Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

venerdì 25 maggio 2007

Fortuna che non c'era vento

Torno da Venezia con in testa un aneddoto folgorante raccontatemi da Davide Livieri... purtroppo non sono riuscito a trovarne traccia nel web, cerco così di riassumerlo in maniera semplice, sperando che l'effetto "telefono senza fili" (mi riferisco al gioco naturalmente) non faccia troppi danni.

Il famoso cardiochirurgo sudafricano Christian Barnard, noto per essere stato pioniere negli anni '70 dei primi trapianti di cuore umano, era solito rispondere "fortuna che non c'era vento" a chi si complimentava con lui dopo un intervento. Spiegava allora che anni addietro aveva ricevuto una grande lezione.
Un boscaiolo gli aveva mostrato due case vicine tra loro, poi aveva cominciato ad abbattere un grosso albero, lì vicino, fino a farlo cadere esattamente in mezzo alle due case. Sarebbe bastato che si schiantasse al suolo appena più a destra o a sinistra per arrecare un grave danno ad una delle costruzioni. Il futuro cardiochirurgo non poté esimersi dal complimentarsi per la dimostrazione di maestria. Il saggio boscaiolo sorrise e disse: "Fortuna che non c'era vento."
Credo che non serva alcun commento... è di per sé illuminante, come un koan zen!

0 : commenti:

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails