Siamo appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Siamo uno specchio capovolto della realtà, fuori c’è il patriarcato qui una "società gilanica", fuori c’è il petrolio qui siamo pro E-Cat: per previsioni sull’esterno invertite (quasi) sempre i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

BACHECA DEL BLOG

22passi è un blog non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti dovrebbe appartenere solo ai rispettivi autori. In ogni caso (cfr. Sentenza Corte di Cassazione n. 54946 del 27 dicembre 2016), le persone fisiche o giuridiche che si reputassero diffamate da determinati contenuti, possono chiederne la rimozione contattando via email l'amministratore del blog (vd. sezione "Contatti") e indicandone le "coordinate" (per es. link, autore, data e ora della messa on line).

lunedì 11 agosto 2008

Buon viaggio Isaac soul-man Hayes!

Post di tributo al grande Isaac Hayes, che ci ha lasciato ieri a 65 anni. Questo cantante e compositore statunitense è legato ad un mio ricordo indelebile dell'infanzia. Avevo 7 anni: a Natale 1972 mio padre aveva comprato il primo mangianastri che avessi mai visto, una grande novità della Philips. Tra le prime audiocassette acquistate (tra cui l'album dei Nuovi Angeli con Donna Felicità!) c'era un the best of con le colonne sonore dei più famosi film di allora che ascoltavo in continuazione. Ricordo ad esempio i temi de Il padrino, Anonimo Veneziano, Love Story e soprattutto quello del film Shaft (1971): la sua musica - incredibilmente seventy's - non la scorderò mai! Proprio la combinazione tra fiati ed effetto wa-wa della chitarra dà il particolare sound di questo pezzo e degli anni '70 in generale. Giudicate voi stessi gustandovi il tema di Shaft nel video che segue, diretto dallo stesso Isaac Hayes.
Altra canzone composta da Isaac Hayes è l'indimenticabile Soul Man, uno dei pezzi più celebri utilizzati dalla soundtrack di Blues Brothers (1980) di John Landis, con John Belushi (incontenibile e indimenticabile) e Dan Aykroyd (spalla eccezionale)... un vero film-mito degli anni '80, e della mia adolescenza.

2 : commenti:

arzach ha detto...

...e non solo della tua di adolescenza! Un mito!

* DANIELE PASSERINI * ha detto...

Quando il gioco si fa duro…
i duri cominciano a giocare!

;-)

Posta un commento

22passi è un blog non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti dovrebbe appartenere solo ai rispettivi autori. In ogni caso (cfr. Sentenza Corte di Cassazione n. 54946 del 27 dicembre 2016), le persone fisiche o giuridiche che si reputassero diffamate da determinati contenuti, possono chiederne la rimozione contattando via email l'amministratore del blog (vd. sezione "Contatti") e indicandone le "coordinate" (per es. link, autore, data e ora della messa on line).

Related Posts with Thumbnails