dell'emozione, considerata deleteria. A parte questa estremizzazione, il concetto di fondo rimane, almeno come sospetto, in molti di noi. Il tipo molto razionale, è spesso "freddo", a volte ciò lo rende persino antipatico, ma è la persona giusta a cui affidarsi per avvicinarsi alla verità.

Sono in profondo disaccordo con questa visione del mondo. Ripeto, forse non è la tua, ravecarl, ma so che molti la pensano in questo modo, sotto sotto. Credo sia la paura a farci considerare l'emozione come fuorviante, quando non addirittura estremamente pericolosa. La paura di sbagliare, la paura di agire, la paura di soffrire.

È vero che parlare di emozione e razionalità è difficile anche perché prima dovremmo "tarare" i nostri strumenti in modo da essere certi che si parli tutti della stessa cosa. Tuttavia sono convinto che l'intuito e l'emozione siano il principale motore del mondo, come la stessa etimologia della parola ci dice, e che ciò sia buona cosa. La ragione arriva spesso dopo, è la giustificazione che diamo al nostro comportamento. Molte obiezioni vengono poste a questa mia posizione: l'istinto ci può spingere ad uccidere, l'aggressività è innata, l'emozione ci porta a ferire e a ferirci. Penso invece che sia l'emozione tenuta a bada troppo a lungo ad esplodere e diventare dannosa, sia proprio il controllo che cerchiamo di mantenere su di essa a renderci assassini e pericolosi. L'aggressività, quella vera, è sanissima quando è usata per ciò per cui l'abbiamo: comunicare agli altri quando riteniamo violato il nostro spazio, più un mezzo di prevenzione che di offesa. Basti guardare il comportamento animale.

In ogni caso, per noi esseri umani, mi piace di più parlare di Eros (la spinta verso il piacere) e Riflessività (l'osservazione senza pregiudizio del nostro agire) come le due forze, non in conflitto ma collaborative, che ci permettono di crescere, per errori successivi, e di evolvere verso un essere umano più completo e pieno. Anche perché credo che senza emozione non sapremmo attivare la parte più preziosa di noi: l'empatia.

Ora, se ho scritto tutto questo è ovviamente perché trovo stimolante l'argomento, e mi piace discuterne... ma anche perché mi piacerebbe che questo blog tornasse in tempi ragionevoli un luogo di confronto pacato, amichevole e soprattutto pieno di rispetto per tutti. Come è solito essere.

ravecarl ha detto...

@Marco Ferro
"Penso invece che sia l'emozione tenuta a bada troppo a lungo ad esplodere e diventare dannosa, sia proprio il controllo che cerchiamo di mantenere su di essa a renderci assassini e pericolosi"

Anch'io la penso in questo modo.
E qui si entra nella sfera della Gestione delle Emozioni.
Saper gestire le emozioni secondo me non vuol dire "cercare di soffocarle", zittirle, nasconderle. C'è gente che fa sport a oltranza, gioca a soldi, recita rosari all'infinito. Giustamente per sopprimere le emozioni.
Ma non risolve nulla. Perché se smette tutto incomincia come prima.
Il problema è come fare per gestire le emozioni ?. Farsi curare. L'unica soluzione. Se sono in collera e che dura da tantissimo tempo, non posso passare la mia vita a correre. Non posso farlo semplicemente perché sono limitato dal mio fisico. Che ineluttabilmente invecchia e prima o poi non potrò più correre e in quel momento la mia collera, che sono riuscito a sopprimere per un po' di tempo, tornerà.
E' molto più semplice cercare la causa della collera tramite un lavoro su di sé.

"In ogni caso, per noi esseri umani, mi piace di più parlare di Eros (la spinta verso il piacere) e Riflessività (l'osservazione senza pregiudizio del nostro agire) come le due forze, non in conflitto ma collaborative, che ci permettono di crescere, per errori successivi, e di evolvere verso un essere umano più completo e pieno. Anche perché credo che senza emozione non sapremmo attivare la parte più preziosa di noi: l'empatia."
Totalmente d'accordo. Senza pretendere di distorcere il tuo pensiero, direi che con "riflessività" intendo presa di coscienza. Cioè la capacità di vedere dentro di noi ciò che non va e nello stesso tempo sapere dove si trova la soluzione. E' quella lampadina che si accende quando si capisce.
Eureka ora so come fare ma non so quando succederà.

robi ha detto...

abbiamo creato un linguaggio per "spiegare"il mondo in cui viviamo e per render i rapporti con gli altri più semplici.
Abbiamo anche creato delle parole che ci risultano inimmaginabili ,tipo "infinito" ,altre troppo generiche e soggettive come "verità".
Ora "verità assoluta" dovrebbe esser unica per tutto. La "varietà", secondo me, è una caratteristica che noi applichiamo per aver diviso il mondo in settori, pertanto è una conseguenza del nostro linguaggio.
Perciò la verità assoluta è una nostra "invenzione".

hehe

ravecarl ha detto...

@Piero
Caro Silvio io ti dico che se anche l'intero mondo fosse popolato interamente da soli Silvio Caggia non accadrebbe mai che due Silvio Caggia avessero lo stesso punto di vista e le stesse verita'...noi viviamo nello spazio e nel tempo e la verita' e' un qualcosa di dinamico e mobile che richiede incredibile flessibilita' per essere colta persino in noi stessi. E quando la si scorge non la si puo' trattenere perche' essa non puo' essere statica, se lo fosse non sarebbe piu' verita' :)
BRAVO. Sono d'accordo.

Marco Ferro ha detto...

@ravecarl

"con "riflessività" intendo presa di coscienza"...
Concordo in toto. Aggiungerei anche l'assunzione di responsabilità per le mie azioni, quelle effettuate e quelle no. Con ciò non intendo autoriferirmi, ossia pensare che tutto ciò che mi accade sia mia responsabilità, ma sapere assumermi il "rischio" e le conseguenze delle mie azioni o del mio non fare.

@robi

Concordo anche con te.
È un po' come dire che abbiamo fatto del mondo un puzzle a pezzi minuscoli per poi struggerci nel cercare quello che li rappresenti tutti, e stupirci di quanto ogni singolo pezzo possa essere diverso dagli altri.

Si potrebbe dire: "In principio era l'unità".

Poi abbiamo smontato la realtà e ci compiacciamo di quanto bravi siamo ad accettarne cinque o sei pezzi. :-D

ravecarl ha detto...

@Marco Ferro
Aggiungerei anche l'assunzione di responsabilità per le mie azioni... Con ciò non intendo autoriferirmi...

Si proprio cosi' responsabile ma non colpevole.

Questa "responsabilità" è una rampa di lancio per "sapere" che possiamo creare la nostra vita. In modo consapevole.
Certo che non possiamo ottenere tutto subito.

Ma non è più' importante mettersi in cammino ?

Siamo tutti parte di quell'Uno ma non riusciamo a capacitarci di questo. A causa forse del nostro Ego ? Io Io Io sempre Io.

domenico canino ha detto...

@ravecarl
la prima dimostrazione di intelligenza di un individuo è riuscire a percepire chiaramente che l'Universo non gira attorno a lui. Tutte le altre cose sono conseguenziali. E' una conditio sine qua non. E' la base del principio galileiano. Sennò tutti possiamo affermare tutto ed il suo contrario senza controprove.
ciao

F.C. ha detto...

Decidetevi, è un imprenditore che ha venduto ai militari e alle big corporations (...) o è un cantinaro? Perchè se date spazio a queste sparate è la seconda.

Uno dei motivi per i quali mi scoccia di più la mancanza di certezze sulle LENR e sull'e-cat è dover dare ragione a commenti come questi.
Pensate quanto mi scoccia considerando l'importanza dell'argomento principale, ma non si può certo negare che moltissime dichiarazione di Rossi sono da far rizzare i capelli.
Se ci si dovesse basare solo su quelle...

Alessandro Pagnini ha detto...

"Decidetevi, è un imprenditore che ha venduto ai militari e alle big corporations (...) o è un cantinaro? Perchè se date spazio a queste sparate è la seconda."
E' un dubbio che ho anche io. Rossi è un depistatore e riesce bene a farlo.

F.C. ha detto...

@Pagnini
"E' un dubbio che ho anche io. Rossi è un depistatore e riesce bene a farlo."

Effettivamente molti dei comportamenti e delle dichiarazioni di Rossi possono essere spiegati oltre che con l'ipotesi (per lui certezza) di Nessuno, solo con un articolato quanto improbabile e per me poco chiaro piano di depistaggio.

A volte però neanche con la più fervida immaginazione riesco a trovare una spiegazione qualsiasi anche non necessariamente razionale ad alcune azioni e dichiarazioni.

Qualcuno riesce a trovarne almeno una per capire come è possibile giustificare quello che ha sottolineato tia e che avevamo già pensato io e Pagnini?

Silvio Caggia ha detto...

Giustamente qualcuno obietta che bisogna definire prima cos'e' la verita'... :-)
Lo faccio indirettamente riportando quanto gia' trascrissi tempo fa su cio' che riteniamo vero o no:
"Le nostre conoscenze sono strutturate in una rete
interconnessa del cervello, pervicacemente
strutturato e radicato in una certa forma mentis,
all'interno del quale ogni dato e' coerente con altri,
cosicche' l'intera rete si sostiene reciprocamente.
Quando un'informazione deve essere inserita
all'interno della rete, essa viene processata per
stabilire il suo grado di coerenza con la rete, ossia di compatibilita' con le altre conoscenze contenute nella rete: se questa informazione contraddice
significativamente le credenze preesistenti, essa non viene ritenuta degna di credibilita' e viene rigettata.
Se contraddice soltanto poche credenze, puo' darsi
che siano queste ultime ad essere messe in
discussione. Se non contraddice nulla viene creduta vera"
Rampin-Nardone

Silvio Caggia ha detto...

@tia
"Torno dopo un mese e vedo che non è cambiato
nulla"

Torni dopo un mese e vedo che non sei cambiato per nulla... :-D

Rossi imprenditore o cantinaro? Tutte e due! Sono mica due cose incompatibili... :-)

F.C. ha detto...

@Caggia
"Rossi imprenditore o cantinaro? Tutte e due! Sono mica due cose incompatibili... :-)"

In realtà sarebbe più corretto dire:
Rossi gestisce la ricerca e sviluppo, di una grande azienda e in un settore potenzialmente rivoluzionario, in una cantina.

Detto così non ti suona un po' più incompatibile? :)
Partecipi anche tu al gioco e trovi una spiegazione anche fantasiosa ma almeno minimamente logica a questa situazione?

AC/DC ha detto...

@F.C.
Non preoccuparti in questi lidi è pieno di filosofi del contorsionismo che avranno certamente una spiegazione plausibile per i tuoi dubbi...

AC/DC ha detto...

e soprattutto tu non devi pretendere di capire, devi abbandonarti alla corrente e credere, più forte che puoi...

sandro75k ha detto...

@AC/DC


Hai riletto Siddharta di Hermann Hesse? :D

Alessandro Pagnini ha detto...

@ F. C.
"In realtà sarebbe più corretto dire:
Rossi gestisce la ricerca e sviluppo, di una grande azienda e in un settore potenzialmente rivoluzionario, in una cantina."

Sono misteri più grandi di noi! ;-)
No davvero, nemmeno io capisco, ma non potrei dato che la situazione di Rossi non la conosco e nemmeno si sa se è vero che ha trovato un 'big partner' o se invece ha trovato qualcuno con qualche milione di dollari (ma non poi molti) che gli dà credito. Oppure se dice quello che dice perché vuole farsi grosso e soprattutto far pensare che ormai l'E-CAT con i suoi 'segreti industriali' non sono più soltanto appannaggio suo (una specie di assicurazione sulla vita). La mia visione è che cerchi di non farsi impallinare, capriolando e facendo sparate commerciali, da buon venditore, che sono difficili da dividere in vere o false. Magari esagera certe cose, ne minimizza altre, ne nasconde alcune, e alcune le inventa. Per capire i motivi delle affermazioni contorte di Rossi bisognerebbe sapere come è la sua situazione imprenditoriale. Se nel suo tentativo di arrivare a invadere il mercato con gli E-CAT, sta seguendo, per amore o per forza, un percorso contorto, le sue esternazioni tenderanno a uniformarsi a questo, risultando anch'esse contorte. Ma come ho già detto, di calvari simili ne ho già visti e in parte gli ho anche vissuti. Non faccio nomi, ma mi è capitato di dover mettere su, partendo da 0, cioè dovendo persino andare a comprare i pezzi metallici, un cestello finto, formato doppio europa, se ricordo bene, che pareva essere un sistema finito e funzionante, in meno di 3 giorni, per una fiera. Dentro c'era un po' di elettronica che feci a filo su una scheda millefori, che pilotava un po' di led che blinkavano con frequenze diverse. Dovevano far finta (commesse plurimilionarie in ballo) di avere un sistema finito e funzionante, quando ancora non erano state scritte neppure le specifiche. Ovviamente tante cose che furono affermate in quella sede furono poi contraddette o corrette. E molte affermazioni risultarono incomprensibili. L'azienda in questione aveva già realizzato un sistema analogo ed era perfettamente in grado di fare anche quello, pur basato su hardware diverso e con specifiche più stringenti, ma non certo in 3 giorni. Quando io finii la mia parte erano passati alcuni mesi e ancora non erano arrivati a niente. In seguito credo siano state rivoluzionate di nuovo le specifiche, tanto per non sbagliare. Non tutte le strade sono semplici e dritte :-)

Silvio Caggia ha detto...

@f.c.
Perdonami ma non ho capito qual e' il problema da risolvere...
Le dichiarazioni di rossi che ti sembrano in conflitto tra di loro?
Ma perche'... Tu tutte le cose che dici sono sempre coerenti tra loro? Anche con quelle che dicevi dieci anni fa?
Poni bene il problema e provo a cimentarmici... Ma cosi' non l'ho capito...

F.C. ha detto...

"Non preoccuparti in questi lidi è pieno di filosofi del contorsionismo che avranno certamente una spiegazione plausibile per i tuoi dubbi..."

@tutti
A me va bene qualunque spiegazione anche fantasiosa e contorta, purché con una logica intrinseca qualunque essa sia. Va bene anche presupporre complotti e/o depistaggi, io neanche così ci riesco.

Indipendentemente da quale sia la verità non riesco a capire: Se volesse far credere che ha venduto ad un grosso partner perché uscirsene con queste incongruenze.
Viceversa se volesse coprire il fatto che ha venduto perché dichiararlo, non è mica una notizia trapelata a sua insaputa che deve trovare il modo di smentire, lo ha sostenuto e cercato di dimostrare lui stesso.

AC/DC ha detto...

@Sandro75
no quello l'ho letto diversi anni fa, e come al solito ricordo poco... però ricordo che mi era piaciuto.

briggart ha detto...

Verita' assoluta? La matematica, tanto per cominciare :-)

Silvio Caggia ha detto...

@f.c.
Suggerimento: prova a partire dall'assunto che tutte le affermazioni di rossi siano vere, identifica quelle che ti sembrano in conflitto tra di loro. Poi cerca quelle che ti sembrano in conflitto con il buon senso e quelle che sono in conflitto con quello che faresti tu... Almeno ti dai un ordine... :-)

F.C. ha detto...

@Caggia
"Le dichiarazioni di rossi che ti sembrano in conflitto tra di loro?
Ma perche'... Tu tutte le cose che dici sono sempre coerenti tra loro? Anche con quelle che dicevi dieci anni fa?"


Vabbè, scusate se ho chiesto. :)
Oggi era l'ultimo giorno prima delle ferie, sono solo in ufficio e quasi solo nello stabile, perciò mi sono dedicato di più ai commenti rispetto al solito.


@Pagnini
Grazie per il tentativo :)

" Per capire i motivi delle affermazioni contorte di Rossi bisognerebbe sapere come è la sua situazione imprenditoriale."

E' quello che vorrei sapere :)


"Se nel suo tentativo di arrivare a invadere il mercato con gli E-CAT, sta seguendo, per amore o per forza, un percorso contorto, le sue esternazioni tenderanno a uniformarsi a questo, risultando anch'esse contorte."

A me andrebbe bene anche una spiegazione contorta. La tua ipotesi regge quindi solo considerando che non è vero che Rossi si sia legato ad un big partner.
Se dice di essersi legato ad una grande compagnia solo per "assicurazione" o per farsi bello non si rende conto però che le altre dichiarazioni lo smentiscono?

AC/DC ha detto...

@F.C.
Vai in ferie tranquillo e non ti crucciare troppo con questi paradossi, quando tornerai vedrai che non sarà cambiato niente.

Go Katto ha detto...

Inutile anche provarci: l'unico assoluto è che non esiste assoluto se questo deve mettere d'accordo l'intero genere umano. Perfino la Matematica non è assoluta, perfino il "Polvere eri". Si troverà sempre qualcuno (più lungimirante o più folle, non importa) che (a torto o a ragione, non importa) non concorderà.

Silvio Caggia ha detto...

@f.c.
No, che ti scusi... Ma formula una domanda precisa cosi' possiamo darti una risposta utile... Finora mi sembra che stai solo manifestando la tua frustrazione di non avere il controllo su rossi, di non riuscire ad essere nella sua testa e prevedere le prossime mosse... Vabbe', quello ce lo abbiamo tutti... :-D ma quali sono le incongruenze che vedi tu? Magari per te sono scontate ma non per tutti...

Alessandro Pagnini ha detto...

"A me andrebbe bene anche una spiegazione contorta. La tua ipotesi regge quindi solo considerando che non è vero che Rossi si sia legato ad un big partner.
Se dice di essersi legato ad una grande compagnia solo per "assicurazione" o per farsi bello non si rende conto però che le altre dichiarazioni lo smentiscono? "

Forse lo smentiscono, forse sembra a noi (magari trovare quel motore per come serve a loro potrebbe essere davvero un problema, al prezzo che serve a loro, almeno) e forse il partner non è big, ma è medium, o è big solo agli occhi di Rossi. Stiamo facendo una dietrologia che avrebbe come altra conseguenza, volendoci insistere, di dare credibilità a Rossi, perché come truffatore sarebbe troppo scalcinato e poi potrebbe sparare COP più incoraggianti. Vuoi vedere come fa qualcuno che io sospetto non abbia in mano un bel niente, ma deve far finta di averlo, allora guarda Keshe. Altro stile!
Il rischio di fare troppa dietrologia è che poi la si tira dalla parte che si è più propensi a ritener probabile, ma non è detto sia quella giusta. La sua situazione finanziaria e imprenditoriale è a noi ignota e potrebbe subire vincoli o pressioni che non riusciamo a immaginare correttamente e credo lo obblighi a sparare qualche 'bordata' avventurosa, che poi deve correggere o cercare di far dimenticare. Come ti dicevo, le ho vissute queste cose e non erano questioni così spinose come quelle che maneggia Rossi.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Go Katto
"Inutile anche provarci: l'unico assoluto è che non esiste assoluto se questo deve mettere d'accordo l'intero genere umano. Perfino la Matematica non è assoluta, perfino il "Polvere eri". Si troverà sempre qualcuno (più lungimirante o più folle, non importa) che (a torto o a ragione, non importa) non concorderà."

Direi che sono d'accordo con te, stavolta! :-)

antonio ha detto...

@ F.C.

"A volte però neanche con la più fervida immaginazione riesco a trovare
una spiegazione qualsiasi anche non necessariamente
razionale ad alcune azioni e dichiarazioni.

Qualcuno riesce a trovarne almeno una per capire
come è possibile giustificare quello che ha sottolineato
tia e che avevamo già pensato io e Pagnini?"

è andata così:
rossi ha ritrovato (casualmente?) una decina di dispositivi alieni
molti anni fa.
non sapeva cosa fossero nè a cosa servissero (e ancora oggi non lo sa).
dopo anni di esperimenti però ha scoperto che tali dispositivi piccolissimi
in certe condizioni particolari emettevano calore e in altre condizioni emettevano
elettricità.
Allora ha coinvolto un prof di unibo esperto di ff dicendogli
che aveva inventato la macchina per la ff.
In realtà la ff non c' entra niente, rossi se ne è servito per spiegare
il funzionamento di una tecnologia incomprensibile a lui e a chiunque sia di
questo mondo (trattandosi del prodotto di una civiltà aliena estremamente
avanzata).
Rossi fece la stessa cosa anche col MEG (che era nient' altro
che uno di questi dispositivi alieni che oggi chiama ecat).
Da questa storia si deduce che l' ecat finirà
come il meg: quando rossi avrà arraffato un pò di soldi non se ne sentirà
più parlare.

antonio ha detto...

scusate, nel commento di sopra ho scritto MEG invece che TEG.
Il MEG invece è una cagata sponsorizzata in italia da roy virgilio e non ha mai funzionato

Alessandro Pagnini ha detto...

"Rossi fece la stessa cosa anche col MEG (che era nient' altro
che uno di questi dispositivi alieni che oggi chiama ecat).
Da questa storia si deduce che l' ecat finirà
come il meg: quando rossi avrà arraffato un pò di soldi non se ne sentirà
più parlare..."

Può essere! Può essere anche il TEG fosse stato misurato da un team di esperti come è stato per l'E-CAT, non ricordo bene. Comunque vedremo, tutte le ipotesi al momento sono plausibili, più o meno.

Alessandro Pagnini ha detto...

Uhmmm...avete presenti le previsioni auto avveranti, o più semplicemente il ruolo che gioca la reputazione? A quanto sto leggendo Rossi dice di aver spedito richieste di offerte ad alcuni produttori che gli sono stati suggeriti, ma di non aver ricevuto risposte. Mi sa che quando sentono nominare l'E-CAT e le LENR, questi cestinano il tutto (visto che molti profetizzano che tanto verrà fuori che è la solita frode) per timore di perdere tempo, o perché hanno già contratti con fornitori che forse non apprezzerebbero il loro sodalizio con Rossi, che sarebbe un concorrente potenzialmente sgradito (perché altri dicono anche che se avesse qualcosa di serio comunque alcuni poteri forti farebbero piazza pulita di lui e di chi lo aiuta e quindi interviene la prudenza).
Poca fiducia? Complotto? Rossi che scrive troppo male in inglese le sue richieste (questa la do al 90% ;-) )? Non ha mai contattato quei fornitori di motori? Altro...?
Il mistero continua! :-)

F.C. ha detto...

@antonio

Gradirei che i miei commenti e il mio nome non fossero associati a commenti come il suo.
Grazie in anticipo.


La finisco qua.

Escludendo l'ipotesi di Nessuno forse Rossi vuole solo confondere le idee a tutti, quindi inutile cercare di capirci qualcosa.

Aspetterò ancora qualcosa di concreto.
Dopo 3 anni, almeno l'ultimo report ha dato qualche indizio di veridicità maggiore.
Speriamo di non doverne aspettarne altrettanti per mettere la parola fine alla storia.

Go Katto ha detto...

"Dopo 3 anni, almeno l'ultimo report ha dato qualche indizio di veridicità maggiore".

La incornici e la riguardi tra altri tre anni. Mi saprà forse allora dire se non sarebbe stato meglio scrivere di verità assolute, come faccio io, o di alieni, come ha fatto l'antonio. Non mi risponda, resterò con gli assoluti: ne saran tutti più lieti.

F.C. ha detto...

p.s.:
@Caggia
"No, che ti scusi... Ma formula una domanda precisa cosi' possiamo darti una risposta utile... Finora mi sembra che stai solo manifestando la tua frustrazione di non avere il controllo su rossi, di non riuscire ad essere nella sua testa e prevedere le prossime mosse... Vabbe', quello ce lo abbiamo tutti... :-D ma quali sono le incongruenze che vedi tu? Magari per te sono scontate ma non per tutti...

Credo che la questione fosse abbastanza chiara leggendo tutti i commenti.

Ad ogni modo il dubbio riguardava il fatto che Rossi starebbe conducendo la ricerca e sviluppo per conto di un big partner al quale avrebbe venduto e nel frattempo chiede aiuto su Jonp per trovare un motore stirling.
Ma ce ne sarebbero a decine di stranezza in tutta la storia, non sto qui a riportarle.

L'unica spiegazione che concilierebbe le due cose e che io sono riuscito ad immaginare, sarebbe:

Il big partner lo fa giocare in cantina mentre la vera R&D la fanno loro, un po' come succederebbe ad un rampollo di una famiglia di grandi imprenditori al quale, si dice, vengano dati svariati milioni ogni anno per permettergli di giocare a fare il presidente di una squadra di calcio, pur di toglierselo dai piedi.

Go Katto ha detto...

F.C.,
comincia anche lei ad intravvedere la multinazionale?

Silvio Caggia ha detto...

@f.c.
Ma scusa, tu che ti aspettersti? Il big partner che mette annunci sui giornali: cercasi motore sterling, temperatura di esercizio 350C, astenersi greci e canadesi? :-D
Io non ci vedo incongruenza... Lui e' esposto ed in contatto con mezzo mondo e lui fa la ricerca...
Davvero... Partite prima dall'ipotesi che le cose stiano esattamente come sembrano, poi complicatele a piacere, ma per gradi... Altrimenti non vi ripigliate! :-)

Bella la tua visione dei sognatori... Io sono un sognatore... O lo faccio perche' ce ne sono pochi e sono chiamato a questo ruolo... Mi piace.

indopama ha detto...

l'unica verita' assoluta e': io esisto.

domande:
- cosa sono i pensieri, di cosa sono fatti, in che luogo fisico esistono e come vengono da noi scelti (perche' viene in mente una certa cosa e non un'altra)?
- idem per le emozioni
- cosa e' fisicamente il giusto/sbagliato?
- come posso fisicamente dimostrare l'oggettivita' della realta'?
- cos'e' fisicamente la consapevolezza?
- cos'e' fisicamente la coscienza?

indopama ha detto...

su Rossi:
mi sembra un cantinaro per quello che ho visto nelle foto e per come si muove, le multinazionali (ci lavoro con loro) si muovono in un'altra maniera, sono estremamente piu' professionali.

nemo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
nemo ha detto...

Ho trovato questo notizia, interessante (ma hanno sbagliato .. mese? Luglio invece di Agosto ?):

http://www.meteoweb.eu/2013/07/fusione-fredda-dopo-gli-streaming-organizzati-da-radio-24-la-defkalion-decide-di-effettuare-misure-piu-accurate-sul-suo-apparato/218029/

nemo ha detto...

Le multinazionali? Solitamente il manager più agguerrito non riesce a mettere in ordine 2 pensieri di fila..
Agire avendo riflettuto è vietato. Devi fare lo standard, oppure imboscarti...
Hanno denaro, quello si.

nemo ha detto...

Se interessato, ed ha disponibilità di tempo, Mario Massa potrebbe provare a chiedere a John Hadjichristos di Defkalion di partecipare al prossimo test. Potrebbe anche accettare...

nemo ha detto...

Il punto di vista di Silvio di questo mi piace

nemo ha detto...

Ciò che non è vietato dalle leggi della fisica (pochissime) è possibile: http://www.lescienze.it/news/2013/07/31/news/luce_ferma_un_minuto_computer_quantistici_onde_spin-1759749/

Silvio Caggia ha detto...

@nemo
Ma le indicazioni date da rossi per il big partner sono chiare... Il ceo e' in grado di preparare con le sue manine la carica dell'e-cat... Dai, non credo siano molti i ceo di big companies che sanno usare le mani in coordinamento con il cervello... :-)

Forse uno smanettone tipo quello di mountain view... :-)

No, quello e' gia' tra i clienti di dgt di sicuro... :-)

indopama ha detto...

no nemo, non pensare male a priori, a gestire le grandi cose ci sono sempre (salvo ecezioni) delle grandi persone altrimenti non stanno in piedi e casca tutto giu' in un istante.
che poi le loro motivazioni non siano sempre in sintonia con tutti gli altri questo e' un altro discorso ma sono persone in gamba assai alle quali sfugge poco o niente.
per esempio, a me il setup di Rossi e' parso da cantinaro, un reattore piazzato su 4 tubi saldati in un luogo scialbo, non ho mai visto in 23 anni di lavoro una roba del genere, il garage di mio padre e' piu' bello!
un manager di alto livello non accetterebbe una prova del genere non tanto dal lato tecnico (che non capisce, il manager non e' un tecnico, per lo meno quasi mai ma e' uno che sa mettere insieme gruppi di persone e farli lavorare bene, uno che sa far girare la giostra) quanto proprio dal lato estetico perche' l'estetica e' la prima cosa che colpisce e fa nascere nelle persone il senso di serieta' e professionalita'.
la tecnica viene dopo, solo poi si fanno i conti e si vede se tutto quadra ma spessso se si fallisce l'approccio inziale estetico non si passa nemmeno al fare i conti, si ferma tutto prima.
l'immagine per i grandi e' importante perche' la usano nei dialoghi con vari tipi di persone e tra di queste i tecnici sono una minima parte, chi decide non lo e' quasi mai, e' gente che valuta anche (a volte soprattutto) altre cose.

nemo ha detto...

Indopama, non ho idea da dove tu riesca a trarre certe conclusioni. Poi sono terribilmente in disaccordo sulla questione estetica. Essa, al più, può essere la conseguenza, non la causa.

La differenza la fa, a volte ma spesso neanche quello basta, la disponibilità di denaro.

Ho letto solo gli ultimi commenti ed ora mi viene il dubbio su quale sia l'oggetto della discussione

nemo ha detto...

Io ho avuto modo di vedere queste cose molte volte. Divertente vedere il titolare di un'azienda, senza alcuna preoccupazione di utili e di disponibilità di denaro di una multinazionale incassi come un bufalo se vedevano le macchine rappezzate con il nastro adesivo, e poi andare fuori di testa se chiedevi di spendere 500 euro per rappezzare le cose. Buffoni... Serviva solo a fartelo credere... Stessa cosa vale per la qualità del prodotto. Tutto dipende dalla facilità con cui riescono a far soldi e far andare avanti le cose

indopama ha detto...

@nemo
http://www.altrogiornale.org/request.php?44
curioso...

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
"Ma le indicazioni date da rossi per il big partner sono chiare... Il ceo e' in grado di preparare con le sue manine la carica dell'e-cat... Dai, non credo siano molti i ceo di big companies che sanno usare le mani in coordinamento con il cervello... :-)"

Qualcun altro ha inteso la cosa come te e ha chiesto a Rossi se fosse stato personalmente il CEO, come sembrava dalla sua dichiarazione, ad aver agito in prima persona. Rossi ha smentito. Non farmi ricercare il commento, perché è passato un bel po', ma sono piuttosto sicuro di ricordare bene. L'inglese di Rossi a volte è la causa prima di tante incomprensioni! Quindi lascia perdere i CEO smanettoni.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ nemo
"Ho trovato questo notizia, interessante (ma hanno sbagliato .. mese? Luglio invece di Agosto ?):

http://www.meteoweb.eu/2013/07/fusione-fredda-dopo-gli-streaming-organizzati-da-radio-24-la-defkalion-decide-di-effettuare-misure-piu-accurate-sul-suo-apparato/218029/ "

Interessante. Comunque sì, direi che hanno toppato il mese alla grande.

F.C. ha detto...

@Caggia
"Ma scusa, tu che ti aspettersti? Il big partner che mette annunci sui giornali: cercasi motore sterling, temperatura di esercizio 350C, astenersi greci e canadesi? :-D
Io non ci vedo incongruenza..."

Dici sul serio? :) Sarebbe assurdo almeno quanto in responsabile dell'R&D che chiede info ai lettori di un blog.

Lasciamo stare, hai ammesso tu stesso che ti senti chiamato a recitare un ruolo e io non trovo utilità a discutere con un ruolo a meno che non mantenga una sua logica coerente.
Anche l'avvocato del diavolo o delle cause perse permette di approfondire una questione in quel caso, altrimenti ti ripeto è solo rumore.

Senza rancore.
Saluti.

Silvio Caggia ha detto...

@f.c.
Certo che dico sul serio, il big partner deve muoversi con assoluta discrezione anche solo a comprare un etto di nichel se non vuole farsi scoprire prima del tempo...
A te sembra assurdo che un responsabile r&d chieda aiuto in un blog... a me sembra assurdo che oggi non si sia ancora capita la potenza del crow-thinking... Eppure ne hai la prova nei giochini che facciamo qui sul blog... Il singolo, anche se plurilaureato e consulente di nasa e cern, puo' spesso non arrivare alla soluzione di problemi anche banali, il gruppo, opportunamente motivato, ci riesce SEMPRE ed in tempi impensabili per il singolo...
Cosa pensi sia l'intelligenza? Quantita'. Quantita' di persone coinvolte... quantita' di sinapsi cerebrali... Piu' si e' meglio e'... :-)

F.C. ha detto...

@Caggia
"Cosa pensi sia l'intelligenza? Quantita'. Quantita' di persone coinvolte... quantita' di sinapsi cerebrali... Piu' si e' meglio e'..."

In realtà avevo sempre correlato l'intelligenza alla qualità piuttosto che alla quantità.

Una maggiore quantità di sinapsi può anche aiutare ma se esse sono collegate nel modo giusto (qualità), altrimenti come al solito diventano solo rumore di fondo.

De gustibus.

Prendo atto della tua opinione anche se a me sembra non tanto illogica ma piuttosto irreale.

Sono tanti gli aspetti di questa storia che attendo con ansia vengano svelati quando essa avrà fine, sono proprio curioso si vedrà.

Ancora saluti.

Silvio Caggia ha detto...

@indopama
"l'unica verita' assoluta e': io esisto."

Io chi? :-)

"domande:
- cosa sono i pensieri", di cosa sono fatti, in che luogo fisico esistono e come vengono da noi scelti (perche' viene in mente una certa cosa e non un'altra)?"

"Pensare" etimologicamente deriva da "pesare", ed io lo immagino come un meccanismo che se inizialmente reagisce automaticamente ed in modo assoluto, si'/no, con il "pesare" risponde in modo piu' modulato in funzione delle "tare" in "memoria"... Insomma "soppesa" l'input prima di generare l'output... Tare diverse in memoria danno output diversi... Cosi' l'evoluzione seleziona meccanismi per peNsare sempre piu' sofisticati...
Forme di peNsare sono gia' le PIM, le proteine della membrana cellulare... Il sistema nervoso e' gia' molti passi dopo... La corteccia associativa ancora piu' avanti... Sistemi di trading in tempo reale ancora oltre... :-)

Ora pausa... Sono gia' fuso da tutto questo pensare... Vediamo se dopo rispondo anche al resto... :-)

Vincenzo Bonomo ha detto...

Bravo Silvio, l'unione di intelligenze e competenze diverse impegnate nella risoluzione di un certo problema, non sono la banale somma delle stesse ma si supportano vicendevolmente moltiplicandone gli effetti.
E più le competenze sono differenti maggiori saranno i risultati perché ciascuno porterà la sua esperienza affrontando il problema con il suo punto di vista che completerà quello degli altri.
Persino Franchini, ed è tutto dire, condivide questa visione della ricerca.

indopama ha detto...

ed il difficile sta proprio nel far girare insieme le diverse competenze...

Silvio Caggia ha detto...

@f.c.
La qualita' della sinapsi e' appunto il "peso" del collegamento, non e' che uno piu' intelligente ha sinapsi di piu' alta qualita', ne ha semplicemente di piu'.
Ma forse intendevi cosa codificano queste sinapsi... Se codificano solo tutte le formazioni ed i risultati calcistici delle ultime stagioni avrai una intelligenza calcistica... Se codificano tutte le sezioni critiche note avrai un'intelligenza nucleare... :-) ma quello e' un altro discorso...
Potremmo anche arrivare al paradosso che meno roba hai codificata, meno memoria hai, meglio vengono altre cose... Troppa codificazione porta ad avere dei savant, degli idioti sapienti, troppa poca porta a dei folli, a dei visionari... :-)
Non c'e' mica una misura giusta, servono i fantasiosi quanto gli hard-disk, serve un networking tra tutti... Ma sto divagando... Torniamo al punto: Qual e' il problema che non ti quadra di rossi?

Silvio Caggia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Marco Ferro ha detto...

@Vincenzo Bonomo

Ma, tu ed io, non è che ci conosciamo...?

Silvio Caggia ha detto...

@indopama
Finisco di rispondere alle tue domande:

"- idem per le emozioni"

Idem per le emozioni, sono solo forme di peNsare piu' antiche, dal punto di vista evolutivo, rispetto a quelle del neoencefalo.

"- cosa e' fisicamente il giusto/sbagliato?"

Giusto/sbagliato e' un punto di vista, quindi fisicamente non esiste.
Solo da un punto di vista assume fisicita': dal punto di vista evolutivo. Da questo punto di vista tutto cio' che e' giusto esiste (sopravvive), cio' che e' sbagliato non esiste (si estingue). Questa fisicita' ne fa un punto di vista particolare ed interessante...

"- come posso fisicamente dimostrare l'oggettivita' della realta'?"

Camminando con le infradito nei pressi di un comodino... :-)

"- cos'e' fisicamente la consapevolezza?"

La consapevolezza e' un'illusione di pensiero unitario e globale (quindi sono dei pensieri), che da' pero' un grosso vantaggio evolutivo... :-)

"- cos'e' fisicamente la coscienza?"

La coscienza e' un'illusione di esistenza immateriale (quindi sono dei pensieri), che da' pero' un grosso vantaggio psicologico e sociale... :-)

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
F.C. ha detto...

@Caggia
"Qual e' il problema che non ti quadra di rossi?"

Quanto tempo ho? :)

A parte gli scherzi e restando in tema, potrei accettare l'idea che il responsabile della ricerca e sviluppo di una grande azienda in un settore rivoluzionario chieda informazioni tecniche in un blog, se ci trovassimo a Paperopoli. Comunque sono sempre pronto a ricredermi, quindi aspetterò tanto prima o poi molte cose verranno svelate o almeno spero.

Oltre tutto non capisco queste enormi difficoltà a trovare uno stirling, nel laboratorio a fianco al mio ne hanno uno e ti assicuro che non lavoro alla Nasa, purtroppo.

Comunque caro Silvio, io nasco nel gruppo non troppo nutrito dei sognatori, quindi continuo a sperare che delle spiegazioni esistano anche se non riesco proprio ad immaginarle.

Vincenzo Bonomo ha detto...

@Marco Ferro
Non mi sembra di conoscerti ma magari sono il segno di una incipiente demenza senile che mi sta per colpire.
Dove ci saremmo conosciuti?

Marco Ferro ha detto...

@Vincenzo Bonomo

Saremmo colleghi...
Quindi se ci conoscessimo sarebbe bastata la mia domanda per toglierti ogni dubbio. :-)
Solo un curioso caso di omonimia dunque.

Marco Ferro ha detto...

@Vincenzo Bonomo

Saremmo colleghi...
Quindi se ci conoscessimo sarebbe bastata la mia domanda per toglierti ogni dubbio. :-)
Solo un curioso caso di omonimia dunque.

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails