Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

mercoledì 3 luglio 2013

Search 22

Nelle ultime settimane mi avete visto meno presente del solito su 22passi. In effetti parecchi doveri e piaceri della vita reale mi distolgono da quella "virtuale" del web, ma  ho lavorato un po' dietro le quinte e molto più ha lavorato l'amico a cui corrisponde il nick sonosolounmiserotest, che ha creato SEARCH 22, un motore di ricerca “dedicato” per esplorare in lungo e in largo gli oltre (ad oggi) 2.100 post e 85.000 commenti presenti nel blog e pescarvi tutte (o quasi) le informazioni che vi vengono in mente.  Grazie, amico mio, per questo bellissimo regalo fatto a me e a tutti i lettori del blog.

Ringrazio anche Silvio Caggia per l'utile opera di testing da dispositivo mobile.

LINK A SEARCH 22: http://test.webappls.com/

Potete accedere a Search 22 cliccando il nuovo omonimo bottone del menù orizzontale presente nella parte superiore della home page del blog.

Cosa potete fare con Search 22? Tantissime cose!

Potete visualizzare l'elenco completo di:

Potete cercare informazioni all'interno di ciascuno dei suddetti elenchi in base a parole chiave, restringendo le ricerche tramite comode funzioni di filtro.

Dunque oltre a cercare contenuti (cosa), tra post e commenti - che è l'obiettivo principale per cui è nato Search 22 - potete anche curiosare su chi, come, quando e quanto ha lasciato commenti sul blog.

Per esempio potete vedere l'hit parade dei commentatori, che vede al primo posto il sottoscritto Daniele Passerini (6675 commenti), seguito da 2) Valeria (5787), 3) tia (3859), 4) sandro75k (2867), 5) Silvio Caggia (2105), 6) Anto (1621), 7) gio (1615), 8) MISTERO (1583), 9) Tizzboom (1561), 10) mario massa (1477), 11) nemo (1459), 12) piero41 (1346), 13) bertoldo (1341), 14) robi (1200), 15) Alessandro Pagnini (1168), 16) Paul (1147), 17) Mahler (1107), 18) Max Altana (1078), 19) AC/DC (1058), 20) ulixes (1029), 21) Gdmster (951), 22) Shine (930) ecc. 

Se invece guardiamo alla frequenza dei commenti (prendendo in considerazione il periodo che intercorre tra il primo e l'ultimo commento lasciato da ciascun Google ID), le stesse persone della top twentytwo di cui sopra si classificano diversamente (i miei commenti sono distribuiti nell'arco di oltre 6 anni, quelli degli altri nell'arco di 2 anni): al primo posto Valeria (9,63 commenti al giorno), seguita da 2) Max Altana (5,96), 3) sandro75k (4,46), 4) tia (4,44), 5) Silvio Caggia (3,91), 6) Alessandro Pagnini (3,83), 7) bertoldo (2,93), 8) Daniele Passerini (2,90), 9) gio (2,22), 10) nemo (2,12), 11) Anto (2,11), 12) MISTERO (2,05),  13) e 14) Mario Massa e Robi ex equo (2,03), 15) Tizzboom (1,96), 16) Paul (1,66), 17) piero41 (1,65), 18) ulixes (1,64), 19) Mahler (1,51), 20) AC/DC (1,49), 21) Gdmster (1,41), 22) Shine (1,28).

Insomma, smanettando un po' con Search 22, scoprirete che oltre a trovare informazioni che altrimenti andrebbero perse nei meandri del blog, può persino smascherare i troll che ci imperversano! E non parlo di chi, in qualche caso isolato, si è spacciato per qualcun altro giusto per fare una goliardata, parlo di chi serialmente e infrangendo ogni regola di netiquette ha utilizzato personalità multiple all'interno del blog.

Infatti se lo stesso elenco di prima lo ordiniamo per numero di nick usati dallo stesso Google ID scopriamo che:
  1. l'utente che accede con Google ID 00922455390547069410 a seconda del momento dell'umore e delle intenzioni si è firmato 151, 2YlostOnD22, AH, aSilvioLoScettico, BASTA, c1p8, DF, eCat, eTom, EUMCQ, exFT, FreeTia, gulp, plotter, q1w2, superSkeptic, TFXE, vincenzo, VLF (19 diverse identità!);
  2. l'utente che accede con Google ID 18104953166286103466 si è firmato ahoooooò!, Alex Wolfy, AmicodelLaureti, Baldassar, biancospruzzato, Bobo Merenda, Ciccio Pasticcio, cycl'o magic, cyclomaggico, DC, filosganga, Francicotto, Massimo Tonetti, Peppino Togli, Prosecchino, Roberto Caminiti, TPR, Tre quasi fasi, Zio Nista (ancora 19 identità!);
  3. l'utente che accede con Google ID 10066338963778038852 si è firmato Ancora più semplice (ma non basta), Andrea, Andrea G. S., Archimede, Autogatto, Berluscolo, Bevotutto, Capperi che olive, Delfino curioso, Donato Uccelletti, Francesco, Miglietto, Moreno, Passerotto saputello, Tepossino, Tonino, Un bianco per favore, Vincenzo Pini (18 identità);
  4. l'utente che accede con Google ID 01777595239642760484 si è firmato Ambrogio, bettoddo, Bocconcino, Dottò Ruggièro De Ceglie, Dottò Ruggièro De Ceglie De Ladina, Fausto Neri, Fiore, Gaetano, Gianluca Rossi, Lorenzo Orsenigo, Marco Bertini, Matteo Mambretti, MISTEROMozzarella, S. Thomas (15 identità!); 
  5. l'utente che accede con Google ID 05199251475535638502 si è firmato Fabio Sartori, Fausto, Gaspar, Marcello Stifano, Pietro Graziani, Puffo trollatore (6 identità!).
In totale i cinque Google IDs in questione hanno scritto 1355 commenti fasulli nell'arco di 835 giorni (al ritmo di 1,6 al giorno) che molti di voi, spesso, hanno preso sul serio quando firmati (vedi evidenziature) con nomi e cognomi verosimili o con altri nick usati abitualmente da altri utenti del blog. C'è gente che ha veramente tempo da perdere a iosa e, sadicamente, ama farlo a perdere a chi interagisce con loro... insomma, a pensare bene sono semplici perditempo, a pensar male si potrebbe arrivare a ben altre conclusioni... che lascio a ciascuno di voi.

N.B. Il database di SEARCH 22 è aggiornabile periodicamente e scaricabile come file.sql.

22passi.blogspot.com: post n. 2150 (-72)

311 : commenti:

«Meno recenti   ‹Vecchi   1 – 200 di 311   Nuovi›   Più recenti»
Il Santo ha detto...

Che dire? Gran figata!

Vettore ha detto...

Fantastico! Complimenti per l'idea e l'implementazione!
Sarebbe utile "preservare" per i posteri anche i commenti di qualche altro blog, che ho la sensazione potrebbe scomparire da un giorno all'altro a seconda dell'evoluzione degli eventi... ;-)

Silvio Caggia ha detto...

@sono solo un misero test
Finalmente anche noi abbiamo il nostro gioacchino genco... :-)

@alessandro pagnini
Ti e' andata bene... Io avevo proposto come indice il numero di parole per giorni di presenza... :-D

@daniele
Io ancora mi chiedo perche' google non indicizzi tutti i commenti del blog ma si fermi random sui primi...

sono solo un misero test ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Go Katto ha detto...

Carino. sicuro che funzioni bene?
Per esempio:
13876090387656328810 Mahler, tia, tia_, tia_(Stop_FreeTia)
12814189913445976650 bertoldo, Mahler, Valeria

Non so bene se Mahler e tia avrebbero titolo a sporgere querela per l'accostamento a Bertoldo e Valeria, o il contrario.

sono solo un misero test ha detto...

@Silvio

Finalmente anche noi abbiamo il nostro gioacchino genco...

genchi!!!

genco per chi viene da EA non va bene... :-)

eppoi... chessò... assange... snowden... più giovani, più esotichi (con l'h è più esoticho, come debbborah)... perchè devi associare la mia immagine a un vecchio informatico ciccione? dov'è; che ci siamo già visti? :-D

Daniele Passerini ha detto...

@silvio Caggia
Io ancora mi chiedo perche' google non indicizzi tutti i commenti del blog ma si fermi random sui primi...
I misteri di Google sono pari solo a quelli di Quelo! :D

@Go Katto
Il programma funziona bene. Vai a controllare quante volte Mahler e Tia hanno "giocato" a fingersi qualcun altro: sono solo casi occasionali. Ben altro è il comportamenti dei 5 Id che ho segnalato!

Daniele Passerini ha detto...

N.B. Search 22 permette non solo di vedere quando X ha finto di essere Y ma anche di vedere cosa ha scritto in quella veste. Questo consente di distinguere la goliardata dalla mala fede.
Chiaramente, è come avere delle telecamere di sicurezza puntate sul blog.

Yuz ha detto...

Bellissimo strumento.
Ma ho provato a fare una ricerca con il mio nome e non funziona. Cosa sbaglio?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
"@alessandro pagnini
Ti e' andata bene... Io avevo proposto come indice il numero di parole per giorni di presenza... :-D "

C'è una velata accusa di logorroicità nei miei confronti? ;-)

Yuz ha detto...

Ho risolto già, ero semplicemente nella sezione di ricerca sbagliata.

Silvio Caggia ha detto...

@sono solo un misero test
Povero Genchi... La seconda volta che lo nomino e la seconda volta che lo sbaglio... La prima lo avevo chiamato gioachino con una c sola... :-(
Comunque e' lui...
Mi riferivo alla sua abilita' di aver creato un database ed incrociare i dati in esso per scoprire losche trame... :-)
Ovviamente aspettati anche tu accuse di violazioni alla privacy dei poveri troll... :-D
Why? Why not! :-D
http://m.ilmattino.it/m/mattino/articolo/napoli/177965

@alessandro pagnini
Noooo... Non ti accuserei mai di logorroicita'... Al massimo di equilibrismo mentale! :-)
"Siamo giocolieri
Non perdiamo il tempo a cercare
Il senso
Gravitazionale che non c'e'..."
[Samuele Bersani - il pescatore di asterischi]

MISTERO ha detto...

Programmino interessante, ottimo regalo, grazie!

E' possibile utilizzarlo con il blog di Oca?
Facendo una ricerca degli ID prevedo cose molto interessanti.

comRED ha detto...

Chapeau!

Go Katto ha detto...

Daniele,
quindi Mahler = Valeria = Bertoldo
e Mahler = tia
quindi tia=Valeria?
Ma pensa un po'. Invece Rampa != Mistero. I casi della vita.

Daniele Passerini ha detto...

@Go Katto
No. Mahler è Mahler. Valeria è Valeria. Tia è Tia. Basta che usi bene Search 22 e capirai perché. Scusa ma ora sono di fretta, ma - ripeto - puoi darti la risposta giusta da solo.

MISTERO ha detto...

Ma pensa un po'. Invece Rampa != Mistero. I casi della vita.

Ma ti droghi?

Silvio Caggia ha detto...

@go katto
E dire che la matematica una volta non era una opinione... :-)
Sostituisci il segno di uguale con l'operatore di cast, e riprova... :-)

Daniele Passerini ha detto...

e ovviamente MISTERO è MISTERO, a parte uno dei 5 troll che una volta si è spacciato per lui :)

MISTERO ha detto...

Interessante:
. 4 commenti
Nessuno 437 commenti
Marco de Leonardis 235 commenti
Mealricsoa 44 commenti

L'ID è lo stesso 16318943491736838646
I commenti con i vari nik sono di toni decisamente diversi.
Discredito patologico o un nuovo tipo di patologia psichica?
Abbiamo appurato che ci sono i "fisici della domenica" FFD e i "giornalisti scientifici della domenica" GSDD (grazie Giancarlo, Sylvie Coyaud alias Ocasapiens te ne sarà grata) ora dobbiamo aggiungere i "troll della domenica" TDD e il "multinik patologico della domenica" MNPDD.

sono solo un misero test ha detto...

@MISTERO

eh eh eh... vecchio furbacchione... no, quello è fatto con wordpress.

Però butto lì l'idea che mi è venuta lavorando (la tua stessa), sperando che qualche ragazzino ci faccia i soldi (o meglio: rovini il lavoro a chi sicuramente l'ha già fatto e lo tiene segreto). Io non c'ho ne' tempo ne' voglia.

Google non cerca nei sorgenti HTML, quindi una ricerca per googleId o openId o gravatar o simile non darà mai alcun risultato (se non forse questa pagina).

Fare un motore di ricerca che lavora, anzichè sul testo, sul sorgente di una pagina HTML potrebbe in effetti ricostruire il profilo di un bel po' di gente.

Ad esempio: Prosecchino interviene anche sul blog di Ugo Bardi, sempre quando si parla di e-cat... strano...

Ripeto, senz'altro qualcuno, Google in testa, ha già una roba del genere.

@Silvio
... accuse di violazioni alla privacy
magari fossero tanto fessi, ne varrebbe la pena alla grande di affrontare il tribunale. mi sa che abbiamo solo irrobustito il ceppo del battere di qualche dilettante, ma la lotta contro le malattie questa è.

e comunque non vincerebbero mai

Go Katto ha detto...

"No. Mahler è Mahler. Valeria è Valeria. Tia è Tia. Basta che usi bene Search 22 e capirai"... È bastato guardare i numeri, anziché etichette e id. Così imparo a prendere il caffé prima anziché dopo e a invecchiare precocemente.

MISTERO ha detto...

Così imparo a prendere il caffé prima anziché dopo e a invecchiare precocemente.

Si, ti droghi!

Silvio Caggia ha detto...

@go katto
Il caffè attiva il circuito cerebrale della dexterity... In certi lavori d'ufficio e' la droga legale spacciata direttamente dall'azienda... Ma abusandone deprimi gli altri circuiti... I primi sintomi sono la paranoica attenzione al dettaglio... E la perdita della visione d'insieme... :-)
Non sta poi scritto da nessuna parte che invecchiando ci si debba rincoglionire... Anzi... :-)

Daniele Passerini ha detto...

@Go Katto
È bastato guardare i numeri...
Esattamente. È un bell'affare Search 22 nevvero? ;)
Ancora complimenti al suo autore aka sonosolounmiserotest.

Nessuno ha detto...

@Mistero:
Non ho capito perchè cerchi di litigare con me da qualche giorno.
Non sono stato io a trebbiare il campo di grano sotto casa tua!
Le mie identità dovrebbero essere chiare per il padrone di casa (con il quale ho comunicato via mail diverse volte). Se per te questo non era chiaro, non vedo il problema.
Ho cambiato nick quando il blog è stato colonizzato da una persona in evidente stato psicotico che ha trasformato delle pacate ed educate discussioni in una lotta con la bava alla bocca.
Il cambio di tono ha la stessa ragione del cambio di nick.
Leggendo i commenti puoi vedere chiaramente come procede un processo funzionale di presa coscienza della realtà, nella quale si parte da una convinzione, la si mette alla prova ed infine si traggono conclusioni indipendenti dalla convinzione e dalle speranze iniziali rivelatesi errate.
Tu prendi cose banali, le ammanti di mistero e poi ti proclami scopritore.
Quindi prima di parlare di patologie psichiche prova a guardarti allo specchio e rifletti bene su quante volte hai creduto di avere sotto mano la scoperta del secolo.

Daniele Passerini ha detto...

@Nessuno
La vera identità di Nessuno la conoscevo, confermo che in privato ti eri presentato. Ma che Nessuno fosse anche Mealricsoa mi era proprio sfuggito... lo avevi forse dichiarato da qualche parte? Perdona, ma non essendomi mai finto nessun altro, fatico a capire per quale motivo uno debba farlo.

Virgilio Catanzano ha detto...

questo blog mi fa impazzire...
grazie ragazzi!!!!
bhe ormai sei qualcosa di più di un misero test ;))))))

Daniele Passerini ha detto...

@Virgilio Catanzaro
Adesso 22 passi è il blog più trasparente che ci sia! :)

Marco Ferro ha detto...

Davvero carino questo tool!
Ho colto l'occasione per rileggermi qualcuno dei miei rarissimi scambi su questo blog, e mi ha fatto moltissimo piacere. Sì, perché sono uno di quelli che legge sempre, da un bel po' di tempo, e preferisce tacere... anche se sono uno di quelli che nella FF ci spera moltissimo, e che da credito a quei pazzerelloni di scienziati che ci provano seriamente. E secondo me Rossi è uno di questi, coi suoi metodi, le sue strane operazioni e i suoi obiettivi, che credo non debba stare a giustificare a noi, qui, su questo blog... Troppo spesso, secondo me, alcuni "commentatori" qui se lo dimenticano. E mi capita di pensare: "Ma sei io fossi Rossi, e avessi per le mani questo gatto bollente, come mi comporterei? Cosa saprei fare di meglio?". E davvero non ho risposta a questi interrogativi.

@Daniele
Ti ricordi di me? Colgo l'occasione per rinnovarti tutto il mio rispetto e la mia simpatia. Se non ti ricordi non importa. Abbiamo avuto qualche piacevole confronto tra pochi "intimi" giusto 2 anni fa in alcuni post fuori dall'argomento e-cat! Se non ti ricordi non importa. Ciò che importa è che continui ad esserci.

Un abbraccio.

Go Katto ha detto...

"Adesso 22 passi è il blog più trasparente che ci sia"

Sarà, Daniele. Il prossimo passo? Chiederai a chi vuole postare qualcosa qui di scansionare un documento e di inviartelo?

Mistero,
c'è chi beve caffè e chi non ne ha bisogno, perché è di pensieri allegri di suo. Per esempio, come va con le macchine a moto perpetuo? Hai già deciso quando andrai in pellegrinaggio da quella mietitrebbia che ti piaceva tanto?
:D

Marco Ferro ha detto...

P.S. Il mio nick è cambiato... giusto adesso, e non per mia volontà. Le nuove politiche di profilo. Vabbé, così, almeno in parte, si scopre perché prima ero Ironman99.

Go Katto ha detto...

Comunque una te la riconosco: è un'ottima idea per incentivare (be' o unbe' che si sia), l'uso di un unico nick e sinceramente la cosa, da questo punto di vista, non mi dispiace.

Cesare Piccolo ha detto...

WOW, complimentoni a sonosolounmiserotest, ha creato un motore di ricerca semplice ma potente, davvero un bel lavoro!

Virgilio Catanzano ha detto...

si se mi chiamate ancora catanzaRo non vi leggo più!!!!!

Daniele Passerini ha detto...

@Go Katto
Almeno una eh, troppo buono! :)))

@virgilio catanzano
Perdono! Fu il correttore automatico dell'iPhone! :)

@Marco Ferro
Ironman!!! Sì, mi ricordo :)

Virgilio Catanzano ha detto...

:)

Shine ha detto...

Ironia della sorte, comunque guardi le classifiche, il 22 sono io.

piero41 ha detto...

Si, divertente l’opzione... certo utile e molto per ritrovare qualche argomento, dichiarazione o link propia o di qualcuno nel passato.. Non mi sembra utile/opportuno invece confrontre le dichiarazioni, i commenti d’oggi con uelli vecchi , d’altri tempi quando le situazioni, le informazioni e quindi anche noi eravamo ALTRI dalla realtà d’oggi... Sarebbe brutto ora evidenziare e rinfacciare diversità ed incongruenze di pensiero ... da allora , eravamo tutti un po’ diversi!!

@D22
Vedo che hai rinserito l’elenco degli ultimi 5 commenti pubblicati, (magari 7.8??) bene ma se portassero direttamente al commento sarebbe meglio. Poi mi sembra che prima facessero riferimento in qualche modo anche al post sotto il quale apparivano...

Per finir di fare il brontolone scontento... tempo fa avevi annunziato che avresti cambiato, aggiornato tutto il sistem del Blog... Da quando lo conosco Cobraf, ha la correzione del commento, l’inserimento dell’immagine, la ricerca automatica dei vecchi commenti ecc... e dici poco !! anche poter inserir direttamente schemi etc in un blog tecnico!!

@Smanettoni.. anche di App..(Shine??)
Sognerei tanto una bell’App che sul mio Kindle 8.9” su due colonne mi mostrasse da un lato il formato kindle (epub) in inglese e sull’altra colonna la traduzione diretta (approssimativa )come Google... Vi sono tanti. tanti ...ebook in Eng. ma è faticoso leggerli direttamente e divertirsi.. Ho provato a trasformarli in doc, tradurli(?) ecc però senza il testo originale a fronte mmm!! un pasticcio. Credo che sarebbe una App, complessa ma con grande mercato anche a pagamento... Oltretutto c’è tanta buona roba free in lingua!!

Silvio Caggia ha detto...

Quando leggete un commento ripensate a questi 10 punti:

http://m.linkiesta.it/blogs/cavoletti-di-bruxelles/noam-chomsky-e-il-decalogo-sulla-mistificazione-della-realta

sono solo un misero test ha detto...

@piero41

l'accoppiata kindle-epub è lievemente contronatura, almeno sotto il profilo del marketing.

Aldilà di questo dettaglio, il problema non è fare quello che chiedi (epub di fatto è HTML, quindi molto semplice da gestire). Il problema è fare una app che possa concorrere con Aldiko, FBReader & co, che hanno oramai un vantaggio di anni luce (2 o 3, nell'informatica sono eoni). Anche dal punto di vista del marketing (che su "ciappini" quali sono praticamente tutte le app è la cosa di gran lunga più importante).

Red5goahead ha detto...

@piero41

L'alternativa per 22passi è Wordpress dove mi pare ci sia maggiore sviluppo. Temo che Blogger per Google finirà come Reader. E' chiaro che con Google+ ha sempre meno senso una piattaforma di blogging e come spesso fa Google semplicemente lascia morire di inedia i suoi prodotti. Se vuole rimanere con Blogger può valutare tal.ki che consente di inserire un forum, pur con funzioni limitate, dentro il sito stesso.

Diogene ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Diogene ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Diogene ha detto...

Mi son letto la mail sulla termocamera inviata a Malis da parte di Giancarlo e non mi torna una cosa: la termocamera misura la potenza irradiata da 7 a 13 micron, quindi non tutta la potenza emessa (sebbene essendo un corpo a 700-800 C° starà lì la maggior parte), quindi cercare T serve per due motivi:
1) per la convezione, altrimenti come la calcoli senza T
2) concettualmente, sebbene induca errori sistematici e gaussiani, non è così sbagliato fare il ragionamento da per trovare T e poi tornare alla potenza irraggiata, proprio per rificcarla in boltzmanned avere tutto lo spettro di potenza irraggiata
Sbaglio?

oppure la termocamera misura IR ma poi il calcolo della potenza lo fa su tutto lo spettro?

Salvatore Boi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
roberto rampado ha detto...

D'altronde se si vuole usare (per maggior chiarezza di comprensione) la formula di Stefan-Boltzmann per misurare l'emissione della superficie non visibile dell'E-Cat, è necessario servirsi delle T.
Quindi in questo caso Levi&C non hanno agito in modo scorretto, la chiarezza del discorso lo imponeva.

Inoltre le misure sono oltremodo conservative:
1 - Le due barre laterali fredde dei supporti dell'E-Cat portano via almeno il 5-10% delle emissioni.
2 - Le 40 zone di lettura sono ricurve e la parte centrale emette maggiormente rispetto alle due laterali.
Sarebbe stato meglio misurare l'emissione solo di una zona congrua della parte centrale e da questo calcolare le emissioni delle altre zone.

Salvatore Boi ha detto...

OT (Off Topic - fuori tema)
Sto leggendo il libro intitolato "la struttura nascosta del mondo" di Luca Chiesi, Macro edizioni del 2007. Trovo la lettura alquanto interessante, per non scrivere intrigante. Riguardo il piezonucleare scopro così che Carpinteri ha scavato un solco in precedenza già tracciato da altri... Già da fine anni '40!!! Riguardo invece la "ricetta" (mi pare di Roberto A. Monti, pag. 106) per ottenere oro da mercurio per trasmutazione di quest'ultimo, a me sorge il dubbio che l'oro si trovasse già nel mercurio e il procedimento causerebbe magari solo "semplicemente" la loro separazione... Se c'è chi ha voglia e sappia rispondermi ha già da ora il mio anticipato ringraziamento.

Salvatore Boi ha detto...

Concordo con roberto rampado; il suo ragionamento risulta oltremodo logico, e quindi il tutto non fa altro che dimostrare la "superconservatività" delle misure fatte dagli (alcuni direbbero incopetenti, non certo io!) ésimi docenti universitari.

Diogene ha detto...

@ Giancarlo

Non per essere polemico, ma frasi come "a noi che ci importa della temperatura, scusi?" danno l'impressione che determinare T sia scemenza. Il ragionamento della divisione e moltiplicazione per ε, nel valutare l'irraggiamento, è chiaro(la termocamera non misura T, ma P. Eseguendo poi la radice quarta di quello che è, che Levi ha poi ri-elevato alla quarta e moltiplicato per quello che è di prima, la epsilon come la sigma e pure la radice quarta è ininfluente); però è inserito in un contesto che, appunto, fa sembrare il tutto un circolo vizioso, quando non lo è.

Sugli errori metodologici e concettuali, ho espresso la mia un mesetto fa, dicendo che nella prossima demo devono tener conto di tutte le criticità riscontrante, se lo faranno bene altrimenti bene lo stesso (son tre anni che mi diverto, quindi si continui pure)
Sull'emissione di corpo nero mi ricordavo una curva diversa, pardon!

roberto rampado ha detto...

"Non per essere polemico, ma frasi come "a noi che ci importa della temperatura, scusi?" danno l'impressione che determinare T sia scemenza".

Concordo pienamente, è necessario determinare la T di emissione, se non altro per definire la "qualità" del calore emesso; infatti il Carnot lo determini con le temperature, mica con i W/m2 emessi...

MISTERO ha detto...

@Nessuno
Non ho capito perchè cerchi di litigare con me da qualche giorno.

Per litigare bisogne essere in due, da parte mia non cerco ne voglio litigare, ho riportato quanto il "programmozio" aggiornato alle 22:22 del 03/07 ha elaborato.

Prendo atto delle tue giustificazioni, ma sono solo giustificazioni e i fatti (parole scritte) dicono altro.

Leggendo i commenti puoi vedere chiaramente come procede un processo funzionale di presa coscienza della realtà, nella quale si parte da una convinzione, la si mette alla prova ed infine si traggono conclusioni indipendenti dalla convinzione e dalle speranze iniziali rivelatesi errate.

Appunto conclusioni che ti portano a scrivere a chiare lettere che Rossi è un TRUFFATORE senza portare uno straccio di prova a sostegno.
Se non è un comportamento patologico questo..

Sei convinto che se ricevi una denuncia per diffamazione da Rossi, quest'ultimo dovrà dimostrare in tribunale che il suo "mammozio" funziona e quindi non ti denuncerà mai perché non può dimostrare che funziona e di conseguenza sostieni che questa è la prova che si tratta di una truffa. Convinzione totalmente sbagliata, sei tu che devi dimostrare che Rossi è un truffatore.
Se non ti ha ancora denunciato i motivi sono molto più semplici, ha altro a cui pensare che perdere tempo con un "NESSUNO", anche se prima o poi sono convinto che troverai quello che cerchi..

roberto rampado ha detto...

Per me il problema è nella misura della potenza in ingresso di cui non si sa nulla di preciso a parte il Levisays, non ostante ci sia la vita del PCE registrata da qualche parte.

Bene, allora il discorso "epsilon" fatto a Melis crolla e Levi&C (se ce n'era bisogno) viene riabilitato...

Le misure in ingresso?
Chiaro che si basano su Levisays, ma allora tutto il report diventa non credibile per il solo fatto che nessuno di noi era presente...

Credo che Levi sia una persona onesta, ancora in carriera, che ci mette la faccia senza paura.
E così pure gli altri firmatari, che lodo per il loro coraggio: altrettanti non se la sono sentita e si sono ritirati, ma non mi sento di biasimarli!

Diogene ha detto...

@ roberto

Poi Giancarlo si è spiegato meglio. Lui non dice che non sia bisogno di determinare la T, ma che ci sono dei ragionamenti pleonastici (la epsilon se prima la dividi e poi la moltiplichi non importa il valore intrinseco, questo per l'irraggiamento) e che la stima dell'errore sull'irraggiamento è mal condotta.

Imprecisioni che vanno corrette sicuramente, ma per lo più strumentali per la solita polemica fra "qua" e di "là"... le vere criticità stanno altrove nell'ultima dimostrazione, chiamiamola così.

MISTERO ha detto...

Le misure in ingresso?
Chiaro che si basano su Levisays, ma allora tutto il report diventa non credibile per il solo fatto che nessuno di noi era presente...


Quindi Roberto aiutami a capire, non ho avuto ancora la possibilità di parlare con Gianfranco in merito alla sua analisi del report, penso che Gianfranco abbia trovato un "pelone" nell'uovo per quanto riguarda le misure con la termocamera ma questo "pelone" non è sufficiente ad invalidare i risultati misurati perché l'errore che ne consegue non supera il 30% e quindi di fatto con un rendimento superiore al 300% tolto l'errore di misura è sempre un risultato positivo.
Ne consegue che Giancarlo ha dimostrato di non essere un "fisico della domenica" ma al tempo stesso ha dimostrato che le misure in uscita al reattore di Rossi sono accettabili?

roberto rampado ha detto...

@Mistero
Giancarlo è uno dei pochi che mi curo di leggere con attenzione, però come me anche lui esprime opinioni di parte, punti di vista, il mezzo bicchiere per intenderci.

Il Report di Levi può essere visto come presentabile o non presentabile, secondo il livello di esigenze personali: per il palato di Giancarlo non è accettabile, per me è "sostanzialmente" accettabile, ma io sono di bocca buona...

Nessuno ha detto...

@Mistero:
Molteplici indizi concordi tra loro formano una prova.
Si chiama prova indiziaria.
Vannoni per esempio (Stamina), si rifiuta di consegnare i dettagli del suo metodo. Anche se non lo farà mai, sarà accusato ugualmente di truffa.
Inoltre, Rossi ha accumulato una serie imbarazzante di enormi bugie pubblicamente documentate. Di fronte ad un giudice sarebbe assolutamente inattendibile.

roberto rampado ha detto...

@Diogene
Anche la T serviva calcolarla per difetto, quindi la epsilon andava evidenziata sia prima che dopo, non è un dato pleonastico, a mio modesto parere ...

Gdmster ha detto...

Mi fischiano le orecchie.

1) Non ho nulla di personale contro Levi, gli sfottò (Che ce ne frega della temperatura scusi?) erano per Melis, da cui non ho ricevuto né scuse né risposte. Se pensa che io mi fermi qui non mi conosce.

2) La misura in uscita non è tanto sballata da invalidare l'efficienza misurata, purché la misura in ingresso sia significativa.

3) In effetti il valore 1 sottostima la potenza sottratta per convezione (loro non lo dicono) però a questo fa da contraltare che la temperatura della parte superiore del cilindro è più bassa, perché l'aria "sale meglio e più veloce".

3) Non è vero che l'epsilon torna a posto, è comunque un errore concettuale di fondo che a me fa squillare il campanello di allarme in generale: erano in 7 e non se ne sono accorti; io me ne sono accorto il giorno dopo la pubblicazione del report, come ho anche detto a tutti quelli che facevano questioni di lana caprina su 1.0 o 0,90. Controllate i commenti antichi.

4) Sto giocando pulito, non ho mai affermato che hanno usato una vernice speciale che esalta l'emissività proprio nel campo di misura. Si può fare. Io cerco di fare il contrario con carri armati e navi. Vernici diverse :-)

5) Roberto ha ragione, io cerco le ragioni degli scettici, non è una questione di palato. Non ne faccio una questione di religione, come detto mi preoccupa di più Vannoni che Rossi. In questo ambito penso che le misure in ingresso semplicemente non esistano da un punto di vista professionale; se poi ci dobbiamo accontentare dei 7 che ci dicono di aver misurato tot kWh in 96 e 116 ore, non ne faccio una questione di vita e di morte. In una foto che ha fatto il giro del mondo nel test di Dicembre stanno misurando una potenza attiva negativa, il che è assurdo. Hanno 350.000 scatti per dimostrare che mi sono sbagliato. Io ho solo quello.

sono solo un misero test ha detto...

@Nessuno

...ha accumulato una serie imbarazzante di enormi bugie pubblicamente documentate

non che mi disturbi l'OT, ma: bravo, sei tornato in topic.

non è una questione personale, ma perchè solo chi è contro AR qua dentro ha assunto diversi nick, mentre chi è possibilita/speranzoso non lo ha fatto ne' qui ne' altrove, se non per questioni evidentemente tecniche?

Robbins ha detto...

In un test "black box" c'è un IN e un OUT.

OUT: a) Mario Massa - misura sostanzialmente corretta, b) Giancarlo - misura eventualmente sbagliata in sovrastima max di 30% - irrilevante rispetto al guadagno dichiarato, c) svedesi scettici su arXiv - pensieri confusi sulla vignettatura della termocamera ecc - no comment.
Quindi possiamo accettare come valido il valore OUT.

IN: ipotesi del bias DC - ipotesi della malafede degli sperimentatori - ipotesi dell'errore nell'uso dello strumento; si tratta di argomenti esterni al testo, tanto valeva rigettarlo in toto e fin dall'inizio.

Meraviglia notare il cambio di cavallo: prima critica tecnica, poi riconoscimento che la critica non riesce a inficiare il test, QUINDI salto logico e ricorso all'argomento del sospetto nell'altro corno. Perché questo è chiaro: uno dei due tra IN e OUT deve essere sbagliato/fraudolento a priori.
Tanto valeva dichiarare tale certezza fin dall'inizio, invece che cercare di scoprire magagne e, non essendoci riusciti, sfoderare argomenti ipotetici e ad personam.

Robbins ha detto...

@sono solo un misero test
Già, questa è un'osservazione generale e corretta:
perché gli scettici si nascondono dietro più nick?
Il problema non è che c'è UNO che fa così, ma che il comportamento è comune a un'intera classe.
E' legittimo chiedersi in cosa consista tale coazione collettiva.

domenico canino ha detto...

@robbins
paura di perdere la faccia perfino sotto falsa identità? Il prossimo post serio dovrà essere allora: E' l'esistenza di Dio dimostrabile galileianamente? Ovviamente no. Ma qualcuno troverà ottimi argomenti pro e contro. Dio non esiste, ma gli uomini continuano ad averne bisogno. Non sappiamo se l'e-cat funziona veramente, ma ne abbiamo tutti un disperato bisogno.
ciao

Fabio Crestani ha detto...

@Nessuno
"Molteplici indizi concordi tra loro formano una prova.
Si chiama prova indiziaria"
Questo vale per il buon senso e per l'ambito giuridico non per la Scienza.
La Scienza vuole (giustamente) che un qual cosa sia dimostrato in maniera assoluta, ripetibile ed incontrovertibile.
Per questo una verità è riconosciuta tale dalla Scienza solo dopo lunghi e complessi protocolli.
Ovviamente non bisogna fare l'errore che fanno tanti unbe' di rifiutare categoricamente una cosa solo perché mancano ancora studi pubblicati in riviste peer review. Bisognerebbe sempre essere possibilisti.

Gdmster ha detto...

@Robbins
"Il problema non è che c'è UNO che fa così, ma che il comportamento è comune a un'intera classe."

Mi spiace ma nel DB può trovare almeno un controesempio. Per capire se ha sbagliato o meno la sua affermazione dovrebbe chiarire il concetto di intera classe. Come saprà il mondo è pieno di Matematici della Domenica e noi lo siamo.

Ci spiegherebbe in quale figura ha visto la misura IN? Intendo lo schema di collegamento dell'apparato di misura all'ingresso dell'HotCat. Grazie, per maggior chiarezza.


Robbins ha detto...

@Gdmeister
Se ho un testo in due capitoli A e B non è permesso a nessuno di criticare A con un metodo e B con un metodo diverso da quello applicato in A. A nessuno che si voglia dire scienziato, almeno.
Quello è un sistema da tifosi - e QUELLA sì che è gente della domenica. A Lei come riesce la ola? Le vuvuzelas da Franchini come vanno? Le lucidano? Le provano? Non vorrei che a forza di guardare il pel nell'uovo arrivassero dei dispiaceri. Ovviamente un rigore da parte di un arbitro venduto.

sono solo un misero test ha detto...

@domenico canino

Non sappiamo se l'e-cat funziona veramente, ma ne abbiamo tutti un disperato bisogno.

di Dio ognuno pensi quel che vuole. Nessuno ha un disperato bisogno dell'ecat. Ciò di cui non hanno per nulla bisogno nel 2013 uomini adulti con un'istruzione media, è di preti che dicano se ciò che vedono coi propri occhi è vero o no.

Gdmster ha detto...

@Robbins
Se ha pazienza prima o poi vedrà una critica unica e coerente. Non disperi. Faccio altro per campare e difatti non so perché faccio tutto ciò.
Intanto Lei è un altro di quelli che non risponde mai alle domande ma butta sempre fuori la palla dal campo. A suo modo è tifoso anche Lei. Più con la viola che con la vuvuzela, immagino.

1) Occorreva misurare la potenza in ingresso e quella in uscita

2) Quella in uscita, sempre secondo l'opinione di un tifoso, è stata misurata male e con scarsa competenza ma non inficierebbe il risultato

3) Quella in ingresso all'hotcat, e stavolta faccio la ola, non è mai stata misurata a giudicare dal lavoro e dall'appendice.

Ponzio Pilato l'ho sempre odiato: è un ruolo senza rischi, ma almeno di lui si conoscevano nome e cognome. Lei dopo aver pontificato a lungo sparirà in caso di insuccesso. Molti di quelli che scrivono qui possiedono il mio indirizzo esatto e uno o più numeri di telefono. Uno almeno pure il mio IBAN.

Abbia coraggio una volta nella vita, si prenda le sue responsabilità invece di fare il saggio grillo parlante. Se vince Rossi vengo a festeggiare con Lei e lo penso davvero, Andrea mi è testimone. Pago io. Consideri che la vita è più complicata quando la si considera fuori dalla dottrina.

F.C. ha detto...

@Robbins o chiunque sappia rispondermi.

Sembrerebbe che tra i critici al report dei 7 prof. non ci sia perfetto accordo sulla misura della potenza in uscita. Per intenderci Massa ritiene che sia corretta poiché al più sottostimata, Giancarlo invece ritiene che sia scorretta perché potrebbe essere sovrastimata anche di un 30%.

Sapreste riassumermi la teoria di Giancarlo o almeno indicarmi dove leggerla?

Grazie.

mario massa ha detto...

@F.C.
"Sembrerebbe che tra i critici al report dei 7 prof. non ci sia perfetto accordo sulla misura della potenza in uscita."

A me pare che invece ci sia accordo. Io ho sostenuto che la misura della potenza in uscita era ragionevolmente certa (cioè l'errore di misurazione piccolo rispetto all'eccesso di calore misurato). Giancarlo lo ritiene sottostimato, ma anche lui concorda che l'errore, se c'è come probabile, difficilmente è lì. Entrambe (ma anche Franco e altri scettici) concordiamo sul fatto che l'errore va cercato nella misura della potenza elettrica in ingresso.

mario massa ha detto...

@F.C.
"Sapreste riassumermi la teoria di Giancarlo o almeno indicarmi dove leggerla?"

http://fusionefredda.wordpress.com/2013/07/04/melis-3/

Alessandro Pagnini ha detto...

@ mario massa
@ Gdmster

Intanto ciao Giancarlo, piacere di rileggerti ogni tanto :-)

" Quella in ingresso all'hotcat, e stavolta faccio la ola, non è mai stata misurata a giudicare dal lavoro e dall'appendice "

Dal momento che è pur stato usato un wattmetro a vero valore efficace, ritenete che la potenza in ingresso NON sia stata misurata nel senso che c'erano delle possibili vie di taroccamento della stessa? La famosa teoria della DC (non quella di Andreotti, quella di Edison ;-) ) o trappole simili?

F.C. ha detto...

@Massa.

Avevo compreso che le critiche vertono principalmente sulla misura dell'output.
Mi incuriosiva però la divergenza di opinione tra te e Giancarlo sull'interpretazione della misura dell'input, se pur limitata a valori che da soli non inficerebbero il bilancio energetico.
Da quello che ho capito, tu ritenevi che la misura, per come è stata effettuata, al più sottostima la potenza termica in uscita. Mentre Giancarlo affermerebbe che la misura è concettualmente sbagliata e potrebbe anche sovrastimare la potenza di un 30%.

Grazie per il link.

Un saluto.

Diogene ha detto...

@ roberto
Infatti vale solo per l'irraggiamento, dove moltiplichi e dividi. Per la convezione, dove c'è solo T e nessun epsilon hanno fatto benissimo.

mario massa ha detto...

@F.C.
Non c'è di che!
Non sapevo del range ristretto di sensibilità del sensore. La risposta sotto a Diogene spero ti chiarirà.

@Diogene
"la termocamera misura la potenza irradiata da 7 a 13 micron, quindi non tutta la potenza emessa (sebbene essendo un corpo a 700-800 C° starà lì la maggior parte)"

Non sono esperto, ma per Wien il picco di emissività di un corpo nero a 800°C è a circa 3 micron, quindi ciò che scrivi non è vero. Il fatto che la termocamera legga in un range abbastanza lontano dal picco (supposto) di emissione mi pare muove qualche dubbio sulla correttezza della misura nell'ipotesi che la superficie non sia un corpo grigio. Il software infatti stima la potenza emessa (e quindi la temperatura) sulla base del valore di potenza misurata nella "coda" della curva di emissione, ma fa questo considerando il corpo grigio, cioè con forma della curva uguale a quella del corpo nero (solo più bassa del fattore epsilon). Se per esempio la vernice utilizzata avesse un picco di emissione a 10 micron, la termocamera verrebbe imbrogliata e indicherebbe un valore di temperatura superiore al reale. Mentre, come ricorda Giancarlo, il valore di epsilon è ininfluente sul calcolo della potenza emessa per irraggiamento (varia solo la temperatura letta), la curva di emissione incide e può incidere anche pesantemente soprattutto quando si lavora a temperature che prevederebbero il picco di emissività fuori dal range di lettura del sensore. Avendo però a disposizione un dummy Hot-Cat mi pare che queste problematiche potevano essere approfondite senza difficoltà (e magari è stato effettivamente fatto). Nonostante le perplessità che ho riportato rimango comunque dell'opinione che l'indagine si dovrebbe concentrare sulla potenza elettrica in ingresso.

roberto rampado ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Gdmster ha detto...

@F.C.

Oddio, non riesco a spiegarmi, debbo farmi un esame di coscienza. La misura dell'uscita NON è concettualmente sbagliata, migliaia di persone usano quel metodo anche se c'è di meglio.
E' concettualmente sbagliato imputare la sottostima della potenza per irraggiamento all'epsilon. L'epsilon è irrilevante. Rileva invece ai fini della potenza dissipata per convezione: ma non è questo che intendevano loro se uno legge il TPR.

Giancarlo

roberto rampado ha detto...

@Diogene
Ribadisco il concetto.
La calorimetria ad irraggiamento consente di misurare, oltre al calore, anche l'Entalpia dell'E-Cat, cosa che non sarebbe possibile con la calorimetria a flusso di massa (CFM).
La CFM rimane comunque la più precisa ed incontestabile in assoluto e associata ad una serie di sensori termici adesi alla superficie dell'E-Cat raggiungerebbe lo stesso risultato della calorimetria ad irraggiamento.

Speriamo sia la prossima prova...

Gdmster ha detto...

@Alessandro Pagnini
Oddio, non riesco a spiegarmi neppure con te, debbo farmi un altro esame di coscienza.

Io non vedo figure o schemi di connessione che mostrino come il wattmetro sia stato connesso all'ingresso del hotcat inteso come black box. Ossia , ma quanta potenza entra nelle resistenze?

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
Un saluto da un bellissimo posto, dove puoi prendere la tintarella integrale, costruire capanni per ripararti dal sole coi rami ammucchiati vicino al bagnasciuga, incontrare volpi a tu per tu come fossero cagnolini domestici, e gabbiani che volano rasoterra sulla riva, osservare - ahimè - la carcassa spiaggiata di un delfino, contare le coccinelle sull'ombrellone ecc.
Daniele ed Elisa

Daniele Passerini ha detto...

@Gdmster
Mi fischiano le orecchie.
1) Non ho nulla di personale contro Levi, gli sfottò (...) erano per Melis, da cui non ho ricevuto né scuse né risposte. Se pensa che io mi fermi qui non mi conosce.

Giancarlo... quello che hai scritto suona veramente come un "lei non sa chi sono io!!!" o se preferisci come la più classica delle code di paglia. Melis ha solo parlato di scienziati della domenica, non ha fatto nessun riferimento a nessuno. Perché ti senti tirato in causa direttamente???
W il buon Melis e abbasso chi deve fare un dramma e una tragedia greca di tutto! :)))

piero41 ha detto...

@sono solo un misero test
Tornando all’App di stamani: “kindle-epub è lievemente contronatura” mi sembrava di averci inserito dei reader e ora gli epub li leggo bene anche se raramente!!
” Il problema è fare una app che possa concorrere con Aldiko, FBReader & co,” ma perchè concorrere in opzioni? per me e per tanti non più tanto giovani il problema è leggere senza sfaticarsi tanto un romanzo in inglese e trovare quindi un reader o un’App (in mobi) che mi mostri il testo originario inglese sulla 1° colonna e sulla 2° me lo TRADUCA in italiano , in visione orizzontale, senza collegamento alla rete... Certo la sincronizzazione e un po’ di setting... Oppure c’è già qualche App che fa questa traduzione come Google?? Non mi risulta...

triziocaioedeuterio ha detto...

@Daniele
Daniele dicci dove sei💮

Robbins ha detto...

@Gdmaster
Prescindendo dal mio diritto extra-padronale di mandare la palla dove voglio, dentro o fuori che sia, le ricordo la storiella dei fossili: li ha creati il diavolo per mettere alla prova la fede nella bibbia.
Lo stesso col report delle terze parti - Lei (non credente) e gli altri (credenti) vi accapigliate sopra - ma è solo un pezzo di carta. Non siamo in una disciplina formale - il report è una collezione di parole, indifferente allo stato delle cose.
Perché dovrei perdere il tempo di mia vita sopra un epsilon, se l'epsilon può essere tutto e il suo contrario - da una truffa di fisica tecnica mal congegnata alla scoperta fondamentale dell'umanità?
Quindi - e purtroppo - tutti tifosi della domenica, in difetto di principio di realtà.
Il pranzo - ma senza rivelazione dell'IBAN (troveremo un sistema) - glielo offrirò io, se risulterà provato dai FATTI che le leggi della Fisica, valide dai quark alle galassie, con Rossi si sono prese una vacanza.
A volte succedono cose imprevedute, ce lo mostra la storia - nel caso cercherò di dispiacermi per l'esperta di cartamodelli e bon ton, per il Napoleone di Tirrenia e per tutti gli obbedienti soldatini - ma non so con quanto successo.

ravecarl ha detto...

@Daniele
Buone vacanze.

Buone vacanze in sardegna ?
Cala della volpe ?
O no ?

sono solo un misero test ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Diogene ha detto...

@ Mario

Sul picco già è stato chiarito e mi son spiegato: mi ricordavo una curva diversa andando a memoria e, essendo di fretta, non ho ricontrollato. comunque non è influente per il resto del ragionamento.

Quello che tu dici sul gabbare la telecamera non mi sembra per nulla corretto. Il corpo nero è l'oggetto (ideale) che ha la maggiore emissività (ma si dice così?), quelli reali sono sempre al di sotto, qualche volta vicini al corpo nero, qualche volta drammaticamente lontani. Però, impostando epsilon uguale ad uno nella termocamera, si ha sempre una stima conservativa di T; qualche volta in modo leggero, qualche volta in modo drammatico, appunto.
Ora, ipotizzando come fai tu, una vernice che proprio a 10 micron è più vicina al corpo nero ed impostando epsilon uguale ad uno, ci sarà una leggera sottostima di T. (come sembrerebbe, dato che l'oggetto è smaltato e quindi vicino al corpo nero). La telecamera darebbe i numeri se si fosse oltre il range di misure che supporta, io non ho controllato e mi sono fidato di Levi, per dovere di cronaca.

sono solo un misero test ha detto...

@trizio

lascia perdere: gliel'avrò ripetuto 1000 volte di smettere di prendere quella roba, ma lui niente... un ragazzaccio! :-D

@piero41

ma perchè concorrere in opzioni? per me e per tanti non più tanto giovani

come me. ma il problema è che le app le comprano i gggiovani. se devono campare tutti coi miei 0.79 di iMetano stanno freschi.

cmq tranquillo, vedrai che presto i "grossi" faranno anche la feature che chiedi; considera che devono mettersi d'accordo con Google per offrire un servizio decente (e per quei numeri non è gratis). Come vedi il problema non è tanto tecnico, è più quello che gli sta attorno.

Diogene ha detto...

@ Roberto
>Speriamo sia la prossima prova...

Mai concordato tanto. Io né credo, né non credo, vorrei solo massima chiarezza.

Go Katto ha detto...

"Lo stesso col report delle terze parti ... è solo un pezzo di carta"

Robbins, lei mi colpisce: se n'è accorto!
A quando la rivelazione che i video su youtube sono solo film? O che le parole di Rossi sono solo parole?

Stia attento, però: da queste parti con certe dichiarazioni si rischia di sentirsi augurare tanto buon karma, magari dopo uni scroscio di insulti variopinti.

Meno male che a lei il padrone di casa vuole (ancora) bene. Comunque, i miei più sinceri auguri per il futuro.

sono solo un misero test ha detto...

@Go Katto

con certe dichiarazioni si rischia...

questo è solo un film. io sono in quel film. io non sono un film. io ho visto ciò che non è un film. LENR? probabilmente si, magari no, ma sicuramente non un film.

C'eri, tu, Go Katto? Cosa hai visto? E cosa pretendi, oltre che lazzi e sberleffi, se hai la sicumera di dirci cosa abbiamo visto in un posto dove tu non c'eri?

roberto rampado ha detto...

Quindi - e purtroppo - tutti tifosi della domenica, in difetto di principio di realtà.

Concordo! ...quindi tanto vale non prenderci troppo sul serio e farci delle grasse e sonore risate...

sono solo un misero test ha detto...

@roberto rampado

non ho capito: a me piace ridere, molto, ma cosa c'e' che fa ridere nel rinunciare al proprio diritto all'informazione su una scoperta di questa portata?

se a Robbins piace pensare che chi ha dei riscontri, e diversi, su una notizia, sia un "tifoso" come chi di riscontri non ne ha e cerca di costruirne, è liberissimo di farlo. Sarebbe un presuntuoso, sarebbe in errore, ma cmq libero di farlo.

sandro75k ha detto...

in una bottiglia d'acqua fresca c'è una "fusione fredda" ogni mille anni....

sandro75k ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
sono solo un misero test ha detto...

in una bottiglia d'acqua fresca c'è una "fusione fredda" ogni mille anni....

fonte ISTAT? :-D

roberto rampado ha detto...

@sono solo un misero test

...rinunciare al proprio diritto all'informazione su una scoperta di questa portata? Non ci penso proprio...

Rido ironicamente del variopinto per non dire bizzarro campionario umano che incontro cammin facendo, conscio che tanto si sa, la meta è già definita, che si voglia e non si voglia... siamo solo spettatori ininfluenti sulla realtà del fenomeno, alcuni curiosi, altri critici, e altri ancora speranzosi ma sempre ininfluenti...

sandro75k ha detto...

@Sono solo un misero test

No, "fonte" pubblica..... :D

sono solo un misero test ha detto...

@roberto rampado

speranzosi ma sempre ininfluenti...

ok, giuro che non mi opporrò mai più a previti, a sallusti, alla minetti... me li terrò e mi farò una grossa risata :-)

domenico canino ha detto...

@robbins
il report sono solo parole, ovvio; nessuno di quelli che lo ha letto era davanti all'oggetto in prova. Però c' erano le persone che lo hanno redatto, lo hanno toccato, visto riscaldarsi, visto fondere a dicembre in un disruptive test; per quelli che non c'erano o si fidano dei testers, oppure se li ritengono inadeguati (unfit) dicono che il test non è probante. Ma sempre sulle impressioni. Io invece sto dalla parte del ragionamento di Melis: levi £ co, hanno toccato e testato un oggetto, magari con delle limitazioni, mi fido insomma di più di chi ha testato di chi giudica il tester. Mi consentirete che un vantaggio rispetto a noi ce l'hanno eccome!
@sono solo un misero test
tra fede e scienza dovrebbe esserci una differenza fondamentale, là devi credere senza capire e pensare, di qua non devi credere, ma capire. Solo che spesso alcuni scienziati si dimostrano più dogmatici degli uomini di fede, e lì cascano nello loro stesso errore. La mia rabbia è che si fanno le pulci a Rossi e Levi (giustamente) e non si fanno a tutte le religioni del pianeta, agli oroscopi, ai tanti contaballe che ci sono in giro. Non mi risulta che al papa od ad altro qualunque capo religioso venga contestato il fatto che l'oggetto su cui si basa la loro vita e tutte le loro affermazioni semplicemente non esiste. Due pesi e due misure, non mi garbano.
ciao

robi ha detto...

Domenico
scusa ma
tra scienza e religione non esiste alcun nesso.
a meno che tu non voglia applicare il metodo scientifico anche alla religione..
liberissimo di farlo ma,
secondo me sono su due dimensioni (realtà )completamente differenti.
-date a Cesare quel che è di Cesare-

Marco Ferro ha detto...

@Robi
La fede è fede, e per definizione non richiede prove scientifiche... siamo d'accordo. Ma quando la fede pretende di interferire con la vita di tutti, credenti e non credenti, dettando le regole allo Stato, allora qualche prova delle sue affermazioni dovrebbe fornirla. Altrimenti è dittatura.

piero41 ha detto...

@sono solo un misero test
Cos’è “Il principio della realtà..”
“.. io non sono un film. io ho visto ciò che non è un film. LENR? “...”se a Robbins piace pensare che chi ha dei riscontri, e diversi, su una notizia, sia un "tifoso" come chi di riscontri non ne ha e cerca di costruirne, è liberissimo di farlo.”
Ma tale principio è unico e già definito come dice Rampado :” conscio che tanto si sa, la meta è già definita, che si voglia e non si voglia... siamo solo spettatori ininfluenti sulla realtà del fenomeno, alcuni curiosi, altri critici, e altri ancora speranzosi ma sempre ininfluenti...”
O non ci sono molti principi di realtà incapsulanti vari individui che agiscono e magari si battono per portare avanti una loro visione, un loro progetto di realtà nella quale credono ed agiscono.. Rossi è uno , Focardi era in una realtà un po’ altra, ma poi “the man with the cap”, del film definisce altre realtà molto potenti militari (USA?), come altri personaggi importanti di quel film-esperienza reale.. Loro in quali principi di realtà stanno vivendo e creando nelle industrie di stato?? Lei li ha incrociati in quel film conosce cosa ora stanno progettando e poratando avanti con le Lenr??... C’è poi un altro grande gruppo che definisce un’altra realtà diciamo degli ex militari italiani “retired” (Camillo, giancarlo &Co) sviluppatosi probabilmente a negare le Lenr soprattutto l’arricchimento con D. dell’Uranio (vds del Giudice) del quale probabilmente erano all’oscuro .. gli USA ehh!!. Allora per forza esiste la DC in ingresso, allora:”nei suoi calcoli probabilmente Levi usa la formula sbagliata la(2) invece della (1)..” anche loro vivono questa loro realtà “contro” per negare l'altra di Rossi e qualcuno chissà per negare così il grande inganno dell’alleato??... ma lasciamo perdere..
Dunque in fieri convivono molti principi di realtà e probabilmente, qualcuno dice, che di continuo a seconda di certi eventi, scelte questi universi realtà si separano e si allontanano nel multiuniverso come particelle adimensionai ed atemporali... bohh!! ma nessuno è ininfluente ciascuno forma ed agisce in una”sua?” realtà... forse dovremo imparare a conoscere scientificamente meglio l’esistente usando meglio certe attuali ipotesi. Chissà magari tra un po’ con l’aiuto dei nuovi computer quantistici... più adatti.
L’ho scritto stanotte...ora non so nemmeno se abbia qualche significato per gli altri , pubblicarlo?...bohh!!

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Gdmster
"@Alessandro Pagnini
Oddio, non riesco a spiegarmi neppure con te, debbo farmi un altro esame di coscienza.

Io non vedo figure o schemi di connessione che mostrino come il wattmetro sia stato connesso all'ingresso del hotcat inteso come black box. Ossia , ma quanta potenza entra nelle resistenze? "

Tranquillo Giancarlo, tranquillo, ti spieghi bene, solo che talvolta è semplicemente necessario farsi qualche domanda giusta per avere le risposte che servono :-)
In questo caso mi viene in mente di aver letto da parte di uno dei partecipanti 'stranieri' che il wattmetro era interposto tra la presa a 380 presente nel locale e la scatola di alimentazione che provvedeva a ripartire la tensione (e conseguente corrente) sugli elementi riscaldanti dello Hot Cat. Nessun altro cavo portava potenza allo Hot Cat, se non quelli in 'uscita' dal wattmetro.
Da queste parole (non chiedermi di ritrovartele, ti prego, facciamo finta di fidarsi per un attimo e vediamo se in questa ipotesi riusciamo a chiarirci le idee) si dovrebbe evincere che tutta la potenza erogata per il riscaldamento in input allo Hot Cat + la potenza consumata dalle perdite del circuito di alimentazione (drop out dei semiconduttori, logica di controllo, ecc..) entrano a far parte del calcolo della potenza di input, introducendo quindi una sia pur minima sovrastima della potenza realmente 'riscaldante' utilizzata dallo Hot Cat (ipotesi quindi cautelativa).
Mi pare di capire che questa descrizione, che fornita da un tecnico minimamente competente a me parrebbe accettabile, in mancanza di un supporto grafico in appoggio, non sia esaustiva per te, giusto?
E' pur vero che volendo e supponendo che i collaudatori fossero molto distratti o inebetiti dal Lambrusco, si può ipotizzare di tutto e di più, ma anche che sbaglino a fare il disegnino che potrebbero fornirti, se è per questo. Insomma, Giancarlo, se ritieni che non siano in grado di collegare un wattmetro per fare una misura come questa, nonostante le qualifiche esibite, a questo punto puoi fargli le pulci su tutto quello che vuoi e stai tranquillo che non sarai mai pienamente soddisfatto e convinto. Io penso che come tutti possano aver fatto qualche errore e in dei momenti qualcuno tra loro possa anche aver fatto, o detto, qualche stupidaggine (nessuno è perfetto, a parte i presenti, ovvio ;-) ), ma nell'ambito di un gruppo di lavoro e in una prova di giorni, non penso che non si sarebbero accorti di errori rilevanti. Per quanto rimanga solo una mia opinione col valore che gli si può attribuire, ritengo che la misura della potenza in ingresso sia molto più affidabile di quella in uscita, che da ciò che ho capito non è così facilmente ricavabile. La potenza in ingresso invece potrebbe essere grandemente sottostimata, solo in presenza di artifici messi in atto da Rossi e dei quali i nostri eroi non si fossero accorti. In tal caso non sarebbe però lo schema dello svedese a svelare l'arcano.

Paul ha detto...

Ma io lo schema l'ho visto, mi pare collegato al famoso report...
Il wattmetro era collegato tra presa di corrente ed e-cat. Due fili per la tensione, tre pinze amperometriche per le tre correnti sulle tre fasi. Non fatemelo cercare, però...

mario massa ha detto...

@Diogene
"La telecamera darebbe i numeri se si fosse oltre il range di misure che supporta"

Secondo me il range era corretto (in caso contrario avrebbe indicato "fuori scala"). Forse mi sono spiegato male: una termocamera che stima la potenza misurando solo quanto le arriva nel campo 7-13 micron, quando è chiamata a misurare un oggetto che si trova a circa 800°C e che quindi per Wien emette principalmente nel campo 3 micron dà ugualmente il valore, ma lo estrapola considerando sempre solo la potenza emessa nel campo 7-13 e considerando il corpo grigio, cioè che la curva di emissione al variare della frequenza sia quella rappresentata da Wien per il corpo nero solo ridotta del fattore epsilon considerato uguale per tutte le frequenze. Se invece la curva di emissione è anomala (cioè epsilon è dipendente dalla frequenza cioè il corpo non è grigio) e supponiamo che epsilon nel campo 7-13 sia il 30% più alto che a 3 micron, la termocamera (che ipotizza epsilon invariante con la frequenza) crede che la potenza emessa sia il 30% in più su tutto lo spettro, deduce quindi una temperatura del corpo circa (1.3)^1/4 superiore (cioè nel caso in esame circa 60°C in più) dal momento che gran parte dell'energia è in realtà emessa intorno a 3 micron. Se esistesse una vernice con epsilon nel campo 7-13 micron 3 volte superiore a quello nel campo attorno a 3 micron la potenza emessa dal corpo a 800°C verrebbe sovrastimata di un fattore poco inferiore a 3. Chiaramente il problema non esisterebbe se la telecamera leggesse nel campo 2-10 micron. In ogni caso non mi risulta che esistano vernici con epsilon tanto variabile.

Robbins ha detto...

@sono solo un misero test
Il report è un documento onesto, con difetti. I difetti sono una costante dell'umanità e, in una situazione di privativa industriale, mi sembra che si sia cercato di fare bene.
Non mi piacciono le ridicole evoluzioni sul trapezio degli scettici - che, pur di negare, sparano con tutte le armi possibili, come in un videogioco.
Ma non mi piacciono neppure quelli che sono per Rossi a prescindere - Rossi ha mentito molte volte e anche adesso non è chiaro.
In questa situazione un richiamo al principio di realtà non è sbagliato e non ha nulla a che vedere con il diritto di informazione.
Noti come la voce di Francesco Levi, nell'intervista, suoni stanca e rassegnata. Forse andrebbe aiutato, senza metterlo al muro e senza farne un santo. Certo che tutta la storia non è particolarmente lineare - sarebbe stato meglio che, se il fenomeno è quello che si dice sia, fosse uscito fuori in un laboratorio universitario e avesse seguito la strada di tutte le scoperte importanti. In certi momenti il JONP, 22Passi e Franchini mi fanno girare la testa.

sono solo un misero test ha detto...

@piero41

... bohh!!

confesso che una certa sensazione di supercazzola brematurata è venuta anche a me.

il principio di realtà a cui personalmente faccio riferimento è quello in cui stamattina il calore fornito alla macchinetta ha prodotto un caffè che ho potuto bere qui, in questa dimensione, e non qualcun altro su flatlandia.

siamo nello stesso principio di realtà?

se gli amici (?) militari, che insieme a certi luminari insistono a dire che fanno certe cose nell'interesse altrui, sono partiti per un altro principio di realtà, sono cortesemente pregati di tornare indietro dal pianeta papalla su cui sono appapallati: si stanno sbagliando, non è quello l'interesse delle casalinghe di voghera che dicono di voler difendere. Anche se una squadra mista di nordcoreani, ayatollah e muftì dovesse minacciarci di sterminio.

domenico canino ha detto...

@robi
no,non sono piani distinti;per me o si applica galileo sempre o se non lo si ritiene adatto non applica mai. Non lo applico quando mi conviene e poi lo disattivo quando qualcosa non torna. Galileianamente Dio non esiste. Punto. Non mi piace che a tutti i ricercatori o scienziati si facciano le pulci sul milliwatt o sui microorganismi, e ad altri soggetti (religioni, astrologia,) si facciano passare delle grandi enormità che rovinano la vita delle persone, gettandole in un insano sonno della ragione, senza che nessuno possa dir loro apertamente: mi dispiace lei è un cacciaballe, perchè le cose di cui parla non si sono mai viste e non sono verificabili. Non è corretto. Se vuoi credere sei padronissimo, ma non spacciare la tua credenza per realtà. La realtà bisogna dimostrarla.

Silvio Caggia ha detto...

Ragazzi, non confondiamo la scienza con l'esistenza...
Le galline di kevran continuano a fare le uova anche se la scienza dice loro che non possono, mondaini continua a fare le sue trasmutazioni anche se la scienza non lo vuole vedere, rossi vende il suo e-cat anche se per la scienza non e' dimostrato che funzioni...
Per fortuna e' l'esitenza che crea la scienza e non viceversa... :-)

E per fortuna non siamo nemmeno obbligati a dover ritenere vero tutto il corpus della scienza per vivere... Se per assurdo tutti lo facessero la scienza sarebbe statica e non dinamica... Possiamo ancora avere interpretazioni in contrasto con quelle ufficiali della scienza... Del resto e' proprio questo che sul lungo periodo arricchisce la Scienza... :-)

Silvio Caggia ha detto...

@gdmster
Devi guardare la versione 3 del report, ultima pagina, l'appendice, li' c'e' lo schema elettrico.

gabriele ha detto...

@domenico
"La realtà bisogna dimostrarla."

Non sono affatto d'accordo su questa ultima affermazione.

La realtà bisogna dimostrarla se si ragiona in un ambiente scientifico, se si ragiona in un ambiente religioso, o politico, o sociale, o intimistico, la dimostrazione può essere tranquillamente un accessorio, a volte anche deprecabile.

Sono realmente due cose distinte.

Che dopo lo scienza possa fare analisi con il metodo scientifico degli ambienti di cui sopra (e dimostrare l'assurdità o l'indimostrabilità o l'incapacità di determinare la dimostrabilità o l'indimostrabilità) questo è un altro discorso (così come anche la religione potrebbe (e lo fa, a parte che bisognerebbe vedere quale religione, visto che di metodo scientifico ce ne è uno solo, di religioni tante) analizzare secondo i suoi criteri il metodo scientifico).

Quindi terra terra:

se uno fa un discorso scientifico è giusto sia disponibile ad essere sottoposto al suo vaglio del metodo scientifico,
se uno fa un discorso es. religioso (o ancor meglio, mistico) il metodo scientifico non c'entra nulla.

Alessandro Pagnini ha detto...

" Non è corretto. Se vuoi credere sei padronissimo, ma non spacciare la tua credenza per realtà. La realtà bisogna dimostrarla."
Infatti. La religione non deve sottostare alla prova galileiana finchè rimane nel proprio ambito, anche se è quasi inevitabile che ci sia una 'osmosi' nella vita di tutti i giorni, come hanno dimostrato le battaglie per il divorzio e l'aborto, ma del resto un'opinione in qualche modo si deve pur farsela. Se la religione entra 'a gamba tesa' nelle faccende temporali, allora gli va chiesto conto, a mio modesto avviso, delle basi su cui pretende di fondarsi. Ed è anche importante che, essendo la religione un qualcosa di fideistico, essa rimanga nell'ambito del personale e che ognuno abbia libertà di sviluppare le proprie credenze, finchè, come appena detto, esse non gli impongano di interferire pesantemente nella vita altrui.

"E per fortuna non siamo nemmeno obbligati a dover ritenere vero tutto il corpus della scienza per vivere... Se per assurdo tutti lo facessero la scienza sarebbe statica e non dinamica... Possiamo ancora avere interpretazioni in contrasto con quelle ufficiali della scienza... "
Il metodo galileiano, che non è 'la scienza', ma il modo in cui la si può formare, è proprio lì per smuovere la scienza, piegandola alla realtà. Purtroppo talvolta lo si invoca per cercare di mantenere lo status quo, a ragione in certi casi, a torto in altri.
Io resto del parere che il metodo galileiano è grande, ma può essere usato malissimo. Come si sa la legge è uguale per tutti, ma per alcuni lo è di più che per altri ;-)
Così se ho degli episodi difficili da riprodurre che mi indicano un fenomeno interessante, a seconda dell'orientamento e dei piedi che vado a pestare posso essere un pioniere che si spenge con merito e plauso e magari ampi finanziamenti a cercare la conferma scientificamente accettabile di ciò che è parso palesarsi, oppure un apprendista stregone che fa scienza patologica, perché ancora la dimostrazione scientifica non ce l'ho (esattamente come l'altro collega di prima). Quando si arriva ad avere una dimostrazione galileiana, le discussioni si chiudono. Però, agendo in maniera non scientificamente, ma politicamente orientata, si può far 'sì che il raggiungere quello stadio sia estremamente difficile e forse addirittura impossibile, grazie ad un opportuno 'firewall' che si interpone sul cammino dei ricercatori 'scomodi'. Non scomodiamo Galileo anzitempo, guardiamo alla politica, intesa in senso ampio, ovvero anche quella che governa la scienza e i suoi organi e rappresentanti. E' a questo livello che ci troviamo adesso a discutere.

Diogene ha detto...

@ Mario

No, l'epsilon lo imposti tu, non lo decide la telecamera. Quindi, mettendo ε=1 (come ha fatto Levi), non importa nulla della variabilità di questo parametro nel corpo reale al variare della frequenza, tanto starà sempre al di sotto di sotto di uno (quindi l'intesità di emissione sempre al di sotto di quella del corpo nero), dunque sarà sempre sottostimato.

Alessandro Pagnini ha detto...

" un pioniere che si spenge con merito "

in realtà doveva essere :

" un pioniere che si spinge con merito "

Si 'spinge', non si 'spenge', almeno si spera per lui! :-D

mario massa ha detto...

@diogene
"non importa nulla della variabilità di questo parametro nel corpo reale al variare della frequenza"

Mi dispiace, senza offesa, ma questa volta direi che mi sono spiegato bene: sei tu che non capisci e rinuncio (evidentemente non hai quel minimo di conoscenze scientifiche necessarie a capire cosa dico, probabilmente perchè hai fatto studi umanistici).

domenico canino ha detto...

@friends
ad un prete che cercava di convertirmi, io formulai il seguente quesito: la prossima volta che si ammalerà, se invece di prendere i farmaci che la scienza GALILEIANA ha prodotto, lei invece si metterà a pregare ese in seguito a questo guarirà, e lo farà coerentemente tutta la vita, allora e solo allora potremo insieme discutere di religione. Ma lui non mi ha risposto, e quando è caduto malato, sono anche andato a trovarlo in ospedale. Grande coerenza. Se si crede si deve dimostrare di credere sino in fondo, sennò si raccontano favole per gli allocchi.
ciao

gabriele ha detto...

Ciao Domenico,

non sono nemmeno d'accordo su questo!

"E per fortuna non siamo nemmeno obbligati a dover ritenere vero tutto il corpus della scienza per vivere... Se per assurdo tutti lo facessero la scienza sarebbe statica e non dinamica... Possiamo ancora avere interpretazioni in contrasto con quelle ufficiali della scienza... "

Non penso sia affatto vero che se anche (so che non succede, ma è meglio ragionare per estremi per chiarirsi meglio) tutti (scienziati (o meglio, persone che adottano il metodo scientifico, tra scienziati e metodo scientifico ritengo vi sia la stessa differenza che c'è tra i preti e la fede) ritenessero vero il corpus della scienza la scienza sarebbe statica.

Quello che dico è che la scienza è dinamica indifferentemente da quando si crede o non si crede vero di quanto afferma adesso.

Avevo letto da qualche parte che in realtà più aumenta la conoscenza in ambito scientifico e più siamo, in proporzione, ignoranti in ambito scientifico, e non l'opposto.

Cioè: ad ogni nuova scoperta scientifica (risposta ad una domanda) si creano più di una nuova domanda.

Quindi il dinamismo della scienza è salvo anche se si prendesse per oro colato tutto quello che la scienza finora afferma.

Ciao!

Gabriele, che prima o poi troverà qualcosa che dici su cui sono d'accordo :)

mario massa ha detto...

@Diogene
provo a darti un'altra mano per capire.
Credo che tu abbia capito che la potenza emessa è (quasi) indipendente dall'epsilon impostato sulla termocamera (se non hai capito questo rileggi Giancarlo).
A questo punto considera che il corpo a 800°C abbia un epsilon pari a 1 solo a 10 micron, e il resto pari a 0. La termocamera, mettendo l'epsilon a 1 come ha fatto Levi calcola la temperatura come se fosse un corpo nero per tutte le frequenze, quindi considera che stia emettendo moltissima potenza (= temperatura elevata), mentre non è vero, perchè sta emettendo solo un po' di potenza a 10 micron.

mario massa ha detto...

@Diogene
rileggendo non vorrei averti confuso le idee: dove ho scritto "a 10 micron" intendevo nel range di lettura della telecamera (che è centrato a 10 micron).

Diogene ha detto...

@ Mario

Np, è che non mi andava di pensare e davo per buono quello che mi ricordavo, pensando di averci ragionato su abbastanza. Vabbè mi son fatto il grafichetto e ti do ragione

https://fbcdn-sphotos-e-a.akamaihd.net/hphotos-ak-prn1/1014409_459303567499926_960107991_n.jpg

indopama ha detto...

@mario massa
se non ho capito male, la camera NON rileva TUTTA l'energia irradiata ma SOLO quella nel proprio range di misura (ecco che deve essere scelta bene per la misura che dobbiamo effettuare e tu mi sembra ne abbia parlato).
quindi poi la camera attraverso calcoli suoi stima la parte di energia mancante e la va ad aggiungere a quella misurata per avere la totale. in pratica ho solo una parte della curva dell'energia e da questa devo andare a disegnarmi il resto sopra e sotto mancante.
e' giusta questa cosa?
se si quindi con un trucco (vernice) si puo' fare in modo da fare emettere alla superficie del corpo in esame molta energia nel range di misura e poca nel fuori range, la camera sbagliera' a stimare la parte di energia mancante (la sovrastima) ed ecco che mi da' una misura errata sovrastimata).
e' questo il succo del tuo discorso?
Giancalro diceva che in un suo lavoro faceva l'opposto, cercava una vernice che emettesse poco nel range di visione delle camere usate in un certo ambito (militare) in modo da non far rilevare la temperatura reale dell'oggetto (magari un carro armato?).
quindi si puo' ingannare una termocamera...

robi ha detto...

Domenico
se per te (se permetti ci diamo del tu come quando credevi che fossi donna)il metodo scientifico (che è un linguaggio logico scoperto nel 1500)ha l unicità e la possibilità di spiegare tutto l essere e l esistere
allora ti do ragione
da parte mia ti dirò che con questa tua comoda presa di posizione, mi fai venire invidia.Perchè per me la realtà che ho vissuto e sperimentato è molto ,molto più complessa di un discorso logico scientifico

vieni,se passi da verona, a farti "scampanare"
vedrai dove finirà la tua ferrea logica...

ciao

robi ha detto...

Domenico
lascia stare
stai bene così
il tuo modo di vedere e conoscere passa attraverso e unicamente la realtà scientifica
allora è giusto così

saluti

Robbins ha detto...

@sono solo un misero test
Penso che il report sia buono ma non perfetto - come quasi tutte le cose. Credo che Francesco Levi sia uno studioso onesto e capace, ma la sua voce nell'intervista suonava stanca e delusa.
Non mi piacciono i funambolici esercizi sul trapezio degli scettici che, pur di vincere, a) non si curano di spernacchiare i professionisti, b) usano tutte le armi per uccidere il mostro, come fossero in un videogioco.
Questi "rigorosi" non si accorgono del ridicolo di passare da bomba a fucile a mazza ferrata ecc.; ho buona memoria e ricordo le polemiche sulla fotografia "truccata" di Cures - lo schema si sta ripetendo uguale, sia per cogenza degli argomenti che per i nomi degli attori.
Detto questo, non amo neppure chi si beve tutto a prescindere - stante che Rossi ha già mentito apertamente e anche adesso la sua situazione NON è chiara.
Tenga conto che le leggi della Fisica esistono e che la cosa - nel caso si riveli reale - è sorprendente.
Il richiamo al principio di realtà non ha niente a che fare col diritto d'informazione; serve a portare a terra certi argomenti svolazzanti, il rischio infatti è di ritrovarsi ALIENATI.
Penso, infine, che l'aiuto migliore che potrebbe ricevere Levi sarebbe quello della polemica intelligente - a me del ritiro del titolo di professore emerito a Focardi non interessa un fico (il mondo è pieno di cretini) - e non vorrei che nessuno ci perdesse tempo.

sono solo un misero test ha detto...

@Robbins:

...sia buono ma non perfetto - come quasi tutte le cose
come TUTTE le cose. Sa cosa mi ha insegnato questa storia? che tutte le notizie scientifiche che danno i mainstream si basano su studi fatti alla boia d'un cane. O almeno, sicuramente imperfetti.

Credo che Francesco Levi
dettaglio, ma si chiama Giuseppe. Essendo di antica famiglia sacerdotale, magari ci tiene :-)

....suonava stanca e delusa.
pensi, a me pareva calma e professionale. Per dire, la scienza, a volte...

ALIENATI
è qui che, con il dovuto rispetto, la trovo presentuoso. Non le permetto, a lei come al mio reverendissimo curato, di dirmi che rischi sto correndo a credere a ciò che ho veduto. Sono adulto e vaccinato. Ho visto la FF? No! Ho visto ciò che non può essere una truffa? SIIIIII!

La sorpresa è sua quanto mia, ma in realtà la scoperta è sorprendente ne' più ne' meno di come lo sono tutte le scoperte. Sennò che scoperte sarebbero?

L'unica differenza, diciamocelo, è che intorno a questa girano molti più soldi e molto più potere. E, ciò che mi appassiona di più, molta più antropologia: se tutto vero, per l'ennesima volta l'uomo diventa un altro animale. Non merita interesse e impegno questa evenienza che qualcuno vuole nascondere o seppellire sotto una risata?

sono solo un misero test ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
sono solo un misero test ha detto...

@Robbins:

...sia buono ma non perfetto - come quasi tutte le cose
come TUTTE le cose. Sa cosa mi ha insegnato questa storia? che tutte le notizie scientifiche che danno i mainstream si basano su studi fatti alla boia d'un cane. O almeno, sicuramente imperfetti.

Credo che Francesco Levi
dettaglio, ma si chiama Giuseppe. Essendo di antica famiglia sacerdotale, magari ci tiene :-)

....suonava stanca e delusa.
pensi, a me pareva calma e professionale. Per dire, la scienza, a volte...

ALIENATI
è qui che, con il dovuto rispetto, la trovo presentuoso. Non le permetto, a lei come al mio reverendissimo curato, di dirmi che rischi sto correndo a credere a ciò che ho veduto. Sono adulto e vaccinato. Ho visto la FF? No! Ho visto ciò che non può essere una truffa? SIIIIII!

La sorpresa è sua quanto mia, ma in realtà la scoperta è sorprendente ne' più ne' meno di come lo sono tutte le scoperte. Sennò che scoperte sarebbero?

L'unica differenza, diciamocelo, è che intorno a questa girano molti più soldi e molto più potere. E, ciò che mi appassiona di più, molta più antropologia: se tutto vero, per l'ennesima volta l'uomo diventa un altro animale. Non merita interesse e impegno questa evenienza che qualcuno vuole nascondere o seppellire sotto una risata?

Robbins ha detto...

@sono solo un misero test
Se vedo un gruppo di persone che affoga, col dovuto rispetto, cercherei di tirarle fuori - anche se con questo ledo la loro libertà fondamentale di affogare come credono. Sappia che mi darei da fare anche ad evitare un suicidio. I curati spesso hanno agito secondo coscienza per il bene delle loro pecorelle, anche se adulte e vaccinate. Non so qui dove stia la presunzione.

Riguardo alla sorpresa della scoperta, ha ragione Lei: la Fisica esiste da tre-quattro secoli, prima si chiamava filosofia naturale ed era una cosa diversa. In questi quattrocento anni sono state molte di più le sorprese che le conferme, ed è anche una trentina d'anni che non esce fuori nulla di clamoroso. Quindi saremmo nella pienezza dei tempi per una scoperta clamorosa. Diciamo che più che questa constatazione, mi meravigliano i modi della storia - cioè il filosofo Rossi e i suoi pasticci. Mi trovi Lei qualcosa di simile - scelga lo scienziato e i tempi che crede.

mario massa ha detto...

@Diogene
Dal primo disegno non sono sicuro che tu abbia capito, ma dal secondo e dalla diseguaglianza degli integrali mi pare di sì. Indopama è stato più chiaro di me.

@Indopama
Tutto corretto, ma ricordo che non mi risulta esistano vernici con epsilon tanto variabile con la frequenza (cioè che si discostino tanto dalla curve di Planck).

Gdmster ha detto...

@mario massa & indopama

Ciao Mario, ciao Indo. Sul sito del fabbricante della termo-camera
http://www.optris.com/optris-downloads

c'è un opuscoletto chiamato IR-basics. A pagina 9 in alto a sinistra c'è un diagramma che mostra l'emissività di alcuni materiali. La curva #1 corrisponde a uno smalto suppongo nero che si impennaa quasi a 1 nel campo di misura della termocamera.
La figura a fianco mostra invece come schizza alle stelle l'errore se si utilizza una finestra spettrale non idonea. Non ho capito bene se sia generica o si riferisca in particolare ai metalli. Vado di corsa, poi guardo meglio.

@silvio gaggia & Alessandro Pagnini
nell'appendice c'è lo schema elettrico dello strumento connesso a stella tra la presa trifase del capannone e il circuito di controllo. Io chiedevo come misurassero la potenza in ingresso all'HotCat che viene dopo il circuito di controllo e dallo schema sembrerebbe alimentato a due fili. La connessione a Marzo è diversa dalla connessione a Dicembre in cui le resistenze erano alimentate in trifase a triangolo e lo strumento sembrava connesso lì. Non possono staccare lo strumento altrimenti viene meno la misura dell'energia complessiva.
Potrebbe far differenza il fatto che i due fili che vanno al carico siano due fasi (400V, ad esempio) oppure fase e neutro (230 Volt, ad esempio). Insomma non ci sono dati a sufficienza per un'analisi ponderata, occorre fidarsi dei numeri che riportano nel report. Inoltre, mi provoca un po' di panico la constatazione che una delle fasi della trifase è completamente appesa (misure in appendice).

Gdmster ha detto...

@diogene
dimentica per un attimo il corpo nero, controlla pure tu le curve di emissione dei materiali reali sull'opuscolo sopra citato.
Il diagramma di corpo nero ti dice che la curva di emissione di un qualsiasi materiale sta SEMPRE sotto quella: ma lì hai quanto viene emesso ad ogni lunghezza d'onda in proporzione. Qui si sta parlando della possibilità che una vernice abbia una epsilon funzione della lunghezza d'onda (non costante come il nero o il grigio) che la porti a concentrare la sua emissione in una determinata zona dello spettro. Ossia, nella SB, la epsilon diviene da costante funzione di lambda. La vernice continuerà ad emettere complessivamente (su tutto lo spettro) ancora meno del corpo nero.
Spero di non averti confuso ancora di più.

Silvio Caggia ha detto...

@domenico canino
Davvero credi che i farmaci siano il prodotto della scienza galileiana? :-)
Davvero credi che la medicina applichi il metodo scientifico?
Se io ti mostrassi che si puo' guarire dalle malattie senza assumere farmaci tu davvero poi crederesti a qualunque sistema di credenze religiose che io mi potrei inventare?

Ci sono persone miracolate in tutte le religioni, anche in quelle laiche, pensa solo a quante persone sono guarite da malattie incurabili invocando lenin o mussolini... :-)

La verita' e' che le malattie non esistono, mescolarle col sacro od il profano e' solo business...
La verita' e' che, se non la disturbi, la Natura fara' il suo corso e tu ti sentirai guarito...
Il medico (o lo sciamano) si possono solo prendere cura di te, ma non sono loro a guarirti... E' la Natura che ti guarisce :-)

Robbins ha detto...

@sono solo un misero test
"Se tutto vero, per l'ennesima volta l'uomo diventa un altro animale. Non merita interesse e impegno questa evenienza che qualcuno vuole nascondere o seppellire sotto una risata?"

Eh sì, anche questo è un buon argomento: probabilità di vincita basse ma guadagno in caso di vincita elevatissimo. L'argomento è quello di Pascal sull'esistenza di Dio, il cosiddetto "Le pari", che non mi è MAI piaciuto - come si può paragonare la fede al gioco d'azzardo?
Però nel caso nostro la cosa torna, e la sua importanza spiegherebbe anche il comportamento coattivo degli scettici - sono degli insicuri che temono il cambiamento e la consequente crisi delle autorità.
D'altra parte, i credenti non credono solo l'e-Cat ma, antropologicamente, sono disporsi a bersi di tutto - rappresentano la costante delle fiabe e delle credenze.
Però, però c'è pur sempre una cosa che si chiama "realtà" verso cui stiamo precipitando. L'unico problema è che non sappiamo da che parte della lama ci costringerà a cadere.
A questo riguardo le due posizioni contrapposte credente-incredulo sono molto comode.

Silvio Caggia ha detto...

@domenico canino
Davvero credi che i farmaci siano il prodotto della scienza galileiana? :-)
Davvero credi che la medicina applichi il metodo scientifico?
Se io ti mostrassi che si puo' guarire dalle malattie senza assumere farmaci tu davvero poi crederesti a qualunque sistema di credenze religiose che io mi potrei inventare?

Ci sono persone miracolate in tutte le religioni, anche in quelle laiche, pensa solo a quante persone sono guarite da malattie incurabili invocando lenin o mussolini... :-)

La verita' e' che le malattie non esistono, mescolarle col sacro od il profano e' solo business...
La verita' e' che, se non la disturbi, la Natura fara' il suo corso e tu ti sentirai guarito...
Il medico (o lo sciamano) si possono solo prendere cura di te, ma non sono loro a guarirti... E' la Natura che ti guarisce :-)

sandro75k ha detto...

http://www.dailymotion.com/video/x1dv8l_jimi-hendrix-voodoo-child_music#.Udg0m9lH5jo

Speriamodi guarire dal rincoglionimento...non esiste neppure quello????

sandro75k ha detto...

..riferito a mes tsesso..ci mancherebbe!

Diogene ha detto...

Guardate il ragionamento del mio disegno è questo:

Primo grafico ci sono raffigurate le curve di corpo nero e corpo reale (inventato, con caratteristiche tipo "massa" o vernice di Giancarlo, quindi epsilon piccola sotto i famosi 7 micron e all'incirca uno a sopra a 7, ovvero nel range della misura) a temperatura T.

Poi ho ipotizzato la misura conservativa di T con epsilon uguale ad 1, che ho chiamato t0 e disegnato il grafico di emissione di questo "nuovo" corpo nero a T0 e confrontato con quello del corpo reale a T (vera) tirando fuori che cmq l'integrale è sempre maggiore quello di corpo nero anche se a T0<T(vera)
Questo ipotizzando una vernice tipo "Massa" che stando al grafico citato da Giancarlo, sembra esistere!

sandro75k ha detto...

attenzione attenzione attenzione........... http://www.ansa.it/scienza/notizie/rubriche/spazioastro/2013/07/05/Intercettati-segnali-misteriosi_8978577.html

Silvio Caggia ha detto...

@Sandro75k
Anche quello... Sono super-programmi speciali biologici sensati... Dopo miliardi di anni pensi che l'uomo faccia qualcosa per caso? :-) ogni cosa ha il suo senso biologico.

sono solo un misero test ha detto...

... Non so qui dove stia la presunzione.
In effetti fino al 1789 non ve n'era nessuna.

Sappia che mi darei da fare anche ad evitare un suicidio
Anche quello di Monicelli o di Lucentini? Mi sembra di sentire le loro reazioni: "Si faccia una matassa di cavolacci suoi!!" :-)

...probabilità di vincita basse ma guadagno in caso di vincita elevatissimo
mi sembra strano che lei non abbia capito, fuor di sarcasmo mi sembra troppo intelligente... Qui non c'e' da scommettere/vincere niente: c'e' da non abbassare la guardia perchè qualcuno cerca di nascondere una notizia che è patrimonio di tutti. En francais: cucumber on arrival!

Non è che se Levi (e un po' troppa altra gente) s'e' sbagliato, la notizia non c'e'. C'e', resta e rimane importante anche se fosse tutta una clamorosa truffa/montatura/abbaglio. Mi spiega perchè non proteggiamo le casalinghe dalle sparate di Standard&Poors, e poi invece vogliamo impedire loro di farsi del male tenendole all'oscuro del report di Levi e degli Abba? Sicuro che così le proteggiamo? Glielo ha chiesto? La domanda non ha nulla di scientifico, e molto di, anche solo rappresentativamente, democratico, quindi non è difficile rispondere. Non è una di quelle "non disturbate il manovratore". Chiunque è in grado di rispondere.

A meno che non voglia rispondere lei per loro. Eh, allora mi dispiace, si torna al 1788.

domenico canino ha detto...

@robi
non mi sono spiegato bene come al solito. Il mio ragionamento non è che tutto passa attraverso la scienza empirica e negli esperimenti probanti. Affatto. C'è molto di più attorno a noi. La scienza è solo un piccolo raggio di luce che ci permette di distinguere (qualche volta e quando la luce è sufficiente od il bersaglio ragionevolmente alla portata) nell'enorme buio di non conoscenza qualche piccola nozione, che ci consente di capire un pò di più. Non di capire tutto. E non è ovviamente questa la sola lente che possiamo usare. Anzi io penso che la lente migliore sia l'intelligenza degli uomini, che di volta in volta scelgono una cosa piuttosto che un altra. Ma non sopporto che chi sa che una cosa non esiste, e ne ha le prove, (i capi di tutte le religioni ad esempio) si dia da fare per occultare questa enorme conoscxenza perchè questa gli porta enormi vantaggi economici e di cpotere. E' così, se la cosa di ROSSI funzionasse e bene, pensi che le stesse lobby dell'energia che controllano oggi il pianeta, non farebbero nulla per ritardarla o occultarla? Io alle favole non ci credo, vedo sempre che il denaro non dorme mai e mentre batto sulla tastiera, sta progettando come ogni cosa che ccade nel mondo può portare altro business. Forse se ascoltassi qualche discorso dei servizi di intelligence che sfugge qua e là, vedi caso Snowden o wikileaks, potresti vedere quante sono le cose che ci occultano.
ciao

piero41 ha detto...

@sono solo un misero test
“il principio di realtà a cui personalmente faccio riferimento è quello in cui stamattina il calore fornito alla macchinetta ha prodotto un caffè che ho potuto bere qui, in questa dimensione, e non qualcun altro su flatlandia.
se gli amici (?) militari, ...., sono partiti per un altro principio di realtà, sono cortesemente pregati di tornare indietro dal pianeta papalla su cui sono appapallati: si stanno sbagliando, non è quello l'interesse delle casalinghe di voghera che dicono di voler difendere”
Così tanto per ...Forse sei troppo ottimista il / (i vari ?) principi di realtà li stanno imponendo in contrasto i vari media a seconda degli interessi dei propi grandi azionisti nazionali ed internazionali influenzando politici e militari con i loro money e facendo rimbalzare in qua e là il nostro mondo papalla dove se ti bevi tranquillo il caffe la mattina poi trovi il tuo c.c sempre più stanco e tuo figlio deve magari andar all’estero a lavorare... non certo nella realtà che vorresti... Mi domando a volte ma se il gran dio barba bianca non avesse tradito il suo amico bettino per triplicare i lettori fra i cugini rossi, ma lo avesse difeso insieme ai dc dalle monetine chissà forse ora saremo simili al japan con grande espansione economica veso l’Africa a pompar moneta qua, altro che euro e merkel e chi se ne frega del debito... Tanti principi di realtà compreso questo da qualche parte nel multiuniverso quantistico o uno solo nel vecchio univ. galileiano??..
Chissà se la “sensazione di supercazzola brematurata” fosse venuta anche a tutti quei cardinali (forse no) che condannaron quel cialtrone che col suo “cacciavite “ smontava e rimontava in modo scorretto i loro grandi e begli scenari religiosi-filosofici- scientifici definiti dalla chiesa e dall’antico filosofo. Poi glieli smontarono e rimontarono in particolari sempre più piccoli. Eppure eran cardinali intelligenti forse più di noi, ma lui aveva il cacciavite il suo metodo. Certo forse anche fra noi e il nostro unico(?) principio di realtà arriverà qualcuno con un nuovo strumento e metodo !!, Forse con la stampante 3D che in fondo dal pensiero crea direttamente la realtà voluta?. Tanto Per dire..

indopama ha detto...

http://altrogiornale.org/news.php
-I Venti di Venere Accelerano Misteriosamente-

indopama ha detto...

e poi che ne pensate di Grilo che ha fatto rinviare l'incontro con Napolitano per andare al mare?
hahaha.... Casaleggio, soprattutto i Sasson....

indopama ha detto...

http://www.stazioneceleste.it/Paul_Selig/13.06.06-AttraversareMuro.htm
"Oggi vogliamo che attraversiate i muri con la comprensione che i muri non sono mai stati veramente lì, che gli ostacoli che usate per proteggere voi stessi da quel che dite di volere sono stati creati da voi e per voi e sono illusori." .......................

robi ha detto...

Domenico
non è solo colpa tua se non ti capisco
perchè quando si legge, si interpreta il discorso a proprio comodo o meglio a propria intuizione

scusa
ciao

mario massa ha detto...

@Diogene
"epsilon piccola sotto i famosi 7 micron e all'incirca uno a sopra a 7, ovvero nel range della misura"

E' proprio questa figura che mi fa dubitare che tu abbia veramente capito il ragionamento. Infatti l'epsilon (funzione della frequenza) nel primo disegno che fai sembra pressochè costante o addirittura minore sopra i 7 micron, cioè nella parte destra del diagramma standard che ha in ascissa la lunghezza d'onda lambda (epsilon è il rapporto tra l'energia irraggiata dal corpo reale e il corpo nero alla stessa temperatura e a quella particolare lunghezza d'onda, per cui alla estrema destra nel tuo disegno sembra andare a 0).

Io non sono capace di linkare un disegno come hai fatto tu, ma se vuoi assicurarti di avere capito potresti linkarne un'altro ove indichi le unità degli assi e il campo della termocamera?

Comunque mi sono documentato un po' e si direbbe che Levi abbia sbagliato termocamera: a quelle temperature se vuoi essere sicuro dovresti usare una SW (tipo la vecchia Land Ti35) che hanno un campo di lettura 3-5 micron (che però sono molto meno comuni).

Robbins ha detto...

@sono solo un misero test
a) Hippolyte Taine:
"Ceux qui n'ont pas vécu avant 1789, ne connaissent pas la douceur de vivre." Però ... .
b1) Margherita Hack: "Troppo facile spiegare tutto con Dio"
b2) Robbins: "Troppo facile spiegare tutto come fa Voltaire"
c) Suicidi: non amo quella che i gesuiti chiamano "casuistica" - diciamo che QUASI tutti i suicidi sono male (è un colpo da maestri averci convinto che il Male non esiste).
d) La notizia non può essere nascosta, ma Rossi sì, ha fatto errori - ed è per questo che osservo attentamente Francesco/Giuseppe.
e) Certo, argomento "rivoluzionario" (senza ironia) sulla casalinga di Voghera e sull'informazione - ma la rivoluzione, al giorno d'oggi, è stanca - mentre non lo sono i mistificatori.

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bertoldo ha detto...

completamente ot ma seguendo il link di indo ...
Tumori, Science: “In ossigenazione pesci chiave per sconfiggerli”

E' quanto emerge da una ricerca internazionale a cui ha partecipato il team di Claudio Supuran, ricercatore del Dipartimento di neuroscienze, psicologia, area del farmaco e salute del bambino dell’Università di Firenze. a ricerca, cha ha coinvolto università canadesi, francesi e australiane, ha esaminato l’effetto Root

Una delle strade per sconfiggere il cancro passa dallo studio dell’ossigenazione dei pesci. E’ quanto emerge da una ricerca internazionale da poco pubblicata su Science a cui ha partecipato il team di Claudio Supuran, ricercatore del Dipartimento di neuroscienze, psicologia, area del farmaco e salute del bambino dell’Università di Firenze. La ricerca, cha ha coinvolto università canadesi, francesi e australiane, ha esaminato l’effetto Root, meccanismo per cui il pH influenza la capacità dell’emoglobina di trasportare o rilasciare ossigeno nei tessuti. “Si è finora creduto – spiega Supuran – che questa dinamica fosse localizzata nei pesci nella vescica natatoria e nel nervo ottico, quasi un fenomeno evolutivo che servisse a costituire una riserva di ossigeno in punti cruciali di questi animali. Nel nostro studio abbiamo approfondito il ruolo, in questo processo, dell’anidrasi carbonica, un enzima catalizzatore che agisce come un ‘semaforo’ dell’effetto Root, agendo sul diossido di carbonio e trasformandolo in bicarbonato e in acido”. L’anidrasi carbonica regola, dunque, l’ambiente acido o basico e quindi permette la ritenzione o il rilascio dell’ossigeno nei vari tessuti.

“Bloccando l’attività dell’enzima attraverso degli inibitori, agenti farmacologici in utilizzo clinico – spiega Supuran – abbiamo scoperto che l’effetto Root vale anche per i muscoli del pesce, in cui c’è la possibilità di rilasciare una grande quantità di ossigeno. Gli inibitori che abbiamo usato sono riusciti ad individuare l’enzima fuori dalla cellula e ne hanno fermato la funzionalità. Questo aspetto è molto importante, perché se si fosse trattato di una anidrasi carbonica intracellulare, l’inibizione avrebbe riguardato tutta l’attività della cellula e non ci avrebbe permesso di capire il funzionamento dell’enzima”.

Ma lo studio dell’anidrasi carbonica non serve solo per capire processi fisiologici come l’effetto Root ma, si spiega, è anche di grande interesse se si pensa che anche nei tumori l’anidrasi carbonica si trova fuori dalla cellula ed ha un ruolo determinante nel rendere acido l’ambiente extracellulare del tumore favorendone la crescita, a dispetto delle cellule normali che invece non sopravvivono. “Le nostre ricerche – conclude Supuran – mirano anche a scoprire nuovi farmaci anticancro che impediscano l’acidificazione, riportando il pH del tumore a valori fisiologici, il che equivale alla sua sconfitta”.

indopama ha detto...

@Mario Massa
ho letto il libricino nel link che ha messo Giancarlo piu' sopra relativo alla termocamera, per gli acciai il range migliore e' attorno ad 1 micron.
cmq in questo caso non avrebbero rischiato di rilevare una potenza minore del reale?

mario massa ha detto...

@indopama
"cmq in questo caso non avrebbero rischiato di rilevare una potenza minore del reale?"

Con la termocamera puoi sbagliare sia in più che in meno a seconda del range di lettura e dell'andamento di epsilon.
Una vera misura calorimetrica avrebbe risolto tutti questi problemi. A mio parere la termocamera giusta(cioè quella che correva meno rischi di prendere abbagli) era quella il cui picco di Wien cadeva entro il range di misura. Alle temperature che ricordo del test significa intorno a 3 micron che corrisponde a una SW. Un micron di picco è a 2600°C e forse andrà bene per le colate. Però come ho già detto non me ne intendo e può darsi che ci siano altre considerazioni da fare.

Paul ha detto...

@ bertoldo:

ma Vanoli che vuole/voleva curare /ha curato il cancro con il bicarbonato?!

googlare: vanoli cancro bicarbonato

domenico canino ha detto...

@robi
non è quello che facciamo sempre tutti? non c'è assolutamente nulla di cui scusarsi.
ciao

Daniele Passerini ha detto...

@triziocaioedeuterio
Daniele dicci dove sei
Maremma: Parco dell'Uccellina (la volpe era un buon indizio). Siamo stati 2 notti in agriturismo e fatto 2 giorni pieni di mare camminando fino a Cala di Forno, ma ne vale davvero la pena.
Stamattina un giretto a Talamone e, sulla via del ritorno, deviazione d'obbligo alla mistica e suggestiva Abbazia di San Galgano... tutte località che non vedo da 5-10 anni.
La Vespa GTS 300 Super è stata impeccabile come al solito (anche perché ho sostituito la sospensione anteriore, che come esce di fabbrica non è il massimo...): anche stracarica di due persone, ombrellone sul portapacchi anteriore, borsa e altro nel sottosella, uno zainetto tra scudo e sellino e un altro nel bauletto.
P.S. A chi viene al mare da queste parti consigliamo, al centro di Grosseto, la pizzeria-ristorante Il Melograno, pizza napoletana super da 10 e lode, ricco menù e prezzi anticrisi: abbiamo speso meno che a Perugia!

domenico canino ha detto...

@friends
tempo fa, un mio amico poliziotto mi fece riflettere su un fatto: le indagini della polizia si rivolgono sempre dove c'è una segnalazione. Cioè non partono mai da una esigenza di giustizia o da un indagine che ha una visione ampia. Si guarda e si indaga dove il riflettore di luce è già stato puntato. Poi lo si potenzia e si cerca di capire. Ma solo lì, nessuno pensa mai a spostare il riflettore verso un altro angolo di buio,chi sa cosa potrebbe esserci. Forse cose molto più importanti e rilevanti. Il metodo migliore per occultare una cosa, è puntare la luce da un altra parte, e fare osservare solo quella, stando bene attenti a non spostare la direzione della luce. Di modo che si trasmette all'opinione pubblica il fatto che si sta lavorando e si sta informando bene, mentre invece non si sposta consapevolmente la luce su altre cose ben più importanti.

piero41 ha detto...

@Daniele22
Magari ci sono anche i cinghiali caratteristici della costa, certo non fra i ginepri sulla spiaggia. Vista qualche mandria di buoi dalle grandi corna o di cavallini , guardati da qualche buttero ?? Se vai per mare perchè non prolungare sino ad Ansedonia alla tagliata etrusca dopo aver circumnavigato Orbetello... tutto sole e mare...

giorjen ha detto...

scusate non ho letto il libricino della termocamera, però avendone letti altri credo di poter affermare con una discreta sicurezza che esiste un capitolo o paragrafo dove viene indicato come identificare l'epsilon esatto e tarare la termocamera, cosa che mi pare sia stata fatta correttamente da Levi durante la misura, ossia attraverso l'uso di strisce adesive di un materiale con epsilon noto, da appiccicare sulla superficie dell'oggetto.
per quanto riguarda i dubbi sulla misura dell'ingresso, che in realtà è l'unico campo dove sono abbastanza esperto, mi pare che sfioriamo la follia, però magari io sono troppo ingenuo.
ciao

sandro75k ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
sandro75k ha detto...

I difetti della Vespa sono allo stesso tempo la sua forza ! Il fatto di non potere andare spediti come sui nuovi scooter sono la ragione per cui puoi goderti viaggio e panorama. SENSAZIONI UNICHE! Ovviamente parlo di difetti prestazionali, in quanto ad affidabilità credo che la Vespa sia in assoluto il mezzo più affidabile dell'Universo... Ce la invidierebbero pure progredite civiltà aliene!

sono solo un misero test ha detto...

@giorjen


pagina 16, ultime righe.

giorjen ha detto...

@sono solo un misero test

e quindi? è quello che dicevo, l'epsilon è stata tarata con degli adesivi di emissività nota. Il fatto che non avessero una vita lunga è irrilevante

g

sono solo un misero test ha detto...

@giorjen

sissi, confermavo solo ciò che che avevi indicato con "mi pare".

:-)

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Robbins ha detto...

Invece del libricino del costruttore, per chi ha a cuore l'argomento "errori termografici" e non vuole passare come modesto dilettante:

https://www.dropbox.com/s/hs3u4g5hk4at1f2/Therm%20Errors.pdf

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Gdmster (con colpevole ritardo :-( )
"Io chiedevo come misurassero la potenza in ingresso all'HotCat che viene dopo il circuito di controllo "
Magari neanche lo leggerai e sarai già al mare (lo spero per te), ma quella era una misura 'proibita' perché avrebbe potuto rivelare l'algoritmo di controllo della reazione, ma del resto era inutile per i fini del lavoro dei nostri 'tester'

roberto rampado ha detto...

"Io chiedevo come misurassero la potenza in ingresso all'HotCat che viene dopo il circuito di controllo "

Il circuito di controllo "consuma" e come tale va misurato; del resto la scatola blu è parte integrante dell'apparato.

Se non lo avessero fatto si sarebbe fortemente recriminato anche su questo...

mario massa ha detto...

@giorjen
"per quanto riguarda i dubbi sulla misura dell'ingresso, che in realtà è l'unico campo dove sono abbastanza esperto, mi pare che sfioriamo la follia"

Io credo che la misura del calore emesso sia sostanzialmente corretta, soprattutto nel test di marzo, avendo Levi effettuato tutti i controlli del caso.

Per questo sposto l'attenzione sulla misura all'ingresso. E su questo non concordo con te: l'ipotesi di truffa è una ipotesi come un'altra e sul piano scientifico non può essere scartata, quindi non può essere ritenuta una "follia", anche se non se ne vede la ragione-scopo-senso. Se fossi io l'inventore mi meraviglierei che non venisse presa in considerazione per cui non mi sentirei affatto offeso da una indagine in tal senso.

Recentemente insieme a Franco abbiamo effettuato una verifica ove chi ci mostrava l'oggetto ci chiedeva quale sensore o misura pensavamo di aggiungere per scongiurare l'ipotesi di truffa (non solo di errore): dimostrazione che un inventore onesto non ha problemi a essere considerato un potenziale mistificatore.

indopama ha detto...

@mario massa
cosa ne pensi di questa roba qui?

http://www.99wallpaper.com/images/7_1840/Sci-Fi-Crop-Circle-002.jpg

http://u.jimdo.com/www48/o/sd036d2424f3c53a7/img/i15a2399b6de06b12/1354384937/std/crop-circles-silbury-hill-nr-avebury-wiltshire-2009.png

http://u.jimdo.com/www48/o/sd036d2424f3c53a7/img/i9b065a4a5357166a/1353264922/std/crop-circles-silbury-hill-avebury-wiltshire-2004.png

http://avalonjourney.com/wp-content/uploads/2013/03/Unknown.jpeg

http://photos4.meetupstatic.com/photos/event/a/3/c/2/event_115241922.jpeg

mario massa ha detto...

@indopama
"cosa ne pensi di questa roba qui?"

Che sono bellissimi. Complimenti a chi li ha fatti. Se fossero alieni sarebbe bellissimo: vorrebbe dire che hanno il nostro stesso senso estetico.

giorjen ha detto...

@mario massa

non mi pare folle l'ipotesi truffa in se, nè che ci possa essere un errore di misura.
Mi pare molto poco probabile organizzare un raggiro basato sulla misura della potenza di un circuito elettrico, e assolutamente folle pensare che possa essere stato fatto proprio come te hai profilato.

Non ho dubbi che tu sia molto esperto nel campo della calorimetria, ma quando pensi che ci possa essere un raggiro basato sulla tensione continua, e che questo possa non essere visto da un oscilloscopio (qualunque), mi lasci molto perplesso. Per questo ai tempi ti ho invitato a dire cosa c'era di diverso tra lo strumento usato e un oscilloscopio, visto che insistevate su questo. Poi sinceramente ho lasciato perdere quando avete palesemente iniziato a far confusione tra tensione continua e corrente continua, con relative domande insensate al costruttore (tra l'altro dando per scontato che il service di una azienda sia preparata a rispondervi a domande secche, sulla qual cosa avrei molto da dire).

Questo lo dico dopo aver fatto centinaia di misure di efficienza dove dall'altra parte c'erano i più assurdi e improbabili consulenti, gente con la passione per farti girare i maroni, eppure mai nessuno si è sognato di pensare che alimentassimo in continua per truffarli, quando tra l'altro nel nostro caso avremmo potuto anche farlo per tre motivi semplicissimi ( e Rossi, a mio modesto parere, assolutamente no):
1)si parlava di piccole quantità di energia per portare l'efficienza magari da 0,93 a 0,96, il che nel mio settore fa una grandissima differenza. Ma sarebbe stato tutt'altro che facile già andare da 0,8 a 0,99, per dire...
2)avevamo il PIENO controllo degli strumenti, come avviene PRATICAMENTE sempre quando una azienda fa una dimostrazione per dei clienti, paganti, anche diversi milioni. Cosa che rossi non ha avuto durante il test (a meno di sostenere che i 7 scienziati erano in combutta).
3)Noi, al contrario di Rossi, abbiamo la tecnologia per sviluppare una onda sinusoidale sfasata in continua in grado di fornire della potenza per lungo tempo. Si tratta di customizzare un inverter transformerless, cosa assolutamente impensabile per Rossi, a meno che oltre che un fortunato genio della fisica/chimica non sia anche un genio dell'elettronica.

Eppure ripeto nessuno l'ha mai neanche pensato, semplicemente perchè potrebbe essere smascherato da un QUALSIASI oscilloscopio anche scarso in mano a un qualsiasi neo diplomato anche scarsissimo.

quindi va benissimo tentare di prevenire una qualsiasi truffa, però atteniamoci a cose sensate. A questo proposito ce ne sono tantissime, a me ne sono venute in mente alcune banalissime, percui almeno salviamo le forme...

tutto questo comunque senza pretendere di avere la verità in tasca, magari c'è qualche aspetto che mi può essere sfuggito, però sinceramente l'ipotesi DC è proprio folle più che improbabile (secondo me).
ciao
g

Gdmster ha detto...

@jorjen

Lei che è esperto di misure di potenza elettrica, mi farebbe un'analisi della figura in basso a pagina 13 di questo articolo?

http://www.borderlands.de/net_pdf/NET0113S13-15.pdf

In particolare mi riferisco alla potenza attiva di segno negativo e alla frequenza.

Grazie in anticipo.

giorjen ha detto...

@Gdmaster
premesso che non parlo una parola di tedesco, ma spero non fosse necessario leggere il documento, e premesso che per me è mezzanotte passata quindi potrei dire delle gran cavolate, direi di sicuro che quello strumento non è attaccato ad una trifase, e che non sta misurando un input all'hotcat ma bensì un output (se è stato montato nel verso giusto). Direi che le resistenze elettriche sono ben poco resistenze visto tutta la corrente apparente che gira, e sinceramente poichè quello strumento non l'ho mai usato non riesco nemmeno a leggere quale sia la frequenza, però non mi pare che c'entri niente con la continua in ingresso.
Altre cose per certo non le direi in base ad una foto senza neanche conoscere lo strumento ne tutto il contesto.
Volendo fare ipotesi potrebbero aver attaccato la sonda 2 al N e come 1 e 3 aver usato la stessa fase, per quanto riguarda le tensioni, mentre per quanto riguarda le potenze direi (per quella che è la mia umile esperienza) che sono misure abbastanza assurde e improbabili durante una misura di efficienza, però chi può dirlo? secondo me chi c'era, e chi c'era ha già detto la sua nel report, non credo che si debba metter a giustificare una foto decontestualizzata, e tra l'altro se la potrebbe facilmente cavare dicendo che non è stata presa durante il report?

e comunque ripeto: io non sono uno scienziato, io faccio solo misure elettriche, e misurare la potenza che passa da tre fili non richiede dei geni (cosa che infatti non sono di sicuro). Direi anzi che fa tutto lo strumento... soprattutto se non è attaccato come in figura in modo da non metter in imbarazzo nessuno
g

GabriChan ha detto...

@Gbmster, sei sicuro che la foto sia realmente quella della letture del test?
C'è l'orologio ma non significa nulla se non si sa a cosa è collegato e come.
Per il valore negativo credo basti invertire i morsetti per avere una lettura positiva, in realtà la cosa più strana è V31: 6.3V e I3: 6.18A?
Una foto del genere non dimostra nulla lo strumento potrebbe essere collegato a qualsiasi cosa anche all'inverter dell'aria condizionata.

giorjen ha detto...

rispetto alla v31 e i3 a me sembra molto più strano, a occhio, avere una potenza apparente che non fa un gran che scopa con quella reattiva e attiva. Però ci dovrei pensare un attimo perchè non sono proprio le cose che vedo tutti i giorni
g

Franco Morici ha detto...

giorjen wrote:
quello strumento non è attaccato ad una trifase, e che non sta misurando un input all'hotcat ma bensì un output (se è stato montato nel verso giusto).

Scusami ma non capisco a quale "output elettrico del Hot-Cat" ti riferisci.
Tra tutte quelle che ho letto o sentito, questa che l'Hot-Cat fornisca energia elettrica mi giunge nuova; o bella e a chi la fornirebbe?

... non credo che si debba metter a giustificare una foto decontestualizzata, e tra l'altro se la potrebbe facilmente cavare dicendo che non è stata presa durante il report?

Quindi secondo te non era il misuratore PCE-830 posto sul tavolo davanti ad un Hot-Cat il giorno 14/12 alle ore 17.45 che "accidentalmente" coincide con il test di Dicembre descritto nel Report?


GabriChan wrote:
...Una foto del genere non dimostra nulla lo strumento potrebbe essere collegato a qualsiasi cosa anche all'inverter dell'aria condizionata.

Osservando questa foto e quelle (poche) inserite nel Report, tenderei ad escludere questa tua ipotesi.


sandro75k ha detto...

@Indopama

Gli alieni invece di prendersela con il grano che serve a me per la farina, non potrebbero realizzare tali opere con materiali di recupero?
Ho un uliveto di 130 alberi, perché non me li potano come si deve?

roberto rampado ha detto...

Energia negativa o positiva: dipende dal punto di vista del dispositivo utilizzatore.

L'inversione del segno viene comunemente usata nei calcoli in termodinamica, nei sistemi adiabatici termici con scambio di lavoro meccanico.
Ad esempio in un espansore adiabatico di vapore l'energia meccanica prodotta è indicata come negativa perché il sistema vapore perde energia, mentre l'energia meccanica che riceve la dinamo che gira è indicata come positiva.
E' solo una mera convenzione...

...e così non so se ho ridicolizzato o solo banalizzato un grosso, grossissimo problema...

GabriChan ha detto...

@Franco Morici può darsi che la foto sia quella dello strumento sul tavolo, ma se non si sa dove è collegato e come non ne ricavi nulla, tu lo sai con certezza?
Ti faccio notare che l'ora e la data sull'orologio le puoi anche impostare.
Comunque a occhio sembra collegato tra lo scatolotto blu e le resistenze, e non so cosa possa misurare, dopo magari un ponte a diodi un scr o un triac.

Gdmster ha detto...

@gabrichan
"Comunque a occhio sembra collegato tra lo scatolotto blu e le resistenze, e non so cosa possa misurare, dopo magari un ponte a diodi un scr o un triac."

Strano che tu non lo sappia, perché Levi nel report dice che ci ha misurato l'energia assorbita dall'hotcat. E per fare questo non lo ha staccato neppure un secondo dal carico per 96 ore, Quindi si suppone che nel momento in cui è stata presa la foto fosse connesso al carico. Cosa confermata (le date) anche in quell'opuscolo tedesco. Ma tu il TPR lo hai letto davvero?
Ragazzi, certo che è veramente difficile cercare di fare un discorso razionale con voi. Mi correggo inutile. Buonanotte a tutti, I give up.

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Robbins ha detto...

Non capisco perché se il libro è eruditissimo e noto da maggio si sia ripiegato sull'opuscoletto.
Fretta domenicale? Disprezzo per ciò che non alimenta la polemica da sotto l'ombrellone?
Mi ricordo il nome di un programma e una massima di George Santayana (Oh my God! una citazione "culturale" - di là amano solo il tintinnar di speroni, sennò son bastonate).
Il programma si chiama Forensic, la massima recita: chi dimentica la storia è destinato a ripeterla.
In effetti, stante che a distanza di un anno lo schema delle scemenze (perché di scemenze si tratta) si sta ripetendo uguale, sarebbe meglio dichiarare di essersi rotti i marroni una volta per tutte e abbozzarla lì.
Non dimentichiamo com'è finita la volta passata col colore del tubo e ridiamoci sopra, anzi ridiamogli addosso.
Mi diverte in particolare la domanda stizzosa rivolta all'esperto di misure elettriche, perché è noto che l'Asse Roma-Tirrenia sa tutto sulle misure elettriche, tutto su quelle passate, tutto su quelle presenti e tutto, soprattutto, su quelle che NON hanno fatto e che NON gli piacciono.
Potremmo dire che i due sono dei creativi della contestazione capziosa. Idee formidabili, lungamente incubate - nel ridicolo ci si immerge un passettino alla volta, poi ci si trova con l'acqua alla gola e non si sa più cosa inventare I rischi della domenica al mare, appunto.

roberto rampado ha detto...

diciamo invece che molto spesso si cercano scuse o giustificazioni risibili per non arrendersi all’evidenza

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Gabrichan
"Comunque a occhio sembra collegato tra lo scatolotto blu e le resistenze, e non so cosa possa misurare, dopo magari un ponte a diodi un scr o un triac "
Se così fosse, sarebbe una misura presa 'di rapina', perché come dicevo a Giancarlo, era (giustamente) proibito interporre strumenti tra l'uscita dell'elettronica di pilotaggio e le resistenze(e poi siamo sicuri che il carico sia solo resistivo?).

@ giorjen
"Eppure ripeto nessuno l'ha mai neanche pensato, semplicemente perchè potrebbe essere smascherato da un QUALSIASI oscilloscopio anche scarso in mano a un qualsiasi neo diplomato anche scarsissimo. "
Sì, sono d'acccordo con te e dal punto di vista tecnico credo lo sia anche Mario. O erano tutti in combutta, o sarebbe stato folle ricorrere ad un trucco del genere. E' vero che bisogna pensarle tutte per fare gli avvocati del diavolo, se lo si vuol fare, ma è probabile che ci siano mezzi meno complicati per imbastire un'eventuale truffa, che comunque avrebbe poco senso in sé, per come la vedo io. Rossi dovrebbe avere ben più di una sottile vena di follia, tipica degli inventori geniali, per aver scatenato tutto questo pandemonio con ritorni tutto sommato piuttosto modesti, a fronte del costo di tutto quello che ha fatto girare, tra attrezzature, stipendi, viaggi, ecc.... Un non senso finanziario, se non avesse davvero in mano qualcosa di valido. Se poi sia FF o LENR, o vattelapesca cosa, questo lo vedremo.

giorjen ha detto...

non è strano visto che nel report non è scritto come sia collegato lo strumento durante i test a dicembre.

Io del suo discorso razionale non ho ancora capito cosa cercava di dimostrare. Ha una spiegazione sulla foto "tedesca" che sia più plausibile del fatto che sia una foto senza senso? ce la dica. A me dopo una serena notte dormita viene da pensare che sia stata connessa con le tensioni tra neutro terra e fase in un sistema monofase, ma non saprei per quale motivo visto che poi non sarebbe in grado di misurare le potenze.

per quanto riguarda le date, io ricevo regolarmente report e logfiles con date strampalate senza nessun motivo e oramai ci sono abituato, e devo dire che io stesso, per quanto incredibile, vivo nel 2556, quindi la data è un concetto alquanto fittizio... potrà sembrare una cavolata, ma sfido qualsiasi esperto in misura del tempo a dimostrare che non sia vero.

c'è poi da considerare, e non mi pare secondario, che la foto non credo sia stata rubata o ottenuta tramite prism, percui se è stata fornita dagli stessi sperimentatori mi sembrerebbe suicida aspettarsi che possa significare qualcosa.
g

mario massa ha detto...

@Alessandro Pagnini
" O erano tutti in combutta, o sarebbe stato folle ricorrere ad un trucco del genere"

Con questa affermazione Alessandro mi metti contro Levi, mentre io ho sempre sostenuto il contrario: che non è sensato ritenere Levi un truffatore, ma ciò non esclude la possibilità che sia stato truffato (con la DC o altro). Di più la nostra (di Franco e mia) offerta a Levi di collaborazione (completamente segreta gratuita e sotto NDA) è sempre aperta.

giorjen ha detto...

@mario massa
anche se ci andate voi ciò non esclude la possibilità che vi truffino, e sinceramente io personalmente non ho motivo di ritenere che siate più competenti di Levi, soprattutto se insistete con la storia della DC. Un po' di umiltà: capisco chiedere che si facciano le misure più seriamente, ad esempio chiedendo una terza parte elettrotecnica, ma offrirsi per farle mi sembra proprio ridicolo...
g

Vettore ha detto...

O che bello, siamo di nuovo alle polemiche inutili e mal condotte...
Mi costringete all'ingrato compito di fare la lezioncina di epistemologia a due colleghi (GDMster e Mario Massa) che, se non altro per questioni anagrafiche, dovrebbero avere molta più esperienza di me nei campi della scienza e della tecnica...
Punti fermi: un lavoro scientifico (un articolo), così come un teorema matematico, non ha valore e applicabilità assoluta e generale, ma solo sotto le ipotesi che sono state poste inizialmente. In un articolo scientifico si parte da alcune ipotesi e attraverso esperimenti e misure si traggono delle conclusioni che supportano o meno una data tesi. Da questo punto di vista un esperimento scientifico non serve necessariamente per avere una misura quantitativa assoluta di un fenomeno (come può essere nel campo dell'ingegneria), ma per rispondere ad una certa domanda positivamente o negativamente, sotto le ipotesi fatte.
In base a questo non si può contestare la validità un lavoro scientifico perchè le conclusioni non tengono in conto ipotesi che non erano state fatte (problema della DC) o perchè la precisione quantitativa delle misure non è ingegneristicamente assoluta, quando non è questo un requisito per dimostrare o confutare la tesi (problema della termocamera).
Nel caso specifico del report, le ipotesi erano che c'è un oggetto (hot-cat + blue box, che costituiscono un oggetto unitario) che prende in ingresso energia elettrica dalla rete e che produce energia termica. La domanda a cui rispondere è "l'energia termica prodotta è maggiore di quella elettrica assorbita?" e secondariamente "questa energia prodotta può essere di origine chimica?". La risposta è stata "SI" usando metodi ed approssimazioni tali da escludere ragionevoli dubbi.
Faccio anche notare che l'impostazione è sempre stata questa fin dal primo test pubblico dell'E-Cat, e la risposta è stata sempre "SI", ma in molti hanno sempre cercato di far confusione per nascondere questo fatto elementare. in nessuno dei test effettuati gli errori possibili erano tali da fagocitare l'eccesso di potenza/energia prodotto. Che poi si possano fare ipotesi diverse (truffa, e quindi DC in ingresso, misuratori non TRMS), o contestare la precisione quantitativa delle misure (termocamera, vapore, etc.), è lecito, ma è come una risposta fuori tema ad una domanda non fatta (scientificamente parlando)...

Franco Morici ha detto...

giorjen wrote:
capisco chiedere che si facciano le misure più seriamente, ad esempio chiedendo una terza parte elettrotecnica, ma offrirsi per farle mi sembra proprio ridicolo...

Rispetto la tua opinione ma mi permetto di farti notare che a mio parere le 2 cose che affermi, in questo tuo commento, sono in contrasto.
Se ammetti che sia lecito chiedere la presenza di una terza parte elettrotecnica ai test del Hot-Cat perchè mai sarebbe ridicola la presenza partecipativa (sottolineo, nei termini di piena cooperazione ed onesto servizio) di utenti di questo Blog?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mario Massa
"@Alessandro Pagnini
" O erano tutti in combutta, o sarebbe stato folle ricorrere ad un trucco del genere"

Con questa affermazione Alessandro mi metti contro Levi, mentre io ho sempre sostenuto il contrario: che non è sensato ritenere Levi un truffatore "

O forse sarà Rossi ad avercela con me, perché se avesse adottato quel trucco, per fortuitissimo, ma pur sempre possibile caso, non scoperto dagli 11 (o quanti erano, compresi anche quelli non firmatari), lo avrei catalogato come folle!
Non dico che non possa averci provato, dico solo che se l'ha fatto e gli è andata bene senza aver potuto contare su connivenze varie, allora è stato tanto fortunato quanto sconsiderato. E' più chiaro così? :-)
Per essere ancora più espliciti, secondo me di truffatori non ce ne sono proprio, ma se l'unico fosse Rossi e lo fosse stato grazie a quel trucco, gli converrebbe alla grande giocare al superenalotto ;-)

Vettore ha detto...

@GDMster e Mario Massa
Nello specifico:
1) mi spiegate se, perchè e come la sensibilità spettrale della termocamera in una zona fuori dal picco di emissione delle temperature usate, o l'uso di una epsilon 1 può portare ad una sovrastima della potenza termica emessa? [P.S.: non credo che la termocamesa "inferisca" il picco della curva di SB in base a quello sche sta vedendo nella propria finestra spettrale, per il semplice fatto che non ha dati a sufficienza per farlo. Quindi logicamente tagliando lo spettro si taglia la temperatura stimata, e non la si può mai sovrastimare]
2) Riguardo alle misure elettriche in ingresso:
a) perchè avrebbero dovuto misurare la potenza in ingresso all'Hot-Cat (dopo la blue box)? Che motivo c'è? Anche considerando che l'oggetto sotto misura si può considerare un tutt'uno, che le connessioni "nascoste" sono state escluse e comunque dai risultati del diagramma di Ragone si può escludere una sorgente convensionale nascosta.
b) a proposito della DC, nessuno è entrato nel merito delle mie obiezioni (mi sono solo beccato epiteti di vario genere perchè evidentemente erano un tantino difficili da capire e digerire): se c'era una DC, dai dati termici si evince che anche questa doveva essere parzializzata assieme all'AC. Questo implica una serie di cose poco verosimili e incompatibili con le osservazioni (tensione DC molto elevata, oppure forte ripple a 100Hz, oppure armoniche extra dovute alla sua parzializzazione, oppure uso di filtri di dimensioni colossali, etc.).

Vi pongo queste domande a mo' di esperimento scientifico: la tesi che vogliamo provare o confutare è quella di Melis... ;-)

giorjen ha detto...

Possono essere anche utenti del blog, ma devono portare un contributo di competenza adeguata. Se sei il presidente dell'ordine degli elettrotecnici ben venga, se sei solo il rappresentante del Blog di Franchini non capisco che ci vai a fare. Per quanto riguarda Mario la questione non si pone: si occupa di calorimetria, ritiene che la misura di calore dell'apparato è stata fatta bene, quindi che ci va a fare???
g

Vettore ha detto...

Nel mio primo commento il "SI" si riferisce alla prima domanda ovviamente... Riguardo alla natura chimica ovviamente la risposta è "NO", a scanso di equivoci... Penso che quello che volevo dire fosse chiaro, e anche il contenuto del report a riguardo...
Succede quando si scrivono commenti lunghi con l'iPhone... :-)

Franco Morici ha detto...

@giorjen

Ti sbagli, non sono il rappresentante del Blog di Franchini e ti invito a non attribuirmi ruoli che non ho, interloquendo correttamente.

Se ritieni che serva assolutamente la presenza al test del "Presidente dell'ordine degli elettrotecnici" adoperarti in prima persona affinche' questo possa avvenire.

giorjen ha detto...

Franco non ti attribuisco nessun ruolo, era un ragionamento in seconda persona che non si riferiva a te ma in generale.

Io non penso che sia necessario fare intervenire nessun altro ai test, come ho spiegato già più su secondo me è assurdo pensare che ci siano difficoltà a fare misure di potenza elettrica, stiamo parlando di misure tra le più semplici e con affidabilità elevatissima. Non sono un esperto di termocamere o calorimetria, e non so se queste misure siano complicatissime, ma di sicuro le misure di potenza non lo sono se ci si accontenta di un errore ragionevole. Il metodo e gli strumenti usati da Levi a me paiono adeguati, di sicuro non lo è la foto "tedesca" che però, ripeto, è contestualizzata solo dall'orologio e mi pare un po' pochino per buttare a mare tutta la misura senza appello.

continuo a non capire cosa dovrebbe dimostrare la foto in questione? che era tutto un bluff in cui lo strumento non stava li a far niente? in quel caso avrebbero fatto meglio a prendere uno strumento di cartone con sopra appiccicata l'immagine di una misura sensata, piuttosto che lo strumento vero con l'immagine insensata, che poi è stata distribuita. Come se fosse stato difficile fargli fare una misura sensata a quello strumento e poi mandare la foto...
g

Alessandro Pagnini ha detto...

@ giorjen
"secondo me è assurdo pensare che ci siano difficoltà a fare misure di potenza elettrica "
E' quello che penso anche io. A meno di 'magheggi' da parte di Rossi, la misura dell'input non è certo un grosso problema.

" Come se fosse stato difficile fargli fare una misura sensata a quello strumento e poi mandare la foto..."
Il che dimostra che, casomai, sarebbero dei veri somari (forse invece sono solo distratti e una foto che non c'entrava granchè è finita nel mucchio?), ma certamente non 'sodali' a Rossi in un'eventuale truffa, o avrebbero postato qualcosa di sensato. Se si accettasse questa conclusione, allora bisognerebbe dire che Rossi ha veramente avuto fortuna che gli siano capitati dei piccioni così: onesti fino al suicidio mediatico (vedi foto assurde postate), ma completamente incapaci di fare una misura elettrica e quindi possibili da raggirare con eventuali DC sovrapposte alla AC. Certo tutto è possibile, ma quell'Occam che viene spesso evocato, non sarebbe il caso di tenerlo presente anche qui?
Non escludo invece, nel caso tutto da dimostrare di malafede di Rossi, che egli abbia escogitato trucchi più difficili da sgamare, che al momento non riesco però ad immaginare.
E se invece semplicemente l'E-CAT funzionasse? Possibile anche questo, no? Azzardo a dire che alla luce di tante conferme sulle LENR e di tutte queste rilevazioni e di quel che è stato costruito intorno a quel marchingegno, non per spillar quattrini a chicchessia (magari come donazioni volontarie per la ricerca) o chieder fondi pubblici, ma per fare impresa, la cosa più altamente probabile, ma di gran lunga, è che il dispositivo funzioni, magari ancora un po' a intermittenza, ma che prometta molto bene. So che è una posizione opinabile e ognuno dà ai vari aspetti il 'peso' che decide, però mi sembra molto forzato essere ancora negazionisti di fronte a tutto questo.

comRED ha detto...

Giusto per cambiare discorso. Qualche idea?

http://www.magistrala.cz/freeenergy/2013/07/07/itinduction-transformer-2ho2/#comment

Robbins ha detto...

@giorjen
Per rispondere alle sue domande bisogna ricorrere alla memoria storica.
Vale a dire a quando ci si pettinava con una sveglia (ipotesi, anzi certezza, dell'incapacità di Levi e Capiluppi (cioè del Dipartimento di Fisica di UNIBO)), e a quando si scopriva la "truffa" (dove la truffa la fa i) Rossi che inganna Levi, ii) Rossi e Levi che ingannano il Dipartimento, iii) ecc.).
Gli argomenti dei fisici della domenica oscillano come un pendolo tra questi due approcci da sempre - ora le cose si sono un po' complicate ma le tattiche sono esattamente queste.
Noti come tutta la cosa sia lunare e ridicola: inganno per inganno, come ha notato Lei, tanto valeva inventare uno strumento di cartone (o scrivere un rapporto falso dalla prima all'ultima parola).
In realtà l'idea di base è questa: si tratta di una truffa di bassa qualità, per cui se noi a Roma, a Tirrenia o nella terra del Ciauscolo consideriamo con acribia sufficiente le foto, i grafici ecc. scopriamo il BUCO, cioè il punto dove quei poveretti - che non capiscono nulla di fisica tecnica ma ci hanno provano - si sono sbugiardati. Perché si tratta di truffatori insufficienti - se lo avessimo fatto noi non ci avrebbero pizzicati.
Questo conduce all'ultima osservazione - i nostri scienziati non sono interessati al problema, ma solo all'estroflessione dell'ego. La risposta alla domanda "perché ci perdo tempo?" è semplice: perché, con i miei tentativi di sputtanare gli altri faccio bella figura nella mia tribù. E più la butto lì migliore è la figura, tanto di tutto il resto me ne frego.
Peccato che ci sia gente che li prende sul serio e ci perde tempo. Risultato secondario ma non disprezzabile: generare polverone e incertezza, così il tempo passa e la commedia può continuare.

@Vettore
Un paper di Fisica e un teorema sono oggetti formalmente diversi. Ad es. in un teorema non si dà il caso di una misura fatta male. Lei ha mai visto un'inferenza difettosa per un ordine di grandezza?

@Franco Morici
Il problema è quello dell'autorità e della proprietà. Perché Rossi dovrebbe permettere prove a terzi a lui non graditi? Il reattore gli appartiene. Chiamarsi San Tommaso non dà il diritto di toccare la ferita - troppo facile.

Diogene ha detto...

@ Mario Massa

Guarda, al di là delle proporzioni -che magari ho toppato - nella mia testa quel disegno deve rappresentare un corpo che ha epsilon pari a 0,7 dopo i 7 micron e molto meno prima, così quando si fa il calcolo di corpo nero conservativo (alla Levi) ci si mette sì a calcolare la potenza di un corpo a temperatura più bassa rispetto al corpo reale da valutare, però avendo il corpo reale epsilon ancora più bassa di o,7 prima dei 7. Vabbè è il discorso tuo.

Per quel che riguarda il caricare foto fa' così: caricale ovunque le puoi caricare (da un blog, ad un profilo Facebook- come ho fatto io - etc) poi una volta caricate con il tasto destro del mouse (se usi mozilla) clicchi "copia indirizzo immagine" ed ecco fatto.
Ci sarà sicuramente un metodo più breve e più elegante, ma il mio funziona sicuramente ed è veloce.

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 311   Nuovi› Più recenti»

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails