BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

venerdì 21 settembre 2012

"NON ERAVAMO I PIIGS.
TORNEREMO ITALIA."

Molti di voi avranno notato che la mia presenza su 22 passi ultimamente si è un po' diradata. Preoccupazioni familiari a parte, in realtà - come mio solito - sto seguendo "sotto traccia" un po' di cosette interessanti che, una volta mature, troveranno sicuramente il loro spazio qui dentro.
Adesso però è tempo che 22 passi d'amore e dintorni porti il suo sostegno a un'iniziativa di altissimo contenuto ideale prima ancora che economico, ossia la seconda conferenza nazionale sulla MMT (Teoria Monetaria Moderna), da cui il titolo del post, che si svolgerà il mese prossimo a Rimini e Cagliari, rispettivamente il 20-21 ottobre e il 27-28 ottobre 2012 (vedasi il sito di riferimento).
Uno dei lettori del blog (nick Fr@ncesco CH) è molto ferrato su questo tema e sarà lui stesso a intervenire quando vorrà e con più ampio respiro per spiegare in modo comprensibile come potrebbe cambiare il sistema Italia se adottassimo la MMT.

Si tratta di un tema molto caldo. Infatti credo siamo tutti d'accordo (speculatori a parte!) che il sistema economico internazionale non funziona più (a dire il vero non ha mai funzionato, se non a favore di una parte del mondo e a spese dell'altro) e che per non finire nel baratro serve una soluzione radicalmente nuova. La MMT è esattamente questo: una proposta costruttiva per salvare/cambiare la società.
E per quelle meravigliose sinergie che nascono spontaneamente nella rete, mi ritrovo ancora "accanto" al Cobraf, il sito di finanza ed economia che ormai anche gli appassionati di fusione fredda conoscono bene grazie agli interventi di Cures (e Nevanlinna) sull'E-Cat di Rossi. Infatti proprio il moderatore del forum del Cobraf, Giovanni Zibordi, è tra i più attivi sostenitori del summit italiano sulla MMT, vedasi quanto ha pubblicato su Come Don Chisciotte (qui) e sul Cobraf (qui).

Come mi ha scritto Fr@ncesco CH "l'analisi di Zibordi è impietosa e non fa sconti, ma è LUCIDA", ve ne lascio perciò un breve estratto (ma aprite anche i due precedenti link e leggete gli interventi integrali:

"Alla fine, nonostante in Italia siamo in sessanta milioni di persone, di cui almeno quaranta milioni adulti non ancora affetti da Alzheimer e di cui cinque-sei milioni laureati e anche con migliaia di imprenditori che esportano e dovrebbero essere i primi a interessarsi, alla fine... l'unica iniziativa adeguata alla situazione come analisi e proposte è quella del Paolo Barnard, uno che ha toni estremi e apocalittici, litiga facilmente, irrita tanta gente incluso me quando risponde ad un email e incredibilmente pure lui giustifica le banche (in buona fede, per un malinteso sul meccanismo della riserva bancaria frazionaria). Però ha avuto l'intuizione di concentrarsi sul problema del Debito, dell'Austerità e dell'Euro e di imparare religiosamente da Warren Mosler, James Gailbraith, Stephanie Kelton, Randall Wray, Bill Mitchell, Michael Hudson... cioè dall'unica "scuola" che ha previsto da anni la crisi, capisce il meccanismo del debito e della moneta e offre una soluzione pratica." (Giovanni Zibordi)

Vi lascio a questo punto il link al video di un'intervista fatta proprio a Warren Mosler, uno dei cinque economisti internazionali che interverranno a Rimini e Cagliari... sempre che i due summit abbiano luogo. E già, c'è il rischio reale che i summit di Rimini e Cagliari non si facciano e in questo caso svanirebbe dal quadro politico italiano l'unica reale proposta, di alternativa seria, all'austerità promossa dal governo Monti. Per questo è importante, entro il 5 ottobre, iscriversi per finanziare l'iniziativa.*
N.B. Per i summit organizzati dal "potere" non ci sono mai di questi pericoli, chi ci va paga 10.000 € a TESTA per riunirsi e decidere alle NOSTRE spalle!

A presto, per approfondire l'argomento della MMT.

P.S. Intanto, qualora voleste - come me - saperne di più sulla Teoria Monetaria Moderna, mi è stato consigliato il video (diviso in 3 parti) di una delle ultime conferenze sulla MMT che Paolo Barnard sta facendo su e giù per l'Italia al fine di promuovere, con linguaggio chiaro e semplice, l'iniziativa dei summit di ottobre a Rimini e a Cagliari:

86 : commenti:

Fr@ncesco CH ha detto...

PER DANIELE PASSERINI:

GRAZIE,

SEI UN GRANDE!

sandro75k ha detto...

comunicazione di servizio:

Vi ricordo l'indirizzo per domani:

RISTORANTE CA' AD PANCOT
V. BENZI 514
CESENA (FC)
T 0547 318370 - 366 3139367 - F 0547 317575
E caadpancot@tin.it


Fr@ncesco CH ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Fr@ncesco CH ha detto...

https://www.facebook.com/Democrazia.MMT.Italia/posts/484828088201536

Fr@ncesco CH ha detto...

II SUMMIT MMT

A Rimini e a Cagliari, nelle date del 20-21 e 27-28 Ottobre 2012

I relatori:
Prof. JAMES GALBRAITH, Univ. del Texas
Prof.ssa STEPHANIE KELTON, Univ. Missouri KC
Dott. WARREN MOSLER, Levy Inst. New York
Dott. MARSHALL AUERBACK, INET New York
Prof. ALAIN PARGUEZ, Univ. di Besancon, FR
e il giornalista PAOLO BARNARD

- Ci informeranno di come l’Italia può tornare sovrana, prospera, e democratica per il 99% di noi, salvando aziende e occupazione.

- Sfateranno i fantasmi-truffa dei cosiddetti pericoli dell’uscita del nostro Paese dall’Euro.

- Ci daranno gli strumenti concreti per entrare al Ministero del Tesoro a Roma e saper guidare l’Italia fuori da questo incubo.



Il c/c su cui versare ha questo IBAN:

IT16K0200802455000101819809

Banca Unicredit, Bologna, ag. Bologna Dante, via Dante1/E

Intestatario: Paolo Rossi (il secondo cognome Barnard è omesso dal conto)

Per chi versa dall’estero il codice SWIFT/BIC è UNCRIT M1PM5

CAUSALI:

Per il convegno di Rimini scrivere: COGNOME E NOME donazione/liberalità per summit MMT Rimini

Per il convegno di Cagliari scrivere: COGNOME E NOME donazione/liberalità per summit MMT Cagliari

40 euro per i cittadini, e 100 euro per gli imprenditori



DIVULGATE, ATTIVATEVI SUL TERRITORIO PER ADESIONI, DIRIGIAMO IL NOSTRO DESTINO DA PROTAGONISTI, PERCHE' LO SIAMO!

indopama ha detto...

facciamo un giochino.

io sono l'unico creatore del denaro (le banche) e voi siete l'utilizzatore del denaro (il popolo).

parte il gioco (al momento zero).

creo 100 (io posso, voi no) e ve lo do' perche' voi lo usiate negli scambi pero' vi dico, siccome ha tanto valore, lo rivoglio indietro con gli interessi, diciamo il 10%.

tra un anno ne voglio 110.

riuscite a ridarmelo?



AC/DC ha detto...

mah... così a primo acchito mi sembra la solita teoria che vorrebbe risolvere problemi complessi in maniera estremamente semplice.

Sono un europeista convinto e proclami di questo tipo:
"- Ci informeranno di come l’Italia può tornare sovrana, prospera, e democratica per il 99% di noi, salvando aziende e occupazione.

- Sfateranno i fantasmi-truffa dei cosiddetti pericoli dell’uscita del nostro Paese dall’Euro.

- Ci daranno gli strumenti concreti per entrare al Ministero del Tesoro a Roma e saper guidare l’Italia fuori da questo incubo.
"

mi fanno dire: no grazie!

indopama ha detto...

se volete provare di capire, vi rinnovo l'incito:

facciamo un giochino.

io sono l'unico creatore del denaro (le banche) e voi siete l'utilizzatore del denaro (il popolo).

parte il gioco (al momento zero).

creo 100 (io posso, voi no) e ve lo do' perche' voi lo usiate negli scambi pero' vi dico, siccome ha tanto valore, lo rivoglio indietro con gli interessi, diciamo il 10%.

tra un anno ne voglio 110.

riuscite a ridarmelo?

Luigi Versaggi ha detto...

La grossa novità è che Paolo (Rossi) Barnard ha chiamato Beppe Grillo per fare uscire la MMT dal ristretto cerchio di iniziati e per unire le forze in vista delle politiche.
Io ci spero.
Accanto al rinnovamento generale proposto dal Movimento 5 Stelle anche una politica economica basata sulla sovranità monetaria può dare quello slancio di cui abbiamo bisogno per uscire da questo tunnel.

sandro75k ha detto...

Il primo problema è creare ricchezza non denaro... Ci chiediamo tutti da dove venga la crisi ed io , invece, mi sono sempre chiesto da dove venisse tanto benessere... Io non lavoro nè produco più dei miei nonni ma sto decisamente meglio... Adesso capisco che il benessere non corrispondeva ai 100 del giochino di Indipoma e se lo volessi riavere (il benessere) dovrei lavoare il quintuplo di quanto abbia fatto mio nonno... ne sarò capace?
Paradossalmente, ma neanche troppo, l'italia ha sfruttato l'egemonia monetaria del sstema finanziaro occidentale. Ne vogliamo fare a meno? Avremmo solo quello che produciamo... avremo meno di quello che aveva mio nonno... Forse, anzi sicuramente, sarebbe più giusto ma ne avremmo la peggio!

Giuseppe B ha detto...

@indopama

Dopo molte discussioni con persone preparate sull'argomento ho capito l'inghippo non è così semplice come nel giochino che vuoi fare.
Questo per due motivi:
1) Tu, ente erogatore, puoi decidere di mettere in circolo ulteriore denaro, e quindi io ho lo possibilità di solvere il mio debito. (Ovviamente questo si rinnoverebbe aumentando, è per questo che tutti i paesi del mondo sono indebitati)
2) Se il tuo caso si riferisce alla BCE, gli utili della stessa, alla fine ritornano per la stragrande maggioranza in mano agli stati, venendo spartiti a seconda delle quote partecipative.

Ci sarebbe poi un terzo ulteriore elemento che mi permette di solvere il debito, ovvero avere una bilancia commerciale attiva (di almeno 10 nel tuo esempio). Ma questo, secondo me, non è sensato, in quanto non è altro che uno spostamento di debito, da un paese ad un altro, e non una vera solvenza.

L'inghippo vero, sta nel fatto che la BCE ha il comando della nave, e decide come, quando e quanto stampare moneta. Questo è il vero problema. E ad un piccolo approfondimento, si capisce che i punti oscuri sulla rotta da seguire sono molteplici.

indopama ha detto...

allora:

se ti do 100 tu non puoi ridarmene indietro 110 dopo un anno perche':

1- ne hai solo 100, i 10 in piu' non te li ho mai dati.

2- se anche me li ridai tutti e 100 tu popolo ritorni a 0 e ti tocca tornare al baratto.


lo sapevo che non eravate a conoscenza del giochino... hehehehe

e dire che e' banale. e poi prosegue.......

hidetoshi rossy ha detto...

Azz.. gomblottate a raffica.

indopama ha detto...

Giuseppe,
non solo la BCE ma tutto l'insieme delle banche.

cerca di vedere il quadro generale senza scendere nei dettagli (che e' quello che vogliono perche' li' ci si perde). prendi in esame l'insieme delle banche e l'insieme della gente.

il denaro e' a prestito?
e' creato dal nulla?
e' creato dalle banche e usato dal popolo?

se e' cosi' allora vale il giochino.

il banchiere e' molto piu' furbo e colto del popolo altrimenti non sarebbe un banchiere.

comRED ha detto...

Trovo l'argomento non solo interessante ma sopratutto decisivo.

-Sovranità monetaria.
-Eliminazione del PIL e introdurre il FIL, Felicità Interna Lorda.
-Dare maggiore potere alle comunità e Comuni.
-Energia GRATIS (se qualcuno nel frattempo si svegliasse).
-Eliminazione degli sprechi e PRIVILEGGI.
-Recupero e valorizzazione ambientale.

A mio avviso queste sono alcune cose da fare per ridurre il costo della vita, perchè il trucco è tutto quì.

"Tutto ciò che è inutile allo stesso tempo è nocivo".

Giuseppe B ha detto...

@indopama

Da seguace di Giacinto Auriti, quale sono, potremmo aprire una discussione infinita sulla situazione attuale e sul come cambiarla.
Ma siccome vedo che siamo sulla stessa frequenza d'onda possiamo anche farne a meno.
Quello che volevo segnalarti non sono dettagli (lì si c'è da perdersi la testa) ma le linee base di come funziona la macchina del denaro in Europa.
Le teorie più battute, in contrasto con l'attuale sistema, spesso peccano di elementi importanti e quindi perdono valenza.
Ti ho fornito degli elementi di come funziona (in realtà) lo scambio di denaro tra banca centrale e stati in Europa.
Se vogliamo rimanere strettamente attinenti al tuo giochino, non avendo la possibilità di commerciare con altri paesi e in assenza di ulteriori prestiti, la risposta è: No, non posso restituirti il denaro.
Ma il tuo giochino, come ti ho detto, pecca di elementi basilari.

Fr@ncesco CH ha detto...

hidetoshi rossy 21 settembre 2012 18:10

Azz.. gomblottate a raffica.

----------------------------------------

hidetoshi,

Secondo te Wanna Marchi faceva complotti o faceva truffe?

I complotti sono ad esempio l'11 SETTEBRE.

(NOTA: preciso che affermo che 11 SETTEMBRE sia un complotto in quanto la VERSIONE UFFICIALE sull'11 SETTEMBRE afferma che vi è stato un COMPLOTTO contro gli USA tale per cui 19 arabi armati di taglierino sono saliti su quattro aerei dirottandoli e poi riuscendo a fare schiantare uno di questi aerei al suolo, un'altro di questi aerei sul Pentagono, e infine gli altri due aerei su due grattacieli che conseguentemente sono crollati facendo anche crollare un terzo grattacielo, ossia il WTC 7)

In questo caso non si tratta di complotto BENSI' DI SEMPLICE TRUFFA!!!



La truffa dell'euro funziona cosa:

SITUAZIONE PRIMA DELLA TRUFFA DELL'EURO:
lo Stato si stampa da solo la CARTA(moneta) di cui esso e i cittadini necessitano per andare avanti

ECCO LE CINQUE FASI DELLA TRUFFA DELL'EURO:

FASE 1)
togli allo Stato la possibilità di stampare moneta

FASE 2)
forzi lo Stato a togliere più moneta dalla circolazione di quella che reimmetti in circolo (=aumento dei tassi d'interessi sui titoli pubblici, aumento delle tasse, spending review, etc)

FASE 3)
a furia di togliere moneta dalla circolazione si crea una situazione di SCARSA LIQUIDITA', ossia finisce che dopo un po' di tempo lo Stato, le imprese, i cittadini non hanno più la moneta a loro necessaria per proseguire nelle loro usuali attività

FASE 4)
a questo punto parte il RICATTO ALLO STATO E AI CITTADINI, ossia chiedi allo Stato, alle imprese, ai cittadini di cedere beni reali (immobili, oro, imprese) in cambio della CARTA(moneta) di cui essi necessitano per andare avanti. In altre parole cedi BENI REALI in cambio di CARTA(moneta) - cioè cedi BENI REALI in cambio di BENI FINANZIARI

FASE 5)
finita la spoliazione, dopo che cioè lo Stato e i cittadini hanno venduto tutto ciò che potevano vendere, la nazione viene ESPULSA DALL'EURO. Tanto oramai non c'è più ricchezza da estrarvi. Oppure RESTA NELL'EURO, come zona sub-coloniale, e allora per questa nazione restare nell'euro è comunque peggio che uscire dall'euro

LA TRUFFA DELL'EURO E' TUTTA QUI.

E' PROPRIO VERO: PIU' LE TRUFFE SONO SEMPLICI E LINEARI, E MEGLIO FUNZIONANO!

Anto ha detto...

.

indopama ha detto...

il mio giochino, se preso a livello planetario, non pecca di niente.

metti insieme tutte le banche e metti insieme tutta la gente.

hai da una parte la banca e dall'altra il popolo.

il giochino funziona eccome, il trucco sta tutto li' in quello che ho detto.

certo che non puoi ridarmelo e io che sono furbo ti dico:
ti capisco, so che ti serve negli scambi, facciamo cosi', tu ogni anno dammi indietro solo gli interessi,

pagami ogni anno solo 10.

tu tiri un sospiro di sollievo perche' ti rimane cmq 90 e puoi continuare ancora con gli scambi.

un anno ancora dopo rimane 80

poi 70
60
50
40
30
20
10
0

ovviamente non a questo punto ma molto prima vieni da me e mi dici:
accidenti, sono rimasto senza soldi, non e' che me ne presti degli altri?

certo, te ne do' altri 100 pero' ricorda, con me hai ancora il vecchio debito di 100, in totale fanno 200 e mi paghi il 10% ogni anno e cioe' 20.

tu, nella merda perche' senza soldi si fermano gli scambi, accetti di nuovo.

adesso hai in mano di nuovo 100
un anno dopo 80
60
40
20
0

e cosi' di nuovo.

quando accummuli un debito totale di 1000 sul quale il 10% fa 100, io te ne do sempre 100 all'anno (per fare un esempio) e il gioco subito si ferma dopo un anno.
per farlo ripartire occorre aumentare di molto il nuovo debito, diciamo di un fattore almeno doppio o triplo in modo che il vecchio debito incida molto poco rispetto all'ultimo ammontare di denaro che mi hai dato.

per esempio se di colpo ti chiedo non i soliti 100 ma 1000 (fattore 10) ecco che ridarti indietro 100 l'anno mi fa andare avanti il gioco per altri 10 anni.


come vedi l'inflazione e' necessaria alla vita di questo giochino.

ecc ecc................................

Giulio Valentino Dalla Riva ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
indopama ha detto...

in ogni caso, a parte i numeri che ho messo solo come esempio, il gioco e' truccato perche' fa in modo che il denaro torni (causa tasso di interesse derivato dal prestito) per forza prima o poi al banchiere.

in quanto tempo e' deciso dal valore percentuale degli interessi insieme (ma per capire il quadro generale non e' necessario addentrarsi troppo nei dettagli) alla velocita' di creazione del denaro in piu' necessario a far rimanere in piedi il trucco.

insomma, se esiste un surplus dato dall'interesse, il denaro non puo' rimanere per sempre nelle mani del popolo ma torna prima o poi alla banca (il cui padrone avviamente compra poi le cose che il popolo produce).

il "male" deriva dal fatto di avere accettato che solo la banca possa creare il denaro (praticamente dal nulla, un po' di carta ma per lo piu' un click su di un computer) della quale diventiamo perenni debitori.

Andrea G. ha detto...

Ma che sognatori, quand'è che lo siamo mai stati "sovrani, prosperi e democratici per il 99%" ?

Questa roba e il concetto di free-energy vanno a braccetto.

lascio questo blog senza rimpianti

live long and prosper!


- Ci informeranno di come l’Italia può tornare sovrana, prospera, e democratica per il 99% di noi, salvando aziende e occupazione.

Giuseppe B ha detto...

@indopama

Non è corretto. Voglio farti notare che gli utili della BCE ritornano per il 99% agli stati, quindi considerando un tasso di interesse all'1%, le banche commerciali hanno un guadagno che è inferiore allo 0,01% (una nullità per i loro bilanci, posso assicurarti).
Se vuoi informarti meglio ti consiglio di guardarti un video di Auriti (il link è sotto).
Il gioco è più sottile, e la cosa che veramente conta, è che gli stati hanno perso la loro sovranità (non solo economica) e il denaro non è (e mai è stato) di proprietà del cittadino.

http://www.youtube.com/watch?v=7qfIpExj8PU&feature=BFa&list=PLAAA47BED4C82216C

miau ha detto...

altro europeista convinto, qui.

se si guarda con occhi disincantati è abbastanza facile notare che questa teoria economica, estremamente minoritaria e con infime, se non nulle, possibilità di essere utilizzata in un qualsivoglia stato, è solo uno strumento propagandistico nazionalista per attaccare il processo di integrazione europea.

non sto a valutare neanche i meriti della teoria economica, ma valuto come e perché vuole essere utilizzata.

la finalità e la strumentalità è chiara anche perchè a nessuno viene in mente che questa teoria potrebbe essere applicata alla futura unione politica europea (senza necessità di una disgregazione e a un rifiorire delle nazioni-stato e del nazionalismo che ci riporterebbe indietro di 80 anni, a tempi non troppo belli).
questo mi fa capire che più mi piace la teoria si sia di fronte a mi piace che l'integrazione europea venga abortita.

ogni teoria è uno strumento, dipende come lo utilizzi, questo strumento a questa gente qui (noto, per quanto riguarda i teorici, soprattutto americani e in generale anglosassoni) fa comodo che sia un martello per distruggere l'europa unita.

basta guardare agli ideali/obiettivi:

"guidare il paese fuori dalla catastrofe dell'eurozona".
la vera catastrofe sarebbe cercare veramente di percorrere il fiume della storia controcorrente per arrivare ad incubi geopolitici (divisione, conflittualità, marginalità), politici e ideologici (nazionalismo) che si sperava relegati al passato.

"recuperare la sovranità monetaria e parlamentare".
puro nazionalismo. perchè non considerare che l'idea la sovranità monetaria e parlamentare la si può avere a livello europeo? vi fanno schifo gli altri europei? troppo poco "italiani"?

e se io volessi la sovranità monetaria e parlamentare della sardegna? e se il nord italia volesse la sovranità monetaria e parlamentare del nord?
giusto per rendere chiaro come dietro lo strumento che è un oggetto, utilizzabile così o cosà, lì o là, sta una ideologia. e quell'ideologia è NAZIONALISMO. in questo caso italiano. notare il tricolore nel manifesto.

voglio notare due altre cose dal manifesto:
il termine PIIGS non l'ha inventato certo l'europa, è un termine della stampa finanziaria anglosassone.
mmmm quasi tutti americani i teorici.

la strada da percorrere è quella dell'unione politica europea, una confederazione che avrà sovranità monetaria e sovranità parlamentare. e la sovranità apparterrà a noi cittadini europei.
non guasterà sfuggire al dividi et impera dell'imperatore USA e non guasterà avere i muscoli necessari per guardare negli occhi la cina nel mondo post crisi globale.
tantomeno guasterà lasciare il nazionalismo (ogni sua forma) nella discarica della storia.

p.s. anche essendo pratici, ma veramente pensate che rinchiudere l'italia nei suoi confini con la sua classe politica, e i suoi usi e costumi di malaffare, sia una buona idea?

indopama ha detto...

termino il discorso generale:

"insomma, se esiste un surplus dato dall'interesse, il denaro non puo' rimanere per sempre nelle mani del popolo ma torna prima o poi alla banca (il cui padrone avviamente compra poi le cose che il popolo produce)."

quando il padrone compra le cose prodotte dal popolo il popolo si trova in questo particolare momento coi soldi in tasca ma senza le cose che ha prodotto (gliele ha appena comprate il banchiere!!!).

insomma il popolo e' sfigato per definizione, per comprare le cose adesso che gli sono tornati i soldi se le deve riprodurre, e sotto a lavorare..... peccato che nel tempo necessario a produrre di nuovo le cose poi i soldi tornino per il giochino degli interessi di nuovo al banchiere il quale, non appena il popolo ha riprodotto altre cose nuove, gliele ricompra.

hahahaha

rido perche' anche io sono popolo. :D infatti poi per stare benino dobbiamo competere tra noi, piu' riesco a toglierne agli altri (voi) e meglio sto io.

indopama ha detto...

e tanto meglio sto io quanto piu' il resto di voi accetta di rimanere nell'ignoranza, faccio molto meno fatica a togliere ad un ignorante che ad uno intelligente che vuole capire come funziona la vita e si mette al mio livello, questo mica riesco a convincerlo facilmente a farmi dare quello che fa lui, anzi magari accade il contrario.

sono fortunato che la maggioranza voglia rimanere ignorante...

:)

Giuseppe B ha detto...

Ops, un mio commento è scomparso.

Indopama, il tuo ragionamento non è corretto. Gli utili della BCE ritornano agli Stati per il 99%. Il problema quindi è più velato. Ti posto un video di Auriti che lo spiega bene:

http://www.youtube.com/watch?v=7qfIpExj8PU&feature=BFa&list=PLAAA47BED4C82216C

bertoldo ha detto...

"FASE 5)
finita la spoliazione, dopo che cioè lo Stato e i cittadini hanno venduto tutto ciò che potevano vendere, la nazione viene ESPULSA DALL'EURO. Tanto oramai non c'è più ricchezza da estrarvi. Oppure RESTA NELL'EURO, come zona sub-coloniale, e allora per questa nazione restare nell'euro è comunque peggio che uscire dall'euro"

la fase 5 in grecia consiste nel dare l'ordine pubblico hai nazisti che altro non sono che il braccio armato di questi banchieri di m@@da e obbligare la gente ha lavorare 13 ore al giorno ... notare il 13 non è un numero casuale ...

bertoldo ha detto...

miau ha detto...

" altro europeista convinto, qui.

se si guarda con occhi disincantati è abbastanza facile notare che questa teoria economica, estremamente minoritaria e con infime, se non nulle, possibilità di essere utilizzata in un qualsivoglia stato, è solo uno strumento propagandistico nazionalista per attaccare il processo di integrazione europea."

Più che integrazione mi sembra una dittatura europea ...alias s io ni smo allo stato puro .Si può integrare senza dover rinunciare alla propria appartenenza , visto che è la base fondamentale per riconoscersi , eliminare ciò significa rendere l'individuo insignificante , proprio come la teoria dei sionisti e della globalizzazione .

"la finalità e la strumentalità è chiara anche perchè a nessuno viene in mente che questa teoria potrebbe essere applicata alla futura unione politica europea (senza necessità di una disgregazione e a un rifiorire delle nazioni-stato e del nazionalismo che ci riporterebbe indietro di 80 anni, a tempi non troppo belli).
questo mi fa capire che più mi piace la teoria si sia di fronte a mi piace che l'integrazione europea venga abortita."

è un tuo punto di vista per giustificare la rinuncia a tale teoria in favore del fasciosionismo delle banche .

"ogni teoria è uno strumento, dipende come lo utilizzi, questo strumento a questa gente qui (noto, per quanto riguarda i teorici, soprattutto americani e in generale anglosassoni) fa comodo che sia un martello per distruggere l'europa unita."

veramente è con il sistema attuale che stanno distruggendo la grecia il portogallo la spagna poi l'italia e dopo la francia , ma forse ti è sfuggito perchè non vivi in europa ...

"basta guardare agli ideali/obiettivi:

"guidare il paese fuori dalla catastrofe dell'eurozona".
la vera catastrofe sarebbe cercare veramente di percorrere il fiume della storia controcorrente per arrivare ad incubi geopolitici (divisione, conflittualità, marginalità), politici e ideologici (nazionalismo) che si sperava relegati al passato."

E' vero la parola è sbagliata ...l'obiettivo è uscire dall'europa sionista ...tipo una cosa del genere l'immagine vale più di mille parole il sionismo is here ...è l'unica casta che andrebbe cancellata .

indopama ha detto...

@giuseppe

stai guardando un caso particolare dove l'interesse per giunta e' il piu' basso in assoluto, nelle banche commerciali e' molto piu' alto e li' eccome rotorna alla banca.

guarda il quadro generale. questi i 2 punti principali, il succo sta tutto qui:

1- le banche nel loro insieme offrono il denaro ad interesse 0 (zero)? se no, come faccio a ridare piu' di quello che mi hanno dato?
se io solo produco auto e te ne do *100* da usare dicendoti che dopo un anno me ne devi ridare *110* tu come fai? le *10* in piu' non esistono, non te le ho mai date! hai accettato un falso.

2- se poi anche mi ridai indietro tutte le 100 auto tu ritorni ad andare a piedi...... questo il punto principale, anche se te le presto ad interesse 0 (zero) tu se vuoi continuare ad usarle te le devi tenere!!!!!

il trucco sta nel prestito in se', con o senza interesse.

se solo io produco una determinata cosa (monopolio) e tu la vuoi avere, io te la devo dare e lasciare. se la rivoglio indietro e tu me la ridai, tu ritorni senza.

il denaro serve al popolo per gli scambi? bene, allora deve rimanere per sempre tra il popolo, non deve ritornare alla banca, a meno che la banca non sia del popolo ed a questo punto, ripagando annualmente solo gli interessi, questi sarebbero una sorta di tassa che posso redistribuire a piacimento tra il popolo (il resto della distribuzione la lascio in mano alla "competizione" tra gli individui se cosi' vogliono).

chiaro il concetto di base?

senza questo non si puo' scendere nei dettagli perche' i dettagli non cambiano la questione nel suo insieme.

bertoldo ha detto...

"recuperare la sovranità monetaria e parlamentare".
puro nazionalismo. perchè non considerare che l'idea la sovranità monetaria e parlamentare la si può avere a livello europeo? vi fanno schifo gli altri europei? troppo poco "italiani"?

perchè si trasferisce sovranità a chi non capisce l'italiano ...gli altri europei fanno leggermente schifo tipo la germania nazista e gli altri che pur di non far crescere l'italia si sono inventati "accordi" devastanti per l'economia italiana e ora stanno finendo il lavoro con heidi lassù nei monti ...oggi in tv mostravano il progresso del debito pubblico da oggi fino al 2015 e non ci si crede che nonostante le rapine a mano armata di questo governo di psicopatici , il fabbisogno del settore pubblico aumenterà dagli attuali 86 miliardi a 105 miliardi di euro ...tirate un pò le somme ...lo stesso successe con heidi quando era consulente di pomicino ...anni 80 all'epoca dell'esplosione del debito pubblico ...

"e se io volessi la sovranità monetaria e parlamentare della sardegna? e se il nord italia volesse la sovranità monetaria e parlamentare del nord?
giusto per rendere chiaro come dietro lo strumento che è un oggetto, utilizzabile così o cosà, lì o là, sta una ideologia. e quell'ideologia è NAZIONALISMO. in questo caso italiano. notare il tricolore nel manifesto."

Sarebbe una ottima idea ...uno stato federale mi sembra una cosa ottima ...pensa se facessero una federazione di Stati invece di quello che hanno in mente i sionisti ...
La tua ideologia è il na zi sio nis mo dei banchieri e il continuare a ripetere sempre le stesse cose fà di te in goebbels qualsiasi stipendiato per raccontare balle .

"voglio notare due altre cose dal manifesto:
il termine PIIGS non l'ha inventato certo l'europa, è un termine della stampa finanziaria anglosassone.
mmmm quasi tutti americani i teorici."

che usano l'attuale sistema per abbattere l'europa che controllano con le loro basi militari ... non solo bisogna uscire dall'europa ma bisogna abbandonare la NATO .Una organizzazionedi nazisti globali .

"la strada da percorrere è quella dell'unione politica europea, una confederazione che avrà sovranità monetaria e sovranità parlamentare. e la sovranità apparterrà a noi cittadini europei."
Certo come no poi si và a Bruxells a protestare e non più a Roma in una lingua che gli italiani non impareranno mai in quanto l'italiano è più che sufficente .Vorrei farti notare un piccolo svantaggio di come potrebbero comprarsi i politici a livello europeo e quindi molto più comodo e facile sopratutto perchè parlano la stessa lingua , il nazismo ,recentemente l'europa ha imposta all'Italia che gli Ogm devono poter essere coltivati liberamente e questo nonostante l'intera europa sia contraria agli ogm ...faranno la fine dei nuclearisti a fissione ...

bertoldo ha detto...

"non guasterà sfuggire al dividi et impera dell'imperatore USA e non guasterà avere i muscoli necessari per guardare negli occhi la cina nel mondo post crisi globale.
tantomeno guasterà lasciare il nazionalismo (ogni sua forma) nella discarica della storia."

Iniziamo con il cancellare tutte le basi americane in Italia e poi vediamo se il loro nazismo globale riesce ad andare avanti ...

"p.s. anche essendo pratici, ma veramente pensate che rinchiudere l'italia nei suoi confini con la sua classe politica, e i suoi usi e costumi di malaffare, sia una buona idea?"

Se Grillo rinuncia a Casaleggio non ce n'è più per nessuno ...auguri e buon espatrio a tutti i sionisti ...

Giuseppe B ha detto...

@ miau

L'integrazione deve essere prima di tutto un'integrazione di coscienze. Unire l'economia quando a tutt'oggi il senso di patria e nazione pervade ancora l'animo dei cittadini d'europa, è una forzatura.

Sono d'accordo con te, la sovranità, per come la interpreto, non è un fattore geografico. Sovranità vuol dire innanzitutto sovranità individuale. Barnard è asuefatto dall'economia, ma porta avanti un progetto di conquista di sovranità, ed io l'appoggio, non fosse altro solo per questo.

bertoldo ha detto...

si fà come l'islanda e tutti a casa ... sopratutto i banchieri in carcere al posto dei drogati (nel frattempo al canapa sarà liberalizzata e metà della popolazione carceraria uscirà dovrà pur essere rimpiazzata ...)...

indopama ha detto...

beh, il banchiere e' molto contento che amiate lanciarvi nella lotta contro i mulini a vento piuttosto che conoscere la truffa che avete accettato (che chiunque di voi accetta firmando un contratto di prestito in una qualsiasi banca, tanto sono tutte mie), se solo scopriste la verita' non riuscirei mica piu' ad avere tutti i privilegi che ho adesso, io sono solo, voi siete tanti, per fortuna io tra di me sono unito mentre voi vi scannate uno con l'altro. spero che le cose rimangano quanto piu' tempo possibile come sono oggi.

un grazie di cuore :)

GPT ha detto...

Sandroooooooo sei il mio mito!!!!
Ti STRAQUOTOOOOOOO

Fr@ncesco CH ha detto...

sandro75k 21 settembre 2012 18:02

Il primo problema è creare ricchezza non denaro... Ci chiediamo tutti da dove venga la crisi ed io , invece, mi sono sempre chiesto da dove venisse tanto benessere... Io non lavoro nè produco più dei miei nonni ma sto decisamente meglio... Adesso capisco che il benessere non corrispondeva ai 100 del giochino di Indipoma e se lo volessi riavere (il benessere) dovrei lavoare il quintuplo di quanto abbia fatto mio nonno... ne sarò capace?
Paradossalmente, ma neanche troppo, l'italia ha sfruttato l'egemonia monetaria del sistema finanziaro occidentale. Ne vogliamo fare a meno? Avremmo solo quello che produciamo... avremo meno di quello che aveva mio nonno... Forse, anzi sicuramente, sarebbe più giusto ma ne avremmo la peggio!

------------------------------

Basta fare come in Asia fanno Giappone, Corea del Sud, oppure Australia, Nuova Zelanda etc ossia preservare la propria sovranità monetaria.

Ergo ciò che sta qui avvenendo ora in Italia è descritto bene da questa frase di PAUL KRUGMAN presente nel manifesto dei summit MMT che si terranno a Rimini e a Cagliari nel mesi di ottobre (se si riusciranno a fare, ovviamente):

"ADOTTANDO L'EURO L'ITALIA SI E' RIDOTTA ALLO STATO DI NAZIONE DEL TERZO MONDO CHE DEVE PRENDERE IN PRESTITO UNA MONETA STRANIERA, CON TUTTI I DANNI CHE CIO' IMPLICA"

PROF. PAUL KRUGMAN, PREMIO NOBEL PER L'ECONOMIA, USA

Guarda, è proprio scritto al centro del manifesto:

http://3.bp.blogspot.com/-b4cARjaGVU4/UFxl8v9N9cI/AAAAAAAAHrg/kxDvsUi47QU/s1600/volantino-summits-finale.png

robi ha detto...

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/09/20/mais-ogm-uccide-studio-choc-in-francia-allarme-del-governo-e-della-commissione-ue/357857/

miau ha detto...

@Giuseppe B

per l'integrazione di coscienze puoi aspettare anche millenni di continuo sviluppo. non sono integrate neanche a casa mia. ma forse è anche meglio così. mica la diversità nell'unità è cosa brutta. aggiunge colore.

il senso di appartenenza culturale può tranquillamente rimanere (e rimarrà) anche in una confederazione. son diversi livelli di governo. un livello di governo italiano ovviamente rimarrà.

così come per l'italia a suo tempo, una volta fatta l'europa si dovranno (si continuerà a) fare gli europei.

essere europeo non significa rinnegare l'essere italiano. così come per me essere italiano non significa rinnegare l'essere sardo.
non so voi, ma io son fiero di essere europeo. so di esserlo, culturalmente, politicamente. non mi concentro sulle differenze per creare alieni intorno a me. per trovare me stesso escludendo altri. le differenze son ricchezza culturale.

in realtà trovo queste opposizioni a quello che DEVE accadere e accadrà (l'unione politica europea) per ragioni economiche, geopolitiche, di naturale evoluzione, di preservazione di un modo di pensare lo stato e il welfare dell'europa continentale ecc. ecc. interessante.

anche se uno stato dovesse uscire fuori dall'unione temporaneamente, per deriva nazionalistica, ci rientrerebbe più avanti.

è proprio il fiume della storia. non si può fermare e se si provasse a farlo si creerebbero disastri. la pendenza è quella, il mare è là, gli affluenti convergono.

@bertoldo

ancora con questa storia del sionismo? il sionismo è una variante di nazionalismo che ha creato danni e continua a crearli (come li hanno creati i nazionalismi nell'ex jugoslavia). immaginati quanto mi possa piacere.

ho letto altrove quest'ultima minchiata che un movimento nazionalista xenofobo sia il braccio armato dell'unione europea fa ridere e rende evidente a che livelli il delirio da disperazione sta arrivando. son quelle le fasi che varrebbe la pena descrivere.

magari a furia di cercare capri espiatori la società civile italiana finirà davanti allo specchio. e potrebbe essere un momento catartico.

il vero problema, secondo me, è che dobbiamo tutti capire, astraendo e guardando anche alla situazione globale, che ciò per cui bisogna premere e attivarsi è il compimento dell'integrazione. superare la crisi nella crisi (globale) nell'unico modo sano e arrivare al parto.
arrivare al più presto all'integrazione, all'unione politica europea. un vero parlamento europeo, un vero governo. il nuovo bambino sarà nuovo (ma vecchio di millenni), sano, vitale, dotato di anticorpi e dei geni di tutti i genitori.
per l'italia poi è quasi un'urgenza, siamo alla putrefazione e alla cancrena.

se poi questo significherà che, esempio a caso, l'ineffabile glorioso stupendo welfare italiano (uno dei tanti mostri corporativistico-clientelari) dovrà trasformarsi in un modello di welfare europeo di stile tedesco o svedese me ne farò una ragione.

p.s. tranquilli che ai mondiali di calcio potremo continuare a tifare italia.

Giuseppe B ha detto...

@indopama

Nel post scomparso avevo aggiunto le stesse cose che hai scritto tu nell'ultimo. Quindi in linea generale il problema è proprio che la moneta deve essere di proprietà del cittadino (o meglio del portatore).

Però la cosa che ci tengo a precisare è che le banche commerciali non hanno alcun potere di emissione, e che il prestito in sè, non ha alcun fattore negativo (se concordato).
Quindi per scovare l'inghippo nostro attuale, non basta raccontare la favola dell'interesse di signoraggio, perchè questo non regge.
Bisogna dire che il motivo principale è che noi cittadini, prima che lo stato che rappresentiamo, non siamo sovrani della nostra economia. Questo perchè, non siamo proprietari del nostro denaro, che abbiamo sempre in prestito, e perchè non possiamo, di fatto, spendere moneta a debito (quello che dice Barnard).

Giuseppe B ha detto...

@miau

Con integrazione di coscienze intendevo proprio ciò che hai scritto dopo.
Non parlo per opinioni, ma per dati di fatto. Le diversità non sono viste come ricchezze culturali (come saggiamente hai scritto), ma come diversità.
Non credo di doverti fare degli esempi, la realtà parla da sè.

E' per questo che ritengo si sia fatto il passo più lungo della gamba, e questa crisi europea lo dimostra.
Già il fatto di dover cercare per forza dei colpevoli (vedi la Germania) è sintomo che si è ben distanti dalla tua visione.

Mi trovi ancora perfettamente d'accordo. L'evoluzione spinge verso l'unione. Se l'uomo progredirà, non può che passare per essa.

ulixes ha detto...

"Il primo problema è creare ricchezza non denaro"

Il primo problema è cercare di capire chi e perchè abbia introdotto l'uso del denaro.
Chi e perchè!
Avete due alternative: o vi leggete i libri di storia (e sarete punto e daccapo nella soluzione del problema), oppure avete la capacità di ricostruirvi la vera storia che non è scritta sui libri (ed in questo caso saranno cavoli amari per il tempo che impiegherete e per le certezze interiori che crolleranno).

Nel caso scegliate la seconda opzione, vi auguro buon viaggio.

GianLupi ha detto...

@robi
che bello, e dire che dall'europa hanno proprio in questi giorni decretato la obbligatorietà per l'italia di far vendere i prodotti ogm nei consorzi, sarà un caso pure questo?
n.b. Potremo rifiutarci di eseguire l'ordine solo se saremo in grado di provare con nostri studi che tali prodotti fanno male e con cio' fermarmli per soli altri tre mesi.


ulixes ha detto...

... non posso farne a meno di segnalarlo, perchè è proprio ben fatto!

I primi 2 minuti sono illuminanti.

Gustatevi questo primo di tre video:

http://www.youtube.com/watch?v=hgYViBrG3xA

GianLupi ha detto...

Nazionalismo è un concetto che non conosco e davvero mi rifiuto di immaginarlo, pero' cio che vedo è un estremo opposto, cioè aver preteso di mettere insieme tante nazioni che hanno alcuni punti in comune, con una moneta , è stata secondo il mio parere una vera sciagura, si è messo il carro davanti ai buoi, ovvio.
Il baraccone di bruxelles lo trovo quasi indecente, si legifera su tutto e di piu' di tutto, con il risultato che sono prese decisioni che passano sulla testa di ogni europeo, da persone mai viste, sconosciute.
Ma quale percorso obbligato e direzione della storia, è tutta una patacca, solo considerando i confini che non si capisce dove iniziano e dove finiscono, oppure la lingua che ognuno ha la propria, il che volenti o nolenti influisce sulle tipologie di tradizioni, stili di vita, ognuno la pensa come vuole e impone.
Ora che c'è la moneta ma non c'è una banca centrale che garantisce per essa siamo al paradosso.
Se è pur vero che un europa unica sarebbe in via meramente ipotetica una bella cosa, nella realtà è l'opposto, un mostro non solo burocratico, ma anche economico, un incubo per quei furbi e fannulloni italiani.
E allora, da dove se ne esce? Certo non lavorando tredici ore come richiesto per la grecia, magari semmai lavorando tutti al massimo sei ore e le ore che mancano farle fare a qualche disoccupato.
Oppure abbandonando la ue e facendo elezioni per nominare il presidente della banca d'italia e i suoi consiglieri, così che potrebbero candidarsi e cercare di convincerci sulla bontà di ripartizuione sul territorio dei redditi dei signoraggi, semplice no?

miau ha detto...

@Giuseppe B.

a parte che mi fa piacere che sulla visione d'insieme la pensiamo allo stesso modo. divergiamo sul modo di procedere nell'immediato, no problem, anche se mi infervoro non penso di essere il portatore della verità. esprimo solo le mie opinioni, il mio modo di vedere le cose.

io vedo la attuale crisi (versione europea) come una crisi di metà guado.
si può opinare su come andava fatto ma ora va fatto. non si può restare fermi (si viene travolti) e non si può tornare indietro (anche fosse fattibile, troppo di guadagnato da perdere).

ovvio poi che il fatto che ci ritroviamo nel mezzo di una tempesta globale aggravi (e pure acceleri) enormemente le cose.
è questa tempesta globale, con le sue rapide, che da poco oltre la riva ci ha portato in mezzo al guado.

a volte mi viene da pensare che almeno qualcuno di quelli che hanno ideato l'euro sapesse cosa avrebbe comportato dal punto di vista politico, non solo economico, in un non troppo lontano futuro.
in questo senso si, passo molto lungo, quasi un tuffo. come un buttarsi in acqua da una scogliera ripida e senza appigli e poi essere obbligati tra mille pericoli e difficoltà a nuotare per raggiungere l'unico approdo possibile.
o forse erano tutti inconsci passeggeri trasportati dalla corrente.

xenofobia, nazionalismo, populismo xenofobo e nazionalista son tutte reazioni e fenomeni "normali" in una crisi. e questa è La Crisi (non solo italiana, o europea, o occidentale, ma globale).
bisogna tenere conto che esistono resistenze tra chi pensa di non avere vantaggi dall'unione politica.
per esempio, in qualsiasi stato membro buona parte della classe politica perderà il suo quartierino dove è boss. per affrontare una "piazza" ben più ampia, dove gli amici, gli amici degli amici e i clienti conteranno molto di meno.
non per niente berlusca sta esplorando la fattibilità del populismo anti-europeo.

per questo tra i politici riluttanti ma responsabili (quindi in genere non italiani) si parla di un risultato a cui si dovrà necessariamente arrivare. non gli piace troppo, perchè ne hanno da perdere, ma non c'è altra strada.

io dico, visto che ci siamo, dovremmo incitare a correre verso una compiuta democrazia europea.

bertoldo ha detto...

"ancora con questa storia del sionismo? il sionismo è una variante di nazionalismo che ha creato danni e continua a crearli (come li hanno creati i nazionalismi nell'ex jugoslavia). immaginati quanto mi possa piacere."

E' solo un nazionalismo globale di dementi che pensa di poter governare tutto , creandosi i mezzi per controllare tutto ...la jugoslavia è esplosa per i soli noti NATO tanto vogliosi della solita democrazia ...perchè non se ne vanno dall'ITALIA se sono cosi democratici ?la verità è che c'è una dittatura a rotazioni in USA e getta e quindi anche da noi ...

"ho letto altrove quest'ultima minchiata che un movimento nazionalista xenofobo sia il braccio armato dell'unione europea fa ridere e rende evidente a che livelli il delirio da disperazione sta arrivando. son quelle le fasi che varrebbe la pena descrivere."

Confondi unione europea con sionismo è questo il tuo sbaglio principale non riesci a capire la differenza ...ovviamente sei pagato per non capirla altrimenti ... i nazisti greci sono il braccio armato del sionismo , come le br infiltrate dai ss da noi o i fascisti che mettevano le bombe nei cestini , nei treni , nelle piazze ...per il na zi fa sci st a una bomba è per sempre ...

"magari a furia di cercare capri espiatori la società civile italiana finirà davanti allo specchio. e potrebbe essere un momento catartico."
I capri espiatori furono inventati appunto dai sionisti iun fasce per far ricadere le colpe delle loro malefatte sugli altri ... basta guardare i tg e ti rendi conto che tutto il mondo contrario a na zi sio ni sti Usa e getta è considerato non democratico e dà civilizzare ,dà malati di mente che torturano i "prigionieri" con scariche elettriche e orinandogli addosso ...questa è la democrazia e la civiltà occidentale ...Sanno benissimo che gli Islamici fanatici e arretrati culturalmente cioè la totalità degli islamici si arrabbia se gli toccate il loro dio di me@@a ...quindi fare queste str@@zate su youtube o le vignette è un atto di guerra ... serve unità nazionale in USa e getta per crearsi un nuovo nemico a tempo per continuare a rompere le b###e a tutto il mondo .

piero41 ha detto...

Ormai son stufo di tutte queste teorie economiche intelligenti contro le banche cattive e l'euro che ci affamano, mai nessuno si chiede perchè i nordici , gli olandesi oltre la germania vanno tanto bene con l'euro? Evidente che noi pigs siamo accomunati dal gran debito pubblico creatoci da una classe politica che ha usato il potere per arricchirsi e per far arricchire i propi amici evitando di far pagar loro le tasse , a tutti tranne che agli stipendiati sui quali grava tutto il costo del welfare e la restituzione del debito, scaricandolo tutto sui loro figli nel futuro . Gli altri privilegiati si sono arricchiti e si stanno arricchendo al massimo propio nella crisi, altro che banche, poi i loro capitali spariscono dall'italia. Negli Usa , in Germania nei paesi nordici ecc chi non paga le tasse va in galera semplice, e non c'è il ricatto delle banche strozzine, anzi.. Nelle statistiche mi sembra che gli stipendiati e i pochi onesti pagano 170 migliaia(?) di miliardi l'evasione è circa 120/140, la malavita evade per 50 migliaia di miliardi, la corruzione per altri 70. Tirateun po le somme e vedrete perchè il cittadino italiano (quale..quale?) sta così malridotto. Se anche in Italia l'evasione fosse ridotta al 20-30 % del tot come in tutte le nazioni civili altro che banche strozzine... E' lì che dobbiamo arrivare assieme alla Germania altrimenti nel mondo globale finiremmo soffocati in Africa mi sa, comunque a far da camerieri ai cinesi in vacanza nel bel paese. E non venitemi a parlar del giappone col debito doppio del nostro, ormai per pagarselo investono in sviluppo sempre meno , si sono avvitati ho letto verso il basso con le loro grandi aziende in declino rispetto a samsung ecc. E' facile che il nostro "amato " Berlusca tra poco si rifarà sotto con qualche teoria simile proponendo la felicità e di uscire dall'euro ed i voti dei suoi li troverebbe subito , tanto a loro gli euri in Svizzera chi glieli tocca?' Solo moneta elettronica come dicon quelli di Report e chi vuol prelevare o depositar moneta paga il 33% Abbastanza semplice .. ma ci sono le banconote in euro e non si può dice Monti..?? ma vai in..anche te.. le mie ca@@ate!! ehh..

GianLupi ha detto...

Europa, bello pensare in grande eh, grandi parlamenti pieni di gente per prendere decisioni enormi etec., ma non converrebbe a questo punto della storia mettere un pochino i piedi per terra?
Al governo siamo pilotati dai massoni che a loro volta sono condizionati dai mafiosi delle ndrine con suntuosi capitali, e dalle mafie napoletane e siciliane, inutile negarlo. Tra noi non ci capiamo, a roma prendono decisioni storte a dir poco.
Il sistema bancario è marcio all'origine, la questione che l'italia chiede soldi alla bce come uno stato del terzo mondo è un fatto bislacco.

ulixes ha detto...

"..Se anche in Italia l'evasione fosse ridotta al 20-30 % del tot come in tutte le nazioni civili altro che banche strozzine... E' lì che dobbiamo arrivare assieme alla Germania altrimenti nel mondo globale finiremmo soffocati in Africa.."
___________

L’evasione fiscale – arma di distrazione di massa

"i continui richiami dei politici – e dei media asserviti – alla lotta all’evasione fiscale ( “dagli all’evasore”, “dagli al finto cieco che intasca la pensione d’invalidità”… ) mirano a convincere il popolino ignorante che sono questi ultimi la vera causa delle nostre disgrazie e non le macro speculazioni internazionali che lavorano per impadronirsi dei beni patrimoniali nazionali."

"In realtà, la stessa BCE, sotto la veste di autorità “tecnica” ( e quindi teoricamente imparziale, terza, ecc. ), indossa l’abito del principale attore nella vicenda, poiché essa impone a Stati sovrani di cedere la residua sovranità e di implementare determinate politiche sociali e di bilancio, tese a distruggere i tessuti produttivi dei Paesi bersaglio, per poi far ricomprare tutti i beni, attraverso le privatizzazioni, alle propaggini periferiche dell’oligarchia ( grandi finanzieri internazionali che si muovono al di sopra di Stati, partiti, religioni… ).

Tutto ciò inneggiando all’irreversibilità dell’euro: le parole d’ordine dei politici infatti sono “non si torna indietro” e “l’euro va preservato a tutti i costi”, perché così conviene ai poteri oligarchici da cui sono manovrati, i quali mirano a distruggere le economie dei singoli Stati per poterseli letteralmente comprare a un prezzo stracciato, esattamente come quando si porta un’azienda sull’orlo del fallimento per poterla poi acquisire a un prezzo minore."

bertoldo ha detto...

"il vero problema, secondo me, è che dobbiamo tutti capire, astraendo e guardando anche alla situazione globale, che ciò per cui bisogna premere e attivarsi è il compimento dell'integrazione. superare la crisi nella crisi (globale) nell'unico modo sano e arrivare al parto.
arrivare al più presto all'integrazione, all'unione politica europea. un vero parlamento europeo, un vero governo. il nuovo bambino sarà nuovo (ma vecchio di millenni), sano, vitale, dotato di anticorpi e dei geni di tutti i genitori.
per l'italia poi è quasi un'urgenza, siamo alla putrefazione e alla cancrena."

Si certo cosi il sionismo globalizzante aggiungerà un tassello alla dittatura globale , ma per piacere trovati qualche altra parte dà risiedere perchè alle prossime elezioni per gente come quella odierna al parlamento non ci sarà più posto e tanti saluti ...
Per l'Italia c'è urgenza di uscire dalla Nato e dall'europa IMMEDIATAMENTE e cacciando gli USA e getta dalle loro basi militari per la loro guerra globale contro il mondo libero .
"io vedo la attuale crisi (versione europea) come una crisi di metà guado.
si può opinare su come andava fatto ma ora va fatto. non si può restare fermi (si viene travolti) e non si può tornare indietro (anche fosse fattibile, troppo di guadagnato da perdere)."
perchè non si può tornare indietro ? se una cosa non và la si può sempre eliminare e rifarne un'altra più funzionale al popolo e zero alle banche , nazionalizzando tutto il possibile .

"ovvio poi che il fatto che ci ritroviamo nel mezzo di una tempesta globale aggravi (e pure acceleri) enormemente le cose.
è questa tempesta globale, con le sue rapide, che da poco oltre la riva ci ha portato in mezzo al guado."

Quale tempesta globale e inventata dà chi e per chi ? Se pensi che questa sia nata dà sola ...
La tempesta globale è solo sionismo allo stato puro ovvero speculazione e riduzione in schiavitù .

bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ulixes ha detto...

....

http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2012/09/la-borsa-vola-i-soldi-fioccano-siamo.html

bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
miau ha detto...

ah ecco, piero41 ha guardato un po' nello specchio. :)

@bertoldo

che ti devo dire? magari hai ragione e c'è il governo globale degli onnipotenti congiurati sionisti.

secondo me, se fossero così onnipotenti il problema palestinese sarebbe già risolto.

bertoldo ha detto...

Buona sera, Londra. Prima di tutto vi chiedo di scusarmi per questa interruzione. Come molti di voi io apprezzo il benessere della routine quotidiana, la sicurezza di ciò che è familiare, la tranquillità della ripetizione. Ne godo quanto chiunque altro. Ma nello spirito della commemorazione, affinché gli eventi importanti del passato, generalmente associati alla morte di qualcuno o al termine di una lotta atroce e cruenta vengano celebrati con una bella festa, ho pensato che avremmo potuto dare risalto a questo 5 novembre, un giorno ahimè sprofondato nell'oblio, sottraendo un po' di tempo alla vita quotidiana, per sederci e fare due chiacchiere.
Alcuni vorranno toglierci la sicura, sospetto che in questo momento stiano strillando ordini al telefono e che presto arriveranno gli uomini armati. Perché? Perché, mentre il manganello può sostituire il dialogo, le parole non perderanno mai il loro potere; perché esse sono il mezzo per giungere al significato, e per coloro che vorranno ascoltare, all'affermazione della verità. E la verità è che c'è qualcosa di terribilmente marcio in questo paese.
Crudeltà e ingiustizia, intolleranza e oppressione. E lì dove una volta c'era la libertà di obiettare, di pensare, di parlare nel modo ritenuto più opportuno, lì ora avete censori e sistemi di sorveglianza, che vi costringono ad accondiscendere a ciò. Com'è accaduto? Di chi è la colpa? Sicuramente ci sono alcuni più responsabili di altri che dovranno rispondere di tutto ciò; ma ancora una volta, a dire la verità, se cercate un colpevole.. non c'è che da guardarsi allo specchio.
Io so perché l'avete fatto. So che avevate paura. E chi non ne avrebbe avuta? Guerre, terrore, malattie. C'era una quantità enorme di problemi, una macchinazione diabolica atta a corrompere la vostra ragione e a privarvi del vostro buon senso. La paura si è impadronita di voi, ed il Caos mentale ha fatto sì che vi rivolgeste all'attuale Alto Cancelliere, Adam Sutler. Vi ha promesso ordine e pace in cambio del vostro silenzioso, obbediente consenso. Ieri sera ho cercato di porre fine a questo silenzio.
Ieri sera io ho distrutto il vecchio Bailey, per ricordare a questo paese quello che ha dimenticato. Più di quattrocento anni fa, un grande cittadino ha voluto imprimere per sempre nella nostra memoria il 5 novembre. La sua speranza, quella di ricordare al mondo che l'equità, la giustizia, la libertà sono più che parole: sono prospettive. Quindi, se non avete visto niente, se i crimini di questo governo vi rimangono ignoti, vi consiglio di lasciar passare inosservato il 5 novembre.
Ma se vedete ciò che vedo io, se la pensate come la penso io, e se siete alla ricerca come lo sono io, vi chiedo di mettervi al mio fianco, ad un anno da questa notte, fuori dai cancelli del Parlamento, e insieme offriremo loro un 5 novembre che non verrà mai più dimenticato.

fratelli Wachowski ...è inutile dire che cosa fanno con i loro film ...gli stessi "brillanti registi di un'altro film di successo matrix...ovvero una sublimazione del sionismo globale e delle loro intenzioni .Più facile di cosi si muore le cose ve le mettono sotto il naso e non sapete distinguere ...d'altronde ci sono cose più importanti a cui pensare...

bertoldo ha detto...

piero41 non ha capito una mazza della situazione attuale ...

Giuseppe B ha detto...

@miau

La storia è piena di conquiste, che conquiste (per l'umanità) non erano. Bisogna capire se questa unione europea faccia veramente l'interesse dei cittadini che la compongono, o solo l'interesse di alcuni.
In questo non ho problemi ad ammettere di avere qualche distorsione complottista. Mi spiego.
Anche l'Impero Romano, l'Impero nazista, l'URSS, giusto per fare qualche esempio, crearono un'unione economica di territori culturalmente divisi. Ma non credo che ciò abbia giovato all'evoluzione umana, se non come esperienza per il futuro.
Può sembrare un'eresia, ma paradossalmente la situazione attuale per alcuni aspetti può assere assimilata a quelle sopracitate.
Non vedo, nell'intento di chi ci governa, una visione di unione profonda, di unione spirituale.
Ciò che sento sono unioni economiche, politiche, bancarie, etc.
Vorrei sentire i nostri leader parlare di unione di intenti in uno sviluppo della consapevolezza umana. Vorrei sentire parlare di pace, armonia
cooperazione fra le varie culture, non guerre, fanatismi e concorrenza con altri paesi. Vorrei sentire parlare di un progetto che cerchi di sviluppare tutti insieme tecnologie che ci permettano di risolvere i problemi di risorse, e di offrire nuove potenzialità e possibilità all'uomo.

Non vedo tutto ciò. E questo mi provoca un senso di repulsione verso questa unione, che non ha nulla di unito nel profondo. Per questo combatto questa unione, perchè non credo stia apportando nulla di costruttivo.

Tornare indietro? Non necessariamente, ma cambiare in modo drastico rotta questo sì.

ulixes ha detto...

"..Vorrei sentire i nostri leader parlare di unione di intenti in uno sviluppo della consapevolezza umana. Vorrei sentire parlare di pace, armonia
cooperazione fra le varie culture, non guerre, fanatismi e concorrenza con altri paesi. Vorrei sentire parlare di un progetto che cerchi di sviluppare tutti insieme tecnologie che ci permettano di risolvere i problemi di risorse, e di offrire nuove potenzialità e possibilità all'uomo..."

Anch'io!

Ma, questa è una delle letture più coinvolgenti che mi siano capitate negli ultimi tempi:

"Il potere, quello vero, è stato accumulato e trasmesso per secoli, millenni, di generazione in generazione, di padre in figlio, gelosamente, a prezzo di compromessi, intrighi, tradimenti, riti, omicidi,
faide e chi più ne ha più ne metta....Il successo sociale degli opinion leaders, in qualsiasi settore, è artificiale. Detto in altre parole: tu non puoi diventare visibile (famoso o creduto potente) in nessun settore se non fai convergere il tuo modo d’agire alle aspettative dei gradi più alti della gerarchia. Di questo si occupa la Massoneria in tutte le sue forme. Produttori di visibilità, lo sappiamo, sono i media mainstream. Gestire a menadito la comunicazione mediata di massa è non a caso in cima alla lista delle priorità per chi esercita davvero potere, stando nell’ombra...Quello dell’opinion leader è un mestiere per pochi e chi lo intraprende merita d’essere strapagato considerando che fa una vita di merda e che è destinato alla dannazione. Ciascuno soggiogato al proprio vizio – in genere l’avidità e/o la lussuria – gli opinion leaders vengono sempre più scelti tra persone becere e meschine. Privi della dote del pudore, essi recitano nella vita pubblica un ruolo previsto da un copione. Se sgarrano, sono fuori...Resta il fatto che i testi recitati dagliopinion leaders qualcuno li scrive davvero. Assodato che non sono i giullari partoriti da questa farsesca democrazia rappresentativa, allora chi?...In questo momento storico i veri manovratori, per buon senso e per buon gusto, non si fanno eleggere deputati o presidenti di alcunché. Il loro reale potere manipolatorio è inversamente proporzionale alla loro visibilità pubblica....Ecco, a qualcun altro non va di condividere questo pianeta con te e – visto che può – agisce allo scopo..."

Molto lungo, ma vi assicuro che ne vale la pena:

http://uomocurioso.wordpress.com/2012/06/18/chi-comanda-a-questo-mondo-5/

piero41 ha detto...

Una perla." E lì dove una volta c'era la libertà di obiettare, di pensare, di parlare nel modo ritenuto più opportuno, lì ora avete censori e sistemi di sorveglianza, che vi costringono ad accondiscendere a ciò."
Mi hanno raccontato bellissime cose iniziando dalle manifestazioni di protesta per avvicinarsi a queste libertà, quando con le jeeps se non ti scansavi in tempo ti passavan sulle gambe e se la scansavi ti arrivava il polizziotto com moschetto e col calcio ti riduceva la faccia o la testa in una frittella sanguinante, e non c'erano i caschi integrali o le ambulanze pronte.. I simpatizzanti di sinistra, spiati e rilevati dai polizziotti niente lavoro nelle grandi fabbriche, militare in sardegna in mezzo al nulla poi sempre pronti ad esser prelevati e lasciati là nelle caserme ai primi sospetti per parlare, tanto i giudici eran sempre gli stessi dell'anteguerra. Altro che telecamere!! E via con tutto il resto.. del buon tempo antico di libertà.. Tutta così la predica che poi forse verrà usata dal Berlusca che tu voglia o no.Comunque ognuno è libero d'illudersi come meglio crede!!

vincenzo da torino ha detto...

Barnard e C. , secondo me , sono peggio del Berlusca... Se volete illudervi fate, accomodatevi e speriamo che a nessuno venga in mente di cercare di seguire questi moderni stregoni fantasiosi dell'economia, pur appogiati da eminenti studiosi da...tavolino. Siamo alle teorie, ragazzi..Non pretendo di capire tutto della TMM, ma vi vedo troppe... cavolate che saltano agli occhi immediatamente. Le regole economiche sono sempre le stesse e non cambieranno mai. Trovare soluzioni ottimali per creare ricchezza,equa distribuzione della stessa è sempre possibile. Stando con i piedi per terra e non sulla pelle della gente. Va mai dimenticato che il comunismo è crollato proprio per il fallimento del modello economico che, dopo un illusorio benessere pagato con milioni di morti di fame di cui si tacque e di cui nessuno importava, stava riducendo alla fame tutto il blocco comunista. Fu questo spettro che creò il crollo politico del comunismo. Eppure sembrava così chiaro, semplice e giusto!Una esperienza non di una nazione, ma di milioni di persone con grandi risorse naturali ed umane che avvrebbe garantito la sicura riuscita del modello. Vogliamo provare di nuovo qualcosa di...quasi simile? - Strano che in tutte queste discussioni quasi nessuno ricordi che la causa prima dei titoli tossici è stata la decisone di alcuni decenni fa di permettere alle banche di speculare, permettendo una alleanza banche-finanza mortale per i troppi che pensavano di avere i propri risparmi garantiti da azioni sicure perchè proposte dalle maggiori banche e suggerite dai bancari di fiducia. La banca torni alla sua funzione primaria innanzitutto. E la politica regoli la finanza. Ci riuscirà! Obama vi ha provato...La globalizzazione: se non ci si mette in testa (sembra una eresia!) che va regolamentata presto l'Occidente decaderà e continuerà a mancare il lavoro.Mi dicevano amici veneti: ora lavoriamo per la Cina e Vicini con grosse commesse di macchinari per la lavorazione di vari materiali. Incominciano a copiarci e tra poco cosa faremo noi? In Cina una regione grossa come l'Italia vive interamente di falsi in ogni settore e i loro politici si guardano bene dal controllo...fanno finta. La Germania e pochi paesi reggeranno con l'alta tecnologia e qualità. Fino a quando? I giapponesi quanto tempo vi misero a comandare nell'elettronica? Il discorso sarebbe lungo.. A me sentire Barnard viene...la pelle d'oca ed il magone. Magari sbaglio...

ulixes ha detto...

Inutile!

Vi leggo e mi rammarico.

Ragazzi, vi manca la chiave di lettura!!!
Quella chiave che nessun Tg, nessun giornale e nessun corso universitario vi darà mai.

O vi munite della chiave di lettura, conquistandovela, o continuerete a disquisire del puro "NULLA".

bach ha detto...

@tutti
scusate l'OT ma oggi il fantomatico Mr. Keshe non avrebbe dovuto rivelare, per amore verso l'umanità, a tutti gli uomini di questo sfigato pianeta la sua tecnologia aliena?
Qualcuno ne sa qualcosa?

piero41 ha detto...

Hei Valeria ??
in fondo presferivo legger gli interventi di lei... lei si che si sarebbe scatenata!! Nostalgia...

bach ha detto...

@Ulixes
concordo!!! Gli elementi che abbiamo in mano per poter valutare cose di questa portata sono assolutamente insufficienti. La verità sta altrove ed è purtroppo amara...Gli indizi ci sono qua e là ma metterli insieme è un lavoro titanico. I media semmai deviano dalla realtà delle cose.

ulixes ha detto...

Keshe?

Se Rossi fosse in malafede sarebbe un pivello al confronto!

"..E ‘importante notare che queste presentazioni sono e saranno eventi frequenti che sono e saranno organizzati dalla Fondazione e questi saranno utilizzati per insegnare e non dimostrare alcuna parte delle tecnologie che abbiamo sviluppato..."

"insegnare..non dimostrare" !!!

... praticamente: NIENTE!!!

http://www.dionidream.com/tecnologia-keshe-cosa-sara-rivelato-nella-conferenza-del-21-settembre/

ulixes ha detto...

... Keshe ha il server in Olanda, nei pressi di un'importante base NATO.

Anche le eventuali donazioni vanno a finire (fisicamente) lì vicino.

bach ha detto...

@Vincenzo da Torino
guardati il film "Inside Job" e verifica poi se veramente Obama ha fatto qualcosa. Vedrai che la tua risposta sarà "NO non ha fatto nulla ... anzi" e vedrai che ti verranno tanti ma tanti dubbi su quello che hai affermato.
La politica finora non ha voluto nè potuto, nel caso in cui ci fosse stato qualche timido tentativo, mettere le briglie alla finanza. La finanza è dominata da una elite molto ristretta che, come la mafia, ha infiltrato le proprie persone nei veri centri del potere. Barnard cerca solo di svegliare dal sonno questo pover'uomo schiavo del potere. Non so se Barnard ha ragione ma almeno prova a cercare un'alternativa che forse potrà aiutare a spezzare il giogo che ci opprime. Perchè non ascoltare con mente libera e costruttiva? Cosa ci si perde? Credo che ne valga sempre la pena!

bach ha detto...

@Ulixes
grazie! ... insomma: come previsto, fuffa all'ennesima potenza! Mah...

bach ha detto...

@tutti
Con rammarico domani non potrò essere al pranzo di 22P. Devo dire che il menu è davvero invitante. Mi auguro che in futuro ci siano altre iniziative gastronomiche di questo tipo. Intanto un saluto a Daniele e a tutti i combattenti di questa agorà virtuale.

MISTERO ha detto...

Quella chiave che nessun Tg, nessun giornale e nessun corso universitario vi darà mai.

18 anni di NEXUS mi esimono dall'intervenire in questo argomento..
:-)

piero41 ha detto...

"La finanza è dominata da una elite molto ristretta che, come la mafia,.."
Si la teoria della grande congiura di Valeria ma poi di recente è apparsa anche in tv, Fruttero mi sembra, ma anche a Reporter: fra poco la massificheranno...ma poi è reale o è una creazione per la rete di gente di potere che vuol mascherarsi dietro e vuol dirigere la loro realtà fra la popolazione..

"La verità sta altrove ed è purtroppo amara...Gli indizi ci sono qua e là ma metterli insieme è un lavoro titanico. I media semmai deviano dalla realtà delle cose."

Ma poi mi chiedo, c'è una realtà finale, oggettiva delle cose indipendente dalla mente di chi la pensa o ognuno vive nella realtà che la sua mente riesce a creare sulla base delle istruzioni guidate dei media o del Web o dei collegamenti di dati mentali ricevuti dai propi sensi?Confrontarsi è importante ma poi è la tua mente che decide e crea la tua verità... Ampliare, ampliare ma non potrai arrivare a conoscere la mente divina che pensa la Sua realtà...

Allog ha detto...

Scusate l'intervento ma volevo ringraziare Daniele per il post sulla MMT.
Sono stanco di sentire la gente che continua a lamentarsi e non fa nulla, sono stanco di lavorare sempre di più ogni anno e vedere il mio reddito calare sempre di più e farmi venire i sensi di colpa per avere messo al mondo 2 figli. Sono stanco di vedere i ragazzi freschi di laurea fare la fila all'agenzia interinale solo per compilare moduli, sono stanco di sapere che i miei amici corrono come dei matti tutti i giorni sperando di risolvere i problemi. Sono stanco dei nostri politici e che nessuno sia mai responsabile delle loro nefandezze e che siano proprio loro a insegnarci come ci dobbiamo comportare.
Sono stanco di molte altre cose e so che NOI POPOLO VALIAMO MOLTO DI PIÚ DI QUELLO CHE CI VOGLIONO FAR CREDERE.
Io l'unico modo che ho trovato per fargli capire. CHE SONO STANCO E INCAZZATO è di versare i 40 Euro per il summit sperando con tutto il cuore che venga fatto e che ci venga data la possibilitá di scegliere un futuro per i nostri figli.
Scusate lo sfogo
E buon appetito a quelli del pranzo
Ciao ciao

sandro75k ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
sandro75k ha detto...

Francesco CH
Scrivi:
"Basta fare come in Asia fanno Giappone, Corea del Sud, oppure Australia, Nuova Zelanda etc ossia preservare la propria sovranità monetaria."

In Asia non stanno meglio di noi, possono essere "sovrani" della propria moneta perchè hanno capacità produttive e competitività superiori alle nostre. Io non scambierei la posizione dell'Italia nè con quella del Giappone, nè con quella della Corea del Sud... non credo proprio che il nostro tenore di vita "reale" (ma non meritato) sia inferiore, pur avendo dati produttivi inferiori. Per quanto riguarda Nuova Zelanda ed Australia, sono davvero 2 casi limite e godono di obiettive catratteristiche territoriali diverse. L'Oceania è un continente praticamente illimitato e si mantiene da sè... un Paesino come l'Italia senza materie prime, senza capacità prodittiva e soprattutto "vecchio" non può fare a meno del sistema economico in cui "galleggia". Io non sono favorevole a questo sistema così com'è, non mi fraintendete, ma non sono d'accordo che uscendone l'Italia si troverebbe meglio in automatico. Forse lo sarebbe alla lunga ma ci sarebbe davvero da sgobbare più di un Cinese... mi ripeto, ottenere la sovranità monetaria è semplice, ottenere la sovranità produttiva non si fa a chiacchiere. Chiunque abbia provato a mangiare del solo proprio orto lo sa. Chi non ha mai preso una zappa in mano ama questo genere di filosofeggiare ma il sottoscritto qualche callo alle mani ce l'ha....

Giuseppe B ha detto...

@tutti

Non so se l'avete già fatto, ma prima di postare avete visto i video di Barnard che Daniele ha postato?
Oppure avete basato la vostra opinione su di un qualche sentito dire, un mezzo articolo letto qua e là, ed un oceano di pregiudizi?
Giusto questo.
Forse Barnard potrà essere in torto, magari ha qualche interesse dietro, chissà, ma vedo molti commenti che si auto-commentano da soli.
Questo senza nessun rancore, ma molta amarezza.

Fr@ncesco CH ha detto...

sandro75k 22 settembre 2012 01:28

In Asia non stanno meglio di noi, possono essere "sovrani" della propria moneta perchè hanno capacità produttive e competitività superiori alle nostre. Io non scambierei la posizione dell'Italia nè con quella del Giappone, nè con quella della Corea del Sud... Per quanto riguarda Nuova Zelanda ed Australia, sono davvero 2 casi limite e godono di obiettive catratteristiche territoriali diverse. un Paesino come l'Italia senza materie prime, senza capacità prodittiva e soprattutto "vecchio" non può fare a meno del sistema economico in cui "galleggia". Io non sono favorevole a questo sistema così com'è, non mi fraintendete, ma non sono d'accordo che uscendone l'Italia si troverebbe meglio in automatico.

-------------------------

Non ho citato a caso.

Qui di seguito un pezzo di Zibordi proprio su questo tema:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=52140

cito:



stamattina alle 7 la Bank of Japan, banca centrale di un paese che importa tutto - tranne riso e pesce - come materie prime, diciamo importa dieci volte di più dell'Europa, oggi annuncia un aumento di centinaia di miliardi (in dollari) del suo QE cioè "stampare moneta" per ricomprarsi i titoli di stato:

http://www.borsaitaliana.it/borsa/notizie/radiocor/prima-pagina/dettaglio/nRC_19092012_0809_40156281.html

E la sua valuta è salita dalle 7 ed è generalmente forte da mesi, anzi da anni.

Quindi si finanziano emettendo dei titoli di stato in Yen da 15 anni circa che non rendono niente, tanto è vero che il 99.9% è possdeduto da giapponesi e nessun altro al mondo se li fila. Ma non è che i giapponesi risparmino più degli italiani, la loro ricchezza media e mediana per famiglia è leggermente inferiore alla nostra e il tasso di risparmio quasi uguale. Per cui anche in Italia potremmo far comprare in teoria i titoli di stato ai residenti se guardi ai numeri macro.

Quindi hai un paese che:

a) dipende totalmente dall'estero per comprarsi materie prime, cibo e anche tante altre cose

b) dal 1992 circa pompa la sua economia con deficit pubblici mostruosi, anche del 10% del PIL l'anno tanto che ha accumulato un debito pubblico del 240% del PIL, diciamo che è il "modello della MMT"

c) non ha nessun problema a finanziarli e la sua valuta è la più forte del mondo in pratica

Ora scendi un poco sul mappamondo in Nuova Zelanda e guarda il Dollaro Neozelandese.

Il dollaro Neozelandese è una delle valute più forti del mondo nonostante la Nuova Zelanda accumuli disavanzi commerciali da 20 anni e abbia per conseguenza ormai il 100% del suo debito pubblico netto in mano a stranieri, come la Grecia e il Portogallo. I bonds neozelandesi li comprano più i giapponesi e poi gli speculatori che fanno il "carry trade", i neozelandesi invece no, non si fidano....

La Nuova Zelanda infatti esporta solo 40 miliardi di dollari l'anno di carne, latticini, lana e legname e importa praticamente tutto, dalla meccanica, alla chimica, all'elettronica, alle auto, all'energia, a ogni altra materia prima, come la Grecia quasi. E non ha nemmeno il turismo della Grecia. Il debito neozelandese lordo in mano a stranieri è di 260 miliardi di NZD$, il 125% del PIL.

Ergo hai due paesi in cui SI IMPORTA TUTTO O QUASI DALL'ESTERO, che sono tra i meno autosufficienti che esistano al mondo, i quali se non potessero importare piomberebbero nella miseria e nel caos, che sono da questo punto di vista messi peggio dell'Italia, la quale ha un ottima struttura industriale a differenza della Nuova Zelanda e non è sovrappopolata come il Giappone, ha più terra coltivabile e ha la risorsa "naturale" del turismo. L'Italia come debito pubblico ne ha la metà del Giappone e come indebitamento estero non ne ha quasi paragonata alla Nuova Zelanda.



OSSIA, SAI COS'HANNO LORO SOLO IN PIU' RISPETTO A NOI? LA SOVRANITA' MONETARIA!

indopama ha detto...

WOW,
mi stupisco della capacita' di intavolare un dialogo tra voi senza capire una mazza dell'argomento che state trattando.

ha quasi dell'incredibile, sembra quasi che ognuno parli da solo.

il bello e' che i ldenaro non e' poi sta cosa che esiste solo su marte, oltre l'acqua non vedo un bene piu' comune.

cmq il banchiere ringrazia di nuovo di cuore.......

indopama ha detto...

"OSSIA, SAI COS'HANNO LORO SOLO IN PIU' RISPETTO A NOI? LA SOVRANITA' MONETARIA!"

il giappone non proprio, ha perso la guerra e come l'italia e' sotto controllo anglosassone. il grosso del guadagno lo fa la banca commerciale, non il signoraggio che ritorna in genere allo stato per cui e' importante chi possiede le banche commerciali e non la banca centrale.

la banca centrale presta alle banche commerciali all'1%, queste prestano al 5% almeno, la banca commerciale fa almeno il 4% di profitto (esempio).

sono un sacco di soldi che vanno in mano ai padroni delle banche, cioe' privati !!!!!

chi usa il denaro sono 60 milioni, il 4% sarebbero 2.4 milioni. ecco, i padroni delle banche in italia si prende grosso modo la ricchezza di 2.4 milioni di persone.
immaginando che in realta' i padroni grossi siano poco piu' che una qualche decina, ecco capito come fanno ad essere centinaia di migliaia di volte piu' ricchi di una persona normale, pur avendo come questa due gambe e due braccia.

un momento, una differenza c'e', la testa del banchiere e' piena.





Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Fr@ncesco CH
Grazie a te, per l'idea e la base per questo post e anche per quell'altra "cosetta" che stai seguendo! ;)

@robi
Non mi è sfuggito il tuo OT sui CRIMINI CONTRO L'UMANITA' della Monsanto...
:(

@Bach
Con rammarico domani non potrò essere al pranzo di 22P. Devo dire che il menu è davvero invitante. Mi auguro che in futuro ci siano altre iniziative gastronomiche di questo tipo. Intanto un saluto a Daniele e a tutti i combattenti di questa agorà virtuale.
Ti considero prenotato per quando la rifaremo al ristorante di Sandro! :)

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@tutti
Ho appena aggiunto al post la terza e ultima parte della conferenza di Paolo Barnard e sostituito la prima con una versione migliore.

paolo ha detto...



Debiti pubblici, crisi economica e decrescita felice.

Analisi della situazione e premesse:

Il debito pubblico non è un problema di cui è stata sottovalutata la gravità. È il pilastro su cui si fonda la crescita nell’attuale fase storica. È indispensabile per continuare a far crescere la produzione di merci. È una scelta consapevolmente perseguita con una totale unità d’intenti dai governi di destra e di sinistra in tutti i paesi industrializzati..

http://decrescitafelice.it/wp-content/uploads/c-Decrescita-e-occupazione.pdf

Se non avete mai sentito parlare di "DECRSCITA FELICE" vi consiglio il video che trovate aprendo il link di cui di seguito, intitolato - Intervista a Maurizio Pallante:

http://decrescitafelice.it/documenti/

Alessandro Pagnini ha detto...

Anche mia sorella, che è laureata in economia, anche se si occupa di tutt'altro, mi propina strane teorie, alle quali mi sono sempre mostrato tetragono. Cercherò di capire queste. Ho visto buona parte del primo video, poi un problema tecnico lo ha bloccato e non sono andato oltre. La primissima impressione è di una certa perplessità, però è assolutamente prematura. Diciamo che di primo acchito le considerazioni di Sandro, che tra un'infornata e l'altra, trova il tempo di riflettere sulla produttività e sulla ricchezza, mi trovano abbastanza concorde, però per adesso non me la sento di assumere nessuna posizione. Ho amici economisti che forse mi aiuteranno a capire meglio, ma penso sia meglio che stia alla finestra a seguire quello che scrivete, cercando di coglierne il senso, se mi riesce! :-)

ravecarl ha detto...

Ho sempre sostenuto che l'Italia se continua cosi' non ne uscirà.
Detto questo secondo me questa Teoria Monetaria Moderna puo' funzionare.

bertoldo ha detto...

produttività e ricchezza ? basterebbero dei dazi dognali per non distruggere continuamente posti di lavoro e mantenere la ricchezza in Italia evidentemente la distruzione totale dell'europa è responsabilità unica di chi la governa, altrimenti sarebbe successo anni prima .Per questo serve un controllo totale politico per istituire una dittatura in grado di prendere velocemente decisioni hitleriane...
L'inizio della distruzione dell'europa è avvenuto con l'eliminazione dei dazi doganali in nome della globalizzazione che tradotto per i non udenti e fascismo globale .

q1w2 ha detto...

Soluzione per il giochino di indopama

>indopama:
facciamo un giochino io sono l'unico creatore del denaro (le banche) e voi siete l'utilizzatore del denaro (il popolo).
parte il gioco (al momento zero).
creo 100 (io posso, voi no) e ve lo do' perche' voi lo usiate negli scambi pero' vi dico, siccome ha tanto valore, lo rivoglio indietro con gli interessi, diciamo il 10%. tra un anno ne voglio 110. riuscite a ridarmelo?


RISPOSTA:
Certo che riesco a ridartelo, i 100 che mi hai dato in contanti, e gli altri 10 in beni e servizi che ho prodotto grazie al denaro ... sennò perchè te l'avrei chiesto il denaro, mica me lo mangio ... e perchè tu me l'avresti chiesto l'interesse, mica te lo mangi?

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails