Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

venerdì 8 giugno 2012

DNA, waves and water

Vi ho citato spesso nell'ultimo anno, un lavoro di Luc Montagner ed Emilio del Giudice. Per la precisione, l'articolo DNA waves and water, di Luc Montagnier, Aissa, Del Giudice, Lavallee, Tedeschi e Vitiello, pubblicato nel 2011 dal Journal of Physics, è scaricabile in inglese da questo link:  


Vi riporto un articolo, molto equilibrato, di Marcella Sardo che commenta questo lavoro su Corriere Informazione. 

***
Dna, onde e acqua: una scoperta che poggia su fisica, medicina e omeopatia

Una ricerca condotta tra ricercatori italiani e francesi ha confermato che l’acqua capta le onde di bassa frequenza del DNA e le memorizza per poi ritrasmetterle in modo amplificato.

DNA, waves and water”, questo è il titolo dello studio pubblicato nel Journal of Physics e ha, come firmatari del progetto fisici, matematici e medici che, parallelamente, hanno lavorato sullo stesso progetto per arrivare a una soluzione condivisa. Si tratta del premio Nobel per la medicina, Luc Montagnier, i biologi Lavallè e Aissa, il fisico International Institute for Biophotonics, di Neuss in Germania Emilio Del Giudice, il fisico teorico del Dipartimento di matematica ed informatica dell' Università di Salerno Giuseppe Vitello e il fisico del White Hb di Milano Alberto Tedeschi.
La tesi esposta, in realtà, non è nuova ma tale teoria, che circola dalla fine degli anni ’80 non aveva ancora un fondamento scientifico.

Campi di applicazione della ricerca
I vantaggi dello studio sono innumerevoli e applicabili in diversi campi da quello macroscopico dell’astrofisica a quello microscopico del corpo umano. Basta pensare, infatti, che il solo corpo umano è composto dall’80% di acqua nei bambini fino a scendere al 65% negli anziani e nel cervello, comunque, la percentuale rimane sempre alta dato che la materia cerebrale letteralmente galleggia nel liquido.
L’acqua, inoltre, è presente in grande abbondanza nel pianeta terra e, addirittura, nell’universo.

Quanti misteri ancora ignoti potranno essere decifrati?
La raccolta di un campione di acqua successivamente analizzato può trasmettere innumerevoli informazioni sul “viaggio” intrapreso e su cosa quella materia ha incontrato nel suo percorso.
Dal punto di vista medico, invece, sarà possibile analizzare l’acqua biologica presente nel nostro corpo e sfruttarla per rendere le cure più efficaci. Una biopsia, infatti, consentirebbe di individuare malattie quali Alzheimer, Parkinson, sclerosi multipla, artrite reumatoide, Hiv-Aids, influenza A o epatite C e, successivamente, i farmaci diluiti nel liquido potranno diminuire la quantità del principio attivo immesso nel corso riducendone anche gli eventuali effetti collaterali.
Le conclusioni della ricerca e la rivista che ha deciso di pubblicare lo studio comporta un altro risultato sorprendente sottolineata da uno dei ricercatori, il Prof. Giuseppe Vitello: “Il dato molto importante da sottolineare è che una rivista ufficiale di fisica come il Journal of Physics ha pubblicato per la prima volta una ricerca che normalmente sarebbe di competenza di un Journal di biologia o medicina. Un passo ulteriore a dimostrazione che la moderna fisica quantistica può dare un contributo fondamentale alle ricerche mediche di frontiera”.

Omeopatia
La lettura dello scritto scientifico potrebbe generare un’analogia con i principi sui quali si basa l’omeopatia, vale a dire l’assorbimento di sostanze o principi attivi tramite l’acqua. Un fondamento potrebbe esserci anche se non tutti i dettami di questa scienza officinale sono automaticamente confermati dalla presenza e trasmissione di onde tramite l’acqua.
Ed è per questo che i medici, nonostante questa scoperta, sconsigliano ai malati di affidarsi esclusivamente a questa cura ma, al contrario, di farsi seguire da un professionista che possa individuare la diagnosi e la terapia più idonea.

Marcella Sardo

Peccato che Giuliano Preparata (1942-2000), uno degli apripista di questo tipo di studi, non sia più con noi: di qui a qualche anno si sarebbe preso molte molte molte soddisfazioni e tolto tanti tanti tanti sassolini dalle scarpe. La scienza del futuro sorriderà delle "certezze assolute" di molti scienziati scientisti dei nostri giorni. Che brutta bestia il neopositivismo dell'epistemologia contemporanea!

107 : commenti:

tia_ ha detto...

Peccato che non hai citato le numerose critiche fatte a quel lavoro, proprio sulle pagine di questo blog.
Il documento mi sembra una rielaborazione di quello postato in precedenza, che descriveva un poco meglio il setup sperimentale e l'analisi dei dati, quindi non mi ci metto nemmeno.
Lascio con una domanda: quanto è grossa una antenna ULF?
Domanda bonus: da dove viene l'energia per trasmettere le informazioni?

MISTERO ha detto...

Daniele dedica un'oretta al Dr. Massimo Citro.
Dopo due anni di analisi, visite specialistiche, cure antidolorifiche senza sapere che cosa avevo è bastata una sua visita.
Ha sostituito il cortisone che prendevo da mesi con tutte le conseguenze del caso, con acqua informata, il TFF.
Mi ha fatto cambiare la dieta e oggi sto finalmente bene, non ho ancora recuperato del tutto, ma sto decisamente bene e tutti i sintomi degenerativi che inizialmente sembravano inarrestabili, oggi sono spariti.

http://www.youtube.com/watch?v=osVQq5PUsGI

http://www.youtube.com/watch?v=8vaopeHVAbg&feature=results_main&playnext=1&list=PL8B4C5E6A2F62A4FE

http://www.youtube.com/watch?v=8xpoSaVVS8o&feature=autoplay&list=PL8B4C5E6A2F62A4FE&playnext=2

http://www.youtube.com/watch?v=1V_MjIyuQug&feature=results_main&playnext=1&list=PL858737FBFE8641CC

ulixes ha detto...

Domanda bonus di riserva per l'amico Tia:

Data una cellula staminale totipotente COSA (!!) ne determina lo sviluppo in cellula epiteliale, piuttosto che muscolare, piuttosto che ossea?

* Per questa domanda è ammessa "la telefonata a casa".

ulixes ha detto...

Piccolo OT , solo perchè credo che meriti visibilità:

http://thedailybell.com/3965/New-Book-Solar-Cells-23000-Times-Worse-for-Environment-Than-Carbon-Dioxide

Paul ha detto...

@D22: solo una piccolissima nota:
nel titolo del post è scritto wate invece di water

bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bertoldo ha detto...

TFF

Hanno mai pensato che un inquinamento dà metalli pesanti immersi in un corpo possa modificare le frequenze base cosi tanto dà alterare le funzioni e farlo ammalare ?
Non bisogna prima rimuovere il disturbo elettromagnetico e poi ripristinare ?

Barney ha detto...

@MISTERO: non so di cosa tu soffrissi, ma se ti e' stata prescritta acqua informata E ti e' stata modificata la dieta, come fai ad essere sicuro che quello che ti ha fatto guarire sia (anche/solo) l'acqua informata? Mi sembra un classico esempio di "esperimento" in cui si cambiano n variabili e poi si traggono le conclusioni solo per una.
Se tu provassi a NON prendere H2O informata e a mantenere la nuova dieta, potresti escludere scientificamente che questa acqua informata ha un qualche effetto.

Ora comunque mi informo su che roba e' questa TFF.


Barney

francesco ha detto...

Da tanti anni seguo queste vicende, ho conosciuto personalmente tutti i protagonisti, Montagnier, Aissa, i figli di Benveniste, Citro. Le considero tutte persone oneste che stanno facendo un lavoro affascinante e fondamentale per il futuro della medicina.
I problemi di riproducibilità di questi esperimenti sono sempre stati drammatici, e hanno distrutto la carriera e la vita di Benveniste.
In quest'ultimo anno mi si sta consolidando un dubbio che avevo da tempo. Il ruolo dell'osservatore. Chi fa l'esperimento, in questo mondo di "energie sottili", frequenze ultrabasse e gabbie schermate dal campo magnetico terrestre, determina con la propria intenzione la riuscita dell'esperimento.
La chiave di lettura di questi fenomeni per me è sempre più evidente che stia nell'intenzione umana.
Guarda caso Jamal Aissa lavorava sia con Benveniste sia ora con Montagnier.
Questo assunto verrà preso dai gretti materialisti come la prova della bufala scientifica.
In realtà apre le porte a una nuova scienza, basata su quella che William Tiller (tiller.org), già professore di ingegneria e scienza dei materiali alla Stanford University, chiama Psicoenergetica.
Tiller in un noto esperimento ha modificato, con l'aiuto di 4 persone in meditazione, il ph di un bicchiere d'acqua di un punto. Un punto ph direi possa definirsi come una trasmutazione, o no?
Chissà se anche l'intenzione gioca un ruolo chiave nelle LENR, l'intenzione di Rossi è sicuramente evidente e "coerente". ;)

Barney ha detto...

@francesco. Non vorrei citarmi troppo, ma e' ESATTAMENTE la cargo cult science di Feynman che sto tirando fuori, qua dentro, da un paio di giorni senza alcun risultato.
L'esperimento di Tiller va verificato, perche' cosi' come lo racconti rientra tra le magie. Ma lo cerco e poi ti so dire.

Barney

MISTERO ha detto...

Barney, ho specificato che l'acqua informata sostituiva il cortisone.

Forse mi sono spiegato male, i medici e specialisti che ho incontrato per almeno due anni, hanno fatto varie ipotesi, dall'artrite reattiva ad almeno una decina di sindromi tra cui anche una specie di autoimmunità.
Non capivano e non sapevano, ma mi davano il CORTISONE perché altrimenti non mi alzavo dal letto, possiedo tutte le analisi e le cartelle cliniche (sono stato ricoverato 3 volte), la soluzione per loro era cortisone, pastiglie per lo stomaco per contrastare gli effetti del cortisone.

Il dr. Massimo Citro mi ha dato il cortisone TFF, dicendomi di provare a sostituire il cortisone chimico, se non avesse avuto effetto non mi sarei alzato dal letto per i dolori.
Il TFF CORTISONE non ha curato la causa, curava gli effetti.

La dieta invece ha curato la causa, una fortissima intolleranza alle proteine del latte, al grano (non glutine) alla mela, aceto e agrumi eccetto il limone.
Ho evitato come la peste i latticini in ogni forma, il grano etc, ci è voluto un po, ma il mio corpo è stato messo nelle migliori condizioni di smaltire le tossine accumulate in anni e di non riceverne altre.

Oggi dopo un anno, riesco a mangiare di nuovo il grano la mela
e gli agrumi ma non i latticini.

Tieni presente che sono un gran testa di cazzo, se non si era capito e ho voluto verificare se effettivamente il mio problema erano delle forti intolleranze.
Ho provato quindi a mangiare del formaggio e nel giro di sole 24 ore sono comparsi tutti i sintomi reattivi, bolle sotto i piedi e dissenteria.
Una prova del cavolo perché ho dovuto ricominciare da zero la disintossicazione, ma oggi ho la certezza sia dell'analisi del dr. Citro, quindi le cause, sia la validità del TFF, quindi la cura dei sintomi.

Spero sia più chiaro.

Bertoldo, hai in parte ragione, sono stati fatti esperimenti in tal senso.

francesco ha detto...

Mistero, ciò che dici è molto interessante ed ero andato dal dr. Citro proprio per capirne meglio. Ci ho portato pure mia mamma, che da allora, ovviamente, non tocca più latte e latticini. E' impressionante come quasi tutti coloro che passano da là non tocchino più il latte.
Ma se vanno da un altro omeopata gli toglierà qualcos'altro. E anche così funzionerà. Non sempre ma spesso (bel dato statistico ottenuto con metodo scientifico :).
Mi sono rotto la testa per un paio di anni su questa assurdità.
Poi ho incontrato un giovane ricercatore che sta ora lavorando sulle cellule staminali, ma prima aveva studiato in Oregon e pubblicato un articolo sul ruolo dell'intenzione nei processi di osteogenesi nelle necrosi delle cavità dentali. Trovate l'articolo su pubmed cercando "leslie s. feinberg".
Andando cercare cosa fa questa tecnica NMT (neuromodulation technique) ho scoperto che pareva avesse effetti immediati su tutte le allergie.
Constestualmente, era febbraio di quest'anno, per la serie "il caso non esiste", Feinberg è comparso a Roma a fare un seminario divulgativo di questa tecnica. Ho portato un parente che aveva allergie pesantine, potete vedere il video qui:
http://quantum-vitae.blogspot.it/2012/05/nmt-e-trattamento-anafilassi.html
Scomparse quasi tutte. In 30 minuti.
Io son rimasto senza fiato, e ora sto cercando di portare Feinberg a settembre a Torino.
Ma le conseguenze del ruolo dell'intenzione, che emergono da questi FATTI, vanno ben oltre le allergie. Questa è la mia sensazione.
Si vedrà.

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Tia
Domanda bonus: da dove viene l'energia per trasmettere le informazioni?
Domanda bonus: da dove viene l'energia... che hai nel negare tutto ciò che non comprendi?

@MISTERO
Daniele dedica un'oretta al Dr. Massimo Citro.
Ok, lo farò senz'altro, grazie. Questo thread si sta facendo ancora più interessante di quanto pensassi.
E grazie per la testimonianza personale.

@Ulixes
Data una cellula staminale totipotente COSA (!!) ne determina lo sviluppo in cellula epiteliale, piuttosto che muscolare, piuttosto che ossea?
Che domande che fai a Tia, anche tu! E come chiedergli di aprire la mente oltre le gabbie in cui l'ha rinchiusa. :)

@Paul
solo una piccolissima nota:
nel titolo del post è scritto wate invece di water

Grazie per avermi cortesemente segnalato il refuso. Shine avrebbe scritto che non so come si scrive acqua in inglese! :))

@Barney
Ora comunque mi informo su che roba e' questa TFF.
Ti si chiede un salto concettuale: accettare l'ipotesi che la mente esercita un effetto sulla materia e vedere dove questa ipotesi porta e se è comprovabile. Ti faccio anche notare che è quello che tutte le culture del mondo "pre-scientifiche" affermano da sempre... un motivo c'è. Ora tu hai due strade, chiuderti dentro CIO' CHE SAI - e dire, molto CICAPisticamente: è impossibile, non ci perdo tempo - oppure indagare, con onestà intellettuale e sana curiosità, come fa Brian Josephson per esempio (un Nobel minca un pinco pallino) su questa "possibilità", che - è proprio questo il punto - cambia radicalmente le idee e i modelli che abbiamo dell'universo, della natura, dell'essere umano. Anch'io, nel mio piccolo, esploro in questa direzione, da 30 anni. Come hanno fatto e fanno MISTERO, Ulyxes e tanti altri.
Prova.
L'esperimento di Tiller va verificato, perche' cosi' come lo racconti rientra tra le magie. Ma lo cerco e poi ti so dire.
Appunto... hai presente il problema della demarcazione di cui ha parlato Paolo l'altro ieri. Se magia diventa un concetto elastico dove rinchiudere ciò che sfugge hai nostri modelli attuali, non si fa un'operazione scientifica. Se invece si esplora e ci si interroga sì.
In bocca al lupo, con tutto il cuore... il mondo è molto più meraviglioso di quanto immagini.

N.B. Non sto negando l'importanza di scienze esatte, tecnologia, razionalità ecc. Sto solo dicendo, di guardare anche AL RESTO.

MISTERO ha detto...

Da leggere assolutamente:
http://www.vglobale.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14371%3Ascienziati-contro-scienziati&catid=5%3Aultime&Itemid=121&lang=it

Francesco, per tornare a tema, grazie per il link mi metterò a studiare e a cercare altre informazioni, non lo conoscevo.
Tienimi aggiornato su Feinberg, se riesci a portarlo a Torino sarebbe bello organizzare un incontro anche con il Dr. Massimo Citro.

Probabilmente lo hai già letto, ma penso che sia interessante anche per gli altri lettori del blog:

THE CHINA STUDY
Il più importante studio epidemiologico mai realizzato, durato 27 anni e realizzato in collaborazione tra varie università.

Ilo famoso scienziato americano T. Colin Campbell, assieme al figlio Thomas, studiando la relazione fra dieta e malattia, giungendo a conclusioni da sempre sostenute dalla medicina omeopatica sono verificate e testate:

- la genetica non è il fattore predominante nella genesi delle malattie
- il controllo ossessivo di grassi, carboidrati, colesterolo e omega-3 non dà come risultato una buona salute
- farmaci e chirurgia non curano le malattie di cui siamo affetti
- i medici non sanno esattamente cosa consigliare per rimanere in buona salute
- solo con la dieta e lo stile di vita si può guarire dalle malattie cardiache
- il cancro al seno è correlato a una situazione ormonale alterata che è determinata dal cibo che mangiamo
- il consumo di latticini aumenta il rischio di cancro alla prostata
- gli antiossidanti contenuti in frutta e vegetali sono correlati a una migliore performance mentale nella terza età
- vari tipi di cancro sono correlati al consumo eccessivo di proteine animali

http://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__the-china-study.php

http://www.chinastudy.it/

MISTERO ha detto...

Francesco, dimenticavo una cosa importante; non dobbiamo confondere allergie con intolleranze, le allergie sono una conseguenza delle intolleranze.
"le conseguenze del ruolo dell'intenzione", ha perfettamente ragione, per questo motivo è stato creato il CICAP, per tenerci nell'ignoranza delle nostre capacità.

tia_ ha detto...

>che hai nel negare tutto ciò che non comprendi?

Ripeto: confrontare dimensioni di una antenna ULF e le diminsioni di una molecola di DNA. Motivare la risposta.

bertoldo ha detto...

"In realtà apre le porte a una nuova scienza, basata su quella che William Tiller (tiller.org), già professore di ingegneria e scienza dei materiali alla Stanford University, chiama Psicoenergetica. "
Todeschini la chiama psicobiofisica dagli anni 1950 ...

bertoldo ha detto...

"le allergie sono una conseguenza delle intolleranze"
Le allergie sono causate dai metalli pesanti che disturbano il normale equilibrio elettrico delle cellule .

MISTERO ha detto...

Un qualcosa su cui riflettere:
LA STEVIA
Da anni veniva denunciato il fatto che questo dolcificante naturale totalmente privo di calorie, adatto sopratutto per i diabetici, ma non solo loro, era pericoloso perché il suo utilizzo porta la sterilità.
La prova consisteva nel fatto di aver somministrato delle dosi di questo dolcificante a dei topi di laboratorio, una dose equivalente a 3 kg per un uomo adulto del peso medio di 75 kg, i topi sono diventati sterili.
Da qui il bando dell'unione europea fino a quest'anno.
Uno degli ultimi articoli in rete di ottobre dell'anno scorso al riguardo:
http://www.yeslife.it/stevia-rebaudiana-dolcificante-naturale-vietata

NEXUS, la rivista, denunciava questo fatto fin dal 1995, come altresì denunciava la lobby chimica dell'aspartame.
L'aspartame oggi lo trovate ancora al bar per dolcificare il caffè???

Una tesi di laurea in medicina del 1999, qui a Padova, riportava chiaramente le prove della correlazione tra l'alzheimer e la fenilalanina.
Guarda caso l'aspartame è una fonte nota di fenilalanina.
Ho la tesi originale, non esiste in file e dovrei scannerizzarla, ma se volete approfondire questo è un buon link:
http://www.laleva.cc/alimenti/dorwayaspartame.html

Da qualche mese, dopo la sparizione dell'aspartame in farmacia ed erboristeria si posso acquistare delle pastigliette con dosatore di estratto di STEVIA, è indovinate chi sono i maggiori produttori?

Questo cambiamento è passato in sordina semplicemente perché le cause legali che potrebbero essere intentate contro l'industria chimica che produceva l'aspartame ha una portata simile alla mega-causa Americana sulle sigarette, ma qualcuno si sta muovendo lo stesso, non tutti sono come OCASAPIENS

paolo ha detto...

@Mistero,

"Da leggere assolutamente"

... ci hanno bruciato lo scoop (come avrebbe detto Biscardi) sarà telepatia o buon senso?
Forse entrambe le cose, comunque medito perchè il Nostro è stato "cacciato" a causa dell'11 settembre ...sigh,sigh

paolo

MISTERO ha detto...

"Le allergie sono causate dai metalli pesanti che disturbano il normale equilibrio elettrico delle cellule ."

Infatti, intolleranza ai metalli pesanti, diciamo la stessa cosa Bertoldo, ma non tutte le allergie sono riconducibili alla intolleranza ai metalli pesanti.
La mia intolleranza alle proteine del latte si è accentuata quando nel 2003 sono stato operato di appendicite, la correlazione è chiara, quelle tossine derivate dalle proteine veniva immagazzinate nella appendicite dove particolari batteri nel tempo riuscivano a metabolizzarle, alla faccia che non serve a un cazzo.
Tolta l'apendicite, le tossine vengono distribuite nelle varie giunture del corpo, ginocchia, polsi, dita di mani e piedi, spalle; sostanze insolubili e in forma cristallina che si depositano nelle cartilagini per essere distrutte dal movimento (ecco perché è importate assumere antidolorifici, stare fermo e immobile non avrebbe risolto il mio problema) ma con gran dolore e con la distruzione delle stesse cartilagini.

MISTERO ha detto...

"... ci hanno bruciato lo scoop (come avrebbe detto Biscardi) sarà telepatia o buon senso? "

:)))))
Sincronicità e tanto buon senso direi!!

Penso che oltre a me anche qualcun altro sta studiando questo:

http://www.odg.it/content/procedimento-disciplinare

http://www.odg.it/content/poteri-di-vigilanza

Vuoi contribuire anche tu?
Pensavo di fare una specie di petizione da rivolgere all'ordine dei giornalisti, tanto per dare più peso alle palesi evidenze.

MISTERO ha detto...

e.p.c. Ministero di Grazia e Giustizia

Vincenzo Bonomo ha detto...

Tutti gli scienziati ormai accettano i metalli a memoria di forma come una cosa assolutamente normale ma alcuni storcono il naso se qualcuno ipotizza qualcosa di simile nell'acqua ed è veramente singolare, per quanto riguarda l'alimentazione ricordo che molti anni fa un anziano imprenditore cardiopatico sequestrato in una grotta per molti mesi, nutrito esclusivamente con scatolette di tonno, quando venne liberato, fu sottoposto ad accurati esami medici e dichiarò pubblicamente di essere completamente guarito dalla sua malattia.
Per tutti coloro che vogliano ampliare la propria conoscenza sulla relazione cibo-salute consiglio vivamente i video del Prof. Piero Mozzi su youtube.

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@MISTERO
Pensavo di fare una specie di petizione da rivolgere all'ordine dei giornalisti, tanto per dare più peso alle palesi evidenze.
Ci sto!

tia_ ha detto...

>Tutti gli scienziati ormai accettano i metalli a memoria di forma come una cosa assolutamente normale ma alcuni storcono il naso se qualcuno ipotizza qualcosa di simile nell'acqua ed è veramente singolare

E' veramente singolare che tu pensi che sia "qualcosa di simile".

MISTERO ha detto...

"E' veramente singolare che tu pensi che sia "qualcosa di simile"."

Finisce che diventerò logorroico a forza di risponderti Tia, perché non è singolare che tu lo fai notare:

Scienza delle analogie o metodo di Platone vs scienza sperimentale o metodo galileiano.

“Essa [la scienza delle analogie, nda] somiglia a quelle donne, nate per regnare nei balli e nei teatri, di cui ognuno contesta la bellezza, salvo poi a caderne innamorati alla prima occasione”.

Barney ha detto...

D22, hai mai sentito parlare della "Difesa Chewbacca"?
No, perche' questo continuo cambiare il focus delle affermazioni (aumentando contestualmente l'altezza dell'asticella) me la ricorda tantissimo.
Ecco qua:
http://it.wikipedia.org/wiki/Difesa_Chewbacca

Barney

bertoldo ha detto...

"la correlazione è chiara, quelle tossine derivate dalle proteine veniva immagazzinate nella appendicite dove particolari batteri nel tempo riuscivano a metabolizzarle"

Nell'appendice sono localizzati una serie di batteri che servono a ripristinare la normale flotta in caso di alterazioni .Nel caso di intolleranza al latte è buona norma assumere lievito sohn e digerisci qualsiasi cosa anche il latte .E' a base di Saccharomyces cerevisiae con vitamine del gruppo b e altro o in alternativa bere birre grezze .

bertoldo ha detto...

Pensate poi se la tff avesse un raggio di azione galattico ...

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
piero41 ha detto...

@Anto
Antonella ..dove sei? argomenti per te: la streghetta, hai detto, abbastanza potente che riusciva a guarire cose, dov'è il limite fra quelle che riesci a guarire solo con la volontà e quelle per le quali avevi bisogno di un medium, di una medicina che chissà forse tu facevi funzionare!! scusa se dico cavolate...

paolo ha detto...

@tutti,

...aiuto! aiuto! oggi mi si è svampato un'altro Nobel ...(Ariel mi perdoni!)


[...] Brian Josephson, premio Nobel per la fisica che dopo le sue scoperte fatte a 22 anni si dedicò alle comunicazioni con l’aldilà [...]

Ragazzi, leggere che una personcina per bene come Brian ti combina uno scherzo del genere è una roba che come minimo ti lascia basito!

"e che vor di?"

vor di che non ci credi!!!... "ma, perchè, ci devo credere?!"

... ehe certo che ci devi credere ...lo ha detto un professore di fisica al Politecnico di Milano che è anche presidente del Cnism, Consorzio nazionale interuniversitario per le scienze fisiche della materia...

"apperòòòòòò e, dove lo ha detto?"

... lo ha detto qui:

http://silviabencivelli.it/2012/lezione-di-giornalismo-scientifico-for-dummies-3-e-se-avesse-ragione-lui-uno-su-mille-ce-la-fa/

p.s. secondo me non essendo virgolettato è una libera interpretazione della giornalista, quindi non ci credo!

Ma, poi, la Scienza cosa intende per parlare con l’aldilà? mi sa che mi sono perso un'altra invenzione, certo che parlare con l'aldilà è forte, potrei parlare con mio ....

paolo

tia_ ha detto...

Quella che si dice una breakiung news...

triziocaioedeuterio ha detto...

Attendesi cadaveri lungo il fiume :)

rodrigo ha detto...

OT

@Mistero

Ne sai qualche cosa di questa Impulse Devices che lavora nell'ambito della cavitazione e sembra che sia stata finanziata dal DOD per un programma "Advanced Cavitation Power Technology"?
Sembra che mirino addirittura a realizzare la fusione calda(!) su piccola scala tramite la cavitazione.

MISTERO ha detto...

Rodrigo, scrivevo della Impulse Devices ormai 7-8 anni fa.
http://www.progettomeg.it/art_rampado.htm

Nonostante Giancarlo dice che dichiarano di produrre "fusione calda" solo per ottenere i fondi dal DOD, ma si sa, Giancarlo non ne becca una, è più corretto chiamarla fusione calda anche se preferisco AICF o sonofusione.

Non sono gli unici a dichiarare di utilizzare la cavitazione per questo tipo di reazioni, nel mondo stanno spuntando come i funghi.

rodrigo ha detto...

Sorry, arrivo tardi come al solito ;-)

MISTERO ha detto...

Di nulla Rodrigo, la tecnica dei detrattori è quella di separare, dividere, infangare, diffamare, deridere, denigrare.
Ricordare e riprendere argomenti che da anni si conoscono può solo che fare bene.
Grazie
:-)

sandro75k ha detto...

@Francesco
E se qualcuno ha solo dei dubbi, l'esperimento viene a metà? :)

@Tutti

Io credo che certi discorsi siano pericolosi.Il metodo scientifico, come ogni cosa degli uomini, non è un metodo perfetto ma serve ed è necessario per non tornare al tempo delle streghe. Non vi pare?
Ciò che non è verificabile sperimentalmente non è scienza e soprattutto non è utile (sull'esistenza potremmo discuterne filosoficamente ma non è questa la sede nè l'argomento) ma sono pure convinto che non sempre sia riproducibile la "ripetitività"... Un fisico molto molto noto ex collega di Preparata (dichiaratamente in antitesi con quest'ultimo) mi ha detto mentre mangiava la mia pizza nel mio locale di aver visto spesso cose pazzesche che poi non è mai più riuscito a "ripetere".. Mi ha parlato di incidenti in laboratorio che hanno prodotto effetti sorprendenti... Ma il punto è sempre che ci scappano alcune variabili, non che le equazioni non sia giuste! Se si sostiene che le equazioni non servano a ricavare i fenomeni, secondo me cominciamo a fare delle gran brutte figure! ..se si sostiene che le variabili, molto spesso, sono più numerose di quel che si volglia credere o che l'attuale conoscenza delle cose ne paventi meno allora sono d'accordo!

sandro75k ha detto...

Nessuno di voi è uno scacchista?
Un giorno mi piacerebbe fare un post sugli scacchi e sul dominio della macchina sull'uomo proprio grazie alle equazioni... Fa male anche a me ammettere la sconfitta ma si possono scoprire anche cose molto interessanti sull'approccio "umnao" ...che in fondo ha ceduto solo ai supercomputer.....

Anto ha detto...

@Paolo

>argomenti per te: la streghetta, hai detto, abbastanza potente che riusciva a guarire cose,

:) eheh, non è esattamente così. Io sono strega, sì, faccio incantesimi e riesco a modificare qualcosa nel mio fisico se è una cosa molto facile (per scarmanzia non ti faccio esempi): dico nel MIO fisico, eh, non in quello degli altri, non sono una guaritrice.

Con quella affermazione però volevo essere ironica, nel senso che mi curo e curo il resto della famiglia umana e animale con l'omeopatia, sotto la guida di un medico degli umani e di un veterinario, ma gli scettici mi dicono che l'omeopatia ha solo effetto placebo, e che le guarigioni avvengono per via del potere mentale.

A parte che se anche fosse così non sarebbe male, eh, l'affermazione è completamente sbagliata. Con l'omeopatia si guarisce, sempre che l'omeopata sappia bene quello che fa. Dicevo per esempio a quell'utente col nick impossibile da ricordare, che credo bene che non sia guarito con la somministrazione di una 5ch, che per fare (poco)effetto dovrebbe essere presa ogni mezz'ora. Io d'abitudine uso le 200ch.

A proposito, il termine placebo è pure quello inventato da Hanneman, si tratta di sostanze così diluite che davvero non è possibile trovarne la minima traccia. Non mi è capitato di usarne, non ne ho esperienza. Il massimo che ho preso è una 10k.

Non ero intervenuta nella discussione perché...sono vent'anni che faccio questi discorsi e mi sono un po' stufata...

Sulla sperimentazione dell'omeopatia: pare che il metodo scientifico non possa funzionare sulla base "prendi un paziente, guariscilo e io sarò soddisfatto". La riproducibilità non può esistere perché il rimedio che va bene per me non è detto che vada bene per un altro, quindi il medico generico non sa cosa deve dare. Alcune case producono dei composti (cioè mettono dentro molti rimedi sperando che uno faccia effetto) e vengono fuori schifezze come quel Quietalia di cui pralava lo stesso utente di cui sopra. Non è così che l'omeopatia funziona.

>Brian Josephson, premio Nobel per la fisica che dopo le sue scoperte fatte a 22 anni si dedicò alle comunicazioni con l’aldilà [...]

queste girnaliste scientifiche vanno tutte a scuola dall'oca.

Brian Josephson è sempre stato molto interessato alle discipline che vanno sotto la cartella "parapsicologia", in particolare è appassionato di telepatia. Poiché personalmente ho esperienza di alcune di queste tecniche, sono stata molto felice di sapere che un premio Nobel non... mi considera deficiente. Io nel paranormale non credo, nel senso che se una cosa è, allora è reale, e anormale sarà un metodo scientifico che non è in grado di controllare altro che la materia.

http://en.wikipedia.org/wiki/Brian_David_Josephson#Parapsychology

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@sandro75k
...se si sostiene che le variabili, molto spesso, sono più numerose di quel che si volglia credere o che l'attuale conoscenza delle cose ne paventi meno allora sono d'accordo!
Per me è ovvio che sia così. Il punto è che anche la mente, o meglio la nostra intenzione, è una variabile. Ovvio che non basta pensare di fare un ponte per costruirlo, ovvio che non stiamo parlando di magia. Stiamo solo dicendo che in certi casi il peso di questa variabile ignorata è talmente minimo da potere essere tranquillamente trascurato... altre no. Non si tratta di contestare il metodo scientifico, funziona benissimo nel suo ambito di competenza, ma non può affrontare aspetti dell'esistenza umana che sono centrali.
Credo fermamente che la scienza un giorno comprenderà, spiegherà e riprodurrà fenomeni oggi fuori dalla scienza e appartenenti a paranormale, magia, religione, misticismo ecc. E questo non è uno scandalo: è progresso.
Poi è ovvio che chi non ha mai sperimentato nella sua vita certe cose, non capisce nemmeno di cosa stiamo parlando e prende in giro. Ma è il prezzo che qualcuno paga sempre quando si allarga la sfera della conoscenza.
Ciò detto è ovvio che esiste la pseudoscienza, i ciarlatani, gli imbroglioni, quelli veri. Ma bisogna avere gli strumenti intellettuali per distinguere ciò che è imbroglio, da ciò che è semplicemente ignoto. E per far questo, con molta umiltà, si studia, ricerca e sperimenta, in prima persona.
Ora scappo che c'è il saggio di fine anno di mia figlia, non ho nemmeno tempo di rileggere quello che ho scritto... così Shine potrà trovare un po' di errori che sicuramente mi saranno scappati e prendermi un po' in giro! :))

ulixes ha detto...

Quale migliore occasione di questo post per presentarvi una persona di cui mi pregio di essere grande amico e condividere, in umiltà, alcuni suoi percorsi.

Andrea Parisi:

http://www.leadershipmedica.com/

Questo uno dei suoi ultimi lavori:

http://www.leadershipmedica.com/sommari/2009/numero_285/PARISI_A4.pdf
_________________________________

P.S.

La domanda amichevolmente rivolta a Tia intendeva essere uno spunto di riflessione.
Estremamente attinente al post.
UN SEME!

ulixes ha detto...

@Anto

Queste sono le diluizioni che usa il mio amico:
Nuove diluizioni omeopatiche:
1:500 X 5/20/81

Guarda un pò che risultati ha ottenuto!

bertoldo ha detto...

http://www.leadershipmedica.com/sommari/2009/numero_285/PARISI_A4.pdf

"Mentre la presenza in
eccesso, nell’organismo, di cad-
mio, alluminio, rame, zinco e
piombo provocano patologie co-
me l’Alzheimer o il Parkinson, il
mercurio, in eccesso, si ritiene
possa essere responsabile del-
l’insorgenza delle malattie autoim-
muni"

Anto ha detto...

@Ulixes
>Nuove diluizioni omeopatiche:
1:500 X 5/20/81


O_O ma come ha fatto ad arrivarci?

ho dato un'occhiata ai risultati, domani con la luce leggo tutto l'articolo (la presbiopia è scomoda, di sera)

ulixes ha detto...

"O_O ma come ha fatto ad arrivarci?"

Già!

Ai confini dello ..... spirituale.

Anto ha detto...

>Ai confini dello ..... spirituale.

sì. Un altro problema nello spiegare agli "scientifici atei" il funzionamento dell'omeopatia. Già non capiscono che il lato mentale è importante, figuriamoci se capiscono l'importanza del lato spirituale.

piero41 ha detto...

"Il metodo scientifico" -l'osservazione: rapidamente ... i vari sensi convogliano nelle varie aree (lembricate mi sembra) della corteccia stimoli elettici che qualcuno elabora dando loro significato, nome, integrandoli fra loro fino a costruirne un modello- immagine. Il difficile è anche vederne capirne i limiti oggetto- sfondo capirne tuttti i dettagli, il "funzionamento" i collegamenti interni.. Per situazioni usuali si fa in automatico come guidar l'auto, in situazioni nuove devi osservare , estrapolare a situazioni simili per capire la nuova realtà ecc molto importanti sono i nomi con cui riconosci le parti per arrivare a definire il nuovo fenomeno- oggetto. Lo scienziato è in questa situazione.. usa osservare e definire delle costanti, delle leggi e le collega per comodità in un equazione che forse definisca la legge di funzionamento di esistenza... Vorrei fermarmi a prima a quando l'osservatore o lo scienziato si è costruito nella sua corteccia collegando quelli stimoli elettrici in una rete di assoni, neuroni ecc un suo modello idea funzionante... Per la scienza cos'è quell'insieme, ha una sua realtà, esiste in quei momenti? si penso: un pensiero-realtà o quasi . E dopo che fine fa? continua ad esistere ? si sposta ad un altra mente?

sandro75k ha detto...

@daniele22p
Condivido per certi versi quello che dici. La scienza però è ricerca della verità e per verità non sintende mica la verità assoluta ma quella condivisa e condisibile... Se la variabile diventa l'osservatore, la scienza deve fermarsi. La realtà è ciò che accettiamo tale, mentre l'"esitenza" può avere connotati soggettivi e va spiegata con la filosofia, la spiritualità, la religione... Mischiare le cose, secondo me, è azzardato e pericoloso. E' scienza quando vale per tutti, è altro quando vale solo per qualcuno... E' scienza solo quando tutti ne possono usufruire...

piero41 ha detto...

E' il ruolo dell'osservatore quantistico che definisce(?) il gattino vivo o morto... o che osserva per la prima volta le Lenr ma non riesce a definirne tutto il campo di esistenza a dare tutti i nomi e descrizioni sufficienti per farle riprodurre ad altri e non esistono.. Però sempre più scienziati iniziano a vedere riconoscere quel fenomeno che prima nessuno aveva mai conosciuto, nominato , perchè e come.?.. Forse sarebbe bene che la scienza prima di tutto definisse bene il ruolo dell'osservatore che definisce, da realtà (quantistica? ...ma chi se ne importa?) Dicono è filosofia...non è il caso qua..Ma come puoi usare qualcosa che non conosci nemmeno come funziona!!

Per curiosità anche la magia aveva libroni che descrivevano in modo magico i vari fenomeni il modo in cui il mago poteva comprendere, ed agire magicamente sul fenomeno e selui col suo pensiero interpetrava ed agiva nel giusto modo magico otteneva i risultati che si proponeva e per noi incomprensibili. Basta non scambiare i due mondi i due modi di pensare, ecco perchè penso la scienza non può comprenderli.. Comunque forse tra un secolo o due anche il metodo scientifico sarà stato sostituito da un diverso sistema di osservare , comprendere e dare realtà.... Il ruolo dell'osservatore che pensa agisce in un suo sistema vale anche per Anto!! ehh...
Non sono ca@@ate che ho inventato io, le ho solo un po' adeguate, ampliate. ai tempi più moderni...

sandro75k ha detto...

Piero41
Nel mondo quantistico non c'è soggettività, è assolutamente oggettivo, ho una risposta con l'osservatore (qualsiasi esso sia) e ne ho un'altra senza... non dipende dall'osservatore ma se questo c'è o meno... è un po' diverso...

piero41 ha detto...

La reale conoscenza di un fenomeno è oggettiva, prima di arrivarci vi sono interpetrazioni soggettive, errate
"ne ho un'altra senza." e chi te la racconta in questo caso?
"non dipende dall'osservatore ma se questo c'è o meno." se dipende dalla presenza dell'o. una qualche influenza questo la fa... "o meno".. vedi sopra

francesco ha detto...

@sandro75k
se uno ha solo dei dubbi non si metterà mai a fare esperimenti del genere, purtroppo. Sto provando ad utilizzare quella tecnica ma è strano quanta fatica faccio per mettermi lì e farlo davvero. E' un po' come cercare di spegnere una parte del cervello che continua a dire "ma sei scemo, ma cosa fai, ma allora tanto vale che ti metti a pregare..".
Però poi quando vedi degli effetti, su di te o sugli altri, la convinzione si fa via via più stabile e forte.
Lascio qui il link ad una intervista fatta a Feinberg che ho trovato molto interessante e l'ho tradotta in italiano
https://docs.google.com/open?id=0BxS2_rRD_mJFVU8zUFdIMVdRN0U
La "cultura" che sta dietro questi fenomeni è la radionica. Che è stato alla fine il tentativo, durante buona parte del '900, di dare una veste scientifica a tutta una serie di fenomeni relegati nell'ambito della magia.
Credo che il nostro sforzo comune debba essere capire qual è quell'ingrediente segreto che va aggiunto al metodo scientifico per far fare alla Scienza il salto verso un nuovo paradigma.
Che lo sforzo sia con voi :)

piero41 ha detto...

Qualcuno diceva che senza osservatore la realtà non esiste nemmeno... qualcun altro che la realtà è l'osservatore- creatore...lasciamo perder

Davide mesi ha detto...

"Scienza delle analogie o metodo di Platone vs scienza sperimentale o metodo galileiano"

Il metodo galileiano aveva permesso al “povero” Galilei di "scoprire" e descrivere un universo nuovo, un universo reale, da tutti osservabile, un universo "la' fuori", non frutto di pensieri e parole, "analogie" "meditazioni", un universo "la' fuori" contro i parrucchoni della cultura, i parrucchoni delle parole, i parrucchoni della religione. Sono davvero triste nel constatare che qui non si comprenda che la rivoluzione fu proprio nel metodo. E nel metodo sta anche la possibilita' di rivoluzionare il presente per un futuro migliore. L'amore, il pensiero, l'arte sono sicuramente le qualita' piu' belle che l'essere umano possieda. Quando pero' si vuole osservare la natura, provare a descriverla, cercarne una spiegazione (ipotesi) e infine dimostrare la fondatezza dell'ipotesi e formulare una teoria (fino a che una teoria migliore non sia in grado di spiegare meglio lo stesso fenomeno)... beh, credo che il metodo scientifico galileiano (che non e' altro che la ripetizione di un "fatto" sperimentale) sia a tutt'ora l'unico metodo che possa dare garanzie di veridicita'. L'unico metodo che posso aiutare anche lo stesso scienziato a capire quali ipotesi sono corrette e quali altre vanno riviste per poi essere ricontrollate e via cosi' in un lavoro da artista-verificatore che caratterizza tutti gli scienziati onesti. Tutto e' possibile finche' non e' provato. Il pensiero e', e non c'e' bisogno di sapere se e' vero di "per se". Il pensiero, come l'amore e la religione semplicemente "Sono" e percio' esistono. Se vogliamo DIMOSTRARE un'idea, l'amore, l'esistenza di un Dio, non esistono prove possibili. Se invece vogliamo pitturare una casa, preparare un gustoso piatto, tagliarci le unghie delle mani e dei piedi.., beh, in quel caso l'unico metodo che intuitivamente ci viene in atto di usare e' quello che porta i risultati migliori, cioe' quello che abbiamo provato e riprovato e riteniamo essere il piu' adatto all'occasione. La fusione fredda, dalla scoperta in poi, e' stata costalleta da tentativi e ritentativi di persone che volevano dimostrare la veridicita' del fenomeno. Un fenomeno "sfuggevole" per motivi che pian piano stanno per essere capiti. Certamente molti ostacoli sono stati posti sul cammino di questa scoperta, quando era in fase embrionale, per cercare di bloccare eventuali sviluppi di "liberta' energetica" che portava e porta insita in se'. Dal primo all'ultimo di questi scienziati hanno usato il metodo scientifico nei loro lavori, tutti, proprio tutti, fino all'E-cat di Rossi. Come si puo' immaginare una ricerca sulla fusione fredda fatta con "metodo di Platone"? Sono d'accordo sulla critica da fare all'establishment scientifico che tende a negare e escludere tutto cio' che e' nuovo. Ma da qui ad attaccare il metodo scientifico... credo proprio che sia un grande errore. Anche l'interessante esperimento di Montagnier andra' verificato e riprovato per vedere se e' "vero" o se si e' trattato di un errore sperimentale. La scienza e' piena di errori sperimentali accidentali (vedi Neutrini "piu' veloci della luce) ed "errori" sperimentali intenzionali (frodi scientifiche). Niente oscurantismi, credere come atto di fede (meglio chiedere come San Tommaso di poter verificare…) ognuno puo’ poi fare il tifo per chi o cosa vuole, ma…prima di “cantar vittoria”… Provare per credere (e non e’ solo una banale frase pubblicitaria)

Paul ha detto...

@Davide mesi:
completamente condivisibile

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Davide
Ma da qui ad attaccare il metodo scientifico... credo proprio che sia un grande errore.
Non so più come dirlo, come scriverlo... NON STIAMO ATTACCANDO IL METODO SCIENTIFICO, CHE FUNZIONA BENISSIMO (SE LE PERSONE CHE LO APPLICANO SONO ONESTE NATURALMENTE, CON SE STESSE E CON GLI ALTRI), STIAMO PARLANDO DI QUALCOS'ALTRO CHE ESISTE ACCANTO AL METODO SCIENTIFICO E CHE UN GIORNO, SARA' CONGLOBATO NEL METODO SCIENTIFICO, NON E' UNA GUERRA TRA L'UNO E L'ALTRO. E NON DOVREBBE NEMMENO ESSERE UNA GUERRA TRA PERSONE.

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Davide
P.S. A dirla tutta chi vuole trasformare tutto ciò in una guerra STA SOLO DA UNA PARTE, e fa guerra basandosi sulla presunta ignoranza della parte opposta. Come se un Brian Josephson fosse ignorante del metodo scientifico.

paolo ha detto...

@... a me,

Quantum mysticism, New Age and New Thought belief

Wolfgang Pauli interpreted the laws of quantum mechanics as leading to a lucid Platonic mysticism, a position intermediate between the skepticism of Western science centered on objective observer-independent facts, and the philosophies of ancient Eastern mysticism which put primary emphasis on conscious experience.

Werner Heisenberg reported on Pauli's position, and his own, as follows:

“ Pauli once spoke of two limiting conceptions, both of which have been extraordinarily fruitful in the history of human thought, although no genuine reality corresponds to them.
At one extreme is the idea of an objective world, pursuing its regular course in space and time, independently of any kind of observing subject; this has been the guiding image of modern science.
At the other extreme is the idea of a subject, mystically experiencing the unity of the world and no longer confronted by an object or by any objective world; this has been the guiding image of Asian mysticism.
Our thinking moves somewhere in the middle, between these two limiting conceptions; we should maintain the tension resulting from these two opposites.”

http://en.wikipedia.org/wiki/Quantum_mind%E2%80%93body_problem

p.s. L'ironia (dal greco antico εἰρωνεία; eironeía, ovvero: ipocrisia, falsità o finta ignoranza) può avere a propria base e scopo il comico, il riso e finire nel sarcasmo, ma ha assunto anche significati più profondi.

paolo ha detto...

@Daniele,

... chiudi, un attimo, la porta che devo dire una cosa ad Anto!

"Anto, va beh che sono nei tuoi pensieri:)ma attribuirmi "evocazioni" che non mi appartengono potrebbe ferire qualcuno"

... a cosa mi riferisco?

" a questa ==> @Paolo

>argomenti per te: la streghetta, hai detto, abbastanza potente che riusciva a guarire cose,

... non è mia:) :) :)

Vettore ha detto...

Post e commenti molto interessanti... Ieri (proprio ieri, in coincidenza con la pubblicazione di questo post) sono stato all'università per incontrare alcuni colleghi, ed ho assistito, per caso, ad un esperimento su tematiche simili (su piante). Mi hanno raccontato che alcuni effetti sono ben noti in letteratura e perfino utilizzati in pratica, ma non sono ancora spiegabili! La cosa interessante è che si tratta di esperimenti molto ripetibili. Prossimamente magari vi racconto meglio...

@Tia
Visto che nessuno ti risponde, lo faccio io, anche perchè non posso esimermi dal prenderti in giro quando fai il saputello... :-)

Lascio con una domanda: quanto è grossa una antenna ULF?
[...]
Ripeto: confrontare dimensioni di una antenna ULF e le diminsioni di una molecola di DNA. Motivare la risposta.

Vuoi che ti dica che le antenne ULF sono moooolto grandi (centinaia di metri o km) perchè quelle lunghezze d'onda sono molto grandi? Del resto c'è scritto questo sui libri di testo, no? Quello che non c'è scritto nei libri di testo (e che quindi tu probabilmente non sai) è il perchè un'antenna ULF dovrebbe avere quelle dimensioni! Cosa infatti assolutamente non vera e non necessaria! Deduco dalla tua domanda che probabilmente non l'hai mai vista un'antenna ULF vera, altrimenti sapresti che puoi tenerla sul palmo di una mano! Ma come? Decine di migliaia di volte più piccole della lunghezza d'onda? Si, è così, al contrario di quello che c'è scritto sui libri di testo non c'è una relazione necessaria tra lunghezza d'onda e dimensioni dell'antenna! Dai un'occhiata a qualcuno dei libri di Balanis se vuoi una trattazione più completa della questione. Quindi la risposta alla tua domanda è: le dimensioni non contano, soprattutto quando si parla di campo vicino!

Domanda bonus: da dove viene l'energia per trasmettere le informazioni?
Questo nell'articolo è spiegato e dimostrato, leggilo meglio. Hai presente gli RFID? Trasmettono lo stesso, anche essendo passivi...

@Mistero
Pensavo di fare una specie di petizione da rivolgere all'ordine dei giornalisti, tanto per dare più peso alle palesi evidenze.
Volevo suggerirtelo io qualche giorno fa.
In Italia un libero cittadino non può scrivere su un giornale, lo possono fare solo gli iscritti all'ODG, e questo viene spacciato come una garanzia di "qualità". Mi pare ovvio che quando si ravvisino delle palesi violazioni deontologiche (scrivere falsità o riportare volontariamente fatti o dati errati e non verificati) l'Ordine debba essere chiamato ad intervenire. Non è necessaria una petizione, basta un esposto che descriva i fatti in maniera circostanziata.

nemo ha detto...

Vettore, mi piacerebbe leggere più spesso i tuoi commenti! Perchè non prepari un post da pubblicare? Quello che dici è sempre molto interessante. Ad es. anche sulle antenne ULF...

Anto ha detto...

@Piero

>Il ruolo dell'osservatore che pensa agisce in un suo sistema vale anche per Anto!! ehh...

La mia personalissima opinione è che magia significa decidere a priori in quale buco debba passare l'elettrone, o in quale stato debba trovarsi il gatto.

@Paolo
>... non è mia:) :) :)

LOL ho dovuto andare a rivedere il mio post per capire cosa intendevi. Avevo una risposta per Piero (sulla mi magia) e una per te (sulla magia di Josephson), si vede che mi sono incasinata coi quote. E forse è ora che mi decido a mettere gli occhiali quando scrivo alla sera, così posso rileggere più facilmente quello che ho scritto..


Buongiorno a tutti!

paolo ha detto...

...buongiorno!
Guarda che l'incasinamento di "quote" l'ho capito, persino io; volevo farti sorridere ... ho chiesto a Daniele - persino - di chiudere la porta, ma non hai recepito = emoticon costernato ...molto costernato.
Del resto dopo cotante firme, cotanti istituti, forse, il Maestro avrebbe detto:

"non ci resta che piangere".

Anto ha detto...

@Paolo

:)

Anto ha detto...

OT: sono preoccupata perché non trovo uno dei mie gatti...

Paul ha detto...

>non trovo uno dei miei gatti...

L'ha presso Rossi per testarlo a 600°C...

Anto ha detto...

>L'ha presso Rossi per testarlo a 600°C.

uahaha
dai, è giovane, non è ancora abbastanza stabile.

(comunque è tornato. ed è già ripartito)

Max Well ha detto...

Nell'articolo postato non c'è riferimento bibliografico a qualcosa che credo possa essere rilevante, me lo ha fatto venire in mente Vettore col suo post:

http://arxiv.org/abs/1006.4053

descrittivamente:

http://www.technologyreview.com/view/419590/quantum-entanglement-holds-dna-together-say/

Inutile dire che trovare entanglement quantistico a temperatura ambiente rompe un tot di paradigmi e sfalda un tot di certezze cartesiane....

piero41 ha detto...

@Anto
"Già non capiscono che il lato mentale è importante, figuriamoci se capiscono l'importanza del lato spirituale." Non dicevo certo che con quel gatto nero e con quel grosso uccello che ti parla sulla spalla mentre agiti quel pentolone tu stia preparando una pozione maledetta... no, no stai diluendo, diluendo.....finchè decidi che la cura funziona... ehh ehh °O°
L'importante è che la tua spiegazione mi è servita e mi è piaciuta...

Anto ha detto...

@Piero
>L'importante è che la tua spiegazione mi è servita e mi è piaciuta...

bene, ne sono molto contenta :)

piero41 ha detto...

@Davide
Nel mio impasticciato discorso non volevo certo come dice D22 attaccare l'attuale sistema di ricerca e conoscenza scientifico , volevo solo far notare come esso pur basandosi su un processo di osservazione e rappresentazione in immagini idee per definire la realtà dei fenomeni di fatto non mi sembra che fosse stato mai osservato e definito col metodo scientifico stesso ne fosse stato definito il suo ruolo e il ruolo dell'osservatore nella fisica quantistica.. Certo poi qualche frecciatina a questo sistema scientifico quando qualcuno lo avvicina un po' troppo " all'Ipse dixit" per chiudere la bocca all'avversario....
Ma forse allora, come accadde a Galileo anche l'attuale metodo scientifico si potrà rivelare un gradino di passaggio verso un migliore sistema di ricerca e conoscenza che possa spiegare e far capire conscenze superiori, più complesse e più integrate anche col pensiero filosofico e religioso,

Anto ha detto...

@Francesco
>Lascio qui il link ad una intervista fatta a Feinberg che ho trovato molto interessante e l'ho tradotta in italiano
https://docs.google.com/open?id=0BxS2_rRD_mJFVU8zUFdIMVdRN0U

Gazie Francesco, molto interessante davvero.

MISTERO ha detto...

Risposta del Prof. Carpinteri ad Alessio Guglielmi:

Caro Dott. Guglielmi,

rispondo volentieri alla sua lettera aperta, che mi dà occasione di puntualizzare alcuni aspetti delle mie ricerche e soprattutto delle polemiche lette in questi giorni sul web e su alcuni giornali italiani. Purtroppo non sono stati in molti, come ha fatto lei, a chiedere di ascoltare anche la mia voce, quale parte in causa della vicenda, e ho notato come spesso la questione piezonucleare sia stata trattata in modo unilaterale (citando me e il mio lavoro, ma senza che mi fosse richiesto di intervenire per poter replicare).

Il punto essenziale che voglio sottolineare è che siamo di fronte a quattro prove convergenti del fenomeno (fissione piezonucleare): emissione di neutroni sia da frattura fragile sia da terremoti, trasmutazione degli stessi elementi chimici sia nei campioni di laboratorio sia nella crosta terrestre.
I risultati sperimentali cui sono giunto sono assolutamente ripetibili e sono relativi non solo alle emissioni di neutroni generate per compressione di campioni di solidi e liquidi, ma soprattutto ai bilanci tra le masse degli elementi coinvolti che tornano perfettamente. Esse, oltretutto, spiegherebbero una serie di fenomeni tuttora non chiariti dalla scienza. I misteri del nostro pianeta, dalla diminuzione di alcuni elementi chimici (ferro, nichel, calcio, magnesio) all’aumento di altri (alluminio, silicio, sodio, potassio), sino alla formazione degli oceani e all’inquinamento da carbonio, potrebbero trovare una giustificazione unitaria. Per non parlare poi delle emissioni neutroniche generate dai terremoti, scoperte recentemente e tuttora inspiegate.

Per quanto riguarda la sua prima domanda (Può per cortesia indicare quali articoli, regolarmente soggetti a revisione di pari e pubblicati da gruppi indipendenti dal Suo, hanno confermato il fenomeno piezonucleare?), le rispondo che ad oggi non ci sono studi indipendenti rispetto a quelli pubblicati da me in collaborazione con altri, che invito tutti coloro che sono nello stesso campo a replicare.

Per quanto riguarda il commento pubblicato su arxiv da alcuni ricercatori dell’INRIM, questo mostra malauguratamente due gravi errori concettuali. Uno attiene a questioni di geologia, l'altro riguarda addirittura la statistica. Abbiamo tutte le registrazioni e verranno pubblicate sullo stesso sito al più presto, in modo da controbattere punto per punto al commento di cui sopra.

2) È in grado di controbattere puntualmente ed esaustivamente alle accuse di manipolazione dei dati sperimentali che Le sono state rivolte? Può spiegare perché cita lavori che sono stati screditati dalla comunità scientifica?

La parola “manipolazione” è stata usata dai miei detrattori soltanto per affermare che loro stessi non manipolavano i miei dati. Ma, a parte questo, come si può parlare di manipolazione quando i risultati sono stati ottenuti da team diversi e da specialisti (chimici, fisici e geologi) di grande esperienza e serietà. Oltretutto, i risultati delle microanalisi sono migliaia e tutti inequivocabili: succede qualcosa di strano e inaspettato. Il discredito di certi lavori penso che sia relativo, e addirittura strumentale per altri fini, come si dimostra anche nel mio stesso caso.


3) Lei crede che sia eticamente corretto ottenere fondi di ricerca trattando direttamente con uomini politici e senza alcun controllo da parte di terzi esperti, riuniti in una commissione di peer reviewing chiaramente identificata e responsabile di fronte all’opinione pubblica?

MISTERO ha detto...

Come dimostra la mia carriera, non ho mai cercato scorciatoie politiche o d’altro genere per pubblicare o condurre ricerche. Le mie eventuali simpatie politiche per una o l’altra parte o le idee religiose, che lei cita, sono d’accordo sul fatto che siano questioni che devono stare fuori dalla ricerca scientifica, che si basa su verificabilità sperimentale e presentazione dei risultati di fronte alla comunità dei pari. Personalmente non ho chiesto finanziamenti né fondi a nessun politico, né ne ho ricevuti. Ho deciso di inserire tali ricerche nel programma di vision dell’ente che presiedo, l’INRIM, non come tentativo di eludere le normali procedure di finanziamento, ma per dare un mio contributo all’ente stesso. Come spero sia chiaro dalle mie parole, ho buoni motivi per credere fermamente nella realtà dei fenomeni piezonucleari, che non hanno a che fare, come ho visto scritto, tanto con la produzione di energia (che potrà forse essere un’applicazione, ma è tutto da verificare e comunque per ora la questione è di marginale importanza per le mie ricerche), quanto con la misurazione di emissioni di particelle e di pesi atomici. Quindi l’INRIM è la sede ideale per poter misurare con precisione tali fenomeni e verificare la correttezza degli esperimenti condotti in questi anni. Qui ci sono le competenze e i mezzi (laboratori, strumenti) per farlo. Sono conscio che lo studio degli eventuali modelli interpretativi e delle eventuali applicazioni non rientrino nei compiti istituzionali dell’INRIM.

La mia stessa nomina a Presidente dell’INRIM, aggiungo, pur se è stata fatta da un Ministro, Maria Stella Gelmini, che era espressione di un partito, si giustifica ampiamente con il lavoro fatto in questi anni (considerando il mio curriculum e il fatto che sono il docente del Politecnico di Torino con l’indice di pubblicazione più elevato, h-index=32), e senza aderenze politiche di alcun genere.

4) Può spiegarci nel dettaglio e quantificare le risorse di cui ha bisogno per proseguire le Sue ricerche? Può spiegare perché non utilizza i canali competitivi e tradizionali di finanziamento della ricerca?

Innanzitutto, per quanto riguarda i finanziamenti, il gruppo di ricerca del Politecnico di Torino, da me coordinato, ha speso negli ultimi quattro anni solo somme relativamente modeste poiché non è mai esistito un programma ufficiale dedicato al Piezonucleare (50.000 euro circa in 4 anni). All'INRIM, invece, dove ho cominciato a collaborare con qualche ricercatore interessato dal Settembre 2011, non si è speso sinora nemmeno un euro. È vero che il Consiglio di Amministrazione ha chiesto (all'unanimità) al Ministero un finanziamento specifico di 500.000 euro per tre anni, comprendendo comunque anche le ricerche sulle emissioni acustiche ed elettromagnetiche. Non abbiamo ancora ricevuto risposta.
Alcuni dirigenti di ricerca dell'Ente hanno mostrato delle preoccupazioni ingiustificate, vista soprattutto la sostanziale assenza di implicazioni per i loro finanziamenti. Ovviamente è tutto certificabile da documenti ufficiali.

Infine, in merito all’ultima domanda, le rispondo che no, non credo nella teoria dei complotti,e anzi, da 4 anni a questa parte con alcuni collaboratori del Politecnico stiamo portando avanti una ricerca “normale”, che non ha avuto l’ausilio di particolari fondi. Spesso - mi è capitato di pensare nel corso della mia vita - le idee migliori, o, almeno, foriere di spunti originali per la ricerca, mi sono venute proprio quando non avevo a disposizione budget stellari, ma anzi potevo contare su pochi mezzi.

Chiudo con una nota di speranza: convinto come sono, sinceramente, che le reazioni piezonucleari siano un fatto reale, auspico che molti laboratori, in Italia, ma non solo, vogliano replicare gli esperimenti fatti da me e dai miei collaboratori. Sono pronto a discutere di risultati scientifici e di dati in qualsiasi momento, e a mettere a confronto le conclusioni ottenute. Le polemiche, invece, preferisco lasciarle ad altri.

Cordiali saluti,
Alberto Carpinteri

robi ha detto...

era questione di aver un attimo di pazienza...
coloro che son stati frettolosi nel pubblicar certe dichiarazioni ,sicuramente non si pentiranno e non si sentiranno in colpa
però ,adesso si potrebbe cominciare un dialogo risolutore con tutta la decenza e il rispetto che dovrebbe sempre esserci

alberto ha detto...

luglio , luglio , LUGLIO , LUGLIO !!!!!!!!!!

Ormai ci siamo , finalmente la rivoluzione Rossiana della scienza.
Che fortuna essere presente per raccontarlo ai nostri nipoti.

Franco Morici ha detto...

alberto wrote...
luglio , luglio , LUGLIO , LUGLIO !!!!!!!!!!
Ormai ci siamo , finalmente la rivoluzione Rossiana della scienza.


Cosa dovrebbe succedere concretamente a Luglio?

alberto ha detto...

@ Franco Morici
io ad uno scientista , servo della lobby dei petrolieri ed inquinatore convinto come te non rispondo.
Infatti una persona che frequenta questo sito e bellamente ignora i progressi dell'E-Cat dell Ing. Andrea Rossi (santo subito!),o è un provocatore o è uno ascrivibile alle precedenti categorie.
L'attacco di voi dogmatici alla pura fonte della scienza induttiva è solo l'ultimo colpo di coda di un modo di pensare arcaico e superato. Mi chiedo cosa ci fai in questo sito se non Credi alle verità induttive , vai col cicap va .

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Alberto
Mo' che ti piglia, relax!
Hai usato un tono consono al funkyficio, non a questo blog :)))

Franco Morici ha detto...

alberto wrote...
io ad uno scientista , servo della lobby dei petrolieri ed inquinatore convinto come te non rispondo.
Mi chiedo cosa ci fai in questo sito se non Credi alle verità induttive , vai col cicap va .

Mi permetto di rispondere...
Non capisco le ragioni che giustificano questo atteggiamento ma se questo sito è secondo te o altri uno spazio riservato solamente ai "credenti a prescindere", allora vi libero dalla mia presenza e vi auguro buon divertimento in quanto non mi riconosco affatto in un tale atteggiamento di carattere solamente partigianesco.

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Franco Morici
Ci tengo a precisare che il blog è aperto a tutti (sono meno desiderati solo quelli che vengono qui solo per fare polemica), e che tu sei il benvenuto. E se lo dico io che ne sono il gestore puoi esser certo che è così! :))

alberto ha detto...

@ franco morici

Troppo comodo! Dal tuo tono mielato e falsamente accondiscendente ho riconosciuto subito la quinta colonna che con le sue parole mielate punta a spaccare il fronte di noi Fusionisti.
Scusa se non porgo il fianco a siffatte strategie e non aiuto un nemico della causa sotto mentite spoglie.

Endymion ha detto...

Sì, ma cercate di capire quando uno vi prende in giro... ;)

Franco Morici ha detto...

Grazie D22.
Preferisco non replicare oltre.

alberto ha detto...

No Franco , non è che preferisci non rispondere , è semplicemente che avendo messo a nudo i tuoi occulti intenti ho parimenti disinnescato la capacità deflagrante ( presunta per la verità) dei tuoi speciosi argomenti .
Abbandona il campo dei noiosi galileiani e tutte le loro menate di riproducibilità degli esperimenti e attingi alla Verità.

Franco Morici ha detto...

alberto wrote...
...è semplicemente che avendo messo a nudo i tuoi occulti intenti ho parimenti disinnescato la capacità deflagrante ( presunta per la verità) dei tuoi speciosi argomenti.
Abbandona il campo dei noiosi galileiani e tutte le loro menate di riproducibilità degli esperimenti

Rispondo non tanto per confutare le farneticazioni gratuite nei miei confronti (poco importa e si commentano da sole) ma per ribadire che la "cieca partigianeria fusionista" non porta da nessuna parte.

Il "noioso metodo scientifico galileiano" non è basato su una ideologia ma è un metodo comunemente accettato anche da tutti coloro che lavorano nel difficile campo LENR.
Rossi stesso ha cercato di adottarlo, seppur con dei limiti, durante i test dell'E-Cat.

Noto purtroppo che su questi argomenti, anche sui Blog, si va coagulando una specie di ideologia che come tale, al pari di altre ideologie estremiste del XX secolo, porta solo allo scontro tra fazioni.

Termino qui definitivamente i miei commenti.

robi ha detto...

alberto
io Franco non lo conosco se non per gli interventi fatti su 22p
Ho sempre letto con interesse i suoi commenti e ad esser sincero mi son sempre trovato in sintonia anche se in qualche intervento non ero della sua opinione
secondo me stai sbagliando persona
se no con pacatezza e tranquillità riferisci cosa ti turba (chiaramente) di Franco
non siamo qua per litigare ..

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@robi
Ti quoto al 100%

tia_ ha detto...

E' inutile quotare al 100% quando lo stesso autore del blog usa espressioni come "aspettando i cadaveri lungo il fiume". Inutile farla passare come espressione figurata, rimane una frase che cerca lo scontro.

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@tia
È un proverbio cinese! Ti stai dando dell'imbecille da te stesso dicendo di credere a quello che hai appena scritto.
Se veramente pensi che ho augurato la morte a qualcuno, ripetimelo e ti querelo sul serio. Stavolta non scherzo.

Anto ha detto...

@Alberto

quoto anch'io Robi, non capisco perché te la prendi con Franco.

@Franco
>Noto purtroppo che su questi argomenti, anche sui Blog, si va coagulando una specie di ideologia che come tale, al pari di altre ideologie estremiste del XX secolo, porta solo allo scontro tra fazioni.

Secondo me è invece stato lo scontro che ha provocato le fazioni. I due bar Sport dell'affare E-Cat (22passi in curva Sud e FusioneFredda in Curva Nord) si sono fatti pubblicità a vicenda per un anno intero, e anche chi resta scettico (sia con speranza che con pessimismo) è stato costretto a scegliere quale blog frequentare, in quale Curva sistemarsi.

Anto ha detto...

>È un proverbio cinese!

È un proverbio cinese dei tempi in cui ci si ammazzava a vicenda davvero. Ora i morti sono in senso figurato.

Magari possiamo cercare qualcosa di più recente?...mumble...se trovo qualcosa ve lo dico.

tia_ ha detto...

>Se veramente pensi che ho augurato la morte a qualcuno

Direi che non sai leggere a questo punto. Ho parlato apposta di espressione figurata. Anche se ci si riferisce ai "cadaveri delle mie certezze" è sempre una espressione del tubo, che cerca apposta lo scontro. Tanto vale un "gnè gnè gnè".

>ripetimelo e ti querelo sul serio. Stavolta non scherzo.

Ma che c'avete tutti come avvocato Lionel Hutz? Prova a sentire Rampado

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Tia
Direi che non sai leggere a questo punto. Ho parlato apposta di espressione figurata.
Alle ore 17.42 avevi scritto: "..."aspettando i cadaveri lungo il fiume". Inutile farla passare come espressione figurata..."
NO COMMENT.

Davide mesi ha detto...

@Daniele22p, @piero41
La saccenza e’ una caratteristica che purtroppo contraddistingue i detentori di qualsiasi forma di potere, sia esso scientifico, politico, religioso ecc.. Cosi’ difficile da scalfire che ci fa sentire spesso sgomenti, e in questo ci troviamo completamente d’accordo. Non confondiamo pero’ il Drago con le “pecorelle” di cui si nutre. Combattere l’estabishment scientifico non e’ la stessa cosa che contestare il metodo con cui provare, prima di tutto a se stessi, e poi a tutti gli altri nuove “realta’” ancora non svelate. Per entrare nel merito, Daniele, ti chiedo un aiuto. Quale metodo potrei applicare per dimostrare la veridicita’ o meno delle scoperte di Montagnier, se non il metodo di provare a ripetere l’esperimento e verificare che i suoi dati sono in qualche modo (si’ anche solo “in qualche modo”, e’ cosi’ che un attento e curioso scienziato dovrebbe agire) veri? Mi spiace ma non posso credere a qualcosa solo perche’ a dirlo e’ una persona degna quanto lo e’ il premio nobel Montagnier. Vedi? Questo e’ il bello del metodo scientifico. E’ “democratico”, nel senso che non importa chi dice cosa. Si deve sempre dimostrare quel che dici. Tutto qui. Nessun aggancio, con politici, poteri, pensieri forti…. Altra cosa e’ invece il fatto che come dicevo all’inizio, il POTERE accademico, scientifico che talvolta collude col potere economico, tende a voler chiudere la bocca a chi va contro al “sistema”. Come si puo’ reagire. Non e’ facile. Infatti il chiudere la bocca significa togliere fondi per continuare le ricerche. Si’, le ricerche, l’unico modo per dimostrare le proprie tesi. E’ proprio quello che grazie anche a te si sta cercando di fare con la Fusione Fredda. Culminata nella collaborazione con l’IIS Pirelli per il progetto Athanor. E forse sara’ proprio grazie alla rete che sara’ possibile aumentare in futuro la capacita’ di liberta’ nella ricerca scientifica.

piero41 ha detto...

Forse sono molto ingenuo, un sempliciotto, ma dopo aver visto come un precedente scontro fra due personaggi che stimavo molto si è risolto, di là da Fr, mi è sembrato in una divertente "pochade" tra "Amici Miei"su "Passersera"...a base di caccolosi ecc qua.. allora perdonatemi ma quando improvvisamente si rinnovano scene simili in fondo mi vien da ridere ripensando alla precedente sceneggiata.. Naturalmente sbaglio, purtroppo le conoscenze personali possono creare nei rapporti delle ruggini che fanno scattare improvvise scenate non comprensibili. Ritorno sulla mia ingenuità : ma se Daniele22 facesse intendere chiaramente che qua sul blog si discutono le notizie, i fatti, le idee, le prese di posizioni ecc e si devono evitare apprezzamenti sui comportament e sulle persone specialmente se offensivi. Altrimenti tale commento dovrebbe venir cancellato rapidamente da D22 o da qualcuno dei 13 presenti. Automaticamente senza recriminazioni, e normalmente il commento potrebbe esser ripresentato senza le offese.. Altrimenti sarà sempre tutto un :" ma che fai? ma esageri tu!! no son io l'offeso..." mentre di la magari..Ahh, Ahh!!...

MISTERO ha detto...

Anch'io ho sempre letto con piacere gli interventi di Franco, non in tutti ero d'accordo, ma si è sempre espresso con educazione e rispetto; non capisco questa uscita di Alberto, e poi Alberto chi?

Franco lascia perdere..

miau ha detto...

per chi non se ne fosse accorto, guardate che il nick "alberto" sta chiaramente cercando di fare sarcasmo, secondo lui scimmiottando D22 o in generale i "creduloni".
però di quel sarcasmo al gusto di bile che di divertente ha poco o nulla.

@Franco Morici
Lascia perdere. Ti sta prendendo in giro, pensando di stare a prendere in giro i "creduloni".

Anto ha detto...

>e poi Alberto chi?

ah, ecco, non è che son smemorata io, è proprio che non è conosciuto.

alberto ha detto...

Se l'impeto col quale difendo la causa della fusione fredda abbia fatto sembrare che mi antagonizzassi nei confronti di Franco, francamente me ne dispiace; stigmatizzando infatti le conseguenze della sua presa di posizione voglio enfatizzare quanto siano deboli le posizioni di chi si ostina a confutare , adottando una scuola di pensiero datata,l'anelito di speranza rappresentato dalla nuova visione del mondo che scaturisce dalle esperienze di chi scrive, scusate , di chi testimonia , quotidianamente su questo blog.
Se difendere una causa scomoda , osteggiata da molti, in spregio a qualsivoglia calcolo razionale o di opportunità , senza prestare il fianco a manovre volte ad instillare il dubbio, è peccato ,allora quello è l'unico addebito che moralmente accetto .

Anto ha detto...

Alberto, ma allora prenditela con Tia, non con Franco LOLOLOL



ciao Tia :P

miau ha detto...

se l'impeto con il quale spero in un anelito mi antagonizzasse vi disantagonizzereste voi per riantagonizzare antani?

se poi si parla di addebito col cavolo che rispondo.

MISTERO ha detto...

Bella Miau :-))
Non diamo cibo ai troll estremisti per cortesia.

Francesco ha detto...

Salve a tutti.
In primo luogo colgo l'occasione per salutare tutti gli utenti di questo blog e in particolare Daniele ed Andrea.

E' molto tempo che non scrivo più qui né in altri blog per diversi motivi che spaziano dalla mancanza di tempo ad altri connessi con considerazioni personali. Continuo però a seguire, seppur meno assiduamente, gli sviluppi delle notizie sull'e-cat e sul piezonucleare, così come qualunque altro spunto attinente scienze e/o tecnologie innovative e di frontiera.

Ho letto un po' anche i commenti in questo tread e ho trovato diversi considerazioni interessanti e allo stesso tempo ho notato che si poteva essere verificato uno scambio tra la mia identità e quella di un utente dal nick "francesco", ma avevo lasciato correre.

Visto che invece su un altro blog questa apparente "confusione" di nick è stata espressa in modo esplicito volevo precisare che "francesco" non è il sottoscritto, questo senza esprimere voler alcun giudizio sulla bontà dei commenti espressi da tale utente.

Ancora un saluto a tutti e buona continuazione.

Francesco Catapano.

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails