Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

sabato 30 agosto 2008

Cui prodest?

Ultimamente pensando a questo blog mi dico: cui prodest?

4 : commenti:

Anonimo ha detto...

Cui prodest? a te in primis. A seguire, poi, a coloro che ti conoscono e ti stimano e a quelli che come me ti hanno trovato per caso cercando informazioni su un libro che sto leggendo (L'arte della gioia' di Goliarda Sapienza.

* DANIELE PASSERINI * ha detto...

Intanto, grazie. Di cuore.

A me? No, non penso proprio, credimi! :)

E non penso che chi mi conosce ha bisogno di questo blog per restare in contatto con me.

Invece è l'ultima risposta che hai dato quella più importante per me. E avere un piccolo riscontro mi fa molto piacere.

Spero che quando avrai finito L'arte della gioia, vorrai tornare a lasciare le tue impressioni sul post che ci ha fatto incontrare.

Ciao e grazie ancora.

Anonimo ha detto...

Con piacere ritornerò; ma non solo per lasciare le mie impressioni sul libro.
Ti svelo un segreto. Sono io 'A'. E' solo l'iniziale del mio nome: Amina. Mi ha colpito molto questa cosa del viaggio che farai con tua figlia e con tua madre ed è per questo che sono curiosissima di sapere poi come sarà andata.
Ciao e grazie a te.

* DANIELE PASSERINI * ha detto...

Un segreto che mi fa piacere conoscere: l'anonimato assomiglia a un muro, un nome è come a un biglietto. E ne porti uno bellissimo, proprio del mondo arabo verso cui domani volo. Bello anche perché basta scambiar due lettere e si rivela come Anima.

Questo viaggio per me è un'incognita, che accolgo con fiducia e un pizzico di speranza. Non è stata una decisione in senso canonico: l'idea m'è arrivata bella e pronta, preconfezionata, un po' come a volte arrivano le poesie, che ascolti piuttosto che pensarle e poi provi a trascrivere. E sono rimasto di stucco a sentirmi subito d'accordo, invece di dire ma siamo matti?!

Vedi Amina, non ho un bellissimo rapporto con mia madre, col tempo sono diventato estremamente formale nei suoi confronti. L'ultima vacanza con lei l'ho fatta da bambino e da allora non m'era proprio mai più venuto in mente di fare un viaggio così, insieme a lei. Di ciò però devo ringraziare mia figlia: è mettendo insieme lei, me e mia madre che l'immagine di questa vacanza ha acquistato una luce attraente. C'è di certo un senso profondo in questo inusuale viaggio a tre generazioni.

L'unico viaggiare che m'interessa è quello che accade contemporaneamente dentro e fuori: vado a scoprire un pezzetto di Egitto, ok, ma soprattutto un pezzetto di me. Regalando comunque a mia madre la realizzazione di un sogno e a mia figlia dei ricordi che sicuramente lasceranno un segno importante nella vita.

Il bagaglio è pronto. Non mi resta che rimettere un po' a posto la casa. Dopo cena vado a prendere Arianna. Domattina passiamo a prendere mia madre.

Grazie del tuo interessamento e a presto.

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails