Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

giovedì 7 marzo 2013

Sulla violenza e sulla nostra responsabilità

Ieri qualcuno ha scritto in un commento qui sul blog: "...oggi moriranno 10 persone sul lavoro e 15 sulle strade. Non piangere solo per quelli che vuoi tu, e non cercare di sanare i debiti dei soli tuoi amici di cui ti fai garante."

Facciamo un passo indietro, e partiamo dal fatto nudo e crudo. 

Un imprenditore perugino va fuori di testa. Negli ultimi anni ha partecipato con esito negativo a bandi pubblici per ottenere finanziamenti UE, ha avuto problemi per essere accreditato come agenzia formativa (Progetto Moda). Sia quel che sia, ha identificato in tali rigetti amministrativi le cause del suo fallimento imprenditoriale ed esistenziale. Si convince che gli impiegati regionali e provinciali che hanno seguito le sue pratiche sono la causa diretta di questo fallimento. Alla fine prende la sua BMW, va negli Uffici della Regione armato, giustizia sommariamente due degli impiegati che ritiene responsabili, rivolge la pistola su se stesso e si suicida. 

Stamattina ero esattamente dove si è consumato l’epilogo di questa triste storia, al quarto piano del palazzo del Broletto, a due passi dalla Stazione ferroviaria di Perugia: ho visto i segni di pallottola sulle pareti del corridoio, la stanza in cui le due donne sono state freddate, serrata, con due mazzi di mimosa posati per terra da qualche mano pietosa. Ho raccolto la paura, il dolore, lo sgomento negli occhi lucidi dei dipendenti che lavorano lì. Ho parlato con loro e ho ascoltato le testimonianze, i ricordi commossi delle due colleghe...

Poco dopo ho letto sui quotidiani pagine e pagine in cui si parla dell'omicida, ho letto  in giro perfino qualche tentativo di giustificare e comprendere le "ragioni" del duplice delitto e del suicidio. Proprio così, in preda ai luoghi comuni e ai fumi della generalizzazione, c'è chi ha descritto il killer quasi come una vittima dei burocrati e della politica... ma siamo impazziti? Mettiamo un punto fermo: Andrea Zampi ha trascinato nell'abisso della propria follia due innocenti; era già stato sottoposto a TSO e nonostante ciò gli era stato concesso il porto d'armi.

Sui medesimi quotidiani, poche righe per parlare delle due donne assassinate, incolpevoli di alcunché, una funzionaria a un paio d'anni dalla pensione e una precaria, che si trovavano in ufficio per compiere il loro lavoro e il loro dovere.

Per inciso, sulla preoccupante percezione che l'uomo medio ha dei lavoratori che – tra mille difficoltà – mandano avanti l'apparato pubblico, trovo particolarmente centrate le parole del Sindaco di Perugia, intervistato per Il Messaggero da Luca Benedetti:
Il sindaco: noi, in prima linea 

P E R U G I A  Wladimiro Boccali, sindaco Pd di Perugia e presidente di Anci Umbria, è tra i primi ad arrivare al Broletto. Lì c'è passata la storia della città, c'era la fabbrica della Perugina. «Il clima è pesantissimo, vanno abbassati i toni», sibila prima di tornare in Comune e proclamare il lutto cittadino. 

Sindaco Boccali, perché vi sentite in prima linea? 

«Quello che è successo è assurdo. Questo ci impone di capire che il primo problema che vive l'Italia è quello della crisi economica e del lavoro. Ma anche che si è innestato un clima difficile».

Intende dire che il pubblico è sotto tiro? 

«Dico che sentiamo intorno a noi un clima pesante. Sento frasi che seminano odio e veleni. Fare di tutta un'erba un fascio non lo possiamo accettare. Lo diciamo da anni». 

Sindaco, si spieghi meglio... 

«Sono tre anni, con altri sindaci, che andiamo dicendo che non si può resistere così. C'è chi non ha lavoro, chi non sa come aiutare il figlio disabile, chi non paga l'affitto. Non riusciamo a rispondere a queste istanze. E si descrive un pubblico che è fatto solo di malaffare. A questo non possiamo starci. Venite la mattina nei nostri uffici e sentite cosa ci racconta chi non ce la fa. Eppure girano frasi assurde...» 

Sindaco, quali?

«Che sono morte due persone e che è solo l'inizio. Sono toni e linguaggi che fanno paura. Guardate che c'è gente che lavora per 1200 euro al mese e rischia la pelle o muore come è successo a quelle povere dipendenti. Bisogna stare attenti con le parole» 

Boccali, ma c'è una strada per uscire da questa situazione? 

«Vanno affrontati i problemi, spiegare alla gente che il tema principale è il lavoro, che la burocrazia va ridotta e che serve maggiore equità. Non si può solo seminare odio». 

È un dato di fatto, l'Italia è soffocata da una coltre di leggi farraginose, complicate e talvolta persino inutili, ma spero che nessuno immagini di potere risolvere tutto ciò a revolverate, spero che non succeda mai e poi mai che mezza Italia spari all'altra metà per "avere giustizia"! E anche per questo – apro un'ultima piccola parentesi – mi auguro spassionatamente che il modello di governo congiunto PD-M5S che funziona benissimo in Sicilia, possa replicarsi anche a livello nazionale: c'è nell'aria sete di rivoluzione, ma rivoluzione non violenta.

Torniamo ad Andrea Zampi (nella foto), vittima anche lui naturalmente, di se stesso non del sistema. Perché mi pare un esempio emblematico di quelle persone che crollano all'idea di perdere il loro tenore di vita e si suicidano pur essendo benestanti. È lui è riuscito a fare peggio, ha sparato la sua rabbia addosso ad altre due vite prima di rivolgerla su se stesso.

Il suo caso non ha nulla a che fare con la disperazione di tante persone depauperate che rinunciano persino a mangiare pur di fare arrivare la famiglia a fine mese e a volte si tolgono la vita, per disperazione e vergogna, quando non vedono più alcuna minima speranza di risollevarsi. Ripeto, benestante era la famiglia di Andrea e agiato il suo tenore di vita. Purtroppo la follia in cui è caduto è la stessa di un'intera società che accetta come naturale la crescente forbice tra chi guadagna troppo e chi guadagna troppo poco, una società dove i "valori" più solidi a cui appoggiarsi sono un'auto di grossa cilindrata o qualche altro vuoto status symbol.

Ognuno si guardi nella propria coscienza: se scopre dentro di sé una voce, anche piccola, sussurrargli che in fondo, magari in determinate circostanze, potrebbe uccidere e uccidersi come ha fatto Andrea, non scarichi le colpe sulla società, non cerchi giustificazioni "esterne". Inizi immediatamente un percorso per curare la propria anima; che sia psicoterapeutico, spirituale, filosofico, religioso ecc. cambia poco, quel che conta è che comprenda che il problema è in lui prima che attorno a lui: il mondo è semplicemente lo specchio di chi ci abita.

Anche io mi guardo dentro naturalmente, perciò vi confido un episodio accaduto a me...

In 47 anni ho sentito un'unica volta, per un istante, di poter uccidere qualcuno. Sì, è successo persino a me, che sono il classico esempio di persona che non farebbe male a una mosca, letteralmente, perché se trovo un ragno in casa lo prendo in mano e lo metto fuori dalla finestra! Accadde 11 anni fa, il bersaglio della mia rabbia era l'uomo che mi aveva "portato via la moglie" dopo 11 anni di matrimonio, che scena! Lo vidi per caso seduto in automobile, fermo in un parcheggio, il finestrino aperto, mentre parlava al cellulare... e l'azione precedette il pensiero: in un lampo gli arrivai addosso, lo afferrai per il collo della camicia e feci per tirarlo fuori dal finestrino... mi guardò come si guarda un folle e io mi spaventai della sua paura: "Che sto facendo, voglio rovinarmi la vita così?!" mi dissi, e di colpo lo lasciai andare. Fu una sensazione strana, ero stato preda di una violenza che non apparteneva a me, per fortuna ero riuscito a farla rimbalzare via prima di agirla.

Se avessi portato in tasca una pistola avrei potuto sparare? No, non credo, mi sarei ugualmente fermato. Innanzitutto non potrei mai possedere una pistola, perché 23 anni fa, optando per il servizio civile sostituivo a quello militare di leva, mi sono obbligato a non poter avere il porto d'armi per tutta la vita: una delle scelte migliori che abbia mai preso. Voglio semplicemente dire che nulla succede per caso, è sempre conseguenza, in un modo o nell'altro, delle nostre precedenti scelte. E chiunque abbia valori saldi e un profondo rispetto del mistero e del dono della vita, non potrà mai usare violenza contro il prossimo; se appena ci prova, subito si blocca: "Cosa sto facendo?".

Anche io ho un amico in grande difficoltà, ma metto la mano sul fuoco sul fatto che, per quanto disperato e affranto, non arriverebbe mai a togliere la vita a nessuno. É simile a me, anzi decisamente migliore, perché nei suoi 60 e passa anni di vita ha fatto molto più buone azioni del sottoscritto: merita di essere aiutato e di raccogliere qualcosa del tanto che ha seminato. Proprio per questo qualche giorno fa ho lanciato in suo aiuto una colletta arrivata già quasi a 6000€, un quinto di quello necessario.

Alludendo alla sparatoria alla Regione di Perugia e alla colletta per il mio amico, ieri qualcuno ha scritto in un commento qui sul blog: "...oggi moriranno 10 persone sul lavoro e 15 sulle strade. Non piangere solo per quelli che vuoi tu, e non cercare di sanare i debiti dei soli tuoi amici di cui ti fai garante."

Lo so, ovviamente, che i problemi nel mondo sono infiniti, che per una persona uccisa di cui abbiamo notizia c'è ne sono migliaia e migliaia che non fanno notizia e che per una persona che possiamo aiutare ne affogano migliaia e migliaia di altre. Lo so e penso che chiunque abbia un minimo di consapevolezza ne sia cosciente: ognuno può essere responsabile e intervenire soltanto riguardo quanto avviene entro il suo "raggio d'azione".

Ma se ogni abitante di questo pianeta piantasse qualche fiore fin dove arriva la sua mano, il mondo intero diventerebbe un giardino fiorito. É così semplice, anche se ce ne dimentichiamo.

22passi.blogspot.com: post n. 2056 (-166)

149 : commenti:

Silvio Caggia ha detto...

@daniele
:-)

vincenzo da torino ha detto...

Ottimo articolo Daniele! L'esperienza della Sicilia non è perseguibile a livello nazionale se non si trova una maggioranza che dia la fiducia. La Sicilia ha una maggioranza per l'apporto formata da gruppi che sono rientrati da altri partitini.M5S vuole solo un appoggio in base a leggi volta per volta. E qui si blocca tutto. Grillo sta veramente esagerando con il suo ostruzionismo e non si vuole prendere la responsabilità dell'Italia.Questo è inaccettabile.

sandro75k ha detto...

Grande Daniele!!! Ti apprezzo molto quando affronti argomenti umanistici...
Tornando un attimo alla politica ci tengo a dire che Grillo sta alla rivoluzione come Wikipedia sta alla cultura... ed ho detto tutto!!!!!!

Silvio Caggia ha detto...

@vincenzo da torino
@sandro75k
Documentatevi:
http://www.gadlerner.it/2013/02/27/il-post-come-funziona-il-modello-sicilia

indopama ha detto...

da voi la situazione non e' tranquilla, qualcosa deve succedere perche' non si puo' peggiorare all'infinito.
siccome la gente oggi e' abbastanza imbranata, e' piu' facile che succeda qualcosa di poco piacevole. da qui a 6 mesi qualcosa deve succedere.

bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bertoldo ha detto...

Dunque, il Council for Foreign Relations dovrebbe poter controllare l'economia politica mondiale con l'assicurare gli equilibri finanziari.

Scrive il cronista Paul Scott, riferendo il pensiero di un esponente del Council for Foreign Relation : «Kissinger sostiene che controllando gli alimenti si può controllare il popolo, ma che controllando l'energia ed il petrolio si possono controllare i sistemi finanziari delle nazioni. Perciò, mettendo cibo e petrolio sotto la supervisione di un ordine monetario internazionale, è possibile realizzare un governo mondiale che goda della protezione delle Nazioni Unite.»

Carl Schmitt, filosofo del diritto e allievo di Max Weber, intende questa meta quando descrive l'ONU come: «…il germe di un utopico governo mondiale. Una nuova "Unità del Mondo" su cui si concentrano le speranze di pace degli uomini.»



Rockefeller, commentando l'argomento, disse che:

1) una cooperazione in tal senso esiste;

2) ha lo scopo di instaurare «un governo economico mondiale»;

3) il fattore da vincere è «l'ultra conservatorismo nazionale»

Quella descritta nel post è la violenza di un singolo ...mentre la violenza descritta nel video gaia che descrive un'apocalisse in cui 5 miliardi di persone vengono sterminate , per raggiungere gli obiettivi che si sono preposti ...quella non è violenza ne apologia del ...... e le parole aggiuntele voi ... una analisi interessante del momento "magico" : http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=11575
da cui traggo il sunto in poche righe :
L'effetto distrazione-autodenigrazione sta funzionando. La vicenda del governatore della Regione Sicilia, Crocetta, che si è visto respingere dalla base USA (3) Sigonella la sua lettera di revoca delle autorizzazioni ambientali per il nuovo impianto radar, infatti è passata quasi inosservata.

Crocetta ha dovuto far finta di considerare una propria vittoria le generiche dichiarazioni del console statunitense circa un blocco dei lavori alla base di Sigonella; e, del resto, da governatore regionale, Crocetta non avrebbe avuto comunque strumenti per reagire. Non si può neanche imputare ai 5 Stelle siciliani il fatto di aver impostato la questione di Sigonella in termini puramente ambientali, dato che un governo regionale non possiede altri appigli giuridici; anzi, va riconosciuto che almeno il problema è stato sollevato. Ciò che invece lascia perplessi é che il M5S non abbia espresso reazioni a livello nazionale, come se tutti i guai dell'Italia derivassero solo dai partiti. Oggi anche Crocetta ha ritrovato le prime pagine dei quotidiani per la sua decisione di abolire le province. Quindi si torna a temi meno rischiosi, e tutti interni, come la riduzione dei costi della politica.

Silvio Caggia ha detto...

@bertoldo
Corri in edicola... E poi raccontaci bene questa storia! :-)

@tutte
Buon 8 marzo!

bertoldo ha detto...

vai avanti tu ...che non compro un "giornale" dà alcuni anni ...d'altronde basta avere la chiave di lettura giusta o quasi ...

Fabio Crestani ha detto...

... bel post
"era già stato sottoposto a TSO e nonostante ciò gli era stato concesso il porto d'armi."
Se confermato sarebbe da incriminare per omicidio colposo chi ha la responsabilità di questo, fossero anche i politici che non hanno fatto niente per creare banche dati e togliere immediatamente il porto d'armi a chi ha problemi psichici o comportamenti pericolosi.
Dobbiamo aspettare altre stragi prima di fare qualcosa?

bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bertoldo ha detto...

"E poi raccontaci bene questa storia! :-)"

questo spiega perchè la goldman sachs non vede un pericolo in grillo
se lo dicono loro che hanno insediato Monti ...Comme ? . e a capo ...

DF ha detto...

Trovo interessante questa frase ...
"il bersaglio della mia rabbia era l'uomo che MI AVEVA PORTATO VIA LA MOGLIE dopo 11 anni di matrimonio" (il maiuscolo è mio).
Posso capire (e bene!) nell'ipotesi (spero sbagliata) che per "portar via" si intenda uccidere, rapire, ricattare o comunque un qualche violenza fisica o psicologica.

In caso contrario, cioè che sia stata una scelta della moglie, beh credo che ci sia da riflettere che nel 2013, 8 marzo per giunta, passino ancora concetti come questi.
Ma in effetti sono passati 11 anni, spero siano serviti.

bertoldo ha detto...

Comunque i giornali e altro ...fanno tutti parte dello stesso gioco , fanno finta di scannarsi per polarizzare l'attenzione del pubblico , un pò come il vecchio panem et circense , mutuato e variato per le esigenze attuali di "propaganda democratica" .Fare due o più schieramenti che si combattono come polli dà combattimento è lo sport preferito del nazisionismo Usa e getta .Vale a dire che i sionisti pagano tutti quelli che giocano , per il loro divertimento e i loro interessi .Un gioco in cui le singole pedine devono avere l'illusione di avere il libero arbitrio cattofascista , ma di fatto sono in balia dell'illusione ...e molti preferiscono l'ennesima illusione alla realtà .

gio ha detto...

non ho votato grillo........ma devo ammettere post voto....che forse , incrociando le dita, qualcosa di positivo ne può venire fuori.

continuo a tenere le dita incrociate.

speriamo in bene !!

bertoldo ha detto...

C'è un solo nemico pericoloso : il sionismo globalizzante .

Silvio Caggia ha detto...

@bertoldo
Ma secondo te cosa accade ad uno che mette in programma, e si accinge ad attuare, l'abolizione del finanziamento pubblico ai giornali, l'abolizione dell'ordine dei giornalisti, e la riduzione ad una delle reti pubbliche e per giunta senza pubblicita'? :-)
Ovvio, che giornali e televisioni gli fanno la guerra...
http://www.beppegrillo.it/2013/03/le_balle_quotid_6/index.html
Attento ai lupi! :-)

vincenzo da torino ha detto...

@Silvio Gaggia. Conoscevo la realtà della Sicilia e continuo a dire che non è praticabile a livello nazionale se non vi è un impegno diretto del M5S. Uscire per avere la fiducia? Non ha senso e non da alcuna garanzia. Inoltre vi sono problemi complessi urgenti da affrontare come quello di tenere i conti a posto e riforme che toccano interessi di tanti. Su questo il M5S è evasivo. Parla di sviluppo senza avere una minima idea di come realizzarlo. Il lavoro oggi è la prima urgente necessità senza la quale sprofondiamo.Lei pensa che M5S avrebbe fatto la riforma delle pensione, per quanto in parte riformabile. Mai. Allora servono a ben poco...o meglio servono per riformare i partiti e forse la burocrazia. Non poco, ma non basta e neppure essenziale. E' stato fatto un conto grossolano di quanto propongono: costo di quanto vogliono abolire=85 miliardi, costo entrate= 22 miliardi. Dove trovano i 60 miliardi che mancano? Siamo all'ideologia pure che spaventa. Non sono contrario ai grillini per alcuni aspetti, ma mi spaventa la loro "leggerezza" e credo che siano un pericolo reale se ottengono la maggioranza. Poi questo non volere il dialogo con nessuno è assurdo e la fa diventare una setta politica autoreferenziale. Non mi piace affatto. Non discuto la buona volontà e sincerità di tanti grillini, ma di Casaleggio e Grillo non mi fido. I grillini dicono che non dipendono da essi. Lo dimostrino, per ora non è vero. Non mi fido affatto del voto internet. Molti si lamentano che i loro post vengono cancellati. Questo dimostra che Casaleggio su internet può fare il bello e cattivo tempo.Togliere e mettere a piacimento , se non vi un controllo indipendente e sicuro. E chi può controllare ? E' vero o no? Quindi uno strumento poco affidabile. Non può esistere una democrazia diretta, può esistere una democrazia partecipoata che comunque necessita sempre di rappresentanti sulla fiducia. saluti

gio ha detto...

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-03-08/merkel-cerca-alleati-rilanciare-063623.shtml?uuid=AbPH3zbH

i tedeschi stanno cercando a tutti i costi di imporre la loro idea di austerità!

bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
sandro75k ha detto...

@Silvio

..informati tu...

Ma se la fiducia a Bersani non la si vota come diavolo credi si possano ricreare le condizioni del modello siciliano????

sandro75k ha detto...

@Vincenzo da To

Ti quoto al 100%

bertoldo ha detto...

La riduzione ad una singola rete della rai ? mi sembra totalmente fuori dal mondo , piuttosto andrebbero ridotte le reti private in mano ad un solo "soggetto" , ma di questo non si parla proprio .Con il digitale terrestre poi non ha alcun senso limitare le reti se non il vecchio programma di Licio Gelli , da cui mutua anche l'eliminazione del valore legale delle lauree ...ma forse sono rimasto indietro e non conosco bene il programma m5s ...chi è che deve fare attenzione ? io sò perfettamente con chi si ha che fare...il gioco delle 3 carte è sempre lì che incanta ...

bertoldo ha detto...

Gli svizzeri fanno continuamente dei referendum e sempre su carta ...l'unica votazione che abbiamo fatto elettronicamente e ciò quella da cui usci il governo Prodi , si è visto come è andata a finire ...55% iniziale del PD che è sceso al 50,01% , una roba incredibile dovuta alle linee Telecom dedicate alla trasmissione dei "dati" che erano contenuti in chiavette usb , trasportate nel luogo dove doveva essere fatta la "trasmissione" ...basta fare 2+2 per capire cosa si può fare con un voto elettronico , ci hanno fatto anche un film in USA e getta ...a proposito un certo regista bollywoodiano era amico sia di Castro che di Chavez ...e il polonio lo hanno utilizzato solo i russi ...ammazza che pesantezza oggi ...comme ?

Silvio Caggia ha detto...

@bertoldo
@vincenzo da torino
@sandro75k
Vi rispondo riportando un commento rubato su internet, quindi non mio, ma che mi piace molto, io non ho il dono della sintesi... :-)

"Onestamente a me  pare che Grillo dia Fastidio alla sinistra Italiana ed hai suoi Tifosi per il fatto che mette in discussione la leadership ideologica della Sinistra stessa,effetto che a destra non sortisce.
Come disse Funari "La Sinistra s'incazza quando qualcuno vuole stare più a sinistra di lei"
Piuttosto di sedersi e riflettere su cosa potevano fare e non hanno Fatto i discepoli del PCI.Dove le gerarchie del partito si sono imborghesite allontanandosi sempre più dalla loro base.Inutile gridare al Nazista,prendetevi solo la briga di assistere ad un comizio del M5S e guardare i visi delle persone che vi partecipano.
Le Idee Grilline sono rivoluzionarie magari non tutte sono realizzabili e alcune possono essere realizzate in un orizzonte temporale a medio o lungo termine.Sono questi i reali quesiti ed interrogativi che il suoi elettori ma tutto l'elettorato in genere deve porsi.
Poi direi che è persino normale che gli attuali manovratori del Mondo (leggasi Banche e Finanza) si pongono interrogativi e cerchino di screditare chi sostanzialmente va contro il loro predomino sul mondo.Ed i nostri politici sono solo i burattini di questi burattinai occulti.
Abbiamo la possibilità che il mondo si riequilibri ,partendo dal basso.
Perchè il nostro modello di società (quello della crescita a tutti i costi) puo solo portarci verso l'autodistruzione."

gio ha detto...

http://www.repubblica.it/economia/affari-e-finanza/2012/04/30/news/germania_la_cina_diventa_lultimo_land-34450724/

aggiungo questo articolo per capire la differenza di approccio che la germania ha verso il resto dell'europa e verso la cina...............

AC/DC ha detto...

@Vincenzo da Torino
Concordo in toto... se non cambiano le cose gli adepti del M5S meritano di essere chiamati grillini, anche se a loro non piace.

Silvio Caggia ha detto...

@bertoldo
Per te la fine e' ineluttabile... Allora che scrivi a fare?
Sei contro gli usaegetta, scrivi peste e corna del muos, poi quando grazie al m5s capita l'impossibile, ovvero che si da lo sfratto ufficiale al muos tu che dici: eh, tanto quelli non se ne vanno...
Beh ma allora che cosa stai a fare qui?

bertoldo ha detto...

http://www.beppegrillo.it/2006/03/ce_uno_strano_o.html
L'ho preso dalla fonte meno incriminabile in questo momento ...i venditori di pentole li sgamo subito ...

C'è uno strano odore nell'aria...

Il “Diario” di Enrico Deaglio è uscito oggi con un numero dedicato a possibili brogli elettorali dovuti allo scrutinio elettronico che sarà utilizzato per la prima volta in Italia nelle elezioni politiche grazie al decreto legge del 3 gennaio 2006.
Le regioni interessate sono quattro: Lazio, Liguria, Puglia, Sardegna, per un totale di 12.680 sezioni e undici milioni di elettori.
Lo scrutinio elettronico prevede che un operatore inserisca i dati su un computer in ogni sezione, i dati vengano copiati su una chiavetta usb, le chiavi siano inserite in un computer che le invia quindi al Ministero dell'Interno.
Questa operazione, non necessaria e non richiesta da nessuno, costa 34 milioni di euro, è stata assegnata a trattativa privata per motivi di urgenza, “stante il brevissimo lasso di tempo disponibile” secondo Stanca, è stata vinta, tra le altre aziende, da Accenture, EDS e Telecom Italia.
Deaglio fa notare che il figlio del ministro dell'Interno Pisanu è partner in Accenture e che EDS è la società coinvolta nei presunti brogli elettorali in Florida nell’elezione di Bush.
Deaglio aggiunge che in caso di contestazioni ci vorrebbero mesi per confrontare il voto cartaceo con quello elettronico.
Mesi di instabilità assoluta e con un Presidente della Repubblica in uscita.

L’applicazione informatica usata per lo scrutinio elettronico è inoltre oggetto di contestazione da parte della Ales, un'azienda italiana che ne rivendica la paternità che a suo avviso le sarebbe stata sottratta dalla EDS e di cui pubblico la lettera che il suo amministratore mi ha inviato alcuni giorni fa insieme a un documento e un'intervista.

“ Gentile Beppe Grillo,
mi chiamo Antonio Puddu, sono l’amministratore di una piccola società informatica con sede in Sardegna, la Ales s.r.l. Nel 2001 abbiamo ideato una soluzione innovativa per lo “scrutinio elettronico”, che nel 2004 è stato sperimentato con la nostra collaborazione in 1500 sezioni elettorali.
Nel 2005 ci è stato “scippato” dalla EDS Italia S.p.A., una multinazionale alla quale avevamo venduto 2500 licenze per lasperimentazione del 2004.
Un mese fa abbiamo citato EDS Italia in giudizio al tribunale di Roma, chiedendo risarcimento per i danni subiti dalla mia società che ammontano a oltre 9 milioni di euro, e abbiamo diffidato il Ministero dell’Interno e il Ministero dell’Innovazione dall’usare nella prossima sperimentazione un numero di licenze che superasse le 2500 da noi vendute. Infatti per la sperimentazione in occasione delle elezioni politiche del 9 e 10 aprile 2006 dovrebbero servirne circa 12.500. Distinti saluti”.

Antonio Puddu.

Non so voi, ma io sento uno strano odore nell'aria, di cosa sarà?


Era il periodo dei suicidi misteriosi in telecom italia e scandali di portata gigantesca ...
in questa italiaetta smemorata le ipnosi odierne possono cancellare il passato remoto e anche recentissimo ...che fine ha fatto la guerra dei francesi nel mali ...completamente dimenticato nonostante siano passati solo poche decine di giorni .Chiodo scaccia chiodo e tutto dimenticato per il quieto vivere o meglio , vegetare in attesa di qualcosa che non c'è ...

Deaglio Uccidete la Democrazia anche "questi" che lavorano per il Pd hanno una memoria che rasenta lo 0 assoluto ...

bertoldo ha detto...

"Beh ma allora che cosa stai a fare qui? "

a perder tempo ? Comunque grazie per aver implicitamente confermato che non sai o meglio no rispondere-ammettere l'illusione ...

bertoldo ha detto...

uccidete la democrazia di Deaglio per chi ha fretta al minuto 7:30 in poi ...

bertoldo ha detto...

C'è uno strano odore nell'aria...

Il “Diario” di Enrico Deaglio è uscito oggi con un numero dedicato a possibili brogli elettorali dovuti allo scrutinio elettronico che sarà utilizzato per la prima volta in Italia nelle elezioni politiche grazie al decreto legge del 3 gennaio 2006.
Le regioni interessate sono quattro: Lazio, Liguria, Puglia, Sardegna, per un totale di 12.680 sezioni e undici milioni di elettori.
Lo scrutinio elettronico prevede che un operatore inserisca i dati su un computer in ogni sezione, i dati vengano copiati su una chiavetta usb, le chiavi siano inserite in un computer che le invia quindi al Ministero dell'Interno.
Questa operazione, non necessaria e non richiesta da nessuno, costa 34 milioni di euro, è stata assegnata a trattativa privata per motivi di urgenza, “stante il brevissimo lasso di tempo disponibile” secondo Stanca, è stata vinta, tra le altre aziende, da Accenture, EDS e Telecom Italia.
Deaglio fa notare che il figlio del ministro dell'Interno Pisanu è partner in Accenture e che EDS è la società coinvolta nei presunti brogli elettorali in Florida nell’elezione di Bush.
Deaglio aggiunge che in caso di contestazioni ci vorrebbero mesi per confrontare il voto cartaceo con quello elettronico.
Mesi di instabilità assoluta e con un Presidente della Repubblica in uscita.

L’applicazione informatica usata per lo scrutinio elettronico è inoltre oggetto di contestazione da parte della Ales, un'azienda italiana che ne rivendica la paternità che a suo avviso le sarebbe stata sottratta dalla EDS e di cui pubblico la lettera che il suo amministratore mi ha inviato alcuni giorni fa insieme a un documento e un'intervista.

“ Gentile Beppe Grillo,
mi chiamo Antonio Puddu, sono l’amministratore di una piccola società informatica con sede in Sardegna, la Ales s.r.l. Nel 2001 abbiamo ideato una soluzione innovativa per lo “scrutinio elettronico”, che nel 2004 è stato sperimentato con la nostra collaborazione in 1500 sezioni elettorali.
Nel 2005 ci è stato “scippato” dalla EDS Italia S.p.A., una multinazionale alla quale avevamo venduto 2500 licenze per lasperimentazione del 2004.
Un mese fa abbiamo citato EDS Italia in giudizio al tribunale di Roma, chiedendo risarcimento per i danni subiti dalla mia società che ammontano a oltre 9 milioni di euro, e abbiamo diffidato il Ministero dell’Interno e il Ministero dell’Innovazione dall’usare nella prossima sperimentazione un numero di licenze che superasse le 2500 da noi vendute. Infatti per la sperimentazione in occasione delle elezioni politiche del 9 e 10 aprile 2006 dovrebbero servirne circa 12.500. Distinti saluti”.

Antonio Puddu.

Non so voi, ma io sento uno strano odore nell'aria, di cosa sarà?

http://www.beppegrillo.it/2006/03/ce_uno_strano_o.html

Questi del Pd hanno una memoria che rasenta lo zero ... senza parlare poi degli scandali di allora in telecom itaglia ...

Silvio Caggia ha detto...

@ac/dc
Azz... Damage control! Mi hanno tanato di nuovo!

bertoldo ha detto...

http://it.wikipedia.org/wiki/Scandalo_Telecom-Sismi

Di questo cosa ne pensi caggia ...ma tu qui che ci stai affare e quale è il tuo ruolo nel gioco delle tre carte ?

bertoldo ha detto...

"Abbiamo la possibilità che il mondo si riequilibri ,partendo dal basso.
Perchè il nostro modello di società (quello della crescita a tutti i costi) puo solo portarci verso l'autodistruzione."

Solo se al comando vanno persone normali e non tecnocrati mascherati o riconducibili a "ragione" pena esclusione .Spero anch'io che prevalgano le persone e non chi le comanda e meno di un Moro o Ambrosoli la vedo durissima ...

bertoldo ha detto...

Con quella statuetta in faccia Silvietto è resuscitato e ha allungato il processo in corso di 25 giorni perchè doveva decidere sul segreto di stato dà imporre ... ss deviati ...cambia tutto e tutto resta uguale ...

Silvio Caggia ha detto...

@bertoldo
"quale è il tuo ruolo nel gioco delle tre carte ?"

Mazziere.
Sono cavaliere di 69 grado di rito siculo-torinese della loggia della guallera d'oro.
:-D

Daniele Passerini ha detto...

@DF
Trovo interessante questa frase ...
"il bersaglio della mia rabbia era l'uomo che MI AVEVA PORTATO VIA LA MOGLIE dopo 11 anni di matrimonio" (il maiuscolo è mio).
Posso capire (e bene!) nell'ipotesi (spero sbagliata) che per "portar via" si intenda uccidere, rapire, ricattare o comunque un qualche violenza fisica o psicologica.

In caso contrario, cioè che sia stata una scelta della moglie, beh credo che ci sia da riflettere che nel 2013, 8 marzo per giunta, passino ancora concetti come questi.
Ma in effetti sono passati 11 anni, spero siano serviti.


Ti ringrazio, perché il tuo commento mi fa capire che è sempre sbagliato dare per scontato che gli altri capiscano le mie intenzioni, perfino quando apro il cuore e confido cose personali e solo unicamente perché ritengo che ci possa essere qualcosa di sia pur minimamente importante da condividere.
OVVIAMENTE la mia ex moglie non fu rapita, OVVIAMENTE scelse di lasciarmi. Ribadisco OVVIAMENTE, perché per me era scontato che si parlasse di questo. Se hai notato parlavo di momenti, istanti, in cui ti può passare per la testa persino di uccidere qualcuno... parlavo dunque di cosa si può provare e pensare quando si è preda della RABBIA e OVVIAMENTE dietro la rabbia non c'è mai nulla di sensato, razionale, soppesato ecc. Parlavo di un VISSUTO EMOZIONALE e ti garantisco che per me la frase "mi ha portato via mia moglie" ha esattamente la stesso peso di quella detta da una moglie che, pensando all'amante del marito, dice "quella donna mi ha portato via mio marito"... quando si perde la persona che ami, tutti provano questo vissuto, poi si supera il lutto, si elabora e si perdona... ma prima inevitabilmente si passa attraverso la rabbia... e se quella rabbia invece di elaborarla e superarla viene covata e rimuginata può diventare violenza... fino a quella più estrema.

Do per scontato che chi mi legge da anni abbia un po' imparato a capire come sono e come penso, ma tu mi sei da monito che devo sempre scrivere come se comunicassi come con un perfetto sconosciuto.

Insomma, spero che a questo punto tu abbia compreso perché la tua analisi "femminista" è totalmente fuori luogo. Comunque, a scanso di equivoci, ho messo tra virgolette quell'espressione del post che ti ha fatto drizzare le antenne.

Colgo l'occasione per dire a tutti che oggi, io ed Elisa abbiamo ricordato la giornata della donna (per favore non si parli mai di festeggiare e si ricordi bene cosa si commemora l'8 marzo) in modo speciale: avevamo infatti preso un mese fa appuntamento per andare in Comune a fare la richiesta delle pubblicazioni per il matrimonio.
Quindi per noi è un momento felicissimo. Purtroppo non lo è per niente per la città di Perugia che, dopo la sparatoria in Regione dell'altro giorno, ha giustamente cancellato, in segno di lutto e di rispetto per le due povere donne uccise, tutti gli eventi programmati per la giornata delle donna.

P.S. Certo che è un po' triste che di tutto il post hai "trovato interessante" solo quella frase. È un po come se di fronte a una pietanza che ti viene servita, la forma delle forchette ti importasse più del sapore del cibo che porti in bocca.

indopama ha detto...

@bertoldo
"Fare due o più schieramenti che si combattono come polli dà combattimento è lo sport preferito del nazisionismo Usa e getta "

e' errato,
siete voi che amate fare gli schieramenti e darvi contro uno con l'altro, lo fate ogni giorno sui blog. provate fare attenzione a quello che leggete e troverete sempre una fazione schierata contro l'altra.

fintanto uno non diventa consapevole di essere lui stesso il generatore di questa situazione non cambiera' niente. al momento sta solo peggiorando, lo scontro diventa ogni giorno piu' violento.

sandro75k ha detto...

@Daniele

eri stato comprensibilissimo.... adesso giudichiamo anche i modi di dire.... anche i papà ai generi utlizzano la stessa espressione...
Va di moda fare pelo e contropelo agli altri, un po'come ai tempi della famosa bisaccia piena dei difetti degli altri e vuota dei propri....

Daniele Passerini ha detto...

@sandro75k
Grazie Sandro.
Come ti fanno il contropelo nel web, da dietro un nick naturalmente, manco il barbiere di Siviglia!!! :)

DF ha detto...

@sandro75k ... adesso giudichiamo anche i modi di dire...

Un po' mi stupisco di te, di solito sei equilibrato e non superficiale, forse subisci la sudditanza al padrone di casa ...
Ovviamente il senso della critica non è sul "modo di dire" ma sul concentrare la rabbia sul rivale inteso come LADRO ... Posso anche capire che ci si arrabbi con il partner fedifrago, ma se l'obiettivo principale è il rivale allora sotto c'è un'idea di "proprietà del partner". Che sul piano istintivo, emozionale, capisco essere umana, ma non per questo giustificabile.
Credo fosse una spiegazione superflua per chiunque abbia e soprattutto voglia usare la propria intelligenza, ma spero di aver chiarito.

Poi sul trovare triste cosa mi "interessa", o l'uso del Nick anonimo, o bisaccie varie ... lascio perdere, sono risposte di chi non ha argomenti nel merito, mentre per fortuna Daniele qualche argomento lo ha espresso.

indopama ha detto...

"Chiariamo infatti due cose.
Intanto non c'è nessun fenomeno Grillo. Grillo è un fenomeno tirato su forzatamente dai media, e andato su grazie ai poteri che hanno voluto che andasse in parlamento. Quindi Grillo non è un fenomeno, ma è parte integrante del progetto politico che esiste da decenni. Se il potere non voleva che salisse, Grillo non sarebbe stato mai neanche menzionato, e se poi Grillo fosse salito lo stesso nonostante il silenzio, lo avrebbero fermato in altro modo, come Haider in Carinzia. Quindi lo hanno fatto salire al potere per un motivo ben preciso: rendere il paese ingovernabile."

http://paolofranceschetti.blogspot.com/2013/02/due-piccoli-appunti-sullo-scenario.html#more

indopama ha detto...

dal link di sopra, un massone risponde:

"Giorgio Andretta ha detto...

Come già detto, egr.pietro, il potere occulto non indossa mai panni umani.
Quanto al "portatore" la vita mi è maestra e pervicacemente mi ha inculcato l'assioma che non si deve portare niente a nessuno ma attendere che te lo chieda.
Non sai mai come questi ti possa accogliere.
Con trepidanza.
28 febbraio 2013 20:39 "

indopama ha detto...

"Alle 11,12 di quasi 5 anni fa dall’ambasciata americana a Roma parte il telegramma intitolato «Pranzo con l’attivista italiano Beppe Grillo: “Nessuna speranza per l’Italia”. L’ossessione della corruzione». A firmarlo è Ronald Spogli, ambasciatore a Roma, e il destinatario è Condi Rice, a cui spiega in cinque pagine che Grillo è un «interlocutore credibile» nella comprensione del sistema politico italiano, grazie al fatto di essere «unico» per denuncia della corruzione nelle vita pubblica, ricorso al web e appello agli oppressi."

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/02/elezioni-truccate_5431.html

indopama ha detto...

Grillo ha la residenza in svizzera?
http://www.google.com.my/search?q=grillo+residenza+fiscale+svizzera&ie=utf-8&oe=utf-8&aq=t&rls=org.mozilla:en-US:official&client=firefox-a

mentre la gente pensera' che lo faccia per evadere le tasse (anche), forse la cosa piu' interessante e' che li' ci sono i top ambasciatori del pianeta nonche' la residenza dei top big... e poi e' un posto dove puoi incontrare certa gente senza che nessuno ti spii e racconti i fatti tuoi. :-)
insomma e' li' dove gli dicono cosa fare e glielo dicono a voce perche' certe informazioni si passano solo cosi'.

sandro75k ha detto...

@DF

Mi dispiace, al massomo dico cavolate, proprio come potrebbe capitare a te ma nn subisco nessuna sudditanza...
Fidati ;)

sandro75k ha detto...

@DF

se non ho espresso concetti profondi ed esaustivi è solo perchè ho molto da fare qui al lavoro....

Alessandro Pagnini ha detto...

Caro Daniele, trovo oltremodo utile questo post, soprattutto alla luce dei recenti accadimenti. Ogni tanto fermarsi a riflettere un po' su quelli che sono certi meccanismi della mente umana, è certamente proficuo. Come istruttivo può essere il rendersi conto che l'atmosfera satura di incertezza e paura, dovuta massimamente al perdurare di una crisi che sta esasperando molti, possa condurre a perdere il controllo di noi stessi. E' di oggi la notizia di un ottantenne di Empoli(FI) che si è suicidato perchè oppresso dai troppi debiti. E nei mesi scorsi abbiamo avuto notizie di tanti gesti disperati, simili a questo. Certo il caso di Perugia dirazza un po', perchè, come sottolineavi, non è dettato da una situazione di indigenza, eppure la sofferenza è cosa personale, soggettiva e non può essere misurata solo sull'oggettività di un disagio, che di per sè è condizione assolutamente personale. Un mio carissimo amico, quasi un fratello per me, persona brillantissima, avviata a laurearsi in scioltezza in giurisprudenza, si trovò, alla morte del padre, per cui nutriva un'ammirazione esagerata e che aveva sempre desiderato compiacere, a subentrare nella società paterna, che si occupava di commercio di materie prime tessili (siamo a Prato...). Le cose, non per colpa sua, andarono male, ma la colpa se la dette comunque e l'aver distrutto il lavoro del padre, nonostante non gli mancassero le possibilità di sopravvivere decorosamente, lo minò irreparabilmente nella propria autostima. Il suo rifugio fu l'alcol e da questo vennero anche episodi di violenza e alla fine la morte per cedimento del fegato, ormai quasi 7 anni orsono. Altri al posto suo avrebbero agito diversamente e magari si sarebbero rialzati, ma la psiche, peraltro brillantissima, era la sua, con le sue debolezze e i suoi punti di forza. Siamo spesso molto fragili :-(

vincenzo da torino ha detto...

@Silvio Caggia. Ho letto il suo post che cita un commento ricavato dalla rete.Faccio le mie considerazioni per quanto riesco a comprendere dei DS che seguo come per altri partiti , pur non essendo di sinistra, ma di centro, ossia per un partito tanto inesistente quanto reale se visto come lo sforzo di coniugare quanto di valido vi sono nei due opposti, escludendo le estreme parti. Bersani pensò di avere già vinto , grave errore. Manco nei DS la passione che spesso contraddistinse la sinistra e la gente se ne accorse. Errore fatale fu pure l'azione di Ingroia che,visto il personaggio che ritengo per nulla preparato alla politica e con tarli di massimalismo inconcludente, non comprese che toccava a lui fare il primo e definitivo passo verso il PD. Arroganza classica dei massimalisti e il congenito gusto dei bisticci della sinistra, cosa che raramente trova nella destra molto più pragmatica. Certamente Grillo seppe convogliare molte frustazioni, ma la principale sua fonte di voti è stata la sinistra che vide in lui, passione vera e speranza senza accorgersi costoro della demagogia e inconsistenza programmatica su troppi punti fondamentali della vita civile e dell'economia. Non abbiamo ancora in Italia una sinistra di stampo europeo che contempla ideali e molto pragmatismo. Non basta dire che si è dalla parte dei più deboli, dimenticando che non vi è stato sociale se non vi è ricchezza che proviene da chi fa impresa. Certamente occorre una giusta distibuzione di questa ricchezza. Il motto di Bersani "Italia giusta" era ottimo. Peccato che non sia bastato e che sia mancata la forza propulsiva....

robi ha detto...

indopama
non capisco
a volte sei fonte di gossip a tutto spiano
a volte impartisci lezioni di saper vivere

ti godi a "prenderci per il culo" eh..
ma caro mio non dovresti
perchè ti sputtani..

va beh
fa lo stesso
se ti godi (alle spalle degli altri) perchè tu sai ,per noi non ha importanza ,accettiamo tutti anche i grandi sapienti

sandro75k ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
sandro75k ha detto...

@DF

eccomi dopo tante ore di lavoro quindi mi scuserai per la forma di ciò che sto per scrivere...
Hai detto tutte cose giuste che condivido ma non capisco come tu possa credere che non sia lecito pensare che sullla persona che si ami non si senta una sorta di senso di possesso. Sì, hai capito bene: POSSESSO!!!!
Hai mai fatto l'amore con la donna che ami? Con quella che ti ha toloto il respiro da quando l'hai vista la prima volta e nell'amplesso ti dice: "prendimi sono tua"....??? ecc...ecc...ecc..
Hai mai letto un testo di una canzone??? "tu sei mia, tu sei mia fino a quando gli occhi miei avran luce per guardare gli occhi tuoi" ....ecc.ecc..
L'amore è anche questo, giusto o sbagliato che sia... Ti dirò di più, ogni sentimento è lecito in amore anche quelli più estremi!!!!!! Le azioni non sono tutte lecite ma i sentimenti sì. L'amore non è la scienza né la politica che sottende rigore, metodo e neutralità!
Io Daniele lo capisco benissimo, ho provato le sue stesse emozioni in passato e ho toccato gli stessi limiti senza valicarli esattamente come lui....
Le donne che ho amato le ho "pessedute" fino a quando non hanno trovato di meglio e fino a quell'istante non hanno mai bramato altro che essere desiderate alla follia.
Io non so di che amore parli, che donne hai conosciuto e come hai gestito la tua vita sentimentale...
L'amore è una disequazione senza ritorno... L'amore non ha regole
L'amore è irrazionale come il Pi greco...molto più che RdD^2 di 2
L'amore ti sconvolege....
L'amore ti uccide e ti fa vivere per sempre... "Who wants to live for ever when love must die??? sciveva Brian May nella famosa canzone dei Queen!
L'amore è arte assoluta, Big bang primordiale senza spiegazione apparente , psichedelia, follia e musica.....
Te la dedico, falla tua!!! http://www.youtube.com/watch?v=bbVksRgpFXE

sandro75k ha detto...

...quest'altra la dedico a me stesso... :D

http://www.youtube.com/watch?v=4O_YMLDvvnw

indopama ha detto...

L'AMORE E' LA GUIDA ALLA CREAZIONE.
quando pensiamo ad una cosa ed in quel momento proviamo amore, ecco che cerchiamo a tutti i costi di possedere quella cosa (o sperimentare quella esperienza).
i pensieri senza amore ci interessano poco, nonostante questo pero' a volte (oggi molto spesso) li seguiamo comunque.
l'amore non e' sotto il nostro controllo, siamo noi che siamo sotto il controllo dell'amore il quale viene dispensato molto probabilmente da LUI per far avvenire la creazione come GLI pare.
l'ILLUMINATO e' quello che riesce a seguire completamente i pensieri che portano amore, lasciando SEMPRE da parte gli altri, segue il proprio cuore al 100%.

@robi
il gossip lo fa chi salta di continuo da un argomento all'altro. a me il gossip non piace e preferisco la conoscenza, per questo occorre rimanere piu' tempo su di uno stesso argomento. tu cerchi il gossip o la conoscenza?

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
robi ha detto...

http://partitodellarinascita.forumfree.it/?t=65029253#.UTqD7pqtbpA.facebook
Bertoldo
secondo te
sono così stupidi da pensare che eliminato il personaggio si elimina la discussione..!

robi ha detto...

beh
è una nazione nata sullo sterminio del popolo residente
complessi non se ne fanno
anzi vanno ad aiutare...............

LEVIMOLCAatYAHOOGROUPSdotCOM ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Daniele Passerini ha detto...

@DF
Ovviamente il senso della critica non è sul "modo di dire" ma sul concentrare la rabbia sul rivale inteso come LADRO ... Posso anche capire che ci si arrabbi con il partner fedifrago, ma se l'obiettivo principale è il rivale allora sotto c'è un'idea di "proprietà del partner". Che sul piano istintivo, emozionale, capisco essere umana, ma non per questo giustificabile.
Credo fosse una spiegazione superflua per chiunque abbia e soprattutto voglia usare la propria intelligenza, ma spero di aver chiarito.

Ho evidenziato quel passo, affinché fosse evidente, a te per primo, che sei riuscito/a soprattutto a chiarire di non avere tu le idee chiare... ma è cosa comune quando si interviene solo per fare il/la bastian contrario/a. Non stiamo parlando di COSE ma di ESSERI UMANI: la rabbia è una emozione primitiva, della corteccia rettiliana, ma indirizzare la rabbia verso la persona che dici di amare può significare solo e soltanto che hai smesso di amarla, ammesso e concesso che fosse amore quello che provavi prima (il vero amore non si trasforma in odio dall'oggi al domani). L'uxoricida non uccide mai perché ama ma perché odia: SOSTENERE IL CONTRARIO SIGNIFICA ESATTAMENTE CONSIDERARE IL PARTNER COME UN MERO OGGETTO. Chiunque nella vita ha lasciato ed è stato lasciato, amando ed essendo amato con tutto il cuore, può ben capire tutto ciò.

Daniele Passerini ha detto...

@DF
P.S. Comunque sia, io vorrei riportare il discorso sul TOPIC... la violenza e quello che può produrre. Ho raccontato quell'episodio che mi riguarda solo perché rappresenta l'unica occasione della mia vita in cui ho sentito che avrei potuto uccidere. Solo per questo ne ho parlato. Non voglio fare polemico proprio dentro un post come questo. Sarebbe bello che si tornasse a parlare del contenuto del post. Grazie 1000

... Who? ha detto...

sono d'accordo con Indopama
torno da un lungo giro nella provincia italiana, quella ancora in parte sana, le metropoli sono ricettacoli di germi, ormai

stanno ripulendo gli schioppi dei padri e oliando le canne...questo gioco al massacro sortirà presto i suoi effetti (voluti fin dal suo nascere...ovvero....Britannia, 1992)

altro che fiori!
vedrai cosa pianteremo....!

Silvio che parla di sbarramento al MUOS...peculiare!
ma sai almeno a cosa serve DAVVERO IL MUOS?

perchè se lo sai, questo cozza grandemente con il tuo razionalismo incredulo
(vedi post precedente)

... Who? ha detto...

nota:
smettete per sempre di guardare Mistero, fosse anche il solo canale in chiaro che vi rimane
un reale ricettacolo pericolosissimo di debunking di sistema in grande stile....

... Who? ha detto...

come mai il sito dell'INRIM non è raggiungibile?

Silvio Caggia ha detto...

@valeria
Probabilmente non so a cosa serve DAVVERO il muos, se ci vuoi illuminare tu te ne saro' grato, io so quello per cui ufficialmente serve il muos, e siccome sono un antimilitarista, anche se a differenza di daniele sono un "NOS 00", non sono favorevole a progetti militari, nemmeno se mi dicessero che servono a ridurre la fame nel mondo.

Ci sono donne che l'8 marzo 2013 hanno preso manganellate per una manifestazione non violenta in italia, lo sapevi? Qualcuno lo dice?

Sono quindi anche contrario all'uso delle armi e mi dispiaccio di chiunque abbia in mente di farne uso in questo momento.
Mi dispiaccio anche di chi spaccia disinformazione sul movimento non violento che per fortuna nel nostro paese occupa lo spazio che altrove e' stato occupato da alba dorata e similari, diffondendo quotidianamente falsita' tipo la presunta partecipazione del suo leader alle riunioni sul britannia nel 92.

Non so cosa cozzi secondo te nel mio comportamento, tu chiediti quanto sia coerente professare l'amore e l'uso delle armi al contempo...
Namaste'

... Who? ha detto...

Ghandi usava il bastone, tuonava ed istigava alla ribellione ....pochi se ne ricordano, peccato

come al solito, si tende a "ripulire" con insulso buonismo tutto quello che non "fa comodo"

Delle donne che manifestano l'8 marzo mi interessa poco: chi si sottomette alla stupida regola della divisione di genere e celebra con enfasi questa sciocchissima ricorrenza, intrisa di sinistrismo d'antan, che si dimentica di condurre sacrosante lotte salariali per l'equipollenza delle retribuzioni, a me dà fastidio alla digestione...

L'ipocrisia mi stomaca...

Movimento non violento?
ma quale? Grillo?

ahahahaha...ci sta conducendo manina-manina alla guerra civile
per fortuna che in Italia c'è tantissima gente armata che olia le canne...
è l'unico modo per farla finita, il solo modo per uscire da questo ideologismo che adesso ha mutato anche il suo retrovirus, contagiando altre messe di ipo-vedenti e minus habens

Dobbiamo imparare...lo faremo, lo faremo...vedrai che bello!

... Who? ha detto...

Impara dall'agricoltura: tutto quello che è inutile, sottrae linfa, danneggia, contamina, ammala e rovina il frutto

si taglia, senza alcuna pietà

... Who? ha detto...

chiedilo a Mentana se Grillo era o no sul Britannia....

tu sei un fedele...nessuna differenza con quelli ce chinano il capo di fronte alla sollevazione dell'eucaristia....al suono della campanella

... Who? ha detto...

del resto Goldman Sachs che si spertica a tessere del lodi di questo guitto paranoide, filo-guidato, ti dovrebbe bastare...

Spero, Promitto et Iuro...sento puzza di incenso....

Daniele Passerini ha detto...

@...Who?
per fortuna che in Italia c'è tantissima gente armata che olia le canne...
è l'unico modo per farla finita, il solo modo per uscire da questo ideologismo che adesso ha mutato anche il suo retrovirus, contagiando altre messe di ipo-vedenti e minus habens

OSPITO TUTTI, MA NON I FOLLI CHE INCITANO ALLA VIOLENZA. SE ENTRI QUI CON QUESTO TONO E QUESTI CONTENUTI NON SEI IN ALCUN MODO UNA PERSONA GRADITA.
O meglio, sei esattamente il tipo di persona a cui mi rivolgevo nel post quando ho scritto:
Ognuno si guardi nella propria coscienza: se scopre dentro di sé una voce, anche piccola, sussurrargli che in fondo, magari in determinate circostanze, potrebbe uccidere e uccidersi come ha fatto Andrea, non scarichi le colpe sulla società, non cerchi giustificazioni "esterne". Inizi immediatamente un percorso per curare la propria anima; che sia psicoterapeutico, spirituale, filosofico, religioso ecc. cambia poco, quel che conta è che comprenda che il problema è in lui prima che attorno a lui: il mondo è semplicemente lo specchio di chi ci abita.

... Who? ha detto...

non mi interessa affatto essere "gradita" a te...io dico quello che penso e non quello che mi può servire a creare un alone di "santità" intorno al mio capo...

questa è la realtà: l'uomo non è violento fino a quando non trova chi gli impone, lo costringe, lo forza a rinunciare alla propria lebertà e a quello che considera un proprio diritto...beh, sta accadendo esattamente adesso...e anche se gli darete nomi altisonanti del cacchio, come "decrescita felice", si tratterà di rinunce dolorose, sogni infranti, gioie mancate, tristezza dell'anima e della mente...

qualcuno pagherà, è nelle cose...

me ne frego di essere "gradita", caro Daniele Passerini
io APRO GLI OCCHI E DETESTO CHI SI MASTURBA MENTALMENTE

... Who? ha detto...

INTELLETTUALISMI INUTILI

non si mangiano e non ci si fa il brodo....

Fausto ha detto...

>io APRO GLI OCCHI E DETESTO CHI SI MASTURBA MENTALMENTE
Non oso pensare allora quanto detesti chi lo fa manualmente! Io ogni tanto, confesso che, purtroppo, mi capita. Come cantava il grande Lucio: "... è partita la mia mano ...."

P.S. in qui frangenti gli occhi li chiudo :)

... Who? ha detto...

molto meglio, Fausto, molto meglio!
si fanno meno danni, ci si sente meno soli e alle brutte ci si becca una fastidiosa congiuntivite con diminuzione del visus....

L'onanismo mentale invece è un mero esercizio di stile, buono per gli intellettuali seduti nella loro poltroncina comoda e lontani le mille miglia dagli umori VERI della gente che soffre e si dispera

Buone per un blog....

... Who? ha detto...

se "illuminazione" vuol dire fottersene di come vive la gente intorno a te, mi sa che siamo proprio a CARO AMICO!

... Who? ha detto...

Leggo sempre più spesso di psicologi e psichiatri che vanno allargando il range delle cosiddette malattie da curare...

provi gelosia? devi curarti....
provi rabbia? devi curarti....
vuoi troppo bene ai tuoi figli? te li levo e poi tu devi curarti....
ti lavi troppo spesso le mani? devi curarti....

una bella società di automi idioti e atarassici, bravini ed ubbidienti, solerti pagatori di tasse e balzelli ed inneggianti verso coloro che li vogliono ancora più "uguali e socialmente inerti"

ora abbiamo trovato anche la via scientifica per arrivare all'obiettivo...
la psichiatria!...come non averci pensato prima?
un bel TSO per tutti coloro che provano sentimenti umani...eddai!

vengono dalla corteccia cerebrale?...Che sia mai detto!!
Vanno immediatamente eradicati sul nascere....
Qualcuno volò sul nido del cuculo?

Daniele Passerini ha detto...

@...Who?
non mi interessa affatto essere "gradita" a te...io dico quello che penso e non quello che mi può servire a creare un alone di "santità" intorno al mio capo...
Se non fosse per l'incitazione alla violenza, saresti pure divertente oggi. Ho un blog proprio per potere dire quello che penso, che sia gradito o a te o a chicchessia non me n'è mai fregato niente e dimostri di avere la memoria cortissima se dici di pensare il contrario.
Se tu vuoi incitare alla violenza fallo dove ti pare, il web è grande, ma non pretendere di farlo qui.

io APRO GLI OCCHI E DETESTO CHI SI MASTURBA MENTALMENTE
Per me chi si masturba mentalmente è chi scrive commenti a raffica del tenore dei tuoi.

L'onanismo mentale invece è un mero esercizio di stile, buono per gli intellettuali seduti nella loro poltroncina comoda e lontani le mille miglia dagli umori VERI della gente che soffre e si dispera
Direi che ti sei fatta il ritratto da sola.

Ho un grande rammarico, quello di avere pensato che dentro la tua vemenza ci fosse un po' di saggezza, che fossi come il maestro zen che da bastonate agli allievi, senza rabbia, solo per spiazzarli... ma del maestro zen tu mostri di avere solo il bastone.
E francamente, dopo esserti vantata tante di quelle volte, di essere una persona che pratichi meditazione, comportandoti in questo modo potresti far pensare a chi alla meditazione non si è mai accostato che gli effetti possano essere quelli che manifesti. Ne approfitto per sottolineare a tutti che la consapevolezza prodotta da una vera regolare pratica di meditazione e le tue parole sono agli antipodi.

Leggo sempre più spesso di psicologi e psichiatri che vanno allargando il range delle cosiddette malattie da curare...
Sull'eccesso del ricorso alla psicoterapia ti do anche ragione, infatti penso che una vera pratica di meditazione, fatta bene e sul serio, è persino meglio.

la psichiatria!...come non averci pensato prima?
un bel TSO per tutti coloro che provano sentimenti umani...eddai!

Ti rendi conto che stai commentando un post in cui si è parlato di TSO solo ed esclusivamente a proposito di una persona che ha ucciso due poracce prima e se stesso dopo?
Ma lo hai letto davvero o con la "lettura veloce" (solo l'inizio dei capoversi)?
Avevo scritto: "...un percorso per curare la propria anima; che sia psicoterapeutico, spirituale, filosofico, religioso ecc. cambia poco...". Come diavolo sei arrivata tu a parlare di psichiatria???

Concludendo, come io non sono gradito a te se esprimo le mie opinioni "non violente", tu non lo sei a me quando inciti alla violenza. In questo siamo perfettamente pari. La differenza è che io lo faccio nel mio blog.

N.B. Giustamente, dimenticavo che tu hai il porto d'armi, mentre io ho scelto di non impugnare un'arma per tutta la vita... sono SCELTE, appunto.

... Who? ha detto...

altra dose di intellettualismi onanistici...

giudichi gli altri non appena ne hai occasione, questo davvero non ha nulla a che fare con l'equilibrio zen di cui parli

metti etichette e ficchi dentro i tuoi ordinati classificatori
troppo abituato a strizzar cervelli, dev'essere
dei milioni di poliedri che compongono il comportamento umano, dell'Anima, della Ragione o dell'Istinto hai una visione abbastanza pressapochistica se ritieni che una bella curetta a base di lettino o di "OM" possano tirare fuori un'anima dalla disperazione e dalla volontà suicida o omicida, a seconda delle evenienze....
Conosci molto poco la forza della sofferenza e la potenza dell'istinto di sopravvivenza e del senso di giustizia divina....

Grande ingenuità la tua...e stavolta sono io a giudicarti

... Who? ha detto...

non lo fermi il diritto divino di esistere, sia costruttivo ed imperioso, che criminale e devastante

chiediti piuttosto chi e perchè stia infastidendo IL CANE CHE DORME...e forse ti avvicinerai alla Verità

sandro75k ha detto...

@Daniele22

ho l'impressione che debba aiutarti ad arrrivare a 2222.....

indopama ha detto...

""" "Se entriamo in parlamento", dice Grillo, "butteremo giù il vecchio sistema, non perché ci piace farlo, ma perché il sistema è marcio." La paura dei critici e la speranza dei suoi fan è che se arriva al governo il suo partito si potrebbe rompere il sistema Euro.

Ma essere contro tutto, dice Mike Whitney su Counterpunch, non è una piattaforma: Per governare, si ha bisogno di idee e di una strategia per applicarle. La squadra di Grillo non ha né idee, né strategia. Hanno spiegato meglio le cose che non vogliono che quelle che vogliono. Va bene voler "buttare fuori i mascalzoni", ma questo non trova lavoro alla gente, non stimola la crescita o non mette fine alla crisi. Senza un piano coerente per governare, il M5S potrebbe finire nel secchio della mondezza, insieme ai Tea Party, i loro precursori di destra. """

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=11587

mi sa che questa e' una descrizione abbastanza esatta. ho dato un'occhiata al blog di Grillo e li' tutto procede come se le elezioni non fossero MAI avvenute, le solite urla contro tutti.
c'e' anche qualcuno che dice che adesso si deve far qualcosa ma la maggior parte e' ancora lo stesso branco di ignorantelli che pensa di essere al bar sport.

quindi?
la situazione si fa confusa, uno che ne sa diceva che Grillo lo hanno appoggiato gli usa (ed ha dietro la massoneria) per rendere ingovernabile il paese, ci ha preso? mi sembra di si.....

l'italia sta facendo da cavia a qualcosa di nuovo ma non nel senso che pensa la gente, e' un nuovo che fa sempre parte del piano per farvi vomitare (giustamente) il materialismo. e' la fine del ciclo, il prossimo sara' diverso e allora si che sara' veramente nuovo.

... Who? ha detto...

non vedo perchè dovrei pagare lo stesso fio degli idioti.....

... Who? ha detto...

c'è qualche bonus per chi lo sostiene da tre anni che Grillo è una pedina comica del sistema a noi ben conosciuto?
C'è una quota di calci in cu@o che mi spetta?

mi vorrei sfogare....

sandro75k ha detto...

@Indipoma
"quindi"???

Quindi come paventavo a poche ore dalle elezioni ci sarà una scissione all'interno del Mov 5 stelle...

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
robi ha detto...

datti una calmata
conta fino a cento
respira
e dopo raccontaci i tuoi punti di vista (sempre interessanti)senza l orgoglio di sapere tutto

grazie

robi ha detto...

pardon
ad indopama il precedente intervento

AC/DC ha detto...

@...who?
E' molto pericoloso giustificare la violenza, si finisce per diventare moralmente corresponsabili di bruttissime vicende come quella oggetto di questo post.

Vogliamo tornare al terrorismo degli anni 70?? io mi auguro proprio di no, mi auguro che il nostro popolo, benchè ancora visibilmente immatuto, abbia imparato almeno questa lezione.

... Who? ha detto...

non ti servirà metterti su un piedistallo a fare la morale e a ricordare gli errori del passato...

homo homini lupus

... Who? ha detto...

Il terrorismo anni '70 è stato strumento di potere, artifizio per creare disordine, la miglior coltura per il predominio, reprimi, comprimi, crea il terrore e avrai la meglio sui popoli....altrimenti è molto, ma molto difficile

ora non useranno più quell'arma...hanno altro
hanno la delinquenza organizzata adesso, orde di slavi, rumeni e nord africani fatti entrare nonostante fedine penali spaventose, negli anni, per decenni, senza controllo... che da qualche tempo arruolano italiani come bassa manovalanza (leggi la dichiarazione del prefetto di Vigevano di due giorni fa)
siamo diventati colonia anche del crimine, sul nostro stesso territorio.....siamo schiavi di delinquenti, oltre che della finanza internazionale...quando si arriva a questo, si è al capolinea, caro mio

Quanto pensi che duri?
sai cosa succede quando imprimi una pressione troppo forte ad un liquido?
Prova a drizzare le orecchie e ad ascoltare con attenzione le parole della gente, i pensieri, la rabbia.....se non lo fai, sei fuori contesto

... Who? ha detto...

http://video.repubblica.it/edizione/milano/procuratore-di-vigevano-gli-italiani-non-eccellono-piu-neanche-nel-crimine/121586/120073

schiavi, anche del crimine

AC/DC ha detto...

@Who
So benissimo che c'è sconforto e disillusione tra la gente, ma non è certo incanalando tutti questi questi sentimenti nel sentimento più animale della rabbia che si può sperare di risolvere i problemi.

Ognuno nel suo piccolo ha le sue responsabilità, la negazione delle responsabilità personali è l'anticamenra del caos.

... Who? ha detto...

tutto, ma proprio tutto sta concorrendo alla creazione del caos...non so se percepisci questo distintamente come accade a me
La creazione del caos è esattamente quello che sta avvenendo sotto i tuoi occhi

il caos è strumento, vecchio come il Mondo
non servirà a nulla far finta che non sia così...meglio prenderne subito atto e assumere le contromisure del caso

... Who? ha detto...

Ordo ab Chao

AC/DC ha detto...

@Who
si ma il caos ce lo stiamo creando da soli, chi più chi meno.

Una parte di noi ha certamente responsabilità molto maggiori rispetto ad altri ma fidati che la responsabilità collettiva rimane comunque quella che fa la differenza.

La soluzione migliore rimane una progressiva presa di coscienza che porti a cambiamenti graduali, magari un pò lenti ma molto più metabolizzabili.

indopama ha detto...

e' esatto, il caos ve lo state creando da soli e lo avete costruito quando avete deciso di perdervi dietro le cazzate.
cosi' facendo avete perso il treno della conoscenza minima di base e adesso senza di quella non si va da nessuna parte.

ad oggi l'80% della gente non sa niente di niente di reale, sono pero' esperti in gossip e cazzate varie... :-)

SI E' PERSO IL TRENO DELLA CONOSCENZA e per riprenderlo bisogna aspettare un paio di generazioni. niente si puo' risolvere a breve, e' solo illusione di chi e' abituato a vivere in un mondo virtuale.

indopama ha detto...

la massa (non voi che leggete, voi siete un'eccezione) ha i neuroni fusi col tubo catodico e da li' dentro non si staccano piu'.
non esiste una cura che non sia attraverso un ricambio delle persone, muore il vecchio e nasce il giovane ed e' un ricambio lento.
nessun politico nemmeno un genio puo' guidare un branco di idioti semplicemente perche' gli idioti non lo capiscono, loro arrivano fino ad un certo punto e piu' in la' di li' non ci possono andare.
per fare qualcosa di nuovo occorre aspettare che muoiano gli idioti e nascano dei piu intelligenti.

DF ha detto...

L'incitamento alla violenza è un boomerang ... se l'interlocutore bastona, allora bastono anche (o anzi prima) io. E' questo che si vuole? Ma ha senso parlare con gente così? ... miss152 è malata ottenebrata dalle sue paranoie ... c'è solo da aspettare che agisca coerentemente ... ma forse è buona solo a (stra)parlare.

A D22 ... scusa, ma non era vivace e intelligente? Ora non preferirai mica quell'odioso scientista di Tia ...
Guarda che non è una critica, considero la capacità di cambiare idea una grossa dote ... abbinata però all'imparare dai propri sbagli, sennò troppo comodo.

indopama ha detto...

il caos non esiste di per se', esiste in relazione con la conoscenza delle persone. per un'idiota e' il caos mentre per uno intelligente no. questo il concetto.
c'e' chi ha ben chiaro cosa sta succedendo ma e' una minoranza, la maggioranza non ne ha idea e non ce l'ha perche' ad un certo punto ha deciso di diventare UNO con la TV. e' avvenuto il miracolo della fusione fredda neuroni-tubo catodico. ed una volta fusi non si ritorna piu' indietro, l'entropia non perdona.

indopama ha detto...

"" Così per Casaleggio, da tutti definito «il guro di Grillo». Sarà anche un gurdjefiano, un adoratore di Gaia, ma da evidenti segni sono in grado di rivelarvi che è, soprattutto e prima di tutto, ciò che a Genova chiamano una belìna. Ossia un alto grado, un 33, della antichissima setta italica, del tutto autoctona, chiamata «Belinismo»: nome derivato da Belenos, divinità arcaica protoceltica della procreazione adorata dagli antichi liguri. ""

http://www.beyul.org/index.php/menusx-potere/menusx-dietrolequinte/205-tutto-il-potere-ai-belinoni

... Who? ha detto...

questo posto pullula di imbecilli...
DF è uno tra questi...

... Who? ha detto...

del resto, questo è un intero paese di minus habens, convinti di detenere il Verbo...
Altre che Festa della Donna....bisognerebbe legare le tube a donne che procreano in tale modo

DF ha detto...

peccato non l'abbia fatto tua mamma ... :) :) :)
ma pazienza, c'è spazio anche per te, per fortuna posso evitarti ...

Sorry Daniele ... :(

... Who? ha detto...

bravo...e fallo con estrema accuratezza, mi raccomando..
sciò!

Daniele Passerini ha detto...

@DF
A D22 ... scusa, ma non era vivace e intelligente?
A me pare cambiata, e parecchio... è curioso notare l'evoluzione (anzi involuzione) che hanno avuto in un paio d'anni qui nel blog sia lei (che ha perfino sostituito al suo vero nome di battesimo un nick di battaglia) sia indopama: entrambi sono passati da un approccio - diciamo - spirituale, umanista, yin ad uno che a mio avviso di spirituale ha ben poco e suona elitario, intollerante e parecchio yang.
L'incitazione alla violenza è quanto di più lontano possa esserci dalla consapevolezza, su questo non c'è proprio nulla di cui discutere.
Valeria dirà che giudico, io invece questo lo chiamo osservare... questione di punti di vista.
Ciò detto... ma ti pare che devo stare a rispondere ai commenti proprio ora che sono qui dal dentista con mia figlia sotto al trapano!? ;)
P.S. DF sta per Dipartimento di Fisica?

DF ha detto...

DF sono 2 lettere a caso vicine sulla tastiera ... mi piacerebbe avere una capa tanta da lavorare al Dipartimento di Fisica ... invece sono un impiegatuccio qualunque che sa di non sapere (cosa che è già un passo avanti rispetto a molti) ... ma che nei propri limiti ci prova.
So che l'anonimato non ti piace, ma visto i commenti che leggo qui preferisco così ... sono le opzioni del web e tu se vuoi hai le contromisure.

Riguardo alla Gentil(i) "Signora", per me è sempre lei, la violenza (verbale) è quella ...
Semplicemente certa gente un po' alla volta si mostra per quello che è ...

ps: solidarietà a tua figlia ... il dentista per me è un terrore atavico, irrazionale ...

indopama ha detto...

secondo me Valeria piu' che violenta e' stufa e devo dire che esprime una opzione per il futuro.
violenza, bene/male, buono/cattivo sono sempre soggettivi e cambiano a seconda dellla conoscenza del soggetto.
soggetti ad un livello elevato non hanno nemmeno piu' il senso della morte poiche' sanno che anch'essa e' illusione. esiste solo l'uscita dal gioco in un modo o nell'altro e cmq ad un certo punto bisogna uscirne, non si sta qui in eterno. mentre eterno e' l'essere.
Valeria e' sincera ed e' difficile esserlo soprattutto con se' stessi. gli altri sono sinceri?
la sincerita' e' una condizione necessaria per crescere di livello, quello che si dice non e' importante, l'importante e' dire quello che ci si sente di dire, essere cioe' se' stessi. questo e' un gioco e nemmeno tanto serio dove nessuno muore veramente, muore solo il corpo nel gioco ma noi NON siamo il nostro corpo, e' illusione e lo scopo del gioco e' proprio avere consapevolezza di questo, tutto il resto e' indifferente. che uno faccia la guerra, che uccida o che salvi gli altri non serve a niente, serve solo che esprima quello che si sente di fare. IN QUESTO STA IL DIFFICILE poiche' occorre lasciare da parte tutti i pregiudizi e solo pochissimi riescono a farlo, si chiamano illuminati (che non sono quelli di cui tanto si parla).
questa realta' e' una playstation avanzata, dove il giocatore si e' immedesimato con uno dei giocatori dentro lo schermo, tannto l'illusione dei sensi e' perfetta.
quindi la soluzione finale non sta nel gioco, non esiste proprio una soluzione nel gioco, l'unica soluzione e' l'illuminazione, la riscoperta dell'io che e' tutta un'altra cosa di quello che comunemente la gente pensa. praticamente il pensiero comune e' tutto sbagliato, il 100% errato. ci vuole molto coraggio per lasciarlo da parte e partire alla scoperta del nuovo e non importa come uno lo fa, l'importante e' farlo.
chi non ci riesce riparte con un altro ciclo fino a che non ci arriva.
Grillo, la ff e tutto il resto servono per portarvi allo sfinimento, per arrivare al punto di dire non ci capisco piu' niente e li' sara' piu' facile lasciar perdere tutto perche' fino a che qualcosa gira nel verso previsto si ha la tendenza a trattenerlo, a proseguire in quel modo. occorre che vada tutto allo scatafascio per ripartire o per lo meno e' piu' facile farlo. quello che sta succedendo ha un senso, il vedere che una cosa e' molto diversa da come la si pensava pure, tutto ha un senso, il difficile e' comprenderlo, soprattutto quando dentro di noi e' attivo il filtro della PAURA.
la paura e' il limite maggiore, quella che ci tiene in gabbia. il nuovo fa paura, il vecchio no. quindi adesso e' ora che facci apaura anche il vecchio in modo da lasciarlo andare, quando il vecchio non funzionera' piu' sara' piu' facile fidarsi del nuovo ed il nuovo e' sempre e solo una sensazione perche' ancora non esiste.
ci si fidera' quindi di se' stessi e si imparera' la relazione tra le proprie sensazioni e la creazione futura della realta'. siamo potenti ma non lo sappiamo, tutto avviene come lo vogliamo ma quando teniamo il filtro della paura allora la creazioen sara' conseguente, atta a sperimentare la paura, quindi problemi.

indopama ha detto...

sono cambiato? si, devo essere continuamente me stesso e se il me stesso vuole cambiare modo di giocare col giocatore dentro il gioco allora lo devo fare. lo devo fare per quello che so io, poi magari mi sbaglio ma non mi sembra... :-)
in realta' non sono cambiato, prima ero me stesso e adesso sono ancora me stesso, il difficile e' sentirlo, per chi non e' abituato a farlo ma e' invece abituato a vedere solo dentro i 5 sensi. c'e' altro oltre i 5 sensi e quell'altro e' molto piu' potente, e' quello che decide la creazione dei 5 sensi. pero' qui sto parlando da solo perche' non sono cose che tutti sono pronti a ricevere adesso... ognuno ha i propri tempi, non esiste una competizione con gli altri ma solo verso se' stessi, si arriva qui da soli e si va via da soli, la compagnia fa anch'essa parte dell'illusione, i legami sono fittizi, esistono dentro il gioco ma non dentro il giocatore che e' consapevole di essere fuori dal gioco. quello gioca come gli pare, come gli viene, come si sente. non si preoccupa del risultato, una creazione vale l'altra (ogni notte saltate dentro una creazione diversa senza esserne consapevoli ma e' come questa, fatta di puro pensiero) l'importante e' che riesca a fare OGNI ISTANTE quello che gli pare ed e' una cosa difficilissima. deve riuscire ad avere totale fiducia di se', di quello che sente.
questo e' il traguardo, non Grillo, non la ff, non la famiglia. il resto fa parte del gioco, sono strumenti per arrivare al traguardo finale. buona fortuna :-)

DF ha detto...

Indopama, da parecchio avevo smesso di leggerti ... stavolta ho fatto un'eccezione ... perchè non dare un'altra opportunita (a te o a me)... ma ho sbagliato, tempo perso.
Certamente sarò io che non capisco, ma sono distantissimo da frasi come
"...che uno faccia la guerra, che uccida o che salvi gli altri non serve a niente, serve solo che esprima quello che si sente di fare..."
Potrei dire molte cose, ma temo sia inutile. Tornerò a saltare i tuoi commenti ... d'altronde è 'quello che mi sento di fare' :) :)

indopama ha detto...

DF,
bravo, adesso non e' tempo di leggermi, l'importante per te e' fare quello che ti pare fregandotene del giudizio degli altri altrimenti sei sotto scacco della tua paura del giudizio degli altri.
la morte e' illusione, adesso lo so ma prima quando ancora non lo sapevo la pensavo esattamente come te. la stessa cosa, la morte, per me e' completamente cambiata.
le cose non sono come sono ma come pensiamo che siano. :-) la conoscenza fa la differenza, per avere conoscenza occorre fare l'esperienza. sapere senza esperienza non vale niente, rimane una possibilita', vera o falsa la si impara quando la si prova.

Silvio Caggia ha detto...

@indopama
E p.c. @valeria
Ma se grillo e' per te e' una illusione creata dagli illuminati per portarci allo sfinimento e quindi farci diventare tutti illuminati, perche' gli remi contro? Non mi sembri molto coerente... Tu e valeria portate stranamente avanti un continuo gossip su di lui che fa pensare che quanto predicate siano tutte cazzate... Come mai?
A me sembra, storicamente, che ogni qualvolta grillo e ff facciano dei passi avanti ve ne uscite voi con delle distrazioni... Il che fa pensare male, molto male... :-)
In ogni caso voi potete credere di vivere in una playstation ma vi impongo la regola di mirare solo a quelli come te che hanno deciso di credere di vivere in una playstation, ti faccio espresso divieto di puntare il mirino verso quelli, come me, che credono di giocare dentro un altro gioco che si chiama vita. Vi richiedo una formale presa di conoscenza di quanto vi ho vietato. L'autorita' per chiedervelo me la da il mio gioco. Grazie

P.s. Toglietemi una curiosita', ma voi due vi riconoscete nella filosofia dell'altro o vi sentite in due giochi diversi? Nel secondo caso pagherei un biglietto per sentirvi discutere dei vostri rispettivi giochi...

indopama ha detto...

un'altra cosa che adesso ho di diverso da prima e' la relazione con gli altri, prima mi premeva la risposta, mi preoccupavo del fatto che l'interlocutore mi accettasse o meno, insomma mi preoccupavo del giudizio degli altri.
ora, avendo conoscenze diverse, non mi preoccupo piu' di queste cose per cui una reazione vale l'altra ma mi preoccupo solo di capire cosa provo io nel momento in cui leggo o ascolto una risposta (come anche un'azione).
l'interesse e' passato dall'oggetto (gli altri) al soggetto (io), ogni cosa che faccio mi rimbalza indietro, la creazione e' uno specchio, quindi cosa provo nel momento adesso e' quello che ho dato prima, se ne sono consapevole devo accorgermi di questa cosa altrimenti sono ancora poco avanzato.
e' un punto di vista diverso di vedere una relazione data da un'esperienza diversa, tutto cambia, tutto evolve, anche l'io.
si acquisisce una padronanza del se' che non e' giudicabile dagli altri ma solo dal se'. solo io posso sapere se stavo facendo quello che volevo veramente fare. se si ho raggiunto un traguardo, se no devo ancora camminare.
cosa faccio non e' importante, come lo faccio e' fondamentale.
quindi anche organizzare una guerra (chiaramente dentro il gioco, in vero nessuno muore, questa e' una matrix, illusione) se e' il cuore che lo vuole fare va fatto ed al meglio. il resto e' da scoprire ricordando che bene/male sono sempre e solo soggettivi e non esistono mai come regola dentro l'esperienza. la vita e', bella o brutta dipende solo dal soggetto, cioe' da me. ma soprattutto, per me io sono bello? mi piaccio? sono come vorrei essere? le risposte degli altri non esistono, esiste solo la mia e credo proprio valga lo stesso per ognuno. anzi, e;' proprio cosi'... :-)

indopama ha detto...

Sivlio,
hahahaha ... io ho solo il controllo della mia creazione, la tua e' nelle tue mani ed ognuno ci gioca come meglio crede. siamo liberi di farlo.
io gioco parlando di queste cose, il perche' non lo so, e' semplicemente quello che mi sento di fare. i perche' non sono a noi accessibili, occorre avere fiducia, qualcuno la chiama fede... la mia strada e' piu' scientifica quindi preferisco chiamarla fiducia.
cmq non e' che e' tutto finto, e' tutto vero, solo che non e' fatto come comunemente si crede.
la realta' e' pensiero ma non e' finta, e' vera, quando la chiamo illusione intendo che non sottende alle regole che si pensa, non sono per esempio le leggi della fisica a formarla bensi' esse sono formate dalla Mente appposta per creare la realta' (pensiero) in questo modo ma si possono violare, si possono fare cose inimmaginabili per chi e' arrivato a comprendere le LEGGI a fondo. una persona normale controlla il proprio corpo, un illuminato controlla anche il resto delle cose, tanto piu' quanto il suo sapere e' evoluto poiche' e' tutto dentro di lui, anche tu se stacchi il tuo pensiero ti sparisce tutta la realta' e capisci che e' tutta una tua creazione (a quel punto e' fatica capire chi sei veramente ma questa diventa fantascienza). e' fatta cosi' e io non posso farci niente, al massimo posso solo illudermi che sia diversa, come facevo prima, come fa la massa, come fai giustamente (per me) tu.
e adesso che non mi sento piu' di scrivere smetto...


Silvio Caggia ha detto...

@indopama
(Personale)

http://it.m.wikipedia.org/wiki/Disturbo_antisociale_di_personalit%C3%A0

... Who? ha detto...

Indopama
si respira paura in ogni dove in questi ultimi post, te ne accorgi?
le loro dita sono mosse dalla paura di leggere che esistono pensieri coerenti con l'azione e la parola. Pensieri che cozzano con i loro e che gli spiattellano in faccia un paesaggio che temono come la peste, perchè non saprebbero come affrontarlo
li terrorizza constatare che possa esistere qualcuno che delinea una lettura cruda e priva di mascheramenti e camuffamenti, buoni per mettere a tacere i loro più reconditi timori...che ne sarebbe delle loro tranquille vite? cosa di quello che hanno conquistato a prezzo di tanti sacrifici? come si difenderebbero? che farebbero?...

e allora tirano fuori le offese, ti definiscono un disturbato mentale...vedi che ti linkano pure le paginette di wikipedia per dirti di cosa soffriamo?
Sono anche altruisti, no?

Non è che provano ad interrogarsi su chi sono e sul perchè sentano quel fremito interno tanto fastidioso quando ci leggono.
Noo! Che scherzi?....gli strani sono gli altri
Gli altri sono quelli che sono "regrediti" ad uno stadio "primordiale" lontano dall'illuminazione...

Siamo circondati da Bodhisattva in ogni dove e non ce ne eravamo nemmeno accorti...Incredibile!
Primo insegnamento: "Non hai bisogno di maestri, il tuo maestro unico è il tuo Sè interiore"

Provate a cercarlo, da qualche parte anche il vostro si dev'essere ficcato...magari ha paura anche lui....

... Who? ha detto...

La sola cosa consolante di tutto questo è che esiste un solo tunnel sulla via, non esistono scorciatoie
Da lì si dovrà passare, tutti, senza esclusione
La lezione sarà la stessa per tutti: più dura, anzi, durissima e a tratti insopportabile per i refrattari ed i saccenti, più amorevole e piena di significati nuovi da comprendere per chi saprà accoglierla...

Sarà quello il vero momento da osservare, Daniele

indopama ha detto...

ahahaha
Valeria, non mi interessa il giudizio degli altri ma solo quello che provo io nel momento in cui mi relaziono (in questo caso con la lettura).
leggendo Sillvio ho sorriso e mi viene da scrivere questa cosa:
c'e' lo scrivente e c'e' il messaggio, cosa mi importa affrontare dipende sempre e solo da me. :-)
certo che c'e' la paura, c'e' per tutti, tranne che per pochissimi e non e' nemmeno tanto male averla, rende frizzante la vita. troppa pero' fa schifo per cui ogni tanto e' anche bello mandarla a fanculo, come ci provano i grillini. non e' facile ma si puo'.
le strade sono personali, non esistono regole qui dentro valide per tutti, ognuno e' unico, incluso il sociopatico. :-D
(che oltretutto vive 10.000 km lontano dall'italia quindi non gliene frega un tubo della situazione in se' mentre e' interessato di piu' ai soggetti, quelli sopra il gioco, li' dove si e' tutti amici).

Silvio Caggia ha detto...

@indopama
@valeria
E' interessante vedere come partendo dagli stessi punti si possa arrivare a conclusioni diametralmente opposte...
Evidentemente le conclusioni non derivano dai punti iniziali ma dalle scelte diverse che facciamo.

... Who? ha detto...

preferivi che arrivassimo nello studio di uno psichiatra?

... Who? ha detto...

inserisci patologie inserite nel DSM-IV come fossero sacre scritture
Lo sai che lì dentro sei facilmente reperibile anche tu?
forse lo siamo tutti?

da uno che parla con enfasi di medicina germanica non me lo sarei mai aspettato...sei in grave contraddizione anche te

io quel disturbo lo chiamo ANARCHIA, lo chiamavano così anche i Greci antichi e non gli affibbiavano il significato distorto che la civiltà contemporanea ha forgiato per esso

Prova a cercare e vedrai che capirai

... Who? ha detto...

c'è una sola cosa che salta agli occhi: il grano si sta dividendo dalla pula con evidente precisione.....
e per far cadere la buccia improduttiva a terra, serve un grande scrollamento di setacci....tenetevi forte

Silvio Caggia ha detto...

@valeria
Non posso pretendere che indopama conosca la NMG, se la conoscesse arriverebbe a diverse conclusioni. A te consiglio infatti il seguito del libro che ti avevo inviato :-)

L'anarchia e' una bella idea ma ha il difetto di richiedere che la condividano tutti per essere messa in pratica, al crescere del numero di individui in una struttura diventa impraticabile.
Sarei curioso di sentire l'opinione di indopama sull'anarchia... :-)

... Who? ha detto...

ancora errori di interpretazione dovuti a troppa sicurezza
chi è in contraddizione sei tu, perchè mi inviti a leggere il libro che mi hai mandato se ti appigli al DSM per trovare delle caselle dove collocarci?
Forse dovresti riprendere in mano il testo proprio tu...

L'Anarchia è applicabile da ognuno di noi...l'ìllusione che serva unanimità te la regalo, non mi serve

indopama ha detto...

Silvio,
la ngm la conosco molto bene, ho letto tutto il tomo anni fa ed e' proprio cosi' siamo il risultato dei nostri pensieri o meglio delle nostre emozioni. l'emozione che manteniamo costruisce la realta' ma non ne siamo consapevoli. il conflitto e' uno stato d'animo mantenuto a lungo il quale genera la conseguente realta', questo avviene sia nel corpo che manovri come in tutto il resto e se uno ci fa caso se ne accorge. la malattia e' un segnale che la Vita ci manda, sta a noi capirne il significato. niente e' per caso, ogni causa procede un effetto. la ngm, se vista dal punto di vista di "tutto e' mente, l'universo e' mentale", ti spiega come si costruisce la vita. occorre pero' lasciar perdere la biologia perche' e' illusione.

Silvio Caggia ha detto...

@valeria
Ti ho consigliato il seguito, non quello che hai, il libro successivo scritto dallo stesso autore, e' dedicato alle costellazioni ovvero alle cosiddette "malattie mentali". Io ho linkato a indopama una voce di wikipedia, tu vedici quello che credi, e' una tua scelta :-)

Silvio Caggia ha detto...

@indopama
Ben lieto che tu abbia letto il "testamento", mi sa che e' rimasto solo piu' pagnini a leggerlo... :-)
Riguardo pero' la tua chiosa che la biologia e' un'illusione ti rispondo citando me stesso a ottobre dell'anno scorso:
http://22passi.blogspot.com/2012/10/sciamanesimo-e-guarigione-dellanima.html?showComment=1349513383749&m=1#c1780176898147175792

Daniele Passerini ha detto...

@...Who?
Ogni tuo commento è un giudizio, ma chiunque ti dica qualcosa - a dire tuo - ti giudica... rinfacci a tutte le persone che "sanno di non sapere" di sentirsi degli "illuminati" quando sei proprio tu a sentenziare a raffica e a sapere sempre tutto... ti credevo un altro tipo di persona e tornassi indietro col cavolo che prenderei più le tue difese come ho fatto tante tante volte in passato. Ribadisco: sei libera di venire qui a sproloquiare quanto ti pare, se questo ti fa star bene - 22passi è un blog aperto - ma non pretendere che apprezzi o gradisca le tue intemperanze qui dentro. Saluti

@indopama
A leggerti si direbbe che credi che nessuno qui dentro capisca di cosa parli quando parli... nel mio piccolo un cammino l'ho fatto anche io, di meditazione e yoga ne ho fatto tanto e mi sono interessato parecchio di esoterismo... MA so di non essere un "illuminato" - ho solo delle conoscenze, segrete e importanti quanto ti pare, ma solo delle conoscenze - e non conto di "illuminarmi" in questa vita. Diciamo che anche se penso che sia difficile che ci arriverò continuo a camminare verso la direzione che sento giusta per me e se non sarà in questa sarà in qualche altra vita... tu invece (un po' come Valeria, ma in modo meno violento... apparentemente) parli come uno che si sente già "illuminato" e dunque "superiore" a tutti quelli che tali non sono... benissimo, sono contento per te, ma non mi è chiaro cosa stai a fare qui dentro allora... osservo soprattutto il bisogno di soddisfare il tuo Ego. Sbaglierò ovviamente, di cantonate ne ho già prese tante nella mia vita, e questa non sarà certo l'ultima... ma anche io, come te, devo fare ciò che sento giusto per la mia anima. Buona giornata

... Who? ha detto...

Veramente, oltre a tue deboli e non richieste difese in passato (so difendermi benissimo da sola e non ho mai chiesto rinforzi) ho inanellato reprimende gratuite da maestro bacchettatore d'altri tempi...ridicole, molto spesso

Ti ergi a censore dei pensieri altrui ogni volta che ne hai la più piccola occasione: è quasi un vizio, il tuo
Ma non te ne accorgi nemmeno, a quanto pare

Se la tua aspirazione è quella di far scrivere solo le le persone che sono "assonanti" con il tuo pensiero, è giusto che tu raggiunga prestissimo il numero 2222 come tanto anelato e che passi su una nuova piattaforma che ti consenta di inserire i commenti indesiderati nella blacklist: ne guadagnerai certamente in equilibrio zen

La mia forma assertiva di esprimere il mio pensiero non è oggetto di trattativa: chi vuole mi legga, gli altri facciano cosa credano.
Non sono previste sanzioni pecuniarie

Saluti cari, Daniele

... Who? ha detto...

Sul valore e sui risultati della meditazione non sei tu quello in grado di dare risultati oggettivi
parlammo del valore della Rabbia, forse due anni fa, proprio sul "tuo" blog (lo preciso perchè vedo che ci tieni molto a sottolineare la paternità digitale)
Bene, dovresti approfondire molto meglio l'argomento...
se chi ti ha tenuto i numerosi corsi ai quali hai presenziato ti ha detto che la rabbia va annullata e che la sua funzione è deleteria, beh...ti sei rivolto ai maestri sbagliati.
La Rabbia è fondamentale per la comprensione di sè, guai a reprimerla e a colorarla con aiuole e fiorellini odorosi, per far finta di essere "superiori e indenni"

quello è un gioco di ruolo, non un vero percorso di conoscenza

Daniele Passerini ha detto...

@...Who?
Bella scoperta dell'acqua calda... ma la rabbia va incanalata ed elaborata, non agita per "scaricarti la pressione" tout court. Su questo ho visto parecchia confusione specie nei discepoli di Osho che hanno frainteso parecchio quello che gli è stato insegnato.
Essere sé stessi non è fare o dire quel che ca**o ti pare o giustificare qualsivoglia tua azione: anche quella è una maschera che ti pensi?

piero41 ha detto...

@Indopama

"io ho solo il controllo della mia creazione, la tua e' nelle tue mani ed ognuno ci gioca come meglio crede. siamo liberi di farlo. io gioco parlando di queste cose, il perche' non lo so, e' semplicemente quello che mi sento di fare. i perche' non sono a noi accessibili, occorre avere fiducia, qualcuno la chiama fede"..

Sono parole queste ed altre sopra che esprimono creazioni, realtà e le ho gia lette ed ascoltate sia da libri, da adulti sia da ragazzi che vivevano in “altre” bellissime tragiche per loro realtà.. niente in fondo di eccezionale..
Ma tu quando dici < ho il controllo della mia creazione> ….…. sei veramente sicuro di questa libertà?? In fondo poi dici <. io gioco parlando di queste cose, il perche' non lo so,>….. ….< mi sento di fare. i perche' non sono a noi accessibili,> < fede.>….mi sembra tu sia in contraddizione: c’è veramente e sempre una tua LIBERTA’ personale o il tuo pensiero è semplicemente attratto, deformato da altre frequenze di pensiero umano che si aggregano si agglomerano in enti ben più potenti che “schiavizzano” il pensiero dei singoli specie se non riconoscono la loro esistenza-presenza??
Perché ora VIVI tanto su questa realtà dei pensieri di 22passi…. Perché HAI BISOGNO di mostrare a noi la tua realtà, il tuo saper affrontar organizzar vivere i tuoi pensieri… Non dovrebbe aver senso per te stare qua sopra a confronto,a che scopo? basterebbe pensare, scrivere e stampare per te le tue idee per evolvere ..procedere sulla TUA via. Invece cadi qua sei attratto-repulso dal pensiero “normale” di tutti o “divergente” di lei… Anche il nazismo, comunismo, l’imperialismo USA sono enti di pensiero nazionali che controllano il pensiero di enormi gruppi di individui in genere schiavizzandoli facendoli soffrire.. Ma ce ne sono tanti la ff. il PD… il M5S il Milan…Questo è solo l’inizio.. ora ci metto un link per convalidare sta mia cagata!!! :-)) Prova a comprare poi dimmi se ti va::

http://www.macrolibrarsi.it/autori/_vadim-zeland.php?pn=1734&adw_kyw=vadim%20zeland%20transurfing&gclid=CJ2Civ_i3rUCFYdd3godk2cANA

... Who? ha detto...

essere sè stessi vuol dire agire con coerenza rispetto al proprio sentire cosciente ed alla propria ragione

non si può sbagliare
quello di cui narri è frustrazione coercitiva del proprio sentire, che, come sai, ha SEMPRE una ragion d'essere, non giudicabile da alcuno...perchè eterna e decisa prima di te e di me (intesi fisicamente)

quindi....speculazioni inutili e inutili esercizi di buonismo applicato

... Who? ha detto...

parli di illuminazione come di "addomesticazione" di istinti e pensieri...
una sorta di allenamento al contenimento emotivo...
bah...molto diverso da come io lo conosco

non c'è nulla di meno aderente alla scoperta del Sè interiore che impedire al proprio intuito di esprimere ciò che sente, senza il filtro stupido della mente razionale....

Daniele Passerini ha detto...

@...Who?
Benissimo, come fai a essere sicura di essere in contatto col tuo Sé, quando dici di seguire l'intuito, e di non essere in contatto con qualcos'altro che usa te? Penso che ognuno di noi si sia fatto una "bussola" rispetto a questo... la tua qual è? Poi se vuoi ti dico la mia, stasera però, ora ho da fare. Ciao

Alessandro Pagnini ha detto...

"Benissimo, come fai a essere sicura di essere in contatto col tuo Sé, quando dici di seguire l'intuito, e di non essere in contatto con qualcos'altro che usa te? "

Bella domanda. Come si fa a sapere quando le nostre percezioni sono chiare e veritiere? Io mi ci scervello da un pezzo! :-(

@ Silvio
"mi sa che e' rimasto solo piu' pagnini a leggerlo... :-)"
Lo sai che ti faccio friggere apposta nell'attesa di documentarmi sulla NGM ;-)

indopama ha detto...

piero41,
"Perché HAI BISOGNO di mostrare a noi ..."

non lo so.
pero' per esempio perche'uno tiene tanto ai propri figli e non altrettanto alle altre persone? boh?!? certo una spiegazione c'e' e fa parte della scoperta. :-)

Silvio Caggia ha detto...

@valeria
"senza il filtro stupido della mente razionale"
Piu' si ha un intuito potente piu' serve una mente critica.
Altrimenti e' come guidare una ferrari senza freni... Fa meno strada di una cinquecento.
In effetti ti vedo proprio cosi', una rossa ferrari senza freni... E non e' che li hai consumati, hai proprio deciso di smontarli!
Ma come diceva un vecchio spot: la potenza e' nulla senza controllo. :-)

piero41 ha detto...

Ahh ahhhh professionisti e ricercatori del cavolo che in fondo “sfottete” D22 per il suo “esoterismo” per la sua via-ricerca ascientifica non certo nelle norme… bene qua in questo vostro/nostro mondo INVECE tutto si PAGA, ogni cosa ha un prezzo anche e soprattutto la possibilità di esprimersi qua sopra sul grande palcoscenico di D22, . E allora pagate, pagate il GIUSTO per dei professionisti, pagate per quanto a lungo l’avete usata e l’userete!! Questa occasione. Il giusto per un professionista non son certo 50 e forse nemmeno 100 euro!!ehh.. Anche voi Indo ,Who ed altri che non dico ma che brillate per la vostra assenza dall’elenco…STRONZI!! Non lo dico per beneficenza ne per arruffianarmi il boss che mi ignora .. lo dico specialmente per divertirmi .. a sfottervi ..si!! anche voi dal pensiero libero!! Micragnosi!! E sempre qua…e non fuggite ora!! PAGATE!!… ahhh ;-))

Naturalmente se il padron di casa crede cancellerà…

Daniele Passerini ha detto...

@Sivio Caggia
Gli esoteristi ricorrono alla classica metafora della carrozza trainata da focosi cavalli, con un cocchiere e un passeggero: la nostra anima o Sé che dir si voglia è il passeggero, la carrozza è il corpo, i cavalli sono le emozioni, il cocchiere è la mente... N.B. il cocchiere dovrebbe essere al servizio del passaggero, ma nella nostra società accade praticamente il contrario, come se il taxista decidesse al posto del passeggero dove portarlo, che è ugualmente sbagliato a quando il passeggero decide di fare a meno del cocchiere e lasciare briglia sciolta ai cavalli. Valeria ritiene di coincidere col passeggero, avere piena consapevolezza, essere in fusione coi cavalli (un po' come nel film Avatar gli abitanti del pianeta con le altre creature viventi) e di non avere quindi più bisogno del cocchiere. Non so come faccia ad essere così sicura. Potrebbe essere lei stessa il cocchiere e nel frastuono della corsa non sentire più cosa le dice il passeggero... mi auguro naturalmente che abbia ragione lei e che noi - leggendo quello che scrive - possiamo solo farci un'idea sbagliata di come stanno le cose.
Ma elogiare le "canne oliate" pronte all'uso - per tutto ciò in cui credo e sono disposto anche a morire (su questo la penso come Indopama: la vita è solo un'illusione, finita questa vita parte una nuova corsa sulla giostra di Maya) - è da persona NON CONSAPEVOLE.

Daniele Passerini ha detto...

@indopama
Butto lì: lo fai perché ti gratifica e ti fa sentire nel giusto?

Daniele Passerini ha detto...

@Piero41
Dai, non è vero che ti ignoro!!! :)))
Ti ringrazio per il tuo appello, ma certe cose le fai se senti di doverle fare... inutile insistere.

Daniele Passerini ha detto...

P.S. Mi riferivo rigorosamente a Valeria e Indopama. A tutti quelli che stanno già partecipando alla catena di solidarietà va la mia gratitudine. Certo, la generosità di Robi è stata fantastica, ma non mi sogno di sindacare sulle scelte di tutti gli altri, posso solo ringraziarli con tutto il cuore per esserci anche loro.

piero41 ha detto...

"perchè ti gratifica e ti fa sentire nel giusto?"
No è qualcosa molto più forte e potente che spinge attira il suo pensiero il suo sentire, se prima o poi non gli ubbidisce sente di star male...come una droga ...

piero41 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
blu-flame ha detto...

il modello di governo congiunto PD-M5S che funziona benissimo in Sicilia?
Se e' mesi che litigano per una questione che no solo non possono decidere ma che i grillini non conoscono essendo ignoranti su computers reti e tecnologia.
ma ci fai o ci 6?

Daniele Passerini ha detto...

@blu-flame
Visto come hai esordito, ti suggerisco un nickname che ti renderebbe molta più giustizia: EGO-FLAME! :))

Silvio Caggia ha detto...

@blu-flame
Perdona la mia ignoranza... Quale sarebbe la questione?
E poi da cosa deduci che i m5s sono ignoranti di computer, reti e tecnologia?
Grazie

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails