Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

martedì 18 agosto 2009

Mani, mente e cuore... cercasi paternità!

Chi lavora con le mani è un operaio, chi lavora con le mani e con la mente è un artigiano, chi lavora con le mani, con la mente e con il cuore è un artista.
Sono sicuro di avere già sentito questa frase. Mi ci sono imbattuto di nuovo proprio stanotte in cui, svegliatomi alle due, non sono riuscito a riprendere sonno a causa del caldo. Si potrebbe disquisire in difesa degli operai che mettono l'anima nel loro lavoro, ma complice l'insonnia ho in mente altro. L'attribuzione a S. Francesco che ho trovato mi è suonata poco verosimile. La ricerca su google mi ha restituito soltanto quattro blog italiani e di contenuto molto simile (questo, questo, questo e questo) che suffragherebbero la paternità del Santo di Assisi... un po' poco direi. Su un sito di gastronomia (questo) la frase viene invece messa in bocca a Michelangelo, il che sarebbe forse appena appena più verosimile... giusto a naso eh! In realtà il nostro aforisma è citatissimo in internet - soprattutto da artigiani che mettono il cuore nel loro lavoro - ma quasi sempre senza citarne la fonte. Sempre meglio non attribuire che farlo erratamente o, peggio, tagliuzzare l'aforisma così: “L’operaio lavora con le mani, l’artigiano con la mente e l’artista con il cuore” (qui e qui). Se cerchiamo la frase in inglese (ad es. qui) rispunta San Francesco e - sorpresa - persino una variante attribuita a San Tommaso!
  • He who works with his hands is a laborer. He who works with his hands and his head is a craftsman. He who works with his hands and his head and his heart is an artist. (St. Francis of Assisi)
  • A man who works with his hands is a laborer; a man who works with his hands and his mind is a craftsman; but a man who works with his hands and his brain and his heart is an artist. (St. Thomas Aquinas)
La cosa curiosa è che mentre la frase in italiano è attribuita solo da una manciata di siti al Poverello, nel mondo anglofono sono tantissimi a farlo. Viene quindi da pensare che il "bollino francescano" le sia stata appiccicato all'estero e solo successivamente sia approdato in Italia. A complicare ancora di più le cose, come autore della seconda variante in lingua inglese oltre e forse più che S. Tommaso viene citato (ad es. qui, qui, qui e qui) un famoso avvocato anglo-americano, di origine ebraica, nato a Londra nel 1902 e scomparso a New York nel 1994, Louis Nizer. E pure il sito italiano di una compagna teatrale (questo) attribuisce la traduzione a lui. Ricapitoliamo S. Francesco d'Assisi (XII sec.), S. Tommaso d'Aquino (XIII sec.), Michelangelo Buonarroti (XVI sec.) o Louis Nizer da Londra (XX sec.)? Non mi stupirei che l'autore fosse proprio quest'ultimo, quello che uno non si aspetta, come di solito succede con le bufale diffuse viralmente nella rete, ad esempio l'Ode alla vita di Martha Medeiros attribuita a Neruda oppure le Desiderata di Max Ehrmann, scritte nel '900, attribuite a fonte anonima del XVII sec. A questo punto, però ho il dubbio che potrebbe trattarsi di un semplice proverbio, la cui fonte è la saggezza universale dei popoli e nessun autore in particolare! Ma se questo blog fosse Voyager e io Roberto Giacobbo, ora sconvolgerei tutti dicendo che l'autore è in realtà... William Shakespeare! La morale? Ipse dixit, nemo dixit: quel che si crede vero lo costruiscono i grandi numeri, mentre la verità appartiene al regno dell'opinabile. (testé inventata dal sottoscritto... oppure la disse Francis Bacon... o forse Giulio Andreotti... o Silvio Berlusconi... chissà...)

4 : commenti:

chiara ha detto...

grazie per l'accurata precisazione.. la prossima volta starò più attenta! P.S. non credo che Silvio possa arrivare a tanto ; )))
buona giornata.

Daniele ha detto...

Non pensare che sia sempre così pignolo! È stato il caldo di stanotte... e ora ho un sonno!!! :/
E se la frase fosse stata attribuita a chiunque altro magari non mi sarei messo in moto, ma per S. Francesco questo e quest'altro. :)
Ciao buona giornata.

la signora in rosso ha detto...

che scherzi fa il caldo!
Berlusconi "crede" di essere leggittimato dai grandi numeri ma non sa che è la storia che decide....

Daniele ha detto...

Care amiche, ormai pare che a Berlusconi si possa attribuire qualsiasi iperbole e sarà comunque sempre verosimile!

@la signora in rosso
Ma ahimè la storia a volta decide male... speriamo bene.

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails