IL BLOG DI QUEI 2+2 GATTI APPASSIONATI D'AMORE, POESIA, SPIRITUALITÀ, LIBRI, MUSICA, POLITICA, DEMOCRAZIA,
TECNO-ECO-SOSTENIBILITA', ENERGIE PULITE, COLD FUSION, LENR "E TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO? OPPURE...

martedì 11 settembre 2012

E-CAT: Le 5 domande dell'Homo Scepticus
(Autore: GPT)

Lo Scettico
L'attesa per la convention di Zurigo è oramai terminata e, inutile a dirsi, la comunità del malefico homo scepticus (qui rappresentato nella sua reincarnazione canina) si è subito messa all'opera nel fare le pulci a tutto ciò che è stato presentato, raccontato e proposto per il futuro della tecnologia alla base dell'E-Cat inventata e attualmente in sviluppo da Andrea Rossi.
In pochi giorni una lista di domande si è consolidata, ovviamente non è esaustiva,  la riportamo di seguito come spunto di riflessione ed eventuale integrazione per tutti...
Buon commento!
GPT

Le 5 domande dell'Homo Scepticus:
1. Come mai è stata presentata la validazione del nuovo e-cat ad alta T (ancora in sviluppo) ma non del modulo unitario (da 10KW) nè del sistema completo (da 1MW) termico attualmente garantito stabile e con COP minimo = 6 proposto in vendita?
2. Come mai nel nuovo e-cat (hot-ecat) non è più presente il piombo che nelle versioni precedenti era dichiatato necessario per per la schermatura e termalizzazione dei gamma
Risposta domanda 2 (da parte di Rossi):
Il piombo è stato sostituito dal "W" [Tungsteno n.d.r] ed è distribuito nella sezione toroidale [volume tra i due ciilindri? n.d.r] del nuovo hot-ecat.
3. La parte attiva del nuovo hot-ecat è stata misurata in poco più di 20 g, come puo' essere uniformamente distribuita nell'ampia intercapedine tra i due cilindri coassiali? Nel caso siano concentrati solamente in una piccola zona del volume interno, questo non dovrebbe risultare in un surriscaldamento maggiore di quella zona pur se temporaneo e questo effetto non dovrebbe essere visibile anche dalle immagini della termocamera?
4. La data della fine dei report universitari (e le università interessate) sono ancora non disponibili. Data la stebilità della reazione (almeno a basse T), quali sono gli impedimenti all'esecuzione dei test?
5. Come mai fino ad ottobre scorso riviste come Nytecnik e Focus erano interessate ad  avere l'esclusiva di pubblicazione di ogni news sull'ecat ed ora anche questi canali sembrano disinteressarsi del fenomeno?

310 : commenti:

«Meno recenti   ‹Vecchi   1 – 200 di 310   Nuovi›   Più recenti»
Franco Morici ha detto...

@ GPT

In riferimento alla domanda n.2, questione posta il 9 Settembre, mi pare abbia risposto così:

RISPOSTA:
Andrea Rossi
September 9th, 2012 at 5:53 PM

Dear Franco:
The shielding is in the toroidal section.
Warm Regards,
A.R.


DOMANDA:
Franco
September 9th, 2012 at 1:22 PM

Dear ing. Rossi,
I saw some recent photos of the Hot-Cat and I noted that respect to the E-Cat version, it seems that no external radiation shields (lead or other specific material) are present.
You spoke about the “theory update” of Gamma Rays having energy in the 50-100 KeV range, Gamma Rays that are the radiation involved to produce the thermal energy.
Could You explain me why any external shields are now not present?
Thanks.
Kind Regards

AC/DC ha detto...

Prima integrazione:

Che fine ha fatto il fantomatico generatore di frequenze?

Come mai ora si parla di trasmutazioni Ni / Cu in quantità minimali mentre un anno fa si diceva che una parte sostanziale del Ni veniva trasmutato in Cu?

AC/DC ha detto...

@Franco Morici
cosa ne pensi della risposta a proposito della schermatura?

A parte che non ho capito quale sia la "toroidal section", poi cosi a memoria mi pare che non ci siamo molto con i pesi però potrei anche sbagliarmi.

Giorgio ha detto...

Come scrive Jed Rotwell a Rossi molto probabilmente non interessa - in questa fase del suo lavoro - essere creduto dal "grande pubblico", probabilmente pensa che un annuncio a caratteri cubitali sui giornali avrebbe, dati gli enormi interessi in gioco, un effetto controproducente sull' aspetto imprenditoriale della sua attività. Un romanzo sull'argomento: http://www.american-reporter.com/4,528/3198.html

gio ha detto...

aggiungo le mie:):):):

dove sta la fabbrica?

e quanti siete ?

e quanti ne fate?

Marco DP ha detto...

Mi sembra manchino le classiche schede tecniche, fondamentali per la commercializzazione di qualsiasi prodotto : ingombri, pesi, dati impiantistici per gli allacciamenti elettrici (tensioni & correnti) ed idraulici (portate/pressioni/flange), temperature interne/esterne, la certificazione ATEX (fondamentale visto che abbiamo idrogeno).

GPT ha detto...

@Franco & AC/DC
se mi aiutate a capire la parte della Toroidal Section (forse intende il toroide di resistenze infilate tra i due tubi?) la metto nel post come prima risposta

@AC/DC
non ho messo la cosa del generatore di frequenze xchè mi sembra di ricordare fosse una mera ipotesi non supportata da alcuna affermazione di Rossi. Se mi sbaglio PLS fammi sapere che integro nella lista...

GPT ha detto...

@Giorgio
mi sembra troppo facile il "non interessa" :) Se così fosse xchè fai una convention pubblica e scrivi centinaia di post nel tuo sito? Stai in silenzio e fai riunioni per conto tuo con i rappresentanti/licenzatari...

Rampa ha detto...

In latino non esiste la parola HOMUS e nemmeno SCETTICUS..
Che animale è?

GPT ha detto...

Infatti è una bestia strana :)
Xo' hai ragione correggo almeno in Homo...

comRED ha detto...

Magari una lega appropriata di nichel con XXX fa si che i raggi gamma siano intercettati e convertiti in calore... Qualcuno conosce un materiale con queste caratteristiche?

Francesco Catapano ha detto...

Pur non intervenendo da tempo sulla questione e-cat, la seguo ancora se pur con un interesse molto "appannato" rispetto a diversi mesi fa.

Come ho già detto in passato i punti oscuri, i dubbi e ancor di più i dati (verificabili) completamente mancanti o lacunosi tanto da non essere utilizzabili, avevano già raffreddato il mio interesse e abbassato drasticamente le probabilità (mie) che l'e-cat funzionasse come promesso.
Le ultime lievissime possibilità, per quanto mi riguardava, erano legate al coinvolgimento nella storia di persone che non ho mai avuto modo di ritenere in cattiva fede, come Daniele, che hanno sempre continuato a rimanere convinti della bontà del e-cat.

Le ultime notizie, in particolare quella dei licenziatari svedesi e la posizione di nyteknic, hanno dato un colpo durissimo anche a queste mie residue speranze.

Ormai riesco ad attribuire solo una probabilità dello:
-0,9% che nell'e-cat avvenga un qualche fenomeno, non completamente spiegabile con la fisica tradizionale, ma di entità molto inferiore ai claims di Rossi. Cosa che potrebbe in parte spiegare i test sempre inconcludenti e il suo comportamento "particolare": starebbe prendendo tempo.

-0,01% che l'e-cat funziona davvero come promesso. A patto però di ipotizzare una molto improbabile e furbissima strategia che consisterebbe nel fingere di essere ancora lontanissimo dalla meta per sviare gli eventuali competitors o i "grandi interessi", mentre si prepara ad un lancio in grande stile quando pronto con le linee produttive e il prodotto definitivo.

Solo una opinione personale, sperando di sbagliarmi o almeno di aver indovinato il "terno al lotto".

Saluti a tutti, torno alla finestra.

AC/DC ha detto...

@GPT
Il generatore di frequenze era saltato fuori durante il test di ottobre del modulo da 10kw, se non ricordo male uno dei presenti aveva chiesto a rossi il perchè di alcune decine di watt di assorbimento residuo durante la fase di autosostentamento e lui aveva risposto che erano dovute ad un non meglio precisato generatore di frequenze.

Successivamente sempre se non ricordo male Rossi avrebbe dichiarato che il generatore di frequenze aiutava l'autosostentamento.

Per quel che riguarda la Toroidal Section non saprei, porebbe trattarsi di un involucro toroidale che contiene la polvere. Nel report questo elemento non viene descritto, a parte i pesi dei due tubi viene riportato il peso delle resistenze e di altre due componenti marginali. Non so se nel peso delle resistenze è compreso anche quello del contenitore delle polveri o cosa, dal report non sono riuscito a capirlo.

GPT ha detto...

Mmmm OK. Qui xò obbiettivamente non si parla di autosostentamento, quindi rimanderei questa domanda a quando e se Rossi farà outing sull'argomento.

Per la Toroidal Section non so... Franco che ne dici?

pasca ha detto...

In un forum che riguarda l'e-cat ho letto questo:In relazione alle misurazioni fatte dagli Svedesi c'e' questo dubbio.I tecnici adibiti alle misurazioni relative hanno dichiarato che la potenza assorbita era superiore a 2 anche 3 volte alla potenza dichiarata quindi si parla da 16 a 24 kw/h.Ma a queste potenze i fili che portano la corrente avrebbero resistito? o si sarebbero fusi? Io personalmente non so,ma in questo blog ci sono tecnici e pertanto pongo la domanda a loro.Grazie

Franco Morici ha detto...

AC/DC wrote:
cosa ne pensi della risposta a proposito della schermatura?
A parte che non ho capito quale sia la "toroidal section", poi cosi a memoria mi pare che non ci siamo molto con i pesi però potrei anche sbagliarmi.


GPT wrote:
se mi aiutate a capire la parte della Toroidal Section (forse intende il toroide di resistenze infilate tra i due tubi?) la metto nel post come prima risposta


Guardate io ne so pochissimo, la risposta che mi ha dato Rossi è abbastanza ermetica.
Una corpo di forma toroidale lo interpreto come un solido a forma di "ciambella" posizionato nella sezione trasversale del dispositivo, magari in corrispondenza delle aperture laterali (che fa anche da distanziale tra i due tubi).
Per logica le uniche parti potenzialmente aventi questa funzione potrebbero essere i quattro "ceramic fittings" citati nel Report.
So che esistono materiali schermanti X-Rays (e forse Gamma di bassa energia?, ci vorrebbe un nucleare...) costituiti da ceramiche appositamente studiate, ma oltre non saprei dire.

Se anche così fosse, rimarrebbe comunque "scoperta" una buona parte della superficie interna del tubo esterno di acciaio che mi pare che ceramica toroidale non arrivi a coprire interamente..

Alessandro Pagnini ha detto...

Il piombo nell'hot cat?
Se c'è è in forma liquida, data la bassa temepratura di fusione, che a memoria non raggiunge i 400C

Giorgio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
tia_ ha detto...

>ho scritto che a Rossi (probabilmente, IMHO) non interessa informare il "grande pubblico", ma una relativamente piccola "elite" di persone

Eh si, e per farlo si fa una conferenza stampa invitando la RAI?

Alessandro Pagnini ha detto...

@pesca
"In un forum che riguarda l'e-cat ho letto questo:In relazione alle misurazioni fatte dagli Svedesi c'e' questo dubbio.I tecnici adibiti alle misurazioni relative hanno dichiarato che la potenza assorbita era superiore a 2 anche 3 volte alla potenza dichiarata quindi si parla da 16 a 24 kw/h.Ma a queste potenze i fili che portano la corrente avrebbero resistito? o si sarebbero fusi? Io personalmente non so,ma in questo blog ci sono tecnici e pertanto pongo la domanda a loro.Grazie"

Mah...dipende da quant'erano grossi i fili ;-)
Però se Cures scrive che l'unico elemento a fungere da carico sono delle resistenze elettriche previste per un assorbimento elettrico di 8KW, o non conoscono la legge di Ohm, o hanno trovato il modo di farsi del male inventando un circuito di filtraggio che in realtà è una sorta di autotrasformatore che sovralimenta le stesse. Tuttavia, se i fili sono un'incognita, dubito che degli elementi riscaldanti previsti per una certa potenza, possano sopportare di essere violentati con un funzionamento a potenze 2 o 3 volte maggiori, se non per pochi minuti. Quindi se presumiamo la buona fede dei personaggi coinvolti, ho qualche perplessità sulle misurazioni fatte dagli svedesi, ameno che non siano avvenute durante periodi in cui si viaggiava a potenze intermedie. Qui però ritornano in auge i calcoli, che non riesco a seguire perchè non ho competenza, sul calore che sarebbe prodotto e che eccederebbe i 17KW, prudenzialmente valutati. Se così fosse, mi rimane difficile capire come delle resistenze da 8KW possano erogare tano calore senza esalare l'ultimo respiro in tempi ragionevolmente brevi! Comunque se qui non si decidono a sgombrare il campo da una serie di dubbi e contraddizioni, la vedo veramente bruttina per la reputazione, non solo di Rossi, ma di tutta la ricerca sulle LENR, il che sarebbe una vera iattura, secondo me! Ingegnere stupiscici...in positivo, pero! :-)

2YlostOnD22 ha detto...

@Catapano
<... persone che non ho mai avuto modo di ritenere in cattiva fede, come Daniele...>

Anch'io ho sempre creduto alla buona fede ... purtroppo direi, perchè questo significa ... ehm ... problemi a leggere la realtà :)

A sto punto farebbe una figura migliore uscendose con un: "...RAGAZZI, CHE POLLI, VI HO PRESO PER IL CU.. PER 2 ANNI, MI SONO DIVERTITO COME UN MATTO, HO PORTATO IL BLOG A MOLTIPLICARE PER 20 GLI ACCESSI, C'HO FATTO ANCHE QUALCHE PALANCA IN PUBBLICITÀ, SONO DIVENTATO FAMOSO, PRRRRR ...".
Meglio scaltri per se stessi che utili idioti per altri più scaltri (o più idioti). :)
Un cattivo può redimersi, uno che non ci arriva, no.

Invece temo fosse proprio convinto. Gli auguro di cuore di imparare qualcosa da questa storia.
Ma ne dubito.

Francesco Catapano ha detto...

@2YlostOnD22

Egr. 2YlostOnD22,
preferirei che non si associassero il mio nome e le mie parole a post come il suo.
La ringrazio in anticipo.

robi ha detto...

2y.....
tu che sei il più furbo
adesso ci spieghi come fai a sapere di preciso che l e-cat non funziona
non parlarmi di supposizioni ,ragionamenti ,intuizioni etc
gli scettici vogliono la prova irreversibile per credere al funzionamento giustamente e pertanto ti chiedo anch io la prova irreversibile che mi confermi il non funzionamento
Se non mi dai una certezza concreta tutto ciò che hai scritto sono solo tue deduzioni-
Pertanto ti permetti di dare degli idioti agli altri solo su basi di tue supposizioni

cresci...

Red5goahead ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Franco Morici ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Red5goahead ha detto...

..ma davvero state rispondendo ai post di 2YlostOnD22?

Franco Morici ha detto...

@ Alessandro Pagnini/pesca
...la potenza assorbita era superiore a 2 anche 3 volte alla potenza dichiarata...

La mia interpretazione è che si riferissero alla potenza elettrica assorbita dal Hot-Cat.
Il valore misurato e riportato nel Report (oggetto di contestazione) varrebbe 3.56kW. Due volte tanto sarebbero 7.1kW, tre volte tanto sarebbero oltre 10kW (secondo me comincia ad essere un po' tantino).
Teniamo presente però che le due resistenze descritte nel Report (poste in parallelo per complessivi 6 ohm come esplicitamente indicato nel Report), se alimentate con la tensione di rete piena (230Vac rms), avrebbero potuto erogare potenzialmente 8.8kW e questo se ci pensiamo bene può essere motivo sia di inquietudine che di dubbio.

Piero ha detto...

l'homo scepticus non so', ma il canis scepticus e' molto simpatico...

Alessandro Pagnini ha detto...

@Franco Morici
"Il valore misurato e riportato nel Report (oggetto di contestazione) varrebbe 3.56kW"
Uhmmmm...non ho letto il report, ho solo scorso qualcosa e quindi si materializza quello che dicevo, cioè: "ho qualche perplessità sulle misurazioni fatte dagli svedesi, ameno che non siano avvenute durante periodi in cui si viaggiava a potenze intermedie. "
A potenze non massimali, ci potrebbe anche stare, in effetti. E' un gran bel busillis!
Resta però il fatto che avrebbero dovuto erogare la potenza necessaria a generare i KW termici calcolati e essendo elementi calcolati per meno di 9KW, mi sembra dubbio che possano reggere per ore con almeno 17KW di potenza sulle spalle! In genere non si progettano cose con un surdimensionamento così marcato. Inoltre per ottenere una potenza simile, veramente devono aver creato un elevatore di tensione con quel famigerato circuito (ma che ce l'hanno messo a fare?). Mah....aspettiamo dati meno controversi!

RED TURTLE ha detto...


Esistono schermi anti-radiazione in metallo liquido:
(ad esempio una soluzione eutettica di piombo/bismuto)

http://www.radshield.com/news.php?id=2

Esistono anche schermi anti-radiazione in speciali ceramiche e polimeri come la poli-etere-ammide che era previsto per l'HYPERION della DEFKALION (ma non so mica se resiste ad alte temperature).

http://ecatnews.com/?p=1513
--------------------------------------------------
Giancarlo Rossi

PS-> Comunque vada, questa storia ci ha insegnato molte cose, o almeno spero!

GPT ha detto...

@Piero
Verissimo!!! Appena L'ho visto ho avuto una folgorazione!

@Tutti
Vedo dai commenti che quanto meno si concorda che le domande venute fuori dalle pagine di questo blog sono pertinenti e non hanno ad oggi risposte soddisfacenti! Chissà che qualcuno abbia voglia di darne o di fugar ragionevoli dubbi prima o poi :)!

@robi
dimostrar che una cosa NON funziona è ben difficile, mi sembra un classico "rigirar la frittata" non molto corretto...

robi ha detto...

GPT
se l e.cat non produce energia non funziona.
Attualmente nessuno può asserirlo con certezza.

GPT ha detto...

Hai ragione Robi. Per lo stesso motivo è lecito essere Cristiano e credere nella vita dopo la morte. Io ad esempio ci "voglio" credere.
Un pochino più difficile convincere un Ateo che ho ragione io sulla base del principio "dimostrami che non è vero".
Comunque credere e sperare è lecito !!!!

robi ha detto...

GPT
mi confondi.
una cosa è un atto di fede.
un altra cosa è constatare se una reazione può darmi energia.
Se Rossi desse l e-cat a qualche università e questa confermasse con dati e verifiche la produzione di energia non sarebbe un atto di fede credere, bensì una verità tecnica che io posso sempre verificare.
non so forse non ci capiamo sulla base del discorso
va bene lo stesso

saluti

AC/DC ha detto...

mo è sparito il post sul comunicato della Prometeon, staranno correggendo le numerose imprecisioni?

Giacomo Rendi ha detto...

Uh, ma, è sparito un post?
Quello sul comunicato prometeon? Stavo giusto leggendo i commenti...

GPT ha detto...

@robi
scusa allora avevo capito male io. Chiaramente se Rossi desse il dispositivo a chiunque di terzo per far prove hai ragione. Oggi così non è, solo per questo dico che è un atto di fede :)
Abbiamo convergiuto (neologismo ciociaro) direi :):):)

Red5goahead ha detto...

materiale fresco per i detrattori
http://www.youtube.com/watch?v=4o-4Ik_1gmU

li sento già ...
"come può Rossi cambiare il mondo se non riesce a neanche a trovare la strada per i taxi "..

robi ha detto...

GPT
infatti ,proprio perchè son convinzioni personali evitiamo l offesa per chi non è della nostra stessa idea

GPT ha detto...

Aggiunto nel post la risposta di Rossi per la domanda 2 (con piccole osservazioni logiche).

Irrimediabilmente Compromesso ha detto...

PERDONATE L'ORRIBILE OT:
@SANDRO75K

Mi avevi chiesto se io avrei investito tutti quei soldi nel fotovoltaico.
Poichè la mia risposta è si, ma solo ad orecchio, e non ho una dimostrazione matematica della mia posizione, preferisco darti gli spunti di riflessione che mi vengono in mente, e poi una idea te la farai da solo.

1_a orecchio, avrei ottenuto molta più energia investendo gli stessi soldi in centrali a carbone.
Allora che facciamo? Ci buttiamo sul carbone e ci riempiamo di CO2?
2_Questi anni di grandi investimenti statali (Germania e poi Italia...) hanno determinato una crescita tecnologica per la quale lo stesso impianto PV ora, costa 4 volte meno che 5 anni fa. Questo è un fatto. Bisogna vedere come evolveranno le cose.
3_anche il nucleare è partito con enormi investimenti statali, ahimè, per le bombe e i sottomarini. Forse in certi casi il mercato non è sufficiente, e ciò che riteniamo necessario ha bisogno di una spinta da parte dello stato (la butto lì)
4_ti passo inoltre questo studio: vedilo come "una campana", cercane altri di segno opposto e confronta. verifica le fonti e i numeri.

http://www.dirittiglobali.it/index.php?view=article&catid=12:ambiente-territorio-e-beni-comuni&id=30770:le-rinnovabili-con-sole-e-vento-crolla-il-prezzo-dellaelettricita-risparmi-per-37-miliardi-di-euro-in-venti-anni-&format=pdf&ml=2&mlt=yoo_explorer&tmpl=component

Più di così non saprei che dire.

IC

Alessandro Pagnini ha detto...

Visto e preso:
"Joe
September 12th, 2012 at 4:14 AM
Dr Rossi,

1. Does the Hot Cat use Pb shielding?

2. Does the Hot Cat use benzene?

3. Does the Hot Cat use only STABLE isotopes of Ni?

4. If so, does the Hot Cat leave the ratio of isotopes essentially UNchanged after use?

5. Does MOST of the heat generated by the Hot Cat come from phenomena OTHER than transmutation of elements?

All the best,
Joe

Andrea Rossi
September 12th, 2012 at 4:25 AM
Dear Joe:
1- no, W shielding
2- no
3- yes
4- i think so, but the possible variations are so small that it is difficult to know, they could be contained in the variation range of the natural composition
5- yes"

Secondo voi, la risposta alla domanda 1 che significa, che NON usa il piombo? Quella W sta per With o per Without? Dato il no iniziale, direi per Without, quindi il piombo non è nell'Hot Cat, neppure in forma liquida?

sandro75k ha detto...

@Alessandro Pagnini

tungsteno....

Hermano Tobia ha detto...

@Alessandro Paganini

W è il simbolo del tungsteno, materiale estremamente efficace nella schermatura dei gamma (anche se un po' più costoso del Pb). Il W fonde a oltre 3000C.

http://www.thirdwave.de/3w/tech/armor/tungstenrayshield.pdf

sandro75k ha detto...

Speriamo che gli strozzapreti con la salsiccia siano quelli dichiarati dal ristoratore....

Alessandro Pagnini ha detto...

@sandro75K
@Hermano Tobia (Alessandro Pagnini non Paganini anche se mi onoro dell'accostamento :-) )

Nemmeno ci ho pensato, capperi! Ero convinto che fosse una delle abbreviazioni dell'ultrasintetico Rossi :-)
Almeno abbiamo una risposta un po' più chiara, anche se sembra contraddire precedenti affermazioni, ma questa ha un certo senso logico.
Ma com'è che ogni volta le risposte si sfumano e da un colore 'cangiano' ad un altro. Bisogna che Rossi, al quale mi ostino a cercare di dare credito, sia pure riservandomi il beneficio di inventario, metta un po' d'ordine nella sua testa e nella documentazione dell'E-CAT. Per il bene suo e nostro!

GUIDO310 ha detto...

Una volta ingeriti che COP danno???
Si ha poi la trasmutazione?? E in cosa???

sukoy ha detto...

E' scomparso il post della Prometeon.....

GPT ha detto...

Ottimo lavoro Alessandro! Aggiorno il post :).
Per le tue valutazioni in merito all'organizzazione della testa di Rossi... sento di poterti quotare e di no essere solo nel farlo ;)

Certo se rispondesse alla domanda 1 magari qualche passetto avanti sulla credibilità ci sarebbe in maniera efficace... Prova a postare anche quella magari risponde :)!

AC/DC ha detto...

Ho trovato un documento molto interessante sulle proprietà schermanti del Tungsteno:

http://www.thirdwave.de/3w/tech/armor/tungstenrayshield.pdf

Pare che abbia molti vantaggi rispetto al Piombo e che il suo utilizzo limitato sia solo dovuto al costo più elevato.

Forse in questo caso Rossi ha fatto bene i compiti a casa.

Dumah ha detto...

A questo punto sorge un'altra domanda: dove è il tungsteno nel report di zurigo?

sandro75k ha detto...

@Dumah

E' quello che mi chiedevo con la battuta sugli strozzapreti... forse ci è scappato!

giorjen ha detto...

direi che i tubi stessi sono fatti di tungsteno, mi sembrerebbe la cosa più semplice, o almeno quello esterno

Bura ha detto...

hammerskoj on September 12, 2012 at 10:02 am

Shielding is tungsten [Rossi' answer on his blog].
Page 4 of first, LEAKED report 105322688-Penon4-1.pdf, extract and enlarge bottom left image with gauge: it shows clearly that inner tube is double.

GianLupi ha detto...

Andando a spanne ricordo che la camicia in piombo era prevista come estrema sicurezza ai fini delle certificazioni per eventuali raggi che potevano in qualche modo decollare, e che sarebbero comunque stati entro la radiazione di fondo in quanto strutturalmente non costituenti il motivo dell'energia sprigionata. In base a cio' dedurrei che nell'ultimo frangente non sono stati utilizzati per il concreto non rischio durante appunto questi setup di prova, interpretando le ultime risposte saranno i mici commerciali ad esserne forniti

Bura ha detto...

Ma il tubo esterno sembra singolo...

Francesco Catapano ha detto...

A parte le altre considerazioni a me sembra molto rilevante la risposta di Rossi alla domanda 5 di Joe:
5. Does MOST of the heat generated by the Hot Cat come from phenomena OTHER than transmutation of elements?

Rossi risponde YES.

Nessuno ha detto...

"Does MOST of the heat generated by the Hot Cat come from phenomena OTHER than transmutation of elements"
yes, it is the Joule effect
Warm regards

GPT ha detto...

@Nessuno: Cattivissimo!!!!

Il Santo ha detto...

Ehi ehi ehi,
e' scomparso il comunicato del Proia... che i licenziatari si stiano svegliando?

Quanto hanno pagato al Rossi per avere la licenza?

gio ha detto...

visto che la faccenda hydrofusion ...fa venire tutto allo scoperto!!!!!

scommettiamo che anche proia non ha in licenza e-cat hot!!!

Silvio ha detto...

5. Does MOST of the heat generated by the Hot Cat come from phenomena OTHER than transmutation of elements?

Rossi risponde YES.

Torna d'attualita' la striscia del 1 settembre:
https://i.chzbgr.com/completestore/12/9/1/e8LeogyhE0Cev-Tdu8Cecg2.png

Bura ha detto...

Direi che l'unica strategia di Rossi attualmente in atto è quella di gettare discredito su se stesso e l'ecat. Lo faceva anche prima.. Ma ora è migliorato. Forse troppe indicazioni positive dal mondo delle LENR lo avevano infastidito e ha deciso di porre rimedio. :-)

rict ha detto...

Sic :(
Ragazzi datemi un cordiale perchè sono giù di morale.

Rossi non mi ha passato una domanda nella quale chiedevo se l'equivoco con gli svedesi fosse stato chiarito e se avrebbero quindi rimosso il warning dal loro sito.

Non ha passato la moderazione.

Certo, magari è in spam, magari risponderà più avanti...però....

Speranze ridotte ad un lumicino. E tira pure vento :(
Ric

AC/DC ha detto...

@Giancarlo (Blog Franchini)
Direi che in questo caso hai preso un granchio:

"Qualcuno, anche su 22passi, ha fatto notare a Rossi che lo schemo di piombo nell’hot-cat fonderebbe. Lui è immediatamente corso ai ripari rispondendo sul Journal of Notclear Physics a tale Joe che lo schermo è di tungsteno. Scherma un po’ meno per via del più basso numero atomico ma può andare bene lo stesso"

oppure il documento seguente è completamente errato:

http://www.thirdwave.de/3w/tech/armor/tungstenrayshield.pdf

Con tutto ciò non voglio dire che l'ecat funziona eh... anche io sinceramente non ho ben capito dove si troverebbe quello che presumo essere un contenitore in tungsteno (di forma toroidale??) che dovrebbe alloggiare le famose polveri e la pasticca che rilascia l'idrogeno.

gio ha detto...

quello che potrebbe essere accaduto:

1 -hydrofusion "illo tempore" firma la licenza per 1MW non hot e-ecat home( sul suo sito quelli ci sono) e caccia i soldi( hydro avrà mandato il suo omino a far le misurazioni , l'omino avrà detto ok il prezzo è giusto:):)e avrà firmato la licenza!).

2- rossi prosegue nella ricerca e arriva alle alte temperature, lo scrive sul jonp , cures lo conferma su cobraf ;

3-chi contatta hydrofusion comincia a chiedere l'hot ecat;

4- hidrofusion dice a rossi che ci sono clienti potenziali per l'hot ecat.

5-rossi dice a hydrofusion :" ci stiamo lavorando, funziona , ma non l'avete in licenza. warm regards"

6-hydrofusion risponde " lo vogliamo in licenza. cosa costa?

7- rossi risponde " 75 mln"

8- gli svedesi cominciano ad innervosirsi; mandano ancora il loro omino per il test.

9- rossi a zurigo presenta l'hot ecat; a questo punto gli svedesi si incazzano;

10- hydrofusion contesta la misurazione con comunicato stampa ,tenta così di danneggiare rossi e quindi il suo mercato nel momento in cui si sta espandendo, ma non rompe assolutamente il contratto ;

Andrea Michielin ha detto...

Qualche sano respiro profondo e passa tutto.
Un pò di calma non guasterebbe a nessuno.
Siate pazienti, qualsiasi possa essere la vostra opinione.
Comprendo come l'argomento susciti parecchia attenzione (anche se... continuo ad essere ottimista, riconosco che questa saga batte qualsiasi telenovelas fin qui redatta... eheh) ma... scaldarsi e farsi prendere dall'ansia, non giova al proprio animo.
Fermatevi un attimo, concedetevi qualche respiro in più. Un attimo di pazienza e... forse avremo notizie più dettagliate! :)

gio ha detto...

quindi hydrofusion ha mandato il suo omino per l'hot ecat,
perchè non avrebbe dovuto farlo per l'ecat non hot????

sandro75k ha detto...

AC/DC

non è tanto il problema se il tungsteno schermi più o meno del piombo, il problema è che si sa del tungsteno solo oggi...

Enrico Maria Podestà ha detto...

Che fine ha fatto questo post?

http://22passi.blogspot.it/2012/09/prometeon-mette-le-cose-in-chiaro.html

gio ha detto...

dimenticavo:

11- gli svedesi di hidrofusion contattano proia e gli spiegano la faccenda; anche Proia non ha in licenza l'ecat hot!

AC/DC ha detto...

@Sandro75k
il mio intento era solo quello di correggere un'affermazione probabilmente errata.

Poi ti dirò che se Rossi facesse del depistaggio sull'interno del reattore potrei anche capirlo e se risponde che ha usato il Tungsteno (che a quanto pare sembrerebbe adatto) a me va bene, non pretendo certo che riveli con esettazza i segreti del suo apparato.

Sono altri e ben più pesanti i motivi per cui non credo in Rossi.

sandro75k ha detto...

@AC/DC

conosco la tua posizione... io sono stato sempre attendista. Attendo di vedere, se fa depistaggio non vedo nulla e ci rimango male: cosa ha fatto a fare la presentazione se voleva combinare solo un gran casino??? Rossi deve dimostrare che l'arnese funziona ai licenziatari prima che a noi. I licenziatari che dicono? In queste ore sembrano confusi anche loro!

sandro75k ha detto...

Io vi ricordo la mia posizione a scanso di equivoci
-Le LENR esistono al 99%
-Rossi ha in mano un prodotto funzionate 50%
-Rossi ha in mano un prodotto con le prestazioni che dichiara 1%

gio ha detto...

i licenziatari al momento tacciono.....vediamo che diranno!!!!

Gdmster ha detto...

@AC/DC
Hai ragione, mi sono basato sul peso atomico e non sulla densità senza controllare la documentazione. Con una densità quasi doppia nello stesso volume ci stanno più nucleoni e quindi maggiore effetto schermante anche se il peso atomico è inferiore. Con uranio impoverito sarebbe ancora meglio. Il problema fondamentale non si sposta di una virgola, il tungsteno non c'è, non risulta nei pesi certificati.
Scusami di nuovo, sai la fretta...

GPT ha detto...

@Gdmaster-AC/DC
comunque magari fosse il Tungsteno o il piombo il problema...
A far ipotesi si puo' dire che era tutto incluso nel pacco resistenze o laminato all'interno del cilindro piu' grande (e non dichiarato al certificatore)...
Alla fine della storia non credo sia (in questa fase) granchè importante...

rict ha detto...

Il comunicato Hydrofusionè apparentemente privo di senso.

Se si fossero accorti di un errore madornale alle misure avrebbero detto: ok dacci indietro i dindi o si va in tribunale. Intanto chiudiamo il sito.

Se le misure fossero dubbie, avrebbero detto. OK rifacciamole, nel frattempo tutti zitti perchè ci danneggiamo il mercato.

Ma dire "Oh, forse c'è un problema" non so cosa sia.

Masochismo?
O forzare la mano per qualcosa come dice gio?

Mah

AC/DC ha detto...

@Gdmster
no problem, comunque i dubbi sulla struttura interna del reattore rimangono.
In ogni caso come facevo notare anche a Sandro posso anche accettare riservatezza e pure depistaggi sull'interno del reattore da parte di Rossi, quello che non mi torna sono invece tutta la serie incongruenze madornali che tutti ormai ben conosciamo.

@Sandro75k
La risposta edulcorata sui rapporti con i licenziatari te l'ha data Gio, la mia è decisamente più amara.

gio ha detto...

@ ac\ dc

premesso che sono convinto che il mammozio funzioni ...non è tanto edulcorata la mia prospettazione per punti ......rossi un bel pacco ai licenziatari l'ha tirato!!!

difficile per loro dimostrarlo in tribunale ...ma gliel'ha tirato !!!

anche in questo rossi è parecchio bravo....

AC/DC ha detto...

@gio
sul fatto che gli abbia tirato un pacco sono daccordo con te, cambia solo il tipo e la dimensione del pacco...

@Daniele
Prometeon sembra proprio in confusione totale, prima la modifica del depliant per decurtare i riferimenti a Siemens ed ora la soppressione del comunicato di ieri. Puoi darci qualche lume?

gio ha detto...

@ ac\ dc

ti rispondo io per daniele....proia non ha in licenza l'ecat hot!!

Paul ha detto...

Ecco finalmente la risposta ufficiale di Rossi a tutti i suoi detrattori:

http://www.zazzle.com/andrea_rossi_caricature_for_dark_colors_t_shirt-235377601069236725

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@tutti
Su richiesta di Prometeon srl ho cancellato il post contenente il comunicato stampa da loro stessi diramato. Non ho altro da aggiungere.
Eventuali chiarimenti spettano esclusivamente a Prometeon srl.

Red5goahead ha detto...

>Su richiesta di Prometeon srl ho cancellato il post contenente il comunicato stampa da loro stessi diramato.

e fino qui c'eravamo arrivati... :-)

Shine ha detto...

"Non ho altro da aggiungere."

Aggiungi almeno se aspetti ancora in riva al fiume o se possiamo cominciare ad alzarci (e attendere la tua ammenda promessa da MESI)

Nessuno ha detto...

@Daniele:
Stai realizzando che sei stato strumentalizzato per fare da ufficio stampa (gratuito) di una truffa?
I truffati sono i licenziatari, Rossi ha guadagnato un sacco di soldi con questo. Se poi arriveranno i carabinieri ad arrestarlo avrà un motivo in più per dire che un complotto lo ha fermato e che non è nelle condizioni di restituire i soldi.

vocesolitaria ha detto...

Vorrei contrapporre all'immagine dello scettico quella del believer:

http://vocesolitaria.blogspot.it/

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Shine
Aggiungi almeno se aspetti ancora in riva al fiume o se possiamo cominciare ad alzarci
A dire il vero io ho costruito un piccolo capanno con tutti i confort! :)

@Nessuno
Stai realizzando che...
Mah, ad essere sincero non credo proprio che Aldo Proia condivida, ma nemmeno infinitesimalmente, le tue considerazioni.

GPT ha detto...

@Paul:
è stupenda!!!!!!!!!!!!!!!

@Daniele:
la situazione è un po' triste... stupisce che Prometeon non abbia scritto un altro comunicato (di rettifica/di precisazione o altro).
A me sembra anche molto antipatico chiedere di cancellare qualcosa lecitamente pubblicato senza dare la possibilità di spiegarne il motivo, è un pochino svilente.
Speriamo daranno (e ti potranno far dare) chiarimenti anche xchè con internet il loro comunicato ha già fatto il giro del mondo (indipendentemente da 22 passi...).

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@tutti
Onde evitare dietrologie spicce, specifico che oggi era il primo giorno di scuola superiore di mia figlia, quindi mi sono dedicato a lei piuttosto che al blog! :)
Personalmente - se proprio volete una mia opinione sulle questioni che state dibattendo -penso che Rossi farebbe bene a fare mediaticamente un passo indietro, cioè a sviluppare il suo Hot Cat in silenzio e senza fughe di notizie, e lasciare che i suoi licenziatari possa dedicarsi in serenità a vendere gli impianti da 1 MW (che è stato dichiarato essere stati certificati da SGS). Non vedo l'ora di potere intervistare un cliente soddisfatto!

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@GPT
la situazione è un po' triste... stupisce che Prometeon non abbia scritto un altro comunicato (di rettifica/di precisazione o altro).
A me sembra anche molto antipatico chiedere di cancellare qualcosa lecitamente pubblicato senza dare la possibilità di spiegarne il motivo, è un pochino svilente.

Da blogger non posso che condividere.
E ovviamente Prometeon sa benissimo che "il loro comunicato ha già fatto il giro del mondo (indipendentemente da 22 passi."

Nessuno ha detto...

Il fatto che Aldo Proia non ne sia consapevole non modifica di un grammo quello che Rossi ha fatto/sta facendo.
Di certo, osservando i comunicati che fanno e disfanno, osservando la incoerenza delle comunicazioni, si capisce che non stiamo parlando di un genio della scienza, della tecnica e dell'imprenditoria.
Una preda perfetta per Rossi.

Tizzboom ha detto...

Ma la Prometeon non potrebbe utilizzare il suo sito web per emanare comunicati ufficiali? Perche' appoggiarsi a 22passi per queste questioni?

GPT ha detto...

@Tizzboom
Prometeon ha il countdown... non è attivo il sito oltre le immagini!

Tizzboom ha detto...

@GPT: che lo attivino!

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Tizzboom
Ma la Prometeon non potrebbe utilizzare il suo sito web per emanare comunicati ufficiali? Perche' appoggiarsi a 22passi per queste questioni?
La risposta immagino sia: meno 18 giorni, 5 ore e 40 minuti.
E poi non credo che lo abbiano mandato solo a me quel comunicato.

gio ha detto...

@ d22
<Personalmente - se proprio volete una mia opinione sulle questioni che state dibattendo -penso che Rossi farebbe bene a fare mediaticamente un passo indietro, cioè a sviluppare il suo Hot Cat in silenzio e senza fughe di notizie, e lasciare che i suoi licenziatari possa dedicarsi in serenità a vendere gli impianti da 1 MW (che è stato dichiarato essere stati certificati da SGS). Non vedo l'ora di potere intervistare un cliente soddisfatto!


per capire bene che è successo bisognerebbe leggere i contratti, che però al momento , nonostante tutto , nessuno ha intenzione di rompere!
se i licenziatati non hanno la licenza per l'hot cat, ritengo verosimile al 99% la mia ricostruzione.
i licenziatari se non hanno la licenza per l'ecat hot sono nella palta.
Chi pagherebbe un 1,5 mln di € per un mammozio che scalda a 120 , quando le prospettive sono che a un anno esca un mostro che va 1.200.

Tizzboom ha detto...

@Daniele: la questione e`, perche' avere un countdown in scadenza fra 18 giorni quando ci sono problematiche da chiarire e disambiguare ora?

Andreino ha detto...

Ciao Ragazzi, io sono nuovo sul blog, anche se vi seguo da almeno un annetto. Precisamente seguo il blog da quando Daniele è andato a Bologna lo scorso anno per seguire e twittare i test.
Allo stato attuale delle cose mi sembra di vedere che in generale l' umore sia un po' basso, e anche io che in questi mesi ho immaginato un mondo migliore grazie all' e-cat (credo che molti sostenitori siano degli ottimi sognatori ;)) mi ritrovo un po' mogio dalla conferenza di Zurigo in poi. Mi sembra che invece di ricevere dei chiarimenti sulle e-meraviglie qui si stia facendo un grande minestrone di dati tecnici, numeri e test. Francamente trovo che sia un po' ingenuo parlare di collaborazioni con questo e quello (NI, Siemens) quando poi a conti fatti nessuno da' una conferma. Rossi dice che i fatti presto gli daranno ragione, ma è proprio con i fatti che lui è lacunoso. Alla fine diventa snervante attendere per tanto tempo un' invenzione che viene rinviata, rivista, modificata, riadattata, ridisegnata e che promette meraviglie ma che di fatto in pochi eletti avrebbero visto. Dove sono i fatti ? Daniele, mi piacerebbe sapere come è ora il tuo umore, analizzando gli ultimi 12 mesi. Io continuero' a seguire i claims di rossi e la vostra compagnia, ma sono molto meno ottimista di un anno fa.

nambar ha detto...

personalmente penso che mi siederò con daniele (spostati più in là, fammi un po di posto, tanto sono nato un 22 del tuo stesso anno e ti "sento " amico), il dott. Rossi... fa bene a spegnere i riflettori e a lavorare in silenzio.... ho sempre pensato che i tempi sarebbero stati moolto più linghi del preventivato (passare dalla formulazione teorica e sperimentale, all'applicazione tecnologica e da lì alla produzio non è uno scherzo da poco).... l'unico rodimento è che quando tornerà la ienasapiens.... sarà uno strazio... ma sono un po masochista e non posso fare a meno di andare a leggere le sue.... babbionate

AC/DC ha detto...

@Daniele
Sei proprio sicuro che non ci siano problemi per l'ecat "tradizionale", quello pronto per la vendita?

Nonostante Rossi abbia parlato di certificazione realizzata da SGS, senza mostrare niente tralatro, quelli di Hydrofusion non mi sembrano così convinti e pare vogliano verificare di persona, ecco un estratto dell'articolo di Mats Lewan:

"After measurement, announced Hydro Fusion investment offer withdrawn, and that the company will now examine whether the measurements affects the entire ECAT technology or just the new model.

Magnus Holm, CEO of Hydro Fusion, referring to a press release stating that the company can not support any claims about net energy developed in högtemperaturprototypen.

On Ecat.com, operated by Hydro Fusion, you can still make expressions of interest for an installation on a megawatt, based on the E-cat, which cost about ten million.

It is important to make a clear distinction between högtemperaturprototypen, which test measurement has been made, and the recent safety certified 1 MW plant. Vi arbetar för en separat validering av 1 MW-anläggningens fullständiga funktion, kommenterar Magnus Holm. We work for a separate validation of the 1 MW plant full operation, says Magnus Holm.
"

In pratica Hydrofusion ora vuole verificare che il problema di misura riscontrato non possa verificarsi sul resto della tecnologia e Magnus Holm, CEO di Hydro Fusion, dichiara apertamente che stanno lavorando per una validazione separata del 1mw.

Silvio ha detto...

@gio
"Chi pagherebbe un 1,5 mln di € per un mammozio che scalda a 120 , quando le prospettive sono che a un anno esca un mostro che va 1.200."

A parte che la temperatura dell'ecat "classic" dovrebbe essere ben maggiore, ma mica a tutti servono 1200 gradi... Quello che conta e' l'energia che riesci a erogare nell'unita di tempo, ovvero la potenza che e' appunto 1MW ed il COP, ovvero quanto ti fara' risparmiare.
Tu sai gia' quale sara' il COP, il prezzo dell'hot cat e quando sara' un prodotto commercializzato per caso? :-)
Se anche le aziende ragionassero come un consumer come fai tu sarebbe come dire che non ha senso comprare l'i-phone n perche tra un anno esce l'iphone n+1 :-)

gio ha detto...

@ ac\dc

è brutta brutta per hydro.......se ti chiama un cliente, per 1MWone non hot che fai rifiuti il contatto, quando la licenza l'hai firmata con allegato test di misurazione certificato da tecnico di fiducia, mandato dalla svezia e firmato da entrambe le parti............sei inadempiente!!!

sei vuoi cominciare a svincolarti provi a contestare la misurazione fatta illo tempore o chiederne un'altra .....ma ripeto la vedo brutta brutta!

Red5goahead ha detto...

A me la questione sembra semplice . la Prometeon è andata al centro commerciale ed ha acquistato l'iPhone 4. il giorno dopo torna per prendere il polipo da fare che ne so in umido con le patate e il prezzemolo e girando tra gli scaffali vede che c'è l'iPhone5 ad un terzo del prezzo. Giustamente gli sono girati i coglioni..
Ma non si vede come il vecchio "4" ora non funzioni più . non si capisce perché non dovrebbe più andare.

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Andreino
Daniele, mi piacerebbe sapere come è ora il tuo umore
Messo a dura prova! :))

@nambar
personalmente penso che mi siederò con daniele (spostati più in là, fammi un po di posto...
'Sto capanno è affollatissimo... ho già iniziato a sopraelevare un secondo e terzo piano! :)

@AC/DC
Sei proprio sicuro che non ci siano problemi per l'ecat "tradizionale", quello pronto per la vendita?
Cercherò di essere il più chiaro possibile, premesso che parliamo di opinioni e convinzioni, non di sicurezze e certezze al 100%.
Ci sono pochi dubbi che la metodologia adottata dagli svedesi per la misurazione elettrica in presenze di molte armoniche è senz'altro quella giusta. Perciò, se dovessi scommettere, francamente punterei i miei soldi sul fatto che l'Hot-Cat non funziona.
Sull'impianto da 1 MW invece la penso in modo opposto. Se dovessi scommettere punterei i miei soldi sul fatto che funziona, per svariati motivi.
Ricapitolando, al momento ho senz'altro perso fiducia nell'Hot-Cat (fino a eventuali prove a favore) mentre la mantengo e confermo sugli E-Cat che compongono l'impianto da 1 MW.

Ribadisco, sono opinioni del tutto personali.

barbagianni ha detto...

Raga, scusate, ma lo dovete sapere:

http://pesn.com/2012/09/11/9602180_2012_E-Cat_Conference_Report--1_MW_E-Cat_Ready/
>> Rossi responds to a portion of a question, and says:
"I am not strong, I am not intelligent. I believe in God. I ask God, 'Should I go ahead?' If the answer is, 'Yes', then I go ahead; if 'No', then I don't." <<


Dumah ha detto...

Un plauso all'onestà intellettuale.
Che nessuno si metta a strillare isterico "Daniele non ci crede più" o stronxate del genere.

barbagianni ha detto...

In luogo di "lo dovete sapere" leggi:"penso che lo dobbiate sapere". O forse è meglio "dovreste"? Non so, sono confuso.

bg

tia_ ha detto...

>A me la questione sembra semplice . la Prometeon è andata al centro commerciale ed ha acquistato l'iPhone 4. il giorno dopo torna per prendere il polipo da fare che ne so in umido con le patate e il prezzemolo e girando tra gli scaffali vede che c'è l'iPhone5 ad un terzo del prezzo. Giustamente gli sono girati i coglioni..

No, la questione è ancora piu semplice.
All'inizio Rossi ha venduto una licenza esclusiva a Hydro Fusion. Ricordando le vicende di Son Millin (australia) non ci vuole un genio a capire che tale licenza non costa 60 milioni di euro. Del resto Rossi la stava cedendo ad un enete caritatevole.
Quelli di Hydro Fusion visto il prezzo non tanto alto hanno pagato (non si sa se la licenza intera o solo un fee da rinnovare) sull'onda dell'entusiasmo e senza tanti dubbi. Stessa cosa quelli della TransAltec, che del resto vende motori magnetici over-unity quidi ci siamo capiti.
Che succede ora? Hydro Fusion ha trovato degli investitori che vogliono metterci 60-70 milioni dentro la licenziataria (fonte: nyteknik) ma hanno chiesto delle prove. Rossi ha tirato fuori dal cappello l'hot cat, ma che ha toppato, e ora quelli di Hydro Fusion hanno realizzato di non essere tanto sicuri che l'e-cat funzioni, ed infatti vogliono fare un test pure sull'e-cat classico (fonte: nyteknik).
Altro che "beghe commerciali".

Silvio ha detto...

@daniele
"Ci sono pochi dubbi che la metodologia adottata dagli svedesi per la misurazione elettrica in presenze di molte armoniche è senz'altro quella giusta."

E questa su cosa la basi? Potrei scommettere qualcosa approfittando della rara occasione di trovarmi in disaccordo con te, ma preferisco capire perche' pensi questo, a me sembrano piu' sensati (lo so stai ridendo!) i ragionamenti fatti da rossi-cures, ma sono aperto a tue illuminazioni. Grazie.

tia_ ha detto...

>E questa su cosa la basi?

Perchè in presenza di distorsioni (e non solo regime sinusoidale 50 HZ) uno strumento True RMS continua a funzionare, i tester di Rossi no.

Red5goahead ha detto...

@tia @tutti

la domanda è : il contatore Enel cosa avrebbe misurato? Avrebbe misurato come gli svedesi o come Rossi/Cures?

tia_ ha detto...

Il contatore ENEL (GEM) è uno strumento True RMS, quindi segna sempre la corretta energia erogata, anche in presenza di distorsioni

Silvio ha detto...

Io avevo chiesto a daniele e non a tia, comunque, visto che abbiamo gli esperti in casa (penso a persone come franco morici e mario massa) chiedo a loro cosa pensano tecnicamente della spiegazione data da rossi della storia dei due strumenti. E' plausibile? E perche? Possibilmente con sottotitoli per i non tecnici, grazie

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Silvio
Rispetto all'uso del True RMS penso che Tia abbia ragione.

Hermano Tobia ha detto...

@tia_
Premesso che probabilmente Daniele ha delle info che noi non abbiamo e quindi ha ragione, e che non vorrei dire una scemenza (non sono certo un esperto di misure elettriche) ma mi sembrava che lo strumento degli svedesi fosse una semplice pinza amperometrica multifunzione ("clamp meter", certamente True RMS) e non un wattmetro ("power meter").

Ora l'amperometro true RMS misura sempre correttamente il valore di corrente e quello di tensione, ma separatamente (vedi manuale), pertanto non è possibile distinguere tra potenza attiva e reattiva in caso di carico induttivo e quindi sfasamento tra tensione e corrente. Per questo il ragionamento di cures, che riassumo nel seguito, sembrava filare anche a me.

Nel manuale infatti si vede che si possono misurare separatamente tensione e corrente ma non potenza, e quindi l'errore ipotizzato da Rossi e Cures è che gli svedesi abbiano misurato potenza attiva+reattiva.

http://assets.fluke.com/manuals/3032____iseng0000.pdf

L'amperometro di Rossi (prosegue Cures) invece taglia le frequenze alte che sono in controfase con la tensione e paradossalmente da una misura molto più accurata.

Comunque non credo che dovremo aspettare molto per avere notizie certe ...

tia_ ha detto...

>visto che abbiamo gli esperti in casa (penso a persone come franco morici e mario massa)

E' bello quando l'ultimo arrivato pensa di saperne di piu di me :)
Silvio, oltre al fatto che sono "di casa" piu io di mario e franco, nel campo misure elettrica qualcosina (si fa per dire) ne so pure io :)

tia_ ha detto...

>L'amperometro di Rossi (prosegue Cures) invece taglia le frequenze alte che sono in controfase con la tensione e paradossalmente da una misura molto più accurata.

Questa è una supercazzola.

>Nel manuale infatti si vede che si possono misurare separatamente tensione e corrente ma non potenza, e quindi l'errore ipotizzato da Rossi e Cures è che gli svedesi abbiano misurato potenza attiva+reattiva.

Certamente se hai solo in mano un amperometro puoi solo stimare la potenza totale (VA) e non quella attiva.

gio ha detto...

>Se anche le aziende ragionassero come un consumer come fai tu sarebbe come dire che non ha senso comprare l'i-phone n perche tra un anno esce l'iphone n+1 :-)

@silvio

direi esempio assolutamente errato, confronto con un prodotto che costa 400 euri, che si svaluta del 5% al mese, con uno che costa 1,5 mln e che si svaluta del 5% all'anno.

cmq prova a convicere un imprenditore in queste condizioni se ci riesci:):)

gio ha detto...

se tia ha ragione a breve avremo la rottura dei contrati con i licenziatari

Dumah ha detto...

Beh la misura non riguarda gli altri impianti.
Certo visto che la cosa è saltata fuori solo ora e visto che neanche Cures/Fioravanti se ne era accorto essendo lui stesso ad aver "certificato" il megagattone lo scorso ottobre e non so che altro qualche dubbio sulle passate misure tutto sommato...

Il Santo ha detto...

>L'amperometro di Rossi (prosegue Cures) invece taglia le frequenze alte che sono in controfase con la tensione e paradossalmente da una misura molto più accurata.

Questa e' una supercazzola.

Scusate, ma lo dovevo ribadire.

bach ha detto...

E sì questa storia si sta rivelando come il classico gioco delle tre carte: non sai mai dov'è la pallina. Quanti polli, tra i quali chi scrive, sono rimasti spiumati. Il teatrino ora deve sbaraccare le tende al più presto sennò li si va a prendere tutti a casa! Mi viene solo da pensare, in rispettoso silenzio, a Focardi (usato e scaricato)... e devo trattenere con fatica la rabbia montante!

mario massa ha detto...

@Silvio
"chiedo a loro cosa pensano tecnicamente della spiegazione data da rossi della storia dei due strumenti."

Scusa Silvio, ma ero via e non ho letto nè cosa hanno detto gli svedesi nè la risposta di Rossi.
Puoi dirmi dove trovarle?

AC/DC ha detto...

@Daniele
ti ringrazio per la risposta con cui hai chiarito la tua posizione, soprattutto perche' immaggino che non debba essere stato facile per te.

@Dumah
quoto in pieno il tuo ragionamento e rincaro: sono mesi che ci parlano di questa meraviglia del'hotcat, se poi vien fuori che non funziona che idea potremmo mai farci della loro professionalita', anche senza voler scomodare la malafede. Poi 2+2 tende a far 4.

mario massa ha detto...

@Silvio
Ciao Silvio, ho già trovato il motivo della discussione.
Invece di risponderti ti rimando a questi due video che avevo fatto già l’anno scorso.

http://www.youtube.com/watch?v=S6WM6aUxgMo&feature=plcp

http://www.youtube.com/watch?v=vvdJdUYJwIQ&feature=plcp

Non è per rincuorare Daniele, ma questa volta, se gli svedesi hanno usato non un Wattmetro ma una pinza è probabile che Rossi sia quello che commette l'errore minore.

bach ha detto...

@Il Santo
altro che supercazzula... frasi del genere si possono sentire solo al bar dell'angolo. Se invece provengono da colui che ha certificato il corretto funzionamento del sistema da 1MW stiamo proprio freschi. Devo dire che un po' di dubbi mi sono sorti quando ho visto su quale carta professionale (da salumiere) il nostro Cures ha certificato e controfirmato il tutto. Occorre sempre ascoltare le prime impressioni... spesso ci si azzecca! Mea culpa.

mario massa ha detto...

@Silvio
Scusa Silvio, ho visto adesso che il problema è diverso: non hanno misurato solo la corrente ma anche la tensione applicata alle resistenze. In questo caso il prodotto dei valori efficaci rappresenta effettivamente la potenza se il carico è resistivo qualunque forma d’onda si utilizzi purchè con frequenze compatibili con il tester. Quella resistenza a occhio ha un cosfi non inferiore a 0.95-0.97 e Rossi non può sostenere che sia un carico induttivo.

Diverso è se le misure sono state fatte a monte di una scatola elettrica dal contenuto sconosciuto. In tal caso, come nei filmati che ti ho linkato ove ho considerato una “scatola” contenente un ponte e un condensatore, possono sbagliare entrambi in eccesso o in difetto e l’unico modo è usare un Wattmetro o un oscilloscopio digitale che faccia VxI.

Cesare Piccolo ha detto...

Daniele Passerini wrote:
"francamente punterei i miei soldi sul fatto che l'Hot-Cat non funziona"

E' la prima volta che ti vedo sbilanciare a sfavore di Rossi.
Scommetteresti sul non funzionamento dell'hot-cat, quindi non credi alla parola di Rossi quando dice che invece funziona come da specifiche ed è in fase di certificazione.
E se credi che anche Rossi possa dare delle informazioni false, non capisco cosa ti porti a ritenere ancora valida la sua parola sul cold-cat

mario massa ha detto...

@Silvio
Dirai che sono pazzo! Ma devo chiarire. Ho letto della storia che forse mette un toroide di tungsteno o altro materiale (che potrebbe essere ferromagnetico) in mezzo alle resistenze per assorbire i gamma: in tal caso il valore dell’induttanza potrebbe diventare molto elevato e il cosfi scendere a valori molto bassi: se fosse così Rossi potrebbe avere ragione. Però il rapporto V/I nelle varie misure fatte da Penon dovrebbe essere nettamente superiore a 6 (valore di resistenza misurato), invece fa proprio 6, per cui il carico è effettivamente resistivo e vale quanto ti avevo scritto sopra.

Hermano Tobia ha detto...

Non vorrei aver scritto scemenze nel riassumere la spiegazione di Cures ( nel qual caso chiedo scusa, come detto non sono certo ferrato in materia); i suoi ragionamenti si possono leggere qui, a cominciare dal 10.09:

http://www.cobraf.com/forum/PostsByAuthor.php?authorid=3233

Mario che ne pensi?

Cesare Piccolo ha detto...

non ho resistito a fare il comic di una vecchia ma sempre divertentissima battuta ripresa da uno di "quelli la", meritava troppo!

http://cheezburger.com/6580728576

Teknico ha detto...

Attiva, reattiva, induttiva, ecc...
Ma come cavolo si deve misurare sta corrente?
Capisco che chi è del settore elettrico/elettronico pensa al meglio della tecnologia presente per avere la misura più accurata, io essendo più sul chimico RIpropongo (lo avevo proposto molto tempo fa per i wet-cat) un sistema quasi spannometrico ma sicuro!!!
Gruppo elettrogeno, pesi il gasolio ad inizio test, lo pesi alla fine, moltiplichi per coefficiente di rendimento del gruppo e sai (più o meno 10-20%) quanta cacchio di energia hai usato per far funzionare qualsiasi cosa.
Sarò banale ma questo è l'unico test che mi convincerebbe per l'assorbimento elettrico.

Paul ha detto...

Ma no, perché complicare le cose...Alimentazione in corrente continua con un bel gruppo di potenti batterie.
A quel punto V x I ed il gioco è fatto, con la massima precisione.

mario massa ha detto...

@Teknico
"Sarò banale ma questo è l'unico test che mi convincerebbe per l'assorbimento elettrico."

Mi sembra un po' complicato! Secondo me l'unico metodo certo dal punto di vista commerciale (cioè di Rossi,Proia e eventaule acquirente) è un contatore dell'Enel: che sia giusta o sbagliata, quella è l'energia che paghi.

Alessandro Pagnini ha detto...

Io pagherei (poco però eh ;-) ) per sapere come hanno fatto a fare arrivare una tensione tale da avere quei 17KW che dice Cures! Ipotizzando un ponte con condensatore, e una tensione un po' più alta del normale 220 (fino a 242, si rientra nelle specifiche ENEL) al più dovrebbero avere circa 340 Volt sulle resistenze, il che in effetti porterbbe a circa 19KW su un carico da 6 Ohm (erano 6 ohm, vero?). Ma a parte che ci vorrebbe un condensatore della madonna per avere un basso ripple, come diamine avrebbero fatto a commettere una cappellata simile. Non ci posso credere. Vorrebbe dire che regalano le lauree, quindi la spiegazione è altrove. Ma dove? Cures si è tolto il grembiule da lavoro? Si sa niente delle controverifiche?

Silvio ha detto...

@mario massa
So che non sei matto! :-)
Io capisco che la cosa non e' cosi banale come qualcuno ha voluto credere e/o far credere.
Spero tu abbia letto i discorsi dettagliati di cures che ti hanno linkato e possa darci un opinione tecnica.
Tieni presente che i test di luglio e settembre sono stati fatti con setup diversi! A luglio usavano un triac mentre a settembre un variac proprio per evitare i problemi di cui si sta parlando.
Il discorso della lampadina da 60w e della stufetta comprata da rossi stanno in piedi?

C'e poi la dichiarazione di rossi tutta in maiuscolo su journal che e' stata anche riportata qui da qualcuno dove invita a riflettere sulla potenza della resistenza da 8KW e sulla temperatura di 1050C per capire che l'ipotesi degli svedesi e' inconsistente... Sta in piedi per te questo suo ragionamento?

AC/DC ha detto...

@Alessandro Pagnini
se non ricordo male sul report si parla di qualcosa come 8kw di output.
Forse 17kw sono un'ipotesi ottimistica postata da Cures su Cobraf dato che considerava il valore del report molto sottostimato.

mario massa ha detto...

@Hermano Tobia
Hermano sono andato a vedere: questo il mio commento moderato.

“Una disposizione di questo tipo è modellabile tramite un circuito RLC. Date le dimensioni della resistenza ed il fatto che si trova racchiusa fra due cilindri ed è isolata elettricamente da loro, la C è piuttosto grossa”

Una follia! Il valore di C è ridicolo, al massimo qualche centinaio di pF (supponi 0.1 m^2 di sup, 2mm di distanza e hai C=8.8 *10^-12*0.1/0.002= 400pF). E poi quali sarebbero le armature? Le estremità della resistenza? In questo caso la capacità è di alcuni pF!

“Inoltre, il filo interno della resistenza è avvolto a tortiglione mentre il cavo di collegamento è una treccia di acciaio per cui anche la L dovrebbe essere notevole.”

Altra follia! L’induttanza di quella resistenza è al massimo qualche uH. Il fatto che i fili siano avvolti a tortiglione non influisce minimamente sulla loro induttanza che invece aumenta all’aumentare della loro distanza! (che comunque è al massimo nell’ordine dei nH)

“se misuri la tensione senza almeno un condensatore di rifasamento, ti ritrovi con una tensione anche doppia rispetto al valore effettivamente assorbito dal carico”

Terza follia! E poi cosa vuol dire tensione assorbita dal carico, se mai applicata al carico.

Comunque ripeto che le misure di Penon non lasciano dubbi: il rapporto V/I a tutte le potenze a cui ha effettuato le misure fa sempre 6 (negli errori strumentali), cioè il valore di resistenza in DC, segno che la resistenza è una resistenza e non un circuito RLC come fantastica Cures.

bertoldo ha detto...

"Mi sembra un po' complicato! Secondo me l'unico metodo certo dal punto di vista commerciale (cioè di Rossi,Proia e eventaule acquirente) è un contatore dell'Enel: che sia giusta o sbagliata, quella è l'energia che paghi."

e magari di sera cosi il contatore misura tre volte i kwh necessari rispetto a quelli che misurerebbe di giorno ...

bertoldo ha detto...

piuttosto perchè non organizzi una verifica sui contatori enel e sulla loro programmazione variabile a seconda di quanto vogliono prelevarti con la bolletta ?

Teknico ha detto...

@Paul
@Mario Massa

tutte e due i vostri sistemi si basano su strumentazioni elettroniche per misurare l'energia, per cui qualcuno potrebbe dire "ma forse il contatore non era rifasato o la pinza amperometrica era cinese e quindi difettosa" o qualsiasi altra cosa.
Il mio sistema si basa su una bilancia (facilmente controllabile da chiunque) e da qualche calcolo.
Il potere calorifico del gasolio è attorno ai 40,9 MJ/kg (o 10200 kcal/kg), 1 chilowattora equivale esattamente a 3,6 MJ.
Quindi ogni Kg di gasolio produce 11,36 kWh (termici) che moltiplicati per il rendimento elettrico del gruppo elettrogeno (diciamo il 35%) mi da 4 kWh (elettrici) per ogni Kg di gasolio.
Non vedo grosse complicazioni a pesare 2 volte un serbatoio e poi fare due calcoli.

@Mario Massa
A me non interessa pagare l'energia meno di quella che ottengo con l'E-cat, a me interessa che l'E-cat PRODUCA più energia di quella immessa.
Altrimenti facciamo come con i pannelli solari, che convengono economicamente solo perché ci sono i contributi, altrimenti non li metterebbe nessuno.

mario massa ha detto...

@Silvio
“A luglio usavano un triac mentre a settembre un variac proprio per evitare i problemi di cui si sta parlando.”

Era ora che usasse un variac: e il risultato quale è stato? I discorsi di Cures che ho letto che ha scritto in settembre si riferivano alla prova col variac o col triac?

“Il discorso della lampadina da 60w e della stufetta comprata da rossi stanno in piedi?”
Non so esattamente il discorso, ma se stavano usando il variac 60W o 2kW non fa differenza per gli strumenti (al massimo cambierai scala). Diverso è se usi il triac e/o sono presenti filtri rete o altre stranezze: in quel caso lavorare a bassa potenza può alterare tutto.

Silvio ha detto...

@mario massa

Ti ho ritrovato il discorso originale di rossi (il maiuscolo e' suo) mi commenti/validi il suo discorso tecnico?

"DEAR READERS:
TODAY A BIG MESS IS POPPED OUT FROM A SHORT MEASUREMENT THAT HAS BEEN DONE THE LAST WEEK. I REALLY HAVE DIFFICULTY TO UNDERSTAND WHY SOME PERSONS HAVE TOTALLY IGNORED WHAT I CLEARLY SAID IN MY PRELIMINAR STATEMENT IN THE REPORT PRESENTED IN ZURICH: I SAID THAT ALL THE DATA ARE NOT FINAL, THE VALIDATION, THE R&D, THE CERTIFICATION OF THE HIGH TEMPERATURE REACTOR ARE IN COURSE AND THE FINAL REPORT WILL BE RELEASED WITHIN MONTHS. NOW, A GUY COMES HERE (INVITED FROM US) MAKES SOME HOUR OF MEASUREMENT, GOES AWAY AND A WEEK AFTER MAKES A PRESS CONFERENCE LIKE HE HAS MADE A PROCESS OF VALIDATION THAT TAKES MONTHES: DOES THIS MAKE ANY SENSE? I AM VERY CONFUSED. ANYWAY:
THE EXTERNAL SURFACE OF OUR REACTOR IS 933 CM^2
THE TEMPERATURE WE REACH WHEN IT IS STABLE IS 1050 CELSIUS ON THE EXTERNAL SURFACE. THE GUY IS ESCAPED FROM US BEFORE THE REACTOR REACHED THE DUE TEMPERATURE SAYING HE HAD SEEN ENOUGH ( ENOUGH OF WHAT?).
THE MAX POWER OF THE RESISTANCE IS 8 kW
WITH THESE NUMBERS ONLY, THE ENERGY PRODUCED IS ABOUT 17 kWH/H, WITHOUT CONSIDERING THE ENERGY FROM THE INTERNAL CYLINDER (WHATEVER IT IS), THE CONVECTION ENERGY ( WHICH IS A LOT).
NOW: IN THE NEXT 2 MONTHS WE HAVE TO ARRIVE TO A PRECISE DETERMINATION OF THE MAXIMUM COP, BUT JUST FROM THESE VERY BASIC ANC CONSTANT NUMBERS ( INDIPENDENT FROM THE MEASUREMENTS OF AMPS AND OHMS) WE HAVE A COP AROUND 2.
THE ITER PROGRAM, TO MAKE ENERGY WITH NUCLEAR HOT FUSION, IS COSTED 100 BILLION OF EUROS AND GOT NOT EVEN 1.01 OF COP.
SO, WHAT ?"

bach ha detto...

@tutti
credo inutile stare a discutere su quale tecnica usare per ottenere una misura accurata: tempo perso. Il fatto è che non stiamo parlando di misurare la velocità dei neutrini (:-)) ma di banali misure elettriche che nella peggiore delle ipotesi possono avere forme d'onda non sinusoidali; se Prometeon&C non sanno come fare si studino Fourier. Già nel lontano diciottesimo secolo costui aveva già dato la soluzione per analizzare qualsiasi forma d'onda condizionandola ad una sommatoria di frequenze sinusoidali. Oggi queste misure sono alla portata di chiunque conosca e sappia usare correttamente gli strumenti che dispone (oscilloscopi, voltmetri, amperometri). Inoltre, vista la portata dei claims, tutto questo dovrebbe essere ben documentato e pubblico per essere verificabile e riproducibile. Purtroppo in questa vicenda siamo anni luce di distanza da tutto ciò. Solo chiacchiere.

mario massa ha detto...

@Bertoldo
@Teknico

Mi riferivo a un bel contatore elettromeccanico dell’Enel di una volta.

In ogni caso l’Enel fa la lettura a distanza e modifica la tariffa, mica i kWh letti che vengono misurati dallo strumento e sui quali il gestore non può agire.

Ho chiaramente detto “dal punto di vista commerciale”: è chiaro che anche a me interessa sapere se produce e la misura mediante il contatore è comunque la più sicura: io lo utilizzo durante il collaudo delle mie apparecchiature (tipicamente da 60kW) e la sua misura coincide perfettamente con quella della mia strumentazione.

Franco Morici ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
AC/DC ha detto...

Direi che l'analisi di Mario Massa sulle dichiarazioni di Cures pare non lasciare molto spazio ad interpretazioni.. se pensiamo poi che si tratta della stessa persona che ha firmato il famigerato report del 1mw...

mario massa ha detto...

@Silvio

“THE ENERGY PRODUCED IS ABOUT 17 kWH/H,”
L’energia si misura in kWh

“BUT JUST FROM THESE VERY BASIC ANC CONSTANT NUMBERS ( INDIPENDENT FROM THE MEASUREMENTS OF AMPS AND OHMS) WE HAVE A COP AROUND 2.”

Il COP è il rapporto tra energia uscente e quella entrante: come fa a essere indipendente dai valori letti di tensione e corrente?
Sul resto cosa posso dire: se the guy (ma chi era, lo svedese?) se ne è andato prima del tempo può darsi che abbia ragione Rossi, ma è la sua parola contro quella dell’altro.

A me pare la storia del filo di vapore di Krivit: anche lì Rossi l’ha trasformato in serpente, ma la realtà è immortalata da un filmato e dà ragione a Krivit.

Franco Morici ha detto...

Il cos-phi...
Se la parte resistiva dell'impedenza dei resistori è di 6 ohm, se non erro per avere un cos-phi di 0.5 (che porterebbe da una P-attiva, normalizzata per comodità al valore 1, ad una sovrastima per una P-apparente pari a 2 cioè +100%), nell'ipotesi di circuito è RL, la Xl dovrebbe essere di 11 ohm.
A 50Hz vorrebbe dire una un valore di induttanza presunta di ben 35 milliHenry.
Un induttore da 35mH dovuto al filo delle resistenze, vi pare una ipotesi plausibile?
Anche secondo me la componente "resistiva" del resistore, predomina di gran lunga.

Alessandro Pagnini ha detto...

@AC/DC
"se non ricordo male sul report si parla di qualcosa come 8kw di output.
Forse 17kw sono un'ipotesi ottimistica postata da Cures su Cobraf dato che considerava il valore del report molto sottostimato"

Dunque, per quello che mi ricordo, ma potrei sbagliare, Cures diceva che l'output prudenziale, ricavato da alchinie che non so valutare, era di almeno 17KW, ma che le resistenze, al massimo avrebbero fornito 8KW (se alimentate a 220Veff, aggiungo io) il che condorda col valore di 6 Ohm 220^2/6=8066 Watt.
Quindi 8KW sarebbero tranquillamente ottenibili per effetto joule, come ha, perfidamente fatto notare qualcuno, o forse 'nessuno' ;-)! Mentre per avere i 17KW di cui parlava Cures, sempre se ben mi ricordo, perchè non so più dove l'ho letto (ragazzi...è Alzahimer, lo so, che ci volete fare? :-) ), bisogna che si siano inventati qualcosa di veramente gagliardo, perchè a parte il ponte col condensatore, che per inciso, per rispondere a Silvio, raddoppierebbe le letture di potenza sia della lampadina, che della stufetta, in quanto porterebbe a circa 310V la tensione di alimentazione (es. 310^2/6=16KW), non vedo come possano aver imbastito qualcosa di così follemente improbabile! No....devvero, non capisco come possano averlo fatto, con un circuito RLC. Magari è banale ed evidente, ma a parte usare la L per farmi un bell'autotrasformatore (ma qui saremmo al dolo conclamato), non saprei come fare, senza neppure un diodo. Sto richiamando alla volatile memoria le vestigia di una minima conoscenza di elettrotecnica, per ricordarmi se, in condizioni particolari, un circuito accordato possa avere un effetto simile, ma mi pare proprio di no e comunque ci vorrebbero valori reattivi enormi, con quel carico da alimentare, però dovrei ripensarci bene e potrei anche essere smentito (me ne farò una ragione). Comunque spero tanto che arrivi la spiegazione di come hanno fatto a raddoppiare l'output delle resistenze e delle lampadine. Potrebbe sempre far comodo ;-)

Silvio ha detto...

@mario massa
Ultimo, poi non ti rompo piu! :-)
Come interpreti tecnicamente questi fatti che racconta cures:

Black out (fusione Fredda, Andrea Rossi...) di Cures - 17:52 10/09/12
X Nevanlinna

Ho letto il manuale

Mi sa che hanno un problema. Il Rossi mi ha appena strillato (sono diventato sordo) che quando gli hanno contestato la misura prima è andato a prendere una lampadina da 60 W e l'ha attaccata all'alimentatore. Il suo segnava 59 W mentre il loro il doppio. Hanno controcontestato dicendo che la potenza era troppo poca. Allora, (la telepatia esiste) ha comprato una stufa da un paio di kW e i risultati sono stati gli stessi. Il suo segnava un valore vicino al nominale ed il loro il doppio

AC/DC ha detto...

Nuova tegola per Rossi, il sito shutdownrossi ha contattato SGS e pare non esista alcuna certificazione.

Non riesco a riportare il link dallo smartphone pero' trovate una discussione in proposito su vortex.

barbagianni ha detto...

Ma porcaccia maialaccia della miseriaccia,
ma uno schifosissimo contatoraccio elettromeccanicaccio della stramaledettissimA Enelaccia
raccattato dallo sfasciacarrozziaccio per quindici stramaledettisssimi euriacci,
pe' fare un' accidenti di misuraccia che cambiava la stramaledettissima storiaccia dello stramaledettissimo mondo infamissimo;
voglio dire, fuor di metafora, ma ci state pigliando per il culo?
Cioè, veramente qualcuno si crede di poter pigliare per il culo il mondo intero a 'sta maniera?
Eccheccazzo!

Il Santo ha detto...

@Silvio

Quello della stufetta e' un'altra supercazzola.

@Ac/Dc

Non c'e' un vero link, e' sulla homepage. Comunque e' interessante questo:

http://shutdownrossi.com/?page_id=1731

barbagianni ha detto...

"Come interpreti tecnicamente questi fatti ..."
ma quali fatti, ma quale tecnicamente, stanno pigliando per il chiulo lo capite o no?
Già ve lo dicevo che avete problemi a rapportarvi con la realtà, e voi duri, ma l' ha detto questo qui, ma l' ha detto quello là...
ma che ve ne fotte chi l' ha detto, è intrinsecamente congruente o no?

Minchia, ci vòle la pazienza di Giobbe e io 'un ce l' ho.

Ora fatela finita o riattacco con le rime che ce ne ho pronte parecchie.

Ciao.

bg

Il Santo ha detto...

Ehi, anche Mats Lewan e' diventato uno snake!!

Daniele, stanno per arrivare i cadaveri galleggianti sul fiume, ma temo siano quelli in attesa portati via dalla piena!

---
From: Lewan Mats
To: Sterling Allan
Sent: Monday, September 10, 2012 2:13 PM
Subject: Our latest on the E-cat: ‘Swedish investment in E-cat halted after test’
Hi Sterling,
Here’s our latest report on the E-cat. It’s in Swedish only this time, but Google does a fairly good job….
For your information:
At Ny Teknik we have decided basically not to do any further reports until there’s a reliable test made by an independent group, preferably on an independent location, which could add something substantial.
Kind Regards
Mats

Alessandro Pagnini ha detto...

@AC/DC
"Nuova tegola per Rossi, il sito shutdownrossi ha contattato SGS e pare non esista alcuna certificazione"

Capperi, andiamo bene!
Bisogna che Rossi cambi strada, decisamente e la smetta di raccontar panzane, su impianti robotizzati, che si spostano di qua e di là, nonchè di E-CAT (13 mi pare) in fase di consegna, ecc... Capisco le tattiche commerciali, ma con un prodotto talmente controverso, dovrebbe essere adamantino, per essere preso sul serio, altrimenti rischia di farsi giudicare anche peggio di come è (e su questo non esprimo giudizi, perchè viziato da una certa voglia di credergli ancora). Spero che chiarisca i troppi punti oscuri delle sue vicende. Il bello è che ho seria difficoltà a pensare che egli sia consapevolmente un truffatore. A me sembra che creda in quel che fa, e spero che abbia buoni motivi per questa sua fiducia. Certo che se continua con 'sta storia di non voler mai chiarire niente, diventa difficile sostenerlo :-(

Il Santo ha detto...

@Mario Massa

Il tuo intervento conferma quello che dicevo "di la'": il circuito rlc di cures è solo fumo negli occhi.

A questo punto mi chiedo perchè cures fa di tutto per coprire rossi? E' un suo socio? In qualche modo "ci mangia" anche lui?

Il Santo ha detto...

@Paganini

In fondo è il film già visto con Petroldragon e TEG. Che dire? Non c'e' due senza tre!

Shine ha detto...

Non per fare lo stronxo ma..
Noi ve l'avevamo detto.

Ha ragione gdm, non c'è più gusto, è come sparare sulla croce rossa.

Julian ha detto...

Sulla riva del fiume ...

http://espresso.repubblica.it/altan/2181436

barbagianni ha detto...

E chi vol far con me - agli stornelli
si levi la mattina - avant' a' galli

si levi la mattina - avant' a' galli
e poi si fa a chi - li fa più belli.
------------------
E io degli stornelli - e ne sò tanti
e chi vòl far con me - si levi avanti.
-------------------------

E se volete fà - facciamo a' punti
e io vi fo scappà - peggio che unti.
---------------------
Peggio che unti io - vi fo scappare
se agli stornelli voi - volete fare.
-----------------------
Vien qui poeta vieni - alla tenzone
vienici a raccontar - dello gattone
---------------------
Dello gattone vieni - a raccontare
e dilla giusta oppur - dovrai scappare
-----------------
e se scappare infine - tu dovrai
del vino rosso tu - mi servirai
---------------------
e se alla fine invece - scappo io
il vino rosso te lo - servo io.


Ciao.
bg

tia_ ha detto...

Ecco il link sulla mancaznza di certificazione di SGS: http://shutdownrossi.com/?page_id=1774

Il Santo ha detto...

@Shine

Abbiamo fatto di tutto per convincere i believers... una bella batosta dovrebbe farli rinsavire. E se manco quella basta, che cuociano nel loro brodo!

Alessandro Pagnini ha detto...

@Il Santo (Pagnini NON Paganini)
A questo punto spetta senz'altro a Rossi convincere tutti che ha in mano qualcosa di valido, se può! Raccontare una palla dietro l'altra non aiuta certo a pensar bene. Penso che anche gli svedesi abbiano voglia e interesse ad andare a vedere chiaramente le carte che ha in mano. Se in laboratorio riesce ad esibire COP di 100 e passa, non dovrebbe esserci errore che tenga, almeno per capire se la tecnologia ha una base e a quel punto tiriamo un sospiro di sollievo. Se anche questo non fosse vero, mi domando come possono non essersene accorti i professionisti che ha intorno e se lo hanno consapevolmente coperto, per stroncarsi la carriera, tra l'altro. Via....aspettiamo novità da Rossi e vediamo se riesce a convincerci. Io sono disponibile, ma al momento sono anche molto sul chi vive, dopo tutti gli ultimi avvenimenti :-(

Paul ha detto...

Da JoNP Rossi continua a parlare di lavori in corso.
Cures su cobraf perla di lavori in corso (e che non può dare informazioni).

Rossi parla di attendere ancora 2 - 3 mesi.

Al bar chi parla di calcio è sempre più bravo dell'allenatore.
Tutti noi davanti alla tastiera e con la nostra testa siamo più bravi di Rossi.

Vabbé, è da molto tempo che andiamo avanti di 2 mesi in 2 mesi.
Portiamo/portate pazienza, e che sarà mai!
Da parte mia continuo a dargli fiducia.
Poi, chiaramente, ciascuno ha la propria testa (ed il proprio cuore).

Alessandro Pagnini ha detto...

@Paul
Il mio cuore è ricettivo e gonfio di speranza, perchè le lenr sarebbero un patrimonio comune di inestimabile valore e, a prescindere da Rossi, spero lo saranno. Tuttavia, non servono 3 mesi, ma poche ore per chiarire il giallo delle misure divergenti. Ho in soffitta un vecchio oscilloscopio analogico da 20Mhz, che non uso da tanto, ma con quello, una resisteza da 0,12 Ohm, un trasformatore d'isolamento e una certa dose d'incoscenza, sarei ancora in grado di dire con un'accuratezza più che adatta al caso in questione, qual'è la potenza in gioco sul carico resistivo (le componenti reattive dello stesso, come già fatto notare da altri, sarebbero certamente risibili). Il tutto in pochi minuti e 'vedendo' anche cosa accade a valle dei marchingegni interposti tra rete e carico (continuo a chiedermi a che servono, a parte il variac, ovviamente). Io spero che una spiegazione ci sia e l'attendo con trepidazione, ma il silenzio di Cures e di chiunque possa dare una spiegazione mi mette a dura prova, proprio perchè agogno di sapere che non stiamo solo sognando. Certo che se da Zurigo in poi mi aspettavo un po' più di luce, almeno in questo momento mi trovo avvolto nelle tenebre. Mi associo a te nella speranza, ma solo per questo Rossi dovrebbe pagarci una cena, al Gambero Rosso, perchè avere ancora la pazienza ( la voglia, forse) per dargli credito con tutti i misteri di cui si ammanta (alcuni ingiustificabili se non con la paranoia del personaggio) è veramente uno sforzo titanico, per il quale ci meriteremmo imperitura gratitudine! :-)

gio ha detto...

@ alessandro parini( scherzo:):))

rossi è costretto a uscire allo scoperto:

Andrea Rossi
September 13th, 2012 at 1:45 AM
Dear Giuseppe B.:
Mr “Gary Wright” ( a false name that the coward snake ( The Snake) is using for cowardice, has contacted SGS in an unproper way and has put an unproper question.
So he published on his newbogusenergybricolage that we do not have a SGS certificate. This is the evidence, as if there was any necessity, that when the Snake ( or, better, the puppet Snake) as usually has published a falsity.

Within hours you will find our Voluntary Safety Certificate.

So you will see who is that says the truth and who is that has an agenda.
Warm Regards,
A.R.

sembra questione di ore per vedere il certificato!!

GPT ha detto...

Si ripropone la domanda 1 del post.
Per i "credenti" esiste qualche risposta o congettura a valle delle novità di questi giorni?
Trattasi di 2 gg di test, sembra ancora una cosa inutile e una perdita di tempo fare prove indipendenti e minimali su un singolo wet-ecat dichiarato da tempo con cop=6 e stabile?

GPT ha detto...

"volontari safety certificate" se non sbaglio trattasi di sicurezza non di performances. Inutile per definire efficenza e convenienza del sistema rispetto ad altri già esistenti.

gio ha detto...

@ gpt

l'hot ecat è come l'uomo della pioggia di grishamiana memoria....porta valanghe di soldi ed investitori..la fila fuori dall'ufficio di rossi.......l'ecat umido e e-cat home sono importanti ma non così tanto.....quando sul jonp si formulavano ipotesi di costi di esercizio dell'home ecat a cui rossi ha partecipato, personalmente non mi aveva affatto convinto sui risparmi....c'erano i costi di aumento dei kw di casa e il funzionamento da reattore parificava quasi i miei costi futuri a quelli attuali del gas, in più ci sono le difficoltà di certificazione per il device di casa...infatti rossi ha abbandonato la discussione e un mio messsaggio in moderazione con cui facevo presenti le cose non è mai stato pubblicato....quindi il mercato è solo quello dell'ecat umido un mercato importante, ma limitato!



gio ha detto...

@ gpt

si è sicurezza , ma mi sembra di aver capito che rossi avesse detto che sgs aveva certificato la sicurezza!

vedarem!

gio ha detto...

@ gpt

cqm non penso assolutamente che riesca a placare la tensione con hydrofusion e proia fornendo il certificato sgs.....

in pochi giorni penso avremo novità sullo stato dell'arte dei rapporti contrattuali in essere!

Nessuno ha detto...

E' inutile che Rossi continui con la supercazzola sulla certificazione. Deve esibire una certificazione energetica: potenza in ingresso e potenza in uscita certificate.
Deve farsi certificare che e-cat funziona, non che rispetta l'ambiente e non inquina.
Tutte le altre certificazioni sono solo strumenti per continuare la frode sfruttando il fraintendimento dei potenziali clienti.

gio ha detto...

è inutile che qui si continui a chiedere certificazioni energetiche che non si assolutamente legittimati a chiedere.......che le parti contrattuali( hydrofusion e proia) esercitino i loro pieni diritti e le chiedano....le chiedano!

Alessandro Pagnini ha detto...

@gpt
Certo, solo sicurezza, ma questo era il colpo dichiarato e mi farebbe già tanto piacere avere conferma di questo. Per le prestazioni, serve una validazione del COP che non è competenza dei certificatori di quel tipo. E' come l'ISO9000 che garantisce le modalità in cui esegui una certa cosa, anche se esegui una sonorissima stupidaggine e costruisci un prodotto schifoso ;-)
Ovviamente per quello che aspettiamo tutti, soprattutto i 'nordici' :-) , servono altre misure e meglio ancora il famoso test universitario. Sbrigateviiii!

@gio
Madonna mia, pure Parini ;-)
Da quando sono qui sono stato trasmutato peggio del rame nell'E-CAT e pure paragonato a Dario Argento (notoriamente più terrificante dei suoi film) per la foto del profilo! :-(
;-)))))
Mi fa piacere che si ruzzi un po'. Sempre seri, mai seriosi, è il mio motto. E poi fa bene stemperare gli animi, che la contrapposizione di idee tende talvolta ad esacerbare.
Tornando alle cose pertinenti, per come presenta lo E-CAT se ha un COP di 6, in effetti un gran risparmio non è. E poi ti servirà forse un contratto da più di 3KW con l'ENEL, se lo usi insieme alla lavastoviglie, o al forno, o cose del genere. Deve alzare il COP, se il prodotto funziona e se è in grado di farlo, altrimenti vale il giusto. A meno che non sia stato caldamente consigliato di NON farlo. In effetti ho letto sue dichiarazioni stranamente rassicuranti nei confronti degli operatori energetici tradizionali. Sembrava voler dire: 'tranquilli ci sarà da mangiare per tutti, non pigerò troppo sull'acceleratore!' Ma magari solo perchè non può, o in ultima e infausta analisi, perchè non ha in mano niente che funziona. Ma questo sarebbe un gran brutto colpo, ahimè, però va messo fra le possibilità, sia pure con la percentuale che ognuno si sente di attribuirgli.

E.Laureti ha detto...


In questo link ci sono strumentazioni che evitano ogni contenzioso sulla potenza di ingresso per gli E-Cat

http://www.yokogawa.it/html/6.htm

basta sceglierne una o più di una idonea e comperarla

Saluti


Red5goahead ha detto...

Cosa è successo ormai è abbastanza chiaro quindi vorrei fare il punto della situazione perché non mi sono chiare alcune cose. Suno un perito industriale ma prestato da 25 anni all'informatica quindi con nessuna esperienza sul campo.
Mario Massa dice che lui preferirebbe utilizzare un vecchio contatore dell'Enel , magari quelli a disco dotandosi di cronometro, per misurare cosi la potenze in ingresso. Mi risulta che questi contatori tengano conto solo della potenza attiva (uno dei motivi per cui da tempo Enel ha introdotto i nuovi contatori oggetto di interpellanza parlamentari in passato per via di come misurano l'energia).
Quindi è corretto dire che Mario Massa si metterebbe nelle condizioni di misura di Rossi e Cures piuttosto di quelle utilizzate dagli Svedesi? Se la potenza in gioco sulla resistenza dell'hotcat è effettivamente solo quella attiva e da un punto di vista strettamente energetico il cop corretto non dovrebbe essere quello calcolato dall'ingegnere che si è occupato della certificazione?

AC/DC ha detto...

Vediamo se arriva questo "Voluntary Safety Certificate", in ogni caso non spostera' le cose di una virgola per quel che riguarda il vero problema che è il funzionamento dell'ecat e non la sua sicurezza, sicurezza tra l'altro ormai ampiamente verificata dal buon Bianchini per lo meno dal punto di vista dell'emissione di radiazioni elettromagnetiche.

gio ha detto...

@ alessandro pagnini( uhhhf ce l'ho fatta:):)

aggiungi che l'immissione sul mercato di devices che vogliono energia elettrica porta a domanda crescente di elettrcità....quindi maggiori prezzi dell'energia elettrica!!

comRED ha detto...

Sito non raggiungibile???
http://www.peswiki.com/

ahoooooò! ha detto...

Chiedo a qualcuno che ne capisca se potesse spiegare il significato di questo "Voluntary Safety Certificate". Così a naso e gogglando un pochino mi parrebbe una specia di autocertificazione che uno si fa da solo.
In questo caso che centra SGS? E dove e chi ha tirato fuori questa società?

bertoldo ha detto...

"Il Santo ha detto...

Ehi, anche Mats Lewan e' diventato uno snake!!

Daniele, stanno per arrivare i cadaveri galleggianti sul fiume, ma temo siano quelli in attesa portati via dalla piena!"

Mah ... è chiaro che Rossi soffre di ingordigia e vuole raccimolare il più possibile ma sono solo problemi contrattuali , nel senso che Rossi chiede più soldi per avere l'hotcat mentre gli accordi firmati non prevedono licenze hotcat , è addirittura banale tutta la vicenda mentre come al solito è arrivato un mare di m@@da con annessi imbecilli che nuotano piacevolmente ...Buona nuotata e sopratutto improfumatevi a dovere ...

piero41 ha detto...

L'avevo disegnata la mattina del 9 sett. la striscia in previsione del futuro gracidar lungo il fiume e mi sembra di esserci andato vicino..
http://i.imgur.com/mAVMo.png

però ora decidiamo una cosa, prima di parlar di: Certificazione mancante, scandalo con i nordici, Cures fa a mezzo ecc ecc., Decidiamo se il fenomeno base dell'e-cat , il fenomeno Rossi della fornacetta esiste e non può esser di natura chimica oppure è una truffa , la famosa sola di Franchini, in tal caso non c'è discussione tutte cavolate e basta. Se invece si accetta la sua esistenza e si entra a parlar delle strategie commerciali e di diffusione sul mercato allora anch'io son d'accordo che Rossi con la sua rete vendite che vuol esser operativa vendendo prodotti subito ha introdotto un altro gran casino..
Ginevra doveva esser il festival del 1 MW magari con rassicuranti collaudi ben eseguiti e confermati da qualche contratto con società importanti per invogliar i clienti e convincerli dell'affare nell'acquisto. Ma la sua rete proponeva a cavolo anche l'energia e tante nuove opzioni non ancora disponibili!! Allora macchè caldaione, si aspetta quell'altro . Poi Rossi ci ha portato il tubo nero che è la base per l'energia in futuro anche se Cop 2.3 e i professori dovranno lavorarci sodo per portarlo almeno a cop 6 ed integrarlo nel nuovo e-cattone. E qui c'è un altro gran casino, nessuno ne parla ma quale sarà il nuovo 1 MW ora che Rossi ha annunziato quel cilindrico veramente rivoluzionario, funzionale modulare magari per le megacentrali...
Ma cosa cavolo venderà fra un anno nella sua rete come impianto da 1 MW ad acqua calda? Il vecchio tradizionale o il nuovo cilindrico molto più ingegnerizzato e industrializzabile per la produzione robotizzata?? Dovrà deciderlo prima di aprir le fabbriche anche a Ferrara. E le attestazioni e le certificazioni per cosa le dovrebbe richieder per la vecchia cabina -box o per il cilindro 140x40 . Ma poi ha senso parlar di impianto ad acqua calda o fra 1 anno si parlerà solo di impianto ad energia, magari con cogeneratore a 10 MW. Qua Rossi mi sembra stia saltando il passaggio non solo semiartigianale ma vuole arrivare alla produzione robotizzata di modelli abbastanza miniaturizzati, modulari informatizzati e probabilmente rivoluzionari nella trasformazione diretta calore energia. e che ca@@o!!
La Fiat passaggi simili li avrebbe sviluppati magari in tre quinquenni e per 5 anni avrebbe venduto un prodotto, poi l'altro... Per Rossi da un lato forse ci sono i militari che voglion subito tutto al meglio, dall'altro sa che se non arriva a vender subito il meglio ed a prezzo molto competitivo sarà rapidamente superato da Samsung e cinesi e messo da parte.
Allora cari "gli do altri 3 mesi" per cosa? Ormai penso non ha senso vender subito il cadaione che ancora non produce meglio decider di far dormire la sua rete per un altro anno in attesa di aver sviluppato il 10 MW ad energia nel nuovo cilindro e per esso chieder le autorizzazioni e collaudi ecc Certo che quelli voglion incominciar a vender subito!! e ora ci saranno anche loro a dar mano ai petrolieri contro Rossi se ne sentiva la mancanza... Gracida..gracida..gra..gra.. lungo il fiume .....

bertoldo ha detto...

"gio ha detto...

@ alessandro pagnini( uhhhf ce l'ho fatta:):)

aggiungi che l'immissione sul mercato di devices che vogliono energia elettrica porta a domanda crescente di elettrcità....quindi maggiori prezzi dell'energia elettrica!!"

I maggiori prezzi per l'energia elettrica in Italia non sono per i consumi più alti ma per altri motivi che è inutile spiegare ...Se non sai cosa scrivere almeno trattieniti dallo sparare ca@@ate a vuoto .

bertoldo ha detto...

Piero 41
"Se invece si accetta la sua esistenza e si entra a parlar delle strategie commerciali e di diffusione sul mercato allora anch'io son d'accordo che Rossi con la sua rete vendite che vuol esser operativa vendendo prodotti subito ha introdotto un altro gran casino.."

L'unica cosa che deve fare è estendere la licenza al nuovo prodotto senza voler ottenere chissà quanto ...

bertoldo ha detto...

"AC/DC ha detto...

Vediamo se arriva questo "Voluntary Safety Certificate", in ogni caso non spostera' le cose di una virgola per quel che riguarda il vero problema che è il funzionamento dell'ecat e non la sua sicurezza, sicurezza tra l'altro ormai ampiamente verificata dal buon Bianchini per lo meno dal punto di vista dell'emissione di radiazioni elettromagnetiche."

Non ciurlare nel manico ... il vero problema sono solo dettagli economici tra le licenze attuali che non prevedono l'hotcat ...

bertoldo ha detto...

"Nessuno ha detto...

E' inutile che Rossi continui con la supercazzola sulla certificazione. Deve esibire una certificazione energetica: potenza in ingresso e potenza in uscita certificate.
Deve farsi certificare che e-cat funziona, non che rispetta l'ambiente e non inquina.
Tutte le altre certificazioni sono solo strumenti per continuare la frode sfruttando il fraintendimento dei potenziali clienti."

Se sono potenziali clienti dov'è la frode ? Nelle voci che hai nella tua testa o è tanto per parlare ?

bertoldo ha detto...

"Red5goahead ha detto...
Quindi è corretto dire che Mario Massa si metterebbe nelle condizioni di misura di Rossi e Cures piuttosto di quelle utilizzate dagli Svedesi? Se la potenza in gioco sulla resistenza dell'hotcat è effettivamente solo quella attiva e da un punto di vista strettamente energetico il cop corretto non dovrebbe essere quello calcolato dall'ingegnere che si è occupato della certificazione? "

Ma se Mario Massa ti ha spiegato che ha più ragione Rossi che gli svedesi e che questi ultimi si sono alterati perchè hanno una licenza per un solo prodotto il meno performante ...

bertoldo ha detto...

"Il Santo ha detto...

@Shine

Abbiamo fatto di tutto per convincere i believers... una bella batosta dovrebbe farli rinsavire. E se manco quella basta, che cuociano nel loro brodo!"

Guarda che se tu e tuoi amici che siete sulla graticola e non avete la percezione che vi state vaporizzando ...

Silvio ha detto...

E' incredibile come per certe persone ogni volta che trovano qualcosa su cui fare le pulci a rossi caschi il mondo, si inneggi alla truffa, si cantino cori da stadio e si scrivano stornelli minatorii, quando poi si smontano le tesi delle loro pulci queste stesse persone invece di ritrattare, scusarsi e vergognarsi un poco per il loro comportamento dicono bellamente che non e' cambiato nulla di una virgola, che i problemi tanto sono altri... E' pazzesco come con questo comportamento da bambini riescano a condizionare il pensiero della maggioranza delle persone che frequentano questo blog, ho visto fare dietrofront mentale e trasudare il dubbio in persone di cui non avrei mai dubitato si facessero condizionare cosi... E' una lezione di vita, c'e' da imparare molto da questi maestri della persuasione...
Einstein pensando ai loro equivalenti del tempo disse: se non pensate che una cosa sia possibile almeno lasciate lavorare in pace chi la sta realizzando. Ed e' la stessa cosa che vi dico io oggi, lasciate in pace chi sta lavorando anche per il vostro futuro. Dubitare e mettere in dicussione e' sano e costruttivo e ci sono persone che lo fanno egregiamente qui dentro, trolleggiare e comportarsi come una baby gang e' vergognoso e soprattutto disturbante nei confronti di chi vuole serenamente seguire questa storica storia. Fossi il padrone di casa non esiterei a mettervi in moderazione personale alla prima reiterazione di questo comportamento.

AC/DC ha detto...

@Piero41
Ero indeciso tra te,Gio,Paolo e Paul per il 22Passi True Ecat Beliver Award, ma dopo il tuo ultimo pippone direi che sei saltato in testa alla classifica.
Bertoldo purtroppo è fuori concorso perchè già in gara per il 22Passi Conspiracy Award.

bertoldo ha detto...

"Mario Massa

Mi riferivo a un bel contatore elettromeccanico dell’Enel di una volta."

Vorrei tanto riaverlo ...se era cosi preciso le mie bollette sono aumentate del doppio ...

"In ogni caso l’Enel fa la lettura a distanza e modifica la tariffa, mica i kWh letti che vengono misurati dallo strumento e sui quali il gestore non può agire."

Ne sei sicuro ? secondo me modificano anche i parametri di misura e visto che il contatore non legge sotto i 100watt le mie lampadine dà 20 vengono viste come dà 100 ...
Anche perchè possono riprogrammarli a distanza usando internet su rete elettrica e quindi possono modificare a piacimento qualsiasi cosa , tanto non c'è modo di controllare quello che fanno , oltre al fatto che possono controllare quello che fai in ogni istante , una smania di controllo che solo le dittature più efferate hanno ...

"Ho chiaramente detto “dal punto di vista commerciale”: è chiaro che anche a me interessa sapere se produce e la misura mediante il contatore è comunque la più sicura: io lo utilizzo durante il collaudo delle mie apparecchiature (tipicamente da 60kW) e la sua misura coincide perfettamente con quella della mia strumentazione."

Sarà ma non è per niente convincente , prima si invocano strumenti di misura tecnologici e poi si torna al passato remoto , ci devono essere dei seri problemi di logica in questo , ma vedo che nessuno li nota ...

bertoldo ha detto...

AC/DC ha detto...
Ac/dc "
@Piero41
Ero indeciso tra te,Gio,Paolo e Paul per il 22Passi True Ecat Beliver Award, ma dopo il tuo ultimo pippone direi che sei saltato in testa alla classifica.
Bertoldo purtroppo è fuori concorso perchè già in gara per il 22Passi Conspiracy Award.
"

Se questo è tutto sei davvero messo male ...

Giacomo Rendi ha detto...

Beh, dai, Bertoldo. Diciamo che spesso tendi a vedere complicati piani anche dietro cose semplici.

Le bollette sono aumentate perché è aumentato il costo dell'energia elettrica, e forse perché consumi di più, non avevano bisogno di inventarsi chissà cosa.

AC/DC ha detto...

@Silvio
Tu preoccupati di esigere da Rossi quelle garanzie sul funzionamento dell'ecat che ancora non sono arrivate prima di proporti per la vendita degli impianti.

Se i tuoi commenti erano rivolti anche a me sappi che peschi male, io non ho alcun interesse ad affossare Rossi, mi interessa solo che esca fuori la verità, se vieni al pranzo del 22 penso che te ne renderai conto.

Hermano Tobia ha detto...

@mario massa
Grazie per le tue osservazioni sempre interessanti, tuttavia mi è rimasto un dubbio: ti basi sulle misure di Penon per affermare che il carico è resistivo ... ma le sue misure sono affidabili (è lui che ha certificato il COP 2.2) ? Mi sfugge qualcosa ...

Dumah ha detto...

Bertoldo leggi bene tutti i post di MMassa, che ne ha scritti diversi in successione.
La questione della certificazione va presa con le molle visto il sito da cui proviene il claim.
Se non altro servirà a farla tirare fuori a Rossi.

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 310   Nuovi› Più recenti»

Posta un commento

N.B. La responsabilità di quanto contenuto nei commenti è sempre esclusivamente di chi li scrive. È particolarmente benvenuto chi si esprime e argomenta in modo educato, chiaro, non polemico. Le opinioni espresse da chi usa la sua vera identità (e non si "nasconde" dietro a un nick) sono particolarmente apprezzate.
Nota del 09/06/14 - da ieri vige ad interim la moderazione dei commenti, per tutti salvo che per gli "autori" del blog.

Related Posts with Thumbnails