BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

mercoledì 17 luglio 2013

Fusione fredda:
diretta streaming 22 luglio ore 12
(Autore: MISTERO)

La sfida in corso tra Andrea Rossi (E-Cat Leonardo Corp.) e Alex Xanthoulis (Hyperion Defkalion GT): sul piatto la rivincita della fusione fredda e una rivoluzione epocale del mercato dell'energia e del mondo intero.
[ndr. il presente post è composto da un comunicato inviato via email e da un articolo presente su www.triwu.it]

LA FUSIONE FREDDA VA ONLINE

Lunedì 22 luglio 2013 alle 12 sarà visibile online in streaming su Triwù, la web tv dell’innovazione (www.triwu.it), una diretta dai laboratori di Defkalion Europa, a Milano, dove è allestito quello che può essere definito l’esperimento più avanzato di fusione fredda.
Come molti sapranno la fusione fredda è da tempo al centro di polemiche, grandi divergenze, sospetti, sostenitori determinati e accusatori altrettanto decisi che, senza mezzi termini, parlano di truffa. La sostanza tecnico scientifica, tenendosi lontani dai dettagli per addetti, è però molto semplice: con la fusione fredda siamo in presenza di una fonte energetica sostanzialmente illimitata e a costi irrisori.
Se questa nuova fonte energetica fosse disponibile sul mercato, come dicono alla Defkalion Europa, cambierebbe gli scenari mondiali dell’energia, come attualmente li conosciamo.
Nel corso dell’appuntamento del 22 luglio, organizzato da Defkalion Europa, in collaborazione con TRIWU’ e con Moebius, la trasmissione di scienza di Radio 24-Il Sole 24 Ore, si potrà vedere in funzione la “macchina” che attraverso un processo di fusione fredda ( o meglio di LENR, Low Energy Nuclear Reaction) produce energia, “macchina” che non è mai stata visibile al largo pubblico.
Federico Pedrocchi di Moebius, Maurizio Melis (anche noto come conduttore di Mr. Kilowatt a Radio 24), con l’aiuto dei tecnici Defkalion Europa e di altri ospiti, descriveranno la “macchina” nelle sue varie componenti e racconteranno come il processo funziona – o dovrebbe funzionare. Seguiranno l’esperimento super partes, prendendo anche in considerazione le voci critiche di quanti adombrano trucchi o errori di valutazione.
Una cosa è certa: l’appuntamento del 22 luglio alle 12 è comunque di grande interesse per il mondo della ricerca scientifica e dello sviluppo industriale, ma se tutto funzionasse, la rivoluzione energetica della fusione fredda cambierebbe anche la vita quotidiana di tutti noi, e abbastanza rapidamente.

Info e approfondimenti:
Triwu’ srl 
Attilia Cozzaglio
Tel. 022046602 – 328 8006391

***

L'esperimento più recente di fusione fredda sarà in streaming su Triwù. Lunedì 22 (ore 12.00)

Triwù in collaborazione con Moebius, la trasmissione di scienza di Radio 24-Il Sole 24 Ore, propone una diretta dai laboratori di Defkalion Europa, a Milano, dove è allestito quello che può essere definito l'esperimento più avanzato di fusione fredda. (A lato di questo articolo trovate alcuni approfondimenti audio tratti da Moebius e da Smart City, di Radio 24).

E qui già le cose si complicano, perché quel "più avanzato" sembrerebbe rimandare a una tecnologia che sta progressivamente avanzando con dispositivi sempre più efficienti. I pannelli solari, ad esempio, che negli ultimi anni si sono via via presentati con modelli dalle performance crescenti. Come molti sapranno, invece, la fusione fredda è da tempo al centro di polemiche, grandi divergenze, sospetti, sostenitori determinati e accusatori altrettanto decisi che, senza mezzi termini, parlano di truffa. La sostanza tecnico-scientifica, tenendosi lontani dai dettagli per addetti, è però molto semplice: saremmo in presenza di una fonte energetica sostanzialmente illimitata e a costi irrisori.


La fusione è quel processo che avviene nelle stelle, con enormi energie generate da reazioni nucleari. Da tempo si sta cercando di "maneggiare" questo processo con reattori che potrebbero ricreare, qui sulla Terra, quello che avviene dentro il nostro Sole. E' la fusione calda. Si sta cercando, come si è detto, ma risultati non se ne vedono. Quella fredda, di fusione, è a distanze stellari da quella calda, con energie da macchinetta del caffè.
E le teorie – ancora molto approssimate (o per sempre approssimate?; la bagarre è sempre al centro del palcoscenico) – parlano di LENR, Low Energy Nuclear Reaction, e cioè piccole reazioni nucleari guidate da basse energie. Avete presente quei colpi di stecca nel gioco del biliardo che impattano a tutta forza un triangolo di palle che finiscono in quantità dentro le buche? Bene, la fusione fredda è quando la stecca sfiora appena la palla, le fa fare un piccolo arco e la deposita dolcemente in buca. E una cosa è certa: se la "fredda" funziona l'intero panorama delle fonti energetiche ne uscirebbe sconvolto, con una disponibilità di energia a costi irrisori.

Ma si può fare? O c'è dietro un grande trucco? Siamo in presenza di fenomeni fisici che solo oggi vediamo per la prima volta, oppure di illusioni belle e buone, prodotte ingenuamente, o volutamente create perché l'obbiettivo reale è il classico "prendi i soldi e scappa? Perché tutta la vicenda è segnata essenzialmente da quest'ultimo sospetto: si vuole vendere, a qualche operatore impegnato in vari modi nel settore energetico, un falso tecnologico, guadagnare una discreta montagna di soldi, e vivere molto felici e molto contenti. Tuttavia anche qui esplodono i dubbi. Infatti: è vero che una delle applicazioni più vaste della fusione fredda potremmo vederla nelle piccole caldaie, ma non sono certo gli idraulici che dovrebbero comprarsi questi nuovi e rivoluzionari dispositivi. Potrebbero installarli, questo sì, ma la partita della "fredda" si gioca fra grandissime aziende che dovrebbero aggiudicarsi il brevetto versando cifre incalcolabili. Ecco, allora, che non riesce facile capire come attori così grandi presenti nel mercato possano comprare colossali bluff. C'è un altro scenario: nessuna truffa ma un grave errore di valutazione scientifica e tecnologica.


Detto questo, lunedì 22 alle 12 vedremo come è fatto il marchingegno di cui tanto si parla e che però non è mai stato visibile al largo pubblico. Lo descriveremo nelle sue varie parti, e racconteremo come il processo funziona – o dovrebbe funzionare; lo abbiamo già detto, saremo super partes. Ma poi cercheremo anche di analizzare la natura dei possibili trucchi e dei possibili errori di valutazione.



L'appuntamento in streaming sarà condotto da Federico Pedrocchi e Maurizio Melis

Fonte:  www.triwu.it

140 : commenti:

triziocaioedeuterio ha detto...

Vabbe...interessante per i be e solita ciofeca pseudo truffaldina per gli unbe.non credo che comunque quelli di defkalion abbiano pretese probantistiche quanto piuttosto di aggiungere un tassello in più per quanto riguarda i loro prodotti e di iniziare finalmente ad esporsi mediaticamente...

sandro75k ha detto...

Bellissimo post, serio ed equilibrato!

gio ha detto...

hanno in mano qualcosa?

direi di si ..altrimenti è commercialmente un harakiri!!!

perchè ora?

cercano di anticipare Rossi


mi sa che ne vedremo delle belle:):)

nemo ha detto...

Non ho idea di come sarà l'evento, ma il dopo sarà senz'altro molto divertente! :D

sandro75k ha detto...

@mistero

carino l'esempio del biliardo... :P

MISTERO ha detto...

@Sandro
Ho riportato il post dal link evidenziato dall'annuncio in testa, non l'ho scritto io.

sandro75k ha detto...

sì...te lo volevo far notare..... :) ci mancherebbe! Lo ha scritto Melis o Pedrocchi?

MISTERO ha detto...

Non lo so.

sandro75k ha detto...

Domenica Laguna Seca Moto GP e Lunedì la ff in streaming!! Mi aspettano 2 giorni caldissimi.....

Tizzboom ha detto...

Da quello che mi sembra di aver capito da altri messaggi questo stream è dedicato ed inteso per l'Italia ed i media mainstream, mentre quello per l'ICCF18 sarà di un'altra prova eseguita in un secondo momento, presumo dalla stessa locazione a Milano. Anche questo test sarà pubblicamnte trasmesso sul web in streaming?

MISTERO ha detto...

mentre quello per l'ICCF18 sarà di un'altra prova eseguita in un secondo momento, presumo dalla stessa locazione a Milano. Anche questo test sarà pubblicamnte trasmesso sul web in streaming?

Si, il giorno dopo sarà una specie di work shop.

Fabio Crestani ha detto...

@triziocaioedeuterio
Concordo, penso sarà la replica del test fatto l'anno scorso in presenza di Michael A. Nelson della Nasa. Nessuna ripercussione in termini di credibilità.
Almeno si tornerà a parlare un po' di DGT...

domenico canino ha detto...

@mistero
più tasselli si aggiungono al mosaico, meglio definito è il quadro. L'importante è stabilire con certezza che funzioni. Poi la rivoluzione non si potrà fermare per molto tempo. Liberarsi del petrolio, delle petroliere, dell'inquinamento, tenere i mari puliti, e repirare l'aria delle città. Anche a parità di costo sarebbe un salto enorme.
Sperem.
A proposito complimenti a te e tutti i Padovani, la vostra università è risultata nettamente la prima in Italia per valore delle ricerche. La sapienza di Roma è solo 22esima. Segno del destino.
ciao

indopama ha detto...

OT
@Mistero
tu che sei dentro al mondo del lavoro, vedi attorno a te quello che c'e' scritto qui?

L’INDICATORE DEI CONSUMI ENERGETICI SCENARIECONOMICI.IT che da’ un’idea della variazione annua dei consumi energetici complessivi nazionali passa dal -4,0% ad Aprile 2013 a -7,2% a Maggio a -10,0% a Giugno. Complessivamente l’economia italiana, tanto nei settori civili quanto industriali, sta continuando a flettere in modo significativo.

MISTERO ha detto...

@Indopama
Purtroppo il mio settore non mi permette di percepire la crisi in atto.
Lavoro molto più all'estero che in Italia.

nemo ha detto...

ops...: http://arxiv.org/abs/1306.0830

sandro75k ha detto...

@Nemo

A quanto pare si può prendere la "mira"?

Shine ha detto...

bella la vignetta peccato che le carte siano truccate e i soldi finti :)

drboblog.com ha detto...

I normally dont post here because of the "no troll" symbol but I do understand a lot of good information originates from this blog.
Thanks for all the good news and hard work!


http://www.youtube.com/watch?v=sbKdK-bc0bI

Simplicio ha detto...

@Mistero
sono curioso in quale settore nn senti la crisi?

Silvio Caggia ha detto...

@sandro75k
L'esempio e' calzantissimo... Devi centrare il buco... Poi magari non e' questione di prendere la mira, ma di allineare i buchi con le traiettorie delle palle... :-)
Il punto e' che e' come nei baracconi dei luna-park dove devi centrare il buco della boccia del pesce rosso con la pallina... La pallina puo' entrare nel buco, ti fanno anche vedere che e' piu' piccola, ma da dove la tiri tu non potra' mai entrare formando una parabola, rimbalzera' sempre sul bordo, devi farla cadere dall'alto a perpendicolo! :-D

domenico canino ha detto...

@mistero
New Energy Times special report “2001 Oak Ridge Nuclear Cavitation Confirmation Uncovered.”
Insomma sta cavitazione nucleare dal 2002 ad oggi ha dimostrato di funzionare; è un altra possibile strada; e tu su questo sei one step ahead;
ciao

MISTERO ha detto...

@Domenico
Grazie, dal 2001 mi occupo di cavitazione in tutti i suoi aspetti e in tutte le forme possibili.
Ti posso dire questo, ci sono innumerevoli applicazioni della cavitazione che sono molto più utili di una reazione nucleare anche se di nuovo tipo.

@Simplicio
Non lo so.

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
Da HYPERION a HYPERLOOP!
L'idea sembra fantascientifica, eppure il suo progettista giura che rivoluzionerà i trasporti del futuro. Elon Musk, amministratore delegato di Tesla, lancia Hyperloop, il treno 2.0, capace di percorrere la distanza tra New York e Los Angeles - quasi cinquemila chilometri - in 45 minuti. Il mezzo sarà composto da enormi tubi pneumatici che trasporteranno 4 o 6 passeggeri alla volta viaggiando in sospensione sulle rotaie con una velocità di 800 km orari. Il prototipo, che prevede l'utilizzo di pannelli solari, è in fase di realizzazione e i dettagli del funzionamento verranno presto svelati dall'imprenditore statunitense. Le immagini del progetto della Cnn
Ops, ma da dove diavolo è scappata fuori la velocità di 800km/h??? Poco più di un caccia ad elica della seconda Guerra Mondiale! :)
Facciamo i conti:
45min = 0,75h
v = 5000km/0,75h = 6667km/h (velocità media ovviamente).
Vuoi vedere che all'autore dell'indimenticabile commento, scritto per la Gelmini, sul tunnel Ginevra-Gran Sasso, dopo il licenziamento dal Ministero han trovato posto presso la redazione de La Repubblica?! ;)

Vincenzo Bonomo ha detto...

Evidentemente Repubblica cura molto "l'accuratezza" dei dettagli tecnici, detto questo il progetto in questione non mi sembra altro che un enorme impianto di posta pneumatica dove vengono "spediti" cristiani al posto di lettere!

Robbins ha detto...

@Daniele Passerini
In redazione hanno perso uno zero - roba da poco.
Su La Repubblica, una volta, ho letto una citazione che si diceva fosse del famoso filosofo "Pistone". Non capivo, poi scopro che è dal Timeo. Pistone=Platone, ... Povera Italia!

Vincenzo Bonomo ha detto...

@ Daniele Passerini
OT.
Daniele la Ferrari è in crisi tecnica e non sembra riuscire a venirne fuori.
Visto che Vanoncini ci legge perché non fai un post dove noi appassionati possiamo suggerire qualche idea agli ingegneri del cavallino rampante?
Magari esce fuori qualcosa di interessante!

Silvio Caggia ha detto...

@daniele
Ma e' un giornale che esce ogni giorno con un enorme refuso in prima pagina... Scrivono rEpubblica quando e' invece rIpubblica! :-D

nemo ha detto...

Quelli della Tesla sono dei geniacci!
Il motore è a curvatura! Ecco perchè solo 45 min. E' il tempo proprio!!!! ahahahahahahah

MISTERO ha detto...

http://it.ibtimes.com/articles/53015/20130718/usione-fredda-rossi-e-cat-di-defkalion-pronto-al-debutto-alex-xanthoulis.htm

Alessandro Pagnini ha detto...

@ gio
Hai visto il link di Mistero? Con Defkalion lavora un'azienda automobilistica europea. Ma con Defkalion, non con Rossi! ;-)

domenico canino ha detto...

defkalion cop 5 dichiarato. Mah. Rossi ha pronto subito il rilancio; a metà settembre si saprà chi è il partner (non tanto USA ma multinazionale) e sopratutto i piani industriali e visitabilità impianti e nuova fabbrica. E cop più alti e produzione di energia elettrica con hot cat con turbina siemens, già fornita. I tedeschi di Siemens c'entrano non solo come fornitori ma come partners. Ovviamente sono rumors da deep web.

gio ha detto...

@ alessandro

me l'ero persa!!!

vediamo un pò che succederà .....ormai manca poco ....



9!

GUIDO310 ha detto...

Su Cobraf pubblicano questo:

http://www.cobraf.com/forum/topic.php?reply_id=123486942&topic_id=5747&ps=20&pg=1&sh=0#

Storia che ha molte similitudini con l'Ecat...ma che non ha avuto più nessun riscontro...ora se non altro ci sono di mezzo anche i Greci, avranno "attinto" segreti scientifici o metodologia???
Non so se sia un bene o meno...se non altro non c'è un'unica voce nel coro

triziocaioedeuterio ha detto...

@DOmenico

Ma sti ruomors dove li hai sentiti...cobraf?

gabriele ha detto...

Salve a tutti,

non so perché ma questa battaglia a colpi di COP mi risultano simili alle battaglie sullo SPREAD.

Semplificazioni e forse distorsioni dei reali problemi e fatti.

Ed a me, da semplice spettatore di tutta questa questione (e non potrei essere di più, per mancanza di competenze specifiche in fisica, chimica ...) ma dotato (per via di autocertificazione :) di buona/eccellente logica,
mi piacerebbe poter pensare che Deflakion e Rossi sono sempre stati di comune accordo e quello che assistiamo adesso è una delle scene madri del film a cui vado assistendo.

Ottima campagna di marketing per vendere al meglio un prodotto di cui si è in pieno possesso e in esclusiva conoscenza.

Un film che è stimolante da vedersi da qualsiasi punto di vista lo si guardi!

E se il film produrrà o da una parte o dall'altra quello che viene dichiarato ben venga, sarò, nel mio piccolo e magari proprio su questo blog, a complimentarmi e a ricredermi.

Se invece è solo pura concorrenza...allora forse dovrei rivedere la mia autocertificazione di cui sopra!

Bel sognar e oziar

GUIDO310 ha detto...

Anche io penso che abbiano fatto un gran teatrino...

domenico canino ha detto...

@trizio
no stavolta la mia fonte non è cobraf; lì hanno preso una cantonata pazzesca tirando fuori per l'ennesima volta il brevetto di rossi del 2000 sul seebeck effect. Roba trita e ritrita. Rossi l'ha detto mille volte che il prototipo artigianale fatto da lui funzionava bene ma farlo industrialmente costava troppo e perdeva efficacia. E questi la tirano fuori come se fosse una cosa nuova. Mah. La cosa di defkalion funziona, vedi che mistero ci ha informato che da 20 giorni c'è la fila per i test al loro lab di milano. Ed hanno invitato ufficialmente due membri del CICAP. Se tu fossi avessi studiato l'illusionismo, vedresti che il trucco si deve fare una volta sola e non ripeterlo, per non farlo capire. Sto reattore sta in funzione a Milano da più di 20 giorni e lo stanno vedendo in tantissimi. Le voci corrono. La verifica CICAP (leggi presidente Piero Angela) serve per far passare l'informazione dagli addetti ai lavori al mainstream. Significa che sono quasi pronti per il mercato. Penso alla sera di superquark autunno 2013-2014 che parla finalmente di fusione fredda. Io penso che lo sdoganamento ufficiale si farò solo a mercati e d industrie e finanza pronte a riconvertirsi almeno in parte. Non prima.

gio ha detto...

@ domenico

ma sai perchè hanno scelto come base milano?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ gio
"ma sai perchè hanno scelto come base milano? "
Perché la 'cover' dell'Hyperion gliela devono disegnare Dolce e Gabbana? :-D

GUIDO310 ha detto...

@ domenico canino

Su cobraf in effetti si ipotizza che l'ecat sia in qualche modo figlio del TEG...il brevetto viene portato come esempio che Rossi lavora su queste tematiche da lungo tempo...

domenico canino ha detto...

@gio
perchè da tempo defkalion ha una filiale italiana a milano, con un noto ingegnere a dirigerla,che fa da commerciale ed illustratore del prodotto come Proia per Prometeon.

domenico canino ha detto...

@gio
ti riporto la notiza del gennaio 2013:
Così sembra essere nata Defkalion Europa, joint venture fra Defkalion Canada Ltd e Mose S.r.l., e licenziataria del prodotto in Italia e Europa. E tutto grazie ad un italiano, Franco Cappiello, ingegnere e già Amministratore Delegato di Mose S.r.l..

Paul ha detto...

Io mi domando: supponendo che queste dimostrazioni di Defkalion risultino positive, ci sarà un "travaso" di maggior credibilità per Rossi?
Cosa diranno gli "unbé"? La Defkalion sì e Rossi no?

Go Katto ha detto...

"supponendo che queste dimostrazioni di Defkalion risultino positive, ci sarà un "travaso" di maggior credibilità per Rossi?"

Perdinci Bacco, non saprei davvero!
Posso solo farle notare come il prodotto abbia cambiato nome: non più "Hyperion", ora è catalogato come "E-Cat di Defkalion", di sicuro almeno fino al 22 sera, ma sono molto fiducioso: vedrà che lo spettacolo andrà benissimo, e quel nome riecheggerà a lungo, forse perfino in qualche convegno altolocato, dove poi qualcuno lo accorcerà, che così com’è è troppo lungo. Vedrei bene Cat-D, ma chi può dire cosa suggerirà l'esperto di marketing?

Vedrà, non la deluderanno, per un po' si continuerà a parlare dell'"E-Cat greco" (forse "E-Cat-G"?); pensi che, per l'occasione e a grande richiesta, si dice sia tornata anche l'antica valletta Siemens, scomparsa nel nulla all'improvviso.
Però lo sa, la critica è implacabile e sottolineerà qualsiasi stonatura - ohibò, crudeli! - ove si palesasse un'autentica stecca, tuttavia, non tema che in molti ricorderanno subito il nome originale e ci sarà anche chi, soprattutto qua dentro, potrà esclamare: "l'avevo ben detto, io! Fate coro: solo Rossi può!", almeno fino a metà settembre. L'anno, si capisce, è lasciato in bianco; eppure attenti: le Forze Armate si ritirano e si palesa al loro posto una Multinazionale, sicuramente di quelle con la emme maiuscola. Ricordate? Tana libera tutti, e Bertoldo potrà dar miccia a grandi fuochi artificiali; va sottointeso, rigidamente "sionisteggianti".

gio ha detto...

@ alessandro
>Perché la 'cover' dell'Hyperion gliela devono disegnare Dolce e Gabbana? :-D

:):) si magari con la Bellucci per la campagna pubblicitaria :):)

@ domenico

si ok...questo vagamente lo ricordavo....ma perchè dei canadesi scelgono come base europea l'italia..........solo masochismo o c'è dell'altro

Daniele Passerini ha detto...

@Go Katto
Be' sì, questo blog è una gabbia di matti (me compreso) e dunque anche tu non puoi proprio mancare.
P.S. Scusa, ma di darti del lei non mi viene proprio.

Go Katto ha detto...

Daniele,

non se ne dia pena, del "lei" è cosa mia, eppoi avrà ben letto che Pagnini mi chiese del "tu"; è un brav'uomo e gli vado incontro come posso avendo comunque premesso che quel “lei”, per tradizione e per costumi, mi può sempre scappare.

“Questa gabbia di matti", come la chiama lei, spero resista alle intemperie: chi di voi ha scritto che il mio quotidiano è tetro, ahimè, ha fatto centro, e io spero di poter girovagare in questi lidi ancora a lungo, anche se allo scopo dovessi per forza di cose tenere a freno la penna - magari Robbins mi potrebbe aiutare, bacchettandomi a dovere quando esagero. Non so proprio se ci riuscirò, ad ogni modo, dalle parti del 22, magari di settembre, più che di luglio.

Cordialità

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Go Katto
"avrà ben letto che Pagnini mi chiese del "tu"; è un brav'uomo e gli vado incontro come posso avendo comunque premesso che quel “lei”, per tradizione e per costumi, mi può sempre scappare."

Grazie per la positiva considerazione! :-)


Ricorda però che se ti scappa il 'lei' è più per rigidità mentale. Per quanto possa sembrare il contrario, nella vita di tutti i giorni, sono un affezionato del lei e mai mi verrebbe in mente di passare al più confidenziale 'tu', se non in casi più che opportuni. L'ambiente dei radioamatori, come la netiquette di questi ambienti, prevede il tu, così come nelle moschee è previsto di entrare senza scarpe e alle cene di un certo ambiente è previsto l'abito scuro e la cravatta. Volendo escludere la maleducazione, il mancato conformarsi agli usi del luogo, credo possa essere soltanto imputabile a difficoltà a passare rapidamente da un atteggiamento mentale ad un altro. Ci riesco anche io a 54 anni suonati! :-) Secondo me, se ci fai un po' di attenzione ci riesci anche tu. Spero di rileggerTI nelle forme più consone a questa 'gabbia di matti', appunto! ;-)

Comunque Robbins sul LEI non ti bacchetterà mai! :-D

Robbins ha detto...

@Alessandro Pagnini
Oggi il "tu" viene usato sempre più spesso NON per questioni di etichetta, bensì proprio per pigrizia e coazione alla semplificazione sintattica.
Da ragazzi usavamo il tu con tutti - grandi professori compresi - ma era cosa diversa: si trattava di una modalità rivoluzionaria, analoga alla disposizione del MinCulPop fascista a favore del Voi (spero di non evocare censure da parte di lettori di Heidegger e Popper, che sembrano incapaci di riconoscere l'ironia).

Così come quando ti casca il tappo del dentifricio, questo finisce invariabilmente nel buco - cosa che in fisica ha portato allo sviluppo dei contesti della minima azione e all'adorazione scervellata di San William Rowan Hamilton -, anche nella prassi linguistica vale l'aureo principio di risparmio: se è più semplice, vince. E giù di "tu" a tutti.

I Romani conquistavano l'orbe, imponevano i Codici ai barbari, costruivano fogne e anfiteatri, crocifiggevano il Cristo e facevano schiavi. Così l'imperio e l'Impero, con i nomi delle province - Bitinia, Tracia, Mesia, Pannonia ... . Adesso siamo alle faccine su Facebook e all'ideografico "io amo la grande mela" sugli zaini dei figli.
Epifenomeni, ma di una parabola discendente - siamo pronti ad esser rimpiazzati.

Meno male che a Roma - sempre a Roma! - c'è un Prorettore che difende l'ortodossia e non crede che il Senato venga occupato dai barbari.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Robbins

Lupus in fabula ! ;-)

"Oggi il "tu" viene usato sempre più spesso NON per questioni di etichetta, bensì proprio per pigrizia e coazione alla semplificazione sintattica.
Da ragazzi usavamo il tu con tutti - grandi professori compresi "

Non so di che classe tu sia (io 1959), ma ai miei tempi, anche da bambini, si usava ancora il lei con chiunque ci apparisse adulto e senza eccezioni. L'abitudine è continuata per me e buona parte di miei conoscenti, anche crescendo.
Da bambino ho conosciuto persone allora adulte, oggi magari anziane, cui continuo a dare del lei, con loro che a me danno sempre del tu, per via della differenza d'età che oggi non è percentualmente più molto rilevante, ma ai tempi della nostra conoscenza lo era eccome e faceva la differenza nel modo di approcciarsi l'uno con l'altro.
Questo per dire che non sono uno di quelli abituati a passare sopra convenzioni e buona educazione, almeno non di proposito. Proprio per questo sono io che mi adeguo, per rispetto, alle usanze e alle regole vigenti nei vari ambienti.
Io vesto solitamente sportivo, direi quasi trasandato, ma se devo andare ad un appuntamento di lavoro, lo sforzo di mettere una camicia lo faccio. Quando partecipavo a certe cene di club, mettevo pure una rigorosissima cravatta regimental. Non mi è mai appartenuto di voler sembrare contestatore nelle forme, pur avendo idee molto, ma molto, personali su tante cose. Ho sempre pensato che lo stile non è certo lo 'apparire', cercando di differenziarsi platealmente, ignorando regole comuni. Comunque, non saranno certo questi dettagli del 'tu' o del 'lei' a fare la differenza in un post. Al solito, la differenza la fanno i contenuti e i tuoi li apprezzo spesso e ogni tanto li condivido, più o meno integralmente. Il corretto stile è gradito, ma non imposto, almeno credo che la pensi così anche il padrone di casa, cui spetta l'ultima parola :-)

gio ha detto...

.....e 8 !


che mosciame......chissà che osserveremo il 22......reality o fiction....o forse tutt'e due.....lo scopriremo più in là:)

a me suona tanto di "operazione bodyguard"!

vedremo...ormai...siamo qui....buona domenica a tutti!

neutrino ha detto...

@robbins

"Da ragazzi usavamo il tu con tutti - grandi professori compresi - ma era cosa diversa: si trattava di una modalità rivoluzionaria ... "

Vero, ma e' anche vero che di fronte al vecchio Amaldi piu' di un giovane fisico rivoluzionario passava istantaneamente al lei con strisciata per terra ....

Paul ha detto...

Come nella vita reale, anche in questi luoghi virtuali si incontrano persone di ogni genere.
E non è questione di dare del tu o del lei.
Nella vita reale ed in quella virtuale molti individui ci stanno simpatici e con loro è facile fare amicizia e dialogare piacevolmente.

Altre persone hanno un modo di fare scostante e antipatico, e fanno di tutto per far vedere quanto sono bravi e intelligenti, mentre il resto del mondo è assolutamente incompetente ed ottuso dato che non li tiene in giusta considerazione.
Naturalmente a causa di questi comportamenti sono esseri solitari ed astiosi con tutti. Rapportarci con loro genera un senso di ostilità e repulsione, e non li sceglieremmo mai come nostri amici. Tenderemo semplicemente ad ignorarli, facendo così la cosa peggiore per loro che vorrebbero stare al centro di tutto. Diceva un'attrice del passato: "..parlate di me, parlate anche male di me, basta che parliate di me..."
E questa è la cosa peggiore per loro, venire ignorati. Che, per il loro smisurato ego, è l'offesa peggiore.

Ribadisco il concetto: non è assolutamente dovuto ad opinioni discordanti - si può SEMPRE imparare ascoltando opinioni diverse.
E' il modo di esprimere le proprie opinioni che fa la differenza.

Robbins ha detto...

@Neutrino
Quello strisciare per terra dice che un certo sottoinsieme dell'insieme dei fisici rivoluzionari non è vuoto - ma non ne dubitavo.
A me Bombieri, una volta, ha raccattato una penna. Anche i grandi si inchinano, ma diversamente dai più. E con quella penna - e le successive - ho continuato a scrivere sciocchezze come la presente: torneremo polvere senza aver detto nulla di memorabile. E sarà già un bene, visto che nell'Inferno cristiano sono previsti due gironi contigui, uno per i ruffiani, l'altro per i superbi. Gli stupidi sono tenuti fuori per problemi di spazio.

MISTERO ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
MISTERO ha detto...

E' il modo di esprimere le proprie opinioni che fa la differenza.

Condivido Paul.

che mosciame......chissà che osserveremo il 22......reality o fiction....o forse tutt'e due.....lo scopriremo più in là

Gio, io sono possibilista al 50%.
Tutto potrebbe andar bene ed è quello che mi auguro, non come tifoso ma come uomo.
Può accadere di tutto, un trasformatore che si brucia, il reattore che esplode perché una valvola si blocca, per una qualsiasi svista o errore tutto può finire nel modo peggiore.
Un complottista sfegatato potrebbe pensare ad un sabotaggio ad opera di poteri occulti o ad opera di un tecnico frustrato perché da 3 mesi chiede un aumento di stipendio e non lo ottiene o perché vorrebbe vedersi riconosciuta una parte della paternità dell'invenzione, ah l'invidia, di cose che potrebbero andar male ne possiamo scrivere un elenco infinito.
La fortuna è cieca ma la sfiga ci vede bene assai.
Ci saranno due dirette e questo potrebbe essere un bene nel caso in cui qualcosa dovesse andare storto.

robi ha detto...

una volta si abitava in paesi ,quartieri e per anni la gente era sempre quella .
Ci si conosceva tutti e il tu era di amicizia( si era tutti mezzi imparentati) il lei era di rispetto per chi aveva una certa età e una cultura di studio .
Oggi , dal mio punto di vista, sembra che il "lei" serva per tener le distanze

robi ha detto...

o per grande rispetto

Robbins ha detto...

@Mistero
Il "laboratorio" canadese visitato dalla Manning
http://www.infinite-energy.com/images/pdfs/ManningIE110.pdf
è fittizio - dalle foto nessuno ci ha mai lavorato. Brutto segno.
Ancora più sospetto avere DUE soluzioni dello stesso problema in contemporanea e in direzioni divergenti. Defkalion dipende dal plasma di quel russo preso come ripiego dopo la rottura, Rossi va con lo stato solido.
E dopo un anno di R&D il modello del reattore è sempre lo stesso - tipo 5, di cui si dicevano meraviglie già in Grecia. Sarà ... .

gio ha detto...

@ mistero
>Gio, io sono possibilista al 50%.
Tutto potrebbe andar bene ed è quello che mi auguro, non come tifoso ma come uomo.

sono assolutamente d'accordo con te e mi spiego meglio: penso che rossi e defkalion , giochino la partita assieme....in questo senso, certamente con molta fantasia, citavo l'operazione bodyguard .........vedremo sono molto .....molto curioso!!!


nemo ha detto...

Robbins,
è assolutamente legittimo ed auspicabile avere dubbi.

Sono invece 'scettico' verso quelle persone che di dubbi non ne hanno mai.

:D

Paul ha detto...

Stranamente concordo con ciò che dice Mary Yugo (sapete chi è, sì?).

Traggo da E-Cat.world:

"...Un aspetto interessante da ICCF-18 è che se Rossi * o * Defkalion stanno dicendo qualcosa che si avvicini lontanamente alla verità, tutta la conferenza non serve a niente. Chi se ne frega di quantità infinitamente piccole e discutibili di eccesso di calore e di teorie astratte, quando Rossi e Defkalion dicono che possono generare 10 - 50 kW in un gadget delle dimensioni di un computer desktop? L'intera conferenza dovrebbe essere fatta solamente ed esclusivamente per quei due, non credete?..."

Alessandro Pagnini ha detto...

@ gio
@ Mistero
"sono assolutamente d'accordo con te e mi spiego meglio: penso che rossi e defkalion , giochino la partita assieme..."

So che questa posizione vi accomuna. Magari un giorno mi spiegherete cosa vi porta a pensarlo?
A me sembra che siano volate parole di fuoco e che si stiano marcando a vicenda, ma che abbiano fatto 'squadra' non mi pare. Magari mi sfugge qualcosa. Comunque, mi associo a Mistero nel fare il tifo, perlomeno come uomo. Come italiano faccio il tifo per Rossi, ma l'importante è che qualcuno ci arrivi. Vanno bene anche gli ETIAMini, toh...! :-)

MISTERO ha detto...

So che questa posizione vi accomuna. Magari un giorno mi spiegherete cosa vi porta a pensarlo?

Magari lo stesso vecchietto che produce le polveri?
In questo caso, seppur ipotetico, chi comanda tra i due?
:-))

Vettore ha detto...

@Mistero
Domanda criptica: Defkalion Europe esiste da un pò ormai, e immagino che ti sarà capitato di discuterene col suo CEO... Ti è sembrato contento?!? :-)

MISTERO ha detto...

Criptica??
:-)))
Felicissimo!

Tizzboom ha detto...

Ma questo vecchietto delle polveri ha intenzione di distribuire le polveri a qualcuno la cui parola d'ordine NON sia "monetizzare" ?

MISTERO ha detto...

a qualcuno la cui parola d'ordine NON sia "monetizzare"

Mah siamo nel mondo delle ipotesi, ma penso che al posto suo oltre a Rossi e Defkalion mi sarei riservato la possibilità di lavorare anche con altri. Ragiono da imprenditore in questo caso, esclusiva a nessuno e tutti in competizione per le varie applicazioni. Se ci pensi in questo momento Rossi lavora soprattutto con militari o con aziende legate a militari, Defkalion ha impostato il lavoro in ambito civile e già questo non li pone in concorrenza diretta.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mistero
Mi stai dicendo che cercano di non pestarsi troppo i piedi? Mah....non si può escluderlo, tuttavia mi pare che l'ipotetico vecchietto abbia un po' perso il controllo delle polverine magiche, o non sostenevi anche tu che ormai si tratta del segreto di Pulcinella? Sbaglio o è stata analizzata a Padova la polverina? E poi mi pare che con il brevetto di ETIAM, che fa riferimenti specifici ai catalizzatori usati, il potere del vecchietto (Ma chi è poi? Il 'Numero Uno' di Alan Ford? ;-) ) se mai c'era stato, ora è solo un ricordo. Intanto incrociamo le dita perché Lunedì le cose vadano nel migliore dei modi. C'è anche il CICAP stavolta, ma già immagino che se l'esperimento andasse bene verrebbe evocato anche il mago Zurlì, come ultimo salvatore dell'ortodossia. :-D

mario massa ha detto...

@Paul
"Io mi domando: supponendo che queste dimostrazioni di Defkalion risultino positive, ci sarà un "travaso" di maggior credibilità per Rossi? Cosa diranno gli "unbé"? La Defkalion sì e Rossi no?"

Mi permetto di girare la domanda: se le dimostrazioni Defkalion risultassero completamente negative o "stranamente" saltassero, che direbbero i believers? Potremmo trovare un punto d'incontro in questa frase: "allora occorrerebbe assolutamente testare in modo inoppugnabile l'apparecchiatura di Rossi"?

nemo ha detto...

@Mario Massa
Ti dico la mia Mario...
Sarebbe comunque assolutamente necessario testare in modo inoppugnabile l'apparecchiatura di Rossi, ma temo che lui non sia comunque d'accordo.
Credo che a lui faccia comodo così.
Dal mio punto di vista attendo che risolva la situazione.

MISTERO ha detto...

o non sostenevi anche tu che ormai si tratta del segreto di Pulcinella?

Lo sostengo ancora, ma il problema è possedere la tecnologia per produrre le polveri..

C'è anche il CICAP stavolta, ma già immagino che se l'esperimento andasse bene verrebbe evocato anche il mago Zurlì, come ultimo salvatore dell'ortodossia.

Solo perché anche quest'anno sono riusciti ad avere abbastanza iscrizioni per sopravvivere.
Ne riparliamo per l'anno prossimo.

nemo ha detto...

P.S.
Inoppugnabile per me vuol dire consegnare il dispositivo ad un'università ed attendere quindi i risultati dei test. Io non lo farei al posto suo e, del resto, qualsiasi altra modalità è suscettibile di critica.

nemo ha detto...

A mio avviso non esiste un solo 'catalizzatore' per far funzionare la cosa, così come non esiste solo un modo per produrre energia in modo efficiente. Orpo, quanto mi piacerebbe giocare con queste cose..!!! :-D

Paul ha detto...

Anche se le dimostrazioni di Defkalion fossero giudicate positive dai "testatori" locali, non ci sarebbe lo stesso ancora niente di definitivo.
Questi collaudi dovrebbero essere fatti comunque da persone come Mario Massa, che ha la fiducia di tutti i believers e unbelievers.
Altri test sul reattore di Rossi mi pare siano in programma tra pochi mesi in autunno, ma non si conoscono (o non conosco) dettagli. Vedremo come andranno le cose.
L'ultima parola per l'E-Cat dovrebbe venire comunque alla sua messa in funzione su un impianto industriale con soddisfazione del cliente, e questo sarebbe il migliore e definitivo test.
Rossi a suo tempo ha parlato molte volte di ciò.

Paul ha detto...

@nemo:
"..Inoppugnabile per me vuol dire consegnare il dispositivo ad un'università ed attendere quindi i risultati dei test..."
Si ok è vero, però può anche essere un funzionamento prolungato nel tempo (almeno alcuni mesi) presso un cliente in grado di vedere "la bolletta" dell'ENEL su ciò che ha consumato, ed è in grado di vedere quanto calore ha ottenuto sul proprio impianto industriale. Certamente conoscerà le specifiche di produzione per stabilire se ha avuto un vantaggio economico.

nemo ha detto...

Si certo Paul, non avevo preso in considerazione questa possibilità, anche se sono certo che alcuni potrebbero mettere in dubbio la serietà del cliente. A meno di non aver disponibile l'oggetto per la vendita.

MISTERO ha detto...

così come non esiste solo un modo per produrre energia in modo efficiente

Eh già, ma il fenomeno alla base potrebbe essere lo stesso..

L'ultima parola per l'E-Cat dovrebbe venire comunque alla sua messa in funzione su un impianto industriale con soddisfazione del cliente, e questo sarebbe il migliore e definitivo test.

Restiamo sempre nel modo del ipotesi, io non credo che ci siano tantissime applicazioni al momento, almeno dal punto di vista economico.
Con un COP 5-6 anche se a 300-400C° non ci fai molto di più di una ottima pompa di calore.
La differenza sostanziale si avrebbe solo nel caso in cui questi reattori possono andare in autosostentamento.
Ecco che ad esempio, sempre nel mondo delle ipotesi, una eventuale applicazione in aviazione potrebbe diventare possibile. Potremmo rivedere la comparsa dei "motoreattori", Coanda, Campini-Caproni, in una configurazione del tutto inedita.

nemo ha detto...

già

nemo ha detto...

non ci sono ora molte applicazioni perchè non è stata compresa ancora la teoria

mario massa ha detto...

@Nemo
"Inoppugnabile per me vuol dire consegnare il dispositivo ad un'università ed attendere quindi i risultati dei test. Io non lo farei al posto suo e, del resto, qualsiasi altra modalità è suscettibile di critica."

Caro Marco, non sono proprio d'accordo. Inoppugnabile per me è un test progettato accuratamente (con la collaborazione dell'inventore), poi presentato nei dettagli alla comunità scientifica che eventualmente lo elabora fino a considerarlo idoneo, poi eseguito davanti all'inventore e a persone stimate in campo scientifico. Non c'è alcuna necessità di togliere l'invenzione dal controllo dell'inventore (che giustamente potrebbe non fidarsi).

Ma finchè i test li inventa Rossi e vengono eseguiti da suoi stretti collaboratori o da persone abbagliate dall'idea di avere tra le mani il futuro dell'umanità e la comunità scientifica può solo analizzare gli stringati report finali non se ne viene fuori.

nemo ha detto...

Mario detto da te è da crederci, ma se la cosa finisse nelle mani di qualcuno solo un po' meno esperto di te, molti potrebbero nuovamente mettere in dubbio ogni cosa. Poi tieni conto che è persino importante la location ed un test di durata diventerebbe improponibile perché Rossi perderebbe il controllo del luogo... Non sono certo sia così facile. Se per ipotesi, ad esempio, tutto fosse stato fatte secondo regole nel 2011 e la scoperta fosse conclamata non sarei così certo che le cose sarebbero controllate da Rossi. Io preferisco tenersi i miei dubbi e lasciarlo lavorare. Se ha ragione e una gran cosa, se invece si sbaglia pazienza. A me non ha chiesto denaro e nemmeno al pubblico. Se qualcuno gli ha dato denaro certamente non si è lamentato. Quindi attendò sereno gli sviluppi

MISTERO ha detto...

@Mario
Ciao,
Ma finchè i test li inventa Rossi e vengono eseguiti da suoi stretti collaboratori o da persone abbagliate dall'idea di avere tra le mani il futuro dell'umanità e la comunità scientifica può solo analizzare gli stringati report finali non se ne viene fuori.

Non posso che condividere, hai messo assieme molti punti importanti, condivisi anche per altri inventori oltre a Rossi.
Oltre a persone abbagliate dall'idea di avere tra le mani il futuro dell'umanità, ci sono anche membri della comunità scientifica che muoiono certi che l'idea è stata realizzata, purtroppo.
Focardi, mi auguro sia solo l'ultimo di questa lista, l'ultimo con la convinzione che la sua certezza non fosse condivisa da tutti.

Tornando sul pezzo, sempre per rimanere nel mondo delle ipotesi, mi piace il pensiero che forse il collegamento di lunedì continuerà fino al collegamento del giorno dopo mantenendo il reattore sempre acceso e visibile, chissà se ci hanno pensato...

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Robbins ha detto...

Il Bartalucci di Frascati, già dubbioso relatore del convegno LENR alla Sapienza, ha appena pubblicato questo paper:

Nuclear fusion in ordered crystal targets bombarded by monochromatic beams of light or middle-mass isotopes
(http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0306454913000984)

Il primo autore è il Vladimir I. Vysotskii di Defkalion, esperto di trasmutazioni biologiche e acqua attivata:

The Effect of Activated Water on Staphylococcal Infection in Vivo in Animal Model and in Vitro on Staphylococcus Aureus Culture
(http://link.springer.com/chapter/10.1007%2F978-3-642-03902-7_76)

Questo Bartalucci, per essere uno scettico, è sorprendente. Chissà se è in grado di chiarire - magari con argomenti alla Kervran - anche il funzionamento dell'apparato digerente del Deinococcus radiodurans.

MISTERO ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
MISTERO ha detto...

@Robbins
Il primo link ho fatto appena in tempo a leggerlo ma non a salvarlo, sciencedirect è andato in manutenzione.
Ho visto, ma forse mi sbaglio, C12+O16 > C12+O18..
Se la vede chi penso io, sai che saette?

sandro75k ha detto...

@Mhaler

Quale era la probabilità che un insieme di note formassero questa "cosa"?

http://www.youtube.com/watch?v=ld_L4ZFa3Dc

nemo ha detto...

Sarebbe da acquistare per la banca dati di 22P. Si arXiv non l'ho trovato... :-/

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mario Massa
"Mi permetto di girare la domanda: se le dimostrazioni Defkalion risultassero completamente negative o "stranamente" saltassero, che direbbero i believers?"

Direbbero che Rossi ha avuto ragione ancora una volta; guarda cosa dichiara riguardo a Defkalion ;-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mistero

"Con un COP 5-6 anche se a 300-400C° non ci fai molto di più di una ottima pompa di calore.
La differenza sostanziale si avrebbe solo nel caso in cui questi reattori possono andare in autosostentamento.
Ecco che ad esempio, sempre nel mondo delle ipotesi, una eventuale applicazione in aviazione potrebbe diventare possibile. Potremmo rivedere la comparsa dei "motoreattori", Coanda, Campini-Caproni, in una configurazione del tutto inedita."

D'accordissimo e forse se c'è una qualche forma di accordo tra i due 'rivali', è proprio sul non scioccare l'economia (gli scossoni troppo forti non piacciono) con COP troppo dirompenti. Oppure il limite è solo tecnologico? Io credo che il limite al COP sia politico. Magari sbaglio, ma ho sempre ritenuto probabile un eventuale 'ingresso morbido' delle LENR, almeno finchè i protagonisti saranno controllabili. Quando la tecnologia, non esigentissima in termini di risorse e investimenti, scapperà di mano, allora si vedrà.

mario massa ha detto...

@Sandro75
"Quale era la probabilità che un insieme di note formassero questa "cosa"?"

Come ti è venuta questa domanda? Comunque se consideri solo il pianoforte (circa 100 tasti) consideri che il concerto n°1 di Tchaikovsky ha almeno 500 note ottieni 100^500 = 10^1000 combinazioni. Se considerassimo anche l'intensità o le partiture per il resto dell'orchestra il numero crescerebbe a dismisura. Anche così però si capisce quanto piccola sia la probabilità che andando a caso si possa scrivere un tale capolavoro: per confronto il numero di atomi nell'universo è circa 10^80.

Solo Rossi, andando a caso (a sentire lui) ha trovato la polverina giusta tra tutte le (quasi) infinite combinazioni. Quando si nasce fortunati.

nemo ha detto...

@Mario
La cosa strana è che è accaduto veramente. L'universo quando è nato era caos...

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Robbins ha detto...

@mario massa
Il nato-fortunato Daniel Bovet ha scoperto per caso il primo sulfamidico. Si tratta del para-amminobenzensolfonammide.
Qual'è la probabilità di arrivare alla cieca a questa struttura chimica?

Lei fa parte dei precisi, qui dentro. Mi permetta di suggerirle di evitare voli retorici. Rimanga sui numeri e lasci perdere le intuizioni. Quelle sono per i poeti, non per gli ingegneri.

sono solo un misero test ha detto...

@Robbins

... nel tempo che vado su wikipedia a rileggermi la storia di Fleming e della penicillina (vuoi mai fare delle brutte figure? con MM è un attimo), e lei mi ruba la battuta...

:-)

sandro75k ha detto...

@Mario massa

La domanda mi si è posta proprio per la stessa considerazione di Nemo: "è accaduto veramente"!!!
Con Rossi credo non c'entri nulla ma ci sono cose dell'uomo che mi sconvolgono, i capolavori non nascono per effetto tunnel!
Mario, pure tu un appassionato di musica? Ammettilo! :)

nemo ha detto...

Questo articolo mi fa godere come un riccio.

http://arxiv.org/abs/1307.4828v1

Riporto qui di seguito il commento alla pubblicazione di un amico:

<Le vicende che hanno investito gli studi teorici sulle teorie di campo unificate alla gravità sono state piuttosto controverse in special modo nel programma di Kaluza-Klein, in cui furono introdotte le extra dimensioni tipo spazio nella fisica. Paul S. Wesson e James M. Overduin in un loro recente saggio (vedi arXiv:1307.4828v1 [gr-qc] del 18 Luglio 2013) hanno investigato il problema, ancora non risolto, della realtà fenomenologica delle extra dimensioni, ottenendo un risultato molto interessante. Gli autori ricordano che, anni dopo la pubblicazione dei lavori di Th. Kaluza e O. Klein (nella foto, ndr), Albert Einstein e il collaboratore Peter G. Bergmann ebbero a sostenere che “noi ascriviamo realtà fisica alla quinta dimensione”. Più tardi, con la evoluzione dei termini matematici, del numero e delle proprietà delle dimensioni aggiuntive, teorici impegnati nello sviluppo di teorie di campo unificate alla gravità hanno affrontato il tema delicato della loro realtà fisica. Tra gli altri, Edward Witten ebbe a dichiarare “le extra dimensioni possono essere considerate come vere dimensioni fisiche, come per il caso del mondo a quattro dimensioni osservate”. La confusione, però, è persistita intorno al ruolo dei campi scalari che, generalmente, si associano alle dimensioni aggiuntive. La non osservazione di questi campi scalari è normalmente spiegata dagli effetti quantistici delle teorie di Kaluza-Klein compattificate. Gli autori, a questo punto, giungono a proporre un diverso approccio al problema, che è piuttosto indipendente dall’assunzione di una compattificazione delle dimensioni aggiuntive. Se si considerano le equazioni di campo pentadimensionali espresse nello spaziotempo quadridimensionale, si trova la relazione tra tre classi di soluzioni esatte la cui equazione di campo assomiglia alla equazione di Klein-Gordon, con l’intensità della sorgente di campo che dipende dalle proprietà della materia. Gli autori concludono, a questo punto, che il campo scalare della teoria pentadimensionale alla Kaluza-Klein si accoppia alla materia in modo analogo a come il campo gravitazionale si accoppia alla massa e il campo elettromagnetico alla carica. Si potrebbe ipotizzare che il campo scalare classico genera la materia in modo analogo al meccanismo di Higgs della teoria quantistica dei campi.


Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
mario massa ha detto...

Sandro75K
"Mario, pure tu un appassionato di musica? Ammettilo! :)"

Sandro lo dici come se fosse un reato! Adoro la musica, dalla classica alla pop. Ma non so nemmeno strimpellare una chitarra. Mio figlio invece, secondo me, è promettente:
https://soundcloud.com/hephaestussounds/sets/soundtrack

(si tratta della messa in musica de "la storia infinita", libro che da bambino lo aveva appassionato).

Robbins ha detto...

@sono solo un misero test

Di scoperte "casuali" che nobilitano un contesto di ricerca (Bovet studiava il Prontosil all'Istituto Pasteur, mica la stagionatura dei prosciutti a Sauris) è piena la storia della scienza.
Talvolta le combinazioni sono inverosimili. C'è a chi piace applicare il rasoio di Occam. E' una strumento pericoloso, perché in questo contesto la spiegazione più semplice è quella numinosa: un Dio benevolo si piega sulla casa di bambole che contiene il laboratorio e risolve il problema, per suo divertimento - e solo per quello.

............................
Vedi, in questi silenzi in cui le cose
s'abbandonano e sembrano vicine
a tradire il loro ultimo segreto,
talora ci si aspetta
di scoprire uno sbaglio di Natura,
il punto morto del mondo, l'anello che non tiene,
il filo da disbrogliare che finalmente ci metta
nel mezzo di una verità.
............................
Sono i silenzi in cui si vede
in ogni ombra umana che si allontana
qualche disturbata Divinità.

Si tratta di Eugenio Montale, non di Mario Massa

mario massa ha detto...

@Robbins
"Rimanga sui numeri e lasci perdere le intuizioni. Quelle sono per i poeti, non per gli ingegneri."

Rimango sul Lei ma la invito qui a passare al tu come usuale. Ha una cattiva impressione degli ingegneri e non posso darle tutti i torti (mia moglie ogni volta che qualcosa è fatta male, o non funziona o è brutta dice "l'avrà fatta un ingegnere").

Può sostenere che Daniel Bovet non sia stato fortunato? Io ho solo detto che se quel che dice è vero, Rossi è stato molto fortunato. Secondo me un po' troppo.

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Robbins ha detto...

@mario massa

Tua moglie si sbaglia: gli oggetti - tutti - DEVONO essere progettati da ingegneri, sennò che ci stanno a fare?
Gli ingegneri NON DEVONO fare ricerca e NON devono propalare un'immagine ordinata e obbligatoria del mondo.
Quando fanno così sbagliano mestiere, confondendo i loro progetti con la realtà (speriamo che adesso non esca fuori il lettore di Popper).
Continuo a ritenere che tu sappia più cose su Rossi di quello che dici. Preferisco pensare questo che attribuirti delle antipatie a prescindere verso di lui e Giuseppe Levi.
Se è così deponi una sola parola - e sia sì, sì o no, no - e liberaci, in modo che invece della fusione fredda si possa parlare di calcio o di canzonette - alla buon'ora.

sandro75k ha detto...

@mario massa

certo che non è un reato, ci stavo solo scherzando su...
Io sono così appassionato di ogni forma e genere musicale che avevo già sentito pure tuo figlio... ma non ero sicuro che fosse tuo figlio!! Molto bravo!!!!

gio ha detto...

@ alessandro
>D'accordissimo e forse se c'è una qualche forma di accordo tra i due 'rivali', è proprio sul non scioccare l'economia (gli scossoni troppo forti non piacciono) con COP troppo dirompenti. Oppure il limite è solo tecnologico? Io credo che il limite al COP sia politico.


...anch'io ho questa sensazione.....è per questo anche che penso al "motore" :) ....se è un motore e non una caldaia è forse politicamente più facile da gestire......

vedarem!

e 7!

Briel ha detto...

@Robbins
Piccolo OT (ma non tanto)
Dalle parti di Tirrenia si dice :
« Un elettrone scattered da un nucleo? Non esiste. Un elettrone può essere deviato da un altro elettrone, da un protone, mai da un nucleo… »
A me risulta che lo scattering elettrone-nucleo non solo esiste, lo si conosce da tempo (sulla scia di Rutherford, poi Mott…) e lo si è financo sfruttato per conoscere meglio i nuclei, appunto. In ogni caso è per questi lavori che Robert Hofstadter ha avuto il Nobel 1961.
Tu che ne pensi ? :)

mario massa ha detto...

@Robbins
"Tua moglie si sbaglia"
Meno male, cominciavo a sentirmi frustrato!

"Gli ingegneri NON DEVONO fare ricerca"

Aggiungerei "di base". Quella applicata è più vicina alla mentalità dell'ingegnere che a quella del fisico o del chimico.
Il problema nel caso Rossi (ma anche Defkalion, Piantelli, Celani, ecc.) è che non si tratta di ricerca di base (non essendoci alcuna teoria a guidarla), ma di una indagine più vicina alla ricerca applicata. Però a visionare i test ci vanno quasi sempre dei fisici. E secondo me prendono fischi per fiaschi.

nemo ha detto...

@Mario Massa
Mario, temo che ruscirai a metterci le mani sopra solo alla fine della storia. Finchè non ci sono certezze, sei peggio del diavolo..

nemo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
nemo ha detto...

Alice e le pietre volanti
======================

Bob: Le pietre volano, al più possono rimbalzare
http://it.123rf.com/photo_10710890_rimbalzare-un-sasso-sull-39-acqua-e-la-luna.html

Alice: ma come volano? Io le ho viste sul fondo del lago.

Bob: Impossibile. Ti ho appena dimostrato con un esperimento scientifico che rimbalzano sull’acqua. Sono stati fatti molteplici esperimenti ed hanno sempre dato lo stesso risultato.

Alice: Continuo a non capire.. ne ho viste molte sul fondo del lago..

Bob: Le hai misurate? Quante erano? Ma sei sicura che fossero pietre?

Alice: Beh, qualcuna ne ho misurata, ma non è facile.. non ci vedevo bene.

Bob: Vedi, ti sei sbagliata! Non erano certamente pietre. Le pietre sono respinte dall’acqua od, al più, rimbalzano. Certamente non affondano. Pivellina..

Alice: mah... sarà così...

Però io le ho viste! Disse Alice mormorando prima di uscire dallo studio di Bob.

sandro75k ha detto...

@mario massa

Tua moglie ha perfettamente ragione!!!!
L'ingegnere che ha "fatto" la mia friggitrice meriterebbe l'ergastolo!!!!!
Il problema è che l'ingegnere che l'ha progettata non si è mai dovuto sporcare le mani per cambiare l'olio...

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Daniele Passerini ha detto...

@Mario Massa
Elisa ed io ci uniamo a Sandro nel fare i complimenti a tuo figlio. Anche io adoro praticamente ogni genere di musica e spesso tra le colonne sonore dei film ce ne sono di ottime. Non è facile accompagnare immagini e azioni con musiche che si leghino con le emozioni evocate dalla storia... l'equilibrio tra enfatizzare e soffocare in questo caso è molto delicato. Se tuo figlio ha scelto le soundtrack, come mi pare di capire, come campo di lavoro, tanto di cappello e un sincero in bocca al lupo: il talento c'è, quindi basta solo un pizzico di fortuna.

Robbins ha detto...

@Briel

Per il Principe Saurau di Hochgobernitz/Tirrenia il protone NON è un nucleo?
http://www2.ph.ed.ac.uk/~playfer/PPlect6.pdf, slide 3
I monologhi del Vecchione mi ricordano sempre di più i romanzi di Bernhard. E' bene non dica cosa mi ricordano le risposte di Rossi sul JONP.
Una volta c'era un film con certi "immortali" che si affrontano a fil di spada ... finché non ne rimarrà uno solo. Secondo me è possibile che nel caso nostro non ne rimanga nessuno. E allora ripiegheremo sulle meraviglie ZPE di Quentron, come presentate da SPAXIO.

MISTERO ha detto...

@Mario

Il reattore di domani sarà caricato con 5gr di polverine. Da oggi dopo le 12 è stato acceso per verificare i setup di misura e lo streeming, attualmente il COP è 6.4 in continua crescita, si dovrebbe assestare attorno a 7-7,2.
La prova di domani sarà in diretta per 2 ore poi spengono il reattore e lo riaccendono per la diretta del giorno dopo verso le 16 e resterà acceso per più di 8 ore.
In questo momento non possiedo un dato preciso di quanto dureranno le polverine
Il setup verrà reso pubblico nella giornata di domani o al più tardi dopo qualche giorno per allegare anche i dati del test.
Non sarà l'unica prova calorimetrica, mi spiego meglio non sarà l'unico setup che verrà utilizzato, ne hanno previsto altri in quanto la Defkalion Europa è da considerasi e si considera come una terza parte, è un cliente di fatto quindi sono estremamente cauti. Dopo questa dimostrazione si aspettano infatti molte critiche, quelle ci saranno sempre, ma quello che mi stupisce è che dopo questo annuncio ufficialmente dal giorno 16, nessuno tra gli scettici o tra i "fisici della domenica" :-)))) si è esposto nel chiedere e/o proporre come secondo loro dovrebbe essere fatto questo test, nessuna domanda, nessuna proposta. Tutti ad aspettare l'esito, indipendentemente da qualsiasi risultato per poi criticare quello che c'era o non c'era...Che occasione sprecata.

X Tutti
Vi ricordo che sarà possibile anche partecipare all'evento registrandosi alla comunity di www.trivu.it, ci si può presentare dopo l'iscrizione, dire la propria o quello che si pensa, fare domande.
Questo il link dello streeming:
https://new.livestream.com/triwu2/Defkalion-ita

Consiglio ovviamente di registrarsi prima su www.trivu.it

Questo il link della diretta di martedì più consona ai tecnici:
http://new.livestream.com/triwu2/Defkalion-US

MISTERO ha detto...

Non sento starnazzare a parte un trombone stonato..
Troppe biografie con colleghi?
http://www.triwu.it/chi-siamo

@Mario
Rispondo di qua perché di la ho un paio di troll fastidiosi che partono con attacchi personali o provocazioni infantili.

Quello che intendevo è che non importa se stai facendo una misura nucleare, calorimetrica, elettrica o altro, nè che tipo di strumento stai usando (purchè adeguato). Per certi ricercatori sembra che fare una misura sia sinonimo di attaccare uno strumento e leggere cosa indica. Se sbagliano la calorimetria possono sbagliare anche le misure nucleari.

Io penso una cosa, come difficilmente si potrebbe discutere delle tue capacità tecniche di misurazione del calore, difficilmente si può discutere delle capacità tecniche dei professionisti che si sono adoperati nelle misure nucleari.
Scrivere che Carpinteri è un incapace in questo caso significa due cose, la prima è che non si è a conoscenza del fatto che le misure nucleari non sono state fatte da Carpinteri, ma da professionisti che sono chiaramente indicati nelle pubblicazioni, quindi chi critica lo fa senza conoscere esattamente come stanno le cose o quanto meno non si è ben documentato.
Nella seconda ipotesi, chi critica Carpinteri è consapevole che non è stato lui ad effettuare le misure nucleari, ma preferisce l'attacco alla persona alludendo all'incompetenza con denigrazione e ilarità.
Tieni presente una cosa, Carpinteri, Cardone e tutti gli altri del piezo, non hanno mai presentato una misurazione calorimetrica, solo misurazioni nucleari, dovrebbe far riflettere questo e parecchio.

Briel ha detto...

@Mistero
Sai se il setup del test Defkalion prevede misure "nucleari" : neutroni, gamma, X...?

nemo ha detto...

@Mistero
Se Defkalion è preoccupata tanto che tu scrivi:

<Non sarà l'unica prova calorimetrica, mi spiego meglio non sarà l'unico setup che verrà utilizzato, ne hanno previsto altri in quanto la Defkalion Europa è da considerasi e si considera come una terza parte, è un cliente di fatto quindi sono estremamente cauti.

Perchè non ha contattato Mario Massa che è uno scettico, curioso e competente?

La mossa è la loro, non di chi sta a guardare.

Io, al loro posto, se davvero desiderano smuovere gli animi, lo avrei fatto.

Ma come ho già detto, credo che sia per tutti conveniente lasciare tutto nel limbo, almeno sino a quando qualcuno non dica: dal mesi di ... dell'anno... i nostri dispostivi lenr sono disponibili alla vendita.

MISTERO ha detto...

Perchè non ha contattato Mario Massa che è uno scettico, curioso e competente?

Semplicemente perché non sanno chi è, non lo conoscono.
I professionisti per questo tipo di misure per la prova di domani e dopodomani sono stati scelti da Radio24 e Trivu, non da Defkalion Europe.

Non è così semplice Nemo.

nemo ha detto...

Beh, lo conosceranno... :-D

mario massa ha detto...

@Mistero
"Tieni presente una cosa, Carpinteri, Cardone e tutti gli altri del piezo, non hanno mai presentato una misurazione calorimetrica, solo misurazioni nucleari, dovrebbe far riflettere questo e parecchio."

Infatti non capisco proprio Camillo quando chiede a Celani misure nucleari dicendo che sono affidabili, poi boccia quelle di Carpinteri. Allora le misure nucleari sono affidabili o no?
Da parte mia mi tiro fuori, non avendo usato più di un geiger.

mario massa ha detto...

@Sandro
@Daniele22
@Elisa
Grazie per i complimenti a Francesco, quando stasera arriverà a casa ne sarà felicissimo.
Sandro un grazie speciale. Ti risponderà lui stesso.

sandro75k ha detto...

Ho cercato in tutti i modi di agganciare quelli di radio24 attraverso un mio amico giornalista a Milano per parlargli eventualmente di Mario ma l'"amico" si è mosso male e in ritardo.... Grrrrrrrr!!!!!!!!!

Briel ha detto...

Aehm...! :)
Scusate l'insistenza :
Mistero, sai se sono previste misure "nucleari" : neutroni, gamma, X...?

Paul ha detto...

E se.....
Se i test della Defkalion fossero positivi,
e se....
ciò venisse recepito dai media come un evento rivoluzionario, reale, un beneficio per l'umanità, finalmente a portata di mano e pronto ad essere commercializzato...
TV, giornali, clamore mondiale ecc. ecc.

E se....
nessuno parlasse di Rossi...

Tizzboom ha detto...

@MISTERO:

Tutti ad aspettare l'esito, indipendentemente da qualsiasi risultato per poi criticare quello che c'era o non c'era...Che occasione sprecata.
...
Il setup verrà reso pubblico nella giornata di domani o al più tardi dopo qualche giorno per allegare anche i dati del test.



Se aspettavano così tanto del feedback dai "fisici della domenica" perché il setup non l'hanno reso pubblico in anticipo? Perché non hanno aperto un chiaro canale di comunicazione in merito a questi test? Perché sul sito web della Defkalion Energy non c'è scritto assolutamente nulla in merito?

MISTERO ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Go Katto ha detto...

Robbins,

"Il nato-fortunato Daniel Bovet ha scoperto per caso il primo sulfamidico. Si tratta del para-amminobenzensolfonammide.
Qual è la probabilità di arrivare alla cieca a questa struttura chimica?"

Lei, che è e resta una spanna sopra, qui dentro, non dovrebbe scendere così le scale.

Da quanto si cercava alla cieca quella struttura chimica? Da quando ancora la chimica non esisteva, perché quel che essa curava era nel mondo da ben prima che arrivasse Bovet.
La ricerca partiva (a casaccio) da molto lontano. Riesce a ricalcolare le probabilità?

Non si scordi, poi, che il geniaccio in questione asseriva anche, dalle parti del 1965, che il fumo aumenterebbe l'intelligenza.
Di che togliergli il Nobel seduta stante, oggi giorno, non crede?

Signori, un appello a tutti quanti, be' e unbe': costringere Robbins ad usare il "tu", al di fuori di esigenze sue, a me pare davvero scorretto. Ascoltate un vecchio: lasciate che si esprima come desidera, la forma che sceglie ha il suo senso e il suo fascino. Non tarpategli le ali.

Robbins ha detto...

@Go Katto

Non devii - Lei sa benissimo che il Dio che dona la scoperta esiste e opera. Quanti dei suoi doni, deposti sui banchi dei laboratori, NON sono stati riconosciuti e sono tornati nel nulla?

nemo ha detto...

<Quanti dei suoi doni, deposti sui banchi dei laboratori, NON sono stati riconosciuti e sono tornati nel nulla?

Parole sante
http://m.youtube.com/watch?v=R03cJsLrQQI

giorjen ha detto...

ingegneri o fisici?

sarà banale ma ricordo il duo edison-tesla.
non so quanto sia possibile dividere fra ingegneri e fisici. Di sicuro Edison non aveva inventato neanche la lampadina, ma con centinaia di prove successive fatte in catena da un team, ha, ingegneristicamente, trovato come costruire la lampadina migliore, o per lo meno quella che potesse essere utile e non solo un "effetto" in un libro di teoria.
Tesla, che faceva tutto, o molto, da solo, è morto in povertà, follia e mistero... e si è lasciato sfuggire scoperte/invenzioni fondamentali che per lui erano quasi banali (vedi la radio di Marconi)
g

Go Katto ha detto...

"Lei sa benissimo che il Dio che dona la scoperta esiste e opera".
Robbins, l'ho ben detto che lei è una spanna sopra - in questo, condivido.
Resto tuttavia in accordo con chi sosteneva che quel Dio, se davvero c'è (mi passi l'ossimoro), deve comunque avere una buona scusa.
Soprattutto se fosse mai vero che avesse realmente premiato il Rossi: me ne darà atto, il meno probo, in tutti i sensi, di tutti .
L'uomo non contribuisce al buon nome di quel Dio, foss'anche che quest'ultimo stesse invero giocando a dadi per pura noia.

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Robbins ha detto...

@Go Katto

In effetti, Rossi ... . Ma non possiamo impedire ai cialtroni di baloccarsi con gli isolatori topologici, perché sono loro che pasticciano con gli strati sottili e la materia condensata.
Mica tutte le scoperte sono numinose - e comunque se il Dio davvero "è", non è detto sia buono: il predicato "buono" è un'aggiunta antropologica, comprensibile ma ingenua. Cosa penseranno le formiche dei loro dei? Magari che sono gran raccoglitori di semi.

Go Katto ha detto...

"e comunque se il Dio davvero "è", non è detto sia buono"

Robbins,

finirò per farle un monumento: mai pensato che "se fosse", sarebbe anche stato "buono" proprio in senso antropologico.
Tutt'altro: per come si pone l'evoluzione del Tutto (noti bene, non certo solo di quell'insignificante nullità che, nel cosmo, è l'Uomo), "Quello" dovrebbe essere un amante degli horror.

Ci proviamo dall'alba dei tempi a trasfiguralo diversamente, nonostante tutte le prove che, con cadenza quasi giornaliera, ci vengono fornite circa la "bontà" antropologica di un'eventuale Sua presenza.

Restiamo tra noi mortali, e aspettiamo di vedere che succederà a settembre. Celani non si aspetti grazia, e neppure Rossi clemenza.

sergio Di Mambro ha detto...

Su Il Periodico abbiamo pubblicato un articolo in merito alla fusione nucleare fredda che a livello teorico rappresenta una fonte potenzialmente illimitata di energia, ma realizzare una fusione nucleare fredda è difficile perché richiede macchinari potenti e necessita di più energia di quanta ne riesce a generare. Ecco le ragioni che spiegano perché è così difficile realizzare la fusione nucleare fredda.
Le leggi della fisica ci pongono di fronte diversi ostacoli. Innanzitutto, il primo ostacolo è rappresentato dalla temperatura. In base alle leggi della fisica attualmente conosciute la fusione nucleare non è realizzabile ad una temperatura inferiore a due milioni gradi Fahrenheit.

Il secondo ostacolo sono i pericolosi raggi gamma generati dalla fusione. La radiazione generata dal reattore sarebbe così pericolosa che trovarsi vicino senza l’adeguata protezione ci ucciderebbe. Il terzo motivo è che le reazioni di fusione creano elementi più pesanti a partire da quelli più leggeri, queste non creano un elemento qualsiasi ma agiscono seguendo precise leggi della fisica.
Infine, per sperimentare qualsiasi reazione nucleare a bassa energia, occorre un catalizzatore per dare l’avvio alla reazione. Solitamente gli scienziati usano un metallo come il nickel idruro o il palladio immersi nell’acqua contenente deuterio al posto dell’idrogeno. Sino ad oggi non è stato ancora creato un catalizzatore tale da permettere la fusione nucleare fredda.
Per approfondimenti sull’argomento visitare il sito www.ilperiodico.it

Daniele Passerini ha detto...

@Sergio di membro
Il suo commento presenta qualche imprecisione, ma ho apprezzato l'articolo su Celani, a cui sono arrivato andando su il periodico.it, grazie.
http://www.ilperiodico.it/primopiano/storie-di-scoperte-abbandonat/

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails