BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

martedì 12 giugno 2012

Dal processo sommario frutto di disinformazione
al ristabilimento della verità dei fatti (II)

I toni d'eccitazione orgasmica coi quali una certa giornalista insiste a tirare la sua coperta sopra la verità reclamano sempre di più la competenza del CSM... no, non del Consiglio Superiore della Magistratura, ma proprio del Centro di Salute Mentale.


Nel suo ennesimo pamphlet l'autrice esordisce prendendo - tanto per non smentirsi - fischi per fiaschi, uno stile colludato. Mi attribuisce infatti la paternità dei commenti lasciati dall'utente MISTERO qui nel blog e da me riportati - senza possibità di equivoci - nel post che è venuta a prendere di mira. Avevo infatti scritto: "vi lascio qui sotto quella [ndr, l'opinione] dell'utente MISTERO, che è un insider a conoscenza diretta dei fatti, a differenza di quei giornalisti e dei blogger che si sono accaniti e divertiti a costruire spericolati 'teoremi'. N.B. Si tratta di una sintesi che ho ricavato dai commenti che MISTERO ha lasciato ieri nel post precedente."

Non paga della sua prima bugia la solerte "giornalista" ne spara subito un'altra, ancora più grossa: "la Startec non è stata costituita per mancanza di 5.000 euro e pertanto non ha titolare".

Peccato che Telemaco smentisca senza appello Ocasapiens: la Startec srl è stata regolarmente costituita, con sede ad Agrate Brianza (MB), il 07/04/2006 e registrata il 20/07/2007, ha un consiglio di amministrazione, un presidente, un AD, e il capitale sociale (versato) è pari a 10.000€. Torneremo con calma a parlare della Startec, ho sempre più voglia d'intervistare il suo presidente!

Entrata così nel consueto ruolino di marcia di due bugie ogni due paragrafi, la nostra giornalista procede a sviluppare il resto del suo articolo...


Cercando di rimanere seri - e non è facile leggendo le improbabili ricostruzioni di fatti, cause e effetti disegnate da Ocasapiens - stiamo sul pezzo e occupiamoci della prima risposta ufficiale a "piezopoli" del MIUR, nella persona del Ministro Profumo, pervenuta tramite Science esattamente come aveva annunciato l'utente MISTERO: "Tenete d'occhio questo sito nei prossimi giorni: http://news.sciencemag.org/".


Il contenuto di tale risposta era abbastanza prevedibile ed è bene rimarcarne alcuni punti.

1. Di fronte all'appello di 1000 scienziati italiani a non finanziare la ricerca relativa a un fenomeno controverso e la cui evidenza è talmente contestata, Profumo non poteva che confermare che ad oggi non sono stati erogati finanziamenti per fare ricerca sul piezonucleare e che questo potrà avvenire solo quando la comunità scientifica avrà validato il fenomeno... però è un bel serpente che si morde la coda, non vi pare?

2. Abbiamo scoperto che bastano tre lavori (3!) di senso contrario per escludere l'esistenza di un fenomeno comunque osservato da tanti ricercatori e impedire di realizzare altri tentativi di replica. La cosa divertente è che nei corridoi di un istituto di ricerca, i cui vertici sono molto interessati a questa storia, si riferisce che uno dei tre lavori in questione è - come dire - fortemente inficiato - a dir poco - dall'inimicizia personale e di vecchia data tra uno degli autori e uno dei principali piezonuclearisti... triste a saperlo, ma vero: anche questa a quanto pare è "scienza".

Per inciso, eccoli i tre lavori che "dimostrerebbero" che non merita più indagare sul piezonucleare... altro che energia dalle pietre, questi tre articoli pesano come fossero definitive e incontrovertibili pietre tombali!
  • "Comment on Piezonuclear decay of thorium" [Phys. Lett. A 373 (2009) 1956], Ericsson G.; Pomp S.; Sjostrand H.; et a, PHYSICS LETTERS A Volume: 373 Issue: 41 Pages: 3795-3796, Published: OCT 5 2009.
  • "Comment on Piezonuclear decay of thorium" [Phys. Lett. A 373 (2009) 1956], Kowalski ., PHYSICS LETTERS A Volume: 374 Issue: 4 Pages: 696-697, Published: JAN 11 2010.
  • "Remarks on Piezonuclear neutrons from fracturing of inert solids", Spallone, A., Calamai, OM., Tripodi, P., PHYSICS LETTERS A Volume: 374 Issue: 38 Pages: 3957-3959, Published: AUG 23 2010.
...lavori che naturalmente per essere pubblicati hanno passato la peer review. Bene, dopo avere visto come funzionano le cose sopra le torri eburnee della scienza, è lecito chiedersi se sarebbero stati ugualmente pubblicati se avessero confermato i risultati ottenuti da Carpinteri e Cardone.

E ci chiediamo pure cosa verrebbe fuori se questi 3 tentativi di replica venissero "vivisezionati" su arxiv con la stesso zelo che è stato dedicato a uno dei lavori di Carpinteri.

3. Mi riferisco naturalmente a quel comment caricato sul server di preprint arXiv il 29 maggio scorso da nove ricercatori INRIM, che hanno preso di mira le analisi chimiche effettuate sui campioni di roccia in uno studio di Carpinteri, e su cui Profumo non poteva chiaramente sorvolare.

Sappiamo che è in arrivo la risposta a tale documento, così potremo mettere sulla bilancia anche questa.

4. Abbiamo capito che di fronte alle critiche piovute sull'ipotesi di candidare Fabio Cardone a ricoprire uno dei sette posti vacanti del consiglio scientifico INRIM, il Ministro ha fatto diplomatica marcia indietro.

5. Va rimarcato e rimarcato e rimarcato che anche su Science si ribadisce che ad oggi la ricerca sul piezonucleare ha impegnato 50.000€ (fondi strutturali) in 4 anni e che, se fosse stato permesso all'INRIM, con la sua indiscussa competenza in metodi di osservazione e misura, di dire la parola definitiva sull'esistenza o meno del fenomeno, ne sarebbero stati spesi 500.000€ in 3 anni. Uno scandalo? No, briciole, rispetto ai finanziamenti oceanici che irrorano altri campi di ricerca, su cui però è vietato gridare allo scandalo. Dare via libera all'INRIM sarebbe stata una decisione troppo coraggiosa per essere partorita da una nazione allo sfascio come la nostra, che ama tagliarsi le palle più che tirarle fuori, e che nel momento in cui c'è la possibilità di avere tra le mani una grande scoperta scientifica e tecnologica, invece di correre a verificarla si preoccupa di non dilapidare "ingenti somme". Poi quando tra qualche anno salterà fuori un'Università USA, per esempio il MIT, ad annunciare in pompa magna l'esistenza della nuova fisica piezonucleare, magari battezzandola con un nuovo nome, plauderemo tutti, col cappello in mano, ai grandi scienziati d'oltreoceano.

E chi avrà mai premura di cancellare da internet tutte le pagine faziose in cui si parlava di cifre di ben altri ordini di grandezza, magistralmente usate per attirare e aizzare i 1000 contro la "pseudoscienza"? E già, perchè non dobbiamo dimenticare che alla fin fine quei 1000 hanno firmato contro:
  1. i grandi finanziamenti al piezonucleare (che dunque era una bufala di notizia)
  2. l'opportunità di fare questa ricerca nell'INRIM... eh sì, un fatto proprio gravissimo!!! 
Ma dov'erano i 1000 nel 2005, quando l'ENEA veniva commissariato e il Nobel Rubbia buttato fuori. Be' certo, quello era uno scandalo vero, una cosa troppo seria per mobilitarsi.

Ricapitoliamo...
  
Non basta a questo punto augurarci che il piezonucleare non venga chiuso in cantina per 22 anni (vedansi cold fusione e LENR) in attesa che si accumuli una massa critica di evidenze sperimentali messe insieme da scienziati "ribelli" all'ordine accademico costituito. No, stavolta non basta proprio. Tocca arginare la massiccia campagna di disinformazione in atto, perché la stanno facendo troppo sporca.

Abbiamo visto come è stato costruito a tutti i costi uno scandalo, disinformando, alterando fatti e denigrando persone. Un buon giornalista avrebbe intuito e riportato, in merito all'intervista al Ministro Profumo, il conflitto interno, tutto italiano, tra i nostri vari centri di ricerca. Profumo dichiara - giustamente - che l'ente preposto a questo tipo di studi e verifiche è l'INFN, calmierando e mettendo a tacere in un solo intervento il polverone alzato da molti membri INFN. Non dimentichiamoci quanto ci aveva spiegato MISTERO nel post che - guarda un po' - ha fatto uscir di senno Ocasapiens: l'INFN (come l'INRIM) era stato escluso dal finanziamento di 10 milioni, tutti parcheggiati al CNR.

Immaginate un'attività di ricerca in ambito nucleare, dove fin dalle prime fasi di studio e ricerca l'INFN non fosse coinvolto. Significherebbe che, in caso di successo, nel futuro immediato otterrebbe più fondi chi per primo avesse ottenuto risultati positivi, senza contare prestigio e riconoscimenti internazionali. Questo è il succo fondamentale del discorso, il resto è puro gossip, che non fa bene ai nostri ricercatori, alla nostra nazione e soprattutto non dovrebbe essere alimentato da una giornalista scientifica del calibro della Coyaud. 

Per concludere, visto che l'utente MISTERO ha dimostrato di essere fonte informata e attendibile, a differenza delle voci scese in campo sul fronte della disinformazione, ripesco un commento che aveva scritto nei giorni scorsi: 

"La vicenda in corso come ho già scritto purtroppo sta facendo morire dalle risate gli americani, il peggio deve ancora venire, oltreoceano stanno per rincarare la dose".


Quel "il peggio deve ancora venire" preannunciava che le risposte che avrebbe dato il Ministro Profumo, per quanto corrette e politiche, sarebbero state strumentalizzate, non tanto per la ricerca della verità, ma soprattutto per il suo insabbiamento.

E cosa significava "oltreoceano stanno per rincarare la dose?". Che mentre noi italiani ci sfianchiamo come al solito in conflitti interni, gelosie ed egocentrismi, gli americani zitti zitti stanno portando avanti la ricerca sulle nuove reazioni nucleari. Stiamo spianando la strada a loro. Non è un caso che il ministro profumo abbia risposto in inglese su una prestigiosa rivista americana.

37 : commenti:

AC/DC ha detto...

@Daniele
Apprezzo il tuo impegno in proposito ma devo ammettere che seguire la vicenda del piezo è ormai diventato praticamente impossibile per me.

Ogni giorno escono articoli e controarticoli, post e contropost ed io non ho assolutamente il tempo, e in parecchi casi nemmeno le competenze, per potermi formare un'idea oggettiva su questa vicenda.

L'unica mia speranza è che la verità, qualunque essa sia, possa emergere al più presto, con la conseguenza che, se c'è qualcosa, si investa nella ricerca, mentre se non c'è niente si risparmino quei soldi per altre ricerche.

robi ha detto...

AC/DC
il fatto è che anche tu come me rimaniamo allibiti nel constatare come anche nel campo scientifico ci siano problemi di interesse, di invidie e di rivalità

tia_ ha detto...

>ci siano problemi di interesse, di invidie e di rivalità

Caspita, te ne sei accorto solo ora che non era vero che Focardi, Celani, Srivastava e Cardone dicono tutti la stessa cosa, anzi, si silurano a vicenda?

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@AC/DC
...devo ammettere che seguire la vicenda del piezo è ormai diventato praticamente impossibile per me.
Già, i disinformatori hanno ottenuto il loro scopo... in effetti così comìè stata infangata tutta la vicenda è difficile per tutti vederci con chiarezza.

@Tia
Caspita, te ne sei accorto solo ora che non era vero che Focardi, Celani, Srivastava e Cardone dicono tutti la stessa cosa, anzi, si silurano a vicenda?
Ce ne siamo accorti in tanti, da un pezzo. E ci siamo accorti pure che in questa competizione tra persone che avrebbero solo da guadagnarci a essere alleate (e ci guadagnerebbe tutta l'umanità) ci sguazzano alla grande i loro nemici, quelli veri.

robi ha detto...

un conto è avere idee differenti
un altro conto è come dici tu "silurarsi a vicenda"

prendiamo atto
saluti

tia_ ha detto...

>un altro conto è come dici tu "silurarsi a vicenda"

Se Srivastava dice che c'è fusione fredda se ci sono radiazioni, mentre Celani dice che c'è fusione fredda senza radiazioni e Cardone viene a dire che la fusione fredda è stata una ventennale follia, io direi che si stanno silurando a vicenda.

>Ce ne siamo accorti in tanti, da un pezzo.

E allora perchè continui a dire cose del tipo "Focardi, Celani, Srivastava, Cardone, Widom, ecc ecc non possono tutti sbagliarsi!" quando sai benissimo che se c'ha ragione uno, hanno torto tutti gli altri?


>avrebbero solo da guadagnarci a essere alleate (e ci guadagnerebbe tutta l'umanità)

Peccato che questa è scienza, non una guerra, dove vince chi è meglio coalizzato:)

Vettore ha detto...

Ve lo ricordate quando in tempi non sospetti parlavo del "fattore umano" nella ricerca? Ecco, direi che lo stiamo vedendo in tutto il suo splendore in queste ultime vicende (comunque la pensiate).
Però, sempre per dare gli strumenti a tutti di capire chi dice idiozie e chi meno, vi segnalo una paginetta interessante dal sito del MIUR:
http://prin.cineca.it/esq/ESQ/esq.php?chiave=buqoyfILQDQ]LDWL|||3Oo8ufIr5fM1308304356&prin=jotpnhvuonIjdgdwKdAc
Si tratta dei progetti ammessi ai finanziamenti PRIN nel 2009 (il PRIN è un fondo abbastanza comune e diffuso, che viene bandito con cadenza quasi annuale dal ministero, a cui accedono quasi tutte le università ed enti di ricerca). Date un'occhiata ai progetti ammessi per le vare aree (soprattutto quelle "non scientifiche"), ed alle cifre di cui stiamo parlando, giusto per farvi un'idea.
Sicuramente è un delitto finanziare con 500mila euro il piezonucleare, è molto meglio spenderne 210mila per il progetto "Articoli musicali nei quotidiani dell'Ottocento in Italia", oppure più di 272mila per "Relazioni sociali ed identita' in Rete: vissuti e narrazioni degli italiani nei siti di social network"... Come mai nessuno dei 1000 illuminati si è mai lamentato di questo "sperpero di denato pubblico"?

Vi segnalo inoltre questo articolo, riportato da Rossi, che trovo molto intelligente, interessante ed equilibrato (tutti attributi che non si possono associare lontanamente ai quotidiani nazionali):
http://ildemocratico.com/2012/06/12/fusione-fredda-scilipoti-porta-il-dibattito-a-palazzo-marini/

Buona continuazione.

paolo ha detto...

" TOC, TOC ..."

... chi è?

"E' l'uomo della strada"

... e, cosa vuole?

"volevo avvertire quelli dell'altra sponda, il Ministro competente, il Presidente del Consiglio ed anche il Sommo Pontefice che adesso c'è la rete!... già l'ho ripetuto diverse volte - quando "giocavo" in trasferta -che internet è un grande strumento ... ora, è più difficile occultare le marachelle; e, se anche si schierano le truppe cammellate, gli "uomini della strada" son tanti e, la prima fila cade, la seconda anche ma, la terza avanza insieme alla verità."

... te capi?!

l'uomo della strada

Franco Morici ha detto...

Vettore wrote...
Vi segnalo inoltre questo articolo, riportato da Rossi, che trovo molto intelligente, interessante ed equilibrato...

Testo tratto dall'articolo:
...l’Ing. Rossi, intervistato in esclusiva da “Il Democratico” ci aiuta a fare luce su quello che è ormai un rebus energetico. Questi dichiara subito di non conoscere il metodo di produzione di energia piezonucleare e di essere contrario al finanziamento di un progetto “che non funziona”, puntando altresì il dito contro i piagnistei di parte del mondo della scienza sempre pronto a dare la colpa alla carena di fondi pubblici dimenticandosi dell’appetibilità che un prodotto scientifico vincente ha presso i finanziatori privati.

federico colonna ha detto...

corretto quello che dice Rossi ma fino ad un certo punto. se io scopro un metodo per guarire una malattia diciamo la vitamina c per esempio che non è brevettabile e su cui quindi non ci posso lucrare sono certo che la mia scoperta non arriverà mai alle masse.
I privati sono interessati a finanziare ciò che si può monetizzare, non altro (ovviamente ci sono eccezioni e persone di buona volonta ma oggi non fanno certo massa critica).
Che importa se è LENR o petrolio se le regole del gioco non cambiano?
Bisogna osare di più caro Rossi, così non va...

Il Santo ha detto...

>50.000€ (fondi strutturali) in 4 anni e che, se fosse stato permesso all'INRIM, con la sua indiscussa competenza in metodi di osservazione e misura, di dire la parola definitiva sull'esistenza o meno del fenomeno, ne sarebbero stati spesi 500.000€ in 3 anni. Uno scandalo?

Ah, quindi alla commissione europea ci sono andati per chiedere 500mila euro?!

Ma ci faCCI il piacere!!

MISTERO ha detto...

Cardone viene a dire che la fusione fredda è stata una ventennale follia, io direi che si stanno silurando a vicenda

Tia hai ragione, qualcuno doveva pur dirlo.
La ricerca quella seria quella migliore degli anni 90 si è messa in discussione nonostante l'attacco mediatico durante il quale F&P sono stati letteralmente disintegrati; in molti hanno creduto all'esistenza di un nuovo fenomeno e lo hanno affrontato con le migliori conoscenze disponibili e condivise.

se c'ha ragione uno, hanno torto tutti gli altri?

Tia, con questa sono due citazioni in un unico intervento che condivido.
Non è che per caso sei ammalato, sintomi influenzali?

Peccato che questa è scienza, non una guerra, dove vince chi è meglio coalizzato:)

Giuro che questa me la segno, grazie Tia.

piero41 ha detto...

Dal Democratico:"Alla domanda sulle tempistiche per la realizzazioni di e-cat domestici, Rossi risponde ricordando il complesso iter delle certificazioni dei prodotti, mentre gli impianti industriali sono già in fase di produzione e vendita."
Gli impianti industriali sono già in fase di produzione e vendita ripete Rossi, ma Scilipoti e tutti gli altri politici continueranno a batter la testa contro il carrozzone della ricerca, contro i suoi baroni, le sue primedonne sulle Lenr, sulla FF ognuno pronto a testimoniare secondo i loro piccoli interessi personali, delle difficoltà se non sull'impossibilità di verificare l'esistenza scientifica del fenomeno dietro l'e-cat di Rossi visto che lui procede per la sua strada della commercializzazione in USA fregandosene dei desiderata di tutti questi signori!!
Personalmente torno a ripetere ancora fino alla noia, che accogliendo anche l'implicito suggerimento del dott. "gli impianti industriali sono già in fase di produzione e vendita" si dovrebbe cercar di convincere i politici ad escludere la "Ricerca" dall'affare e convincere il ministro dell'industria magari nell'ambito dei piani di sviluppo industriale ed energetico, ad incaricare direttamente Finmeccanica ad acquistare da Rossi un impianto industriale aggiornato con produzione di energia. Se l'oggetto consegnato, analizzato e testato dal personale di Finm. rientrerà nelle specifiche di contratto e funzionerà Finmeccanica potrà poi continuare a sviluppare la trattativa per arrivare ad una produzione industriale su licenza dello stesso o di prodotti più evoluti in Italia. Se l'oggetto non funziona Finmeccanica verrà rimborsata e tutti potranno saper la verità sul catalizzatore di Rossi.
E' una soluzione semplice e banale ma state sicuri che i grandi media , iniziando da Repubblica spingeranno perchè tutta la faccenda del piezo e di Rossi si gonfi in una tale grande confusione da concludersi dopo con un niente di fatto , lasciando magari qualche inutile contentino e finanziamento a qualche secondaria primadonna... con piena soddisfazione di tutti...

Marco da Rallo ha detto...

@Piero

Ben detto!
M.

E.Laureti ha detto...

@Piero41
scrisse "..."
"Se l'oggetto (E-Cat industriale) non funziona Finmeccanica verrà rimborsata e tutti potranno saper la verità sul catalizzatore di Rossi.
E' una soluzione semplice e banale ma state sicuri che i grandi media , iniziando da Repubblica spingeranno perchè tutta la faccenda del piezo e di Rossi si gonfi in una tale grande confusione da concludersi dopo con un niente di fatto.... "

e allora si picchi duramente su questo fattore elementare lasciando perdere e ridicolizzando i depistaggi che la concorrenza si inventa e si inventerà per salvare il sottocoda ... basta convincere qualcuno in Italia [Scilipoti?,Lusi? , Penati?, il diamantaro di Bossi ,Berlusconi? ,il Trota? , Grillo, Scalfari? , Formigoni?, Di Pietro, Casini, Passera ... etc...etc... ? , Moratti? ,almeno uno gli N faccendieri fregasoldi pubbici :-)] a comperare un E-Cat industriare e a fare i dovuti test e la questione sarà risolta ...e l'Italia intera sarà convinta di come risparmiare miliardi di euri energetici

Ripeto basterà solo convincere qulcuno (o anche n persone) a comperare ciò che già è in vendita della tecnologia E-Cat.
Però dobbiamo insistere tutti.


Saluti

E.Laureti

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@E.Laureti
Ripeto basterà solo convincere qulcuno (o anche n persone) a comperare ciò che già è in vendita della tecnologia E-Cat.
Però dobbiamo insistere tutti.

Ma veramente non avete capito che sta già succedendo? ;)
Stringete i denti, che ci siamo.

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@MISTERO
L'ho notato anch'io che ultimamente Tia non è più lui... tu come te lo spieghi?

paolo ha detto...

@Laureti,

"Ripeto basterà solo convincere qulcuno (o anche n persone) a comperare ciò che già è in vendita della tecnologia E-Cat.
Però dobbiamo insistere tutti."

Grande idea a cui rispondo con unidea - provocazione:

colletta e ce lo compriamo!

1€ x 1.000.000 = 1.000.000 €
2€ x 500.000 = 1.000.000 €
4€ x 250.000 = 1.000.000 €
10€ x 100.000 = 1.000.000 €
50€ x 20.000 = 1.000.000 €

è un gioco - ovviamente - ma alla fine potrebbe essere - quasi - possibile :) :) :););)

E.Laureti ha detto...

@D.Passerini

non seguo giorno per giorno l'affaire E-Cat... ma cosa sta succedendo????
Tia latita come i segni premonitori per C.Colombo prima di avvistare terra? :-))

Saluti

E.Laureti

Marco_K ha detto...

@Daniele
"Ma veramente non avete capito che sta già succedendo?"
Purtroppo, l'uomo della strada, dalla.. strada non vede un tubo; salvo quando può.. salire sulle spalle dei giganti ;-)

"Stringete i denti, che ci siamo."
Lo spero proprio..

MISTERO ha detto...

Daniele sono in ferie da oggi fino a settembre, vorrei non seguire più il blog e la rete per dedicarmi alla salute e allo sport, barca a vela, nuoto, pesca subacquea, kamasutra.
In merito a TIa, sono portato a pensare positivo, ma penso razionalmente che non sarà così.

tia_ ha detto...

>Ripeto basterà solo convincere qulcuno (o anche n persone) a comperare ciò che già è in vendita della tecnologia E-Cat.

Ma qualcuno puoò spiegarmi la logica?
Si giustifica le assurde scelte di Rossi di non fare test con frasi del tipo "depistaggio, protegge la tua scoperta", quando poi si chiede di fare una colletta per comprare il suo segreto per un misero milione di dollari??
Ma che senso ha questo (s)ragionamento?
Credete veramente che se Rossi ha in mano la fusione fredda, faccia di tutto per farsi passare come un imbroglione, giustificandolo poi con un "depistaggio per proteggere la sua tecnologia", tirando in ballo il pericoloso Celani con il suo rilevatore gamma, e poi che il Rossi svenda, *SVENDA*, la sua invenzione mettendo in vendita l'e-cattone da 1MW?

paolo ha detto...

... ma i congiuntivi?

luca ha detto...

Scelte assurde di Rossi?

In tutta la faccenda Ecat l'unica cosa che certamente Rossi ha fatto bene è stata quella di non passare per canali scientifici istiutzionali.

sandro75k ha detto...

@Mistero
non sai quanto ti invidio...
Io sto lavorando 7 giorni su 7, e non so se potrò permettermi un giorno di ferie.... :((((
Sono esausto!

E.Laureti ha detto...

@Tia

from

http://ecat.com/ecat-questions/where-can-i-get-an-ecat

1.ECAT 1 MW Plant unit. (Available now, delivery time ca 3 months)

piero41 ha detto...

"basterà solo convincere qulcuno a comperare....dell'E-Cat. " D22: " Ma veramente non avete capito che (questo?)sta già succedendo? ..." Ho letto e capito bene? E' quasi un anno che uno ci spera!!! Ma gli ultimi interventi del sottosecretario con gli improvvidi accenni alla pericolosità da radiazioni che avevano fatto incavolar di brutto il dottore non andavan di certo nella direzione suggerita!! Però, dopo che Rossi aveva rivelato il contratto con i militari ... ora sarebbe anche il tempo di aver anche qualche prova più solida sul gattone..... Non si tratta solo del risparmio di una parte di bolletta energetica, ma se qualche impresa di stato ottenesse da Rossi l'esclusiva a costruire e vendere su sua licenza in tutta europa i gattoni, anche ai tedeschi... che godimento....!!! Queste si che sarebbero soddisfazioni....

Rampa ha detto...

...se qualche impresa di stato ottenesse da Rossi l'esclusiva a costruire e vendere su sua licenza in tutta europa i gattoni, anche ai tedeschi... che godimento....!!! Queste si che sarebbero soddisfazioni....

Con i francesi il godimento raddoppia... !

gio ha detto...

available now!

test finiti.....cominciano le danze!

prossimo passo : consegna del primo ecat-ONE!

Paul ha detto...

I giochi si stanno completando. Anch'io ho sempre affermato che è del tutto inutile coinvolgere Ricerca e mondo politico. A che pro?
Rossi ha in mano saldamente la sua creatura e la sta gestendo a modo suo, fregandosene dei detrattori e degli invidiosi. E fa benissimo.
Quando il governo italiano si sarà svegliato sarà troppo tardi, e staremo già importando gli Home-Cat dall'estero. E avremo perso quell'occasione d'oro per risollevare le sorti del nostro Paese...

Shine ha detto...

"Ma veramente non avete capito che sta già succedendo? ;)"

no, non ho capito :(

"Stringete i denti, che ci siamo. "

beh, questa è vecchia.

Barney ha detto...

"stringete i denti che ci siamo"

Oggi no, domani forse, dopodomani sicuramente.


Barney

Francesco Catapano ha detto...

Ho lasciato un post qualche giorno fa in un tread che probabilmente era stato abbandonato (DNA, waves and water), per salutare tutti.

Colgo l'occasione per farlo nuovamente, in particolare Daniele ed Andrea R.
A proposito buone ferie ad entrambi.

Mi congedo un po' sconcertato scoprendo di concordare quasi completamente con l'ultimo commento di tia:
"Credete veramente che se Rossi ha in mano la fusione fredda, faccia di tutto per farsi passare come un imbroglione, giustificandolo poi con un "depistaggio per proteggere la sua tecnologia", tirando in ballo il pericoloso Celani con il suo rilevatore gamma, e poi che il Rossi svenda, *SVENDA*, la sua invenzione mettendo in vendita l'e-cattone da 1MW?".

Davvero anche facendo le ipotesi più fantasiose, non riesco a trovarci alcuna logica, né scientifica, né industriale.

Speriamo solo che Rossi sia un genio "incompreso", almeno da me...

Saluti.

piero41 ha detto...

Sinora l'ecattone Rossi l'ha venduto e consegnato solo ai militari con i quali avrà accordi molto particolari..Sta prendendo forse anche nuovi ordini da privati, la consegna magari avverrà tra 9 mesi forse anche dopo il rilascio del brevetto internazionale...e comunque dovremmo vedere quali clausule di controllo vengono inserite nel contratto, poi l'accessibilità all'interno ?? non credo..forse vende un servizio di fornitura di calore o energia e basta.Salvo situazioni particolari a ditte con licenze di produzione e vendita...Non è certo un cretino e le sue contromisure le avrà certo adottate..
Lo 1 mW di Bo a chi va?? è quello di cui parla Daniele?? vedremo..

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@tutti
GOOOOOOOOOOOOOOOOOOL!!!! :)))

studiobps ha detto...

@Daniele.
Qui non siamo fra i fanghificatori: conosciamo la vera Scienza Galileiana, abbiamo tutti -almeno una volta nella vita- varcato le Porte della Percezione e siamo altresì convinti dell'assoluto potere di azione della Mente sulla materia!

Quindi, per favore, NON URLARE GOOOOOL PRIMA CHE LA PARTITA SIA FINITA!

Grazie.
Matteo

tia_ ha detto...

>Quindi, per favore, NON URLARE GOOOOOL PRIMA CHE LA PARTITA SIA FINITA!

La sfiga passerina ha varcato il confine nazionale :D

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails