Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

giovedì 15 novembre 2007

The Wild Wild Sea

Ci sono canzoni che colpiscono al primo ascolto, come un colpo di fulmine, e che ci restano dentro; non solo per la durata di una stagione ma per tutta la vita. Questo post è dedicato ad una delle mie canzoni preferite.

Sono particolarmente legato all'album The Soul Cages (1991) di Sting perché è stata la colonna sonora di un periodo felice ed importante della mia vita. Penso che in nessun altro disco Sting sia riuscito a mettere insieme tanti brani ben riusciti. L'elaborazione del lutto della morte del padre, riversata in questo lavoro, è stata indubbiamente una feconda fonte d'ispirazione.
Ma sopra tutte le canzoni The Wild Wild Sea mi folgorò per la capacità di trasportarmi, quasi ipnoticamente, in un paesaggio ed atmosfera marina, anzi oceanica, nebbiosa ma allo stesso tempo spirituale, misteriosa e un po' cupa (nel testo appare il fantasma del padre) e allo stesso tempo intensa, coinvolgente, emozionante.
Il giro è elegante, l'arrangiamento è semplicemente perfetto, la musica e testo si sviluppano assolutamente all'unisono, fondendo insieme armonizzazioni pressoché jazzistiche a inflessioni delle tradizionali ballate popolari inglesi.

In fondo alla pagina inserisco il link di una performance unplugged su You-Tube di The Wild Wild Sea (mi piace quanto la versione originale pure se è molto differente) in una formazione da classico quartetto jazz (contrabbasso, chitarra acustica, pianoforte, batteria) più un quinto elemento alle percussioni. Si noti
quanto risulti evidente il grado di coinvolgimento di Sting con questo suo brano, onirico, evocativo, surreale.
Per chi ha più orecchio e magari conosce il pentagramma suggerisco di godersi il contrappunto tra l'apertura in minore (DOm) e l'arrivo alla tonalità in maggiore (con l'arpeggio sulle note RE-SOL-DO e il basso in FA) che poi si sviluppa con alcune variazioni (fantastici i tre accordi di fila REm/SOL/DO7+ quando ci si aspetta invece di tornare in RE)... mi si perdoni l'approssimazione: suono soprattutto ad orecchio, ho pochi rudimenti di teoria musicale e ignoro la maggior parte dei nomi degli accordi alterati che prendo sulla chitarra.

Veniamo al testo della canzone. Ho cercato su internet una traduzione che gli rendesse giustizia. Non ne ho trovate. Così mi sono rimboccato le maniche e ho tirato fuori questa che conserva il più possibile la metrica e l'alternanza delle rime del testo di Sting. E' in altre parole una traduzione che ha il vantaggio di potere essere cantata al posto delle parole inglesi. Ovviamente per ottenere questo risultato mi sono dovuto prendere alcune libertà, pur rispettando il senso originale.


THE WILD WILD SEA................... PERSO IN PIENO MARE
............................................. (Traduzione di Daniele Passerini)
I saw it again this evening
Black sail in a pale yellow sky
And just as before in a moment
It was gone where the grey gulls fly
............................................. L'ho vista di nuovo stasera,
............................................. con le vele in un cielo di grano
............................................. ed ancora una volta in un soffio
............................................. se ne andò come vola un gabbiano.
If it should happen again I shall worry
That only a strange ship could fly
And my sanity scans the horizon
In the light of a darkening sky
............................................. Se riaccadesse m'inquieterei
............................................. che una strana nave possa volare
............................................. con buonsenso io scruto l'oceano
............................................. mentre il disco del sole scompare.
That night as I walked in my slumber
I waded into the sea strand
And I swam with the moon and her lover
Until I lost sight of the land
............................................. La notte ero un po' addormentato
............................................. camminai sulla riva del mare
............................................. e nuotai con la luna e il suo amato
............................................. fino a perder di vista la terra.
I swam till the night became morning
Black sea in the reddening sky
Found myself on the deck on a rolling ship
So far where no grey gulls fly
............................................. Nuotai finché notte fu aurora
............................................. sugli abissi già il cielo arrossava
............................................. mi ritrovo s'un ponte che dondola,
............................................. così al largo nessun gabbiano vola.
All around me was silence
As if mocking my frail human hopes
And a question mark hung in the canvas
For the wind that had died in the ropes
............................................. Intorno a me solo silenzio
............................................. a burlarsi delle mie speranze umane,
............................................. restò appesa alle vele una domanda
............................................. per il vento impiccato nel sartiame.
I may have slept for an hour
I may have slept for a day
For I woke in a bed of white linen
And the sky was the colour of clay
............................................. Posso aver dormito per un'ora
............................................. posso aver dormito per un dì,
............................................. poi da un candido letto di lino
............................................. gli occhi al cielo ingrigito riaprii.
At first just a rustle of canvas
And the gentlest breath on my face
But a galloping line of white horses
Said that soon we were in for a race
............................................. Dapprima un fruscio delle vele
............................................. e la brezza gentile sul viso
............................................. ma un galoppo di onde impetuose
............................................. annunciò un cambiamento improvviso.
The gentle sigh turned to a howling
And the grey sky she angered to black
And my anxious eyes searched the horizon
With the gathering sea at my back
............................................. Il soffio divenne ululato
............................................. ed il cielo annerì dalla rabbia,
............................................. io guardavo impaurito lontano
............................................. mentre il mare chiudeva la gabbia.
Did I see the shade of a sailor
On the bridge through the wheelhouse pane
Held fast to the wheel of the rocking ship
As I squinted my eyes in the rain
............................................. Fu come lo spettro d'un marinaio
............................................. in plancia di comando dietro i vetri
............................................. al timone alle prese coi marosi
............................................. che scorsi nella pioggia a pochi metri.
For the ship had turned into the wind
Against the storm to brace
And underneath the sailor's hat
I saw my father's face
............................................. La nave avea virato verso il vento
............................................. contro la tempesta per bracciare
............................................. e sotto quel cappello marinaro
............................................. io vidi il volto di mio padre.
If a prayer today is spoken
Please offer it for me
When the bridge to heaven is broken
And you've lost on the wild wild sea
Lost on the wild wild sea...
............................................. Se oggi avete detto una preghiera
............................................. per favore offritela per me
............................................. quando la via del paradiso è una chimera
............................................. ché ti sei perso in pieno mare
............................................. perso in pieno mare...


0 : commenti:

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails