Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

lunedì 13 luglio 2009

Giornata di silenzio per la libertà d'informazione on line

14/07/09 shhhh...
Leggi come è nata l'idea e l'appello sul sito di Diritto alla Rete. Ma leggi sotto anche un'opinione antagonista. In fondo, in fondo...

Perché non aderirò allo sciopero dei blog

di Paolo Attivissimo

E' meglio accendere una candela che maledire l'oscurità. – Anonimo
Per domani è stato indetto uno "sciopero dei blog" per protestare contro l'ennesima legge ridicola che secondo alcuni pareri autorevoli rischia di imbavagliare Internet in Italia. Iniziativa lodevole e interessante, ma non parteciperò. Per una ragione molto semplice: perché il silenzio e l'adunata in piazza sono la negazione della cultura della Rete. La Rete non è mai riuscita a contrastare efficacemente gli attacchi alla libertà andando in piazza e strillando. Perché i politici di ogni schieramento che non capiscono nulla di Internet non fanno fatica a ignorare il baccano in piazza che dura un giorno. Si fa una bella giornata di fraterna lotta al sistema, si fa baldoria insieme, ci si trova con gli amici e ci si sente eroi per un giorno... e il giorno dopo ci si rende conto che non s'è concluso nulla, perché si è rimasti alla mercé degli stessi politici inetti di prima. No, non è con gli scioperi che si sensibilizzeranno i politici che hanno in mano il pallino delle leggi. Non si può sensibilizzare chi è ottusamente insensibile e manco sa cosa sia ciò su cui vorreste sensibilizzarlo. Tanto varrebbe cercare di sensibilizzare un coccodrillo ai problemi dell'etica kantiana. Provateci pure: vi farà fuori comunque in un solo boccone. E il giorno dopo vi avrà dimenticato. Non se la ricorda più nessuno la metafora della Rete come organismo vivente che reagisce alle minacce aggirandole ed evolvendosi, invece di tentare un fatuo attacco frontale? Siamo noi le cellule di quell'organismo. Gli internauti francesi si trovano il macigno della legge Hadopi, e cosa fanno, i sit-in? Lanciano baguette contro Sarkozy? No, inventano il router Hadopi, che cracca le password degli access point che trova in giro e rende tutti "colpevoli", paralizzando per sovraccarico il sistema giudiziario. Astuto. Impariamo le tecniche di anonimizzazione e di occultamento. Impariamo la crittografia, lo scambio di file non tracciabile, la steganografia, il ripping dei nostri DVD e dei Blu-Ray, l'hacking dei dispositivi che ci circondano, il blogging anonimo, l'hosting sicuro. Impariamo a difenderci dai soprusi e a far valere il nostro diritto di esprimerci civilmente, usando le tecniche che il nostro ottuso antagonista non ha speranza di capire. Portiamo la contesa su un terreno che ci è familiare, invece di camminare allegramente sul campo minato dell'avversario. Il contrasto alla stupidità non si fa adottando le regole degli stupidi. Si fa diventando più intelligenti, più svelti, più preparati. Si fa sfruttando le debolezze dell'avversario. Ma bisogna volerlo fare. Sempre che non pensiate che quando un topolino e un gatto si siedono a discutere in casa del gatto, il topolino possa averla vinta per pura forza dialettica.

10 : commenti:

Cassandra ha detto...

Il mio blog, a modo suo, aderirà: mi piace la data liberatrice, il motivo, la causa, il metodo... sono solo un po' titubante sulla paternità partitica dell'iniziativa (se non c'è, ci sarà... se c'è, verrà allo scoperto... se è già manifesta diventerà una bandiera).
Ma l'idea che i blogger siano una categoria al punto di fare uno sciopero è virtualmente grandiosa.

Daniele Passerini ha detto...

È inevitabile che uno sciopero contro un ddl di un governo incarica assuma una connotazione politica. Se credi che un cittadino abbia diritto ad avere ed esprimere una propria opinione e ti sdegni se qualcuno vuole importi la sua, partecipa. Non per un'adesione politica, ma per amore della libertà.

P.S. Sì l'idea di uno sciopero dei blogger è virtualmente grandiosa... e sono curioso di vedere quale sarà il "modo tuo"! ;o)

Tisbe ha detto...

Come ben sai ho aderito allo sciopero, anche se mi infastidisce che qualcuno lo strumentalizzi. Non so se servirà a qualcosa. Purtroppo Berlusconi con una maggioranza relativissima opera come se avesse quella assoluta e riesce a far passare tutte le leggi porcata.

Sonia ha detto...

ciao!
http://parts.kuru2jam.com/parts/wind_chime/
copia il codice html nel tuo layot del blog

^_^

Daniele Passerini ha detto...

Grazie 1000, mitica Sonia dei blog!
Vediamo chi indovina a cosa serve quel codice... ;o)

Daniele Passerini ha detto...

@Tisbe

Proprio come dici tu. Comunque, meglio un po' strumentalizzati che zitti zitti come pecore.

DNAcinema ha detto...

ciao! ha aperto i battenti il nuovo portale di cinema direttamente dagli studios di Cinecittà. News, recensioni, anteprime, foto, video e tanto altro ancora; e se vuoi collaborare con noi scrivendo recensioni scrivici @ dnacinema@yahoo.it http://dnacinema.blogspot.com/ P.S. Complimenti per il blog, ottimo lavoro! (saresti daccordo per un'affiliazione? ci terrei particolarmente...) A presto!

Cassandra ha detto...

Stasera chiacchiero... domani no :)
(e per me è un gran sacrificio...)

PS: buon anniversario della rivoluzione francese.... a me sembra che quei principi siano universali

Moloch981 ha detto...

Può interessarti l'opinione del blogger Paolo Attivissimo e i motivi della sua non adesione: http://attivissimo.blogspot.com/2009/07/sciopero-dei-blog-il-147.html

Daniele ha detto...

@Cassandra

Idem :)

@Moloch981

Come puoi vedere m'interessa assai.
Complessità e contraddizione vanno sempre a braccetto...
Grazie

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails