BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

venerdì 24 giugno 2011

The Krivit's tire connection

Un pallone da pallavolo in offerta al supermercato: 4,90€.

"Me lo compri, papà?" dice mia figlia.

"Ma ce ne hai già tanti", ribatto.

"Ma non da pallavolo!"

"Ah be', sì ok... è vero."

Devo sottolineare - per qualcuno potrebbe essere importante - che in offerta c'erano anche dei ventilatori...

e delle macchinette del caffè... 

e stavo per portarmene via una.

Poi ci ho ripensato. 

Giacché il mio gommista è lì vicino, siamo andati subito a gonfiare la palla e... 

surprise!

Saranno 15 anni che mi servo da questo gommista, eppure in questi ultimi mesi non ero riuscito a rendermi conto della connessione con... 

mannaggia a me che non bado troppo hai particolari. ;-)

Adesso corro a scriverlo all'ing. Rossi: c'è la possibilità di organizzare dei test con l'E-Cat anche qui a Perugia!!!


Perugia, Ponte S. Giovanni - pomeriggio del 24/06/11: niente macchine del caffè in giro, solo una Multipla a metano!

129 : commenti:

Tizzie ha detto...

Vedo il link al sito sul lunotto dell'auto... provando ad andarci penso se non sarebbe una buona idea mettere un redirect automatico da li` al blog. Che dici?

liongalahad ha detto...

"mannaggia a me che non bado troppo hai particolari."

io quell' "h" la toglierei... ;)

Anonimo ha detto...

@Daniele

Ho visto che hai chiuso il link che portava a Krivit il fatto è provvisorio o definitivo?

Ho dato un'occhiata hai commenti del suo blog e non erano tutti concordi su quello che ha scritto, forse è per quello che ha chiuso i commenti sull'ultimo post?

Renato50
Ciao

Daniele 22passi ha detto...

@Tizzie
Eppure son 5 mesi che mi conosci... ;-)

@ liongalahad
La mia ironia inconscia è davvero troppo avanti! :)))
Evvabbeh, ora l'ho evidenziata l'H impropria!
Ma insomma, devo ancora dimostrare che conosco grammatica e ortografia?!? :)))

@Renato50
L'ho tolto necessariamente visto che Krivit ha interrotto unilateralmente la pubblicazione su NET degli articoli sull'E-Cat di questo blog.
Hai presente la sua lettera?
E pure se Krivit si scusasse e tornasse suoi suoi passi, non so se riavvierei la collaborazione. L'ha fatta troppo grossa, ed è giusto che veda dove lo porterà la strada che ha scelto.

Anonimo ha detto...

vabbè krivit è un mediocre ..è certo.....ma chi è mai costui?!..nessuno
...chi invece non ci fa una bella figura in tutta questa storia è la scienza ……anzi la Scienza ……escludo i proff. di bologna ,celani, svezia e grecia …non so se c’è qualcun altro da escludere………quello che voglio dire è che mi sembra che quelli che sono accreditati di una maggiore autorevolezza in questo settore e sono considerati primi inter pares, abbiano dato una gran prova di codardia e di mediocrità!...........come è possibile , di fronte ad un fatto del genere che è noto a molta gente ( tipo a uno come me che si occupa di tutt’altro,ma percepisce l’ importanza di quello che sta accadendo), NON DIRE ASSOLUTAMENTE NIENTE….STARE ZITTI……………..una civiltà, che cresce nel solco della tradizione , lo fa quasi esclusivamente grazie all’eccellenza prodotta in alcuni settori ……..e non è solo un’eccellenza di conoscenza , ma anche e soprattutto di valori etici , morali e di apertura mentale e capacità di accettare il dialogo……..spero di sbagliarmi e chequalcuno mi smentisca!!!!

gio

Enrico Maria Podestà ha detto...

@Daniele

A proposito di coincidenze... Utilizzeranno Hyperion per fare un film? Almeno per il titolo... :)

http://www.cinemaevideogiochi.com/cinema-tv/fantascienza/bradley-cooper-sceneggiatore-per-hyperion/

Carlo ha detto...

Daniele dici che se vado a boogna al 6c mi aprono?

Author ha detto...

@Daniele

miiiii, pure Author ci ha una Multipla a metano (in attesa della Multipla Hyperion...)

robi ha detto...

Daniele
una stupidaggine che mi ha incuriosito.
Quando si poteva vedere da dove ,nel mondo, si guardava 22p .C era un posto nel golfo di Guinea (in mezzo al mare)in cui la dicitura diceva 6/7 utenti nazionalità sconosciuta.Erano in barca con ognuno un suo computer? Ed erano anche assidui frequentatori di 22p.Ho cercato un isola ma non l ho trovata.Magari è piccola piccola.E poi possibile che su un isola così ti guardino in 6/7 persone.?
strano forse diventa roba per Alberto Medici..

ant0p. ha detto...

oggi invece ho comprato un tubo da giardiniere con diametro interno 12mm e spessore 1.5mm:)) poi l'ho tagliato a 6.5m. e il vaporì ce la fa con 6 metri e mezzo, con un vapore all'uscita che ricorda come consistenza quello tirato fuori da rossi nel video di krivit. e quello del vaporì è pure più intenso, sembra avere più portata. e quindi mi tornano i dubbi in senso negativo, non riesco proprio a giustificare 5kw con quel flusso che si vede nel video, la portata è nettamente troppo debole, non c'è niente da fare..
con i calcoli che ho fatto la conduttività termica dei tubi è circa di 0.03/0.04 watt/(m*K) e infatti si trovano cataloghi di tubi gommosi che vengono dati a 0.036. su quello di rossi, facendo la moviola, c'è scritto "rubber hose 16 bar parker itr made in italy" ma sul catalogo non dicono la conduttività termica..però un po' mi sono chiarito le idee e sono tornato molto scettico sullo scarico fatto vadere a krivit per pochi secondi..visto che la predita di energia è di sicuro sotto gli 800watt con 6.5m, bisogna decisamente ridimensionare le perdite di energia lungo il tubo che ha un diametro interno di almeno 10mm con meno pedite di carico dell'altro che avevo provato, purtroppo non vedo proprio come si possano giustificare 5kw con quel flusso..mah..non voglio trarre conclusioni da un pezzo di video di 3 secondi, però il mio 49% di scetticismo resterà presentissimo in mancanza di prove della serva ben documentate..mi dispiace ma sono molto poco influenzabile dagli annunci e dalla mediaticità, sono più abituato a usarla che a subirla:)) rispetto a prima non cambia assolutamente niente, resta la prova di febbraio e poco altro che è trapelato (da stremmenos e focardi) che inducono al possibilismo, fosse solo per le prove col vapore sarei al 70% scettico..ma ormai è molto facile che si rimanga in standby fino a fine ottobre, come minimo.

robi ha detto...

ant0p
quando non si può fare la prova della serva
ahimè bisogna arrangiarsi con l artigianato..
tutta roba handmade

R.v.B.

ant0p. ha detto...

@robi
è l'unico modo per cercare di farsi un'idea su un confronto tra gli ordini di grandezza..è vedendo la perdita sui 500watt in 6.5m con un tubo simile che mi ha tolto certe contraddizioni..lo sbuffo di lewan con 2.5kw era più intenso, per dire..sul poco che si vede nei video dello scarico del vapore dai tubi le incongruenze purtroppo ci sono, e anche molto evidenti..se il flusso di vapore durante tutto l'esperimento fosse stato sempre quello che si vede in quei 3 secondi con krivit un ordine di grandezza sui 5kw non c'è..ma manco in un altro universo:))

Anonimo ha detto...

#
Andrea Rossi
June 23rd, 2011 at 1:18 AM

Dear J.Catania, I have already answered to this issue. To estimate a steam flow in television is ridiculous. Dry steam is not visible. All you can see is the wet portion of it. I already gave in this blog the flow-speed calculation. Some imbecile has made a comparison between our output and ne of an appliance that emits more water than steam. We cannot lose time on this. Again, only product in operation in Customers’ facilities is the test that counts. All the rest is chattering which produces more chattering, exponentially, if you fall in this trap.
Warm Regards,
A.R.

http://www.journal-of-nuclear-physics.com/?p=360

What else!!??

Anonimo ha detto...

.... capito!! ... solo vaporella Ecat DOC mi raccomando .... a vapore secco 100x100 ..... che sennò tirate giù Satana in persona per le gambine ... ... da acquistare presso Defkalion! ... è qui la truffa ... ma non ci siete ancora arrivati!

ant0p. ha detto...

ah si 'imbecile' eh?:)) allora legge ogni tanto anche qui, bene..comunque una cosa è sicura: 'not visible' un par de palle..un vapore a 100.1° quando esce in aria condensa molto velocemente. e il bianco di quello che si vede sulla maglietta nera nel video non viene sospinta via dal flusso 'not visible', com'è ovvio che sarebbe se ci fosse tutta questa grossa parte 'not visible'..suvvia quella è 'na sfiatella da meno di 1kw..è evidentissimo, almeno in quei 3 secondi:)) e l'acqua c'era anche nel suo tubo..come mai lo alza e lo sgrulla prima di tirarlo fuori??
da adesso basta però, non parlerò mai più di tubi:)) in attesa di prove più evidenti, spero decisive in senso positivo.

holgs ha detto...

@ant0P
è da un po' che seguo con attenzione i vostri interventi, e non vorrei essere noioso con la questione vapore, ma durante il filmato ( http://www.youtube.com/watch?v=m-8QdVwY98E ) al minuto 10:32 circa Rossi dice:

"some steam is going out because is not... (video tagliato)... is going out of ... (video tagliato)..."

mi piacerebbe sapere cosa è successo al tubo, perchè il filmato è tagliato, prima di prendere per buono quel flusso di vapore che si vede poco dopo.

Sbaglio?
Holger

francescog ha detto...

ant0p il vaporì non ha la stessa portata dichiarata(6 volte superiore)non mi venire a dire che cambia poco perchè non è vero se la potenza effettiva corrisponde a quella assorbita....

Anonimo ha detto...

Stai calmo Antop ... che lo hai già stuzzicato!!!

Il Rossi mi sembra già di suo un tipo permalosetto e poi in questi giorni mi sembra proprio che sia sù di giri.

Ti fai la svaporata con il vapore secco o Rossi ti trasforma in catalizzatore segreto.

.. e ricorda che il copiaincollatore non porta pena.

.... però ... questa storia delle 'svaporate' ... magari l'additivo speciale è un vegetale, magari una pianta, forse Rossi l'ha trovata in Marocco ...

Author ha detto...

@holgs

in effetti...

let's ask Krivit about it!

Fabio ha detto...

E' proprio il caso di dire che non ci si capisce un tubo! :)))

Carl ha detto...

Mah nn so...per me se davvero hanno chiesto consulenza a zanchini,persona che ne sa davvero troppo di termodinamica, sul vapore..e lui gli ha detto perché e per come...la discussione sul vapore per me e' chiusa fino alle prove di Levi...non credo riusciate a poter fare approssimazioni meglio di loro..sapere di più di zanchini di termodinamica e' impossibile..

Matteo ha detto...

Sarà, per ora non è stato spiegato bene come sono state fatte le misure.
Ma poi chi può credere che avendo 100,1°C si sia evaporizzato tutto.
è difficile che tutte le volte che si son fatte ste prove non ci sia mai stato più di 100-101°C, è evidente che tutta la portata di acqua pompata non è stata evaporizzata, il punto è quanta non è stata evaporizzata.
Dai sarebbe bastato un 103-104°C e non se ne parlerebbe neanche.

Gibed ha detto...

Scusate se insisto. Non c'è solo Zanchini. Il Dipartimento di Fisica di Bologna ha deliberato di firmare il contratto. Una delibera di Consiglio di Dipartimento implica una precedente fase istruttoria, durante la quale si esaminano i fatti e il testo del contratto, e poi la discussione finale. Il Dipartimento di Fisica conta ben 107 tra prof. ordinari, prof. associati e ricercatori. Vi pare possibile che non abbiano discusso la questione del vapore? La vostra considerazione dell'Università italiana è così bassa da ipotizzare che questo gruppo accademico non sia in grado di decidere su questa materia? Io non ho dati per decidere sul funzionamento dell'E-Cat, ma loro li hanno avuti e si sono convinti. Quanto meno a maggioranza.
Saluti
Gibed

Fabio ha detto...

Io proporrei una moratoria.
Ora che abbiamo notizia certa che sull'E-Cat il Dipartimento di Fisica dell'Università di Bologna avrà modo di indagare in lungo in largo e provare tutto il possibile immaginabile, mi pare del tutto inutile continuare con speculazioni basate su quel che si intravede nei filmati e/o sulle poche e spesso contraddittorie informazioni che arrivano da Rossi & Co.

Lascerei un po' più di spazio alle notizie e agli approfondimenti e meno alle chiacchere, insomma.

Tanto mi pare proprio che senza il contributo delle parti in causa, si rischia di rigirare sempre intorno alle stesse cose.

ant0p. ha detto...

@francescog
non ho capito bene cosa intendi: la potenza dichiarata sull'etichetta del vaporì è 900watt e quella effettivamente erogata dal vapore, stimata in tutti i modi, sia dal contatore che con i calcoli che con la prova della condenzazione nella bottiglia è sugli 800watt, cosa c'è di complicato?
in realtà per 3-4 minuti il vaporì carica il vapore anche in anticipo, quindi la potenza elettrica istantanea è più bassa di quella del vapore mentre esce (lo si vedeva anche dal contatore che dava un po' meno..), ma questo non influisce sul contenuto in potenza del vapore (che se è secco è proporzionale alla portata, il deltaT non conta niente se varia di pochi gradi, e poi la parte più importante è il calore latente di vaporizzazione della massa di acqua)

..alè, altro black out qui a pv..è il terzo in un mese, ma che cazzo gli piglia all'enel?:))

Anonimo ha detto...

secondo me c'è anche il fatto che uno può essere una persona meravigliosa, ma è vero anche che cane non mangia cane.
A che prò, inoltre?

mW

Giuseppe ha detto...

nuovo video sulla conferenza alla Defkalion

http://www.youtube.com/watch?v=wa4Q2XnlznU&feature=mfu_in_order&list=UL

rodrigo ha detto...

@ ant0p.
E' possibile che il vaporì abbia una qualche valvola per la pressione (o la temperatura) così che il vapore esca solo dopo che la pressione ha superato un certo limite?
La condizione di funzionamento mi sembra diversa, c'è una caldaia che viene riempita e poi chiusa, mentre nel gatto entra continuamente acqua fresca e lavora a pressione atmosferica (misurata come da dichiarazione di Galantini). Non so se è la stessa cosa ...

Caracolla ha detto...

Forse ho capito come sono andate le cose in quel video con di Krivit. Mettendo insieme i vari elementi -la pompa va la meta` delle altre dimostrazioni; - L'assorbimento e` piu` alto delle altre volte; il vapore sembra (e dico sembra) effettivamente troppo poco => L'ecat in quel video stava andando solo con le resistenze. Per qualche motivo non si sara` potuto/voluto avviare e per dare in ogni caso un video con un ecat (supposto) funzionante si e` scelta la sola illustrazione di come funziona.

Daniele 22passi ha detto...

@robi
Ma lo sai che ho cancellato quel widget con le bandierine da internet quando ho ristrutturato il sito e poi non sono più riuscito a ritrovarlo... e mi dispiace era carino.
Comunque ho controllato la tua segnalazione (con gli strumenti del mio abbonamento su Shinystat): non risultano traffici strani né dal Golfo di Guinea né dall'Africa in generale... forse era andato in tilt il widget! ;)

@Giuseppe
Grazie della segnalazione.

@tutti
ACCOLGO LA PROPOSTA DELLA MORATORIA FATTA DA FABIO... anche perché siete riusciti nuovamente a decimarmi il pubblico femminile! :)

ant0p. ha detto...

@rodrigo
stessa cosa, fidati. ho promesso di non parlarne più, ma se chiedete..:))
col tubo poi anche lo scarico è analogo..il vapori ha dentro un volume di 25cc a 3 bar, che serve per spruzzare a alta velocità dal beccuccio, ma i 3 bar in 25cc al tubo lungo gli fanno una pippa:)) anche nella pompa c'è una pressione di qualche bar data all'acqua per spingerla dentro l'ecat e nel tubo, ma poi all'uscita entrambi i vapori sono a p atmosferica. è la fonte di energia impressa all'acqua che crea il vapore, che con una certa portata implica direttamente una certa potenza: non importa come hai creato il vapore, conta solo quanta potenza (o energia, in questo caso è lo stesso come concetto..) è erogata per crearlo, e poi come si dice una massa di vapore ha una sua entalpia propria, che poi è un'energia..e la massa nell'unità di tempo ti da la portata, come l'energia nell'unita di tempo da la potenza.
comunque non mi piace come si sta difendendo rossi da questi dubbi, ma proprio per un caz..non certo perchè mi da dell'imbecile':)) su quello sorvolo..sarà stressato..ma è proprio l'argomentazione che non tiene..poteva dire che in quel momento c'era stato un calo di portata siccome la pompa va a colpi e che la potenza è mediata nel tempo, era una cosa possibile, checcazzo ne so io se con quella pompa è sempre come in quei 3 secondi..ma quando si mette a dire l'inidicibile riferendosi proprio a quel vapore in quei 3 secondi cercando di farlo passare come invisibile ma intenso mi fa venire veramente dei dubbi..perchè qui non si tratta di moviolismo o di supporre chissà cosa da un fotogramma..o il 'reptile' di krivit ha fatto un videomontaggio incredibile o sennò c'è molto poco da inventarsi purtroppo..ne ho fatte di prove in co'sto cazzo di vaporìcchio e ho cercato di farmi venire tutti i dubbi possibili in favore di quella sfiatella del video ma proprio non ce la si fa:)) spero che rossi stia facendo caciara per mimetizzarsi, ma come si fa a capire un atteggiamento del genere dall'esterno? dall'esterno da la netta impressione di uno che sta a sbroccà..sarà una tattica..boh. vedremo, non capisco ma mi adeguo:))

AR ha detto...

@Ant0p
Io penso che all'aumentare della portata d'acqua in ingresso ne vedremo delle belle, qualcosa mi dice (una telefonata di oggi) che una maggiore portata d'acqua è causa di ulteriori strani fenomeni non previsti..

ant0p. ha detto...

@AR
cos'è, se aumenti la portata esce ghiaccio??:))

Vettore ha detto...

@Ant0p
Mi risulta che i generatori di vapore domestici abbiano una caldaia in cui la pressione del vapore viene fatta salire prima di essere utilizzata. La situazione quindi non è affatto paragonabile a quella dell'E-cat. Il fatto che la pressione all'uscita sia in entrambi i casi quella atmosferica non significa niente, cambia proprio la velocità di uscita (equazione di Bernoulli).
Inoltre bisogna ricordare sempre che la velocità dentro il tubo può differire parecchio dalla velocità all'uscita (in aria), quest'ultima dipende moltissimo dalle caratteristiche dell'aria stessa (temperatura, pressione, umidità, polvere, etc.).

robi ha detto...

giusto per dar spazio ad altri argomenti.
Su "unonotizie.it"se cercate (è di alcuni giorni fa)trovate una lettera indirizzata a Veronesi in cui viene sputtanato all inverosimile per ignoranza sulla radioattività.Molto interessante

buongiorno vettore

liongalahad ha detto...

@Ant0p

anch'io vedendo le reazioni e le scuse di Rossi mi riempio di dubbi, soprattutto vedendo come mi ha risposto quando gli ho posto con precisione la questione sul suo sito, ovvero NON PUBBLICANDO ciò che gli avevo chiesto e rispondendo con deliri su clown e spiders, e su fantomatiche pressioni nel camino (che poco c'entrano con la mia questione)......

inoltre concordo sul fatto che quando asserisce che il vapore copioso c'era ma non si vedeva, è una bugia grande come una casa perchè se ci fosse stato si sarebbe trascinato dietro la nebbiolina della condensa, la quale invece esce con la stessa velocità con cui esce da una tazza di caffè.

d'altra parte però mi stupisco e trovo quasi impossibile che se questi dubbi fossero fondati, uno come Levi non si sia accorto di nulla....


@daniele passerini
intendevi questo? http://www.makeuseof.com/dir/flagcounter-flag-counter-widget/

Daniele 22passi ha detto...

@robi
Grazie davvero per la segnalazione.

@liongalahad
No, intendevo un flash con un'animazione 3D molto simpatica: le bandierine delle nazioni dei visitatori on line orbitano attorno al mondo :)

Anonimo ha detto...

Potreste fare uno scoop:
intervistare Cocchi e Zanchini e chiedere loro pubblicamente un parere su tutti i problemi emersi e su tutte le dichiarazioni di cui faremo una bella lista.

Il liceale
mW

Anonimo ha detto...

scusate il disturbo:

Io normalmente stò su un forum di EA il cui titolo è:

"Apparato Rossi - Focardi? Verita o bufala?"

Come già precisato, all'epoca il titolo del forum venne creato dagli amministratori. Tra i frequentatori abituali però, nessuno asserisce che si tratti di una bufala, perchè anche questa asserzione andrebbe dimostrata.

Io e altri sosteniamo semplicemente che per ora non si possa dire che l'apparato funzioni, poichè non è mai stato replicato pubblicamente l'eccesso di calore dichiarato. I motivi sono oggetto di moratoria.

La replica deve essere pubblica poichè non esiste la possibilità per altri di replicare l'esperimento, vista la carenza di informazioni.

Vorrei riformulare il mio precedente post (che prego D22 di cancellare)in maniera più seria e rispettosa.

Sottoponete le questioni oggetto di moratoria a dei docenti di FISICA TECNICA o MACCHINE.

Qualsiasi cosa ne emerga, porterà avanti la questione.

mW

liongalahad ha detto...

@ Daniele Passerini

allora forse intendevi questo: http://www.revolvermaps.com/

:)

Andrea G. S. ha detto...

Finalmente ! Basta con sto vapore, non se ne può più ! Ormai il bloga stava diventando un bagno turco !
@ant0p
confessa, non è che nel vaporì ci hai messo del nickel in polvere ?
Concludo con una min...ata per riportare un pò di allegria in questo consesso.
Visto che c'è un gommista, non Krivit poteva interpellarlo per fargli stimare a orecchio la portata del gas in uscita dal tubo ? Se è trasparente ha ragione Rossi a dire che non si vede ma sicuramente si sente !

Yuz ha detto...

Ho trovato questo documento sulle sonde capacitive.

http://www.sede.enea.it/attivita_ricerca/energia/sistema_elettrico/Nuovo-nucleare-fissione/LP2/LP2-031.pdf

Non avendo conoscenze sufficienti di elettronica/elettrotecnica per poter valutare in maniera sufficientemente critica quanto scritto nei paragrafi 4.3 - 4.4 - 4.5 - 4.6 del documento, mi astengo dal dare un giudizio e chiedo il parere degli esperti.

Anonimo ha detto...

lo avevo già chiesto:

... a nessuno è passata l'idea che Rossi dovendo fare solo qualche foto e un'intervista e non certamente la prova definitiva abbia semplicemente allestito l'Ecat a tale scopo?

Tizzie ha detto...

@Anonimo: possibile, ma in tal caso non sarebeb comunque stato molto onesto con Krivit.

Anonimo ha detto...

La scorrettezza nei confronti di Krivit sarebbe fuori dubbio ma tutto questo parlare dello sbuffo di vapore non avrebbe nessun senso.

Sarebbe meglio vedere i filmati del vapore delle prove precedenti fate con molto più rigore.

Giuseppe ha detto...

Altro video della conferenza in Grecia dove si vede un pò di confusione e se non mi sbaglio si vede anche focardi ad inizio del filmato..

http://www.youtube.com/watch?v=Yq3INK_JSmg

Giuseppe ha detto...

Guardate questo video e la prova che fa il tizio, che lui intitola comparativa con l'E-Cat di Rossi...
Mi sa che è per screditare Rossi, se non sbaglio fa anche il nome di krivit e fa una prova senza valore scientifico naturalmente ;-) tipo vaporì...

Potete anche trascrivere i sottotitoli e farli tradurre simultaneamente in italiano, anche se la traduzione è vergognosa ;-) comunque l'audio in inglese si capisce dai...

http://www.youtube.com/watch?v=T1EnIQkG8no

francescog ha detto...

Yuz grazie questo dimostra che è possibile misurare il titolo di vapore-acqua con un sistema capacitivo..però bisogna vedere se con una taratura e/o con "calcoli" particolari si può adattare alle sonde tanto famose; Vettore cosa nè pensi???

David ha detto...

E' mai possibile che nessuno abbia ancora tradotto il video della conferenza?
Io mi sono rivolto ad un'amica greca. Appena mi risponde posto la traduzione.

mario massa ha detto...

@Yuz

Nello studio che hai trovato di una sonda capacitiva per la ricerca della percentuale di volume di vapore rispetto al volume di liquido (studio rivolto al progetto IRIS), si dice che tale tipologia di sonda non esiste in commercio: dubito che possa essere stata utilizzata sull’E-CAT. Tra l’altro se hai visto i costruttivi alla fine dello studio essa deve necessariamente essere inserita in serie alla tubazione in esame (unico modo per “analizzare” tutta la sezione).
Ricordo che IRIS è un PWR, e la sonda è chiamata a individuare piccoli volumi di vapore eventualmente dispersi nell’acqua surriscaldata ad alta pressione: nel nostro caso la situazione è completamente diversa.

Stefano ha detto...

Qui si parla di dover rivedere il modello dell'atomo e la gente gioca con il vapore. Indichi la luna e guardano il dito. Il vecchio detto è sempre valido. Io non ci perderei più tempo con questa gente.

David ha detto...

leggete questo. Clamoroso.

http://coldfusionnow.wordpress.com/2011/06/22/a-nobel-laureate-speaks-out-on-the-energy-catalyzer/

David ha detto...

Una domanda semplice semplice: io a casa consumo 200 Kw al mese. Mi basta un e-cat per il mio fabbisogno? Grazie

Stefano ha detto...

@Davide
Forse volevi dire 200 KWh al mese?

Stefano ha detto...

Interessante spiegazione dei fenomeni di fusione.
http://www.youtube.com/watch?v=XvHSjJelcOE

zippo ha detto...

mi pare che non lo abbia ancora segnalato nessuno: articolo sulla conferenza di xanthi di radio citta' del capo di bologna (circuito popolare network).

http://radio.rcdc.it/archives/la-fusione-fredda-bolognese-verra-prodotta-in-serie-presentato-in-grecia-lhyperion-81930/

ps: e' una lezione di giornalismo; riporta sinteticamente tutte le informazioni a disposizione in modo (per quel che so io) corretto, riporta tutte le posizioni e non pende da nessuna parte.

Stefano ha detto...

Qualcosa non mi torna. Nei filmato test del 14.1 venivano prodotti 12Kw di potenza a fronte di 700w di alimentazione: circa 17 volte.
Adesso si parla di un guadagno di circa 6 volte. Come mai questo calo di prestazioni? E' voluto? In alcune interviste avevo sentito dire che il guadagno poteva essere anche di 100 volte...

Gibed ha detto...

Su Cold Fusion Now (http://coldfusionnow.wordpress.com/2011/06/24/defkalion-internal-tests/)si riporta una dichiarazione di fonte Defkalion GT: "...In addition, Greek authorities will be testing DGT’s Hyperion products for performance, stability, functionality, and safety during the first 10 days of July. The results of those tests will be released after the authorities certify the products. The results of any other third-party tests on the Hyperion products before the October launch will be announced by DGT and published on their website."

ant0p. ha detto...

@vettore
certo che la pressione viene fatta salire prima, a 3 bar in un ampollina da 25cc, che ha esattamente la stessa funzione della pompa, ma quando il vapore esce in aria a pressione atmosferica è vapore in tutti i casi con la sua portata e di conseguenza una potenza proporzionale (considerando che il vapore sia secco)
ma il dubbio che mi è venuto non è tanto sulla secchezza del vapore ma sulla portata in uscita, a quanto mi risulta nessuno ha mai parlato chiaramente di verifica constante dello scarico del vapore e nei due brevi momenti di video a disposizione ci sono evidenti incongruenze: anche nel video di lewan i dubbi ci sono, perchè in effetti apparentemente prima che lewan arrivasse a controllare il tubo sembrava che non uscisse niente, e poi si vedeva rossi che smanettava sui controlli..in quel caso era più difficile però dire che ci fosse qualcosa di strano, mentre stavolta anche alle luce delle risposte di rossi c'è veramente qualcosa che non va, mi dispiace. è la portata in uscita a dover essere controllata più seriamente, perchè sennò si può pure supporre che ci sono tubi nascosti che scaricano la maggior parte dell'acqua prima di entrare nell'e-cat, che ne so..sotto la pompa c'è la gamba del tavolo che potrebbe avere un tubo all'interno che entra nel pavimento e che scarica da sotto la pompa la gran parte dell'acqua..ma è una cagata fare la moviola e dover mettersi a fare ipotesi da prestidigitatore del cicap:)) per eliminare questi dubbi lo scarico deve essere sempre ispezionabile e non quasi sempre nascosto nell'altra stanza: è fondamentale lo scarico diretto senza tubi lunghi per valutare seriamente la potenza erogata.

Anonimo ha detto...

Un sensore per la misura del titolo di un flusso di vapore e' stato costruito dal CESI (vedi documento al link). Si tratta di una sonda ottica costosa e difficilmente reperibile in commercio. Magari bastasse un semplice termoigrometro:

http://www.google.it/url?sa=t&source=web&cd=1&ved=0CBwQFjAA&url=http%3A%2F%2Fwww.ricercadisistema.it%3A8080%2Fsite%2Fbinaries%2Fcontent%2Fassets%2Frse-sola-lettura%2Fpregresso%2F2002%2FMetodologie_innovative_di_miglioramento_delle_prestazioni_degli_impianti_di_generazione%2Fa0-043050.doc&ei=RhsGTqyBHIbsOZTe4dAN&usg=AFQjCNGVHT9lilRlJ3-UQxrnPEysN1pTwA

Tamerlano

Pino Grasso ha detto...

Stefano ha detto...

Qualcosa non mi torna. Nei filmato test del 14.1 venivano prodotti 12Kw di potenza a fronte di 700w di alimentazione: circa 17 volte.
Adesso si parla di un guadagno di circa 6 volte. Come mai questo calo di prestazioni? E' voluto? In alcune interviste avevo sentito dire che il guadagno poteva essere anche di 100 volte..

*******************

Immagino che le prestazioni dipendano dalla massa di miscela di nichel e catalizzatore usata.

Più grande è la massa maggiori sono le prestazioni, maggiore è la difficoltà nel controllare la reazione.

Evidentemente una piccola massa che produce un guadagno 6 o 7 è più facilmente controllabile in stabilità ed è stata scelta questa strategia per le prossime produzioni industriali.

Penso che nulla vieti, un domani, di usare masse più grandi con guadagni di 100 o 200 (Focardi in una intervista racconta di tali guadagni), il problema da risolvere sarà il controllo del cavallo quando si imbizzarrisce.


-------------

@Ant0P

Perchè la tua prova abbia senso, dovresti tenere aperto il vapore fino a quando la sovrappressione dentro la caldaia vada a zero e solo dopo apprezzare quanto vapore esce dall'azione diretta della resistenza da 800 watt.

Anche così non dimostri che l'e-cat funziona o non funziona però puoi farti un'idea più precisa sul vapore :-)

Cesare ha detto...

@Stefano
Il problema del guadagno è legato alla stabilità dell'E-cat, infatti la reazione viene innescata del calore prodotto dalla termoresistenza e all'aumentare della temperatura interna ci si aspetta che aumentino le reazioni; se aumentano le reazioni aumenta il calore, se tale calore aumenta abbastanza si può arrivare all'autosostentamento e vicino a tale limite si hanno rendimenti elevati, in ogni caso togliendo la corrente si spegne; l'importante è non andare oltre dove è inutile togliere la corrente per raffreddare il core altrimenti o si aumenta il raffreddamento oppure la reazione diventa incontrollabile e l'E-cat esplode, cosa successa. Per cui Rossi si tiene basso per evitare problemi di sicurezza; penso anche in virtù del fatto che i processi nucleari interni secondo Focardi producono 4 diversi isotopi radioattivi di rame (ovvero Cu59, Cu60, Cu61, Cu62 con tempi di dimezzamento di 81 s; 23,7 min; 3,33 h; 9,7 min) se l'E-cat esplodesse uscirebbero delle nanopolveri di nichel contenenti questi isotopi e questo sarebbe molto nocivo.

A proposito, ragionavo oggi sul fatto che la presenza di questi isotopi fa si che vi sia una produzione di calore ritardata quando si avvia l'E-cat; infatti perché il Cu60 (dimezzamento 23 min) si accumuli e cominci a contribuire devono passare vari minuti ancora peggio fa il Cu61 (dimezzamento 3,33h) per cui c'è da aspettarsi che la produzione di calore aumenti all'aumentare del tempo senza modificare l'assetto.
Inoltre ci dovrebbe essere un altra firma radioattiva: infatti la presenza di questi isotopi fanno si che l'E-cat continui a produrre calore anche dopo che è stato spento, il Cu61 fa si che se l'E-cat scaldi anche dopo ore, per cui mi verrebbe di chiedere a Daniele che ha assistito alle prove se il raffreddamento continuava ad andare anche dopo che si era fermata la reazione.

Stefano ha detto...

@Pino Grasso
@Cesare

Condivido il vostro punto di vista. La sicurezza prima di tutto. L'unica cosa che mi preoccupa e che questa tecnologia venga castrata prima di nascere per non dar fastidio serio ad altre fonti.
Calore a parte, quello che serve è l'energia elettrica e visto che la trasformazione da energia termina in elettrica rende il 50% abbiamo un rendimento complessivo di 3 volte. Che è sempre meglio di niente, ma io avevo sentito altri numeri all'inizio, prima del dietro front.

Giuseppe ha detto...

Ulteriore video sulla conferenza della defkalion con anche l'intervista a Melis di radio 24 in inglese!

http://www.youtube.com/watch?v=J9T5BMgTtzQ

Anonimo ha detto...

@Stefano

La prima bicicletta si chiamava velocipede, (era senza pedali), dopo gli anno messo i pedali, con il tempo è stato messo il motore, e piano piano è diventata una desmosedici...

Renato50

robi ha detto...

Stefano
il dietrofront tu lo spieghi con convinzione come se l e-cat possa arrivare fin lì
io me lo spiego in un altra maniera
comunque le sorprese sono all ordine del giorno e chi è convintissimo di qualcosa stia attento a come parla

P.S.non succede niente ,ma, può dopo mangiarsi la lingua

Stefano ha detto...

@robi

Infatti un guadagno di 3 (300%) piuttosto che di 30 (3000%) non mette in dubbio l'esistenza di una trasmutazione esogena. E' solo una questione tecnologia che sicuramente si evolverà.
Non ho dubbi sul fatto che le trasmutazioni avvengano. Ti consiglio il libro "La struttura nascosta del mondo" di Luca Chiesi che allarga un po' gli orizzonti.

ant0p. ha detto...

@pino grasso
la mia prova ha senso eccome, ci sono 170g di acqua a temperatura ambiente che vengono completamente vaporizzati. domanda: come fai a vaporizzarli? ci vuole energia, non importa come la fornisci, che sia la resistenza interna del vaporì o quella dell'e-cat o una reazione nucleare nel reattore non cambia niente, sempre energia è..e le puoi confrontare benissimo, altrocheccazzi:))
come si fa il confronto?: semplicissimo, valutando la portata del vapore all'uscita (oltre ovviamente a verificarne il titolo, ma per quello diamo per scontato che sia vapore secco in entrambi i casi)
inoltre, come avevo già detto la pressione interna del vaporì ha la stessa funzione della pompa: serve per spingere fuori il vapore, così come la pompa ha la funzione di spingere l'acqua dentro all'ecat, tutto qui. sono solo modi diversi di fare la stessa cosa (fornire l'energia necessaria a una massa di acqua per vaporizzarla completamente, oltre ovviamente a spingerla con una certa portata nei tubi), e quindi sono totalmenete confrontabili in termini di portata in uscita e quindi di potenza erogata (che è proporzionale alla portata in uscita, cosa che quasi nessuno ha mai controllato seriamente negli esperimenti di rossi, e quando per pochissimo tempo è stata controllata ha dato risultanze piuttosto incongruenti..tipo la sfiatella con krivit che non è assolutamente compatibile con una potenza di 5kw).

c'era solo il dubbio sulla dissipazione dovuta al tubo, ma usando un tubo simile come diametro interno e spessore (e pure più lungo) di quello del video, ho dissipato anche quel dubbio:)) in pratica con quei tubi di gomma si può considerare ragionevolmente una perdita di potenza di 100watt/metro, o anche qualcosa di meno..

ant0p. ha detto...

per finire, l'unico dubbio era che la portata all'uscita del tubo di rossi andasse a ondate, e che in quel momento con krivit rossi avesse tirato fuori il tubo durante un calo della portata in uscita al minimo.
ma se rossi si arrampica sugli specchi per affermare che quella era una portata coerente coi 5kw i dubbi li fa venire a me:)) non se la può cavare dicendo 'steam, this is steam' o con tono sbrigativo 'you've seen the steam'..la portata alla scarico deve essere sempre controllata e valutata se si vuole dare un minimo di affidabilità a questi esperimenti.

tia ha detto...

@ant0p
Quindi in sostanza stai affermando che Rossi ha mentito a riguardo della portata effettiva (e quindi di conseguenza sulla potenza in uscita), come del resto confermato dall'analisi del video di Bianchi su Query e dalla frequenza di iniezione della pompa?

Vettore ha detto...

@Tia
Quindi in sostanza stai affermando che in base alle tue conoscenze tecniche la prova fatta da Ant0p può essere considerata una valida modellizzazione di un E-cat, ossia che termodinamicamente le due implementazioni sono equivalenti?
Perchè, se rispondi di si metti in dubbio il valore della tue conoscenze tecniche, se rispondi di no ammetti che il tuo ultimo post manifesta un atteggiamento poco limpido... :-)

mario massa ha detto...

@Vettore

Mi pare di avere letto che non sei tanto giovane e sei un esperto di vapore. In tutta onestà, se ti fanno vedere un tubo da cui esce quel vapore senza sapere da dove viene, tu sostieni che saranno 7 kg/h?

Pino Grasso ha detto...

ant0p. ha detto...

@pino grasso
la mia prova ha senso eccome, ... la pressione interna del vaporì ha la stessa funzione della pompa: serve per spingere fuori il vapore, così come la pompa ha la funzione di spingere l'acqua dentro all'ecat, tutto qui.

******************

Ah, ecco!
Quindi la pressione all'interno di una caldaia è ininfluente sul flusso del vapore in uscita. L'importante è esserne convinti :-)))

Vettore ha detto...

@Mario massa
Sul non essere tanto giovane, non saprei, dipende dai punti di vista... :-) Sull'essere esperto di vapore, direi proprio di no, non è il mio campo. Però sono ingegnere, ho un PhD e mi occupo di R&D per lavoro, quindi un minimo di "mani in pasta" ce l'ho (ho a che fare con i settori più disparati).
In tutta onestà ti posso dire che quello che ho visto fino ad ora sull'E-Cat mi ha sempre convinto. E non perchè sono un "credulone", ma perchè trovo conferme in base alla mia esperienza ed una certa coerenza di fondo. Non ho mai trovato delle incongruenze tali da farmi ricredere.
Riguardo ai video, per me hanno valore nullo in quanto a prova scientifica (non so, vogliamo anche discutere degli effetti della compressione entropica dei flussi video sul rendering del vapore?). Se un giorno Rossi mi inviterà a vedere un E-Cat funzionante ti farò sapere se il vapore è tanto, è poco, è veloce, lento, unido o secco... Fino a quel giorno mi attengo al "codice deontologico" del buono scienziato: fidarsi dei colleghi, attendere i dati e cercare di verificare se possibile.

mario massa ha detto...

@Vettore

OK, siamo colleghi e facciamo lo stesso tipo di lavoro (io da più di 30 anni e da 20 in buona parte su impianti a vapore e elettrotermici).

“Riguardo ai video, per me hanno valore nullo in quanto a prova scientifica”

Pienamente d’accordo quando i video vogliono dimostrare qualcosa (guarda questo su un motore magnetico! http://www.youtube.com/watch?v=1F_sutO8sIE&NR=1 ).

Quando però un video mostra una situazione anomala per me ha valore eccome.

ant0p. ha detto...

@pino grasso e vettore
si è così come dico io, purtroppo c'è poco da fare..sono 3 bar in 25cc, la pressione interna della pompa per succhiare l'acqua a 6 volte la portata del vaporì è ben più consistente: conta solo la portata, come la si ottiene (pompa o ampollina in pressione) non ha nessuna importanza ai fini del bilancio energetico.
@tia
sto affermando che in quel momento del video la portata di vapore in uscita è 1/10 di quella che doveva esserci con 5kw, e che le risposte di rossi a queste osservazioni sono sospette, mi fermo qui. le conclusioni si possono trarre solo assistendo a un esperimento con lo scarico sempre controllato. non penso che tornerò più a rispodere su questo argomento, a meno che non ci siano fatti nuovi con prove attendibili, quelle viste fino adesso non lo sono.

ant0p. ha detto...

e poi scusate, non si dice sempre che una caldaia può essere sostituita da un'ecat? in fatto di produrre calore hanno la stessa funzione e le energie sono comparabili.
nel caso della caldaia c'è un recipiente di acqua in pressione per spingerla nei tubi, mentre l'e-cat prenderebbe la portata di acqua da un rubinetto, che sfrutta la pressione dell'acquedotto. ci vuole sempre una differenza di pressione per creare una portata..non è che i fluidi fluiscono per volontà propria:))

Vettore ha detto...

@Ant0p
Il tuo ragionamento riguardo alla pressione nella tua cldaia che sarebbe equivalente a quella della pompa peristaltica è fallace, sia fisicamente che numericamente.
Come ti hanno suggerito una prova alla pari consiste nel tenere aperta l'uscita della vaporella fin dall'inizio, in modo che la pressione dentro la caldaia sia uguale a quella atmosferica a riposo. A seconda di come è costruito il tuo elettrodomestico, la pressione potrebbe risalire anche in questo caso, e la condizione sarebbe comunque di nuovo impari (ti ricordo che l'acqua a pressioni maggiori di quella atmosferica bolle a temperatura maggiore, e quindi il contenuto energetico del vapore prodotto è maggiore, senza contare l'influenza sulla velocità che puoi benissimo calcolare in base all'equazione di Bernoulli).

Stefano ha detto...

Qui si continua a discutere del dito. Signori, scusate, ma io guardo la luna.

Vettore ha detto...

Nel frattempo si è aggiunto anche un parere "illustre" alle critiche mosse all'E-cat: quello di Mills! Si, proprio lui! Il fondatore della BlackLight Inc., che finalmente è uscito allo scoperto, ovviamente criticando il lavoro di Rossi. E questa, lasciatemelo dire, è quasi una conferma che l'E-cat funziona davvero! :-) (Perchè se uno "geniale" come Mills si riduce ad affermare certe banalità...):

The fusion reaction is theoretically impossible and not shown experimentally. Nor, is net power shown experimentally by the
method presented. At 4.4 kW output, the heater power could be
disconnected and threshold temperature to maintain the claimed
reaction will be far exceeded. The proper method of measuring power
from steam is to condense it and measure the heat delivered by the
steam. This was not done. Based on the energy balance and power
density in this case as well as in more aggressive claims, it is
overwhelmingly possible that the heat balance was not measured properly.

ant0p. ha detto...

@vettore
la prova con il vaporì aperto è la stessa cosa, quando l'acqua bolle dopo un po' crea una differenza di pressione lungo il tubo in modo che sia sufficiente a creare una portata che sia corrispondente alla potenza erogata, magari ci vorrà un po' più di tempo perchè arrivi a regime, ma è lo stesso. la 'caldaia' del vaporì è una ampollina da 25cc e ci mette un po' a vincere le predite di carico lungo il tubo, ma poi arriva a regime e il vapore esce come se all'origine ci fosse una pompa a creare la portata.
e poi l'energia per far bollire l'acqua anche a pressioni diverse mi pare che sia la stessa che a pressione ambiente, e in ogni caso quando il vapore viene buttato fuori dal tubo è vapore a pressione ambiente, ha un suo proprio contenuto energetico superiore di circa 800watt rispetto all'acqua fredda. non importa cosa abbia fatto per innalzare l'energia di quei 170g di acqua..è sempre energia che viene trasmessa alla massa di acqua: nel calcolo della potenza conta solo la massa di vapore che esce nell'unità di tempo, cioè la portata.
per farla più semplice si può anche fare la prova con una pentola a pressione in cui al posto della valvola di sfogo attacchi il tubo: in quel caso il tubo fa da tappo con le sue perdite di carico, ma quando sei arrivato a regime una volta che la differenza di pressione tra l'interno della pentola e lo scarico del tubo (che è a pressione atmosferica) si è stabilizzata (cioè in regime stazionario) la portata in uscita è proporzionale alla potenza che stai dando per far bollire l'acqua.
comunque, per togliervi i dubbi del vaporìcchio fate la prova con un bollitore di potenza nota, avrete gli stessi risultati..dovete aspettare solo un po' in modo da far stabilizzare il flusso di vapore in uscita dal tubo.

Matteo ha detto...

@Stefano
Prima di analizzare ciò che indica il dito bisogna accertarsi che il dito indichi bene.
Piacerebbe anche a me se si fosse già passati allo stadio successivo.

ant0p. ha detto...

eheh per poter vedere la luna dobbiamo aspettare che si diradino le nuvole:))

Davide ha detto...

@ ant0p
Ho visto che hai usato un tubo con un diametro interno di 1,2 cm, ma chi ti dice che quello usato da Rossi non sia 2 cm o più?

ant0p. ha detto...

@davide
dai non mi fate comprare/rubare tubi di tutti i diametri:)) quello di rossi sarà stato da 1/2" cioè diametro interno 12.7mm, siamo lì..non pare proprio dal video che sia più di 15mm.
ma basta vaporìcchi, ormai quello che si poteva capire s'è capito, ma non è sufficiente per trarre conclusioni. le prove più serie vanno ancora fatte e dobbiamo aspettare prima di avere certezze.
aspettiamo con fiducia il df e suoi tempi biblici:)) sono fisici, mica investigatori, sono portati più per le questioni teorico/nucleari che per cose pratiche come controllare un banale scarico di vapore, ma quando avranno l'ecat da poter usare autonomamente ci metteranno ben poco a capire come si fanno seriamente tutti i controlli da serva..mica sono scemi come pensa franchini:))

Red5goahesd ha detto...

riporto alcune domande a cui ha risposto la Defkalion sul loro forum e che mi sembrano interessanti:

D: As future potential customer, the questions that come to me are:
- Does the Hyperion unit deliver energy on demand? Or do the kernels produce heat non-stop??

R: Every kW Hyperion products is equiped with electronics and sensors that, among other, monitor in "real time" the mass/sec and the temperature difference (Delta) between output and input of the coolant in use (mass calorimeter). If this Delta is beyond a pre-defined point at products installation then:
If it is a singe reactor unit, the reactor stops
If it is a multi-reactor unit, then either some reactor(s) stop or all reactors stop based to a performance balance algorithm within safety/operational electronics.
So, to answer your question: If you "consume" the heat energy, then the Hyperion continious to produce heat energy so you can achive max performance at any time of the day. If you do not "consume", Hyperion stops and opens automaticaly.

D: Is the unit suitable for connection to the shower? And does it automatically switch between the interior radiators and the shower/hot water taps? (Like the gas unit I own now)

R: A Hyperion can be conected to the configuration of your house appliances in many ways. If you have a boiler, then the glycole closed circuit heats the water within the boiler. As an alternative, you can also use simple heat exchangers (tube or plates) to distribute heat energy to different water circuits. How these may apply depends on a study of your expert mechanic.

D: What happens when my kernels are depleted. Am I going to be without hot water until I've sent them back and I get them back recharged? Or is the unit going to detect when the kernels are going to be depleted and automatically order new ones using the monitoring system over GPRS so I can swap them out in time and send back the depleted units? Or is there going to be a backup system using gas or electricity when the kernels stop working?

R: Every Hyperion unit is equiped with a GSM communication, reporting performance and alarms to a main support computer. We think that we will know long before you will notice through Hyperion's desplay message the need to send you a recharged unit to replace the "empty" one.

Il Santo ha detto...

@Stefano

La luna che stai guardando e' nel pozzo.

zippo ha detto...

e vabbe', ogni tanto (15 giorni) occorre ricordare a certi amici scienziati che popolano questo blog la base delle loro conoscenze: la logica.

Levi (Levi, non Rossi) afferma di avere fatto un test di 18 ore in cui il vapore non c'entra. I risultati sarebbero gli stessi di quelli col vapore e escludono l'origine chimica (nota, almeno).

Levi (Levi, non...) afferma di avere visto fuzionare l'e-cat in autosostentamento. Questo porrebbe completamente fuori questione qualsiasi disquisizione sul guadagno, il COP e l' EROEI.

Il fatto che non esistano report scientifici dei due eventi nulla toglie alla testimonianza: Levi li afferma entrambi come veri.

Da questo, se siete uomini (semplici, non necessariamente di scienza), dovete trarre le dovute conclusioni:

- o Levi mente (e se ne siete convinti dovete andare alla piu' vicina caserma dei caramba)

- o Levi non mente.

In entrambi i casi questionare del vapore con i dati a disposizione e' assolutamente inutile, a meno che non si voglia menare il can per l'aia. Non e' un'opinione, e' logica, e' matematica della piu' banale. Si spera non vorrete fare la figura di quelli che non la conoscono.

Il Santo ha detto...

@zippo

Pensavo che l'ipse dixit fosse caduto in disuso da mezzo millennio a questa parte...

Painlord2k ha detto...

Credo di aver trovato la soluzione fisica del perché il vapore in uscita sembra poco (ma in realtà non lo è):

Il vapore all'uscita del tubo è un gas con una certa velocità lineare e una certa pressione (superiore a quella atmosferica).

Se supponiamo che l'e-cat vaporizzi 2 g di acqua ogni secondo, abbiamo 2600 cm3 di vapore ogni secondo. Questo corrisponde ad una sfera di 8 cm di raggio ogni secondo, oppure una sfera di 10 cm di raggio ogni due secondi 13cm ogni 4 secondi. Si, il raggio della sfera dipende dalla radice terza del volume prodotto. 8-)

Il vapore esce e si espande in tutte le direzioni, ma bisogna anche aggiungere la componente della resistenza dell'aria e la velocità lineare che ha il vapore quando esce dal tubo. Dovrebbe venire fuori una cosa tipo fungo (atomico), una via di mezzo tra una sfera e un cono (con il tubo orizzontale e in assenza di gravità); però il vapore caldo tenderà a salire verso l'alto anche (c'è la gravità). Questo modificherà ulteriormente la forma dello sbuffo e la velocità del vapore in uscita e come si muove (se fa una traiettoria curva, sembrerà percorrere meno spazio linearmente e la turbolenza ulteriore rallenterà il vapore).

Non c'è bisogno di nessuna nuova legge fisica per spiegare il vapore che esce dall'e-cat.

Vettore ha detto...

Non so se divertirmi o deprimermi.
Mi diverto quando vedo un sacco di gente che si accalora e spende energie per provare cose assolutamente sbagliate o inutili.
Mi deprimo quando vedo che poi c'è tanta altra gente che prende sul serio quelle stesse cose...

Anto ha detto...

@ Daniele
"ACCOLGO LA PROPOSTA DELLA MORATORIA FATTA DA FABIO... anche perché siete riusciti nuovamente a decimarmi il pubblico femminile! :)"

Giusto, direi che almeno si possa tentare di restare "in topic", e a me sembra che l'argomento del post sia una "coincidenza". Allora ne riporto un'altra: avevo un gatto, molto intelligente, grande cacciatore, che si chiamava Hyperion :D

Davide ha detto...

Il forum della Defkalion si è riempito di scettici, negazionisti a priori e troll. Fra i primi c'è anche gente rispettabile, ma gli altri sono veramente fastidiosi.
E il bello è che il moderatore non cancella praticamente niente.
Purtroppo fango a palate sull'università di Bologna.

Red5goahesd ha detto...

Ieri stavo vedendo un bellissimo documentario su History sulla storia dell'Olivetti e della Programma 101. Fu il primo computer desktop della storia e fu talmente innovativo da risultare quasi incredibile come si potesse concentrare in poco spazio ed ad un costo cosi basso le funzionalità quasi esoteriche dei main frame dell'epoca. Alla presentazione ad una mostra della scienza negli Stati Uniti la gente più che chiedersi se funzionasse o chi lo avesse costruito si narra pensasse più a cercare al trucco. Cercavano il cavo di collegamento al bestione sul retro. Era un prototipo e l'Olivetti fu costretta a costruirlo per le richieste della gente pragmatica dell'epoca a cui interessava un prodotto funzionante più che disquisire sui dettagli tecnici. Da li a poco HP e altri produttori copiarono e parti la rivoluzione che è sotto gli occhi di tutti. Non ho potuto che vedere moltissime analogie con la vicenda e-Cat .

Pino Grasso ha detto...

Red5goahesd ha detto...

Ieri stavo vedendo un bellissimo documentario su History sulla storia dell'Olivetti e della Programma 101. Fu il primo computer desktop della storia e fu talmente innovativo da risultare quasi incredibile come si potesse concentrare in poco spazio ed ad un costo cosi basso le funzionalità quasi esoteriche dei main frame dell'epoca. Alla presentazione ad una mostra della scienza negli Stati Uniti la gente più che chiedersi se funzionasse o chi lo avesse costruito si narra pensasse più a cercare al trucco. Cercavano il cavo di collegamento al bestione sul retro. Era un prototipo e l'Olivetti fu costretta a costruirlo per le richieste della gente pragmatica dell'epoca a cui interessava un prodotto funzionante più che disquisire sui dettagli tecnici. Da li a poco HP e altri produttori copiarono e parti la rivoluzione che è sotto gli occhi di tutti. Non ho potuto che vedere moltissime analogie con la vicenda e-Cat .

************

Già.
Olivetti era il fiore all'occhiello dell'IT italiana, poi è arrivato De Benedetti ed ha smantellato tutto qualche giorno prima del boom dei personal computer.
Siamo furbi, noi.

Con le plastiche è successa la stessa cosa.
Siamo furbi noi.

Speriamo che non succeda lo stesso con i fusilli di luce e con la fusione fredda ma, purtroppo, visti i precedenti...

giu7 ha detto...

Saro' un complottista e dietrologo ma io nella vicenda Olivetti , Eni (vedi assassinio Mattei) e altre vedo lo zampino delle compagnie americane con la partecipazione della nostra piccola e parassitaria classe politica.Solo grazie alla magistratura e alla stampa libere si e' riuscito a capire qualche cosa.

giu7 ha detto...

http://it.wikipedia.org/wiki/Olivetti_Elea

Roy Virgilio ha detto...

Ciao a tutti,

al di la del fatto che sono rimasto anche io un po deluso dall'atteggiamento di Krivit, più attento e impostato su aspetti personali che sui risultati e gli aspetti tecnici, devo però portare a vostra conoscenza un brutto post scritto da Rossi nel suo blog.

In pratica facendo di tutta un'erba un fascio e cucendo le peggio teorie complottistiche delira cose assurde tirando dentro gente che non c'entra nulla e che anzi è dalla parte della SCIENZA e della VERITA' e lo ha sempre dimostrato.

Qui: http://www.journal-of-nuclear-physics.com/?p=497&cpage=8#comment-47160 trovate un bell'attacco velato (e neanche molto) a Celani... perchè si capisce lontano un mondo che di lui si parla. E il come mi ha fatto incazzare non poco.

A mio parere Rossi se non vuole rotture di bal deve decidere una strategia precisa: o il silenzio fino all'uscita dell'apparato o si decidesse a fare le misure DEFINITIVE sulle energie in gioco.
Altrimenti, a mio parere, il gioco sporco qui lo sta facendo lui.

Che ne pensate?
Roy

Davide ha detto...

A me sembra che abbia attaccato Piantelli, Celani non è un suo competitor e non ha beghe brevettuali con lui.

P.S. Ho appena dato un'occhiata al tuo forum e mi pare che sia mezzo saltato.

ant0p. ha detto...

-----Che ne pensate?
Roy---------

penso che celani ha sempre fatto richieste giuste e ragionevoli (sempre che si sia interessati a sapere sul serio se funziona) e che hai ragione al 200%.
e che prima di discutere di diagrammi sul vapore secco o no (quello sul volume non è un 'fake', ma vale solo nel caso di % di acqua liquida sul volume e non sulla massa..) bisogna fare in modo di controllare e valutare bene lo scarico, sia come portata che come contenuto energetico: ad esempio si può scaldare una quantità nota di acqua facendoci condensare o gorgogliare dentro il vapore..oppure più semplicemente aumentare la portata per avere in uscita acqua a 70°. cose che si dicono da mesi ma che nessuno ha mai fatto.

Roy Virgilio ha detto...

@davide
no... sembra proprio che sia Celani. Chiedo anche il parere di Daniele ma ne sono certo al 99%. Conoscendo i retroscena non ho dubbi.

Per quanto riguarda il mio forum abbiamo avuto ieri un attacco molto forte e semidistruttivo da qualche "amico".
Stiamo lavorando per ripristinare tutto ma ci vorrà ancora un po...
Roy

rodrigo ha detto...

@ Roy Virgilio
Se ne era discusso quando uscì il post di Rossi e tutti sembravano concordare che fosse Piantelli il competitor italiano.
Anche Celani è vicino a realizzare qualche cosa che possa competere con l'E-Cat di Rossi? Non lo sapevo. Però a questo punto non credo che Rossi lo avrebbe invitato alla dimostrazione pubblica di Bologna, o sbaglio?

A proposito, nessuna novità dalle parti di Siena? Quanto manca alla prova cruciale?

Luigi Versaggi ha detto...

Grazie Roy per il link al JONP. Interessante scoprire il "caratterino" di Rossi. Non c'è che dire, una personalità .....forte.
Il tuo
Fraccanario

Diogene ha detto...

@ Roy
ma se Celani è l'unico che ha confermato l'esistenza di raggi gamma variabili -video del 14 gennaio e speciale fatto dai "collaboratori" di questo blog-
fidandomi di quello che ha detto (e, manco a dirlo, se avesse mentito avrebbe solo fatto un favore a Rossi), ha praticamente verificato il fenomeno!
non è che i raggi gamma variabili escono fuori così!!!!!!!!!!!
cmq su sta storia di Krivit (the snake) son andato a rileggere un vecchio articolo scritto da dei fisici negazionisti a priori http://www.stukhtra.it/?p=6126
e se controlli fra i commenti c'è pure un Krivit che vuole contattare con questi.
Io penso che il tizio si sia solo fatto convincere da 'sta gente qua (e altri tizi tipo questi) sulla non veridicità del E-cat.

Davide ha detto...

A sostegno che fosse Piantelli il fantomatico competitor, ricordo che nei giorni scorsi si diceva anche che Krivit aveva ricevuto indicazioni da Piantelli per fare quel suo atto d'accusa sulla reale portata del vapore. Krivit e Piantelli sono in costante contatto da diversi anni. Ma sinceramente non mi ricordo più chi l'ha scritto.

Luigi Versaggi ha detto...

Lo "pseudo-scientist" secondo il Rossi pensiero è sempre stato Piantelli.

Author ha detto...

@Tutti

tutti a parlare dell'Italiano e nessuno che parla del NRL...

comunque Rossi se la prende con Celani e dice che racconterà.

E noi ci toccherà aspettare.

rodrigo ha detto...

@ Author
Quali sono le ultime dai NRL, qualche link?
Chiedo anche a te:
1. come fai a dire che si tratta di Celani?
2. perchè viene definito "Italian competitor"? Su cosa sta lavorando Celani da competere (a breve) con Rossi? A quello che sapevo io Celani ha degli esperimenti in corso, ma è ben lontano dai kW dell'E-Cat e tanto meno da una possibile commercializzazione. L'unica sua preoccupazione per l'E-Cat fosse che si facessero le cose per bene in modo che il mondo delle LENR non ne uscisse screditato.

Author ha detto...

@Rodrigo

dal giro di email pubblicate da Daniele si capisce come il primo (uno dei primi) a chiedere le modalità di misura del titolo del vapore sia stato Celani. Celani poi all'ICCF16 ha assistito al seminario del NRL sui rischi circa la misura per volume invece che per massa (dal seminario è tratto l'ormai famoso grafico).

Da quello che ho capito però Krivit ha avuto il grafico dal NRL (suoi arci-nemici, peraltro...).

Rossi è un po' mercuriale e si lascia andare a sfoghi forse eccessivi.

Però magari ha qualcosa di curioso che ci racconterà.

Yoda ha detto...

@ Roy Virgilio
Penso anch'io che si tratti del "tuo amico" Piantelli e non di Celani.
Comunque a me tutta questa storia degli attacchi al veleno, da qualunque parte vengano, non mi piace per niente e mi amareggia: che triste umanità! Evidentemente dove ci sono in ballo molti soldi.....

A proposito Roy: ti volevo dire che nel penultimo numero del mensile di ecologia e sviluppo sostenibile AAM Terranuova, nel tuo articolo sulle possibili nuove forme di energie alternativa al nucleare tradizionale, hai parlato un pò di tutto ma non hai minimamente accennato alla scoperta di Rossi-Focardi. Per me è stato davvero deludente!

Daniele 22passi ha detto...

@liongalahad
No, non dicevo http://www.revolvermaps.com... ma devo dire che questo è molto più carino di quello che avevo in mente io! :-)
Grazie.

@Zippo
Grazie per la segnalazione dell'articolo di RCDC, ho inserito il rimando nell'annuncio che ho appena fatto sul blog, relativo appunto a Radio Città del Capo.

@Stefano
@Matteo
@ant0p
@Il Santo
Altro che dito! Tantissimi se ne fregano delle testimonianze di "chi ha messo il piede sulla Luna" e vanno avanti a furia di moviole ed esperimenti col ferro da stiro!
Non vi ricorda il complotto lunare?!? A me tanto!
http://it.wikipedia.org/wiki/Teoria_del_complotto_lunare
DATEMI RETTA: CI SIAMO STATI SULLA LUNA! :-)

@Vettore
Non so se divertirmi o deprimermi anch'io! Sarei per la prima che ho detto... ma quando ti raccontano la stessa freddura 1000 volte alla fine non ne puoi più.

@Anto
E RIPROVIAMOCI CON QUESTA MORATORIA! ;)

@TUTTI
Dicevo appunto che non ne posso più!!! :)
Chi ha tanto a cuore certe questione si apra un blog, lo intitoli Vapori, Vaporì e Vaporelle e ci scriva e metta tutto quel che vuole!!! :)))

@Red5goahesd
@Pino Grasso
@giu7
Esempio illuminante quello del primo PC Olivetti!

@Roy Virgilio
Ciao carissimo, ora intervengo e dico anche io quello che so e vediamo se riusciamo a risolvere questo "incidente diplomatico". A tra poco.

Davide ha detto...

Tanto per abbandonare l'argomento vapore, anche oggi la Defkalion ha confermato sul blog di Rossi che i suoi prodotti non useranno l'acqua ma il glicole, quindi non ci sarà un cambiamento di fase.
Per questo motivo in ottobre dovrebbe essere molto semplice calcolare la resa energetica dell'impianto visto che se ne conoscerà il consumo elettrico e si potrà calcolare facilmente l'energia termica assorbita dall'acqua che verrà scaldata dal sistema. Dato che quelli della Defkalion si sono buttati a capofitto in questa impresa e che hanno ieri dichiarato che i loro prodotti saranno in commercio già a gennaio 2012, presumo che le possibilità che l'e-cat sia una bufala scendono.

Daniele 22passi ha detto...

@Roy Virgilio
@tutti
Ho parlato sia con Celani che con Rossi. Il punto è che Krivit è un vero seminazizzania e ormai lo ritengo in totale mala fede. E spiego perché.
Prima di andare a Bologna l'agente Krivitsky (d'ora in poi lo chiamerò così!) ha chiesto a Celani di rimandargli il famoso grafico che fa riferimento alle misure del vapore per percentuale di volume presentato al ICCF16, un documento che è pressoché impossibile che Krivitsky non avesse modo di scaricarsi da internet per conto suo (o che già non avesse).
Così a Bologna ha avuto buon modo di dire a Rossi - che gli diceva di non menare il can per l'aia - che aveva avuto quel grafico da Celani stesso, una fonte autorevole!!!
Così Rossi, oltre a imbufalirsi - giustamente - con Krivitsky s'è sfogato pure sul povero Celani!
Mi risulta però che la verità sia già venuta fuori e Rossi e Celani si siano chiariti. Rossi e Celani si sono sempre stimati e rispettati e se Krivitsky voleva creare un solco tra di loro NON C'È RIUSCITO.
Quanto ai "mandanti" dell'agente Krivitsky, tolto Celani dalla lista dei papabili, parliamoci chiaro. Quanti anni ha Piantelli esattamente? Più di 80 mi pare e so che sia uno che usa molto molto poco internet. Francamente non riesco proprio a immaginare questo "grande vecchio" che chiuso nel suo laboratorio organizza complotti contro Rossi. MA QUESTO NON VALE PER I SUOI INVESTITORI. La mia impressione è che i mandanti di Krivitsky siano loro e si trovino tra Brescia e Bergamo . Siccome per il momento ho solo tanti indizi (che non fanno una prova) preferisco non fare nomi. Ma sono ragionevolmente convinto che le tracce che ho trovato siano quelle giuste.
Perché alla fine quale può essere lo scopo di tutti i tentativi di gettare discredito su Rossi e sull'E-Cat messi in campo da gennaio ad oggi?
A parer mio mirano a rallentarlo mettendogli il più possibile i bastoni tra le ruote... in modo da rendere possibile agli inseguitori colmare il divario e arrivare sul mercato con meno distacco.

robi ha detto...

adesso manca solo che saltino fuori un pò di gnocche imperiali e l intrigo internazionale è bello fatto.

Daniele 22passi ha detto...

@robi
È da cinque mesi che aspetto!!! :)))))))))))

Author ha detto...

@Daniele

ma chi sono gli investitori Brescian-Bergamaschi di Piantelli?

Roy Virgilio ha detto...

Ciao a tutti,
@Yoda Purtroppo su Terranuova (come su tutte le riviste) mi danno dei paletti entro cui stare e soprattutto limiti di testo che non vanno superati. L'argomento era già vasto e metterci dentro la FF non mi sembrava opportuno. Comunque terrò di conto la tua sensazione per il futuro.

@ Daniele
Sono contento che Celani e Rossi si siano chiariti.
Mi sembra che da più parti si stia giocando l'antico quanto funzionale "Dividi et Impera". Se Rossi ha una colpa è quella di creare terreno fertile per queste persone.

Personalmente so che Piantelli è parecchio arrabbiato per questa situazione per 2 motivi principali: 1) Rossi sta portando avanti questo esperimento in maniera non "Galileiana" e
2) questo fattore da adito e alimenta il sentore di bufala attorno alla tecnologia. Cosa che lui non vuole proprio perchè facente parte di coloro che da tanti anni sono in questo mondo e un'ulteriore sputtanamento proprio non gli va a genio. Vorrebbe finire la sua carriera vedendo realizzata questa opportunità e non passando il tempo a litigare o ropere le balle ad altri.

Roy

Vettore ha detto...

L'impressione che ho sempre avuto è che tra Rossi e Celani ci sia sempre stata una certa stima ed un certo rispetto reciproco. Per questo quando ho letto il post su JoNP non ho minimamente pensato fosse indirizzato a lui, ma piuttosto a Piantelli. Certo, abbiamo anche imparato che Rossi quando s'arrabbia ci va giù pesante... :-) E del resto c'è da capirlo, se a volte a leggere certe cose m'innervosisco perfino io, figuriamoci lui! :-)
Spero comunque che questo episodio non credi delle divisioni forzate ed inutili (e nocive ovviamente).

Riguardo all'assedio di negazionisti e troll sul forum della Defkalion, c'è da dire che com'è successo da altre parti, sono solo un piccolo gruppetto che però fa casino per 100 con le solite storielle sentite infinite volte.

mario massa ha detto...

@Davide

“Per questo motivo in ottobre dovrebbe essere molto semplice calcolare la resa energetica..”

Secondo me sei ottimista. Hai presente quanto è complesso un impianto costituito da centinaia di E-CAT e relative valvole, doppio scambio con pompe di circolazione, scambiatori ecc. il tutto inserito in una realtà industriale?

Se non si riesce a fare una prova definitiva su un oggetto appoggiato su un tavolo non credo che lo si potrà fare su quello industriale.
Penso che l’unica sarà attendere le misure dell’università quando finalmente lo avranno in mano (se Rossi glielo dà).

Daniele 22passi ha detto...

@Roy Virgilio
Scusa, ma non capisco... se Piantelli ha la sua macchina che funziona e i suoi investitori, cosa gliene importa se Rossi è galileiano o meno e se fomenta i bufaleggiatori??? Invece di essere molto arrabbiato con Rossi pensando che forse bluffa, non farebbe meglio a giocare le proprie carte in mano? Oppure ritiene che non siano buone quanto quelle di Rossi??

Davide ha detto...

@ mario massa
Penso che in definitiva basti sapere quanta energia elettrica consuma l'impianto di e-cat e quanta acqua viene portata dalla temperatura x alla temperatura y, tutto il resto che c'è in mezzo non è che sia così importante.

Roy ha detto...

@ daniele
La cosa che non piace a piantelli è l'enorme putiferio mediatico (negativo) che ne sta venendo fuori. Se rossi facesse delle prove inconfutabili ove si riscontrasse senza ombra di dubbio la grande overunity paradossalmente piantelli sarebbe più tranquillo. So che non è semplice da capire ma a piantelli interessa il lato scientifico e non i soldi... E vedere la superficialità con cui rossi ( e soprattutto focardi) stanno portando avanti la faccenda lo fa imbestialire. Lui comunque verrà allo scoperto solo a generatore pronto.
Ci aggiorniamo

Anonimo ha detto...

@Roy Virgilio

Se lo sai e puoi rispondere senza svelare segreti che per il momento debbano restare tali...

Qual è il rapporto output/input previsto per il generatore di Piantelli?

FF

francescog ha detto...

Roy si sa più o meno quanto ci vorra per il prototipo??? grazie

Anonimo ha detto...

@D22

Circa gli investitori di Piantelli ed eventuali complotti, io credo sia meglio circostanziare le affermazioni oppure non farle.

Credo che facendo allusioni si crei un clima di sospetto che non fà bene a nessuno e forse può generare dei pericoli.

Poi, sei liberissimo di dire quello che vuoi sul tuo blog, inoltre ci scrivo anche io e ancora grazie, anche se preferisco postare altrove per non ingombrare.

Tra l'altro un luminare tempo fà tuonava che io e Tia e altri dovevamo tacere, ed è anche per questo che uso uno pseudonimo.

@Roy, in effetti ho visto che EA sembrava malmesso!
Stimo il fatto che tu non faccia alcuna ipotesi sull'identità degli amici che hanno fatto questo.

mW

mario massa ha detto...

@Davide

“Penso che in definitiva basti sapere quanta energia elettrica consuma l'impianto di e-cat e quanta acqua viene portata dalla temperatura x alla temperatura y, tutto il resto che c'è in mezzo non è che sia così importante.”

E non è quello che in tanti chiediamo di fare su un E-CAT appoggiato su un tavolo? Eppure non viene fatto in modo tale da dissipare tutti i dubbi. Mi sbaglierò, ma sull’impianto industriale avverrà la stessa cosa.
Se il cliente è veramente indipendente ci penserà lui a verificare il rendimento. Ma siamo sicuri che il cliente sia indipendente?

Tizzie ha detto...

@mario massa: il primo "cliente" sara` la Defkalion (per l'impianto pilota/dimostrativo, anche se Rossi dice che non sara` pubblico), il secondo la Ampenergo. Indipendenti dunque non credo proprio.

Daniele 22passi ha detto...

@Roy
In due parole vuoi dire che CHI HA IL PANE NON HAI DENTI.

@mW
Verrà il momento di circostanziare. In altre parole, non mi fermo all'accenno ad "alfabeta" stanne certo... ma sono per la cottura a fuoco lento.

AlexBO ha detto...

Prova

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails