IL BLOG DI QUEI 2+2 GATTI APPASSIONATI D'AMORE, POESIA, SPIRITUALITÀ, LIBRI, MUSICA, POLITICA, DEMOCRAZIA, TECNO-ECO-SOSTENIBILITA', ENERGIE PULITE, COLD FUSION, LENR "E TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE" (E PURE L'E-CAT COMMUNITY MENO 'MODERATA' CHE CI SIA!)

CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO? OPPURE...

mercoledì 6 aprile 2011

I fisici svedesi sull'E-Cat:
"È una reazione nucleare".

Bologna, 29/03/11 - da destra l'ing. Rossi, i professori Kullander e Essén
Cresce nel mondo - nemo propheta in patria - la consapevolezza di quanto sia rivoluzionario  l'Energy Catalyzer (E-Cat) dell'ingegner Andrea Rossi. In attesa che l'Università di Bologna perfezioni e ufficializzi il contratto di ricerca (finanziato dall'inventore),  lo scorso 29 marzo gli scienziati Sven Kullander e Hanno Essén hanno partecipato al test di un E-Cat, nella versione (più piccola di quella vista in precedenza) che verrà utilizzata per allestire le unità da 1 MW, che saranno immesse sul mercato entro l'anno. Col nullaosta di Ny Teknik ho tradotto in anteprima assoluta per l'Italia due  articoli usciti stamattina (alle 7.30) sul sito di Ny Teknik e stampati sul settimanale tradizionale. L'articolo contiene il link per scaricare il report scientifico dettagliato della prova, compilato dai due accademici svedesi, che si conclude così: Any chemical process should be ruled out for producing 25 kWh from the content of whatever in a 50 cm3 container. The only alternative explanation is that there is some kind of a nuclear process that gives rise to the energy production.

Ny Teknik ("Nuova Technologia") è un settimanale svedese che ospita notizie, dibattiti, annunci su tecnologia e ingegneria. Fondato nel 1967, è distribuito a ogni membro dell'Associazione Svedese dei laureati in ingegneria (fonte Wikipedia). Con 156.000 copie diffuse (fonte TS), 290.000 lettori (fonte Orvesto), 131.363 visitatori unici settimanali dichiarati dal sito http://www.nyteknik.se/, è la più importante rivista scandinava specializzata in tecnologia.

Mats Lewan, vive e lavora a Stoccolma. Giornalista scientifico, laureato in Fisica Ingegneristica presso lo Swedish Royal Institute of Technology, fa parte della redazione di Ny Teknik dal 2002 ed è reporter freelance di CNET Networks. Parla e scrive in svedese, inglese, italiano fluentemente (e in spagnolo e francese discretamente). È felicemente sposato con un'italiana.

Sven Kullander è professore emerito dell'Università di Uppsala nonché presidente del Comitato dell'Energia presso l'Accademia Nazionale delle Scienze. Hanno Essén è professore associato di fisica teorica e docente presso il Royal Institute of Technology svedese, nonché presidente membro del consiglio [presidente fino al 02/04/11, ndr] della Skeptics Society svedese, in altre parole l'equivalente del CICAP in Italia.

I fisici svedesi sull'E-Cat:
"È una reazione nucleare"

traduzione di Daniele Passerini dell'articolo di Mats Lewan 
Swedish physicists on the E-cat: “It’s a nuclear reaction”
pubblicato in inglese (qui) e svedese (qui) oggi su Ny Teknik
(foto di Giuseppe Levi)

In un report dettagliato, due fisici svedesi escludono che reazioni chimiche possano essere la fonte di energia dell'Energy Catalyzer italiano. I due fisici hanno partecipato di recente a un nuovo test del dispositivo effettuato a Bologna.

Bologna, 29/03/11 - tre E-Cat "small" nudi accanto a quello utilizzato nel test
"In qualche modo un nuovo tipo di fisica sta succedendo. È un enigma, ma probabilmente non sono coinvolte nuove leggi della natura. Noi crediamo che sia possibile spiegare il processo con le leggi della natura che sono note," ha detto Hanno Essén, professore associato di fisica teorica e docente presso il Royal Institute of Technology svedese e presidente membro del consiglio [presidente fino al 02/04/11, ndr]della Skeptics Society svedese.

Essén e Sven Kullander, professore emerito presso l'Università di Uppsala nonché presidente della Commissione Energia dell'Accademia Reale Svedese, il 29 marzo hanno partecipato a Bologna, come osservatori, a una nuova prova del cosiddetto Energy Catalyzer, che potrebbe basarsi su un fenomeno di fusione fredda o di LENR (Low Energy Nuclear Reaction), cioè reazione nucleare a bassa energia.


Erano presenti l'inventore del dispositivo, Andrea Rossi, il suo consulente scientifico Professor Sergio Focardi, il Dottor David Bianchini e il Dottor Giuseppe Levi, i due fisici dell'Università di Bologna che parteciparono alla prima dimostrazione pubblica dell'E-Cat il 14 gennaio 2011 a Bologna. 

La nuova prova  è stato condotta in modo molto simile a quella di gennaio e si è protratta per quasi sei ore. Secondo le osservazioni di Kullander ed Essén, è stata generata una energia totale di circa 25 kWh. 

In una relazione dettagliata (scaricabile da qui), i due scienziati scrivono:

"Per spiegare la produzione di 25 kWh da qualsivoglia cosa sia dentro un contenitore di 50 centimetri cubici, v
a escluso qualunque processo chimico. C'è solo un'altra spiegazione, che sia qualche tipo di processo nucleare a dare luogo alla produzione di energia misurata".

La potenza in uscita è stata stimata pari a circa 4,4 kW. Appena la metà della potenza prodotta nei due precedenti esperimenti documentati (gennaio e febbraio 2011), questo perché la prova è stata fatta utilizzando una nuova versione - più piccola - dell'Energy Catalyzer.
La nuova prova è stata la prima, ufficialmente documentata, fatta con la versione più piccola che, secondo Rossi, è più stabile.

"Con la versione più piccola si evitano i picchi di potenza che si verificavano in fase di accensione e di spegnimento," ha detto
Andrea Rossi a Ny Teknik.

Ha anche affermato che la versione più piccola sarà utilizzato per l'impianto di circa 1 megawatt destinato al "cliente pilota", la Defkalion Green Technologies in Grecia.
Bologna, 29/03/11 - le dimensioni del "core" del dispositivo

Secondo Rossi, per l'impianto saranno utilizzati in tutto 300 reattori collegati in serie e parallelo. A quanto pare in origine per l'impianto da 1 MW erano previsti 100 reattori della versione che durante le prove precedenti ha fornito 10 kW di potenza. Rossi è ancora fiducioso che l'inaugurazione abbia luogo a ottobre 2011.

Alla prova Kullander e Essén hanno potuto esaminare l'Energy Catalyzer spogliato da isolamento  e schermatura in piombo che lo avvolgono. Il design esterno è descritto nel loro rapporto.

Il reattore, che viene caricato con una polvere composta da nickel (e da catalizzatori segreti) e con gas idrogeno a pressione, ha un volume stimato in 50 centimetri cubici (3,2 pollici cubi). Il reattore è fatto di acciaio inossidabile.
 
Un tubo di rame circonda il reattore d'acciaio. L'acqua si riscalda mentre scorre tra l'acciaio e il rame. Durante il funzionamento, il reatore è inoltre avvolto da un isolamento e da una schermatura di piombo di circa due centimetri (0,8 pollici) di spessore.

Prima di iniziare, Kullander e Essén hanno calibrato il flusso dell'acqua, stimandolo pari a 6,5 kg/h. La potenza necessaria per riscaldare l'acqua corrente da 18 gradi e trasformarla completamente in vapore è stata calcolata pari a 4,7 kW.

Inoltre hanno riempito il reattore con idrogeno a una pressione di circa 25 bar. Il reattore, secondo Rossi, era caricato con 50 grammi di polvere di nickel.

Come nelle prove precedenti il processo è stato innescato utilizzando una resistenza elettrica. La potenza di ingresso era 330 watt, di cui circa 30 watt servivano a far funzionare l'elettronica.
 
Kullander e Essén hanno osservato questo fenomeno: la curva della temperatura dell'acqua in uscita ha mostrato un incremento costante fino a circa 60 ° C, dopodiché si è verificata un'impennata.

"Poi la curva è diventata più ripida, aveva decisamente una nuova derivata. Allo stesso tempo, non c'è stato alcun aumento di consumo di energia (elettrica), piuttosto è diminuita al crescere della temperatura," ha detto Essén.

Nel loro report osservano che ci sono voluti nove minuti per passare da 20 ° a 60 ° C, fase che  corrisponde al riscaldamento dovuto alla potenza elettrica assorbita. Per il passaggio da 60 a 97,5 ° C, all'opposto, ci sono voluti appena quattro minuti.

Mentre l'esperimento si svolgeva, Kullander e Essén hanno avuto l'opportunità di esaminare le attrezzature.


"Abbiamo controllato tutto ciò che poteva essere controllato, e abbiamo potuto andare in giro liberamente e dare un'occhiata alla maggior parte delle attrezzature," ha detto Essen.

"Abbiamo esaminato in modo specifico la grande centralina (che ospita l'elettronica), contiene per lo più raddrizzatori e componenti passivi - non vi era nulla degno d'interesse,
" ha detto Kullander, confermando ciò che Levi aveva osservato in passato.


Bologna, 29/03/11 - l'output del dispositivo liberato dall'isolamento
Kullander ed Essén ebbero il loro primo contatto con Rossi a metà febbraio, in occasione di una discussione sulla fisica dell'Energy Catalyzer, organizzata da Ny Teknik. Dopo avere ottenuto risposte da Rossi a diverse domande, espressero un giudizio cautamente ottimista sulla tecnologia.

In un primo incontro con Rossi, a fine febbraio, venne fornito loro un campione della polvere di nickel puro destinata a essere utilizzata nell'Energy Catalyzer, e un altro campione di polvere di nickel che, secondo Rossi, era stato usato nel reattore per 2 mesi e mezzo.
 

La loro analisi ha mostrato che la polvere pura è composta essenzialmente da nickel puro, mentre la polvere usata contiene diverse altre sostanze, in primis un 10% di rame e un 11% di ferro.

"Purché il rame non sia uno degli additivi utilizzati come catalizzatore, gli isotopi 63 e 65 del rame possono essersi formati solo nel corso del processo. La loro presenza è quindi una prova che si verificano reazioni nucleari nel processo," ha detto Kullander (vedi dettagli più avanti).
 

Proprio l'incontro di febbraio ha portato al loro coinvolgimento nella nuova prova tenutasi a Bologna.

"La mia convinzione che ci sia uno sviluppo di energia ben superiore a quanto sarebbe da aspettarsi è stata rafforzata in modo significativo, in quanto ho avuto occasione di vedere il processo personalmente ed effettuare le misure," ha detto Kullander.

"Tutto ciò che abbiamo trovato finora collima. Non vi è niente che dia l'idea di essere strano. Tutte le persone coinvolte sembrano oneste e competenti,
" ha aggiunto Essén.
 

In linea con ciò che esternarono durante la discussione a febbraio, credono che la fisica del catalizzatore di energia può forse essere spiegata con una combinazione di fisica atomica, molecolare, nucleare e del plasma. Allo stesso tempo, sono scettici rispetto a teorie dettagliate e ipotetiche suggerite in questa fase, e hanno sottolineato invece la necessità di ulteriori dati.

Ritengono che Focardi e Levi abbiano la stessa impostazione e sostengono il loro punto di vista.
 

Focardi, che ha lavorato con Rossi durante lo sviluppo dell'Energy Catalyzer, è professore emerito presso l'Università di Bologna, mentre Levi sarà ora responsabile della ricerca sull'Energy Catalyzer al Dipartimento di Fisica dell'Università di Bologna, ricerca commissionata da Rossi che paga 500.000 euro in base a un accordo tra la sua azienda (Leonardo Corporation) e l'Università.

Kullander ed Essén non sono coinvolti in questo progetto.

Durante la loro visita a Bologna si sono incontrati con il Rettore dell'Università di Bologna, il professor Ivano Dionigi, ed hanno discusso con lui, Rossi, Focardi, Levi e Bianchini sul progetto. Secondo Kullander e Levi, una futura collaborazione per la ricerca è possibile.


Mats Lewan (06/04/11, Ny Teknik, Svezia)


La polvere usata contiene
il dieci per cento di rame

traduzione di Daniele Passerini dell'articolo di Mats Lewan
The used powder contains ten percent copper 


Le analisi della polvere di nickel usata nell'Energy Catalyzer di Rossi, mostra che si forma una grande quantità di rame. Per Sven Kullander questa è la prova di una reazione nucleare.

Perché
dal nickel venga a formarsi rame, il nucleo di nickel deve catturare un protone. Il fatto che questo forse si verifica nel reattore di Rossi è la ragione per cui è stato accennato al concetto di fusione fredda  - che comporterebbe la fusione tra nuclei di nickel e idrogeno.

Un termine che molti considerano essere più corretto, comunque, è LENR (Low Energy Nuclear Reaction) ovvero reazione nucleare a bassa energia.


Ny Teknik: Per quanto tempo si presume che la polvere sia stata usata nel processo?

Kullander:
Secondo quanto ci è stato riferito da Rossi, la polvere è stata usata
ininterrottamente per 2 mesi e mezzo  con una potenza in uscita di 10 kW. Ciò corrisponde a un'energia totale di 18 MWh, con un consumo fino a 100 grammi di nichel e di due grammi di idrogeno. Se quell'energia fosse stata prodotta bruciando petrolio, sarebbero state necessarie due tonnellate di petrolio.

Ny Teknik: Che analisi avete fatto sulle polveri?

Kullander:
analisi degli elementi e analisi isotopica. Presso il Laboratorio Ångström di Uppsala (Svezia), l'analisi degli elementi è stata effettuata utilizzando la Spettrofotometria XRF. Il Dottor Erik Lindahl ha eseguito l'indagine. Presso il Centro Biomedico di Uppsala, sia l'analisi degli elementi sia l'analisi isotopica è stato fatto attraverso la
Spettrometria di Massa a Plasma Accoppiato Induttivamente (ICP-MS) . Il Professore associato Jean Pettersson ha eseguito la misurazione.

Ny Teknik: Che risultati avete ottenuto dalle analisi?

Kullander: Entrambe le misure mostrano che la polvere di nickel puro contiene principalmente nickel, e che la polvere usata è diversa in quanto diversi elementi sono presenti, principalmente rame (10%) e ferro (11%). L'analisi isotopica mediante ICP-MS non mostra alcuna deviazione dalla composizione isotopica naturale di nickel e rame.


Ny Teknik: Come interpretate i risultati?

Kullander:
Purché il rame non sia uno degli additivi utilizzati come catalizzatore, gli isotopi 63 e 65 del rame possono essersi formati solo nel corso del processo. La loro presenza è quindi una prova che si verificano reazioni nucleari nel processo. Tuttavia, è da rimarcare che il nickel-58 e l'idrogeno possono formare rame-63 (70%) e rame-65 (30%). Questo significa che nel processo, il nickel-58 originale dovrebbe essere cresciuto rispettivamente di cinque e sette unità di massa atomica durante la trasmutazione nucleare. Tuttavia, ci sono due isotopi stabili del nickel con bassa concentrazione, il nickel-62 e il nickel-64, che, plausibilmente, potrebbero contribuire alla produzione del rame. Secondo Rossi il rame non è tra gli additivi. 100 grammi di nickel era stato usato per 2 mesi e mezzo di riscaldamento continuo con 10 kW di potenza di uscita. Un semplice calcolo mostra che gran parte del nickel deve essere stato consumato, se è stato bruciato in una reazione nucleare. È quindi un po' strano che la composizione isotopica non differisca da quella naturale.


Ny Teknik: Quali ulteriori analisi state pensando di fare?

Kullander: Non abbiamo nulla di preciso in programma. Se sarà possibile raffinare le misure isotopiche, ulteriori misure isotopiche sarebbero importanti soprattutto per ottenere una migliore precisione nel campo da 60 a 65 unità di massa atomica. Abbiamo anche discusso con Rossi dell'installazione di un Energy Catalyzer in un laboratorio di Uppsala per effettuare misurazioni più dettagliate, che potrebbero fare parte di una collaborazione scientifica con l'Università di Bologna.


Mats Lewan (06/04/11, Ny Teknik, Svezia) 

150 : commenti:

Enrico Maria Podestà ha detto...

"100 grammi di nickel era stato usato per 2 mesi e mezzo di riscaldamento continuo con 10 kW di potenza di uscita. Un semplice calcolo mostra che gran parte del nickel deve essere stato consumato, se è stato bruciato in una reazione nucleare. È quindi un po' strano che la composizione isotopica non differisca da quella naturale. "

Nell'ultima frase: È quindi un po' strano che la composizione isotopica non differisca da quella naturale.

Scusate l'ignoranza, o a quest'ora i miei neuroni non sono ancora a regime... Cosa significa?

Roy ha detto...

Bello scoop! Bravo Daniele!

Anonimo ha detto...

Vorrei che i detrattori della prima ora dell'E-cat e tutti quelli che diffamavano (Rossi soprattutto) e sfottevano pagassero qualcosa in credibilità, in potere universitario e/o scientifico e facessero almeno ammenda pubblica.
A memoria di ciò basta leggere quello che hanno scritto da Gennaioi 2011 in usenet negli ng non controllati dalle loro teste di turko (leggasi moderati)specificatamente "it.scienza" e "free.it.scienza.fisica".

Phileas Fogg

Anonimo ha detto...

Bravo Daniele alle chiacchere si risponde con i fatti
Claudio

Peter Gluck ha detto...

Bravissimo Mats!
Bravissimo Daniele!

Excellent paper, good interesting news!

We have seen here E-kittens nice ones.
Rossi has answered to my question and has told he does not intend to create E-lions, E-tigers or other greater E-felines and prefers modular increase of power. He knows why.

Yoda ha detto...

La cautela può essere ancora giusta e forse doverosa, ma a questo punto i detrattori più incalliti devono cominciare a fare ammenda...

Anonimo ha detto...

Buondì. Interessanti le traduzioni.
Sono curioso di vedere, quando sarà disponibile una summa del lavoro di Piantelli, quanto Rossi abbia tratto da esso. Ci sono somiglianze notevoli.

Se anche "Focardi e Rossi" sono scettici su teorie che spieghino questi fenomeni (parafrasando dall'articolo), allora significa una retromarcia rispetto all'idea del decadimento beta+, che Focardi sembrava dare come spiegazione sicura del fenomeno.
Tra l'altro se il decadimento in rame avvenisse in beta+ sarebbero gia defunti per l'emissione di radiazioni ad essa connessa (che una schermatura di 2 cm non può fermare).

Saluti.
Eta Beta

Alberto ha detto...

E-lions? ... ahh, now I understand!

mimmo canino ha detto...

ciao daniele,
ottimolavoro come sempre,
una notizia per tutti gli appassionati di e-cat:
stasera 6 aprile e domani sera 7 aprile ore 21.05 speciale di radio24 la radio del sole 24 ore sull'impianto rossi-focardi. Il mainstream si muove dopo tutta la fatica fatta da daniele.
Inoltre nel mio piccolo segnalo un articolo sugli scenari dell'energia incentrato sull'e-cat in uscita su una rivista di trasporti dal titolo "doppia corsia". Il titolo del pezzo è:
una scoperta da mille miliardi di dollari!!!
ciao daniele

Alberto ha detto...

Grazie Mimmo!

mimmo canino ha detto...

ciao daniele,
ho dimenticato di dire che la trasmissione di radio24 in cui si parlerà dell'e-cat, si chiama mister kilowatt ore 21.05 (c'è anche il podcast) ed è condotta da maurizio melis, un bravo giornalista che si occupa di temi energetici,
ciao a tutti

Tizzie ha detto...

Dalle foto il reattore e` piu` piccolo di quanto pensassi. Non sembra neanche essere qualcosa di tecnologicamente complesso o che da' l'idea di essere costoso da produrre.

Domenico Cirillo ha detto...

Complimenti Daniele per la precisione del documento.

Comincia a svelarsi un quadro nuovo, sempre più definitivo su questi fenomeni.

Inesorabilmente.

Aspetto fiducioso altre nuove, seduto sulla riva del fiume.

ant0p. ha detto...

ah quindi c'è anche la versione più piccola che è più stabile quando si accende. stasera mi guardo meglio tutto anche su nyteknik, ma mi sembra una buona novità..quasi quasi mi sa che converrà rimpicciolire ancora i reattori per poterli usare a potenze in proporzione più alte di quelli da 10kw..vedremo..

Daniele ha detto...

ERRATA CORRIGE:
Il notiziario di Radio 24 parlerà dell'E-Cat durante l'edizione delle ore 13 (non in quella delle 12 come avevo precedentemente annunciato).

Alberto ha detto...

@ Roy: il .ppt che ha presentato a Milano è di pubblico dominio? Si può scaricare da qualche parte?

Rampa ha detto...

Quelli...

Quelli che molto tengono al Prestigio delle Università Italiane...
Quelli che tanto difendono la Dignità del Comitato Brevetti...
Quelli che, la Scienza è una cosa seria...
Quelli che non vogliono se non laureati intorno...

Quelli dovranno preoccuparsi che il prossimo Nobel per la Fisica non venga dato ad un laureato in Filosofia che s'è comprato una pseudo laurea in ingegneria in una pseudo Università USA.

Quelli, saranno bannati dalla Storia o in alternativa entreranno nella Storia come l'acerrimi avversari del Sign. Rossi.

Tizzie ha detto...

Ho salvato in mp3 lo spezzone audio da Radio24Live:

http://hotfile.com/dl/113525922/3d9847d/news24ecat.mp3.html

Qualcuno per favore lo carichi su un sito piu` affidabile.

Sergio ha detto...

Complimenti per il tuo Blog e per l'attività di divulgazione che fai anche all'estero su questi fenomeni.

Come molti altri studiosi della materia anch'io credo che dopo decenni di oscurantismo su quanto rilevato sperimentalmente da gente come Don Borghi, Santilli, Cardone Piantelli e Focardi, per citare alcuni dei pionieri, siamo di fronte a una forma di energia che potrebbe cambiare il mondo.
Da quanto appare sin qui, anche se le transmutazioni da nickel a rame mostrano un apparente fenomeno di "fusione" (da 28 a 29 protoni), sarebbe meglio non parlare con faciloneria di "fusione fredda".
Come ben sai esistono altre spiegazioni teoriche, che forse troveranno riscontro proprio dall'e-cat, tra cui Santilli, Mills e Widom-Larsen, focalizzate sul neutrone.
Spero solo che non si scateni una battaglia sui brevetti tra Piantelli e Rossi e che questa tecnologia possa avere la massima diffusione in tempi brevi.

Roy Virgilio ha detto...

Ciao a tutti.
@ Alberto. La mia presentazione di Milano la trovi su http://www.energeticambiente.it/fiere-conferenze-e-raduni/14739056-presentazione-libro-fusione-fredda-di-roy-virgilio-milano-2.html#post119198719

Ciao!
Roy

giovanni ha detto...

Ottimo lavoro Daniele

Da vecchio laureato a Bologna, emigrato da anni, sono felice di vedere questa invenzione in Italia e per di piú a Bologna.

Un commento: gli studi in corso dovrebbero comprendere controlli formali di radioprotezione, fatti da specialisti. Dico ció non per frenare l' entusiasmo, anzi per dare il massimo impeto possibile al piú rapido possibile futuro sviluppo e impiego della tecnologia. Documentazione e autorizzazione della sicurezza dell' Ecat potrebbero aumentarne l' accettabilitá, anche concettuale: ammettere l' esistenza di emissioni potenzialmente dannose per certe configurazioni della tecnologia, da parte di un' azienda nazionale di radioprotezione, non negherebbe anzi confermerebbe l' esistenza di un modello (o modo di uso) di Ecat per il quale le emissioni sono trascurabili, e allo stesso tempo costituirebbe un' ammissione con valenza "politica" di un fenomeno che non é piú teorico ma attuale. Potrei provare a coinvolgere l' agenzia nazionale del Regno Unito, per cui lavoro. Fammi sapere se credi che ció possa essere di aiuto

Giovanni

Vanesio ha detto...

@rampa
buona, fa provare pure a me:

Quelli che ormai è già stato inventato tutto...
Quelli che se fosse una reazione nucleare, Rossi Focardi e Levi sarebbero già morti da un pezzo...
Quelli che si mettono le pezze di piombo alle chiappe perché non si sa mai...
Quelli che non esiste...

@Sergio
alle spiegazioni teoriche possibili aggiungerei quelle di Reich e dei coniugi Correa. Per contro non mi convince Mills.

tia ha detto...

Quelli che ci vanno coi piedi di piombo prima di illudere il mondo.

Sarò 100% convinto solo al test calorimetrico fatto in università.

Alberto ha detto...

@ Roy: Grazie 1000.
A tutti gli altri: Sentito lo spezzone su radio24.
PRO: se ne parla, pur fra mille cautele.
CONTRO: "l'annuncio di Flescherman e Pons si era rivelato una bufala" (allora dillo che non hai capito un kazz, sottolineo con la "k" anche se su questo blog non si usa la k)
"annunci tradotti in rete da un blogger" (e dillo che voi dell'informazione ufficiale siete ridotti a dover rincorrere chi è più sveglio, più intelligente, più veloce di voi (e forse non ha da difendere nessun interesse precostituito)).

Scusa ma quando ce vo' ce vo'!!!!

Mahler ha detto...

Sono un po' vecchi, ma giro lo stesso un altro paio di link, in attesa di rassegna stampa sulla nuova dimostrazione...

http://www.vglobale.it/index.php?option=com_content&view=article&id=12978%3Athe-new-spring-of-cold-fusion&catid=5%3Aultime&Itemid=121&lang=it

http://newenergyandfuel.com/http:/newenergyandfuel/com/2011/03/09/updating-the-rossi-focardi-cold-fusion-reactor/

Nel frattempo, anche se non è ancora uscita ufficialmente la registrazione della puntata di Mr. Kilowatt, azzardo il link in cui verrà salvata la puntata di oggi...
http://www.radio24.ilsole24ore.com/radio24_audio/110406-mrkilowatt.mp3
(dovrebbe essere facile intuirlo, visto che il link della puntata di ieri iniziava con "110405" – ovvero "11/04/05"). In ogni caso, questa è la pagina web della trasmissione.

Sempre più gasatissimo :-)

P.S.. La presenza dopo la reazione della stessa percentuale di isotopi di rame di quelli presenti in natura è l'unica cosa che mi fa temere, allo stato attuale. È davvero strano, credo si dovrebbero trovare in abbondanza isotopi relativamente rari. Ma come anche i due fisici svedesi hanno ammesso, l'analisi degli isotopi non è stata svolta in modo accurato.

Mahler

P.P.S. Mi correggo. IL LINK ALLA TRASMISSIONE È QUELLO GIUSTO.

zippo ha detto...

Ringrazio Alberto perche' mi da' l'opportunita' di dire qualcosa, e nel contempo di cogliere l'occasione per salutare e ringraziare Roy e Domenico (se non era per loro a quest'ora saremmo tutti scesi dalle nuvole) e ovviamente Daniele che sta facendo un lavoro strepitoso.

E volevo parlare degli interessi precostituiti: sapete che ho la vaga impressione che ci siano piu' interessi dietro Repubblica (uno dei miei miti) che non dietro il Sole? Lo so che puo' suonare strano, ma nonostante tutto il Sole in questi anni qualcosa ha detto, e ora di fronte all'evidenza parla. Repubblica tace ora come ha sempre taciuto (se non per UN articolo in cronaca locale...). Eppure vi garantisco che sono stati sollecitati.

Anni fa si parlava (nel giro di Balzani, non al Bar dello Sport) che il gruppo De Benedetti avesse pesanti interessi nelle turbogas; ora potrebbe, da come si comportano, avere interessi nell'elio/eolo e avere necessita' di cambiare qualcosa a favore entro il 30/4, quando si converte in legge il decreto Romani.

Pure speculazioni, eh? Assoluto brainstorming. Pero', il fatto rimane che il Sole ne parla e Repubblica no (e anche Il Fatto non ne parla: questo quasi mi dispiace ancora di piu').

Tizzie ha detto...

Segnalo il Podcast di Mr Kilowatt gia` disponibile qui in anteprima:

http://www.radio24.ilsole24ore.com/main.php?dirprog=Mr%20Kilowatt

Tizzie ha detto...

Segnalo il Podcast di Mr.Kilowatt sull'E-Cat disponibile in anteprima gia` da adesso:

http://www.radio24.ilsole24ore.com/main.php?dirprog=Mr%20Kilowatt

Mahler ha detto...

@Daniele Guarda in spam, ci dev'essere un mio commento che conteneva un po' di link... in ogni caso riposto qui il link all'mp3 di Mr. Kilowatt, per chi volesse scaricarlo...

http://www.radio24.ilsole24ore.com/radio24_audio/110406-mrkilowatt.mp3

ciao

Andrea ha detto...

@tia
un po di pazienza, ha detto che si farà !

Davide C. ha detto...

E' da un pezzo che vi leggo e faccio i miei complimenti a Daniele per l'ottima opera di informazione che fa.
Vi comunico che ho scritto a quelli del TG Leonardo descrivendo la situazione com'è ora e pregandoli di fare un servizio sul dispositivo Rossi-Focardi.
Un saluto a tutti

Anonimo ha detto...

Problema tecnico....

"In una relazione dettagliata (scaricabile da qui), i due scienziati scrivono:"

Non funziona il link, mi apre una pagina nera e stop.

Branzac

Anonimo ha detto...

Ehm... ho sbagliato io.
E' sufficiente scaricare il file in modo diretto e poi riapplicare l'estensione .pdf per aprirlo con Adobe Reader.....
(Mi sarò lasciato trascinare dalla foga?)

Branzac

tia ha detto...

Wow!
Notare la presenza a sorpresa nel report dei svedesi della terribile pompa LMI J5

Mahler ha detto...

@Tia Ancora co' 'sta pompa! Hai letto il report? L'acqua viene da un serbatorio e hanno misurato il tempo necessario all'estrazione di mezzo litro... Riusciranno a vedere quanta acqua manca alla fine del test?!! leggi qui:

The cooling inlet water of about 18 °C comes from a
reservoir via a pump (yellow). The transparent blue rubber hose going from the reservoir to
the device is visible above the yellow pump, on the left of the photo in figure 1.
[...]
Calibrations. The flow of the inlet water was calibrated in the following way. The time for
filling up 0.5 liters of water in a carafe was measured to be 278 seconds. Visual checks
showed that the water flow was free from bubbles. Scaled to flow per hour resulted in a flow
of 6.47 kg/hour (Density 1 kg/liter assumed).

Neanche di fronte all'evidenza!!!

Anonimo ha detto...

Il post di Daniele copiaincollato da questi furbetti:

http://www.altrainformazione.it/wp/2011/04/06/i-fisici-svedesi-sulle-cat-una-reazione-nucleare/

Gino

tia ha detto...

E non riesci a cogliore l'ironia?
Mica mi sono lamentato.

Tizzie ha detto...

Leggendo il report dei due scienziati con occhio piu` critico, avrei voluto vedere un grafico dell'assorbimento elettrico vs tempo della resistenza usata per scaldare il reattore. Mi sembra sia dia per assunto che la potenza assorbita rimanga quella inizialmente misurata di 300 W (+30W della strumentazione di controllo).

Alberto ha detto...

Per l'anonimo: Daniele è comunque citato! Io comunque la penso così:

"Tutto ciò che scrivo non mi appartiene, perché appartiene già all'Universo, e in questo corpo non c'è NESSUNO che se ne può attribuire la paternità esclusiva. Il mio materiale siete liberi di riprodurlo, diffonderlo, interpretarlo, fraintenderlo, distorcerlo, alterarlo, potete copiarlo citando la fonte oppure pretendere di esserne voi gli autori, senza bisogno di chiedere il mio consenso." dal Blog di Paolo Franceschetti

Tizzie ha detto...

Fra i linkback e` apparso questo di Radio Citta` del Capo con intervista a Focardi fresca fresca:

http://radio.rcdc.it/archives/sergio-focardi-parla-il-padre-della-fusione-fredda-ni-h-75679/

Vanesio ha detto...

@tia
(..illudere il mondo..)
Ti do piena ragione; perché poi di solito è sempre il mondo a farne le spese.
Pensa ora al battage propagandistico di 40 anni fa per vendere l'illusione della "fissione pulita" al mondo. Ora è il Giappone, e il mondo intero a farne le spese. Per migliaia e migliaia di anni ancora.

Vero che comparaison n'est pas raison, però a confronto, benvenga l'illusione ipotetica di Rossi &Co; la spesa relativa non fa neanche solletico.

Daniele ha detto...

APPENA POSSO RISPONDO A TUTTI.Intanto un comunicato di servizio.
Sto cercando un codice (che funzioni però!) da mettere nei post per metterci un player mp3. Qualcuno può aiutarmi?
Sono naturalmente in grado di incollare anche altro codice nel modello (sotto /head). Quelli che ho trovato su internet non mi funzionano.
Grazie

Intanto se volete il file mp3 del notiziario potete scaricarvelo da qui:
http://www.22passi.it/downloads/news24ecat.mp3

Daniele ha detto...

FERMI TUTTI... ci sono riuscito! :-)

ant0p. ha detto...

ancora devo leggere il report completo:)) ma mi pare che dal punto di vista scientifico ci sono solo conferme di quanto già detto da gennaio.
mentre dal punto di vista tecnico il problema potrebbe essere mettere in serie gli e-cat, se all'accensione il modulo da 10kw da qualche instabilità questa si potrebbe amplificare mettendo in serie più dispositivi per aumentare la temperatura del vapore per renderlo utilizzabile da una turbina (in parallelo invece non si dovrebbe amplificare). per quello penso che le dimesioni dei singoli moduli verranno ridotte nell'impianto da 1mega, solo che riducendo le dimensioni ce ne vogliono di più e l'amplificazione dell'instabilità in serie potrebbe rimanere lo stesso..staremo a vedere, ma al di là delle possibili complicazioni tecniche che potranno sorgere (anzi che sicuramente sorgeranno:)) sono contento per la conferma che il fenomeno è reale, poi per passare dalla ford t alla ferrari ci sarà tutto il tempo..comunque speriamo che per l'impianto da 1mega vada tutto bene. sarebbe molto importante per velocizzare la distribuzione pubblica.

Tizzie ha detto...

Vorrei segnalare e ribadire l'importanza della nuova intervista di Radio Citta` del Capo a Focardi precedentemente linkata.

Serve una trascrizione al piu` presto possibile (capisco pero` che si trattera` di un lavorone) - sono rivelati diversi dettagli a mio parere importanti oltre che estremamente interessanti.

tia ha detto...

Focardi dice di non conoscere la composizione del catalizzatore.

Vanesio ha detto...

@tizzie
appena finito l'ascolto. Bravissimo Focardi: modesto, preciso, ma sopratutto totalmente convincente.

Si potrebbe trascrivere l'intervista mediante un lavoro di gruppo come già fatto con quella a Sertorio. Io però mi devo escludere, sono 4 giorni che faccio fatica a scrivere usando 3 dita della mano destra.

dioamore ha detto...

Dov'ero rimasto sul post di queryonline ora chiuso ai commenti? Sì, ho visto che i tecnici non sono poi riusciti a riparare l'impianto di raffreddamento del reattore nucleare nella centrale in Giappone e mi dispiace perché ora c'è contaminazione radioattiva ambientale. Però vedo che qui la discussione sul catalizzatore di energia continua. Bene!

Daniele ha detto...

@Enrico Maria Podestà
Nel caso nessuno ti abbia ancora risposto, credo che "è quindi un po' strano che la composizione isotopica non differisca da quella naturale" significa che si sarebbero aspettati che le percentuali dei vari isotopi del Cu che si formano dentro l'E-Cat dal Ni fossero diverse da quelle che, in media, si trovano in un campione di rame in natura.
Mi chiedo - parlo giusto da profano (così Tia può divertirsi a prendermi in giro) - se la scienza sa spiegare perché nel Cu che si trova in natura natura si riscontrino quelle e non altre percentuali di isotopi del Cu, perché, se non lo sapesse spiegare, allora... ;)

tia ha detto...

La scienza ufficiale lo spiega semplicemente col fatto che tutti gli atomi (o quasi) della tavola periodica sono il risultato di decadimenti radioattivi partendo da atomi piu grossi.
Siccome esistono piu percorsi di decadimento (e relative probabilità) può capitare che un atomo decada in Cu stabile o Cu instabile.
L'abbondanza isotopica serve per stabilire se c'è un eccesso di questi isotopi. Se c'è è una firma di una alterazione a livello nucleare.
Il semplice dire "prima non c'era rame e ora si" è senza senso nella misuristica perchè le contaminazioni sono ovunque e non puoi passare alla macchina tutto il campione, ma una parte.

Daniele ha detto...

@Roy
Grazie Roy, dai che ritoccherà anche a te... e spero prima di un anno da ora! ;)

@Phileas Fogg
Se bazzichi quei luoghi pieni di detrattori che citi, pensaci tu a punzecchiarli per bene!

@Peter Glugg
Thanks Peter!
Do you understand now why I didn't consider useless argue about pomps and probes?
A hug
P.S. Rossi makes energy catalyzers... don't makes Apple OSs! :)))

@Yoda
Certo, però toccherebbe dirlo anche ai detrattori di essere un po' più cauti... :)

@Eta Beta
Focardi e Rossi non mi pare abbiano fatto marcia indietro circa le loro ipotesi toriche, la novità è che ci sono due fisici svedesi, in gamba, che a questo punto ritengono che nell'E-Cat avvengano reazioni nucleari e che piuttosto che inventarsi una teoria nuova forse combinando tra loro quelle esistenti potrebbe saltar fuori la soluzione... vedremo: intanto l'E-Cat miagola! :)

@Alberto
Sì Alberto, MIAO! ;)

@Mimmo
Grazie Mimmo, non credo di essere così importante, i media si muovono perché hanno deciso che non possono più far finta di niente... e comunque il Sole 24 Ore per ora è l'unico dei grandi giornali ad aprire all'E-Cat. Qualcun altro ha affrontato nei commenti questo tema spinoso... tra un po' ci arrivo. Avevo segnalato nel post scritto ieri sera l'appuntamento a Mr. Kilowatt stasera ma benissimo ribadirlo: repetita iuvant. Si può già ascoltare in anteprima dal podcast che ho linkato anche nel blog: qui.

Daniele ha detto...

@Tia
Vedo che non hai per nulla capito quello che ho detto, leggi meglio (con meno supponenza, prova solo per ipotesi a considerare che posso avere detto qualcosa di intelligente) e spremiti le meningi... la tua risposta la poteva dare quasi pure mia figlia che va in seconda media! :)

tia ha detto...

Forse devi sforzarti meglio tu, perchè dubito che tua figlia possa sapere quello che ho scritto, anzi, che possa proprio capirlo.

(Le % di abbondanza isotopica)
"La scienza ufficiale lo spiega semplicemente col fatto che tutti gli atomi (o quasi) della tavola periodica sono il risultato di decadimenti radioattivi partendo da atomi piu grossi.
Siccome esistono piu percorsi di decadimento (e relative probabilità) può capitare che un atomo decada in Cu stabile o Cu instabile."

Ed in realtà è solo una piccola parte del discorso. Ma si va troppo nel complesso.
Comunque in generale le % sono dovute ai modi di decadimento ed al tempo di dimezzamento.

Daniele ha detto...

@Tizzie
Parlo solo delle dimensioni, sui costi non ho elementi per pronunciarmi...
I 4 reattori visti il 29 marzo sono grandi circa la metà di quello visto nei test precedenti. Per lo scale up credo ci siano ancora grossi limiti, ma il downsizing credo possa riservare molte sorprese.

@Domenico
Io è da due mesi e mezzo che sono seduto sulla riva del fiume, ero moderatamente fiducioso all'inizio, ma ogni giorno che passa lo sono di più. :)

@ant0p
"quasi quasi mi sa che converrà rimpicciolire ancora i reattori per poterli usare a potenze in proporzione più alte di quelli da 10kw..vedremo.."
Cosa intendi?

tia ha detto...

Tanto per fare un esempio, se nel campione analizzato trovavano l'isotopo Cu-64 (http://en.wikipedia.org/wiki/Copper-64) che ha una abbondanza isotopica di 0 spaccato (perchè ha un tempo di dimezzamento molto basso, di 12 ore), allora era chiaro che c'era un fenomeno nucleare.
Idem per gli altri isotopi del rame con un tempo di dimezzamento piu alto.
Solitamente è cosi che si fa per vedere se c'è un fenomeno nucleare, vedere se ci sono isotopi che in natura NON CI POSSONO essere (o ci sono in quantitita molto esigue).

roberto ha detto...

Grazie Tia dalla tua prima spiegazione mi è stato tutto chiaro.è logico che dipende a quale pagina uno è arrivato a studiare.Son riuscito a capire anche le ulteriori spiegazioni.Se mi permetti approfitterò di te per delucidazioni. ciao

Daniele ha detto...

@Rampa
Quelo che... la risposta è dentro di te ma sicuramente è quella sbagliata! Come direbbe Guzzanti :D

@Vanesio
In realtà era più che sufficiente la tua risposta (troppo forte!) ma non ho resistito. Di Mills sento solo parlare male in effetti... di Reich (immagino non l'allievo di Freud) e dei coniugi Correa non so niente. Mi passi qualche link per favore?

@Tia
"Sarò 100% convinto solo al test calorimetrico fatto in università."
E il giorno che lo sarai e che ti presenterò il conto di tutte le offese, maldicenze, frecciatine, insinuazioni, cattiverie che hai seminato... CHIEDERAI SCUSA? A Rossi, Focardi e Levi in primis ovviamente.

@Sergio
Grazie anche a te.
Sfondi una porta aperta: ho abolito il termine fusione fredda da un paio di mesi, qui dentro parlo solo di LERN.
Le possibili battaglie brevettuali mi preoccupano un po', spero prevalga il buon senso...

@Giovanni
Hai lasciato lo stesso messaggio nel post precedente e ti ho risposto lì. Ciao e grazie

Daniele ha detto...

@Alberto
Ormai ci credono solo Tia, Franchini e qualche altro talebano del CICAP che Fleischmann e Pons fossero truffatori.
Quanto al resto... l'informazione ormai la fanno i blogger indipendenti non i giornali collusi con le lobbies.

@Tizzie e Mahler
Un paio d'ore fa ho creato un nuovo post con gli ultimi contributi audio: qui.

Daniele ha detto...

PER FAVORE NON POSTATE NUOVI COMMENTI PER UN PO': DATEMI IL TEMPO DI RISPONDERE A QUELLI PIU' VECCHI PRIMA. GRAZIE

tia ha detto...

>E il giorno che lo sarai e che ti presenterò il conto di tutte le offese, maldicenze, frecciatine, insinuazioni, cattiverie che hai seminato... CHIEDERAI SCUSA?

Le offese qua mi pare siano state da parte TUA verso di me (a cominciare dall'"arogantello idiota" datomi da TE quando è saltata fuori la storia che il tempo in full-power era la metà di quello scritto, che, guardacaso, era vero).
Che Rossi si contraddica da solo, lo dice pure Rothwell.
Che Levi abbia presentato il 14 gennaio un report assolutamente insufficiente, basta vederlo. Che non abbia risposto circa il modello della pompa è un dato di fatto (prova a chiederglielo ora visto che la malefica pompa è saltata di nuovo fuori). Idem per la durata dell'esperimento.
Daniele, le cose che ho detto sono VERE!
Se poi salta fuori che l'E-Cat funziona, ben venga, ma non vedo perchè dovrebbe cambiare le cose vere che ho detto. Al massimo si saran rivelate irrilevanti, ma col senno di poi son capaci tutti. Io posso ragionare solo sui dati *che ho ora*!

Daniele ha detto...

@Tia
Ok hai ragione, mi sforzerò di parlare come parlo a mia figlia... così capiscono tutti. E ho pure premesso che mi esprimo da profano. Credo che in natura gli isotopi del rame siano 52Cu, 53Cu, 54Cu ecc. fino a 80Cu. In realtà solo certi isotopi sono stabili, gli altri decadono con tempi molto rapidi.
Credo che se estraggo un campione di rame, la sua composizione isotopica vari leggermente da posto a posto ma, in generale, le proporzioni percentuali in cui gli isotopi del rame sono presenti in natura in un qualunque campione di rame entro certi range di variabilità siano più o meno sempre quelle... può anche essere che ho detto una stronzata, ma mi riferivo a questo Tia e tu non mi hai risposto a questo. Ora è più chiaro?
Ricapitolando io chiedevo semplicemente questo: quali sono gli isotopi del rame che normalmente si trovano nel rame presente in natura e in quali percentuali si trovano?

@Mahler e Tia
Perché entrambi vi stupite che nella polvere usata non ci fossero isotopi "rari" del rame? Non decadono subito? Kullander e Essén non dicono che Rossi ha portato loro della polvere usata? Mica usata 5 minuti prima ovviamente... ore? giorni? settimane? Non lo sappiamo.

Ma non sarebbe normale che alla fine (dopo qualche ora? giorno?) la polvere estratta dall'E-Cat abbia la stessa composizione percentuale degli isotopi presenti in natura? Chiedo solo, perché non mi è chiaro questo punto.

roberto ha detto...

Tia le cose che dici ,saranno anche vere,ma di certo non devono render conto a te a me a noi di quello che fanno.Si autofinanziano si sono appoggiati a Bologna per un aiuto teorico e pubblicano dalla Svezia perchè non gli rompono le...Noi abbiamo solo da attendere (e ce lo siamo meritati)che aprano la scatola magica.
io voglio.... io pretendo... basta !

AlexBo ha detto...

Daniele, premesso che le ultime novità mi fanno molto piacere, voglio spezzare una lancia in favore di Tia, tutto sommato mi sembra corretto quello che ha detto: forse e' stato un pò "sgarbato e indisponente" nei suoi commenti, però posso capire il suo essere un novello "San Tommaso, che non ci crede se non ci mette il naso"... e poi mi sembra una persona estremamente competente (forse dovrebbe solo imparare ad usare meglio questa su competenza).
Effettivamente fino ad oggi ci voleva ancora una certa "fede" in Rossi & C. e per quanto possano essere delle persone corrette e oneste, non era neppure giusto prendere come oro colato ogni loro parola.
Spero quindi che al più presto le sempre maggiori evidenze e, come dice Tia, un test definitivo fatto da esterni indipendenti mettano la parola fine a questa diatriba, e diano inizio ad una nuova era per l'umanità (mi e' venuta per caso quest'ultima frase, ma non e' male... :)

tia ha detto...

>Ricapitolando io chiedevo semplicemente questo: quali sono gli isotopi del rame che normalmente si trovano nel rame presente in natura e in quali percentuali si trovano?

Quali siano non lo so ma basta una ricerca con google.
Sinceramente dalla domanda avevo capito perchè in natura c'è tot % di (esempio) isotopo Cu-59 e non un altra.

>Perché entrambi vi stupite che nella polvere usata non ci fossero isotopi "rari" del rame? Non decadono subito?

Dipende da che isotopo si genera. Può anche essere stabile o avere una emivita di milioni di anni.
Stupisce perchè in una reazione nucleare solitamente vengono generati isotopi fuori dall'abondanza naturale.
Se c'erano era una chiara firma nucleare.

tia ha detto...

>"San Tommaso, che non ci crede se non ci mette il naso"

Piu che altro finche non ci mettono il naso un numero sufficiente di persone.
E non mi pare una regola solo mia. Basta vedere la copertura mediatica.
Se domani esce un documento in cui il D.F. dice che l'e-cat funziona, tempo 12h e avrai una copertura mondiale. Perchè è un dipartimento di fisica ad esporsi.

Daniele ha detto...

@Tia
Quelli che vanno coi piedi di piombo guardano volare chi mette le ali... e non parlo di Red Bull! :)))

@Domenico
Leggo ora Zippo... ma sei uno dei collaboratori di Roy che era a Milano venerdì scorso? Scusa non ti avevo riconosciuto! :)

@Zippo
Tia ci darà subito dei complottisti, ma non c'è dubbio che l'agenda redazionale degli argomenti da trattare riceva svariati condizionamenti... vale per i tg, per i quotidiani e per le riviste. Sono d'accordo con te. È interessante che il Sole 24 Ore sia sceso in campo... quali company dell'energia sostengono quel quotidiano? Chi sa la risposta (qualcuno qui è in grado di fare questa ricerca?) ha probabilmente beccato uno dei grandi sostenitori misteriosi di Rossi. Quali company dell'energia stanno dietro il Corriere e Repubblica? quelle sicuramente non stanno puntando su Rossi.

@Tizzie e Mahler
Vi era finito nello spam un commento a testa. :)

@Andrea
Chiedere a Tia di avere più pazienza è come chiedere a Berlusconi di essere più umile! ;)

@Davide
Grazie per i complimenti per l'ottima opera di informazione. Non che tutti siano d'accordo! :)
E grazie per la segnalazione a Leonardo... io segnalai già a Report, Fabio Fazio, Roberto Saviano, Caterpillar... niente.
Considera che 3 anni fa organizzai una mostra itinerante, Donne di Vrindavan, ne parlò anche Enrico Vaime a Black Out. In quella occasione cercai un passaggio anche su Caterpillar (Radio RAI2) e la redazione mi rispose gentilmente che non avevano spazi. STAVOLTA NON HANNO NEMMENO RISPOSTO!

@Branzac
Boh, non so cosa hai combinato... tutto bene quel che finisce bene, l'importante è questo. Ciao :)

@Tia
Ancora a parlar di pompe!!! :)))
Non vorrei sbagliare ma a Bologna pompa significa... sarà mica che... oh non mi diventare cieco eh!!! ;)

@Mahler
Siamo noi che non cogliamo la sua in-sondabile ironia! ;)

@Gino
Che vuoi fa... ieri sono stato sveglio fino alle tre di notte per tradurre. Poi arriva uno e in 5 secondi copia tutto... be' sì, un po' inelegante, comunque ha messo il link.

@Alberto
E hai ragione anche tu... però almeno due righe di presentazione, suvvia (non a me, dico all'E-Cat, a Rossi, a Focardi...). Anche io ho copia-incollato tante cose in questi anni, ma sempre aggiungendoci del mio... se no che senso ha? La vedo come una questione di "stile". Ciò detto sono per la libera diffusione di tutto, ma meglio arricchire che semplicemente copiare... se no come facciamo a migliorare il mondo? :)

@Tizzie
So che la potenza assorbita cala quando l'E-Cat è a regime... credo che lo scopo di questo test fosse in primis escludere la natura chimica della produzione di energia e questo è stato fatto. Ci saranno altri report con altri focus dell'osservazione.

Daniele ha detto...

SIGNORI E SIGNORE, VI ANNUNCIO CHE È GIA' STATO POLVERIZZATO IL RECORD DI VISITE GIORNALIERE DEL BLOG (QUELLO FATTO IL 14 GENNAIO): FUOCHI D'ARTIFICIO!

PERO' RIPETO... SOSPENDETE UN ATTIMO I COMMENTI, SE NO NON RIUSCIRO' MAI A RIMETTERMI IN PARI! :)

roberto ha detto...

Mi ricordo quando Robert Gallo annunciò che aveva trovato un cocktail per fermare l aids.Nessuno si èpermesso di criticarlo,di denigrarlo .Tutti hanno atteso speranzosi.3 anni dalla pubblicazione ci son voluti.Ma non è questione di tempo , ,3 anni o ottobre, la questione è della mancanza di fiducia ,di voler sempre intromettersi per imporsi e soprattutto criticare.
Per me è molto facile perchè io credo che stiano facendo il loro meglio e quando vorranno dirmi qualcosa ....grazie. notte

Daniele ha detto...

@Vanesio
Ben detto Vanesio, col nucleare a fissione sì che ci hanno illuso... anzi, l'espressione giusta sarebbe molto meno elegante!
Rossi non vuole illudere proprio nessuno, ha inventato un gioiellino e vuole venderlo: fatti non parole.

@ant0p
Le tue considerazioni ingegneristiche sono condivisibili. Finora Rossi ha dimostrato di tener fede alle sue promesse e incrocio le dita come te per il lieto fine di questa bella storia (anche se non a tutti piace a quanto pare).
Però mi viene in mente un'altra cosa... che non c'entra nulla. Rossi ha detto a Mats che il modulo da 10 kW dava picchi all'accensione e allo spegnimento... be' è esattamente quello che osservò Celani a Bologna il 14 col suo rilevatore. Un buon riscontro incrociato.

@Tizzie e Vanesio
Insomma pensate che è il caso che organizzo un lavoro collettivo per trascrivere la nuova intervista di Focardi come facemmo con quella di Sertorio. Ancora non ho fatto in tempo ad ascoltarla. Se ritenete opportuno domani mi attivo e non avrei problemi a chiedere anche la collaborazione dello stesso Focardi per la revisione finale.

@Tia
Focardi dice di non conoscere la composizione del catalizzatore.
Quindi?

@dioamore
Qui la discussione va avanti perché va avanti l'E-Cat! :)
Query on line NON RAPPRESENTA NULLA, andrebbe ignorato. Il presidente della Skeptics Society svedese si chiede come fa a funzionare l'E-Cat e si attiva per farci un test. Il CICAP italiano si fa scudo di un "killer" come Franchini per screditare tutta la ricerca. A me questa differenza di atteggiamento fa solo giudicare in modo ESTREMAMENTE NEGATIVO tutto il circuito che ruota attorno al CICAP. Il tardivo dietro front acrobatico di Bagnasco è FUORI TEMPO MASSIMO. Per quel che mi riguarda si sono screditati quanto basta. E questo era uno sfogo per tutto quello che ho sopportato di leggere sulle colonne di Query on line.

OK, MI SONO RIMESSO IN PARI :)

tia ha detto...

>È interessante che il Sole 24 Ore sia sceso in campo... quali company dell'energia sostengono quel quotidiano? Chi sa la risposta (qualcuno qui è in grado di fare questa ricerca?)

Ma quale complotto. Tra l'altro che Il sole 24 ore ed ENI siano legati penso lo sappiano in molti.

Vuoi la verità?
Eccola.
Uhm, Focardi dice di aver fatto 'sta fusione fredda.
>search: focardi
Result:http://archiviostorico.corriere.it/1994/febbraio/20/fusione_fredda_alla_senese_accende_co_0_94022011712.shtml
Ah! Dice di averla fatta pure nel '94!

Ecco perchè nessun organo italiano ha dato risalto alla dimostrazione del 14 gennaio.

Vuoi che ci sia coverage mediatico? Lo vedrai quando un pezzo grosso si espone, come ad esempio un dipartimento di fisica.

tia ha detto...

Nota, il pezzo centrale col "search" è il modus operandis di un giornalista

Anonimo ha detto...

Ciao Daniele super lavoro oggi... ma ne valeva la pena.Il vento sta cambiando e sono sicuro che presto il tuo lavoro aumenterà.
Un saluto
Claudio

Tizzie ha detto...

@Tizzie e Vanesio
Insomma pensate che è il caso che organizzo un lavoro collettivo per trascrivere la nuova intervista di Focardi come facemmo con quella di Sertorio. Ancora non ho fatto in tempo ad ascoltarla. Se ritenete opportuno domani mi attivo e non avrei problemi a chiedere anche la collaborazione dello stesso Focardi per la revisione finale.


Si`, decisamente. Devi ascoltarla assolutamente. Contiene informazioni interessanti, nuove e a mio parere utili per capirne di piu` sui retroscena, la storia e la teoria di funzionamento. Fra tutte le interviste riguardanti l'E-Cat questa e` stata la migliore ed a mio parere forse e` anche possibile che Focardi si sia lasciato sfuggire qualche parola di "troppo" (non per noi) in questo caso.

Farebbe comodo anche per pubblico internazionale avere un transcript traducibile con Google Translate o a mano da qualcuno che sa bene l'inglese.

Daniele ha detto...

@Vanesio
Che ti è successo alla mano...? dicevi che non stavi bene ieri o l'altro ieri infatti.
Giusto per "mal comune mezzo gaudio": ho un problema alla spalla destra che, a furia di sottovalutare e trascurare e non far vedere, comincia a infastidirmi un po' troppo...

@roberto
ben detto per entrambi gli ultimi tuoi commenti

@Tia
L'ho già scritto una volta mi pare, ma lo ripeto: il Candido di Voltaire impallidisce al tuo confronto... tu e la sociologia fate a cazzotti mi pare. Tutti i giornalisti onesti dicono che oggi non si può più fare il giornalista indipendente: dove vivi?

@Claudio
Se il lavoro sul blog aumentasse PIU' DI COSI' dovrei cercarmi dei co-amministratori... cominciavo a pensarci: da solo l'impegno comincia a essere al di là delle mie forze, sia in termini di tempo che di energie.

tia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
tia ha detto...

>L'ho già scritto una volta mi pare, ma lo ripeto: il Candido di Voltaire impallidisce al tuo confronto... tu e la sociologia fate a cazzotti mi pare. Tutti i giornalisti onesti dicono che oggi non si può più fare il giornalista indipendente: dove vivi?


Ecco allora chiediti come mai han fatto un servizio sulla radio della confindustria e dell'ENI.
Non c'è nessun coverup italiano sulla fusione fredda. Toglitelo dalla testa. Si è affossata da sola.
Ora ci vuole qualcosa di grosso per tirarla fuori mediaticamente. Almeno sui giornali general-purpuse e non su rubriche specializzate.

zippo ha detto...

se c'e' da trascrivere io un quarto d'ora me lo faccio volentieri; forse diventa anche piu' facile per gli anglofoni tradurlo.

e sono d'accordo con Tizzie: anche solo per il gossip questa intervista e' commovente... per uno di bologna che va a lavorare ascoltando la rassegna stampa di rcdc, poi... quando questa storia sara' finita vi raccontero' cosa era "plaza de toros"...

Daniele ha detto...

@Tia
Ecco allora chiediti come mai han fatto un servizio sulla radio della confindustria e dell'ENI.
Me lo ero già chiesto infatti: rispondimi tu, son curioso.

@Zippo
Vediamo, vediamo... avrei bisogno di un po' di vacanza! :)

tia ha detto...

>Me lo ero già chiesto infatti: rispondimi tu, son curioso.


A Radio 24 han fatto il servizio perchè c'è una rubrica apposta ed un giornalista che di questioni energetiche ne capisce un po'.
Ma un conto è in una rubrica specializzata, un altro in un giornale generalista. Per loro ci vuole qualcosa di piu sostanzioso.

Daniele ha detto...

@Tia
Le offese qua mi pare siano state da parte TUA verso di me (a cominciare dall'"arogantello idiota" datomi da TE quando è saltata fuori la storia che il tempo in full-power era la metà di quello scritto, che, guardacaso, era vero).
Evito di andare a ripescare quello che avevi scritto per farmi perdere la pazienza in quel modo, ma è tutto lì registrato su Query.

Che Rossi si contraddica da solo, lo dice pure Rothwell.
Lascio tutti liberi di giudicare:
http://www.mail-archive.com/vortex-l@eskimo.com/msg44192.html

Che Levi abbia presentato il 14 gennaio un report assolutamente insufficiente, basta vederlo. Che non abbia risposto circa il modello della pompa è un dato di fatto (prova a chiederglielo ora visto che la malefica pompa è saltata di nuovo fuori). Idem per la durata dell'esperimento.
Daniele, le cose che ho detto sono VERE!
Se poi salta fuori che l'E-Cat funziona, ben venga, ma non vedo perchè dovrebbe cambiare le cose vere che ho detto. Al massimo si saran rivelate irrilevanti, ma col senno di poi son capaci tutti. Io posso ragionare solo sui dati *che ho ora*!

Appunto, siccome non hai abbastanza dati e inutile ragionarci: è esattamente questa la mia opinione.

Per il resto ti auguro di non trovarti mai tu dall'altra parte della barricata nel ruolo del Levi di turno. Scopriresti che non sei perfetto come credi e che c'è sempre un Tia pronto a coglierti in castagna, anche se sai di non stare imbrogliando nessuno, riflettici.
E con questo ti auguro di trovare un po' di serenità e pensare a guardare in te stesso invece che contro gli altri. Ti saluto per un po', stavolta veramente. Stammi bene.

Vanesio ha detto...

>Daniele
Che ti è successo alla mano...? dicevi che non stavi bene ieri o l'altro ieri infatti.
Giusto per "mal comune mezzo gaudio": ho un problema alla spalla destra che, a furia di sottovalutare e trascurare e non far vedere, comincia a infastidirmi un po' troppo...

La versione corta (anche perché quella lunga fa troppo ridere..) è rotto l'òmero sinistro e malconciato pollice e indice destro.

>Tizzie
Si`, decisamente. Devi ascoltarla assolutamente.
Concordo. Semmai mi candido traduttore, l'Inglese lo mastico meglio dell'Italiano. Però datemi ancora 2-3 giorni, eh?

>Daniele
Vediamo, vediamo... avrei bisogno di un po' di vacanza! :)
E poi spira quest'aria di primavera...

Vanesio ha detto...

>Daniele
Quanto ai pronostici, per il 1° la domanda vera sarebbe: chi c'è dietro Defkalion?
Non so, sono confuso. Ho avuto un contatto colla Defkalion 2 sett. fa, ma a quanto pare detengono licenza solo per Grecia e Balcani.

Giusto per "mal comune mezzo gaudio"...
Grazie del pensiero.

Tizzie ha detto...

Quanto alla trascrizione dell'intervista a Focardi di Radio Citta` del Capo, si e` deciso chi lavorera` su cosa? Qualcuno ha gia` iniziato? Chiedo per non duplicare inutilmente gli sforzi in merito.

zippo ha detto...

Tizzie, lasciamo che Daniele coordini questo lavoro, perche' un coordinatore ci vuole; anche solo per dire: pensaci tu, Tizzie, a coordinare, perche' io sono troppo stanco (ha tutta la nostra solidarieta').

E poi serve qualcuno che telefono a rcdc per chidere i permessi, e per chiedere se per caso non lo faranno gia' loro nei prossimi giorni; voglio dire: e' ampiamente dimostrato che questa roba porta visite, e per una radio privata le visite sono importanti anche a livello economico. Va ben che son dei "compagni" ma mangiare bisogna... :-)

Daniele ha detto...

@Zippo e Tizzie
AL VOLO (poi mi collegherò stasera dopo cena).
Certo, per trascrivere gli audio (parliamo sia delle interviste su RCDC che della puntata di ieri e oggi su Mr Kilowatt?) il blog può fare benissimo da "punto di riferimento" - come già sperimentato con il video di Sertorio - per la distribuzione dei pezzi da sbobinare (unità di 5 minuti mi sembrano una misura ragionevole). Staserà pubblicherò l'invito a questo nuovo lavoro collettivo.
Pregherei però qualcuno di voi (o qualcun altro che legge) di rendersi disponibile per ricucire i pezzi insieme dando quindi una vostra email per l'invio dei pezzi di 5 minuti.
Per il resto io posso occuparmi di:
1) contattare RCDC e Radio 24 per le autorizzazioni
2) sottoporre la verifica finale delle trascrizioni agli intervistati, Focardi e Levi.
Ciao a stasera

Tizzie ha detto...

Per il momento io intendo l'intervista di RCDC a Focardi che mi sembra quella piu` interessante.
Quella di ieri di Mr Kilowatt a Levi non mi sembra aggiungesse nulla di nuovo per chi e` gia` informato sulla questione. Non so le prossime pero`.

Alberto ha detto...

Defkalion: mi pareva di aver capito che avranno esclusiva o cmq mandato di commercializzazione per Europa. Io ho mandato CV, e mi hanno risposto che se ne riparlerà a espetrimento in Grecia concluso.

zippo ha detto...

@Tizzie e Daniele: intanto ho creato un alias di posta elettronica al quale inviare gli spezzoni. Per il momento punta a me, ma se vogliamo ridirigerlo su Tizzie o qualche altro volenteroso ci metto un secondo. L'indirizzo e':

sbobinami.il.fisico@impi.it

Tizzie, se ti va ti cedo volentieri l'onore e l'onere della cucitura. basta che mi scrivi all'indirizzo di cui sopra dove vuoi che punti l'alias. Altrimenti provo a farlo io.

Tizzie ha detto...

A patto che il mio indirizzo di posta rimanga nascosto, volentieri. Ma in cosa consisterebbe esattamente la "cucitura" ?

Beppus ha detto...

@Tia
A Radio 24 han fatto il servizio perchè c'è una rubrica apposta ed un giornalista che di questioni energetiche ne capisce un po'.


Non ci crederete, ma il servizio di Radio24 nasce perché conosco un tizio che ci lavora, ed a lui ho passato il link
http://www.palmerini.net/blog/?p=1402
che avevo a mia volta ricevuto per email.
Il tizio in questione ha poi passato il link a Melis (il Mr. Kilowatt di Radio24) che lo ha trovato interessante e di lì è partito colle interviste ecc...
Mi sembrava importante far sapere di questa cosa, e direi di aver trovato il canale giusto.
Certo che leggendo tutto quello che è stato scritto mi sembra che ci siano più elementi a favore che contro. Staremo a vedere...

ant0p. ha detto...

datemi pure del pigro/fancazzista, ma per me gli sbobinamenti sono tutto tempo perso, sarebbe molto più utile raccogliere gli mp3 delle interviste tutti su una pagina. io ad esempio ho un mio dominio con ftp, che non c'entra niente con la fusione fredda, però potrei benissimo scaricarmi tutti gli mp3 e ricaricarli tutti su una pagina, oppure anche semplicemente raggruppare i link diretti agli mp3 delle interviste. chi ha un dominio potrebbe fare la stessa cosa. se l'mp3 non fosse disponibile, si può sempre registrare in diretta e creare un mp3 da caricare sulla pagina.

se poi c'è anche chi si diverte a sbobinare si può esagerare mettendo anche i pdf degli sbobinamenti..

Tizzie ha detto...

Gia` spiegato perche' secondo me e` fondamentale avere un transcript dell'intervista (ma in generale delle interviste audio):

- Facilita` di accesso e riferimento
- Rapidita` di consultazione
- Possibilita` di traduzione in altre lingue con strumenti automatici
- Maggiori garanzie che la testimonianza non scompaia nei meandri della rete
- Indicizzazione da parte dei motori di ricerca

Bastano come motivi?

ant0p. ha detto...

l'unico motivo effettivamente reale potrebbe essere la traduzione in altre lingue, non ci avevo pensato. ma per il resto un mp3 è molto più comodo e veloce da ascoltare piuttosto che leggersi tutto, e può benissimo essere indicizzato per i motori di ricerca, senza che si perda nella rete.
per sertorio poteva anche valere la pena visto che era una fonte più di nicchia su un argomento di massa, ma quando si fanno interviste a radio piuttosto conosciute mettere in giro pdf delle trascrizioni per me non aiuta in nessun modo a aumentare la visibilità della cosa, a meno che non lo faccia un sito d'informazione molto frequentato anche all'estero, ma in quel caso hanno già chi gliele traduce direttamente dall'audio in italiano.
poi penso che da qui in poi di interviste ne dovranno fare una marea e si spera che diventi tutto di dominio di massa (già in parte lo è), e a quel punto cambia ben poco se ci si mette a fare delle trascrizioni..

zippo ha detto...

@tizzie:

cucitura = tutti gli spezzoni che manderemmo al "pivot" devono essere riassemblati, in sequenza, in un unico documento

il tuo indirizzo personale sicuramente non verrebbe pubblicato; e' ovvio che almeno io dovrei conoscerlo per poter ridirigere l'alias al tuo vero indirizzo; ed e' altrettanto ovvio che se rispondi a qualcuno di quelli che ti mandano gli spezzoni, questo qualcuno conoscerebbe il tuo indirizzo (come tu conoseresti il suo).

spero di essere stato chiaro.

Mahler ha detto...

Nella seconda parte dell'intervista, al minuto 3'40'', Focardi afferma che la composizione isotopica da loro riscontrata è diversa da quella presente in natura. Bene così :-)

Tizzie ha detto...

@zippo: va bene, ho capito. Mail spedita!

Anonimo ha detto...

ant0p. ha detto...

l'unico motivo effettivamente reale potrebbe essere la traduzione in altre lingue, non ci avevo pensato. ma per il resto un mp3 è molto più comodo e veloce da ascoltare piuttosto che leggersi tutto, e può benissimo essere indicizzato per i motori di ricerca, senza che si perda nella rete.


E chi ha problemi di udito che fa?
Per tutte le persone che hanno tali problemi, un pdf è essenziale se vogliono comprendere l'intero discorso.

Anonimo ha detto...

Il commento sopra è mio (ops...).

Branzac

ant0p. ha detto...

@branzac
eh ma allora chi ha problemi di vista ha bisogno dell'mp3:))
comunque è ovvio che non sono assolutamente contrario se qualcuno vuole trascrivere, era solo una mia considerazione personale per dire che molto probabilmente i 2-3 pezzettini di trascrizione di sertorio rimarranno gli unici che avrò fatto in vita mia:))
nemmeno all'università ho mai registrato o sbobinato delle lezioni..le seguivo e prendevo i miei appuntini scritti male, che per fare gli esami mi bastavano e facevo molto prima che a studiarmi dei libroni (se facevo giurisprudenza mi ritiravo al primo esame ahah) o dei megasbobinamenti fatti da altri..era importante anche fare gli esercizi dei temi di esame scritti, ma se dovevo star lì a sbobinare mi sarei sentito male:))

zippo ha detto...

@ daniele

ok, Tizzie e io ci siamo gia' scambiati un paio di messaggi; gentilmente Tizzie si e' offerto per il lavoro di cucito; se poi avra' bisogno di una mano sono sempre a sua disposizione.

Quindi l'indirizzo a cui spedire gli spezzoni, se vorrai, ti confermo essere:

sbobinami.il.fisico@impi.it

Adesso attendiamo tue disposizioni. Come ci si sente nei panni del capufficio? :-D Ovviamente per me e' un piacere darti una mano, e sono certo anche x Tizzie.

A stasera dopo cena, ciao.

Daniele ha detto...

SEMPRE AL VOLO... dovrei riuscire a mettermi al blog tra le 19 e le 20... mi ero dimenticato che stasera ho una cena di compleanno e devo pure comprare ancora il regalo!! :)

@Zippo & Tizzie
Ragazzi, certo che con questi nick uno accanto all'altro sembrate usciti da un cartoon! :)
Scherci a parte, GRAZIE GRAZIE GRAZIE!!!
Prima di uscire fuori a cena dovrei farcela a impostare il post dove verrà autogestita la distribuzione degli spezzoni. Sono in attesa di riscontro da RCDC ma penso che saranno lieti dell'iniziativa.
A dopo

dioamore ha detto...

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensa il chimico Camillo Franchini sul report dei due fisici svedesi

francescog ha detto...

se ci tieni a saperlo (io non te lo consiglio e la solita roba....) leggi il primo commento dell'articolo online sulla faccenda del 6 aprile di query on line.......

roberto ha detto...

In Giappone scossa da 7.4
la centrale di Onagawa su tre vie del sistema di raffreddamento ,due sono inservibili e la terza linea non potrà garantire la tenuta.(libero news)
Se fosse così che incubo si sta vivendo in Giappone

Daniele ha detto...

@roberto
È proprio un incubo Rob, non ho parole... :(

@ Zippo, Tizzie
Fatto, il post è on line... ora scappo, sono già in ritardissimo per la cenaaaaaaaaa!
Grazie 1000 a voi e a chi parteciperò allo sbobinamento

A TUTTI
Cerco di rispondervi stanotte prima di andare a letto

Daniele ha detto...

@AlexBO
Presto ne verranno fuori tante di novità scientifiche, ma non solo quelle. In particolare spero tanto vengano sputtanate alla grande alcune persone "insospettabili" che in questo momento (e so molto bene di cosa parlo) stanno palesemente mettendo i bastoni tra le ruote... e da un paio di affermazioni che Tia ha fatto (dimostrando di sapere cose che non avrebbe dovuto sapere se non avendo contatti con certi specifici ambienti) lui ne sa qual cosa. Invito a osservare che Tia si è presentato come un neolaureato ingegnere elettronico 24enne... che però scrive attivamente ovunque si parla di Rossi e Focardi, da Query on line, EnergeticAmbiente, Vortex ecc.
Inoltre Tia in poche settimane è diventato, a tutti gli effetti, la spalla di Camillo Franchini, uno che da 20 anni di mestiere (e intendo proprio di mestiere) stronca qualsiasi articolo sulla susione fredda esca fuori.
Io tutto questo lo faccio perché Giuseppe Levi è un mio grande amico... lui perché lo fa? Per amore della scienza? No. Non credo proprio. Per me è un troll.

@Beppus
Grazie per il chiarimento. Ci credo benissimo... alla fine sono sempre i rapporti di conoscenza che spiegano come si muovono le cose.

@ant0p
Sto provando alcuni codici che permettono la trasformazione dei post in pdf con un clic ai visitatori, ma finora non ho trovato nulla che funzioni bene... ma continuo a cercare... ogni consiglio naturalmente è benvenuto.

@Branzac
Insomma , alla fine mi fai sentire un po' in colpa... questo non è un blog accessibile ai portatori di handicap... i siti accessibili sono quelli esteticamente più bruttini, ma almeno non escludono nessuno.

@dioamore e francescog
Vi giuro che non sono andato a leggere cosa dice Franchini, francamente non me ne frega più un bel niente... presto sarà senza lavoro.

ALTRA NOTTE IN BIANCO... non so quanto reggerò di 'sto passo: ho da dormi' di più!
BUONANOTTE A TUTTI

Daniele ha detto...

Post scriptum

@Vanesio
Scusa, mi era sfuggita la tua risposta... cavolo: rimettiti presto!
Un abbraccio

roberto ha detto...

Se continui così ,la prima fusione che avremo da documentare sarà la tua.....ciao Daniele

Daniele ha detto...

@roberto
Non farò come quei nuclearisti che dicevano che di incidenti nucleare come Chernobyl può capitarne uno ogni 100 milioni di anni (cito a memoria, quindi potrei sbagliarmi di qualche zero, ma il risultato non cambia)... però per adesso sono entro i limiti di tolleranza: se appena appena mi accorgo che li sto superando attivo le "barre di moderazione".
Ho avuto solo due malattie serie nella mia vita, entrambe auto-immuni: una a 4 anni (e ricordo poco e non ero ovviamente molto consapevole), l'altra a 33 anni. Da entrambe sono velocemente e totalmente guarito: dalla prima grazie alla medicina tradizionale, dalla seconda (ipertiroidismo) grazie a quella alternativa. Quest'ultima malattia è stata una grande maestra e mi ha insegnato ad ascoltare molto attentamente il mio corpo e a sollevare il piede dall'acceleratore quando sto correndo troppo. Almeno spero! :)
Un abbraccio Roby
Grazie

Daniele ha detto...

P.S. Ora corro al lavoro in ufficio, tornerò on line dopo le 15... e oggi pomeriggio arrivano pure i mobili nuovi della cameretta di mia figlia!
Verrà un bijoux :)

zippo ha detto...

@ daniele

Danie', alle 3.43 hai scritto la trasformazione dei post in pdf con...; quello e' mestiere mio. Ma forse data l'ora tarda non ho capito cosa intendevi. Che vantaggi avresti (o avrebbe un eventuale diversamente abile) ad avere il post in pdf? Sono molti di piu' gli strumenti per il web, di ausilio ai portatori di handicap, che non per il pdf.

Comunque se mi confermi che ti puo' servire una roba del genere, cerco di capire come fare.

Domenico Cirillo ha detto...

@daniele

Sono molto amico al carissimo Roy, ormai da tempo.
Mi occupo di ricerche nella'ambito delle LENR, portando avanti una campagna sperimentale nel campo delle celle al plasma elettrolitico, sulle quali continuiamo a registrare delle anomalie (energia, trasmutazioni...) ma che ricevono la stessa accoglienza di questo esperimento di Rossi e Focardi.
Nonostante le evidenze (sperimentali).

Ma tanto la verità viene sempre a galla.

ant0p. ha detto...

@daniele e trascrittori

riguardo alla trasformazione di un qualsiasi documento in pdf conosco solo le stampe e le varie funzioni per i pdf (quelle che uso sempre su acrobat professional che mi sono 'procurato' qui al lavoro, per fare le documentazioni, che senza acrobat pro sarebbero un macello da fare). ci sono altri programmini in giro, ma se si riesce in qualche modo a usare quelli di acrobat è meglio, sono più completi e affidabili..non so se ci sia anche qualcosa per i codici dei post online però..non sono un grande esperto di queste cose:))

Stè ha detto...

Non so se avete visto che esiste la pagina "Energy Catalizer" su wikipedia: http://en.wikipedia.org/wiki/Energy_Catalyzer

Daniele ha detto...

@Zippo
Intendevo un pulsante in ogni post che permetta di scaricare il post stesso sotto forma di pdf, con link inclusi funzionanti e con linkata (in intestazione o in pie' di pagina) la fonte stessa in automatico. Ho provato dei codici che ho trovato su internet che permettono qualcosa del genere, ma nessuno funzionava abbastanza bene da convincermi ad adottarlo.

@Domenico
A che livello di riproducibilità e di potenze in uscita (rispetto a quelle in entrata) sei arrivato? Se me lo puoi dire naturalmente, sono solo curioso.

@ant0p
Sì, esistono dei codici, ne ho appena messo uno che non mi pare male: in basso a sinistra in ogni post. Che ne dici?

@Zippo
Anche tu che ne dici?
Conosci qualcosa di simile che funziona meglio? Mi pare esattamente quello che cercavo.

@Sté
Ecco, questa è una cosa di cui mi ero completamente dimenticato di parlare nel blog. Si lo sapevo: l'ha fatta Mats Lewan la pagina di wikipedia dedicata all'E-Cat.

ant0p. ha detto...

@daniele
il codice per i pdf funziona benissimo, in 88k mi sono salvato il report del 29 marzo, viene anche tutto intestato bene. per la stampa non so perchè qui a casa non ho la spampante:))

ant0p. ha detto...

anzi no adesso che riguardo il pdf non ha fatto tutto il post, solo l'ultima parte, inizia da 'Nel loro report osservano che ci sono voluti nove minuti per passare da 20 ° a 60 ° C,..', però la parte che ha fatto l'ha fatta bene:))

Daniele ha detto...

@ant0p
Ecco vedi... non c'è ne uno che funziona bene, come volevasi dimostrare, sarà il quarto o quinto che provo e questo comunque è il meno peggio.

@Zippo
Tu hai novità al riguardo?

ifftb ha detto...

Faccio un copia-incolla di alcuni post....

Il primo è una parte di una risposta di Rossi apparsa ieri su JONP

Andrea Rossi
7 Aprile 2011 alle 11:10
... Anche la teoria sta consolidando. Sto imparando molto in questo periodo, ho imparato molto dai professori delle Università di Bologna, Stoccolma e Uppsala (in ordine alfabetico, naturalmente) e dal popolo di DOE e DOD negli Stati Uniti. Da loro c'è davvero da imparare. Si dice 10-20 parole e da quelle parole ho un universo di informazioni. In questi ultimi 2 mesi abbiamo fatto sostanziale evoluzione, dopo ogni prova che ho riprogettato e rifatto i reattori. Oggi sono in fabbrica USA di Leonardo Corporation, dove ho firmato un contratto di grande importanza. Non appena mi sarà consentito di annunciare che, credetemi, sarà estremamente importante.
Cordiali saluti,
AR

Gli altri?.... Ormai sono diventati troppi....
Leggetevi i commenti (da autentico voltastomaco) di un certo padreterno alberto fortuzzi...

...poi provate, mentalmente, a fare un paragone fra i due...

ifftb ha detto...

Ho dimenticato di dire che fortuzzi scrive su Query Online...ma probabilmente si era capito.

zippo ha detto...

@ daniele

quel po' che fa quel servizio lo fa alla grande... Peccato per la pubblicita e che non riesca a finire...

Adesso provo a dare un'occhiata (anche se continuo a non capire: chiunque puo' stampare la pagina che vede nel web su una stampante virtuale pdf...)

zippo ha detto...

@ daniele

anche se non sono un htmlaro spinto (faccio software, non rendering) credo che il problema per cui non funziona nessuno degli script e' che le tue pagine sono tra le piu' impestate che abbia mai visto :-)

sicuramente c'e' un errore nel DOM (document object model), tale per cui il W3C validator, quando e' arrivato alla riga 409, dice candidamente: io non ci sto piu' dietro a 'sto bordello (lo dice in tecnicalese, ma questa e' la sostanza). Considera che la pagina del post della Franchini-tio-machia e' quasi 7000 righe! Li' in mezzo ci puo' essere qualsiasi cosa...

Mica colpa tua, eh? O il software di gestione del blog, oppure uno dei tanti ammennicoli che tiri dentro, si porta dietro uno o piu' errori, tale per cui per qualsiasi script diventa impossibile creare un modello da renderizzare correttamente...

Non sono ancora disperato, cerco ancora qualche soluzione. Ciao!

Stè ha detto...

Citazione da http://www.journal-of-nuclear-physics.com/?p=338:

DOMANDA:
Mattias Carlsson
April 8th, 2011 at 9:08 AM
Dear Rossi,
As I understand from your answers you confirm or suspect that only Ni 62 and Ni 64 react to produce Cu 63 and Cu 65 respectively.
The Swedish professor Kullander says in the magazine “Ny teknik” that in the ‘spent’ fuel there is 10% copper 63 and 65 (70:30) and 11% iron.
Since nickel 62 and 64 is present in the proportions of 3.6% and 0.9% totaling 4.5% in normal natural nickel. Did you enrich for heavier nickel isotopes to make the nickel fuel?

RISPOSTA:
Andrea Rossi
April 8th, 2011 at 9:33 AM
Dear Mr Mattias Carlsson:
Yes, we do.

zippo ha detto...

@ daniele: vala' che ho bevuto troppo sangiovese stasera... lo script funziona bene! e' che quando ti mostra quella specie di preview, se selezioni un paragrafo (si evidenzia in giallo) e ci clicki sopra, te lo elimina (e' una feature: se ci sono dei pezzi di documento che non vuoi stampare in questo modo non li stampi e risparmi carta e inchiostro), e te lo elimina anche dal documento pdf che crei di conseguenza.

naturalmente io e ant0p ci siamo cascati subito: lui ha elimnato la parte iniziale e io quella finale... ma se uno non elimina niente viene proprio quello che vorresti tu. c'e' solo un po' troppa pubblicita', ma essendo gratis te ne potrai fare una ragione.

Se vuoi provare, ma non te lo consiglio, ho trovato anche altri servizi analoghi, ma non sono tagliati su blogspot, quindi creano il pdf di tutta la pagina! (e ci mettono pure un bel po' visto che la pagina ci mette parecchio a caricare). Certo per l'utonto (anche io, evidentemente) sono piu' facili da usare: schiacci il bottone e ti chiede di aprire il pdf. Pero', ripeto, quello che stai usando mi piace molto di piu'.

ant0p. ha detto...

@zippo/daniele

ho visto che c'è l'eliminazione dei paragrafi, ma non l'ho usata, ci vorrebbe l'aggiunta per mettere la prima parte. mi da subito l'anteprima dell'ultima parte ignorando tutto quello che c'è prima, non è che l'ho cancellata. considerate comunque che ho un portatile del 2004 con xp assolutamente non aggiornato e che odio i pdf in quanto tipico formato da quotazioni e da documentazioni, può essere che lo script se ne accorga e quindi mi punisce:))

a parte la grafomania/grafofobia incoraggiante anche questa risposta di rossi sul suo sito:
"We cannot overcome the limit of 550 C degrees for technological reasons. But we are very advanced in the application of an electric power generator. Very advanced. We are close to the solution.
Warm regards,
A.R."
perchè mi fa piacere avere il riscaldamento semi-gratis, ma se rimanesse l'unica novità portata dalle lenr serebbe un po' una delusione..la trasformazione in energia elettrica e in seguito anche l'uso per piccoli mezzi di locomozione personali dovrebbero essere i veri obbiettivi. poi si potrà pensare a macchine volanti a decollo verticale e astronavi stile startrek, ma prima bisogna puntare a risolvere i disagi terrestri..

robi ha detto...

Avevo scritto a query che ,se dopo tre mesi ,ancora si continuava a parlare di moti perpetui e di petroldragon, lo si doveva alla loro disinformazione.Non è stata pubblicata.In certi casi -ognuno ha ciò che si merita!.-

Anonimo ha detto...

Camillo dice che Rossi e Focardi, i "fusori freddi", come li chiama, hanno "violato" le leggi della fisica.

Che dire?
Fromm aveva capito tutto già da un pezzo.

Phong

Daniele ha detto...

@ifftb, robi, Phong
Query on line non si è comportato in modo limpido in tutta questa vicenda, hai voglia ora a fare i tripli salti mortali con avvitamento e piroetta per dimostrare di essere equidistanti... non possono far finta di non vedere che sono stati e restano il punto di riferimento per personaggi - incommentabili e indegni di qualsiasi menzione e replica - quale quell'Alberto Fortuzzi che sembrano ritewnersi in dovere di screditare e offendere Rossi. Ho deciso di non stare più a perdere tempo a replicare alle loro infangature... tanto sprofonderanno nel ridicolo loro stessi tra un po'. Combatterò la loro "disinformazione a tavolino" DA QUI. Tra un po' replicherò a distanza anche a certe affermazioni FASULLE che Franchini ha strombazzato sul suo (patetico) blog.

@Zippo
Immagino che a furia di modifiche/aggiunte/prove (per lo più in automatico e qualcuno manualmente) fatte in 4 anni il codice del template sia veramente un... casino.
Se te ne do una copia saresti in grado di correggerne gli "errori"?
C'è poi una cosa estetica... saresti capace di far sì che le thumbs di linkwithin si vedano dopo i credits del post e non prima lasciando quella sorta di buco?
Quanto al pdf, stampare la pagina di un blog può essere molto pericoloso per le risme di carta, le cartucce di inchiostro e il portafoglio! ;)
Mi piaceva l'idea di uno strumento che intuitivamente permettesse (anche alla casalinga di Voghera) di salvarsi sul desktop (e solo eventualmente stampare) un singolo post che interessasse.

@ant0p
Penso che lo tolgo quel pulsante... ho l'impressione che non risponda tanto bene al requisito "casalinga di Voghera". Anche tu e Zippo comunque mi confermate che in giro non si trova di meglio.

Daniele ha detto...

@Stè
La tua citazione era stata intercettata 6 volte (!) dall'antispam. Hai fatto bene a scriverla e direi che è veramente interessante: Rossi sta centellinando informazioni, ma poco alla volta comincia a formarsi un quadro più definito. Riporto nuovamente il tuo commento che ora risulta un po' indietro e qualcuno potrebbe non accorgersene.

Citazione da http://www.journal-of-nuclear-physics.com/?p=338:

DOMANDA:
Mattias Carlsson
April 8th, 2011 at 9:08 AM
Dear Rossi,
As I understand from your answers you confirm or suspect that only Ni 62 and Ni 64 react to produce Cu 63 and Cu 65 respectively.
The Swedish professor Kullander says in the magazine “Ny teknik” that in the ‘spent’ fuel there is 10% copper 63 and 65 (70:30) and 11% iron.
Since nickel 62 and 64 is present in the proportions of 3.6% and 0.9% totaling 4.5% in normal natural nickel. Did you enrich for heavier nickel isotopes to make the nickel fuel?

RISPOSTA:
Andrea Rossi
April 8th, 2011 at 9:33 AM
Dear Mr Mattias Carlsson:
Yes, we do.


(P.S. come sempre, appena mi accorgo che qualcosa che non è spam è finito nella cartella dello spam, lo sblocco manualmente: non perdete tempo a insistere a lasciare il commento, tanto se viene bloccato la prima volta viene bloccato anche nei tentativi successivi).

Stè ha detto...

Ecco perché mi era arrivato un messaggio di "attività anomala" col mio account! Effettivamente è anomalo che uno insiste per 6 volte... ;-)

Stè ha detto...

La citazione sull'uso degli isotopi del nickel l'ho trovata sul forum di quei "matti" (in senso buono!) di Energeticambiente che vogliono replicare l'E-Cat: http://www.energeticambiente.it/l-e-n-r-trasmutazioni-bassa-energia/14727026-apparato-focardi-rossi-54.html.
Ci si trovano cose molto interessanti, specialmente per chi, come me, è un tecnico.

zippo ha detto...

@ daniele: manda pure; e' sempre molto bello incasinare le pagine degli amici che ti chiedono di dare un'occhiata! :-D

Scherzi a parte:
-probabilmente gli errori non sono nel template, ma nell'output dinamico che scaturisce da uno o piu' elementi del template
- correggere gli errori ha senso soprattutto per l'usabilita' e l'accessibilita': gli strumenti che usano i disabili gradiscono molto un DOM corretto. D'altro canto correggendo gli errori poitresti avere effetti indesiderati da parte di una cosa che ora tutto sommato va

In ogni caso, manda il template che provo a guardare almeno il punto estetico che hai rilevato e se poi trovo il modo di aggiustare il DOM ben venga (ma tu fai 3 copie di backup dell'attuale!)

Daniele ha detto...

@Sté
Anche tu, 6 volte!!
Blogger ti ha preso per un troll! :)))

@Zippo
E certo che mi faccio le copie, non me lo devi consigliare mica! :)
Domande:
1) dove te le mando?
2) sai se è possibile su blogger bannare... vorrei essere pronto a tutto ;)

zippo ha detto...

@ daniele

1) ti scrivo
2) sono partito da slashdot, passatp per phpnuke, approdato a wordpress, ma mai passato per blogger. Lo devo installare per provare il tuo template e quando sono li' ci guardo. Tranquillo, non e' una perdita di tempo, son tutte esperienze buone.

Oh, ovvio che se qualche collega passa di qua e ha voglia di dare il suo parere in merito e' ben gradito. Di Xxxnchini ne abbiamo gia' abbastanza.

Daniele ha detto...

@zippo
Ti ho appena inviato il template.
Non so veramente come ringraziarti... grazie!
È da due mesi che ogni tanto devo darmi un pizzicotto per convincermi che non sto sognando...
A presto.

Stè ha detto...

@Daniele
6 volte ancora? Ma l'ho mandato solo una volta!

Daniele ha detto...

@Sté
No! :)
Mi riferivo sempre a quell'episodio che ti ha fatto "diventare antipatico" all'antispam di Blogger.
Buona domenica

Domenico Cirillo ha detto...

Ciao Daniele,

scusa il ritardo nella risposta.
Lavoro sul plasma elettrolitico dal 2003.
Un nostro lavoro lo puoi trovare su www.lenr-canr.org
Negli ultimi due anni abbiamo messo a punto un sistema di misura dei neutroni termici emessi dal plasma dimostrando l'origine nucleare dei fenomeni.
Riguardo le misure calorimetriche, fra breve (si spera entro l'anno) sarà terminata la costruzione e la messa a punto di un sistema di acquisizione dedicato, esente da errori (limitandoli al limite possibile) che chiarisca i vari dubbi calorimetrici e voltamperometrici rilevati dai vari scettici (è toccato anche a noi). Le misure, contestate, davano un rapporto fra energia in uscita e energia in ingresso pari a 2.

Se ti va ti tengo aggiornato.

Daniele ha detto...

@Domenico Cirillo
Grazie della risposta, spero che l'ingresso sul mercato dell'E-Cat possa accelerare i progressi anche in altri filoni di ricerca come il tuo.

Anonimo ha detto...

Riguardo la composizione isotopica, pari a quella naturale, ritengo che il processo dell'E-Cat possa riprodure il processo naturale di produzione di rame secondo i principi di Steven E. Jones che ricordo di aver sentito citare ai tempi delle scoperte di Fleischmann e Pons. Insomma, se la catena di reazioni e' naturale e riproducibile, non potra' che produrre lo stesso risultato di cio' che e' gia' successo in natura. In bocca al lupo ragazzi.

Daniele ha detto...

@Anonimo
Di regola non rispondo a commenti anonimi (e ti inviterei a tornare a lasciare un nome) ma il tuo mi fa molto piacere, perché dici esattamente quello che suggerivo io il 6 aprile alle 19.41 e nessuno ha raccolto (Tia poi lo ha totalmente travisato). Grazie

ITresearch ha detto...

zippo ha detto...
E volevo parlare degli interessi precostituiti: sapete che ho la vaga impressione che ci siano piu' interessi dietro Repubblica (uno dei miei miti) che non dietro il Sole? Lo so che puo' suonare strano, ma nonostante tutto il Sole in questi anni qualcosa ha detto, e ora di fronte all'evidenza parla. Repubblica tace ora come ha sempre taciuto (se non per UN articolo in cronaca locale...). Eppure vi garantisco che sono stati sollecitati.

Anni fa si parlava (nel giro di Balzani, non al Bar dello Sport) che il gruppo De Benedetti avesse pesanti interessi nelle turbogas; ora potrebbe, da come si comportano, avere interessi nell'elio/eolo e avere necessita' di cambiare qualcosa a favore entro il 30/4, quando si converte in legge il decreto Romani.

Pure speculazioni, eh? Assoluto brainstorming. Pero', il fatto rimane che il Sole ne parla e Repubblica no (e anche Il Fatto non ne parla: questo quasi mi dispiace ancora di piu').
06 aprile 2011 15:03

Come vecchio giornalista tecnico-scientifico freelance, la politica dei settimanali DeBenedetti sulle notizie sui computer quando avevano l'Olivetti era (enunciata da un redattore una ventina di anni fa): "O si parla bene di Olivetti, o si parla male degli altri, o NON SE NE PARLA".

Per cui la tua ipotesi potrebbe essere quella giusta. Il lupo perde il pelo ma non il vizio.

Se fosse vero... auto elettriche con generazione a bordo e autonomia estesa. Il resto delle tecnologie sono pronte, basterebbe una batteria molto più piccola per gli spunti e quindi diventerebbe economica. Nello spazio di un motore a occhio ci starebbero almeno 4 generatori da 4kW, per cui un'auto in grado di mantenere i 120km/h in piano si potrebbe fare, se ce ne stanno di più ancora meglio. Poi una turbinetta e un generatore elettrico e il gioco è fatto, si ricarica la batteria mentre si va in un viaggio lungo, o in garage dopo aver scaricato la batteria in città. E turbinette del genere sono in fase di sviluppo per applicazioni da camion (Heat recuperation, vedere il prototipo IVECO Glider) per cui ci si troverebbe quasi tutto già pronto... vi ho appena scoperto ma vi seguirò assiduamente

Daniele 22passi ha detto...

@ITresearch
Sei il benvenuto e grazie per le tue "dritte". Radio 24 continua a preparare nuovi servizi, Repubblica tace... persino Panorama ha dedicato due articoli alla notizia e L'Espresso no! Al gruppo Repubblica... questa non gliela perdono! :)
A presto allora, spero che ci invierai altri interessanti interventi.

ITresearch ha detto...

Certo, posso cercare di darvi una mano se avete interesse a iniziare a lavorare nel campo automobilistico, dove potrebbe essere interessantissimo per quello che ho scritto.
Leggo che le misure di radiazione con la cappa di piombo sono nulle, ma non avreste potuto fare misurare successivamente le emissioni senza cappa ai due svedesi? Se ci sono radiazioni, come può essere inferito dalla presenza del piombo, questo avrebbe tagliato la testa al topo, come diceva qualcuno... e se non ci sono, allora puzzerebbe. Non dico di misurare con precisione le radiazioni, che potrebbe svelare troppo del processo, ma almeno dare una prova della loro presenza, per esempio mettendo tutto in un volume foderato di piombo per la sicurezza , ma con dei rivelatori tra il dispositivo e il piombo.

ConviMt2 ha detto...

Vorrei sapere quanto idrogeno viene consumato in 1 ora di funzionamento.
Grazie

Sal ha detto...

Che tristezza. La composizione isotopica del nichel è rimasta inalterata nonostante l'uso.
Questa è, almeno per me,
la pietra tombale sopra questa vicenda.

ClaudioCOA ha detto...

Per Sal ( 21 giugno ) Per non e' la pietra tombale...semplicemente il Rossi non ha dato da esaminare la polvere usata altrimenti veniva fuori il componente aggiunto al Nichel ! Io almeno la penso cosi'...Claudio

Sal ha detto...

Non sarebbe stato più facile dire che non poteva fornire quel materiale per i soliti motivi che lui adduce, invece di prendere tutto il mondo per i fondelli?
La vedo come una spiegazione poco plausibile, anche se non incompatibile con l'immagine scaltra di Rossi, immagine che però non avvalora l'autenticità del tutto...

Sal ha detto...

Sento puzza di quella demagogia superficiale che di solito nasconde il nulla, basta scavare un pò.
La gente qui grida al miracolo della trasmutazione perchè nel reperto c'era del Rame e nessuno si accorge di particolari tecnici come il rapporto isotopico, che sarebbe stato di gran lunga più significativo perchè più difficile da alterare. Ecco, questo sembra proprio il risultato che Rossi voleva ottenere, l'impatto emotivo sulla massa che di solito si ferma alla superficie senza indagare.

LEVIMOLCAatYAHOOGROUPSdotCOM ha detto...

Ko Faraone mafia onan ISM CFR W Fusione Fredda REFLUOPETROLIO TRI voluzione Si LEVI segatura ai LEVI ! SCORIE Tav mafia KO fusione fredda E Cat Rossi Gatto Einstein REFLUOPETROLIO LEVI tazione magnetica MagLEV Era Ora TRI voluzione solar spray KITEGEN eolico stratosfera capovolgi ONU M onan ISM CFR W NUNISMO democrazia GLOCAL Esperanto ERA ORA http://LeviMOLCA.masterTOPforum.net ; LEVIMOLCAatYAHOOGROUPSdot COM ; FrancoLeviATtiscaliDOTit ;
http://it.groups.yahoo.com/Group/Radicali_Sionisti_Trivoluzione_Artsenu_Era _Ora ; LeviMOLCATGooglegroupsDOT com

Scorie TAV mafia KO W TRI Voluzione ARTSENU REFLUOPETROLIO Fusione Fredda KITEGEN Eolico di Stratosfera MASSIMO IPPOLITO Grifo Solar Spray LEVI tazione Magnetica MagLEV ESPERANTO ... SPADOLINI ricostruisce lo Sbarco in Sicilia dalla mia natia BERGAMO Citta ' dei MILLE . SCORIE TAV MAFIA KO W TRI voluzione ARTSENU Ebrei anti guerra Capovolgi ONU M onan ISM CFR W nobile NUNISMO Glocal Democrazia REFLUOPETROLIO Fusione Fredda ELIMINA scorie anche ATOM Era Ora !

[B][flash=200,200][/flash][img]http://media.mondoacolori.eu/images/
libri/chiHaUccisoRabin.jpg [/img][b]

Trivoluzione ARTSENU W NUNISMO Ebrei antiguerra Capovolgi ONU M onan ISM CFR CINGOLI TONG TRIADE JJJ Jarach Jesurum Janichi Cingoli
[/b] E ' Pronto il NUOVO libro ' ' o Trivoluzione Artsenu Rivolta Demo Giudaica nuovo sbarco in Sicilia Normandia , oppure LEVI tabile MASSIMO FINI Mondo CFR ISM congiura mafia Assiro PLUTO Babilonese onan ISM ! W Demo rivolta Giudaica HALTER NATIV a congiura CFR onan ISM LaRouche Hubbard pluto glocal mafia assiro babilonese .
Capovolgi ONU basta onan ISM CFR W nobile NUNISMO glocal democrazia F5 Fusione Fredda ' '

E Mozione generale a Paolo Pietrosanti a Tullia Zevi a Davide Hodara a Welby a LUCA COSCIONI a Leo Sciascia questo libro dedico con rimpianto e gratitudine da FrancoLevi @ Tiscali.it JAL MOLCA
lingua E potere RIVOLTA DEMO Giudaica ... Libro SCIENZA Cari amici e colleghi , parte il NUOVO SBARCO IN SICILIA ! Pulizia e ripresa pulita sono possibili . RI BOOM ecco glocal mafia e antimafia . W Trivoluzione ARTSENU . Debito disoccupazione crisi faraone KO . CFR ISM il veero complotto demopluto ...

Posta un commento

N.B. La responsabilità di quanto contenuto nei commenti è sempre esclusivamente di chi li scrive. È particolarmente benvenuto chi si esprime e argomenta in modo educato, chiaro, non polemico. Le opinioni espresse da chi usa la sua vera identità (e non si "nasconde" dietro a un nick) sono molto apprezzate.

Related Posts with Thumbnails