Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

lunedì 16 aprile 2007

...versi paralleli di due cuori...

Parlando di sincronicità mi viene in mente anche la magia dei grandi amori... quelli che spesso nascono da una strana magica coincidenza... ne parla una poesia piccola piccola di Sospensioni di gravità che si intitola Appuntamento:

...versi paralleli
di due cuori veri
ad intersecarsi
verso l'infinito...
E proprio ieri per caso mi hanno raccontato un episodio - che cade a fagiolo - riportato sui quotidiani qualche giorno fa. Ho cercato su google e l'ho trovato sul corriere della sera on line del 11/04/07: eccolo qui sotto!

LONDRA - Quando si dice credere al destino: un uomo si sveglia con un numero di telefono in testa, lo compone, risponde una donna, si incontrano, si piacciono e ora sono marito e moglie. Il protagonista della singolare storia d'amore è l'inglese David Brown, oggi 24enne, di Harefield, cittadina a nord-ovest di Londra. Cinque anni fa David sognò un misterioso numero di telefono. Non riuscendo a cacciarlo dalla sua mente, alla fine decise di chiamarlo. Scoprì che apparteneva all'allora 17enne Michelle Kitson, all'epoca studentessa ancora in casa dei genitori, residenti a una 90 di chilometri da casa di David. Una chiamata che di solito si conclude con un laconico "Mi dispiace, ha sbagliato numero" e con una cornetta riagganciata, finì invece per diventare il primo passo lungo la strada del matrimonio. «È veramente la ragazza della mia vita - dice il signor Brown al Daily Mail, che ha scovato la vicenda -. Quella sera ero andato al pub con gli amici e quando mi sono svegliato con quel numero in testa ho provato a mandare un messaggino e ho chiesto "Ci siamo incontrai ieri sera?". Michelle mi ha risposto e abbiamo iniziato a chiacchierare». Poi David ha mandato una lettera con la sua foto e la storia tra i due ha preso il volo. Con uno slancio che neppure i più fantasiosi tra gli sceneggiatori di Hollywood avrebbero potuto immaginare. Chissà che non traggano ispirazione ora.

2 : commenti:

Betty ha detto...

I versi della tua poesia "piccola piccola" colgono l'essenza della sincronicità che nel mistero degli Amori trova proprio uno dei suoi più evidenti significati. Vorrei esprimere una piccola richiesta, come tua lettrice, nell'invitarti a raccontare più spesso i tuoi versi.

Ideavagante ha detto...

"L'amore è così intessuto al nostro sentirci vivi che parlarne significa affacciarsi sui misteri più profondi dell'uomo. E proprio per questo è inesauribile la verità che racchiude in sè, la sua bintà è capace d'infinite creazioni e la sua bellezza ci mozza ogni volta il fiato.

Amore è eros naturale del corpo, è desiderio ardente dell'anima, inarrestabile cammino dello spirito. E' la tensione verso la completezza del nostro essere che si esaurisce nel corso di una millenaria evoluzione.

L'amore non conosce misura, non pretende e non ricatta mai, perchè trova in se stesso la sua ricompensa e la sua felicità. Dove c'è l'amore non manca nulla,sia ciò che più manca al mondo d'oggi, che sia la realtà per tutti più urgente da riconquistare.

Il mistero dell'amore
di Pietro Archiati

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails