Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

sabato 4 ottobre 2008

Da Ventidue passi a Die Verwanlung!

Bello imbattersi "per caso" in un blog appena nato: Die Verwanlung (La Metamorfosi).
È stato creato il 23 settembre scorso da m.b.k. - giovane blogger appassionata dell'opera di Franz Kafka (1883-1924). Ed è stato un approdo sorprendente... visto che da pochi giorni ho finito di leggere Che tu sia per me il coltello, bellissimo romanzo di David Grossman che trae spunto proprio dalle Lettere a Milena di Kafka... visto che l'universo sur-reale in cui precipita l'agrimensore K. e Joseph K. - rispettivamente protagonista de Il Castello e de Il processo - è un ricordo indelebile delle letture dei tempi del liceo... visto che quando visitai Praga non vedevo l'ora di vedere la casa di Kafka... visto che sul blog di m.b.k. mi sono trovato accolto da un post che recita così: CAOS--->CASO Anagrammando Caossi ottiene Caso Eppure, dacché vi è un sublime ed ineluttabile Ordine nel Caos… quale paradosso più grande! Sicché niente è Caso. Un invito a nozze per un "adepto" della sincronicità jungiana nonché appassionato di anagrammi! Così ho giocoforza aggiunto questo commento: CAOS <---> CASO <---> COSA Sì, nel caos c'è un ordine Nel caso c'è un senso E in ogni cosa ce n'è segno E ci sono ancora coincidenze... visto che nei giorni in cui leggevo nottetempo Che tu sia per me il coltello, opera d'ispirazione kafkiana, nel mezzo di una riunione di lavoro (!) è stato citato un aforisma di Kafka che mi ha colpito. Ed è grazie a quella frase inserita su queste pagine web che poco dopo m.b.k. ha trovato Ventidue passi d'amore e dintorni e io, dal commento che lei ha lasciato qui, il suo Die Verwandlung. Coincidenze, appunto! Conclusione: penso che quanto prima mi procurerò le Lettere a Milena e magari rileggerò anche i racconti brevi di Kafka che ormai ho dimenticato (salvo ovviamente quello della metamorfosi in scarafaggio di Gregor Samsa). Per libera associazione, consiglio a tutti un film da vedere o rivedere: Brazil (1985) del regista inglese Terry Gilliam. Una pellicola che probabilmente non avrei apprezzato quanto merita, senza avere presente lo sguardo acuto, paradossale, disincantato, con cui Kafka ha penetrato il mondo moderno: la trama di Brazil infatti si sviluppa tra i meandri di una città burocratizzata, totalitaria e ossessiva che sembra uscita pari pari dalla sua fantasia. Buonanotte, conto di svegliarmi con due braccia e due gambe pure domani! :-)

2 : commenti:

M.K.B. ha detto...

Oddio...addirittura citare il mio blog in un post... sono particolarmente commossa (e imbarazzata) non so proprio come esprimere la mia gratitudine...grazie.

* DANIELE PASSERINI * ha detto...

È la blogsfera, baby! :-)

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails