Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

mercoledì 19 novembre 2008

Edificati dimore più maestose

Da Il Nautilo intrappolato [The Chambered Nautilus] di Oliver Wendell Holmes (1809-1896) Edificati dimore più maestose, anima mia! Mentre le brevi stagioni si succedono abbandona il tuo passato dall’angusta arcata! Lascia che ogni nuovo tempio, più nobile dell’ultimo, ti chiuda al cielo con una cupola più vasta fino a che tu sia finalmente libera di abbandonare la tua ormai inutile conchiglia lungo il mare irrequieto della vita. Build thee more stately mansions, O my soul, As the swift seasons roll! Leave thy low-vaulted past! Let each new temple, nobler than the last, Shut thee from heaven with a dome more vast, Till thou at length art free, Leaving thine outgrown shell by life's unresting sea!
Questo brano, ben noto in ambienti antroposofici ed esoterici in generale, è una metafora molto suggestiva - per chi non ha pregiudizi contro la teoria della reincarnazione - del ciclo di rinascita dell'anima, visto correttamente al pari di un percorso evolutivo, ascendente e a spirale. Come se a ogni incarnazione (vita terrena) dell'anima corrispondesse un rafforzamento del suo "corpo di luce", allo stesso modo in cui nuovi "anelli" d'accrescimento si aggiungono alla conchiglia del nautilus mano a mano che il mollusco cresce.

6 : commenti:

Donnachenina BLOG ha detto...

Ciao Daniele,
leggo questo tuo post più notturno del solito...ma dormi così poche ore? Oggi sono in trasferta fuori di casa sto uscendo ora..ti lascio un caro saluto, e poi ci ritornerò perchè voglio chiederti un po' di cose.
Ciao

Daniele ha detto...

Ieri sera in effetti ho avuto le prove del coro fino alle 23.15, poi mi son messo a chiacchierare (anzi a "smadonnare") con un'amica per un'altra ora a proposito del Libro verde sul welfare del ministro Sacconi (sic!), così alla fine ho postato alla tarda ora che hai notato.

Però attenta, tutte le volte che vedi che ho pubblicato alle 00.00 (mezzanotte in punto) si tratta in realtà di un post scritto qualche ora prima e prima di andare a letto, programmandone la pubblicazione allo scoccare del giorno seguente. In questo modo son sicuro che il post del giorno dopo è assicurato, pure se non avessi tempo di avvicinarmi al computer. In linea di massima, mi son preso con me stesso l'impegno di pubblicare almeno un post al dì e, salvo cause di forza maggiore, lo mantengo.

P.S. Cosa sei curiosa di sapere?
Mo' son curioso io! :)

Donnachenina BLOG ha detto...

Ciao Daniele,
quante cose vengo a sapere da un post!
Avevo immaginato, che avendo ripreso a far parte del coro, eri stato impegnato con le prove...non ti controllo, ma è un una mia caratteristica menorizzare senza fatica, ricordavo il post della settimana scorsa "Un post accorato", e grazie per aver illuminato la mia ignoranza che non sapevo si possa programmare l'uscita di un post quando si vuole, davvero non lo sapevo...anche se qui siamo sul virtuale, a me capita spesso di immaginare la realtà della persona che fa il post, e quindi senza volerlo osservo anche l'ora in cui viene fatto...ma adesso so che può anche non essere così, nei casi in cui c'è una pubblicazione giornaliera.
La cosa che però volevo chiederti,cioè la curiosità, era se quando ti riferisci all'Antroposofia fai riferimento a quella di Steiner, e se hai frequentato ambienti esoterici...(anche se mi rendo conto che chiederlo è poco corretto)o poco esoterico ...
Per continuare volevo dire, che per quanto riguarda frasi, aforismi e scritti io provo più spesso il bisogno di sapere il "chi", piuttosto che il "cosa",già nell'altro post quello che riguarda Andy Rooney,(che preciso non conoscevo prima del tuo post) avevi precisato che si era riscattato da alcune sue prese di posizione del passato (contro gli omosessuali e a proposito del suicidio di Curt Cobain)devo dire che è molto ammirevole una persona che riesce a rivedersi su certe sue posizioni..ma mi fa un certo effetto anche sapere che le ha avute in passato..preferirei sapere di errori commessi dalla persona in causa, piuttosto che sapere che ha avuto certe prese di posizioni, come dire io la penso in questo modo "Perchè correre dietro all'ombra di qualcuno...prima di aver indagato sulla propria!" o se vogliamo più evangelicamente "Chi è senza peccato scagli la prima pietra".
Anche l'autore di quello che tu citi in questo post mi era sconosciuto, e come al solito ho fatto una mia ricerca per farmi una idea di chi sia l'autore,non ho saputo molto tranne che si tratta di uno scrittore e saggista, ho scoperto invece di più sul figlio di questo scrittore che è stato Giudice della Corte Suprema Americana, e ho aperto un documento che ho letto velocemente tutto..ma mi riprometto di approfondire ulteriormente,e qui devo dire che la scoperta (se non metto in dubbio il documento, alchè è anche possibile..)mi è davvero spiaciuta, certo un genitore non è compleatamente responsabile dell'operato del figlio però...
Ti segnalo il documento e mi piacerebbe (senza premura)avere una tua opinione al riguardo.
Ora come al solito ti lascio il mio caro saluto

Donnachenina BLOG ha detto...

Daniele,
ho dimenticato che volevo segnalarti il link, lo aggiungo qui

http://www.comunicazione.uniroma1.it/materiali/15.35.15_Epistemologia3.ppt

ciao ciao

Daniele ha detto...

Credo che non fosse mai successo prima che un commento fosse più lungo del post! :)))

Allora, non so da dove cominciare... dalla fine. Conoscevo già un po' la storia dell'eugenetica, e ho letto con interesse il powerpoint che hai linkato: m'è sembrato un lavoro molto ben fatto.

Beata te che memorizzi tutto senza fatica: sono l'esatto contrario. Attenzione: a causa di questo mio "handicap" mi è successo spesso che le persone come te, quando si accorgono che non mi ricordo qualcosa che mi hanno detto tempo prima, si indispongono. Faccio parecchie gaffe insomma!

Per risponderti, sì mi riferisco all'antroposofia di Steiner (perché ne esistono altre?) e ho frequentato ambienti esoterici (non steineriani) anni fa, scegliendo poi di uscirne. Però ho fatto tesoro di ciò che ho imparato, che, in sintesi, mi ha permesso di gettare una serie di ponti e collegamenti tra conoscenze e prospettive solo apparentemente diverse, o meglio che descrivono in modo diverso la stessa realtà spirituale.

Ma qualsiasi "teoria esoterica" che voglia dare potere e supremazia sopra le masse "ignoranti" o "inferiori", la considero un'aberrazione. Se una conoscenza non è impregnata di amore è una falsa conoscenza. In questo senso l'esoterismo è un coltello affilato che può essere usato per tagliare il cibo che ci nutre o come arma contro altre persone. In questo senso il figlio Holmes, di ciò che magari aveva compreso il padre, probabilmente ha sfiorato solo la superficie... difficile capirlo.

Anche stasera sono stato alle prove del coro e ora s'è fatto davvero tardi, crollo e vado a dormire.
Ciao, buonanotte.

Donnachenina BLOG ha detto...

Ciao Daniele,
certo l'Antroposofia, è solo quella si Steiner, ma qui da me, ci sono dei gruppi esoterici, che usano questo termine per denominarsi e darsi un nome, ma poi quello che trattano è solo vagamente vicino all'Antroposofia di Steiner...i soliti gruppi New Age...che fanno il solito sincretismo confuso...
In effetti anch'io ho frequentato dei gruppi esoterici...a qualcosa mi sono serviti, ma ne sono uscita più o meno per le stesse ragioni che dici tu, ed anche perchè alla fine io ho bisogno di sentirmi libera, e in certi gruppi respisavo l'aria di manipolazione che su di me fa poca presa...
Mentre mi sono pentita di non aver continuato a frequentare (ma in quel momento era per me alquanto scomodo per via degli orari..)il centro Milanese di Antroposofia, che deve essere il più importante in tutta Italia, infatti arrivano persone a frequentarlo anche da città molto lonbtane da Milano...può essere che mi ritorni la voglia di frequentarlo, anche se in questo momento della mia vita...mi sento un po' lontana da questa corrente...ma non si sa mai, tutto è possibile!
Un sempre caro saluto

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails