BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

martedì 21 agosto 2012

Riassunto della Storia di Andrea Rossi e Dell'E-Cat

Su sollecitazione del nostro Paul, riporto integralmente dal forum del Cobraf una buona sintesi sull'E-Cat, utile per fare il punto.

***
11 Agosto 2012 23:02
argomento: Scienza, Energia, Clima (link originale sul forum Cobraf)
Apriamo ora una parentesi [scrive il moderatore del forum] per i non specialisti che vogliano seguire questa vicenda (scusandoci con gli specialisti che sembra ultimamente abbondino su questo topic del forum). Tra i pezzi in italiano che riassumono l'impresa di Andrea Rossi nel campo della cosiddetta "fusione fredda e l'E-cat, (l'applicazione per per uso industriale e domestico che sta per essere prodotta da Rossi), questo articolo di qualche mese fa può essere un utile punto di partenza
Ma innanzitutto la sintesi di Cures:
“…può confermarmi che Rossi non è un cialtrone? Mi bastano due parole…”
Non lo è. Lo dicono i risultati delle misure che conosco benissimo nei minimi dettagli.
Ma l’immagine pubblica è talmente degradata, principalmente per colpa sua, che non gli servirebbe neanche camminare sulle acque per convincere che dice la verità
...L’accrocco [Ecat di Rossi] funziona senza energia immessa e la resa è infinita perchè il denominatore è zero. L’unica cosa che gli serve è qualche grammo d’idrogeno...
... Rossi ò un imprenditore molto più serio e capace di quanto la sua immagine pubblica faccia pensare. Ha investito un bel po’ di milioni propri nell’impresa e sta combattendo contro una serie incredibile di difficoltà per lanciare quella che è senza dubbio la scoperta del secolo. Ma il peggior nemico di Rossi à lo stesso Rossi che gestisce la sua immagine pubblica in modo distratto e deleterio per gli affari riuscendo nell’incredibile impresa di far sembrare ottone quello che è l’oro della scoperta.
.... Ignoro cosa Rossi abbia in testa, ma non è un fisico esperto di materia allo stato condensato, che richiede conoscenze di meccanica quantistica, difficili, specialistiche e controintuitive. Probabile si sia fatta una idea che non è detto sia quella giusta, ma che per ora gli ha funzionato
.... Se uno volesse, l’Ecat domestico sarebbe pronto in tre mesi. Ma certificazioni e sicurezza esigono cautela. Verrà dopo un consistente periodo di prova dei prodotti destinati all’industria. E, secondo me, solo dopo l’approvazione della teoria ancora da definire
[applicare l'Ecat]....Il motore per propulsione deve essere sviluppato partendo dall’esistente dei motori a combustione esterna. Per le navi non c’è problema: turbine a vapore. Per i treni si potrebbero usare le stesse turbine a vapore in scala ridotta. Per le auto il discorso è più difficile. Ci sono stati esemplari recenti anche potenti di auto a vapore Saab,VW ed altri, ma è un campo “vergine”
.... Esistono due versioni del modulo Ecat. Una “bagnata” che genera acqua calda mista a vapore, ed una “secca” che genera alta temperatura. Quella “bagnata” la accendi con un COP 6 all’inizio, poi spegni l’alimentazione esterna e il modulo va avanti senza nessuna alimentazione esterna. Il COP diventa infinito. Quella “secca”, molto più recente, ha un COP che è ancora soggetto a modifiche ed è comunque abbastanza elevato da confrontarsi con quello a vapore.....
...L’Ecat funziona ed ha anche delle possibilità di impiego collaterali insospettabili e clamorose. Si sta tentando di trattenere la tecnologia in Italia, ma temo che la mediocrità dei dirigenti nostrani ce lo farà sfuggire e fra qualche mese, forse meno, leggeremo sui giornali che la tecnologia in grado di rivoluzionare l’economia planetaria è stata ceduta agli USA od alla Francia. Dai quali dovremo comprarla a caro prezzo
....pagherei al Rossi il diritto di primogenitura rilevando i diritti di sfruttamento e farei partire un programma nazionale di industrializzazione cooptando anche gli altri ricercatori in modo da far partire dall'Italia la rivoluzione energetica e mantenerla sempre in testa contro la inevitabile concorrenza. Ci sarebbe un bel boom industriale. Pensate solo ai motori per auto. Non sarebbe mica male se nel prezzo di acquisto fosse compreso un gentile omaggio di carburante per 300000 km di autonomia...
-----------------------------------------------------------------------
Fusione Fredda: ancora un successo - di Giuseppe Marletta
19 Novembre 2011
Fin dal 1989, anno in cui Fleischmann e Pons hanno dato al mondo l'annuncio della scoperta del fenomeno denominato “fusione fredda”, si sono succedute ricerche e smentite su ciò che accade nelle provette dei ricercatori di tutto il mondo. Coloro che si sono impegnati in queste ricerche hanno da molti anni raggiunto la certezza della realtà del fenomeno, ma contemporaneamente sono stati fatti oggetto di isolamento ed attacco personale da parte della comunità scientifica e non solo.
La storia della fusione fredda è costellata di episodi misteriosi, come ad esempio la morte di Eugène Mallove, uno dei ricercatori di punta in America, assassinato di fronte a casa sua senza alcun motivo apparente da uno sconosciuto mai catturato. Si riportano episodi di esplosioni in vari laboratori, a cominciare da quella raccontata dallo stesso Martin Fleischman, a testimoniare che le energie sviluppate possono essere notevoli e dunque interessanti.
Nel corso del tempo si sono moltiplicate le linee di ricerca e si sono fatti passi avanti che divengono delle autentiche pietre miliari nella storia della fusione fredda.
Negli anni '90 Giuliano Preparata mette a punto un protocollo di iper-caricamento degli elettrodi di Palladio che rendono il fenomeno quasi totalmente ripetibile.
Nel 2002 il gruppo dell'Enea capitanato dalla dottoressa Antonella De Ninno redige, dopo tre anni di ricerca, il Rapporto 41. In questo documento vengono sintetizzate le prove dell'avvenuta fusione fredda. Ad esempio si dimostra la presenza di He4 (Elio “quattro”, isotopo pesante dell'Elio rarissimo in natura) e la concomitante produzione di un eccesso di calore. Carlo Rubbia, allora Direttore dell'ENEA, partecipa alla stesura del Rapporto 41 per defilarsi subito dopo. Non rilascerà più alcuna dichiarazione in proposito.
L’ing. Andrea Rossi di fronte alla centrale a fusione fredda da 1 MW collaudata il 28 ottobre a Bologna. Proprio a Carlo Rubbia si attribuisce una delle affermazioni che diviene un cavallo di battaglia degli skeptics. Pare che lo scienziato abbia detto più o meno testualmente: “Se la fusione fredda avviene, dove finiscono i neutroni?” Rubbia si riferisce all'incostante rilevamento di neutroni ad alta energia durante i fenomeni di fusione fredda, rilevamento che invece è atteso dalla teoria. Naturalmente non si capisce quale teoria, visto che secondo la fisica nucleare classica la fusione fredda non può esistere. Ad ogni modo, come spesso accade, i cavalli di battaglia degli skeptics sono solo degli slogan privi di valore e basati sull'ignoranza. Se non bastasse il lavoro di De Ninno, solo per citarne uno, che dire delle ripetute dichiarazioni della Marina Militare americana? A partire dal 2004 infatti la US Navy ha lavorato alla fusione fredda con successo, dichiarando che “il fenomeno è reale, eccome!”.
Proprio con riferimento al “Problema dei Neutroni”, nel 2009 il chimico Pamela Mosier-Boss e colleghi hanno dato l'ennesimo annuncio della realtà della fusione fredda al meeting dell'American Chemical Society. La dottoressa ha annunciato che, per quanto ne sapevano, avevano dato la prima prova di produzione di neutroni ad alta energia durante una LENR ovvero una Low Energy Nuclear Reaction che è il nuovo modo con cui si denominano le varie fusioni fredde.
A fronte di questo annuncio possiamo suggerire agli sketpics di smettere di citare a sproposito il problema dei neutroni? Quando Rubbia ha fatto quella battuta (se mai l'ha fatta) erano altri tempi, adesso probabilmente se ne guarderebbe bene.
Ma gli attacchi furiosi perpetrati contro i ricercatori della fusione fredda e l'incomprensibile ostilità verso queste ricerche hanno fatto nascere dei sospetti tra gli addetti ai lavori. Perché tanta avversione fino a cercare di distruggere a livello personale carriere e scienziati?
Alcune delle possibili risposte sono veramente scottanti.
Naturalmente la prima ed ovvia motivazione è la rivoluzione economico-politico-sociale che comporta la scoperta di una nuova fonte di energia a basso costo, pulita ed ubiquitaria. I petrolieri non ne sarebbero contenti, per usare un eufemismo.
Ci sono però altre possibili motivazioni, forse ancora più sconvolgenti. In internet si trova un'intervista ad Emilio Del Giudice (Vedi “Il Segreto delle Tre Pallottole”). In questa intervista, Del Giudice, collaboratore storico del fisico Giuliano Preparata e studioso della fusione fredda fin dagli inizi, dichiara che una delle principali motivazioni del tentativo di affossare le ricerche sulla fusione fredda è il suo impiego militare. Secondo Del Giudice non si tratta di teoria ma di pratica già avanzata. Pare che già nella Guerra del Golfo si sia fatto uso di proiettili di Uranio arricchito che venivano sparati contro obiettivi quali carri armati e che erano in realtà vere e proprie bombe nucleari a fissione. In questo caso la fissione veniva innescata dall'iper-caricamento dell'Uranio arricchito con Idrogeno. L'Uranio infatti si comporta come il Palladio, ovvero è in grado di assorbire grandi quantità di Idrogeno nella sua matrice cristallina. Questi proiettili di Uranio arricchito ed iper-carico di Idrogeno, una volta sparati contro l'obiettivo al momento dell'impatto, innescano la fusione fredda che causando l'innalzamento della temperatura dell'Uranio ne provoca la fissione e quindi una mini-esplosione nucleare. A riprova di questa teoria sono state trovate delle fotografie di pareti di edifici sulle quali sono rimaste impresse nella pietra le sagome di persone che sono state vaporizzate al momento dell'esplosione. Si conoscono solo altri due casi al mondo in cui si è verificato lo stesso fenomeno, Hiroshima e Nagasaki. Ad ulteriore riprova di questa teoria è stato ritrovato in Israele un proiettile inesploso che non era fatto di Uranio impoverito, come asserivano gli americani, ma di Uranio arricchito. La cosa non ha nessun senso da un punto di vista militare o economico. Se si considera che l'Uranio arricchito viene prodotto in modo artificiale nelle centrali nucleari con costi enormi, sarebbe come se all'improvviso si trovassero delle armi che invece di pallottole di Piombo avessero delle pallottole d'Oro. Come suonerebbe la motivazione secondo cui si userebbero perché essendo l'Oro più pesante del Piombo funzionano meglio? Naturalmente come un'idiozia.
Insomma con la fusione fredda si potrebbero fare delle bombe nucleari trasportabili, economiche, piccole quanto si vuole perché si supera il problema della massa critica. E' per questo motivo che con una certa amarezza Del Giudice chiuse dicendo che la fusione fredda è veramente l'energia del futuro, nel senso che non avrà mai un presente.
Ma quando sembrava che tutto fosse destinato al segreto militare ed all'oblio ecco che spunta fuori l'ingegner Andrea Rossi che molto elegantemente mette a punto un generatore di calore basato sulla fusione fredda. E l'entusiasmo vola alto nuovamente in tutto il mondo.
Fin dai primi anni '90 una delle linee di ricerca sulla fusione fredda che appariva più interessante era quella studiata all'Università di Bologna dai fisici Piantelli e Focardi. Questi ricercatori facevano uso di Idrogeno direttamente “soffiato” su Nichel ad alta temperatura. In questa condizione registravano un eccesso di calore non attribuibile a reazioni chimiche. Insomma sembrava avvenire un fenomeno inspiegabile che faceva sì che l'Idrogeno raggiungesse il nucleo del Nichel e qui si realizzasse la fusione dei due nuclei atomici con la generazione di Rame ed energia.
La cosa non sarebbe possibile in base alle leggi conosciute per il semplice fatto che esiste la cosiddetta “Barriera Coulombiana”. Immaginate di avere due calamite potentissime e di cercare di portarle a contatto ma dal lato in cui i due poli si respingono. Questa repulsione diviene enormemente più forte in relazione alla carica magnetica (o elettrica) e al quadrato della distanza.
L'interno del reattore da 1MW collaudato il 28 ottobre scorso a Bologna
Ora, i nuclei si respingono in quanto sono ambedue di carica elettrica positiva. Questa repulsione diventa enorme quando le distanze sono così piccole come quelle che ci sono a livello nucleare. Ecco che la barriera repulsiva appare insuperabile, a meno di avere un'agitazione delle particelle violentissima, cosa che accade a temperature di milioni di gradi.
Però i nostri fisici sperimentali bolognesi, sull'onda dell'entusiasmo dei primi anni '90, hanno ripetuto e ricreato il fenomeno molte volte e dunque hanno concluso che non sapevano come, ma il fenomeno avveniva.
Il vantaggio di questa linea di ricerca è legato al fatto che la fusione avviene senza emissione di neutroni, in modo pulito, con la semplice produzione di raggi gamma facilmente schermabili.
Il tutto è però rimasto fermo per anni perché le energie prodotte, nel campo dei mW (millesimi di Watt) non suggerivano alcun interesse economico.
A questo punto arriva Andrea Rossi. Questo imprenditore ed ingegnere italiano che lavora negli Stati Uniti, ha messo a punto quello che lui stesso ha battezzato Energy Catalyzer, ovvero un reattore che facendo uso di un misterioso catalizzatore di energia produce calore, e ne produce in quantità industriale nel senso più letterale possibile. Infatti con il suo E-Cat (da taluni ribattezzato E-Tiger con un gioco di parole) non produce mW (milliWatt) ma KW (ChiloWatt ovvero migliaia di Watt) o MW (MegaWatt =Milioni di Watt). Insomma sembra essere esplosa l'era dell'energia a basso costo basata sulla fusione fredda.
La vicenda è balzata prepotentemente agli onori della cronaca nel gennaio 2011 (nel web, ma pressoché totalmente ignorata dai media televisivi e dalle testate giornalistiche). L'ing. Rossi dà pubblica dimostrazione del funzionamento di un esemplare dell'E-Cat. Produce alcuni KW per qualche tempo di fronte ad alcuni scienziati delle Università di Bologna e di Uppsala in Svezia, nonché altri spettatori ammessi su invito. Il test ha successo.
Lo schema generale dei moduli E-Cat generatori di energia a fusione fredda.
Subito parte il solito balletto fatto di credenti da un lato e skeptics dall'altro quasi stessimo assistendo alla nascita di una nuova religione invece che ad un evento scientifico che potrebbe letteralmente cambiare il mondo.
Tra gli skeptics spicca la figura di un americano, che scrive su un suo blog dedicato alle Energie verdi ed alternative. Le sue critiche ed attacchi diventano ben presto violenti e personali, tanto da arrivare ad accusare di vera e propria truffa sia Rossi che gli scienziati che lo appoggiano, nonché i giornalisti che assistono alle sue dimostrazioni perché “non possono non vedere la truffa dietro ciò a cui assistono”.
Rossi si riferisce al suo detrattore chiamandolo il “puppet Snake”. Ovvero il serpente burattino. Sul blog di Rossi si respira un'atmosfera da guerra in prima linea. Rossi stesso dice che non è pericoloso il burattino che parla soltanto ed a sproposito, ma piuttosto preoccupano i burattinai di cui è al soldo. Infatti dice testualmente che gli “shooting” (sparatoria, caccia) del burattino sono inoffensivi, “Speriamo solo che i burattinai non passino a ben altre forme di shooting” (Dal blog di Rossi “The Journal of Nuclear Physics”).
Ma cosa è successo in pratica? Molte cose. Dopo la prima dimostrazione pubblica del gennaio 2011, Rossi ha ricevuto un ordine per un primo generatore da un MegaWatt da un cliente che vuole rimanere anonimo. Rossi stesso dice che il cliente appartiene a quel tipo di clienti che preferiscono mantenere il segreto e a seguito di queste dichiarazioni molti ritengono che il cliente finale sia una qualche agenzia militare, forse lo stesso Pentagono.
In primavera e poi nell’estate 2011 si registra un improvviso innalzarsi dell'interesse della Nasa per le LENR (Low Energy Nuclear Reaction). David Bushnell, direttore del reparto di ricerche avanzate della Nasa afferma che ormai le basi delle LENR sono piuttosto conosciute, testualmente: “siamo ben oltre il livello del non sappiamo cosa succede”. In pratica ecco che ci sembra di vivere un deja-vu, da una parte scienziati ed esperti che sostengono che la fusione fredda è una realtà e dall'altra skeptics che invece affermano, senza alcuna base e sull'onda dei loro stessi slogan, che non è vero niente. Viene da pensare che abbia ragione Andrea Rossi nel dire che sono pagati da ignoti burattinai. Bushnell sostiene che in base a quanto è noto alla Nasa il lavoro di Rossi non sorprende e che al contrario hanno effettuato delle analisi per cui l'E-Cat sarebbe più performante di un reattore a fissione nucleare convenzionale nella messa in orbita di satelliti. Da canto suo, Rossi asserisce che la conoscenza degli esperti della Nasa sui principi di funzionamento dell'E-cat lo ha stupito. Secondo lui alla Nasa hanno scoperto in modo autonomo vari principi di funzionamento del suo apparato.
Rossi si incontra in luglio con esperti della Nasa e si stabiliscono linee di ricerca, forse una futura collaborazione. Nel frattempo Rossi prende le distanze dai finanziatori greci della Defkalion e produce in proprio il primo reattore da 1 MegaWatt per il cliente misterioso. Si rincorrono voci sul web secondo cui per pagarsi l'impianto Rossi si sia venduto anche la casa.
I professori Giuliano Preparata ed Emilio Del Giudice, pionieri e teorici della Fusione Fredda. Rossi fa affermazioni che la dicono lunga sul clima che accompagna questa prima impresa industriale. Ad esempio fa sapere che il progetto E-Cat è strutturato in modo da poter continuare anche in caso di sua morte. Chiaro avvertimento ai “burattinai” di evitare di ucciderlo perché tanto non serve a bloccare i lavori? O ancora, scrivendo ai suoi lettori sul suo blog “forse non vi siete resi conto che siamo in presenza di una guerra” (All'E-Cat n.d.r.). E alla domanda di un lettore se con l'ultimo successo della dimostrazione si aspetta che la guerra diventi più o meno forte Rossi risponde laconicamente “più forte”.
Ed arriviamo a ottobre. Come preannunciato, Rossi va avanti a produrre le unità base da 1 Kw che poi assemblerà nel reattore finale. Il 6 Ottobre dà dimostrazione del funzionamento di una di queste unità. La fa funzionare e produce vari KW sotto forma di calore (vapor d'acqua). Si sprecano da una parte le lodi e dall'altra gli attacchi.
Rossi va avanti imperterrito perché le dimostrazioni non sono indirizzate al pubblico o ai critici, ma al cliente, il quale sembra più che soddisfatto. Infatti si arriva alla dimostrazione finale che non è affatto una dimostrazione ma un vero e proprio collaudo finale del reattore.
Siamo a Bologna, è il 28 ottobre 2011. Il primo generatore da un MW ha l'aspetto di un semplice container, di quelli che possono essere trasportati su di un Tir. All'interno vi sono assemblate 107 unità composte ognuna da 3 sub-unità, tutte collegate in parallelo. Queste unità vengono scaldate da resistenze elettriche che portano la parte interna dei reattori alla temperatura di innesco della fusione. Questa fase di warm up dura circa 4 ore. Infine il reattore viene scollegato dalle linee elettriche esterne e lavora, per esplicita richiesta del cliente, in modo auto-sostenuto, ovvero senza apporto di energia dall'esterno. Per oltre 5 ore vengono prodotti circa 470 KW sotto forma di vapore. Il vapore viene ricondensato in acqua e l'acqua viene reimmessa nei reattori. Il tutto sotto gli occhi dell'incaricato del cliente, l'ing. Domenico Fioravanti.
Non si sa molto di lui, ma dopo qualche giorno cominciano a girare notizie più precise. L'ingegner Domenico Fioravanti è un colonnello della NATO, Rossi riporta che ha un'esperienza di oltre 30 anni nel settore delle macchine termiche e della produzione di energia. Il fatto che sia un militare NATO fa presupporre che il cliente finale, come già detto, sia un'agenzia militare. In pratica quello del 28 ottobre sembra essere stato il test di collaudo che viene solitamente fatto presso il produttore di forniture militari e che è supervisionato da esperti militari. Il nome tecnico di questo collaudo è FAT ovvero Final Acceptance Tests, e chiunque, in Italia o all'estero, abbia mai fatto forniture per i militari ne conosce bene la pignoleria.
Insomma, tutto molto concreto e reale. Fioravanti decide i tipi di test da effettuare, come svilupparli, quali valori registrare, dove collocare i sensori di temperatura (le termocoppie) ecc. Rossi esegue, e a fine giornata, passata la mezzanotte, stilano un semplice report in 3 pagine nelle quali Fioravanti si dichiara soddisfatto e l'unica cosa che richiede è il miglioramento delle guarnizioni di tenuta delle unità interne perché ha notato una perdita di vapore.
Insomma un collaudo storico, la produzione di quasi mezzo MW di energia con l'utilizzo di circa 18 grammi di Idrogeno e nient'altro. Il successo è talmente epocale che l'appunto di migliorare la qualità delle guarnizione sembra quasi una battuta di spirito. Un successo clamoroso.
L'E-Cat viene imballato e spedito e si guarda al futuro. Sembra che sia in preparazione un nuovo reattore da 1 MW per un nuovo cliente. Rossi rivela che non è così riservato come il precedente e che la consegna, prevista per marzo 2012, sarà preparata seguendo questa volta procedure industriali, invece di quelle quasi artigianali che hanno dovuto seguire per il primo E-Cat. Sempre secondo Rossi, la potenzialità di produzione di tali impianti da 1MW è da 30 a 100 unità per anno. Sono aperte le contrattazioni commerciali, molti, a quanto pare, sono i clienti interessati.
Il prezzo dei reattori è di 2000 €/KW per cui un reattore da 1 MW costa 2 milioni di euro.
Intanto si lavora per gli impianti ad uso domestico, sembra infatti che sia più difficile ottenere tutte le approvazioni per l'uso domestico che per quello industriale. Ci vorranno invece almeno 20 anni per rendere effettivo l'uso dell'E-Cat per le auto, sempre secondo l'opinione di Rossi.
Al collaudo finale erano invitate solo una trentina di persone selezionate da Rossi. L'unico giornalista presente era dell'Associated Presse accompagnato da un fotografo. Rossi ha dato loro l'esclusiva della notizia ed ha affermato che “hanno fatto un buon lavoro”. Gli altri giornalisti sono rimasti fuori dal capannone, compresi quelli di Focus e quelli del TG2.* Questi ultimi hanno realizzato un servizio, che sembra essere il primo di una TV nazionale in Italia, consultabile in rete.
Stiamo assistendo in tempo reale ad un evento storico? Sembra proprio di sì. La fine dell'energia di origine chimica, costosa ed inquinante a favore di energia economica, pulita, ubiquitaria, inesauribile quanto quella solare. Gli scenari socio-politici futuri non potranno che essere pesantemente influenzati dagli eventi di oggi ed a dire il vero sono inimmaginabili.

***

* ndr. L'articolista travisa i fatti: al test eravamo presenti anch'io, come blogger, Paolo Soglia (Radio Città del Capo), Raymond Zreick (Focus), Mats Lewans (Ny Teknik), Sterlin Allan (PESN) ed eravamo tutti DENTRO IL CAPANNONE! La troupe del TG2 si presentò senza invito e non venne fatto entrare.

Ecco una piccola e non esaustiva rassegna stampa

NY TEKNIK
RADIO CITTA' DEL CAPO
FOCUS

PENS


22PASSI


Insomma, il resoconto di Marletta pecca un po' di presunzione e superficialità e ignora il lavoro fatto in tutti questi mesi da tanti giornalisti (cito ancora a titolo di esempio Maurizio Melis del Sole24ore e varie firme de Il Democratico).

144 : commenti:

triziocaioedeuterio ha detto...

Un grazie sincero a tutti quelli che dedicano il proprio tempo alla divulagazione di questa appassionante vicenda.
Leggendo l'articolo in questione mi son venuti i brividi all'ipotesi paventata nell'articolo stesso che la primogenitura della tecnologia di rossi possa finire all'estero,per colpa dell'ottusità(e corruzione aggiungo io) dei nostri politici,che tra una mazzetta e l'altra,tra una nuova tassa e l'altra,pensano agli interessi di pochi(anzi pochissimi) a scapito di quelli di molti.
Pensate che azzerando la bolletta energetica con l'impiego massiccio della tecnologia e cat si risparmierebbero 60 miliardi di euro l'anno...
Bisognerebbe amm..z... tutti...

paolo ha detto...

... infatti, in uno Stato normale, il mio post stravagante circa il test alla Casa Bianca, non avrebbe avuto ragione di esistere o meglio avrebbe dovuto parlare del medsimo TEST ma da tenersi a Roma - magari in Piazza Montecitorio - alla presenza del Ns. Capo del Governo; invece ho preferito rivolgere la mia attenzione al Padrone a cui dobbiamo rispondere ogni giorno, altrimenti telefona per "suggerire" cosa dobbiamo pensare ...

comRED ha detto...

Ottimo post! Grazie.

benis67 ha detto...

Ottimo riassunto: ad onor del vero non è corretta la parte "...L’accrocco [Ecat di Rossi] funziona senza energia immessa e la resa è infinita perchè il denominatore è zero. L’unica cosa che gli serve è qualche grammo d’idrogeno..."

L'autosostentamento a detta di Rossi, allo stato delle cose è limitato nel tempo e instabile :-)

Valeria ha detto...

Bello davvero!
ottimo per la divulgazione alle persone che ancora non sanno...

Pietro F. ha detto...

Compramio (colletta) una pagina su un quotidiano nazionale e, a nome di ""22 passi.." pubblichiamo una lettera per informare i politici e la nazione dell'enorme possibilità che si offre al paese. forse é il momento di diventare parte attiva della storia, forse é il momento di agire.

Giovanni Nobili ha detto...

Pietro F., ottima idea, io personalmente sceglierei proprio la Repubblica per pubblicare tale annuncio ;)

(P.s.: da quando son cambiate le regole per postare sul blog non avevo mai ceduto a farmi un account google e non avevo più postato, ma ora non resisto più, voglio dare tutto il mio appoggio a Daniele e a Rossi).

paolo ha detto...

@Daniele,

senti l'entusiasmo - sano - che deborda dagli scritti degli "amici" del Blog ... vuoi vedere che piano, piano, risvegliamo una piccola parte di questo Paese? sai quanti ignorano completamente il problema, quanti vengono tenuti - scientemente - nell'ignoranza, perché, come sempre, la "conoscenza" è una minaccia per la democrazia?
Complimenti Daniele per il tuo impegno, per la passione, per tutto ...

paolo

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Giovanni Nobili, Pietro F, Paolo
Mai come ora credo che la pazienza sia la virtù dei forti e che è inutile premere sul pedale dell'acceleratore di un auto in discesa che già intravede l'agoniata destinazione, si rischia solo di farla sbandare alle ultime curve.
L'8 settembre porterà molti nuovi elementi.
Ad ottobre ci sarà un evento importante qui in Italia.
Dopo National Instruments rispetto alle LENR in generale, presto un altra grossa e importante multinazionale farà outing, in questo caso come partner di Rossi!
E presto ci saranno industrie con impianti da 1 MW installati e funzionanti, spero proprio qui in Italia.
Ci siamo.

GPT ha detto...

Articolo completo, di parte ma ci sta nel contesto...
Rossi è descritto un pochino troppo come un eroe che nessuno capisce e molti osteggia, ma da parte sua (per ora) non vuole avere un vero consenso e aiuto dal "popolo" dato ch tiene tutto in un alone fumoso tra il te lo faccio vedere ma non troppo.
Peccato... se sono vere le affermazioni e si volesse aver un riconoscimento oggettivo delle stesse il tutto si risolverebbe davvero con un test pubblico (anche su di un palco con tanto di supporter e servizio d'ordine) di 12 ore...
A me questo fa un po' strano, ma sicuramente sono io che non capisco qualcosa.
Vabbè aspettiamo...

cyclomaggico ha detto...

Bellooooo...!
Però l'informazione "chi è cures" dov'è?. Tanto copia incolla e nemmeno un pochino di gossip da gustare sotto l'ombrellone?
Spero che i fan non sia arrabbino e dimostrino di avere ancora un pò di senso dell'umorismo.

Ipotesi in ordine di decrescente probabilità:
1) D.Fioravanti. Dalle foto mi sembra troppo anzianotto per stare al PC a scrivere sui forum, ma, devo dargli una probabilità alta perchè AR stesso aveva accoppiato Cures-D.Fioravanti sul JoNP
2) Levi (ne traspare tutto l'entusiasmo)
3) Proia (Le mani in pasta nella faccenda non possiamo negare che le abbia entrambe ben ben infilate in questo momento) e che magari gli sia stato concesso l'accesso agli eperimenti.
4) L'idraulico che lo assiste ad assemblare i tubi (tanto per scherzare neh?)
5) Stremmenos? (No, troppi dettagli tecnici da ingegneracci. S. è un teorico e poi la batosta presa grazie ai suoi connazionali che vestono Armani, non credo gli faccia venir voglia di avvicinarsi ancora "at the capannon" di Bolonia Beach (FL)

Ho escluso Rossi perchè la prosa è troppo curata e non frettolosa e poi mancano i Warm Regards.

Ho escluso Focardi perchè in vacanza e perchè non è tipo da blog e forum.

Buona giornata e forza col televoto!


GPT ha detto...

Azz postato insieme a Daniele... Ottima notizia!
Daniele una cosa xo' rimane strana...
sempre un po'chino piu' in là le aziende fanno outing, NI è interessata ma non fa un report specifico pubblico dei test che hanno fatto loro con Rossi, megagatti si installano ma in segretezza... ma pubblicità aggratise per qualcosa che funziona non la vuole proprio nessuno???
Di che hann paura, di far conoscere i propri prodotti/nome/azienda? Mi sembrano tutti dei carbonari e questo mi fa veramente strano per una cosa (ripeto fino alla nausea) che si dice perfettamente stabile e funzionante solo con necessità di longrun/approvazione da enti di certificazione.
Scusate i toni un po' accesi è un post da chi vorrebbe far qualcosa ma non puo' (forse anche colpito da calura estiva al capo :))

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@tutti
(fonte: http://andrearossiecat.com)

Partnership Between Rossi & Siemens Still Strong

Since the business dealings with Siemens AG, Italian inventor Andrea Rossi seems to appear very positive on bringing his e-cat LENR technology to the next level. For over a year now, the fusor unit of Rossi has come a long way. The most talked about unit is the Hot Cat, which provides hope to generate not only heat production but also electricity. We have read so many posts on Rossi’s official blog Journal on Nuclear Physics regarding the developments of the high temperature e-cat which, according to the latest news, reached a stable 1000 C temperatures. This is good news to the e-cat followers as well as the Leonardo Corporation, Rossi’s US based company.

With the positive results surrounding the Hot Cat, Siemens AG is really excited to work further with Rossi in the hope to design a steam turbine for the device in order to produce electricity. Rossi noted that they have 50% efficiency when it comes to the Hot Cat temperature. In the past weeks, Rossi said that they have been working on the Hot Cat temperature and planning to reach 1200 degrees Celsius. He underscored that his friends at Siemens have become “lyric”, almost humorous to the American ear. It is good to know that scientists have been able to test and validate the credibility of the device, which is very important in order to prove its worth.

It should also be noted that this kind of achievement calls for a celebration. The scientists have all the reasons to be happy with the e-cat cold fusion based product of Rossi because it has improved a lot ever since its first inception in January 2011. Today, the home e-cat unit is due for market release in 2013. Certification testing and patenting remains a challenge to Rossi but the latest news stated that Hot Cat has passed the third party validation.

With the growth and development of Rossi e-cat and other cold fusion/LENR related technologies, it is safe to conjecture that there is a clear movement going on in the world of cold fusion/LENR research that the scientific community should recognize.

It was reported in the past that if the e-cat cannot provide electricity, then it can only offer initial solution to the world’s energy crisis and environmental issues. With the Hot Cat model, it is getting clearer that the world will be able to maximize the potential of the unit.

paolo ha detto...

@tutti,

per completezza di informazione ... sono riapparsi, come annunciato; in questo hanno mantenuto la promessa:


Re: Welcome Back!!

Defkalion GT

Posted: Tue Aug 21, 2012 11:12 am




Joined: Fri Jun 24, 2011 12:56 pm
Posts: 151


bettingman wrote:


I have a question: Your CEO sent out an email announcing the departure of DGT from Greece. In this email he mentioned that DGT was visited by parties such as Nasa, the US Navy and the EU. Can you confirm that these organisations have tested the LENR reactor or were these social visits?


We will not answer to this question at this stage
Thank you


paolo ha detto...

.... http://www.defkalion-energy.com/forum/viewtopic.php?f=4&t=1297&sid=7d2e002083b0315de7d870fc26b3fa66

ho dimenticato il link!

Zeno ha detto...

@ Daniele
Anche a me sono venuti i brividi al solo pensare che la tecnologia di Rossi possa essere acquisita all'estero per poi essere ricomprata dall'Italia a caro prezzo.
Per questo la proposta fatta di premere sui nostri politici anche con una azione eclatante la condivido.
Però se tu hai elementi per ritenere che per scongiurare tale pericolo sia meglio starsene tranquilli allora mi allineo alla tua posizione.
Comunque la sintesi di Cures è veramente sconvolgente per l'autorevolezza e la sicurezza di quanto afferma, specie se confrontata alla totale mancanza di considerazione dei media e del governo in merito all'E-Cat.
Certi treni passano una sola volta, o li prendi al volo o rimani a terra per sempre.

Max Color ha detto...

Daniele ma l'importanza dell'idea di Pietro di pubblicare a pagamento su un giornale la notizia,non va visto come mossa per evitare insabbiamenti o cose del genere, ma come fatto che costringa la nostra classe politica a rendersi conto dell'importanza strategica che questa invenzione puó avere per lo sviluppo del nostro paese, in modo di dare avvio ad azioni di politica industriale conseguente .

Hermano Tobia ha detto...

Ottimo articolo.

@triziocaiodeuterio
l'ipotesi paventata nell'articolo che la primogenitura della tecnologia di rossi possa finire all'estero,per colpa dell'ottusità(e corruzione aggiungo io) dei nostri politici

I politici non ne capiscono nulla, si affidano ai cosiddetti "esperti", ed è la loro di ottusità che va condannata. Mi riferisco a quanti per motivi diversi (ma principalmente per voler esaltare il proprio ego e dimostrare a se stessi ed agli altri di aver sempre avuto ragione) cercano in ogni modo di bloccare la ricerca su argomenti innovativi come le LENR.

Gli esempi non mancano, a cominciare dal "poker d'assi telefonista" Ruocco / Franchini / Ocasapiens / Gentzen, ad esempio. Purtroppo per loro sulla rete "scripta manent", quindi da qui a breve si potrà tranquillamente compilare un copioso "stupidario" delle loro improvvide dichiarazioni degli ultimi mesi.

A proposito, vedo che il blog telefonista è da un po' di tempo in sottotono ... sarà perchè hanno visto articoli come questo ?

http://www.mail-archive.com/vortex-l@eskimo.com/msg69678.html

Il loro novelllo eroe Kidwell, del Naval Research Lab, che doveva salvar loro la faccia spiegando tutti gli eccessi di calore con la sostituzione H=>D, non solo ha fatto personalmente i complimenti a Celani all'ICCF17 per i risultati raggiunti, ma ha pubblicato un articolo dove a proposito degli eccessi di calore riscontrati dice testualmente:

"We have been unable to explain these bursts as an experimental artifact, and they are too large to be chemical in origin"

Concludo con un pensiero sulla Maestra Piumata di Scienza e Giornalismo: noto che quando scrive un articolo lei, sotto l'egida del primo quotidiano italiano per diffusione, conta 2-3 commenti di media.
Quando sugli stessi argomenti scrive un articolo Daniele, su una piattaforma gratuita come blogger, arriva tranquillamente a 2-300 di commenti ...
Magari la Maestra dovrebbe farsi qualche domanda ...

paolo ha detto...

@Hermano,

... han già varcato l'Oceano!?

Beside the independent test report, do you plan to make a public demonstration, or make a public speech, participate to forum or conference?

There is no such scheduled event at the moment. An open invitation to follow testing of Hyperions is valid to anyone that wish to attend following a NDA, in our active R&D labs in Vancouver (within September) and/or Athens.

p.s. rinnovo gli augurissimi già fatti ... a tutti e tre:)

http://www.defkalion-energy.com/forum/viewtopic.php?f=17&t=1290

Zeno ha detto...

@ Daniele
A proposito, notizie da Celani?
Non è che dobbiamo temere per una spedizione punitiva nei suoi confronti?

Paolo ha detto...

@cyclomaggico
..e se Cures fosse l'alter ego di Tia??!!
:-D

alberto ha detto...

Ma perchè su questo blog praticamente nessuno a capito che l'oca NON lavora per repubblica?

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Hermano Tobia
..."poker d'assi telefonista" Ruocco / Franchini / Ocasapiens / Gentzen, ad esempio. Purtroppo per loro sulla rete "scripta manent", quindi da qui a breve si potrà tranquillamente compilare un copioso "stupidario" delle loro improvvide dichiarazioni degli ultimi mesi.
A proposito, vedo che il blog telefonista è da un po' di tempo in sottotono ... sarà perchè hanno visto articoli come questo ?
http://www.mail-archive.com/vortex-l@eskimo.com/msg69678.html
Il loro novelllo eroe Kidwell, del Naval Research Lab, che doveva salvar loro la faccia spiegando tutti gli eccessi di calore con la sostituzione H=>D, non solo ha fatto personalmente i complimenti a Celani all'ICCF17 per i risultati raggiunti, ma ha pubblicato un articolo dove a proposito degli eccessi di calore riscontrati dice testualmente:
"We have been unable to explain these bursts as an experimental artifact, and they are too large to be chemical in origin"

QUOTO TUTTO E APPLAUDO! :))

@Hermano Tobia
...un pensiero sulla Maestra Piumata di Scienza e Giornalismo: noto che quando scrive un articolo lei, sotto l'egida del primo quotidiano italiano per diffusione, conta 2-3 commenti di media.
Quando sugli stessi argomenti scrive un articolo Daniele, su una piattaforma gratuita come blogger, arriva tranquillamente a 2-300 di commenti ...
Magari la Maestra dovrebbe farsi qualche domanda ...

Eh caro mio, hai perfettamente ragione... ma non c'è di che stupirsi, bastano poche nozioni di etologia animale:
1) le oche non sanno in alcun modo guardarsi "allo specchio" e riflettere sui propri limiti;
2) ovviamente non provano vergogna di essere "nude";
3) l'unica cosa di cui si preoccupano è che ci sia chi foraggia la loro ciotola in cambio del loro ossessivo e monocorde starnazzare: quaqquaqquaqquah!
:)))

@Zeno
Celani è rientrato in Italia domenica sera. L'ho sentito ieri al telefono, pimpante nonostante jet-lag: già oggi sperava che gli torni tutto il materiale che aveva portato con se in USA e Corea, dopodiché ha intenzione di preparare subito l'allestimento (devo fare qualche modifica al reattore) dell'esperimento in autosostentamento. Avrà anche ragione Rossi a dire che Celani fa "areoplanini di carta", ma mi pare esistano anche studi NASA sugli aeroplanini di carta e comunque Celani avrebbe fatto il miglior "aeroplanino di carta" attualmente in volo, o per lo meno l'unico che ha dimostrato di essere tale. Auguro a Rossi di stupirci quanto prima con tantissimi suoi "Boing" in volo!

Anto ha detto...

@Alberto

>Ma perchè su questo blog praticamente nessuno a capito che l'oca NON lavora per repubblica?

che non lavora PER Repubblica l'abbiamo capito tutti. Solo che abbiamo anche capito che, a proposito di disinformazione sulla fusione fredda, a protezione degli interessi di altre forme di energia, lavora CON Repubblica.

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@alberto
Ma perchè su questo blog praticamente nessuno a capito che l'oca NON lavora per repubblica?
Repubblica Donna è un magazine allegato a Topolino?

GP ha detto...

Salve a tutti, vi seguo da tempo ma solo oggi scrivo il mio primo commento. Per prima cosa ringrazio Daniele e gli altri per questa dura battaglia che portate avanti. Vi sono veramente grato. Poi una proposta, perchè non contattate Grillo e lo erudite sull'argomento? Penso che tramite il suo blog e sue dichiarazioni si possa subito suscitare un bel vespaio sull'argomento.

Anto ha detto...

>perchè non contattate Grillo e lo erudite sull'argomento?

Grillo si è già schierato contro.

vincenzo da torino ha detto...

Rossi aveva detto che, sperimentato bene l'ecat hot, la parte applicativa e lo studio per produrre energia elettrica sarebbe passata interamente a Siemens. Ha anche chiarito che i successivi sviluppi ecat saranno gestiti con Siemens. Così mi è parso di capire. In pratica Rossi farà l'imprenditore e ben poca ricerca in proprio. Tutto sarà fatto con Siemens,presuppongo con una nuova società Siemens-Leonardo.Solo così Rossi potrà volare ..alto e sicuro. E' probabile che nell'accordo Siemens-Leonardo ci sia anche una parte per Finmeccanica con una sua impresa. E' questa ultima opportunità , se verrà confermata, che darà a Rossi la possibilità di non dimenticarsi di essere un italiano, come già disse. Speriamo che i nostri politici, mal consigliati dai nostri scienziati-carrieristi-politicizzati non rovinino tutto.

GP ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
GP ha detto...

@Anto
Questa non la sapevo. Ma ci sono sue dichiarazioni chiare al riguardo o solo le polemiche con Scilipoti e/o altri?

Anto ha detto...

@GP

non saprei come recuperarlo, ma ho visto un filmato in un cui parlava con sufficienza di chi pensa alla ff.

robi ha detto...

GP
http://www.youtube.com/watch?v=1xi5JAS8VMY
questo è del 2009
L anno scorso ricordo che provammo ad informare varie testate giornalistiche ed anche grillo.
A grillo scrissi ,una e-mail molto pacata e concludevo dicendo che sarebbe valsa la pena, almeno, di informarsi sugli ultimi sviluppi.
Comunque fu un nulla su tutti i fronti

GP ha detto...

@Anto
Non sarebbe la prima volta che prende una cantonata (credo che come tutti chieda pareri a "esperti" che forse tali non sono e quindi... ) ma penso sia disponibile a rettificare la sua posizione, ne farebbe sicuramente un suo cavallo di battaglia, gli elementi ci sono tutti. A noi servirebbe per scuotere questi politici occupati forse solo dalle beghe di palazzo.

sandro75k ha detto...

@GP
Beppe Grillo????
NON scherziamo, non mettiamo in mezzo i nostri politici nè gli "antipolitici"... Quando fu inventata la ruota non v'è stato bisogno di nulla... lasciate perdere!

robi ha detto...

Sandro
concordo con te per il fatto che se non si è appoggiato Rossi ai politici ...
Certo è che se grillo fosse favorevole ne verrebbe a conoscenza dell e-cat gran parte degli italiani

carloluna ha detto...

Polemiche,oche,complotti,insulti......tutto molto divertente.
E' da mesi che mi beo tra i vari blog.

Mi piacerebbe però qualche commento sul nocciolo della questione:
cos'è il catalizzatore segreto?
Si tratta di una sostanza poco costosa.
Produce plasma elettronico(essenziale per superare la barriere coulombiana).
Deve essere scaldato ad alta temperatura.

Si tratta forse della materia prima dei molto derisi alchimisti che
credevano all' etere prima che Einstein spiegasse loro che non esiste?
(si fosse informato meglio sui risultati dell'esperimento Michelson-Morley non avremmo perso
100 anni di sviluppo scientifico civile e morale)

GP ha detto...

@Sandro75k
@robi
Grillo per dirne uno.
Era per aiutare non solo Rossi che cmq va avanti per la sua strada, ma ricercatori come Celani.
E' paradossale che in questo momento Scilipoti sia il solo paladino politico di questa ricerca, gli altri sono tutti bendati?

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@sandro75k
Concordo sul fatto che non è detto che metter di mezzo la politica aiuti, anzi!

@Anto, GP
Confermo che i grillini sono stati ben informati, ma che la fusione fredda non entra nella loro "agenda politica".

fabioDJ ha detto...

Radio rai 3

Ancora si parla a senso unico messuno che spieghi veramente come stanno le cose e cosa succederà il prossimo mese di settembre.

http://www.radio3.rai.it/dl/radio3/programmi/PublishingBlock-aaee447d-8a68-46e9-b13f-43525399e0d8-podcast.html

Valeria ha detto...

Grillo???

Non starete scherzando, spero!?

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@GP
No, non solo Scilipoti. I Radicali si sono dati parecchio da fare, vedi copertura mediatica data al convegno del 2 luglio a Montecitorio.

@robi
Ciao carissimo, poco fa ho risposto prima di leggere il tuo commento. Tanti come te hanno provato a tirare dentro i grillini. Ma so anche di veri e propri contatti intercorsi tra autorevoli sostenitori dell'E-Cat e rappresentanti del Movimento 5 Stelle. Risultato zero.

Valeria ha detto...

Il Movimento dei Gatekeepers per antonomasia?!

Beh, allora "la mettiamo in banca"!

Valeria ha detto...

dovrebbe essere un'azione spontanea...
nata da iniziativa popolare
si compra una pagina di carta igieni....pardon, di giornale....
e si fa uscire la notizia

Valeria ha detto...

proverei anche con sorvoli e volantini sulle spiagge affollate....non scherzo!

Tizzboom ha detto...

@fabioDJ: siamo alla fase "si` effettivamente funziona, ma non serve a nulla", dunque.

nino23 ha detto...

Grillo, per l'amor del cielo...

Appoggerei volentieri una sottescrizione per comperare una pagina su quotidiano nazionale

bertoldo ha detto...

[Confermo che i grillini sono stati ben informati, ma che la fusione fredda non entra nella loro "agenda politica". ]

l'agenda dei casaleggio e associati ...sono due cose distinte ,probabilmente hanno provato con le persone "sbagliate" . Appena i grillini si accorgeranno di chi sono i casaleggio e associati ...se ne vedranno delle belle .

Paul ha detto...

L'idea di comprare una pagina su Repubblica (o altro quotidiano) mi pare buona. Io sono disposto a dare il mio contributo.
Una domanda però mi sorge spontanea:
A Rossi farebbe piacere (soprattutto in questo periodo) che se ne parli pubblicamente?

robi ha detto...

Daniele
un anno fa ,con la paura che venisse tutto insabbiato,era anche logico cercare una voce a livello nazionale, oggigiorno ci troviamo in una situazione nettamente differente

rict ha detto...

@Tizzboom

Ma la Siemens ti ha poi risposto? Oppure ti ha dirottato ancora alla mitica "Information Manager" troppo indaffarata a pitturarsi le unghie per potersi informare se stanno collaborando o meno con Rossi :D

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@paul
Francamente sono convinto che tutte le persone, o meglio organizzazioni, di cui Rossi ha bisogno siano già a conoscenza di tutto. Non mi è chiaro a cosa servirebbe la pagina su un giornale...

Valeria ha detto...

@Daniele
per creare la giusta aspettativa e attenzione nella "massa", l'unica che ancora non sa

e la prima che avrebbe dovuto sapere...

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@robi
Infatti, ormai non penso ci siano pericoli di insabbiamento.
Un abbraccio a te e consorte :)

151 ha detto...

@GP <...E' paradossale che in questo momento Scilipoti sia il solo paladino politico di questa ricerca...>

No, non è paradossale. Anzi, direi coerente. E significativo.
:)

Tizzboom ha detto...

@rict: ho spedito la email a due indirizzi diversi ma non ho ricevuto nessuna risposta ancora.

Valeria ha detto...

Ultime scorie residuali, oramai senza più carica elettro-magnetica

siamo in attesa che si depositino sul fondo

ravecarl ha detto...

Anch'io sostengo di non fare nulla.
Rossi non ha bisogno di questo cose.
Secondo ma la sua strategia la sta già mettendo in atto.
Zitto zitto quatto quatto....

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@151
È molto più significativo che i troll che si affacciano qui dentro siano sempre meno e sempre più patetici nelle loro argomentazioni! :D

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@tutti
Ho aggiunto al post una nota in calce, per verità di cronaca.

comRED ha detto...

Che dite di informare Mario Tozzi e Luca Mercalli? Forse sono all'oscuro di tutto...

comRED ha detto...

Scherzavo.

Valeria ha detto...

ahahhaha.....
er Sor Picozza...chissà che botta!

Teknico ha detto...

"Ma l’immagine pubblica è talmente degradata, principalmente per colpa sua, che non gli servirebbe neanche camminare sulle acque per convincere che dice la verità"

"Ma il peggior nemico di Rossi à lo stesso Rossi che gestisce la sua immagine pubblica in modo distratto e deleterio per gli affari riuscendo nell’incredibile impresa di far sembrare ottone quello che è l’oro della scoperta."

Qualcuno con la mia stessa opinione, ho sempre detto che non capisco il comportamento di Rossi, forse è un fine stratega ed è tutto calcolato nei suoi piani, speriamo.

holgs ha detto...

No politici, no politicanti, nė pseudo-divulgatori e affini!

Che Rossi continui per la sua strada e mantenga un basso profilo, e che Celani vada avanti a costruire i suoi aerei di carta, per capire il come e il oerchè!

Bura ha detto...

Anche io penso che non ci sia più possibilità di insabbiamento, anzi che non ci sia nemmeno più l'intenzione di insabbiare.
A questo punto sono curioso di vedere come sarà gestita questa transizione, come verrà presentato il tutto alle masse che attualmente ignorano...

piero41 ha detto...

Meno di un mese fa avevamo detto: evitiamo il baraccone dela ricerca, Daniele ed altri del Blog magari con il loro nome ed i loro titoli accademici o professionali peri primi contattino il ministro Passera come propietario dell'Ansaldo e la società stessa perchè entrino in contatto con Rossi per comprare, collaudare un gattone di quelli nuovi magari poi se tutto va bene possono trattare per richiedere licenze per sviluppare motori marini e ferroviari da vendere in tuttto il mondo, Se poi anche Scilipoti deve far da intermediario ben venga, ma fuori dai piedi i sapientini della ricerca, solo grandi imprese ed i loro ingegneri.

piero41 ha detto...

Magari si può chiedere a Cures se Rossi potrebbe accettare ( o si è già impegnato con Siemens) ed eventualmente con quale società italiana e con quali uomini(?) preferirebbe aprire una trattativa, insomma cercar di coinvolger anche Cures, per quanto possibile, lui in fondo è uomo di Rossi!!

Hermano Tobia ha detto...

Anche secondo me non ha molto senso la pagina sul giornale, servirebbe solo a finanziare la loro informazione catacombale (per usare un termine franchiniano :) ), già la finanziamo abbastanza con i vergognosi aiuti di stato all'editoria; lasciamo pure che si occupino di Corona e della Minetti ...

Pietro F. ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Pietro F. ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Pietro F. ha detto...

Comunque una lettera aperta su un quotidiano nazionale impedirebbe a chiunque di dire un giorno: "mi dispiace ma non ne sapevo nulla".

piero41 ha detto...

Penso che purtroppo qualsiasi richiesta sulla stampa anche a pagamento non impedirebbe la pubblicazione, assieme alla richiesta di repliche e contranalisi avverse da parte di sottosegretari e sapientini vari della ricerca.. Loro avrebbero maggior autorità e i politici dovrebbero seguirli.. Forse solo se Celani e qualcun altro di pari livello (Levi?) aprissero la richiesta.... Ma povero Celani sputtanarsi contro i propi interessi.. comunque..
Altrimenti anche una semplice mail di Anto nella quale venga spiegato la situazione attuale di Rossi alla luce degli apprezzamenti di Siemens, di NI le ultime foto e le rivelazioni di Cures ecc ecc per esporre il timore del blog che una scoperta nata e sviluppata a Bo ci venga alla fine sottratta da capitali della Germania e dell'USA. Nella mail indirizzata a vari personaggi Scilipoti, Passera, ma anche a Monti e a qualche dirigente Ansaldo si richiederebbe l'acquisto di 1 MW e l'apertura di trattative Ansaldo-Rossi... vedete voi comunque decidendo qualcosa se D22 e XXX.. lo pensano opportuno.

GianLupi ha detto...

ok,non so' davvero bene perchè, mi aspetto un bombardamento, (OT: che caaldoo che fà :)) nel momento in cui scrivo di essere d'accordo sul fatto che non sarebbe male se Grillo fosse informato su cio' che è davvero successo dai tempi di F&P sino ad oggi oggi, foss'altro che è una cartina tornasole. Ho ascoltato un suo "comizio" assai convincente in cui parla come mangia, se è malafede quella stento a crederci. Lo cono sciamo da tempo, ok, già dall'inizio subito dopo che l'avevano stuppato dalla rai si era fornito di fotovoltaico e rifugiato nella sua casa di campagna sostenendo le fonti alternative. Non sarà un santo, ma nemmeno un anonimo minchione che le spara così tanto per farsi vedere. Poichè sono un po' ignorante e non so' di chi sia la casaleggio e company, nel caso di un rifiuto di considerazione della epocale evoluzione scientifica, mi preoccuperei non poco. Certo che il calibro scientifico del felino inventato è proprio italiano, a questo punto è davvero solo la magnanimità del Rossi a prevalere su qualsiasi ipotesi pubblicitaria.

151 ha detto...

@D22
La meta è importante, ma anche i compagni di viaggio. Tienti Scilipoti, come acume direi ci siamo.

E tranquillo, tra un po' quelli che chiami troll spariranno del tutto. Ormai venire qui per trovare notizie serie è tempo perso... La deriva complottista del blog allontana sempre più chi si pone dei dubbi ... resteranno solo i believers e tanti deliri, una specie di Tanker Enemy dell'Ecat.
A proposito, se fatte la lettera aperta, un consiglio: non citate il blog ... da una rapida occhiata chiunque non si sia bruciato i neuroni con l'argento colloidale capisce lo spessore dei promotori.
:-)

ps: un bravo per la pazienza a Mario Massa che insiste a confrontarsi qui ... non solo i compagni di viaggio vanno scelti con cura, ma un po' anche gli interlocutori e gli ambienti. Ma non mi pare uno sprovveduto e spero che riesca nel suo lavoro, rimane uno dei pochi motivi per leggere 22passi.
:-)

MISTERO ha detto...

Si tratta forse della materia prima dei molto derisi alchimisti che
credevano all' etere prima che Einstein spiegasse loro che non esiste?
(si fosse informato meglio sui risultati dell'esperimento Michelson-Morley non avremmo perso
100 anni di sviluppo scientifico civile e morale)


Infatti l'esperimento di Michelson-Morley diede un risultato importantissimo "non nullo", ma venne male interpretato da Einstein, anzi sembra proprio che non lo interpretò affatto e non gli diede il giusto peso dimenticandosi completamente del risultato "non nullo".
Questa è storia purtroppo ed un giorno verrà ricordata esattamente in questo modo...un giorno :-(

In merito agli alchimisti citati, ci sono delle analogie e collegamenti con l'argento colloidale, le polverine prodotte dagli alchimisti e molto probabilmente con il catalizzatore di Rossi, spero di trovare il tempo di scrivere un bel post al riguardo.

MISTERO ha detto...

A proposito, se fatte la lettera aperta, un consiglio: non citate il blog ... da una rapida occhiata chiunque non si sia bruciato i neuroni con l'argento colloidale capisce lo spessore dei promotori.

Volevi dire lo spessore dei troll che come te ogni tanto compaiono.

indopama ha detto...

io credo che il generare calore non sia una gran cosa, diverso sarebbe se l'apparato generasse direttamente energia elettrica ma anche qui sarebbe un piccolo passo.
non lo vedo come una rivoluzione, secondo me c'e' dell'altro nell'ARIA e basta guardare in alto. :)
quella e' l'energia del futuro.

robi ha detto...

mistero
http://astronomicamens.wordpress.com/2012/08/20/il-telescopio-del-polo-sud-sostiene-la-costante-cosmologica/

indopama ha detto...

mi spiego meglio con un esempio.
cosa cambia se spediamo un messaggio con un cavallo o con un treno?
da una settimana si passa ad un giorno. 7 volte piu' rapido.
e se lo spediamo via email?
da un giorno ad 1 secondo. 3.6 milioni di volte piu' veloce. un infinitesimo di energia spesa.

questa e' stata una rivoluzione, anche se non ce ne siamo accorti.

il prossimo trasporto di cose e persone deve avvenire come per la posta elettronica allora si' che avremo una rivoluzione. qualcosa nei cieli, a meno che tutti i video siano dei falsi, lo fa gia' e per farlo esiste gia' l'energia adeguata. perche' non ce la danno? avranno i loro buoni motivi, per esempio come sarebbe se tra due bambini che litigano con le mani gli diamo ad ognuno un bazooka? un macello, prima devono imparare a non litigare perche' non ce ne' motivo.

indopama ha detto...

con questo non voglio spegnere il vostro entusiasmo ma al contrario va tenuto alto pero' con anche un'apertura mentale adeguata ad accogliere e riconoscere il nuovo quando arriva.

la cosa dannosa a mio avviso e' questa conflittualita' che rimane nella gente, anche qui chi e' a favore e chi contro Rossi , riMAne cmq uno scontro che e' L'UNICO l'ostacolo alla nostra evoluzione perche' quando impariamo ad andare d'accordo COOPERANDO invece di COMPETERE ecco che le informazioni per fare le cose nuove arrivano in automatico.

il vero ostacolo al progresso, anche se quasi nessuno lo immagina, e' dentro l'uomo. cambiato l'uomo cambia tutto l'esterno poiche' TUTTO E' MENTE, L'UNIVERSO E' MENTALE.

i prossimi passi saranno in questo senso, il mondo fuori non evolvera', al contrario aumenteranno i problemi atti a creare situazioni in cui sperimentare cooperazione o scontro tra gli uomini. dopo questa scrematura della razza umana ci sara' anche un salto tecnologico non possibile adesso perche' siamo troppo divisi e ignoranti.

sono solo un misero test ha detto...

bene indopama, abbiamo capito, ce l'hai detto gia' diverse volte.

premesso che se io volessi distrarre l'attenzione da qualcosa di serio una delle tante cose che farei e' alzare del polverone e cercare di mescolare alla roba seria cio' che roba seria non e', comunque: quando avremo un Levi (et al.) che ci danno un riscontro a quello che dici inizieremo ad approfondire la cosa. Altrimenti dovremmo seguire tante di quelle lucciole che si finisce ... esattamente dove il controllore del gioco delle tre carte vuole che finiamo.

bertoldo ha detto...

"Non lo vedo come una rivoluzione, secondo me c'e' dell'altro nell'ARIA e basta guardare in alto. :)
quella e' l'energia del futuro. "

infatti la rivoluzione c'è stata ai tempi di Tesla con le sue derivazioni di energia direttamente dall'etere .Anche la macchina di Rossi sembra estrarre energia dalla ricombinazione velocissima dell'idrogeno molecolare in idrogeno atomico , intrappolando una parte di etere .

indopama ha detto...

quello che voglio dire e' che va bene l'e-cat di Rossi, sara' un nuovo gioco con cui giocheremo in questa vita ma non c'e' solo il gioco in se' ma anche la maniera in cui l'usiamo per giocare tra di noi.

in questo sito io non vedo una rivoluzione perche' c'e' ancora cmq quel clima di guerra di me contro te.

se rimane questo clima allora dotarsi di un gioco piu' potente ci fa solo piu' male.

lo so che e' fuori dal comune prendere in considerazioni se stessi, siamo tutti portati a guardare solo le cose, siamo al termine di questo ciclo materialista e cosi' deve andare ma cio' non toglie che esiste anche il ruolo del giocatore, e' soprattutto lui che determina gli eventi perche' il gioco che usiamo non si muove da solo.

la vita e' una cosa sola, e' riduttivo e sintomo di ignoranza (senza offesa ma inteso nel senso del termine) pensare a compartimenti stagni, la vita non funziona cosi' e noi che lo vogliamo pensare o meno viviamo, quindi in relazione con tutto quello che c'e', cose e persone, non solo con l'e-cat di Rossi.

se io e te continuiamo a prenderci a legnate (come state facendo attualmente tra le due fazioni) la nostra vita non migliora. la felicita' non e' dentro l'e-cat, tanto per intenderci e la felicita' e' il motore delel noster azioni.

GPT ha detto...

Per una disamina un pochino diversa della storia fatto post nuovo. Faccio presente a tutti che (a quanto so io) ad oggi nessuno tra Siemens, Ansaldo, UNIBO, NI ha avvalorato, controllato o confermato le varie affermazioni/dichiarazioni/risultati di Rossi. Cures è interessante ma anche lui ad oggi un fantasma senza volto. Che cosa si può dire a un giornale o al pubblico o ad un politico (non mi esprimo su Grillo)? C'è un signore che fa affermazioni mirabolanti, ma ad oggi non è (o non ha voluto per ragioni sue) dare autorevoli conferme pubbliche. Poi il resto son ricerche da finanziare come tante possibili (attenzione non vado nel merito). Quali sono quindi le notizie che si vogliono dare? Ad oggi non ci sono secondo me notizie "spingibili"... Peccato xchè ci vorrebbe tanto poco se solo si volesse (o potesse ;))!

Obroni ha detto...

Scrive Cures:

A chiunque interessi

Ricevo varie richieste riguardanti il funzionamento del modulo Ecat e la proposta di dimostrazioni pubbliche, ecc.
Con tutto il rispetto per i volenterosi che sono pronti a formare un gruppo di verifica, la dimostrazione “pubblica” non può che essere quella di un test eseguito ufficialmente dall’Università che spero inizi e si concluda rapidamente e correttamente in modo da chiudere una volta per tutte lo spettacolo mediatico che polarizza l’attenzione di opposti estremismi. Il peso specifico pubblico di una pubblicazione scientifica è superiore a quella di qualsiasi gruppo di benintenzionati.

E bene precisare che ci sono state delle attività piuttosto serie, mirate a innescare un ciclo positivo per il settore energetico nazionale, alle quali ha nuociuto fortemente il clamore mediatico che ha circondato e circonda il modulo Ecat
Queste attività, per loro natura delicate, hanno coinvolto soggetti importanti che avevano la necessità di agire nella più assoluta riservatezza richiesta dalle fasi preparatorie di programmi lunghi, costosi e impegnativi.
La gestione della immagine pubblica è una delle concause che ha impedito di ottenere i risultati sperati.
E’ comprensibile come la questione Ecat possa risultare appassionante al grande pubblico e consenta di passare ore interessanti su una tastiera di fronte a un monitor, ma questo ha influito negativamente sul buon andamento delle attività perché ha trasformato il tutto in una sorta di spettacolo di grande successo facendo indietreggiare nell’ombra chi invece era in grado di dare consistenza e concretezza alle iniziative intraprese.
Nel quadro di queste iniziative riservate, la verifica senza incertezze del buon funzionamento del modulo Ecat è stato ed è un passaggio ovvio, obbligato e scontato. E’ sciocco pensare il contrario.
E la verifica passa attraverso il vaglio di esperti per i quali è indifferente il parere di chiunque, Università comprese, perché segue criteri più articolati e severi di quelli di una ricerca scientifica universitaria.
Aggiungerei anche che, vista l’assenza di risultati, l’anticipazione fatta delle prestazioni misurate del modulo Ecat sono anche la mia personale pietra tombale sul tentativo fatto di avviare un programma di interesse nazionale

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
indopama ha detto...

Cures ha detto una bella cosa:
"che spero inizi e si concluda rapidamente e correttamente in modo da chiudere una volta per tutte lo spettacolo mediatico che polarizza l’attenzione di opposti estremismi."

si e' creato uno scontro anche attorno ad un fatto evolutivo e di progresso, tutto e' buono per azzuffarsi.

ce ne stiamo accorgendo? siamo sicuri che sia la cosa migliore che possiamo fare?

sono solo un misero test ha detto...

@gpt:

sollevi 2 questioni; una maledettamente importante e l'altra e' una strumentalizzazione.

La prima: la guerra (alla faccia di indopama) che e' scoppiata e' molto piu' incasinata di quanto io a 25 anni avrei potuto capire. Effettivamente la storia di Rossi ha bisogno di una delicatissima transizione, perche' anche se molti di noi vorrebbero un mondo fatto diverso, purtroppo in questo momento non lo e', e non lo sara' ancora per un pezzo (dubito che io vedro' un'emancipazione compiuta della specie; dopo non so, saranno affari dei miei discendenti).

Credo che almeno una parte degli ostacoli posti alle LENR nel corso degli anni, politici, giornalistici, scientifici, e quindi anche a Rossi ora, non abbiano una matrice "classista", ma semplicemente la volonta' di non portare un gregge a pascolare in terre incognite. Si puo' discutere se questo e' democratico o no (io non sono una pecora e non voglio essere trattata per tale!), sicuramente nella democrazia rappresentativa ci sta; opinabile ma ci sta.

Di qui la difficolta' di spingere l'acceleratore: ma ci vuole la pagina sul giornale? O si fa solo la figura di quelli che sono arrivati dopo la puzza e credono di sapere tutto e come si risolve tutto, quando invece sanno la meta' delle cose da sapere (certo che un po' di trasparenza nella "democrazia" eviterebbe queste situazioni)?

Siamo sicuri che Obama e Passera, anche se compiono azioni apparentamente contrarie, non stiano facendo gli interessi dei loro amministrati? Invidio coloro che hanno una risposta.

Poi, tanti sono saliti su questo autobus per interesse personale: chi perche' senno' perdeva il posto da sacerdote, chi il finanziamento, chi il know-how, ecc.ecc.

Ora la strumentalizzazione: continui a chiedere la validazione tua e di mm, che ci vorrebbe tanto poco... Rossi vi dira' di no e mm ha gia' detto che di questo dovra' rispondere al mondo (e' una baggianata,data l'autorevolezza istituzionale dei proponenti la validazione, ma tant'e').

Ragazzi, fuori dai denti: state difendendo degli amministrati o degli interessi? Nel primo caso vengo a mangiare con voi, nel secondo no. So che non vi frega, ma io ve lo chiedo espressamente (spero non solo a nome mio).

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
briggart ha detto...

@MISTERO
@carloluna

rimane il fatto che altra gente ha replicato l'esperimento di Michelson & Morley, trovando risultati compatibili con 0. si puo' discutere se le conclusioni di Einstein fossero premature in base ai dati sperimentali disponibili allora, ma esperimenti successivi gli hanno dato ragione.

ovviamente non si puo' dimostrare che qualcosa e' uguale a 0, puoi solo dimostrare che qualcosa e' compatibile con 0 entro un certo errore. se migliorano le misure, e'possibile che qualcosa che si pensava =0 risulti esser =/0.

sta di fatto che le teorie che M&M volevano testare prevedevano effetti molto piu' grandi di quelli misurati quindi quei modelli di etere erano sbagliati.

ma l'etere luminifero di M&M ha (quasi) nulla a che vedere con l'etere degli alchimisti, dimostrare che uno "non esiste" non vuol dire che anche l'altro "non esista".





Valeria ha detto...

è incredibile constatare quanto le persone dotate di migliore buonsenso e capacità di guardare oltre restino confinate al ruolo di visionari, o peggio, si possa pensare di essi che scombinino le carte per disorientare...

è davvero incredibile, Indopama che questi bene detti frutti ci mettano così tanto a maturare...

Valeria ha detto...

bene detti....attaccato

mario massa ha detto...

@sono solo un misero test

"Ragazzi, fuori dai denti: state difendendo degli amministrati o degli interessi?"

E io potrei dire "stai difendendo una invenzione o fai parte della truffa?"

Se continuiamo con questi toni non se ne salta fuori.

indopama ha detto...

io credo (ma e' il mio punto di vista) che nella vita occorra prima avere una visione di insieme, anche se approssimata.
poi e solo poi ci si addentra nei dettagli che si desidera conoscere e coi quali giocare.

prima scelgo cosa sperimentare e il modo di giocare con gli altri (se fossi solo al mondo ci sarebbe da spararsi quindi gli altri sono FONDAMENTALI), poi vado a comprare il giocattolo che meglio si addice allo scopo.

il giocattolo (e-cat) e' il dettaglio finale, non e' quello che decide lo scopo principale.

invece vedo che ci si lascia facilmente trascinare dal giocattolo (che ancora non c'e') perdendo di vista lo scopo principale.

il giocattolo potrebbe anche risultare non interessante e magari potrebbe anche essere meglio cambiarlo con un altro se non ci diverte abbastanza. i bambini fanno proprio cosi', dopo un po' lo gettano ma continuano a giocare con qualcos'altro perche' lo scopo e' il giocare. noi adulti facciamo lo stesso con dei giocattoli diversi.

non dipendiamo quindi dall'e-cat come non dipendiamo da NESSUNA COSA che vediamo la' fuori (se questo e' difficile da capire si puo' lasciare da parte).
la spinta viene dal giocare tra noi perche' giocando si scoprono tante cose e si provano tante emozioni, i giocattoli sono meno importanti di quanto possiamo pensare, infatti i bambini si divertono con qualsiasi cosa, l'importante e' che ce ne sia una nuova nel momento in cui quella vecchia non e' piu' interessante.

si puo' giocare alla guerra anche con una tastiera di un computer, come si puo' ben vedere. anche cosi' e' possibile scontrarsi con gli altri se e' quello che si decide di fare, non serve al bomba atomica.

un giocattolo vale l'altro, se lo scopo del gioco e' lo scontro troveremo sempre il modo di realizzarlo con qualunque giocattolo ci troviamo fra le mani.

sono solo un misero test ha detto...

@mario massa:

se questi ti sembrano toni accesi, alla quarta volta che ti (vi) pongo la stessa domanda e non rispondi, lascio i lettori ragionare con la propria testa; esattamente quello che proponi relativamente all'inevitabile rifiuto da parte di Rossi di sottoporsi ad una validazione da parte tua. Non ti sembra una cosa civile? Rugbystica, come ci siamo gia' detti, ma civile.

Per parte mia rispondo alla domanda: non faccio parte della truffa e sto cercando, nel mio infinitamente piccolo, di difendere una notizia che si cerca in tanti modi di nascondere. E' nel mio interesse, salvo che qualcuno non si degni di convincermi razionalmente del contrario.

Torno a chiederti: perche' state cercando il rifiuto di Rossi per poi sventolarlo come un insegna nemica conquistata? Magari state facendo il mio (malinteso) interesse, e nel caso, se e quando verra' fuori, ti ho gia' detto che te ne rendero' onore. Da uno che non intende in questo modo il bene comune, ma comunque onore. La risposta "vogliamo solo un test per amore della verita'" va benissimo, ma poi non si potra' commentare nulla sull'eventuale rifiuto di Rossi, altrimenti la coerenza, la logica e la scienza vanno a farsi benedire.

@valeria:

non ho la capcita' di guardare oltre, sono un netizen comune. Devo andare su TOR? Li' c'e' qualche riscontro credibile di cio' di cui vagheggia indopama? Appena trovero' questo riscontro andro' nei forum appositi a parlare di questo argomento. Questo topic parla della storia di Andrea Rossi.

piero41 ha detto...

Dialoghi di un paranoico con un fantasma ...(Cures)
" Il peso specifico pubblico di una pubblicazione scientifica è superiore a quella di qualsiasi gruppo di benintenzionati." Forse negli USA chissà. Cures non mi può venir a dire che una validazione, uno studio alla Sapienza d Roma sia più affidabile del giudizio di un gruppo che conosciamo : Massa , Vettore ecc. Non conosco i componenti di UniBo , certo nell'universita attuale la presenza di gruppi legati da interessi politici, economici e di potere è molto forte dovunque ed i risultati delle analisi potrebbero esserne influenzati anche se non propio stravolti com'è avvenuto in passato. Poi ufficialmente può esser diverso.. Le valutazioni ed i risultati nei media pubblici mostrano un gran settorialismo, fino all'inganno.
"Queste attività, per loro natura delicate, hanno coinvolto soggetti importanti che avevano la necessità di agire nella più assoluta riservatezza richiesta dalle fasi preparatorie di programmi lunghi, costosi e impegnativi. La gestione della immagine pubblica è una delle concause che ha impedito di ottenere i risultati sperati." Mi sembra che Cures da buon militare sia un po' troppo abituato ai segreti ed alle procedure "riservate" che permettevano percorsi tranquilli e protetti però ultimamente mi sembra anche nell'esercito sono apparsi sintomi di intrallazzi e deviazioni entro queste protezioni. Ormai nelle nazioni più sviluppate i media controllano ed analizzano tutti i percorsi e gli enti della vita democratica in genere a tutela(?) per quanto possibile dei cittadini dalla straripante corruzione politica. Sicuramente i grandi progetti energetici con tutte le potenti lobby che proteggono interessi consolidati possono esser ostacolati più facilmente da quest'ultime, è allora una quistione di volontà politica che magari si appoggia a settori diciamo più maturi responsabili e moderni della società per portare avanti quei cambiamenti, sotto gli occhi di tutti però...
"in una sorta di spettacolo di grande successo facendo indietreggiare nell’ombra chi invece era in grado di dare consistenza e concretezza alle iniziative intraprese." Ripeto o forse Cures è rimasto molto criptico ed io non ho capito la situazione reale, o continuo a pensare che lui sia abituato troppo al mondo dei segreti militari. Non vedo in questa situazione diciamo perchè Ansaldo o la Siemens attraverso una iniziale richiesta di Rossi al governo o meglio viceversa non possa iniziare una serie di trattative e di studi di sviluppo sotto gli occhi di tutti per crear posti di lavoro e ricchezza italana. Non si parla di armi o di aerei da combattimento invisi alla popolazione.. " la verifica passa attraverso il vaglio di esperti per i quali è indifferente il parere di chiunque, Università comprese" Appunto per quello io parlavo di contatti fra Rossi ed imprese di stato italiane con i rispettivi tecnici ed ingegneri, senza coinvolgere i baroni ed i principini della "ricerca"
"vista l’assenza di risultati, l’anticipazione fatta delle prestazioni misurate del modulo Ecat sono anche la mia personale pietra tombale sul tentativo fatto di avviare un programma di interesse nazionale " Penso che alluda all’assenza di risultati nel tentativo fatto di avviare un programma di interesse nazionale , altrimenti di cosa staremmo a parlare?? E' evidente che nel mondo di "amici politici e d'interesse" il tentativo di una sola persona di mentalità un po' militare e diciamo molto integra non poteva che fallire.. Certo una persona che ha la fortuna e la responsabilità di trovarsi nella sua situazione non può fermarsi, deve trovarsi nuovi compagni (politici, economici che so!! il nostro Blog.... con i quali continuare prima di tutto a far conoscere e far accettare Rossi ed il suo e-cat come macchina funzionante poi verrà il resto... Potrebbe esser molto utile alle iniziative del Blog. Chissà se il fantasma potrà ascoltarmi???

Anto ha detto...

@Test
@Mario
e anche @Piero con cui ne ho parlato.

In effetti non capisco dove si voglia arrivare. Forse sono (stata) ingenua nel pensare che un ennesimo rifiuto non avrebbe fatto troppo male?

Forse si punta invece a danneggiare Rossi in ogni caso?

indopama ha detto...

@sono solo un misero test

non importa andare su TOR,
se cerchi lo scontro (il motivo del gioco) ogni pretesto e' buono e anche il giocattolo computer+internet e' perfetto per tale scopo, sei tu che decidi come giocarci.

anche con una bambola se ce la diamo in testa possiamo giocare alla guerra, il giocattolo e' irrilevante.

con questo intendo il fatto che siamo ignoranti (sempre inteso senza offesa ma nel senso di ignorare, non conoscere), non ci accorgiamo nemmeno a che gioco STIAMO GIOCANDO e ci illudiamo che sia il giocattolo a fare il gioco mentre invece siamo noi.

NOI siamo la componente principale, se non ne siamo consapevoli allora siamo ignoranti ed il limite e' questo (l'ignoranza) e non tutte le altre illusioni che creiamo allo scopo di ELUDERE l'attore principale, cioe' NOI STESSI.

siamo adulti o cosa?

i bambini con le armi troppo potenti si fanno male, prima diventano adulti (maggiore conoscenza e consapevolezza delle proprie azioni) e poi gli si da qualcosa di appropriato con cui continuare a giocare.

indopama ha detto...

concludendo:

questo topic NON PARLA della storia di Andrea Rossi ma parla della vostra storia presente attraverso quello che scrivete.

se andate a rileggere tutti i differenti articoli ci troverete sempre nei commenti le stesse cose e cioe' lo scontro tra due fazioni.

cio' di cui parla l'articolo e' irrilevante, la componente principale e' AZZUFFARSI.
questo, a mio modo di vedere, e' avere la visione generale di cosa uno sta facendo, poi vengono i dettagli sul come e sul cosa azzuffarsi.

mi sembra, sempre a mio modesto parere, che manchi la visione d'insieme, quella cosa che fa la differenza tra un adulto ed un bambino.

il bambino fa quello che si sente di fare senza tanto accorgersi che lo sta facendo, lo fa e basta. l'adulto col tempo ne diventa consapevole, cioe' e' consapevole ogni istante di quello che fa.
e' consapevole che l-ecat e' un pretesto per AZZUFFARSI.

ho terminato.

Bura ha detto...

@misero test
Leggi molto bene questa storia fra le righe, e i comportamenti, le strategie dietro le quinte ogni tanto si riescono quasi a vedere.. La mia impressione è che comunque stiamo giungendo alla fine di questa fase, e passeremo ad una nuova.
Speriamo che sia una stagione migliore, sarei curioso anche io di capire le ragioni di tutto ciò, era necessario? Perchè?

GPT ha detto...

@miserotest
Sono di certo lento io ma non capisco cosa siano gli amministrati (intendi forse i cittadini?).
Di certo io non ho interessi in gioco se non quelli di chiunque (come te mi sembra di capite) voglia migliorare la situazione energetico/economica/ambientale in modo ovvio.

Non ho alcun interesse a danneggiare Mr. Rossi, anzi vorrei pubblicizzare, promuovere e fare tutto il possibile per portare avanti (se verificata) la sua scoperta.
Non comprendo invece come questa cosa possa danneggiare il Rossi. Domandare è lecito credo (se siamo ancora in almeno una parvenza di libera società), altrettanto avere opinioni e evidenziare (in caso) incongruenze.
Nulla viene tolto a studi o altro, anzi io vorrei anche togliere di mezzo con il mio impegno (per quel che posso) ogni possibile parvenza di insabbiamenti e complotti.
Non credo si debba aver paura della verità e ugualmente in queste questioni non credo in una verità "rivelata".
Pensa che a mio personale avviso non è neanche importante dimostrare esattamente un COP di 6 (o più) come dichiarato, basta un >2 per dare una svolta.
Che c'è di male o strano in tutto ciò? Che danni/paura/fastidio da'? Non sono ingiurie n'è falsità non ci sono doppi sensi, trattasi di idee troppo lineari e dirette?
Si è ora deciso che occorre nascondere il tutto, sottacere e non far rumore quando fino a poco fa si scriveva a più riprese che i poteri forti Etc Etc volevano loro nascondere e insabbiare?
Il mondo a volte lo si fa più complesso di quel che è anche se.... sicuramente più interessante affascinante e avventuroso non ho dubbi :)!

GPT ha detto...

@Anto
Ma cosa è questa idea che si vuol danneggiare Rossi? Ora siamo arrivati al punto che chiedere l'ovvio, proporre idee e voler conoscere è foriero di danni? Tu cosa ravvedi di scorretto?
Non è che stiamo parlando di fare una operazione a cuore aperto, o di scalare l'Everest in ciabatte :)!
Non mi sembra (tra l'altro) che Rossi faccia come Piantelli che non dice nulla, non rilascia alcuna dichiarazione, non si fa intervistare o altro anzi...

Bura ha detto...

@GTP
Il problema si ha se si vuole, a fronte di un rifiuto che io giudico certo, strumentalizzare ciò per appannare ulteriormente la credibilità di Rossi. A che pro?

sono solo un misero test ha detto...

@anto
@GPT

certo, se Rossi rifiuta senza motivazioni o addirittura ci ignora mi pare lecito rendere pubblico questo comportamento e la gente ragionerà con la propria testa.

e' una citazione. ripetuta, con formule diverse perche' il giovane e' indubbiamente preparato (detta cosi'suona malissimo, ma e' un complimento), in diversi post. perche' si capisse.

@GPT
quindi se sei cosi' lineare sei d'accordo fin d'ora che un rifiuto/disinteresse totale di AR non cambia in alcun modo lo scenario? E' un tentativo un po' pretenzioso che semplicemente ha fatto la fine che doveva fare data l'enormita' dell'argomento in gioco. La pensi cosi'? Se si', allora mettetevi almeno d'accordo, prima.

@indopama:
sto ancora aspettando qualche dritta sul pacchettino di fiammiferi che fa andare un condominio, e sul perche' un COP di 1.2 non serve a niente: pensa che a me pareva una roba epocale, sono ben strano, eh? Adesso viriamo al mistico. Che devo da di'? Sono decisamente piu' in basso di te.

@Bura:
non so perche' qualcuno si agita; tanto anche nel modo in cui le notizie sono state date - a pagina 13 sotto la morte del cagnlino per annegamento, corpo 3 - non fanno alcun danno. Quindi mi sembra sovradimensionato lo sforzo di impedirci di ragionare qui: tutto sommato e' una cosa che rimane in famiglia...

Bura ha detto...

@misero test
A me sembra un lavoro psicologico molto ben fatto per tenere basso il morale e la percezione della cosa, ma a questo punto mi sfugge il motivo vedendo che il gatto è fuori dal sacco.. Vedremo gli eventi penso prossimo :-)

piero41 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
piero41 ha detto...

Ho avuto vari scambi di opinioni con M. Massa, la cosa che mi ha dato più da pensare è la sua estrema determinazione a compiere queste verifiche anche se sa come sicuramente andrà a finire , glielo hanno detto tutti Vettore , tanti altri ed anche Rossi a Celani e al miliardario Australiano.. La sua risposta è "informeremo la gente ed ognuno trarrà le sue consequenze... CHE VUOL DIRE LUI CON QUESTE PAROLE?? COSA VUOL FARE??? Scusa Mario, se, come dici tu, ti esamino come una realtà scientifica..Per ora lasciamo da parte la pagina sull'albo degli ingegneri per informare negativamente i futuri collaudatori. Dunque Mario Massa nel gruppo di collaudatori di 22passi appare come la persona più autorevole,più motivata e molto intelligente (certo più di me) e che poi si può appoggiare ad un gruppo di amici qua dentro e fuori. Solo Vettore m'immagino potrebbe un po' controllarlo ma non vuol parteciparci giustamente.. Con le sue conoscenze e la sua autorevolezza potrebbe in qualche modo controllare quel gruppo Specie ora che si è mostrato salvatore di Celani,anche se forse quello non è stato che un gioco delle parti con gli amici di la per acquistar ancor più autorità e credibilità?.chissà!!
Riceve il no da Rossi, allora con calma e sicurezza potrebbe cercar di uscire con un documento da far firmare alla commissione (alla maggioranza almeno) con una giusta richiesta all'autorità giudiziaria d'intervento. Visto che viene messo in vendita per la prima volta tale impianto, visto che ufficialmente non risultano esser avvenuti collaudi attendibili : un solo eventuale collaudo di Fioravanti non credo sarebbe sufficiente , occorrerebbe o quello di un'università o quello di un importante gruppo di ing collaudatori . Inoltre potrebbe far notare che il dott ha rifiutato la loro offerta gratuita di collaudo sintomo molto brutto. Sarebbe facile per MM far chiedere allora alla maggioranza della commissione un intervento delle autorità per aprire un indagine prima che siano effettuati reati di truffa ed accertare la effettiva verita su tale impianto offrendosi di effettuare tali misure come tecnici esperti del ramo. Naturalmente tale richiesta verrebbe appoggiata da una sorta di petizione di una parte di scettici del nostro blog ai quali sarebbero pronti ad unirsi quelli di Franchini, quelli di Ocasapiens e chissà quanti altri .Poi potrebbero intervenire gli altri media Oltre a mettere nuovamente in cattiva luce Rossi alla fine con tutte quelle firme si potrebbe trovare in Italia un qualche giudice disposto ad affidare l'indagine a M.Massa ed alla sua commissione (o parte scelta). Mario con l'avallo delle autorità potrebbe così controllare autonomamente le verifiche e soprattutto riuscire ad ispezionare le parti e le componenti segrete del gatto, raggiungendo così il fine ultimo postosi??
io mi son fatto questo filmaccio brutto brutto sia perchè forse è di possibile realizzazione ed in ballo e ci possono essere tanti, ma tanti soldi!! E' solo un documentario scientifico diciamo una possibile realtà...però non mi piace quel che sento in questa sua ostinazione a procedere a tutti i costi , forse in essa c'è altro di più oscuro oltre quel che dichiara con tanta convinzione. Scusami di nuovo Mario sono solo ipotesi possibili(?)....che certo non vorrei veder sviluppate, prima di tutto per la moralità della tua persona, non le meriti ...







GPT ha detto...

@misero & bura
Se non si prova a far nulla nulla mai cambierà. Mi sembra che spesso in queste colonne si provi a ipotizzare come poter spingere/promuovere/far conoscere alla massa le LENR. La posizione della verità rivelata a chi è un "onesto razionale" e ha qualche base tecnica nonché di esperienza lavorativa e politica sembra poco efficace. Ad esempio pubblicizzare su giornali (pagando) qualcosa senza basi oggettive tecniche a me sembra sia molto più rischioso. La confutazione del tipo "che cosa è un atto di fede?" è immediata e difficilmente contestabile.
Se arriviamo al punto che anche la semplice verità è qualcosa che spaventa si entra da soli e consapevolmente nel tunnel del mistero/cospirazione/segreti/debunker malfidati/ etc
Un gruppo di tecnici che 2 spicci di anni hanno studiato vuole provarci a dare un contributo (pure aggratise), invece di sostenere la cosa si inizia quasi subito a dire che non è possibile, ma figurati se Mr. R. lo fa fare, lasciatelo lavorare, si vuole affossare tutto e simili. In pratica bisogna sempre affidarsi ad altri e ricevere la verità, appena cerchi di far qualcosa sei visto come un marziano con doppi fini (per fortuna non da tutti!). Insomma come fai fai male e in ogni caso rimanere in silenzio e in mistica attesa è l'unica strada del giusto... vabbe' sono scaduto nel misticismo ora ;)!

GPT ha detto...

@piero41
Film anche interessante ma forse un pochino troppo stiracchiato. La spiegazione lineare del tipo "se non chiedo non avrò risposta" e successivamente "ho chiesto, ho dato disponibilità e il risultato è stato questo" xchè scandalizza tanto? Vettore e Daniele non sono d'accordo e hanno informazioni (riservate e non pubbliche) per cui non hanno interesse quindi li posso capire facilmente, ma chi brancola nel buio che interesse ha nel volerci rimanere?

mario massa ha detto...

@piero41
@Anto

Piero vorrei convincerti che le cose non stanno come supponi (o temi), ma non so da che parte cominciare.

Rispondo prima di tutto a quella che mi sembra la principale incomprensione:

“Torno a chiederti: perche' state cercando il rifiuto di Rossi per poi sventolarlo come un insegna nemica conquistata?”

Non stiamo cercando il suo rifiuto, al contrario stiamo cercando di fare una proposta che possa essere per lui vantaggiosa (ovviamente se il sistema funziona) sul piano commerciale, per questo intendiamo rivolgerci soprattutto a Proia. Abbiamo scritto che se rifiuta una offerta che ci pare solo vantaggiosa SENZA MOTIVAZIONI ci sentiamo in diritto di rendere pubblico questo suo comportamento.

Abbiamo ben chiaro il fatto che anche se il sistema funziona Rossi potrebbe vederci come persone pericolose che fanno tutto questo per secondi fini. Per questo abbiamo cercato di avere tra noi persone che hanno contemporaneamente fiducia in lui e in noi (e noi in questo caso sta principalmente per chi questa idea l’ha sostenuta dall’inizio, in particolare Franco e me). Se questo è il motivo di un rifiuto, chiedo solo a Rossi di parlarne, può essere che si arrivi a concordare modalità del test che lo tranquillizzino al 100%.

Hai mai pensato che se Rossi fosse un truffatore chi gli mette i bastoni tra le ruote potrebbe correre dei pericoli, mentre mi pare ovvio che il buon Franco o io non andremmo certo a minacciarlo fisicamente? Stremmenos e lo stesso Rossi sostengono che la Defkalion è un imbroglio: non pensi che se quello è un imbroglio da quella gente ci si potrebbe aspettare di tutto?

Ti chiedi perché non vado a fare una denuncia. Ho già scritto che se avessi la certezza matematica che si tratta di truffa mi sentirei in dovere di fare un esposto alla Procura: se un cittadino è al corrente di un reato lo deve denunciare.

Ma ho sempre sostenuto che non c’è alcuna prova di questa truffa, ma non c’è nemmeno una prova che non lo sia. Ci sono prove che Rossi ha ripetutamente mentito sapendo di mentire: anche se può avere dei motivi io lo ritengo scarsamente morale.

Un test che dimostrasse il funzionamento dell’E-CAT (basta COP 2) toglierebbe definitivamente il dubbio della truffa e accerterebbe l’esistenza delle LENR. Non riesco proprio a capire come un ragionamento così semplice possa essere considerato pericoloso per Rossi.

A dire il vero mi meraviglio un po’ dell’Anto che essendo in copia alle mail che ci scambiamo non credo possa aver rilevato indizi di complotti contro Rossi. Fa bene a stare attenta e a non fidarsi, ma sarei meravigliato se la sua sensazione fosse quella di trovarsi davanti a più di 10 persone pericolose che attentano agli interessi di Rossi.

In particolare ha scambiato mail e opinioni con Franco per cercare vie meno “aggressive”: se lo conoscesse personalmente come l’ho conosciuto io escludo che una simile idea potrebbe anche solo lontanamente passarle per la testa.

Piero sono quasi certo che le mie parole non potranno cambiare la tua opinione, ma finchè ne parliamo non smetto di sperarci. Fammi tutte le domande che vuoi, se ti pare che a qualcuna non abbia risposto fammelo presente.

nicolaf ha detto...

@tutti
Sono scettico di natura, peggio di San Tommaso, ma continuo a non capire questo atteggiamento di dileggio nei confronti di Rossi.

Mi sono chiesto cento, mille volte. Se fossi un truffatore, dicendo di aver inventato la macchina dell'eterna energia, tenterei di monetizzare IMMEDIATAMENTE o in poco tempo quanto più danaro possibile, ben sapendo che le bugie hanno le gambe corte e verrei scoperto nel giro di poche ore.

Ora Rossi fa l'esatto contrario. Da mesi porta avanti la sua ricerca, tentando di migliorarla, ignorando OVVIAMENTE tutti coloro che chiedono test pubblici. Gli ha già fatti, alla presenza di fisici illustri (e non dei personaggi di questo blog).

Vende la macchina di 1MW a clienti sconosciuti? Beh mi sono detto che le conclusioni sono due:
1) Le misure sono reali, prese direttamente dal cliente e quindi l'ecat funziona
2) Le misure sono fake, spam e di conseguenza il cliente non acquista e denuncia Rossi per truffa.

A questo punto qui prodest, fra pochi giorni avremo un conferenza che ci dirà il 90% di quello che vorremo sapere, ma cmq 10 personaggi non saranno convinti fino a quando non lo avranno a casa loro per dissezionarlo.

Cordialmente
Nicola

nicolaf ha detto...

@tutti
Lancio una provocazione: visto che fino ad ora tutti gli scettici parlano di truffa, ma nessuno di essi palesa il modo in cui questa debba avvenire, vi chiedo: come truffereste un ignaro cliente sia esso un privato cittadino, sia essa una corp militare?

Tutti sappiamo che anche la più potente batteria dopo poco si esaurisce se non ricaricata e quindi provando a supporre dalle dimensioni la massima quantità di energia disponibile entro quanto tempo la truffa verrebbe palesata, sarebbe interessante ragionare sul delta che avrebbe Rossi per scappare con la cassa, ben sapendo che 1 mln di euro non si paga in contanti, ci sarebbe un leasing, ci sarebbero verifiche esterne della società di leasing etc etc etc.

Se fossi un cliente proporrei una soluzione dove Rossi mi NOLEGGIA l'apparecchio, io non rischio nulla e pago mensilmente una royalty in base al consumo effettuato.

Cordialmente
Nicola

robi ha detto...

Abbiamo scritto che se rifiuta una offerta che ci pare solo vantaggiosa SENZA MOTIVAZIONI ci sentiamo in diritto di rendere pubblico questo suo comportamento.

bella questa frase ..sa di ricatto

Mario non capisco questo tuo insistere.
Sinceramente dai l impressione di avere un secondo fine , anche perchè è solo questione di qualche settimana.
parlando chiaro ,Rossi si è sempre arrangiato ,che un ingegnere o 10 ingegneri pretendano una prova ,penso, non gliene interessi un bel niente ,chi sa e ha visto è solo perchè rientra nel piano di commercializzazione voluto dall inventore.
Tu cosa c entri?

saluti

piero41 ha detto...

Massa mettiamo un po' le cose in chiaro su di me in questo Blog: non so nemmeno se son considerato solo come un rompiscatole figurarsi se potrei dar un via libera con un'approvazione. Lo sai il padrone di casa chi è, la volta scorsa mi dicesti che non approvava una verifica più tranquilla, fra amici , con lui giudice reporter, non per questo addomesticata intendiamoci, vera, ma poi da concludersi con cena o brindisi tra amici se tutto va bene , altimenti ognuno a casa sua... Mi domando come fai a pensare che sia contento di quest'altra sorta di verifica, come possa sponsorizzare i collaudatori con la sua targhetta 22passi.. mahhh?? Poi non mi venire a parlare di verifica delle Lenr, non mi prendere in giro, al massimo alla prossima cena parlane con Celani, controlla con lui qualche verifica col suo reattorino.. qua son nanopolveri su fili ma in fondo come quelle di Rossi!! Non ti chiedo certo di creder a quelle che definite teorie complottistiche però incomincia a ripensare ai 2 lavori di verifica riusciti di Fles.&Pons e ritrovati insabbiati e a tutti gli altri 17000 citati da Pens ed a quel che dicono a NI.. Forse è veramente da 24 anni che queste Lenr Ufo funzionano(più o meno) e sono tra noi... Allora mi sembra molto specioso questa richiesta di verificare le lenr propio sull'e-cat...
Non puoi negare che negli ultimi giorni non sia accaduto niente di nuovo!! quella foto che probabilmente è costata molto cara a Cures (fuori??) le sue informazioni sul forum (chiacchere dirai) Mi sembra che la situazione di Rossi abbia subito una notevole accellerarione in avanti e le tue posizioni siano ora molto sorpassate.... Ma la prova oggettiva non c'è!!, ma è necessaria propio ora ? Non ha ragione Vettore : aspettiamo le prossime evoluzioni.. Oltre che pericolosa** ritengo la verifica anche molto inopportuna, riterrei molto più utile agganciare in qualche modo Cures e con la sua esperienza cercar di portar Rossi verso un Ansaldo o simili e li far svolgere prove vere e gli studi fra personale tecnico operativo. Questo si che sarebbe un obiettivo molto importante!! Ma tu cosa puoi offrire a Rossi, l'hai già detto che non siamo in una zona climatica economicamente conveniente per 1 sola ditta. Forse solo un comune con un grande progetto integrato fra teleriscaldamento di abitazioni, capannoni e poi serre ed allevamento potrebbe usare adeguatamente 1 o 2 impianti dislocati sul territorio...
(**) Pericolosa in quanto come dice spesso Cures, quando ci poniamo in una posizione pubblica e mediatica molto visibile poi dopo siamo costretti a proceder in avanti molto linearmente, senza poter far tanti distinguo e correzioni: conosci da dove parti e le tue convinzioni ad agire ma poi non sai dove la spinta, la deriva mediatica ti potrà condurre. E questa della prova è una situazione mediatica che potrebbe assumere tutte quelle caratteristiche stritolando le buone intenzioni e la volontà di chi c'è dentro. Penso che Rossi non ne sia nemmeno lontanamente cosciente come è accaduto un po' con Krivit....
Ne ho dette tante e non credo ti siano piaciute molto, ma sai poi sta a te decidere .. Comunque un abbraccio come dice Daniele con una sua bella espressione!!

Anto ha detto...

@Mario
>A dire il vero mi meraviglio un po’ dell’Anto che essendo in copia alle mail che ci scambiamo non credo possa aver rilevato indizi di complotti contro Rossi. Fa bene a stare attenta e a non fidarsi, ma sarei meravigliato se la sua sensazione fosse quella di trovarsi davanti a più di 10 persone pericolose che attentano agli interessi di Rossi.


Non è che creda nella malafede, ho sbagliato nella scelta delle parole. Ciò che temo è un danno derivato dallo (cito qualcuno) "sbandierare il rifiuto". Sarei più contenta se la notizia del rifiuto venisse data in modo..normale, come è successo per Celani, l'australiano e...c'era qualcun altro...


mario massa ha detto...

@robi
“Sinceramente dai l impressione di avere un secondo fine , anche perchè è solo questione di qualche settimana.”

Non so la tua storia, ma io sono un ingegnere progettista che si è interessato per pura passione alla ff dai tempi di F&P. Arriva uno che ha risolto tutto e dovrei stare lì ad aspettare con le mani in mano? Sarebbe come chiedere a un chirurgo di continuare a tagliare i malati di cancro quando un medico dichiara di avere pronta e in vendita una pillola che sconfigge il male in un’ora.

Se fosse questione di qualche settimana ti darei perfettamente ragione, ma secondo me non ci credi neanche tu: questa frase la sento dall’anno scorso.

Non stiamo facendo la gara con nessuno: dieci ingegneri hanno detto basta, è ora di chiarire questa storia. Se guardi la tempistica scoprirai che questa nostra proposta è nata molto prima della notizia dei futuri test di UniBO. E non è che ce l’abbiamo con Rossi: se ti ricordi avevamo chiesto la stessa cosa con Defkalion (e io fui persino minacciato di querela e bannato dal loro sito).

Non sei stato tu, ma ho visto un commento che avanzava la tesi che questi 10 ingegneri vogliono un E-CAT per aprirlo e copiarlo: io accetto di parlare con tutti, ma non con chi dice apertamente menzogne. Abbiamo sempre detto che chiediamo un test alla presenza di Rossi, nel suo capannone o dove vorrà e alle sue condizioni.

Se devo essere sincero questo cominciare persino a mentire spudoratamente per cercare di fermarci pare sospetto a me. Ma voglio pensare che sia solo la reazione di persone che inconsciamente sanno che questo test con ogni probabilità avrebbe esito negativo e con questo cancellerebbe il loro bellissimo sogno.

mario massa ha detto...

@piero41

Spero che alla cena del 22 ci saremo entrambi: forse davanti a un piatto di strozzapreti con salsiccia e con il buonumore di Sandro riusciremo ad avvicinare le nostre posizioni.

"Forse solo un comune con un grande progetto integrato fra teleriscaldamento di abitazioni, capannoni e poi serre ed allevamento potrebbe usare adeguatamente 1 o 2 impianti dislocati sul territorio..."

Attento, stai sbagliando gli ordini di grandezza: un E-CAT da 1MW può al massimo servire un paio di condomini con 5 piani. Un piccolo comune di 5000 abitanti avrebbe bisogno di qualcosa come 30 gattoni per le sole abitazioni civili.

Red5goahead ha detto...

@mario massa

Domande:

1) è possibile che con la tecnologia e-cat si possa pensare al teleriscaldamento anche in comuni con un basso numero di abitanti ? immagino che per grandi centri sia più facile ammortizzarne i costi . nell'esempio che Lei faceva il classico comune con 5000-10000 abitanti.
2) quanto sarebbe integrabile la tecnologia e-cat in grosse città che hanno già il teleriscaldamento.
grazie.

sandro75k ha detto...

scusate ma se devo "sprecare" gli e-cat per il teleriscaldamento, non si fa prima in un Paese come l'Italia ad usare il geotermico a bassa entalpia? Poi se l'E-cat ce lo dobbiamo mettere anche per riscaldare il caffè è un altro problema!

sandro75k ha detto...

@Mario Massa

mi raccomando, è un pranzo!!! Se arrivi in ritardo non trovi neppure l'ombra degli strozzapreti :)
..scusate tutti se il menù è eccessivamente "Light"!!!

sandro75k ha detto...

adesso come adesso, l'E-cat se funzionasse lo userei solo per l'acqua calda degli chalet in montagna... Effettivamente ci sono troppi metodi concorrenti. Sono molto più interessato all'aspetto meramente fisico delle LENR che alla questio Rossi di cui comincio ad annoiarmi... Non ce lo vuole fare vedere? Cosa piange?

piero41 ha detto...

@Anto
Rileggevo indietro, Ma tu non sai come farsi calcolare il bioritmo??, con i ciclo fisico, emotivo e intellettivo. Dice che alcune compagnie aeree lo calcolano ai piloti o ai giocatori per vedere se sono in forma. Di massima quando ciclo fisico ed emotivo sono entrambi tutti in basso nella curva è una giornataccia vuota e senza forza o simile.!! E' divertente anche per vedere l'altro come andrà ehh!! ed anche tu.

http://www.bioduct.org/bioritmo.html fa un bel grafico
http://www.bioritmi.info/htm/cicli.htm qua molte spiegazioni

piero41 ha detto...

@ M. Massa
Si hai ragione ,diciamo intendevo un progetto esteso sai com'è certa campagna : qualche capannone dietro, nella strada pricipale qualche villetta e casette, poi nei pressi si riutilizza l'acqua calda in qualche serra o allevamento. Magari poi accorrerebbe anche un'altro gattone con la turbina per l'energia.. Forse Proia dovrebbe basarsi spesso sui comuni per diffondere schemi base per riunire tali piccoli clienti diffusi con le opportune tubazioni di collegamento. Oppure riscaldamento per scuole, centri sociali vari, sportivi. I comuni quindi.. Con loro Rossi dovrebbe puntare al pagamento dell' energia, i soldi per investimenti son pochi ma rischio di fallimenti bassi...quindi. Per le imprese singole pochi investono e i rischi di chiusura son alti... è molto peggio. Comunque sta a loro studiare i clienti e gli investimenti migliori. Macchè 1,5 M , producendo quà trova laboratori che gli producon i pezzi a meno di 1 o 2 centoni. Raddoppiando può montare e guadagnare alla grande... I ragazzi neri purtroppo li fanno avorar per,,,, e qua vanno benissimo mi sa... sbaglierò..

Anto ha detto...

@Piero

grazie dei link, li studierò :)

mario massa ha detto...

@Red5goahead
Passo al tu come siamo soliti usare qui se non c’è un motivo particolare per tenere le distanze.

1) Se l’E-CAT funziona non ci sono limiti alle applicazioni. Questo è quello che lascia esterefatti: se funziona Rossi è un genio ma è assurdo che un laureato in filosofia che non sa nulla di progettazione voglia sviluppare da solo tutte le applicazioni. Come se Volta, una volta ideata la pila, avesse pensato di sviluppare da solo motori, radio, televisione e computer.

Doveva trovare il modo di farsi pagare a peso d’oro, ma nel più breve tempo possibile aprire la tecnologia a tutti: pensa se migliaia di fisici e ingegneri in tutto il mondo ci lavorassero! Altro che teleriscaldamento nel paesello.

2) Altra domanda che si collega alla prima: tutti gli impianti di teleriscaldamento di una certa dimensione (lo abbiamo anche qui a Reggio) hanno la centrale in cogenerazione. Finchè Rossi non sarà in grado di produrre vapore a pressione ragionevole non ha senso inserire la sua macchina in un impianto esistente. E anche pensando di volerlo inserire quale amministrazione lo farebbe mai sapendo che bastava aspettare 2 anni e si sarebbe potuto installare il gattone che fa anche elettricità? Se l’E-cat funziona Rossi è un genio, ma certamente non dal punto di vista commerciale: o la storia del gattone che fa elettricità se la teneva per sé, o doveva aspettare e uscire direttamente con quello.

O almeno quello solo termico doveva poter lavorare a 8-10 bar per poter sostituire le caldaie industriali. E invece ha inserito il cuore in una scatola a pareti piane! Non lo avrebbe fatto nemmeno un ragazzo dell’ITI.

Se l’E-CAT funziona Rossi è il peggior nemico di se stesso.

mario massa ha detto...

@Piero41
I tuoi progetti sono bellissimi e razionali se l'E-CAT funziona. Ma se come penso io non funziona, come potrebbe vendere energia con qualcosa che non la produce?

Red5goahead ha detto...

@mario massa
grazie a te per le risposte.
Rossi sembra vivere da sempre alla giornata e queste evoluzioni sia dell'e-cat "secco" e di quello "elettrico" non erano previste o pianificate. Quindi davvero poco credibile come truffa.
Tuttavia comprendo perfettamente che in mancanza di alcuna certificazione un semplice principio di precauzione faccia prevalere il tuo pessimismo.

piero41 ha detto...

@ M.Massa
Se un oggetto da valutare non è accessibile possiamo intanto incominciare a valutarlo dala rete delle sue connessioni al contorno più accessibili..
1) la propietà della Leonardo: sono i nonni di Castelpirimpina? Mr White and BlacK ( sconosciuti)? o il Mr di qualche media o grossa societa?
2) la rete dei rappresentanti specie in USA, in Canada tutti perfetti sconosciuti da due euro o anche medie e floride società...
3) La produzione: è iniziata da qualche parte? si parla di qualche sua fabbrica in USA? di investimenti della società?
4) I militari: che ruolo hanno nella propietà, nella ricerca..a Bologna?? Tutta la segretezza che lamentava Cures e che non lasciava filtrare notizie sicuramente era dovuta a loro..Rossi e gli altri che lavorano sono liberi o controllati a vista, quasi relegati...per sicurezza..
5) Cures? è stato cacciato fuori? Mario sinceramente come collega validatore come lo ritieni. Ricorda che è un militare (di un mondo forse diverso per metodologie, valori dei set up che so, poi in pensione di nuovo con metodologie precedenti forse (tiro ad indovinare, quindi non c'è bisogno " ma come poteva collaudare.!!." Se tu provassi a contattarlo sull'altro forum sui valori e metodi del collaudo del 28 /10/11 Dice di non dipender da nessuno.. ormai quel collaudo è vecchio e superato, stai sicuro che lo ricorda a mente, ed a te quei dati potrebbero dare tante informazioni, forse più di quelle che cerchi da Rossi. Poi ci sarebbero i collaudi più recenti ......
Dai punti 1 e 2 si dovrebbe già avere forti indicazioni se siamo in presenza di una sola o di un'inizio di adeguata commercializzazione... di un/più oggetti forse ancora non di serie ma sicuramente commerciabili e quindi funzionanti...potenzialmente.
La 3 e la 4 dovrebbero dare uno spaccato dell'attuale situazione, riguardano più i tempi e modalità di sviluppo.

La 5 la devi svolgere tu , potresti ottenere facilmente risultati importanti per capire, non porre scuse altrimenti si può pensar male...probabilmente solo a te potrebbe rispondere ma calma e giudizio come riesci a fare benissimo quando vuoi..

Una volta a Tia bastava chieder qualche link , qualche informazione e poco dopo era lì, ti sfotticchiava un po' ma la risposta era giusta. E' possibile che non arrivi a niente dei punti 1/4 ?? ehh Sembra un sopravvisuto senza futuro!! impressioni spero sbagliate..

Anto ha detto...

e questo?
http://mobilita.ecoseven.net/news-mobilita/benzina-a-40-centesimi-al-litro-si-ottiene-dai-rifiuti-ed-e-pulita

"Un carburante a 40 centesimi al litro. Non è un sogno, ma una realtà che in questi mesi di caro-benzina farebbe felici tantissimi automobilisti. La notizia rende ancora più felici se si pensa che il carburante è pulito ed è ottenuto dai rifiuti. A dimostrare che è possibile realizzare benzina economica dagli avanzi di cibo sono stati gli esperti dello statunitense Gas Technology Institute, durante una sessione del meeting della American Chemical Society, in corso a Philadelphia.

Gli esperti del Gas Technology Institute hanno realizzato già i primi impianti pilota in grado di trasformare tutti gli scarti biologici in gasolio e benzina. Come avviene la trasformazione di rifiuti in benzina? Grazie alla tecnologia chiamata Idropirolisi e Idroconversione Integrata, che utilizza una serie di catalizzatori chimici, già brevettati, per produrre idrogeno a partire dalla materia prima, costituita appunto da qualunque sostanza biologica.

Possono essere convertiti in benzina, diesel e, più in generale, carburante economica e pulita sia i rifiuti 'umidi' sia le alghe. Il processo di trasformazione e riciclo è già stato valutato dal Dipartimento per l'Energia statunitense, che ha stimato il costo del carburante risultante in circa due dollari al gallone, appunto 40 centesimi di euro al litro. Entro il 2014 avremo degli impianti capaci di produrre fino a 80mila litri di carburante al giorno."

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@anto
Quello che hai linkato è:
1) la risposta a chi non crede che Rossi producesse carburanti dai rifiuti;
2) spiega perchè Rossi sia in così buoni rapporti con gli Usa, a chi abbia venduto la tecnologia Petroldragon e come sia risorto dalle sue cenere dopo che gli han fregato ben benino in Italia.
Solo supposizioni mie ovviamente! :)
Un abbraccio

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@anto
P.S. Maledetto iPhone! errata corrige (prima che spunti Shine!!!):
LO HAN FREGATO
:)))))

Anto ha detto...

@Daniele

:D

robi ha detto...

Daniele
indubbiamente è strano leggere di una scoperta (oggi) che già si sapeva.
Ricordo che Matt Lewan (su nyteknik)parlando di petroldragon diceva di averne studiato il processo chimico e ammetteva che era una scoperta troppo avanzata per quei tempi (che intendesse per convincere gli scienziati?)ed infine concludeva specificando che ci pensò la mafia e le persone di potere corrotte a metter fine a qualsiasi sviluppo.

mario massa ha detto...

@piero41
"La 5 la devi svolgere tu"

A contattare Fioravanti ci abbiamo già pensato e se ne è parlato all'interno del gruppo. Franco Morici ci ha già provato spiegando i nostri intenti ma fino ad ora nessuna risposta.

Sono d'accordo con te, riuscire a parlarci sarebbe molto importante.

Mi chiedi un giudizio su di lui: non posso esprimermi sulla base del poco che si è visto, ma io avrei adottato altri metodi, in particolare avrei fatto la verifica che il calore che usciva con l'aria dei condensatori (valore poco preciso ma affidabilissimo) fosse congruo con il valore misurato per altra via più precisa ma più facile da "barare".

sandro75k ha detto...

@Mario Massa

Io ho scritto a Fioravanti e gli ho dato la tua e-mail nel caso volesse aprire un confronto. Se non ti contatta significa, forse, che ti evita di proposito. La tua mi sono permesso di darla perchè la rendi pubblica anche in queste pagine, altrimenti non lo avrei mai fatto!

sandro75k ha detto...

..viceversa, non sono autorizzato!

sandro75k ha detto...

ma ad ogni modo ci legge...

mario massa ha detto...

@sandro75

"Io ho scritto a Fioravanti e gli ho dato la tua e-mail"

Grazie Sandro, hai fatto benissimo.
Non ho ancora prenotato per il pranzo ma a meno di contrattempi ci sarò (puntuale!) e prenoterò entro il 15.

piero41 ha detto...

@ M.Massa
"A contattare Fioravanti ci abbiamo già pensato ... Franco Morici ci ha già provato ....ma fino ad ora nessuna risposta. .., riuscire a parlarci sarebbe molto importante." ma poi su cobraf.forum niente e qua..
sandro75k @Mario Massa : " Io ho scritto a Fioravanti e gli ho dato la tua e-mail nel caso volesse aprire un confronto. Se non ti contatta significa, forse, che ti evita di proposito... ma ad ogni modo ci legge..."
mario massa @sandro75 :"Io ho scritto a Fioravanti e gli ho dato la tua e-mail"

A parte il caos di tre recapiti mail, con tutti questi pasticci perchè una gola profonda dovrebbe comunicare notizie sensibili a" sconosciuti" correndo il rischio che poi fuori ne potesse uscire la metà e magari solo per la parte comoda per quest'ultimi.. mentre tutti noi rimanevamo all'oscuro o su verità "di vostra parte".Segretezze sempre segretezze.... Anche al pranzo era chiaro che da solo il "traditore" non poteva venire a parlare!! quindi perchè bruciarlo subito così??

Forse era era molto più semplice e chiaro contattarlo nel forum chiedendo lì la risposta visibile a tutti. Se i dati non erano più sensibili li avrebbe potuti rivelare a tutti, davanti agli occhi di Rossi e degli altri che... se non poteva rivelarli cosa potevate sperare in più? Invece così si brucia più facilmente subito e la colpa è sua e dei suoi possibili "inghippi" con Rossi e si può ritornar subito alla strategia iniziale !! Il comportamento più semplice e chiaro fin dall'inizio avrebbero fatto capir chiaramente chi evitava il colloquio , ora invece speriamo che qualcosa possa funzionare lo stesso, altrimenti resta sempre un pesante dubbio che in fondo la trattativa fosse meglio che nemmeno iniziasse !! .. A pensar male Valeria allora come dice la battuta...
Ti arrampichi sugli specchi mi potete facilmente rispondere... però con tutti questi..... il dubbio di malafede resta...

RED TURTLE ha detto...


Le applicazioni delle tecnologie LENR, al livello dichiarato da Andrea Rossi e da Cures (Fioravanti) sono talmente vaste che possiamo dire che aprono la chiave del XXI secolo.

Attualmente, dal punto di vista tecnologico ci troviamo nel XX secolo, ma anche più indietro...

La maggiore fonte di energia è il carbone che muove turbine a vapore, seguita da petrolio e gas. Abbiamo visto il petrolio che disastri combina nei mari, per non menzionare le guerre che si combattono a causa sua.

Le fonti alternative, o sono limitate geograficamente come capacità complessiva (dighe) oppure sono limitate nel tempo (eolico) oppure limitate nel tempo e anche molto costose.

Il nucleare (che ha un rendimento appena del 30%) ha una tecnologia che è ancora quella dei reattori di Three Miles Island (con qualche miglioramento nel contenimento, nei sistemi di controllo, e altri aspetti marginali)... attualmente in America non esiste un deposito centralizzato per le scorie nucleari.

Inoltre, nessuno vi racconta del disastro ambientale che provocano le miniere d'uranio in luoghi come il Ciad, causando malformazioni e tumori tra i bambini.

Giustamente, la SIEMENS ha fatto i suoi conti che l'hanno portata ad abbandonare l'alleanza con AREVA.

Ed è plausibile che cercando una tecnologia nucleare del "futuro intermedio" abbia aperto le porte dei suoi laboratori ad Andrea Rossi, in quanto portatore di una promessa, di un biglietto della lotteria forse multimiliardario dal costo davvero irrisorio.

Per la teoria dei giochi conviene credere a Rossi, anche se forse dopo tre mesi i primi reattori si potrebbero arrestare in panne oppure fare un bel botto.
--------------------------------------------------
Giancarlo Rossi

piero41 ha detto...

"Per la teoria dei giochi conviene credere a Rossi, anche se forse dopo tre mesi i primi reattori si potrebbero arrestare in panne oppure fare un bel botto." Propio per questo e per "il loro costo davvero irrisorio." una società seria ed affidabile come SIEMENS inizia rapidamente a studiare, realizzare e testare nella durata tali possibili centrali di Rossi. Propio per questo, come dicono alcuni personaggi su Cobraf.forum, forse anche a noi italiani non resta che sperare che i tedeschi rendano operativa rapidamente quella tecnologia. Purtroppo se dovesse dipendere dalle nostre ditte sicuramente i prezzi e i tempi della commercializzazione raddoppierebbero con qualità diciamo verificabile dal confronto Fiat-Mercedes. Ma perchè i nostri politici, i nostri responsabili della ricerca , i nostri dirigenti e i finanziatori non possono esser come quelli tedeschi o francesi... intrallazzi, amicizie e bustarelle sempre..

sandro75k ha detto...

@Piero 41

nessun caos.. gli abbiamo dato la mail "unica" di mario massa"... se vuole lo contatta. Tutto qui. E' inutile tirarla per le lunghe!!!

piero41 ha detto...

@sandro75
Ho scritto: (A PARTE il caos..). "perchè una gola profonda dovrebbe comunicare notizie sensibili a" sconosciuti" correndo il rischio che poi fuori ne potesse uscire la metà e magari solo per la parte comoda per quest'ultimi.. mentre tutti noi rimanevamo all'oscuro o su verità "di parte"...e poi"Forse era era molto più semplice e chiaro contattarlo nel forum chiedendo lì la risposta visibile a tutti...anche a Rossi...." ecc Segretezze sempre segretezza.è questo che non mi piace e può spingere i più sospettosi...Comunque sono semplici opinioni le mie ehh!! probabilmente inutili però...

piero41 ha detto...

@Sandro
Poi c'è un'altra cosa Sandro che non mi torna molto Innanzi tutto, tutti ti ringrazieranno per il tempo e la fatica che hai speso per organizzare il pranzo però non mi piace quando ieri a Paolo:"Chi non ama il confronto, che sia sulla calorimetria o a tavola è sempre sconfitto" tavola e calorimetria?La tavola per me era con gli amici mezza vita fa quando la cena dopo vari giri finiva alle 4 di notte nel rito in fila sul muro (da imbecilli traballanti)con " Ohh, Ohh .. chi non pi@@ia in compagnia o è un ladro o è una spia!!!" e via, ma il confronto d'idee o politico perchè deve avvenire guardandosi in faccia davanti ad un buon pranzo, non è che lì si può creare questa mentalità it. dell'intrallazzo e della mazzetta? in fondo devo dar ragione Paolo... E in piccolo nel blog non è che il gruppo d'amici creatosi in seguito tende a separarsi dagli estranei a contrastare specie se qualche amico ha detto una cappellata. Le discussioni sarebbe bene avvenissero tra menti e problematiche, non tra persone delle quali conosci mogli o figli e per questo più o meno simpatiche. Comunque scusami perchè son sempre un gran rompiscatole.... :))

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails