Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

lunedì 9 giugno 2008

Niente cani sul Minimetrò di Perugia?

- Ecco l'uscita di Pian di Massiano, siamo arrivati a Perugia! -
- Ma questa è la periferia, come si arriva al centro storico da qui? -
- Tutto sotto controllo. Prima di partire ho controllato sul sito del Comune di Perugia e ho scoperto che da qualche mese hanno aperto un nuovo... lo chiamano Minimetrò e... oh eccolo lì, lo vedi!? -

Ascoltando il dialogo dei suoi genitori un bimbo sui sei, sette anni si avvicina al finestrino dell'auto, vede a un centinaio di metri due vagoncini argentei del Minimetrò incrociarsi lungo la sopraelevata rosso fuoco ed esclama:

- Wow che bello, ci voglio andare, ci voglio andare! -
- Sì solo un momento - gli dice il padre - ora parcheggiamo... ecco qui l'ingresso del piazzale... e andiamo a prenderlo. -
- Intanto metti il guinzaglio a Lilli, ricordati che hai promesso a me e al papà che in questo viaggio provi a badare tu a lei. -

- Woof, woof! -

- Ma certo! Vieni qui piccolina... -

- Woof, woof! -

- Fatto, l'ho messo. -

Pochi minuti dopo la famiglia sta per acquistare i biglietti all'ingresso del Terminal, quando l'addetto della sicurezza vede la cagnolina in braccio al bambino:

- Mi dispiace, ma gli animali non possono salire sul Minimetrò... -

Episodi come questo presto non si verificheranno più sul Minimetrò di Perugia. La Minimetrò S.p.a. mi ha assicurato che ha in corso la procedura di modifica del suo regolamento onde permettere anche agli amici a quattro zampe di viaggiare insieme ai loro proprietari sulla nuova metropolitana leggera sopraelevata del capoluogo Umbro.
Attualmente la Carta della Mobilità 2008 (Carta dei Servizi) della Minimetrò S.p.a. recita testualmente così:

Trasporto animali.
Non è consentito il trasporto di animali. È ammesso il trasporto gratuito, mettendosi preventivamente in contatto con il personale addetto, solo di cani guida, se in accompagnamento a persona non vedente, tenuti al guinzaglio e con museruola. In tal caso, non può salire più di un cane per ogni vettura ed il numero dei passeggeri trasportati non deve superare il numero massimo di 20 unità.
A parziale integrazione di quanto già previsto nella Carta della Mobilità, si precisa che è ammesso il trasporto gratuito, mettendosi preventivamente in contatto con il personale addetto, non solo di cani guida per ciechi in accompagnamento a persone non vedenti, ma anche di cani guida per disabili in accompagnamento a persone diversamente abili. Permangono le altre condizioni poste in essere relativamente al trasporto di animali. (07 marzo 2008)

Capisco che se volessi far salire un bovino a bordo possano sorgere difficoltà, ma gli animali domestici come cani e gatti che c'entrano? Ad esempio una mia amica con un Yorkshire Terrier, che di solito tiene in borsa (data la piccola taglia) o comunque al guinzaglio, tuttora non può viaggiare sul Minimetrò con la sua piccola Elettra. Una norma irragionevole, che fortunatamente chi di dovere ha già capito di dovere modificare.

Proprio oggi poi è entrato in vigore (tra non poche polemiche) il nuovo Piano Unico della Mobilità (PUM) della città di Perugia. Il PUM stravolge e riorganizza tutte le linee della rete-autobus dell'APM (Azienda Perugina della Mobilità) in funzione del Minimetrò inaugurato a fine gennaio scorso. I più maligni dicono che questa "rivoluzione" serve a favorire l'uso del nuovo mezzo di trasporto, al momento gettonato meno del previsto.
In previsione del PUM già a gennaio era entrato in vigore il biglietto "Unico": valido 70 minuti indifferentemente su autobus,
minimetrò e ferrovia urbana anche transitando tra questi diversi mezzi. A questo punto il divieto di accesso a cani (e gatti) sul Minimetrò diventa ancora più stridente: sull'autobus gli animali domestici, a guinzaglio e con la museruola (se previsto dalla legge per quella data razza) possono viaggiare, sul Minimetrò no.
Auguriamoci dunque che, come promesso, la Minimetrò S.p.a. revochi il divieto quanto prima.

2 : commenti:

Moloch981 ha detto...

Ho letto oggi sul "Corriere dell'Umbria" che da settembre potranno salire sul minimetrò anche piccoli animali domestici. Ciao

Daniele Passerini ha detto...

Meglio tardi che mai!

Ciao bella... come butta?
Si fai poi la cena da te questa settimana?

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails