Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

martedì 14 maggio 2013

Pubblicità occulta, oculata o... culata?

Che cos'è il genio? 
È fantasia, intuizione, decisione e velocità d'esecuzione.


Mi scuso con gli stomachi più delicati, ma pochi minuti fa non ho resistito a fare tre screenshot in sequenza a uno dei più noti blog d'autore di Repubblica.it. Mi scuso anche con Geberit Italia per l'accostamento un po' audace e sconveniente... in effetti non potevo credere ai miei occhi!


Ovviamente senza nessuna offesa per i soggetti rappresentati, deretano compreso. Ma solo per farsi tutti insieme - noi e loro - una distensiva e pacificatrice risata, all'insegna dell'amore! :-)

P.S. del 20 maggio 2013. Nonostante tutte le mie precisazioni scansa-equivoci, a distanza di ben 6 giorni Sylvie Coyaud replica a modo suo, ovvero in preda a un evidente affanno argomentativo divertente quanto quello del miglior Fantozzi. Basti a dimostrarlo il suo incipit: "Il raffinato dott. Passerini irride al banner Geberit di cui vado fiera. Trovo le toilette e l’acqua pulita belle ed essenziali, ne scrivo spessoanche delle Ong che le installano e dei filantropi che le premiano."
Irriderei il banner geberit io??? Ma se mi sono perfino scusato con Geberit Italia per avere rimarcato l'accostamento di un ottimo prodotto idro-sanitario al pessimo giornalismo della Coyaud! E poi una francese viene a insegnare a un italiano l'utilità personale e sociale del bidet? Suvvia, è come se io mi mettessi a dare lezioni di cucina a Vissani! No, non ci siamo proprio. La verità è che Ocasapiens va talmente fiera dell'audace accostamento creato dal caso che poche d'ore dopo l'uscita del mio post aveva già fatto in modo di far spostare il banner da sotto il suo profilo a sopra il titolo del blog; dopo qualche giorno il banner è scomparso del tutto. 
La domanda s'impone: dopo essersene stata zitta per quasi una settimana che senso aveva una replica così miserrima? Non riusciva più a trattenerla? Insomma, la montagna ha partorito il proverbiale topolino. Montagna poi si fa per dire: realisticamente abbiamo a che fare con una collinetta.

22passi.blogspot.com: post n. 2108 (-114) 

89 : commenti:

MISTERO ha detto...

Irresistibile.

Per non smentirsi l'oca mi risponde a distanza:

Per Piezopoli avevano previsto 300 milioni per la tramutazione delle scorie nucleari, come da documento del “prof” Cardone agli atti del Parlamento, più 350 milioni della Regione Abruzzo per il centro di ricerca, più 500-800 milioni per costruire il prototipo di reattore come da preventivo “Ansaldo-CNR” della Startec…

1) Documento del prof. Cardone agli atti del parlamento, dove si trova?
2) 350 milioni della Regione Abruzzo, dove sono, come sono stati spesi?
3) 500-800 milioni per prototipo reattore, un documento senza timbri e firme su un sito di una società privata?

Sono questi i falsi argomenti e documenti di Ocasapiens che hanno permesso la raccolta di mille firme false.



DF ha detto...

complimenti Daniele ... c'hai stile!

Silvio Caggia ha detto...

@daniele
Che il simbolo dei cuoricini non rappresentasse l'organo cardiaco si sapeva... Ora finalmente si fa divulgazione massiva... Bravo! :-D
http://www.nationmaster.com/encyclopedia/Heart-%28symbol%29

Silvio Caggia ha detto...

@daniele
Anche se qualcuno ci aveva gia' provato...
http://www.sebach.it/home
:-D

comRED ha detto...

Dice Quelo, la pagnotta è sempre la pagnotta.

Spat ha detto...

Un altro contributo sul JONP per chiarire la storia del COP.
Domanda di Renato Estri:
"I try to give a contribute to the debated COP matter about the
Tiger-Activator new configuration.

Should this table resume in numbers the correct interpretation
of your answers ?

% Time / COP / Pow In / Pow Out
65% / 200 / Zero / 100KWh
35% / =1 / 100KWh / 100KWh"

Risposta di Rossi:
"Perfect. You got exactly the core of the issue.
Thank you. To the readers: please read carefully this comment of Dr Estri: it explains exactly in a short matrix the COP issue."

Scritto questo, qualcuno gentilmente mi spiega dove salta fuori quel COP=200?
Se si scriveva 200mila non era lo stesso?

tia_ ha detto...

Ma dopo due anni e mezzo ancora non si è capaci di scrivere con le unità di misura corrette?

Silvio Caggia ha detto...

@spat
"per chiarire la storia"
Ahahahahah... :-D

@tia
Su questo hai perfettamente ragione... Spiega bene la differenza tra kW, kWh e kWh/h che ce ne e' tanto bisogno...

P.s.: Per te, cosi' come sono scritti i dati in quella tabella, il cop sarebbe banalmente 2? (100+100)/100

Alessandro Pagnini ha detto...

@ spat
Sorvolando sulle unità di misura, come sottolineato da tia_, mi sto chiedendo come funziona un qualcosa che eroga 100KW con input 0. Si può dire che il COP è 200??? Immagino sia questa la tua perplessità. Avrei detto COP 200 se in input ci fosse 0,5 KW, o mi sfugge qualcosa?
L'unità che sta attiva per il 65% del tempo è in SSM, quindi si può dire che esiste un COP finito? Io continuo a pensare di non aver capito come si misura questo parametro :-(

Franco Morici ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
DF ha detto...

no Silvio

il cop verrebbe ~3

ovviamente per darle un senso la tabella va corretta così:
%time / cop / PowIN / PowOUT
65 / - / 0Kw / 100Kw
35 / 1 / 100Kw / 100Kw

che quanto scritto su JONP per l'ing. Rossi "explains exactly" ... ovviamente non fa sorgere nessun dubbio ai believers. mah, credo che dal fiume non vi schioderà mai nessuno. statemi bbuono.

tia_ ha detto...

> Spiega bene la differenza tra kW, kWh e kWh/h che ce ne e' tanto bisogno...

W = potenza, Wh = energia, Wh/h = W = potenza.
Se uno invece vuol parlare di potenza media, scrive Potenza media X W.

>% Time / COP / Pow In / Pow Out
65% / 200 / Zero / 100KWh
35% / =1 / 100KWh / 100KWh"

Problema mal posto visto che non si capiscono i vincoli di potenza in ingresso. Ad esempio se nella fase che dura il 35% gli do 1 W, il COP globale è altissimo; se devo per forza dargli 100 kW, il COP globale è attorno al valore 3 visto che nella fase che dura 65% del tempo lui butta fuori 100kW.
Da quella tabella uno può estrapolare i numeri che vuole.

Alessandro Pagnini ha detto...

In effetti sembrerebbe un COP complessivo di quasi 3 !
Non sarebbe Malaccio ma rispetto al COP>=6 garantito, c'è qualcosa che non torna...mah!

Silvio Caggia ha detto...

@franco
@df
Voi state immaginando che l'attivatore abbia un assorbimento nominale di 100kW (senza acca) e che stia acceso a consumare questi 100kW solo per il 35% del tempo mentre per il 65% del tempo consumi 0kW.
Se cosi' fosse mi dovete spiegare quanti kW di OUTPUT ha questo benedetto attivatore quando e' in SSM... Zero? :-)
Visto che non avrebbe senso un ssm che produce zero kW (altrimenti anche il mio cuscino, la mia sedia e la mia matita sarebbero in ssm!) Non si puo' fare altro che intendere che i 100kWh (nota bene: con l'acca) indicati come output sono relativi a TUTTO il duty cicle, non alla percentuale di tempo. Insomma in quella tabella le percentuali vanno semplicemente ignorate.
Del resto i cop si calcolano cosi' (anche per rispondere a pagnini), calore in output diviso lavoro in input. Quindi si parla di energie, non si parla di potenza (watt) e percentuali di duty cicle! (Cercate cop su wikipedia) Quindi:

Quant'e' il cop dell'attivatore (su tutto il ciclo)? 100/100=1
Quello del gatto (su tutto il ciclo)? 100/0=infinito o 100/0,5=200
Quello del modulo (su tutto il ciclo)? (100+100)/100=2

Ora, qual e' la mia interpretazione di questa follia?

Ipotesi 1: l'hot cat e' piu' caldo e stabile ma piu' scarsino come cop, rossi non sa come dirlo e si e' inventato questa genialata da venditore porta a porta che il cop non e' 2, ma 1+1, dove il primo uno e' gia' pagato, quindi non conta, ed il secondo e'... Surprise, gratis, cop infinito! :-D

Ipotesi 2: l'hot cat ha effettivamente cop complessivo molto elevato, se l'e' lasciato sfuggire e questo potrebbe fare i danni che lui non puo' e non vuole fare ora e sta quindi coprendo le tracce del suo leak con un sacco di cazzate ma senza mai, bada bene, rispondere alla domanda precisa: ma qual e' il cop complessivo? Ha risposto cose tipo: una media tra i due, non lo so, calcolatevelo, l'ho gia' detto... :-D

Uno spettacolo in entrambi i casi :-)

DF ha detto...

ma Silvio ... ci prendi in giro, vero?

Franco Morici ha detto...

Consideriamo ad esempio un'ora di funzionamento e che la tabella corretta fosse:
% Time / COP / Pow In / Pow Out
65% / 200 / Zero / 100KW (se esprime una potenza come il titolo della colonna)
35% / =1 / 100KW / 100KW (se esprime una potenza come il titolo della colonna)

Energia fornita=(0.65h*100kW)+(0.35h*100kW=100kWh
Energia consumata=(0.35h*100kW)=35kWh
Trascuriamo gli altri consumi minori ed otteniamo:
Rapporto Eout/Ein=100/35.3=2.8

Se cosi' fosse mi dovete spiegare quanti kW di OUTPUT ha questo benedetto attivatore quando e' in SSM... Zero?

L'Attivatore semplicemente rende quanto consuma, come un resistore.


Non si puo' fare altro che intendere che i 100kWh (nota bene: con l'acca) indicati come output sono relativi a TUTTO il duty cicle, non alla percentuale di tempo. Insomma in quella tabella le percentuali vanno semplicemente ignorate.

Quindi il rapporto Eout/Ein sarebbe 2.
Usando un tuo famoso cavallo di battaglia, il "rasoio di Occam" direi decisamente l'ipotesi 1).
La seconda ipotesi avvalorerebbe la tesi che su JoNP vengano raccontate molte balle e poco importano i possibili motivi perchè le verità e le bugie non sarebbero separabili.

...il cop non e' 2, ma 1+1, dove il primo uno e' gia' pagato, quindi non conta, ed il secondo e'... Surprise, gratis, cop infinito!

Non capisco quello che scrivi, se il COP è 2, NON può essere allo stesso tempo definito infinito.

Silvio Caggia ha detto...

@df
Ripeto, nella tua ipotesi quale sarebbe la potenza di output dell'attivatore in ciascuna delle due fasi? Quando li otterresti questi 100kWh di calore in output? Ti ricordo che l'attivatore ha cop 1 (o 1,1), quindi se assorbisse 100kW e producesse 100kW tutti e solo nel 35% del tempo, come farebbe a stare in ssm nel restante 65%? Producendo 0kW? :-)

Silvio Caggia ha detto...

@franco morici
Allora, fai conto che sei una massaia che compra le banane al mercato, in genere le vendono ad 1 euro al kg.
Rossi ieri aveva una bancarella e diceva: signore, io per 1 euro vi do 6kg di banane!
Ci siamo fino qui?
Ora, il nuovo sistema di produzione di banane non gli permette di fare questo ma potrebbe dare solo 2kg di banane per un euro. Ma e' brutto da dire alla massaia che ieri ne comprava 6kg.
Allora ti dice: signora mia, con un euro le do 1kg di banane, come tutti gli altri, quindi queste banane si pagano da se', e poi... Sorpresa! Le regalo un altro kg di banane! In cambio di niente! Gratis! Ma chi gliela fa un'offerta cosi' signora mia? Banane gratis per tutti! Il sogno di king kong!
:-D

DF ha detto...

Ma la tabella l'hai letta?

Riassumo: uno scatolo che
per il 35% del tempo entra potenza 100 ed esce potenza 100
per il 65% del tempo entra potenza 0 ed ESCE POTENZA 100 ==> cioè ssm
Dove caspita la vedi uscita 0 Kw??!!

COP = enrgiaOut/energiaIn

energiaOut = PotenzaOut * tempoOut
energiaIn = PotenzaIn * tempoIn

tempoOut = 100% di quello che vuoi tu (ore, giorni, microsecondi ...)
tempoIn = 35% di quello che vuoi tu (ore, giorni, microsecondi ...)

quanto sopra mi pare tanto banale che mi rimane il dubbio che fingi ...

DF ha detto...

sopra ovviamente manca PotenzaIn = PotenzaOut (=100Kw) ma lo davo per scontato (da tabella).

Quindi nella formula COP sia potenza che tempo si elidono (ambedue sia a numeratore che a denominatore) e rimane solo 100 / 35 = ~3

benis67 ha detto...

Se si parla di potenze e non di energie, vi ricordo il "botta e risposta" di Rossi e Joseph Fine.

J.F. What is the power output of the Mouse?
A.R. this depends on the model of the apparatus. In the basic Hot Cat it is about 1 kW

Franco Morici ha detto...

@ Silvio Caggia

Se ieri la massaia per 1 euro otteneva da quel venditore la promessa di 6kg di banane ed oggi solo 2kg, è comprensibile che possa sospettare che domani quel venditore gli consegnerà effettivamente soltanto 1kg di banane come farebbero tutte le altre bancarelle di frutta al mercato. :)

Silvio Caggia ha detto...

@df
Le due righe di dati di quella tabella hanno implicita l'etichetta "e-cat" sulla prima e "activator" (o mouse) sulla seconda, siamo d'accordo o la leggiamo in modo diverso?
La seconda riga dice (secondo te) che l'attivatore (o mouse) sta acceso il 35% del tempo ed in quella frazione di tempo consuma 100kW e produce 100kW, il che e' congruente con il cop 1.
Nel restante 65% di tempo quanti kW produce di suo l'ATTIVATORE? Non dirmi zero perche' e' in ssm e non puo' essere zero!
Non dirmi maggiore di zero perche' allora il cop e' sbagliato e manca l'informazione della potenza di output di questo attivatore nel 65% del tempo quando e' si' off come consumi, ma in ssm come output visto che e' grazie a questo che manda in ssm il gatto.

Da quello che hai scritto tu leggi la tabella in tutt'altro modo, ovvero come scatolo nel suo insieme, ed i cop li leggi come cop sempre dell'insieme.

Decontestualizzata ti si potrebbe anche dare ragione, ma di come se ne e' parlato in questi giorni a me sembra che si parlasse proprio dei cop delle due componenti ad una ad una... Rossi dice che l'attivatore ha cop 1,1 ed il cat centinaia, non dice: il coso nel suo insieme ha un cop per il 35% del tempo ed un altro per il 65%... Pero' la tua interpretazione e' interessante... Ci penso un po' su e ti dico... Grazie del chiarimento

Daniele Passerini ha detto...

@DF
complimenti Daniele ... c'hai stile!
Più che altro la nostra giornalista mi deve un favore.
A quanto pare era del tutto ignara di quel che poteva combinare un banner pubblicitario posto proprio sotto il suo profilo. N.B. che l'improvvido webmaster che aveva collocato lì il banner, oggi lo ha spostato in una posizione più opportuna.
Non c'è di che! :-)

Silvio Caggia ha detto...

@franco morici
Non fare il molesto... Le banane di ieri sono un prodotto in vendita, questo e' un prototipo, gli e' servito per studiare dei cambiamenti importanti, stabilita' e dimensioni... Il cop del prodotto definitivo non lo sa e non te lo dice finche' non ci sara' il prodotto... Ora che ha scoperto come far andare l'e-cat in ssm per simpatia di un altro ssm l'onion-cat e' dietro l'angolo...

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Benis67

Allora se l'attivatore assorbisse un solo KW, per dare in uscita lo stesso KW, mentre il 'secondo stadio' erogasse 10 o anche 100 Kw, il conto andrebbe rifatto e sarebbe molto più confortante. Io credo che Rossi sia in uno stato semi confusionale e non stia più nemmeno attento a quello che scrive o che valida, come la tabella di cui sopra. TSO, di corsa! ;-)
Io glielo dico con affetto e con la speranza che sia un buon segno, ma secondo me sta veramente un po' sbarellando; sarà la fatica, sarà l'emozione, sarà l'età, ma un po' di riposo e qualcuno che gli 'corregge i compiti' farebbe un gran comodo :-)

Silvio Caggia ha detto...

@benis
Bene, un punto fermo sul taglio minimo dell'attivatore: 1kW... Il punto e' quali tagli di hot-cat sono compatibili con questo attivatore! Se 10kW o 100kW ok, il timore di alcuni qui e' che sia 1kW :-) lo so che tu avevi gia' riportato del tizio che via mail rossi gli ha detto 10kW... Ma ci fidiamo del "tizio says that rossi says"? :-)

DF ha detto...

@daniele ... spero che tu abbia capito che ironizzavo sulla tua totale assenza di stile (almeno in questo caso!)... se riesci a dedicare un post a una cosa così, beh .. ognuno giudichi da se.
Ma nulla di grave, forse è solo diverso sense of humor ...

AC/DC ha detto...

ecco forse spiegati i tempi biblici richiesti per gli zrd parti (sempre che esistano)...

La butto lì: al tempo dei test il topo-gatto ancora non esisteva e il gatto che hanno testato i professors dava COP 1.02 - 1.1 con percentuale di errore del 10%(indicazione insolitamente precisa per Rossi).

Però Rossi ha già pronta la carta di riserva ovvero il topo-gatto (ovviamente non testato dai professors) ovvero un gatto senza resistenza, che attivato da un altro gatto con resistenza (topo) funziona in autosostentamento con COP "infinito".

Bel Film?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
"Bene, un punto fermo sul taglio minimo dell'attivatore: 1kW... Il punto e' quali tagli di hot-cat sono compatibili con questo attivatore! Se 10kW o 100kW "
Già con 10 Kw si ronzerebbe intorno a COP=20, salvo errori! Ci farei la firma, ma per adesso insisto a dire che la firma va fatta per autorizzare l'internamento di Rossi alla neuro! ;-)
Dottor Rossi non me ne voglia, ma lo dico per il suo bene e per il nostro, visto che stiamo seguendola nel percorso della confusione mentale, con tutti questi dati contrastanti ;-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ AC/DC

Bel film, ma non credo sia quello giusto :-)
Aspetteremo il report, sempre che esista ovviamente ;-)

Silvio Caggia ha detto...

@alessandro pagnini
Oppure... Ipotesi 2! ;-)

benis67 ha detto...

@silvio caggia
Rimane il fatto che fino ad oggi il modulo base di un e-cat è da 10kw. Per moduli con potenze maggiori si dovrebbe aspettare il"Tiger"

Silvio Caggia ha detto...

@ac/dc
Rossi aveva detto che i prof i test li hanno fatti con il topo-gatto... Ha tirato fuori l'esistenza del topo-gatto proprio parlando dei test...
Certo che i tempi biblici del test sono piu' compatibili con il cop 2 che 100... :-)

Franco Morici ha detto...

Silvio Caggia wrote:
Non fare il molesto... Le banane di ieri sono un prodotto in vendita, questo e' un prototipo

Molesto...
Considerami pure come una semplice massaia che non ho ancora visto alcuna prova di queste presunte vendite.
Nessuna massaia che conosco mi ha confermato di aver comprato da questa bancarella ottenendo 6kg di banane a solo 1 Euro e sopratutto nessuna che le abbia già mangiate trovandole squisite.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
Guarda io non escludo più neppure che Rossi sia cugino di Keshe che è lo zio di Silvan e pronipote di mago Merlino ;-)
Al momento tutto può essere. Tuttavia a me pare probabile che la taglia dell'attivatore sia 1KW e che il COP sia circa 20. Ovviamente si fa per parlare, perché abbiamo in mano niente di certo e pure quello che comunque cerchiamo di usare per fare delle ipotesi, è incasinatissimo.
Comunque non metterei la firma su niente, al momento.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Franco Morici

"Nessuna massaia che conosco mi ha confermato di aver comprato da questa bancarella ottenendo 6kg di banane a solo 1 Euro e sopratutto nessuna che le abbia già mangiate trovandole squisite "

Innegabile!
Per avere questa conferma ci vorrà ancora un po', sperando che arrivi. Io dico di sì, ma conto per uno ;-)

domenico canino ha detto...

@tutti
Quanto spreco di belle intelligenze sul nulla. Non perchè Rossi non abbia nulla, ma perchè si è incartato in spiegazioni ridicole. Basta dire in un ciclo di 24 ore entra nell'apparato un kwh e ne escono 200 o 3 o 6;Perchè Rossi non lo dice in questi chiari termini? Questa è la vera domanda da porsi;
@AC DC
non è come dici, Rossi ha specificato più volte che il third party report è sull'hot cat in configurazione aggiornata topo-gatto;
ciao

Franco Morici ha detto...

@benis67
@Alessandro Pagnini
@ Silvio Caggia

J.F. What is the power output of the Mouse?
A.R. this depends on the model of the apparatus. In the basic Hot Cat it is about 1 kW


Scusate ma da questa risposta stringata ed evasiva non ho capito come deducete che questo sia il "power output of the Mouse" mentre l'Hot-Cat "basic" nel suo complesso non possa essere anch'esso da 1kW.

DF ha detto...

@Silvio Da quello che hai scritto tu leggi la tabella in tutt'altro modo, ovvero come scatolo nel suo insieme ..."

Esatto. Solo così riesco a dare un senso alla tabella (post correzione ovviamente). Se fosse come dici tu, mancano 2 righe per le porzioni di tempo escluse, cioè cosa fa 1 semiscatolo nell'altro 35% di tempo e analogo per l'altro 65%.

Ma la chiudo qui, ho finito il tempo da buttare e ... non riesco a togliermi l'impressione di essere su candid camera :)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Franco Morici

Infatti non ho ricavato alcuna certezza, infatti ho scritto:

"Già con 10 Kw si ronzerebbe intorno a COP=20, salvo errori! Ci farei la firma, ma per adesso insisto a dire che la firma va fatta per autorizzare l'internamento di Rossi alla neuro! ;-)"

e

"Al momento tutto può essere. Tuttavia a me pare probabile che la taglia dell'attivatore sia 1KW e che il COP sia circa 20"

Sono solo ipotesi, basate sul fatto che la taglia standard del modulo E-CAT è da sempre 10KW (Tiger a parte), ma ovviamente non è possibile ricavare certezze dai discorsi che sta facendo Rossi e mi pare di averlo sottolineato abbastanza chiaramente, tanto che se Rossi mi legge mi manda un picciotto con la lupara sotto casa a vendicare il suo onore ferito! ;-)

indopama ha detto...

in entrata 100 (elettrici)
in uscita 200 (calore) che ritrasformati in elettrici con un rendimento del 30% diventano 60.
ogni ciclo perdo 40 elettrici, ergo il sistema e' utile solo a produrre calore.

Silvio Caggia ha detto...

@domenico canino
Concordo, ed ho fatto le due ipotesi 1 e 2. Propendo per la due. Tu?

@franco morici
Non dirlo a me, ho detto anche io che potrebbe essere 1kW e 1kW... Anzi, l'esempio della tabella fa pensare proprio quello... Ma e' tutto un ti faccio pensare e non ti dico niente... :-)

Franco Morici ha detto...

domenico canino wrote.
Non perchè Rossi non abbia nulla, ma perchè si è incartato in spiegazioni ridicole. Basta dire in un ciclo di 24 ore entra nell'apparato un kwh e ne escono 200 o 3 o 6;Perchè Rossi non lo dice in questi chiari termini? Questa è la vera domanda da porsi

Se invece di continuare a parlare sempre di COP tutti coloro che pongono domande a Rossi su JoNP (compresi quelli di questo Blog) avessero rivolto precise domande sull'energia prodotta e consumata in un periodo di tempo opportuno, Rossi non avrebbe modo di continuare ad "incartarsi" o di essere in "confusione mentale" (termini utilizzati da chi lo supporta) e forse si capirebbe qualcosa in più, ma temo che a parecchi poco interessi capire come stanno le cose, meglio continuare a credere solo in quel che si vorrebbe fosse vero.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Indopama

Valuta che potrebbe esserci un errore nelle indicazioni delle potenze in gioco. Se l'attivatore fosse da 1KW e lo E-CAT (di quello si parla e quindi non adatto a pilotar turbine per via delle temperature)fosse un modulo da 10KW, il discorso del COP cambierebbe radicalmente.

indopama ha detto...

Alessandro

si, bisogna vedere se i numeri sono veri. magari sono messi li' solo come concetto, appare strano che l'ecat produca come una resistenza. mah?!?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Franco Morici
"Se invece di continuare a parlare sempre di COP tutti coloro che pongono domande a Rossi su JoNP (compresi quelli di questo Blog) avessero rivolto precise domande sull'energia prodotta e consumata in un periodo di tempo opportuno, Rossi non avrebbe modo di continuare ad "incartarsi" o di essere in "confusione mentale"

Non so se troverebbe lo stesso il modo di 'incartarsi' (al peggio non c'è limite;-) ), magari rispondendo due volte con cifre diverse, come sta succedendo con le potenze dei moduli che passano da 1KW a 100KW con grande disinvoltura. :-)
Comunque il jonp è aperto a scettici, believer e negazionisti e se si ritiene serva fare una domanda del genere e che sia risolutiva (ho qualche fiero dubbio)....beh...che si sta aspettando?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Indopama
Secondo me è un momento concitatissimo per Rossi e forse bisognerà aspettare un po' prima di avere risposte affidabili. Se qualcuno dei suoi dà un'occhiata al jonp, forse si accorgerà di quello che succede e gli porterà una camomilla :-)

Silvio Caggia ha detto...

@DF
Non so se hai visto tutti i miei commenti da domenica sull'argomento ma a seconda di come interpreti sta cosa vengono fuori cop 2, 3, 11, 22, 100... Insomma come dice tia (e tu) mancano dei dati e ci sono info di rossi che vanno in contraddizione. Questa, come dice domenico, e' la notizia :-)
Non ti piace pirandello? :-D

Silvio Caggia ha detto...

@franco morici
Guarda che un tuo omonimo gli ha fatto la domanda a rossi:

Andrea Rossi
May 13th, 2013 at 5:36 PM
Dear Franco:
Please read what I have already explained,
Warm Regards,
A.R.
Franco
May 13th, 2013 at 2:57 PM
Dear ing. Rossi,
just two short questions,
1) How many MJ of energy this new E-Cat produces
in total along a period of 100 hours of continuos
working?
2) How many MJ of input energy from grid
(electricty, gas or whatever) consumed in total by
the system during the same working period of 100
hours?
Thanks.

Se voleva rispondere rispondeva.
NON VUOLE rispondere, altro che...
:-)

Franco Morici ha detto...

@ alessandro pagnini wrote:
Comunque il jonp è aperto a scettici, believer e negazionisti e se si ritiene serva fare una domanda del genere e che sia risolutiva (ho qualche fiero dubbio)....beh...che si sta aspettando?

Alessandro ho già provato ha postare una domanda così formulata, purtroppo una voce isolata non è sufficiente, sopratutto se sollevata da chi non è considerato un fan.

E' molto facile far finta di non capire ed evitare di rispondere nel merito ma se lo chiedessero in molti, in particolari i suoi fan, forse si sentirebbe chiamato a rispondere in un modo meno ambiguo.

Franco Morici ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Franco Morici ha detto...

@ Alessandro Pagnini
@ Silvio Caggia

NON VUOLE rispondere, altro che...

Come avete potuto verificare, non vi racconto frottole.

Silvio Caggia ha detto...

@franco morici
Ah, ecco chi era l'omonimo! :-D

Capisci perche' prendo a ridere il discorso cop pirandelliano (uno, nessuno, centomila) e mi chiedo seriamente, anche in relazione al paper di tadej, cosa stia combinando?
Mi dispiace per i tuoi amici che si rivoltano nella tomba ma non capisco come prendiate sottogamba un evento come la pubblicazione di quel paper... :-)

Franco Morici ha detto...

@ Silvio Caggia

Vedo che hai molto a cuore quel paper per cui immagino lo avrai studiato bene.
Prendiamo ad esempio la figura 3.
Il grafico dell'energia di legame della molecola di Idrogeno in funzione della distanza, mostrato nel paper, ti pare essere in linea con quello comunemente noto?

Daniele Passerini ha detto...

@DF
...spero che tu abbia capito che ironizzavo sulla tua totale assenza di stile (almeno in questo caso!)... se riesci a dedicare un post a una cosa così, beh .. ognuno giudichi da se.
Be', primo speravo che dalla mia risposta avessi capito tu che avevo capito che ironizzavi... secondo, se giudichi poco fine un post come questo significa che non hai mai vissuto un po' di sana e sacra goliardia, e mi dispiace per te... terzo, spiegami perché allora non sbuffi allo stesso modo per le trivialità spocchiose che ogni tanto, anzi più spesso che a me, scappano al venerando (Robbins direbbe al vecchione) e che sono molto meno fini delle mie... comunque sia, grazie per essere l'unico a restare in OT, Geberit ti benedica! :))

Robbins ha detto...

Già, l'insuperabile Vecchione:
"A Pisa c'era uno stolto che era curioso (curioso, cioè si faceva delle domande senza risposta negativa incorporata) della fusione fredda. Si chiamava XYZ (nome e cognome a futura memoria, e questa si chiama discrezione). Ora E' MORTO, POVERINO (mentre questa si definisce pelosa ipocrisia)."
Altro che c*li risciacquati col Geberit ... . Naturalmente, silenzio assoluto dei prosseneti davanti alla scorreggia al morto. I parenti del defunto, leggessero il fine epitaffio, sarebbero grati al finissimo laudatore.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Franco M orici
Non credo che Rossi mi conosca, né come suo fan (non so se mi potrei definire tale solo perché sono orientato a credergli), né come altro.
Credo che dobbiamo aspettare che gli si riapra la vena ;-)))
Come sono perfido oggi, sarà perché stamani mi sono 'sdraiato' col motorino e sono pieno di lividi? :-)

Franco Morici ha detto...

@ Alessandro Pagnini

Dato che sei orientato a credergli, certo non si puo' dire che sei uno scettico.

Mi dispiace per il motorino, ma l'importante e' rialzarsi diciamo con i danni contenuti al minimo.

Spat ha detto...

@ Daniele Passerini
Che parere ti sei fatto sul COP e su tutte le spiegazioni che ci girano intorno?

Archimede ha detto...

Il sito ufficiale di Rossi )http://ecat.com/) è diventato uno schermo nero perchè in aggiornamento.
Che cosa apparirà?

Silvio Caggia ha detto...

@franco morici
Vedo che e' un po diverso da quello che mi mostri, quello del paper non ha certo pretese di scala, pero' mostra cose come la barriera C altrove inesistenti... E si avventura a sinistra dopo la barriera B dove gli altri si fermano... O sa cose che gli altri non sanno o e' fatto un po' a casaccio... :-)

@archimede
C'e' anche ecatnews.net che dall'8 maggio ha dei problemi... Era tanto comodo per leggere rossi... Qualche idea?

Silvio Caggia ha detto...

@archimede
La risposta per te:
ECAT.com launches new website

15 May 2013/in ECAT News/by ECAT
ECAT.com has migrated over to a new and robust server in order to meet future demands. New visual design, updated content and integrated with social media platforms. We hope you’ll like it!

Daniele Passerini ha detto...

@spat
Che parere ti sei fatto sul COP e su tutte le spiegazioni che ci girano intorno?
Non avertene male, ma non sto seguendo per nulla quella discussione. Come penso che gli scettici che negano a priori la possibilità che l'Ecat funzioni (quelli che dicono che è inutile appostarsi a cercare di fotografare un asino che vola, visto che gli asini non volano) sbaglino ad arrivare a logiche (ma sbagliate) conclusioni partendo da dati insufficienti, così penso facciano altrettanto i believers ad oltranza a voler star dietro a ogni parola di Rossi.
Quando ero bambino (e non ho una spiegazione razionale a ciò) preferivo di gran lunga l'antagonismo tra Gatto Silvestro e Titti agli inseguimenti di Tom e Jerry che mi ricordano molto la storia dei mouse e cat di Rossi di ora... forse mi è restato questo imprinting!
Poi crescendo (e non ho una spiegazione razionale a ciò) i miei gusti si sono ribaltati e Tom e Jerry restano una delle migliori coppie dei cartoons di sempre, subito dietro a Beep Beep e Will Coyote (ma riserverei una menzione anche a Mototopo e Autogatto (Motormouse and Autocat)! :-)
Ora vado a scrivere un post sibillino che non c'entra nulla con tutto ciò... e che penso ti piacerà! ;)
Buonanotte.

domenico canino ha detto...

@daniele
niente batte Beep Beep e Will Coyote; vuoi mettere il fischio della immancabile caduta in precipizio? L'inefferrabilità irritante di Beep Beep? I macchinosissimi congegni messi in atto per catturare il tremendo uccello che corre? Qualche volta nella vita ho l'impressione di essere Will!
Ciao

piero41 ha detto...

La risposta di Rossi a Dr Joseph Fine May 12th, at 9:59 PM io l’ho interpetrata così: loro hanno un modulo base diciamo unitario che in un ora darà::
energia In = 0,35 x0,9 KW x1
cal.Out = 0,35 x0,91 x1 + 0,65 x 1,00 KW x 1

come ha detto qualcuno ieri usando un modulo da 10 KW avremo
In = 0,35 x0,9 x 10= 3,15 KW energia usata
Out = 0,35 x0,91 x 10 + 0,65 x 1,00 x 10 = 9,68 KW calore Cop 3,07

Ho letto che il rendimento delle turbine può andare dal 30% al 40% nelle centrali coi cicli combinati arriva al 55% quindi con 3,15 KW d’energ.usata e 9,68 cal.
avremo KW d’ener. 2,9 (30%)_ 3,87 con 0,72 di guadagno e 5,32 (+ 2,17 KW)

Usando modulo da 15KW avremo In 4,72 KW Cop sempre 3,07
Out 14,52 cal.= KW energ. 4,35 - 5,20 (+1,08) e al 55% 7,98 con(+ 3,28KW)

Qualcuno(?) dovrà studiare e ottimizzare delle belle turbine per Rossi!!!

P:S Se poi il Mouse dovesse restare lo stesso per i vari moduli, ....e viste le piccole quantità di polveri nei vari tipi di gatti da scaldare col mouse può darsi sia così, per 10 KW avremo:
In = 0,35 x0,9 x = 0,31 KW
Out = 0,35 x0,91 + 0,65 x 1,00 x 10 = 6,81 KW calore

In --0,31 KW e Out 6,81 KWcal. Cop 21,9 e KW energ. 2,0 _ 2,7 _ 3,74....
sempre con buoni guadagni .adatti per gli usi anche nelle abitazioni!!

Briel ha detto...

@ Franco Morici
@ Silvio

Ho già espresso le ragioni per le quali non considero l’articolo di Tadej B. degno di essere preso sul serio.
Non tornero’ sul problema delle connessioni elettriche e dei loro effetti.
Ma, oltre alle interazioni complesse che ho già evocato, anche dal punto di vista della teoria elettrostatica c’è una grossa ingenuità.
Quale che sia il modello di rappresentazione grafica della molecola H2, penso che non si possa mettere in dubbio che la sua carica totale è neutra.
Perchè mai le due armature caricate negativamente dovrebbero esercitare solo (o soprattutto) una forza attrattiva nei confronti delle componenti positive della molecola (protoni) e nessuna forza repulsiva sulle cariche negative (elettroni) pur presenti in egual misura ?
Anche se il campo fosse pulsante, le due azioni sarebbero comunque simultanee, ed il risultato non sarebbe il tira e molla ipotizzato da Tadej ma l’immobilità (o comunque l’indifferenza) dell’H2.

Alessandro Pagnini ha detto...

"Dato che sei orientato a credergli, certo non si puo' dire che sei uno scettico "
Chi ha certezze in positivo o negativo, non può dirsi scettico. Chi valuta che al momento non sia possibile averle e si orienta più in base a sensazioni e carattere, ben sapendo ed avendo chiaro che di questo trattasi, è uno scettico. A me piace inforcare occhiali con lenti rosa, mi fanno stare meglio. Ad altri piacciono le lenti grigie. Chi pensa di non avere un filtro davanti agli occhi, ma di possedere una granitica verità, non è uno scettico, ma un credente, o un negazionista.

Franco Morici ha detto...

Silvio caggia wrote:
O sa cose che gli altri non sanno o e' fatto un po' a casaccio...

Senza dubbio le seconda che hai detto.
Il resto del paper segue la medesima impostazione.

Franco Morici ha detto...

@ Briel

Per quanto ne so la molecola di Idrogeno non possiede nessun momento di dipolo permanente però tieni presente che non sono un esperto e magari possono esistere particolari condizioni che possano alterare questa condizione (il paper ovviamente non fa alcun cenno).

@ Silvio Caggia
Supponendo che le pareti del cilindro siano conduttive, in qualità di fervente estimatore di questo paper, potresti tradurre il senso di questa parte, spiegando questa curiosa caratteristica che l'autore da per scontata?
We can build up amplitude only with negative charge, because a positive charge does not stay on the inner side of a hollow bodies, but rather skips on the outer surface. Picture in Fig. 13 never happens.

Robbins ha detto...

@Daniele Passerini
Wile Coyote ordina sempre per posta la "macchina" per far fuori Beep Beep, perché crede nelle soluzioni tecnologiche. La marca della macchina è sempre "ACME". I risultati sono sempre gli stessi, candelotti di dinamite a parte.

Franco Morici ha detto...

@ Alessandro Pagnini wrote:

A me piace inforcare occhiali con lenti rosa, mi fanno stare meglio. Ad altri piacciono le lenti grigie.

Una visione che corrisponde di più ad "essere ottimista" per scelta di campo.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Franco Morici
"A me piace inforcare occhiali con lenti rosa, mi fanno stare meglio. Ad altri piacciono le lenti grigie.

Una visione che corrisponde di più ad "essere ottimista" per scelta di campo"

Ottimista, sapendo di esserlo in base a intuizione e/o ragionamenti non conclusivi. Gli stessi che portano altri ad essere legittimamente pessimisti, magari. Lo scettico è colui che sceglie di non credere né a chi dice che sicuramente una cosa è vera, né a chi dice che sicuramente una cosa è falsa, almeno finchè non ci sia la ormai fin troppo famosa 'pistola fumante' che se fosse evidente chiuderebbe ogni discussione(forse i report, se usciranno, potrebbero considerarsi la prova definitiva di quale sia la verità nel caso di Rossi?). Uno scettico non dovrebbe dire sì o no su una cosa non del tutto chiarita, ma mantenersi in un'area di distacco e di attesa, nella quale il proprio sentire e le proprie opinioni, possono porre l'accento su una visione più o meno orientata in un senso o nell'altro. L'importante è non fare un atto di fede, sposando come dogma una delle due tesi, ma piuttosto sapendo che le proprie posizioni sono non definitive e in attesa di conferma, o smentita e rispettando (cosa questa poco praticata) quelle altrui. Le guerre di religione, lasciamole ad altri :-)

Silvio Caggia ha detto...

@franco morici
Credo sia il discorso che le cariche si distribuiscono sulle superfici convesse che facevo con paul, anche se devo ammettere che non mi torna visto che abbiamo una superfice convessa ma anche una concava... E lui sembri dire l'esatto contrario... Di piu' nun zo' :-)

@briel
Magari non centra niente ma mi e' venuto in mente una cosa che lessi tanti tanti anni fa, un trattato di chimica adronica in cui spiegava che la molecola di idrogeno ha una polarita' magnetica (mi pare, vado a memoria) dovuta agli spin dei due protoni, tale proprieta' permetteva, attraverso l'uso di potenti magneti, di "impilare" le molecole di h2 come, fossero mattoncini delle costruzioni, a formare lunghe catene che a me ricordavano le collane di fichi secchi che si fanno dalle mie parti... :-)
Quello che mi colpi' di quei discorsi e' che queste strane macromolecole che venivano fuori avevano proprieta' sorprendenti, tipo sembrare nuovi elementi sconosciuti all'analisi spettrografica ed avere potere calorico superiore a quello della molecola semplice dell'idrogeno... Insomma discorsi a meta' tra la chimica e la fisica atomica, probabilmente eretici per la scienza ufficiale... Si prospettavano carburanti rivoluzionari... Poi non se ne e' saputo piu' nulla... :-)
Per dirti che sulla molecola h2 ce ne sono di cose strane che non si sanno bene... E se c'e' questo dipolo magnetico magari si puo' tirare attaccandosi a quello! :-)
Chiedo scusa in anticipo a tutti i chimici e fisici per le eventuali bestialita' che ho detto... :-)

Spat ha detto...

Nel sito ecat.com ci sono 2 nuove foto del prototipo hot-cat in azione e visto da vicino, o almeno sono nuove per me perchè non le avevo mai viste.

Franco Morici ha detto...

@ Alessandro Pagnini

Ottimista, sapendo di esserlo in base a intuizione e/o ragionamenti non conclusivi.
Ma quando queste sensazioni o ragionamenti incompleti sono a senso unico danno più la sensazione di una fede.

Uno scettico non dovrebbe dire sì o no su una cosa non del tutto chiarita, ma mantenersi in un'area di distacco e di attesa
Se è così, visto che anche quando le cose sono poco chiare tu comunque le vedi rosa, allora confermi di non essere scettico.

Silvio Caggia ha detto...

@alessandro pagnini
Di scettici qui non ce ne sono, almeno tra quelli che scrivono.
Lo scettico non pensa si possa conoscere la verita' quindi pratica l'aphasia (non parla), l'atarassia (l'assenza di agitazione), l'imperturbabilita', il non farsi coinvolgere da passioni e sentimenti, epoche' (sospensione del giudizio).
Se mi indichi un nick con queste caratteristiche qui ti pago io il caffè' :-)
Magari tra quelli che leggono solo ce ne sono tanti... Ma tra quelli che scrivono solo pseudoscettici, ovvero gente che per principio non crede a qualcosa finche' non tocca con mano.
Come per i cinici mi piacerebbe che il termine scettico tornasse al suo significato originario e non a quelli distorti ed abusati nella nostra lingua parlata.

Silvio Caggia ha detto...

@spat
Quindi hai trovato i dati che cercavi:
Dimensions
Length: 33 cm
Diameter: 8.6 cm
Fuel
ECAT Solid Fuel including Leonardo corp. proprierty Hydrogen Tablets
Drive; Electricity and/or Natural Gas
COP
Under development (2-10 showed in various tests)
Temperature
Operational Temperature Range: 350 – 1050 °C

http://ecat.com/ecat-products/ecat-ht-hot-cat-prototype/

Spat ha detto...

Sì, come ho riportato di là...
Se nel sito ecat.com hanno scritto:
"COP
Under development (2-10 showed in various tests)"

Allora vuol proprio dire che per ottenere la configurazione stabile il COP viene sacrificato. In pratica il dispositivo base consuma 1/3 kW e produce 1 kW
Tutte le altre considerazioni sul COP dell'attivatore e del secondo componente lasciano il tempo che trovano, quello che conta è il COP totale.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Franco Morici
"Ma quando queste sensazioni o ragionamenti incompleti sono a senso unico danno più la sensazione di una fede "
Se sono a senso unico, danno la sensazione di una inclinazione. La certezza dà la sensazione di una fede. Un ateo è un credente nella non esistenza di Dio. Un agnostico è uno scettico. Se tu dici, ad esempio, che Rossi non ti convince e non lo 'senti sincero', ti capisco. Nemmeno io sono 'convinto', però mi tornano delle sensazioni e dei ragionamenti che mi accreditano, in parte, ciò che Rossi dice e fa (stendiamo un velo pietoso sul casotto degli ultimi giorni ;-) ), ma di qui a giurare sulla credibilità di Rossi, ce ne passa. Siccome ho delle buone sensazioni, sono ottimista. Se tu, magari, ne hai di cattive, sei pessimista. Se io giuro sulla bontà del lavoro di Rossi, sono un fedele credente, se giuro sul fatto che Rossi non ha in mano niente, sono un fedele della non credenza. Spero che in tempi non biblici si possa ragionevolmente assumere una posizione definita, senza fare un atto di fede, che allo stato attuale sarebbe invece richiesto, sia per essere credente, che per essere negazionista. Io sono un possibilista piuttosto ottimista, del resto una opinione e un auspicio, mi consento di averli, ma mi tengo lontano dagli schieramenti Si/No, che allo stato dei fatti non trovo molto razionali; mi sembrano più due opposte tifoserie, ma devo dire che purtroppo in genere le discussioni tendono a radicalizzarsi proprio in questo modo. Non so se sono riuscito a spiegare bene il mio punto di vista. Spero di sì :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

"Allora vuol proprio dire che per ottenere la configurazione stabile il COP viene sacrificato. In pratica il dispositivo base consuma 1/3 kW e produce 1 kW
Tutte le altre considerazioni sul COP dell'attivatore e del secondo componente lasciano il tempo che trovano, quello che conta è il COP totale."

Se fosse così, non sarebbe male, ma si capirebbe perché al momento non ha consegnato molti E-CAT a giro. Il COP 6 dovrebbe essere ottenibile solo in configurazione instabile. Comunque ci stiamo avvicinando pericolosamente allo scaldabagno, se scende ancora un po' col COP ;-)
Vediamo che verrà fuori dai report...e dalla Leonardo Corp. Mi sembra un po' deludente come risultato, il COP=3 e invece mi sembra troppo eccitato il dottor Rossi.
Mah...!?

Franco Morici ha detto...

@ Alessandro Pagnini

Comprendo quanto hai scritto, condivisibile da parte mia in gran parte, non in alcune parti:
Se sono a senso unico, danno la sensazione di una inclinazione. La certezza dà la sensazione di una fede. Un ateo è un credente nella non esistenza di Dio. Un agnostico è uno scettico. Se tu dici, ad esempio, che Rossi non ti convince e non lo 'senti sincero', ti capisco.

Come ho avuto modo di scrivere qualche giorno fa in occasione dell'intervento di un Nick/utente di questo Blog, le sensazioni, le speranze non costituiscono materia sufficiente per una dimostazione scientifica. Che Rossi appaia ai miei occhi sincero davvero poco importa, ma credo che anche tu stesso senta l'esigenza di avere tra le mani dei dati oggettivi a sostegno del tuo ottimismo.
La fede è proprio tale in assenza di certezze, se per certezza intendiamo la sicurezza dell'esistenza di cose presenti e tangibili, che senso ha parlare di fede?
Dal mio punto di vista chi non crede in qualcosa semplicemente non crede (per determinati suoi motivi). Non trovo naturale o logico definirlo un credente in un NON qualcosa.

Briel ha detto...

@ Franco Morici
Si, certo, la possibilità che la molecola d’H2 assuma per qualche istante e provvisoriamente uno stato dipolare è nota. Non tutte le molecole simultaneamente, è ovvio :)
Ma cio’ non comporta l’annichilimento del suo polo negativo e la preponderanza del positivo…
In compenso si puo’ avere un effetto di rotazione (in funzione di un campo eventuale) ed in ogni caso degli effetti legati alle forze di va der Waals in generale e alle forze dispersive di London in particolare, cioè le interazioni intermolecolari cui facevo riferimento.
Queste interazioni vanno contro l’ipotesi di quasi assenza di damping immaginata da Tadej.

@ Silvio
Non conosco questo comportamento ‘a collana di perle’ dell’H2…non so che dire a riguardo.
In fin dei conti, sembra che il solo punto in comune che il fictional device di Tadej e l’hot cat hanno è il cilindro esterno (non sappiamo veramente cosa c’è all’interno del hc).
Cio’ che li allontana molto, per contro, è che secondo Rossi l’hc puo’ funzionare anche e/o esclusivamente a gas.

Alessandro Pagnini ha detto...

"Dal mio punto di vista chi non crede in qualcosa semplicemente non crede (per determinati suoi motivi). Non trovo naturale o logico definirlo un credente in un NON qualcosa "

Sono d'accordo.

Io infatti non sono un credente, ma un possibilista. Non credo in Rossi senza se e senza ma. Anch'io aspetto il conforto di altri dati, prima di stappare la bottiglia, perché so di non avere la verità in tasca (ma non ce l'hanno neppure i più pessimisti). Spero che alla fine si scopra che le mie sensazioni erano giuste e quelle dei pessimisti erano sbagliate e lo sperano anche loro, almeno se non sono troppo masochisti ;-)
Io definisco 'credente' non chi non crede (o crede) in qualcosa, ma chi è convinto che il suo non credere (o credere) sia non solo una legittima posizione soggettiva, ma una realtà oggettiva (pur in mancanza di dati oggettivi definitivi), tanto da stupirsi che anche gli altri non si rendano conto di tale ovvietà. E' la 'talebanità' (mi si perdoni il neologismo) che fa il credente, non l'idea in sé, che comunque sia orientata, se è moderata dalla consapevolezza di non essere il detentore di una verità indiscussa e quindi anche dalla disponibilità a rimettersi in discussione e a considerare il punto di vista altrui come legittimo, è pienamente accettabile e civile e soprattutto non porta a scontri assurdi. Ora però non voglio rischiare di 'talebanizzarmi' anch'io su questo punto :-), anche se le regole del confronto civile bene o male vanno ribadite e la conseguenza di questa nostra dissertazione ci ha portato proprio in questa direzione; forse troppo lontano!
Torniamo ai 'gatti', che dici? :-)

Franco Morici ha detto...

@ Alessandro Pagnini

Purtroppo il talebanismo (ti seguo nel neologismo) non è accreditabile solo a quella che parecchi utenti qui considerano la parte avversa o peggio i nemici.

Leggo raramente di "interventi" che invitino, coloro che alimentano questa contrapposizione, alla moderazione e questo continua ovviamente ad alimentare lo scontro.
Purtroppo a volte accade persino che chi si manifesta come "talebano" riscuota apprezzamento, e venga visto come un paladino.

Torniamo ai 'gatti', che dici?
Va bene, gatti, topi, tigri, giraffe, elefanti ... va bene tutto purchè funzionino! :)

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
Vista l'esternazione odierna dell'Oca ho dovuto aggiungere un post scriptum al post:
P.S. del 20 maggio 2013. Nonostante tutte le mie precisazioni scansa-equivoci, a distanza di ben 6 giorni Sylvie Coyaud replica a modo suo, ovvero in preda a un evidente affanno argomentativo divertente quanto quello del miglior Fantozzi. Basti a dimostrarlo il suo incipit: "Il raffinato dott. Passerini irride al banner Geberit di cui vado fiera. Trovo le toilette e l’acqua pulita belle ed essenziali, ne scrivo spesso e anche delle Ong che le installano e dei filantropi che le premiano."
Irriderei il banner geberit io??? Ma se mi sono perfino scusato con Geberit Italia per avere rimarcato l'accostamento di un ottimo prodotto idro-sanitario al pessimo giornalismo della Coyaud! E poi una francese viene a insegnare a un italiano l'utilità personale e sociale del bidet? Suvvia, è come se io mi mettessi a dare lezioni di cucina a Vissani! No, non ci siamo proprio. La verità è che Ocasapiens va talmente fiera dell'audace accostamento creato dal caso che poche d'ore dopo l'uscita del mio post aveva già fatto in modo di far spostare il banner da sotto il suo profilo a sopra il titolo del blog.
La domanda s'impone: dopo essersene stata zitta per quasi una settimana che senso aveva una replica così miserrima? Non riusciva più a trattenerla? Insomma, la montagna ha partorito il proverbiale topolino. Montagna poi si fa per dire: realisticamente abbiamo a che fare con una collinetta.

Robbins ha detto...

@Daniele Passerini
Forse ti sfugge una cosa, che mi è stata spiegata la prima volta che sono stato a Parigi.
E' vero che il bidet lo hanno inventato i francesi, ma nei bordelli. Nelle case di civile abitazione non c'è mai e, se c'è, la casa è di un italiano che l'ha fatta rimettere, o altro. Quindi l'osservazione dell'oie blanche è pertinente rispetto all'igiene - diffondere il bidet, sia nel terzo mondo che in Francia, è una missione di civiltà. Viva la pubblicità Geberit!

DF ha detto...

In effetti la Coyaud poteva evitare di rispondere alle bassezze di Daniele ...

Spero solo che abbia ragione chi dice che dal vivo sei meglio, perchè l'immagine che ne esce dal tuo blog è deprimente ... piccolino.

Ah ... ti risparmio il lavoro, io sono un troll ... che non ci mette la faccia ... pagato da chi vuoi tu ... ecc ecc
patetico!

Daniele Passerini ha detto...

@robbins
Appunto!

@DF
Dici che sono patetico, ok è la tua "misura"di me.
A dire il vero nelle tue parole sento pochissimo pathos e molta arroganza, ma lascio alla peer review dei lettori l'ultima parola sulle nostre rispettive "misurazioni".

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails