Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

sabato 6 marzo 2010

Tutti in Spagna a comprar le figurine Panini!

Oggi mia figlia mi ha chiesto perché lo stesso foglio di appiccichini delle Superchicche, commercializzato dalla Panini di Modena, costa in Italia 4,00€, cioè il doppio che nel resto d'Europa.
Si è infatti accorta che il prezzo scende a 2,50€ in Francia, Olanda, Belgio, Germania, Austria, a 2,00€ in Grecia, Portogallo, Spagna (2,30€ alle Canarie) e a 1,99£ in Inghilterra.
Non sono riuscito a rispondere! È chiaro che gli stessi prodotti hanno prezzi diversi in funzione dei mercati (si pensi alle automobili), ma una differenza del 100% tra nazioni appartenenti alla UE e comunque così vicine francamente non me la so spiegare.
Non è che non ci dormo stanotte, ma se qualcuno sa la soluzione me la dia, grazie. :-)

5 : commenti:

la_kia ha detto...

Te la dico io la soluzione..
Sono LADRI!
Sporchi, luridi, cattivi LADRI!
Pensano che noi Italiano siamo scemi e allora alzano i prezzi..
E ci fregano, ma chi vi credete di esser?!
La soluzione è come dici tu, di andare direttamente in Spagna a comprare le figurine, il viaggio costa di meno che le figurine!

Beh non credo sia proprio così, questa è la mia interpretazione..xP

Daniele ha detto...

Grazie per l'interpretazione, poco accademica ma visceralmente sincera! ;)))

la_kia ha detto...

Scusa per l'interpretazione poco accademica..=P
Ieri mi è venuto in mente il motivo. Ne avevamo discusso un giorno in classe con la Prof. di Italiano.
Io ho detto che molto probabilmente da noi le figurine costano così perché ne vendono molte, allora aumentano il pezzo per guadagnarci.
Invece nei paesi dove non ne vendono tante si permettono di abbassare i prezzi, perché tanto compensano con l'aumento dei prezzi nell'altro paese.
Se poi la vendita è molto alta, meglio per loro.
Stesso prezzo, anzi lo aumentano pure, e entrate comunque sempre molto alte.
Ecco cosa serve studiare economia.

Daniele ha detto...

Ehehehe, ora sei accademicissima! XD
Sì, ricordo anch'io il grafico con la quantità di prodotto in ascissa e il prezzo in ordinata, con la curva dell'offerta dei produttori che sale e quella della domanda dei consumatori che scende, intersecandosi nel punto corrispondente al prezzo che mette d'accordo domanda e offerta. Ma proprio questo intendevo, che non mi aspettavo che i mercati delle nazioni europee differissero tra loro così tanto nella propensione all'acquisto degli appiccichini.
Se ci pensi può essere una prova "scientifica" (econometrica!) di quanto i bambini italiani siano più viziati dai loro genitori dei loro coetanei nel resto d'Europa! :)))

la_kia ha detto...

In effetti hai ragione..
Qui viziamo troppo i bambini!
Da domani niente cioccolato per merenda (uffi..) e niente figurine! Solo una ogni tanto..
Però in effetti è molto strano che il Italia si vendono molte più figurine, secondo me è anche una dimostrazione che noi siamo "stregati" dal calcio, nel caso delle figurine del calcio, e, nel caso delle figurine delle bambine, a questo punto direi che i bambini guardano troppa televisione, le figurine derivano dai cartoni animati.
Io sinceramente le uniche figurine che ho comprato nella mia vita sono state quelle delle Barbie e quelle degli animali..
Però che belle che erano quelle delle Barbie! Ce le ho ancora in giro..

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails