Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

sabato 18 giugno 2011

Risposta a Steven Krivit


Caro Daniele,

I was very nice to meet you this week and I enjoyed your company. I do not understand why you have posted a message from Levi that contains a direct falsehood.

Levi stated in his letter that I had omitted a crucial fact, that if his measurements had been done by mass, that the enthalpy would have been reduced in a linear way. 

I specifically mentioned that fact: "because a measurement by mass has a linear effect on the output enthalpy..."

My full report, to be published in a few weeks from now, will shed much light on many of the matters discussed on this page.

Cordiali saluti,
Steven B. Krivit


***

Dear Steven,

I was pleased to meet you in Bologna too. However, I was very surprised when I read your so called preliminary report. I'm just a blogger, while you are instead a journalist. But your preliminary report appears to be written by a blogger just like me. I'm sorry, but this is my opinion.

You drew the attention on insignificant details like the tire shop and a coffee machine! 

You've fabricated an "E-Cat trio" that doesn't exist! There is an inventor, his consultant (who is a famous retired professor) and a PhD; each have their own individual role: to mix them together is a mistake.

You've omitted a crucial fact: the answer to your question by the professor at the university who is an expert on steam (Zanchini). Why?

I really hope that your full report will unwrap the truth on many of the matters discussed on this page.

Carissimi saluti
Daniele Passerini


25 : commenti:

Tizzie ha detto...

Qualcuno dovra` segnalare a Krivit questo blogpost, linkandolo ad esempio in un commento al suo report preliminare.

robi ha detto...

Daniele
a volte sei troppo modesto.Tu non avresti scritto tutte quelle insulsaggini (caffè,gommista etc.),che in fondo son servite per ridicolizzare Rossi.
La prossima volta digli che neanche tu avresti scritto delle cose così banali.
Son curioso di vedere del perchè si è comportato così.

Amedeo ha detto...

Voglio vedere come fa adesso Krivit ad uscire dal casino in cui si è cacciato. Bravo Daniele, condivido in pieno il contenuto e la forma della lettera.

Tizzie ha detto...

A proposito, questo blogpost non mi e` apparso fra le notifiche RSS, mentre quello malformattato (poi cancellato) si`. C'e` un motivo in particolare per questo?

Daniele 22passi ha detto...

@Tizzie
Qualcuno di voi lo avrà già fatto immagino...

@robi
Steve è pagato per fare il giornalista a tempo pieno... io scrivo nei miei ritagli di tempo quando torno a casa stanco dal lavoro. In questo senso LUI DEVE ESSERE migliore di me.

@Amedeo
Non sai quanto mi dispiaccia questa situazione, ora tocca a Steve il prossimo passo.

@Tizzie
Facendo un copia incolla ho fatto casino col codice html cosicché il post appena pubblicato era privo di qualsiasi impaginazione. Poi l'ho corretto.

Amedeo ha detto...

Krivit sul suo blog sta gia cominciando a smacchiare la pelle al leopardo: pare che faccia il musetto perchè Levi la faccenda della massa/volume gliel'ha detta a cena invece che a colazione. Se è questo, come dice qualcuno nel post precedente, l'esempio del giornalista anglossassone, io mi tengo Minzolini e anche Fede...
Ripeto il concetto: non puoi trovarti di fronte al santo graal e metterti a discettare sulla macchinetta del caffè, vuol dire che o non hai capito un ca**o, o sei in malafede...

Stefano ha detto...

Una stranezza, nel podcast di Radio 24 non trovo la puntata di Mr KW del 16.5 (quella su l'E.Cat) mentre c'è quella del 15 e del 17.
C'è da pensar male? O è una dimenticanza?

Stefano ha detto...

Ovviamente nel post precedente parlo del 16.6 e non come ho scritto del 16.5

Amedeo ha detto...

mi piace troppo: Steve, are you able to distinguish the holy grail from the coffee machine?

Enzo de Angelis ha detto...

@Daniele
il dubbio più rilevante sollevato dal 14 gennaio circa il rendimento dell'E-Cat è stato sulla secchezza del vapore.
Credo che tale problematica sia stata ben considerata dal Prof. Levi sin da allora.
La risposta da lui data a Steven B. Krivit è stata netta, precisa e incontestabilee e a meno di voler mettere in dubbio la competenza e la professionalità del Prof. Levi credo che la questione debba chiudersi qui.
Consiglierei all'Ing. Rossi di concentrarsi esclusivamente sulla realizzazione della centrale da 1 Mw e sul rapporto scientifico con l'Università di Bologna.

Enrico Maria Podestà ha detto...

@Stefano

Se ti interessa ascoltare quella puntata:

Mrkilowatt-16-6-2011

Anonimo ha detto...

Certo che quel krivit con le affermazione che ha fatto, se il dispositivo di Rossi dovesse funzionare come credo (Focardi,Stremmenos,levi abituati a misurare nei loro esperimenti eccessi di energia nell'ordine dei watt non possono sbagliarsi su eccesi di kw e la diatriba sul vapore non è niente altro che l'attitudine di alcuni individui ad essere bastian contrari-quando sono in buona fede naturalmente) ha fatto quantomeno una uscita poco felice.
In merito al sarcasmo sulla location......ma quel tal krivit non l'ha mai vista una zona industriale nella provincia americana ? La vada a vedere e poi commenti le nostre..

Pietro Fano PU

Vanesio ha detto...

>Pietro Fano (...ma quel tal krivit non l'ha mai vista una zona industriale nella provincia americana ?)

...oltretutto il caffè da quelle parti è generalmente iper-schifoso :P

Anonimo ha detto...

@Enzo de Angelis
"e a meno di voler mettere in dubbio la competenza e la professionalità del Prof. Levi"....

su Qol, addirittura hanno dichiarato nei commenti che Levi è " un esempio di miseria umana".

Mi domando perchè Levi non abbia reagito di conseguenza, peggio di come ha reagito con Krivit.
Quando sei un professionista non puoi passare sopra le diffamazioni che arrivano agli insulti, altrimenti implicitamente gli dai ragione.
Se non reagisce forse non è sicuro di se.

Anonimo ha detto...

ma chi è sto Krivit, come è comparso sulla scena? che competenze ha?
e poi: ma perchè dobbiamo farfugliargli in inglese? siamo in Italia.

Daniele 22passi ha detto...

@Enzo De Angelis
Grazie Enzo, un abbraccio.

@Pietro Fano
@Vanesio
Ma tutti gli americani che vengono in Italia disdegnano l'espresso? A Bologna glielo abbiamo offerto sia a pranzo che ha cena e non ne ha voluto sapere! Io quando vado all'estero assaggio tutto il possibile e l'impossibile :)

@Anonimo
Mannaggia, firmati!!
Perche se non ti firmi non ti fermi, finisce così ;)
Ecco chi è Steven Krivit:
http://www.newenergytimes.com/v2/bio/CV-KrivitStevenB.pdf
ovvero il boss di
New Energy Times

Andrea G. S. ha detto...

Credo che qesto mio commento andrà perso nella bufera di questi giorni ma mi piacerebbe sapereun paio di cose.
Il verbale di Galantini esoste oppure no ?
Levi ha detto di si (l'aveva addirittura promesso a Krivit. Rossi ha detto invece che non ha scrito nulla. Com'e' possibile che una dita esterna chiemata per fare misure e probabilmente pagata profumatamente, non rilasci un documento in cui appaiono le misure fatte egli strumenti utilizzati ?

2) I 300 ecat li stanno testando lì o in un altra sede ?

Anonimo ha detto...

IO credo che Rossi voglia artatamente mantenere questo clima di sospetto di "Bufala", perchè non appena dovesse dare una prova incontrovertibile del funzionamento avrebbe troppi occhi puntati addosso, e magari non solo quelli....come minimo dovrebbe aspettarsi una visita notturna...comuni delinquenti al soldo di competitors accademici o industriali o Servizi....per moooolto meno si commettono atti di illegalità!!!

Guido

Anonimo ha detto...

@ Andrea G.S.

Dal sito di Rossi:

#
Andrea Rossi
June 18th, 2011 at 3:25 PM

Dear Frank Di Bianca:
People that really understands our work and knows it and our Customers have no doubt that my reactors work pretty well.
About all the others, honestly, I do not care too much, they are either competitors, sometimes disguised as Research Laboratories anxious to validate, fake journalists sent by the same, or just honest sceptic who are not important for our market. Our universal credibility will come from our working plants that we will sell to our Customers. I leave to others, more supplied of free time, the burden to chatter of LENR, I have to make them, and I have not time to confront chatters.For example, we had recently a “fake” journalist here who wrote stupidities about the water in the steam: very good, my 300 reactors actually under stress tests are making steam without water, I mean perfectly dry steam, and they will go in operation not in my factory, but in the factory of our Customer: once my Customer has dry steam produced by a 1 MW plant do you think that the stupidities of a snake are worth something? In these days, together with the University of Bologna and with my Customers, we have made tests measuring not only dry steam, but also with really , really, REALLY high performances: they know, I know, we know. That’s enough.
Warm Regards,
A.R.

Anonimo ha detto...

Interessante.

Avevo postato sul blog di newenergytimes la risposta di Rossi di cui sopra ... in attesa di revisioni .. sembra che Krivit l'abbia rimossa.

Riccardo T. ha detto...

@Daniele

"Ecco chi è Steven Krivit..."

Accipicchia. Un informatico con l'interesse per la fisica.
Esattamente come me.

Se basta questo background per trasformarsi in giornalisti scientifici, allora mi si aprono prospettive interessanti per il futuro :)

Scusate, ora ho da fare, vado a mandare il mio curriculum a Scientific American....

:-)

Fr@ncesco CH ha detto...

x Daniele: forse sull'espresso posso dare una spiegazione plausibile io.

A mio avviso il caffé americano è un abominio (sembra piscio di cammello), tuttavia ha una caratteristica: te ne puoi bere tazze su tazze come fosse té, visto che sa di nulla.

Sicché l'americano, essendo abituato al gusto-nulla del suo caffé, nel momento in cui viene a contatto con il nostro di caffé (che invece ha un sapore molto più forte, concentrato e robusto) dal suo punto di vista a lui sembra che noi lo stiamo avvelenando, o giù di lì.



Un ricordo personale: quando andai negli USA più di tutto mi colpì un cartello che pubblicizzava un acqua minerale.

Il cartello recitava come slogan per pubblicizzare l'acqua: "ACQUA SENZA CAFFEINA"

!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Capito? In USA ti vendono l' "ACQUA SENZA CAFFEINA", per cui francamente non so quanto lì abbiano il palato fino per le bevande...

My2Cents ha detto...

Posso confermare la tesi di Fr@ncesco CH circa il caffè.

Il caffè americano ha un gusto diverso dal nostro (e si sa, de gustibus....) ma soprattutto è molto più leggero. Ancora più leggero di quello che ti servono in aereo, il che è tutto dire...

Quindi gli stranieri (almeno americani e inglesi, quelli con cui ho avuto personalmente a che fare) non lo tollerano: sono rimaste leggendarie alcune figuracce fatte da alcuni miei colleghi d'oltreoceano che dopo un ottimo pranzo in trattoria ordinavano sempre un CAPPUCCINO! In realtà mi spiegavano che è solo perché il nostro caffè espresso, se assunto puro risulta troppo forte per loro.

Comunque non vedo come ciò possa aver maldisposto Krivit, ed in questo concordo completamente con Amedeo: "non puoi trovarti di fronte al santo graal e metterti a discettare sulla macchinetta del caffè". Parole Sante!

Speriamo che il report definitivo risulti più equilibrato e soprattutto focalizzato sulle cose importanti; il pre-report preferisco considerarlo come appunti di una gita turistica di piacere oltreoceano, da dare in assaggio ai propri compaesani affamati in attesa del piatto forte.

Tizzie ha detto...

@Daniele: ho appena notato the Krivit ha aggiunto sul suo blog questo messaggio ad un utente che ha inviato un link a 22passi a questo blogpost. Penso si riferisca a te:

[Dan,

Please add my response that I sent to you earlier:

Zanchini has no idea what was measured by Galantini or how it was measured. Zanchini confirmed that steam enthalpy by mass has a linear effect. We all know this. And I mentioned that in my post: “The difference is crucial, because a measurement by mass has a linear effect on the output enthalpy.”

My question to the scientist Levi was to obtain a scientific report with scientific data and an explanation of the scientific procedure used by Galantini on which Levi based his scientific report.

Grazie,

Steve

robi ha detto...

basta aprir un altra porta e senti che pace..

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails