BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

venerdì 18 gennaio 2013

16/01/2013. Brevetto LENR europeo
concesso a Francesco Piantelli

EP2368252 METHOD FOR PRODUCING ENERGY AND APPARATUS THEREFOR

212 : commenti:

«Meno recenti   ‹Vecchi   1 – 200 di 212   Nuovi›   Più recenti»
gio ha detto...

Steven Karels
January 16th, 2013 at 8:11 PM
Dear Andrea Rossi,

If you are permitted, can you tell us how many, to date, Warm eCat modules and Hot eCat modules you have made, both prototype and production? I assume herein a module can output approximately 10kW of thermal power.

Andrea Rossi
January 17th, 2013 at 10:55 PM
Dear Steven Karels,
About a thousand.
Warm Regards,
A.R.



p.s.bentornato silente daniele

MISTERO ha detto...

Non vedo l'ora di leggere i commenti nel fanghificio, Camillo Franchini ha elogiato l'EPO per due anni quando non ha concesso il brevetto a Rossi, ora scriverà che si può brevettare di tutto anche il moto perpetuo!!

Sto già ridendo..

Fabio Crestani ha detto...

Il brevetto non costituisce una prova del funzionamento delle lenr.
E' solo l'ennesimo evento che dovrebbe spingere la comunità scientifica a ricercare, capire, definire e chiarire il fenomeno.
La mole sperimentale è mastodontica, sempre maggiore l'attenzione da parte della ricerca industriale, sempre maggiore l'attenzione ed i riscontri dei ricercatori indipendenti, ma dalle istituzioni il solito silenzio tombale.

Fabio Crestani ha detto...

ps grazie Daniele di mantenere comunque attivo il blog

fabrizio-mc ha detto...

appena 2 giorni e si riparte col botto.. !!
e che ne penserà il nostro ing.Rossi di questa news? non si è sbattuto per anni per cercare di ottenere lui il brevetto?

Gaetano ha detto...

A Piantelli si e a Rossi no? Mica è giusto che Rossi a faticato a fare tutte le presentazioni pubbliche mentre Piantelli se ne sta sempre zitto zitto e non fa mai vedere niente a nessuno! Questo EPO allora fa le preferenze! Mi viene una brutta parola ma non la dico.
Scommetto che è colpa del funghificio che cià fatto la telefonata giusta come al solito!

LUCA B ha detto...

@ fabrizio-mc
vero quello che dici. Ho provato a chiedere lumi a Lui su JONP ma non sono stato nemmeno pubblicato. Non penso sia una banalità commentare una tale notizia.
Saluti

triziocaioedeuterio ha detto...

Perdonate l'OT...ma ancora rinvii all'orizzonte:(

Andrea Rossi
January 17th, 2013 at 10:36 PM

Dear tomconover:
I did not read the report, yet, because it has not been published yet. By the way, the Third Party members returned this week to make more tests to clear some points that they had to repeat, while I am in Miami. I know that there are skeptics too.
I fear we will have to wait for the publication to know about the report. Maybe I will have its final version the day before the publication, maybe not.
About the plantas, they are in construction.
Warm Regards,
A.R.

Tizzboom ha detto...

Continuate a scrivere a Rossi a riguardo, probabilmente le domande non le pubblichera` ma alla fine scrivera` una risposta collettiva in cui dira` che cio` non cambia nulla sui suoi piani, che ha altri brevetti in via di validazione (quali? Informazione confidenziale), ecc, ecc.

LUCA B ha detto...

@trizio......
anche su questa notizia ho chiesto chiarimenti ma sono stato buttato fuori.
La cosa mi innervosisce alquanto.
Sono un belivers della prima ora anche se non ho partecipato alle varie discussioni che negli anno si sono qui susseguite (mi piace osservare e leggere gli altri più che divulgare la mia idea). Mi è quindi antipatico, per una volta che intervnego, non riuscire nemmeno a farmi dare una spiegazione. Forse è ora di dare "ossigeno ai pesciolini nell'acquario"...altrimenti muoiono tutti.

LUCA B ha detto...

@tizzboom

di solito risposnde che è il mercato a dover giudicare. E chi è il mercato se non NOI!? Per quello che ne sa potrei comprarne 3,4,5 di ECAT da 1MW!

MISTERO ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alessandro Pagnini ha detto...

@ triziocaioedeuterio
Il rinvio è la specialità di Rossi! :-)
Speriamo di vedere i report entro la primavera, almeno.
Se non è una sparata, ha perlomeno l'aspetto positivo di rilevare che ci sono almeno motivi che inducono all'approfondimento. Insomma, il prodotto non è stato cassato brutalmente.

Il brevetto credo sia stato concesso a Piantelli, presumo perchè più prodigo di dettagli. Il problema per Rossi, se quello di Piantelli fosse un procedimento molto simile al suo, potrebbe farsi fastidioso. Comunque, vediamo. Dal punto di vista dell'utente, è meglio che ci siano più tecnologie concorrenti, in grado di stimolarsi reciprocamente, sia in termini di calmieramento dei prezzi, sia per l'efficenza e l'affidabilità.

MISTERO ha detto...

@LUCA B

Per quello che ne sa potrei comprarne 3,4,5 di ECAT da 1MW!

Già con le sue paranoie e strani personaggi che gli ruotano attorno secondo me sta perdendo un bel po' di treni..
Che ne sa, potrei produrre 10 milioni di caldaiette all'anno..

Gaetano ha detto...

Io ci scommetto che Rossi sta nervoso assai.
Non è che questo Piantelli col brevetto ci frega pure l'invenzione e Rossi adesso non lo può più fare? Oppure ci deve mettere qualcos'altro al posto dell'idroggeno? E con questi porblemi gravi voi ci state a scassare con sti report! Ma ce ne avete proprio bisogno?

MISTERO ha detto...

@mW

mW scrive:
17 gennaio 2013 alle 3:18 pm

@Giancarlo
oppure Cures usa il PC di Alex Passi, a sua insaputa, oppure più persone nell’ufficio di Alex Passi, usano il suo PC per mandare messaggi di Cures, e Passi non ne sa niente.
Le possibilità sono tante, e se consideri il nostro metodo abituale di analisi, il fatto che nelle proprietà del file pdf nel campo autore compaia Alex Passi, non dimostra nulla, anzi magari indica che è stato vittima di un brutto scherzo.


Questa grandiosa scoperta è riportata in shutdownrossi da Settembre 2012
http://shutdownrossi.com/rossis-partners-investors/mats-lewan/rossi-cons-mats-lewan-again/

1) Non hai scoperto nulla di nuovo
2) Ti vanti per nulla
3) Hai confermato i nostri sospetti su chi è che gestisce shutdownrossi
4) Continua a fare il lacché

Alessandro Pagnini ha detto...

Già che ci siamo, c'è qualche notizia di Celani e di eventuali repliche del suo esperimento?

MISTERO ha detto...

Non è che questo Piantelli col brevetto ci frega pure l'invenzione e Rossi adesso non lo può più fare?

Ben venga la validazione del mercato, a questo punto tra due litiganti Defkalion gooodeee!!!

MISTERO ha detto...

c'è qualche notizia di Celani e di eventuali repliche del suo esperimento?

Alessandro per dirtela in breve, si!
Solo che, grazie a gente come Gaetano Salina (leggasi Ruotto), Camillo Franchini (chiamato nell'ambiente "IL TRADITORE"), sono stati bloccati i finanziamenti dell'INFN.
Celani sta proseguendo i suoi esperimenti con finanziamenti privati (ENEL), questo significa che se quanto sta scoprendo Celani è vero, le sue applicazioni sono di proprietà privata, mentre se i finanziamenti PUBBLICI non fossero stati bloccati due anni fa...
Che tempismo!!!

Fabio Crestani ha detto...

@Alessandro Pagnini
"Il brevetto credo sia stato concesso a Piantelli, presumo perchè più prodigo di dettagli"
Concordo! considerata l'innata tendenza alla sintesi, Rossi avrà presentato due parole in croce.
Dovevi scriverglielo tu il testo della domanda di brevetto :)

LUCA B ha detto...

@mistero

....e poi c'è ABUNDO.
L'unica speranza è che la "SCUOLA" salvi la libera circolazione delle informazioni.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mistero
"questo significa che se quanto sta scoprendo Celani è vero, le sue applicazioni sono di proprietà privata "
Già! :(

Comunque sarebbe importante che ci fossero delle conferme anche per i suoi esperimenti. Sarebbe un piccolo sogno se tutti i personaggi qui ben conosciuti, arrivassero al traguardo: Tre diverse tecnologie 'italiane' per la fusione fredda energetica! :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Fabio C.
"Concordo! considerata l'innata tendenza alla sintesi, Rossi avrà presentato due parole in croce."

Credo che il problema sia che ha proprio omesso la descrizione del cuore del processo, per paura di essere 'fregato'. Almeno così si dice. In quelle condizioni, non penso potessereo rilasciare un brevetto, neppure a volergli bene!

MISTERO ha detto...

Tre diverse tecnologie 'italiane' per la fusione fredda energetica! :-)

Sono 7.
-Rossi (privato)
-Piantelli (privato)
-Celani (privato)
-Capiello (privato)
-Abundo (pubblico)
-Piezo (pubblico)
-xxxxxxx (pubblico/privato)

LUCA B ha detto...

Incredibile....tutto Made in Italy e il ns.
sistema politico amministrativo se ne "sbatte" altamente. Se il 23/24 febbraio non cambierà qualcosa.....ci meritiamo quello che è successo e quello che siccederà.

Gaetano ha detto...

Te lo dico io cosa succede. Ci becchiamo al solito governo di scanzafatiche e ste belle invenzioni o ce le fanno sparire con tante belle bugie o se le fottono i cinesi.

triziocaioedeuterio ha detto...

Rossi ha fatto benissimo a non inserire informazioni che avrebbero compromesso la segretezza del core...altrimenti gliele avrebbero fottute alla grande...lo hanno fregato una volta....basta e avanza!

Fabio Crestani ha detto...

Comunque non penso che il brevetto di Piantelli possa impedire la commercializzazione di altri reattori concorrenti.
In teoria dovrebbe bastare una minima variazione rispetto al brevetto depositato per eluderlo.
Almeno è ciò che mi auguro anche se mi sembra impossibile che una tecnologia così rivoluzionaria possa essere "ingabbiata" in un brevetto. Forse di questo Rossi ne è consapevole ed è per questo che non si è mai preoccupato più di tanto di ottenerne uno considerato che il prezzo da pagare era rivelare il funzionamento...

Paul ha detto...

Qui Rossi parla della concorrenza....

Andrea Rossi
January 17th, 2013 at 10:40 PM
Dear Alex:
For the domestic E-Cat is necessary a certification that at the moment is impossible to get. All the clowns around who say that the certification issue has been resolved are just clowns, who not only do not have a certification, but to not have but a mock up.
Warm Regards,
A.R.

MISTERO ha detto...

il ns.
sistema politico amministrativo se ne "sbatte" altamente.


Molto peggio, deve cambiare l'organigramma scientifico del nostro paese!!

Tra chi si presenta alle prossime elezioni chi sarà in grado di cambiarlo?

-Grillo?
-Monti?
-Bersani?
-Berlusconi?

Bersani e Monti li metterei assieme, confermeranno gli attuali "amici" e sostituiranno i "nemici".
Alla fine del post "INRIM, abbiamo un problema", ho scritto:
"p.s. Uno strano profumo scende candidamente dai monti..."

Quasi nessuno ha capito che cosa ho scritto?
Riporto uno stralcio dalla Stampa:
È stato Monti in persona a spendere i nomi di Balduzzi e Profumo con i leader dei partiti che lo sosterranno. E i due ministri si sono già detti disponibili, anche se per ora ufficialmente continuano a giocare a carte coperte.

http://www.lastampa.it/2013/01/03/italia/politica/profumo-e-balduzzi-capilista-in-piemonte-della-lista-civica-centrista-Jw7apJ8S9PSIDunp4FTX1M/pagina.html

Ora un po' di fantapolitica; Carpinteri è stato nominato in quota ex-PDL, NON TRADISCE IL MANDATO e viene minacciato di commissariamento dopo che hanno provato ad affossarlo con diffamazioni e documenti falsi o comunque a lui attribuiti per una fantomatica richiesta di finanziamento di 800 milioni di euro, da tener presente che hanno provato a sostenere che l'INRIM non è adatto come centro di ricerche a proseguire le attività di sperimentazione sul piezonucleare quando dal 2006 hanno ottenuto e utilizzato fondi pubblici per attività di ricerca nucleare nel campo della cavitazione, sonoluminescenza, ultrasuoni etc..

Volontà politica avversa?
Lobby che influenzano le decisioni politiche che influenzano le scelte scientifiche che influenzano il progresso di un paese?

Berlusconi, leggi questo articolo e guarda i filmati riportati in merito al programma di Santoro, senti che cosa dice la signora imprenditrice veneta "Francesca Salvador":

http://www.nexusedizioni.it/economia/una-verita-che-non-si-puo-piu-tacere/

Grillo, non se ne può più, ma anche lui che cosa potrà fare?





MISTERO ha detto...

@Paul
For the domestic E-Cat is necessary a certification that at the moment is impossible to get. All the clowns around who say that the certification issue has been resolved are just clowns, who not only do not have a certification, but to not have but a mock up.

:-)))))

Rossi è proprio inviperito!!

Gamberale a proposito di Defkalion ha detto:

Aspettare qualche mese non è un’opzione ma un obbligo. Non esiste infatti un prodotto acquistabile. Ne esisterà uno quando la aziende nostre clienti lo metteranno sul mercato. Ciò non avverrà prima di un paio d’anni.

Rossi invece 2 anni fa diceva che in pochi mesi il suo E-CAT domestico sarebbe stato pronto..
Poi è passato ai sistemi industriali, poi è passato all'HOT-CAT, poi che farà?
Un società con Keshe?
E' un inconcludente, vuole tutto e questa sarà la sua fine..

sandro75k ha detto...

@tutti

piano con i voli pindarici ed il tifo alla cazzo di cane. Questa di Piantelli è una notizia bomba!!! Se le LENR vengono ammesse succede il finimondo lo stesso e tutto verrà da sè!
Le discussioni su Rossi, come più volte ho detto, mi interessano poco, quando è pronto ci chiama lui.... altrimenti amen!
Ma soprattutto, una notizia del genere convincerà tutti ma proprio tutti che la ricerca NON SI BLOCCA!!!!!!!!!!
Un euro si deve sempre puntare sulla cinquina, anche se è improbabile che esca....

sandro75k ha detto...

ps: andiamo sempre con i piedi per terra...mi raccomando!

LUCA B ha detto...

E chi non ha i piedi per terra?
E' proprio per questo che cerchiamo chiarimenti, per poter poggiare meglio i piedi e non rischiare di pestare una mer...ehmm...una cacca.
@sandro75k....Le discussioni su Rossi, come più volte ho detto, mi interessano poco, quando è pronto ci chiama lui.... altrimenti amen!....

Su questo non ci piove ma allora perchè non starsene zitto e pubblicare tutto solo a cose già risolte/fatte!!!????
Non l'abbiamo mica creato noi:e-catnews, e-catworld etc...etc...etc...

MISTERO ha detto...

Ma soprattutto, una notizia del genere convincerà tutti ma proprio tutti che la ricerca NON SI BLOCCA

Peccato che il brevetto è in inglese e i claims in francese (solo per questo avrà il mio odio per tutta la vita), in tedesco e in spagnolo..

Cosa vuoi che capiscano i nostri politici?
:-))))

Peter Gluck ha detto...

It is a very pleasant surprise that Daniele has published this note. Really the LENR World would be more annoying without this fine Blog.
However, what I have waited from you, Daniele is a short but strong answer to Gary Wright who is thinking for you and interpreting yor decision as it it is convenient for his agenda. I do not think you have abandoned Andrea Rossi, your disapointment is more with the aggressive "I know it all" skeptics.
Rossi is strange and unknowable but he is afr from being over- anyway please tell WHAT YOU THINK!

As regarding Piantelli's Patent, his well written, professional. logically consistent application WO 2010/058288 became now a patent, due to its qualities. I think Rossi is not interested or hit really by this- what could Rossi do NOW with a patent? His genuine interest is to keep his recipe and know how as secret as possible. To write in a good quality patent what he does in practice would make him vulnerable and not offer any protection.
He has written intentionally a very weak patent text,
Piantelli's gem makes this KO in the first round.
It is a difference between what he says and the reality, but I think he really has a promising Enhanced Excess Heat system. I invite you to my blog
to see more explanations.
Peter

piero41 ha detto...

“È stato Monti in persona a spendere i nomi di Balduzzi e Profumo con i leader dei partiti che lo sosterranno. E i due ministri si sono già detti disponibili, “
Ehh calma calma con Profumo… non credo che Bersani abbia fatto dimettere un GIOVANE RETTORE DONNA dell’Istituto di BioRobotica S.Anna di Pisa Maria Carrozza inserendola nel suo listino, solo per farla stare in panchina… Potrebbe esser un ministro della ricerca ideale, non inserito nei giochi di potere ma ben a conoscenza degli stessi e dei vari giocatori e delle sue attuali regole, a conoscenza probabilmente anche di quel che accade al prof. di Siena e chissà anche del mondo delle Lenr.., Quanto a Profumo non ha molto buon nome nemmeno con Renzi : incapace e succube del sistema burocraticoe l’ha definito e Renzi avrà una sua quotaparte nel partito….. e... niente è così tanto sicuro per il Monti-Bersani..

MISTERO ha detto...

@Piero41

Fantapolitica, ho scritto chiaramente FANTAPOLITICA..
Se vuoi la prox. volta scrivo Fantaranciata e Carpinteri si candida senatore per il Piemonte con Berlusconi..
;-)

sandro75k ha detto...

@Mistero

sono 8....

8) Favaron/Della Penna (privato senza soldi) :D

Robbins ha detto...

Mi piacere rimanessero fuori dai zibidei

a) il NaNo pittato
b) il genio della Bocconi
c) il figlio del benzinaio
d) il comico natante
e) il celerino
f) il chierichetto azzurrino
g) il tignoso ora amico di Giacinto
h) i magistrati prestati alla società civile
i) gli amici degli amici della Sapienza
h) ecc

Si tratta di personaggi in-pertinenti.
Che uno se li debba ritrovare anche qui è il massimo.

piero41 ha detto...

@Mistero
Le cose accadono a volte molto facilmente sai… Il ministro di Obama ha deciso e le Cayman non sono più un paradiso fiscale ai Caraibi . Sembrava impossibile a tanti imboscati….

http://www.repubblica.it/economia/2013/01/18/news/cayman_paradiso_fiscale-50782405/

Fantapolitica!! No sono solo film che ci creiamo in mente , poi inaspettatamente…. Comunque prendiamo nota a questo proposito, da qua a due mesi: il 18 gennaio 2013 15:42 MISTERO ha detto...@Piero41 “Fantapolitica, ho scritto chiaramente FANTAPOLITICA..anzi.. Fantaranciata e Carpinteri …..” ;-)) io sono ottimista e spero veramente che tu non abbia ragione!!

Alessandro Pagnini ha detto...

"sono 8....

8) Favaron/Della Penna (privato senza soldi) :D "

Benissimo. Comunque i più accreditati di risultati penso siano i soliti 3 moschettieri: Rossi, Piantelli e Celani.
Silvio mi azzanna un polpaccio se non nomino anche Mondaini, ma quelli che sembrano esser giunti a seri risultati sono questi tre e il capofila, per quanto discusso, resta Rossi.

@ Peter
"please tell WHAT YOU THINK!"
Daniele wrote he is in trouble for many reasons, also regarding family, but he continues to believe in Rossi's work:
"sulla realtà dell'E-Cat, di cui – per inciso – continuo a non avere dubbi"

sandro75k ha detto...

@Alessandro Pagni

perchè i più accreditati sarebbero i primi 3?
Quali sono le tue fonti?

Alain Coetmeur ha detto...

Rossi tried to block Piantelli patent
http://www.lenr-forum.com/showthread.php?1041-Piantelli-Patent-Observations-by-third-parties-NOT-inventive&p=3674#post3674
(sorry to speak english).

robi ha detto...

certo che se uscirà una scoperta energetica che salverà il mondo , possiamo tranquillamente asserire che non è detto che sia la migliore ,ma quella che è riuscita a vincere burocrazia ,vidimazioni , gelosie, intrighi e infiniti atti di ostracismo da parte di chi avrebbe dovuto modificare-ampliare le proprie conoscenze o chi la Sedia proprio non la molla

Sedia in grande vuol dire potere

Alessandro Pagnini ha detto...

@ sandro75k

"perchè i più accreditati sarebbero i primi 3?
Quali sono le tue fonti?"
Non ho accesso ad una classifica dei fusionisti freddi :-)
Non parlo di fonti 'segrete', ma di valutazioni personali basate essenzialmente su alcune considerazioni.
Scriverò le righe successive, dando per buono quanto elencherò. Ovviamente se le legge un 'negazionista' si mette a ridere fino a domani e nemmeno io potrei dire che tutto quanto seguirà corrisponda al vero. Ipotizziamo che lo sia!

Rossi:
Ha almeno un report (ne abbiamo discusso da poco) di Penon, un E-CAT venduto a militari, altri ordinabili (sentire Proia). Sta iniziando ad applicare turbine per rendere autonomo il suo Hot Cat e sembra che i test effettuati su di esso gli abbiano valso la società con una grossa realtà industriale, che crede nei suoi prodotti.

Piantelli:
Dopo anni di lavori e di riconosciuta competenza nel ramo, se ne esce con qualcosa che potrebe avere del clamoroso. Per quanto ne so io, dopo Brillouin, è il secondo fusionista che abbia ottenuto un brevetto di rilievo (Brillouin in Cina e Piantelli in Europa). Non ha ancora, per quanto ne so, prodotti industriali come sostiene Rossi, ma mi sembra che un bel goal lo abbia segnato e che questo lasci presumere un prossimo ingresso 'importante' di Piantelli sulla scena della nuova energia.

Celani:
Ha in corso diverse repliche del suo esperimento e sembrano incoraggianti. NI ha rilevato un'eccedenza di calore e non penso siano gli ultimi arrivati.

Degli altri ho poche notizie e magari avranno anche tecnologie migliori, ma per adesso, per quel che ne so, risultano meno 'confermate'. Questi tre mi paiono più 'credibili' e te li ho messi nell'ordine di importanza che ritengo corretto. Ovviamente tutto è opinabile e ripeto che questa mia classifica si basa su notizie che sono sicuramente tuut'altro che universalmente accettate e così definendole sto molto edulcorando la cosa ;-)

robi ha detto...

Ale
il problema è che adesso ,da quel che sembra, si stanno ostacolando fra inventori
il riassuntone va bene ,ma dimentichi che sono in competizione l un con l altro
questo è un problema

Fabio Crestani ha detto...

@tutti
Premesso che ho dato solo una lettura superficiale al testo del brevetto, ho notato che a pag. 12 al punto 5 si parla di 600 C il che significherebbe che Rossi non è l'unico a riuscire a produrre energia elettrica.
Siamo di fronte ad un nuovo Hot Cat?

Blade Runner ha detto...

Parliamo di cose serie.
Vorrei che mi rispondesse qualcuno CHE CONOSCE l'argomento:
accettare la domanda di brevetto SIGNIFICA che i funzionari hanno già testato il dispositivo e che hanno appurato che funziona, oppure hanno solo approvato la stesura teorica dell'argomento senza aver mai visto l'apparato?
Risposte chiare da CHI SA, grazieeee!!!

Alessandro Pagnini ha detto...

@ robi
"il riassuntone va bene ,ma dimentichi che sono in competizione l un con l altro
questo è un problema "
Hai ragione che può esserci qualche attrito. Non me lo sono dimenticato, però. La mia classifica prescindeva da questo aspetto e riguardava solo lo stato di avanzamento che ritengo abbiano le tecnologie esibite dai tre 'figuri' :-)
Io spero che non si mettano a litgare fra loro. Te lo immagini un titolo del genere sul giornale: "Duello rusticano con coltelli a lama di nickel microlavorato fra tre anzianotti esaltati che vaneggiavano del sogno di Tesla!" ? ;-)))

@ Fabio
Sarei stato più felice se il documento di Piantelli non fosse scritto in ostrogoto. Comunque un'occhiatina l'ho data e ho visto che elenca una serie di metodi di eccitazione della reazione e quasi tutti di natura oscillatoria o impulsiva. Non ho capito se una volta innescata, la reazione si automantiene col solo calore, ma è possibile che servano degli 'incoraggiamenti' ogni tanto e questo potrebbe spiegare il perchè non sia possibile, almeno per Rossi, avere un autosostentamento controllato. Può essere che sia rischioso e che il sistema vada in deriva termica fino alla fusione se tarato in un certo modo, oppure che per evitare quanto sopra sia necessario periodicamente applicare talune sollecitazioni per un certo periodo.
Qualcuno ha esaminato in dettaglio il brevetto, sotto questo aspetto?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Blade Runner
"Vorrei che mi rispondesse qualcuno CHE CONOSCE l'argomento:
accettare la domanda di brevetto SIGNIFICA che i funzionari hanno già testato il dispositivo "

Non sono un esperto, quindi vado giù per vedere se ci azzecco.
Secondo me no!
Ora vediamo che dicono gli esperti :-)

Fabio Crestani ha detto...

@Blade Runner
non sono un esperto, ma sono abbastanza sicuro che l'ufficio brevetti si limita ad approvare la stesura teorica. Le dimostrazioni spettano ad altri.
Interessante è avere una stesura teorica!
E' sicuramente un passo in avanti per chiarire l'effettivo funzionamento.
Come ho già scritto nel primo post questa non è una prova.
Personalmente non penso che sia solo una montatura di Piantelli, ma è solo il mio punto di vista.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Fabio Crestani

"Personalmente non penso che sia solo una montatura di Piantelli, ma è solo il mio punto di vista. "

E' anche il mio!

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
piero41 ha detto...

Le sei migliori menti della ricerca italiana nella geofisica pagati dal contribuente non dovevano piegarsi ai voleri di un pagliaccio politico… Sei anni. Va be vi son gli appelli ma è pur sempre una gran sme@@@ta a vita ehh!! Un bell’esempio spero per tant’altri baroni asserviti…..

A quanto ricordo da precedenti commenti ( di jack mi sembra?)la documentazione della richiesta di brevetto doveva contenere indicazioni sufficienti a riprodurre correttamente l’oggetto. Penso che poi sia lasciato alla discrezionalità del personale eseguire o meno le copie e testarle. Certo in situazioni come queste dove l’importanza della scoperta è enorme e un errore di valutazione a livello teorico porterebbe a un grosso discredito all’ente, non credo che sia stato possibile ignorar tranquillamente l’aspetto pratico. Altrimenti Rossi avrebbe potuto presentare una bella baggianata teoricamente credibile e tutti contenti. Piuttosto poiché voglio sperare che gli enti USA, EU ecc siano di base collegati, non vorrei che questa e l’altra scelta USA non siano una forte indicazione per attribuire la paternità della scoperta in base alla carriera e alle ricerche e agli studi teorici attuali e precedenti, magari tenendo conto anche del contributo di Focardi.. Piuttosto mi sembra che il principale azionista di Piantelli sia USA, e così loro cadrebbero sempre in piedi , alla nostra faccia, come al solito…. ;-P

MISTERO ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
MISTERO ha detto...

Piuttosto mi sembra che il principale azionista di Piantelli sia USA, e così loro cadrebbero sempre in piedi , alla nostra faccia, come al solito…. ;-P

Puoi citare la fonte?
Grassie.. :-))))

Il fanghificio è all'opera, ne stanno scrivendo di tutti i colori, screditando tutto quanto è possibile e impossibile...Che burloni pagliacci, sono proprio forti a breve solo al circo potranno trovare lavoro..
Ocasapiens non si è ancora decisa, non ha capito se ha fatto uno scoop, se non l'ha fatto, se scrivere che l'ha fatto qualcun altro o non scriverlo più...Spero tanto inizi il processo per diffamazione, sia mai che preventivamente le bloccano il blog (segnatevi anche questa)...

francesco G ha detto...

mi pare che Piantelli o chi per lui ha fatto un'altra domanda di brevetto (primavera 2011), è diventato pubblico????

... Who? ha detto...

Ho sognato che mi consegnavano un reattore Defkalion

Io credo che i greci arrivino prima degli altri...

triziocaioedeuterio ha detto...

Sul discorso del commissariamento presunto o tentato o in stallo dell'INRIM,allorquando i lor signori (monti e co.)saranno eletti e formeranno un nuovo governo,verosimilmente daranno seguito allo stesso(commissariamento)...
E che vi aspettate...qualcosa di diverso?
Io no...

triziocaioedeuterio ha detto...

Come era prevedibile e come già anticipato da mistero al fanghificio se la stanno prendendo con quelli dell'EPO che hanno concesso il brevetto a Piantelli....

Gaetano ha detto...

Già belli vigliacchi ci stanno a questo funghificio. Se li becco io sai a quante palate che si pigliavano? Ce la passavo la voglia di rovinare il lavoro di quelli che faticano per davvero per farci star bene a tutti quanti.
Sono tutti corrotti con sto governo ladro che ci vuole fare morire di fame a pagare tutte ste tasse e bollette della luce e ci rapinano con la benzina.
Bravo Mistero. Diccene 4 a questi qua tu che sei bravo a scrivere e conosci gli avvocati. Faccigli vedere i sorci verdi!
E poi a quella oca. Minchia quanto mi sta antipatica! Ma che ci hanno fatto a quella per stare cosi velenosa?
Vi saluto che devo andare a lavorare.

Go Katto ha detto...

Manca (almeno) un altro fusionista all'appello:

www.nextme.it/scienza/energia/4892-fusione-fredda-lenr-intervista-cirillo

Fabio82, stai in campana: se continui a distinguere tra carta e macchina, e dire che non basta la prima a rendere funzionante la seconda, prima o poi Mistero te la fa pagare...

Paul ha detto...

Da E-Catworld:

I seguenti messaggi erano su JoNP, ma sono stati "vaporized":

"Fibb on January 18, 2013 at 6:18 pm
Well my question to Rossi got vapourized but someone got it in.

Andrea Rossi
January 18th, 2013 at 12:57 PM

Dear Ecco Liberation:
Our attorneys will file suits to invalidate patents that have not ground to exist.
We already are in action for this issue.
No other comment, in the meantime.
Warm Regards,
A.R.

Ecco Liberation
January 18th, 2013 at 12:11 PM

Hello Dr. Rossi,
Could you comment on the news about the patent recently granted by EPO to one of your main competitors? Do you suspect there might have been “inside work” in the patent office to favor his work instead of yours, which has been filed earlier? But most of all, do you think this will somehow affect the introduction of your technology to the market?

Ecco"

Paul ha detto...

Interessante approfondimento, sempre da E-catworld:

"According to patent attorney David French, there were two prior Piantelli International Patent Apps, 2006 (with Focardi & Haber co-inventors), 2009 PCT (Patent Cooperation Treaty,) and this granted patent. This issued patent has been assigned to the following individuals: Silvia PIANTELLI, Alessandro MEIARINI, Leonardo CIAMPOLI, and Fabio CHELLINI, all of Italy.

With the clear acceptance of Cold Fusion in the European Union there is now an official International Classification: G21B3 – physics, nuclear physics/nuclear engineering, fusion reactors, low-temperature nuclear fusion reactors… For future devices.

A stunning achievement in so short a period of time – considering the consensus of mainstream physicists still think Cold Fusion / LENR “is impossible!” A great day. Congratulations to the many tireless scientists who have brought this about. It is a triumph for Cold Fusion, Piantelli, ICCF contributors, Rossi/Focardi and all who have believed this day would arrive."

Fabio Crestani ha detto...

Non sono un esperto e non vorrei sbagliarmi ma ho l'impressione che non ci troviamo davanti ai miseri COP di Celani, Abundo o Brillouin ma ad un reattore dalle potenzialità dell' hotcat
Non voglio fare sensazionalismi ma potremmo avere tra le mani il documento con la soluzione dei problemi energetici mondiali!

piero41 ha detto...

Da Cobraf.com 18 Gennaio 2013 15:42
"Pare che Piantelli arrivi troppo tardi!! :

https://register.epo.org/espacenet/application?documentId=ERQNMU0U9802FI4&number=EP09806118&lng=en&npl=false

Mi sembra superfluo ricordarvi chi sia Maddalena Pascucci..!!" dicono là

@Mistero
Ho detto “mi sembra che il principale azionista di Piantelli sia USA,” un anno e mezzo fa ero riuscito ad entrar dentro fra i soci di Nichenergy, ora niente neanche con gogol!! Niente d’ufficiale quindi. D’altra parte Roy nei vari commenti del suo blog ha detto (e sono cose risapute):
“Chi entra in Metalenergy di fatto finanzia Nickenergy(società base di ricerca e detentrice del laboratorio e di tutti i brevetti). metalenergy diciamo con 100.000 euro di raccolta diffusa e popolare vuole raggiungere solo 1% delle quote che OGGI sono valutate intorno al milione di euro.” Un milione di euro non sono certo facilmente disponibili fra gli amici di Siena per un progetto così fumoso mi sa…… comunque bohh..

MISTERO ha detto...

Manca (almeno) un altro fusionista all'appello

:-)))

MISTERO ha detto...

metalenergy diciamo con 100.000 euro di raccolta diffusa e popolare vuole raggiungere solo 1% delle quote che OGGI sono valutate intorno al milione di euro.”

O sbagli tu a riportare questa informazione o sbaglia Roy a fare i conti, l'1% di un milione sono 10.000 euri, al contrario se 100.000 sono l'1% il valore è 10.000.000 di euro..
:-)

MISTERO ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
piero41 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
piero41 ha detto...

Oggi hanno 1.000.000 di quote dai pochi grossi investitori iniziali ma sperano con un'altra raccolta per grandi investitori di farne altre 9.000.000 a quanto ho capito...

Comunque i legali di Rossi hanno iniziato a rispondere... vedremo se dopo si sbloccherà qualcosa... altro che prove!!!

piero41 ha detto...

@Who
“Io credo che i greci arrivino prima degli altri..”.
Su NextMe un articolo su Defkalion Europe: a joint venture between DGT and Milan-based MOSE s.r.l.: l'E-cat di Defkalion è pronto per affrontare il mercato industriale..

http://www.nextme.it/scienza/energia/4980-fusione-fredda-defkalion-europa-e-cat-greco

“A quanto si può capire questa di milano è solo una società di studio e sviluppo del reattore, nessuno parla di autorizzazioni e di ditte che si possano assumere gli oneri e gli impegni per la sua produzione e commercializzazione.” Vorrei vedere!!, senza un brevetto autonomo con la possibilità di cause con Rossi i rischi sono molto pesanti. Però se il loro reattore funziona come affermano, può esser quasi una convalida da terzi dell'e-cat del quale probabilmente di base è un clone ...chissà

RED TURTLE ha detto...


Di brevetti Piantelli ne ha collezionati un bel po...

http://e-catsite.com/researchers/francesco-piantelli/

Le sue richieste di brevetto sono estremamente prolisse, elencano un infinità di metodi di deposizione delle polveri e ipotizzano svariati meccanismi di esposizione al vuoto, di gasatura e di ri-gasatura, molti modi funzionamento, e per come son poste potrebbero bloccare ulteriori ricerche.

La richiesta di brevetto di Andrea Rossi era invece eccessivamente sintetica (direi anzi omertosa e carente)... elencava una spettroscopia in raggi gamma
(in cui emergeva un picco tra il rame e il cobalto, in mezzo ad un infinità di altri elementi, tra questi il ferro, il carbonio, il nichel e altri), un disegno di un apparato sperimentale e una foto di un granulato con un elevato rapporto superficie/volume senza specificare neanche le dimensioni.

Forse è proprio vero che Il "Grande Vecchio" fornisce ad Andrea Rossi il catalizzatore segreto...

(mah!)

Il problema è che le ricerche di Francesco Piantelli non sfociano in prodotti. E stiamo ancora a dipendere dal gas metano dalla Libia... e si sa che Al-Qaeda adesso possiede campi di addestramento nelle montagne vicino a Benghazi (c'è chi dice che questi campi siano stati finanziati dallo sceicco del Qatar, padre-padrone di Al-Yazeera!).

http://www.bostonglobe.com/news/nation/2012/10/29/intelligence-apprised-qaeda-leaning-training-camps-libya/qMYWIhvmjX5IAiLxjhfKQK/story.html

PS-> Meno male che si sta muovendo l'ENEL, speriamo che ora decidano di accelerare la faccenda!
---------------------------------------------------
Giancarlo Rossi

PS-> Dalla spettroscopia allegata nella domanda di brevetto da Andrea Rossi, sembra che stia utilizzando polvere di Cu-Ni-Co ... che Celani provi a sostituire il filo di Costantana con la polvere micrometrica di Rame-Nichel-Cobalto e vediamo che cosa accade?

Go Katto ha detto...

Eppure io continuo a non capire come il brevetto ottenuto da Piantelli renderebbe automaticamente funzionante l'e-Cat.

RED TURTLE ha detto...


Il comico messicano CHESPIRITO diceva sempre:

"Calma, calma, que no panda el CUNICO!"

http://en.wikipedia.org/wiki/El_Chapulín_Colorado

http://www.youtube.com/watch?v=iyGe1NdXfWk

RED TURTLE ha detto...


No, rende semplicemente più probabili le repliche, anche se per come è formulato (decine di diverse tecniche di deposizione di strati di metalli, molte procedura di gassatura elencate, ecc.), blocca la possibilità che altri possano brevettare un loro metodo lievemente diverso.

Non soltanto, nella sua prima stesura, elencava una marea di elementi di certe classi, senza precisare esattamente quali. Non so se l'attuale brevetto accolto dall'Europa sia più circoscritto nella descrizione dei metodi usati e più preciso nell'elencare gli elementi usati.

Comunque da una letteratura ormai vecchia sappiamo che il primo "catalizzatore" scoperto da PIANTELLI & ALTRI era costituito da GANGLIOSIDI... ossia una grossissima molecola, con una testa polare costituita da vari zuccheri e una coda a-polare costituita da una coda di acido arachidonico.

Francesco Piantelli, Martini, Sergio Focardi e altri hanno lasciato innumerevoli tracce nella letteratura scientifica, cercate su Google questi nomi abbinati, e troverete parecchi "paper" scientifici, molto dettagliati, partendo dall'Università di Siena.

NON NE TROVERETE NEANCHE UNO A NOME DI ANDREA ROSSI... CHE BUSHNELL DELLA NASA HA DEFINITO "EDISONIANO"!
---------------------------------------------------
Giancarlo Rossi

PS-> Purtroppo è proprio così. Si vedeva arrivare la tranvata!

bertoldo ha detto...

"e si sa che Al-Qaeda adesso possiede campi di addestramento nelle montagne vicino a Benghazi (c'è chi dice che questi campi siano stati finanziati dallo sceicco del Qatar, padre-padrone di Al-Yazeera!)."

e quindi direttamente dagli Usa e getta ...per la serie al-qaeda (turca =cesso)non è altro che un covo di nazisti made in Usa come svariati dittatorelli nel mondo , principalmente in sud america ...

Go Katto ha detto...

Non che la cosa mi turbi, ma non è che adesso "...who" si chiama "bertoldo"?

Go Katto ha detto...

rende semplicemente più probabili le repliche,

Le eventuali repliche di un possibile "apparato Piantelli".

Ma per quelle dell'e-Cat, e delle sue "trasmutazioni"?

Posso essere lieto per Piantelli (che ha da mostrare come la teoria diventi pratica), ma Rossi ha ancora da provare quel che dava per certo "presto" nel 2010...

bertoldo ha detto...

fottiti coglione ...traduzione in Italiano dei sub in inglese della tv svedese

Silvio Caggia ha detto...

@alessandro pagnini
"Silvio mi azzanna un polpaccio se non nomino anche Mondaini"
Bravo alessandro, almeno ci sei tu in tutta italia che hai letto le slide di mondaini. Pero' lui parla di esperimenti troppo semplici, roba da fare in cucina, senza fondi, brevetti, macchinari, niente... Roba inutile insomma... Che ce ne facciamo di uno che fonde i barattoli di vetro della marmellata? Non facciamo venire strane idee alle casalinga di voghera, in cucina al massimo si fa la fonduta, non la fusione! :-)

@valeria
Hai detto bene: hai fatto un sogno.
Anche loro sognano te che ti compri il loro pipperion.
E con peter gluck siete in tre.
Io invece ho fatto questo sogno: loro non ti venderanno mai nulla, perche' non vogliono produrre nulla; stanno cercando delle aziende che vogliano produrre dei loro (delle aziende) prodotti incorporando la loro (di dgt) tecnologia.
E nel sogno non trovavano manco un fesso disposto a rischiare rogne legali al cubo sapendo che e' una tecnologia di dubbia provenienza (e di dubbio funzionamento)... :-)

RED TURTLE ha detto...


Trasmutazioni...

Secondo le ultime dichiarazioni a riguardo (ma su queste cose Andrea Rossi spesso mente, anzi prende per i fondelli, come quando ha dato la miscela di rame e nichel a Krivit perchè l'analizzasse), avviene una "specie" di fusione fredda tra l'idrogeno e il nichel per formare rame. Ma il rame va quasi immediatamente incontro a decadimento beta (registrabile da spettroscopi gamma) e ridiventa nichel.

Forse si forma anche Cobalto?

Ci sarebbero altri eventi collaterali di "fissione nucleare" del nichel per formare non so se carbonio o altre "porcheriole" che si vedono come contaminanti nella spettroscopia.

BUSHNELL della NASA ha sintetizzato il fenomeno così:
1) E' legato alla forza nucleare elettro-debole.
2) Necessita fondamentalmente di Nichel, Idrogeno e Carbonio.
3) Produce decadimento BETA.

Poi "collateralmente" a questa reazione, può esserci emissione di neutroni e di gamma di relativa bassa energia.

Dire che c'è il CARBONIO equivale a dire che in uno zoo c'è un mammifero, anzi un vertebrato.

Del ipotetico catalizzatore derivato dai GANGLIOSIDI possiamo dire che ha una lunga catena idrofoba con atomi di carbonio che hanno alternati doppi e singoli legami (ottima per fare le "cascate" di elettroni) e una testa polare con gruppi idrossilici di molecole di zucchero (ottime per ritenere gli elettroni).

Poi cosa sia davvero il "catalizzatore", che in più sarebbe in grado di resistere alle alte temperature, Piantelli non lo dice chiaramente...

Alcune molecole a base di silicio (alcuni siliconi e silicati) hanno strutture simili, e forse possono conservare le proprietà desiderate ad alta temperatura.

Se considerate l'interazione tra: segreto industriale; mancanza del brevetto; mancanza di soldi per un adeguata ingegnerizzazione; interazione tra ricercatori con la reciproca volontà di farsi le scarpe; assoluta insensibilità (anzi aperta ostilità) da parte delle università... vi renderete conto che la situazione era tragica e persiste ancora.

Gli unici "poteri forti" che sembrano davvero interessati sono la NASA e i MILITARI (entrambi tendenzialmente reticenti), e la NASA sta già progettando un reattore a fissione dell'uranio da lanciare nello spazio... tanto se cade dall'orbita è NIENTE davanti a quello che ha disperso FUKUSHIMA!

http://it.ekopedia.org/Fukushima
---------------------------------------------------
Giancarlo Rossi

Silvio Caggia ha detto...

@chi ci capisce
Ben lieto di apprendere che l'ufficio brevetti europeo abbia accettato un brevetto lenr e battezzato addirittura un cassetto per metterci dentro tutti quelli che verranno...
Chiedo pero', a chi qui e' in grado di leggere tale brevetto, di spiegarcelo in parole povere e darci possibilmente alcuni lumi:
- il brevetto spiega effettivamente come costruire/far funzionare un macchinario che produca energia?
- rivela il famoso catalizzatore o qualcosa di analogo?
- spiega quali reazioni avvengono e come sono controllate?
- indica dei cop e delle temperature?
- che dice riguardo eventuali radiazioni e sicurezza?
- si evince che "dimensioni" (industriale/consumer) avrebbe il macchinario?
- fa riferimento a test/prototipi effettuati? In che quantita' e "dimensioni"?
Ringrazio in anticipo.
Scusate se prima di commentare ho ancora questa brutta abitudine di voler capire...

Silvio Caggia ha detto...

@bertoldo
Possono vederlo anche quelli che non sono coglioni? :-)
http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=e7Me1i9PlRo

@alessandro pagnini
Per ben due volte nel documentario si vede un becker con elettrodi che produce luce... Ma secondo te dove le hanno prese quelle immagini? Non sono F&P e tantomeno rossi... Sara' mica...

@pseudoscettici
Consiglio la visione solo fino al minuto 19 e poi andare a letto, cosi' potete fare sogni tranquilli la notte. Per la visione dei minuti seguenti e' consigliabile la presenza di un adulto. :-)

Go Katto ha detto...

Per di più, non è il primo brevetto che ottiene Piantelli... cosa aggiunge all'e-Cat?

Fabio Crestani ha detto...

@Sivlio
Mi associo alla tua richiesta, da quel poco che sono riuscito a capire (e probabilmente mi sbaglio) siamo davanti ad un prototipo non adatto alla commercializzazione (manutenzione complicata) ma in grado di sviluppare temperature notevoli.
Aspetto anche io con ansia il parere di un esperto :)

comRED ha detto...

Altro che notizia da prima pagina, volano carte bollate. Ha ha...

Franco Morici ha detto...

Paul wrote:
there is now an official International Classification: G21B3

Silvio wrote:
Ben lieto di apprendere che l'ufficio brevetti europeo abbia accettato un brevetto lenr e battezzato addirittura un cassetto per metterci dentro tutti quelli che verranno...

Siete proprio sicuri della novità di questo cosidetto "cassetto"? G21B3

Silvio Caggia ha detto...

@franco morici
Io solamente "relata refero" quello che ho letto qui, lascio il lavoro di analisi e divulgazione del brevetto piantelli, e del brevetto pascucci, a qualcuno del mestiere, possibilmente uno scettico, che in questi lavoretti di dettaglio sono quasi sempre molto piu' bravi dei believers!

bertoldo ha detto...

la retrodatazione dei brevetti in cosa consiste ?

bertoldo ha detto...

"Trasmutazioni...

Secondo le ultime dichiarazioni a riguardo (ma su queste cose Andrea Rossi spesso mente, anzi prende per i fondelli, come quando ha dato la miscela di rame e nichel a Krivit perchè l'analizzasse), avviene una "specie" di fusione fredda tra l'idrogeno e il nichel per formare rame. Ma il rame va quasi immediatamente incontro a decadimento beta (registrabile da spettroscopi gamma) e ridiventa nichel."

Stavo guardando un sito e su come caricano le batterie piombo-acido .Quando le batterie si caricano emettono idrogeno in bolle , come se venisse espulso dal reticolo del piombo , mentre quando si scaricano dovrebbero acquisire idrogeno dall'acido ...

Franco Morici ha detto...

Silvio Caggia wrote:
lascio il lavoro di analisi e divulgazione del brevetto piantelli, e del brevetto pascucci, a qualcuno del mestiere, possibilmente uno scettico, che in questi lavoretti di dettaglio sono quasi sempre molto piu' bravi dei believers!

Andrea Rossi
January 19th, 2013 at 6:14 AM
Dear Readers:
I receive many requests of opinion about the last patents granted in matter of LENR: this comment answers to all.
None of those patents explain how the E-Cat can work. I read very shaky theories in them that never produced anything really working. A The described apparatuses, that we replicated with high fidelity after the publication of such patents to check their validity, actually do not work. Not at all. Everybody can try…
Every further comment is useless.
Warm Regards,
A.R.

Come vedi ci ha pensato Rossi (a cui mi pare dai sempre credito) a risponderti.
(solo il grassetto è mio)

Gaetano ha detto...

Bertoldo ha detto "fottiti coglione"

Ecco un bello esemplare che ci piace insultare dietro al compiuter nel calduccio della cameretta. Magari ciai anche raggione ma quelli che fanno come te li schifo di bestia.
Lo sai che quando incontro quelli compagni tuoi mi levo il distintivo e li riempo di pizze con una mano dietro la schiena? Imaparati a scrivere l'italiano e a rispettare la parola "coglione". A te ne mancano giusto due.

Briel ha detto...

@ Franco Morici
Riguardo il commento di Rossi sull'impossibilità di replica a partire dalle indicazioni fornite dai brevetti, mi vien spontaneo : 'Da che pulpito viene la predica ?!" :)

Silvio Caggia ha detto...

@franco morici
Eh eh... Ma cosi' e' troppo facile! :-)
Anche io avevo ad istinto la stessa opinione di rossi, senza nemmeno aver letto il brevetto...
Ma poiche' qui di rossi non ci fidiamo, chi ci da un'esegesi del brevetto?
E cos'e' quel link al brevetto della pascucci (moglie di rossi)? Ci sono novita'?
Io purtroppo dal cellulare ho qualche problema a vedere certi siti che usano cose tipo flashplayer...

vincenzo da torino ha detto...

Mistero dei brevetti!Si danno anche quando sembra che nessuno possa replicarli e darne validità? E'solo una questione di migliore o peggiore esposizione teorica per avere il brevetto, sperando che nessuno possa usare gli elementi e un minimo di procedura del loro utilizzo per poter poi continuare a sperimentare in sicurezza riguardo la proprietà intellettuale? A quanto pare il brevetto dato a Piantelli è pura teoria e reputo,pur da incompetente, che non gli serva molto ed ad altri possa servire come traccia per la sperimentazione. Solo chi darà prova pratica , credo, potrà avvalersi di un brevetto.Se Rossi oltre alla pubbicazione delle prove tramite terzi e quando renderà di pubblica visione il suo e-cat funzionante, se ne infischierà del brevetto di Pianelli. Cos' credo e spero.

bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bertoldo ha detto...

Stavo guardando un sito e su come caricano le batterie piombo-acido .Quando le batterie si caricano emettono idrogeno in bolle , come se venisse espulso dal reticolo del piombo , mentre quando si scaricano dovrebbero acquisire idrogeno dall'acido ... i rabbocchi vengono fatti sempre con acqua distillata e raramente con acido .Meno idrogeno nel reticolo più carica , più idrogeno nel reticolo meno carica .

Gaetano ha detto...

Bertoldo ha detto
quando vuoi due schiaffi mi devi dire solo in che posto e l'ora ...capito troll di mer@@ ?
Minkia quanto sei coraggioso! Anche se non ci mettevi le chiocciolette si è capito uguale quello che volevi dire!
Io sto in provincia di Crotote. E te? Se vuoi ci do il mail a Daniele e tu fai lo stesso. Poi organizziamo una bella gita a mezza strada e ci beviamo un bello caffè e vediamo chi fa le pizze più bene. Prima di questo lavoro al centro commerciale ho fatto pure il pizzaiolo! Oh mi raccomando, rigorosamente a palmi di mani!

robi ha detto...

Gaetano Bertoldo
datevi una calmata

Gaetano
anche nel blog di Franchini sei conosciuto per il tuo linguaggio violento.Ricorda che Daniele ti ha già censurato una volta

Bertoldo
conosci un certo LM Leon che ha scritto "io sono ogni luogo", l universo senza einstein
secondo me si avvicina (da altri punti di riferimento)a Todeschini ,almeno per certe cose

saluti

Gaetano ha detto...

Robbi ma quale linguaggio violento. Prova a contare le male parole e gli insulti nei mei messaggi! Io se devo essere duro lo faccio con le mani mai con la lingua (quella la uso solo per le femmine).
Porca, mi parlano pure da Franchini? Vado subito a vedere che dicono!
Oh, ho fatto il pizzaiolo per qualche anno ma ciavevo pure il soprannome di pizzaiolo quando andavo alle giostre. Indovina perchè! Pure quello scassaminkia dell'autoscontro manco mi lasciava usare più il tirapuggni perkè diceva che ce lo scassavo.

bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bertoldo ha detto...

gaetano mw gokatto ...
Fatti vedere da uno bravo che ti serve qualcosa per attutire le personalità multiple che albergano in te ...

Gaetano ha detto...

Bertoldo uno bravo e' quello che capisce le minchiate che scrivi te sulle batterie o sugli americani (ma che ti hanno pestato da bamboccio?). O stai a tirare insulti o parli dell'idroggeno ma in generale non si capisce proprio un cazzo di quello che ti passa per la capa. Poi mi spiegi anche chi minkia sono i sionisti.
Comunque la gara di schiaffoni è sempre aperta. Se qualcuno ci porta la telecamera magari ci mettono su yutube. Immaggina che risate!

bertoldo ha detto...

X robbins
"Uno curioso personaggio di altro blog, che sosteneva lo copiassi, parla [da inesperto] di batterie. Al piombo. Ricordo un risultato recentissimo che attribuiva parte della carica di queste batterie addirittura a un fenomeno relativistico. Ho perso i riferimenti. Questo sarebbe argomento di ricerca e dicussione per un bravo chimico-fisico con competenze nucleari. Ora pizza."

Quello curioso sei tu amico che prendi dove puoi e riporti come se fossero tue idee .Con il messaggio che hai scritto su cobraf dimostri ancora una volta che vai pescando di forum in blog .Il caso delle batterie zebra è emblematico e non cè dà aggiungere altro .Non cè nulla di male basta citare dove hai preso tali idee .Per le batterie zebra inutile dire che in quel forum che ho linkato su e in altri forum come energeticambiente prendo qualche spunto "per ciarlare un pò a vuoto" che cerco di riempire ...di solito mi scordo del messo da parte e ricomincio di nuovo con un punto di vista diverso , in quanto la memoria si autoresetta ...
Per le batterie sono inesperto ma una cosa l'ho capita l'idrogeno che entra ed esce dal reticolo del piombo e l'indicatore della minore o maggiore carica .Non ha caso quando parlano di batterie Plantè dicono che queste acquistano carica man mano nel corso degli anni e che al punto di carica massima , che coincide con la maggior spugnosità raggiunta dal piombo , queste si rompono come un femore di un anziano ...La cosa bella delle batterie plantè e che durano una vita letteralmente .Aggiungo che la solfatazione delle batterie è dovuta proprio allo scambio di idrogeno che interviene tra la matrice del piombo e l'acido solforico ...quest'ultimo rimanendo a secco di idrogeno si attacca al piombo come se fosse aspirato all'interno del reticolo .Un effetto risucchio dell'idrogeno che fà spiacciare la restante molecola di acido solforico sulla piastra di piombo .La similitudine si estende poi alle bobine di Tesla , che raccontava che immergendo le bobine in olio per raffreddarle si verificava lo stesso fenomeno curioso della fuoriscita dell'idrogeno sotto forma di "bollicine" .Per concludere come ho già ripetuto varie volte l'idrogeno monoatomico è il mezzo tramite il quale l'etere viene deviato al momento della ricombinazione dà atomico in molecolare ...Buona Pizza ...

bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bertoldo ha detto...

La corrosione di queste batterie al piombo è dovuta essenzialmente sia alla fase di carica che di scarica , dipende sia dalla corrente di carica che dalla corrente di carica , ovviamente più le correnti sono alte più l'effetto risucchio-esplulsione dell'idrogeno sono forti e distruttivi . Quando in fase di carica l'idrogeno fuorisce , se non riesce ad uscire facilmente disgrega il piombo per uscire ,come se l'idrogeno fosse spinto fuori , nel caso di scarica l'idrogeno cerca di rientrare nel reticolo velocemente come se vi fosse un buco nero che lo attira ...( ma che caspita me so bevuto ?...)

bertoldo ha detto...

"Nel caso delle Planté infatti, e di tutti gli accumulatori al piombo, l'elettrolita (acido solforico) prende parte alle reazioni e durante la scarica dell'accumulatore questo si trasforma in solfato di piombo, nel trasformarsi quindi la concentrazione di acido solforico diminuisce facendo aumentare quindi la resistenza interna dell'accumulatore. Ora se la concentrazione cala troppo e la resistenza aumenta a dismisura capirai bene che il rendimento dell'accumulatore cala drasticamente.
Perciò se in teoria potessi immergere le tue piastre in un lago di acido solforico sarebbe la cosa migliore!"
L'autore del mio copia incolla mi scuserà se l'ho riportato senza consenso ...acido solforico =H2SO4 --- solfato di piombo PbOS4 --- Il piombo sostituisce la molecola di idrogeno staccandosi dal reticolo e distregando il reticolo del piombo , si formano più spazi e più alta diventa la carica , fino al limite fisico della rottura delle morbide piastre di piombo .Meno idrogeno disponibile più alta è la resistenza e viceversa ...
Autocitazione"Aggiungo che la solfatazione delle batterie è dovuta proprio allo scambio di idrogeno che interviene tra la matrice del piombo e l'acido solforico ...quest'ultimo rimanendo a secco di idrogeno si attacca al piombo come se fosse aspirato all'interno del reticolo ."non è forse elettrodeposizione ?

bertoldo ha detto...

In definitiva lo "spostamento" dell'idrogeno è indice di maggiore o minor carica dei metalli , ma si cita sempre l'acido solforico (nel caso delle batterie) e mai l'idrogeno come se fosse un elemento insignificante .Questo è il mio punto di vista nuovo per oggi ...

robi ha detto...

Sandro 75k
finalmente hai finito di stare con un piede in due scarpe
il problema adesso è perchè le Lenr-fantasiose hanno attecchito solo in italia. Vedrai che da Franchini sapranno la risposta
(vedi intervento ascoli e tua risposta)
di là al momento (due giorni)sono in moderazione
ciao
eheh

bertoldo ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=zyCwbkDzYK4

Per la serie cosi in alto come in basso ...

bertoldo ha detto...

La nostra teoria dell’universo prevede un Tutto Pieno, cioè l’intero universo occupato da
materia, polvere, micromica e sub micromica, elementi a livello molecolare, a livello atomico e
sub atomico, anche il Relativamente Vuoto è occupato da materia in movimento la cosiddetta
“energia di fluttuazione” generata dai Quanti.


Leggendo sommariamente non vedo dove sia l'attinenza con Todeschini che non parlava di quanti ma di etere ...

robi ha detto...

Grazie Bertoldo
non conoscendo la fisica ,a volte penso che con termini differenti vogliano intendere (a grandi linee) lo stesso concetto

bertoldo ha detto...

se per quanti intende etere ...comunque lo rileggerò per bene ...

robi ha detto...

Bertoldo
etere non è specificato da Todeschini se non come un movimento energetico
dopo se uno lo chiama quanti per specificare e chiarire (di base)che c è un energia
non so ,

sandro75k ha detto...

@Robi

Non ti mando a quel paese perchè so che sei una brava persona....
La mia risposta era per Giancarlo che diceva che le categorie umane sono dei frattali.... Siccome il Blog di franchini è in moderazione, sembra che abbia risposto ad Ascoli... nel frattempo, prima che leggessi qui ho risposto pure ad Ascoli ma non puoi ancora leggere perchè quel sistema di moderazione genera confusione!
Lo ripeto qui: io sono convinto che qualche modo per accdere alle LENR esista... dobbiamo lavorare tutti per provarlo!

ps: non devo nessuna spiegazione ma se proprio ci tieni, prova a vedere l'orario della mia risposta e quella di Ascoli, sono praticamente contemporanee....

sandro75k ha detto...

@Robi

Che ti piaccia o meno, per discutere di idruri interstiziali e provare a capire, devo farlo con De Marchis e Franchini... me lo vuoi negare?

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
nemo ha detto...

@robi
Non capisco le critiche a Sandro75k. I suoi commenti sono sempre molto equilibrati e mai doppi. Sostiene la FF senza innescare inutili polemiche e superando così la moderazione. Ci sono persone competenti che con le loro critiche aiutano a comprendere sia gli errori teorici che metodologici. Quindi dovresti ringraziarono invece di muover gli critiche gratuite!

nemo ha detto...

In merito al tuo ultimo commento, non hai idea di quanto ti sbagli. Sono io che spesso mi faccio prendere da 1000 dubbi sulla FF. Non Sandro.

sandro75k ha detto...

@Robi

ti ripeto che ho risposto a Giancarlo sulle categorie umane (la prova è che il blog è in moderazione e aggiornato ogni 60/120 minuti mentre il commento di ascoli mi precede solo di qualche secondo, come avrei fatto a leggerlo quel commento?)..detto questo, non devo giustificarmi con nessuno.... pensa quello che vuoi, non mi interessa!

bertoldo ha detto...

l'effetto risucchio-esplulsione dell'idrogeno dalle piastre di piombo per sfregamento genera energia ...la "calamità" attira l'idrogeno in un senso o nell'altro l'idrogeno che non rompe il piombo ma si sfrega solamente passanado vicino genera energia ?

nemo ha detto...

Infine ricordo a tutti che la FF catalizzata da muoni è una realtà scientifica accettata dalla comunità, quindi dovremmo essere tutti consapevoli che la Natura non vieta il processo e che bisogna solo comprendere come. Questo è quello che sia a me che a Sandro interessa. Partire dalle certezze...

robi ha detto...

chiarisco l equivoco
ascoli parla di leggende metropolitane sulle Lenr. Dice che a questo punto ,visto e appurato che son fantasie ,l unica cosa che ci rimane è capire perchè succede solo in italia
-io sono d accordo con te- risposta di Sandro ,subito sotto ,ma non era indirizzata ad ascoli
soliti casini da internet

fine della storia

bertoldo ha detto...

x robi capitolo 4 del libro Copia e incolla :Lo spazio dell'universo è pieno di una sostanza fluida (etere) o è vuoto ?
E' chiaro che il vuoto inteso come tale non può mai esistere ...

sandro75k ha detto...

@Robi

se ci aggiungi qualche scusa sarebbe meglio....
Non sono stato duro cn te perchè Passerini so che ti stima... ed io devo tanto a Daniele.... fine del discorso!

robi ha detto...

sandro
si è vero non ti ho fatto le scuse...
perchè in fondo per me sei ambiguo..
lascia stare Daniele e dimmi su..
non me la prendo
però in questo caso è vero ho sbagliato
scusa

sandro75k ha detto...

@Robi

Non ho nulla da dire contro...
Se credi che io possa difendere haarp, cerchi nel grano e cose del genre allora è vero, la penso diversamente da te (ci siamo scontrati più volte e non ne ho mai fatto mistero). Sono anche convinto che la ff (l'ho scritto spesso) nn possa essere troppo pulita...
Ho un concetto della religione molto personale e non mi considero "credente" in senso stretto e me ne sbatto dei miracoli presunti.
Credo come dice Nemo, perchè ne parliamo ore ed ore al giorno, che la ff intesa come superamento della barriera coulombiana, sia stata già "scoperta" da Sacarov (confinamento muonico). Si tratta "semplicemente" di trovare il modo di aumentare le probabilità dell'effetto tunnel...
Spero che qualcuno sappia farlo e lo dimostri ed il sottoscritto è qui per fare il tifo per lui!

Ps: hai scritto mai a Rossi che le sue "dimostrazioni" pubbliche erano ambigue? non non l'hai fatto perchè sei convinto che abbia i suoi motivi ed anche perchè lui è l'inventore Andrea Rossi ed io sono un "cazzone" qualsiasi... molto fare moralismi solo i cazzoni qualsisasi....


sandro75k ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
sandro75k ha detto...

.... molto "facile" fare moralismi solo con i cazzoni qualsisasi....


... Who? ha detto...

ma perchè le grandi scoperte capitano in mano a persone che vogliono farci sempre un sacco di soldoni sopra?

ma perchè esiste questa SFIGA NELLA SFIGA!?

adesso si accapiglieranno per i prossimi quattro anni a colpi di carte bollate e al diavolo il progresso e l'eventuale svolta

se si fosse in un regime dettato dal buonsenso, si prenderebbe Rossi, Piantelli tutti i loro alambicchi e li si metterebbe chiusi a lavorare per l'Umanità...sfrutta energie naturali, possono accampare pretese su eventuali industrializzazioni, possono chiedere royalties, e coprirsi d'oro lo stesso...
ma perchè dobbiamo sempre finire nelle mani di persone affamate di fama e di soldi?

bertoldo ha detto...

"Se credi che io possa difendere haarp, cerchi nel grano e cose del genre allora è vero, la penso diversamente da te"
Sono due cose completamente differenti e se non capisci il significato di haarp o del muos , è un problema tutto tuo e della disinformazione di stampo Usa e getta in generale .Stare in bilico in due posizioni e prendere le parti di una o dell'altra aseconda di dove ci si trova , ha un solo nome : paraculo e sembra che la cosa ti riesca bene ...

bertoldo ha detto...

i paracadute servono solo a chi ha paura di volare ...

robi ha detto...

calma ragazzi
cercate e ascoltatevi
alt-j "an awesome wave"
secondo me miglior disco del 2012 senza influenze della "preistoria" (non ti viene in mente nessuno da abbinare del periodo d oro)
ci vuole mente libera
per apprezzarlo

robi ha detto...

per i più raffinati
Gotye "making mirrors"

sandro75k ha detto...

@bertoldo

non ti ho mai risposto, non intendo cominciare ora... :)

@Robi

tranquillo, nessun rancore... tutti devono essere liberi di avere una opinione!

sandro75k ha detto...

@Robi

..e poi io continuo ad avere stima di te anche se pensi cose diverse. Per me le opioni nn fanno la differenza. Solo il "cuore" fa la differenza!

comRED ha detto...

Ah si! Ora vedo il vedo il "cammello" nel telescopio...

robi ha detto...

sandro
quando riuscirai a parlare con Bertoldo sarà il momento che avrai una prima apertura mentale
non per i discorsi che dice
ma proprio perchè non avrai paura ad aprire un discorso a te ostico
e il paracadute non servirà più

eheh

massimo ha detto...

proviamo a fare 1+1:
1. Piantelli dice di usare impulsi
2. L'ambiente di nickel e' saturo di idrogeno.

--> Gli elettroni si muovono in massa durante gli impulsi ma non uniformemente (forse c'e' il modo di farlo scegliendo l'intensita' di impulsi e il duty cycle) e creano "clusters temporanei" di carica negativa attorno ai nuclei positivi sbilanciando il bilancio di carica locale. Questo potrebbe essere il fenomeno di "mascheramento" che permette ad un protone di entrare.

Ma non sono un fisico.

piero41 ha detto...

@…Who
Ma perché?..IO li vedo, li voglio vedere come due UOMINI con una LORO grande idea, un LORO grande fine da realizzare e per questo agiscano, faticano al meglio delle loro possibilità. Ma è una LORO idea personale e non la voglion snaturare con le idee di altri.. Ma poi devono agire in questo mondo e lo sai anche tu : vi sono amici, banche aziende che per fargli fare le ricerche hanno dato a Piantelli 1 o più milioni nel laboratorio, in stipendi ecc rischiando alla grande invece di comprare immobili o bond o ecc… e guadagnarci subito.Lo stesso è avvenuto per Rossi e consorte per la sua fabbrica, il suo appartamento e per i fondi di probabili altri investitori. Tutta questa gente , tutto questo apparato che si sarà arricchito di famosi studi legali ormai ha preso la mano ai due ricercatori e dirige l’affare secondo “convenienza economica”, la loro, probabilmente. Se lavorassero in accordo spartendosi l’affare probabilmente guadagnerebbero molto di più e prima. Ora però devon guadagnarci sopra e tanto, studi legali, notarili, tecnici ecc ecc E la loro idea deve vincere, primeggiare. Non c’è da meravigliarsi se tutto questo accade, anche per i loro caratteri spigolosi di primedonne!!,..! Mai vista anche la faccia di Piantelli!! Vedi tu…Questa di Cobraf è l’unica immagine sua trovata in rete, forte comunque!!
http://www.cobraf.com/forum/topic.php?reply_id=123501426&topic_id=5747&ps=20&pg=7&sh=0
Sono solo mie impressioni, lo so che molti nel profilo del nostro dott. vedono solo l’immagine di un profittatore taccagno e magari truffatore….;-o I propi ideali...

... Who? ha detto...

Ego megalitici...
voglia di primeggiare...
uno brevetta e l'altro starnazza subito come un tacchino il giorno del Ringraziamento

Paura....paura di perdere il treno
La Paura trascina tutti verso l'errore
Chi la prova, dovrebbe vaccinarsi all'istante: è come vivere con una pietra la collo.

E questi "inventori" sono farciti di Paura

triziocaioedeuterio ha detto...


Ch. Stremmenos
January 19th, 2013 at 7:09 PM

A tutti i lettori del JoNP
Con enorme sorpresa ho letto nella pubblicazione del Breveto Europeo EP 2368 252 B1 in data 16.01.2013 con priorità:24.11.2008, concesso al inventore Francesco Piantelli, che nella “Description of the prior art”, è riportato che il suddeto inventore sebrerebbe che lavorasse su delle nanoporveri di Nichel fin dal 1998. .. Questo è assolutamente inesatto, perché solamente lo scrivente in quel periodo adottava le nanoppolveri di Ni e Pd, preparate presso il laboratorio del Prof E. Bonetti (Dip. Fis. UNIBO), coivolgendo Prof. Focardi e Ing Rossi in seguito.
Infatti nella mia pubblicazione con titolo:” Fusione fredda, Un dibattito che prosegue”, nel Giornale “La chimica e l’industria “ Organo Ufficiale della Società Chimica Italiana(81-La chimica e l’Industria-363, RICHMAC-Aprile 1999 ), sono riportati risultati e metodi di ricerca adottati nei precedenti tre anni.
In un framento di questa pubblicazione viene segnalata la stuttura dei campioni usati:
« ……Ora, per quello che riguarda la struttura metallografica si sa che un campione metallico è un insieme di grani monocristallini di dimensioni variabili a differenti tessiture.
Eliminare almeno la variabilità nelle dimensioni del grano risulta possibile utilizzando delle polveri monocristalline e granulometricamente omogenee del metallo per la preparazione del campioni in forme appropriate mediante lieve compressione.
Ciò comporta un aumento enorme di superficie interagente ed una distribuzione statistica omogenea sia delle varie tessiture, compresa quella più assorbente, sia
dello stato difettivo del campione che, a parità della sua storia termica e meccanica, divengono così, percentualmente riproducibili.
La tecnica attuale di preparazione delle polveri mediante macinazione sotto vuoto, permette di ottenere dimensioni granulometriche che variano da alcuni micrometri per le microfasi fino al limite inferiore di 10-15 nanometri per le nanofasi e quindi la
possibilità di poter preparare campioni in una vasta gamma granulometrica…»
Piantelli in quel tempo non solo lavorava con le barrette di nickel, ma diceva che con le polveri non poteva funzionare. Quindi l’idea delle polveri l’ha tirata fuori copiando il lavoro di altri, ossia mio e del Dr Andrea Rossi. Inoltre non si capisce come abbia avuto il riconoscimento del brevetto, dato che il suo apparato non funziona e non ha mai funzionato: Piantelli ha citato la sua pubblicazione su Nuovo Cimento, ma si e’ dimenticato di pubblicare il lavoro che nel successivo numero di Nuovo Cimento ( Vol. 109- N. 12) il Prof. Zichichi, dell’Universita’ di Bologna, in cui a quei tempi io insegnavo, ha fatto con il suop team un test dell’apparato di Piantelli ed ha scoperto che non funzionava assolutamente e che tutte le affermazioni fatte dal Piantelli erano prive di fondamento: andate a leggere il citato volume di Nuovo Cimento, la principale rivista di Fisica Italiana, per vedere se quello che scrivo e’ vero o no. Come si fa a dare un brevetto per un processo che non funziona? Ma allora che senso ha dire che un inventore, per avere un brevetto, deve mettere in condizione il lettore esperto di riprodurre il processo? Ma se neanche l’inventore, in questo caso Piantelli, non e’ mai stato capace di fare niente, come fa a dire che mette in condizione gli altri di fare un processo che nemmeno lui e’ capace di fare? Mi piacerebbe sapere come ha fatto ad ottenere quel brevetto, che ovviamente non vale niente, sia pwerche’ non produce niente, sia perche’ Rossi aveva gia’ brevettato un processo analogo, brevetto confermato in Italia: sia che Rossi ottenga l’estensione internazionale, sia che non la ottenga, e’ ovvio che nessuno puo’ brevettare una cosa che e’ gia’ stata brevettata in qualsiasi Paese del mondo in cui e’ riconosciuta la legge sui brevetti.
Forza Andrea, non farti scoraggiare, anche se so che sei un leone.
Ch. Stremmenos

Paul ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Go Katto ha detto...

(...)non si capisce come abbia avuto il riconoscimento del brevetto, dato che il suo apparato non funziona e non ha mai funzionato(...)

Quindi, se qui si dice che Stremmenos dice che il brevetto di Piantelli non vale niente, Piantelli ha in mano qualcosa o no? E Rossi?

Paul ha detto...

>Quindi, se qui si dice che Stremmenos dice che il brevetto di Piantelli non vale niente, Piantelli ha in mano qualcosa o no? E Rossi?

Rossi ha il partner americano che secondo me non avrebbe accettato una collaborazione col "niente".
Il famoso report indipendente metterà comunque un punto fermo, nel bene e nel male, appena sarà possibile leggerlo.

... Who? ha detto...

.....e vai con l'arena dei galli!

Paul ha detto...

In tutto questo bailamme la Defkalion per il momento se ne sta apparentemente tranquilla. Aveva ragione Rossi quando diceva che non avevano niente di concreto in mano....

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Quoto entrambi gli ultimi interventi di Paul.

Aggiungo che la mia impressione, a questo punto, è che anche Piantelli sia in una situazione simile a Defkalion. Sono vicini, ma gli manca quel qualcosa che sperano di capire o 'carpire' in seguito e nel frattempo cercano di assicurarsi un 'posto al sole'. Che ci sia trippa per gatti probabilmente lo sanno, o lo credono fermamente, sia Defkalion, sia Piantelli, per questo stanno cercando di non rimanere tagliati fuori. Questo dovrebbe far riflettere. Può essere che le LENR siano tutte una bufala o una frode, ma chi è più addentro nel campo sembra pensarla diversamente. Indizi pesanti! :-)

Vincenzo Bonomo ha detto...

Gli alfieri dell'ovvio sostengono fino alla nausea che il proiettile sparato da una pistola non può forare la corazza di un carro armato e su questo non ci piove, ma immaginiamo che quel proiettile invece che raggiungere la velocità di, ipotizziamo, 1 km al secondo raggiungesse i 100 km al secondo e inoltre impattasse il metallo perpendicolarmente massimizzando la sezione d'urto, cosa succederebbe?
La barriera coulombiana (la corazza) è superabile con la supervelocità (superconduttività) dell'idrogeno metallico mentre la perpendicolarità in senso figurato è fornita dalla polverizzazione del nickel.
E' tutta una questione di velocità come la differenza tra una carezza ed uno schiaffo, il gesto è il medesimo ma a velocità e con esiti ben diversi!!!

Fabio Crestani ha detto...

@Alessandro Pagnini
Anch'io la penso come te, l'AD di Defkalion ha chiaramente detto che il loro obbiettivo attuale è lo sviluppo tecnologico (come dire siamo ancora in alto mare).
Nello stesso brevetto di Piantelli è riportato che la tecnologia non si presta ad applicazioni industriali in quanto presenta problemi di manutenzione.
La campanella è suonata, gli scolari devono consegnare i compiti in classe, anche chi non ha risposto a domande importanti come Cop, stabilità, commercializzazione e altro...
Speriamo solo che Rossi venga promosso...

Franco Morici ha detto...

Stremmenos wrote:
...a quei tempi io insegnavo, ha fatto con il suop team un test dell’apparato di Piantelli ed ha scoperto che non funzionava assolutamente e che tutte le affermazioni fatte dal Piantelli erano prive di fondamento

...Ma se neanche l’inventore, in questo caso Piantelli, non e’ mai stato capace di fare niente, come fa a dire che mette in condizione gli altri di fare un processo che nemmeno lui e’ capace di fare?


Come vedi Silvio hai un'altra autorevole risposta ai tuoi quesiti.

Silvio Caggia ha detto...

@franco morici
Da quanto mi hai fatto notare sembrerebbe che non solo l'unica realta' funzionante, a livello industriale, sia quella di rossi, ma che questi brevetti siano in pratica i famosi "problemi di proprieta' intellettuale" coi quali ha giustificato finora la segretezza che avvolge il suo lavoro...
Piano piano anche i comportamenti apparentemente assurdi di rossi, e stigmatizzati da parecchi qui, diventano chiari e comprensibili...

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
Eh sì, sembrerebbe che l'unico vero deus ex machina, ancorchè attorniato da aspiranti concorrenti, in grado di dare un contributo decisivo all'applicabilità pratica di quei fenomeni che, molto probabilmente, anche gli altri hanno verificato, sia il nostro Rossi. Non avrà vita facile. Speriamo almeno che il 'partner' sia quello giusto e che non si sia messo uno 'snake' in seno ;-)

Franco Morici ha detto...

@ Silvio
Piantelli ha da anni fatto congressi, pubblicazioni, fondato società, ecc., ecc. su questa storia delle LENR.
Se come dice Stremmenos "tutte le affermazioni fatte dal Piantelli erano prive di fondamento" non capisco perchè escludere che anche quelle di Rossi lo siano.

Poi il discorso della "segretezza" secondo me c'entra molto poco con le (diciamo) traballanti evidenze del funzionamento fornite fin'ora.

triziocaioedeuterio ha detto...

Rossi ha sempre detto che gli altri competitors non hanno assoplutamente nulla in mao...e fin qui gli indizi che abbiamo vanno tutti in quella direzione.
Speriamo che cali presto sto poker d'assi...

Paul ha detto...

Rossi ha detto spesso di avere un efficiente servizio di Intelligence. Perciò quando afferma con sicurezza ciò che (non) hanno i concorrenti, c'è da credergli.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Franco Morici
"Se come dice Stremmenos "tutte le affermazioni fatte dal Piantelli erano prive di fondamento" non capisco perchè escludere che anche quelle di Rossi lo siano "
Su questo non ci piove!
Ma lo si potrebbe ipotizzare anche in assenza di questa frase di Stremmenos.
Resta aperto il discorso del come e perchè Rossi (e Piantelli e Defkalion) insistano a spendere soldi, tempo e credibilità, qualora non avessero trovato concrete evidenze di qualcosa di promettente. Ok, per truffare i licenziatari, o per gabbare gli ingenui partner, o per farsi pubblicità, o per mania di protagonismo, o masochismo, ecc.... Di motivazioni così se ne possono appiccicare parecchie addosso a molte persone e in tanti aspetti della vita, professionali, o personali che siano. Al solito, ognuno indirizza un dato in maniera diversa nelle proprie elaborazioni. Io interpreto le uscite di Defkalion e di Piantelli come ho appena scritto: sanno che c'è del concreto, e molto succoso, aggiungerei, e cercano di riservarsi un posto da protagonisti, fidando sul fatto che Rossi sta per uscire sul mercato e contando di poter poi aggiustare quello che a loro ancora manca, magari scopiazzando! Ovviamente questa è la mia personalissima interpretazione e ognuno avrà la sua, altrettanto rispettabile.

triziocaioedeuterio ha detto...

Anche per chè me so' leggerminchia sbiascicato i maroni....

Franco Morici ha detto...

@ Paul
Tu stesso scrivi:
Rossi ha detto spesso di avere un efficiente servizio di Intelligence.... e poi anche:
c'è da credergli.

Quali sarebbero le fonti di queste tue convinzioni, il "Rossi says"?
Ammettiamo che sia così, allora tu sei praticamente convinto che Stremmenos ha ragione.

@ Pagnini
Ma lo si potrebbe ipotizzare anche in assenza di questa frase di Stremmenos.

Non mi pare. La conseguenza di quanto sopra, cioè di quanto è convinto Paul (ovviamente se Stremmenos avesse ragione), è che o Piantelli mente inconsapevolmente oppure è un incapace che cerca di barare.
Tutto questo, in assenza di evidenze scientifiche concrete, rafforza il dubbio che anche gli altri possano farlo.

Paul ha detto...

I nostri pareri li diamo tutti attraverso ciò che leggiamo sui nostri monitor (ci sono poi i fortunati che possono invece "toccare con mano").

Perciò si, certamente, anche attraverso i "Rossi says" e adesso anche su ciò che dice Stremmenos che pare bene informato.

Per quanto concerne il brevetto Piantelli, Rossi ha detto che non è riuscito a replicare alcunché di funzionante utilizzando con fedeltà quanto descritto nella patente.

Perciò: o Rossi non è stato capace (ma mi pare strano) oppure la patente parla di tutto ciò che è possibile ed il contrario di tutto, senza avere una reale valenza di funzionalità.

Franco Morici ha detto...

@ Paul
In ambito scientifico il solo "says" conto molto poco, andrà forse bene per coloro che sono unicamente dei fedeli credenti.
A questo punto perchè il "says" di Piantelli o della Defkalion dovrebbe non essere credibile e quindi creduto?

la patente parla di tutto ciò che è possibile ed il contrario di tutto, senza avere una reale valenza di funzionalità.

Se così fosse come spieghi che è stato approvato da EPO? Hai analizzato in dettaglio il brevetto per poterlo affermare?
Inoltre se fosse come dici Rossi non sarebbe stato in grado di replicare alcunchè, mentre afferma proprio di averlo fatto verificando che non funziona.

Paul ha detto...

Posso ipotizzare che nelle pieghe della patente, molto in profondità e mimetizzato tra tutte le moltissime possibilità previste, sia descritto il sistema che ne permette il reale funzionamento.
Chi prova a replicare e non riesce a trovare quell'insieme di dettagli e parametri esatti, mai riuscirà a costruire un apparato funzionante. In fondo, per nascondere un segreto è sufficiente inserirlo in un ambito dove viene minimizzato e mascherato...

piero41 ha detto...

Mi dispiace ma personalmente ho molti dubbi sulla credibilità e su varie affermazioni di Stremmenos in questa come nelle precedenti comunicazioni a Rossi, sempre più mi sembra si comporti come se dovesse farsi perdonare dal dott.lo sgarro di aver forse riportato ai suoi conterranei i segreti dell’e-cat dopo aver partecipato ai suoi primi progetti…D’altra parte in alcune interviste Krivit riporta che Piantelli per primo gli parlò del possibile uso delle nanopolveri nel reattore…, anche se poi riconosce che furono Focardi e Rossi ad usarle per primi…
Comunque la cronologia della guerra di brevetti è ben riportata da Daniele su

http://22passi.blogspot.it/2011/06/patent-wars-la-vendetta-di-piantelli.html

Molte informazioni su Piantelli riassunte da tali commenti sono su
http://22passi.blogspot.it/2011/06/roy-virgilio-su-ventidue-passi-damore.html

Per riassumere un po’ brevemente ci si può rifare a quel che diceva Vettore nel giugno 2011
Vettore ha detto... (sull’attendibilità dei brevetti)
@Cesare
Le prove richieste variano da paese a paese. In genere basta che riporti dati singificativi che hai ottenuto in prima persona e che quello che descrivi sia fisicamente sensato. A volte, nei casi più controversi, si possono predisporre pure audizioni con gli esaminatori e dimostrazioni sperimentali. Il senso di questo esame non è, come per il peer review, dare un giudizio di "bontà" o veridicità, ma accertarne la brevettabilità: se brevetti sciocchezze in fondo sono problemi tuoi! Per questo in molti paesi, tra cui il nostro, non è neanche previsto l'esame...
07 giugno 2011 12:12

Vettore ha detto...
Da quello che si può leggere in giro (ed anche da alcuni particolari dei brevetti) i due metodi usati da Rossi e Piantelli sono piuttosto diversi. Il problema da risolvere era far partire la reazione e farla avvenire a sufficiente velocità. Rossi ha seguito la strada di usare polveri, alta pressione dell'idrogeno e qualcos'altro che non sappiamo. Piantelli, che era partito dalle barrette e dall'idrogeno a bassa pressione, ha continuato su questa strada, cercando di "lavorare" la superficie delle barrette tramite tecniche particolari (Sputtering, PVD, MBE, etc). Il risultato, verosimilmente, è che entrambi i processi funzionano e sfruttano esattamente lo stesso fenomeno, ma il processo di Rossi è più facilmente industrializzabile, mentre quello di Piantelli è un tantino più complesso ed ha qualche difficoltà pratica in più da superare prima di arrivare allo stadio di "prodotto"...
12 giugno 2011 08:16

AUTHOR
- È possibile avere una conferma circa l'annuncio presentato nel tuo libro?
- Puoi confermare la potenza del prototipo industriale di Piantelli a 40 kW termici / 7 elettrici?
ROY VIRGILIO
Le potenze dei prototipi in fase di realizzazioni sono varie a vari step di potenza.

Franco Morici ha detto...

Continuare ad ipotizzare, oppure dar credito al sentito dire senza controllare la veridicità delle informazioni, non è un passatempo che mi appassiona.
Contano unicamente i fatti concreti e ben dimostrati.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Franco Morici
"Continuare ad ipotizzare, oppure dar credito al sentito dire senza controllare la veridicità delle informazioni, non è un passatempo che mi appassiona.
Contano unicamente i fatti concreti e ben dimostrati."

Convengo. Un po' ci si appassiona a chiacchierare, ma alla fine si fanno solo un sacco di ipotesi che debbono ricevere conferma o smentita.

Paul ha detto...

Anche per questo è importante poter leggere il report indipendente.
Che possa mettere un punto fermo.

Silvio Caggia ha detto...

Eh... Dice il saggio: chi ha il brevetto non ha il prodotto, chi ha il prodotto non ha il brevetto...
:-D

triziocaioedeuterio ha detto...

tommaso di pietro
January 20th, 2013 at 4:41 AM

Buongiorno ingegner Rossi.
Mi perdoni…ma siamo tutti veramente impazienti ma allo stesso tempo preoccupati relativamente alla validazione della sua tecnologia che, per adesso,almeno agli occhi del grande pubblico,puo’ avvenire solo tramite la pubblicazione del report ad opera di terze parti indipendenti.
Qualche giorno fa ci confermava dalle pagine del jonp che la scorsa settimana si son dovute ripetere delle misure da parte degli scienziati responsabili del report stesso.
Questo evento ritarderà la pubblicazione da lei prevista per grandi linee nel mese di febbraio?
Grazie in anticipo e perdoni,se puo’,l’inevitabile pedanteria di chi ha sempre creduto in lei e nel suo lavoro.
In bocca al lupo!!!!


Andrea Rossi
January 20th, 2013 at 9:10 AM

Dear Tommaso Di Pietro:
The Party is composed by professors of 4 international Universities, and their work is very complex. It does not depend on me, and, as I said, I do not know where it will be published and who are the peer reviewers. It is a very serious thing. I am very worried of this. I do not know the results of the report. I assume it will be published by February, but I cannot say that it is sure, as I expalined. New tests will be made in February, to confirm the results already obtained. Being an international commission ( from different and distant parts of the World) the reviewing times are not very simple to coordinate, I have been told. The news of this week, while I am in the USA, is that the results need further tests to be confirmed beyond any doubt.
Warm Regards,
A.R.

tia_ ha detto...

>is that the results need further tests to be confirmed beyond any doubt.

Domanda: perchè ci sono voluti 6 mesi di test e ci sono ancora dubbi da fugare, quando prima si voleva far passare i test fatti in mezza giornata come una prova del funzionamento?

Paul ha detto...

Se non avesse funzionato durante questi ultimi test, sarebbe bastata mezza giornata di prove e avremmo già avuto il risultato (negativo).

tia_ ha detto...

>Se non avesse funzionato durante questi ultimi test, sarebbe bastata mezza giornata di prove e avremmo già avuto il risultato (negativo).

A parte che questo presume che i test qualcuno li stia effettivamente facendo, ma ammettiamo che sia vero.
Perchè cosi tanto? Con un "COP" di 6 ci sono ancora dubbi dopo sei mesi? Mah
Ammettiamo invece che abbia lasciato un e-cat per il test, ma dicendo che non c'è il catalizzatore, quindi il "COP" è basso (1.01?). Allora succederebbe che la misura diventerebbe un calvario, senza riuscire a produrre risultati 'beyond any doubt'.

Silvio Caggia ha detto...

@tia
Da quello che si legge sembra che i 4 professoroni vadano da rossi a fare i test e prendere le misure, ed ogni volta che tornano a casa gli vengono dei dubbi e tornano a controllare qualche altro aspetto che temono di aver trascurato.
Probabilmente a casa hanno qualche spacca***** che gli dice: ma hai controllato questo? Hai verificato quello? E loro dopo essesi dati una pacca in testa telefonano a rossi pregandolo di poter tornare a fare un altro controllino...
Vista responsabilita' che si prendono posso anche capirli.
Certo che con il tempo che ci stanno mettendo, i viaggi, le spese... Forse gli enti che li pagano facevano prima a comprarsi un ecat in multiproprieta' e poi tenerselo per riscaldarsi l'universita'! :-)

Nicolaos Stremmenos ha detto...

Ambasciator non porta pena! Dopo Esopo vedo che anche l'ufficio brevetti Europeo in quanto a favole non scherza niente. Mi sembra doveroso riportare integralmente il commento di mio padre anche per i raffinati lettori di 22 passi. Chi è intelligente non si domanderà perchè sia io a divulgarlo.

Cari Saluti
Nikos

[........ Con enorme sorpresa ho letto nella pubblicazione del Breveto Europeo EP 2368 252 B1 in data 16.01.2013 con priorità:24.11.2008, concesso al inventore Francesco Piantelli, che nella “Description of the prior art”, è riportato che il suddeto inventore sebrerebbe che lavorasse su delle nanoporveri di Nichel fin dal 1998. .. Questo è assolutamente inesatto, perché solamente lo scrivente in quel periodo adottava le nanoppolveri di Ni e Pd, preparate presso il laboratorio del Prof E. Bonetti (Dip. Fis. UNIBO), coivolgendo Prof. Focardi. So che anche Andrea Rossi fin dalla meta’ degli anni 90 lavorava con le polveri di nickel.
Piantelli, da me ripetutamente consultato, diceva che le polveri non possono funzionare e spiegava il perche’ con le sue teorie piu’ o meno astruse.
Nella mia pubblicazione con titolo:” Fusione fredda, Un dibattito che prosegue”, nel Giornale “La chimica e l’industria “ Organo Ufficiale della Società Chimica Italiana(81-La chimica e l’Industria-363, RICHMAC-Aprile 1999 ), sono riportati risultati e metodi di ricerca adottati nei precedenti tre anni.
In un framento di questa pubblicazione viene segnalata la stuttura dei campioni usati:
« ……Ora, per quello che riguarda la struttura metallografica si sa che un campione metallico è un insieme di grani monocristallini di dimensioni variabili a differenti tessiture.
Eliminare almeno la variabilità nelle dimensioni del grano risulta possibile utilizzando delle polveri monocristalline e granulometricamente omogenee del metallo per la preparazione del campioni in forme appropriate mediante lieve compressione.
Ciò comporta un aumento enorme di superficie interagente ed una distribuzione statistica omogenea sia delle varie tessiture, compresa quella più assorbente, sia
dello stato difettivo del campione che, a parità della sua storia termica e meccanica, divengono così, percentualmente riproducibili.
La tecnica attuale di preparazione delle polveri mediante macinazione sotto vuoto, permette di ottenere dimensioni granulometriche che variano da alcuni micrometri per le microfasi fino al limite inferiore di 10-15 nanometri per le nanofasi e quindi la
possibilità di poter preparare campioni in una vasta gamma granulometrica…»
Piantelli in quel tempo non solo lavorava con le barrette di nickel, ma diceva che con le polveri non poteva funzionare....] continua

Nicolaos Stremmenos ha detto...

[.....Quindi l’idea delle polveri l’ha tirata fuori copiando il lavoro di altri, ossia mio e del Dr Andrea Rossi. Inoltre non si capisce come abbia avuto il riconoscimento del brevetto, dato che il suo apparato non funziona e non ha mai funzionato: Piantelli ha citato la sua pubblicazione su Nuovo Cimento, ma si e’ dimenticato di pubblicare il lavoro che nel successivo numero di Nuovo Cimento ( Vol. 109- N. 12) il Prof. Zichichi, dell’Universita’ di Bologna, in cui a quei tempi io insegnavo, ha fatto con il suop team un test dell’apparato di Piantelli ed ha scoperto che non funzionava assolutamente e che tutte le affermazioni fatte dal Piantelli erano prive di fondamento: andate a leggere il citato volume di Nuovo Cimento, la principale rivista di Fisica Italiana, per vedere se quello che scrivo e’ vero o no. Come si fa a dare un brevetto per un processo che non funziona? Ma allora che senso ha dire che un inventore, per avere un brevetto, deve mettere in condizione il lettore esperto di riprodurre il processo? Ma se neanche l’inventore, in questo caso Piantelli, non e’ mai stato capace di fare niente, come fa a dire che mette in condizione gli altri di fare un processo che nemmeno lui e’ capace di fare? Mi piacerebbe sapere come ha fatto ad ottenere quel brevetto, che ovviamente non vale niente, sia pwerche’ non produce niente, sia perche’ Rossi aveva gia’ brevettato un processo analogo, brevetto confermato in Italia: sia che Rossi ottenga l’estensione internazionale, sia che non la ottenga, e’ ovvio che nessuno puo’ brevettare una cosa che e’ gia’ stata brevettata in qualsiasi Paese del mondo in cui e’ riconosciuta la legge sui brevetti.
Forza Andrea, non farti scoraggiare, anche se so che sei un leone.
Prof. Christos Stremmenos, Prof. of Chemical Physics, University of Bologna (Ret.); former Ambassador for Greece in Rome.....]

Paul ha detto...

>Ammettiamo invece che abbia lasciato un e-cat per il test, ma dicendo che non c'è il catalizzatore, quindi il "COP" è basso (1.01?).

Non trovo logico che Rossi fornirebbe da testare un hot-cat "azzoppato". A quale scopo? Per ottenere certamente un risultato negativo o fortemente dubbioso? Perché vorrebbe screditarsi proprio in questa fase della sua avventura?

Io credo invece che i professori abbiano rilevato dati fortemente positivi e che ne stiano approfittando per cercare di capire come funziona. E ciò richiede l'esecuzione di ulteriori misure ed altro tempo.
Rossi comunque è "worried", come ha scritto...

Alessandro Pagnini ha detto...

"Vista responsabilita' che si prendono posso anche capirli"
Sì! E soprattutto vista anche l'aria che tira, almeno in Italia. Non si è ancora capito se abbiano davvero fatto fuori Carpinteri, ma è chiaro che avallare certe ricerche è estremamente pericoloso per un qualunque accademico. Si rischia di finire impallinati da mille fucilieri! L'aspetto positivo, volendolo trovare, è che quei poveretti che devono mettere a repentaglio la loro carriera, non vorranno certo tralasciare dettagli (e infatti le cose vanno piuttosto per le lunghe) e questo è una garanzia che probabilmente tutto quello che uscirà di buono, sarà prudentemente sottostimato. Comunque se è vero che qualche mese fa dei test fatti con personaggi di fiducia del misterioso partner e comunque 'terzi' rispetto a Rossi, lo hanno convinto a imparentarsi con la Leonardo Corp., questa validazione 'accademica' in grande stile, a meno di clamorosi svarioni degli altri tester, dovrebbe alla fine arrivare a qualcosa di positivo. Oppure Rossi ci sta prendendo tutti per il naso e ci sta raccontando un sacco di frottole su ogni aspetto che riguarda il suo lavoro e a questo punto non si può più dire cosa sta accadendo e ancor meno cosa accadrà.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ N Stremmenos
Grazie per la testimonianza, comunque eri stato preceduto da triziocaioedeuterio, alle 7:48 di stamani :-)
Mi unisco anche io agli auguri a Rossi. Non ho niente contro Piantelli, se gioca pulito. Se invece si rivelasse che sta cercando solo di ostacolare il lavoro di Rossi, lavoro che effettivamente è concreto e industrialmente utilizzabile, usando la burocrazia e un brevetto a 'largo spettro' per vedere di intercettare tutte le possibili strade che Rossi potrebbe aver imboccato, allora il mio atteggiamento sarebbe di profondo biasimo verso Piantelli. Spero che così non sia.

tia_ ha detto...

>Non trovo logico che Rossi fornirebbe da testare un hot-cat "azzoppato". A quale scopo?

Con lo scopo di poter dire che ci sono test "accademici" in corso e al contempo pararsi il culo, visto che se dichiari "COP" 6 puoi facilmente sbugiardarlo, ma se presenti un affare con "COP" poco superiore all'unità, si rientra sempre nel dubbio.

>he ne stiano approfittando per cercare di capire come funziona.

Il che francamente fa ridere viste tutte le contraddizioni di rossi sempre giustitifcate con la paura che gli freghino il segreto.

Il Santo ha detto...

@Nicolaos Stremmenos
>Come si fa a dare un brevetto per un processo che non funziona?

Aridaje! C'e' ancora qualcuno che non ha ben chiaro che l'ottenimento di un brevento non e' la certificazione che cio che descrive sia funzionante!

sandro75k ha detto...

@Silvio

A cop 6 se si va avanti per così tanto tempo con i test, significa che i problemi sono altri non quello di verificare o meno se esiste calore in eccesso... oppure non è vero che c'è un COP così alto e allora sono cavoli amari!

AC/DC ha detto...

Hai hai hai mi sa che il febbraio caldo ce lo possiamo scordare... ma non vi preoccupate la primavera sara' bollente, la stagione successiva e' sempre quella buona.

triziocaioedeuterio ha detto...

Perfettamente d'accordo,come spesso mi accade,con il buon senso ed il chiaro stile esprssivo di pagnini.
Aggiungo inoltre che,a mio avviso,il report non riguarderà solo ed esclusivamente gli eccessi di calore dellì'apparecchio,ma verosimilmente sarà un qualcosa di estremamente piu' esaustivo relativamente a molti aspetti dell'hot cat,non ultimo il discorso delle trasmutazioni da un elemento ad un altro.
Non mi stupirei se nel report trovassimo notizie insospettabili,come la presenza,a latere delle reazioni principalmente responsabili degli eccessi di calore,di fenomeni esotici di cui rossi non ha ancora mai parlato o lo ha fatto solo velatamente,come la presenza di un campo elettromagnetico in prossimità del core.
Quindi in base a queste considerazioni è normale che i tests vadano avanti per parecchio tempo,tanto piu' che le "teste" da metter d'accordo sono molte,di ben 4 università...

bertoldo ha detto...

in realtà l'ha detto piuttosto chiaramente che devia energia in surplus dall'etere ...

Go Katto ha detto...

(...) i 4 professoroni vadano da rossi a fare i test e prendere le misure(...)

(...)I do not know where it will be published and who are the peer reviewers(...)

La prima affermazione è smentita dalla seconda. O quando i 4 professoroni vanno da Rossi, lui esce e lascia le chiavi sotto lo zerbino?

barbagianni ha detto...

Secondo me la giusta lettura è che i 4 prof fanno il rapporto, e prima di pubblicarlo lo sottopongono a revisione (tempi lunghi temo, il materiale è tanto, complesso, controverso) ... capace che pubblicano addirittura sul prestigiosissimo JoNP, che ha il suo Board of Advisers interno.

Silvio Caggia ha detto...

@go katto
Penso che tu stia facendo confusione tra i third party testers (gruppo di professoroni provenienti da 4 universita' internazionali) ed i peer reviewers (ignoti revisori dei report prodotti dai professoroni per autorizzarne la pubblicazione sulla rivista scientifica).
Quando avrai chiarito la tua confusione ti invito a smentire la tua smentita :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Go Katto
Mi sfugge la contraddizione. Colpa mia, probabilmente.
A parte che la prima frase non mi raccapezzo da dove provenga, quindi forse non contestualizzandola mi spiazza un po', ma quello che posso dire è che io vedo la cosa in questi termini:
Ci sono alcuni professori (4, 10, 20?) di 4 università che hanno a disposizione un 'gatto' (in un ambiente ad essi predisposto e con determinate caratteristiche, dice Rossi) che visitano e testano anche in assenza di Rossi (lo afferma sempre Rossi).

2) Rossi non ha il potere di imporre tempi e metodi alla loro analisi, che probabilmente risente anche di varie contestazioni, o richieste di approfondimento, che arrivano in corso d'opera, richiedendo la ripetizione o l'integrazione di misure, grazie all'intervento dei peer reviewer, che, in prima battuta, immagino siano gli stessi colleghi di accademia con cui si confrontano le nostre teste d'uovo, o a distanza, o al loro temporaneo rientro in sede (magari prima di ripartire per effettuare il test suggerito).
Rossi non ha alcun controllo su queste fasi e non gli viene comunicato chi sottopone a revisione il lavoro.
Addirittura, anche se ormai,verosimilmente sa già tutto (le indiscrezioni esistono), inizialmente pareva anche abbastanza all'oscuro della composizione di questa task force. Sosteneva di avere notizia che era composta anche da scettici, ma lo diceva come a far capire che comunque era tenuto abbastanza all'oscuro di questi dettagli.

Silvio Caggia ha detto...

@sandro75k
Il tempo che ci mettono e' proporzionale alla difficolta' che ci mettono a far digerire ai loro reviewers quello che stanno scoprendo.
Pensa al tempo che ci sta mettendo il giornalista di Associated Press dall'ottobre 2011 a farsi pubblicare il suo articolo di cronaca su un giornale e ti rendi conto di cosa stiamo parlando. :-)

Franco Morici ha detto...

@ Nicolaos e Christos Stremmenos

Mi permetto una osservazione.
Fatte salve le considerazioni del prof. Stremmenos, per completezza di informazione secondo me andrebbe anche detto che il lavoro di Piantelli in discussione, criticato appunto dal prof. Stremmenos, quello pubblicato nel Gennaio 1994 da Nuovo Cimento Vol. 107 e successivamente smentito dalla pubblicazione del Dicembre 1996 a firma Zichichi ed altri e pubblicato su Nuovo Cimento Vol. 109 a cui appunto si fa cenno, credo fosse firmato anche da altri ricercatori tra cui il prof. Focardi al quale invece tutt'ora mi risulta venga mantenuto pieno credito.

Gaetano ha detto...

Probabilmente a casa hanno qualche spacca***** che gli dice...
Io non capisco perchè non se lo portano appresso questo spacca*****? Non sono studiato a come questi 4 professoroni ma al primo viaggio a vuoto ci avrei già pensato pure io! Sono appena tornato dal lavoro e che mi tocca leggere!

sandro75k ha detto...

Io credo che da un lato sia positivo che i "galli " si becchino perchè vuol dire che c'è grano da contendersi e da un altro , invece, sono un po' perplesso perchè se non ricordo male, Rossi fece intendere che fosse un problema minoritario quello del brevetto... Barava? Non si aspettava di essere preceduto?

Fabio Crestani ha detto...

Anche per me i lunghi tempi della stesura dei report mi fanno sperare in una maggiore esaustività e autorevolezza.
Considerato che c'è in ballo il futuro energetico dell'umanità nulla può essere lasciato al caso.
Spero veramente che vadano a buon fine, che venga fugato ogni dubbio e che si riesca a voltare pagina!

Go Katto ha detto...

Hai ragione, ho "perso un pezzo per strada":
Ci sono 4 professori di 4 diverse Univerità (aspetta: visto le recenti polemiche con l'Università di Bologna, questi 4 parlano a titolo personale o con l'imprimatur delle rispettive Università?) dietro i thirdy part tests.
I 4 professori fanno i test e poi il loro lavoro deve affrontare la peer review. In effetti ha senso e grazie per avermelo fatto notare.

Abundo ha detto...

@ cari amici,
@ Mistero,
"...ABUNDO (pubblico)..."

e' da un po' che siamo quasi in conclave per effettuare il minuzioso rimontaggio dell'apparato calorimetrico presentato al convegno Pirelli, smontato e trasportato nel laboratorio esterno alla scuola ove vengono MATERIALMENE (per sicurezza) effettuati i test i cui risultati vengono poi interpretati con gli allievi.
E stiamo lavorando al massimo per effettuare affidabili calibrazioni di riferimento che non lascino dubbi sulla successiva attuazione ed interpretazione degli esperimenti; come pure sulla standardizzazione della manutenzione, al fine di raggiungere un livello di flessibilita' operativa che ci consenta poi una facile variazione dei tipi di elettrodi da testare in campagne comparative.

Nel frattempo il succedersi dei fatti sembra darci ragione (speravamo di averne meno...).

Accanto alla forte soddisfazione nel vedere che sempre meno si puo' continuare ad ignorare l'impatto positivo sulla credibilita' LENR di forze cosi' diffuse e determinate, ci duole assistere (per COLPEVOLE IGNAVIA delle Istituzioni italiane) alla deriva, lenta ma inesorabile, delle conoscenze in un settore cosi' strategico, dalla disponibilita' pubblica alla comprensibile segretezza di chi privatamente investe.

In controtendenza, dopo il convegno del 4 dicembre c/o l'Istituto L.Pirelli, si sono fatte avanti tre Istituzioni scolastiche, in ambito nazionale, che condividono il pieno spirito OPEN, e progettano una collaborazione con noi per riprodurre e velocizzare l'avanzamento dei test.
Si ammette che la disponibilita' di fondi (che altri hanno) e' certamente un elemento irrinunciabile, ma non meno meno importante, ai fini della velocizzazione, e' la circolazione dei dati, dei suggerimenti, il confronto critico dei diversi approcci.

Per sostenere questa linea, il 4 dicembre fu data ufficialmente notizia della imminente costituzione della Associazione non lucrativa "Open POWER" ,(vedasi Nuove Energie Nella Scuola - cronaca di Daniele Passerini) per la diffusione delle informazioni e la convergenza dei contributi scientifici al fine di raggiungere una alternativa OPEN SOURCE alle tecnologie proprietarie, con cui si puo' coesistere in qualita' di competitor, con buone prospettive di confronto, vista la maggiore economicita' intrinsecamente legata alla assenza di profitto.

Due le obiezioni che ci sono state velatamente mosse:
"ma non state troppo indietro con i risultati, rispetto al livello di altri?"
Forse no, se rapportato al fatto che siamo entrati nel settore appena un anno fa.

"ma non state troppo avanti con lo sguardo, verso traguardi prematuri, stanti i vostri apprezzabili ma ancora modesti risultati?"
No, la chiara idea del traguardo a cui si mira va avuta sin dai primi passi, per non rischiare poi di arrivare...ma in un posto diverso da quello che si voleva.

Oggi si vede che la condivisione della conoscenza non e' scontata, va difesa con azioni cosi' determinate quanto quelle della sua attribuzione proprietaria.
La costituzione della Associazione potra' costituire, tra breve, un bivio che permetta alla strada LENR un nuovo tragitto PARALLELO a quello che stiamo conoscendo.

P.S. Ci dispiace dare alla concorrenza proprietaria un fastidio INVOLONTARIO,(ma che la stessa dinamica che ha inventato sia la ricerca scientifica che la proprieta' brevettuale ha costruito come elemento INTRINSECAMENTE regolatore degli equilibri), palesando apertamente cio' che tutti comunque gia' sanno.
Si tratta del fatto che la divulgazione sistematica delle conoscenze, che costituira' parte essenziale delle attivita' della Associazione, potra' contribuire ad impedire la prolificazione brevettuale, stante la circostanza che non sono privatamente proteggibili ritrovati che siano gia' sostanzialmente di dominio pubblico.

Buona giornata a tutti.
Ugo Abundo


comRED ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alessandro Pagnini ha detto...

@ Go Katto
Per la verità se pure ci viene fatto sapere che le università sono ben 4, non ho trovato riferimenti al numero di professori inviati da ciascun ateneo. Magari mi è sfuggito, ma potrebbero anche essere molte più persone coinvolte 'direttamente' coi test .....e chissà quante a fargli la pulci.
Un gran casotto! ;-)

@ Prof. Abundo
Buongiorno e piacere di rileggerla :-)
Non si preoccupi per la concorrenza alle tecnologie proprietarie; in informatica la coesistenza tra 'proprietario' e 'open source' è ormai un fatto assodato. Se mai ci sarà questa scelta anche nel settore LENR, come si auspica, verrà certamente trovato un modus vivendi adeguato. In bocca al lupo per il suo progetto! :-)

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 212   Nuovi› Più recenti»

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails