Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

domenica 2 giugno 2013

NUOVE ENERGIE PER UN MONDO NUOVO
Web cronaca da Galzignano Terme
- pomeriggio

N.B. Leggere il post seguendo l'ordine cronologico dal basso verso l'alto.
(metterò on line quanto prima le slides portate dai relatori)

20.15 Alla fine finalmente ce l'abbiamo fatta! Con una foto che magari potrebbe passare alla storia - con Celani e De Marchis fianco a fianco - il convegno si chiude. Mi aspettano 3 ore e mezza di auto per tornare a casa. Ciao a tutti.

20.10 Sono rimaste ormai solo una cinquantina di persone (a occhio e croce eravamo in 200 stamattina) e ciononostante la conferenza ancora non si chiude perché ci sono ancora domande! Ora sta intervenendo un giovane fisico del'INFN.

20.05 Interviene un giovane fisico presente nel pubblico. Comprende il rigore invocato da De Marchis, ma sottolinea che in mancanza della conoscenza di tutte le variabili in gioco in questi fenomeni è fin troppo facile fare il pelo dell'uovo agli esperimenti dei ricercatori che si avventurano su strade inesplorate.

20.00 De Marchis ribadisce, da critico, che si trova davanti a troppe cose strane. E comincia a elencarle. Devo a questo punto fare un'osservazione personale. Avendo parlato con Giancarlo ieri a pranzo e ancora oggi a pranzo e avendolo ascoltato parlare in più occasioni nel corso delle ultime 24 ore, prendo atto che è venuto al convegno armato di 4-5 argomentazioni "forti" (e abili) con cui prendere in castagna i relatori: l'ho ascoltato ripeterle tali è quali varie volte. Non so se è stato sempre così nei secoli, però ai giorni d'oggi i convegni scientifici, a vedere come si rapportano tra loro scienziati che portano avanti posizioni contrapposte, assomigliano molto più alle tribune politiche che prendono piede da Santoro che al modus che mi sarei aspettato pertinente a un dialogo Scientifico con la s maiuscola.

19.50 Tutti convengono che il termine fusione (riferito alla fusione fredda) è improprio (è stato ispirato dalla fusione muonica) e sicuramente non ha portato fortuna a questo filone di ricerca, suscitando per di più gravi fraintendimenti con gli scienziati mainstream.

19.45 Ormai i relatori sul palco stanno portando avanti un interessante, ma anche specialistico, confronto scientifico tra loro. Dopo 8 ore di convegno nessuno ha ancora voglia di concludere! :-)

19.30 Andrea Rampado ha raccontato come iniziò la sua carriera di imprenditore nel campo delle nuove energie grazie a un finanziamento ottenuto accedendo a un incubatore universitario. Chiaramente lui stesso si affidò ad esperti per mettere sulla carta la sua idea di business in modo professionale e in modo tale che la domanda di finanziamento potesse essere accettata. In questo senso dà ragione a De Marchis: per ottenere un finanziamento europeo i progetti devono riempire almeno un centinaio di pagine ed essere scritti secondo le regole necessarie. Ribadisce pertanto a Celani l'importanza della consulenza offerta da De Marchis (che per lavoro si occupa proprio di selezionare i progetti che vengono presentati a Brussels), offerta a lui e a tutti i ricercatori delle LENR.

19.20 Interviene Andrea Rampado, bravissimo a riportare pace tra De Marchis e Celani dopo il piccolo sfogo di quest'ultimo, del resto  comprensibile visto che è vent'anni che vede i suoi studi messi alla berlina. De Marchis ribadisce che farà tutto il possibile per aiutare Celani a ottenere finanziamenti europei per la sua ricerca. Chiede però ai ricercatori della fusione fredda un maggior rigore, senza il quale non potrà mai esserci un vero dialogo con la scienza mainstream.
Tutti sul palco alla fine con De Marchis

19.15 De Marchis premette che non è credente dunque non può entrare nel merito del contributo di Iorio. Per quel che riguarda l'aspetto scientifico ribadisce invece di avere dubbi enormi sulle LENR. Alcune presentazioni della giornata le ha apprezzate, altre le considera "folli" dal punto di vista del metodo scientifico. Trova che mettere insieme il piezonucleare di Srivastava, col piezonucleare di Cardone e Carpinteri, con la fusione fredda di Celani ecc. significa mettere insieme cose che non hanno nulla da spartire l'una con l'altra. A suo parere le LENR è un campo in cui è la confusione ad emergere più di ogni altra cosa. Invita dunque tutti a procedere con la ricerca scientifica, con programmi di ricerca seri e non estemporanei: invidia insomma Celani a cui in laboratorio "per caso" capita ogni fortuna, mentre a lui non succedeva mai. Celani a questo punto si inalbera un po'! Ribadisce che lui si limita a osservare attentamente e senza pregiudizio ciò che accade nel corso di una ricerca che porta avanti da 24 anni. Fa presente che esiste una società che - risultati alla mano - ha investito 150.000 euro per mettere a punto il filo di Costantana, dunque non si tratta di seguire "follie", ma di seguire fatti.

19.05 Tirerà le conclusioni della giornata l'ing. Giancarlo De Marchis, qui in rappresentanza del fronte scettico della scienza.

19.00 Iorio conclude con la storia di Eben Alexander (invito chi non la conosce ad approfondirla), che dovrebbe fare riflettere tante persone che hanno allontanato dalla loro vita e dalla loro coscienza tutto ciò che è trascendentale. Praticamente la nostra parte migliore. Se ci capita d'incontrare il Divino - è capita più spesso di quanto si creda - ognuno di noi ha il libero arbitrio di credere che si tratta un'allucinazione del suo cervello di carne o comprendere che si tratta della Verità dell'Anima.

18.55 Il premio Nobel Alexis Carrel ha dimostrato scientificamente l'effetto della preghiera sul nostro stato psicofisico. E questo riguarda le preghiere, i mantra, le tecniche di meditazione di tutte le religioni. E si tratta di ricerche portate avanti oggi da molti ricercatori che raccolgono evidenze sempre più numerose.

18.45 Porta l'esempio del prof. Vittorio Elia dell'Università di Napoli, che ha centinaia di pubblicazioni all'attivo e che sta dimostrando scientificamente la realtà dei principi dei medicinali omeopatici. Ma intanto la scienza continua a prendersi gioco della memoria di Benveniste e delle ricerche sulla memoria dell'acqua di Montagnier, Del Giudice, Vitiello, Germano ecc. E considerate che noi stessi, se facciamo la proporzione in atomi e non in peso, siamo al 99% composti di molecole di acqua.

18.41 Mikhail Zadhin ha fatto scoperte fondamentali in biologia (mostrando come campi elettromagnetici debolissimi abbiano influenze importantissime sui nostri organismi) che vengono denigrate perché troppo destabilizzanti per i modelli di vita propagandati e diffusi dal Mercato. La scienza oggi "gioca" con la pelle nostra e dei nostri figli.

18.38 Oggi il CERN è un "santuario" scientifico che, quanto favorisce il progresso dello scibile umano in certi campi, altrettanto lo sta ostacolando in altri campi.

18.35 Edison (uomo di Scienza scissa dalla Fede) e Tesla (uomo di Scienza e Fede) sono un ulteriore esempio: uomo del Mercato il primo e uomo dello Spirito il secondo. E come Tesla, sono stati uomini di Scienza e Fede vissute insieme Marconi, Fermi, Majorana, Preparata...

18.32 L'indifferenza nei confronti del prossimo è una ulteriore conseguenza della scissione. Un 25% della popolazione mondiale si gode la maggioranza delle risorse del pianeta, mentre la maggiaranza delle persone fa letteralmente la fame.

18.30 O ancora, Iorio cita un sito francese in cui si spiega come la caffeina possa esse più dannosa del Plutonio! Altro esempio di Scienza separata dalla Fede, un mero pifferaio magico per manipolare le coscienze.

18.25 I danni della separazione Scienza-Fede sono ben esemplificati dalle famose parole di Piede di Corvo: Quando l'ultimo albero sarà stato abbattuto,l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce pescato, vi accorgerete che non si può mangiare il denaro.

18.15 Nell'attuale scissione, la religione ha l'esclusiva sulla comprensione del mondo dello spirito e il metodo scientifico ha l'esclusiva sulla comprensione del mondo della materia.

18.10 La scienza è diventata quasi una "loggia" autoreferenziale in cui una peer review autorefenziale separa la scienza accademica, ritenuta "vera", dalla cosiddetta pseudo-scienza, ritenuta "falsa". Certo, non si discutono le grandi conquiste ottenute da questa "grande scienza accademica", sono innegabili, ma quante nuove conoscenze sono allo stesso tempo bloccate e negate?

18.05 Oggi la scienza si basa sulle leggi di Newton e Boyle per esempio, eppure questi grandi scienziati erano alchimisti e l'alchimia è per definizione una fusione di Scienza e Fede. Oggi abbiamo idee molto confuse sul nostro passato e pregiudizi storicamente sbagliati: l'alchimia ha molto da insegnare alla scienza di oggi, o meglio a chi fa scienza, agli scienziati.

18.00 La nostra attuale società è figlia della scissione tra Scienza-Fede avvenuta più o meno nel '600, si pensi alle differenze di pensiero tra un Cartesio e un Bacone.

17.55 Dopo tanti approfondimenti tecnico-scientifici, il discorso si sposta. Perché - si chiede Iorio - nonostante tutte le evidenze scientifiche portate alla platea dai relatori del pomeriggio, questi argomenti sono assolutamente di nicchia, snobbati da scienza mainstream e massa media? A questo proverà a rispondere con la sua relazione intitolata Scienza e Fede.

17.50 Si apre lo spazio domande col pubblico. Dopo un paio di domande Tom Bosco per rispettare la scaletta (Celani ha un po' sforato coi tempi) rimanda le domande alla fine dell'intervento di Iorio che va a cominciare.

17.40 Celani sta riferendo da parecchi minuti degli ultimi esperimenti col filo di Costantana, che funzionerebbe a causa della particolare geometria della sua superficie nanometrica (dove si troverebbero dei nanodiamantoidi a seguito del procedimento di elaborazione del filo a partire dal filo base di costantana.). Sorry, mi sono distratto un po': una maleodorante ondata di liquame è arrivata fin qui (vedi commento che ho scritto in calce a questo post alle 17.37)!

17.10 La prima relazione dunque è questa.

17.05 Ricorda il colloquium del 22 marzo 2012 al CERN, che ha segnato il primo ingresso ufficiale della Cold Fusion nel "santuario" della fisica contemporaneo. Come fece allora, ripercorrerà con noi le tappe essenziali della storia della fusione fredda dal 1989 ad oggi.

17.00 A questo punto Iorio Invita a salire sul palco Celani. Farà tre breve relazioni di 10 minuti ciascuna e si riserverà 15 minuti finali per rispondere alle domande del pubblico.

16.55 Accenna alle sue ricerche in ambito alchemico, dove la cosiddetta pietra filosofale è realmente in grado di innescare reazioni nucleari secondo una via soft completamente "rimossa" dalle conoscenze scientifiche attuali che conoscono solo la via hard.

16. 53 Monti si compiace che il termine trasmutazione, di origine alchemica, sia ormai sdoganato anche in ambito scientifico e ricorda che prima dell'acronimo LENR fu coniato l'acronimo LENT, dove la T sta per trasmutation invece per reaction.

16.50 Alla ripresa dei lavori. Al posto di Domenico Cirillo, purtroppo oggi non presente a causa di un grave problema familiare, sale sul palco per un breve intervento Roberto Monti.
Andrea Rampado, Tom Bosco, Vincenzo Iorio

16.25 Tom Bosco e Vincenzo Iorio chiamano sul palco Andrea Rampado, ringraziandolo per avere messo in piedi questa bella e ricca occasione di confronto sia divulgativo che scientifico. Pausa caffè. Dopo si ricomincerà con l'intervento di Celani.

16.22 Infine conclude che nonostante i modelli fisici consolidati prevedono che l'emissione di neutroni riscontrata nelle reazioni piezonucleari dovrebbe essere associate a raggi gamma altamente energetici, ciononostante questo non si verifica. Questo è esattamente quello riscontrato da Mastromatteo e da tutti i ricercatori della fusione fredda in generale.

16.20 Petrucci rimarca che è ovvio che una compressione meccanica di per sé non può causare direttamente effetti a livello di nucleo atomico. Eppure i riscontri sperimentali ci dicono che in concomitanza della compressione avvengono reazioni nucleari, dunque va compreso il meccanismo tramite il quale un effetto macroscopico si riverbera fino al livello subatomico.

16.17 La teoria di Cardone-Mignani prevedeva anche l'emissione di particelle alpha. Una serie di esperimenti condotti all'Università di Ancona ha effettivamente confermato tale ipotesi.

16.15 Nei campioni di Ferro compresso si rilevano a fine esperimento delle zone locali di alterazioni in cui l'analisi spettografica evidenza la presenza di trasmutazioni assolutamente analoghe a quelle riscontrate da Mastromatteo. Si tratta di un riscontro incrociato molto interessante.

16.10 È interessante notare che mentre comprimendo meccanicamente un campione di marmo, che non presenta Ferro, al momento della frattura non si verifica alcuna produzione di neutroni, comprimendo un campione di granito, che contiene Ferro, al momento della frattura si verificano le emissioni di neutroni.

16.00 Petrucci ribadisce che la produzione di neutroni da reazioni piezonucleari è di natura impulsiva, dunque i rilevatori attivi registrano con difficoltà i picchi di neutroni, mentre funzionano bene i rilevatori passivi a bolle.

Intervento di Andrea Petrucci
15.50 Si comincia a parlare della cavitazione come meccanismo d'innesco di tali reazioni. L'intervento è molto simile a quello fatto da Cardone il 1 dicembre 2012 presso l'Università di Ancona (le slides sembrano le stesse).

15.45 È la volta di Andrea Petrucci, che presenterà i discussissimi risultati delle campagne sperimentali sulle reazioni piezonucleari, a partire dalla teoria dello spazio-tempo deformato di Cardone-Mignani.

15.43 In conclusione Mastromatteo ritiene che la ricerca della fusione Deuterio-Deuterio nel Palladio è un binario morto - e su questo è critico quanto gli scettici. Sottolinea che quelle che ha riscontrato sono reazioni abbastanza rare che si verificano solo localmente e non su tutto il campione (per fortuna, se no il mondo sarebbe molto più esplosivo di come lo conosciamo!). Per sfruttare queste reazioni "rare" sarebbe necessario comprendere perfettamente le variabili che ne consentono la produzione così da massimizzarle e sfruttarle.

15.38 Viene quindi mostrata una slide che riassume e confronta numerosi test di calibrazione condotti con un filo di Celani lungo 25 cm e quelli condotti con un reattore "bianco" (dove non si verifica alcuna reazione). Anche questi dati supportano i claims di Celani. Mastromatteo rimarca che il reattore messo a punto da Celani non è finalizzato a sviluppare grandi eccessi di calore (per quello servirebbero geometrie diverse), il suo punto di forza è la semplicità e velocità con cui si può preparare un esperimento.

15.30 Anche in questo caso si sono riscontrati a fine esperimenti punti sospetti (alterazioni) con tutta una serie di elementi che non dovrebbero esserci che, anche in questo caso, sarebbero segno di fissione nucleare. Ciononostante non si evidenzia alcuna presenza di raggi gamma, che secondo i modelli fisici consolidati dovrebbero chiaramente esserci.

15.25 Mastromatteo inizia a parlare degli esperimenti condotti nell'ultimo anno con il filo di costantana di Celani.

15.23 Vengono quindi mostrati una serie di dati relativi agli esperimenti di barrette di Nichel in atmosfera di Idrogeno condotti da Piantelli: i nuovi elementi trovati sono identici a quelli riscontrati indipendentemente da Mastromatteo.

15.20 Attenzione, tutti gli elementi trovati hanno peso atomico inferiore al Pd, quindi si tratta di fissione non di fusione. Nel caso di atmosfera di Deuterio non si forma il Cobalto, che si forma invece in presenza di Idrogeno.

15.18 Analizzati con una microsonda EDX, i campioni così irraggiati evidenziano una gran quantità di diversi elementi che non erano presenti nel Palladio originale e parliamo di Palladio purissimo, utilizzato nella costruzione di semiconduttori. Utilizzando l'Idrogeno al posto del Deuterio si ottengono molte più trasmutazioni.

15.15 I campioni irraggiati con un laser in atmosfera neutra restano inalterati. Con analoghi irraggiamenti in atmosfera di Deuterio si notano evidenti modificazioni (punti molto localizzati in cui il Palladio fonde) sulla superficie dei campioni

15.10 Cita una serie di esperimenti realizzati nel 2004 dal prof. Nassisi alll'Università di Lecce con sottili strati di Palladio in atmosfera sia di Idrogeno che di Deuterio. Nassisi e Mastromatteo hanno poi cominciato a fare esperimenti insieme.

15.05 Mastromatteo ricorda di avere cominciato a occuparsi dell'argomento nel 1994.

15.00 Ricomincia il convegno dopo la pausa pranzo. Iorio presenta il prossimo relatore, il fisico Ubaldo Mastromatteo (STMicroelectronics) che ci parlerà di "Evidenze sperimentali di reazioni a bassa temperatura  in materiali di transizione".

(continua dalla prima parte - mattina)

INIZIO POST

22passi.blogspot.com: post n. 2124 (-98)

106 : commenti:

Paul ha detto...

Recentissima intervista in italiano con Rossi sul test indipendente:

http://www.youtube.com/watch?v=pdXd5CgmvXY

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
Ho appena scoperto che una certa giornalista scientifica ben poco sapiens ma molto ben pagata e un matematico emigrato da Pisa a Bath col vizio di mandare al rogo accademico tutto ciò che sfugge ai suoi neuroni piuttosto che fare il suo mestiere, stanno vantandosi sul web, pubblicamente, dell'annullamento di un certo convegno alla Sapienza. Si vantano in pratica che la Ruoccaforte sia ancora ben armata, cazzuta e tutt'altro che espugnata... e fin qui passi, gli sfoghi goliardici possiamo perdonarglieli. Ma che si vantino dell'ennesimo convegno che hanno contributo a far saltare è veramente un comportamento a dir poco antiscientifico, talebano, degno dei peggiori censori e nemici del sapere. Sono così pieni del loro cervello d'ego che non s'avvedono che mentre accusano altri di portare sfiga, essi stessi stanno attribuendosi la sfiga peggiore del mondo: quella propria dei portatori di liquame quali sono loro e le loro parole. Sì liquame, perché fango non basta più a rendere l'idea di quello che sgorga dalle loro tastiere. Che schifo! :)

triziocaioedeuterio ha detto...

A bene...non hanno proprio un caxxo da fare sti due...sono talmente fuori dai giri che contano,a parte avere una qualche influenza all'interno de la sapienza che orami come ateneo non conta più un cazzo (come loro due),che l'unica cosa che gli è rimasta e' quella di annullare conferenze...che nel mestiere complimenti!

triziocaioedeuterio ha detto...

Bel mestiere

sandro75k ha detto...

Confermo: è uno schifo! Chiunque abbia paura di un confronto ha le sue brave colpe!!!

sandro75k ha detto...

Davvero ottimo! Bravo Rampado. Bravo Daniele. Complimenti Giancarlo per stare lì a confrontarti!

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Robbins ha detto...

@Daniele Passerini
Perché non chiedi al Giancarlo, che ha la penna facile, di farti un post sulle quattro-cinque argomentazioni anti-fusioniste? Le ha messe a punto ad hoc e ve le ha ripetute più volte - buttarle giù non dovrebbe costargli una gran fatica.

Alessandro Pagnini ha detto...

"con Celani e De Marchis fianco a fianco "
Ieri ho avuto la ventura e il piacere di conoscere entrambi.
Cercate una sintesi. Se Giancarlo può aiutare Francesco, nel nome della chiarezza, lo faccia. Qualunque sia la risposta che verrà dagli esperimenti, avrà fatto la cosa giusta, ovvero avrà cercato una risposta onesta, anziché aver cercato di imporre un suo punto di vista. Non è importante essere ottimisti o pessimisti, ma essere scettici veri, veri cercatori delle verità che ancora non si possono conoscere con certezza. Questa è la sintesi in cui dovete riunirvi, accettandone le conseguenze, che al momento non è chiarissimo a favore di quale posizione potrebbero pesare. Se la strada di Francesco non dovesse rivelarsi fruttuosa per niente, la scienza ne prenderà atto, ma se poi, anche con piccoli eccessi di calore, un fenomeno sconosciuto fosse provato, questi dati non dovranno essere 'derisi' a prescindere, ma sottoposti alle verifiche più rigorose ed eventualmente accettati senza pregiudizi.
Giancarlo avrà comunque un ruolo importante aiutando Francesco: contribuirà ad affossare un filone di ricerca sterile in un caso (con applausi dei negazionisti), o a lanciare una ricerca italiana che ci inorgoglirà agli occhi del mondo intero (con gli applausi della stragrande maggioranza del genere umano). E' una situazione su cui metterei una firma.
Lo so che appoggiando questa ricerca qualcuno storcerà il naso, perché non vorrebbe neppure che fosse resa possibile, ma proprio a tutti non si può piacere, qualcuno si deve pure scontentare ;-)

triziocaioedeuterio ha detto...

D'accordo ma cerchiamo di evitare a chi ha deriso e sbeffeggiato fino a l'altro ieri chi ha fatto vera ricerca sulla ff di salire alla chetichella sul carri del vincitore... Non lo trovo affatto giusto...

Alessandro Pagnini ha detto...

@ triziocaioedeuterio
"ieri chi ha fatto vera ricerca sulla ff di salire alla chetichella sul carri del vincitore..."
Il punto è proprio stabilire il vincitore e con questo intendo 'il punto di vista'. Le persone dovrebbero rimanere un passo indietro, rispetto alle proprie ipotesi di lavoro. La ricerca di Francesco Celani (che non rappresenta comunque la FF nella sua totalità, ma solo un approccio tra tanti)è valida, come io spero? Oppure le critiche di Giancarlo sono fondate? Quali prove ha prodotto la FF (generalmente parlando, adesso) tali da poter tacitare i pessimisti (i negazionisti sono un'altra razza e non accetteranno facilmente neppure le evidenze)? Io presumo che queste prove ci siano, ma che si tratti di metterle in una forma tale che possa essere accettata anche da chi, al momento, non prende sul serio l'argomento. Forse il problema è che non si è ancora riusciti a rendere facilmente replicabili certi effetti, né si è capito come mai talvolta avvengono e altre no (è lo stesso problema di replicabilità dei fenomeni ESP o dei cosiddetti 'miracoli')? Dal momento che la FF non è una facoltà paranormale, ma si presume possa essere una tecnica sfruttabile, si dovrebbe poter riuscire a trovare il bandolo della matassa. Forse Celani già ce l'ha, ma gli serve di dimostrarlo secondo certi canoni. Magari non ha bisogno di altro e le repliche in corso già daranno i risultati sperati, ma se avesse bisogno di qualcosa in più per investigare meglio sulle origini del fenomeno e renderlo più 'affidabile', potrebbe servirgli una mano. Del resto la posizione di Giancarlo De Marchis, a me può non piacere, ma finchè non vedrà certi risultati nelle forme e nei modi in cui ha sempre dichiarato di doverli vedere, non gli si potrà rimproverare molto e comunque avrebbe una posizione coerente. Una disponibilità sincera (presumo sempre la buonafede, ovviamente) a ricredersi e a voler dare un aiuto a ricercare soluzioni nel settore, anche partendo da posizioni piuttosto pessimiste, è già un'apertura. Se Francesco Celani ne abbia bisogno, o se sia disponibile ad accettare tale aiuto, questo non posso dirlo, però non facciamo l'errore del PD che rimproverava a Renzi di voler pescare voti tra gli elettori della parte avversa, quando Renzi ragionevolmente replicava che se non si riesce a convincere quelli che stanno dall'altra parte, non si vince. Se le nostre speranze non sono mal riposte, tra qualche hanno quasi tutti (qualche irriducibile testardo si troverà comunque ;-) ) daranno per scontata l'esistenza della fusione fredda, quindi tanto vale iniziare cercando di convincere chi intanto partecipa a dibattiti e manifesta interesse e disponibilità. Anche Saulo era un persecutore di cristiani, ma poi è diventato San Paolo e non si è gridato allo scandalo per il cambio di campo. Ripeto che ho avuto il piacere di conoscere entrambi e ho capito che oggi sarebbe stata 'maretta', soprattutto per i rilievi che già anticipava Giancarlo; ma intanto egli era lì. Mi piacerebbe che si smussassero i contrasti, senza parlare di vinti o vincitori. L'unica a vincere deve essere la verità, poi è chiaro che il merito di una scoperta va a chi la fa. Concludo augurando a tutti coloro che sono impegnati nella non facile ricerca nel campo della FF, un pieno successo. Partigianamente spero che siano i nostri alfieri italiani a mettere la bandiera sulla vetta, ma comunque l'importante è il bene comune, chiunque lo realizzi e ogni aiuto sarà il benvenuto.

E.Laureti ha detto...

@triziocaioedeuterio

non c'è da meravigliarsi se sono riusciti ad annullare il convegno del 5 Giugno... la scienza per questa gente è solo un mezzo per esercitare potere e ostacolare che si oppone ai loro pregiudizi mentali e al loro principio di autorità. Vanno abbattuti e bypassati sviluppando linee di ricerca sperimentale e collegamento con i media che non passano per i loro atenei e le loro zone di controllo ma soprattutto va dettagliato il loro comportamento step by step con apposite url.
Da tempo tengo questa : www.asps.it/gotha.htm
basata sull'elementare principio di azione e reazione.
Un invito a Passerini di inserirne una identica nel suo blog in perenne aggiornamento.

Saluti

Silvio Caggia ha detto...

@daniele
Mi associo a robbins che ha chiesto che vengano elencate ed illustrate le 5 critiche alla ff, che sia giancarlo o tu stesso a scriverle fa lo stesso, ma per completezza di informazione e' bene che siano riportate...

Vettore ha detto...

E' veramente allarmante che il convegno del 5 Giugno sia stato annullato. Se è vero (spero sia solo uno scherzo) la cosa meriterebbe una segnalazione ben circostanziata agli organi ministeriali. Dopodichè non vedo perchè insistere con la Sapienza: se hanno scelto questa strada è giusto che se ne accollino le conseguenze. Ci sono di sicuro in Italia decine di atenei più aperti ed interessati a queste tematiche...

Tornando sull'argomento del post, sarei curiosi di chiedere ai presenti, se Mastromatteo ha chiarito qual'era il ruolo del Boro impiantato sui campioni di Pd negli esperimenti di trasmutazione, e se sono stati fatti degli esperimenti anche senza (e con quali risultati). Secondo me è un dettaglio molto importante, perchè è necessario escludere che sia il Boro a provocare le trasmutazioni, sia direttamente durante il processo di impiantazione, sia indirettamente a causa della sua alta cross section verso i neutroni.
In entrambi i casi credo che i numeri siano sufficienti ad escluderlo (l'accelerazione degli ioni e la loro quantità non erano sufficienti), però è importante avere una conferma per fare maggiore chiarezza sui meccanismi coinvolti. Ricordo che in qualche modo il Litio ed il Boro sono spesso usati in esperimenti LENR, intenzionalmente o meno, ma nessuno gli ha mai attribuito un ruolo attivo nonostante le proprietà peculiari di alcuni loro isotopi...

comRED ha detto...

Passerini, Mistero, ottimo lavoro! Gentilmente chiederei dei link riguardanti la ricerca in corso sulle alghe/spirulina. Grazie.

lmwillys ha detto...

plaudo incondizionatamente l'incessante opera del padrone di casa, l'unico che si prodiga oltremisura per informare senza condizionamenti politici-economici noi italici sugli sviluppi di una storia fondamentale per tutta l'Umanità

sono solo un misero test ha detto...

OT

intervista a Rossi da parte di Paolo Soglia di radio Città del Capo di Bologna.

Per collezionisti e parco buoi (i quali sono veramente buoi: davanti a notizie del genere continuano placidamente a ruminare la bella erbetta del pascolo.... mah...). Nulla di nuovo per gli "addicted".

Tre quasi fasi ha detto...

@misero
quale sarebbe la sconvolgente notizia che dovrebbe distogliere i buoi dal pascolo?
Quando l'ho sentita credevo fosse la stessa di 2 anni fa in differita.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Vettore
"E' veramente allarmante che il convegno del 5 Giugno sia stato annullato. Se è vero (spero sia solo uno scherzo)"
Per quanto ne so io, il seminario del CIRPS dovrebbe essere rimandato a Luglio, ma il convegno sulla FF organizzato da Violante resta schedulato per dopodomani.

Spat ha detto...

Complimenti a Daniele per l'opera d'informazione e complimenti pure agli organizzatori del convegno sui colli padovani. Da quel che vedo è stato un successo.

P.S. Mi piacerebbe leggere la comunicazione ufficiale che ha annullato il convegno alla Sapienza, presumo che ci saranno le motivazioni, no?

ulixes ha detto...

@Daniele

Ho appena ricevuto una telefonata di sollecito a nome di un gruppo di amici molto interessati.
Uno di essi, in particolare, è affetto da SLA in condizioni critiche.
Ti prego di dar corso al più presto alla mail che ti ho inviato ieri sera mettendomi in contatto con Andrea Rampado.
Grazie

bertoldo ha detto...

sono solo un misero test ha detto...

OT

intervista a Rossi da parte di Paolo Soglia di radio Città del Capo di Bologna.

Per collezionisti e parco buoi (i quali sono veramente buoi: davanti a notizie del genere continuano placidamente a ruminare la bella erbetta del pascolo.... mah...). Nulla di nuovo per gli "addicted".
03 giugno 2013 10:34
Tre quasi fasi ha detto...

@misero
quale sarebbe la sconvolgente notizia che dovrebbe distogliere i buoi dal pascolo?
Quando l'ho sentita credevo fosse la stessa di 2 anni fa in differita.
03 giugno 2013 10:49


Siamo al : si faccia una domanda e si dia una risposta ...ovviamente è sempre la stessa persona ...

sono solo un misero test ha detto...

@bertoldo

forse non ho capito io, ma se stai dicendo che io e tre quasi fasi siamo lo stesso personaggio, ti sbagli. puoi chiedere a D22,

Trovo provocatoria l'uscita di quel signore e mi sono semplicemente astenuto dal solito starnazzare.

Tre quasi fasi ha detto...

>Trovo provocatoria l'uscita di quel signore
Beh la sua non credo lo fosse tanto meno.
Comunque più che provocazione era una domanda. Il parco buoi a quale curva si riferisce?

alisha ha detto...

@ulixes

Se non hai ancora ricevuto risposta da Daniele, contattami a questo numero: 3338564230. Posso fornirti il numero di cellulare del Dott. Calamita.

Paul ha detto...

"...big surprises are arriving...
Warm Regards
Andrea Rossi"

Neri B. ha detto...

@Paul
Chissà perchè ha usato "surprises" invece di "news" come ha fatto altre volte...solo un caso?

triziocaioedeuterio ha detto...

@neri

No... Credo che sia qualche goliardata;)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ R0bbins
"Perché non chiedi al Giancarlo, che ha la penna facile, di farti un post sulle quattro-cinque argomentazioni anti-fusioniste? Le ha messe a punto ad hoc e ve le ha ripetute più volte - buttarle giù non dovrebbe costargli una gran fatica"

Forse un paio sono quelle che ha discusso a pranzo:
1) Riguardava Srivastava e la sua teoria, se non ricordo male. L'oggetto del contendere era la velocità degli elettroni coinvolti in una corrente elettrica in un usuale conduttore (es. filo del lampadario). Non ho mai controllato ;-), ma anche a me hanno insegato che vanno piuttosto pianino, ma pare che Srivastava ipotizzi velocità di circa un decimo di quella della luce e che se ne abbia a male quando gli si fa notare l'incongruenza.

2) Incongruenza con la massa 'perduta' negli esperimenti di Rossi e l'energia prodotta, che veniva ritenuta troppa. Non essendo un fisico lì x lì mi sono fidato e pensavo che l'energia eccedesse il risultato di mc2, in realtà un intervento di un commensale che conosceva bene la materia, ha riportato ordine. Pare che l'energia prodotta, secondo i dati invocati da Giancarlo, sia almeno un migliaio di volte minore da quella ottenibile da una eventuale annichilazione della massa perduta e della sua conversione in energia. In effetti, pur restando oscuro il modo in cui si può avere questa conversione, l'energia disponibile parrebbe essere di almeno 3 ordini di grandezza maggiore di quella esibita, quindi questa obiezione sembrerebbe molto meno incisiva.
Chiedo perdono a Giancarlo se ho equivocato qualcosa. Ho cercato di ascoltarlo con la massima attenzione e ho creduto di capire questo

giorjen ha detto...

ciao
Approfitto del post multidisciplinare per postare questo:
http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/392727/golia-staminali-sperimentazione-e-polemiche.html

g

Ale ha detto...

@ Alessandro
1) Vero, vanno piano ricordo cosi' anche io. Ma quella e' la velocita' di deriva, non la velocita' effettiva dell'elettrone. (Ricordi di fisica delle superiori, quindi correggetemi se sbaglio). Ma la velocita' effettiva (caotica nella direzione, quindi non coerente con il moto determinato appunto dalla velocita' di deriva) dovrebbe cmq essere grande. ( comparabile con C nel mezzo )

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Ale
"Ma quella e' la velocita' di deriva, non la velocita' effettiva dell'elettrone "

Sì, certo!
Spero non si siano scontrati per motivi di un così clamoroso qui pro quo.
Sarebbe comica se si scoprisse che per motivi linguistici, magari, è sorto un clamoroso equivoco ;-)

Non conoscendo la teoria di Srivastava, non ho neppure idea di quando, come e dove venga fatto riferimento alla velocità dell'elettrone, quindi non saprei dire se si intenda la velocità in cui il singolo elettrone si sposta lungo il conduttore (bassa), oppure quella con cui si muove più o meno sul posto. Non credo che Giancarlo non conosca la differenza (la conosco pure io :-) ), però siccome penso la conosca anche Srivastava, l'ipotesi di un clamoroso 'misunderstanding' potrebbe non essere da scartare a priori :-)
Non so se qualcuno conosce la storia di questa diatriba tra Giancarlo e Srivastava e può chiarire meglio il punto.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Paul
"...big surprises are arriving...
Warm Regards
Andrea Rossi"

Chissà perché leggere questa frase mi dà una certa soddisfazione! Forza dott. Rossi, stupiscici e facci diventare tutti alcolisti a furia di brindare! ;-)

ulixes ha detto...

@Alisha

Grazie!
Dovrebbe chiamarti stasera o, al più tardi, domani un'amica che tiene contatti più stretti con quel paziente affetto da SLA cui accennavo.
Intanto Daniele ha risposto alla mia mail e lo ringrazio.
Sono intimamente certo che quanto esposto al convegno possa rappresentare un'ulteriore, validissima, opportunità per coloro che soffrono e per i quali la medicina ufficiale non è in grado di riservare ulteriori possibilità di cura.
Il mondo comincia a cambiare, grazie a Dio!

triziocaioedeuterio ha detto...

Oramai ho capito lo spirito di rossi con il quale affronta l'argomento "news"....quando c'è qualche nova importante egli usa il termine,appunto,"news",ma quando questa nova è meno importante delle "news" di cui sopra allora cambia termine utilizzando magari la parola "surprise"...
Non so perchè ma st'uscita dell'ingegnere nazionale mi fa venire in mente un film degli anni 80 che si chiamava "Shangai Surprise":-)
con madonna e sean penn...un filmetto all'acqua di rose come secondo me le "big surprises" di rossi:)
Spero pero' di sbagliarmi e che le attese entusiastiche del mitico pagnini siano giustificate!!!

triziocaioedeuterio ha detto...

Va TEKKAROSSI...cavaliere dello spazio!!!

http://www.youtube.com/watch?v=kyCRdzaeLZA

Gdmster ha detto...

@Alessandro Pagnini
Srivastava nei suoi lavori parla esplicitamente della corrente che attraversa un induttore oppure di un condensatore che si scarica. Non parla del moto caotico (termico) degli elettroni che in ogni caso è ancora meno di un decimillesimo della velocità della luce. In ogni caso non ci sono elettroni che vadano a un decimo della velocità della luce.

Gdmster ha detto...

@Alessandro Pagnini
"Pare che l'energia prodotta, secondo i dati invocati da Giancarlo, sia almeno un migliaio di volte minore da quella ottenibile da una eventuale annichilazione della massa perduta e della sua conversione in energia."

Non c'è dubbio che l'energia di annichilazione produca 25 GWh per grammo di materia. Visto che l'annichilazione viene da qualcuno (te e il commensale) ritenuta possibile nell'e-cat occorre fare ulteriori considerazioni.

1) Chi produce l'antimateria? A parte il libro di Dan Brown, pare che al CERN abbiano prodotto meno di 1 grammo di anti-idrogeno negli ultimi 50 anni

2) Immaginando di averla prodotta, se ha carica neutra, come la tieni isolata dal resto della macchina per evitare di distruggere Ferrara?

3) Se è carica che magneti usi per confinarla che entrino in quel tubo?

4) Come produci annichilazione controllata, quando ti serve l'energia, evitando che salti in aria tutta Ferrara?

Nelle reazioni nucleari "nostrane", quelle di sola materia in cui si ha (notazione generica e imprecisa, solo per rendere il concetto)

A+B==>C+D

la E=mc2 si applica alla differenza di massa tra i due membri. Se il primo membro pesa più del secondo sviluppi energia, in caso contrario la consumi. Oltre a ciò si devono conservare un bel po' di numeri (barionico, leptonico...)

Daniele Passerini ha detto...

@Robbins
Perché non chiedi al Giancarlo, che ha la penna facile, di farti un post sulle quattro-cinque argomentazioni anti-fusioniste? Le ha messe a punto ad hoc e ve le ha ripetute più volte - buttarle giù non dovrebbe costargli una gran fatica.
Giancarlo ed io infatti ci stiamo pensando sopra...

@Vettore
sarei curiosi di chiedere ai presenti, se Mastromatteo ha chiarito qual'era il ruolo del Boro...
Gli giro la tua domanda.

@ComRED
Gentilmente chiederei dei link riguardanti la ricerca in corso sulle alghe/spirulina. Grazie.
Vedo se riesco a trovarli. Forse MISTERO fa prima di me.

@Ulixes
Sono felice delle email che ci siamo scambiati, grazie ancora.

@Spat
Mi piacerebbe leggere la comunicazione ufficiale che ha annullato il convegno alla Sapienza, presumo che ci saranno le motivazioni, no?
Piacerebbe anche a me leggere qualcosa di ufficiale... colgo l'occasione che si parla del convegno della mattina non di quello del pomeriggio e che mi sembra un po' strano che possa essere rimandato a luglio visto che Widom è in Italia adesso... possibile che ritorni apposta a luglio???

@Gdmster
Ti rinnovo l'invito a scrivere per esteso le tue argomentazioni in modo che possa pubblicarle anche in più di un post. È un peccato che vadano perse, con tutti i dibattiti che possono aprirsi, in mezzo a tanti altri commenti.
Colgo l'occasione per pregarti di intercedere affinché una certa giornalista si ricordi di cosa significhi fare giornalismo. Non credi che stia diventando ogni giorno più ridicola? Scrive ossessivamente pensando di ridicolizzare gli altri, ma diventa ridicola lei stessa innanzitutto. Visto che non se ne accorge, prova a farglielo capire tu. Come Maria Antonietta voleva sfamare il popolo con le brioches (e il popolo giustamente la...), così lei da in pasto a chi vorrebbe masticare scienza i suoi posticcini... immagini come andrà a finire?

triziocaioedeuterio ha detto...

Non ti crucciare Daniele...il quadro non può mai diventar tondo...

Robbins ha detto...

Tutte lì le famose obiezioni del Giancarlo?
Davanti all'Invenzione Più Importante delle storia dell'Umanità (maiuscole stile Celani), argomento contro la velocità degli elettroni nel filo e critica alla spiegazione/barzelletta dell'antimateria? Questo non è entrare nel merito - e perchè? Semplice, perchè cosa ci sia e cosa succeda dentro al tubo non lo sa nessuno - inutile cercare di provare l'irrealtà della cosa contestando le sue spiegazione ipotetiche.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Gdmster
"Srivastava nei suoi lavori parla esplicitamente della corrente che attraversa un induttore oppure di un condensatore che si scarica. Non parla del moto caotico (termico) degli elettroni che in ogni caso è ancora meno di un decimillesimo della velocità della luce.... "

Almeno abbiamo chiarito! Io non ricordo affatto quale sia la velocità del moto caotico dell'elettrone, ma da quello che mi dici il vostro contendere non può comunque essere frutto di incomprensione, dato che in ogni modo quel valore non esce fuori. Oppure ha rifatto delle misure che gli danno risultati diversi, ma avrebbe avuto un certo risalto la cosa, forse più della sua famosa teoria.

"Visto che l'annichilazione viene da qualcuno (te e il commensale) ritenuta possibile nell'e-cat occorre fare ulteriori considerazioni "

Giancarlo, io non so cosa accada nell'E-CAT. Sicuramente mi conforta il fatto che senza dover andare a cercare forme ancor più esotiche di energia, già quella definita dalla famosa equazione di Einstein, possa più che bastare. Non mi spaventerebbe più di tanto neppure se così non fosse. Non ho dubbi sulla tua preparazione e ti ho ascoltato con attenzione e ammirazione, ma lascia almeno aperta una possibilità al fatto che qualcosa di nuovo, di impensato, anche se magari non di impensabile, possa accadere in natura. Non ti annoieresti se tutto fosse già chiaro e conosciuto? ;-)
Hai una montagna di buone conoscenze, usale per salirci sopra e dall'alto guardare oltre l'orizzonte. Cerca il nuovo, l'inaspettato. Lascia che sia la natura a guidarti e non quello che tu credi di sapere di lei.
Se poi la natura si comporta come dici tu, va benissimo. Io capisco che tu non hai ancora visto niente che possa farti pensare diversamente e quindi va bene che tu continui a lavorare con i tuoi strumenti. Quello che sarebbe un peccato è il pensare che una cosa non può essere perché non si adatta a quello che si sa. Se la cosa non è, non lo è punto e basta. Cercare, invece, di esorcizzare qualcosa che molti, anche competenti, affermano di aver visto accadere, sulla base di quello che si crede di aver capito della fisica atomica è un voler piegare la natura al nostro intelletto, anziché il contrario. Serve una dimostrazione? Sì, hai ragione, l'aspettiamo tutti, ma l'approccio del 'non può sicuramente succedere per questo e quest'altro motivo' è una cosa diversa, sono l'ego e la presunzione (non tua personale, ma del modo di intendere e di declinare la scienza) che salgono in cattedra e ottundono l'intelletto. Poi, magari la FF non esisterà come la stanno descrivendo (mi ricordo che dicevi che esiste in minime quantità, per effetto tunnel), ma non diciamolo a priori. E mi sembra che tu su questa posizione, pur pochissimo incline a sperarci, non avevi una chiusura assoluta. Ti sei riservato forse un 1% di incertezza? E' già qualcosa e può essere anche molto, in certe circostanze :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Robbins
"perchè cosa ci sia e cosa succeda dentro al tubo non lo sa nessuno - inutile cercare di provare l'irrealtà della cosa contestando le sue spiegazione ipotetiche "

Esatto! Ho postato senza averti prima letto, ma il senso di una parte del mio post è esattamente questo :-)

Comunque avevo premesso di non sapere se queste fossero alcune delle obiezioni di Giancarlo cui accennava Daniele (4 o 5 comunque e qui siamo solo a 2). Magari erano tutt'altre. Forse ce lo chiarirà lo stesso Giancarlo.

sandro75k ha detto...

@Gdmster

Altissime pressione non potrebbero creare un plasma che vada ad accelerare delle particelle?

nemo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=jMiQUStPvNA

Gdmster ha detto...

@Alessandro Pagnini
La tua risposta (non te ne avere a male, perché specularmente riguarda anche me) prova semplicemente che il dialogo tra credenti e non-credenti è del tutto impossibile.
Potrei stare qui quattro giorni a cercare di spiegarti che produrre antimateria è impossibile ed economicamente non conveniente (la produzione chiede più energia di quanta poi ne restituisca), ma tu continueresti a dirmi che non si può escludere; e questo è vero. Non si può escludere che Babbo Natale giochi tutti i giovedì a briscola con Pippo: sono dimostrazioni impossibili quelle in cui l'onere della prova è ribaltato. Prova a fartelo spiegare da Robbins che parla di barzelletta dell'antimateria.
L'ho già detto e lo ripeto: la mia caldaia Beretta produce 22 kW e scalda di 25°C un flusso d'acqua di 13 l/s. La doccia che ho appena fatto era estremamente piacevole. Se le proporzioni che insegnano alle medie le ritenete ancora valide, il vecchio e-cat da 10 kW mi farebbe fare una doccia molto confortevole con metà dell'acqua. Mi faccio la doccia e poi controllo il contatore dell'ENEL. Io non chiedo altro: quello che c'è dentro a me non interessa. E' antimateria? perfetto!

Alessandro Pagnini ha detto...

Bravo nemo! Contributo assolutamente pertinente alla discussione e che deve farci ben riflettere.

mario massa ha detto...

@Alessandro Pagnini
"Cercare, invece, di esorcizzare qualcosa che molti, anche competenti, affermano di aver visto accadere, sulla base di quello che si crede di aver capito della fisica atomica è un voler piegare la natura al nostro intelletto, anziché il contrario."

Caro Alessandro il problema è proprio questo: queste persone competenti hanno veramente visto un fenomeno nuovo o hanno creduto di vederlo? Finchè questo non è accertato che senso ha continuare a fantasticare? Ti ricordo che il caso dei raggi N(pubblicato su Nature) venne risolto da Robert Wood dopo più di un anno che molti scienziati erano andati a far visita al laboratorio dove erano stati individuati e avevano confermato il fenomeno (mentre scienziati "solidi" come Lord Kelvin tentarono la replica senza successo).

sandro75k ha detto...

il problema è davvero simile alle statue dell'amico Domenico Canino: quanto ciò che vediamo è il risultato della nostra volontà di vedere un fenomeno? Essere davvero obiettivi ed essere pronti a cambiare idea ammettendo un errore di interpretazione sembra una faticaccia pure per le menti più eccelse!

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Gdmster
"La tua risposta (non te ne avere a male, perché specularmente riguarda anche me) prova semplicemente che il dialogo tra credenti e non-credenti è del tutto impossibile "
Tranquillo Giancarlo, non mi offendo :-)
Piuttosto non usiamo credenti e non credenti, almeno nel mio caso. Io sono un 'non escludente' ;-)

"Non si può escludere che Babbo Natale giochi tutti i giovedì a briscola con Pippo: sono dimostrazioni impossibili quelle in cui l'onere della prova è ribaltato "
E chi lo dice? L'onere della prova spetta a chi lo afferma e su questo hai ragione, infatti ho scritto:

" Io capisco che tu non hai ancora visto niente che possa farti pensare diversamente e quindi va bene che tu continui a lavorare con i tuoi strumenti."

Perché è posizione razionalissima quella di dire, che prenderemo strade e teorie diverse solo quando la natura ci spiegherà che le attuali sono inadeguate. Hai perfettamente ragione su questo!

Poi ho aggiunto anche:

" Quello che sarebbe un peccato è il pensare che una cosa non può essere perché non si adatta a quello che si sa"

Che non vuol dire che devi crederci, ma che non la si deve escludere a priori. Non ti parlo del famoso asino volante che ogni tanto riappare ( a Empoli hanno da poco fatto il tradizionale volo del ciuco, a proposito ;-) ), ma di fenomeni la cui casistica appare abbastanza nutrita e non tutta attribuibile a incompetenti e visionari.
Se aspettare a festeggiare la scoperta è razionale (ho la bottiglia in fresco ;-) ), financo dubitarne fortemente può esserlo (rientra in quelli che io definisco orientamenti ottimisti o pessimisti), invece negarla assolutamente a priori (negazionismo) non lo è.

Tu scrivi:
"Io non chiedo altro: quello che c'è dentro a me non interessa. "
Ma lo sai che anche qui siamo d'accordo? Anche io ho spesso scritto la stessa cosa! :-)
Non interessa neppure a me, al momento, se funziona con l'etere, con l'antimateria o con la magia nera. L'importante è capire se le l'E-CAT e/o le LENR hanno un fondamento di realtà, solo dopo, magari, capiremo come funzionano.

Se dici che potremmo stare qui a ripeterci all'infinito le solite cose, forse hai ragione, perché poi ci si avvita sempre sui soliti argomenti e si tende a rimanere sulle proprie posizioni, ma magari possiamo cercare di vedere ognuno quel che di corretto c'è nelle osservazioni dell'altro. Io trovo dei punti condivisibili in quello che scrivi e te li ho appena sottolineati.

nemo ha detto...

<Essere davvero obiettivi ed essere pronti a cambiare idea ammettendo un errore di interpretazione sembra una faticaccia pure per le menti più eccelse!


Verissimo.

Vorrei farvi una domanda.

Quali sono quegli aspetti fenomenologici della meccanica quantistica che potrebbero essere implicati nelle rivendicazioni della fusione fredda?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mario Massa

Buongiorno Mario :-)
Speravo ci saremmo conosciuti al pranzo, ma magari sarà per la prossima volta.

"Caro Alessandro il problema è proprio questo: queste persone competenti hanno veramente visto un fenomeno nuovo o hanno creduto di vederlo? Finchè questo non è accertato che senso ha continuare a fantasticare?"

Usi il termine 'fantasticare', come se fosse già certo che la cosa è inconsistente e non meritevole di approfondimento, ma questa è una brutta posizione nei confronti di tutti coloro che, forse sbagliando, hanno ritenuto di aver rilevato qualcosa. Poi ti lamenti se Levi ti toglie il saluto? ;-D
No, davvero, così facendo stai dando 'implicitamente' (ma neanche tanto implicitamente) degli incompetenti totali a tutti coloro che rilevano fenomeni LENR. Se invece vuoi dire che potrebbero sbagliarsi, e questo è certamente possibile (notiziona esclusiva: ogni tanto pur se raramente, mi sbaglio pure io! ;-) ), allora non si parla più di fantasticare, ma di 'indagare' che presuppone, intanto di far qualcosa, e anche di non dare credito pari a zero a chi è convinto di avere avuto un certo tipo di riscontri.

"Ti ricordo che il caso dei raggi N(pubblicato su Nature) venne risolto da Robert Wood dopo più di un anno che molti scienziati erano andati a far visita al laboratorio dove erano stati individuati e avevano confermato il fenomeno (mentre scienziati "solidi" come Lord Kelvin tentarono la replica senza successo). "

Ad essere sempre sfiduciati qualche volta ci si piglia e altre volte no:

"Un altro scienziato (questa volta un fisico) che si lasciò andare ad affermazioni perentorie sull’impossibilità di taluni accadimenti fu William Thomson, meglio noto come Lord Kelvin. Nel 1895 Thomson sostenne che macchine volanti più pesanti dell’aria erano impossibili. Otto anni dopo, nel 1903, i fratelli Wright portavano a compimento, con successo, il primo volo controllato e con pilota a bordo di un aeroplano a motore, il Wright Flyer. Successivamente, una volta che gli aeroplani presero piede, altri negarono la possibilità di “volare” al di fuori dell’atmosfera e di intraprendere viaggi nello spazio."

La fonte è qui:

http://www.scienzainrete.it/contenuto/articolo/possibile-impossibile-meglio-mai-dire-mai

Spero sia affidabile non ho fatto controlli incrociati con altri siti :-)

nemo ha detto...

"Non si può escludere che Babbo Natale giochi tutti i giovedì a briscola con Pippo: sono dimostrazioni impossibili quelle in cui l'onere della prova è ribaltato "

Mastromatteo ha portato evidenze scientifiche importanti.

Il grosso problema è che pare che nessuno si interessi alla questione e desideri replicare i suoi test.

Se lo facesse si farebbe un passo in avanti.

Dopo F&P qualsiasi ricercatore teme la FF come la peste. Vuol dire farsi bollare dalla comunità scientifica ed essere equiparato ad un ciarlatano.

Ricordo bene la domanda di Gdmster a Daniele: ma chi gliel’ha fatto fare a Levi ? (riferendosi alla collaborazione con Rossi)

Credo che sintetizzi la questione.

Qualunque ricercatore preferisci perseguire strade differenti.

Poi ci sono i curiosi che non si accontentano di ciò che leggono ma vogliono verificare di persona.

Questo genere di persone sono rare e dunque si ritiene che siano poco intelligenti (altrimenti si occuperebbero d'altro)

Ma io ho molto dubbi a riguardo.

rodrigo ha detto...

@ Gdmster
>...la mia caldaia Beretta produce 22 kW e scalda di 25°C un flusso d'acqua di 13 l/s

13 l/s è estremamente irrealistico, in realtà sono 13 l/min ;-)

sandro75k ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
sandro75k ha detto...

...problemi con la portata per tutti.... :D

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Sandro
"...problemi con la portata per tutti.... :D "

Ahahahah....giusto....'la portata' ! :-D

Gdmster ha detto...

@rodrigo
"13 l/s è estremamente irrealistico, in realtà sono 13 l/min ;-)"

hai perfettamente ragione, scusami ma vedo che si capiva lo stesso.

Robbins ha detto...

@Gdmaster
Il problema è che tra le barzellette e la più rigida ortodossia ci deve essere uno spiraglio attraverso il quale la realtà possa travasarsi nella nostra conoscenza del mondo. C'è chi dice che questo travaso è sempre una rivoluzione, altri, al contrario, pensano che non possa aver luogo se non per continua aggiunta di dettagli. Sbagliano tutti e due - Lei perché non considera la possibilità (testimoniata cento volte dalla storia) di uno scatto imprevisto, i belivers perché non capiscono che non tutto è rivoluzione e la ricerca accademica non è solo ca**a deposta da antipatici parrucconi. La vera impossibilità non è convincere i credenti o gli scettici delle tesi opposte (che infatti si escludono a vicenda), ma è introdurre nelle loro teste il concetto di varietà della storia.

Spat ha detto...

Lord Kelvin è anche quello che stabilì l'età della Terra in 100 milioni di anni, senza poi aver mai ammesso di aver fatto un errore. E' abbastanza citato proprio a testimonianza di come i più grandi esponenti della scienza ufficiale possano prendere delle grosse cantonate. Purtroppo le loro posizioni si sono spesso dimostrate deleterie per la ricerca a causa della loro autorevolezza accademica.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Robbins

"la ricerca accademica non è solo ca**a deposta da antipatici parrucconi "

Assolutamente d'accordo! Guai a pensarlo!

Gdmster ha detto...

@Robbins
Lei, Robbins, mi giudica da commenti affrettati postati il più delle volte per puro divertimento che Le lasciano credere che io sia uno ancorato alla scienza dei libri e incapace di leggere le rivoluzioni. Io piuttosto sono ancorato a quella coerenza che chiamo metodo per cui se le mie teorie producono effetti in contrasto con la realtà sperimentale (almeno per come si intende comunemente)le teorie sono errate.
Personalmente non sono convinto dalla MQ e punterei su una teoria fisica deterministica subquantistica di cui la MQ costituirebbe la parte emersa. Poi sono troppo ignorante per dare un seguito alla cosa e non ho l'età per mettermi a studiare. Del resto sbaglio spesso anche con le cose che ho studiato e sulle quali ho lavorato a lungo, quindi la mia impressione è che in effetti mi manchi la statura, non la voglia. Mi spiace non riuscire a trasferire il mio entusiasmo ai figli che sono più intelligenti di me.
Alle rivoluzioni ci credo, ma credo pure siano molto rare: in questo momento ricordo solo LA teoria dell'informazione, la catastrofe dell'ultravioletto e l'evoluzionismo. La gravità era già scritta nelle tre leggi di Keplero e ogni buon liceale la può dedurre da lì.Il caos deterministico non lo definirei una rivoluzione ma semplicemente la constatazione di un errore di fiducia precedente. Io poi, essendo di natura e formazione un discreto, non credo molto alle equazioni differenziali con cui si descrive il mondo (anche perché l'aritmetica è l'unica matematica che mi posso permettere). Spero che gli esperimenti in corso possano dimostrare lo spazio-tempo discreto. Lì sì che ne cedremmo delle belle. Mi spiacerà morire prima dei prossimi 500 anni, il romanzo della scienza è bello, in fondo.
Comunque, lì dentro antimateria non ce ne è, accetto scommesse 1:100.

Gdmster ha detto...

@Robbins
Termini della scommessa: AR non ci deve aver, ovviamente, messo dei materiali radioattivi che decadano con emissione di positroni, tipo quelli che si usano nella PET.

Robbins ha detto...

@Gdmaster
Concordo, niente antimateria, ma molti strati sottili (e così si passa dalla fisica nucleare alla scienza dei materiali, accantonando il problema energetico). Se la cosa funzionasse davvero - e sembra di sì - gli storici della scienza ci scriveranno volumi: prima il perito chimico filosofo con strane idee sulle polveri e i catalizzatori, poi i coinvolgimenti universitari - molto sotto traccia - e infine le applicazioni industriali di tecniche sofisticate al di fuori del loro ambito specifico. Come storia è molto bella - si tratta di aspettare uno o due anni per vedere se è di fantasia o meno.
Aggiunga due nomi alle sue rivoluzioni: Galileo, che ci ha tirato la fregatura dello schema matematico applicato alla Natura, e Einstein, un teologo "statico" prestato alla fisica - uno che ha pensato davvero in grande.

Gdmster ha detto...

@Robbins
Ad Einstein pensavo come naturale conseguenza della catastrofe dell'ultravioletto.
Galileo per me ha definito con precisione il metodo, pure nella assoluta ingnoranza del concetto di unità di misura che tarderà a venire. Avesse pensato ai metri al secondo invece che alle proporzioni tra spazi e tempi misurati ad acqua sarebbe stato ben più grande di Einstein.
Noi siamo fuorviati da come ci insegnano le cose al liceo: ce le dovrebbero far leggere in originale. Oggi i miei figli sono fortunati, se vogliono hanno copie anastatiche di molti scritti antichi.
Le raccomando la polemica tra Leibnitz e Newton con tanto di truppe schierate. Altro che Sapienza o UniBo. Ha vinto Leibnitz.

Anto ha detto...

avete visto?

http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2013/06/03/Rinnovabili-Enea-avanti-ricerca-fusione-fredda-_8812691.html

Alessandro Pagnini ha detto...

"Le raccomando la polemica tra Leibnitz e Newton con tanto di truppe schierate. Altro che Sapienza o UniBo. Ha vinto Leibnitz "

Una polemica che divise persino la celeberrima famiglia Bernoulli, peraltro in perenne lotta intestina. Come si dice:
"Dietro ai cannoni, davanti ai cavalli e lontano dai parenti!" ;-)

Merlian ha detto...

Uauh, questo è meglio che vedersi Discovery Channel! ;-)

Alessandro Pagnini ha detto...

Brava Anto! :-)
Saluti anche al cagnolino, a proposito.

" L'Enea ha lavorato a controlli incrociati sulla dimostrazione dell'effetto Fleischmann e Pons insieme ad altri istituti di ricerca Usa: il Naval research laboratory di Washington, SRI International in California e Universita' del Missouri"

Vogliamo almeno aprire alla possibilità che 'potrebbe' esserci un effetto che attualmente spiazza un po' le teorie consolidate? A livello di ipotesi di lavoro, almeno. O dobbiamo negare il tutto dicendo che anche all'Enea e negli istituti citati si sono messi a fare gli esperimenti con l'acqua perché il vino se l'erano già scolato tutto? ;-D

domenico canino ha detto...

@anto
grazie, ottima notizia, mi sa che il naval research, qualcosina in mano ce l'ha gia, just a sensation,ciao

piero41 ha detto...

Antimateria? nohh!!. Certo che Mistero su
http://22passi.blogspot.it/2012/06/il-raggio-della-morte-e-il-caso-pelizza.html

ci parlava, anzi faceva il “pavone” dicendoci che un trabiccoletto di un monaco (di genio... Majorana) avrebbe dovuto sparare raggi di positroni per forare lastre metalliche come dice di aver visto fare senza nessun “collegamento” a Ginevra!! Il raggio della morte!! Testimoniato comunque da dei prof. anche sulla stampa allora. A quanto ho capito non è concettualmente ammissibile in pratica quindi!! Eppure allora nessuno lo stroncò il Mistero ?? Se si lascia correre al frate poi .... magari arriva il Rossi ehh!!... Diceva addirittura che sulla macchinetta vi erano i servizi segreti a studiarla... mahh!!

@Robbins
mi piacerebbe quindi conoscere anche una sua opinione su quest’argomento... ma forse son cose riservate solo a quelli del club “che non giocano a dadi”!! ;-D per gli altri Ginevra!!

Alessandro Pagnini ha detto...

"
Joseph Fine

June 3rd, 2013 at 5:44 PM

Andrea Rossi,

Please don’t worry about this. You have many more important things to do besides responding to tens of thousands of our comments. I just wanted to know what else happened on June 3rd.

By December 3rd, there may be results from the six month test. That would be very interesting to hear about. It should show a higher energy density figure than from the recent independent tests.

Birthday regards,

Joseph


2.
Andrea Rossi

June 4th, 2013 at 3:34 AM

Prof. Joseph Fine:
I think sooner will arrive very important results too.
Just a sensation.
Warm Regards,
A.R. "

Secondo me anche questo signore qualcosina in mano potrebbe avercela ;-)
Solo una sensazione, appunto! :-)

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
sandro75k ha detto...

Grande Anto!

Robbins ha detto...

@Gdmeister
Ha vinto Leibniz, nonostante tutti gli forzi fatti da Wallis alle riunioni della Royal Society, perchè la sua notazione quoziente per il differenziale era (ed è) più comoda di quei puntini sui nomi delle funzioni. Questo è un caso in cui vale il principio di Occam: se una cosa è più comoda di un altra allora vince - perché complicarsi la vita? Einstein lo considero inerziale più che quantistico, quindi tardo, ma anche a latere dell'effetto fotoelettrico qualcosa di generale ce l'ha - un bell'esempio di pensiero profondo e sintetico.
Non consiglierei la lettura diretta di niente di scientifico precedente la fine del XVIII secolo, anche Eulero è difficile da seguire - Laplace si può leggere e con lui Cauchy e Gauss, ma siamo ben dentro l'Ottocento.

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Robbins ha detto...

@piero41
Cosa vuole che le dica? Che non credo nel raggio della morte? Si racconta che Mussolini fosse sul lungomare di Ostia con la Petacci e una Alfa Romeo, che gli si fermò e non ne voleva sapere di ripartire. E disse: "E' colpa di Marconi e del suo raggio ferma-motori, lo sta provando qui nei pressi."
Come vede di storielle divertenti sull'argomento, anche senza antiprotoni, ce ne sono sempre state (mi sono sempre chiesto perché, di tutte le automobili d'Italia, Marconi avesse deciso di rompere proprio quella del Duce).
Ma poi Lei al raggio ci crede realmente? E dove lo terrebbero nascosto, di grazia? Perché non si tratta di invenzione da buttare via.

triziocaioedeuterio ha detto...

@alessandro
ogliamo almeno aprire alla possibilità che 'potrebbe' esserci un effetto che attualmente spiazza un po' le teorie consolidate? A livello di ipotesi di lavoro, almeno. O dobbiamo negare il tutto dicendo che anche all'Enea e negli istituti citati si sono messi a fare gli esperimenti con l'acqua perché il vino se l'erano già scolato tutto? ;-D

Sei un personaggio simpatico pieno di validi principi ed estremamente tollerante anche se un po' prolisso ma lasciami dire che nn dovresti insistere troppo con l'intento di far diventare possibilista chi in realtà nn lo è e non lo sarà mai...o perchè in chiara malafede o perchè proprio de coccio...
Lasciamo chi ritiene che tutta sta storia della ff sia un bufala e siano incompetenti gli scienziati che si avventurano su questa strada...tanto gli eventi sono oramai inarrestabili e prima o poi i troll e gli un-beliver saranno solo un brutto ricordo...la storia purtroppo ne è piena.

piero41 ha detto...

@Robbins
No, non è la storiella di Marconi, è una storia su Majorana che da un convento avrebbe insegnato a costruire una certa macchinetta presa in custodia da un ente della chiesa.... studiata e collaudata con successo poi da un prof. universitario..e finita ora dice Mistero in mano ai servizi segreti occidentali!!. ... poi Mistero vi ha fatto il post indicato... con i link agli articoli di stampa di allora !! Meglio spulciare un po’ forse... anche sui commenti. Certo M. Massa non ha sput@@@to Mistero come di dovere allora ehh.. Di Majorama si parla... e che ne posso capire io??
Figurarsi non so nemmeno farmi rispondere chiaramente :-D che sono delle grandi sole per gonzi quelle di Vadim Zeland, il presunto fisico russo con tutto il suo enorme giro di vendita di libri con a base una sua presunta visione della realtà quantistica...
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__lo-spazio-delle-varianti-reality-transurfing-1.php?pn=226
behh???

Silvio Caggia ha detto...

@alessandro pagnini
"Vogliamo almeno aprire alla possibilità che 'potrebbe' esserci un effetto che attualmente spiazza un po' le teorie consolidate?"

Solo se la ricerca richiede ingenti fondi da gestire, altrimenti, se parliamo di cose banali che si possono fare in cucina, tipo gli esperimenti di mondaini, la risposta e' un sonoro NO! :-D

indopama ha detto...

E^2=m^2*C^4
una soluzione negative e una positive. la negative non ci piace e non la comprendiamo, quindi la scartiamo a priori. cose gia' successe...

indopama ha detto...

se qualcuno sa come togliere il correttore automatico in inglese nei commenti lo ringrazio. :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Triziocaioedeuterio
"ma lasciami dire che nn dovresti insistere troppo con l'intento di far diventare possibilista chi in realtà nn lo è e non lo sarà mai..."
Mai dire mai!:
- La fusione fredda non potrà mai esserci!
- Gli aerei non potranno mai volare!
- Silvio Caggia non farà mai un post serio!

Come vedi spesso il 'mai' si usa per affermazioni che potenzialmente, o in maniera già acclarata, potrebbero essere contraddette. Nell'esempio, giusto per correttezza, ne ho riportata anche una che invece è graniticamente solida, ma non ti svelo quale sia ;-D
Scherzi a parte, se dobbiamo stare qui a discutere insieme, meglio avere un atteggiamento tollerante e il più possibile aperto.


@ Silvio

"Solo se la ricerca richiede ingenti fondi da gestire, altrimenti, se parliamo di cose banali che si possono fare in cucina..."

Si va da Sandro75 a metter su un bel laboratorio, olè! ;-D

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
Ma nella foto del profilo, sei seduto sulla riva di un fiume?

Silvio Caggia ha detto...

Rossi in una recente intervista:
"they wanted a wood table to put on all the
electric and electronic devices, they wanted to use
their own cables of their own measurement devices,
they wanted to lift and seat themselves any
component to be sure no other cables or any kind of contact was there…combing all the margin of error against us we lost a lot of efficiency"

Eh, si sa', il legno e' molto isolante... Che cop volete? :-D

Silvio Caggia ha detto...

@alessandro pagnini
Certo che sono in riva al fiume, l'ho scritto anche a domenico nell'altro post! :-)
Sto facendo meditazione statica.

Sandro non puo' mettere su un laboratorio in cucina, arrivano i nas e lo fanno chiudere! :-)
Poi non e' il tipo da fare certi esperimenti in cucina... Vero sandro? :-D

Alessandro Pagnini ha detto...

"Sandro non puo' mettere su un laboratorio in cucina, arrivano i nas e lo fanno chiudere! :-)
Poi non e' il tipo da fare certi esperimenti in cucina... Vero sandro? :-D "

Vabbuò, allora andiamo da Sandro solo per mangiare, va! :-D

Silvio Caggia ha detto...

@alessandro pagnini
Ti ho tirato in causa nell'altro post con domenico perche' tu sei in toscana... Sei vicino alla maremma? Capiti mai nella antica citta' di Cosa?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
A quale post ti riferisci?
Comunque io, come disse Benigni qualche mese addietro, abito in una popolosa città cinese: Prato! ;-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
Ma quella città è dove ci sono le celebri 'cosoteche'? ;-D

Silvio Caggia ha detto...

@alessandro pagnini
Prato-Ansedonia e' lontana?
Era un lungo off topic nel post della sapienza.
Andresti a fare una ricerca per noi ad ansedonia? :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
"Prato-Ansedonia e' lontana? "
> 200 km!!!!

"Andresti a fare una ricerca per noi ad ansedonia?"
Per fare tutta quella strada come minimo dovrebbe esserci il Santo Graal ad aspettarmi :-D

Ma che cercate ad Ansedonia, che tra l'altro è un ottimo posto per farsi una vacanza al mare?

sandro75k ha detto...

in cucina amo la tradizione.... :)

Alessandro Pagnini ha detto...

"in cucina amo la tradizione.... :) "
Anch'io, anch'io! :-)
Bisogna venire a trovarti, prima o poi! :-)

piero41 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
mario massa ha detto...

@Alessandro Pagnini
Alessandro spero anch'io che ci sarà occasione di incontrarci. Quando dico "fantasticare" intendo andare avanti con un ragionamento non ancora supportato da fatti. Dimostriamo prima che questi fenomeni esistono, poi tutti a cercarne sviluppi e applicazioni. In campo ff mi pare si faccia il contrario.

"Nel 1895 Thomson sostenne che macchine volanti più pesanti dell’aria erano impossibili"

Se avesse sostenuto una cosa simile non sarebbe stato lo scienziato che era. Certamente la frase è stata mal tramandata. Gli uccelli sono più pesanti dell'aria e volano: come si può dichiarare che sia impossibile per un oggetto più pesante dell'aria volare? Probabilmente Lord Kelvin riteneva semplicemente che i motori a scoppio di allora fossero troppo pesanti per poter permettere il volo. Dopo 8 anni si dimostrò il contrario. Questo dimostra che spesso gli scienziati non sono al corrente degli sviluppi tecnologici, ma la cosa non ha nulla a che vedere con i principi fisici.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mario Massa
Buongiorno Mario :-)

"Alessandro spero anch'io che ci sarà occasione di incontrarci. Quando dico "fantasticare" intendo andare avanti con un ragionamento non ancora supportato da fatti "

Ma questa sembrerebbe più una critica a Giancarlo, o sbaglio? E' lui che cercava di dimostrare come può o non può funzionare e in base a quali principi. Però mi sembrava che ultimamente avesse sposato la mia posizione di dire: "Non m'importa come, purchè (eventualmente) funzioni". Quindi direi che il problema è superato. Aspettiamo di avere dati più certi per congegnar teorie anche se male, tutto sommato, non fa e può essere anche divertente. Basta rendersi conto che la cosa è comunque basata su dati scarsi e ancora non chiari.
Se invece intendi dire che 'fantasticare' sia l'ipotizzare che la cosa esista, allora ritorna valida la mia obiezione, ovvero che per dire ciò bisogna invalidare, per motivi che non approfondisco, ma certamente poco lusinghieri per gli interessati, le dichiarazioni e gli esperimenti di coloro che sostengono il contrario e non ci sono soltanto Rossi e Levi.
Io rimango dell'idea che con tutta questa serie di 'segnalazioni qualificate' ( ti riporto anche il link segnalato da Anto: http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2013/06/03/Rinnovabili-Enea-avanti-ricerca-fusione-fredda-_8812691.html ) almeno un'apertura al fenomeno, razionalmente parlando, la si dovrebbe concedere.

Silvio Caggia ha detto...

A chi parlava di antimateria qui: rossi vi ha sentiti! :-)

Andrea Rossi
June 6th, 2013 at 6:35 PM
Prof. Joseph Fine:
Storms are very interesting for LENR. I am
studying the production of positrons in storms,
where energies involved should be enough for
this phenomenon.
Warm Regards,
A.R.

piero41 ha detto...

A questo proposito nel commento del 04 giugno 14:06 avevo richiesto a Robbins informazioni e giudizi critici su di un precedente post di mistero sull’argomento ma lui con bella furberia evitò l’argomento preferendo star ora a giocar di fioretto con lo stesso con pdf in tedesco o svedese FIGURARSI!! Ma forse questo era un argomento un po’ troppo impegnativo per prender posizione??
http://22passi.blogspot.it/2012/06/il-raggio-della-morte-e-il-caso-pelizza.html

Robbins ha detto...

@piero41
Macché furberia ... ci sono argomenti che non valgono il tempo che costano - mi dispiace per Lei. Una tirata di orecchi al "dietrologo-segretologo" Mistero, che pensa evidentemente che TUTTE le cose importanti siano nascoste e si muove di consequenza.
Per risponderle: NON credo nel raggio della morte, e - come filosofia della storia - credo che qualche cosa resti nascosta, ma la maggior parte sia palese. Mi rendo conto che questa impostazione non è eccitante come un copione di un film di 007, ma è così: a un certo punto bisogna smettere di leggere Novella 3000 e abbandonare l'adolescenza. Scusi l'antipatia.

piero41 ha detto...

@Robbins
Con un po’ di "pepe" almeno una risposta è arrivata, non è che le costasse molto darla tranquillamente 4 giorni fà... Ho atteso sino ad ora io..
“ci sono argomenti che non valgono il tempo che costano” in fondo sono argomenti che hanno riempito un lungo post del blog, letti anche ora da molti e che sono opera di una persona alla quale apparentemente sta accordando fiducia, salvo una tiratina d’orecchi... Definirli un po’ meglio di fronte ai lettori del blog può avere un certo valore oggettivo quindi, anche se per lei non hanno valore..
In fondo mi sembra sia una posizione simile a quella della dott.ssa De Ninno sul complottismo... Però forse anche la sua (non so bene) è una posizione di un attore partecipante agli eventi, quindi un po’ di parte nohh? Chissà se anche il prof. E. Del Giudice prima di scrivere il suo libro avrebbe dovuto abbandonar le idee troppo adolescenziali, forse si, oppure qualcosa di nascoto,poco poco ehh!, c’è e c’è stato... saluti

PS. Non si dispiaccia per me..magari per quei molti milioni d’italiani che leggono Novella 3000 e simili purtroppo e che con le loro tasse pagano stipendi a tanti troppo furbi , alcuni magari anche incapaci !!

Robbins ha detto...

@piero41
Sapesse quanto incapaci e quanto numerosi. Di solito si spara addosso ai docenti e ai ricercatori - mentre andrebbero giustiziati per primi gli amministrativi che puzzano a partire dalla testa in giù. Forbite vestali della legge europea che da Strasbourg colpisce un intero continente, imponendo le stesse regole dal Baltico a Pantelleria. Miliardi di euri, e li paga Lei e li pago io, senza poter entrare nel merito. Perché, almeno in teoria, i politici potremmo cambiarli, mentre gli alti dirigenti sono specie inamovibile.

piero41 ha detto...

@Robbins
Vede (proff. o dott o..) non credo sia conveniente evitare certe domande con delle battute “ Ma poi Lei al raggio ci crede realmente? E dove lo terrebbero nascosto, di grazia? Perché non si tratta di invenzione da buttare via.”. Come lei ben saprà R. di Stefano a questo proposito ha riportato sul Il Giornale, Martedì 6 Luglio 2010 vari articoli...
http://www.rinodistefano.com/it/articoli/il-raggio-della-morte.php
Asserendo: “La verità è che tutto quanto è stato detto nell’articolo in questione, viene da un’ampia documentazione originale della “misteriosa” Fondazione Internazionale Pace e Crescita di Vaduz, nel Liechtenstein..... portata.., all’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare affinché la esamini e ne esprima un giudizio. Quando avrò il risultato, sarà mia premura renderlo pubblico.” E’ nascosta quindi al posto giusto e forse qualcuno magari dall’interno potrebbe anche spiegarci qualcosa.. Però ho i miei dubbi in un Italia che purtroppo di segreti di stato e di attentati......
Ed anche le “famose” prove in video della macchinetta di Majorana, mostrate a Misteri, (nei commenti dopo le 23,30)
http://22passi.blogspot.it/2012/06/il-raggio-della-morte-e-il-caso-pelizza.html
risultano poi attestate nei documenti del prof Clementel sul (Il Giornale, Domenica 26 Settembre 2010)
http://www.rinodistefano.com/it/articoli/il-raggio-della-morte-2.php
, e studiate dal prof Sergio P. Ratti, mi sembra,conosciuto come una della massime autorità in fatto di positroni.....che si è interessato alla cosa riportando : “ Quello che posso dire è che ho consultato diversi miei colleghi in giro per il mondo, e ho avuto risposte interessanti. Uno, decisamente molto importante che lavora all’Università di Harvard, mi ha confermato che, in linea di principio, potrebbe essere...”
Forse sono argomenti che meritano anche qualche minuto di approfondimento prima di un "No antimateria" anche se credo risultino molto “noiosi” come penso forse saprà, per la scienza ufficiale e per i detentori del “normale sapere “ ancora basato in tal campo sui grandiosi crasch test... Inutile quindi sperare che possano venire a capo di tante strane macchinette, minaccianti il mondo del petrolio inoltre
saluti
PS. Mi domando ma i Fermi, i Majorana, i Ragazzi di via... i Natta le Montalcini ecc esistono ancora o nel team, nella rete tutto in fondo si è omogeneizzato ridotto al minimo comun...pensiero...accettato da tutti..bohh!!


Robbins ha detto...

@piero41
Ma Lei è davvero pervicace - più che dirle che non ci credo e non voglio perdere tempo cosa devo fare? Non so quanto valesse la fatina dai capelli turchini - la tesi di laurea non era straordinaria - ma ha avuto fortuna e molta volontà (il premio, come nel caso di Rubbia, era cointestato). Fermi era super, Natta Ok - certo che ce ne sono ancora, ma sono altri tempi e non so se i vecchi tempi torneranno: la complessità dell'universo reclama la sua parte rispetto alle nostre capacità. Non sono un entusiasta del bosone di Higgs, è troppo lontano e troppo riposto.

piero41 ha detto...

@Robbins....ultima!!
“Pervicace” come io non mi aspettavo certo che variasse la sua posizione su argomenti che sicuramente ben conosceva...tolleri almeno una mia opinione diversa anche se molto più incerta e confusa... In qualsiasi altro paese sono sicuro il famoso rasoio sarebbe stato dalla sua parte chiara, “normale” diciamo. Nell’Italia degli ultimi 40 anni, con in mezzo il Vaticano, l’ombra del caro defunto ecc le potrei domandare dove taglierebbe l’attrezzo, quale sarebbe la soluzione “nella norma” qua.. ehh??
Rubbia. D22 ho sentito, vorrebbe contattarlo, dopo la dott.ssa Del Ninno, forse potrebbe chiarirci le ragioni della sua uscita di scena: solo perchè le vestali dell’apparato lo ritenevano troppo ingombrante, ingestibile o forse perchè non accettava inviti e raccomandazioni ad alto livello e che poi a spese della suddetta, hanno fatto la fortuna di chi ora è stato accolto a braccia aperte alla Sapienza!! Rubbia potrebbe forse anche parlarci di...bohh!!..
“la complessità dell'universo reclama la sua parte “ bella frase...fatta!! A me sembra il solito pensiero del gruppo tribù poi ingigantito dai media in quello nazionale e che ora con la rete rimbalza globalmente uguale , in milioni di ricercatori e teams finchè alla fine a tentativi ed errori da qualche parte riesce a venir fuori qualcosa... (forse i KW di Rossi!!) Il pensiero “individuale” di Galileo quello si che ha cambiato i presupposti della scienza e della conoscenza insieme a tanti altri dopo, sino ad arrivare alla quantistica. Non me ne intendo ma non mi sembra che i crasch test ne facciano un uso adeguato anche se tra poco arriveranno al pc..quantistico.. Propio per questo le avevo fatto la 2° domanda.. Forse una sòla...ma molto diversa...affascinante quella visione!!

Stefano06 ha detto...

"Mi domando ma i Fermi, i Majorana, i Ragazzi di via... i Natta le Montalcini ecc esistono ancora o nel team, nella rete tutto in fondo si è omogeneizzato ridotto al minimo comun...pensiero...accettato da tutti..bohh"

Rari e fuori dalla portata dei radar...

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails